Periodico d informazione locale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Periodico d informazione locale"

Transcript

1 15 maggio Numero 43 All interno Elezioni Comunali Per saperne di più.. pag. 8 Genitori e Figli Una sfida possibile... pag. 12 A suor Andreina del Boccone del Povero.. pag. 5 Vivona Nicolò Cav. di Vittorio Veneto... pag. 7 Qui si fa l Italia. 15 maggio 2013 pag. 3 Trionfi Calatafimesi Poesia e prosa... pag. 4 Parlando di violenza Concorso sul tema... pag. 11 HOLOGRAME e Parco Archeologico Segesta.. pag. 10 Calatafimi don Bosco Emozioni uniche.. pag. 3 Ricordo Garibaldi Concorso Artistico - letterario Destinatari i ragazzi tra i 10 e 19 anni Pro Loco Calatafimi Per saperne di più.. pag Periodico d informazione locale Esiste ancora per noi.. una morale? Q ualche tempo addietro sul quotidiano "La Stampa" di Torino è stato pubblicato un articolo a firma del giornalista Massimo Gramellini dal titolo "Fatti non fummo a viver come Uli". Possiamo riassumere in estrema sintesi dicendo che l'articolista evidenziava come Uli Hoeness, campione del mondo di calcio nel 1974 e presidente della squadra del Bayer di Monaco, ricevuta in primo grado una condanna a tre anni e mezzo di carcere per evasione fiscale, avesse richiesto ai suoi avvocati di non presentare appello e di scontare la pena alla quale era stato condannato affermando "Ho sbagliato e devo pagare". Nel contempo Gramellini tracciava un paragone ed una similitudine con altro personaggio italiano - diciamo pure con l'italiano medio - che avrebbe tentato di tutto, in tutti i gradi di giudizio, per far valere il suo punto di vista, qualora si fosse trovato in quella analoga situazione giudiziaria. Il giornalista scriveva e diceva, in pratica, "visto da qui sembra fantascienza, quel signore (Hoeness) ha dato davvero le dimissioni e si accinge ad entrare in carcere". Commentando una domenica mattina tale notizia al bar con un amico (ateo) costui ebbe a dirmi: " E' la differenza storica tra la rigida morale protestante calvinista e la tollerante ed ondivaga morale cattolica". Quindi iniziammo una discussione sulla diversità dei modi di intendere la vita e la realtà tra le due religioni e tra le popolazioni che le hanno abbracciate (latini da una parte - nord europei dall'altra), passando per Max Weber e toccando altri argomenti che sarebbe ora complesso ed inopportuno riassumere. Ma in buona sostanza ed in estrema sintesi il mio colto amico intendeva sottolineare che : "i soggetti di estrazione nord europea e protestante Segue a pag. 6 Supplemento al n. 5 Anno IX di Belice c è

2 Pagina 2 S an Paolo ha affermato: Se Cristo non fosse risorto vana sarebbe la nostra fede. La resurrezione di Gesù è la conferma di tutte le verità del Vangelo. Gli apostoli che avevano visto Gesù flagellato, coronato di spine, crocifisso, morto e sepolto si erano rinchiusi nel cenacolo, pieni di smarrimento. Dopo la resurrezione invece, come leoni furiosi, si lanciano alla conquista del mondo, non curanti delle minacce delle autorità giudaiche. Vanno nel tempio ad annunciare che Cristo è risorto. Le autorità li arrestano, li fanno flagellare e loro dicono a tutti di essere felici di aver potuto soffrire qualcosa per Cristo. Due discepoli, delusi, vanno a casa ad Emmaus. Gesù si accompagna con loro e li rimprovera: O stolti e tardi di cuore, non sapevate che il Cristo doveva soffrire per entrare nella sua gloria? Gesù scomparve dalla loro vista, ed essi di corsa, vincendo ogni paura tornano a Gerusalemme per annunziare agli apostoli e ai cristiani riuniti con loro: Gesù è risorto. Agli apostoli che avevano avuto una grande paura sul mare in tempesta, il maestro E Risorto dice: Uomini di poca fede, perché avete dubitato? Ora gli apostoli che credono alla risurrezione sino al punto di andare in tutto il mondo sono pronti anche a farsi uccidere pur di annunziare al mondo: Gesù è risorto. Gesù è risorto, vivo e vero con noi nell Eucarestia per essere la ricarica della nostra fede. Alle pie donne andate al sepolcro l angelo dice: Presto, andate a dire ai suoi discepoli E risorto. Ed esse abbandonato il sepolcro con timore e gioia grande corrono a dare l annuncio ai discepoli. San Paolo scrive ai Colossesi: Se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, non quelle della terra. San Pietro dice ai battezzati: Voi risorti con Cristo siete stirpe eletta, sacerdozio regale, nazione santa, popolo che Dio ha chiamato dalle tenebre a la sua luce meravigliosa. San Luca afferma: Cristo dovrà patire e risuscitare il terzo giorno e nel suo nome saranno predicati la conversione ed il perdono. Di questo voi siete testimoni. Per finire ricordiamo ciò che riporta il vangelo di Marco: Andate in tutto il mondo ed annunziate il Vangelo a tutte le creature, perché (come dice S. Giovanni) chi vede il Cristo ha la vita eterna e risusciterà nell ultimo giorno. Padre Campo Medjugorje Messaggio del 25 Aprile Cari figli! Aprite i vostri cuori alla grazia che Dio vi dona attraverso di me come il fiore che si apre ai caldi raggi del sole. Siate preghiera ed amore per tutti coloro che sono lontani da Dio e dal Suo amore. Io sono con voi ed intercedo per tutti voi presso il mio Figlio Gesù e vi amo con amore immenso. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. Le S. Messe al cimitero, ogni lunedì, verranno celebrate alle ore 8,45; dal 2 Giugno in poi alle ore 9,30. *** Ricordiamo che il mese di maggio è dedicato alla Madonna. E già iniziata infatti la PEREGRINATIO della B.V.M. nelle famiglie. *** In occasione della Pasqua, con la collaborazione di tutti, la Caritas Parrocchiale ha offerto 75 borse spesa. *** Una preghiera per Benedetto XVI che ha compiuto 87 anni. *** Una preghiera per le monache di clausura di Alcamo, che celebrano il centenario di fondazione.

3 Pagina 3 L a delusione per la finale persa non può certo cancellare un annata entusiasmante. Una stagione in cui si sono vissute tutte le emozioni che lo sport riesce a regalarci: - la sconfitta, che ci insegnerà a crescere e dare ancora di più; - la vittoria, come quella di Marsala, un emozione unica che difficilmente chi era presente dimenticherà mai; - l entusiasmo, dei ragazzi che hanno onorato la maglia e il loro paese fino alla fine e dei tifosi che li hanno seguiti in massa per poter dare la spinta necessaria; - la commozione, come quella Il 2014 l anno dei festeggiamenti per il 50 di fondazione Calatafimi Don Bosco: emozioni uniche di Padre Campo in occasione della ricorrenza del cinquantesimo; - la passione, di tutti coloro che si sono adoperati per far continuare questo progetto. L intera dirigenza a nome del presidente Salvatore Mazarese e dei dirigenti Rosario Vivona, Vincenzo Catalano, Giuseppe Artino, Giuseppe Calamusa, Salvatore Barone, Sergio Pirrone, Stefano Bonaiuto vuole innanzitutto ringraziare l allenatore Diego Curcurù per l ottimo lavoro profuso e infine, uno per uno, tutti gli artefici di questa emozionante avventura: Qui si fa l Italia. Carlo Accardo, Dario Adamo, Fabio Adamo, Leonardo Adamo, Leonardo Adamo, Francesco Bruccoleri, Sandro Bonomo, Nicola Catalano, Alessandro Crisanti, Francesco D Este, Filippo Di Stefano, Filippo Errante, Salvatore Fanara, Emanuele Gerbino, Baldo Giacalone, Valerio Giurintano, Santo Guida, Fabio Lentini, Sebastiano Mazarese, Gaetano Messina, Giuseppe Pidone, Mirco Pidone, Samuele Pidone, Davide Ruggirello, Giuseppe Sgroi, Valentino Simone, Giuseppe Sparacino, Pierangelo Spatafora, Francesco Vivona. Forza Calatafimi Don Bosco. N ella ricorrenza della storica battaglia di Calatafimi, del 15 maggio 1860, la Città di Calatafimi Segesta, con la collaborazione della Pro Loco Calatafimi Segesta e dell Istituto Comprensivo Francesco Vivona, ha programmato per i giorni del 14 e del 15 maggio, iniziative volte sia a mantenere viva la memoria dei valori propri del Risorgimento, preziosa eredità per il nostro Paese, sia a tramandare ai più giovani il processo che ha portato all unificazione nazionale e la consapevolezza storica di un passato che rischia di cadere nell oblio. La manifestazione, dal titolo Qui si fa l Italia, è rivolta, pertanto, soprattutto ai giovani che si vuole coinvolgere in una riflessione collettiva sulla storia locale e nazionale. Di seguito il programma della manifestazione: Mercoledì 14 maggio 2014 Ore 10,00: Aula Magna del Plesso F. Vivona - Manifestazione Sulle tracce di Garibaldi e dei suoi Mille ; Ore 11,30: Sfilata delle Camicie Rosse da parte degli alunni dell Istituto Comprensivo F. Vivona (Percorso: Via Zuaro Via Garibaldi Piazza Pietro Nocito Via Mazzini Piazza Plebiscito) - Ore 12,00: Villa Comunale - Omaggio ai Caduti; Giovedì 15 maggio 2014 Ore 10,00: Sfilata di bambini in Tricolore (dalla Chiesa di Santo Isidoro alla Villa Garibaldi); Ore 10,30: Villa Garibaldi - Deposizione della Corona presso il Monumento ai Caduti; Ore 11,00: Ex Convento San Francesco - Manifestazione La battaglia di Calatafimi nel Risorgimento Italiano: tra storia, luoghi e ricordi - Interverranno: il Prof. Carlo Cataldo e la Prof.ssa Erina Baldassano -Proiezione di foto antiche sulla tradizione garibaldina a Calatafimi Segesta - Interventi musicali Recita di poesie di poeti locali sull epopea garibaldina - Premiazione dei vincitori della prima edizione del Concorso artistico-letterario Ricordo Garibaldi.

4 Pagina 4 I l giorno di Pasqua, Domenica 20/04/2014, alle ore 10:00, presso la Chiesa di San Michele, si è celebrata la solenne messa pasquale durante la quale padre Antonio Peraino ha eseguito la benedizione delle nuove effigi del Ceto Pecorai e Caprai di Calatafimi Segesta: la pecora dorata su base lignea, simbolo del Ceto Pecorai e la capra dorata, anch essa su base lignea, simbolo dei Caprai, recentemente restaurate. Nell angolo di sinistra della navata centrale della Chiesa di San Michele è stato allestito il piccolo altare ligneo di San Pasquale Baylon, protettore del Ceto dei Pecorai, alle cui Trionfo calatafimese alle Olimpiadi di Lingue e Civiltà Classiche T eresa Saladino, alunna del Liceo Classico Cielo d Alcamo di Alcamo, si è qualificata tra i primi 12 nella fase regionale della Terza edizione delle Olimpiadi di Lingue e Civiltà Classiche, tenutasi presso il Liceo Classico Umberto I di Palermo, lo scorso 7 marzo, cimentandosi nella traduzione di un brano tratto dalla Storia della Guerra del Peloponneso di Tucidide e nel relativo commento strutturato, che prevede un analisi approfondita del passo dal punto di vista linguistico-lessicale e stilistico, e una riflessione sul tema presentato, tramite riferimenti ad altri autori e attualizzazioni. La qualificazione ha dato accesso all alunna Saladino alla prova Nazionale, svoltasi presso l Educandato Statale Maria Adelaide di Palermo martedì 6, a cui hanno partecipato ragazzi provenienti da tutt Italia, confrontandosi con un arduo brano tratto dalla Politica di Aristotele, e il relativo commento linguistico. La premiazione dei vincitori avvenuta Giovedì 8 Maggio 2014 presso il Teatro Politeama, alla presenza di illustri studiosi ed esperti di civiltà classica. La benedizione della pecora e della capra. Ceto Pecorai e Caprai n.p. estremità sono state collocate le effigi della pecora e della capra, sorrette da due apposite colonne e contorniate da piante e fiori. Alla presenza di un foltissimo e devoto pubblico di fedeli, in una chiesa gremita e attenta, Don Antonio Peraino, alla fine della funzione religiosa pasquale, ha eseguito la solenne benedizione della pecora e della capra, il cui restauro è stato curato dal Maestro artigiano Carlo Mucaria ed interamente finanziato dal Vicepresidente del Ceto Pecorai e Caprai, Signor Milazzo Vincenzo. Durante l offertorio l amministrazione del Ceto Pecorai e Concorso Nazionale per giovani musicisti I ragazzi di II e III dell'istituto Autonomo Comprensivo " G. Pitrè " di Castellammare del Golfo, seguiti dal prof. Baldo Calamusa, al Concorso Nazionale per giovani musicisti, nella Sezione Scuole Medie ad Indirizzo musicale, Cat. C (8 chitarre) hanno vinto il primo premio con un punteggio di 95/100 ed il premio speciale B. Albanese come migliore Ensemble Caprai ha donato un cesto colmo di formaggi tradizionali, tipici della cultura casearia siciliana e frutto del lavoro paziente e faticoso dei pastori casari. Su ogni forma di formaggio è stata volutamente applicata l immagine sacra di San Pasquale Baylon, protettore dei pecorai. Il momento della benedizione delle effigi della pecora e della capra è stato un momento particolarmente sentito e partecipato, foriero di buone speranze e di ottima riuscita per la festa del SS. Crocifisso, durante la quale il ceto Pecorai e Caprai partecipa alla solenne processione con le nuove effigi restaurate della pecora e della capra ufficialmente benedette. L Amministrazione del Ceto Pecorai e Caprai.

5 Pagina 5 Anagrafe Cittadina Il nostro cordiale benvenuto a: Samuele Lena nato a Palermo il 31 Marzo, Federico Bruccoleri nato a Erice il 31 Marzo, Giovanni Mazara nato a Erice il 7 Aprile, Fabio Garitta nato a Erice il 9 Aprile, Davide Sanacore nato a Erice il 15 Aprile, Davide Maiorana nato a Erice il 19 Aprile. Auguri alle nuove famiglie. Si sono uniti in matrimonio: Giovanni Vanella e Piera Canicattì il 4 Aprile, Michele Nicola Berardi e Nadia Lazzara il 21 Aprile. Il nostro cordoglio alle famiglie per la scomparsa di: Filippo Mazara di anni 99 il 9 Aprile, Angelo Cottone di anni 86 il 10 Aprile, Maria Aliberti di anni 87 il 18 Aprile, Salvatore Cristina di anni 58 il 21 Aprile, Nicolina Vivona di anni 98 il 25 Aprile, Angelo Avena di anni 85 il 30 Aprile. A cura di Alberto Fanara in collaborazione con l'ufficio Anagrafe e Stato Civile Un augurio al nostro concittadino Volpi Aldo che vive a Giacarta, in Indonesia, per il suo terzogenito: Valentino. *** E morto in Australia il nostro concittadino Gucciardo Giuseppe, sposo di Simone Carmela. Siamo vicini a lui ed ai familiari, con la preghiera. *** Una preghiera per il maestro Avena che ci ha lasciato improvvisamente. A Suor Andreina delle suore Serve dei Poveri (Boccone del Povero) In occasione del decennale della morte di suor Andreina, la suora che ha servito i nostri vecchietti per 50 anni, abbiamo celebrato una messa di suffragio. Il suo estimatore, Paolo, ha fatto appendere un manifesto di ringraziamento negli spazi pubblicitari della città. Pubblichiamo di seguito il testo. CALATAFIMI SEGESTA APRILE 2004 /2014 icorrendo il decimo anniversario della dipartita dalla vita R terrena, a te Suor Andreina che dal 1947 per 57 lunghissimi ed intensissimi anni hai operato continuamente a Calatafimi, nell'ospedale, nell'istituto per gli orfanelli, nell'istituto per gli anziani, al servizio degli ultimi, dei più derelitti, dei più deboli e bisognosi, grazie, grazie, ed ancora grazie! Per il mondo ecclesiale e per l'intera collettività sei stata grandissima figura di testimonianza diffondendo, col tuo dolce sorriso, sollievo pace e speranza. Le varie generazioni ricorrendo a te hanno avuto aiuto, conforto, supporto, consi-glio, trovando accoglienza, guida caritatevole, amabile, affettuosa, prudente. Pronta al soccorso, hai offerto oculati e saggi consigli, confortando angosciati e depressi testimoniando con la semplicità dei gesti amore profondissimo per CRISTO fatto Uomo. La carità, la carità senza limiti, in perfetta aderenza con gli insegnamenti del Beato Padre Giacomo Cusmano fondatore della Congregazione Suore Serve dei Poveri (Boccone del Povero), risuonerà nel cuore di chi ti ha conosciuto. Esempio, con tutte le tue consorelle, di testimonianza di vita dedicata a Dio ed al Prossimo, vita vissuta in armonia tra preghiera lavoro e sacrificio, vita vissuta in punta di piedi ma stracolma di altruismo, semplicità, umiltà, pace, serenità, fedel -tà, di nobili sentimenti di vero ed autentico eroismo. Nel sentire comune sei stata considerata molto più che una concittadina, ma una vera e propria istituzione locale, autentico punto di riferimento! Basti pensare che in paese l'istituto Domenico Saccaro era conosciuto principalmente come l'istituto di Suor Andreina. Dovere, improrogabile imporrebbe a chi ha funzione di rappresentanza di fermare e fissare nella memoria collettiva cittadina il tuo nome. A nome mio, ma certo non solamente mio sento di dirti solo: grazie, grazie, grazie; ed ancora grazie, Suor Andreina! Paolo

6 Pagina 6 Segue dalla 1 pagina ritengono, nel loro modo di pensare, di essere strumento di Dio nel mondo: chi lavora con dedizione per tutta la vita e riscuote grande successo può ritenersi salvo. Per tale motivo sono rigidi con se stessi, seguono una rigida morale, sono coerenti. I cattolici aspettano solo la Grazia. Sono più indulgenti nei confronti del peccato e nel prendere posizioni moralmente coerenti. Sono bravi a parole, prendono le cosiddette posizioni di facciata", ma poi... In effetti sembrerebbe non avere tutti i torti, specie esaminando gli anni difficili che stiamo vivendo nella nostra realtà locale e nazionale. A Calatafimi, però, per tornare con i piedi per terra e nella nostra piccola realtà paesana, vi sono pur stati esempi fulgidi sia di individui che di sacerdoti moralmente corretti ed irreprensibili. Persone che comunque hanno seguito una "morale rigida e coerente" E sono stati anche esempio di lavoro e dedizione costante per tutta la vita. Tra quei pochi soggetti che io posso ricordare e richiamare alla memoria collettiva, cito: dal Padre Maestro Benedetto Vivona, al letterato Francesco Vivona, per venire ad esempi a noi più vicini quali lo stesso padre Taranto, padre Parroco Giuseppe Scandariato, tanti concittadini lavoratori attaccati alla famiglia con dedizione. Sono stati costoro esempio di persone moralmente corrette, coerenti, oneste, come corretto e coerente fu il Sindaco Giuseppe Di Stefano, per come io lo ricordo, nell'adempimento del suo mandato e nel suo stile di vita, come lo fu il fratello Padre Michele Di Stefano, morto da martire. Non è detto, quindi, che il nostro modo di essere sia sempre indulgente e di facciata: sono semmai gli uomini, alcuni uomini, a rendersi indulgenti con se stessi. L'errore è umano, e nessuno di noi è chiamato o può permettersi di scagliare la prima pietra, come Cristo insegna. Ma nessuno dovrebbe permettersi, per usare una espressione dialettale locale di pigghiari di 'ncapu quando e se l'errore è commesso: commesso l'errore si dovrebbe fare seria e vera ammenda con coscienza e dignità. Sarebbe opportuno quindi riappropriarsi di una corretta dimensione morale, richiamandoci all'onestà, alla serietà ed alla coerenza dei nostri antenati. Qualche mese addietro avevo detto "Il nostro giornale non è politico o politicizzato... è soltanto un foglio che continua la sua tradizione parrocchiale e vuole raccontare i fatti del Paese". Non smentisco quanto asserito, ma della politica in quanto fatti della "polis", del Paese, bisogna pur parlare! Le elezioni sono vicine. Auguri a tutti i partecipanti, e che si impegnino per il bene del Paese, non per mettersi loro stessi in evidenza. Altro brevissimo inciso: talora qualche mio scritto potrebbe aver suscitato qualche malumore. Lungi da me voler fare polemiche, lanciare accuse, intorbidire e lanciare sospetti su alcuno. Conosco il potere della parola scritta e so che mascariare qualcuno o qualcosa è quanto di più ignobile e vile possa esservi. Ma fin quando sarò accettato quale collaboratore di questo manifesto paesano che è mi porrò sempre domande (anche su argomenti che non conosco, a maggior ragione su argomenti che ignoro) e pretenderò, nell'interesse dei cittadini e dei Calatafimesi, risposte e chiarezza da tutti, specie sul patrimonio pubblico. Tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese in questo benedetto, assurdo Bel paese...al fin della licenza io non perdono e tocco dalla canzone Cirano di Francesco Guccini Francesco Ferrisi

7 Pagina 7 Vivona Nicolo ne" a quanti, avendo combattuto per almeno sei mesi Cavaliere dell ordine di Vittorio Veneto durante la prima guerra n una società moderna decorazione per il titolo di mondiale o precedenti condove primeggia la cavaliere, consistente in una flitti, avessero conseguito la crisi dei valori au- croce greca piena, con inci- croce al merito di guerra. Capo dell'ordine, comtentici, forse perché ci fa so ORDINE DI VITTOprendente una sola classe di comodo non essere respon- RIO VENETO, caricata di sabili di niente, ubriachi di uno scudetto a forma di Cavalieri, era il Presidente della Repubblica; un Genebenessere e viziati di cose inutili, par- Ai 191 Caduti Calatafimesi della 1 Guer- rale di Corpo d'arlare di eroi, pa- ra Mondiale. Anche loro sono morti, come mata che ne presiede il Consiglio. triottismo, tenacia, i Garibaldini, per l Unità d Italia. All'onorificenza, sacrificio, onesopradetta, corristà. è utopia. stella a cinque punte. La Ma il cittadino oggi croce di bronzo è sorretta spondeva un esiguo assegno più che mai ha bisogno di da nastro coi colori della annuo, in favore di quei decredere alle Istituzioni, allo bandiera italiana e una riga corati che non godevano di un reddito superiore al mistato, ai valori veri della nimo imponibile. vita, come hanno fatto i nomio nonno è stato un restri progenitori. duce di guerra e partecivisitando il nuovo sito di pante alla Battaglia di Vit New di Calatafitorio Veneto che si è conmi Segesta ed in particolare clusa con la vittoria del 4 l Albo D oro dei decorati Novembre Calatafimesi, scorrendo tra E bene ricordare, sopratle righe, pensai subito a tutto alle giovani generaziomio nonno materno che non ni, che le celebrazioni del 4 era in quell elenco, ma che novembre servono, oltre anche Lui è stato decorato che a commemorare la vitper meriti combattentistici. toria della battaglia di VitInfatti mio nonno Vivona torio Veneto, anche per Nicolò nato a Calatafimi attestare sincera gratitudine nel 1886 ed ivi deceduto nel 1971, su proposta del azzurra. Inoltre ha ricevuto e riconoscenza verso quei Ministro per la Difesa, con la medaglia d oro 50 an- valorosi Soldati della Prima Decreto in data niversario della vittoria Guerra Mondiale che, giu1970, ha avuto conferito, (1^ Guerra stamente, possiamo considerare l'aristocrazia del vadal Presidente della Repub- Mondiale). lore, i quali risposero con blica Capo dell Ordine di L'Ordine di Vittorio Vittorio Veneto, l Onori- Veneto è stato istituito con slancio e grande generosità ficenza di Cavaliere Legge 18 marzo 1968, n. alla chiamata della Patria. A loro vanno i sentimenti dell Ordine di Vittorio Ve- 263, (abrogata dal Decreto di gratitudine di grande rineto, ricevendo oltre che al Legislativo del 15 marzo Diploma ufficiale di Cava- 2010, n. 66), per "esprimere spetto e ammirazione. Emilio Papa liere dell'ordine, anche la la gratitudine della Nazio- I

8 Pagina 8 Lista Civica Donatella Anselmo Sindaco Calatafimi scegli col cuore Il Sindaco: L avv. Donatella Anselmo, originaria di Calatafimi, che esercita l attività forense a Castellammare del Golfo. La lista civica: La coalizione che sosterrà, nell ambito di una lista civica, la candidatura a sindaco di Donatella Anselmo è costituita da movimenti popolari, gruppi spontanei e liberi cittadini. Il programma: Il programma si articola in 10 punti: Il gruppo cercherà di coinvolgere il più possibile i cittadini per farli partecipare attivamente a decisioni e proposte amministrative, proprio per raggiungere uno dei punti essenziali della nostra linea di fare la più grande alleanza, appunto con i cittadini. Per noi è importante cambiare il metodo partitico di gestione della cosa Pubblica, cercando di incentivare la partecipazione dal basso, attraverso proposte da gruppi di cittadini e tramite consultazione popolare in caso di grossi progetti o grossi impegni di spesa. (Più rispetto per la natura, riciclo, risparmio) NO INCENERITORI. Ottimizzare raccolta rifiuti, incentivando il compostaggio domestico, valorizzando i prodotti di riciclo per poi indirizzare il tutto a "Rifiuti Zero", formando un osservatorio formato da consiglieri di maggioranza, opposizione e sopratutto da cittadini. Il tutto servirà a raggiungere l'obbiettivo etico morale, di cui "Rifiuti Zero" è la sintesi,ma anche di ridurre la tassa sui rifiuti. (Agricoltura e consumi) Incentivare coltivazioni BIO, di qualità non dimenticando i prodotti tradizionali locali, pubblicizzando il tutto e promuovendo il consumo di prodotti a km. 0, puntando in futuro a far nascere G. A. S. (gruppi acquisto solidali) e il mercato del contadino regolamentato. (Turismo) Riqualificazione dei vicoli, delle principali piazze del paese, del museo etnoantropologico e dei ruderi del castello Eufemio. Valorizzazione delle chiese calatafimesi mediante la creazione di un percorso storico artistico in collaborazione con la curia. Realizzazione di un museo archeologico con reperti Segestani e con l'interscambio di reperti provenienti da altri I candidati per il consiglio sono: Anselmo Donatella Accardo Catia Autuori Gaetano Autuori Paolo Bonì Eliana Bruccoleri Emiliano Coretti Francesca Gandolfo Leonardo Maiorana Ivana Mancuso Marco detto Bruno Parrino Giuseppe Pidone Carmelo Saccaro Marianna Sparacino Michele Tumminia Marianna detta Anita. ASSESSORI DESIGNATI Madonia Nicolas Coretti Francesca musei archeologici. Valorizzando e pubblicizzando il tutto con partecipazione a FIERE nazionali ed internazionali, potenziando il sito web istituzionale, aggiungendo autoguide in diverse lingue, cartine tematiche dei siti. Il programma nel dettaglio lo potete consultare sul nostro sito

9 Pagina 9 Lista Civica Sindaco Vito SCIORTINO Noi per Calatafimi Segesta Il Sindaco: Vito Sciortino, funzionario di banca in pensione e volto nuovo della politica calatafimese, non è legato ad alcuna formazione politica ed è fermamente deciso a porre in essere atti concreti che siano permeati da un elevato senso della solidarietà in favore dei cittadini meno protetti, e da una forte accelerazione in direzione dello sviluppo turistico, della tutela ambientale e delle infrastrutture del territorio, che possano rappresentare le legittime istanze di tutta la Città e creare le condizioni e le migliori opportunità di occupazione specie per i più giovani. La lista civica: La coalizione che sosterrà, nell ambito di una lista civica, la candidatura a sindaco di Vito Sciortino è costituita da cinque componenti politiche Partito Democratico (PD), Unione Democratica di Centro (UDC), Movimento Politica e Valori e dei gruppi Noi per la Sicilia e Uniti per il futuro. Il programma è stato oggetto di condivisione tra tutti i gruppi e movimenti e si articola in cinque grandi aree: AREA interventi in ambito sociale 1) Politica fiscale e dei servizi sociali. 2) Politiche giovanili. 3) Attività finalizzate all integrazione delle comunità straniere presenti sul territorio. 4) Disponibilità delle strutture di aggregazione e sostegno alle associazioni sportive e culturali.. AREA interventi sulla vivibilità della città e sostenibilità ambientale. 5) Attrattività turistica. 6) Efficienza del servizio di igiene ambientale 7) Piano traffico. 8) Riqualificazione dei quartieri disabitati.. AREA potenziamento infrastrutture 9) Rendere più efficiente il servizio idrico 10) Rete illuminazione pubblica. 11) Sistemazione viale Oberdan 12) Accorpamento uffici comunali 13) Completamento area artigianale 14) Svincolo autostradale Rincione. 15) Ultimazione Chiesa Sasi. 16) Accesso ai fondi Europea AREA interventi per lo sviluppo turistico e per la tutela delle tradizioni 17) Interventi sull area archeologica e Pianto Romano. 18) Valorizzazione e recupero del patrimonio artistico della Città. 19) Valorizzazione delle nostre tradizioni popolari e manifestazioni che incarnano la cultura religiosa ed il folklore della nostra gente. elle man AREA interventi diversi 20) Educazione alla cittadinanza Attiva con un programma educativo 21) Snellimento dei percorsi burocratici...trasparenza, legalità I candidati per il consiglio sono: Accardo Giacomo Accardo Massimo Aguanno Leonardo Ardito Dario Azzarelli Jessica Bosco Giuseppina detta Giusi Cacciatore Giuseppe Calamusa Antonino detto Nino Gandolfo Maria detta Mariella Lanza Salvatore Marchese Aurelia Simone Tommaso Vanella Vincenza detta Enza Vultaggio Serenella detta Serena Sciortino Vito. ASSESSORI DESIGNATI Verghetti Caterina Lanza Salvatore 22) Disciplina dei flussi migranti... 23) Confronto permanente con i cittadini.. 24) Bilancio partecipativo Piano regolatore 25) Controllo e riduzione della spesa per la gestione del comune 26) Riconoscimento marchio DOP prodotti agricoli locali 27) Realizzazione di un canile Comunale randagismo. Il programma nel dettaglio lo potete consultare sul nostro sito

10 Pagina 10 C alatafimi Segesta, Giovedì 24 aprile alle ore 16:00 presso il Convento di San Francesco a Calatafimi Segesta è stato presentato ufficialmente il Progetto HO- LOGRAMME (Armonizzare le Opportunità legate ai nuovi Orientamenti per la gestione delle risorse archeologiche del mediterraneo e la messa in rete delle esperienze). Il progetto è finanziato dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia Tunisia 2007/2013 e avrà una durata di 18 mesi. Il partner capofila del progetto è il Comune di Calatafimi Segesta, che svilupperà le attività del progetto insieme ai partner: Comune di Salemi, Associazione CICI, Associazione Sabah, Associazione Tourath e AMVPPC (l Agenzia Nazionale per la valorizzazione del patrimonio e la promozione culturale del Ministero Tunisino della Cultura). Obiettivo del progetto è realizzare un Distretto Culturale Evoluto ovvero un circuito transfrontaliero di risorse archeologiche italo-tunisine gestite con modalità innovative. Vecchio e Nuovo, Reale e Virtuale si incontrano e si incrociano nel progetto Hologramme: l innovazione è legata Al via il progetto di valorizzazione e promozione del patrimonio archeologico mediterraneo in Sicilia e Tunisia sia alla conservazione - quindi con riferimento al coinvolgimento strategico di gruppi target rappresentati da ricercatori, istituzioni di salvaguardia e tutela del patrimonio, enti locali, etc. - sia alla valorizzazione in chiave turistica e nella prospettiva di creare opportunità di impiego a partire dalla valorizzazione del patrimonio culturale. Le nuove tecnologie rappresentano il mezzo principale, l anello di congiunzione per realizzare modelli innovativi di conservazione e di valorizzazione dei beni. La partnership di progetto lavorerà, in questi 18 mesi, su tre direttrici principali, con interventi mirati su siti come la necropoli e il Museo Archeologico di Salemi, il Parco Segestano in Sicilia, le città di Cartagine, Tala- Sbitla e Kerkouan in Tunisia. Le azioni, in sintesi: Creazione di itinerari turistico-culturali che leghino le destinazioni archeologiche italo-tunisine, e che saranno promossi anche attraverso la realizzazione di un sistema integrato di gestione delle destinazioni, un servizio rivolto sia ai viaggiatori, sia agli operatori del settore. Formazione di una task force di risorse professionali capace di sviluppare linee strategiche e soluzioni innovative per la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico transfrontaliero sulla base dell utilizzo delle nuove tecnologie. Creazione di un pacchetto di soluzioni ICT che può essere utilizzato anche per altre destinazioni archeologiche dell area di cooperazione. Il pacchetto comprende: percorsi 3D (fruibili via web e via app, oltre che attraverso totem interattivi in-situ); sale emozionali basate sulla riproduzione tridimensionale, su contenuti informativi arricchiti e sull interazione con il visitatore; Palinsesti temporali (applicazioni multimediali); una biblioteca intelligente di materiali documentali che vengono resi fruibili in formato elettronico e multilingue; un archivio video di cortometraggi sia esistenti sia di nuova realizzazione; un percorso di formazione on-line; un marketplace, luogo di incontro tra domanda e offerta di prodotti e servizi per applicazioni ICT. Con l intento di voler dare una prosecuzione all'iniziativa anche dopo la conclusione delle attività, Hologramme promuove un Forum permanente sulle nuove tecnologie che faccia da rete stabile con altri progetti Italo-Tunisini ed Euro- Mediterranei Per seguire il progetto e saperne di più:

11 Pagina 11 Un isola chiamata Zingaro L o scorso 27 aprile la Pro Loco Calatafimi Segesta e il Rotary Club Castellammare del Golfo - Segesta Terra degli Elimi hanno organizzato, presso il Convento San Francesco, la presentazione dell ultima fatica narrativa di Enzo Di Pasquale, Un isola chiamata Zingaro, pubblicato nel 2013 per i tipi della ernesto dilorenzo editore. Lo scrittore castellammarese, noto al pubblico per il successo nazionale riscosso dal suo precedente romanzo Ignazia, racconta, nello scenario di uno Zingaro che partecipa delle emozioni della protagonista, la vicenda umana di una donna, Teresa, eroina di una emancipazione silenziosa e dolorosa. Pregio del romanzo è anche la straordinaria efficacia narrativa con cui l autore riesce a dar vita al mondo contadino che vi è Gli amici ed i simpatizzanti del circolo XV maggio hanno tenuto un incontro ed un momento conviviale nella campagna della prof.ssa Campo. *** Le nostre congratulazioni a quanti il 27 aprile si sono recati a Roma per partecipare alla canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Q ualche settimana fa, presso il Tribunale di Trapani ha avuto luogo la premiazione di giovani studenti che si sono impegnati nello svolgimento di temi, il cui argomento centrale era la violenza. La CO. TU. LE. VI (Contro Tutte Le Violenze), Associazione promotrice del concorso, tra i candidati, ha scelto come vincitore un nostro giovane concittadino, Leonardo Giangrasso, studente presso l Istituto Tecnico Industriale di Trapani L. Da Vinci. Leonardo, nello specifico, ha affrontato il tema della violenza sulle donne, parlando di violenza non solo carnale, ma anche psicologica, facendo riferimento agli eventi di stalking di cui giornalmente veniamo a conoscenza; nel suo tema ha sottolineato come tali eventi, di cui è vittima una donna su tre, si consumano per la maggior parte dei casi da parte di compagni, conl temaiugi o ex fidanzati; solo Parlando di Violenza Leonardo Giangrasso vincitore del concorso sul tema della violenza nell 1 % dei casi la violenza è compiuta da sconosciuti. La convinzione secondo cui la donna diventa proprietà dell uomo, come afferma Leonardo ha radici remote ; il femminicidio, oggi punito come reato, un tempo godeva dell attenuante giuridico, era considerato un delitto d onore. Per fortuna oggi la situazione è cambiata, anche se, come afferma lo Studente, è necessario DENUNCIARE chi compie questi atti di violenza, prima che si evolvano in brutali omicidi. PARLARNE può essere comunque un modo per sostenere, QUESTE donne, VITTI- ME di violenze e soprusi! Noi, cittadini di questa piccola città, siamo orgogliosi di giovani come Leonardo, che sfruttando le loro conoscenze, propongono argomentazioni valide e moralmente profonde su temi difficili da affrontare e di cui spesso si parla poco. m.s. Due Papi verso la santità: Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II S abato 26 aprile nei locali della Parrocchia Maria SS. Consolatrice si è tenuto un incontro dal titolo Due Papi verso la santità: Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Grazie agli interventi di Suor Annamaria Montalbano, Serva dei Poveri, e di Don Giuseppe Cacciatore, parroco di S. Giuseppe a Custonaci, è stato possibile riflettere sull enciclica Pacem in terris di Giovanni XXIII e sulla figura di papa Wojtyla. I due interventi sono stati introdotti da brevi filmati e intervallati dai canti del Coro Maria SS. Consolatrice. r.l.

12 Pagina 12 L 'ingresso Genitori e Figli adolescenti una sfida possibile! nell'adolescenza del figlio, spesso, provoca un certo disagio nei genitori: il bambino dolce e timido di ieri si sta trasformando (improvvisamente secondo la mamma!) in un ragazzino diverso. I cambiamenti che si sviluppano in questa fase evolutiva sono effettivamente tanti e spesso non facilmente comprensibili: repentine modifiche nell organismo (accresciute dimensioni fisiche, cambiamento nella voce, ecc.), cambiamenti di sviluppo cognitivo (ideali, culturali, gusti, ecc.), fanno percepire il figlio adolescente come una persona nuova. Le frasi che spesso caratterizzano i genitori che chiedono aiuto nella gestione dei figli di questa fascia d età sono le seguenti: non lo riconosco più, non riesco a comprenderlo, non riesco a farmi ascoltare, mi dica lei come mi devo comportare! Vediamo di comprendere meglio allora cosa succede in questa particolare fase definita adolescenza : l adolescenza si contraddistingue per la tendenza all indipendenza e a trascorrere molto tempo con i coetanei. La voglia di acquisire indipendenza porta i ragazzi a sperimentare situazioni ed emozioni nuove, che però talvolta sfociano in sensazioni di delusione o di sconfitta. Ciò provoca repentini cambiamenti di umore e di atteggiamento: un attimo prima sembrano forti e sicuri di sé, un attimo dopo appaiono fragili e insicuri. Tutto questo si ripercuote naturalmente sul rapporto tra genitori e figli che assume nuove sfaccettature tali da mutare gli equilibri che sino ad allora si erano creati. Discussioni e liti tra genitori e figli diventano frequenti e spesso, i genitori si sentono rifiutati, e, in realtà, in un certo senso lo sono; questo rifiuto è però soltanto apparente e consente al ragazzo l acquisizione di una propria identità (mi ribello per differenziarmi e sperimentare il potere di essere diverso da te!); è, quindi, un passaggio necessario ed inevitabile per un buon ingresso nell età adulta. Generalmente questo diventa però fonte di stress per i genitori che si sentono impreparati ad affrontare questi atteggiamenti, ma soprattutto sentono fallimentari i propri tentativi di avvicinamento o di ricostruzione di una buona comunicazione. La maggiore confusione, tuttavia la vive l adolescente che si trova in piena trasformazione; egli deve poter comprendere i propri sentimenti, capire che livello di autonomia può raggiungere e identificare ciò che gli interessa e vuole conoscere, attuando un processo di differenziazione dai genitori. I figli, per crescere, tendono a mettere in discussione l'autorità dei genitori, contrapponendosi alle regole e richiedendo una maggiore libertà. Nonostante i continui tentativi di ribellione, l'adolescente ha comunque bisogno che il genitore continui a svolgere la sua funzione di contenimento; quest ultimo dovrebbe potersi adattare ai nuovi bisogni del figlio che cresce e al suo

13 Pagina 13 modo di esprimersi e di relazionarsi con il mondo degli adulti e proteggerlo da eventuali rischi a cui va incontro. Ma come può un genitore affrontare al meglio questo periodo della crescita dei figli? Una ricetta magica e assoluta non esiste, ma vi sono alcuni principi su cui è utile riflettere e che possono aiutare un genitore ad orientarsi nella sua pratica quotidiana: mostrare sempre un buon accordo col l altro genitore (la coerenza educativa è un punto di forza imprescindibile per la creazione di saldi basi educative); stabilire sempre regole chiare, non troppo restrittive, da concordare in anticipo con i ragazzi e che prevedano sanzioni realmente applicabili (la non applicabilità di una punizione è indice di scarsa credibilità di uno o di entrambi i genitori; il rischio è la perdita della fiducia da parte dei figli); avere flessibilità nei comportamenti, adattandoli all umore dei figli ( è necessario quindi saperli ascoltare, osservare, con discrezione e rispetto per riuscire ad entrare nel loro mondo, mondo che i ragazzi difendono spesso con prepotenza); fornire consigli utili nei momenti di difficoltà, anche se i figli non sembrano propensi ad accettarli (la chiusura è a difesa della propria individualità, ma sentire che l altro c è dà comunque forza seppur apparentemente viene rifiutata. Esserci comunque seppur l altro dice no o si trincera dietro barriere di silenzi); avere un atteggiamento comprensivo e consolatorio nei confronti dei ragazzi (il conforto e la presenza consolatoria fa sperimentare e sentire ai figli di poter avere sempre un rifugio in cui riversare le proprie ansie e gli innumerevoli dubbi che caratterizzano questa fase). La possibilità di parlare apertamente in famiglia dei propri problemi è uno degli aspetti più importanti del rapporto tra genitori e figli. Buoni rapporti e livelli di comunicazione, però, non s'improvvisano, ma richiedono attenzione, tenacia e tempo da parte dei genitori ed è già nella infanzia che si devono cominciare a gettare le basi per una sana relazione, è quindi quello il momento in cui cominciare a dedicare spazio, tempo e presenza ai figli. Educare è un'avventura tra il figlio ed i genitori, di cui non si possono prevedere né il futuro, né tantomeno l'esito finale. Anche i genitori più esperti possono quindi incontrare con un figlio difficoltà, perché ogni figlio è "unico", diverso da tutti gli altri e ha una sua individualità e soprattutto una sua libertà, ovvero quella possibilità di scelta dei comportamenti che dipende solo dal singolo essere umano; ed è proprio questo che rende il processo imprevedibile! Accettare di sbagliare è quindi il primo passo per essere genitori efficaci, ricordandosi sempre che non esistono genitori perfetti, ma semplicemente genitori consapevoli. Dr.ssa Mazzara Milena - Dr. Ferrara Domenico

14 Pagina 14 L Angolo della Poesia Li Pinzati di mastru Jachinu Poesie di Gioacchino Gerbino Emu a vutari A maggiu ci sù li vutazioni, c è cu parla beni e cu parla mali, semu chiamati tutti a l elezioni, pi eleggiri lu guvernu comunali Salutanu tutti cordiali e gentili, comu si fussimu amici o parenti, quannu haiu bisognu, nuddu mi viri nun mi canuscinu e nun semu nenti. Mi canuscinu a tempu di vutazioni, e sunnu tutti beddi partiti nuddu parla mai di corruzioni, hannu tutti li manu puliti. Prumissi ni fannu a mai finiri granni operi prestu d iniziari, strati, acquedotti, e fogne a costruiri, casi di lu Burgu e vie di sistimari, Lu parapettu darrè la chiesa di lu Signuri lu mercatinu riunali a li Ficareddi a li Lagani pi la munnizza lu nciniraturi, fannu prumissi boni e beddi. A lu Fiottu l hotel pi li turista, cu li pulmini navetta pi Segesta, ma dunni c è prova nun ci voli vista, e a li Calatafimara nenti mai resta. Tanti putiara chiueru li battenti, cu li casciuna sempri vacanti, tirannu la cinga e strincennu li renti, versaru la licenza nun putennu iri avanti. Tanti patri di famigghia sunnu a spassu, ci sunnu centu cani supra un ossu, mentri tanti sunnu comu porci a lu ngrassu, e lu puvureddu è sempri nta lu fossu. Cumpari Peppi nun ti lusingari, levatillu di la testa lu pinseri, lu Burgu nun lu vonnu aggiustari, cu acchiana dumani è peggiu d aeri. Lu parapettu ncapu u chianu pò aspittari, lu mercatinu e lu nciniraturi, di la strata di Mazzaforte nun s avi a parlari, li viddani vannu e firrianu cu lu tratturi. Ora parlanu di trasparenza e legalità, e littri aperti formatu volantinu, nmezzu lu giurnali COMUNITA Ma nun criri a nuddu mastru Jachinu. Er compagno scompagno Un Gatto, che faceva er socialista solo a lo scopo d'arivà in un posto, se stava lavoranno un pollo arosto ne la cucina d'un capitalista. Quanno da un finestrino su per aria s'affacciò un antro Gatto: - Amico mio, pensa - je disse - che ce so' pur'io ch'appartengo a la classe proletaria! Io che conosco bene l'idee tue so' certo che quer pollo che te magni, se vengo giù, sarà diviso in due: mezzo a te, mezzo a me... Semo compagni! - No, no: - rispose er Gatto senza core io nun divido gnente co' nessuno: fo er socialista quanno sto a diggiuno, ma quanno magno so' conservatore! Trilussa Preghiera alla Vergine Immacolata e Addolorata Oh Vergine Santissima, a Te Madre Addolorata, si eleva il gemito della mia preghiera. Nel Tuo cuore riservo tutto l angosciato dolore del mio cuore, la morte ha spento la vita di Filippo a me tanto cara. Oh Vergine Immacolata, il giorno della Tua festa lo hai accolto tra le Tue braccia. Tu lo hai amato con il cuore di mamma ed io con il cuore di sposa, l ho accudito e aiutato nella sofferenza a portare la croce della malattia con pazienza, affetto e amore. Io non sono semplicemente triste, ma addolorata! Oh Vergine del dolore, Tu puoi comprendere ed alleviare il mio male, Tu che dolente contempli sulle Tue materne ginocchia le insanguinate membra del Tuo Figlio Divino; quel sangue scenda e lavi l anima diletta di Filippo perché possa, libero, volare alla gloria del Cielo, purificato dalle sue tante sofferenze. Esaudiscimi, Madre di tutti i dolori, ti prego e ti supplico per l amore che hai per il Tuo figlio Gesù, se ancora non lo avessi fatto, porta l anima di Filippo in Paradiso con gli Angeli e i Santi. Te lo affido con immensa fiducia. Madre Immacolata e Addolorata, Regina degli afflitti, Regina dei vivi e de morti, abbi pietà e misericordia di tutto il mondo. Arrivederci in Paradiso, Paola.

15 Pagina 15 Il mio giovane - saggio... Giovane determinato il tempo ti ha cresciuto, sei diventato, padre. Le tue grandi mani sanno di sudore e di dolce pane. Tu, che ci hai insegnato, qual è il male, a distinguere il falso, a leggere attraverso gli occhi perché è lì che batte il cuore. Sei il nostro super - eroe, anche se, anche tu sei umano, papà; anche tu provi emozioni, stai male quando noi soffriamo; anche le colonne oscillano, ma, le tue sono calde oscillazioni del tuo cuore; il cuore di un padre per un figlio, per i suoi figli, il cuore di un marito per una moglie, la nostra dolce madre, e tu dolce padre non smettere mai d'esser così, d'essere la nostra colonna, oscilla pure quando devi e sostienici con il cuore, come sempre... Auguri! Catia Brunone Annunci VENDESI MOTO kawasaki er-6n 650 cc colore grigio anno 2006 ottimo stato salvatore VENDESI TERRENO in c/da Giummarella mq 6000 circa, oliveto 90 alberi con fabbricato abitabile, 5 vani e veranda, 90 mq circa. Info Tel VENDESI FABBRICATO (seminterrato, P.T. e 1 Piano) 160 mq per piano in c/da Affacciatura (adiacente chiesa Bambina) adibito a magazzino e attività artigianale + terreno con uliveto. Info Tel Periodico Mensile di Informazione Locale dal 1968 al servizio della Città Supplemento di Belice c è Associazione Culturale C/le Milana Calatafimi Segesta (TP) C.F.: Resp. di Redazione: Pietro Bonì Resp. della Stampa: Angelo Adamo Resp. sito internet: Nicolò Grazia Gruppo di Redazione: Angelo Adamo, Pietro Bonì, Campo don Francesco, Francesco Ferrisi, Emilio Papa, Paolo Spatafora. Attività di redazione e distribuzione: Gaetano Laudicina, Pietro Vattiata, Gianni Mundula, Pietro Vanella, Elisa Adamo, Mariantonina Gruppuso, Iside Papa, Sara e Salvatore Spatafora, Francesco Grazia, Famiglia Nina Vivona. Hanno collaborato a questo numero: Artino Giuseppe, Catia Brunone, Rosaria Collura, Nello D Anna, prof.ssa Dina Campo, Alberto Fanara, Ferrara Domenico, Francesco Ferrisi, Gioacchino Gerbino, Roberto Liosi, Milena Mazzara, Paola Mistretta, Parrino Giuseppe, Nuccia Placenza, Emilio Papa, Marilena Sciortino, Leonardo Simone. Tiratura: copie Chiuso in redazione il 7/5/2014 Il Giornale non riceve nessun finanziamento pubblico si sostiene con il contributo economico degli amici lettori. CERCASI: collaboratori volenterosi, per la distribuzione del giornale una volta al mese davanti le chiese alla fine delle seguenti S. Messe: Maria SS. Consolatrice Sabato e Domenica sera. Immacolata Sabato sera Chiesa Madre Domenica Matt. Rinascita Sociale Nicola Simone Piazza G. Cosentino Raccolta Indumenti e Viveri Esce il 2 Sabato del Mese Online il mercoledì successivo Prossima Uscita: 14 Giugno ATTORI PER CASO T aspettu N Paradisu Commedia brillante in tre atti di Alfio Leotta 13 e 14 ore 20:30 CINE TEATRO ALHAMBRA Info e biglietti

16 C Concorso artistico-letterario Ricordo Garibaldi Destinatari i ragazzi tra i 10 e 19 anni Pagina 16 I n un momento storico in cui l eccesso di revisionismo tende a riconsiderare l importanza dell unificazione dell Italia, riteniamo utile che i giovani non perdano la memoria dei grandi avvenimenti che hanno animato il Risorgimento Italiano e che essi non cadano nell oblio, soprattutto nella nostra cittadina, che è stata teatro di una delle epocali battaglie risorgimentali.. A tale scopo è stato indetto dalla Pro Loco il Concorso artistico-letterario Ricordo Garibaldi, i cui destinatari sono i ragazzi tra 10 e 19 anni, residenti a Calatafimi Segesta, e la cui premiazione avverrà la mattina del 15 maggio, a conclusione della manifestazione. Il Concorso si articola in tre ambiti artistici: Poesia in lingua italiana o in dialetto, Prosa, Arti figurative (disegno, pittura) e fotografia. Coloro che intendono partecipare possono prendere visione del bando alla sede della Pro loco, corso Vittorio Emanuele 16, sul sito del Comune di Calatafimi Segesta, presso la segreteria dell Istituto Comprensivo Francesco Vivona. Gli elaborati dovranno essere consegnati -presso la sede della Pro Loco, corso Vittorio Emanuele, 16, nei omunità giorni 12 e 13 maggio, dalle ore 9,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 18,30; -presso la segreteria dell Istituto Comprensivo Francesco Vivona, nei giorni 12 e 13 maggio, dalle ore 8,30 alle ore 13,30. Ai primi tre classificati di ciascuna sezione saranno assegnati premi in denaro e/o libri o premi di altro genere. Della vittoria verrà fornita certificazione che può concorrere all attribuzione del credito scolastico, per i ragazzi frequentanti il triennio delle scuole superiori. La cerimonia di consegna avverrà il 15 maggio 2014 presso il convento di San FARMACIE di Turno da ven. 20:30 a ven. 20: mag mag. Gallo 17 - mag mag. Autuori snc 24 - mag mag. D Angelo 31 - mag giu. Gallo (tel ) 07 - giu giu. Autuori (tel ) 14 - giu giu. D Angelo (tel ) EMERGENZA 118 Ambulanza 112 Carabinieri 113 Polizia 115 Vigili del Fuoco 1515 Incendio Boschi Giornata di Raccolta Sangue Ogni Prima Domenica del Mese 1 Giugno 6 Luglio Guardia Medica Via A. De Gasperi, 101 Tel Poliambulatorio Tel AMBULANZA Servizio Ordinario 24h su 24h Alca Volontari Sede di Calatafimi S. Antonietta Parrino Cell Misericordie Alcamo - Castellammare Assistenza Sanitaria Tel Cell Un Libro da collezionare. All interno l inserto speciale di Maggio sul discorso commemorativo sul Parroco Scandariato da conservare a parte. A Ottobre sarà consegnata una copertina a colori che trasformerà i vari inserti in un grazioso libro da rilegare e conservare.

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

quaresima, cammino verso la pasqua.

quaresima, cammino verso la pasqua. quaresima, cammino verso la pasqua. Siamo in cammino verso la Pasqua. Nelle nostre comunità accoglieremo, con la fatica di una umanissima e trepidante attesa, la gioia della resurrezione: Cristo, nostra

Dettagli

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio»

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «Mi presento a voi come la Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato, Regina del Cielo, Madre delle famiglie, Portatrice di Pace nei vostri cuori». del 25 agosto

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale PROGETTO EDUCATIVO Scuola per l infanzia ASILO INFANTILE Suor Tarcisia PONCHIA Religiosa educatrice direttrice Presente nella scuola per 65 anni Scuola paritaria depubblicizzata Ente Morale con amministrazione

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

«Il Padre vi darà un altro Paraclito»

«Il Padre vi darà un altro Paraclito» LECTIO DIVINA PER LA VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Il Padre vi darà un altro Paraclito» Gv 14,15-21 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,15-21) In quel tempo, Gesù disse

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA.

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA. LA NASCITA DELLA CHIESA (pagine 170-177) QUALI SONO LE FONTI PER RICOSTRUIRE LA STORIA DELLA CHIESA? I Vangeli, gli Atti degli Apostoli le Lettere del NT. (in particolare quelle scritte da S. Paolo) gli

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Frasi di matrimonio con felicitazioni

Frasi di matrimonio con felicitazioni Frasi di matrimonio con felicitazioni Questo giorno di grande felicità sia l inizio di una serie di splendidi momenti Vi auguro tanta felicità e serenità per la vostra nuova vita insieme Vi auguro di conservare

Dettagli

Enzo l incontro con Gesù

Enzo l incontro con Gesù Enzo l incontro con Gesù Enzo Casagni ENZO L INCONTRO CON GESÙ Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Enzo Casagni Tutti i diritti riservati A Gesù che mi ha sempre seguito fin dal seno

Dettagli

CENTRO CULTURALE VALENTINIANO

CENTRO CULTURALE VALENTINIANO SAN VALENTINO ED I GIOVANI VII edizione Concorso Artistico Letterario Anno 2016 PREMESSA: - L Associazione Centro Culturale Valentiniano, in collaborazione con la Basilica San Valentino in Terni, con il

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Musica J.Pachelbel, Canone R. Wagner, Marcia Nuziale da Lohengrin Poesia di: Alan Douar Quando ti chiedo cos è l amore, immagina due mani ardenti che si incontrano, due sguardi

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

BANDO DI CONCORSO PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE All. A CITTÀ DI ALBANO LAZIALE Provincia di Roma Assessorato alla Pubblica Istruzione BANDO DI CONCORSO PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Camminiamo InSieme IV EDIZIONE Riservato agli studenti della scuola

Dettagli

A.S. 2015/2016 5 ANNI :

A.S. 2015/2016 5 ANNI : : A.S. 2015/2016 5 ANNI Il tema unificante del lavoro è la Felicità, uno dei diritti fondamentali dell uomo. La felicità è lo stato d animo positivo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri desideri.

Dettagli

M I S T E R I D E L D O L O R E

M I S T E R I D E L D O L O R E M I S T E R I D E L D O L O R E Mio Dio, dona a tutti, a tutti gli uomini, la conoscenza di te e la compassione dei tuoi dolori. Le rosaire. Textes de, Monastère de Chambarand, Roybon 2009, p. 27 1. L

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre.

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre. Non siamo i «cercatori» di sofferenza..., e nemmeno gli «entusiasti» per la sofferenza. Siamo persone che si sforzano di «vivere» la loro sofferenza «come Gesù»..., non solo nella contemplazione di Lui

Dettagli

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO SARAH (UK) Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di.

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Le schede sono divise in due sezioni: La prima riporta la frase del Vangelo propria della domenica, il disegno da colorare relativo all opera

Dettagli

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA Filippo Merlino Nato a Sant Arcangelo il 25/02/1957, era entrato nei carabinieri a soli 17 anni. Maresciallo Maggiore comandava la stazione dei

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

LIBERI DI VOLARE. Concorso di pittura a premi

LIBERI DI VOLARE. Concorso di pittura a premi LIBERI DI VOLARE Concorso di pittura a premi Arzignano, 11 Aprile 2014 Premessa della giuria: gli elaborati prodotti dagli alunni partecipanti, hanno evidenziato un notevole impegno; molti lavori si sono

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli