CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica"

Transcript

1 CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica Verbale n. 22 del 25 settembre 2008 Il Comitato del CIRD si riunisce il giorno 25 settembre 2008 alle ore 10 nella saletta Seminari del Dipartimento di Matematica e Informatica dell Università di Trieste. La Coordinatrice del Centro Prof.ssa Luciana Zuccheri, verificata la sussistenza del numero legale dei convocati, apre la seduta alle ore Funge da segretario il Dott. Giancarlo Sannini. Viene data lettura del seguente ordine del giorno: 1) Comunicazioni 2) Approvazione del verbale n. 21 dd. 28 maggio ) Proposta di richiesta finanziamento Fondo Trieste per ricerche del CIRD 4) Utilizzo fondi residui ) Attivazione di una "segreteria virtuale" nella piattaforma Moodle 6) Varie ed eventuali Come dall allegato foglio firme (A1), risultano presenti i seguenti docenti BBCM DIPARTIMENTO RAPPRESENTANTI p g a Biologia DEEI Filosofia Formazione ed Educazione Italianistica, Linguistica, Comunicazione, Spettacolo Matematica ed Informatica Materiali e Risorse naturali Psicologia Scienze Chimiche Guidalberto Manfioletti Sergio Paoletti Guido Bressan Pier Luigi Nimis Agostino Accardo Sergio Carrato Ermenegilda Manganaro Marina Sbisà Silvano Lantier Tiziana Piras Elvio Guagnini Anna Storti Emilia Mezzetti Luciana Zuccheri Barbara Campisi Paolo Bogoni Lucia Lumbelli Gisella Paoletti Giacomo Costa Claudio Tavagnacco Scienze del Linguaggio, Franco Gatti della Traduzione e Helena Lozano Miralles dell Interpretazione Scienze dell Antichità Silvia Strassi

2 Scienze Geografiche e Storiche Scienze Geologiche, Ambientali e Marine Scienze Giuridiche Emanuela Montagnari Gianfranco Battisti Michele Stoppa Stefano Covelli Furio Finocchiaro Antonia Antonella Marandola Davide Monego Fisica Marco Budinich Segretario Giancarlo Sannini 1) Comunicazioni La Coordinatrice riferisce quanto segue: a) prima di inviare alla Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste la richiesta di cofinanziamento del progetto del CIRD per l anno , si è incontrata con il Magnifico Rettore per illustrargli dettagliatamente il programma. Gli ha inoltre sottoposto il rendiconto aggiornato del progetto precedente con il dettaglio delle spese ancora da ultimare. b) la Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste con lettera datata 17 luglio 2008 (Prot. n. Rif ) informa il CIRD di aver deliberato lo stanziamento di da liquidarsi non oltre il , a fronte di una richiesta complessiva di c) nel mese di luglio è stato completato il trasferimento dell Esperimentoteca dalla scuola elementare Duca D Aosta di via Vespucci all Istituto Comprensivo Divisione Julia in V.le XX Settembre. A breve verrà predisposta una convenzione tra l Università di Trieste e l Istituto ospitante che consenta, un pomeriggio a settimana, di utilizzare tutti i materiali dell Esperimentoteca all interno dell aula-laboratorio di scienze. In cambio delle spese di pulizia dell aula sostenute dall Istituto il CIRD consentirà ad un certo numero di docenti della scuola la partecipazione gratuita ai corsi che verranno organizzati durante l anno. d) grazie alla disponibilità del nuovo Direttore del Museo dell Antartide Prof. Nevio Pugliese il CIRD avrà a disposizione una grande sala dove troverà posto la Biblioteca del CIRD ed inoltre potrà utilizzare, un pomeriggio a settimana, la sala conferenze dove verranno organizzati i seminari multidisciplinari. e) il Prof. Guido Bressan ha accettato di far parte della commissione per la catalogazione dei volumi della Biblioteca del CIRD. f) la Giunta del CIRD si è riunita in data 12 settembre 2008 e ha discusso su come organizzare i Laboratori Multidisciplinari. E stato deciso di mettere una tassa di iscrizione di 50,00 da far pagare ai soli docenti in servizio mentre per i precari l adesione sarà gratuita. g) il Laboratorio Multidisciplinare di formazione per insegnanti è stato inserito nel sito dell Università predisposto per il censimento delle attività didattico-divulgative dell Ateneo.

3 Tutti i dati raccolti saranno inclusi in un CD che verrà spedito alle scuole del territorio. Questa banca dati è aggiornabile e ci sarà quindi la possibilità di aggiungere durante l anno tutte le nuove iniziative patrocinate dal CIRD. h) con lettera del Rettore n. 808/2008 di data 24 giugno 2008 (Prot. n ) è stato modificato l Art. 5, comma 2 del regolamento del CIRD: la locuzione assegnato dall Università di Trieste è stata sostituita da all uopo autorizzato dalle competenti strutture di appartenenza. i) durante l anno accademico verrà attivato solo il secondo anno della SSIS (Scuola di Specializzazione per l'insegnamento nella scuola secondaria) e dal prossimo la scuola verrà chiusa. La SSIS di Trieste, anche grazie alla Prof.ssa Anna Storti, ha prodotto un volume sui 10 anni di attività della scuola che verrà spedito a tutti i Presidi di Facoltà e agli interessati che ne faranno espressa richiesta. Verrà infine organizzata una giornata dove presentare al pubblico tutta l attività svolta negli anni dalla SSIS. 2) Approvazione verbali Si approva all unanimità il verbale relativo alla riunione del Comitato del CIRD n. 21 dd. 28 maggio ) Proposta di richiesta finanziamento Fondo Trieste per ricerche del CIRD La Coordinatrice ritiene opportuno che il CIRD presenti un progetto di ricerca unitario da sottoporre per la concessione del contributo ai sensi del decreto Commissariale n. 15 del a carico dello stanziamento per il triennio sui fondi destinati al territorio di Trieste (detto Fondo Trieste ) e suggerisce di preparare un progetto che coinvolga a livello interdisciplinare vari membri del Comitato del CIRD. La coordinatrice presenta una prima proposta di progetto di ricerca, prendendo come riferimento una ricerca da lei stessa coordinata, inerente la storia della didattica della matematica nel territorio di Trieste. Questo studio potrebbe essere esteso ad altre discipline sia scientifiche che umanistiche. Il periodo di riferimento è il passaggio di Trieste dall Impero Asburgico al Regno d Italia. A tale riguardo sarebbe molto positivo il contributo degli storici. Oltre al materiale documentario già versato all Archivio di Stato di Trieste da vari istituti scolastici triestini, esiste sul territorio molto materiale librario e documentario ancora da catalogare, utile per la ricerca in questione, anche all interno dell Università stessa dove ad esempio vengono conservati degli annuari delle scuole del periodo asburgico. Il lavoro di ricognizione sul territorio e di catalogazione dovrebbe essere portato avanti da assegnisti di ricerca (sarebbero necessarie almeno due unità di personale). La Prof.ssa Lumbelli ritiene che questo lavoro fatto in matematica sia molto interessante. Ricorda che l arrivo della scuola italiana a Trieste ha provocato un incontro/scontro con quella presente sul territorio nel periodo asburgico. Il passaggio di Trieste all Italia diventa un problema molto interessante da studiare da questo punto di vista. La ricerca dovrebbe incentrarsi su questa tematica focalizzando l attenzione sulla metodologia usata nell insegnamento, soprattutto per quel che riguarda le discipline scientifiche (per le quali si hanno già dei riscontri), senza però dimenticare quelle storiche-letterarie. Lo studio dovrebbe riguardare la stessa documentazione ma l analisi dovrà essere fatta in modo distinto per ogni materia. Il Prof. Carrato ritiene la proposta molto interessante ma sottolinea che riuscire a farsi finanziare il

4 progetto dal Fondo Trieste non è così semplice. Fa presente che il progetto avrebbe maggiori possibilità di finanziamento se presentato in collaborazione con altri enti di ricerca e se prevedesse delle ricadute sul territorio. La Prof.ssa Piras consiglia per le ricadute sul territorio di organizzare una mostra, meglio se distribuita sul territorio, dove presentare al pubblico i risultati del progetto. La Coordinatrice vorrebbe chiedere delle lettere d intenti per una collaborazione alla ricerca da parte dell Archivio di Stato, della Sovrintendenza per i Beni Ambientali, Architettonici, Archeologici, Artistici e Storici del Friuli-Venezia Giulia e dell Ufficio Scolastico Regionale. Il Prof. S. Paoletti suggerisce di inserire in questo elenco anche la Camera di Commercio di Trieste e l Attività Portuale. Il Dott. Stoppa è disponibile a occuparsi della parte geografica di sua competenza e di coprire eventualmente anche altri aspetti della didattica delle scienze Il prof. Bogoni, come suggerito dal prof. Paoletti, ritiene interessante anche studiare gli aspetti inerenti la didattica delle discipline merceologiche. La Prof.ssa Miralles chiede se esistono anche materiali linguistici su cui ricercare, in tal caso potrebbe occuparsene lei. Secondo la Coordinatrice sarebbe interessante lo studio della documentazione in lingua slovena o croata. La Prof.ssa Lumbelli evidenza che in questo tipo di ricerca esiste il rischio di cadere nell ovvietà come ad esempio il passaggio dalla lingua italiana a quella tedesca e viceversa. Quando si studia la transizione da uno stato all altro è molto meglio concentrarsi su discipline che non ricadono sull ovvietà dei contenuti. Con le scienze questo rischio non esiste e si potrebbe vedere cosa si faceva nei centri italiani più evoluti, facendo un confronto con i metodi importati a Trieste. La Prof.ssa Storti è molto interessata a questo tipo di studio che potrebbe interessare anche gli aspetti metodologici in campo letterario come ad esempio nelle discipline classiche e ritiene che altri colleghi potrebbero essere interessati a partecipare alla ricerca. La Coordinatrice chiede ai presenti di inviare in tempi brevi una pagina con la descrizione di ciò che hanno fatto e intendono fare per collaborare a una ricerca in questo ambito, evidenziando tutte le competenze che si hanno sul tema del progetto. Invita anche i presenti a contattare i colleghi che potrebbero essere interessati alla ricerca. La Prof.ssa Piras è disponibile ad occuparsi della letteratura per l infanzia sulla quale ha svolto degli studi sulle differenze tra Italia e Slovenia. La Prof.ssa Lumbelli ritiene indispensabile che la ricerca rimanga ristretta alla scuola media superiore e si concentri sull aspetto metodologico piuttosto che sui programmi scolastici. La Coordinatrice concorda e propone che la ricerca si concentri sulla fascia d età anni esplicitandola nel progetto con il termine livello scolastico secondario. Il periodo storico della ricerca dovrebbe arrivare fino alla Riforma Gentile del 1923.

5 Secondo il Prof. S. Paoletti risulterà particolarmente importante per l approvazione del progetto il discorso delle Aree in quanto esistono dei limiti ben precisi. E assolutamente fondamentale riuscire a coprire più Aree disciplinari e presentarsi uniti con altre realtà di Ateneo come ad esempio lo SmaTS. Il Prof. S. Paoletti specifica che esistono tre aree tecnologiche da tenere in considerazione nella stesura del progetto: una meccanica (Istituto Tecnico Industriale A. Volta ), una navale (Istituto Tecnico Nautico) e una economica (Istituto Tecnico Commerciale G. R. Carli ). La Coordinatrice rende nota ai presenti anche la proposta progettuale presentata della Prof.ssa G. Paoletti nella Giunta del 12 settembre 2008, relativa ad una ricerca sull utilità delle tecnologie di e- learning nei corsi di formazione per insegnanti che saranno attivati dal CIRD nel presente anno accademico. Anche tal proposta potrebbe coinvolgere più componenti del CIRD e potrebbe essere utilizzata per una richiesta di contributo al Fondo Trieste. Segue una discussione, dalla quale emerge che il progetto sulla storia della didattica nel territorio di Trieste, nel passaggio di Trieste dall Impero Asburgico all Italia, sembra essere più adatto ad una richiesta di contributo sul Fondo Trieste. La Prof.ssa Lumbelli ritiene che la proposta di progetto della prof.ssa Paoletti possa essere più opportunamente presa in considerazione per un finanziamento diverso, ad esempio con i fondi regionali. Viene pertanto approvato il primo progetto proposto, intitolato: La didattica disciplinare nella scuola secondaria triestina dal passaggio all Italia alla riforma Gentile: studiare il nostro passato per operare nel presente, e viene dato mandato alla coordinatrice di mantenere i contatti con gli interessati e stendere i dettagli del progetto in tempi brevi, per sottoporlo alla concessione di contributo. 4) Utilizzo fondi residui 2008 La Coordinatrice elenca le spese più urgenti da fare con i fondi residui della gestione 2007, pari a 3981,44 (che erano stati accantonati per affrontare le ultime spese necessarie e sono spendibili entro dicembre 2008) e già precedentemente discusse nella riunione della Giunta del 12 settembre E necessario l acquisto di un computer portatile ed accessori, di cancelleria, materiali per i laboratori e libri; si stamperanno volantini aggiornati sulle attività del CIRD; altre spese riguardano il funzionamento della segreteria (spese telefoniche, ecc.) e l affidamento di un incarico per supporto a progetti del CIRD. Si approva la suddivisione dei fondi residui nelle seguenti voci di spesa, in relazione al piano finanziario presentato nella richiesta a fronte della quale è stato erogato il contributo da parte della Fondazione CRTrieste, nei limiti indicati: MATERIALE INVENTARIABILE ma euro MATERIALE DI CONSUMO ma 800 euro CONTRATTI E BORSE DI STUDIO ma euro ALTRO ma 300 euro Il Comitato approva all unanimità. 5) Attivazione di una "segreteria virtuale" nella piattaforma Moodle E stato attivato uno spazio all interno della piattaforma Moodle che verrà utilizzato come segreteria virtuale dove poter inserire tutti i documenti ufficiali del CIRD (verbali, progetti, ecc). A breve verrà inviato l indirizzo web e le indicazioni precise per l accesso.

6 La Coordinatrice ricorda che per accedere alla piattaforma Moodle bisogna procurarsi una password di Ateneo, ottenuta la quale si potrà accedere alla segreteria virtuale inserendo una password che verrà inviata a tutti i membri via mail. Su richiesta dei presenti, si continuerà comunque l invio in forma elettronica delle bozze dei verbali da approvare. 6) Varie ed eventuali Nulla. La seduta ha termine alle ore 12:30. La Coordinatrice Prof. Luciana Zuccheri Il Segretario Dott. Giancarlo Sannini

CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica

CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica Verbale n. 21 del 28 maggio 2008 Il Comitato del CIRD si riunisce il giorno 21 maggio 2008 alle ore 15 nella saletta Seminari del Dipartimento

Dettagli

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIDATTICA DELLE SCIENZE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO: UNA FORMAZIONE QUALIFICATA PER

Dettagli

CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica

CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica CIRD - Centro Interdipartimentale per la Ricerca Didattica Verbale n. 25 del 21 maggio 2009 Il Comitato del CIRD si riunisce il giorno 21 maggio 2009 alle ore 11.00 nell'aula 3B del Dipartimento di Matematica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE In data 3 marzo2006 alle ore 10.00 presso la saletta riunioni del Dipartimento di Fisica dell Università degli Studi di Udine, sita in Via delle Scienze 208 Udine, si riunisce il Consiglio del Master in

Dettagli

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Procedura di valutazione della preparazione di base finalizzata all iscrizione ai corsi speciali di cui all art. 2, comma 1-c bis e comma 1 ter della Legge 143/2004,

Dettagli

COMUNE DI VALSTAGNA BIBLIOTECA CIVICA STATUTO

COMUNE DI VALSTAGNA BIBLIOTECA CIVICA STATUTO COMUNE DI VALSTAGNA BIBLIOTECA CIVICA STATUTO Art. 1 È istituita la Biblioteca pubblica comunale di Valstagna, aperta a tutti i cittadini con l intento di raccogliere, conservare e mettere in valore i

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Verbale della riunione del Nucleo di Valutazione di Ateneo del 29 maggio 2007

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Verbale della riunione del Nucleo di Valutazione di Ateneo del 29 maggio 2007 Oggi in Pavia, alle ore 15.00, presso la Sala del Consiglio di Amministrazione, Palazzo Centrale, Università di Pavia, C.so Strada Nuova n 65, si riunisce il Nucleo di Valutazione dell'ateneo. Il Nucleo

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PRELIMINARE

VERBALE DELLA RIUNIONE PRELIMINARE VALUTAZIONE COMPARATIVA PER UN POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA CLASSE ACCADEMICA DI SCIENZE SPERIMENTALI - SETTORE DI MEDICINA DELLA SCUOLA SUPERIORE DI STUDI UNIVERSITARI E DI PERFEZIONAMENTO

Dettagli

Master europeo in Storia dell Architettura

Master europeo in Storia dell Architettura Area Servizi per gli studenti e relazioni con il pubblico. Divisione segreterie studenti Master europeo in Storia dell Architettura Bando 2008-2009 Il Rettore visto l art. 3 del D.m. 509/99, ora integrato

Dettagli

Estratto dal verbale della riunione congiunta del Comitato Scientifico e del Consiglio di Gestione del CISA del 26 giugno 2007

Estratto dal verbale della riunione congiunta del Comitato Scientifico e del Consiglio di Gestione del CISA del 26 giugno 2007 Estratto dal verbale della riunione congiunta del Comitato Scientifico e del Consiglio di Gestione del CISA del 26 giugno 2007 Il giorno 26 giugno 2007, alle ore 11, si è tenuta a Roma, presso la Presidenza

Dettagli

ALCUNI EVENTI FORMATIVI ORGANIZZATI DAL CdS in SFP NELL A.A. 2014-2015

ALCUNI EVENTI FORMATIVI ORGANIZZATI DAL CdS in SFP NELL A.A. 2014-2015 Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Studi Umanistici Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria ALCUNI EVENTI FORMATIVI ORGANIZZATI

Dettagli

Le attività si svolgono solo su prenotazione dal 1 settembre 2014 al 10 giugno 2015.

Le attività si svolgono solo su prenotazione dal 1 settembre 2014 al 10 giugno 2015. Orto Botanico di Catania Dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali Università degli Studi di Catania Via A. Longo, 19 95125 Catania tel. 095-430902; e-mail: orto.scuola@yahoo.it L ORTO

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

Bando di ammissione. al corso di laurea magistrale a ciclo unico in. Giurisprudenza. e ai corsi di laurea in

Bando di ammissione. al corso di laurea magistrale a ciclo unico in. Giurisprudenza. e ai corsi di laurea in Bando di ammissione al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza e ai corsi di laurea in Interfacce e Tecnologie della Comunicazione Scienze e Tecniche di Psicologia Cognitiva Servizio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE I.I.S. Federico II di Svevia PROGRAMMAZIONE DI CLASSE a. s. 2013-2014 classe VB docente coordinatore Prof.ssa Teresa CARUSO La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal

Dettagli

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario)

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, nell ambito della propria attività istituzionale relativa al 2008, promuove un Bando a tema per il finanziamento

Dettagli

Oggetto: Convocazione Collegio dei Docenti Unitario n.1 e n.2 Settembre 2015

Oggetto: Convocazione Collegio dei Docenti Unitario n.1 e n.2 Settembre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORBOLO Via Garibaldi,29 43058 SORBOLO (PR) Tel 0521/697705 Fax 0521/698179 e-mail: pric81400t@istruzione.it pric81400t@pec.istruzione.it http://icsorbolomezzan.scuolaer.it codice

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007 REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007 Sezione I Disposizioni generali Articolo 1 Istituzione 1. Al fine di razionalizzare

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO "E. TOTI" Via Marconi, 3 ~ 30024 Musile di Piave (VE) 0421/54122 ~ Fax 0421/596993 Cod. Scuola VEIC82600X ~ Cod. Fiscale 84003920273 veic82600x@istruzione.it http://www.ictoti.it RELAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014

PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014 PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014 (art. 159 e 190 D. Lgs 297/94; art. 3 L. 23/96) Allegato DGC n. 153/5.12.2013 L anno duemilatredici

Dettagli

VERBALE INCONTRO RTO 29 APRILE 2011

VERBALE INCONTRO RTO 29 APRILE 2011 VERBALE INCONTRO RTO 29 APRILE 2011 1. Consegna attestati di frequenza corso di formazione 2010 2. Consegna kit RTO 3. Richiesta di compilazione della scheda anagrafica di : - RTO - referente istituzionale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BAGNOLO SAN VITO Via Matteotti, 23 46031 BAGNOLO SAN VITO

ISTITUTO COMPRENSIVO BAGNOLO SAN VITO Via Matteotti, 23 46031 BAGNOLO SAN VITO ISTITUTO COMPRENSIVO BAGNOLO SAN VITO Via Matteotti, 23 46031 BAGNOLO SAN VITO ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO n. 16 Numero Consiglieri eletti nel Consiglio di Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

Art. 4 - Relatore della tesi di laurea e assegnazione del correlatore Art. 5 Commissione di laurea e discussione dell elaborato

Art. 4 - Relatore della tesi di laurea e assegnazione del correlatore Art. 5 Commissione di laurea e discussione dell elaborato Indicazioni a cura del Consiglio di Corso di Studio di Scienze della Formazione Primaria concernente la tesi, le attività di tirocinio e l esame finale. Art. 1 Oggetto Il presente documento disciplina

Dettagli

ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO

ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO ARTICOLO 1 Costituzione dell Associazione Genitori È costituita l Associazione Genitori Istituto Montessori. Ne fanno parte i genitori degli alunni

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER I PROGETTI CREA IL TUO GIOCO E IO CRESCO COME CAMBIO

BANDO DI CONCORSO PER I PROGETTI CREA IL TUO GIOCO E IO CRESCO COME CAMBIO BANDO DI CONCORSO PER I PROGETTI CREA IL TUO GIOCO E IO CRESCO COME CAMBIO Il Comune di Faenza, in accordo con l Unione dei Comuni della Romagna Faentina, l Unione dei Comuni della Bassa Romagna, il Comune

Dettagli

Bando di ammissione. ai corsi di laurea in. Beni culturali. Filosofia. Lingue Moderne. Studi storici e filologico-letterari

Bando di ammissione. ai corsi di laurea in. Beni culturali. Filosofia. Lingue Moderne. Studi storici e filologico-letterari Bando di ammissione ai corsi di laurea in Beni culturali Filosofia Lingue Moderne Studi storici e filologico-letterari ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Allegato 4 Decreto Rettorale 86 d.d. 02.02.2015 1 Art. 1

Dettagli

Qualifica Nome e Cognome Presenze 1 Rettore Luigi Lacchè P 2 Direttore Dip.to Scienze della formazione, dei beni culturali e del Michele Corsi P

Qualifica Nome e Cognome Presenze 1 Rettore Luigi Lacchè P 2 Direttore Dip.to Scienze della formazione, dei beni culturali e del Michele Corsi P Oggetto: Budget Dipartimenti per attività didattiche e budget per il finanziamento delle lauree internazionali a.a. 2014/2015 N. o.d.g.: 06.2 S.A. 25/02/2014 Verbale n. 2/2014 UOR: Area per la Didattica,

Dettagli

VERBALE n 01 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 01/09/2014

VERBALE n 01 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 01/09/2014 VERBALE n 01 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 01/09/2014 Il giorno 1 settembre 2014, alle ore 8,30, nei locali dell Aula Magna dell Istituto Roncalli, su convocazione scritta, si riunisce il Collegio

Dettagli

I COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE

I COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE Università degli Studi di Bari Il giorno 29.09.2010 alle ore 19.00, presso l aula delle cliniche ortopediche della Facoltà di Medicina e Chirurgia del Policlinico di Bari, in seguito a convocazione del

Dettagli

AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO PO PARI OPPORTUNITA`, PACE, DIRITTI UMANI, BENESSERE LAVORATIVO

AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO PO PARI OPPORTUNITA`, PACE, DIRITTI UMANI, BENESSERE LAVORATIVO Pag. 1 / 4 comune di trieste piazza Unità d'italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO PO PARI OPPORTUNITA`, PACE, DIRITTI

Dettagli

CONVENZIONE TRA PREMESSO CHE

CONVENZIONE TRA PREMESSO CHE PROGETTO CRIOCONSERVAZIONE DI CELLULE PER USO CLINICO UMANO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALL INTERAZIONE FRA MODELLI CELLULARI (LIPOSOMI) E DIVERSI CRIOCONSERVANTI CONVENZIONE TRA Il CENTRO NAZIONALE TRAPIANTI,

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI * SCHEDE * LA STRUTTURA DEI NUOVI PERCORSI FORMATIVI L avvio dei nuovi percorsi è previsto per l anno accademico 2011/2012. I PERCORSI DI STUDIO PER

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRISTOFARO MENNELLA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRISTOFARO MENNELLA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRISTOFARO MENNELLA CORSO GARIBALDI 11, 80074 CASAMICCIOLA TERME (NA) ipiacasamicciola@libero.it www.istitutosuperioreischia.it C.F. 91005980635 Tel 081900215 Fax 081900998

Dettagli

TFA - una guida per orientarsi le domande più frequenti e la normativa di riferimento

TFA - una guida per orientarsi le domande più frequenti e la normativa di riferimento TFA - una guida per orientarsi le domande più frequenti e la normativa di riferimento Questa breve guida è stata realizzata dalla redazione Edises, casa editrice specializzata in formazione universitaria

Dettagli

In convenzione con DELLA TOSCANA $ $ 5 ( *2 / $ 0(172

In convenzione con DELLA TOSCANA $ $ 5 ( *2 / $ 0(172 81,9(56,7 '(*/,678',',6,(1$ ',3$57,0(172',',5,772'(// (&2120,$ )$&2/7 ',(&2120,$³5,&+$5'0*22':,1 In convenzione con UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PISA DIPARTIMENTO DI DIRITTO PUBBLICO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

Verbale della seduta del Consiglio d Istituto di lunedì 28 settembre2015.

Verbale della seduta del Consiglio d Istituto di lunedì 28 settembre2015. ISTITUTO COMPRENSIVO CAMPAGNOLA-GALILEI Scuola dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado Via Gramsci, 3 42012 Campagnola Emilia (R.E.) Cod. Mecc. REIC813004 Tel. e Fax 0522/669167 C.F. 80016490353

Dettagli

Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007

Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007 Regolamento Approvato dal Consiglio di Amministrazione del CSI-Piemonte il 16 luglio 2007 REGOLAMENTO CENTRO ON LINE STORIA E CULTURA DELL INDUSTRIA: IL NORD OVEST DAL 1850 ARTICOLO 1 Obiettivi e finalità

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2013 - Articolo

Dettagli

CONSIGLIO DI ISTITUTO - Verbale n 2 del 9/12/2010

CONSIGLIO DI ISTITUTO - Verbale n 2 del 9/12/2010 Istituto Comprensivo Coverciano Via G. D Annunzio, 172-50135 Firenze Scuole Primarie A. Diaz, D. da Settignano e S. Maria a Coverciano Scuole dell Infanzia A. Diaz, D. da Settignano e S. Maria a Coverciano

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE SCIENTIFICA DI ATENEO SEDUTA DEL 26 MAGGIO 2008

VERBALE DELLA COMMISSIONE SCIENTIFICA DI ATENEO SEDUTA DEL 26 MAGGIO 2008 VERBALE DELLA COMMISSIONE SCIENTIFICA DI ATENEO SEDUTA DEL 26 MAGGIO 2008 Il giorno 26 maggio 2008 alle ore 15.00 si è riunita presso i locali della Facoltà di Architettura la Commissione scientifica di

Dettagli

COMITATO PER LO SPORT UNIVERSITARIO pag. 1

COMITATO PER LO SPORT UNIVERSITARIO pag. 1 COMITATO PER LO SPORT UNIVERSITARIO pag. 1 VERBALE N. 77 DI DATA 27.06.2013 Il giorno di giovedì 27 giugno 2013, alle ore 11.00, presso il Rettorato dell Università degli Studi di Trieste si è riunito,

Dettagli

MODALITA DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Piano Nazionale Lauree Scientifiche (DM 976/2014, art. 3 comma 4 e 5 ed art. 4)

MODALITA DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Piano Nazionale Lauree Scientifiche (DM 976/2014, art. 3 comma 4 e 5 ed art. 4) 1. Progetti ammissibili e durata dei progetti MODALITA DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Piano Nazionale Lauree Scientifiche (DM 976/2014, art. 3 comma 4 e 5 ed art. 4) Per la realizzazione delle azioni previste

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento, emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento, emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010; DR/2015/3181 del 23/09/2015 Firmatari: De Vivo Arturo U.S.R. IL RETTORE VISTO VISTO lo Statuto dell Ateneo; l artt. 15 del vigente Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO il Regolamento di funzionamento

Dettagli

Via Tornura, C.F. 85007440184 27023 Cassolnovo - PV - E-mail: pvic80300l@istruzione.it

Via Tornura, C.F. 85007440184 27023 Cassolnovo - PV - E-mail: pvic80300l@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CARLO DEL PRETE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 Grado (CON SEDI IN CASSOLNOVO MOLINO DEL CONTE -

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Paolo Frisi Monza

Liceo Scientifico Statale Paolo Frisi Monza Liceo Scientifico Statale Paolo Frisi Monza Protocollo per gli studenti in mobilità internazionale individuale (approvato dal Collegio dei Docenti del 05/06/2015) Premessa Il presente Regolamento è redatto

Dettagli

COD. PRATICA: 2015-001-944. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1019 DEL 07/09/2015

COD. PRATICA: 2015-001-944. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1019 DEL 07/09/2015 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1019 DEL 07/09/2015 OGGETTO: L. 23.12.1998, n, 448, art. 27 Indirizzi ai Comuni per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri

Dettagli

CONVENZIONE Per l attivazione di un servizio di assistenza sanitari da garantire agli studenti fuori sede nel periodo dell Anno Accademico 2015-2016.

CONVENZIONE Per l attivazione di un servizio di assistenza sanitari da garantire agli studenti fuori sede nel periodo dell Anno Accademico 2015-2016. CONVENZIONE Per l attivazione di un servizio di assistenza sanitari da garantire agli studenti fuori sede nel periodo dell Anno Accademico 2015-2016. L'anno duemilaquindici, il giorno 20 del mese di ottobre

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica OBIETTIVI FORMATIVI Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra M. Melloni Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

Prot. AOODGAI/ 5644 Roma, 20.04.2011

Prot. AOODGAI/ 5644 Roma, 20.04.2011 Prot. AOODGAI/ 5644 Roma, 20.04.2011 Agli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Alla Sovrintendenza Scolastica Regionale Provincia di TRENTO Alla Sovrintendenza Scolastica per la Provincia di All Intendente

Dettagli

LINEE GUIDA TFA FISICA

LINEE GUIDA TFA FISICA LINEE GUIDA TFA FISICA PREMESSA La macchina dei TFA si è ormai messa in moto in molte Università italiane e la Commissione Didattica della SIF ha ritenuto opportuno individuare delle linee guida da proporre

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION. Art. 1 Costituzione. Art. 2 Scopi. Art. 3 Attività strumentali accessorie e connesse

STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION. Art. 1 Costituzione. Art. 2 Scopi. Art. 3 Attività strumentali accessorie e connesse STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION Art. 1 Costituzione 1. E costituita dall Università degli Studi Roma Tre una Fondazione di diritto privato denominata Fondazione Università

Dettagli

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO Allegato n.1 di 3 pagine al Decreto n.50/2016 Anno Accademico 2015/2016 - BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE: A) ATTIVITA CULTURALI E SOCIALI B) ATTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE UNIVERSITARIE PREMESSA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 7 CIRCOLO

DIREZIONE DIDATTICA 7 CIRCOLO DIREZIONE DIDATTICA 7 CIRCOLO di PIACENZA via Emmanueli, 30-29121 Piacenza (PC) Tel. 0523/453812 - Fax 0523/753047 Email: segreteria@settimopc.it casella pec: pcee00700x@pec.istruzione.it sito web: http://www.settimopc.it

Dettagli

La sottoscritta Patrizia La Bella, in qualità di referente per l Educazione Stradale per l Istituto T. Weiss di Trieste, comunica

La sottoscritta Patrizia La Bella, in qualità di referente per l Educazione Stradale per l Istituto T. Weiss di Trieste, comunica lettera ai genitori : informazioni sul progetto Alle famiglie degli alunni della classe II B della Scuola Primaria Virgilio Giotti. Oggetto: Educazione stradale e attività scientifiche collegate. La sottoscritta

Dettagli

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015.

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015. Prot. N 4024/C23 Ariano Irpino 26/08/2015 A tutti i docenti dell IISS Ruggero II Loro sedi Per quanto di competenza alla DSGA Al personale ATA Al sito internet dell Istituto OGGETTO : Comunicato impegni

Dettagli

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO PROPOSTA DI ATTIVAZIONE Master di I livello in Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione Art. 1 Attivazione del Master STATUTO L Università degli Studi

Dettagli

DELIBERA N. 24 DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DEL 27 maggio 2014. Lettura ed approvazione verbale seduta precedente

DELIBERA N. 24 DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DEL 27 maggio 2014. Lettura ed approvazione verbale seduta precedente Ministe Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Tel. 0331 569087 - Fa 0331 564462 e-mail:miic8dl00n@pec.istruzione.it DELIBERA N. 24 DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DEL 27 maggio 2014 Lettura

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Lunedì 3 aprile 2006 Verbale n. 4 Pag. verbale:1 In data 3 aprile 2006 alle ore 13.30 presso la saletta riunioni del Dipartimento di Fisica dell Università degli Studi di Udine, sita in Via delle Scienze

Dettagli

a cura della prof.ssa Anna Nardi Pag. 1

a cura della prof.ssa Anna Nardi Pag. 1 a cura della prof.ssa Anna Nardi Pag. 1 STRUTTURE E SERVIZI DIGITALI ITC FUSINIERI Server Aruba Server Axios Sito web Fusinieri Posta Elettronica Registro Elettronico Area Laboratori INTERNET Gruppo Server

Dettagli

Piano annuale dell attività di Aggiornamento e Formazione Personale Docente

Piano annuale dell attività di Aggiornamento e Formazione Personale Docente ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "ANTONIO GRAMSCI" Albano/Pavona ANNO SCOLASTICO 2014/15 Piano annuale dell attività di Aggiornamento e Formazione Personale Docente PREMESSA La formazione e l aggiornamento

Dettagli

Prot.n.2638 Palau 7 Ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO

Prot.n.2638 Palau 7 Ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO M.I.U.R. UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA ISTITUTO COMPRENSIVO Anna Compagnone SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA 1 GRADO Via del Faro N 1 0 7 0 2 0 P A L A U Tel. 0789-70 95 40 fax

Dettagli

REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) Articolo 1

REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) Articolo 1 REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) INTRODUZIONE Articolo 1 Il Corso di laurea si conclude con la presentazione e discussione di una tesi progettuale,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. CORAZZA STEFANO Data di nascita 11/06/1960 Qualifica. Dirigente II Fascia Amministrazione

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome. CORAZZA STEFANO Data di nascita 11/06/1960 Qualifica. Dirigente II Fascia Amministrazione CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CORAZZA STEFANO Data di nascita 11/06/1960 Qualifica Dirigente II Fascia Amministrazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BOLOGNA Incarico attuale Dirigente - UNITA'

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni

ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni ORDINE DEL GIORNO N. 1 Comunicazioni del Presidente. Non vi sono comunicazioni di sorta ORDINE DEL GIORNO N.2 Rinnovo contratti ricercatori a tempo determinato - determinazioni Il Presidente ricorda preliminarmente

Dettagli

RELAZIONE DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO GENERALE ANNO 2014

RELAZIONE DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO GENERALE ANNO 2014 VERBALE N. 4 L anno 205 i giorni 9 e 0 marzo si sono recati presso la sede dell Accademia di Belle Arti di Bologna, via Belle Arti n. 54, i revisori dei conti, dott. Gianfranco Minisola in rappresentanza

Dettagli

GUIDA PER GENITORI STRANIERI

GUIDA PER GENITORI STRANIERI GUIDA PER GENITORI STRANIERI SUL FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA IN ITALIA Prime informazioni per l'accoglienza dei vostri figli e delle vostre figlie a scuola pag. 2 BENVENUTI, BENVENUTE A E NELLE SUE SCUOLE

Dettagli

Istituto Comprensivo Capraro 1 C.D. Procida

Istituto Comprensivo Capraro 1 C.D. Procida Istituto Comprensivo Capraro 1 C.D. Procida Questionario rilevazione bisogni formativi dei docenti 1. Anno dell ultima esperienza di aggiornamento o formazione professionale effettuata Dopo 2010 2009 o

Dettagli

Prot. MIUR-AOOUSPBG-RU-2243/C12a-11/02/2010-U Bergamo, 11 febbraio 2010

Prot. MIUR-AOOUSPBG-RU-2243/C12a-11/02/2010-U Bergamo, 11 febbraio 2010 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo AREA D Supporto alla Scuola e alla Didattica Ufficio Orientamento Scuola/Lavoro Riforma Scolastica Via

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE ACCCADEMIA DELLA MONTAGNA DEL TRENTINO

VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE ACCCADEMIA DELLA MONTAGNA DEL TRENTINO VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE ACCCADEMIA DELLA MONTAGNA DEL TRENTINO Alle ore 15.00 del giorno 4 luglio 2011 presso la sede dell Accademia della Montagna del Trentino, in via Jacopo

Dettagli

Circolare n. 59 Perugia, 30 settembre 2015. A tutti i Docenti Al personale A.T.A. Sede

Circolare n. 59 Perugia, 30 settembre 2015. A tutti i Docenti Al personale A.T.A. Sede Chimica, Materiali e Biotecnologie Grafica e Comunicazione Trasporti e Logistica Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Scuol@2.0 Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06135 Perugia Centralino

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO Art. 1) 1.1 È costituita una Associazione denominata Centro Studi Americani (di seguito il Centro ). L Associazione non ha scopi

Dettagli

VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015

VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015 VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015 Il giorno 19 maggio 2015, alle ore 14,30, nei locali dell Aula Magna dell Istituto Roncalli, su convocazione scritta, si riunisce il Collegio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master Rep. n. 189-013 - Prot. n. 31 del 19/09/013 Allegati / Anno 013 tit. III cl. 5 fasc.9 DIPARTIMENTO DI SCIENZE

Dettagli

I. C. - AZZANO S. PAOLO

I. C. - AZZANO S. PAOLO Ministero della Pubblica Istruzione I. C. - AZZANO S. PAOLO Via don Gonella, 4 24052 AZZANO S. PAOLO TEL. 035 530078 FA 035 530791 INDIRIZZO INTERNET: www.azzanoscuole.gov.it E-MAIL bgic82300dstruzione.it

Dettagli

IL RETTORE. VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l art. 2 del Regolamento Didattico di Ateneo;

IL RETTORE. VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l art. 2 del Regolamento Didattico di Ateneo; Area Servizi per gli Studenti e Relazioni con il Pubblico Divisione Segreterie Studenti Repertorio Prot IL RETTORE VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA PROCEDURA PUBBLICA DI SELEZIONE, PER TITOLI, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO DI COLLABORAZIONE

Dettagli

Punti all Ordine del Giorno:

Punti all Ordine del Giorno: VERBALE DEL CONSIGLIO D ISTITUTO 07-02-2013 Il giorno 7 febbraio 2013 si è riunito il Consiglio d Istituto (di seguito CI) La seduta inizia alle ore 18.00 e si conclude allo ore 00.45. Presenti: 1. Dirigente

Dettagli

Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015

Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015 Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015 (ai sensi dell art. 14 del Regolamento dei corsi di dottorato di ricerca emanato con D.R. n. 1548 del 7 agosto 2013)

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

Divisione Politiche per gli Studenti Ufficio Orientamento Staff del Rettore

Divisione Politiche per gli Studenti Ufficio Orientamento Staff del Rettore Divisione Politiche per gli Studenti Ufficio Sono in corso, presso le Facoltà, le Giornate di Vita Universitaria, incontri di orientamento destinati agli studenti delle scuole medie superiori. Gli incontri,

Dettagli

PROGRAMMA LLP - ERASMUS BANDO DI MOBILITA DOCENTI A.A. 2013/2014

PROGRAMMA LLP - ERASMUS BANDO DI MOBILITA DOCENTI A.A. 2013/2014 PROGRAMMA LLP - ERASMUS BANDO DI MOBILITA DOCENTI A.A. 2013/2014 Nell ambito del Programma LLP ERASMUS l Università di Trieste promuove accordi di mobilità con Istituzioni universitarie estere che siano

Dettagli

CONDIZIONI ECONOMICO-SOCIALI E RENDIMENTO SCOLASTICO e/o in alternativa EVOLUZIONE DEL MERCATO DEL LAVORO NELL ULTIMO DECENNIO

CONDIZIONI ECONOMICO-SOCIALI E RENDIMENTO SCOLASTICO e/o in alternativa EVOLUZIONE DEL MERCATO DEL LAVORO NELL ULTIMO DECENNIO ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO A. VOLTA 70032 BITONTO (BA) Via Matteotti n. 197 Distretto scolastico n. 8 Codice Fiscale 80007640727 Indirizzi: MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA - ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PRELIMINARE

VERBALE DELLA RIUNIONE PRELIMINARE VALUTAZIONE COMPARATIVA A N. 1 POSTO DI PROFESSORE ASSOCIATO PRESSO LA CLASSE ACCADEMICA DI SCIENZE SPERIMENTALI - SETTORE DI INGEGNERIA INDUSTRIALE E DELL INFORMAZIONE DELLA SCUOLA SUPERIORE DI STUDI

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO

LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PROGRAMMA ANNUALE Il Programma annuale è lo strumento per la gestione finanziaria del

Dettagli

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Centro Universitario di Mediazione n. 209 registro Ministero della Giustizia REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE Articolo 1 Costituzione del Centro Il presente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI TELEMATICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI TELEMATICA D.R. n. 3 del 30/06/2009 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi Guglielmo Marconi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 127 del 31 maggio 2008; VISTO il Regolamento Didattico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E.F.di SAVOIA di CASORATE PRIMO. Verbale della seduta del C.d.I del 12.02.2015

ISTITUTO COMPRENSIVO E.F.di SAVOIA di CASORATE PRIMO. Verbale della seduta del C.d.I del 12.02.2015 ISTITUTO COMPRENSIVO E.F.di SAVOIA di CASORATE PRIMO Verbale della seduta del C.d.I del 12.02.2015 Il giorno 12.02.2015, alle ore 17.30, presso i locali della scuola secondaria di Casorate Primo, è convocato

Dettagli

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n.

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. 42/1997) 1) le domande di iscrizione all Albo degli Istituti culturali della

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Q. Sella

Istituto Istruzione Superiore Q. Sella VERBALE DEL COLLEGIO DEI DOCENTI DEL GIORNO 12 Giugno 2014 Oggi, 12 giugno 2014 alle ore 10,00, presso l aula magna si è riunito il Collegio Docenti dell Istituto d Istruzione Superiore Q. Sella di Biella

Dettagli

I Lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale a.a. 2015/16

I Lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale a.a. 2015/16 I Lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale a.a. 2015/16 Polo della Sardegna ITALIANO Sede di Cagliari a cura di Cristina Lavinio Finalità del corso Nello spirito del progetto nazionale

Dettagli

Corso di Aggiornamento Professionale Parlare in pubblico. Comunicare, insegnare, apprendere con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)

Corso di Aggiornamento Professionale Parlare in pubblico. Comunicare, insegnare, apprendere con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) IL CORSO Il Corso di Formazione e Aggiornamento professionale "Parlare in pubblico" è organizzato dal Communication Strategies Lab, del Dipartimento di Scienze dell'educazione e dei processi culturali

Dettagli

Direzione cultura, turismo e sport Settore biblioteche, archivi e istituti culturali

Direzione cultura, turismo e sport Settore biblioteche, archivi e istituti culturali Direzione cultura, turismo e sport Settore biblioteche, archivi e istituti culturali Bando l assegnazione di contributi da destinare ad interventi di digitalizzazione e valorizzazione delle testate giornalistiche

Dettagli

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2014 - Articolo

Dettagli

Riunione Data: Orario Approvato il Sede: Nr.4 11/10/12 11.10 Seduta stante Sala Consiglio del Rettorato

Riunione Data: Orario Approvato il Sede: Nr.4 11/10/12 11.10 Seduta stante Sala Consiglio del Rettorato Riunione Data: Orario Approvato il Sede: Nr.4 11/10/12 11.10 Seduta stante Sala Consiglio del Rettorato Presente Assente Note Presidente Prof. Michele SCUDIERO Componenti Prof.ssa Anna Maria GUERRIERI

Dettagli

Programma Triennale della Trasparenza e l Integrità della Associazione Sistema Musica - 2015/2018

Programma Triennale della Trasparenza e l Integrità della Associazione Sistema Musica - 2015/2018 Programma Triennale della Trasparenza e l Integrità della Associazione Sistema Musica - 2015/2018 A cura del Responsabile della Trasparenza, Dott. Mario Bonada Approvato dal Consiglio d Amministrazione

Dettagli