- SCHEMA CONVENZIONE ZONA C1 (DCC 80/2004, DCC 20/2007 e modifiche in sede di approvazione di PdL);

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- SCHEMA CONVENZIONE ZONA C1 (DCC 80/2004, DCC 20/2007 e modifiche in sede di approvazione di PdL);"

Transcript

1

2 Alla presente si allegano gli schemi di convenzione conformi ai deliberata di Consiglio Comunale e precisamente: - SCHEMA CONVENZIONE ZONA C1 (DCC 80/2004, DCC 20/2007 e modifiche in sede di approvazione di PdL); - SCHEMA DI CONVENZIONE EDILIZIA CONVENZIONATA (DCC 81/2004, DCC 27/2007 e s.m.i.); - SCHEMA DI CONVENZIONE EDILIZIA AGEVOLATA (DCC 81/2004, DCC 27/2007 e s.m.i.) Si fa presente che tali schemi dovranno essere opportunamente adeguati alle innovazioni normative sopravvenienti alla data di stipula. In deroga a tali schemi, la DCC 57/2008, successivamente alla approvazione della variante al comparto C1a1, ha stabilito che è da preferirsi l esecuzione della edilizia convenzionata (intrinsecamente agevolata se proposta da cooperativa) da parte dei proprietari lottizzanti, da soli o riuniti in consorzio. La costituzione del Consorzio non sarà obbligatoria se i proprietari costituiranno la totalità degli imponibili catastali, fatte salve le garanzia di legge. Il progettista Arch. Giuseppe Ciocia Koltsidas Allegati: schemi di convenzione

3 SCHEMA CONVENZIONE ZONA C1 (DCC 80/2004, DCC 20/2007 e modifiche in sede di approvazione di PdL)

4 SCHEMA DI CONVENZIONE L anno il giorno del mese di dinanzi a me Dott. Notaio in, iscritto al Collegio Notarile di, senza l assistenza dei testimoni per avervi le parti espressamente rinunziato, si sono costituiti i signori: - sig. nato a il in rappresentanza del Comune di Terlizzi, nella sua qualità di Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi, codice fiscale: , domiciliato per la carica presso la Casa Comunale a Piazza IV Novembre n. 19, autorizzato alla stipula di questo atto ai sensi dell art.107 del Decreto Legislativo n.267; - sig. nato a il e residente in alla via nella sua qualità di legale rappresentante del Consorzio dei proprietari lottizzanti delle aree comprese nella lottizzazione, in virtù dell atto notarile che gli conferisce i poteri, di cui l estratto autentico qui si allega sotto la lettera _ ; Detti comparenti, della cui identità personale io Notaio sono certo, mi richiedono di redigere il presente atto mediante il quale PREMESSO 1) che i lottizzanti, aderenti al Consorzio e non, sono proprietari dei suoli individuati nella Tav. n. della proposta di piano di lottizzazione qui allegata alla lettera, previa visione da me Notaio datane alle parti e loro approvazione e precisamente: - sig. partita catastale n. foglio di mappa n. particelle nn. avente un estensione di mq. ; - sig. partita catastale n. foglio di mappa n. particelle nn. avente un estensione di mq. ; 2) che a fronte di una superficie complessiva catastale delle aree predette di mq. (Ha ), la superficie di mq. (Ha ) ricade nel comparto ed è tipizzata - Aree Urbane di Espansione Residenziale del vigente Piano Regolatore del Comune di Terlizzi e soggetta a Piano di Lottizzazione Convenzionato esteso all intero comparto; 3) che per il terreno innanzi indicato al punto 2) i lottizzanti hanno presentato in data prot progetto di piano di lottizzazione redatto dall Arch. (o Ing. ); 4) che il piano di lottizzazione è conforme alle previsioni e Norme Tecniche di Esecuzione del Piano Regolatore Generale del Comune di Terlizzi, approvato con delibera di Giunta Regionale n del ed è conforme alla deliberazione del Commissario Straordinario n. 30/2002, giusta parere tecnico favorevole in data dell ing., 1

5 quale Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi; 5) che il piano di lottizzazione ha riportato parere favorevole (con o senza prescrizioni), da parte dell Ufficio Tecnico Regionale, in data prot. prima della delibera di approvazione da parte del Consiglio Comunale, giusta quanto stabilito dall art.89 del D.P.R n.380, modificato ed integrato con Decreto Legislativo n.301, entrato in vigore a far data dal ; 6) che il piano di lottizzazione ha riportato parere paesaggistico favorevole (con o senza prescrizioni) da parte della Giunta Regionale ai sensi dell art.5.03 delle Norme Tecniche di Attuazione del P.U.T.T. PAESAGGIO, approvato con deliberazione della Giunta Regionale n.1748 ed entrato in vigore a far data dal , in considerazione che l area oggetto di lottizzazione rientra in Ambito Territoriale Esteso di cui al P.U.T.T. PAESAGGIO ; 7) che il piano di lottizzazione è stato approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. del, esecutiva ai sensi di legge, che in copia autentica si allega al presente atto sotto la lettera ; 8) che la deliberazione di approvazione della lottizzazione n. del è stata pubblicata per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. del ed è stata depositata per 15 giorni consecutivi presso la Segreteria del Comune di Terlizzi e di tanto fu dato avviso alla cittadinanza con pubblici manifesti; 9) che lo stesso avviso è stato regolarmente notificato ai proprietari interessati; 10) che il legale rappresentante del Consorzio, in nome e per conto dei lottizzanti aderenti al Consorzio, ha accettato di assumere tutti gli impegni contenuti nella presente convenzione 11) che, al fine di procedere all esecuzione del Comparto, il Comune, con Delib. C.C. n.., esecutiva in data.., ha deliberato: 1. onde consentire l attuazione delle previsioni del Piano di Lottizzazione già approvato, di autorizzare l attivazione delle procedure espropriative a danno dei seguenti proprietari dei suoli non aderenti al Consorzio : DITTA PARTICELLA SUP. DA ESPROPRIARE f. p.lle f. p.lle TOTALE 2. di stabilire che per le aree in ditta Demanio dello Stato Ramo Bonifiche con sede in Terlizzi proprietario per 1000/1000, al foglio particelle di are, il Comune provvederà a richiedere la cessione al patrimonio comunale per trasferirli successivamente al Consorzio, con attribuzione a quest ultimo di tutte le spese di acquisizione e di trascrizione presso i registri immobiliari; 2

6 3. di disporre che la sottoscrizione della convenzione deve avvenire previo versamento, a titolo di anticipazione, presso la Tesoreria Comunale, della somma complessiva di (Euro ), determinata come valore di esproprio e spese accessorie dei suoli non aderenti al Comparto, salvo restituzione. TUTTO CIO PREMESSO che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, così come gli atti allegati in premessa, fra le costituite parti come sopra indicate, si conviene e stipula quanto segue: ART. 1 Il Comune autorizza la lottizzazione oggetto del suddetto piano esecutivo, così come previsto dagli elaborati progettuali approvati dal Comune con deliberazione del Consiglio Comunale n. del ed allegati alla presente con le lettere ; ART. 1-bis Il Consorzio, in base a quanto disposto con la Delib. C.C. n. e la Determina Dirigenziale n. del, ha versato, a titolo di anticipazione, (Euro / ), pari al valore di esproprio dei suoli non aderenti al Comparto maggiorato del 20% per spese accessorie. Tale versamento risulta attestato con esibizione delle ricevute della Tesoreria Comunale n. che si allegano al presente atto sotto la lettera. Il Comune di Terlizzi, a fronte di tale versamento, ha proceduto, ai sensi dell art. 15 della L.R. n.6/79 e s.m.ei., all espropriazione dei suoli dei proprietari non aderenti al Comparto, in modo da poterli utilizzare conformemente a quanto sancito dal comma 9 dell articolo citato. In base a quanto autorizzato dal Consiglio Comunale con delibera di C.C. n., l Amministrazione Comunale, a seguito dell atto di redistribuzione e attribuzione, da stipularsi in data odierna, procederà nel modo seguente: 1. i lotti autonomamente utilizzabili, immediatamente dopo l avvenuta attribuzione, saranno ceduti a norma dell'art. 13 comma sesto della legge regionale 6/79, per i seguenti usi da intendersi elencati in ordine di priorità: a) per l'uso da parte di terzi, proprietari di altre aree espropriate o da espropriare destinate ad usi pubblici dagli strumenti urbanistici vigenti, sempreche' i proprietari offrano in permuta le aree da espropriare; b) a titolo oneroso, previo bando di gara pubblica, per essere utilizzati per gli interventi di edilizia residenziale convenzionata di cui gli artt. 7, 8 e 9/b della legge 28 gennaio 1977, n. 10, mediante attribuzione con diritto di superficie; Il valore da attribuire a ciascun lotto sarà calcolato in base al volume ad esso attribuito, nella misura di /mc.., oltre spese accessorie. Detto valore sarà quello di cessione nei casi sub a), mentre rappresenterà quello a base d asta nei casi sub b); 3

7 2. le porzioni di volume derivanti da aree espropriate, non autonomamente utilizzabili perché concorrenti alla formazione del volume di lotti attribuiti in comproprietà con altri aderenti al Consorzio (riportati nella tabella in premessa), saranno cedute a terzi, previo esperimento di gara pubblica. Anche in questi casi il valore a base d asta sarà calcolato a partire dal volume da cedere, nella misura indicata al precedente punto Se alla gara pubblica avrà/anno partecipato il/i comproprietario/i dei lotti in cui le dette porzioni di volume sono collocate, secondo le previsioni del Piano di Lottizzazione, essi avranno diritto di prelazione rispetto ad eventuali terzi meglio classificati. L esito dell asta dovrà essere notificato a cura del Comune sia all aggiudicatario provvisorio che ai soggetti titolari del diritto di prelazione. Tale diritto dovrà essere esercitato improrogabilmente entro dieci giorni dalla ricezione della notifica di provvisoria aggiudicazione, che, altrimenti, diverrà definitiva; 4. una volta completate le operazioni di cessione e/o di individuazione dei soggetti attuatori dei volumi derivanti dalle aree espropriate, secondo le procedure indicate ai precedenti punti 1. e 2., il Comune stilerà immediatamente il bilancio degli oneri di esproprio e restituirà al Consorzio. la somma di cui al primo comma del presente articolo, da questo versata a titolo di anticipazione, maggiorata degli interessi legali maturati a partire dal terzo anno dopo l avvenuto versamento sino al momento del soddisfo, provvedendo a rimborsare direttamente quanto afferente alle assegnazioni effettuate con le modalità di cui al precedente punto 1. lett. a). Il Comune si obbliga a richiedere all Agenzia del Demanio, sulla base della Circolare Regionale che regolamenta la materia, la cessione delle aree in ditta Demanio dello Stato Ramo Bonifiche con sede in Terlizzi proprietario per 1000/1000, al foglio.. particelle. di are, in favore dello stesso Comune di Terlizzi. Il Consorzio si obbliga a rimborsare le spese sostenute per il trasferimento di tali aree, unitamente a quelle della relativa trascrizione presso i pubblici registri immobiliari, entro 30 giorni dalla data di richiesta del Comune. ART. 2 Le costruende residenze corrispondono per dimensioni, altezza e volume alle indicazioni di massima contenute negli elaborati grafici costituenti il progetto di lottizzazione. Alle forme e dimensioni delle residenze, in sede di richiesta dei permessi di costruire, si potranno apportare lievi modifiche in dipendenza della tipologia, consistenza e distribuzione degli ambienti per usi diversi oltre che per esigenze architettoniche, nell ovvio rispetto degli indici previsti dalle norme di attuazione dello stesso piano di lottizzazione. La posizione dei lotti potrà subire leggere variazioni tenendo conto dell andamento altimetrico dell intera zona, nel rispetto di tutte le norme vigenti. Le altezze dei fabbricati indicate negli elaborati grafici del progetto di lottizzazione, tutti allegati alla presente convenzione, si intendono riferite per ciascun fronte alla 4

8 quota media del marciapiede o, in mancanza, della strada o della piazza o del suolo comune sistemato. Le aree scoperte dovranno essere tutte sistemate come previsto dal progetto di lottizzazione. Per quelle non cedute al Comune, dovranno essere eseguite periodicamente e a totale carico e spese dei lottizzanti tutte le opere di manutenzione necessarie per conservare dette aree scoperte in buono e decoroso stato di conservazione. Tutte le fronti delle residenze dovranno essere finite come se prospettanti su aree pubbliche. Nella distribuzione degli edifici, degli spazi aperti e del verde, sia pubblico che privato, si deve tener conto degli effetti del soleggiamento e dei venti dominanti. Tutti gli edifici ed alloggi previsti devono godere di una quota di soleggiamento diretto. Le alberature devono preferibilmente avere foglia caduca. Si deve tendere a favorire sistemi e tecnologie che sfruttano fonti rinnovabili e materiali compatibili con la natura e la salute dell uomo secondo le Norme UNIbioedilizia. Si deve prediligere la progettazione bioclimatica e tenere in considerazione la L.R. n.23 del per il miglioramento termoacustico dell edificio. ART. 3 Il legale rappresentante del Consorzio, ai sensi dell art.28 della Legge Regionale n.56 ed in conformità alle Norme Tecniche di Esecuzione del Piano Regolatore Generale del Comune di Terlizzi, in nome e per conto dei proprietari lottizzanti aderenti al Consorzio, all atto di stipula della presente convenzione, cede a titolo gratuito al Comune di Terlizzi, per il quale accetta il costituito ing., quale Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi: a) le aree necessarie per le opere di urbanizzazione primaria per una superficie complessiva di mq. indicate in colore nella planimetria allegata sotto la lettera, distinte in Catasto alla partita foglio n. particelle nn. ; b) le aree necessarie per le opere di urbanizzazione secondaria per una superficie complessiva di mq. circa indicate in colore nella planimetria allegata sotto la lettera, distinte in catasto alla partita n. foglio n. particelle nn. Il tutto come meglio evidenziato nel tipo di frazionamento redatto da e approvato dall U.T.E. di Bari il con il n., che si allega al presente atto sotto la lettera. Le aree di cui innanzi, nelle menzionate superfici, vengono trasferite al Comune di Terlizzi libere da persone e cose, da liti pendenti e da trascrizioni pregiudizievoli e con la più ampia garanzia da evizioni. La cessione avviene con formale rinunzia ad ogni diritto di retrocessione. 5

9 Il legale rappresentante del Consorzio dichiara che i terreni trasferiti hanno tutte le caratteristiche risultanti dal Certificato di destinazione urbanistica, rilasciato dal Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi in data, che in originale si allega al presente atto sotto la lettera, previa lettura datane da me Notaio ai comparenti e loro approvazione e che sino ad oggi non sono intervenute modifiche negli strumenti urbanistici che concernano detti immobili. ART. 4 Il Comune di Terlizzi, ai sensi e per gli effetti del D.Leg.vo n.163/2006, art. 32, comma 1, lett. g), introdotta dal D.Leg.vo n.152/2008 (scomputo opere urbanizzazione sotto soglia comunitaria) affida al Consorzio compito di Stazione Appaltante, al fine di procedere - entro sei mesi dalla stipula del presente atto - sulla base del progetto preliminare facente parte degli elaborati del Piano di Lottizzazione, ad appaltare l esecuzione di tutte le opere di urbanizzazione primaria, necessarie a dotare la zona interessata dalla lottizzazione della idonea agibilità e consentire a ciascuno dei lotti ivi previsti la possibilità di allacciamento alle reti dei pubblici servizi. A titolo esemplificativo, le opere da realizzare sono: a) strade; b) spazi di sosta e parcheggi; c) rete di distribuzione idrica; d) rete di distribuzione fognaria bianca e nera; e) canalizzazione per distribuzione d energia elettrica e per l illuminazione pubblica e privata, compresa eventuale cabina elettrica; f) pubblica illuminazione; g) rete del gas metano a mente della convenzione stipulata tra il Comune di Terlizzi e la Società Adriatica Gas s.r.l. (art.6 - comma 4 - delibera C.C. n.4 del ); sulla base dei progetti definitivi ed esecutivi da richiedere in sede di gara d appalto, come previsto dalla norma innanzi richiamata, procedendo ai sensi del combinato disposto degli artt. 122, comma 8 e 57, comma 6 del medesimo D.Leg.vo 163/2006. I progetti saranno approvati da parte del Comune di Terlizzi previo parere favorevole del Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. che dovrà dichiararne l idoneità. Il costo di tali opere sarà versato dal Consorzio al Comune entro sessanta giorni dalla sua determinazione definitiva, sulla base del computo metrico estimativo facente parte del progetto definitivo presentato dalla ditta che risulterà aggiudicataria a seguito della gara d appalto di cui si è detto in precedenza. Detto costo, nonchè quello derivante dal costo di esproprio delle eventuali aree fuori comparto a ciò necessarie, sarà scomputato dagli oneri di urbanizzazione primaria nella misura massima prevista per legge e sulla base delle tabelle parametriche del contributo di costruzione relativo alle opere di urbanizzazione della stessa specie. A garanzia della esecuzione e della idoneità delle opere stesse, il legale rappresentante del Consorzio deposita le polizze fidejussorie di Euro 6

10 pari all intero ammontare della quota delle opere di urbanizzazione primaria (e le polizze fidejussorie di Euro pari all intero ammontare della quota delle opere di urbanizzazione secondaria), salvo ad accollarne il relativo importo a carico dell impresa appaltatrice delle opere. Le polizze fidejussorie fornite saranno svincolate rispettivamente dopo il completamento delle singole opere ed a seguito di dichiarazione di idoneità rilasciata dall Ufficio Tecnico Comunale. Nel caso di mancata o parziale esecuzione delle stesse opere di urbanizzazione primaria (o secondaria) e/o di una non idonea esecuzione, il Comune di Terlizzi interverrà in danno, utilizzando le somme garantite con il diritto di richiedere al Consorzio o aventi causa a qualsiasi titolo le eventuali eccedenze di spesa e di imporre il versamento con le modalità previste per le quote di urbanizzazione primaria (e secondaria). ART. 5 Il termine ultimo di validità del piano di lottizzazione e quindi per l ultimazione delle opere previste nel piano stesso è di anni 10; mentre il termine per l ultimazione delle singole residenze è regolato dai singoli permessi di costruire. Le opere di urbanizzazione primaria devono essere realizzate gradualmente nel suddetto termine massimo di anni 10 e, comunque, non oltre un anno dall ultimazione dell ultima residenza realizzata nella lottizzazione. Per le residenze costruite dovranno essere sempre assicurati i servizi. ART. 6 In caso di inadempienza alle obbligazioni della presente convenzione il Consorzio o loro successori o aventi causa a qualsiasi titolo, autorizzano il Comune di Terlizzi a disporre delle somme versate dal fideiussore nel modo più ampio, con rinuncia espressa ad ogni opposizione giudiziale e stragiudiziale a chiunque notificata e con l esonero di responsabilità e rendiconto per i pagamenti che il Comune di Terlizzi dovrà fare, restando comunque obbligati per l eventuale eccedenza pagata dal Comune stesso. Tale eccedenza di spesa, nel caso di mancato rimborso nel termine di 60 giorni dalla notifica della richiesta, fatta anche ad uno solo degli obbligati, sarà recuperata con la procedura coatta prevista per la riscossione delle entrate patrimoniali. Fino a quando il Comune non avrà recuperato le somme spese in eccedenza, rispetto a quanto garantito e versato dal fideiussore, non saranno rilasciati i rimanenti permessi di costruire relativi al piano di lottizzazione da chiunque richiesto. Il Comune dovrà rivalersi per eventuali inadempienze o eccedenze di spesa in misura proporzionale al riparto oneri-utili e le eventuali sanzioni saranno applicate in tal caso alle parti inadempienti. ART. 7 Il rilascio dei singoli permessi di costruire è subordinato al versamento del contributo di costruzione di cui all art.16 del D.P.R n.380 e successive modificazioni 7

11 ed integrazioni. Tale versamento sarà costituito dalla quota per opere di urbanizzazione primaria, dalla quota per opere di urbanizzazione secondaria, dal contributo sul costo di costruzione, nella misura e con le modalità e garanzie in vigore al momento di rilascio dei singoli permessi di costruire. ART. 8 Negli atti di vendita del suolo o di parti di esso e delle unità immobiliari da realizzare, comprese nel piano di lottizzazione oggetto della presente convenzione, dovranno essere incluse le clausole concernenti gli obblighi da parte degli acquirenti di adempiere a tutto quanto previsto nella presente convenzione. ART. 9 Il legale rappresentante del Consorzio per sé, in nome e per conto dei proprietari lottizzanti aderenti al Consorzio, loro successori ed aventi causa a qualsiasi titolo asserve fin d ora con la presente convenzione, ai sensi dell art.29, 2 comma, della Legge Regionale n.56, l intera area utile lottizzata (con esclusione delle superfici destinate a viabilità pubblica e delle superfici destinate alle opere di urbanizzazione secondaria) ai manufatti o immobili che sono realizzabili ed indicati nel progetto di lottizzazione convenzionato con il presente atto. ART. 10 Le spese di stipula, registrazione e trascrizione del presente atto ed altre eventuali spese conseguenti sono tutte a carico del Consorzio, loro successori ed aventi causa a qualsiasi titolo. Il legale rappresentante del Consorzio chiede che al presente atto siano applicate le agevolazioni previste per legge. 8

12 SCHEMA CONVENZIONE EDILIZIA CONVENZIONATA ZONA C1 (DCC 81/2004, DCC 27/2007 e modifiche in sede di approvazione di PdL)

13 COMUNE DI TERLIZZI CONVENZIONE PROVINCIA DI BARI PER LA COSTITUZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE SU AREE DA DESTINARE AD EDILIZIA CONVENZIONATA NELLE MAGLIE SUB-COMPARTO C1/A3 C2/b C3/b1 C3b2 C5/a1 C5/a2 C5/a3 C5/b1 C5/b2 C5/c DEL VIGENTE PRG. Con il presente atto da valere a tutti gli effetti di legge tra : il Sig.. nato a.. il. in rappresentanza del Comune di Terlizzi, nella sua qualità di Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi, Codice Fiscale : , domiciliato per la carica presso la Casa Comunale a Piazza IV Novembre, autorizzato alla stipula di questo atto ai sensi dell art. 107 del Decreto Legislativo n. 267; e il Sig.. nato a.. il. nella sua qualità di legale rappresentante del Consorzio dei proprietari lottizzanti delle aree destinate ad E.R.P. comprese nella lottizzazione in virtù dell atto notarile che gli conferisce i poteri, di cui l estratto autentico qui si allega sotto la lettera ; P R E M E S S O - che con delibera di Consiglio Comunale n... del, resa esecutiva a termine di legge, è stato approvato il 1

14 Piano di Lottizzazione della maglia sub-comparto.. del vigente P.R.G.; - che in data. è stata stipulata Convenzione di Lottizzazione, giusto atto per Notaio di. Rep.n. registrata a.. il.. al n.. e trascritta a il al n. ; - che il Sig.. ha presentato domanda al Comune di Terlizzi in data.. prot.n.. per ottenere la cessione con diritto di superficie del terreno destinato ad Edilizia Convenzionata e ricadente nell area E.R.P. del suddetto Piano di Lottizzazione, in qualità di proprietario del suolo; - che tale cessione con diritto di superficie è stata deliberata dal Consiglio Comunale in data con delibera n... di approvazione del Piano di Lottizzazione, esecutiva ai sensi di legge; TUTTO CIO PREMESSO che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, fra le costituite parti come sopra indicate, si conviene e stipula quanto segue: ART. 1 Il Comune di Terlizzi in persona dell Ing. Gennaro Casciello, in qualità di Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP., cede con diritto di superficie il terreno fabbricabile posto in località.. della superficie di mq.. distinto in catasto al foglio. p.lle nn. 2

15 appartenente al sub-comparto del vigente P.R.G. per il quale è stato approvato il P. di L. con deliberazione di Consiglio Comunale n... del... e ricadente in area E.R.P., contrassegnato col n.. ART. 2 Il prezzo di tale cessione stabilito ed accettato in ragione simbolica di 100,00 all anno in quanto non vi è stato alcun esproprio e tutte le opere di urbanizzazione relative all intero sub-comparto sono da realizzare a cura e spese dei lottizzanti stessi. ART. 3 Il corrispettivo di tale diritto di superficie, a titolo di anticipazione, viene pagato per intero alla data di stipula della presente convenzione, come risulta da quietanza di pagamento effettuato presso la Tesoreria del Comune di Terlizzi in data con bolletta n... (o attestazione di versamento su conto corrente postale n... intestato al Comune di Terlizzi Servizio Tesoreria). ART. 4 Il possesso dell area verrà trasferito al concessionario con la esecutività della presente convenzione. ART. 5 Il concessionario da atto di essere in possesso dei requisiti richiesti per la costituzione del diritto di superficie e produce i seguenti titoli di proprietà : 3

16 ART. 6 L edificio costruito sull area ceduta con diritto di superficie non può essere alienato a nessun titolo né su di esso può costituirsi alcun diritto reale di godimento per un periodo di tempo non superiore a 10 anni dalla data di stipula della Convenzione di Lottizzazione e comunque fino al rilascio del Certificato di Agibilità. Decorsi tali termini l alienazione o la costituzione di diritti reali di godimento può avvenire esclusivamente al prezzo e modalità pattuite con il Comune nella convenzione da stipularsi successivamente, per gli interventi di Edilizia convenzionata-agevolata, giusta schema di convenzione approvato con delibera di C.C. n. 80 del , esecutiva per legge; ART. 7 L alloggio può essere dato in locazione fin dal momento del rilascio del Certificato di Agibilità, ma ad un canone di locazione e modalità pattuito con il Comune nella Convenzione da stipularsi successivamente, stabilita per gli interventi di Edilizia convenzionata-agevolata, giusto schema di convenzione approvato con delibera di C.C.n. 80 del , esecutiva per legge. ART. 8 4

17 Tutti gli atti in violazione delle suddette disposizioni sono nulli. Tale nullità potrà essere fatta valere dal Comune o da chiunque altro vi abbia interesse e potrà essere rilevata d Ufficio dal Giudice. ART. 9 Le parti convengono che le opere di urbanizzazione inerenti i compartii sono quelle indicate nei progetti approvati dall Ufficio Tecnico e la cui esecuzione e collaudo avverrà secondo le modalità già stabilite nella Convenzione di Lottizzazione. ART. 10 Il concessionario dovrà inoltrare le singole richieste di permesso di costruire entro e non oltre due anni dalla data di stipula della Convenzione di Lottizzazione. L inosservanza di tale termine comporta la risoluzione dell atto di cessione dell area con diritto di superficie, con facoltà dell Amministrazione di trattenere le somme introitate, salvi maggiori danni. ART. 11 La costruzione degli edifici sulle aree cedute con diritto di superficie dovrà avvenire nel rispetto del progetto approvato. I lavori di costruzione dovranno avere inizio entro dodici mesi dalla data di rilascio del permesso di costruire ed essere ultimati entro e non oltre tre anni dalla data stessa. Per causa di forza maggiore si potranno concedere proroghe per i termini iniziali e finali. ART. 12 5

18 L inosservanza dei termini di inizio comunque prorogati comporta la risoluzione dell atto di cessione, con facoltà dell Amministrazione di trattenere egualmente le somme introitate, salvo maggiori danni. In caso di inosservanza dei termini finali si avrà la risoluzione dell atto di cessione limitatamente ai lotti non ancora edificati o edificati parzialmente. Le opere eventualmente già realizzate saranno indennizzate dal Comune al concessionario decaduto sulla base di una stima peritale compiuta da tre tecnici rispettivamente nominati dal Comune, dal concessionario decaduto e dal concessionario subentrante, al momento in cui l area viene ceduta con diritto di superficie a quest ultimo. Dall indennità saranno detratte le spese occorse per la stima peritale. ART. 13 E vietata la cessione a terzi dell area inedificata o parzialmente edificata, salvo previa autorizzazione dell Amministrazione Comunale. In caso di inosservanza del suddetto divieto si avrà la risoluzione dell atto di cessione dell area con diritto di superficie, con diritto del Comune di trattenere le somme già introitate, salvo i maggiori danni. ART. 14 Ad avvenuta ultimazione degli edifici residenziali e delle opere di urbanizzazione primaria, l area ceduta con diritto di superficie potrà essere ceduta in proprietà e richiesti dopo il rilascio dell agibilità degli alloggi stessi ed accertata la regolare esecuzione di tutte le opere di urbanizzazione primarie e secondarie, se queste ultime sono realizzate dai lottizzanti e collaudo delle stesse opere da parte del Comune. 6

19 Tutti gli oneri saranno a carico del concessionario. ART. 15 I frazionamenti catastali delle aree oggetto della presente convenzione sono a carico del concessionario come pure gli oneri di registrazione e trascrizione ed ogni spesa inerente l atto di cessione. Il concessionario richiede i benefici fiscali previsti per legge, assumendone i relativi oneri. IL DIRIGENTE SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED OO.PP. Ing. Gennaro Casciello 7

20 SCHEMA CONVENZIONE EDILIZIA AGEVOLATA ZONA C1 (DCC 81/2004, DCC 27/2007 e modifiche in sede di approvazione di PdL)

21 COMUNE DI TERLIZZI CONVENZIONE PROVINCIA DI BARI di cui all art. 9 del D.L. 23 gennaio 1982, n. 9, convertito, con modificazioni, nella legge 25 marzo 1982, n. 94 L'anno addì del mese di in T R A l Sig. nato a il residente a Via Codice Fiscale E Il Sig. nat a il il quale interviene nella sua qualità di del Comune intestato, giusta deliberazione di G.C. n., in data, resa esecutiva a termine di legge, con la quale venne approvato lo schema della presente convenzione. P R E M E S S O - che il Sig. come meglio prima generalizzato, ha presentato istanza di permesso di costruire in data, prot.n. intesa a realizzare un intervento di edilizia abitativa consistente nella costruzione di un alloggio avente i requisiti di cui all art. 16, ultimo comma, della legge 5 agosto 1978, n. 457; 1

22 - che l area oggetto dell intervento edilizio è distinta nel catasto terreni del Comune censuario di al foglio n. ; - che, per la realizzazione dell opera, in data sono state richieste le particolari agevolazioni previste dall art. 9 del D.L. 23 gennaio 1982, n. 9, convertito, con modificazioni, nella legge 25 marzo 1982, n. 94 e, più precisamente, che il contributo di cui all art. 3 della legge 28 gennaio 1977, n. 10, venga determinato nella misura pari a quella stabilita per l edilizia residenziale pubblica; CIO PREMESSO e da valere come parte integrante del presente atto, le parti come sopra specificate convengono e stipulano quanto segue: Art. 1 Oggetto della convenzione La presente convenzione è relativa al fabbricato da costruirsi in questo Comune sul terreno distinto in catasto al foglio con i nn. Art. 2 Caratteristiche dell alloggio L alloggio oggetto della presente convenzione è costituito di piani n., vani utili n., ed accessori n. ; al netto dei muri perimetrali e di quelli interni ha una superficie complessiva di mq. oltre a mq. per autorimessa o posto macchina. Art. 3 Agevolazioni Per la realizzazione del detto alloggio vengono concesse le agevolazioni di cui all art. 9, primo comma, del D.L. 23 gennaio 1982, n. 9, convertito, con modificazioni, nella legge 25 marzo 1982, n. 9, convertito, con modificazioni, nella legge 25 marzo 1982, n. 94, per cui, il 2

23 contributo di cui all art. 3 della legge 28 gennaio 1977, n. 10, determinato in Euro, diconsi Euro viene ridotto a Euro diconsi Euro, Art. 4 Versamento del contributo Per il versamento del contributo di cui al precedente art.3 si conviene : Art. 5 Durata della convenzione La presente convenzione ha la durata di anni sette decorrenti dalla data di ultimazione dei lavori intendendosi per tale quella di rilascio del permesso di agibilità di cui al successivo art. 6. Art. 6 Permesso di agibilità Il permesso di agibilità, ai fini della presente convenzione, dovrà essere rilasciato entro 30 giorni dalla data in cui il concessionario avrà comunicato l ultimazione dei lavori salvo i maggiori termini derivanti da disposizioni vigenti solo se relative ad eventuali pareri o collaudi da parte di altri enti pubblici. Art. 7 Cessione della proprietà dell immobile Il concessionario si obbliga per sé, suoi eredi e successori, a non cedere, per anni sette dalla data di ultimazione dei lavori di cui al precedente art. 4, la proprietà dell immobile. Qualora non vi adempia decade dal beneficio di cui al precedente art. 3 ed il Comune provvederà al recupero della differenza maggiorata della rivalutazione monetaria e degli interessi in misura pari al saggio ufficiale di sconto. 3

24 Art. 8 Spese di trascrizione La presente convenzione, così come le sue eventuali modifiche ed integrazioni, sarà trascritta, a norma e per gli effetti degli artt e seguenti del Codice civile, nei registri immobiliari a cura del Comune ed a spese del concessionario così come previsto dall art. 9, 5 comma, del D.L. 23 gennaio 1982, n. 9, convertito, con modificazioni, nella legge 25 marzo 1982, n. 94. Si richiedono le agevolazioni tributarie di cui all art. 20 della legge 28 gennaio 1977, n. 10, nonché dell art. 32, 2 com ma, del D.P.R. 29 settembre 1973, n ngono e stipulano quanto segue: ART. 9 Norme finali Mutamenti di destinazione o di trasformazione del fabbricato così come risultante dalla richiesta di permesso di costruire e per tutta la sua durata, potranno essere apportate solo previa notifica. IL TITOLARE DEL PERMESSO DI COSTRUIRE IL DIRIGENTE SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED OO.PP. Ing. Gennaro Casciello 4

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO  lago dei fiori -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009 Comune di Terlizzi Provincia di Bari PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009 VARIANTE AI SENSI DELL'ART.16, lett. c) DELLA

Dettagli

COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE. L'anno il giorno del mese di. dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile

COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE. L'anno il giorno del mese di. dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE L'anno il giorno del mese di dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile di, sono presenti i Signori: in rappresentanza del Comune

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato alla deliberazione di C.C. n./.. SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 REPUBBLICA

Dettagli

COMPRAVENDITA SONO PRESENTI I SIGNORI:

COMPRAVENDITA SONO PRESENTI I SIGNORI: ex Diritto di superficie COMPRAVENDITA L anno Il giorno. del mese... In Torino, Piazza Palazzo di Città n. 1, al primo piano Innanzi a me Dott..., Notaio in Torino, iscritto presso il Collegio Notarile

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Schema di convenzione di Lottizzazione

Schema di convenzione di Lottizzazione Schema di convenzione di Lottizzazione per piani con volumetria superiore a 10.000 mc approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 del 11.03.2002 modificato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO N. 11 SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO L anno del mese di del giorno. dinanzi a me Dott. Notaio in, iscritto presso il Collegio Notarile dei Distretti di.. si costituiscono: da una parte: il Comune

Dettagli

SCHEMA TIPO DI ATTO UNILATERALE D OBBLIGO (approvato con Determinazione Dirigenziale n. 537/GT del 27.12.2007)

SCHEMA TIPO DI ATTO UNILATERALE D OBBLIGO (approvato con Determinazione Dirigenziale n. 537/GT del 27.12.2007) COMUNE DI PONTASSIEVE PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE AI SENSI DELL ART.42 L.R. 1/2005 SCHEMA TIPO DI ATTO UNILATERALE D OBBLIGO (approvato con Determinazione Dirigenziale

Dettagli

CESSIONE IN PROPRIETA EX ART. 31 COMMI 45-47-48-49 DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1998 N.

CESSIONE IN PROPRIETA EX ART. 31 COMMI 45-47-48-49 DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1998 N. COMUNE DI BOFFALORA SOPRA TICINO REPERTORIO N. / CESSIONE IN PROPRIETA EX ART. 31 COMMI 45-47-48-49 DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1998 N. 448 DELLE AREE COMPRESE NEI PIANI DI ZONA DELIMITATI AI SENSI DELL'ART.

Dettagli

PREMESSO CHE. approvato il Piano Strutturale del Comune di..; con Deliberazione di C.C. n...del.. è stato definitivamente

PREMESSO CHE. approvato il Piano Strutturale del Comune di..; con Deliberazione di C.C. n...del.. è stato definitivamente 1 SCHEMA TIPO DI CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE DI CUI ALL ART. 74 DELLA LEGGE REGIONALE N. 65/2014. CONVENZIONE DI P.M.A.A. (ex art.

Dettagli

SETTORE 5 - servizi di gestione del territorio e alle imprese

SETTORE 5 - servizi di gestione del territorio e alle imprese 1 SETTORE 5 - servizi di gestione del territorio e alle imprese DETERMINAZIONE N. 74 DEL 26 settembre 2011 N. Registro generale: 428 OGGETTO: Cessione in proprietà di aree già concesse in diritto di superficie.

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA REPERTORIO N. RACCOLTA N. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA Il giorno duemilaquattro ( 2004) in Pisa,

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

FAC-SIMILE CONTRATTO DI COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA. L anno duemila, il giorno del mese di. ( / / ), in, via n., presso la sede della Filiale di

FAC-SIMILE CONTRATTO DI COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA. L anno duemila, il giorno del mese di. ( / / ), in, via n., presso la sede della Filiale di FAC-SIMILE Rep. n. CONTRATTO DI COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila, il giorno del mese di ( / / ), in, via n., presso la sede della Filiale di dell Agenzia del Demanio, avanti a me, NOTAIO,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI SELARGIUS

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI SELARGIUS REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari CONTRATTO COSTITUTIVO DI DIRITTO SUPERFICIE ====== L'anno duemila, addì del mese di, in Selargius, nella casa Comunale, innanzi a me dott.,

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA Delib. n. 643-17.11.2015 P.G.n. 175278 OGGETTO: Area Pianificazione Urbana e Mobilità. Settore Urbanistica. Approvazione progetto esecutivo e aggiornamento della Bozza modifica

Dettagli

Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA. Contratto di appalto. L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento

Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA. Contratto di appalto. L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA Contratto di appalto L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento Regionale della Programmazione della Presidenza della Regione

Dettagli

C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I -

C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I - C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I - OGGETTO N. 85: Società EURO BAR Srl, proprietaria superficiaria del lotto di terreno, relativo al fabbricato ubicato nel

Dettagli

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 28.04.2011

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 28.04.2011 COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA Oggetto: Determinazione del prezzo di prima cessione degli alloggi e.r.p. del Piano urbanistico attuativo PN 15/1 Cà Tron di Dolo - Indirizzi L assessore all urbanistica

Dettagli

COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 --------------------------------------

COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 -------------------------------------- Prot. N COMUNE DI TURATE Provincia di Como Via V. Emanuele 2, CAP 22078 -------------------------------------- BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN DIRITTO DI PROPRIETA DEL LOTTO N 1 NELL AMBITO DEL PIANO

Dettagli

RISOLUZIONE N. 163/E

RISOLUZIONE N. 163/E RISOLUZIONE N. 163/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 11 luglio 2007 OGGETTO:Istanza di interpello. Società Cooperativa edilizia Alfa Atto di assegnazione di alloggi da cooperativa a soci.

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA ***

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** ATTO DI MODIFICA DELL ACCORDO DI PROGRAMMA 6.10.2005 Il giorno del mese di dell anno 2014 nel Comune

Dettagli

CITTÀ DI CASTELVETRANO Rep. 8415

CITTÀ DI CASTELVETRANO Rep. 8415 CITTÀ DI CASTELVETRANO Rep. 8415 Provincia di Trapani del 16.10.2014 Vendita di alloggio popolare sito in Via Lucrezio, n. 37 - Lotto A Piano Terra - int. 2 - Castelvetrano. REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE

Dettagli

COMUNE DI TREVISO. (Provincia di Treviso) ATTO UNILATERALE D OBBLIGO PIANO DI LOTTIZZAZIONE / RECUPERO

COMUNE DI TREVISO. (Provincia di Treviso) ATTO UNILATERALE D OBBLIGO PIANO DI LOTTIZZAZIONE / RECUPERO Schema Atto unilaterale d'obbligo aggiornato COMUNE DI TREVISO (Provincia di Treviso) ATTO UNILATERALE D OBBLIGO PIANO DI LOTTIZZAZIONE / RECUPERO Adottato con deliberazione della Giunta comunale n. del..

Dettagli

Parere n. 55/2010 Vincolo convenzionale del prezzo di cessione di alloggi di edilizia economica popolare. Caducazione

Parere n. 55/2010 Vincolo convenzionale del prezzo di cessione di alloggi di edilizia economica popolare. Caducazione Parere n. 55/2010 Vincolo convenzionale del prezzo di cessione di alloggi di edilizia economica popolare. Caducazione Vengono posti al Servizio scrivente diversi quesiti in ordine alla caducazione del

Dettagli

CONVENZIONE EDILIZIA. relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via REPUBBLICA ITALIANA

CONVENZIONE EDILIZIA. relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. CONVENZIONE EDILIZIA relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via Colonnello Aprosio 106/108/110 Vallecrosia (ex Hotel Impero) REPUBBLICA ITALIANA L

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO TESEO

FONDO PENSIONE APERTO TESEO FONDO PENSIONE APERTO TESEO istituito dalla Società Reale Mutua di Assicurazioni (Gruppo Reale Mutua) iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 17 Documento sulle anticipazioni (redatto ai sensi del

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dipartimento dell organizzazione Giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi Schema di contratto di locazione dell

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO SVILUPPO LOCALE CONVENZIONE CARRAIA GRUPPO DI PROGETTAZIONE: arch. Giulio Balistreri. arch. Daniele Galliani.

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO SVILUPPO LOCALE CONVENZIONE CARRAIA GRUPPO DI PROGETTAZIONE: arch. Giulio Balistreri. arch. Daniele Galliani. COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO SVILUPPO LOCALE oggetto: ubicazione: CONVENZIONE CARRAIA GRUPPO DI PROGETTAZIONE: progettista: progetto viabilità di scorrimento: indagini geologiche: rilievi: collaborazione:

Dettagli

CONVENZIONE URBANISTICA RELATIVA ALL ATTUAZIONE DELL ACCORDO EX ART. 18 DELLA L.R. 20/2000 SOTTOSCRITTO IN DATA 31/10/2014 TRA IL

CONVENZIONE URBANISTICA RELATIVA ALL ATTUAZIONE DELL ACCORDO EX ART. 18 DELLA L.R. 20/2000 SOTTOSCRITTO IN DATA 31/10/2014 TRA IL CONVENZIONE URBANISTICA RELATIVA ALL ATTUAZIONE DELL ACCORDO EX ART. 18 DELLA L.R. 20/2000 SOTTOSCRITTO IN DATA 31/10/2014 TRA IL COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO E OR S CAVIAR SRL INERENTE IL CENTRO COMMERCIALE

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) SETTORE V ASSETTO E SVILUPPO DEL TERRITORIO

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) SETTORE V ASSETTO E SVILUPPO DEL TERRITORIO COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) SETTORE V ASSETTO E SVILUPPO DEL TERRITORIO CONVENZIONE TIPO Permesso di costruire convenzionato ai sensi dell art. 28 bis DPR 380/01 L anno addì del mese

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA

LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA Legge 1977003 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA. Provincia di Bologna CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA. L anno, il giorno del mese di

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA. Provincia di Bologna CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA. L anno, il giorno del mese di COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA Provincia di Bologna Rep. n CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA EMILIA N.369 DESTINATO AD ATTIVITA TERZIARIE SPECIALIZZATE L anno, il giorno

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI CASTELVETRO PIACENTINO PER L'ACQUISIZIONE DEL BENE INSERITO, A

SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI CASTELVETRO PIACENTINO PER L'ACQUISIZIONE DEL BENE INSERITO, A SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI CASTELVETRO PIACENTINO PER L'ACQUISIZIONE DEL BENE INSERITO, A TITOLO DI PARZIALE CORRISPETTIVO DEL CONTRATTO, NELL

Dettagli

CITTA DI MOLFETTA. Provincia di Bari ORIGINALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 29 DEL 13/02/2013

CITTA DI MOLFETTA. Provincia di Bari ORIGINALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 29 DEL 13/02/2013 CITTA DI MOLFETTA Provincia di Bari SETTORE TERRITORIO Numero Gen. 233 ORIGINALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 29 DEL 13/02/2013 OGGETTO: Approvazione schema di convenzione da stipularsi per la trasformazione

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE IN MALCESINE

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE IN MALCESINE SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE Provincia di Verona Repertorio n. / del REPUBBLICA ITALIANA CONTRATTO DI APPALTO RELATIVO AD OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Disposizione tecnico-organizzativa

Dettagli

CONTRATTO PER LA VENDITA DI LEGNA IN PIEDI DEL COMUNE DI CAGLI, COMUNE DI, LOCALITÀ.. (PU).

CONTRATTO PER LA VENDITA DI LEGNA IN PIEDI DEL COMUNE DI CAGLI, COMUNE DI, LOCALITÀ.. (PU). CONTRATTO PER LA VENDITA DI LEGNA IN PIEDI DEL COMUNE DI CAGLI, COMUNE DI, LOCALITÀ.. (PU). N Rep.. L anno.. In attuazione della determina generale del Responsabile del Servizio N... del Innanzi a me Dr.ssa..

Dettagli

COMUNE DI VIGONZA. Provincia di Padova

COMUNE DI VIGONZA. Provincia di Padova COMUNE DI VIGONZA Provincia di Padova REGOLAMENTO per l individuazione dei soggetti aventi accesso e priorità per l acquisto o la locazione degli immobili di edilizia convenzionata. Artt. 17 e 18 del D.P.R.

Dettagli

Ente alienante: Comune di LOCERI Via Roma, n.18. Tel. 0782/77051 - Fax 0782/77382.

Ente alienante: Comune di LOCERI Via Roma, n.18. Tel. 0782/77051 - Fax 0782/77382. BANDO DI GARA PER L ALIENAZIONE DI N.2 IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA ROMA nn.109 e 111. Ente alienante: Comune di LOCERI Via Roma, n.18. Tel. 0782/77051 - Fax 0782/77382. Descrizione degli

Dettagli

COMUNE DI CAPURSO. (Provincia di Bari) Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione

COMUNE DI CAPURSO. (Provincia di Bari) Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione COMUNE DI CAPURSO (Provincia di Bari) Rep. n. Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione conformativa del territorio comunale ai sensi dell art. 28 legge regionale n. 56 del 1980, dell

Dettagli

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE PIANO DI RECUPERO AREA DI RIQUALIFICAZIONE RQ12B EX CENTRO ZOOTECNICO LE PALLE. REGIME GIURIDICO DEI SUOLI. ATTO INTEGRATIVO ALLA CONVENZIONE STIPULATA IN DATA

Dettagli

Regolamento di disciplina delle anticipazioni

Regolamento di disciplina delle anticipazioni PreviGen - Cassa di previdenza per i Dipendenti delle aziende convenzionate - Fondo Pensione Regolamento di disciplina delle anticipazioni Ai sensi dell Art. 11 comma 7 del D. Lgs. 252, 5 dicembre 2005

Dettagli

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. ai sensi dell art. 19 Legge 07/08/1990, n. 241, come sostituito dall art.

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. ai sensi dell art. 19 Legge 07/08/1990, n. 241, come sostituito dall art. S.C.I.A. n. / (riservato al Comune) Timbro del Protocollo Generale AL COMUNE DI ROSTA UFFICIO TECNICO Piazza Vittorio Veneto 1 10090 Rosta Torino OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A.

Dettagli

REGOLAMENTO DI VENDITA DEI BENI IMMOBILI PROVINCIALI TRASFERITI ALLA SOC. TERRA DI BRINDISI SRL

REGOLAMENTO DI VENDITA DEI BENI IMMOBILI PROVINCIALI TRASFERITI ALLA SOC. TERRA DI BRINDISI SRL REGOLAMENTO DI VENDITA DEI BENI IMMOBILI PROVINCIALI TRASFERITI ALLA SOC. TERRA DI BRINDISI SRL ART 1 OGGETTO Le disposizioni del presente regolamento disciplinano l alienazione a terzi dei beni immobili

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA VENDITA DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE Adottato con deliberazione consiliare n.22 dd. 4 maggio 1998. Modificato con deliberazione consiliare

Dettagli

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI SCHEMA CONTRATTO DI CONCESSIONE ALLEGATO - C COMUNE DI LUCOLI (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE DI STRUTTURE MOBILI

Dettagli

ll sottoscritto Tel. SEGNALA di dare inizio alla realizzazione del seguente intervento:

ll sottoscritto Tel. SEGNALA di dare inizio alla realizzazione del seguente intervento: Mittente: Via Al Sig. Sindaco del Comune di Colfelice Viale della Repubblica 03030 COLFELICE (FR) Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE VIABILITA' STRADALE Espropriazione Proposta nr. 91 del 19/08/2014 - Determinazione nr. 2223 del 19/08/2014 OGGETTO: Lavori di realizzazione della Circonvallazione

Dettagli

CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DI IMMOBILE DA COSTRUIRE

CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DI IMMOBILE DA COSTRUIRE www.house4all.it Via C. Ferrari, 2 20841 Carate B.za Tel. 0362.1482371 info@house4all.it CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DI IMMOBILE DA COSTRUIRE L anno... il giorno... del mese di... in... Tra (nome

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. per l assegnazione in proprietà (VENDITA) di n. 14 alloggi siti nel comune di CALUSCO D ADDA Via Pertini, Via Mozart e Via Moro

BANDO DI CONCORSO. per l assegnazione in proprietà (VENDITA) di n. 14 alloggi siti nel comune di CALUSCO D ADDA Via Pertini, Via Mozart e Via Moro Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo 24128 BERGAMO Via Mazzini, 32/a Tel. 035/259595 Fax 035/251185 www.alerbg.it info@alerbg.it L A.L.E.R. informa, in applicazione della

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI COSTRUITI IN REGIME DI EDILIZIA CONVENZIONATA APPROVATO

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI COSTRUITI IN REGIME DI EDILIZIA CONVENZIONATA APPROVATO COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI COSTRUITI IN REGIME DI EDILIZIA CONVENZIONATA APPROVATO Con Delibera di C.C. n. 164 del 23.12.2005 ESECUTIVA ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI UDINE. OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI UDINE. OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI UDINE C.C. 28/09/2015 2 OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto il vigente Piano Regolatore Generale Comunale approvato

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI ALLEGATO A Schema contratto di locazione Rep. n. COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI PROPRIETA COMUNALE SITA IN VIA VERDI N. 7 TRA Il Comune di Saronno

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILIARI DI PROPRIETA PUBBLICA

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILIARI DI PROPRIETA PUBBLICA COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILIARI DI PROPRIETA PUBBLICA Aadottato con deliberazione C.C. n. 4 del 06/02/2002 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO MODIFICA AL PROGRAMMA DI EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE AI SENSI ART. 51 L. 865/71 AREA EX-CASERMETTE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 94 DEL 18/12/2009 RELAZIONE

Dettagli

Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il

Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il Contratto di locazione di beni immobili a destinazione commerciale / artigianale Con la presente scrittura privata, l anno duemila il mese di il giorno, tra (A) l ente Comune di (di seguito Locatore) con

Dettagli

REPVBBLICA ITALIANA. Comune di ILBONO Provincia dell OGLIASTRA. CONTRATTO di VENDITA

REPVBBLICA ITALIANA. Comune di ILBONO Provincia dell OGLIASTRA. CONTRATTO di VENDITA REPVBBLICA ITALIANA Comune di ILBONO Provincia dell OGLIASTRA CONTRATTO di VENDITA OGGETTO: Contratto di compravendita di immobili ubicati in Ilbono, ex alloggi E.R.P. di via Lanusei L anno duemilaquattordici,

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VITTORIO

SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VITTORIO ALLEGATO 10 SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VITTORIO VENETO PER LA SOLA ACQUISIZIONE DEI BENI INSERITO NELL APPALTO INTEGRATO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO REGIONE VENETO PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI CITTADELLA PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI N. 6 LOTTI EDIFICABILI RESIDENZIALI Spazio riservato all Ufficio Protocollo Spazio riservato

Dettagli

CONTRATTO di cessione volontaria di area in favore del. Comune per la realizzazione dei lavori dell ingresso al Parco

CONTRATTO di cessione volontaria di area in favore del. Comune per la realizzazione dei lavori dell ingresso al Parco CITTA DI CASTELVETRANO Rep. n. 8402 Provincia di Trapani del 13.05.2014 CONTRATTO di cessione volontaria di area in favore del Comune per la realizzazione dei lavori dell ingresso al Parco Archeologico

Dettagli

TRIBUNALE DI FERRARA. Sezione civile. Avviso di vendita in quindicesimo esperimento. Lotto 2. Concordato Preventivo n. 4/08

TRIBUNALE DI FERRARA. Sezione civile. Avviso di vendita in quindicesimo esperimento. Lotto 2. Concordato Preventivo n. 4/08 TRIBUNALE DI FERRARA Sezione civile Avviso di vendita in quindicesimo esperimento Lotto 2 Concordato Preventivo n. 4/08 C.M.S. Costruzioni Meccaniche Sandri S.r.l. IL NOTAIO DELEGATO dr. Marco Bissi, notaio

Dettagli

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa all offerta pubblica di adesione al fondo pensione aperto a contribuzione definita Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita

Dettagli

VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014. SCIA n... del... (busta.../... )

VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014. SCIA n... del... (busta.../... ) AL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI IMPRUNETA VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014 SCIA n..... del... (busta...../.... ) SCIA n..... del... (busta...../....

Dettagli

COMUNE DI COLONNA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DI IMMOBILI AD USO RESIDENZIALE DEL COMUNE DI COLONNA

COMUNE DI COLONNA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DI IMMOBILI AD USO RESIDENZIALE DEL COMUNE DI COLONNA COMUNE DI COLONNA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DI IMMOBILI AD USO RESIDENZIALE DEL COMUNE DI COLONNA Approvato con deliberazione di C.C. n. 13 del 15.03.2011 1 ARTICOLO 1 - OGGETTO DEL

Dettagli

COMUNE DI TREVISO. (Provincia di Treviso) SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE E/O ASSERVIMENTO AREE ED OPERE

COMUNE DI TREVISO. (Provincia di Treviso) SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE E/O ASSERVIMENTO AREE ED OPERE Schema Tipo Atto Cessione Aree - Opere COMUNE DI TREVISO (Provincia di Treviso) SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE E/O ASSERVIMENTO AREE ED OPERE L anno.. il giorno in Treviso, presso la sede municipale di Ca

Dettagli

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO AVVISO DI LOCAZIONE FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO RACCOLTA DELLE DOMANDE PER LA LOCAZIONE DI N. 10 UNITA ABITATIVE (BILOCALI) DI NUOVA COSTRUZIONE O CHE

Dettagli

CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA

CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA CITTA DI PIAZZA ARMERINA PROV. DI ENNA LINEE GUIDA PER IL PAGAMENTO DEGLI ONERI CONCESSORI PER IL RILASCIO DELLE CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI EDILIZIE LQG Approvate con deliberazione di Giunta Comunale n.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SANTA CROCE CAMERINA E LE DITTE PROPRIETARIE: xxxxxxx xxxxxxx PER L ATTUAZIONE DELLA PRESCRIZIONE ESECUTIVA DELLA ZONA OMOGENEA SOTTOZONA C2/8 E LA REALIZZAZIONE

Dettagli

C I T T A D I M O L F E T T A PROVINCIA DI BARI SPORTELLO UNICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

C I T T A D I M O L F E T T A PROVINCIA DI BARI SPORTELLO UNICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE C I T T A D I M O L F E T T A PROVINCIA DI BARI SPORTELLO UNICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE OGGETTO: Approvazione schema di convenzione da stipularsi per la trasformazione del diritto di superficie in

Dettagli

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F.

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F. REGOLAMENTO INTERNO della FUTURHAUS Società Cooperativa Edilizia a r.l. Sede in Roma Lungotevere di Pietra Papa, 95 00146 Capitale Sociale versato e sottoscritto Euro 1.750,00 Iscritta al n. 07456230585

Dettagli

COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO

COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO ABITATIVO NON COMPRESI NELL E.R.P. Il giorno. del mese di dell anno 2013 TRA Il

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA Provincia di Bologna Rep. n. SCHEMA DI CONTRATTO DI CONCESSIONE IN DIRITTO DI SUPERFICIE DI UN AREA IN LOCALITA PONTE SAMOGGIA EDIFICABILE PRODUTTIVA PER LA REALIZZAZIONE DI

Dettagli

L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE

L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 1579 del 17/06/2008 pag. 1/7 L.R. 9.3.2007, n. 4 INIZIATIVE A FAVORE DELL EDILIZIA SOSTENIBILE Modalità per la concessione e la liquidazione delle agevolazioni

Dettagli

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO TIPO di AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO D AFFITTO D AZIENDA Tra i signori: A..., di seguito concedente, nato a..., il..., codice fiscale..., partita IVA..., residente in..., via..., nella sua qualità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CESSIONE IN PROPRIETA E CONCESSIONE IN DIRITTO DI SUPERFICIE DI AREE COMPRESE IN PIANI PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE

REGOLAMENTO PER LA CESSIONE IN PROPRIETA E CONCESSIONE IN DIRITTO DI SUPERFICIE DI AREE COMPRESE IN PIANI PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE REGOLAMENTO COMUNALE n. 54 REGOLAMENTO PER LA CESSIONE IN PROPRIETA E CONCESSIONE IN DIRITTO DI SUPERFICIE DI AREE COMPRESE IN PIANI PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE (di cui alla legge 18 Aprile 1962

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3

COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3 COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3 SERVIZIO I URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA CRITERI E MODALITÀ DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E DELLE SOMME DA CORRISPONDERE

Dettagli

Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia

Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01 e

Dettagli

TRIBUNALE DI VERBANIA

TRIBUNALE DI VERBANIA TRIBUNALE DI VERBANIA Concordato Preventivo n. 11/2014 della SOCIETA AREE INDUSTRIALI ED ARTIGIANALI S.A.I.A. S.p.A. con sede in Verbania, Piazza Matteotti n. 7 - Iscritta al Registro delle Imprese di

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE Con la presente scrittura privata: il locatore Comune di Cairate con sede in Cairate (Va), Piazza Libertà n 7,codice fiscale 00309270122, nella persona di., nato a il

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA ESTRATTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 13 DEL 05.05.1999 COME MODIFICATA DALLA D.C.C. N. 73 DEL 30.09.2010 E DALLA D.C.C. N. 5 DEL 15.03.2013 A IN RIFERIMENTO AL D.P.G.R. N. 373/98 IL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01 e s.m.i. come modificati

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA I sottoscritti: - Arch. Giorgio Nena nato a Carbonera il 21/12/1952, domiciliato per la carica ove appresso che interviene

Dettagli

TRIBUNALE DI CREMONA. Sezione fallimentare. FALLIMENTO: CMF + NUOVA TECNO SRL sede in Cremona, V. Milano n. 18

TRIBUNALE DI CREMONA. Sezione fallimentare. FALLIMENTO: CMF + NUOVA TECNO SRL sede in Cremona, V. Milano n. 18 Fall. n. 7/2013 TRIBUNALE DI CREMONA Sezione fallimentare FALLIMENTO: CMF + NUOVA TECNO SRL sede in Cremona, V. Milano n. 18 Giudice Delegato : Dott.ssa Maria Marta Cristoni Curatore: Dott. Ernesto Quinto

Dettagli

COMUNE DI FARA IN SABINA. Provincia di Rieti. Repubblica Italiana CONTRATTO DI APPALTO DI SERVIZI PER LA REALIZZAZIONE DELLO

COMUNE DI FARA IN SABINA. Provincia di Rieti. Repubblica Italiana CONTRATTO DI APPALTO DI SERVIZI PER LA REALIZZAZIONE DELLO repertorio n Agenzia delle Entrate Registrato a Rieti il n serie versati COMUNE DI FARA IN SABINA Provincia di Rieti Repubblica Italiana CONTRATTO DI APPALTO DI SERVIZI PER LA REALIZZAZIONE DELLO SPORTELLO

Dettagli

RISOLUZIONE N. 118/E

RISOLUZIONE N. 118/E RISOLUZIONE N. 118/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Imposte sui redditi - Spese sostenute per la redazione di un atto di vincolo unilaterale - Art. 16-bis del TUIR - Istanza

Dettagli

MODALITÁ OPERATIVE IN MATERIA DI ANTICIPAZIONI

MODALITÁ OPERATIVE IN MATERIA DI ANTICIPAZIONI Alico Italia S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale Viale Castro Pretorio, 124 00185 Roma Tel.: +39 06 492161 Fax: +39 06 49216300 Unionfondo Fondo Pensione Aperto Iscritto all Albo dei Fondi Pensione

Dettagli

SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE DI SUOLO. L anno, il giorno del mese. di, innanzi a me, Notaio in, iscritto. A) nella qualità di legale

SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE DI SUOLO. L anno, il giorno del mese. di, innanzi a me, Notaio in, iscritto. A) nella qualità di legale SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE DI SUOLO L anno, il giorno del mese di, innanzi a me, Notaio in, iscritto senza l assistenza di testimoni, sono comparsi: A) nella qualità di legale rappresentante del Consorzio

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02390/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02390/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02390/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico

Dettagli

COMUNE DI VEROLAVECCHIA AREA TECNICA Piazza Giuseppe Verdi n. 7 25029 VEROLAVECCHIA Tel.: 030 9360960 fax 030 931777

COMUNE DI VEROLAVECCHIA AREA TECNICA Piazza Giuseppe Verdi n. 7 25029 VEROLAVECCHIA Tel.: 030 9360960 fax 030 931777 COMUNE DI VEROLAVECCHIA AREA TECNICA Piazza Giuseppe Verdi n. 7 25029 VEROLAVECCHIA Tel.: 030 9360960 fax 030 931777 BANDO DI GARA PER L ALIENAZIONE DI IMMOBILI (AREE) COMUNALI Si rende noto che il 24/06/2016,

Dettagli

COMUNE DI ORTA NOVA PROVINCIA DI FOGGIA

COMUNE DI ORTA NOVA PROVINCIA DI FOGGIA COMUNE DI ORTA NOVA PROVINCIA DI FOGGIA SCHEMA DI CONVENZIONE REGOLANTE I RAPPORTI TRA LA DITTA ED IL COMUNE DI ORTA NOVA (FG) PER REALIZZAZIONE E LA GESTIONE DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA FOTOVOLTAICA

Dettagli

ANNO 2007 REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DISMISSIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DISPONIBILE

ANNO 2007 REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DISMISSIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DISPONIBILE ANNO 2007 REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DISMISSIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DISPONIBILE Approvato con deliberazione di C.C. n del 1 SOMMARIO Art. 1 - Finalità del regolamento Art. 2 Competenze degli organi

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA ADESIONE ALL ACCORDO QUADRO. per la realizzazione di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ai sensi

REPUBBLICA ITALIANA ADESIONE ALL ACCORDO QUADRO. per la realizzazione di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ai sensi Repertorio n. 2668 Prot. 2014/13387/CAL REPUBBLICA ITALIANA ADESIONE ALL ACCORDO QUADRO per la realizzazione di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ai sensi dell art. 12, comma 5, D.L. 98/2011,

Dettagli

FAC-SIMILE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA + PROCURA SPECIALE

FAC-SIMILE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA + PROCURA SPECIALE FAC-SIMILE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA + PROCURA SPECIALE Il sottoscritto, CF, nato a il residente in, documento d identità n., rilasciato da, il scadenza, in qualità di proprietario usufruttuario titolare

Dettagli

ALLEGATO 7 SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA ERS

ALLEGATO 7 SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA ERS Comune di Medolla Provincia di Modena R.U.E. Regolamento Urbanistico Edilizio ALLEGATO 7 SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA ERS Progettista Adottato con delibera di CC n. 22 del 16/04/2009 Arch. Paolo Giorgi

Dettagli