RELAZIONE FINALE DELLA DIRIGENTE SCOLASTICA AL CONSIGLIO DI ISTITUTO PREMESSA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE FINALE DELLA DIRIGENTE SCOLASTICA AL CONSIGLIO DI ISTITUTO PREMESSA"

Transcript

1 Liceo Scientifico Statale Antonio Orsini di Ascoli Piceno Via Faleria, Ascoli Piceno Centralino (0736) 42719, Fax (0736) C.F Cod. Ministeriale APPS01000X Sito Web: Posta certificata: E mail: RELAZIONE FINALE DELLA DIRIGENTE SCOLASTICA AL CONSIGLIO DI ISTITUTO PREMESSA La presente Relazione è presentata dalla Dirigente Scolastica al Consiglio di Istituto, nel rispetto delle vigenti Norme di legge e Disposizioni ministeriali, tenendo conto degli indirizzi e delle scelte generali per le attività di questo Liceo Scientifico Statale Antonio Orsini di Ascoli Piceno, riportate nel POF, documento fondamentale dell Istituto, deliberato dagli Organi Collegiali per l A.S. 2013/2014. Essa ha lo scopo di fornire un ulteriore strumento di trasparenza dell azione della Scuola, di garantire la più ampia informazione e un efficace raccordo degli Organi dell Istituzione scolastica, in un ottica di relazione/dialogo tra gli stessi. Come è noto, facendo seguito a quanto già relazionato nel decorso anno scolastico, si ricorda che dall anno scolastico 2010/2011, la Scrivente, alla scadenza di precedente contratto, in seguito a formale richiesta all Ufficio Scolastico Regionale per le Marche e a sottoscrizione di nuovo, regolare contratto, ha ottenuto la dirigenza del Liceo Scientifico Statale Antonio Orsini di Ascoli Piceno. Si fa presente che a partire dal suddetto anno scolastico 2010/2011, sulla base del processo di Riforma della Scuola Secondaria di II grado, il Liceo, pur continuando a mantenere i corsi di studio già avviati con la previgente normativa (compreso il Piano sperimentale denominato P.N.I), ha attivato i nuovi corsi ordinamentali. Nel pregresso anno, nelle more della applicazione della anzidetta Riforma, hanno continuato a permanere n. 7 classi dei precedenti corsi. Inoltre, dall anno scolastico 2011/2012, lo stesso Liceo ha chiesto e ottenuto il funzionamento del corso istituzionale Opzione scienze applicate ( classi n 3 a.s. 2013/2014); le classi riferite al nuovo ordinamento sono state n. 27 (totale classi a.s. 2013/2014: n. 37). La popolazione scolastica è caratterizzata dall utenza cittadina e da quella del distretto di Ascoli Piceno; si registrano pure casi di iscrizioni di studenti provenienti da altri distretti provinciali o da altre regioni che si uniscono alla storica confluenza di studenti della limitrofa regione abruzzese. Si riportano qui, di seguito, i prospetti relativi ai dati degli Studenti e del Personale a tutt oggi prodotti e disponibili anche sul Sito Ministeriale: Scuola in Chiaro. Pagina 1 di 17

2 Pagina 2 di 17

3 CONSISTENZE 13/14 Nello scrutinio di Giugno 2014, n 24 alunni sono risultati non ammessi e n 161 hanno avuto il giudizio sospeso; l esito finale di integrazione dello scrutinio di Agosto 2014 ha fatto registrare l ammissione alla classe successiva di n 157 alunni su 161 stante la non ammissione di n 4 studenti (totale non ammessi a.s. 2013/2014: n 28). Pagina 3 di 17

4 Pagina 4 di 17

5 PROGETTO EDUCATIVO E CULTURALE DEL LICEO I principi generali, identificati e deliberati dagli Organi Collegiali per la pianificazione delle attività progettuali dell a.s. 2013/2014, in linea anche con gli anni precedenti, vengono, qui, di seguito, illustrati: Assunzione di un impianto curriculare e disciplinare in coerenza con le INDICAZIONI NAZIONALI e con la già sopra richiamata Riforma ordinamentale, realizzando una Offerta Formativa in grado di armonizzare il curriculo obbligatorio con le attività extra curriculari. Intensificazione delle attività di promozione del benessere e della salute. Potenziamento dei rapporti tra Scuola e Territorio. Sostegno alla crescita formativa degli studenti attraverso un rapporto di dialogo costante con gli stessi e con le loro famiglie nell ottica della Corresponsabilità educativa, del rispetto del Regolamento di Istituto, dello Statuto delle studentesse e degli studenti e del Patto educativo. In sintesi, la Scuola si è impegnata a promuovere e realizzare una Offerta Formativa unitaria, orientata verso la crescita umana, sociale e culturale degli studenti, rispondente a quanto espresso nelle già sopra menzionate Indicazioni nazionali ministeriali, curando la formazione in verticale e in orizzontale anche in termini di continuità tra Ordini di Scuola, Orientamento scolastico e universitario e tramite forme di collaborazione attenta con gli altri Attori educativi extra -scolastici. L azione educativo/didattica è stata finalizzata all acquisizione di conoscenze, abilità e competenze significative negli ambiti: scientifico, umanistico e tecnologico/informatico. In particolare, per valorizzare le competenze dei ragazzi, alcuni interventi educativo/didattici (predisposti sia in orario curriculare che extra curriculare), seppure in modo graduale e compatibile con il contesto scolastico, sono stati potenziati, mentre altri sono stati adottati per la prima volta. Una doverosa attenzione è stata rivolta ai bisogni tipici della utenza interessata che si trova nel delicato periodo dell età evolutiva che comprende la pre - adolescenza e l adolescenza. In tal senso, sono state costantemente realizzate attività di consulenza psico-pedagogica, di prevenzione ed educazione alla salute. Nell ambito della cosiddetta educazione alla cittadinanza attiva, sono state riconfermate iniziative per favorire le conoscenze del patrimonio storico, artistico e culturale del territorio; sono stati realizzati progetti, concertati con diversi Soggetti esterni e sottoscritti taluni accordi di rete per creare ulteriori occasioni di formazione, orientamento, confronto e intermediazione tra Scuola, mondo del lavoro e Università. Il Liceo, ha realizzato il Progetto di teatro in lingua inglese iniziato nell anno scolastico 2011/2012 e ha riproposto stage linguistico all estero. Le risorse a disposizione per il Personale docente e A.T.A., in linea con il Contratto Integrativo di Istituto A.S. 2013/2014, sono state destinate a : Interventi educativo/didattici di recupero per studenti con debito formativo; eventuale sportello didattico e approfondimento classi quinte; istituzione Centro sportivo studentesco / avviamento alla pratica sportiva; ampliamento delle opportunità formativo/culturali: viaggi d istruzione/ visite guidate; stages linguistici; Pagina 5 di 17

6 orientamento e valorizzazioni capacità individuali con partecipazioni a concorsi, iniziative progettuali concertate con interlocutori presenti nel territorio; uso dei laboratori, delle risorse audiovisive, tecnologico/informatiche per arricchire la didattica e anche per migliorare la comunicazione interna e quella esterna con le Famiglie ricorrendo a sms e promuovendo l attivazione di nuovi programmi per la valutazione e per l avvio del registro on - line; diffusione di informazione/formazione sulle diverse tematiche educativo/didattiche e in materia di sicurezza; partecipazione alla gestione organizzativa del Liceo tramite : Coordinatori di classe, Referenti/Responsabili/Figure varie di sistema, Commissioni, due Collaboratori della Dirigente scolastica, Destinatari funzioni strumentali per il P.O.F.; valorizzazione e miglioramento dei servizi ausiliari e amministrativi per la realizzazione del P.O.F. anche attraverso l aggiornamento di programmi informatici e del sito della Scuola. Tutte le attività e gli incarichi contemplati nei già citato Contratto integrativo di Istituto, oltre ad essere congruenti con la realizzazione del P.O.F., sono stati orientati verso il perseguimento dei seguenti obiettivi: 1) migliorare le prestazioni individuali cercando di coinvolgere al meglio il Personale docente, A.T.A. e gli studenti, allo scopo di mantenere e rafforzare il senso di appartenenza alla Istituzione scolastica e la motivazione nella erogazione del servizio offerto; 2) promuovere la qualità del processo formativo; 3) mantenere e accrescere il buon nome della Scuola anche in termini di immagine nei confronti dei diversi Soggetti esterni. I suddetti obiettivi risultano essere, peraltro, conformi con quanto previsto dall art. 40 del D.Lgs. 165/2001. Per quanto qui non specificatamente riportato, si rimanda, comunque, al P.O.F. pubblicato sul sito della Scuola oltreché sul format ministeriale: Scuola in chiaro. IMPIANTO ORGANIZZATIVO LE FIGURE DI SISTEMA La Organizzazione del Liceo si è avvalsa delle Attività di collaborazione di varie figure che, a seconda dei casi sono state individuate tra il Personale docente e A.T.A. dalla Dirigente Scolastica o dagli Organi competenti anche sulla base delle competenze possedute per supportare l unità scolastica e garantire la migliore erogazione del servizio. LA PROGETTAZIONE Nonostante la presenza di n. 2 (due) part-time tra il Personale il Personale DEL SERVIZIO il Liceo si è impegnato costantemente a: garantire il servizio di sportello di Segreteria per tutta l utenza (interna ed esterna); aprire in orario pomeridiano la Sede scolastica per la realizzazione delle molteplici attività educativo/didattiche e di formazione. Pagina 6 di 17

7 Talune azioni di miglioramento dei servizi sono state avviate mentre altre hanno bisogno di ulteriore implementazione. In tale settore, sarebbe stato auspicabile poter contare sulla stabilità delle unità del Personale impiegate per il part-time che, tra l altro sono state gestite con altre Sedi scolastiche. Ciò, indubbiamente, ha continuato a penalizzare gli sforzi messi in campo in termini di formazione delle unità medesime e di continuità nello svolgimento delle attività lavorative. Va pure evidenziato come la necessaria attività di assistenza tecnica ai laboratori, da più anni, sia espletata da un'unica unità di Personale che si è adoperata al meglio (ovviamente la Scrivente ha continuato a inoltrare formale richiesta per l ottenimento di ulteriori dotazioni di Personale tecnico anche a fronte del pensionamento del Docente tecnico/pratico che, a suo tempo, forniva un costante supporto sul piano informatico/didattico e degli orari). Comunque, stante anche la mancanza di implementazione dell Organico, l Ufficio di Dirigenza ha promosso l avvio di un percorso di rivisitazione/ampliamento dei servizi amministrativo/didattici che coinvolgesse i Docenti destinatari delle Funzioni Strumentali, alcune unità di Assistenti Amministrativi e il Tecnico esperto esterno. In particolare, si è proceduto ad avviare la costruzione del nuovo SITO della Scuola, a realizzare lo scrutinio con il nuovo programma Classe Viva, a promuovere attività di informazione/formazione del Personale ai fini della attivazione del Registro on-line per la successiva consultazione dello stesso da parte degli utenti, a contemplare idoneo supporto tecnico oltre che sul versante amministrativo anche su quello didattico. Inoltre, si deve evidenziare che in mancanza del Bibliotecario, la Scuola ha provveduto ad individuare apposita Commissione e Docente referente/responsabile. Va rilevato che in più occasioni, grazie anche all impegno e alla guida dei docenti, molti alunni hanno partecipato a concorsi letterari e di poesia, prodotto articoli, realizzato saggi ottenendo pure riconoscimenti e premi. Nel decorso anno si è continuato a coinvolgere attivamente i ragazzi in iniziative formative finalizzate alla solidarietà, alla realizzazione di un video per l orientamento scolastico, alla progettazione delle giornate della creatività e di fine anno. Le attività didattiche si sono svolte in linea con il calendario deliberato. RISORSE RISORSE UMANE DOCENTI - Questo Liceo, in generale, ha potuto avvalersi della stabilità del Corpo docente. L Organico, nonostante la preannunciata e reale diminuzione della popolazione scolastica (a medio e lungo termine) e i vigenti parametri Pagina 7 di 17

8 ministeriali per la costituzione delle classi, si è mantenuto pressoché invariato anche grazie alla istituzione del corso Opzione Scienze Applicate. A.T.A. - Le dotazioni organiche A.T.A. risultano essere rispondenti alle vigenti disposizioni ministeriali anche se, come già detto sopra, si deve rilevare la carenza di Assistenti Tecnici (puntualmente richiesti da questo Istituto ma non assegnati) in conseguenza dei tagli sinora previsti dalla Legge, per effetto dei quali le dotazioni organiche A.T.A., negli ultimi anni, sono state ridotte rispetto agli Organici precedenti. Si rimanda inoltre a quanto già sopra esposto con riferimento ai part-time e alla figura del Docente tecnico-pratico posto in quiescenza. ESPERTI ESTERNI/VOLONTARI - La Scuola, all occorrenza, si è avvalsa di figure qualificate, con specifiche competenze per l ampliamento dell Offerta formativa. FORMAZIONE Il Personale docente e A.T.A., nell anno di riferimento, ha ricevuto la dovuta informazione/formazione in materia di sicurezza. Diverse unità di Personale hanno svolto corsi di aggiornamento o formazione per il primo soccorso, antincendio, etc Va comunque precisato che sulla scorta della normativa vigente, ogni Scuola è chiamata a monitorare la situazione del Personale per disporre, a seconda dei casi, le attività obbligatorie di formazione o aggiornamento in materia di sicurezza. In particolare, gli Insegnanti hanno aderito ad attività/iniziative formative, seminari, convegni organizzati a livello interno o a livello esterno sulle seguenti tematiche: uso delle LIM; innovazione didattica disciplinare in ambito linguistico e/o matematico/ scientifico; CLIL (insegnamento lingua inglese di materia non linguistica); D.S.A. (disturbi specifici dell apprendimento); educazione alla salute; scienze motorie; tutoraggio nei confronti dei docenti neo assunti e dei tirocinanti provenienti da diverse Università (questo Liceo si è accreditato per l espletamento del cosiddetto T.F.A. - Tirocinio di formazione attiva per gli studenti universitari e risulta inserito nell elenco predisposto dall Ufficio Scolastico Regionale); scrutini online e registro elettronico. SICUREZZA Il Liceo si è impegnato ad effettuare le dovute attività in materia di sicurezza avvalendosi anche della presenza del RSPP e del Medico competente. Sono stati Pagina 8 di 17

9 svolti i previsti incontri per l illustrazione e l aggiornamento dei documenti di valutazione dei rischi anche alla presenza del Rappresentante dei lavoratori e del Referente interno delegato alla sicurezza. E RISORSE STRUTTURALI Sulla base delle risorse esistenti, dei bisogni rappresentati dal Personale E DOTAZIONI della partecipazione a concorsi e delle richieste avanzate a Soggetti terzi, si è proseguito ad incrementare le dotazioni multimediali tecnologico/informatiche della Scuola. Attualmente, il patrimonio informatico dell Istituto risulta essere ulteriormente incrementato dalle seguenti attrezzature: 30 PC completi di monitor e 15 Notebook; 2 stampanti; 1 TVColor Led 30 ; Inoltre, con finanziamenti specifici a tutt oggi comunicati/assegnati dalla Provincia, sono stati acquistati arredi scolastici (banchi, sedie e varie per aule o Uffici). L Istituto ha aderito, ottenendo apposito finanziamento, al Progetto ministeriale: Classe 2.0. Gli acquisti da destinare alla classe interessata, sono stati effettuati nei tempi e nei modi previsti dal M.I.U.R. Altri acquisti sono stati effettuati per i laboratori e per la palestra. L Amministrazione provinciale è stata nuovamente sollecitata a porre in essere gli interventi di propria competenza sull immobile scolastico. Di fatto, gli stessi interventi, risultano essere stati disposti con una certa difficoltà e a fronte della ben nota, critica situazione economica formalmente dichiarata dall Ente proprietario. In tal senso, la Dirigente Scrivente ha continuato a significare le esigenze scolastiche e, per quanto possibile e di sua competenza, si è impegnata a predisporre misure idonee in materia di Salute/Sicurezza. Da ultimo, si è adoperata a risollecitare la erogazione dei contributi dovuti con formale, ulteriori note. RISORSE ECONOMICHE Le risorse economiche con le quali la Scuola in regime di autonomia ha potuto realizzare il P.O.F. e i Programmi annuali, sono costituite: dai finanziamenti ordinari del MIUR; dai contributi per i viaggi di istruzione e dai contributi volontari delle famiglie ( nella misura e con le finalità deliberate dal Consiglio di Istituto per ogni anno scolastico); dai contributi della Provincia di Ascoli Piceno (situazione critica già sopra descritta, relativa agli EE. FF. 2011, 2012 e 2013); dal contributo delle Ditte per i servizi di ristoro. QUALIFICAZIONE OFFERTA FORMATIVA VALUTAZIONE INTERNA DEGLI Gli esiti scolastici, oltre ad essere oggetto di dovuta informazione degli studenti e delle loro famiglie, vengono periodicamente comunicati, via web, al Ministero Pagina 9 di 17

10 ESITI DEGLI APPRENDIMENTI che effettua poi la elaborazione statistica degli stessi (vedasi già menzionato Format Scuola in Chiaro). L apprendimento è valutato confrontando le situazioni iniziali, i risultati intermedi e finali degli studenti. I percorsi di apprendimento sono stati personalizzati attuando attività di recupero e potenziamento disciplinare realizzati da docenti interni e/o esterni alla Scuola. Ulteriori forme di personalizzazione del processo di insegnamento / apprendimento sono state adottate per i casi specifici previsti dalle vigenti Norme di Legge e Disposizioni ministeriali, prevedendo, tra l altro, la eventuale attivazione di progetti di Istruzione domiciliare. SOMMINISTRAZIONE QUESTIONARI A LIVELLO DI ISTITUTO Negli ultimi tre anni, è stata ripresa la somministrazione di questionari anonimi destinati alle diverse Componenti scolastiche per rilevare il grado di soddisfazione percepito in relazione al servizio scolastico. In generale, dall analisi degli stessi, effettuata dalla Funzione Strumentale P.O.F., emerge che la maggior parte dei Soggetti interessati apprezza l organizzazione interna della Scuola; in particolare, gli studenti percepiscono la Scuola come luogo non solo di istruzione ma di relazione sociale. Essi hanno dichiarato di aver realizzato le loro aspettative in relazione all acquisizione di un metodo di studio efficace ed autonomo e alle conoscenze più approfondite dei contenuti disciplinari. La Componente Genitori ha mostrato di apprezzare le modalità di svolgimento dei colloqui, l immagine del Liceo all esterno e il servizio erogato dagli Uffici amministrativi. La stessa si dichiara abbastanza soddisfatta della situazione formativa raggiunta dai figli rispetto a quella di partenza (vedansi dati sotto riportati in ordine alla partecipazione al sondaggio effettuato negli anni 2012/2013 e 2013/2014). DATI SONDAGGIO 2012/ DOCENTI 58,3% (42 su 72) ATA 42,1%(8 su 19) Rappres.STUDENTI 50% (20 su 40) Rappres.GENITORI 21,3% (17 su 80) Pagina 10 di 17

11 DATI SONDAGGIO 2013/2014 VALUTAZIONE ESTERNA DEGLI ESITI DEGLI APPRENDIMENTI La Scuola, dall anno 2010/2011, è sottoposta alla valutazione esterna degli apprendimenti (Italiano, Matematica e Questionario studente) a cura dell INVALSI (Istituto Nazionale Valutazione Sistema Istruzione); i risultati delle Prove INVALSI, vedono posizionato questo Liceo al di sopra della media nazionale, del centro Italia e regionale. Il nostro Liceo, nell a. s. 2011/2012, è stato selezionato ai fini della misurazione delle competenze degli studenti in matematica, scienze, lettura e problem solving per la valutazione OCSE/PISA (Organizzazione per la Cooperazione Sviluppo Economico - Programme for International Student Assessment). I risultati forniti dal MIUR nel corrente anno, pur restituendo un posizionamento non troppo brillante del sistema scolastico italiano, vedono il Liceo Orsini al secondo posto, dopo Shangai (vedansi grafici sotto riportati). Si ricorda pure che il Liceo ha già aderito alla 1 Fase di monitoraggio riferita all attivazione del Corso Opzione Scienze Applicate, condotta dal competente Ministero con la collaborazione dell Università degli Studi Roma TRE ( gli esiti già sono stati pubblicati e resi noti via web). Alla 1 a fase ha fatto seguito una seconda, condotta tramite due Scuole Polo già individuate dall Ufficio Scolastico Regionale. Inoltre, sono stati messi a disposizione i locali della Scuola per dare la possibilità agli alunni di sostenere esami per l ottenimento di certificazioni relative a livelli di conoscenza/padronanza della lingua inglese. Il Liceo ha partecipato alle Olimpiadi della Matematica e della Fisica e ai Concorsi di lingua inglese attraverso i quali gli studenti selezionati hanno effettuato esperienze formative all estero. Pagina 11 di 17

12 Confronto dei risultati conseguiti in LETTURA dal Liceo Orsini con le altre tipologie di Scuola Secondaria di II grado, con le Macro aree geografiche italiane e con la media OCSE. Confronto dei risultati conseguiti in MATEMATICA dal Liceo Orsini con le altre tipologie di Scuola Secondaria di II grado, con le Macro aree geografiche italiane e con la media OCSE. Pagina 12 di 17

13 Confronto dei risultati conseguiti in SCIENZE dal Liceo Orsini con le altre tipologie di Scuola Secondaria di II grado, con le Macro aree geografiche italiane e con la media OCSE. Confronto dei risultati conseguiti dal Liceo Orsini con altri delle Nazioni partecipanti all ultima rilevazione del 2012 RICONOSCIMENTI RICEVUTI Innumerevoli studenti hanno ottenuto riconoscimenti e premi per la loro partecipazione a concorsi vari su tematiche storico/letterarie/artistiche e/o inerenti il mondo del lavoro, le Olimpiadi della Fisica e della Matematica; altri alunni e/o classi si sono distinti per i risultati conseguiti a livello locale e non, nella pratica sportiva, costantemente promossa anche tramite il Centro sportivo-studentesco. Anche nell anno 2013/2014 sono stati rilevati casi di eccellenza (Pagella d oro e 100 e 100 e lode agli Esami di Stato). Pagina 13 di 17

14 AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA Il Liceo si è impegnato a consolidare i rapporti con il Territorio adottando una progettualità che integrasse maggiormente la Comunità scolastica con quella socio/culturale/economica di appartenenza. La Scuola ha aderito ad iniziative e realizzato Progetti concertati con: F.A.I. ASL Zona Territoriale Area Vasta 5 Camera di Commercio / I.C.I. (Istituto Cultura Impresa) Confindustria Scuole Università Regione Marche Rotary Prefettura, Provincia e Comune di Ascoli Piceno Centro studi medievali di Ascoli Piceno B.I.M. (Bacino Imbrifero Tronto) Ambito Territoriale Sociale di Ascoli Piceno Nella Sede scolastica sono state affrontate tematiche relative alla cittadinanza attiva, all orientamento, alla educazione/prevenzione alla salute, all ambito storico/letterario/socio/culturale avvalendosi anche della presenza di autorevoli personalità provenienti da diversi settori della società civile. Sono stati realizzati diversi accordi di rete e convenzioni. Per la promozione della crescita integrale dei ragazzi, anche sulla scorta delle sollecitazioni degli stessi e delle loro famiglie, i Docenti si sono adoperati a dare prosieguo al Progetto neve - Sport invernali. Per il consolidamento delle conoscenza della Lingua straniera inglese, nell a.s , è stato riproposto, con esiti positivi, sia in termini di costi che di ore di studio destinate alla lingua inglese, lo stage linguistico a Malta. E stato, altresì, riproposto con successo il Progetto teatrale in lingua inglese denominato: Historock. Tutti i progetti extra-curriculari (concertati anche con gli studenti), hanno consentito agli alunni di arricchire le loro conoscenze. Infine si deve ricordare che il Liceo Orsini, Scuola Polo I.S.S. ( Insegnare Scienze Sperimentali), pur avendo promosso e realizzato, negli anni pregressi, percorsi educativo/didattici/laboratoriali sulla base degli specifici bisogni indicati dalle Istituzioni scolastiche interessate (i progetti condotti sinora, hanno visto un particolare coinvolgimento delle Scuole del 1 ciclo della Istruzione), è in attesa di conoscere le eventuali, ulteriori disposizioni ministeriali anche in termini di erogazione dei necessari finanziamenti, per il prosieguo dei medesimi percorsi. Pagina 14 di 17

15 INTERVENTI DI INTEGRAZIONE E SOSTEGNO ALL APPRENDIMENTO CONSULENZA PSICO- PEDAGOGICA Il servizio è stato promosso allo scopo di fornire supporto nel campo della prevenzione del disagio giovanile, del dialogo con le famiglie e di suggerire le indicazioni più idonee per intervenire nella risoluzione di problemi. Si confida nella continuità del necessario servizio da parte dell A.S.L. e dell Ambito Territoriale Sociale di Ascoli Piceno. ATTIVITÀ DI RECUPERO Curriculare e/o extra curriculare. GRUPPO G.L.H. ( GRUPPO LAVORO HANDICAP ) Il gruppo è stato operativo fino a tre anni fa in presenza di un caso di disabilità. Nel frattempo, il Liceo si è adoperato a individuare apposita figura Referente per la Inclusione scolastica ( Sostegno, D.S.A [ Disturbi Specifici di Apprendimento] e B.E.S. [Bisogni Educativi Speciali]. Il P.O.F., di conseguenza, è stato aggiornato con apposita sezione, tenendo, peraltro, conto della Direttiva ministeriale del 27/12/2012 relativa ai B.E.S.. Nelle classi in cui sono presenti studenti con D.S.A. o B.E.S., i rispettivi Consigli, hanno prodotto specifici Progetti P.E.P (Piani Educativi Personalizzati) e, per il tramite dei Coordinatori, hanno avuto i necessari confronti con le famiglie interessate. Sulla materia della inclusione, in termini di informazione / formazione / consulenza e supporto, si potrà/dovrà fare riferimento anche all Ufficio Scolastico Regionale, all Ambito Territoriale di Ascoli Piceno e all apposito Centro Territoriale con sede c/o l I.P.S.I.A. di San Benedetto del Tronto. CONTINUITA E ORIENTAMENTO Molto intenso e produttivo è stato il lavoro condotto dalla Funzione Strumentale e dalla apposita Commissione per la promozione e realizzazione di iniziative connesse alla continuità didattica e allo Orientamento scolastico e universitario. Sono stati intensificati gli incontri tra studenti del I e II ciclo della Istruzione, fortificati gli interventi di docenti della Scuola Secondaria di II grado per favorire al massimo la conoscenza del Liceo e attuare i migliori, possibili risultati anche in termini di iscrizioni considerando pure l oggettiva diminuzione della popolazione scolastica del territorio piceno. Di fatto, a fronte del calo demografico degli studenti, si è registrato un considerevole numero di iscritti alle classi prime. Per fornire ulteriori opportunità di orientamento universitario e al mondo del lavoro, l Istituto, tra l altro, di concerto con il Rotary e con l I.C.I, ha promosso incontri con Professionisti e ha realizzato, con buoni esiti, il Progetto FIxO concertato tra Scuola, Regione Marche e Italialavoro. Infine, questo Liceo ha dato la propria adesione Pagina 15 di 17

16 alla Rete avente Scuola capofila presso Istituto Superiore di Fermo (Scuola individuata dall U.S.R. Marche) per la promozione di iniziative legate alla Scuola e al Mondo del Lavoro. ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO Il Liceo Orsini, grazie alla fattiva collaborazione di alcune docenti di scienze, della Referente del Progetto, dei genitori degli alunni coinvolti, nonostante gli esigui finanziamenti ministeriali, ha realizzato, in modo autonomo, due percorsi di alternanza Scuola/Lavoro programmando incontri presso quattro Aziende presenti nella Vallata del Tronto: Pfizer Srl, Elantas Italia, CRA-ORA e Promarche Scapa. Gli studenti hanno dimostrato interesse e impegno nello svolgimento delle attività proposte e ricevuto apprezzamenti dai Responsabili delle medesime Aziende. VIAGGI D ISTRUZIONE/VISITE GUIDATE E USCITE VARIE NEL TERRITORIO I viaggi d istruzione, per i quali è richiesto un lavoro notevole, sono stati realizzati con esiti positivi grazie anche al serio, responsabile impegno della Funzione Strumentale con coinvolgimento dell Ufficio del Direttore S.G.A e dell Ufficio di Dirigenza. Per il futuro, sarà necessario programmare le uscite con ulteriore anticipo e pervenire a delle scelte il più possibile omogenee anche in termini di destinazioni, continuando a valutare con attenzione i costi, stante l attuale momento di grave crisi economica. In tal senso, si riconferma la validità della scelta adottata, da più anni, da questa Scuola in ordine alla realizzazione dei viaggi con pernottamento per le sole classi seconde e quinte (Fine I Biennio e ultimo anno del percorso scolastico quinquennale). Altrettanto valida è da intendersi quella di far coincidere il periodo della Creatività studentesca con quello dell Avviamento agli sport invernali Progetto Neve e dello Stage linguistico all estero (dopo il termine del I quadrimestre) per ovvie ragioni legate a principi di equità tra studenti e a valutazioni didattiche e organizzative. I suddetti Progetti sono stati realizzati offrendo dei pacchetti abbastanza soddisfacenti dal punto di vista della qualità e quantità di ore offerte per la pratica sportiva sulla neve, per lo studio della lingua inglese e per i servizi legati al soggiorno. In merito a tutti i viaggi di istruzione, debbo esprimere sincero apprezzamento per gli Insegnanti che continuano ad impegnarsi per la realizzazione degli stessi a fronte delle ben note limitazioni in termini di possibili rimborsi delle spese e delle responsabilità connesse alla vigilanza/sorveglianza degli studenti (vedansi apposite Circolari Docenti emesse da questo Ufficio). CONCLUSIONI Per quanto qui non specificatamente illustrato, si fa riferimento ai documenti fondamentali di gestione di questo Liceo per l A.S. 2013/2014, già pubblicati sul Sito Web nella sezione Amministrazione Trasparente quali: Programma Annuale; Conto Consuntivo; Pagina 16 di 17

17 Contrattazione integrativa d Istituto. Va detto che sinora i Revisori dei Conti hanno sempre espresso parere favorevole in merito alle procedure amministrativo/contabili adottate da questa Istituzione Scolastica Statale e ciò ha consentito alla Dirigente Scrivente di poter gestire più chiaramente ed efficacemente le risorse economiche. Nonostante i ben noti ritardi delle comunicazioni ministeriali legati anche al monitoraggio delle spese, a tutt oggi è stato possibile garantire una Offerta formativa rispondente agli obiettivi originariamente programmati. I compensi per il Personale sono stati liquidati sempre con sollecitudine e rispettando gli adempimenti previsti dalla Legge anche con riferimento alle procedure relative al Cedolino Unico. La Sottoscritta, ritiene di poter esprimere una valutazione soddisfacente in ordine alla gestione di questo Liceo nell anno scolastico 2013/2014. La valutazione, complessivamente positiva, ritengo che debba scaturire anche dalla professionalità e dalla disponibilità di tutte le Componenti scolastiche che qui torno a ringraziare indistintamente. In generale, ringrazio tutto il Corpo docente per l impegno professionale. In particolare, devo ringraziare coloro i quali si sono prodigati anche al di là della loro attività didattica nei diversi versanti gestionali che connotano le Scuole in regime di autonomia (Commissioni, Funzioni strumentali, Referenti vari, etc ). Un particolare ringraziamento è diretto ai Collaboratori della Scrivente e al Direttore S.G.A. per la loro competenza, serietà professionale, collaborazione preziosa, leale e corretta, in ogni circostanza. Gli Assistenti Amministrativi vanno ringraziati per le loro attività svolte sempre con disponibilità verso il Personale interno e l utenza. I Collaboratori scolastici ricevono il mio grazie oltreché per l espletamento delle loro specifiche mansioni anche per la disponibilità nei confronti degli studenti. Ringrazio i genitori e gli studenti eletti che si sono impegnati a partecipare alle riunioni degli Organi Collegiali e quelli eletti nel Consiglio di Istituto rilevando come vi sia stato un comportamento costruttivo in un clima rispettoso, pervenendo sempre a decisioni comuni, anche a fronte di opinioni diverse. Auspico di poter continuare ad operare nella gestione di questo Liceo continuando a fare il mio dovere, profondendo le mie energie e chiedendone altrettante ai miei Collaboratori, in un clima di dialogo critico e costruttivo tra tutti i diversi portatori d interesse, a sicuro vantaggio delle nuove generazioni che devono avere una idonea formazione, necessaria per lo sviluppo della Persona e della Società. Per quanto sopra esposto, con riferimento al Decreto Legislativo 165/2001 art. 25, comma 6, la Scrivente chiede al Consiglio di Istituto di prendere atto della presente relazione e di esprimere eventuali pareri sui contenuti della stessa. Relazione finale allegata al Verbale del Consiglio d Istituto n.281 del 28/11/2014 (punto 9 ordine del giorno). Copia della presente relazione viene pubblicata al Sito Web dell Istituto Albo home page voce Dirigenza e Amministrazione Trasparente Disposizioni Generali Sez. 2 Atti Generali. Pagina 17 di 17 F.to La Dirigente Scolastica Dott.ssa Nadia Latini Nota D.S.: La presente Relazione è stata sottoposta all attenzione del Consiglio di Istituto che, per quanto di competenza, ha espresso unanime parere favorevole in merito come da Verbale n.281 del 28/11/2014 (punto 9 ordine del giorno).

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 Premessa Il presente documento contiene indicazioni e orientamenti

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Scuola _I.C. NOLE CAN.SE (TO) a.s._2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità Circolare n. 31 del 24/09/2014 Inoltro telematico a fiis00300c@istruzione.it in data 24/09/2014 Pubblicazione sul sito web (sezione Circolari / Comunicazioni DS) in data 24/09/2014 OGGETTO: Presentazione

Dettagli

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 1. CONTESTO 1.1 Popolazione scolastica Status socio economico e culturale delle famiglie Livello medio dell'indice ESCS 1.1.a degli studenti Prove

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

5.2. DESCRIZIONE DEGLI ORGANISMI COLLEGIALI

5.2. DESCRIZIONE DEGLI ORGANISMI COLLEGIALI 5.2. DESCRIZIONE DEGLI ORGANISMI COLLEGIALI Famiglia e scuola devono collaborare per favorire insieme il processo di educazione dei ragazzi, nel reciproco rispetto di ruoli e compiti. La scuola non può

Dettagli

I.I.S. Astolfo Lunardi

I.I.S. Astolfo Lunardi Piano dell offerta formativa IL Dirigente Scolastico Funzione Strumentale Pagina 1 di 1 POF - vers 02 - Copertina, 11/10/2010 Delibera CD n. 09 del 29/09/2010 Data stampa: 06/12/12 Delibera Cdi n. 17 del

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

Scuola : LICEO CLASSICO STATALE "C. BECCARIA" - MILANO - a.s.2015-16 Piano Annuale per l Inclusione

Scuola : LICEO CLASSICO STATALE C. BECCARIA - MILANO - a.s.2015-16 Piano Annuale per l Inclusione Scuola : LICEO CLASSICO STATALE "C. BECCARIA" - MILANO - a.s.2015-16 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate

Dettagli

1. LINEE D INDIRIZZO

1. LINEE D INDIRIZZO Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. 80006880308 anno scolastico 2015/16 1. LINEE D INDIRIZZO 1.1 Indirizzi generali

Dettagli

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Codice Meccanografico istituto principale: CLTD00701D Codice meccanografico secondario (risultante da organico) CLPS00701N

Dettagli

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE Gallarate (VA) - Via Bonomi, 4 Tel. 0331.795141 - Fax 0331.784134 sacrocuoregallarate@fastwebnet.it www.sacrocuoregallarate.it Scuola Secondaria di I grado PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Piano Annuale per l Inclusione 2015/16 1. FINALITA GENERALE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 104/92 Legge

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli

Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli Criteri di valutazione degli studenti per tutte le classi I singoli docenti attraverso i propri piani di lavoro, i consigli di classe e la programmazione di

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività)

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) I dati si riferiscono all anno scolastico 2014/2015 Approvato nel Collegio dei Docenti del 12 giugno 2015 Gli alunni certificati in base alla Legge 104/1992 Tabella

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO. INCLUSIONE : Per tutti e per ciascuno

SCHEDA DI PROGETTO. INCLUSIONE : Per tutti e per ciascuno SCHEDA DI PROGETTO INCLUSIONE : Per tutti e per ciascuno Denominazione progetto Priorità cui si riferisce Per tutti e per ciascuno La difficoltà dichiarata anche nel RAV - che la scuola vive nel realizzare

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca INTESA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA e LA REGIONE LOMBARDIA VISTI - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze esclusive in materia di

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado Piano Annuale per l Inclusività A.S. 2013/14 L I.C. Tivoli 2 A.Baccelli pone particolare attenzione

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto DIREZIONE GENERALE

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto DIREZIONE GENERALE Prot. n. AOODRVE-8285 Venezia, 9 luglio 2015 IL DIRETTORE GENERALE VISTO VISTO VISTA l art. 26, comma 8, della Legge 23 dicembre 1998, n 448, il quale prevede che l Amministrazione Scolastica, centrale

Dettagli

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

Funzionigramma d Istituto

Funzionigramma d Istituto Dirigente Scolastico Assicura la gestione unitaria dell istituzione È il rappresentante legale È responsabile della gestione delle risorse finanziare e strumentali e dei risultati del servizio Organizza

Dettagli

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILANO) a.s 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILANO) a.s 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione Scuola ISTITUTO COMPRENVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILA) a.s 2013/2014 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: Infa Prim Med 1. disabilità certificate (Legge 104/92 art. 3, commi 1 e 3) N.n. 7 14. Ø

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR) Prot. n. 4723/A01 Cassino 19 settembre2015 Ai docenti dell istituto comprensivo Loro sedi Atti Oggetto: indicazioni e chiarimenti in merito al POF 2015/16 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n.107/2015

Dettagli

RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA AL PROGRAMMA ANNUALE 2014

RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA AL PROGRAMMA ANNUALE 2014 RELAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA AL PROGRAMMA ANNUALE 2014 A) PREMESSA I- Il Liceo Classico - Linguistico Virgilio di Mantova è frequentato, ad oggi, da 785 studenti distribuiti in 35 classi di cui 304

Dettagli

Circolare interna n. 3 Bisceglie, 3 settembre 2013

Circolare interna n. 3 Bisceglie, 3 settembre 2013 Circolare interna n. 3 Bisceglie, 3 settembre 2013 Oggetto: Istanze FF.SS. a.s. 2013/2014 Ai Sigg. Docenti Al sito web All ALBO S E D I di BISCEGLIE E TRANI Si comunica che le istanze, corredate dai curricula,

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca E U I.I.S. MARCELLO MALPIGHI Sede Centrale: Crevalcore 40014 Via Persicetana, 45-0516801711 fa 051980954 e-mail istituto@malpighi-crevalcore.it

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Liceo Scientifico Statale "G. KEPLERO" Cod. Mecc. RMPS19000T C\C Postale N 47009006 C.F. 80230950588

Dettagli

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA QUESTIONARIO DOCENTI Gentile docente, Le chiediamo di esprimere la sua opinione su alcuni aspetti della vita scolastica e sul funzionamento della scuola nella quale attualmente lavora. Le risposte che

Dettagli

Area POTENZIAMENTO Scientifico

Area POTENZIAMENTO Scientifico Area POTENZIAMENTO Scientifico ALLEGATO 5c Necessità di miglioramento Il potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche, teso sia all individuazione di percorsi funzionali alla premialità

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI -

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI - Prot. n. 5866/C16a Jesi, 13/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

ANNI SCOLASTICI 2015-2018

ANNI SCOLASTICI 2015-2018 LICEO DELLE SCIENZE UMANE Sofonisba Anguissola Anni scolastici 2015-2016/ 2016-17/ 2017-18 Prot. n 4169 / C40 del 14 settembre 2015 ANNI SCOLASTICI 2015-2018 ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016. Bisogni. Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione

PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016. Bisogni. Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione PIANO PROGRAMMATICO per l anno scolastico 2015/2016 Bisogni 1 Curare la qualità dell ambiente di apprendimento favorendo l inclusione 4 Riflettere sugli esiti degli apprendimenti, sulla valutazione e certificazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE LOMBARDIA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE LOMBARDIA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE LOMBARDIA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Per la realizzazione dall anno scolastico 2003/2004

Dettagli

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE Prof. Federico VILARDO La Funzione Strumentale Area 6 si pone come OBIETTIVO GENERALE quello di migliorare

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016

PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE GALLARATE LICEO SCIENTIFICO STATALE Leonardo da Vinci LICEO CLASSICO "Giovanni Pascoli" LICEO delle SCIENZE UMANE opz. ECONOMICO-SOCIALE PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016

Dettagli

Importante, nella legge, è anche l attenzione alla valutazione degli esiti delle attività professionali dei dirigenti e dei docenti: la

Importante, nella legge, è anche l attenzione alla valutazione degli esiti delle attività professionali dei dirigenti e dei docenti: la VERBALE N. Il giorno 1 settembre dell anno 2015 (duemilaquindici), alle ore 8.30, presso la sala riunioni della sede di viale Italia 409, Sesto S.Giovanni (Mi), sotto la Presidenza del Dirigente Scolastico,

Dettagli

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali AREA 1: Gestione del piano dell Offerta Formativa e delle azioni di Autovalutazione* Coordinamento, monitoraggio e valutazione delle attività del POF Coordina la stesura, la gestione, l aggiornamento,

Dettagli

Al Presidente della Regione Veneto. Alla Redazione del sito web dell USR

Al Presidente della Regione Veneto. Alla Redazione del sito web dell USR Prot. n. AOODRVE5461 Venezia, lì, 6 maggio 2015 e-mail Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali e paritarie della regione Veneto Ai Dirigenti Amministrativi e Tecnici e

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Allegato parte integrante regolamento PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Regolamento per l inserimento e l integrazione degli studenti stranieri nel sistema educativo provinciale (articolo 75 della legge provinciale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia - Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Prot. n. NOTE ORGANIZZATIVE PER UNA CORRETTA GESTIONE

Dettagli

VADEMECUM PER ESAMI DI STATO ALUNNI DSA

VADEMECUM PER ESAMI DI STATO ALUNNI DSA I.I.S.S. Maxwell - Settembrini Milano VADEMECUM PER ESAMI DI STATO ALUNNI DSA Sommario 1. Indicazioni generali per Coordinatori di classe e Docenti 2. Normativa esami di Stato alunni DSA D.P.R. 22 giugno

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Istituto Comprensivo Calcedonia

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Istituto Comprensivo Calcedonia Centro Territoriale di Supporto Calcedonia Istituto Comprensivo Calcedonia Via A. Guglielmini, 23 - Salerno Tel: 089792310-089792000/Fax: 089799631 htpp//www.icscuolacalcedoniasalerno.gov.it REGOLAMENTO

Dettagli

Ufficio IV. CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Ufficio IV. CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Al Capo del Dipartimento per l Istruzione SEDE Ai Direttori Generali

Dettagli

I.S.I.S. GIOSUE CARDUCCI DANTE ALIGHIERI. Liceo Classico; Liceo Linguistico; Liceo Musicale

I.S.I.S. GIOSUE CARDUCCI DANTE ALIGHIERI. Liceo Classico; Liceo Linguistico; Liceo Musicale I.S.I.S. GIOSUE CARDUCCI DANTE ALIGHIERI Liceo Classico; Liceo Linguistico; Liceo Musicale Liceo delle Scienze Umane; delle Scienze Umane opzione Economico Sociale;. Ex I. M.: Liceo Socio Psico-Pedagogico

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Docente responsabile del supporto al lavoro del docente Vincenza Mittica PIANO FORMAZIONE

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "EMANUELE MORSELLI INDIRIZZI: CHIMICO - ELETTROTECNICA - MECCANICA E MECCATRONICA- AGRARIA,AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA ELETTRONICA- INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

IISS BALDESSANO ROCCATI CARMAGNOLA. Piano Annuale per l Inclusione

IISS BALDESSANO ROCCATI CARMAGNOLA. Piano Annuale per l Inclusione Prot.n. 5937/A17b del 27/10/2015 IISS BALDESSANO ROCCATI CARMAGNOLA a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: N. ALUNNI

Dettagli

In vista degli impegni finali, si ritiene opportuno fornire alcune indicazioni. SINTESI ADEMPIMENTI DI FINE ANNO SCOLASTICO E RELATIVE SCADENZE

In vista degli impegni finali, si ritiene opportuno fornire alcune indicazioni. SINTESI ADEMPIMENTI DI FINE ANNO SCOLASTICO E RELATIVE SCADENZE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI Via Aldo Moro, 9-20872 CORNATE D ADDA (MB) Codice Fiscale 87004930159 Codice meccanografico MIIC8CM00V Tel.

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO

LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO LICEO ARTISTICO STATALE MEDARDO ROSSO LECCO PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PROGRAMMA ANNUALE Il Programma annuale è lo strumento per la gestione finanziaria del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE P.CANDIANI -BUSTO ARSIZIO-a.s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione

LICEO ARTISTICO STATALE P.CANDIANI -BUSTO ARSIZIO-a.s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione LICEO ARTISTICO STATALE P.CANDIANI -BUSTO ARZIO-a.s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità (nell anno scolastico 2013/2014) A. Rilevazione dei BES presenti:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016. Piano Annuale per l Inclusione

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016. Piano Annuale per l Inclusione ISTITUTO COMPRENVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità Rilevazione dei BES presenti 1. disabilità certificate (Legge 104/92 art.

Dettagli

MIUR. La Nuova Secondaria Superiore

MIUR. La Nuova Secondaria Superiore La Nuova Secondaria Superiore Una Riforma complessiva Con l approvazione del Consiglio dei Ministri del 4 febbraio nasce la Nuova Scuola Secondaria Superiore. E la prima riforma complessiva del secondo

Dettagli

Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

SCHEDA DEL PROGETTO N 07

SCHEDA DEL PROGETTO N 07 Allegato 2 PROGETTI MIGLIORATIVI DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2013/2014 CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE: MADRID Scuola/iniziative scolastiche: SCUOLA STATALE ITALIANA DI MADRID SCHEDA DEL PROGETTO N

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio VI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio VI EDUCAZIONE alla SICUREZZA STRADALE Il Progetto Nazionale Il Progetto ha la finalità di educare a comportamenti corretti e responsabili e, in particolare i giovani utenti della strada, ad una guida dei

Dettagli

Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione

Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti 2014/2015: n 1. disabilità

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità

Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità ISTITUTO COMPRENVO STATALE POLO EST LUMEZZANE a. s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: Infanzia Primaria Sec.I grado

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTO quanto previsto dalla Legge 107 del 13/07/2015 Riforma del sistema nazionale

Dettagli

Breve excursus sulle leggi relative all integrazione scolastica degli alunni disabili

Breve excursus sulle leggi relative all integrazione scolastica degli alunni disabili INCLUSIVITÀ a Integrazione del disagio Breve excursus sulle leggi relative all integrazione scolastica degli alunni disabili Il POF d istituto riconosce pienamente il modello d istruzione italiano in termini

Dettagli

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA Visto il D.P.R. n. 275/1999, art. 7, che prevede la possibilità per le istituzioni Scolastiche autonome di stipulare accordi di rete per perseguire

Dettagli

RELAZIONE FINALE DELLA FUNZIONE STRUMENTALE DISAGIO E DSA. 7 Istituto Comprensivo "S. Camillo"

RELAZIONE FINALE DELLA FUNZIONE STRUMENTALE DISAGIO E DSA. 7 Istituto Comprensivo S. Camillo Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN CAMILLO Via M. Sanudo, 2-35128 PADOVA-C.F. 92200400288 TEL.049776367-776950/FAX 0497803800 E-MAIL: pdic88400t@istruzione.it

Dettagli

Allegato A) 1. PREMESSA

Allegato A) 1. PREMESSA Delibera N. 1193 del 10.04.2006 Riforma scolastica nelle scuole primarie e secondarie di primo grado in lingua italiana. Anno scolastico 2006/200 (modificata con delibera n. 4926 vom 29.12.2006) omissis

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

PROGETTO "Diversità e inclusione"

PROGETTO Diversità e inclusione MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO CERVARO Corso della Repubblica, 23 (Fr) Tel. 0776/367013 - Fax 0776366759 - e-mail:fric843003@istruzione.it

Dettagli

Prot. n.4384/a01 Foggia 17-06-2016. Oggetto: Pubblicazione Criteri per la valorizzazione del merito dei docenti Legge 107/15. Il DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n.4384/a01 Foggia 17-06-2016. Oggetto: Pubblicazione Criteri per la valorizzazione del merito dei docenti Legge 107/15. Il DIRIGENTE SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Liceo Scientifico Statale G. Marconi Via Danimarca, 5 711 Foggia Tel. 0881 66571 C.F. 80017071 web: www.liceogmarconi.it - e-mail: fgps0000@istruzione.it

Dettagli

MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013

MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013 Ai Direttori

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO Amministrazione, finanza e marketing Relazioni internazionali per il marketing Sistemi informativi aziendali LICEO SCIENTIFICO Viale San

Dettagli

MIUR. La Nuova Secondaria Superiore

MIUR. La Nuova Secondaria Superiore La Nuova Secondaria Superiore Una Riforma complessiva Con l approvazione del Consiglio dei Ministri del 4 febbraio nasce la Nuova Scuola Secondaria Superiore. E la prima riforma complessiva del secondo

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Ponte (Bn) Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria primo grado con sezioni associate Comuni di Paupisi e Torrecuso

Istituto Comprensivo Statale Ponte (Bn) Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria primo grado con sezioni associate Comuni di Paupisi e Torrecuso Prot.n. 2099/B24 Ponte, 30/05/2016 A tutti i docenti dell I.C. Ponte Al D.S.G.A. e al personale A.T.A. Atti Albo plessi Sito web Oggetto: Adempimenti di fine anno scolastico 2015/16 Con la presente, si

Dettagli

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Emilia Gangemi COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Linee di indirizzo 12 dicembre 2012 Il quadro disegnato dai dati più recenti, tra cui le indagini ISTAT, in merito al mercato del lavoro nel Lazio non

Dettagli

OGGETTO: aggiornamento dell elenco regionale delle istituzioni scolastiche accreditate ai sensi del D.M. n. 249/2010 e del D.M. n.

OGGETTO: aggiornamento dell elenco regionale delle istituzioni scolastiche accreditate ai sensi del D.M. n. 249/2010 e del D.M. n. OGGETTO: aggiornamento dell elenco regionale delle istituzioni scolastiche accreditate ai sensi del D.M. n. 249/2010 e del D.M. n. 93/2012 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Ministro dell istruzione,

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PREMESSA L Istituto opera con particolare attenzione per l integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione, l acquisizione di autonomia

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale ADELAIDE RISTORI Via L. D Alagno, 16-80138 Napoli

Istituto Comprensivo Statale ADELAIDE RISTORI Via L. D Alagno, 16-80138 Napoli Prot.2429/O Napoli 28.09.2015 Al Collegio Docenti Alla DSGA All Albo AL SITO WEB IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI il D.P.R. n.297/94 ; il D.P.R. n. 275/99; il D.P.R. 20 MARZO 2009, N.89, recante Revisione

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16. Piano Annuale per l Inclusione

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16. Piano Annuale per l Inclusione DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Prot. n. 560 Bari, 25 gennaio 2012 Il Dirigente : Anna Cammalleri BANDO per la selezione di proposte progettuali per attività di ricerca azione in rete verticale tra istituti di istruzione secondaria di

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE

N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO ISTRUZIONE

Dettagli

AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA

AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA Prot. n. 7937/FP del 20/11/2015 Genova, lì 16 novembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE

Dettagli

CONSIGLIO DI ISTITUTO. ARGOMENTO ALL O.D.G.: n. delibera Testo delibera esito votazione

CONSIGLIO DI ISTITUTO. ARGOMENTO ALL O.D.G.: n. delibera Testo delibera esito votazione SEDUTA DEL 12/11/2013 LICEO STATALE Giovanni Pascoli Viale Don Minzoni, 58 50129 FIRENZE Tel. 055/572370 Fax 055/589734 Sito WEB: www.liceopascoli.it E-Mail : info@ liceopascoli.it Codice ministeriale:

Dettagli

Scuola _ 3 CD G. SIANI DI MARANO DI NAPOLI a.s. 2014/2015. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola _ 3 CD G. SIANI DI MARANO DI NAPOLI a.s. 2014/2015. Piano Annuale per l Inclusione Scuola _ 3 CD G. ANI DI MARANO DI NAPOLI a.s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Sub 1

AVVISO PUBBLICO Sub 1 AVVISO PUBBLICO Sub 1 Per l'assegnazione di un contributo agli Istituti di Istruzione Secondaria di 2 grado della provincia di Pordenone per la realizzazione di progetti al supporto di giovani studenti

Dettagli

Prot. n. 6192/C23a Ascoli Piceno, 25 settembre 2014 SEDE. Oggetto: Nomina Commissioni/Responsabili previsti dal P.O.F a.s. 2014/2015.

Prot. n. 6192/C23a Ascoli Piceno, 25 settembre 2014 SEDE. Oggetto: Nomina Commissioni/Responsabili previsti dal P.O.F a.s. 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE ANTONIO ORSINI Via Faleria, 4 63100 ASCOLI PICENO Centralino (0736) 42719, Fax (0736) 42619 C.F. 80003090448 Sito Web: www.liceoorsini.gov.it Posta certificata: apps01000x@pec.istruzione.it

Dettagli