Nel XVI secolo Gregorio Brunelli di Canè, all interno dei suoi Curiosi trattenimenti contenenti ragguagli sacri e dei popoli camuni, racconta come:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nel XVI secolo Gregorio Brunelli di Canè, all interno dei suoi Curiosi trattenimenti contenenti ragguagli sacri e dei popoli camuni, racconta come:"

Transcript

1 La caccia in pianura: la Bressanella. Nel XVI secolo Gregorio Brunelli di Canè, all interno dei suoi Curiosi trattenimenti contenenti ragguagli sacri e dei popoli camuni, racconta come: Più rara cacciagione ancora viene praticata in questa valle, dove s ha appreso a fermare il corso dei quadrupedi, s ha imparato altresì a trattenere il volo ai volatili; e pare che il sito stesso tutto silvestre e boscaglie, singolarmente sulle cime da una parte e dall altra, sia molto a proposito e aggiustato per un tale esercizio. Stanno perciò qui in pronto l arti, l insidie, stratagemmi di reti, panie, roccoli, laccid L italiano Agostino Gallo (Cadignano, 1 499) fu protagonista dell agronomia cinquecentesca, seguendo il moto di rinnovamento degli studi agrari, dopo lo spagnolo Herrera e il poeta italiano Luigi Alamanni. La nuova agronomia ebbe la prima, inconfondibile espressione pubblica nel con Le dieci giornate della vera agricoltura e i piaceri della villa. L'opera conosce un immediato successo, tanto che si converte inizialmente nelle Tredici giornate; successivamente la seconda edizione porta un'appendice di sette giornate. In una nuova edizione del le giornate sono ricomposte secondo un piano espositivo nuovo arrivando così alle Venti giornate; si tratta della versione definitiva di un capolavoro che ripropone in veste originalissima tutto lo scibile agronomico di quei tempi, descrivendo la vita nei campi e segnalando l attività venatoria del pigliar i tordi con le reti, col zufolo il settembre e parte d ottobre. Lo scibile agronomico di Gallo si fonda su grandi autori latini come Lucio Columella, massimo agronomo dell'antichità; l'agricoltura dell'opera rinascimentale è però diversa, è la nuova agricoltura irrigua della Val Padana, l'agricoltura in cui l'acqua spezza la sovranità del frumento inserendo nella rotazione le foraggere che consentono il più ricco allevamento. È l'agricoltura in cui, nei campi 25

2 lombardi, hanno conquistato il proprio posto il mais, pianta americana; il riso, coltura araba proveniente dall'andalusia; il gelso destinato al baco da seta, coltura fino a pochi decenni prima siciliana e calabrese, di cui Gallo comprende per primo le straordinarie potenzialità nel pedecollina prealpino. Dal Castello di Villagana all Isola dell Uccellanda. Estratto dell'albero genealogico della famiglia Martinengo. Nel con un atto di prepotenza l arrogante conte Bartolomeo III Martinengo Villachiara prova a deviare il corso dell Oglio per impossessarsi del grande bosco sulla riva destra cremonese, compreso nello stretto meandro che il fiume disegnava ai piedi di Villagana: il Bosco dell Uccellanda. Ma i duecento uomini da lui comandati a scavare, con pale, badili e carrette, un canale che avrebbe sancito il successo del colpo di mano, non erano passati inosservati. Alessandro Vallara, agente del Cardinale Cesi per interesse del Vescovado, notato lo 26

3 strano movimento, aveva subito avvertito la Curia di Cremona e lo scippo in piena regola venne tempestivamente sventato. Oggetto del contendere erano diversi ettari non coltivabili, ma dai quali si ricavava una grande quantità di legna da ardere e da carbone, nonché pascoli, foglie da strame, frutti ed altri prodotti di varia utilità. Monsignor Giovanni da Lezze, inviato della Serenissima Repubblica Veneziana in terra bresciana, nel suo Catastico compilato nel 1 609, scrive: Villagana è discosta dal fiume Oglio dui tirri d archibuso, a conferma che il corso d acqua non aveva nel frattempo mutato direzione. Palazzo Martinengo di Villagana (Comune di Villachiara - BS) in una foto del di Lissoni Osvaldo e particolari del palazzo in epoca odierna. 27

4 Con la Pace di Utrecht del che chiudeva la Guerra di Successione Spagnola, gli Austriaci si insediavano a Milano e l Oglio diventava confine di Stato con l Impero Asbusgico, esso circondava di fatto le province della Repubblica di Venezia ad est come ad ovest. La mobilità locale del Basso Oglio fece emergere ben presto la necessità di fissare dei limiti precisi, procedendo anche a compensazioni territoriali mediante lo scavo di rettifili. La commissione tecnica bilaterale licenziava nel una dettagliata relazione, frutto di una minuziosa ricognizione delle sponde da Urago a Seniga. Nella relazione l area compresa nel meandro dirimpetto a Villagana veniva descritta come: Terreno boschivo e paludoso di ragione altra volta della comunità di Genivolta, ora del Signor Bartolomeo Bramani, al quale dalla medesima comunità di Genivolta fu venduto. Non mancavano tuttavia segnalazioni di erosioni dall una e dall altra parte, dovute a salti precedenti, come quelli ricordati a memoria d uomo di inizio Settecento e del Ricognizioni, studi e proposte tecniche vennero discussi nell estate a Vaprio d Adda e supportarono il vero e proprio trattato sottoscritto tra le due parti il 1 7 agosto di quell anno. Il 1 9 febbraio Antonio Donado emanava da Brescia un editto, da affiggersi in luoghi pubblici dei paesi rivieraschi, con l elenco dei rettifili da realizzare in ottemperanza degli accordi dell anno precedente. Il bosco del signor Camillo Bramani doveva essere rettificato per una lunghezza di 1 57 cavezzi, mentre a valle quello del conte Giovanni Martinengo per Probabilmente queste opere non vennero eseguite poiché nel Pietro Francesco Bossi, Ingegnere Collegiato di Milano, e Paolantonio Cristiani, delegato ai veneti confini, consegnarono ai loro superiori una mappa, corredata da una dettagliata relazione, che riproduceva negli stessi termini l annosa questione, compresi i rettifili caldeggiati come rimedio. Se gli uomini si perdevano senza costrutto in infinite discussioni, avendo principalmente di mira gli interessi di parte, non così l Oglio che obbedisce solo alle leggi della natura. A troncare ogni trattativa sopravvenne nel una memorabile rotta che staccò di netto l intero bosco Bramani dal territorio cremonese. La nuova situazione venutasi a creare era così descritta l 8 gennaio da Paolo Ransenigo, Pubblico Perito Agrimensore in Gabbiano: A qualunque faccio io Agrimensore sottoscritto di aver misurato il Bosco del Signor D. Giulio Bramani cremonese tradotto dal Fiume Olio nel territorio Bresciano situato sul tener di Villachiara in contrada S. Pietro, al quale bosco confina da mattina parte la Nob. Sig. Co: Ottavia Martinengo Gambara, e parte la Nob. Co: Marianna Martinengo Martinengo, ambidue mediante il fiume Olio vecchio; da monte confina il Sig. Gio. Galvani di Villabona mediante il sudetto Olio Vecchio; da sera e mezzodì confina Beni dello stesso Cremonese mediante il fiume Olio Novo; onde il sudetto Bosco ritrovasi essere situato in mezzo del fiume Olio vecchio, e novo, perché l Olio vecchio ch è a mattina e a monte è Fiume morto e l Olio a sera, e mezzodì è Fiume vivo, perché in questo scorre velocemente le acque che vengono da monte e vanno verso mezzodì, e poi voltano verso mattina sempre attorno al sudetto Bosco, qual Bosco è di giusta misura fatta, essere le sudette Coerenze, e Confini Piò settantacinque. Si era formata un isola delimitata nel perimetro inferiore dall Oglio Nuovo, con acqua corrente, e nella parte superiore dall Oglio Vecchio con acqua stagnante. Il proprietario 28

5 era sempre don Giulio Bramani e dopo di lui lo saranno le figlie Angelica e America, ma l area boschiva rimaneva tagliata fuori dal resto della proprietà con al centro l omonima cascina, in comune di Azzanello. Non è dato sapere quando, ma era fatale che queste terre finissero per essere alienate ai Martinengo Villagana. Il confine di Stato, diventato amministrativo nel con la caduta di Venezia, invece non è più mutato e molte carte geografiche, anche attuali, mostrano ancora il meandro dell Oglio che lambisce la prominenza del terrazzo su cui sorge Villagana. Nel periodo napoleonico i territori occupati oggi dalla riserva appartenevano a Marianna Martinenghi (casato dei Martinengo Villagana), fino al periodo austriaco in cui l'appartenenza di queste terre era di Borgondio Federico Cesare Ilario. Col passare del tempo la lanca si è andata man mano interrando per il depositarsi sul suo fondo di materiali organici (foglie, tronchi, erbe palustri). Nel linguaggio comune della popolazione locale l area prese ad essere chiamata l Isola. In effetti ancora nei primi anni del secondo dopoguerra, la località era raggiungibile solo mediante una traballante passerella di legno. Tra una lussureggiante vegetazione dominata da larici e dalle canne palustri, proliferava una variegata fauna ittica e avicola. Col bosco interno la morta costituiva un vero e proprio Eden che non era sfuggito agli esperti della caccia bresciani. Nel veniva costituita la Riserva consorziale di caccia di Villagana, presieduta da Giuseppe Gnecchi di Cologne, che annoverava tra i suoi soci il fiore degli industriali e dei professionisti di Brescia. All interno dell Isola vennero costruiti alcuni capanni per la cova e l allevamento di fagiani e di altra selvaggina. Negli anni della seconda metà 900 venne poi eretta la casa del guardiacaccia, dotata di stalla e fienile, per accogliervi il fieno dei campi, e del pioppeto che aveva parzialmente preso il posto del bosco. Negli anni Cinquanta i conti Medolago Martinengo, sfruttando la ricchezza delle acque sorgive, ossigenate da una ruota da mulino, impiantarono all Isola un allevamento di trote. Le vasche, dal fondo ghiaioso, avevano le sponde sorrette da assi di legno. L attività durò meno di un decennio in quanto una piena eccezionale cancellò di colpo l allevamento ittico ripristinando per qualche tempo condizioni ambientali primordiali. Il continuo prelievo di ghiaia dal greto e dal letto del fiume Oglio, fattosi massiccio con l uso di ruspe e draghe, ne abbassò progressivamente il livello accelerando il degrado e il parziale interramento della lanca. 29

6 Individuazione della proprietà e dell'uso del suolo per Soglie storiche. Estratto della mappa del Catasto Napoleonico (1 81 2). In alto, estratto del Registro Censuario. A destra tabella sulla destinazione d'uso e proprietari dal Catasto Napoleonico (1 81 2). 30

7 Estratto della mappa del Catasto Austriaco (1 852). Estratto del Registro Censuario (1 852). 31

8 Estratto della mappa del Catasto Italiano (1 898). Estratto del Registro Censuario (1 898). 32

9 Bibliografia Valutazione Ambientale Strategica del Piano di Governo del Territorio di Azzanello Rapporto ambientale integrato. Alla scoperta del fiume Oglio, itinerario 8, a cura di P ARCO O GLIO N ORD, Puntostampa Riccardi, Orzinuovi. Piano di Governo del Comune di Villachiara - Documento di Piano - Quadro conoscitivo ed orientativo del Territorio Comunale. Piano di Governo del Comune di Villachiara - Rapporto sullo stato dell Ambiente. Le riserve del Parco Oglio Nord da Rudiano ad Acqualunga- Quaderni del Settore Ecologia della Provincia di Brescia, Brescia, Grafo, L Oglio e i suoi castelli, itinerari, idee, notizie e indirizzi utili per il tempo libero- Guide per il weekend, Istituto geografico Deagostini, Novara, Atlante dell Oglio Uomini, vicende e paesi da Sarnico a Roccafranca, Brescia, Grafo, ALBERTI D INO, Nella Brescia Romantica e Napoleonica sulle orme di Stendhal, Treviso, Zanetti Editore, Collana La Bifora. CALEGARI S ANTINO, Antichi Roccoli di Lombardia tra Passato e Presente, Ferrari Grafiche, G ALLO AGOSTINO, Le dieci giornate, LECHI F AUSTO, Le dimore bresciane in cinque secoli di storia, I castelli Vol. I, Edizioni di storia bresciana. Sitografia articolo di Paolo Zanoni fotografia Palazzo a Villagana di Lissoni Osvaldo Mappe Estratto Mappa Catastale Napoleonico (1 81 2) - Archivio Di Stato Brescia Estratto Mappa Catastale Austriaca (1 852) - Archivio Di Stato Brescia Estratto Mappa Catastale Italiama (1 898) - Archivio Di Stato Brescia Estratto Albero Genealogico Famiglia Martinengo, in LECHI F AUSTO, Le dimore bresciane in cinque secoli di storia, I castelli Vol. I, Edizioni di storia bresciana. 33

Essicatoio per bozzoli. Gelso

Essicatoio per bozzoli. Gelso Associazione sul filo d IL RITORNO DEL BACO Essicatoio per bozzoli Gelso DA SETA A RACCONIGI Fin dai primi mesi del 2004 Racconigi ha riscoperto l allevamento del baco da seta, grazie ad una volontà e

Dettagli

RISORSA ACQUA Le risorse idriche del nostro territorio

RISORSA ACQUA Le risorse idriche del nostro territorio RISORSA ACQUA Le risorse idriche del nostro territorio Chi & dove Scuola Elementare di Manerbio Via Galliano, 10 25025 Manerbio Brescia manerbiodoc@ddmanerbio.it Classi coinvolte : Scuola Primaria - Classe

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

VILLA MEMO GIORDANI VALERI

VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI Ora di proprietà del Comune di Quinto La villa, che si trova in via Borgo in prossimità dell incrocio con via Noalese, chiamata Memo, Giordani, Valeri

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA VOLUME 1 CAPITOLO 0 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: Terra... territorio...

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

VALCALEPIO Una località speciale per la coltivazione della vite da tempo immemorabile

VALCALEPIO Una località speciale per la coltivazione della vite da tempo immemorabile VALCALEPIO Una località speciale per la coltivazione della vite da tempo immemorabile La Valcalepio, situata nel cuore della Lombardia, si estende dalle rive occidentali del lago d Iseo, verso le colline

Dettagli

Appunti per un album di famiglia

Appunti per un album di famiglia Da Aldo Coccolo 1937, Feletto Famiglia Coccolo Bandulins di Angelo e Ancilla con figli e nipoti Appunti per un album di famiglia Feletto, 1811: in una antica mappa conservata all Archivio di Stato di Udine,

Dettagli

L Uomo e la Montagna La Presenza, il Lavoro, la Vita quotidiana

L Uomo e la Montagna La Presenza, il Lavoro, la Vita quotidiana L Uomo e la Montagna La Presenza, il Lavoro, la Vita quotidiana 2004. Vincenzo Martegani. Il Paesaggio Forestale Lombardo 2005. Elio Della Ferrera e Adriano Turcatti. Scatti Nascosti. La Fauna di Lombardia

Dettagli

USO ATTUALE. Museo, ingresso al parco delle Grotte, punto di ristoro con servizio di bar, sala per conferenze o esposizioni.

USO ATTUALE. Museo, ingresso al parco delle Grotte, punto di ristoro con servizio di bar, sala per conferenze o esposizioni. 2.3 Comune di Valstagna, Oliero, Grotte di Oliero. Cartiera Parolini e area degli antichi opifici. LUOGO. Comune di Valstagna, Grotte di Oliero. OGGETTO. Cartiera Parolini. CATASTO. CRONOLOGIA. Fine XVII

Dettagli

COME NASCONO LE MONTAGNE

COME NASCONO LE MONTAGNE Le montagne sono dei rilievi naturali più alti di 600 metri. Per misurare l ALTITUDINE di una montagna partiamo dal LIVELLO DEL MARE. Le montagne in base a come e dove sono nate sono formate da vari tipi

Dettagli

SCHEDA n 3. Come possiamo utilizzare tutte le date e le informazioni del nostro albero genealogico?

SCHEDA n 3. Come possiamo utilizzare tutte le date e le informazioni del nostro albero genealogico? SCHEDA n 3 3) Costruzione di un grafico temporale individuale con le quattro generazioni a confronto. Come possiamo utilizzare tutte le date e le informazioni del nostro albero genealogico? Possiamo costruire

Dettagli

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA Lavoro della classe III H Scuola secondaria di 1 1 grado L. Majno - Milano a.s. 2012-13 13 Fin dall antichità l uomo ha saputo sfruttare le forme di

Dettagli

Repertorio dei beni storico ambientali 1

Repertorio dei beni storico ambientali 1 Repertorio dei beni storico ambientali 1 Indice Casate... 3 Oberga... 4 Pagliarolo... 5 Fontanelle... 6 Travaglino... 7 Oratorio di San Rocco... 8 Calvignano... 9 Castello... 10 Valle Cevino... 11 Repertorio

Dettagli

La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net

La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net Uno dei primi supporti per la scrittura, che precedettero la carta, fu il papiro. Questo veniva ottenuto già verso il 3500 a.c. in Egitto,

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO. Regolamento speciale per la coltivazione del riso nella provincia di Milano.

PROVINCIA DI MILANO. Regolamento speciale per la coltivazione del riso nella provincia di Milano. PROVINCIA DI MILANO Regolamento speciale per la coltivazione del riso nella provincia di Milano. Art. 1 La coltivazione del riso nella provincia di Milano è disciplinata, oltre che dal testo unico delle

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO N 1

UNITA DI APPRENDIMENTO N 1 UNITA DI APPRENDIMENTO N 1 SITOGRAIA: http://it.wikipedia.org/ GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAIA SAPERSI ORIENTARE L uomo ha sempre avuto necessità di spostarsi alla ricerca di cibo o di terre più ospitali

Dettagli

Sistemi Informativi Territoriali. Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov

Sistemi Informativi Territoriali. Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov Sistemi Informativi Territoriali Paolo Mogorovich www.di.unipi.it/~mogorov Nozioni di Cartografia Esempi di lettura di carte Tratto da La lettura delle carte geografiche di Aldo Sestini Firenze, 1967 1

Dettagli

P:S. Questa piccola guida è pensata per i ragazzi che potranno così accompagnare i propri genitori alla scoperta di Saccolongo.

P:S. Questa piccola guida è pensata per i ragazzi che potranno così accompagnare i propri genitori alla scoperta di Saccolongo. Per conoscere un po della storia di Saccolongo, ma anche godere di bei paesaggi, tenersi in forma e divertirsi, si può fare una bella passeggiata sull argine del Bacchiglione. Noi ne avremmo una interessante

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Le fonti della storia

Le fonti della storia Le fonti della storia Per comprendere bene queste pagine devi conoscere il significato delle parole autoctono ed editto. Aiutati con il dizionario: Autoctono:... Editto:.... La storia è una scienza che

Dettagli

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro

LA GRECIA. -Forma di governo: Repubblica. -Capitale: Atene. -Lingua: greco. -Religione: ortodossa. -Moneta: euro LA GRECIA -Forma di governo: Repubblica -Capitale: Atene -Lingua: greco -Religione: ortodossa -Moneta: euro La Grecia si trova nel sud dei monti Balcani. La Grecia confina a nord con l Albania, la Macedonia

Dettagli

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe Comune di Anzola dell Emilia Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo Nome e cognome Classe Forse avete già sentito la parola archeologia, oppure

Dettagli

IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA

IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA Il Museo Archeologico Aquaria è molto giovane ed è nato per l intraprendenza di un gruppo di appassionati di archeologia di Gallignano, piccola frazione di Soncino. Anche i

Dettagli

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia NLISI DEL TESTO LE FSI DI LVORO 1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia 4) 2 lettura: spiegazione,

Dettagli

Che cos è l agricoltura?

Che cos è l agricoltura? L agricoltura Che cos è l agricoltura? L agricoltura è la coltivazione del terreno. L agricoltura produce gli alimenti necessari agli uomini. L agricoltore semina e lavora la terra. Le piante crescono

Dettagli

Newsletter straordinaria

Newsletter straordinaria Newsletter straordinaria Grande festa per Loretta ed Ester! Eccezionale avvenimento al Villaggio SOS di Saronno, degno di essere documentato in un edizione straordinaria della Newsletter: Loretta Consonni

Dettagli

Le biblioteche raccontate a mia fi glia

Le biblioteche raccontate a mia fi glia La collana Conoscere la biblioteca si rivolge direttamente agli utenti delle biblioteche per spiegare, con un linguaggio semplice, il ruolo e i diversi aspetti di questo servizio. Per tali caratteristiche

Dettagli

I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA

I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA PORTOGALLO NELLA PRIMA META' DEL '400 VIVE UNA CONDIZIONE ECONOMICA MOLTO DIFFICILE: - L'AGRICOLTURA E' SCARSA A CAUSA DEL TERRENO POCO FERTILE - LE ROTTE COMMERCIALI

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

La Scuola Primaria F. Busoni di Pozzale presenta il progetto Gioco Scopro

La Scuola Primaria F. Busoni di Pozzale presenta il progetto Gioco Scopro La presenta il progetto Gioco Scopro Progetto GIOCO-SCOPRO!!! Nik-day 2011: prepariamo insieme il calendario della Solidarietà ed il nuovo libro! Cari bambini e care bambine dai 3 ai 99 anni, quest anno

Dettagli

TURISMO ARCHEOLOGICO E LA CITTA CONTEMPORANEA Fuori dalla città: strade e campagna

TURISMO ARCHEOLOGICO E LA CITTA CONTEMPORANEA Fuori dalla città: strade e campagna TURISMO ARCHEOLOGICO E LA CITTA CONTEMPORANEA Fuori dalla città: strade e campagna Le strade La realizzazione di strade che collegano diverse città e luoghi sparsi ovunque per l impero sono un altro elemento

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

finita el tutto et di pittura et di stucco La Rustica, Palazzo ducale di Mantova Greta Bruschi

finita el tutto et di pittura et di stucco La Rustica, Palazzo ducale di Mantova Greta Bruschi A.A. 2012-2013 Corso di Consolidamento degli edifici storici Prof. Paolo Faccio finita el tutto et di pittura et di stucco La Rustica, Palazzo ducale di Mantova Greta Bruschi 1. La Rustica e il cortile

Dettagli

IL CANALE BISATTO (Roberto)

IL CANALE BISATTO (Roberto) IL CANALE BISATTO (Roberto) LA STORIA Fu scavato dal 1143 al 1188 dai vicentini, in guerra con Padova, per privare la città dell acqua del fiume Bacchiglione, indispensabile per la navigazione esterna

Dettagli

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi 2011-2012 Modulo 8 Ancora un altra tradizione di ricerca in biologia: Gregor Mendel, gli ibridatori e la riscoperta di Mendel nel Novecento

Dettagli

Indovina chi è on line? : LT & Pinerolo. : LT & Genova

Indovina chi è on line? : LT & Pinerolo. : LT & Genova Documentazione a cura di Linda Giannini http://www.descrittiva.it/calip/0506/percorsi_lego.htm Indovina chi è on line? Ponte : LT & Pinerolo Ponte : LT & Genova Incontro sincrono con: Donatella Merlo Ins.

Dettagli

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI La geografia studia le caratteristiche dell ambiente in cui viviamo, cioè la Terra. Per fare questo, il geografo deve studiare: com è fatto il territorio (per esempio se ci

Dettagli

Percorsi di botanica, storia, geografia, ecologia e scienze nel territorio arcense

Percorsi di botanica, storia, geografia, ecologia e scienze nel territorio arcense Percorsi di botanica, storia, geografia, ecologia e scienze nel territorio arcense a cura del MUSE - Museo delle Scienze di Trento MUSE - Museo delle Scienze www.muse.it/it/impara Consulta il sito per

Dettagli

A pesca di lucci in Svezia

A pesca di lucci in Svezia A pesca di lucci in Svezia Eccomi a raccontare una nuova esperienza di pesca..per chi non lo sapesse io sono nato in Svezia e quindi dopo diverse esperienze di pesca in giro per il mondo quest anno ho

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA RICHIESTA DI MUTAMENTO DESTINAZIONE D USO DEI TERRENI.

RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA RICHIESTA DI MUTAMENTO DESTINAZIONE D USO DEI TERRENI. RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLA RICHIESTA DI MUTAMENTO DESTINAZIONE D USO DEI TERRENI. (Comune di Celico prov. Cs F.M. 21 partt nn.121,122,123,124,125,34,35,36,37,39 e 62. Il sottoscritto Dr. For. Giovanni

Dettagli

Palazzo Stanga Trecco

Palazzo Stanga Trecco Palazzo Stanga Trecco Venerdì 21 novembre 2014, in occasione della Festa del Torrone, il piano nobile di palazzo Stanga, in via Palestro, è stato eccezionalmente aperto al pubblico. Le nostre classi, la

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI

REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI COMUNE DI OLCENENGO Provincia di Vercelli REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Decreto del Presidente della Giunta

Dettagli

L immagine fotografica come documento e documentazione

L immagine fotografica come documento e documentazione L immagine fotografica come documento e documentazione 27 febbraio 2012 San Pietro in Casale Circolo fotografico Punti di vista Alessandro Alessandrini Premesse L immagine fotografica è un oggetto che

Dettagli

1796-1809: Arezzo Giochi di carte nel Casino dei Nobili Franco Pratesi 27.09.2014 INTRODUZIONE

1796-1809: Arezzo Giochi di carte nel Casino dei Nobili Franco Pratesi 27.09.2014 INTRODUZIONE 1796-1809: Arezzo Giochi di carte nel Casino dei Nobili Franco Pratesi 27.09.2014 INTRODUZIONE Il fondo Casino dei Nobili dell Archivio di Stato di Arezzo, ASAR, (1) contiene tutti i documenti rimasti

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA

CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA CURRICOLO DISCIPLINARE di STORIA CLASSE PRIMA AREA COMPETENZE DISCIPLINARI ABILITÀ CONOSCENZE 1 METODO L alunno: L alunno: Imparare ad imparare Progettare A. applicando le indicazioni, cerca informazioni

Dettagli

FOTO VENETO. L'arena di Verona vista dall'alto. Foto inserita da Roberto Boccalatte. L'arena di Verona. Foto inserita da Roberto Boccalatte.

FOTO VENETO. L'arena di Verona vista dall'alto. Foto inserita da Roberto Boccalatte. L'arena di Verona. Foto inserita da Roberto Boccalatte. FOTO VENETO Lo Stemma Lo stemma della Regione è costituito dalla rappresentazione del territorio regionale con il mare, la pianura e i monti. In primo piano è raffigurato il leone di S. Marco; nel cielo

Dettagli

I Cervi erano una numerosa famiglia di contadini-mezzadri originari della bassa reggiana. Oltre al padre Alcide e alla mamma Genoveffa Cocconi,

I Cervi erano una numerosa famiglia di contadini-mezzadri originari della bassa reggiana. Oltre al padre Alcide e alla mamma Genoveffa Cocconi, LA FAMIGLIA CERVI I Cervi erano una numerosa famiglia di contadini-mezzadri originari della bassa reggiana. Oltre al padre Alcide e alla mamma Genoveffa Cocconi, c'erano i sette figli maschi (Gelindo,

Dettagli

Hatshepsut la donna faraone

Hatshepsut la donna faraone Hatshepsut la donna faraone Sai che nell antico Egitto non esisteva la parola regina? Esisteva una parola che significava moglie del re perché, per molto tempo, solo l uomo poteva diventare faraone eppure

Dettagli

Subiaco 2012 Idrogeologia! L'Idrogeologia da idro "acqua e geo-logos "discorso relativo alla Terra" è una parte dell idrologia che si occupa della distruzione e dei movimenti delle acque sotterranee. Il

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

Ticino Bormida. Sesia Trebbia Oglio. Piancavallo, 23 aprile 2012

Ticino Bormida. Sesia Trebbia Oglio. Piancavallo, 23 aprile 2012 Piancavallo, 23 aprile 2012 La Pianura Padana è la più importante pianura italiana. La parte più in alto della Pianura Padana è a un altitudine di 200 metri, la parte più bassa arriva a 0 metri sul livello

Dettagli

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Progetto Accoglienza Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Ieri 22 settembre è stata una giornata speciale per noi alunni di Gorno delle classi3a, 4a e 5a... infatti non siamo stati

Dettagli

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La religione dei Greci Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La nascita della civiltà greca Noi quest anno abbiamo studiato la nascita della Grecia, la vita quotidiana dei Greci,

Dettagli

PROPOSTA PROGETTUALE. di SALENTO IN BARCA

PROPOSTA PROGETTUALE. di SALENTO IN BARCA PROPOSTA PROGETTUALE di SALENTO IN BARCA TITOLO PROGETTO: BARCHE in RETE AREA PROGETTUALE/TERRITORIO: SCUOLE di OGNI ORDINE e GRADO della Provincia di Lecce DURATA: da MARZO a Maggio 2013 / da SETTEMBRE

Dettagli

PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO

PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO Abbiamo effettuato una sorta di progettazione partecipata per individuare obiettivi ed attività da svolgere durante l esperienza sul campo, stimolando i ragazzi ad individuarli/proporli

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

LA MONTAGNA STRUTTURA

LA MONTAGNA STRUTTURA PROGETTO RETE INNOVA 2014/2015 INSEGNANTE Maria Vignali SCUOLA Jacopo Sanvitale COORDINATRICI Isotta Giubilini e Giulia Cantini UTENTI: Alunni di classe 3* primaria LIVELLO: Intermedio OBIETTIVI COMUNICATIVI:

Dettagli

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. LA CIVILTÀ CINESE Dove La civiltà cinese è nata lungo il iume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. Perché si chiama iume Giallo? Giallastro: un colore giallo sporco, non brillante. Perché in

Dettagli

INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI)

INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI) INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI) Nei primi mesi del 2004 la sezione pecciolese del Gruppo Archeologico Tectiana, fino a qual momento presente come realtà locale ma ancora

Dettagli

L alimentazione: Alla scoperta del gusto

L alimentazione: Alla scoperta del gusto L alimentazione: Alla scoperta del gusto Breve storia del cibo Anche se preferiamo un bel piatto di pasta siamo tutti accomunati dal bisogno di cibo.oggi non è fame ma è questione di gusto. L uomo primitivo

Dettagli

COME SI PRODUCEVA, COSA SI CONSUMAVA, COME SI VIVEVA IN EUROPA

COME SI PRODUCEVA, COSA SI CONSUMAVA, COME SI VIVEVA IN EUROPA Scheda 1 Introduzione Lo scopo di questo gruppo di schede è di presentare alcuni aspetti della grande trasformazione dei modi di produrre, consumare e vivere avvenuta in alcuni paesi europei (Inghilterra,

Dettagli

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare...

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare... VOLUME 1 CAPITOLO 3 IL MARE E LE COSTE MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare... onda... spiaggia... costa...

Dettagli

L'agricoltura biologica

L'agricoltura biologica Testo della carta N 105 L'agricoltura biologica Bio è meglio? L'agricoltura biologica viene considerata generalmente la forma di produzione che meglio si adatta all'ambiente. L'obiettivo è un circuito

Dettagli

La forma dei corsi d acqua

La forma dei corsi d acqua La forma dei corsi d acqua L acqua in movimento è in grado di trasportare corpi solidi anche di grosse dimensioni e di elevato peso specifico. All aumentare della velocità di scorrimento aumenta anche

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

La strada che non andava in nessun posto

La strada che non andava in nessun posto La strada che non andava in nessun posto All uscita del paese si dividevano tre strade: una andava verso il mare, la seconda verso la città e la terza non andava in nessun posto. Martino lo sapeva perché

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Progetto CANTIERI APERTI. Lavoro svolto da: Sirtori Eros, Medoro Maria Rosaria, Canuto Giorgia,D Adda Veronica,Tassi Nicole, Boulejiouch Salim

Progetto CANTIERI APERTI. Lavoro svolto da: Sirtori Eros, Medoro Maria Rosaria, Canuto Giorgia,D Adda Veronica,Tassi Nicole, Boulejiouch Salim Progetto CANTIERI APERTI Lavoro svolto da: Sirtori Eros, Medoro Maria Rosaria, Canuto Giorgia,D Adda Veronica,Tassi Nicole, Boulejiouch Salim Argomenti inerenti al progetto Treviglio: dalle origini ad

Dettagli

Geografia 5ª. PRIMO PERCORSO Le comunità territoriali organizzate (pag. 102-113) Antares 5 a. Programmazione. Percorsi - conoscenze - competenze

Geografia 5ª. PRIMO PERCORSO Le comunità territoriali organizzate (pag. 102-113) Antares 5 a. Programmazione. Percorsi - conoscenze - competenze VERSO I TRAGUARDI DI COMPETENZA Geografia 5ª si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali; riconosce e denomina i principali oggetti

Dettagli

1. Siamo a Firenze nel secolo. Adesso leggi l'inizio della storia della famiglia dei Medici e rispondi alle domande

1. Siamo a Firenze nel secolo. Adesso leggi l'inizio della storia della famiglia dei Medici e rispondi alle domande La Firenze dei medici: la famiglia e il Rinascimento Il luogo è Firenze, ma di quale secolo parliamo? Guarda queste tre immagini legate al titolo e decidi a quale secolo si riferiscono: a) XIX sec. d.

Dettagli

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI Scuola Primaria - Classi 3 A & 3 B a.s. 2012-2013 Scuola in galleria, Galleria Nazionale, Parma 14 Febbraio 2013 STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI CHI SONO GLI DEI? CHE COSA HANNO DI DIVERSO DAGLI UOMINI?

Dettagli

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1 La prima Guerra Mondiale IV F La prima guerra mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile

Dettagli

Storia della Catalogazione in Italia. Prof. Francesco Morante

Storia della Catalogazione in Italia. Prof. Francesco Morante Storia della Catalogazione in Italia Prof. Francesco Morante Origini della catalogazione Le prime disposizioni legislative legate alla catalogazione dei beni culturali sorgono per la necessità di limitare

Dettagli

ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI

ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI - ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI - pag. 1 ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI PARTE 1 a - ANALISI 1 FLORA E VEGETAZIONE Dati disponibili che verranno utilizzati per il presente lavoro: Documento anno Note, possibilità

Dettagli

Gabriele Pallotti (Università di Sassari) Un esempio di riscrittura: un testo di geografia

Gabriele Pallotti (Università di Sassari) Un esempio di riscrittura: un testo di geografia Tratto da: INSEGNARE ITALIANO L2 E L1, SEZIONE ITALIANO L2 E L1 PER STUDIARE, LA LINGUA DELLE DISCIPLINE, MIUR - Ufficio scolastico regionale del Piemonte Quaderno n. 6, Torino, settembre 2006 Gabriele

Dettagli

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:...

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:... Unità 1 Nome... Classe... Data... Prima Osserva la carta dell Europa e prova a rispondere alle seguenti domande: perché appare strano definire l Europa come un continente a sé a differenza di quanto avviene,

Dettagli

Cooperazione e innovazione

Cooperazione e innovazione Tecnopolo Reggio Emilia - 16 novembre 2015 Cooperazione e innovazione Roberto Grassi - Manta Communications - Hopenly La bonaccia è lo stato di stallo che inchioda la navicella corsara, leggera, veloce,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

MOSTRE. Le mostre avranno luogo dal 4 al 19 novembre presso le sale espositive del Castello Ingresso libero

MOSTRE. Le mostre avranno luogo dal 4 al 19 novembre presso le sale espositive del Castello Ingresso libero MOSTRE Le mostre avranno luogo dal 4 al 19 novembre presso le sale espositive del Castello Ingresso libero Orari di apertura Venerdì 10,00-12,30 / Sabato e Domenica 10.00-12.30 e 15.00-18.30 Visite guidate

Dettagli

LA STRADA MARCIAPIEDE CORSIA CORSIA RISERVATA. Normalmente la strada è composta da:

LA STRADA MARCIAPIEDE CORSIA CORSIA RISERVATA. Normalmente la strada è composta da: COMUNE DI SIENA L uomo, nell antichità, si spostava a piedi o a dorso di animali, l invenzione della ruota portò una grande innovazione, i trasporti si fecero sempre più veloci ed i commerci favorirono

Dettagli

L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in

L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in ENERGIA EOLICA: L energia eolica è il prodotto della conversione dell energia cinetica del vento in altre forme di energia. Per lo più adesso viene convertita in energia elettrica tramite una centrale

Dettagli

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Repertorio Cartografico REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Geografia regionale Il Friuli Venezia Giulia è una regione autonoma a statuto speciale con circa 1,2 milioni di abitanti, formata dal Friuli (che costituisce

Dettagli

LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO SEI UN TESORO! TERRA, ACQUA E SEMI

LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO SEI UN TESORO! TERRA, ACQUA E SEMI LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO Dai disegni dei bambini e dal loro concetto di casa, spazio vissuto o luogo magico, inizia l esplorazione del palazzo che, così importante per dimensioni e storia, è stato

Dettagli

LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante

LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante La scienza è lo studio di tutte le cose, viventi e non viventi, che ci sono sulla Terra e nell Universo. La scienza

Dettagli

L agricoltura ai tempi dei Romani. Gaia Giulia Piras 1

L agricoltura ai tempi dei Romani. Gaia Giulia Piras 1 L agricoltura ai tempi dei Romani Gaia Giulia Piras 1 Fonti antiche Catone, De agri cultura Varrone, De re rustica Virgilio, Georgiche Columella, De re rustica Plinio il Vecchio, Naturalis historia Gaia

Dettagli

P. 3 e 4. P. 5 a 8. P. 9 e 10. P. 11 a 18. P. 19 e 20. Palazzo Mezzanotte. P. 21 a 23. Indice: Cenni storici: le prime sedi della Borsa

P. 3 e 4. P. 5 a 8. P. 9 e 10. P. 11 a 18. P. 19 e 20. Palazzo Mezzanotte. P. 21 a 23. Indice: Cenni storici: le prime sedi della Borsa Indice: Palazzo Mezzanotte Cenni storici: le prime sedi della Borsa Documenti e Obbligazioni del XIX secolo Palazzo Mezzanotte nel 1932 Sala delle Grida durante le contrattazioni a chiamata Piano interrato

Dettagli

investendo gran parte delle proprie risorse proprio al buon funzionamento dei corsi d acqua, soprattutto per interessi commerciali.

investendo gran parte delle proprie risorse proprio al buon funzionamento dei corsi d acqua, soprattutto per interessi commerciali. l territorio del Veneto Orientale è interessato da importanti fiumi e bacini idrici che hanno segnato il passo delle civiltà abitanti queste terre. La simbiosi tra l uomo e le acque è continuata nei secoli

Dettagli

1973 > 2006. Logistica. Una Scommessa Vinta

1973 > 2006. Logistica. Una Scommessa Vinta 1973 > 2006 75 74 Il neologismo interporto fu coniato proprio a Padova, nel 1970, durante un convegno tenutosi in occasione del Tramag, presso la Fiera di Padova. Esso fu formulato dal direttore commerciale

Dettagli

ESCURSIONI: la costa. Strada dei Sapori Medio Tirreno Cosentino

ESCURSIONI: la costa. Strada dei Sapori Medio Tirreno Cosentino ESCURSIONI: la costa Cetraro Paese (3 km) Belvedere Paese (10 km) Uno dei paesi più popolosi della costa le cui origini sono circa del 13 secolo. Di grande interesse è il castello Aragonese originariamente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Approvati i bilanci consuntivo 2012 e preventivo 2013 dell Ordine dei dottori Agronomi e dottori Forestali di Cosenza

COMUNICATO STAMPA Approvati i bilanci consuntivo 2012 e preventivo 2013 dell Ordine dei dottori Agronomi e dottori Forestali di Cosenza COMUNICATO STAMPA Approvati i bilanci consuntivo 2012 e preventivo 2013 dell Ordine dei dottori Agronomi e dottori Forestali di Cosenza Quest anno l Assemblea Ordinaria si è tenuta a Mormanno, uno dei

Dettagli

PROPOSTE PER L EDUCAZIONE

PROPOSTE PER L EDUCAZIONE CONSORZIO PARCO REGIONALEDEI LAGHI DI SUVIANA EBRAS PROPOSTE PER L EDUCAZIONE AMBIENTALE DEL PARCO REGIONALE DEI LAGHI DI SUVIANA E BRASIMONE PER L ANNO SCOLASTICO 2008/2009 Le proposte del Parco dei Laghi

Dettagli

DALLA SORGENTE DEL LAMBRO ALLA MARTESANA

DALLA SORGENTE DEL LAMBRO ALLA MARTESANA DALLA SORGENTE DEL LAMBRO ALLA MARTESANA L Abbazia di Chiaravalle Il paesaggio è opera della natura e dell uomo. In Lombardia l apparente uniformità della bassa pianura irrigua è il risultato di un lungo

Dettagli

Il taccuino dell esploratore

Il taccuino dell esploratore Il taccuino dell esploratore a cura di ORESTE GALLO (per gli scout: Lupo Tenace) QUARTA CHIACCHIERATA IL VENTO Durante la vita all aperto, si viene a contatto con un elemento naturale affascinante che

Dettagli