BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO"

Transcript

1 COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE FINANZIAMENTI N.08/2008 AGLI ENTI ASSOCIATI DEL VENETO - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO Piano esecutivo annuale di promozione turistica Linea di Progetto B) - Azione 2.1 Sostegno regionale all'animazione turistica e agli eventi locali. La Gi unta Regi onale ha approvato per l'anno 2008 i cri teri e le modali tà di presentazi one delle domande per l'erogazi one di contri buti allo scopo di contri bui re alla reali zzazi one di mani festazi oni, eventi, occasi oni turistiche di particolare interesse ai fini del supporto all'offerta turistica territoriale del Veneto. Non sono ammi ssi bili a fi nanzi amento l e mani fes tazi oni prevalentem ente ori entate v erso fi nali tà di carattere commerciale, quelle già oggetto di finanziamento ai sensi della legge regionale n. 49/1978 e dell'art. 22 della legge r egi onale n. 3/2003. Non sono al tresì ammesse i ni zi ati ve gi à oggetto di i ntervento a valere sul Programma Promozionale del Settore Primario di cui alla DGR n. 511/2008 né iniziative di singoli enti e associazioni che si configurino essenzialmente come momenti di vita istituzionale interna e che non rivestano di conseguenza quei caratteri di promozione turistica verso il pubblico che le iniziative devono necessariamente possedere. Possono pr esentare i stanza di contri buto Enti pubbli ci e associ azi oni 22 settem bre 2008 promoi one.veneto.i t 1

2 Programma promozionale per il settore primario Iniziative di sostegno alle manifestazioni promozionali a carattere locale promosse da enti pubblici e associazioni. La Gi unta Regi onale ha approvato per l'anno 2008 i cri teri e le modali tà di presentazi one delle domande per l'erogazi one di contri buti a sostegno di mani festazi oni a carattere locale o comunque r eali zzate i n Veneto, fi nali zzate a promuovere la conoscenza e la valori zzazi one delle produzi oni ti pi che presso gli operatori ed i consumatori. Non sono ammi ssi bili a fi nanzi amento le mani fes tazi oni prevalentemente ori entate alla vendi ta dei prodotti, quelle già oggetto di finanziamento ai sensi della legge regionale n. 49/1978 e dell'art. 22 della legge regi onale n. 3/2003. Non sono altresì ammesse i ni zi ati ve gi à oggetto di i ntervento a val ere sul Pi ano esecuti vo annuale del Settor e Turi smo di cui alla DGR n. 512/2008 né mani festazi oni a carattere generi co di promozione del territorio. Possono pr esentare i stanza di contri buto gli enti pubbli ci e le associ azi oni. 22 settem bre 2008 promoi one.veneto.i t Legge regionale 2 maggio 2003, n. 14: Interventi agro-forestali per la produzione di biomasse. Quinto bando d apertura dei ter mini di pr esentazione delle domande di contributo. Il Bando ha l obi etti vo di i ncenti vare e sostenere la di ffusi one di pi antagi oni di speci e legnose e la realizzazione di cure colturali straordinarie ai boschi degradati, al fine di produrre biomassa legnosa desti nata ad usi energeti ci od a trasformazi oni i ndustri ali. Il Bando è diretto a soggetti privati e soggetti pubblici, che abbiano titolo a condurre un terreno agrario od un terreno forestale con una superficie d'intervento compresa tra e mq. 29 settem bre

3 for one.veneto.i t Contributi per la realizzazione, l ampliamento, il completamento e la sistemazione di centri di servizi culturali, biblioteche, teatri, musei e archivi L.R. 6/85 -Anno 2009 I Comuni singoli o associati, enti, associazioni, organismi pubblici e privati e persone giuridiche che assicurino la fruizione pubblica dei beni culturali, di cui sono proprietari o di cui abbiano documentata disponibilità per un periodo non inferiore ad anni venti, possono presentare istanza di Concessione di contributi regionalin per l ampliamento, il completamento e la sistemazione di centri di servizi culturali, biblioteche, teatri, musei e archivi. 30 settem bre 2008 beni one.veneto.i t Contributi per l'istituzione di parchi e riserve di interesse locale - Esercizio 2008 Sostegno alle iniziative degli Enti locali del Veneto per la realizzazione di parchi e riserve di interesse locale. 30 settem bre

4 Interventi a sostegno delle attività svolte dalle università popolari e della terza età. L.R. 30/03/1995 n anno accademico 2008/09. Con l obiettivo di favorire le iniziative di educazione permanente, possono chiedere il contributo le Università popolari e della terza età, in possesso dei requisiti previsti dall'art. 2 della L.R. 17/95, per le atti vi tà programmate per l'a.a. 2008/09. Progetto bike sharing - promozione della mobilità intelligente nei centri urbani dei comuni veneti Il Bando è di retto a fi nanzi are i progetti presentati dagli Enti Locali e fi nali zzati alla ri duzi one dell'i nqui namento da polveri sotti li e promozi one della mobi li tà i ntelli gente nei centri urbani dei comuni veneti medi ante l avvi o di una campagna di i nformazi one e sensi bi li zzazi one ri volta alla popolazi one per avvalorare i vantaggi deri vanti dall uso condi vi so delle bi ci clette. mobi li one.veneto.i t Contributi per le trasformazioni tecniche dei centralini per l'anno 2008 Erogazione di contributi ad Enti ed Aziende per le trasformazioni tecniche delle postazioni lavorative telefoni che desti nate ai centrali ni sti non vedenti. 4

5 dir. Contributi ai Comuni per la formazione dei Piani di Assetto del Territorio Comunale (PAT) e Intercomunali (PATI) e per la redazione del Quadro Conoscitivo - L.R. 11/2004 Contributi ai Comuni per la formazione dei Piani di assetto del Territorio Comunale (PAT) e Intercomunali (PATI) e per la redazione del Quadro Conoscitivo L.R. 11/ novem bre 2008 urbani sti one.veneto.i t Bergamo, 15 settembre 2008 Confederazione delle Province e dei Comuni del Nord 5

INTESA PROGRAMMATICA D AREA DELLA PEDEMONTANA DEL GRAPPA E DELL ASOLANO NOVITA

INTESA PROGRAMMATICA D AREA DELLA PEDEMONTANA DEL GRAPPA E DELL ASOLANO NOVITA NEWSLETTER N. 5 del 6 settembre 2007 NOVITA INIZIATIVE ED INTERVENTI REGIONALI A FAVORE DELL'EDILIZIA SOSTENIBILE (BUR N. 72/07) SCADENZA: 16/10/2007 Con la delibera Regionale del 31 luglio 2007 la Giunta

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE FINANZIAMENTI N.09/2008 AGLI ENTI ASSOCIATI DELLA LOMBARDIA - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA Contributi a fondo

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA. Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA. Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.01/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI DELLA LOMBARDIA - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA Programma di riqualificazione

Dettagli

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE FINANZIAMENTI N.02/2008 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO PER GLI ENTI LOCALI

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE FINANZIAMENTI N.02/2008 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO PER GLI ENTI LOCALI COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE FINANZIAMENTI N.02/2008 AGLI ENTI ASSOCIATI DELLA LOMBARDIA - LORO SEDI OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO PER GLI ENTI LOCALI INDICE

Dettagli

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI \ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOL AMENTO EDI L I ZI O E RI CHI AMO AL L E DI SPOSI ZI ONI DI L EGGE E REGOL AMENTI - TITOLO SECONDO - DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

Master biennale di I I livello Diritto del Lavoro, Diritto Sindacale, della Previdenza e della Sicurezza Sociale (MAF-34 I edizione)

Master biennale di I I livello Diritto del Lavoro, Diritto Sindacale, della Previdenza e della Sicurezza Sociale (MAF-34 I edizione) Master biennale di I I livello Diritto del Lavoro, Diritto Sindacale, della Previdenza e della Sicurezza Sociale (MAF-34 I edizione) (1500 ore 60 CFU) Anno Accademico 2013/2014 2014/2015 Titolo DI RI TTO

Dettagli

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI 25/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE Sperimentazione nuove procedure di prima iscrizione degli immobili

Dettagli

COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE

COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE 1 1 LE ORIGINI I Fondi mutualistici nascono con la Legge 59 del 1992 per determinare un circuito virtuoso

Dettagli

ALLEGATI ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI

ALLEGATI ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI ALLEGATI ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI Allegato 1 Dichiarazione da rilasciare da parte del Rappresentante Legale DI CHIARAZIONE SOSTITUTI VA DELL ATTO DI NOTORI ETA (ai sensi della legge

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.08/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI DEL VENETO - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO Contributi per interventi finalizzati

Dettagli

FRANCHISI NG DI: commercializzazione prodotti Erogazione di servizi produzione. Solo comunicazione al comune di inizio attività

FRANCHISI NG DI: commercializzazione prodotti Erogazione di servizi produzione. Solo comunicazione al comune di inizio attività SCHEDA P ROGETTO E P ROFI LO RI CHI ESTO P ER L AVVI O DELL I NI ZI ATI VA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei

Dettagli

C O M U N E D I SINNAI

C O M U N E D I SINNAI C O M U N E D I SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI AVVISO PUBBLICO INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA PROCEDURA INFORMALE AI SENSI DELL ART. 30 DEL CODICE DEI

Dettagli

Attività: Supermercati specializzati nella vendita di prodotti biologici e naturali

Attività: Supermercati specializzati nella vendita di prodotti biologici e naturali SCHEDA P ROGETTO E P ROFI LO RI CHI ESTO P ER L AVVI O DELL I NI ZI ATI VA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Settore Istruzione, Sport, Cultura, Associazionismo OGGETTO : APPROVAZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI BENEFICI E CONTRIBUTI AGLI

Dettagli

COMUNE DI SANT ANGELO DI BROLO PROVINCIA DI MESSINA

COMUNE DI SANT ANGELO DI BROLO PROVINCIA DI MESSINA COMUNE DI SANT ANGELO DI BROLO PROVINCIA DI MESSINA C.A.P. 98060 C.F. 00108980830 Reg. N del DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO : CONTROLLI INTERNI DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO. ATTO

Dettagli

CITTA DI MARTINENGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE

CITTA DI MARTINENGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE CITTA DI MARTINENGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto Con il presente

Dettagli

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico

LEGGE SPORT VENETO. In ogni diapositiva di questa presentazione, si cita inizialmente l articolo 2, per poi parlare dell articolo specifico LEGGE SPORT VENETO COME LEGGERLA? La legge sullo sport da poco approvata è di facile consultazione se ne si conosce la struttura : l articolo 2 infatti è come un indice, che rimanda agli articoli successivi

Dettagli

Master biennale di I I livello. Diritto della Navigazione e dei Trasporti

Master biennale di I I livello. Diritto della Navigazione e dei Trasporti Master biennale di I I livello Diritto della Navigazione e dei Trasporti (MAF-38 I edizione) (1500 ore 60 CFU) Anno Accademico 2013/2014 2014/2015 1 Titolo DI RI TTO DELLA NAVI GAZI ONE E DEI TRASPORTI

Dettagli

Incentivi alle agroenergie da finanziamenti regionali e comunitari

Incentivi alle agroenergie da finanziamenti regionali e comunitari Incentivi alle agroenergie da finanziamenti regionali e comunitari Maria Luisa Bargossi Servizio Territorio Rurale DG Agricoltura 15 novembre 2010 Bologna Contenuti PSR e agroenergie Dalla politica energetica

Dettagli

A.A.T.O. Orientale Goriziano

A.A.T.O. Orientale Goriziano A.A.T.O. Orientale Goriziano Autorità d Ambito Territoriale Ottimale Orientale Goriziano L. 05.01.94 n. 36 L.R. 13/2005 Art. 24/[1] Affidamento del Servizio I drico I ntegrato a IRISACQUA Srl CONVENZI

Dettagli

Master biennale di I I livello Diritto di Famiglia, dei Minori e delle Persone (MAF-31 I edizione)

Master biennale di I I livello Diritto di Famiglia, dei Minori e delle Persone (MAF-31 I edizione) Master biennale di I I livello Diritto di Famiglia, dei Minori e delle Persone (MAF-31 I edizione) (1500 ore 60 CFU) Anno Accademico 2013/2014 2014/2015 1 Titolo DI RI TTO DI FAMI GLI A, DEI MI NORI E

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Servizio Formazione

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Servizio Formazione Registro generale n. 3358 del 01/12/2015 Determina senza Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi Servizio Formazione

Dettagli

PARCO DEI COLLI DI BERGAMO

PARCO DEI COLLI DI BERGAMO Numero 6 Del 29-03-2011 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELL ASSEMBLEA CONSORTILE Oggetto: Approvazione Convenzione per l'attuazione del progetto riguardante la realizzazione di una nuova struttura ricettiva

Dettagli

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero Competenza/e da sviluppare GIOCO: SCARABEO CON SILLABE OCCORRENTE: MATERIALE ALLEGATO E UN SACCHETTO PER CONTENERE LE SILLABE RITAGLIATE. ISTRUZIONI Saper cogliere/usare i suoni della lingua. Saper leggere

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO Reg. pubbl. N. ORIGINALE lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 647 DEL 26-09-2013 - SETTORE EDILIZIA PRIVATA, PIANIFICAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO, OPERE E STRUTTURE PUBBLICHE,

Dettagli

XVII COMUNITA' MONTANA "MONTI AURUNCI" BILANCIO DI PREVISIONE 2014 - ENTRATA

XVII COMUNITA' MONTANA MONTI AURUNCI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 - ENTRATA BILANCIO DI PREVISIONE 0 - ENTRATA PAG. Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA ultimo definitive eserc. cui fa riferimento il presente bilancio NOTE Codice e Denominazione VARIAZIONI

Dettagli

Provincia di Reggio Calabria

Provincia di Reggio Calabria Provincia di Reggio Calabria Sett.1 Segreteria /Direzione Generale Giunta Contratti- Assistenza Giuridica/Amministrativa ai Comuni MAR.TE. PIANO DI MARKETING TERRITORIALE ANNO 2013 Reggio Calabria, MAGGIO

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale. Area politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale. Area politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Area politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità Codice CIFRA: SSS / DEL / 2009 / 00 OGGETTO:

Dettagli

Esperienze di recupero a fini energetici delle biomasse di provenienza agricola

Esperienze di recupero a fini energetici delle biomasse di provenienza agricola Esperienze di recupero a fini energetici delle biomasse di provenienza agricola Silvia Silvestri Centro Sperimentale - Unità Biomasse ed energia rinnovabile FONDAZIONE EDMUND MACH ISTITUTO AGRARIO DI SAN

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

P.E.G. PER RESPONSABILE DI GESTIONE - gestionale

P.E.G. PER RESPONSABILE DI GESTIONE - gestionale Pagina 1 di 11 ENTRATEE Capitolo Art. Cod. bil. Stanziamento Attuale Accertato Obiettivo 100 7 CINQUE PER MILLE IRPEF PERFINALITA' SOCIA 2010130 600,00 600,00 0,00 600,00 LI 138 0 Contributo regionale

Dettagli

COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FI- NANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, COMITATI ED ORGANISMI VARI Approvato con deliberazione

Dettagli

La politica energetica della Regione Lombardia

La politica energetica della Regione Lombardia La politica energetica della Regione Lombardia Piano per una Lombardia sostenibile e sviluppo delle fonti rinnovabili secondo gli scenari della 20-20-20 20 CO 2 LOMBARDIA 2020 Diamo valore al Clima: Efficienza,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MUZZANA DEL TURGNANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI

Dettagli

REGIONE UMBRIA - GIUNTA REGIONALE Direzione regionale alle risorse finanziarie,umane e strumentali **************

REGIONE UMBRIA - GIUNTA REGIONALE Direzione regionale alle risorse finanziarie,umane e strumentali ************** REGIONE UMBRIA - GIUNTA REGIONALE Direzione regionale alle risorse finanziarie,umane e strumentali ************** Servizio Ragioneria RENDICONTO GENERALE PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2008 CONTO DEL BILANCIO

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE FINANZIAMENTI N.06/2008 AGLI ENTI ASSOCIATI DELLA LOMBARDIA - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA Bando a sostegno

Dettagli

Ogget t o: Ri f i ut i : modi f i che al decr et o Ronchi ( l egge 9 di cembr e 1998 n. 426).

Ogget t o: Ri f i ut i : modi f i che al decr et o Ronchi ( l egge 9 di cembr e 1998 n. 426). ALLE AZI ENDE I NDUSTRI ALI ASSOCI ATE L ORO SEDI AREA AMBI ENTE E SI CUREZZA L Aqui l a, 23 f ebbr ai o 1999 Ci r c. n. 26/ 1999 Pr ot. n. 137 Ogget t o: Ri f i ut i : modi f i che al decr et o Ronchi

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE VENETO BANDI DI FINANZIAMENTO APERTI CHE RIGUARDANO IL SETTORE LEGNO ENERGIA

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE VENETO BANDI DI FINANZIAMENTO APERTI CHE RIGUARDANO IL SETTORE LEGNO ENERGIA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE VENETO BANDI DI FINANZIAMENTO APERTI CHE RIGUARDANO IL SETTORE LEGNO ENERGIA ASSE 1 MISURA 121 MISURA 121 M Ammodernamento delle Aziende Agricole in montagna

Dettagli

10.3.1.5 Piano di fattibilità per impianti che utilizzano biomasse. Comune: Comuni del P.I.S.L.

10.3.1.5 Piano di fattibilità per impianti che utilizzano biomasse. Comune: Comuni del P.I.S.L. P.I.S.L. N.A.Tu.R.A. Valorizzazione della rete ecologica del Parco Fluviale del Po (tratto vercellese/alessandrino) e dell Orba e del Monferrato casalese, tramite la riqualificazione ambientale e la promozione

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO. Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO. Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.04/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI DEL VENETO - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO Programma di riqualificazione urbana

Dettagli

Comune di Ravenna. Piano Urbanis co A ua vo Generale Via An ca Milizia - Conad. Studi preliminari schemi proge uali di comparto

Comune di Ravenna. Piano Urbanis co A ua vo Generale Via An ca Milizia - Conad. Studi preliminari schemi proge uali di comparto Comune di Ravenna Piano Urbanis co A ua vo Generale Via An ca Milizia - Conad Studi preliminari schemi proge uali di comparto Indice 00_ premessa 01_ da di proge o dall analisi 02_obie vi del proge o eco-compa

Dettagli

Mauro Fasano Unità Organizzativa Energia e Reti Tecnologiche Direzione Generale Ambiente Energia e Reti. 31 gennaio 2013 Brescia

Mauro Fasano Unità Organizzativa Energia e Reti Tecnologiche Direzione Generale Ambiente Energia e Reti. 31 gennaio 2013 Brescia PROGRAMMA TERRITORIALE DELLE FONTI ENERGETICHE E SVILUPPO DELLE RETI Primi contributi alla redazione del nuovo Programma Energetico Ambientale Regionale Mauro Fasano Unità Organizzativa Energia e Reti

Dettagli

1. Trasferimento di conoscenze e azioni d informazione

1. Trasferimento di conoscenze e azioni d informazione 1. Trasferimento di conoscenze e azioni d informazione La misura concorre a promuovere l acquisizione di competenze e conoscenze tecniche e manageriali, la diffusione di innovazioni nei vari ambiti aziendali

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTÀ RIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTÀ RIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI BRESCIA COMUNE DI BRESCIA ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE IN DATA N. P.G. COMUNE DI BRESCIA - SETTORE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTÀ RIATO

Dettagli

Ag gior namento nor mativo giugno 2012

Ag gior namento nor mativo giugno 2012 Ag gior namento nor mativo giugno 2012 Il Senato ha votato la fiducia sul disegno di legge di r i f o r m a del mercato di l a v o r o ed anche la Camera dei Deputati si avvia a tale decisione nei prossimi

Dettagli

ALLEGATI AL PRELIMINARE DI PIANO A01 - QUESTIONARIO DI CONSULTAZIONE CITTADINI E ASSOCIAZIONI

ALLEGATI AL PRELIMINARE DI PIANO A01 - QUESTIONARIO DI CONSULTAZIONE CITTADINI E ASSOCIAZIONI 2013 PIANO URBANISTICO COMUNALE L.R. n.16/2004 e regolamento di attuazione n.5/2011 Comune di Angri Provincia di Salerno Documento Preliminare sindaco dr. Pasquale Mauri resp. ufficio di piano ing. Vincenzo

Dettagli

REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI E PRIVATI ART. 1 1 FINALITA

REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI E PRIVATI ART. 1 1 FINALITA ART. 1 1 FINALITA 1. Il presente regolamento contiene le procedure, i criteri e le modalità inerenti la disciplina per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE DEL TRATTO CENTRALE DELLA PISTA CICLABILE "TREVISO - OSTIGLIA" NEL TERRITORIO DI GRISIGNANO DI ZOCCO PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE DEL TRATTO CENTRALE DELLA PISTA CICLABILE TREVISO - OSTIGLIA NEL TERRITORIO DI GRISIGNANO DI ZOCCO PROGETTO PRELIMINARE COMUNE DI GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA PROGETTO PRELIMINARE DEL TRATTO CENTRALE DELLA PISTA CICLABILE "TREVISO - OSTIGLIA" NEL TERRITORIO DI GRISIGNANO DI ZOCCO PROGETTO PRELIMINARE PIS PRIME

Dettagli

INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI SPECIALE PERSONALE

INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI SPECIALE PERSONALE COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI 26/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI SPECIALE PERSONALE L intesa per riforma del modello contrattuale nella

Dettagli

22/09/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 76. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

22/09/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 76. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 9 settembre 2015, n. 461 L.R. 13 aprile 2012, n. 2 e ss.mm.ii. - Approvazione del Programma Operativo Annuale del Cinema e dell'audiovisivo

Dettagli

Lo sviluppo della produzione di energia da biomassa in Piemonte

Lo sviluppo della produzione di energia da biomassa in Piemonte FORLENER 2013 FORESTA_LEGNO_ENERGIA TERRE ALTE E FORESTE: LA STRATEGICA ENERGIA PER L ECONOMIA MONTANA VERCELLI, 27 SETTEMBRE 2013 Lo sviluppo della produzione di energia da biomassa in Piemonte Mauro

Dettagli

Deliberazione legislativa n. 30/2016 2 I N D I C E

Deliberazione legislativa n. 30/2016 2 I N D I C E Deliberazione legislativa n. 30/2016 2 I N D I C E Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Finalità Definizione ed ambito d'intervento Attività Iscrizione al Registro

Dettagli

La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici

La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici La disciplina regionale per l efficienza energetica degli edifici Deliberazione di Giunta Regionale N. VIII/8745 del 22 dicembre 20082 Alice Tura REGIONE LOMBARDIA DG Reti, Servizi di Pubblica Utilità

Dettagli

IL LAZIO. Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9%

IL LAZIO. Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9% IL LAZIO Count:104 Minimum:0,185 Maximum:30174,696 Sum:256143,579 Mean:2462,919029 Standard Deviation:5182,531259 Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9% Dimensione media AP 2.450,6 ha ds 5.173,07 ha

Dettagli

OFFERTA FORMATI VA DOCENTI QUALI FI CATI

OFFERTA FORMATI VA DOCENTI QUALI FI CATI Provincia Lombardo Veneta Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio Fatebenefratelli &(1752678',()250$=,21( Fra Pierluigi Marchesi Struttura certificata Norma UNI EN ISO 9001:2008 Certificato CSQ n. 9175.CSFF

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Soggetti

Art. 1 Finalità. Art. 2 Soggetti LEGGE REGIONALE 17 agosto 1998, n. 26 Norme per la promozione ed il sostegno dell attività delle Università della Terza Età in Basilicata. (B.U.R. 21 agosto 1998, n. 46) Art. 1 Finalità 1. La Regione Basilicata

Dettagli

INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI

INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI BANDI E FINANZIAMENTI Regione Lombardia: PSR: Misura 114 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali. Descrizione e finalità:

Dettagli

ALLEGATO A COMUNE DI PONTE SAN NICOLÒ PROVINCIA DI PADOVA REG. N. OGGETTO: Convenzione con la Cooperativa Sociale L Allegra Brigata per la promozione

ALLEGATO A COMUNE DI PONTE SAN NICOLÒ PROVINCIA DI PADOVA REG. N. OGGETTO: Convenzione con la Cooperativa Sociale L Allegra Brigata per la promozione ALLEGATO A COMUNE DI PONTE SAN NICOLÒ PROVINCIA DI PADOVA REG. N. OGGETTO: Convenzione con la Cooperativa Sociale L Allegra Brigata per la promozione dell utilizzo di porzione di area di proprietà comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI. COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI. Approvato con deliberazione di C.C. n.23 del 18/03/1991 Modificato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI. ART. 1 I Principi

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI. ART. 1 I Principi REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI ART. 1 I Principi L Amministrazione Comunale di Tempio Pausania può concedere contributi finanziari al fine

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO A FAVORE DI ENTI, ASSOCIAZIONI, FONDAZIONI CHE ATTUANO INIZIATIVE DI INTERESSE LOCALE E PER L ADESIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO A FAVORE DI ENTI, ASSOCIAZIONI, FONDAZIONI CHE ATTUANO INIZIATIVE DI INTERESSE LOCALE E PER L ADESIONE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO A FAVORE DI ENTI, ASSOCIAZIONI, FONDAZIONI CHE ATTUANO INIZIATIVE DI INTERESSE LOCALE E PER L ADESIONE DELLA PROVINCIA A COMITATI D ONORE Approvato con deliberazione

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI, AUSILI FINANZIARI, PER L'ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI A PERSONE, AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI

Dettagli

COMUNE DI ORIO AL SERIO PROVINCIA DI BERGAMO Via Locatelli, 20 24050 Orio al Serio

COMUNE DI ORIO AL SERIO PROVINCIA DI BERGAMO Via Locatelli, 20 24050 Orio al Serio DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 10 del 25/01/2013 OGGETTO: EROGAZIONE CONTRIBUTO NUOVI NATI O MINORI ADOTTATI ANNO 2013: ATTO DI INDIRIZZO. L'anno duemilatredici, addì venticinque del mese

Dettagli

Contributi per il Restauro di Ville Venete

Contributi per il Restauro di Ville Venete Contributi per il Restauro di Ville Venete CARATTERE DEI FINANZIAMENTI L Istituto regionale per le Ville venete promuove l erogazione di contributi a fondo perduto per il consolidamento, manutenzione e

Dettagli

ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DE I MONTI LUCRETILI

ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DE I MONTI LUCRETILI ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DE I MONTI LUCRETILI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N.. 5.3.... DEL.26.:Jf?:..!.

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Il sottoscritto. Con sede in Via. Cap Comune PV CHIEDE

Il sottoscritto. Con sede in Via. Cap Comune PV CHIEDE ALLEGATO 5 - (Artt. 9 e ) Modulo Domanda di partecipazione al bando Il sottoscritto In qualità di LEGALE RAPPRESENTANTE dell Ente Con sede in Via Cap Comune PV CHIEDE presenta la presente domanda di partecipazione

Dettagli

Comune di Gonnoscodina. Provincia di : OR BILANCIO PLURIENNALE -------------------- ANNI: 2015-2016-2017 -------------------- ENTRATE -------

Comune di Gonnoscodina. Provincia di : OR BILANCIO PLURIENNALE -------------------- ANNI: 2015-2016-2017 -------------------- ENTRATE ------- Comune di Gonnoscodina Provincia di : OR BILANCIO PLURIENNALE -------- ANNI: 2015-2016-2017 -------- ENTRATE ------- Programma a cura della HALLEY INFORMATICA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 270.758,40 769.319,49

Dettagli

Carta dei Servizi Servizio Marketing e Turismo

Carta dei Servizi Servizio Marketing e Turismo Promozione Carta dei Servizi Servizio Marketing e Turismo Concessione contributi, finanziamenti e patrocini. Contributi e patrocini possono essere concessi per interventi, opere, iniziative e attività

Dettagli

Invitalia non è responsabile di eventuali informazioni errate o non veritiere presentate dal marchio. 2

Invitalia non è responsabile di eventuali informazioni errate o non veritiere presentate dal marchio. 2 SCHEDA P ROGETTO E P ROFI LO RI CHI ESTO P ER L AVVI O DELL I NI ZI ATI VA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei

Dettagli

Premesso che: tenuto conto che:

Premesso che: tenuto conto che: Premesso che: Interrogazione In 13 a Commissione Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Al Ministro dello sviluppo economico

Dettagli

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o 1 3INFORMAZIONI PER SONALI N o m e A n n a H a li n a H y z a I n diriz z o V i a S a n d r o P e r ti ni 5 0 - Q U A R T U C C I U T el ef o n o C e ll ul a r e: 3 4 0 6 8 1 3 2 6 3 F a x - E-m a il a

Dettagli

LEGGE-QUADRO SULLA QUALITÀ ARCHITETTONICA. Articolo 1 (Finalità)

LEGGE-QUADRO SULLA QUALITÀ ARCHITETTONICA. Articolo 1 (Finalità) CONSIGLIO DEI MINISTRI 19 NOVEMBRE 2008 LEGGE-QUADRO SULLA QUALITÀ ARCHITETTONICA Articolo 1 (Finalità) 1. In attuazione dell'articolo 9 della Costituzione, la Repubblica promuove e tutela la qualità dell

Dettagli

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO ALLA QUALITÀ DEL TERRITORIO Area Politiche per la Mobilità e la Qualità Urbana Servizio Assetto del Territorio

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO ALLA QUALITÀ DEL TERRITORIO Area Politiche per la Mobilità e la Qualità Urbana Servizio Assetto del Territorio REGIONE PUGLIA ASSESSORATO ALLA QUALITÀ DEL TERRITORIO Area Politiche per la Mobilità e la Qualità Urbana Servizio Assetto del Territorio tavola rotonda su L INNOVAZIONE POSSIBILE: DEMATERIALIZZAZIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 58 del 21/04/2016 Proposta N. 561/2016 OGGETTO: RISANAMENTO CONSERVATIVO DELL'EDIFICIO DENOMINATO EX CASA DEL POPOLO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

. Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158

. Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158 . Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158 F:\testi\REGOLAMENTI IN VIGORE\REGOLAMENTI IN VIGORE\FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI.DOC REGOLAMENTO

Dettagli

BANDO DI PARTECIPAZIONE RESIDENZE CREATIVE NELL'AMBITO DELLA RASSEGNA PALCHI APERTI 2016

BANDO DI PARTECIPAZIONE RESIDENZE CREATIVE NELL'AMBITO DELLA RASSEGNA PALCHI APERTI 2016 BANDO DI PARTECIPAZIONE RESIDENZE CREATIVE NELL'AMBITO DELLA RASSEGNA PALCHI APERTI 2016 Art. 1 PREMESSE L Associazione di promozione sociale Un Clown per Amico è nata nel gennaio 2004, dall esigenza di

Dettagli

Allegato al Programma Operativo di Gestione Esercizi 2013-2014 - 2015 Allegato alla Proposta di Delibera del 01-10-2013

Allegato al Programma Operativo di Gestione Esercizi 2013-2014 - 2015 Allegato alla Proposta di Delibera del 01-10-2013 01/10/ Allegato al Programma Operativo di Gestione Esercizi - - Allegato alla Proposta di Delibera del 01-10- Capitoli di Spesa con prenotazione delle risorse riservate alla Giunta Regionale RUBRICA 750

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

IL DISTRETTO DELLE ENERGIE RINNOVABILI

IL DISTRETTO DELLE ENERGIE RINNOVABILI IL DISTRETTO DELLE ENERGIE RINNOVABILI Luigino Boito Rappresentante del Distretto Il Distretto delle Energie Rinnovabili Riferimento normativo Legge Regionale N 8 /2003 Disciplina delle aggregazioni di

Dettagli

Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo

Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo Le competenze per l autoimprenditorialità nel Fondo Sociale Europeo Lunedì 26 gennaio Incubatore d impresa Herion Venezia Santo Romano Direttore Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Programmazione

Dettagli

Proposta per la realizzazione di VCO Turismo Channel

Proposta per la realizzazione di VCO Turismo Channel Proposta per la realizzazione di VCO Turismo Channel 1 LA PROPOSTA una migliore comunicazione per un turismo più consapevole Il progetto VCO Turismo Channel si propone la realizzazione di un canale informativo

Dettagli

Comune di Missaglia Provincia di Lecco Settore affari generali e servizi al cittadino

Comune di Missaglia Provincia di Lecco Settore affari generali e servizi al cittadino Comune di Missaglia Provincia di Lecco Settore affari generali e servizi al cittadino Via Merlini, 2-23873 Missaglia Provincia di Lecco C.F. e P. IVA 00612960138 Tel.: 039 / 9241232 Fax n.: 039 / 9201494

Dettagli

8.1.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 1 DELIBERAZIONE 23 dicembre 2013, n. 1171

8.1.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 1 DELIBERAZIONE 23 dicembre 2013, n. 1171 8.1.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 1 DELIBERAZIONE 23 dicembre 2013, n. 1171 Primi indirizzi per la realizzazione dei percorsi di formazione per tecnici abilitati alla certificazione

Dettagli

Risultati del percorso di ascolto del partenariato I FOCUS GROUP TEMATICI. Sabrina Speciale - Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca

Risultati del percorso di ascolto del partenariato I FOCUS GROUP TEMATICI. Sabrina Speciale - Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca Risultati del percorso di ascolto del partenariato I FOCUS GROUP TEMATICI Sabrina Speciale - Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca Il processo di programmazione a che punto siamo PARTENARIATO Strategia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI approvato con deliberazione del C.S. n. 111 del 28/4/2004 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI CAPO I FINALITA' E PRINCIPI Art.1 Con il presente Regolamento il Comune, nell'esercizio

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di MODENA

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di MODENA Cambia dimensione caratteri: A A A Stampa Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di MODENA Documento n. T 139956616 estratto dal Registro Imprese in data 30/09/2013 Visura ordinaria societa'

Dettagli

DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA (www.agricoltura.regione.lombardia.it)

DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA (www.agricoltura.regione.lombardia.it) DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA (www.agricoltura.regione.lombardia.it) Unità Sviluppo di sistemi forestali, agricoltura di montagna, uso e tutela del suolo agricolo Struttura Sviluppo e gestione forestale

Dettagli

REGOLAMENTO dei DIRITTI e delle TARIFFE del PARCO

REGOLAMENTO dei DIRITTI e delle TARIFFE del PARCO ENTE AUTONOMO PARCO NAZIONALE D ABRUZZO, LAZIO E MOLISE REGOLAMENTO dei DIRITTI e delle TARIFFE del PARCO DELIBERAZIONE N. 31 DEL 6 AGOSTO 2004 Aggiornata con Deliberazione Consiliare n. 19 del 21 maggio

Dettagli

COMUNE DI VILLA MINOZZO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI VILLA MINOZZO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI VILLA MINOZZO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Regolamento per l'istituzione e la gestione del Servizio di Volontariato civico Cittadinanza Attiva Art.1 Principi Generali 1. Il presente regolamento

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE N. 173 DEL 29/07/2014 OGGETTO: Gestione dei benefici per la frequenza di master universitari per giovani oriundi veneti residenti all estero. Approvazione Accordo di Collaborazione.

Dettagli

CONSORZIO INTERCOMUNALE SOGGIORNI CLIMATICI - VERONA BANDO DELLA GARA N. 12/2015 VACANZE TERZA ETA ANNO 2016

CONSORZIO INTERCOMUNALE SOGGIORNI CLIMATICI - VERONA BANDO DELLA GARA N. 12/2015 VACANZE TERZA ETA ANNO 2016 CONSORZIO INTERCOMUNALE SOGGIORNI CLIMATICI - VERONA BANDO DELLA GARA N. 12/2015 VACANZE TERZA ETA ANNO 2016 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) denominazione ufficiale: Consorzio Intercomunale

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE BILANCIO E FINANZE

REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE BILANCIO E FINANZE REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE BILANCIO E FINANZE SETTORE PATRIMONIO E LOGISTICA. Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Susanna Trambusti Decreto N 357 del 25

Dettagli

COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI DIVERSI AD ENTI, ASSOCIAZIONI ED ALTRE FORME ASSOCIATIVE Il Sindaco MENEGAZZI Paolo Silvio L Assessore

Dettagli

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 4 marzo

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma e ss.mm.ii. Il sottoscritto Codice Fiscale Nato a il Residente in Via/P.zza

Dettagli