Codice Lettera Risultato AMMESSO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Codice Lettera Risultato AMMESSO"

Transcript

1 Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 1 - Studi sull utilizzo di psicofarmaci nei bambini e negli adolescenti. Codice Lettera Risultato 306 FARM64MR3P STUDIO RANDOMIZZATO, CONTROLLATO VS PLACEDO, IN DOPPIO CIECO DI FASE II SULL EFFICACIA DI VALPROATO 10-20MG/KG/DIE SUI DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI 307 FARM6BBHSL TRATTAMENTO INTEGRATO CON FARMACI ATTIVI SUL SISTEMA SEROTONINERGICO E PSICOTERAPIA COGNITIVO- COMPORTAMENTALE IN BAMBINI E ADOLESCENTI AFFETTI DA ANORESSIA NERVOSA. 308 FARM6BWSLY PRESCRIZIONE E SICUREZZA DEI FARMACI PSICOTROPI IN INFANZIA ED ADOLESCENZA 309 FARM6CNZRR TRATTAMENTI CON ANTIDEPRESSIVI NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI : APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA E INSORGENZA DI REAZIONI AVVERSE 310 FARM6E5RR2 EFFICACIA E TOLLERABILITÀ DI ARIPIPRAZOLO NEL TRATTAMENTO DELLE PSICOSI IN ADOLESCENZA: STUDIO RANDOMIZZATO CONTROLLATO CON RISPERIDONE 311 FARM6FYC2R PROFILO DI SICUREZZA DEI FARMACI ANTIPSICOTICI IN UNA POPOLAZIONE DI BAMBINI ED ADOLESCENTI DELL ITALIA MERIDIONALE. UNO STUDIO DI CONFRONTO TRA ANTIPSICOTICI DI I E II GENERAZIONE. 312 FARM6JANP3 STUDIO OSSERVAZIONALE SULLA CORRELAZIONE TRA REGIME TERAPEUTICO E OUTCOME IN SOGGETTI IN ETÀ EVOLUTIVA AFFETTI DA DISTURBO AUTISTICO 313 FARM6JTS2Z ANTIPSICOTICI IN BAMBINI ED ADOLESCENTI: DATABASE NAZIONALE PER FARMACOVIGILANZA A LUNGO TERMINE IN ITALIA 314 FARM6KAY7C CORRELAZIONE TRA PARAMETRI CLINICI, MARCATORI BIOMOLECOLARI E PARAMETRI MORFOVOLUMETRICI CEREBRALI PER LA VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DI TRATTAMENTI FARMACOLOGICI CON INIBITORI DEL REUPTAKE DELLA SEROTONINA (SSRI) IN BAMBINI CON SINDROME DI DOWN E SINDR 315 FARM6PMK5W PSICOFARMACI IN ETÀ EVOLUTIVA GLOBALITÀ DI INTERVENTI E TERAPIA FARMACOLOGICA NELLA PSICOPATOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA EPIDEMIOLOGIA DEI PAZIENTI TRATTATI CON PSICOFARMACI IN CARICO PRESSO LE U.O.NPIA DELLA PROVINCIA DI BRESCIA (TRIENNIO ) :APPRO 316 FARM6PPK4Z DISTURBI DEL COMPORTAMENTO NEI DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO: VALUTAZIONE DI EFFICACIA, TOLLERABILITA E QUALITA DELLA VITA NELL UTILIZZO DI OLANZAPINA E ALOPERIDOLO 317 FARM6WYMB4 FARMACOEPIDEMIOLOGIA DEL DISTURBO BIPOLARE IN ETA EVOLUTIVA: EFFICACIA, SICUREZZA E FATTORI CONDIZIONANTI LA RISPOSTA 318 FARM6YLX9B STUDIO SPERIMENTALE IN CROSS-OVER E DOPPIO CIECO, CONTROLLATO CON PLACEBO, SULL EFFICACIA DI REBOXETINA NEL TRATTAMENTO FARMACOLOGICO DI BAMBINI/ADOLESCENTI AFFETTI DA DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ TIPO COMBINATO 319 FARM6Z3KX9 VALUTAZIONE (IN TERMINI DI EFFICACIA E SICUREZZA) DEI PERCORSI DIAGNOSTICI E TERAPEUTICI DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI CHE UTILIZZANO PSICOFARMACI IN 27 ASL Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 2 - Studi sul trattamento con farmaci antipsicotici dei disturbi del comportamento dei pazienti con demenza

2 Codice Lettera Risultato 320 FARM632HSE CONFRONTO TRA DIVERSE MODALITÀ DI TRATTAMENTO (FARMACOLOGICO E NON) DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO NEI PAZIENTI CON DEMENZA OSPITI DI STRUTTURE RESIDENZIALI (RSA E CASE DI RIPOSO) 321 FARM64CN4E SICUREZZA DEGLI ANTIPSICOTICI TIPICI E DI SECONDA GENERAZIONE NELL ANZIANO CON DEMENZA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO 322 FARM68SY5C ANTIPSICOTICI E DEMENZA DI ALZHEIMER: UNA SPERIMENTAZIONE CLINICA MULTICENTRICA A LUNGO TERMINE 323 FARM69JPMT STUDIO CLINICO PER LA COMPARAZIONE DELL EFFICACIA E DELLA TOLLERABILITA DI UN TRATTAMENTO CON NEUROLETTICI TIPICI (ALOPERIDOLO) VS NEUROLETTICI DI NUOVA GENERAZIONE (QUETIAPINA) IN PAZIENTI AFFETTI DA DEMENZA TIPO ALZHEIMER CHE PRESENTANO DISTURBI COMPO 324 FARM6C23J3 VALUTAZIONE DELL UTILIZZO DELLA QUIETIAPINA NEI DISTURBI DI COMPORTAMENTO CONSEGUENTI A TRAUMA CRANICO 325 FARM6HAZLN FARMACOVIGILANZA ATTIVA SULL'IMPIEGO OFF-LABEL DI FARMACI ANTIPSICOTICI NEL TRATTAMENTO DEI BPSD (BEHAVIOURAL AND PSYCOLOGICAL SYMPTOMS PF DEMENTIA): OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO SU EVENTI AVVERSI ED INTERAZIONI FARMACOLOGICHE 326 FARM6ML32S STUDIO OSSERVAZIONALE SUL PROFILO DI RISCHIO DEI FARMACI ANTIPSICOTICI NEL TRATTAMENTO DEI BPSD ("BEHAVIOURAL AND PSYCHOLOGICAL SYMPTOMS OF DEMENTIA") 327 FARM6MYBN5 VALUTAZIONE DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE IN PAZIENTI CON DEMENZA VASCOLARE, DI ALZHEIMER E A CORPI DI LEWY TRATTATI CON NEUROLETTICI TIPICI E DI SECONDA GENERAZIONE. 328 FARM6PY29A STUDIO DI EFFICACIA FARMACI ANTIPSICOTICI TIPICI E ATIPICI SUI DISTURBI COMPORTAMENTALI ASSOCIATI A MALATTIA DI ALZHEIMER 329 FARM6XT95Y MORTALITA ASSOCIATA ALL USO DI ANTIPSICOTICI ATIPICI E CONVENZIONALI IN UNA POPOLAZIONE DI ANZIANI AFFETTI DA DEMENZA 330 FARM6ZEMBP VALUTAZIONE DELLLA MORTALITÀ ASSOCIATA CON L USO DI FARMACI ANTIPSICOTICI CONVENZIONALI E NON CONVENZIONALI NELLA POPOLAZIONE ANZIANA. 331 FARM6ZT39B STRATEGIE DI MIGLIORAMENTO DELL APPROPRIATEZZA DEL TRATTAMENTO CON ANTIPSICOTICI NEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO NEI PAZIENTI CON DEMENZA Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 3 - Studi sui trattamenti farmacologici nella donna in gravidanza e nella preparazione farmacologica ad inte assistita. Codice Lettera Risultato 332 FARM64BT83 CONFRONTO TRA METFORMINA E ROSIGLITAZONE NEL TRATTAMENTO DELLA SINDROME DELL OVAIO POLICISTICO 333 FARM64RRR4 IMMUNO-PROFILASSI ANTI-D NELLE AMNIOCENTESI, VILLOCENTESI, NEGLI ABORTI SPONTANEI E NELLE I.V.G. PRIMA DELLE 12 SETTIMANE GESTAZIONALI. E REALMENTE UTILE? 334 FARM6874NE VALUTAZIONE COMPARATIVA DELL EFFICACIA DELLA SOMMINISTRAZIONE DI CABERGOLINA RISPETTO AL COASTING NELLA PREVENZIONE DELLA SINDROME DA IPERSTIMOLAZIONE OVARICA (OHSS) PRECOCE GRAVE

3 335 FARM69ZRCM STUDIO PROSPETTICO RANDOMIZZATO, MULTICENTRICO, SULL'EFFICACIA TERAPEUTICA DELL'FSH RICOMBINANTE VERSUS HMG ALTAMENTE PURIFICATO IN CICLI RIPETUTI DI TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA DI II LIVELLO 336 FARM6A2LJF STRATEGIE ALTERNATIVE DI STIMOLAZIONE ORMONALE NELLA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) 337 FARM6AN982 FARMACOGENETICA DELLA STIMOLAZIONE OVARICA NEI PROGRAMMI DI FECONDAZIONE ASSISTITA 338 FARM6ARX8X TRIAL CONTROLLATO RANDOMIZZATO IN APERTO SULL USO DELLA GLIBENGLAMIDE NEL TRATTAMENTO DEL DIABETE IN GRAVIDANZA 339 FARM6FMKS7 RUOLO DELLA TROMBOPROFILASSI NELLE DONNE IN GRAVIDANZA CON STORIA DI COMPLICANZE OSTETRICHE 340 FARM6HH8SE VALUTAZIONE DELL'EFFETTO EMBRIO-FETO-NEONATALE DEL TRATTAMENTO FARMACOLOGICO EFFETTUATO IN GRAVIDANZA DA DONNE AFFETTE DA DEPRESSIONE/ALTERAZIONE DELLO STATO DELL'UMORE 341 FARM6HSNBN VALUTAZIONE DI NON INFERIORITA'DI MENOTROPINE ESTRATTIVE URINARIE ALTAMENTE PURIFICATE RISPETTO A FOLLITROPINA ALFA RICOMBINANTE NELLA PRODUZIONE DI EMBRIONI UMANI DI I GRADO IN TECNICHE PMA 342 FARM6JN58H CORREZIONE DEL RISCHIO TROMBOTICO MATERNO-FETALE IN DONNE SOTTOPOSTE AD INTERVENTO DI FECONDAZIONE ASSISTITA. 343 FARM6JXXS4 PAZIENTI CON RIDOTTA RISERVA OVARICA E CICLI FIVET-ICSI. STUDIO RANDOMIZZATO SUL CONFRONTO TRA UN PROTOCOLLO CON ALTE DOSI DI GONADOTROPINE ED UN PROTOCOLLO CON SOLO CLOMIFENE CITRATO. VALUTAZIONE DI EFFICACIA CLINICA ED ANALISI ECONOMICA. 344 FARM6KWTCT IDENTIFICAZIONE DEL DOSAGGIO DI ACIDO FOLICO EFFICACE NEL RIDURRE LE MALFORMAZIONI CONGENITE NEL LORO INSIEME, LE CARDIOPATIE CONGENITE, LA SINDROME DI DOWN. TRIAL CLINICO CONTROLLATO RANDOMIZZATO NELLE DONNE IN ETÀ FERTILE: 5 MG VERSO 0,4 MG DI ACIDO FOL 345 FARM6L34MY EFFICACIA, TOLLERABILITA' ED EFFETTI SULLA PROGNOSI MATERNA E FETALE DI METILDOPA VS NIFEDIPINA GITS IN DONNE GRAVIDE CON SEVERA IPERTENSIONE INDOTTA DALLA GRAVIDANZA E/O PREECLAMPSIA. 346 FARM6MSXHT EFFICACIA DI PROTOCOLLI DI STIMOLAZIONE OVARICA A DOSI DIMEZZATE RISPETTO ALLO STANDARD NEI CICLI DI FECONDAZIONE IN VITRO 347 FARM6RKX5W ATTIVAZIONE DI UNA SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA CASO- CONTROLLO SULL EFFETTO DELL ASSUNZIONE DI FARMACI IN PROSSIMITÀ DEL PARTO SUL NEONATO 348 FARM6Y7942 VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELLA TERAPIA PROGESTINICA NELLA MINACCIA D ABORTO Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 4 - Valutazione del profilo beneficio-rischio nel trattamento con bifosfonati. Codice Lettera Risultato 349 FARM62JPHC rilevazione clinica dell'incidenza dell'osteonecrosi mascellare da bifosfonati in una popolazione oncologica trattata o non trattata con tali farmaci 350 FARM62XANS IL RUOLO DEI BIFOSFONATI NELLE REAZIONI AVVERSE DA FARMACO NEL TRATTAMENTO DELLA PREVENZIONE PRIMARIA E SECONDARIA DELLE FRATTURE OSTEOPOROTICHE. REALTÀ REGIONALI A CONFRONTO.

4 351 FARM63PXB8 STUDIO PROSPETTICO OSSERVAZIONALE SULL INCIDENZA DI OSTEONECROSI DEI MASCELLARI (ONJ) IN DONNE CON CARCINOMA MAMMARIO IN TRATTAMENTO ORMONALE ADIUVANTE CON INIBITORI DELL AROMATASI E CHE RICEVONO ACIDO ZOLEDRONICO PER IL TRATTAMENTO DELL OSTEOPOROSI 352 FARM64SEAR FATTORI DI RISCHIO ASSOCIATI ALL INSORGENZA DI OSTEONECROSI MANDIBOLARE IN PAZIENTI ONCOLOGICI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO CON DIFOSFONATI: STUDIO CASO- CONTROLLO 353 FARM6A5SH9 VALUTAZIONE DELL'INSORGENZA DI OSTEONECROSI DELLA MANDIBOLA IN PAZIENTI TRATTATI CON BISFOSFONATI 354 FARM6FBN7C VALUTAZIONE DELL'INCIDENZA DI OSTEONECROSI IN CORSO DI TRATTAMENTO CON BISFOSFONATI PER VIA ORALE ED INIETTIVA. REGISTRO E STUDIO OSSERVAZIONALE. 355 FARM6FRWZE INCIDENZA DELL OSTEONECROSI DEI MASCELLARI (ONM) E DELLE COMPLICANZE SCHELETRICHE IN PAZIENTI CON METASTASI OSSEE CHE INIZIANO IL TRATTAMENTO CON BISFOSFONATI DOPO PROGRAMMA DI PREVENZIONE DENTALE 356 FARM6H84W3 RISONANZA MAGNETICA DINAMICA (DCE-MR) NELLA DIAGNOSI PRECOCE E NEL MONITORAGGIO DEL TRATTAMENTO NELLA OSTEONECROSI DEI MASCELLARI DA BIFOSFONATI 357 FARM6JNEAM ANALISI SUL PROFILO RISCHIO/BENEFICIO DEL TRATTAMENTO CON BIFOSFONATI PER LA PROFILASSI SECONDARIA DELLE FRATTURE OSTEOPOROTICHE: RISULTATI DA UNO STUDIO DI COORTE CON DATABASE AMMINISTRATIVI 358 FARM6KCBPE STUDIO DEL PROFILO DI RISCHIO DEI BIFOSFONATI ATTRAVERSO UN SISTEMA DI ALERT A SUPPORTO DELLA FARMACOVIGILANZA ATTIVA A PARTIRE DAI DATI DEL PROGETTO ARNO 359 FARM6KNB5H STUDIO OSSERVAZIONALE, PROSPETTICO,MULTICENTRICO DI MONITORAGGIO E PREVENZIONE DELLE OSTEONECROSI MASCELLARI (ONJ) IN PAZIENTI IN TERAPIA CON BISFOSFONATI (BF) 360 FARM6YK94T IMPATTO DELLA CORREZIONE DELL IPERPARATIROIDISMO SECONDARIO INDOTTO DA ACIDO ZOLEDRONICO NEL MIGLIORARE LA SOPRAVVIVENZA E PREVENIRE L INSORGENZA DI OSTEONECROSI IN PAZIENTI CON METASTASI OSSEE DA CARCINOMA PROSTATICO. UNO STUDIO CONTROLLATO E RANDOMIZZAT Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 5 - Studi sugli interventi di profilassi o terapia dell epatite virale cronica B. N Codice Lettera Risultato 361 FARM62344W STUDIO OSSERVAZIONALE MULTICENTRICO PER LA VALUTAZIONE DELL EFFICACIA, SICUREZZA E TOLLERABILITÀ DEL TRATTAMENTO ANTIVIRALE A LUNGO TERMINE DI PAZIENTI AFFETTI DA EPATITE CRONICA HBV NELLA PRATICA CLINICA CORRENTE 362 FARM62PCSW OTTIMIZZAZIONE DEL RAPPORTO COSTO/BENEFICIO NELLA PREVENZIONE DELLA RECIDIVA DI INFEZIONE DA HBV DOPO TRAPIANTO DI FEGATO PER MALATTIA HBV CORRELATA: UNO STUDIO PILOTA BASATO SULL USO DEL VACCINO RICOMBINANTE S CON UNA SCHEDULA RINFORZATA 363 FARM633KPM STUDIO SPERIMENTALE DI NUOVE STRATEGIE TERAPEUTICHE ED ANALISI DI COSTO-EFFICACIA DELLA TERAPIA DELL EPATITE CRONICA DA VIRUS B (HBV): ESPERIENZA DEL NETWORK EPATOLOGICO COEPVE

5 364 FARM67NFPN VALUTAZIONE DELLA RISPOSTA ANTICORPALE E DELLA PERSISTENZA DELLA MEMORIA IMMUNOLOGICA VERSO L'EPATITE B IN COORTI DI BAMBINI VACCINATI CON VACCINI ESAVALENTI. 365 FARM6RKXBZ VALUTAZIONE DELLA PERSISTENZA A LUNGO TERMINE DELLA RISPOSTA ANTICORPALE CONTRO IL VIRUS DELL EPATITE B DOPO SOMMINISTRAZIONE DI VACCINI ESA- E MONOVALENTI. 366 FARM6S738E STUDIO OSSERVAZIONALE DI VALUTAZIONE COSTO-UTILITÀ DI STRATEGIE TERAPEUTICHE ALTERNATIVE PER L INFEZIONE CRONICA DA HBV Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 6 - Studi sui trattamenti farmacologici per la cefalea cronica. N Codice Lettera Risultato 367 FARM62SHT3 CONFRONTO DI EFFICACIA E SICUREZZA DI DUE SCHEMI TERAPEUTICI DI DIVERSA LUNGHEZZA TEMPORALE NEL TRATTAMENTO DI PROFILASSI DELL EMICRANIA. 368 FARM67FP3H PREVALENZA DELLA CEFALEA CRONICA QUOTIDIANA CON E SENZA IPERUSO DI ANALGESICI NELLA POPOLAZIONE ADULTA. EFFICACIA DI UN PROGRAMMA DI EDUCAZIONE DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE SUL MANAGEMENT DELLA CEFALEA CRONICA QUOTIDIANA 369 FARM68RP5Y RUOLO DELLA RISONANZA MAGNETICA FUNZIONALE E MORFOLOGICA NELLA CEFALEA CRONICA. IDENTIFICAZIONE DI FATTORI PREDITTIVI DI RESISTENZA E DIPENDENZA AI FARMACI ANALGESICI. 370 FARM68WWP5 STUDIO OSSERVAZIONALE SUL CORRETTO APPROCCIO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE (MMG) AL PROBLEMA DELLA CEFALEA CRONICA: DIAGNOSI, TRATTAMENTO ED EFFETTI COLLATERALI 371 FARM6BK5XF STUDIO SULL EFFICACIA DELL AGOPUNTURA NELLA TERAPIA DELLA CEFALEA DA USO ECCESSIVO DI FARMACI. 372 FARM6C3HS9 STRATEGIE TERAPEUTICHE IN BAMBINI CON CEFALEA PRIMARIA: STUDIO CLINICO E FARMACO-EPIDEMIOLOGICO IN UN AMPIO CAMPIONE DI BAMBINI SCOLARIZZATI DI ETÀ COMPRESA FRA I 6 E I 10 ANNI FREQUENTANTI LA SCUOLA PRIMARIA DELLA CITTÀ DI BRINDISI 373 FARM6LNEAA STUDIO MULTICENTRICO DI CONFRONTO TRA DIVERSE STRATEGIE TERAPEUTICHE NELLA CEFALEA DA USO ECCESSIVO DI FARMACI 374 FARM6N8WMA OTTIMIZZAZIONE TERAPEUTICA NEI PAZIENTI CON CEFALEA CRONICA DA ABUSO DI FARMACI MEDIANTE VALUTAZIONE DEL SISTEMA NOCICETTIVO TRIGEMINALE, DEI MECCANISMI DI INIBIZIONE DEL DOLORE E DELLA PLASTICITÀ SINAPTICA DEI CIRCUITI ECCITATORI ED INIBITORI PRIMA E DOP 375 FARM6TT8SP VALPROATO DI SODIO NEL TRATTAMENTO DELLA CEFALEA CRONICA DA ABUSO DI FARMACI SINTOMATICI: STUDIO CLINICO CONTROLLATO RANDOMIZZATO Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 7 - Studi sull impiego dell albumina e delle immunoglobuline nella pratica clinica. N Codice Lettera Risultato 376 FARM62L7KR STUDIO SULL APPROPRIATEZZA E SULLA SICUREZZA D USO DELL ALBUMINA E DELLE IMMUNOGLOBULINE ENDOVENOSE

6 377 FARM698FWK TERAPIA CON ALBUMINA UMANA NELLA PRATICA CLINICA - STUDIO MULTICENTRICO ITALIANO SULL'APPROPRIATEZZA DELL'INDICAZIONE CLINICA 378 FARM6ANEWL VALUTAZIONE DELL EFFICACIA, DELL APPROPRIATEZZA E DEL BENEFICIO ATTRIBUIBILE DELLA PROFILASSI PASSIVA DELLE INFEZIONI DA VIRUS RESPIRATORIO SINCIZIALE (VRS) NELLA PRIMA INFANZIA CON L USO DI IMMUNOGLOBULINE MONOCLONALI (SYNAGIS ) 379 FARM6FF5E9 EFFICACIA DI DUE STRATEGIE DI IMPLEMENTAZIONE NELL'INCREMENTARE L'APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA DELL'ALBUMINA IN OSPEDALE 380 FARM6FJ4MN FABBISOGNO DEI FARMACI EMODERIVATI ALBUMINA E IMMUNOGLOBULINE IN RAPPORTO AL LORO APPROPRIATO UTILIZZO CLINICO 381 FARM6JS3R5 Efficacia della somministrazione di albumina nel rimpiazzo/espansione volemica dei pazienti con sepsi severa e shock settico. 382 FARM6MA2FN UTILIZZO DELLE IMMUNOGLOBULINE ARRICHITE IN IGM NEI BAMBINI CON SEPSI SOTTO I TRE ANNI DI ETÀ 383 FARM6P824B IMPIEGO DELL'ALBUMINA UMANA NEL TRATTAMENTO DELL'ASCITE NON COMPLICATA O REFRATTARIA IN PAZIENTI AFFETTI DA CIRROSI EPATICA. STUDIO CLINICO RANDOMIZZATO Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 8 - Studi sull utilizzo dei trattamenti farmacologici combinati in pazienti anziani con patologie multiple. N Codice Lettera Risultato 384 FARM62B275 LA PROFILASSI DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE NEGLI INTERVENTI DI BYPASS AORTOCORONARICO NEL PAZIENTE ANZIANO: PROPANOLOLO E AMIODARONE A CONFRONTO 385 FARM62CR9M RIVALUTAZIONE DELL' ATTIVITÀ DEI FARMACI MUCOATTIVI I farmaci mucoattivi sono certamente farmaci di comune impiego in varie patologie delle alte e basse vie aeree in cui siano presenti fenomeni di iperviscosità delle secrezioni mucose nasali o tracheo-br 386 FARM62SW79 VALUTAZIONE DELL'IMPATTO SULL'OUTCOME A BREVE E LUNGO TERMINE DELLE TERAPIE IPOGLICEMIZZANTI E IPOLIPEMIZZANTI, IN ATTO AL MOMENTO DEL RICOVERO PER SINDROME CORONARICA ACUTA IN PAZIENTI CON DIABETE MELLITO E DISLIPIDEMIA DI ETÀ MAGGIORE DI 60 ANNI. 387 FARM632WRX EFFETTO DEL TRATTAMENTO COMBINATO CON ACE INIBITORI, ASPIRINA, BETA BLOCCANTI E STATINE SECONDO LINEE-GUIDA IN PAZIENTI ANZIANI CON PATOLOGIE MULTIPLE 388 FARM642ESM ATTIVAZIONE E VALUTAZIONE DI UNA PRESA IN CARICO INFERMIERISTICA PER MIGLIORARE LA COMPLIANCE PER LA TERAPIA FARMACOLOGICA DEI PAZIENTI ANZIANI CON PATOLOGIE MULTIPLE 389 FARM655JTS STUDIO PROSPETTICO DELL EFFETTO DELLA TERAPIA DOPAMINERGICA SUL RISCHIO DI FIBROSI VALVOLARE IN PAZIENTI PARKINSONIANI CON DIABETE E CARDIOVASCULOPATIE. 390 FARM65XA9F Interazioni farmacologiche nei pazienti internistici anziani ospedalizzati 391 FARM67FNEE MIGLIORAMENTO DELLA STIMA DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE NELL ANZIANO MEDIANTE IMPIEGO DI ALGORITMI (FRAMINGAM E PROGETTO CUORE) CORRETTI PER LO SPESSORE MEDIO INTIMALE CAROTIDEO (IMT)

7 392 FARM69KZ7J VALIDAZIONE DATABASE REGIONALE: VALUTAZIONE ACCURATEZZA NELL IDENTIFICAZIONE DELLA DIAGNOSI DI INFARTO DEL MIOCARDIO (IMA). COSTITUZIONE PIATTAFORMA DATI PER STUDI DI FARMACOEPIDEMIOLOGIA. 393 FARM6AMH24 PATTERN PRESCRITTIVI E INDICATORI DI CRONICITÀ E COMPLESSITÀ NELLA POPOLAZIONE ANZIANA UTILIZZANDO I DATI DEL PROGETTO ARNO 394 FARM6ATPPZ LA MALATTIA CRONICA NELL'ANZIANO: ASPETTI SISTEMICI, COMORBIDITA' E IMPATTO DELLE TERAPIE COMPLESSE 395 FARM6B5AHC STUDIO DI EFFICACIA SULLA RIDUZIONE DELL INTROITO ALIMENTARE DI PROTEINE CON SUPPLEMENTI DI CHETOANALOGHI NELLA STRATEGIA TERAPEUTICA PER RIDURRE LA PROTEINURIA RESIDUA NEI PAZIENTI AFFETTI DA MALATTIA RENALE CRONICA 396 FARM6BCTL7 Eventi avversi associati all uso di FANS in una persone anziane con patologia cardiovascolare ed osteoartrosi in profilassi con ASA 397 FARM6BE7SS TRATTAMENTO CON CICLOSPORINA A (CSA) DI PATOLOGIE AUTOIMMUNI SISTEMICHE CON CONCOMITANTE INFEZIONE DA VIRUS DELL EPATITE C (HCV): STUDIO CLINICO MULTICENTRICO IN APERTO 398 FARM6BYNBT EVITABILITA DI EVENTI CLINICI ACUTI IN PAZIENTI ANZIANI CON IPERTENSIONE SISTOLICA AD ELEVATO RISCHIO CARDIOVASCOLARE CON PRESENZA O ASSENZA DI DIABETE MELLITO IN TRATTAMENTO FARMACOLOGICO. 399 FARM6C3PM4 Rischio cardiovascolare dei pazienti affetti da precoce artrite reumatoide in trattamento con farmaci anti TNF-a: studio ecocardiografico con stress farmacologico per lo studio della cinesi ventricolare sinistra e della riserva coronarica 400 FARM6E22XS RIDUZIONE DI EMOTRASFUSIONI IN CARDIOCHIRURGIA CON DESMOPRESSINA. UNO STUDIO RANDOMIZZATO. 401 FARM6E9JH7 EFFETTI DELLA ADEGUATEZZA DEL TRATTAMENTO DI PAZIENTI ULTRASETTANTENNI DIABETICI E IPERTESI SULLE COMPLICANZE E GLI EVENTI AVVERSI 402 FARM6FJXTF TRATTAMENTO FARMACOLOGICO PERSONALIZZATO NEL GRANDE ANZIANO AFFETTO DA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE E COMORBILITÀ. IMPATTO DELL INTERVENTO DI UN TEAM MULTIDISCIPLINARE SULL INCIDENZA DI EVENTI AVVERSI E L APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA 403 FARM6H5KA9 STUDIO MULTICENTRICO, RANDOMIZZATO, PROSPETTICO PER VALUTARE L EFFICACIA DELLA TERAPIA MEDICA CON GLUCOCORTICOIDI IN ASSOCIAZIONE O IN SOSPENSIONE DI AMIODARONE IN PAZIENTI ANZIANI CON TIREOTOSSICOSI INDOTTA DA AMIODARONE DI TIPO DISTRUTTIVO. 404 FARM6HF2T3 REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI FARMACOVIGILANZA ATTIVA A SUPPORTO DELLA CONTINUITA ASSITENZIALE IN PAZIENTI ANZIANI DOPO DEGENZA IN AREA DI RIABILITAZIONE MOTORIA. 405 FARM6KHL9A FARMACOEPIDEMIOLOGIA SUL PROFILO RISCHIO-BENEFICIO DELL USO DEI FARMACI ANTIIPERTENSIVI NELLA PREVENZIONE DELL INSORGENZA DI TUMORI: STUDIO DI COORTE SULLA POPOLAZIONE LOMBARDA AFFERENTE AD UNA RETE DI MEDICI DI MEDICINA GENERALE E AD UNA RETE OSPEDALIERA 406 FARM6KP7B7 USO DEI FARMACI NELL'ANZIANO CON PATOLOGIE MULTIPLE. VALUTAZIONE INTEGRATA OSPEDALE/TERRITORIO DEGLI EFFETTI AVVERSI DOVUTI AI FARMACI, DELLA APPROPRIATEZZA TERAPEUTICA E DELLA CONTINUITÀ TERAPEUTICA 407 FARM6M4SSK IMPLEMENTAZIONE E VALUTAZIONE DI EFFICACIA E SICUREZZA DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA IN PAZIENTI ANZIANI CON SCOMPENSO CARDIACO FRAGILI E/O CON COMORBIDITÀ. 408 FARM6N2NRS PROGETTO PER LA RILEVAZIONE E LA PREVENZIONE DELLE INTERAZIONI TRA FARMACI NEI PAZIENTI ANZIANI AMBULATORIALI IN POLITERAPIA. 409 FARM6NB8MC PROFILO DI UTILIZZO E DI SICUREZZA DEI TRATTAMENTI CARDIOVASCOLARI MULTIPLI NEI PAZIENTI ANZIANI

8 410 FARM6NEH38 TOSSICITA CARDIOVASCOLARE DEL BEVACIZUMAB NEL PAZIENTE ANZIANO: RUOLO DELLE COMORBIDITÀ E INTERFERENZE CON TERAPIE MULTIFARMACOLOGICHE. 411 FARM6NL23Y EFFETTO DEGLI INIBITORI DI POMPA PROTONICA (IPP) SUL SANGUINAMENTO DIGESTIVO SUPERIORE ACUTO NON VARICOSO IN PAZIENTI ANZIANI IN TRATTAMENTO CON FARMACI ANTIAGGREGANTI ANTITROMBOTICI. 412 FARM6P5B5X APPROPRIATEZZA ED EVENTI AVVERSI DELL'USO COMBINATO DELLA LEVOTIROXINA E DELLA SIMVASTATINA IN PAZIENTI ANZIANI AFFETTI DA IPOTIROIDISMO E SINDROME METABOLICA 413 FARM6P7HHH TRATTAMENTO FARMACOLOGICO COMBINATO CLOPIDOGREL- WARFARIN VS ACIDO ACETILSALICILICO-WARFARIN IN PAZIENTI AFFETTI DA DIABETE MELLITO DI TIPO 2 CON FIBRILLAZIONE ATRIALE: VALUTAZIONE DEGLI EFFETTI SULLA FUNZIONALITÀ PIASTRINICA IN PREVENZIONE PRIMARIA. 414 FARM6P9EET SICUREZZA D IMPIEGO DELLE STATINE IN CARDIOPATICI ANZIANI: STUDIO FARMACOEPIDEMIOLOGICO 415 FARM6S3MC4 USO DEL RENAGEL PER RIDURRE LE CALCIFICAZIONI VASCOLARI E LA DISPERSIONE QT NEL PAZIENTE UREMICO IN PREDIALISI 416 FARM6S8Z8B VALUTAZIONE DELLE REAZIONI AVVERSE AI FARMACI (RAF) ANTI- IPERTENSIVI NEL PAZIENTE ANZIANO. MESSA A PUNTO DI UNO STRUMENTO INFORMATICO E SUA UTILIZZAZIONE IN UNA POPOLAZIONE ANZIANA ULTRASETTANTACINQUENNE CON IPERTENSIONE ARTERIOSA (IA) E POLIPATOLOGIA. V 417 FARM6SPMHM POLITERAPIA E RESISTENZA ALL'ASPIRINA 418 FARM6SPZK4 RISCHIO DI DECLINO COGNITIVO IN PAZIENTI ANZIANI DIABETICI CON SCOMPENSO CARDIACO,IN TRATTAMENTO CON IPOGLICEMIZZANTI ORALI: STUDIO OSSERVAZIONALE SULL'EFFICACIA E LA TOLLERABILITA'. 419 FARM6TAEJH Epidemiologia assistenziale, descrittiva e prospettica, con misure di esito, di popolazioni anziane rappresentative di diversi contesti assistenziali nella medicina generale (con un osservatorio sulle sue interfacce ospedaliere) 420 FARM6W8F57 EFFICACIA DELLA FUROSEMIDE SUL DANNO CARDIOVASCOLARE NELL INSUFFICIENZA RENALE CRONICA 421 FARM6X8CST IMPATTO DELL INVIO DI REMINDER INDIVIDUALIZZATI PER PAZIENTE SULL APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA IN SOGGETTI ANZIANI CON IPERTENSIONE/DIABETE/PATOLOGIE CARDIOVASCOLARI: I DATABASE AMMINISTRATIVI (DBA) COME SUPPORTO EFFICACE AL MEDICO DI MEDICINA GENERALE (MM 422 FARM6Z83C9 Utilità dei supporti elettronici portatili (PDA: Personal Digital Assistant) per l'implementazione delle linee guida e per il miglioramento dell appropriatezza diagnostico-terapeutica e la sicurezza nei pazienti affetti da patologie multiple con età super 423 FARM6ZENPY SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DI UNA COORTE DI ANZIANI IN POLITERAPIA RICOVERATI IN REPARTI DI MEDICINA INTERNA E GERIATRIA E VALUTAZIONE DEGLI EFFETTI DI UN INTERVENTO DI REVISIONE DEI PROFILI TERAPEUTICI E DEL RISCHIO DI INTERAZIONI SUI PRINCIPALI OUTCOME 424 FARM6ZK5A8 TRATTAMENTO FARMACOLOGICO INTRAVITREALE DELLA DEGENERAZIONE MACULARE SENILE NEOVASCOLARE Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficio-rischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di dell appropriatezza delle cure Tematica 9 - Studi di valutazione dell impatto di interventi di informazione rivolti al pubblico e/o ad associazioni di pa d uso dei farmaci e sulla spesa farmaceutica. N Codice Lettera Risultato

9 425 FARM62K49S CONFRONTO TRA STRATEGIE TERAPEUTICHE IN MALATTIE RARE A MAGGIORE INCIDENZA NELLA REGIONE PUGLIA VS LINEE GUIDA E/O PROTOCOLLI TERAPEUTICI DI COMPROVATA VALIDITÀ SCIENTIFICA 426 FARM62YPWS EFFICACIA DI UN APPROCCIO MULTI-DIMENSIONALE DI INFORMAZIONE-EDUCAZIONE DEI PAZIENTI, MIRATA AL MIGLIORAMENTO DELL USO DEI FARMACI USATI PER LA PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE E PER IL TRATTAMENTO DELLE INFEZIONI COMUNITARIE 427 FARM637CHK STUDIO PROSPETTICO RANDOMIZZATO CONTROLLATO MULTIDIMENSIONALE SU UN PROGRAMMA DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE SULL USO APPROPRIATO DEI FARMACI ANTIRETROVIRALI FOCALIZZATO SU PAZIENTI E ASSOCIAZIONI DI PAZIENTI: EFFETTO SUL MIGLIORAMENTO DELL ADERENZA AL T 428 FARM63N22P PROMOZIONE DELLA SALUTE ED INTERVENTI DI EDUCAZIONE NELLA POPOLAZIONE DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA E DELLA PROVINCIA DI TRENTO PER UN USO RAGIONATO DEI FARMACI 429 FARM64TPSP STRATEGIE DI INFORMAZIONE AL PUBBLICO ED ALLE ASSOCIAZIONI DI PAZIENTI DELLE CONOSCENZE SULLA MALATTIA CELIACA E DI DEFINIZIONE DI UN PROGRAMMA MIRATO ALL ADEGUATEZZA DEL PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ED OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE SANITARIE 430 FARM659CC9 MIGLIORAMENTO DELL'APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA DEI FARMACI PEDIATRICI MEDIANTE LA REALIZZAZIONE DI UN PTO CONDIVISO DAGLI OSPEDALI A.O.P.I. 431 FARM6722C2 STUDIO RANDOMIZZATO SULL' IMPATTO DI UN INTERVENTO EDUCATIVO RIGUARDANTE I CRITERI DI IMPIEGO DEI FARMACI PER COMUNI INDICAZIONI IN ETÀ PEDIATRICA, IN UN CAMPIONE DI 5000 BAMBINI RESIDENTI IN VARIE REGIONI ITALIANE. 432 FARM68HY2K VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DI INTERVENTI EDUCATIVI RIVOLTI A PAZIENTI IN TERAPIA CRONICA, EFFETTUATI NELLE FARMACIE DELLA REGIONE LOMBARDIA, SULLA APPROPRIATEZZA D USO DEI FARMACI E SULLA SPESA FARMACEUTICA 433 FARM695FJ4 VALUTAZIONE DELL'IMPATTO DI UN INTERVENTO EDUCAZIONALE A GESTIONE INFERMIERISTICA SULL'ADESIONE AL TRATTAMENTO NEI PAZIENTI CON SCOMPENSO CARDIACO (SC) 434 FARM69WXEJ FARMACI ED EMPOWERMENT DEI CITTADINI: studio di intervento (campagna di sensibilizzazione) con il coinvolgimento di cittadini, pazienti e loro associazioni per il miglioramento della appropriatezza prescrittiva e per un uso informato e consapevole dei far 435 FARM6A4A8A PROGETTO PER L'INFORMAZIONE E IL CONTROLLO (FARMACOLOGICO E NON) DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE ASSOLUTO IN MEDICINA GENERALE 436 FARM6BEBKC UTILITA DELLA EDUCAZIONE TERAPEUTICA SUL RISPARMIO DEI FARMACI IN SOGGETTI CON SINDROME METABOLICA E DISTURBI RESPIRATORI DEL SONNO 437 FARM6C7ALW STUDIO DI VALUTAZIONE DI UNA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE RIVOLTA ALLA POPOLAZIONE SUI RISCHI LEGATI AD UN USO NON APPROPRIATO DEI FARMACI ANTIINFIAMMATORI NON STEROIDEI (FANS) 438 FARM6F47Z4 ATTIVAZIONE E VALUTAZIONE DI UN PROGRAMMA EDUCATIVO/INFORMATIVO, RIVOLTO ALLE ASSOCIAZIONI DI PAZIENTI AFFETTI DA MALATTIE RARE E LORO FAMILIARI, SULL USO DEI FARMACI ORFANI. 439 FARM6FEW7W VALUTAZIONE DELL IMPATTO DELL APPLICAZIONE DELLE LINEE GUIDA DELLA EUROPEAN GLAUCOMA SOCIETY (EGS) SUL RISULTATO FUNZIONALE DEL PAZIENTE CON GLAUCOMA 440 FARM6FREYR STUDIO MULTICENTRICO REGIONALE PER LA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO CLINICO ED ECONOMICO DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO E FORMATIVO DI DISEASE MANAGEMENT DELLO SCOMPENSO CARDIACO 441 FARM6JK2N4 VALUTAZIONE DELL IMPATTO DELLE CAMPAGNE DI INFORMAZIONE AL PUBBLICO SULLA CONOSCENZA DIFFUSA DELLO SCOMPENSO CARDIACO E DEL SUO TRATTAMENTO. 442 FARM6LF5FJ CONOSCENZE, ATTITUDINI E COMPORTAMENTI SULLA SUPPLEMENTAZIONE CON ACIDO FOLICO NEL PERIODO PERI- CONCEZIONALE PER LA PREVENZIONE DI DIFETTI CONGENITI: INDAGINE MULTICENTRICA.

10 443 FARM6MN9S5 PARLIAMO DEI FARMACI CON GLI ADOLESCENTI, I FUTURI "CONSUMATORI" 444 FARM6P25XK SVILUPPO DI UNA RETE EDUCAZIONALE SANITARIO-SCOLASTICA PER LA TUTELA DELLA SALUTE DEL BAMBINO CON ASMA E/O MALATTIA ALLERGICA 445 FARM6P85C7 VALUTAZIONE DELL IMPATTO DI INTERVENTI DI INFORMAZIONE (AREA DI INTERVENTO RISCHIO CARDIOVASCOLARE GLOBALE E MRGE), CON O SENZA CONNESSA COERENTE INCENTIVAZIONE, RIVOLTI A MEDICI E ASSISTITI, SULL APPROPRIATEZZA DELL USO DI FARMACI E SULLA SPESA FARMACEUT 446 FARM6PNTFS Studio sull'efficacia di attività di informazione per l'adozione di comportamenti diretti a ridurre i rischi di errori di terapia nei bambini 447 FARM6PNYYY VALUTAZIONE DELL IMPATTO DI UN INTERVENTO DI INFORMAZIONE STRUTTURATO, CON L AUSILIO DI CARE MANAGER, PER L USO APPROPRIATO DI FARMACI ANTIPERTENSIVI, IPOLIPEMIZZANTI E ANTIDIABETICI: UNO STUDIO MULTICENTRICO RANDOMIZZATO A CLUSTER. 448 FARM6S8F8H NUOVE STRATEGIE DI EDUCAZIONE SANITARIA NELLA GESTIONE DELLE MALATTIE RESPIRATORIE CRONICHE (ASMA, BPCO E RINITE) 449 FARM6S9SES STUDIO DI VALUTAZIONE DELL IMPATTO DI INTERVENTI DI INFORMAZIONE RIVOLTI AD ASSOCIAZIONI DI PAZIENTI, SULLA COMPLIANCE E SULL APPROPRIATEZZA D USO DEGLI ANTICOAGULANTI ORALI PER LA PREVENZIONE DEL RISCHIO TROMBOEMBOLICO NELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE 450 FARM6SLLHM INTERVENTI EDUCATIVI ED INFORMATIVI IN FAMIGLIE CON BAMBINI AFFETTI DA DERMATITE ATOPICA (DA), CARICO FAMILIARE DELLA DA, SODDISFAZIONE ALLE DIFFERENTI CURE E AI DIFFERENTI APPROCCI EDUCATIVI. 451 FARM6T9HTH EFFICACIA DELLE STRATEGIE DI MIGLIORAMENTO DELL APPROPRIATEZZA DELLA SOMMINISTRAZIONE INFERMIERISTICA DELLA TERAPIA ANTIBIOTICA ENDOVENOSA 452 FARM6W3S8H QUALITA DELLA VITA, APPROPRIATEZZA E COSTI TERAPIA FARMACOLOGICA 453 FARM6W89TK REALIZZAZIONE, CONDUZIONE E VALUTAZIONE DI IMPATTO DI UNA CAMPAGNA EDUCATIVA DI INFORMAZIONE-FORMAZIONE SU FARMACI E LAVORO RIVOLTA A LAVORATORI E TUTOR (MEDICI DEL LAVORO, SPECIALIZZANDI IN MEDICINA DEL LAVORO, STUDENTI DEL CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E 454 FARM6WZAKS INCREMENTO PONDERALE ED ALTERAZIONI METABOLICHE IN CORSO DI TRATTAMENTO CON FARMACI ANTIPSICOTICI (SINDROME METABOLICA): ASPETTI EPIDEMIOLOGICI, CLINICO- PROGNOSTICI E RIABILITATIVI PSICOSOCIALI.

11 miglioramento miglioramento a.

12 miglioramento erventi di fecondazione

13 miglioramento

14 miglioramento

15 miglioramento miglioramento

16 miglioramento

17

18 miglioramento azienti, sull appropriatezza

19

20

N CODICE TITLE AMMESSO NON AMMESSO AMMESSO AMMESSO

N CODICE TITLE AMMESSO NON AMMESSO AMMESSO AMMESSO BANDO AIFA 2006 AREA 3- Studi di farmacoepidemiologia sul profilo beneficiorischio dei trattamenti e studi sull impatto di strategie di miglioramento dell appropriatezza delle cure Area 3 - Studi di farmacoepidemiologia

Dettagli

FARM6CNZRR: TRATTAMENTI CON ANTIDEPRESSIVI NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI : APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA E INSORGENZA DI REAZIONI AVVERSE

FARM6CNZRR: TRATTAMENTI CON ANTIDEPRESSIVI NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI : APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA E INSORGENZA DI REAZIONI AVVERSE Tematica 1 - Studi sull utilizzo di psicofarmaci nei bambini e negli adolescenti. FARM64MR3P: STUDIO RANDOMIZZATO, CONTROLLATO VS PLACEDO, IN DOPPIO CIECO DI FASE II SULL EFFICACIA DI VALPROATO 10-20MG/KG/DIE

Dettagli

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA L 80% degli eventi cardiovascolari che insorgono prima dei 75 anni è prevenibile Nel 2011 diminuisce del -3,1% l aderenza alle terapie per l ipertensione: i liguri i meno assidui;

Dettagli

POLITERAPIE NEL PAZIENTE ANZIANO. Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia

POLITERAPIE NEL PAZIENTE ANZIANO. Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia POLITERAPIE NEL PAZIENTE ANZIANO Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia PAZIENTI ANZIANI Maggiori utilizzatori di farmaci per la presenza di polipatologie spesso croniche Ridotte funzionalità

Dettagli

L ASSISTENZA SANITARIA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI

L ASSISTENZA SANITARIA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI L ASSISTENZA SANITARIA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI L attività del medico di medicina generale Modena, 24 febbraio 2007 ASSISTENZA SANITARIA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI Assistenza domiciliare integrata

Dettagli

POLITERAPIE NEI PAZIENTI ANZIANI. Bettina Marconi Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia

POLITERAPIE NEI PAZIENTI ANZIANI. Bettina Marconi Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia POLITERAPIE NEI PAZIENTI ANZIANI Bettina Marconi Dipartimento Farmaceutico Azienda USL di Reggio Emilia PAZIENTI ANZIANI Maggiori utilizzatori di farmaci per la presenza di polipatologie spesso croniche

Dettagli

Piano di investimento dei fondi per la Farmacovigilanza 2008-2009. Regione Lazio

Piano di investimento dei fondi per la Farmacovigilanza 2008-2009. Regione Lazio Piano di investimento dei fondi per la Farmacovigilanza 2008-2009 Regione Lazio Premessa L attuazione delle linee di indirizzo elaborate dalla Regione Lazio per l impegno dei fondi 2007 della farmacovigilanza

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome COLOMBO Nome GIOVANNI Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale Giovanni.colombo2@crs.lombardia.it telefono 029682495 TITOLI DI

Dettagli

Il diabete nell anziano e il rischio di. Claudio Marengo Marco Comoglio

Il diabete nell anziano e il rischio di. Claudio Marengo Marco Comoglio Il diabete nell anziano e il rischio di disabilità Claudio Marengo Marco Comoglio SEEd srl C.so Vigevano, 35-10152 Torino Tel. 011.566.02.58 - Fax 011.518.68.92 www.edizioniseed.it info@edizioniseed.it

Dettagli

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Corso per farmacisti operanti nei punti di erogazione diretta delle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna AUSL Piacenza

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

PROFESSIONE E BUONE PRATICHE PERCORSI INTEGRATI DI CURA. Mirna Magnani

PROFESSIONE E BUONE PRATICHE PERCORSI INTEGRATI DI CURA. Mirna Magnani PROFESSIONE E BUONE PRATICHE PERCORSI INTEGRATI DI CURA Mirna Magnani 2 PERCORSI INTEGRATI DI CURA Nei paesi sviluppati cronicità e invecchiamento demografico rappresentano i bisogni di salute emergenti;

Dettagli

OFFERTA SERVIZI. Servizi Sanitari Ospedalieri. Assistenza Primaria

OFFERTA SERVIZI. Servizi Sanitari Ospedalieri. Assistenza Primaria OFFERTA SERVIZI Servizi Sanitari Ospedalieri Questi servizi vengono resi all interno del Presidio Ospedaliero di Bobbio e si declinano in: primo intervento urgente valutazioni diagnostico specialistiche

Dettagli

RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 2014 AREA CLINICA

RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 2014 AREA CLINICA RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 204 schede n 47 i tecnicoprofessionali obietti v schede con indicato Dossier Formativo individuale n AREA CLINICA i di processo 8 7,% 34 (28,45 %) i di sistema protesi

Dettagli

DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata

DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata DRG s Metodo adeguato di valutazione, valorizzazione e gestione della complessità??

Dettagli

Pharmaceutical care: una risorsa per la riforma della Sanità del Lazio

Pharmaceutical care: una risorsa per la riforma della Sanità del Lazio Pharmaceutical care: una risorsa per la riforma della Sanità del Lazio I progetti di Pharmaceutical care delle farmacie, un contributo di rete all'assistenza di prossimità sul territorio: i vantaggi sanitari,

Dettagli

L epidemiologia del diabete senile

L epidemiologia del diabete senile L anziano diabetico Dall epidemiologia alla gestione multidimensionale L epidemiologia del diabete senile Paolo Spolaore Verona, 26 ottobre 2007 La popolazione nel Veneto 0 50000 100000 150000 200000 250000

Dettagli

Studio delle interazioni tra farmaci nella popolazione pediatrica e negli anziani in politerapia nelle ASL lombarde

Studio delle interazioni tra farmaci nella popolazione pediatrica e negli anziani in politerapia nelle ASL lombarde Studio delle interazioni tra farmaci nella popolazione pediatrica e negli anziani in politerapia nelle ASL lombarde Dr Giovanni Alberto Fioni Risk Manager ASL Monza e Brianza Conferenza Appropriatezza

Dettagli

Franco Patrone DIMI, Università di Genova

Franco Patrone DIMI, Università di Genova PRINCIPI DI ONCOLOGIA GERIATRICA Franco Patrone DIMI, Università di Genova Genova, 16 Ottobre 2010 I Tumori nell Anziano: Dimensioni del Problema Più del 50 % dei tumori si manifestano tra i 65 e i 95

Dettagli

60 CONGRESSO NAZIONALE SIGG Napoli, 25/27 Novembre 2015

60 CONGRESSO NAZIONALE SIGG Napoli, 25/27 Novembre 2015 60 CONGRESSO NAZIONALE SIGG Napoli, 25/27 Novembre 2015 5 Mercoledì 25 Novembre 2015 16:30-17:30 INAUGURAZIONE Apertura del Congresso Saluti Inaugurali 17:30 18:15 Lettura Magistrale I FENOTIPI DELL INVECCHIAMENTO:

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PREVENZIONE, DIAGNOSI PRECOCE E CURA DEL DIABETE MELLITO

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PREVENZIONE, DIAGNOSI PRECOCE E CURA DEL DIABETE MELLITO REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELIBERAZIONE LEGISLATIVA APPROVATA DALL ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE NELLA SEDUTA DEL 17 MARZO 2015, N. 190 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PREVENZIONE, DIAGNOSI PRECOCE

Dettagli

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 Dalla multidimensionalità al Riconoscimento di Interdipendenze.interconnessioni Nodi e non solo RISOLVERLI

Dettagli

Il ruolo del medico di medicina generale nell applicazione del PDTA sulle patologie bronco-ostruttive

Il ruolo del medico di medicina generale nell applicazione del PDTA sulle patologie bronco-ostruttive Medico di medicina generale, Bisceglie (BA) Il ruolo del medico di medicina generale nell applicazione del PDTA sulle patologie bronco-ostruttive Il recente documento della regione Puglia relativo ai percorsi

Dettagli

DIPARTIMENTO ASSISTENZA FARMACEUTICA. Dott.ssa Alessandra Ferretti Dott.ssa Bettina Marconi Dott.ssa Paola Denti

DIPARTIMENTO ASSISTENZA FARMACEUTICA. Dott.ssa Alessandra Ferretti Dott.ssa Bettina Marconi Dott.ssa Paola Denti SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia DIPARTIMENTO ASSISTENZA FARMACEUTICA Dott.ssa Alessandra Ferretti Dott.ssa Bettina Marconi Dott.ssa Paola Denti

Dettagli

Psicopatologia dell anziano. Prof.ssa Elvira Schiavina 02 marzo 2016

Psicopatologia dell anziano. Prof.ssa Elvira Schiavina 02 marzo 2016 Psicopatologia dell anziano 02 marzo 2016 Invecchiamento e Psicopatogia Salute mentale dell anziano: nuovo campo della psicopatologia. Affinamento dei criteri di diagnosi, costruzione e validazione di

Dettagli

PARTE II LA FENOMENOLOGIA E LA DIAGNOSI DIFFERENZIALE DEI DISTURBI SENILI DELL UMORE

PARTE II LA FENOMENOLOGIA E LA DIAGNOSI DIFFERENZIALE DEI DISTURBI SENILI DELL UMORE Indice Collaboratori, XIII Introduzione, XVII PARTE I EPIDEMIOLOGIA E CARICO DELLA MALATTIA Epidemiologia dei disturbi depressivi nell età senile, Identificazione del caso, Prevalenza, incidenza e distribuzione,

Dettagli

NOTE AIFA 2006-2007 per l'uso appropriato dei farmaci (CON AGGIORNAMENTI MAGGIO 2015) NOTA 1

NOTE AIFA 2006-2007 per l'uso appropriato dei farmaci (CON AGGIORNAMENTI MAGGIO 2015) NOTA 1 NOTE AIFA 2006-2007 per l'uso appropriato dei farmaci (CON AGGIORNAMENTI MAGGIO 2015) NOTA 1 Gastroprotettori: -Misoprostolo -esomeprazolo -lansoprazolo -omeprazolo -pantoprazolo -misoprostolo + diclofenac

Dettagli

USO CONCOMITANTE DI INIBITORI DI POMPA E TERAPIE ANTITROMBOTICHE

USO CONCOMITANTE DI INIBITORI DI POMPA E TERAPIE ANTITROMBOTICHE Italian Council of Cardiology Practice Varese, 20-21-22 giugno 2014 «CUORE E OLTRE NUOVE PROPOSTE DI DIAGNOSI E TERAPIA» Congresso Regionale e Nazionale Collegio Federativo di Cardiologia USO CONCOMITANTE

Dettagli

A.O. S. Martino e Cliniche Universitarie convenzionate di Genova Pelucco David Direttore SC Pneumologia AO San Martino - Genova Scordamaglia Antonio

A.O. S. Martino e Cliniche Universitarie convenzionate di Genova Pelucco David Direttore SC Pneumologia AO San Martino - Genova Scordamaglia Antonio FORMAT DOCUMENTI RETI Titolo: RETE PNEUMOLOGICA Partecipanti Coordinatori Cognome Nome ruolo azienda recapito Nosenzo Marco Direttore SC Pneumologia PO Imperia - ASL1 IMPERIESE 0183 537016; m.nosenzo@asl1.liguria.it

Dettagli

Al Centro ipertensione afferiscono pazienti ipertesi inviati dai MMG o dagli specialisti con particolare riguardo a:

Al Centro ipertensione afferiscono pazienti ipertesi inviati dai MMG o dagli specialisti con particolare riguardo a: Al Centro ipertensione afferiscono pazienti ipertesi inviati dai MMG o dagli specialisti con particolare riguardo a: sospetta ipertensione arteriosa secondaria ipertensione resistente ipertensione in gravidanza

Dettagli

POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA

POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA libro:layout 1 21-10-2010 15:06 Pagina 49 POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E CLINICA M. L. Amerio, D. Domeniconi in collaborazione con la Rete dei Servizi di Dietetica e Nutrizione Clinica

Dettagli

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa Red Alert for Women s Heart Compendio DONNE E RICERCA CARDIOVASCOLARE Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa

Dettagli

PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA

PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA UOC FIBROSI CISTICA, DMP OPBG- IRCCS e ASSOCIAZIONE OFFICIUM ONL.US. PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA Sviluppo ed Implementazione della cultura assistenziale del malato cronico

Dettagli

Trasmessa via e-mai! Direzioni Generali Aziende Sanitarie e Ospedaliere del SSR. Ep.c.

Trasmessa via e-mai! Direzioni Generali Aziende Sanitarie e Ospedaliere del SSR. Ep.c. REGIONE CALABRIA Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Settore n. 3 '51reaLEA" Servizio n. 8 ((Politica del Farmaco" Catanzaro Prot. n. 21 /'.1.0 / ~c>-1h 3> ~..-10 ~S _ Trasmessa via

Dettagli

Prof. Antonio Benedetti. Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Politecnica delle Marche Ancona

Prof. Antonio Benedetti. Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Politecnica delle Marche Ancona La Facoltà di Medicina e Chirurgia per la Medicina di Genere Prof. Antonio Benedetti Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Politecnica delle Marche Ancona Facoltà di Medicina e Chirurgia: compiti

Dettagli

APPLICAZIONE DELLA FARMACOLOGIA ALLA PRATICA INFERMIERISTICA

APPLICAZIONE DELLA FARMACOLOGIA ALLA PRATICA INFERMIERISTICA APPLICAZIONE DELLA FARMACOLOGIA ALLA PRATICA INFERMIERISTICA Evoluzione delle responsabilità dell infermiere a proposito dei farmaci Applicazione della farmacologia alla Cura del paziente Applicazione

Dettagli

PROGETTO NELL AMBITO DELLE CURE DOMICILIARI DI APPRENDIMENTO IN AMBITO CLINICO PROBLEMA PRIORITARIO DI SALUTE

PROGETTO NELL AMBITO DELLE CURE DOMICILIARI DI APPRENDIMENTO IN AMBITO CLINICO PROBLEMA PRIORITARIO DI SALUTE A.S.O. S. Giovanni Battista di Torino Organizzazione e Sviluppo Risorse Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie Corso di Laurea in Infermieristica Università degli Studi di Torino Facoltà di Medicina

Dettagli

IL PIANO SOCIO SANITARIO DEL DISTRETTO IL DISTRETTO SOCIO SANITARIO : PROBLEMI E PROPOSTE

IL PIANO SOCIO SANITARIO DEL DISTRETTO IL DISTRETTO SOCIO SANITARIO : PROBLEMI E PROPOSTE IL DISTRETTO SOCIO SANITARIO : PROBLEMI E PROPOSTE Dott. Valerio Del Ministro Dirigente settore assistenza sanitaria CONTINUITA URGENZA CRONICITA RIDEFINIZIONE BISOGNI e CONCETTI Multidimensionalità FRAGILITA

Dettagli

ALLEGATO _C _ Dgr n. del pag. 1/7

ALLEGATO _C _ Dgr n. del pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _C _ Dgr n. del pag. 1/7 Progetto ex Accordo Stato-Regioni rep. atti 13/CSR del 20/02/ 2014 per l utilizzo delle risorse vincolate per la realizzazione degli obiettivi

Dettagli

La prevenzione dell ictus nel paziente con fibrillazione atriale

La prevenzione dell ictus nel paziente con fibrillazione atriale http://www.aslromaa.it/auslrma/ farmaanotizie Periodico mensile di informazione della ASL ROMA A su argomenti di farmacoepidemiologia/farmacoeconomia/farmacovigilanza Marzo 2012 anno 3 n 3 La prevenzione

Dettagli

10 Congresso Nazionale

10 Congresso Nazionale 10 Congresso Nazionale medico - infermieristico MI PUO CAPITARE! L URGENZA IN PEDIATRIA sul territorio, in pronto soccorso, in reparto L ecografia nell arresto cardiaco Adele Borghi Cardiologia Pediatrica

Dettagli

Red Alert for Women s Heart. Compendio LE DONNE E LA RICERCA CARDIOVASCOLARE

Red Alert for Women s Heart. Compendio LE DONNE E LA RICERCA CARDIOVASCOLARE Red Alert for Women s Heart Compendio LE DONNE E LA RICERCA CARDIOVASCOLARE Molti sono gli allarmi rossi legati al genere e alle malattie cardiovascolari. Di seguito sono descritti i risultati più importanti

Dettagli

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute Maria Grazia Proietti il campo di competenza dell infermiere è rappresentato dal complesso delle attività rivolte

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE

IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE Il presente documento, presentato in V commissione in occasione dell audizione del 23 settembre, si compone di due parti: Introduzione e

Dettagli

PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE

PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE PROGRAMMA 1 RIDUZIONE DELLE DISPARITÀ NELL ACCESSO DEI PAZIENTI AI MEZZI DIAGNOSTICI E ALLE TERAPIE ex. Art. 3 Rete solidale e collaborazioni internazionali del DM del 21 luglio 2006 Programma straordinario

Dettagli

Normative e applicazioni

Normative e applicazioni Prescrizione off-label Normative e applicazioni Achille Patrizio Caputi Maria Rosa Luppino Prescrizione off-label: normative e applicazioni SEEd srl C.so Vigevano, 35 10152 Torino Tel. 011.566.02.58 Fax

Dettagli

BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011

BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 AZIENDA USL DI RAVENNA BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 Gruppo di lavoro Coordinamento Milva Fanti Redazione dei capitoli Presentazione e conclusioni: Capitolo 1: Giuliano Silvi Capitolo 2: Gianni

Dettagli

Il ruolo del Medico di Medicina Generale

Il ruolo del Medico di Medicina Generale Il ruolo del Medico di Società Italiana di Medicina Generale Dr. Pier Carlo Pelizzari Medico di Responsabile della Scuola di Formazione Specifica in Brescia 01 dicembre 2012 Polo di Brescia In merito alle

Dettagli

Farmacovigilanza in geriatria

Farmacovigilanza in geriatria Farmacovigilanza in geriatria La popolazione anziana risulta quella più esposta all'insorgenza di reazioni avverse; secondo dati americani il 30% dei ricoveri ospedalieri nei pazienti anziani è legato

Dettagli

Sicurezza nella sospensione delle statine: meccanismi biomolecolari e clinici.

Sicurezza nella sospensione delle statine: meccanismi biomolecolari e clinici. Sicurezza nella sospensione delle statine: meccanismi biomolecolari e clinici. Abstract L utilizzo vantaggioso delle statine nella prevenzione primaria e secondaria dei disturbi cardiovascolari e nei soggetti

Dettagli

Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria

Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria Dinamiche di erogazione, accesso al farmaco ed appropriatezza prescrittiva in psichiatria Dott. Adriano Cristinziano Direttore UOC Farmacia A.O. Ospedali dei Colli - Napoli Premessa Centralità del farmaco

Dettagli

Azienda USL 6 di LIVORNO Progetto Chronic care model Flow chart scompenso cardiaco Versione 2.1 del 29.3.2010

Azienda USL 6 di LIVORNO Progetto Chronic care model Flow chart scompenso cardiaco Versione 2.1 del 29.3.2010 INIZIO a) Richiesta visita per sintomatologia o b) Controlli clinici a seguito di altra patologia INIZIO Individua tipologia dei pazienti Realizza elenco di pazienti con sintomi di SC e alterazioni strutturali

Dettagli

I dati di MilleinRete e i dati di sistema: i risultati di una ricerca regionale. (A. Battaggia, M. Saugo, R. Toffanin)

I dati di MilleinRete e i dati di sistema: i risultati di una ricerca regionale. (A. Battaggia, M. Saugo, R. Toffanin) Gli strumenti a supporto dei percorsi di governance I dati di MilleinRete e i dati di sistema: i risultati di una ricerca regionale (A. Battaggia, M. Saugo, R. Toffanin) Convegno Quadri SIMG Padova, 18

Dettagli

2. ASPETTI DELLA SALUTE

2. ASPETTI DELLA SALUTE Vengono di seguito descritti, in due capitoli specifici, i principali fattori di rischio per la salute della popolazione ed i principali esiti di salute in termini di morbosità e mortalità delle malattie

Dettagli

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf. DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.it Popolazione anziana Distretto RMF1 Dati 2000 65-74 75-84 >85 M 3397

Dettagli

Osservatorio Arno diabete

Osservatorio Arno diabete Osservatorio Arno diabete Osservatorio ARNO Diabete Perché un focus sul diabete? Diabete condizione ad alta prevalenza ed in forte aumento Diabete condizione che assorbe una quantità elevata di risorse

Dettagli

La fenotipizzazione e la stratificazione dei pazienti diabetici Un nuovo modello di approccio gestionale per migliorare l assistenza

La fenotipizzazione e la stratificazione dei pazienti diabetici Un nuovo modello di approccio gestionale per migliorare l assistenza La fenotipizzazione e la stratificazione dei pazienti diabetici Un nuovo modello di approccio gestionale per migliorare l assistenza Gerardo Medea Area Metabolica SIMG Brescia Pz diabetici complessità

Dettagli

Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana

Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana Giornata di lavoro Il percorso dell assistito con patologia cronica ad alta prevalenza Milano, 13 novembre 2013 francesco.profili@ars.toscana.it paolo.francesconi@ars.toscana.it

Dettagli

ATTIVITA RICERCA CENTRO STUDI S.I.C.O.A. DAL 2009 AL 2015

ATTIVITA RICERCA CENTRO STUDI S.I.C.O.A. DAL 2009 AL 2015 1 SURVEY: ATTIVITA RICERCA CENTRO STUDI S.I.C.O.A. DAL 2009 AL 2015 ISPIT è partito nel mese di OTTOBRE 2009 concluso nel mese di FEBBRAIO 2010. Sono stati reclutati 1585 PAZIENTI in 67 CENTRI ISPAF è

Dettagli

2. ASPETTI DELLA SALUTE

2. ASPETTI DELLA SALUTE Vengono di seguito descritti, in due capitoli specifici, i principali fattori di rischio per la salute della popolazione ed i principali esiti di salute in termini di morbosità e mortalità delle malattie

Dettagli

Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014

Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014 Epidemiologia regionale della malattia diabetica San Bonifacio, 17 maggio settembre 2014 Sistema Epidemiologico Regionale-SER http://www.ser-veneto.it Fonti informative per la prevalenza del Diabete Mellito

Dettagli

Il costo economico del diabete

Il costo economico del diabete Il costo economico del diabete Giulio Marchesini Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Azienda Ospedaliera di Bologna, SSD di Dietetica Clinica I numeri dell Osservatorio ARNO ( 2006 ) 7 Regioni

Dettagli

L USO DEGLI ANTIPSICOTICI

L USO DEGLI ANTIPSICOTICI L USO DEGLI ANTIPSICOTICI NELLA REGIONE VENETO Valentina Fantelli Settore Farmaceutico Regionale Mestre - Venezia, 22 ottobre 2014 Area Sanità e Sociale Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria Governance

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA I ANNO Corso Integrato area pre-clinica Tipologia: attività formative di base Ore: 40/0/0/0

Dettagli

e di aderenza al trattamento Aas4 Friuli centrale

e di aderenza al trattamento Aas4 Friuli centrale L USO DEI FARMACI IN ITALIA (OSMED 2014) Rapporto Nazionale, Anno 2014 Profili di utilizzazione dei medicinali e di aderenza al trattamento Aas4 Friuli centrale Lucrezia Marcuzzo: Soc assistenza farmaceutica

Dettagli

Classificazione degli studi epidemiologici

Classificazione degli studi epidemiologici Classificazione degli studi epidemiologici STUDI DESCRITTIVI - DI CORRELAZIONE O ECOLOGICI - CASE REPORT/SERIES - DI PREVALENZA O TRASVERSALI STUDI ANALITICI O OSSERVAZIONALI - A COORTE - CASO-CONTROLLO

Dettagli

L uso degli antibiotici nella UO di Geriatria - NOCSAE

L uso degli antibiotici nella UO di Geriatria - NOCSAE L uso degli antibiotici nella UO di Geriatria - NOCSAE Roberto Scotto Medico in formazione specialistica II anno L Italia è al quarto posto in Europa per consumo di antibiotici dopo Francia, Grecia e Cipro.

Dettagli

RETE DELLE GRAVI INSUFFICIENZE D ORGANO E TRAPIANTI DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA: FILIERA FEGATO

RETE DELLE GRAVI INSUFFICIENZE D ORGANO E TRAPIANTI DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA: FILIERA FEGATO RETE DELLE GRAVI INSUFFICIENZE D ORGANO E TRAPIANTI DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA: FILIERA FEGATO 1 Premessa Le malattie epatiche sono patologie cronico-degenerative che comprendono malattie diverse

Dettagli

SALUTE E ANZIANI IN ITALIA

SALUTE E ANZIANI IN ITALIA Definire la domanda di salute della popolazione anziani in Italia è un tema chiave da affrontare, specie in un paese come il nostro che invecchia sempre di più e che destina più della metà delle sue risorse

Dettagli

CAPITOLO 1 indice. Tumore della mammella pag. 27 Tumore della cervice uterina pag. 30 Melanoma pag. 31 Linfomi pag. 31. bibliografia pag.

CAPITOLO 1 indice. Tumore della mammella pag. 27 Tumore della cervice uterina pag. 30 Melanoma pag. 31 Linfomi pag. 31. bibliografia pag. CAPITOLO 1 indice le neoplasie nell anziano pag. 5 Valutazione del paziente anziano pag. 7 Aspetti generali del trattamento pag. 10 Tumori del colon-retto pag. 11 Tumori della mammella pag. 13 Tumori del

Dettagli

RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010

RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010 Appropriatezza prescrittiva nella terapia dell ipercolesterolemia RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010 PREMESSE L'ipercolesterolemia è uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare e la sua riduzione

Dettagli

Appropriatezza Clinica, Strutturale, Tecnologica e Operativa

Appropriatezza Clinica, Strutturale, Tecnologica e Operativa Appropriatezza Clinica, Strutturale, Tecnologica e Operativa Sandro Gentile Roma, Ministero della Salute 27 settembre 2011 Appropriatezza clinica Appropriatezza diagnostica Obiettivi terapeutici Educazione

Dettagli

LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE

LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE Cardiologia Il servizio di Cardiologia si rivolge ai pazienti che presentano le principali forme di patologia cardiologica e cardiovascolare, attraverso

Dettagli

Tavola delle vaccinazioni per classi di età e priorità.

Tavola delle vaccinazioni per classi di età e priorità. Tavola delle vaccinazioni per classi di età e priorità. Le vaccinazioni prioritarie che sono evidenziate in grassetto dovrebbero prevedere dei programmi organici ed efficaci di offerta attiva. 13 19 (*)

Dettagli

Appropriatezza prescrittiva: uno strumento per una scelta terapeutica efficace

Appropriatezza prescrittiva: uno strumento per una scelta terapeutica efficace Appropriatezza prescrittiva: uno strumento per una scelta terapeutica efficace Anna Nigro S.C. Farmaceutica Territoriale A.S.L. VC anna.nigro@aslvc.piemonte.it Borgosesia, 16 marzo 2013 Condizioni per

Dettagli

L'esperienza dell ASL di Bergamo e la segnalazione spontanea sul territorio

L'esperienza dell ASL di Bergamo e la segnalazione spontanea sul territorio L'esperienza dell ASL di Bergamo e la segnalazione spontanea sul territorio Laura Spoldi MAP 650 PLS 200 RSA 15 60 RSD 5 Cliniche 11 Farmacie 272 Parafarmacie 22 Cittadini 1.107.950 ADRs Totali Segnalazioni

Dettagli

DDD*10.000 ab.p./die ASL BO METFORMINA 125,26 107,24 BIGUANIDI E SULFONAMIDI 110,83 121,01 ROSIGLITAZONE 0,89 2,28

DDD*10.000 ab.p./die ASL BO METFORMINA 125,26 107,24 BIGUANIDI E SULFONAMIDI 110,83 121,01 ROSIGLITAZONE 0,89 2,28 Aspetti normativi della prescrizione dei nuovi Antidiabetici Orali Dott.Donato Zocchi MMG Confronto R.E.R.- A.USL BO prescrizioni I sem. 2007 GRUPPO TERAPEUTICO DDD*10.000 ab.p./die ASL BO DDD*10.000 ab.p./die

Dettagli

L utilizzo dei database amministrativi nelle attività di Horizon Scanning

L utilizzo dei database amministrativi nelle attività di Horizon Scanning L utilizzo dei database amministrativi nelle attività di Horizon Scanning Luca Demattè, Elisa Rossi, Elisa Cinconze Verona, 25 Ottobre 2014 1 Sommario 1. Health Technology Assessment e Real World Evidence

Dettagli

Punto Insieme Sanità. Tavolo Tecnico Metabolico Relazione conclusiva

Punto Insieme Sanità. Tavolo Tecnico Metabolico Relazione conclusiva Punto Insieme Sanità Tavolo Tecnico Metabolico Relazione conclusiva 25 Marzo 2015 Agenda Punto Insieme Sanità: Fare Aderenza Obiettivi del Tavolo Metabolico L Aderenza del paziente Diabetico 2 Fare Aderenza

Dettagli

Dal Progetto MATTONI al Progetto MATRICE

Dal Progetto MATTONI al Progetto MATRICE Dal Progetto MATTONI al Progetto MATRICE IGEA: dal progetto al sistema L'integrazione delle cure per le persone con malattie croniche 22 aprile 2013 Mariadonata Bellentani Giulia Dal Co Mariagrazia Marvulli

Dettagli

ASL 3 Genovese Via Bertani 4 16125 Genova. CURRICULUM VITAE DOTT. Marina MENICUCCI MENICUCCI MARINA

ASL 3 Genovese Via Bertani 4 16125 Genova. CURRICULUM VITAE DOTT. Marina MENICUCCI MENICUCCI MARINA ASL 3 Genovese Via Bertani 4 16125 Genova CURRICULUM VITAE DOTT. Marina MENICUCCI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 10/04/1960 Qualifica MENICUCCI MARINA DIRIGENTE MEDICO Amministrazione ASL

Dettagli

ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente

ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Foglio illustrativo ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Farmaci che agiscono sulla mineralizzazione ossea Bifosfonati INDICAZIONI

Dettagli

Disposizioni regionali per l utilizzo dei farmaci NOAcs. Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica Dipartimentale AUSL Frosinone

Disposizioni regionali per l utilizzo dei farmaci NOAcs. Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica Dipartimentale AUSL Frosinone Disposizioni regionali per l utilizzo dei farmaci NOAcs Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica Dipartimentale AUSL Frosinone LINEE DI INDIRIZZO SUL RUOLO DEI NUOVI ANTICOAGULANTI ORALI (NAO)

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore FLERES COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MAGGIO 2012 Norme per l istituzione di strutture di riferimento per il

Dettagli

Integrazione Ospedale-Territorio:

Integrazione Ospedale-Territorio: Integrazione Ospedale-Territorio: malattie rare ed assistenza integrativa Relatore Dott.ssa Francesca Canepa S.C. Assistenza Farmaceutica Convenzionata LEA I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono

Dettagli

D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) NOTE ESPLICATIVE

D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) NOTE ESPLICATIVE D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) Regolamento recante norme di individuazione delle malattie croniche e invalidanti NOTE ESPLICATIVE Novembre 1999

Dettagli

Il Medico di Medicina Generale e la scelta terapeutica. Come ci districhiamo in questa babele di informazioni?

Il Medico di Medicina Generale e la scelta terapeutica. Come ci districhiamo in questa babele di informazioni? Il Medico di Medicina Generale e la scelta terapeutica Come ci districhiamo in questa babele di informazioni? Evidenze e raccomandazioni Ci sono diverse opzioni per il trattamento dei disturbi menopausali,

Dettagli

Centro regionale di coordinamento della Salute e medicina di genere

Centro regionale di coordinamento della Salute e medicina di genere Allegato A Centro regionale di coordinamento della Salute e medicina di genere Premessa Il concetto di Salute e medicina di genere nasce dall idea che le differenze tra i sessi in termine di salute non

Dettagli

LA PANDEMIA SILENTE DEL DIABETE: UN EMERGENZA SANITARIA, SOCIALE ED ECONOMICA

LA PANDEMIA SILENTE DEL DIABETE: UN EMERGENZA SANITARIA, SOCIALE ED ECONOMICA LA PANDEMIA SILENTE DEL DIABETE: UN EMERGENZA SANITARIA, SOCIALE ED ECONOMICA Antonio Nicolucci Direttore Dipartimento di Farmacologia Clinica e Epidemiologia, Consorzio Mario Negri Sud Coordinatore Data

Dettagli

Diabete. Malattia metabolica cronica dipendente da una insufficiente produzione di insulina. Ridotta disponibilità alterazione della normale azione

Diabete. Malattia metabolica cronica dipendente da una insufficiente produzione di insulina. Ridotta disponibilità alterazione della normale azione Diabete Malattia metabolica cronica dipendente da una insufficiente produzione di insulina Ridotta disponibilità alterazione della normale azione Epidemiologia Popolazione mondiale affetta intorno al 5%

Dettagli

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA Anno accademico 2013/2014 FARMACOLOGIA GENERALE 1. Azione farmacologia 2. Meccanismo di azione dei farmaci 3. Vie di somministrazione 4. Assorbimento 5. Distribuzione, ripartizione,

Dettagli

Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA

Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA PREMESSA La Malattia di Alzheimer (MA) rappresenta un problema sanitario e sociale di primaria importanza

Dettagli

Salute Infanzia e Adolescenza

Salute Infanzia e Adolescenza Salute Infanzia e Adolescenza Modena 11 ottobre 2005 Migliorare il contesto ambientale, sociale e di cura Paola Pace Pediatra di Libera Scelta in Associazione LA SALUTE È non solo assenza di malattia,

Dettagli

PDTA Per gestire le demenze dal domicilio all RSA. Dr. Guido Barberis SC di Geriatria ASL To5

PDTA Per gestire le demenze dal domicilio all RSA. Dr. Guido Barberis SC di Geriatria ASL To5 PDTA Per gestire le demenze dal domicilio all RSA Dr. Guido Barberis SC di Geriatria ASL To5 ASL To5 310.000 cittadini 60.000 > 65 enni 1.000 ricoverati in RSA in convenzione 6.000 progetti UVG in 10 anni,

Dettagli

Il paradosso del Veneto

Il paradosso del Veneto Audizione in Quinta Commissione del Consiglio Regionale del Veneto Venezia, 12 Luglio 2013 Il paradosso del Veneto Enzo Bonora Presidente - Sezione Veneto Trentino Alto Adige Società Italiana di Diabetologia

Dettagli

Il paziente con problemi psichiatrici: ANSIA, DEPRESSIONE, SUICIDIO, PILLOLE DI PROBLEM SOLVING

Il paziente con problemi psichiatrici: ANSIA, DEPRESSIONE, SUICIDIO, PILLOLE DI PROBLEM SOLVING Il paziente con problemi psichiatrici: ANSIA, DEPRESSIONE, SUICIDIO, PILLOLE DI PROBLEM SOLVING Este, sala Fumanelli, sabato 14 settembre 2013 PRINCIPI DI TERAPIA PSICHIATRICA NELL ANZIANO Dott. Lino Pasqui

Dettagli

L anziano. Terapia del diabete tipo 2: un algoritmo basato su efficacia e farmaco-economia

L anziano. Terapia del diabete tipo 2: un algoritmo basato su efficacia e farmaco-economia Terapia del diabete tipo 2: un algoritmo basato su efficacia e farmaco-economia L anziano Edoardo Guastamacchia Università degli Studi di Bari A. Moro I diabetici over 65 sono oltre 1.5 milioni, entro

Dettagli

la riabilitazione dopo ictus e frattura di femore La riabilitazione in RSA

la riabilitazione dopo ictus e frattura di femore La riabilitazione in RSA auditorium di s. apollonia, firenze 17 aprile 2012 la riabilitazione dopo ictus e frattura di femore La riabilitazione in RSA Sandra Moretti Bruna Lombardi U.O. Recupero e Rieducazione Funzionale Azienda

Dettagli