AISRe Associazione Italiana di Scienze Regionali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AISRe Associazione Italiana di Scienze Regionali"

Transcript

1 AISRe Associazione Italiana di Scienze Regionali XXXVI Conferenza scientifica annuale L Europa e le sue regioni. Disuguaglianze, capitale umano, politiche per la competitività versione aggiornata al Arcavacata di Rende (CS) Settembre 2015

2 XXXVI Conferenza scientifica annuale AISRe L Europa e le sue regioni. Disuguaglianze, capitale umano, politiche per la competitività Lunedì 14 settembre Martedì 15 settembre Mercoledì 16 settembre Registrazioni (Aula Magna) Lectio Magistralis SR (Aula Magna) Cerimonia di apertura Coffee break (Aula Magna) (Aula Magna) Coffee break (Aula Magna) Sessioni Parallele (I modulo) Pranzo (Mensa Campus) Sessioni Parallele (IV modulo) Sessione Rettori del Sud (Aula Magna) Pranzo (Mensa Campus) Sessioni Parallele (II modulo) Seconda sessione plenaria (Aula Magna) Prima sessione plenaria Assemblea AISRe con spazio Soci (Aula Magna) (Aula Magna) Coffee break Coffee break (Aula Magna) Sessioni Parallele (III modulo) Visita Campus e Aperi nduja EYESREG (Mensa del Teatro) Spettacolo teatrale (Auditorium Unical) Sessioni Parallele (V modulo) Visita Cosenza Cena sociale (Enoteca Regionale di Cosenza) Sessioni Parallele (VI modulo) Coffee break (Aula Magna) Policy Lecture (Aula Magna) Terza Sessione Plenaria (Aula Magna) Chiusura del lavori (Aula Magna) 2

3 Arcavacata di Rende (CS), Settembre Obiettivi della conferenza La 36 a Conferenza Italiana di Scienze Regionali è il congresso annuale della Associazione Italiana di Scienze Regionali Sezione Italiana della Regional Science Association International (AISRe). Come negli anni precedenti il congresso mira a presentare e discutere contributi scientifici sui problemi e le politiche regionali e territoriali. Organizzatori del congresso sono oltre all AISRe le istituzioni che partecipano al Comitato Organizzatore Locale e al Comitato Promotore: Università di Padova, Università Cà Foscari, IUAV. Il congresso dell AISRe si connota per il suo carattere interdisciplinare e l organizzazione di sessioni da parte delle diverse associazioni scientifiche, che in diverse discipline scientifiche s interessano del ruolo dello spazio nelle trasformazioni economiche, sociali, territoriali e istituzionali. Altre caratteristiche importanti sono i consolidati rapporti a scala internazionale ed europea con RSAI e ERSA, un organizzazione efficiente ed esperta e la presentazione di lavori scientifici in cui si combinano strettamente analisi empiriche con studi di tipo metodologico. Di fatto, il congresso dell AISRe si qualifica come il più grande incontro scientifico e tecnico in Italia nel campo degli studi regionali e territoriali e mira a rappresentare la sede più qualificata per il dibattito a scala nazionale sulle politiche di sviluppo regionale e locale e di pianificazione territoriale. La Conferenza è aperta al pubblico e gli interessati possono registrarsi sul sito: Temi. I temi trattati nel programma coprono quasi tutti i diversi settori d intervento delle politiche regionali e territoriali. Dagli studi presentati e dal dibattito tra i relatori e i partecipanti al congresso emergeranno proposte d idee e di progetti, che potranno rappresentare un contributo molto importante ed anche impegnativo in termini di risorse dedicate che la comunità scientifica offre alle diverse istituzioni pubbliche, organizzazioni e imprese che sono interessate alle politiche regionali e territoriali. Specifiche sessioni del congresso sono dedicate ai seguenti 24 temi, organizzati in funzione di 8 macrotemi: A. Governance, politiche regionali e territoriali, programmazione europea 1. Governance, programmazione e pianificazione territoriale 2. Istituzioni territoriali e finanza locale 3. Economia internazionale, cooperazione e sviluppo regionale B. Crescita, disparità regionali e sub-regionali, economia locale 4. Crescita e sviluppo regionale e urbano 5. Green economy 6. Aree interne, terre alte e sviluppo rurale C. Imprese, innovazione, catene del valore e sistemi produttivi locali 7. Imprese, sistemi produttivi e politiche industriali regionali 8. Servizi alle imprese e sviluppo regionale 9. Conoscenza, innovazione e sviluppo regionale D. Metodi di analisi territoriale e valutazione 10. Metodi e modelli di analisi territoriale e econometria spaziale 11. Valutazione di politiche, piani e programmi 12. Didattica e discipline delle scienze regionali E. Lavoro, welfare, servizi alla persona e politiche sociali 13 Mercati regionali del lavoro, demografia, immigrazione 14. Welfare, disuguaglianze, servizi alla persona e politiche sociali 15. Istruzione, formazione e occupazione F. Benessere, cultura, turismo 16. Indicatori di benessere, capitale sociale e sviluppo locale 17. Cultura, turismo e marketing territoriale 18. Creatività, distretti culturali e politiche per il turismo G. Urbanistica, mercato immobiliare e processi di sviluppo delle città 19. Trasformazioni urbane e mercato immobiliare 20. Processi di urbanizzazione e sviluppo 21. Periferie e riqualificazione urbana e sociale 3

4 XXXVI Conferenza AISRe H. Infrastrutture e trasporti regionali e urbani 22. Infrastrutture, accessibilità, logistica e trasporti regionali e interregionali 23. Mobilità e trasporti urbani 24. Politiche dei trasporti a scala interregionale ed europea Modalità organizzative. La conferenza prevede la partecipazione di circa 240 tra relatori e partecipanti. Le relazioni iscritte alla conferenza sono circa 260. Esse saranno presentate in 16 sessioni tematiche (ST), per un totale complessivo di 20 moduli, e 39 sessioni organizzate (SO), per un totale di 51 moduli. Sono inoltre previste tre Sessioni Plenarie, una Panel Session con i Rettori delle Università del Sud Italia, una Lectio Magistralis organizzata dalla rivista SR-Italian Journal of Regional Science e una Policy Lecture. Ogni paper che verrà presentato sarà commentato da un discussant e seguito da un breve dibattito. Tutti i contributi sono consultabili sul sito / Conferenza / Archivio Abstracts e papers. 4

5 Arcavacata di Rende (CS), Settembre Tema della conferenza Il tema principale della conferenza che si terrà al campus di Arcavacata di Rende (CS) è L Europa e le sue regioni. Disuguaglianze, capitale umano, politiche per la competitività L obiettivo specifico della XXXVI Conferenza AISRe è pertanto orientare lo sforzo di ricerca scientifica nelle Scienze Regionali verso temi di particolare rilevanza per il progresso dell Europa e delle sue regioni, attraverso la riduzione delle disuguaglianze economiche e sociali, la valorizzazione e il potenziamento del capitale umano, il miglioramento della competitività dei sistemi territoriali. L idea di progresso è analizzata nella prospettiva multidimensionale della crescita economica, attraverso la valutazione della capacità di reazione delle regioni europee alla crisi e dei possibili interventi di policy, e del miglioramento dei diversi aspetti del benessere collettivo e della qualità della vita dei cittadini. Non c è progresso senza la crescita contestuale della capacità di elevare le condizioni economiche in termini di produzione, competitività, innovazione e quelle sociali in termini di equità, libertà sostanziale, realizzazione delle aspettative della popolazione. Un ruolo fondamentale nel solco di questa concezione di progresso giocano le istituzioni pubbliche e le loro capacità di disegnare e implementare azioni concrete e moderne politiche, industriali e regionali, di intervento a sostegno dell innovazione e degli investimenti delle imprese, dei sistemi economici territoriali distretti industriali, sistemi regionali d innovazione, città e aree urbane e delle geo-comunità produttive insorgenti. Un importante spazio di confronto scientifico viene dedicato, nell ambito della Conferenza, alle politiche regionali place-based: l attuazione dei programmi comunitari rappresenta un occasione rilevante per realizzare un cambio di passo nella politica di sviluppo delle regioni europee. Particolare interesse suscita, al contempo, la resilienza delle economie locali e regionali alla profonda e prolungata crisi economica e finanziaria degli ultimi anni e alle politiche di austerità che molti stati hanno messo in atto per risanare le finanze pubbliche in conseguenza di tale crisi. E opinione condivisa da studiosi e policy makers che una distribuzione del reddito più equa favorisca la stabilità e la crescita economica sostenibile, una società più sana e con maggiore propensione alla coesione e alla fiducia. La sfida teorica ed empirica, che la Conferenza affronta, a partire da una sessione plenaria dedicata a questo tema, è come l Europa possa riuscire nell obiettivo concreto di conseguire una crescita più inclusiva e ridurre le disuguaglianze di reddito, di produttività, di dotazione e qualità dei servizi essenziali di cittadinanza. Le crescenti disuguaglianze che caratterizzano le regioni europee non sono, come è noto, ascrivibili esclusivamente alla sfera della produzione e del reddito, ma coinvolgono ampi settori della vita sociale, pure decisivi ai fini della crescita e della capacità di competere dei territori. Uno di questi è l investimento in capitale umano che determina non soltanto vantaggi individuali, ma genera importanti esternalità sociali e istituzionali. Una maggiore dotazione di capitale umano di qualità determina vantaggi collettivi, ad esempio in termini di minore propensione alla criminalità, maggiore attenzione alla salute e all ambiente, allungamento delle speranze di vita senza disabilità, con effetti benefici sulla spesa pubblica e sulla sostenibilità della crescita. L investimento in capitale umano è, inoltre, elemento abilitante per la competitività centrata su innovazione e ricerca. Le differenze in termini di condizioni economiche e sociali, di capitale umano e di capacità di reazione alla crisi economica richiedono specifiche e differenziate politiche regionali per il rilancio della competitività, tema che sarà approfondito nella sessione conclusiva della Conferenza.. Partecipanti Il congresso mira a una discussione interdisciplinare sui problemi e sulle politiche regionali e territoriali entro la vasta comunità di ricercatori e operatori, che si è andata sviluppando in Italia negli ultimi 35 anni nell ambito dell AISRe. Al congresso parteciperanno circa 240 tra ricercatori universitari, ricercatori dei centri di ricerca pubblici nazionali e regionali ed esperti dei Ministeri, delle Regioni e degli Enti Locali, delle Camere di Commercio, delle Associazioni Industriali, delle Banche e imprese di consulenza, oltre che rappresentanti delle Istituzioni nazionali, regionali e locali. Il carattere interdisciplinare del congresso è sottolineato dall organizzazione nello stesso di specifiche sessioni su temi regionali e territoriali promosse da altre Associazioni scientifiche che con approcci disciplinari diversi sono interessate ai temi dello sviluppo economico regionale e locale e della pianificazione territoriale. 5

6 XXXVI Conferenza AISRe Pertanto, durante la conferenza verranno organizzati momenti di discussione nei quali i tecnici delle diverse istituzioni e organizzazioni nazionali, i ricercatori delle università e dei centri di ricerca potranno discutere delle politiche pubbliche per affrontare i problemi che sono oggetto degli studi regionali. Sessioni plenarie e Lectures 1. La prima sessione plenaria, intitolata L Europa e le sue regioni. Dinamiche e strategie per la programmazione , è dedicata al tema della conferenza e ospita interventi di alcuni tra gli studiosi più autorevoli sulla questione delle disparità regionali e l intervento istituzionale del governo sulle politiche di programmazione dei fondi europei : Fabio Mazzola (Presidente), Professore di Politica Economica, Università di Palermo e Presidente AISRe Roberto Camagni, Professore di Economia Urbana, Politecnico di Milano Grzegorz Gorzelak, Professore di Economia e direttore di EUROREG, Università di Varsavia Gianfranco Viesti, Professore di Economia Applicata, Università di Bari Claudio De Vincenti (conclusioni), Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri 2. La seconda sessione plenaria è Disuguaglianze e politiche di contrasto in Europa. Il ruolo del capitale umano, con interventi di: Rosanna Nisticò (Presidente), Professore di Politica Economica, Università della Calabria Maurizio Franzini, Professore di Economia Politica, Università di Roma La Sapienza Elena Granaglia, Professore di Scienza delle Finanze, Università di Roma Tre Paolo Sestito, Direttore Area Ricerca Economica e Relazioni Internazionali, Banca d Italia Jouke Van Dijk, Presidente ERSA e Direttore del Dipartimento di Geografia Economica, Università di Groningen 3. La terza sessione plenaria, di chiusura, affronta il tema delle Politiche per la competitività regionale e territoriale. Il sistema paese e il Mezzogiorno, con interventi di: Domenico Cersosimo e Sergio Bruni (Presidenti), Università della Calabria Adriano Giannola, Presidente SVIMEZ Massimo Sabatini, Direttore dell' Area Mezzogiorno, Confindustria. Riccardo Cappellin, Professore di Economia Politica e Regionale, Università di Roma Tor Vergata Giuseppe Soriero, Università Magna Graecia di Catanzaro e le conclusioni di Gerardo Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria 4. Lectio Magistralis di Bernard Fingleton, Direttore della ricerca del Dipartimento di Land Economy, dell Università di Cambridge. La lectio, organizzata da Scienze Regionali Italian Journal of Regional Science e presieduta dal Direttore della rivista, Roberta Capello, è intitolata Spatial Econometrics: A Critical Review. 5. Policy Lecture di Philip McCann, Professore di Geografia Economica presso l Università di Groningen sul tema Cohesion Policies in Europe. La lecture, organizzata da AISRe, è presieduta da Guido Pellegrini, Professore ordinario di Statistica presso l Università di Roma La Sapienza. 6. Panel Session con i Rettori delle Università del Sud sul tema Capitale umano, sistema universitario e sviluppo regionale. Intervengono: Gino Mirocle Crisci, Rettore dell Università della Calabria Alessandro Bianchi, Rettore dell Università Telematica Pegaso e Consigliere SVIMEZ Pasquale Catanoso, Rettore dell Università Mediterranea di Reggio Calabria Roberto Lagalla, Rettore dell Università di Palermo e Vice-Presidente Crui Aurelia Sole, Rettore dell Università della Basilicata Vincenzo Zara, Rettore dell Università del Salento Antonio Felice Uricchio, Rettore dell Università di Bari Aldo Moro 6

7 Arcavacata di Rende (CS), Settembre L Associazione Assemblea dell Associazione. Il secondo giorno del congresso si terrà l assemblea dei Soci AISRe. L assemblea è un momento importante di partecipazione dei soci e intende fare una riflessione sulle sfide che interessano l Associazione nei diversi settori nei quali è impegnato l attuale Consiglio Direttivo, quali l organizzazione di riunioni scientifiche, lo sviluppo delle relazioni internazionali a scala europea ed extraeuropea (con particolare attenzione al Mediterraneo), lo scambio di conoscenze con le altre associazioni scientifiche in settori disciplinari diversi, la collaborazione nelle politiche di sviluppo con le istituzioni regionali e nazionali, la promozione della professionalità dei ricercatori ed esperti nelle Scienze Regionali nelle università e nelle istituzioni. Un particolare invito è rivolto ai Soci collettivi, in quanto nervatura importante dell Associazione e su cui l AISRe intende sempre di più investire per portare avanti i suoi progetti scientifici. In particolare, è necessario promuovere una migliore interazione tra il mondo delle Università e della ricerca nel campo degli studi regionali e il mondo dei tecnici che operano nelle istituzioni e nelle imprese che sono attive negli interventi di politica regionale e locale. Infatti, un'associazione di ricercatori come l'aisre deve considerare come importante l'obiettivo di sviluppare la "progettualità e l innovazione nelle amministrazioni pubbliche, deve favorire la collaborazione a scala nazionale tra le diverse istituzioni regionali e locali, e deve diffondere la conoscenza delle esperienze di eccellenza nel campo delle politiche regionali e locali. L'Associazione Italiana di Scienze Regionali è un associazione scientifica che promuove e incoraggia la circolazione delle idee, le attività di ricerca e l'insegnamento nelle Scienze Regionali. Essa cura lo scambio di informazioni e le relazioni nazionali e internazionali fra gli studiosi e gli Enti che fanno ricerca sui problemi regionali e la cooperazione con associazioni scientifiche affini. Le attività dell Associazione sono indicate nel sito: L'AISRe rappresenta la sezione italiana dell'european Regional Science Association (ERSA): che, assieme alla North American ed alla Pacific Regional, costituisce la Regional Science Association lnternational (RSAI): Pubblicazioni. L'Associazione pubblica la rivista internazionale Scienze Regionali - Italian Journal of Regional Science, che è una tra le poche riviste scientifiche italiane ad essere indicizzata SCOPUS: Cura la collana Scienze Regionali edita da Franco Angeli arrivata al 51 volume (http://www.francoangeli.it/ricerca/ricerca_collana.asp?collanaid=1390). Infine, pubblica la rivista on line EyesReg (www.eyesreg.it), che contiene brevi articoli ed interventi volti a promuovere il dibattito tra tecnici e ricercatori nel campo delle politiche regionali e urbane. Nel gennaio del 2014 è stato pubblicato il primo e-book, dal titolo Crescita, investimenti e Territorio: il ruolo delle politiche industriali e regionali, consultabile sul sito Gli Organi dell AISRe Presidente: Fabio Mazzola; Segretario: Fiorenzo Ferlaino; Tesoriere: Guido Pellegrini. Componenti del Consiglio Direttivo: Salvatore Capasso, Roberta Capello, Riccardo Cappellin, Giancarlo Corò, Ugo Fratesi, Francesca Gambarotto, Patrizia Lattarulo, Edoardo Marcucci, Corinna Morandi, Dario Musolino, Riccardo Padovani, Paolo Rizzi, Carlo Tesauro. Revisori dei Conti: Andrea Caragliu, Vincenzo Provenzano, Mario Volpe. I Soci collettivi dell AISRe BANCA D'ITALIA Dipartimento di Economia e Statistica ÉUPOLIS LOMBARDIA Istituto superiore per la ricerca, la statistica e la formazione di Regione Lombardia EURAC BOLZANO Istituto per lo Sviluppo Regionale e il Management del Territorio GSSI Gran Sasso Science Institute IPRES Istituto Pugliese di Ricerche Economiche e Sociali IRES PIEMONTE Istituto di Ricerche Economiche e Sociali IRPET Istituto Regionale per la Programmazione Economica della Toscana ISTAT Istituto Nazionale di Statistica LIGURIA RICERCHE SPA POLITECNICO DI MILANO - Dipartimento ABC POLITECNICO DI MILANO - Dipartimento DAStU REGIONE TOSCANA Settore Strumenti della Programmazione Regionale e Locale SVIMEZ Associazione per lo Sviluppo dell Industria nel Mezzogiorno 7

8 XXXVI Conferenza AISRe 4. La Conferenza Comitato Promotore Maria Rosaria Agostino - Università della Calabria, Francesco Aiello - Università della Calabria, Giovanni Anania - Università della Calabria, Antonio Aquino - Università della Calabria, Alessandro Bianchi - Università Telematica pegaso, Sergio Bruni - Università della Calabria, Floro Ernesto Caroleo -Università di Napoli Parthenope, Domenico Cersosimo - Università della Calabria, Maria De Paola -Università della Calabria, Guerino D'Ignazio, Università della Calabria, Fiorenzo Ferlaino - IRES Piemonte, Antonella Rita Ferrara - Università della Calabria, Demetrio Festa - Università della Calabria, Alfredo Fortunato - Contesti SRL, Domenico Gattuso - Università Mediterranea di Reggio Calabria, Anna Giunta - Università di Roma Tre, Rosetta Lombardo - Università della Calabria, Ornella Wanda Maietta - Università di Napoli Federico II, Ivar Massabò - Università della Calabria, Fabio Mazzola - Università di Palermo, Roberto Musmanno - Università della Calabria, Marco Musella -Università di Napoli Federico II, Rosanna Nisticò - Università della Calabria, Riccardo Padovani - Svimez, Guido Pellegrini - Università di Roma La Sapienza, Francesco Prota - Università di Bari, Filippo Reganati - Università di Roma La Sapienza, Francesco Russo - Università Mediterranea di Reggio Calabria, Domenico Scalera - Università del Sannio di Benevento, Marianna Succurro - Università della Calabria, Michele Trimarchi -Università di Catanzaro, Francesco Trivieri - Università della Calabriia. Comitato Organizzatore Locale Maria Rosaria Agostino - Università della Calabria, Sergio Bruni - Università della Calabria, Domenico Cersosimo - Università della Calabria, Fiorenzo Ferlaino - IRES Piemonte, Antonella Rita Ferrara - Università della Calabria, Rosetta Lombardo - Università della Calabria, Ivar Massabò - Università della Calabria, Fabio Mazzola - Università di Palermo, Rosanna Nisticò - Università della Calabria, Guido Pellegrini - Università di Roma La Sapienza, Marianna Succurro - Università della Calabria, Francesco Trivieri - Università della Calabria. 8

9 Arcavacata di Rende (CS), Settembre Informazioni pratiche Segretario AISRe Fiorenzo Ferlaino, IRES - Istituto di ricerche economiche e sociali del Piemonte, tel.: ; tel Quote associazione e modalità di iscrizione alla Conferenza Le informazioni sulle quote e modalità d iscrizione sono consultabili dal sito dell Associazione / Conferenza / Iscrizioni. Segreteria Tecnica AISRe Diana Sarmiento (AISRe), Francesca Silvia Rota (Segreteria Tecnica Ires), Maria Teresa Avato (Ires Piemonte), tel Collegamento a internet Aula Nome rete Password Aula Magna ed Aule EP1 EP6 Eduroam Username e password in uso nella propria istituzione Aula Seminari, Auletta Seminari e Sala Consiglio del Dipartimento DESF Laboratorio Statistico Informatico Sede della Conferenza AulaSeminariDESf AulettaSeminariDESF Desfunical Sono disponibili n 20 postazioni collegate alla Rete LAN di Ateneo Università della Calabria, Dipartimento di Economia, Statistica e Finanza Campus di Arcavacata di Rende (Cosenza), Ponte Bucci - Cubi 0/C e 1/C Support Team Le attività della Conferenza sono assistite da un team di studenti-tutor e personale del Dipartimento di Economia, Statistica e Finanza: Giuseppina Andreoli, Stefania Chimenti, Giovanni Dodero Francesco Grandinetti Valentina Mascali Monica Veneziani Servizi tecnici informatici Per informazioni potete rivolgervi al personale del support team 5.1 Le aule della Conferenza 9

10 XXXV Conferenza AISRe Università della Calabria, Dipartimento di Economia, Statistica e Finanza. Università della Calabria - Vista aerea dell asse di collegamento tra il teatro e le aule della conferenza 10

11 6. Programma scientifico LUNEDÌ 14 SETTEMBRE 2015 Aule A. MAGNA SALA A SS AS1 AS2 SC AULA EP1 AULA EP2 AULA EP3 AULA EP4 AULA EP5 AULA EP Registrazione Cerimonia apertura (Aula Magna) Coffee Break (Aula Magna) SO04 ST13 ST04.1 SO27 SO13 SO01 SO19 SO07.1 SO03 SO12 SO14.1 SO Pranzo (Mensa Campus) SO11.1 ST14 ST04.2 ST07.1 SO35 SO10.1 SO02.1 SO07.2 SO33 SO38 SO14.2 SO Plenaria 1 (Aula Magna) Coffee Break (Aula Magna) SO11.2 ST15 SO36 ST07.2 SO37 SO10.2 SO02.2 SO31 SO32.1 SO27.2 SO14.3 SO Visita al campus e Aperi'n duja (Mensa del Teatro) Spettacolo teatrale (Auditorium Unical) MARTEDì 15 SETTEMBRE 2015 Aule A. MAGNA SALA A SS AS1 AS2 SC AULA EP1 AULA EP2 AULA EP3 AULA EP4 AULA EP5 AULA EP Lectio Magistralis SR (Aula Magna) Coffee Break (Aula Magna) SO30 ST10 SO34 ST09.1 SO15 SO22 ST01.1 SO08.1 SO21 SO09 SO17.1 SO Sessione rettori (Aula Magna) Pranzo (Mensa Campus) Plenaria 2 (Aula Magna) Assemblea soci (Aula Magna) SO40 ST11 SO28.1 ST09.2 ST20 SO25 ST01.2 SO08.2 ST16 SO06 SO17.2 SO Visita a cosenza Cena sociale MERCOLEDì 16 SETTEMBRE 2015 Aule A. MAGNA SALA A SS AS1 AS2 SC AULA EP1 AULA EP2 AULA EP3 AULA EP4 AULA EP5 AULA EP ST06 SO28.2 SO05 SO20* SO18 ST02 ST22 ST17 SO24 ST19 SO29.2* Coffee Break (Aula Magna) Policy Lecture (Aula Magna) Plenaria 3 (Aula Magna) Chiusura lavori (Aula Magna) Note: ( ) SS Sala Stampa; AS1 Aula Seminari; AS2 Auletta Seminari; SC Sala Consiglio; (*) Da confermare MACROTEMI: Tema A Tema B Tema C Tema D Tema E Tema F Tema G Tema H

12 XXXVI Conferenza AISRe 6.1 Programma delle Sessioni plenarie e delle Lectures Cerimonia di apertura Aula Magna - Lunedì 14 Settembre 2015, ore Gino Mirocle Crisci, Rettore dell Università della Calabria Ivar Massabò, Direttore Dipartimento di Economia, Statistica e Finanza Università della Calabria Gerardo Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria Mario Occhiuto, Presidente della Provincia di Cosenza Klaus Algieri, Presidente della Camera di Commercio Cosenza Nicola Paldino, Presidente della Banca di Credito Cooperativo MedioCrati Natale Mazzuca, Presidente Unindustria Calabria Jouke van Dijk, Presidente ERSA Fabio Mazzola, Presidente AISRe Prima Sessione Plenaria L Europa e le sue regioni. Dinamiche e strategie per la programmazione Aula Magna - Lunedì 14 Settembre 2015, ore Presiede: Fabio Mazzola, Presidente AISRe e Università di Palermo Relatori: WESTERN EUROPE: GLOBAL AND INTERNAL CHALLENGES AND STRATEGIES Roberto Camagni, Politecnico di Milano CENTRAL AND EASTERN EUROPE: GLOBAL AND INTERNAL CHALLENGES AND STRATEGIES Grzegorz Gorzelak, Università di Varsavia REGIONAL DEVELOPMENT AND REGIONAL POLICIES IN ITALY TODAY Gianfranco Viesti, Università di Bari Conclude: Claudio De Vincenti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Seconda Sessione Plenaria Disuguaglianze e politiche di contrasto in Europa. Il ruolo del capitale umano Aula Magna - Martedì 15 Settembre 2015, ore UN RICORDO DI GIOVANNI ANANIA Presiede: Rosanna Nisticò, Università della Calabria Relatori: LE DISUGUAGLIANZE NEI REDDITI DA LAVORO: NON SOLO CAPITALE UMANO Maurizio Franzini, Università di Roma La Sapienza PIÙ CAPITALE UMANO E MENO DISUGUAGLIANZE VS. MENO DISUGUAGLIANZE E PIÙ CAPITALE UMANO? Elena Granaglia, Università di Roma Tre PROCESSI DI AGGLOMERAZIONE URBANA E CRESCITA ECONOMICA. IL RUOLO DELL CAPITALE UMANO Paolo Sestito, Banca d Italia TITOLO IN DEFINIZIONE Jouke Van Dijk, Università di Groningen e Presidente dell ERSA 12

13 Arcavacata di Rende (CS), Settembre 2015 Terza Sessione Plenaria Politiche per la competitività regionale e territoriale. Il sistema paese e il Mezzogiorno Aula Magna - Mercoledì 16 Settembre 2015, ore Presiedono: Domenico Cersosimo e Sergio Bruni, Università della Calabria Relatori: Adriano Giannola, Presidente SVIMEZ Massimo Sabatini, Confindustria Riccardo Cappellin, Università di Roma Tor Vergata Interventi: CRISI DEL REGIONALISMO E COMPETITIVITÀ TERRITORIALE : LUCI ED OMBRE DELLA COESIONE ITALIANA Giuseppe Soriero, Università «Magna Graecia» di Catanzaro DINAMICHE E POLITICHE PER UN SISTEMA LOCALE OLTRE LA CRISI: LA PROVINCIA DI COSENZA (IN COLLABORAZIONE CON CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA) Domenico Cersosimo, Università della Calabria Conclude: Gerardo Mario Oliverio, Presidente Regione Calabria Lectio Magistralis organizzata da Scienze Regionali Italian Journal of Regional Science Spatial Econometrics:A Critical Review Aula Magna Martedì 15 Settembre 2015, ore Presiede: Roberta Capello, Direttore di Scienze Regionali - Italian Journal of Regional Science Relatore: Bernard Fingleton, Director of Research in the Department of Land Economy, University of Cambridge. Panel Session con i Rettori delle Università del Sud Capitale umano, sitema universitario e sviluppo regionale Aula Magna Martedì 15 Settembre 2015, ore Presiede: Gino Mirocle Crisci, Rettore dell Università degli Studi della Calabria Intervengono: Alessandro Bianchi, Consigliere SVIMEZ e Rettore dell Università Telematica Pegaso Pasquale Catanoso, Rettore dell Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Roberto Lagalla, Rettore dell Università degli Studi di Palermo e Vice-Presidente Crui Aurelia Sole, Rettore dell Università degli Studi della Basilicata Vincenzo Zara, Rettore dell Università degli Studi del Salento Antonio Felice Uricchio, Rettore dell Università degli Studi di Bari Aldo Moro Policy Lecture Cohesion policies in Europe Aula Magna Mercoledì 16 Settembre 2015, ore Presiede: Guido Pellegrini, Università di Roma La Sapienza Relatore: Philip McCann, Professor in Economic Geography, University of Groningen. Lunedì 14 settembre Ore

14 XXXVI Conferenza AISRe Chiusura dei lavori Aula Magna - Mercoledì 16 Settembre 2015, ore Fabio Mazzola, Presidente AISRe Assemblea dei Soci Aula Magna Martedì 15 Settembre 2015, ore

15 Arcavacata di Rende (CS), Settembre Programma delle Sessioni parallele tematiche (ST) e organizzate (SO) Sessioni organizzate SO-01. All origine della segregazione sociale. Teorie interpretative e rimedi di policy Macrotema E SO Analisi congiunturale della finanza territoriale: prime riflessioni - Macrotema A SO Analisi congiunturale della finanza territoriale: prime riflessioni - Macrotema A SO-03. Attrattività territoriale del mezzogiorno per gli investimenti produttivi. Analisi e SO-04. politiche - Macrotema B Innovation, Corporate Governance and Firms Performance Across Italian Regions - Macrotema C SO-05. Interazioni università imprese e spillovers di conoscenza - Macrotema C SO-06. Prospettive della scienza regionale sull impatto dei grandi eventi - Macrotema D SO La fiscalità immobiliare: dalla revisione del catasto alla local tax. Le riforme prioritarie - Macrotema A SO La fiscalità immobiliare: dalla revisione del catasto alla local tax. Le riforme prioritarie - Macrotema A SO Le città metropolitane: da progetto a realtà istituzionale. Quali prospettive di sviluppo? - Macrotema A SO Le città metropolitane: da progetto a realtà istituzionale. Quali prospettive di sviluppo? - Macrotema A SO-09. Tavola rotonda. Percorsi formativi e di ricerca nelle Scienze Regionali - Macrotema D SO Proposte per l integrazione sociale in area urbana - Macrotema E SO Proposte per l integrazione sociale in area urbana - Macrotema E SO Tourism And Regional Competitiveness - Macrotema F SO Tourism And Regional Competitiveness - Macrotema F SO-12. Valutazione controfattuale di strumenti per le imprese: nuovi sviluppi - Macrotema D SO-13. Banche e finanza d impresa per lo sviluppo: le nuove frontiere - Macrotema C SO Pianificazione/progettazione integrata per territori e città ecologiche: Sperimentazioni e proposte - Macrotema G SO Pianificazione/progettazione integrata per territori e città ecologiche: Sperimentazioni e proposte - Macrotema G SO Pianificazione/progettazione integrata per territori e città ecologiche: Sperimentazioni e proposte - Macrotema G SO-15. Istituzioni, capitale sociale e sviluppo locale - Macrotema C SO La riorganizzazione del governo locale tra volontarismo, incentivi e decisionismo centrale - Macrotema A SO La riorganizzazione del governo locale tra volontarismo, incentivi e decisionismo centrale - Macrotema A SO Le città mediterranee: dalla teorie alla pratica - Macrotema G SO Le città mediterranee: dalla teorie alla pratica - Macrotema G SO-18. SO-19. SO-20. L inclusione finanziaria e sociale per lo sviluppo del territorio. Esperienze, modelli e strumenti - Macrotema E Economie avanzate, emergenti e in via di sviluppo: processi di integrazione e dinamiche regionali - Macrotema A Open data e sentiment analysis, nuove frontiere della ricerca socio-economica - Macrotema D SO-21. Approcci multidimensionali alla misurazione del benessere e delle disuguaglianze - Macrotema F Lunedì 14 settembre Ore

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI ALLEGATO II 1 0 R A P P O R T O S U L L A F O R M A Z I O N E N E L L A P A : I L G R U P P O D I L A V O R O E G L I A U T O R I D E G L I A P P

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org 48 Congresso Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors COMITATI Presidente del Congresso: Carlo Signorelli, Presidente Presidente Comitato organizzatore: Francesco Auxilia,

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014)

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio Stampa (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Caschera Finanzio AMMESSO De Ritis Gianni AMMESSO Degl'Innocenti

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro

Con l Europa investiamo nel vostro futuro Facilitatore ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA DI SAVOIA PIERO CALAMANDREI ISTITUTO TECNICO STATALE TECNOLOGICO ECONOMICO CHIMICA MATERIALI E BIOTECNOLOGIE SANITARIE AMBIENTALI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012

Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012 Città di Caserta Assessorato alla Cultura Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012 Caserta, Sala Giunta del Comune 04 ottobre 2011 ore 16,00 Riunione con le associazioni

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) BATTAGLIA FRANCESCO MATEMATICA Giovedì / 08.58 09.56 CECCHINI ANTONELLA INGLESE Riceve su appuntamento CEOTTO PIETRO TECN MECC ed APPLIC

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC.

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC. 1 A016 NUCIFORA LAURA 24/06/1962 205,00 ITG JUVARA SIRACUSA 1 A018 LASAGNA GIORGIO 11/09/1956 DOP 200,00 LIC.ART. NOTO 2 A018 GULINO MARIA TERESA 06/08/1961 DOP 118,00 LIC.ART. LENTINI 3 A018 INTERLANDI

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof.

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof. Laboratorio di Urbanistica Corso di Fondamenti di Urbanistica Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni Prof. Corinna Morandi 20 maggio 2008 1 Dalla iper-regolazione

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

Prot. n. 4582/1 Foggia, 20.8.2013 IL DIRIGENTE

Prot. n. 4582/1 Foggia, 20.8.2013 IL DIRIGENTE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la PUGLIA Direzione Generale Ufficio IX Ambito Territoriale Foggia Prot. n. 4582/1 Foggia, 20.8.2013 IL DIRIGENTE

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore

La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore presenta E. Romano, Studio per Demetra e Kore, inchiostro su carta, 2015 La rabbia e l attesa Il mito di Demetra e Kore 26-28 giugno 2015 Masseria Bannata C.da Bannata, SS 117 bis, km 41 Enna www.pubblicazione.net

Dettagli

LICEO GINNASIO "I. KANT" IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA.

LICEO GINNASIO I. KANT IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA. LICEO GINNASIO "I. KANT" Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12 IV A CINTI MARIA CARLA GALLORO FELICIA CINTI MARIA CARLA CINTI MARIA CARLA TEDESCHINI ALESSANDRA CRISTOFORI PAOLA MATTONI ANNAMARIA

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Lunedì 24 Novembre 2014

Lunedì 24 Novembre 2014 DIREZIONE SCIENTIFICA Ministero della Salute Commissione Nazionale Formazione Continua SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Sanità Futura Formazione srl 2 4 / 2 5 N o v e m b r e 2 0 1 4 Pa l a z z o d e i c o n g

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università della Ricerca Alta formazione artistica e musicale Accademia di Belle Arti Palermo

Ministero dell Istruzione dell Università della Ricerca Alta formazione artistica e musicale Accademia di Belle Arti Palermo Costumistica Teatrale COG 1 CERNIGLIARO DANIELA. 59 2 PERA MARIA GRAZIA 3 CONSOLE VALENTINA 4 CIPOLLA MARIA ADELE 5 BELLANCA MARIA 56 38.70 36 29 NON COG MANATA ROSARIA 12 COG PIPI FRANCESCA * * non allega

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI BARONI SILVANA 06/03/1962 VV 262,00 C D DI VITO GREGORIO 12/09/1957 VV 193,00 C D DRAMISSINO ROSALBA 07/06/1960 CS 176,00 C D ** FIAMINGO ANTONIA

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli