Going Local Italy 2013 visit report

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Going Local Italy 2013 visit report"

Transcript

1 EUROPEAN COMMISSION Directorate-General for Communications Networks, Content and Technology Coordination Directorate F4: Knowledge Base Going Local Italy 2013 visit report The Going Local Italy 2013 was held on Monday, June 3, in Rome at the EU Representation premises and on Tuesday, June 4, in Milan, at the Politecnico University premises. The event was organized in collaboration with the Ministry of Education and Agenzia per l'italia Digitale, a state agency created to promote the objectives of the Italian Digital Agenda. The main goal was the discussion of European policies and, in particular, the Italian state of play as regards Digital Agenda policies, the actions undertaken by the government, the medium and long-term challenges and objectives, and difficulties encountered. The discussion was focused on some key issues of the Digital Agenda, and the event was organised around workshops relating to broadband, skills and jobs, smart communities and egovernment (see Annex 1: Agenda). The event was chaired by the "Digital Agenda ambassador" Roberto Viola and moderated by journalists. It was attended by prominent business and civil society leaders and other stakeholders; both speakers and audience, indeed, belonged to important organizations and Italian institutions (more than 150 in Rome and 80 in Milan). The event was officially published on the following websites: UE Representation in Italy cal2013_it.htm Digital Agenda for Europe https://ec.europa.eu/digital-agenda/en/news/going-local-italy-2013 Other websites that promoted the initiative were those of the Italian Ministry of Economic Development, the Ministry of Education, the Italian Agency for the development of the Digital Agenda, University "Politecnico di Milano". It received considerable coverage in the national media, both newspapers, radio and television. The news was spread by agencies such as Ansa, Reuters, Dow Jones, AGI, 1

2 TMNews, AISE, newspapers like Corriere della Sera, La Stampa, Repubblica, Il Sole 24 Ore, Il Corriere delle Comunicazioni, Techeconomy, Che Futuro!, Key4Biz, il Mondo, EuNews, Euractive, major national television (RAI, SKY) and radio broadcasts. GL Italy 2013 was also published on Social Networks like Facebook, Linkedin and Twitter. During the event, 192 tweets containing #Daelocal hashtag were recorded, even though no wireless network was available. Main topics discussed on Twitter were related to Internet users in Italy, e-government, e-commerce. Other hashtags mentioned with daelocal were: #agendadigitale, #da2013, #daelocal, #digital, #digitalagenda, #digitale, #ecommerce, #egovernment, #ftth, #goinglocal, #ict, #internet, #italy, #nga, #ragosa, #sioli, #trentino, #viola, #voucher. The event was organized by L.Sioli, K.Asperti and G. Papa (F4). Broadband and NGNs (Rome) The workshop was opened by an introduction of R. Viola on the need for a single market. Viola also highlighted the fact that Italy comes last in ranking in terms of deployment of NGA (Digital Agenda Scoreboard). Ragosa, Italian Digital Champion, recalled the importance of ICT investment for growth in Italy. Cardani, President of AGCOM, focused on the slow take up of broadband as a main reason for the Italian investment gap, calling it a "cultural gap" rather than connecting it to lack of digital literacy. The migration to NGA is mainly slowed down by demand, with negative impacts on revenue growth in the sector, as consumers are not informed and use needs to be further stimulated. Sambuco, from MISE, recalled the achievements of the Italian administration: the digital divide was addressed (Italy features one of the highest rates of broadband coverage in Europe), although EDRF spending was limited to 18 bn (out of 54 bn ) because the procedure is too cumbersome. The introduction of the "single network model" (as notified to DG COMP) shall speed up public investment in the future. Challenges ahead concern investment in NGA, including ubiquitous coverage of at least 30 MBps, data centres, allocation of 700 MHz, a cloud for the public administration, and a reflection on the need for a single mobile network. Bassanini (president of the Cassa Deposito e Prestiti) recalled the ongoing economic crisis in Italy. The proposed Regulation on the reduction of civil costs is important, but more needs to be done in Europe, mostly about making Europe a more attractive place to invest, favouring long-term investment. The ECB should be allowed to use some liquidity to launch a very long-term financing decision conditioned on investment in infrastructure. The 1 bn of CEF is too little. Other challenges in Italy concern digital literacy and the development of services 2

3 for the enterprises. Fostering use of ICT by Italian businesses is a must, as organisational innovation helps productivity growth. Parisi, Confindustria, measures Italy's gap with other EU countries through the lack of cable infrastructure. Taking that into account, Italian telecom operators did invest more than their European counterparts. Competition in Italy played a good role: it lowered prices and stimulated investment. Network intelligence is one important component of competition, contrary to the "one network" proposal, there fore the wish is for market consolidation to take place but not in favour of one network. But the gap is also in terms of demand. The public administration needs to develop useful services. Italy needs an alliance few enterprises have understood that ICT adoption is about productivity growth - and to understand the barriers to take up. Lack of skills is one of the barriers, not only for the ICT industry, but for all traditional industries, and an important issue for policy to address. Pierani (Altroconsumo) contests statements about the lack of demand in Italy. Fast networks are in demand, in particular by enterprises. Italy needs an industrial policy and the separation of Telecom Italia goes in the right direction. For Patuano (Telecom Italia), prices should not be computed on the basis of copper (the objective of copper is its switchoff). Prices have to be seen in relation to more advanced architecture and have to deliver sustainable returns. The separation of the network is an industrial operation and needs to be accompanied by the right framework conditions. According to Calcagno (Fastweb), Fastweb is the only company which is actually investing and opposes the idea of "one network". The only NGA deployed in Italy is by Fastweb, and its planned investment of 400 mio (to reach 20% of Italian population) would make Italy meet the DAE targets. Crucial to further development is the regulatory treatment of the subloop: prices need to reduce to deliver sustainable investments. Resmini (Vodafone) concludes by reminding the importance of the certainty of the regulatory framework for investment both in fixed and mobile. Structural Funds role in the Digital Agenda policies (Rome) R. Viola explains the rules of the new programming period and: S de Luca (Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica Ministero dello Sviluppo Economico) sees the Digital Agenda as a driver of regional agendas. The Ministry reviewed spending with the regions, following smart specialisation objectives within one national vision. There will be more resources in the next programming period for innovation and ICT (+11%). Consistency with ultrafast broadband and with existing demand will be ensured. Lombardo (Infratel) recalls that commercial investment in NGA in 2015 will reach 30% of population, hence the need for public investment. He explains the 3 models of intervention for 3

4 2.5 bn (to reach 2020 targets), using existing infrastructure and reducing digging costs. Intervention will concern 8000 towns: 312 towns are black/grey, the other 7714 are white. Currently launching the first intervention, the network architecture will be decided by the beneficiary, and the clawback mechanism and a public consultation are foreseen. This intervention will increase coverage by 6 percentage points. Pillarella (Regione Molise): ranked last, the Molise region set up a supply programme and benefitted from synergies between funds (Rural Development Fund and regional funds), as well as from an experiment for a public data center (for administration and citizens). Quartu (Regione Sardegna): in Sardenia the new programming period will see a shift from the funding of infrastructure to the funding of services, in particular for cloud. He highlighted the importance of exploiting the synergy between infrastructures: exploiting building of energy infrastructure to lay telecom cables. Bairati (Confindustria) concluded about the importance of targeting intangible investment and entrepreneurship which is needed for productivity growth. Digital Competences and employment (Rome) L. Sioli introduced the session by providing a picture of digital skills in Italy and explaining the European initiative on the Grand Coalition for digital jobs. R. Lehnus (MISE) explained the impact of investment in broadband in the South on employment. 3,000 direct jobs in the next 2 years, in particular in the telecom equipment manufacturing sector. Radaelli (Confindustria) highlighted the need to move to digital schools (fostering teachers' skills and bringing about a change in processes, in particular distributive knowledge) and in the PA. Clementina Marinoni (Fondazione Politecnico di Milano) explained the ecompetence Framework started by users, supported by ICT vendors and verified also by SMEs, on the basis of dual thinking. Although the work on the framework started 10 years ago, it is not well known in many countries, and it is thanks to the Grand Coalition that it is gaining speed today. This framework will become "standard" in Italy on 6 th of July. Scano recalled the importance of the digital school to provide the appropriate skills, not only for ICT professionals, but also for web-related occupations such as digital marketing. Manpower recalled the emergence of new profiles such as the "ecommerce officer", "Digital officer", etc, with 90% of jobs requesting some level of digital skills. We observe a mismatch, as many of these profiles are not found. These are "young" profiles, but often young people are not interested in the reality of Italian small enterprises. There is a risk this is a barrier to 4

5 the use of ecommerce by Italian enterprises. Mobility is increasing (many Indian profiles plus offshoring). Digital literacy (Rome) The "Agenzia per l'italia Digitale" presented upcoming initiatives on digital literacy, based on the definition of skills, on the cooperation with regions and the European funding (ESF and EDRF), working with non-certified trainers through a cascade system. The MIUR described its action as aiming at identifying ongoing best practices so as to scale them up at national level, through a platform evaluated by teachers and students, with particular attention to the use of innovative technologies. The university "Federico II" in Naples has two main projects, "Federica" and "YouLaurea". The former offers MOOCS, 300 courses online through open access, with 15,000 users a day, while the second is the first multimedia guide to university orientations. Smart Cities & Communities (Milan) The workshop "Smart Cities & Communities" took place on the second day in the premises of the University Politecnico di Milano. The discussion underlined the importance of the Social Innovation Policy in a period of economic crises and tight budget, described not only as an opportunity of economic growth, but also as an important driver to promote social inclusion, citizen engagement and responsiveness; actually, the main objectives of the Social Innovation are a better quality of life, a better and rational use of the resources and a precise identification of the needs and the projects. For this reason, the design of public services, aimed at using resources in a more targeted way along with the participation of citizens, was considered a very interesting initiative. During the workshop, the discussion highlighted the main characteristics, objectives and challenges Italy has to face. For instance, it was underlined that the idea of a Smart City is very complex, as it is related not only to technical matters, financial and economic issues, but above all to the governance, the vision, as well as the approach towards development and implementation. A Smart City requires high technology, infrastructures, and a Smart Community. The latter is very difficult to create because the percentage of the population with computer skills in Italy is below the European average; however, attention was also drawn to another 5

6 factor, namely the dissemination of new tools, as there is lack of visibility and advertising; it was also noted that in most cases the quality of websites and services is inadequate. Technology issues address the problem of interoperability which was considered to be one of the key factors of the change. The main challenge is to develop interoperable services and applications, thus providing ICT solutions that could be transferred, reaping the benefits of economies of scale and a faster progress; a Smart City, furthermore, has to take into account the needs of citizenship and the characteristics of each territory and project, as its success depends on the identification of real needs and the active participation of the territory. Interesting initiatives were undertaken by some regions, such as Puglia, Piemonte, Lombardia and the Autonomous Province of Trento that used the instrument of Public Procurement and living labs in order to identify needs and ICT solutions not only for citizens but also for business. The discussion highlighted the need for better financial instruments and actions to stimulate the market in order to encourage private investment. Pilot projects funded by the public sector are unable to become real products on the market, as a customer base does not exist in a large part. The main challenge concerning the implementation of Smart Cities Projects and the overall Digital Agenda in Italy was identified to be the absence of a roadmap with commitments and deadlines. The concept of Smart City is largely identified with social needs (bottom-up process), however, it was stressed the importance of a soft governance providing a regulatory framework, a guidance enabling the standardization of financial and technological instruments, a general direction necessary to ensure interoperability of services and technological solutions. Repeatability of business model and interoperability as essential keys to ensure scalability, therefore, market access. The discussion underlined the importance of a single model with general rules and a vision, so that data, information, services and different actors could easily interact. Statistical methodology should take into account new technological tools and indicators should be better identified in order to describe and measure the new "smartness" performance not only related to the macroeconomic variable; another important change is to encourage a shift from pull to push model, allowing the extraction of knowledge from data; this means offering services, aggregate information, using open and big data that might be very useful for the statistical survey. Not only access to data but, above all, data thought in order to be used, to be integrated. Such initiative has been realized by the Italian Institute of Statistics (ISTAT) that has created a visualization platform and an App for Smartphones able to share and integrate data. 6

7 egovernment (Milan) Roberto Viola opens the session by presenting the main EU policies in promoting interoperability between EU countries' online public services, on one hand legislative acts on eidentity, eauthentication and edelivery and on the other hand by helping the setup of interoperable platforms in egovernment, ehealth and ejustice through the CIP funded Large Scale Pilots. Giuliano Noci (Politecnico Milano) illustrates the main issues in egovernment deployment and use in Italy following extensive empirical research: low awareness raising among the potential users, introduction of egov services without proper reorganization of the PA, multichannel approach without appropriate targeting of the users, incomplete digitalization of processes and lack of coordination between autonomous local PAs hampers the delivery of seamless and user friendly online public services. Gabriella Cattaneo (IDC Italia) presented the results of the 2012 egovernment Benchmark report of the EC. The report shows that the pattern of egovernment use by Italian internet surfers (which in Italy is still a low percentage) is at EU average. The digitalization of processes by PA is more advanced in services for the businesses while services for the citizens are less developed. Elena Tabet (Agenzia per l' Italia Digitale) reminded that Italy is in the last position in the EU in term of use of egovernment services. The reasons of the big gap between the availability and use reside essentially in two sides of the same coin: services that lack user-friendliness and a low digital literacy of the citizens. Laura Castellani (Tuscany region) illustrated how Tuscany had been working on interoperability and seamless services both through hard measures (i.e. legislation) and soft measures (i.e. coordination committees). There are also some initiatives dedicated to increase digital literacy of the citizens. Giovanni Menduni (Florence municipality) argues that potential developers of open data applications still suffer from cultural backwardness. On the contrary the final users are in rapid growth and they take advantage of the 24h functionality of the Florence municipality's public services since the time pattern of use is almost flat. Roberto Zuffada (Lombardy region) illustrates his region's experience in the EPSOS large scale pilot on cross-border portability of eprescriptions and electronic patient summary. Different issues arose during the pilot: privacy, security, different health systems and different categories of health professionals to deal with. The project has been successful because it involved Public Administrations with high interest for the project and already featured good progress in ehealth solutions and for citizens with high education levels and high levels of digital literacy. Giovanni Linzi (IBM Italia, Confindustria digitale) brings the viewpoint of the suppliers of ICT solutions for PAs. As also stressed by other speakers, the digitalization of processes often 7

8 has not been followed by a re-organization of processes: e.g. feedback from PA with paper mail was 15 days and now with certified is often above a month. Some of the proposed solutions are the setting up of a unique point of management of citizens' and businesses' data to which all the administration refer to. A strong political commitment is warranted in order to overcome the problems highlighted by today's interventions. Annexes: Annex 1 Agenda of the Event Annex 2 - Roberto Viola's opening presentation on Digital Agenda Annex 3 - Lucilla Sioli's presentation on Grand Coalition 8

9 BROADBAND DIGITAL DIVIDE ONLINE PUBLIC SERVICES DIGITAL JOBS DIGITAL SKILLS SMART CITIES & COMMUNITIES Terza edizione del Going Local Italia, evento che promuove la diffusione della Digital Agenda for Europe. Momento di riflessione e dibattito, al fine di incentivare innovazione ed utilizzo delle tecnologie dell informazione, strumenti fondamentali per l occupazione e la crescita. GOING LOCAL ITALIA E-INCLUSION 3-4 giugno ROMA-MILANO 2013

10 3 GIUGNO ROMA Rappresentanza in Italia della Commissione Europea Spazio Europa gestito dall'ufficio d'informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea via IV Novembre 149, Roma Mattino 9: Benvenuto Emilio Dalmonte Vicedirettore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea Introduzione Roberto Viola, Vice Direttore Generale, DG CONNECT, Commissione Europea Agostino Ragosa, Direttore Agenzia per l Italia Digitale e Digital Champion Workshop 1 Banda larga: reti di nuova generazione ed investimenti Moderatore Gildo Campesato (Corriere delle Comunicazioni) 10.00: Panel 1: Le proposte regolamentari europee - Panoramica dello stato dell'arte degli investimenti UE, nazionali, regionali - Incontro tra esigenze degli operatori del settore e azione istituzionale - Priorità di programmazione Roberto Viola (Dg Connect, Commissione Europea) Angelo Cardani (AGCOM Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) Roberto Sambuco (Ministero dello Sviluppo Economico) Franco Bassanini (Cassa depositi e prestiti) Stefano Parisi (Confindustria Digitale) Marco Pierani (Altroconsumo)

11 Marco Patuano (Telecom Italia) Alberto Calcagno (Fastweb) Enrico Resmini (Vodafone) Coffee Break 11.45: Panel 2: Fondi Strutturali in vista del nuovo periodo di programmazione Roberto Viola (Dg Connect, Commissione Europea) Sabina De Luca (Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica Ministero dello Sviluppo Economico) Salvatore Lombardo (Infratel) Massimo Pillarella (Regione Molise) Antonio Quartu (Regione Autonoma della Sardegna) Andrea Bairati (Confindustria) Pomeriggio 14:30 17:30 Workshop 2 Competenze Digitali e Nuova Occupazione Un incontro tra rappresentanti dell'industria ICT e non Ministeri ed esperti di educazione e formazione innovativa per discutere del tema delle competenze digitali in Italia (competenze digitali basse nella popolazione + basso numero di professionisti dell'ict, fonte dei "nuovi lavori") e di come affrontarlo. Si discuterà in particolare del collegamento tra rinnovamento di modelli di formazione, evoluzione degli skillset, applicazione degli skillset nelle organizzazioni e ruolo dell ICT (es. open data e big data) nella creazione di occupazione e nuove professionalità : Panel 1: Competenze digitali: l'impatto digitale sull'occupazione e nuove professionalità Moderatore Mila Fiordalisi (Corriere delle Comunicazioni) Lucilla Sioli (Dg Connect Commissione Europea) Rossella Lehnus (Ministero dello Sviluppo Economico) Cristiano Radaelli (Confindustria Digitale -Anitec Associazione Nazionale Industrie Informatica Telecomunicazioni ed Elettronica di consumo)

12 Clementina Marinoni (Fondazione Politecnico di Milano) Roberto Scano (IWA Italy, International Webmasters Association) Marco De Rossi (OilProject) Vittorio Zandomeneghi (Experis, Manpower Group) Mario Rasetti (Fondazione ISI, Politecnico di Torino) Panel 2: Alfabetizzazione digitale: modelli di diffusione delle competenze digitali. Moderatore Federica Meta (Corriere delle Comunicazioni) Agostino Ragosa (Agenzia per l Italia Digitale e Digital Champion) Donatella Solda-Kutzmann (Think tank innovazione, MIUR) Dianora Bardi (Docente, Liceo Scientifico Lussana di Bergamo, Progetto Impara Digitale ) Alfonso Molina (Fondazione Mondo Digitale) Pasquale Popolizio (Federica Web Learning e YouLaurea, Università Federico II, Napoli) Simona De Luca (Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica, Ministero dello Sviluppo Economico) Rosamaria Barrese (Agenzia per l Italia Digitale)

13 4 GIUGNO MILANO Politecnico di Milano via Pascoli 53, Aula Auditorium 20133, Milano Mattino 9:30 13:00 Benvenuto Roberto Santaniello (Comune di Milano) Introduzione Roberto Viola, Vice Direttore Generale, Dg Connect, Commissione Europea Workshop 3 Smart Cities & Communities Moderatore Luca De Biase (Sole 24 Ore) - Discutere dei meccanismi "bottom-up" per identificare bisogni sociali cogenti attraverso pratiche collaborative tra istituzioni, mercato e cittadinanza - Illustrare good practices (ricerche, progetti ed idee imprenditoriali) che si avvalgono di tali meccanismi e in cui mondo della ricerca e del mercato sono riusciti ad incontrarsi per sviluppare soluzioni innovative ad alto impatto sociale : Panel 1: Strumenti per rispondere ai bisogni sociali Danilo Festa (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) Stefano Maffei (Politecnico di Milano) Lorenzo Allevi (OltreVenture) Emanuele Baldacci (ISTAT Istituto Nazionale di Statistica) 11.45: Panel 2: Soluzioni tecnologiche per le Smart Cities Tavola rotonda con amministratori che hanno utilizzato bandi PCP allo scopo di individuare soluzioni innovative che mettano in sinergia la componente industriale e della ricerca con quella politico-amministrativa. Mario Calderini (Politecnico di Torino) Roberto Moriondo (Regione Piemonte) Loredana Capone (Regione Puglia)

14 Alfonso Fuggetta (CEFRIEL Politecnico di Milano) Isabella Bressan (Provincia autonoma di Trento) Armando De Crinito (Regione Lombardia) Pomeriggio 14:30 16:30 14:00: Workshop 4 egovernment e Servizi digitali: chiudere il gap tra disponibilità e utilizzo Moderatore Dario Delia (Tom's Hardware) Un incontro tra esperti e amministratori locali per analizzare le cause del basso utilizzo dei servizi egovernment in Italia e per discutere le strategie migliori per avvicinare gli utenti dei servizi pubblici al canale digitale. Il workshop si aprirà con un intervento che descriva i termini del problema nei suoi vari aspetti usando fonti quali user surveys e sentiment analysis e si sviluppera' intorno alla presentazione di best practice intese a facilitare l'utilizzo da parte dei cittadini. Roberto Viola (Dg Connect, Commissione Europea) Giuliano Noci (Politecnico di Milano) Gabriella Cattaneo (IDC Consulting) Elena Tabet (Agenzia per l Italia Digitale) Laura Castellani (Regione Toscana) Giovanni Menduni (Comune di Firenze) Roberto Zuffada (Lombardia Informatica s.p.a) Giovanni Linzi (Confindustria Digitale) Francesco Pizzetti (Alleanza per l'internet) Dimitri Tartari (Regione Emilia Romagna) Conclusioni: Roberto Viola

15 Digital Agenda Going Local 2013 Roberto Viola Vice Direttore-Generale, DG CONNECT Commissione Europea Going Local Italia 2013, 3-4 Giugno

16 2

17 Banda larga per tutti entro il 2013 La banda larga fissa (xdsl, Cable, FTTP and WiMax) e' disponibile al 95.4% di europei e al 98.41% di italiani Tenendo conto del satellite e del mobile, la copertura europea raggiunge il 99.9% Fonte: Point Topic 3

18 30 Mbps+ per tutti entro il 2020 NGA (VDSL, Cable Docsis 3.0 and FTTP) disponibile al 54% degli europei e al 14% degli italiani Ma solo il 12% delle aree rurali europee sono coperte e nessuna in Italia! Source: Point Topic 4

19 Il lato della domanda: penetrazione della banda larga Abbonamenti banda larga fissa (% della popolazione): 28.8% per l'europa e 25.3% per l'italia: corrisponde a 72.5% di famiglie europee e 55.1% di famiglie italiane Source: Communications Committee 5

20 Velocita' degli abbonamenti 14.8% delle linee europee fisse hanno velocita' di almeno 30 Mbps e il 3.4 % almeno 100 Mbps; in Italia solo lo 0.1% offre piu' di 30Mb Traducendosi in una penetrazione di ~12% (30 Mbps) and ~3% (100 Mbps) per la EU e 0% per l'italia Source: Communications Committee 6

21 Velocita' effettive 7

22 Uso di internet 37% di italiani non ha mai usato l'internet e solo il 53% è un utente regolare (almeno una volta alla settimana) 8

23 Competenze relative all'uso di computer Nel 2011 solo il 38% della forza lavoro italiana pensava di avere competenze digitali sufficienti in caso avesse dovuto cercare lavoro entro un anno. (Media europea: 53%) 9

24 ecommerce: uso da parte dei cittadini 10

25 ecommerce: SMEs selling online remains a rare sight 11

26 egovernment (uso da parte di cittadini tra i 25 e i 54 anni) *Citizens concerned are those aged between 25 and 54 Source: European Commission 12

27 La Grande Coalizione per le nuove occupazioni Roma, 3 giugno 2013 Lucilla Sioli Head of Unit European Commission DG CONNECT

28 3 dimensioni delle Competenze Digitali ICT Competenze dell'utente- "Alfabetizzazione Digitale" o Per l'efficace applicazione dei sistemi e degli strumenti ICT da parte dell'individuo sia al lavoro che nella vita personale ICT Competenze dei Professionisti o Per la ricerca, lo sviluppo, la commercializzazione, la vendita, l'integrazione, l'installazione, la gestione, la manutenzione, il supporto e la manutenzione di sistemi ICT Competenze per l'e-business (e-leadership) Per lo svolgimento efficiente di business, processi amministrativi e organizzativi o Per stabilire nuove imprese 2

29 ICT Competenze dell'utente Alfabetizzazione Digitale Background Agenda Digitale europea(maggio 2010): 7 pilastri Pilastro 6: "Migliorare l'alfabetizzazione digitale, le competenze e l'inclusione" Molte azioni, tra cui: "Proporre entro il 2013 indicatori a livello comunitario riguardo le competenze digitali e l'alfabetizzazione mediatica" 3

30 Uso di Internet Il 37% della popolazione non ha ancora mai usato internet (EU: 22%) Il 51% e' costituito da utilizzatori frequenti, vale a dire, coloro i quali accedono ad Internet ogni giorno (tasso medio EU: 59%) 4

31 Competenza Digitale in Italia Comp. Skills Italy EU avg. Int. Skills Italy EU avg. High 24% 27% Medium 20% 25% Low 12% 16% High 12% 11% Medium 24% 31% Low 21% 30% Source: Eurostat 2011 (Internet skills) and 2012 (Computer skills) 5

32 Competenza Digitale in Italia(cont.) Tra le persone attive sul mercato del lavoro - vale a dire occupati dipendenti, in attività lavorativa autonoma o in ricerca attiva di un posto di lavoro - il 38% è fiducioso riguardo le proprie competenze digitali, che sarebbero sufficienti se fossero alla ricerca di un lavoro entro un anno (tasso medio EU: 53%) 6 Source: Eurostat 2011 (Personal attitudes) and 2012 (Computer skills)

33 L'ICT nel sistema educativo italiano Il rapporto tra studenti/computers e' elevato; la percentuale di studenti nelle scuole senza banda larga è più di tre volte della media europea I computers portatili connessi a internet sono al di sotto della media UE L'utilizzo dell'ict da parte degli insegnanti è vicino alla media UE 7 Source: Survey of Schools: ICT in Education, 2012

34 ICT: Professionisti 8

35 L'ICT e il mercato del lavoro Crisi del mercato del lavoro in Europa: 26 milioni di senza lavoro. Più di 10 milioni di posti di lavoro persi durante la crisi. Disoccupazione giovanile L'ICT è il fattore chiave per l'intera economia, ma presenta un "divario occupazionale" - le aziende non riescono a trovare un numero sufficiente di esperti nel settore. Durante la crisi la domanda cresce a un tasso annuo del 3% Fino a posti vacanti in Europa nel 2015 Non abbastanza laureati in informatica e in numero decrescente Se restiamo a guardare, il divario tra l'offerta e i professionisti disponibili nel settore dell'ict si allarghera': impatto enorme per l'economia europea Pacchetto Occupazione (primavera 2012): istituire un partenariato multi-stakeholder per affrontare lo squilibrio tra domanda e offerta di competenze informatiche 9

36 La Grande Coalizione per i Lavori Digitali Partenariato "Multi-stakeholders" per incrementare l'offerta di professionisti ICT, nonché ridurre gli squilibri tra domanda e offerta Sviluppare azioni concrete a livello locale nonche' impegni da parte degli stakeholders Collegare alternative esistenti ed emergenti Iniziata mobilitazione degli stakeholders, lanciata alla Conferenza il 4-5 Marzo

37 Coinvolgere tutte le parti interessate Lavori nell'ict 11

38 5 clusters Formazione ICT Mobilità Certificazione Sensibilizzazione Nuovi approcci per l'apprendimento e l'educazione 12

39 Formazione ICT I Programmi di formazione nell'ict devono corrispondere alle esigenze del mercato del lavoro I Curricula devono essere definiti dall'industria e dagli Enti di Formazione Interviste / stage / hanno avuto molto successo Best practices: vouchers formativi (Germania), formazione ICT alle persone in cerca di lavoro (Spagna) Vi è ampio spazio per ulteriori iniziative promosse dall'industria 13

40 Mobilita' Un elevato tasso di disoccupazione in alcune regioni coesiste con carenza di lavoro in altre Carenza di lavoro particolarmente alta nel settore dell'ict Le PMI hanno bisogno di aiuto nel reclutare all'estero L'UE potenzia i servizi di assistenza alla mobilità transnazionale (EURES) Best practices: Brainport (Eindhoven), Mercedes-Benz ICT in Spagna 14

41 Certificazione Le qualifiche nell'ict si stanno sviluppando molto rapidamente La mancanza di comprensione / definizione delle qualifiche ICT è uno dei principali ostacoli al reclutamento Il Quadro E-Competence e' un tentativo di garantire trasparenza Deve essere promossa una rapida e diffusa adozione 15

42 Sensibilizzazione L'ICT non e' sufficientemente popolare come percorso di carriera L'ICT deve essere promosso: visite scolastiche, concorsi, etc. Focus su interazione sociale, sicurezza lavorativa, prospettive di carriera Best practices: studenti coinvolti in "veri" progetti ICT L'industria deve essere la forza motrice 16

43 Nuovi approcci per l'apprendimento e l'educazione Migliori competenze ICT nell'educazione scolastica aumentano il numero di potenziali studenti nel settore Per una buona formazione, gli insegnanti hanno bisogno di ricevere trainings adeguati I trainings sull'ict devono essere offerti congiuntamente da Sistema Scolastico e Stakeholders locali Alto potenziale di corsi online fruibili da tutti Best practices: Laurea ITMB (UK), esperienza della Germania nell'apprendistato I Curricula devono essere rivisti 17

44 Alcuni esempi d'impegni Formazione ICT : Piattaforma online per i contenuti ICT (Academy Cube) Formazione per le rete intelligenti, etc. Nuovi approcci per l'apprendimento e l'educazione Sostenere la collaborazione fra l'industria e i fornitori dell' educazione Lanciare MOOC per insegnanti della scuole secondarie Certificazione: Sostenere l'utilizzazione del ecompetences framework Mobilità: Lanciare servizio d'assistenza alla mobilità Sensibilizzazione: Settimana GetOnline

45 Cosa puo' fare la Commissione Facilitare la discussione e la connessione alle politiche della Commissione Coinvolgere gli Stati membri e le parti interessate, fornire segnale politico e visibilità Investigare le possibilita' di finanziare attivita' connesse alla Grande Coalizione in programmi di finanziamento Rete tematica nel programma CIP Digital Agenda Assembly 19

46 Grazie! Lucilla Sioli #da12pt Visit our webpage on Skills and Jobs! 20

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento Esempi e strumenti di attuazione A. A Beccara I. Pilati Trento RISE S3 PAT ICT Micro nano-elett. Qualità della vita Agrifood Nanotech. Fotonica

Dettagli

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence Lo Stard UCIP e le competenze per la Business Intelligence Competenze per l innovazione digitale Roberto Ferreri r.ferreri@aicanet.it Genova, 20 maggio 2008 0 AICA per lo sviluppo delle competenze digitali

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Webinar. Il Cloud computing tra diritto e tecnologia

Webinar. Il Cloud computing tra diritto e tecnologia DATA: 14 giugno ore 15 16 LOCATION: Internet (online) Organizzazione: Centro Europeo per la Privacy - EPCE Webinar Il Cloud computing tra diritto e tecnologia Abstract Il ciclo di due web conference sul

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE Progetto SEE-ITS in breve SEE-ITS è un progetto transnazionale che mira a stimolare la cooperazione, l'armonizzazione e l'interoperabilità tra Sistemi di Trasporto Intelligenti (ITS) nel Sud-Est Europa.

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 History Integrated Mobility Trentino Transport system TRANSPORTATION AREAS Extraurban Services Urban Services Trento P.A. Rovereto Alto Garda Evoluzione

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

2 nd Web Conference ECVET for the Construction Sector: towards the recognition of Learning Outcomes. Report

2 nd Web Conference ECVET for the Construction Sector: towards the recognition of Learning Outcomes. Report LLL 2007-2013 Leonardo da Vinci Sub-Program Support to National Projects to Test and Develop ECVET EACEA/08/2010 Grant Agreement: 2010-4648/001-001 2 nd Web Conference ECVET for the Construction Sector:

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli