Da destra a sinistra e da sinistra a destra: performance, scandali politici e popolarità dei governi della Seconda Repubblica *

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Da destra a sinistra e da sinistra a destra: performance, scandali politici e popolarità dei governi della Seconda Repubblica *"

Transcript

1 Da destra a sinistra e da sinistra a destra: performance, scandali politici e popolarità dei governi della Seconda Repubblica * Vincenzo Memoli, Università degli Studi di Milano Abstract Le difficoltà legate alla crisi economica internazionale e gli scandali in cui sono stati coinvolti alcuni esponenti politici hanno condizionato le scelte dei governi italiani che si sono succeduti nell ultimo decennio. Gli studi che hanno approfondito la relazione tra cittadini ed istituzioni politiche dimostrano che laddove gli outcome non sono in linea con le aspettative degli elettori, questi tendono a sanzionare le scelte pubbliche e ridurre il proprio sostegno politico. Adottando una prospettiva diacronica ed utilizzando informazioni provenienti da indagini campionarie e da sondaggi, in questo lavoro sono state analizzate le ricadute che l efficacia del governo e la sua capacità di imporre la legalità, gli scandali e l economia producono sulla popolarità del governo. Le risultanze empiriche evidenziano che nel lungo periodo gli scandali politici e le performance istituzionali possono condizionare la valutazione espressa dai cittadini circa l'operato del Governo. Introduzione Quando i cittadini dicono di sostenere il sistema politico, che cosa effettivamente sostengono? La chiave di volta per rispondere alla domanda di ricerca può essere individuata nel lavoro di Easton (1965; 1975), in cui gli elementi alla base del sostegno sono rappresentati dalla valutazione delle istituzioni (prestazioni) e delle loro componenti (partiti e attori politici) e dall identificazione con lo Stato. Classificando i sistemi politici, lo studioso canadese ha evidenziato le differenze che intercorrono tra tre specifici oggetti politici (comunità politica, regime e autorità) distinguendo tra due tipi di orientamenti: il sostegno diffuso e sostegno specifico. Il primo, quello diffuso, consiste in un insieme di atteggiamenti verso la politica e il funzionamento del sistema politico ed è relativamente resistente al cambiamento. Il secondo, quello specifico, fa riferimento alla soddisfazione per i risultati istituzionali, ossia l azioni dell élite politica o dello Stato, e quindi alla rispondenza che intercorre tra governati e governanti (responsiveness; Pharr e Putnam 2000; Diamond e Morlino 2005, Memoli 2013). Poiché il concetto di sostegno politico rappresenta the way in which a person evaluative orients himself to some objects through either his attitudes or his behavior (Easton 1975: 436), esso può essere inteso come la tendenza dei cittadini a valutare gli atteggiamenti di leader politici, le performance delle istituzioni e del sistema politico nel suo complesso. Gli studi sul tema, utilizzando differenti indicatori, hanno dimostrato come nell ultimo trentennio tra le democrazie consolidate il sostegno politico abbia assunto sempre più un andamento altalenante. E noto che i cittadini risultano propensi ad appoggiare il governi, quando questi fanno registrare performance apprezzabili (Evans e Whitefield 1995; Mishler e Rose 2001) o quando la classe politica risulta maggiormente incline a recepire le domande formulate dagli elettori (responsiveness; Weatherford 1992). Negli ultimi decenni, però, il rapporto tra outcome istituzionali e sostegno politico in alcuni contesti è apparso debole (cfr. Anderson e Guillory 1997; Bellucci et al. 2012; Cusack 1999) e l incremento della disaffezione politica (Pharr e Putnam 2000), da un lato, e l insoddisfazione per le performance istituzionali (Bellucci et al. 2012; Dalton 2004; Memoli 2011; McAllister 2000; Norris 1999), dall altro, hanno reso più critici i cittadini nei confronti del sistema politico (Dalton 2004). Il * Paper presentato al XXVI Convegno della Società Italiana di Scienza Politica (SISP; Roma, Settembre2012). Versione preliminare: si prega di non citare senza il permesso dell autore. 1

2 malcontento caratterizza anche l Italia, dove il fenomeno si distribuisce in modo disomogeneo e risente delle caratteristiche territoriali così come quelle socio-demografiche (Memoli 2009). Tre peculiarità rendono il caso italiano di tutto rilievo. In primo luogo, nelle ultime quattro legislature, i leader politici sono stati coinvolti in diversi scandali, ossia trasgressioni che diventano note agli altri e sono sufficientemente gravi da suscitare una risposta pubblica (Thompson 2000:13). Cattiva condotta, corruzione finanziaria e abuso d'ufficio pubblico (Newell 2010) hanno caratterizzato l ultimo decennio della politica italiana, durante il quale il numero degli scandali politici è aumentato, condizionando l'immagine dell'italia a livello internazionale (cfr. Economist 2010). Diversi studiosi, analizzando l'effetto degli scandali sulla popolarità del governo, hanno sottolineato come questo sia deleterio per il sistema politico in generale, in quanto può produrre reazioni pubbliche negative (Peters e Welch 1978; Doherty et al. 2011), e sfavorevole per la democrazia (Maier 2011). Infatti, gli scandali che coinvolgono politici e capi di governo (Martorano e Ulbig 2008; Bowler e Karp 2004; Clarke et al. 1998) possono erodere la fiducia dei cittadini nel governo (Damico et al. 2000), ridurre il loro sostegno alle istituzioni (Morris e Clawson 2007) e intaccare le scelte di voto dei cittadini con conseguenze elettorali di tutto rilievo (Cowley 2002; McAllister 2000; Hetherington 1999) per i candidati coinvolti (Dimock e Jacobson, 1995; Alford et al 1994:790). Tuttavia, non tutti gli studiosi concordano sull'idea che gli scandali politici possano danneggiare il sistema politico (Easton, 1965; Citrin, 1974) o risultare (sempre) disfunzionali al processo politico (Sabato et al. 2000; Kepplinger e Ehmig 2004; Kepplinger 2005). Ne è una conferma lo scandalo Watergate, dove il sostegno dell opinione pubblica per il sistema politico aumentò (Dunham e Mauss 1976; Sniderman et al 1975), oppure il caso dell ex Presidente del Consiglio Berlusconi che, pur essendo sotto inchiesta in diversi processi di corruzione (Vannucci 2009:235), vinse le elezioni del 2001 e del In secondo luogo, a partire dagli anni 90 il tema delle performance ha caratterizzato l intero settore pubblico (Radin 2000) e il ruolo dell opinione pubblica in tale ambito è divenuto determinate se non altro perché essa rappresenta il fondamento sostantivo della stessa democrazia (Sartori 1993). E noto come un governo efficace rende possibile lo scambio di beni e fornitura di servizi (Levi 2006), migliorando il benessere dei cittadini e operando nell interesse pubblico, e implementa leggi e regolamenti (Cook et al 2005, Rothstein 2005). Quando gli outcome istituzionali sono in linea con le aspettative dei cittadini, questi probabilmente premieranno le istituzioni e la stessa classe politica manifestando così il proprio consenso, sia in termini di fiducia sia di sostegno politico. Negli ultimi decenni, però, le performance 1 istituzionali non sembrano aver soddisfatto i cittadini. Ne è una conferma lo studio condotto da Nye e colleghi (1997) sull opinione pubblica americana, da cui emerge che i livelli minimi raggiunti dalla fiducia politica sono rimasti stabili per tutti gli anni Novanta del secolo scorso, così come quelli realizzati a livello comparato (Bellucci et al 2012, Klingemann e Fuchs 1995, Memoli 2011), che rivelano, in alcuni contesti, un chiaro malessere politico. Con il nuovo millennio lo scenario non sembra mutare e la fiducia che gli italiani ripongono nel governo così come la valutazione che gli stessi esprimono circa il suo funzionamento (Memoli 2009) tratteggia uno scenario a tinte fosche. Una situazione, questa, aggravata anche dalla crisi economica che dal 2008 ha investito anche il Bel Paese, in seguito ad una crisi di natura finanziaria scoppiata nel 2007 negli Usa, con la crisi dei subprime. Infine, nell ultimo decennio il sistema giudiziario italiano è stato più volte condizionato dalla classe politica, in generale, e dal governo (Memoli 2013). Quando il sistema legale è 1 Alcuni vedono l efficacia come dimensione del rendimento delle organizzazioni (Nord 1983), mentre altri come una componente delle performance (Brewer e Selden 2000). L assenza di una netta definizione di cosa si intenda per performance e cosa invece rappresenti l efficacia ha indotto alcuni studiosi ad utilizzare i due concetti in modo intercambiabile (Selden e Sowa 2004). Poiché la distinzione tra i termini non sussiste quando, facendo riferimento alla medesima organizzazione, i concetti vengono comparati, in questo lavoro i termini saranno utilizzati in modo intercambiabile. 2

3 indipendente, i cittadini ripongono in esso la propria fiducia, anche nei casi in cui gli stessi appartengono a schieramenti politici non al potere (Buhlmann e Kunz 2011). Ciò non sempre ha caratterizzato il Bel Paese, dove gli scandali legati ad alcuni esponenti politici e le forti pressioni di alcuni governi hanno talvolta condizionato le operazioni di rule of law 2 dando luogo, così, ad una contrazione delle performance istituzionali e della capacità del governo di rispondere alle richieste formulate dai cittadini. Inoltre, la commistione, ancora oggi non chiara, tra mafia e politica (cfr. Lòpez_Pintor e Morlino 2005) e la scarsa autonomia della magistratura (cfr. Guarnieri e Pederzoli 1997) continuano a limitare la rule of law, intaccando, indirettamente, il già labile legame che connette governati e governati. Questo articolo, adottando tecniche di analisi multivariata e fonti informative diversificate, fa luce sulle dinamiche che connettono gli scandali, l efficacia del governo, la crescita economica così come la rule of law alla popolarità del governo. Il sostegno politico in Italia Con il nuovo secolo, il sostegno politico degli italiani non presenta tratti molto diversi da quelli rilevati alla fine dello scorso secolo. I cittadini, così come rilevarono Almond e Verba (1963), continuano ad essere scettici nei confronti della politica. Anche se i due studiosi americani sono stati criticati per le loro conclusioni, che contrastano con le impostazioni proposte da altri ricercatori (Sani 1980, 1989), la situazione italiana non sembra essere cambiata. Putnam (1993), nella sua analisi delle tradizioni civiche delle regioni italiane, mostra che i diversi livelli di civicness riguardano le performance delle istituzioni politiche, con un impatto diretto sul benessere comune e la governabilità della comunità locale (Cartocci 2000). Questo avrebbe prodotto un circolo vizioso in cui bassi livelli di performance politica aumenterebbero tra i cittadini la disaffezione nelle istituzioni e un insoddisfazione per il funzionamento della democrazia che, ancora oggi, permane al disotto della media europea. Una conferma di ciò è data dal comportamento antipartito (Bardi 1996; Sani e Segatti 2001) e antipolitico (Mastropaolo 2000) che a partire dagli anni 90 continua a caratterizzare l opinione pubblica italiana. I cittadini sembrano sempre più alienati dalla politica, caratterizzata da bassi livelli di efficacia (Bardi e Pasquino 1995). Inoltre, l accentuarsi del populismo e dell esaltazione del liberalismo estremo, il radicarsi di un evidente svuotamento di senso dell istituzione repubblicana (Genovese 2011) e l affermarsi di un nuovo sistema di potere (cfr. Ginsborg e Asquer 2011) hanno eroso ulteriormente il legame che connette eletti ed elettori. Guardando in un ottica longitudinale ai livelli di fiducia che i cittadini hanno accordato al parlamento e al governo, lo scenario che si staglia all orizzonte appare preoccupante. Se nell ultimo ventennio del secolo scorso la confidence nel parlamento è aumentata, grazie probabilmente agli effetti che Tangentopoli ha prodotto nel sistema politico, con il nuovo millennio, un senso di sfiducia ha lacerato il rapporto tra cittadini e classe politica (fig. 1). Si tratta di una tendenza che a partire dalla seconda metà dello scorso decennio, quando ormai il mito dell Europa e dell Euro erano stati soppiantati dalle difficoltà economiche di sviluppo e di crescita, ha inciso negativamente sulla fiducia che gli italiani accordavano al parlamento e al governo. I cittadini, guardando con maggiore criticità alle proprie istituzioni politiche, prendevano le distanze da una classe politica non sempre attenta alle richieste dell elettorato, ma anche ingessata dalla crisi economica, che a partire dalla seconda metà del 2008 ha investito, in modo più incisivo, anche il settore produttivo italiano. E gli effetti sono stati di tutto rilievo. Basti pensare che al 2011 quasi nove cittadini su dieci dichiaravano di aver poco o per nulla fiducia nel parlamento così come nel governo. Fig. 1 Qui 2 La rule of law è interconnessa al sistema legale, ma anche allo stato e al governo (O Donnell 2005), in special modo quando si guarda all accountability e alla responsiveness (Morlino e Palombella 2010). 3

4 In Italia, tra il Gennaio 2001 ed il 16 Novembre 2011, si sono succeduti cinque governi - II governo Amato, II e III 3 governo Berlusconi, II governo Prodi e IV governo Berlusconi - le cui scelte politiche hanno sicuramente condizionato il giudizio dell opinione pubblica che, chiamata al voto, non ha mai esitato a punire il governo uscente, confermando così una chiara insoddisfazione per l operato di quest ultimo (figura 2). Guardando all avvicendarsi delle differenti coalizioni di governo, vale la pena sottolineare come nell ultimo decennio il trend della popolarità del governo 4 si sia contratto (- 10,4 punti percentuali), ma è bene procedere con ordine approfondendo i singoli periodi. Muovendo l analisi a partire dal quarto ed ultimo governo della XIII legislatura (II Governo Amato) si rileva che la popolarità di quest ultimo si attesta intorno al 30% con un trend lievemente in declino, segnato probabilmente dall ennesima crisi interna alla maggioranza parlamentare. Si tratta di un fenomeno non certamente nuovo, ma che dal 1999 appare connotare con maggiore intensità i governi che si sono succeduti. Tale andamento si inverte con le elezioni amministrative di maggio 2001 e la conseguente vittoria della coalizione di Centro-destra. Con l avvento di Berlusconi sia apre una nuova era governativa, se non altro perché il presidente del Consiglio sembra assumere un ruolo rilevante, rispetto a governi del quinquennio precedente, di guida e di mediatore delle eventuali questioni che si aprono all interno delle istituzioni ministeriali (Circap 2003). L iniziale sostegno da parte dell opinione pubblica al II Governo Berlusconi, frutto più di un attenta e articolata strategia di marketing comunicativo, ricca di promesse, che di una precisa programmazione politica (cfr. Moury 2011:43), apparve un buon trampolino di lancio per le attività del governo. Ma nel tempo, con l aumentare delle scelte economiche che tale istituzione dovette affrontare, sia a livello nazionale che internazionale, con la sconfitta del centrodestra nelle elezioni regionali del 2005 e con la crisi di maggioranza, a seguito dell'uscita dal governo dei ministri di UDC e del Nuovo PSI, si incrinò il rapporto tra governati e governanti e lentamente iniziò a declinare la popolarità del governo. Nonostante un rimpasto dell esecutivo operato da Berlusconi (Giugno 2005), volto a ri-bilanciare gli equilibri tra i partner della alleanza (Circap 2005:4), i cittadini apparivano insoddisfatti e l esito elettorale del 2006 ne è una conferma. Con il II governo Prodi la popolarità nel governo inizia a crescere nuovamente, almeno fino al Settembre dello stesso anno, quando un giudizio positivo sull operato del governo era espresso da 4 cittadini su 10. Si tratta, però, di un momento di breve durata: una serie di problematiche giudiziarie e scelte di governo condizionarono l opinione pubblica facendo sì che al Dicembre 2007 il consenso popolare nei confronti del governo si attestasse al 29%. Il malcontento generale, sintomatico di una chiara insoddisfazione da parte dei cittadini, e le difficoltà legate alla propria maggioranza, solida alla Camera ma assolutamente esigua al Senato della Repubblica la più colorata dell esperienza repubblicana (Circap 2008:4) - con le elezioni del 2008 appaiono ancor più evidenti: punendo il governo uscente, i cittadini delegavano nuovamente alla destra la guida del paese, con un giudizio favorevole superiore al 55%. 3 Il III Governo Berlusconi fu costituito nell aprile del 2005 all'indomani della crisi politica che investì la Casa delle Libertà dopo la sconfitta delle elezioni regionali tenutesi nel medesimo periodo. Il governo ricalcò, come composizione ed azione politica, il precedente governo. 4 Le informazioni relative alla popolarità del governo sono state ottenute passando in rassegna i sondaggi pubblici condotti dall ISPO e da altri istituti di ricerca, pubblicati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l Informazione e l Editoria (cfr. In alcuni studi la domanda rivolta agli intervistati è 'Come valuti il lavoro del governo fino ad ora? Molto positivo, abbastanza positivo, abbastanza negativo, completamente negativo ; in altre ricerche, invece, la domanda è In generale, comunque, quanta fiducia ha complessivamente nel Governo guidato da Silvio Berlusconi? Molta fiducia, abbastanza fiducia, poco fiducia, per nulla fiducia ; in altri ancora il quesito sottoposto agli intervistati è Su una scala da 1 a 10 che voto darebbe, in questo momento al governo?. I giudizi positivi sono stati ottenuti aggregando le modalità molto ed abbastanza oppure considerando un valore pari o superiore a 6. 4

5 Con una nuova squadra ministeriale, d età media piuttosto bassa rispetto ai governi precedenti e una rappresentanza femminile contenuta, ma tuttavia più elevata rispetto agli altri governi di centro-destra del periodo , e senza alcun accordo di programma s insedia il nuovo governo Berlusconi (Circap 2009). Rispetto ai governi che l hanno preceduto, il IV governo Berlusconi si presenta con una coalizione più coesa (Marangoni 2010) e una bassa conflittualità interna alla stessa, che almeno inizialmente non sembra mettere in questione la legittimità e la stessa esistenza del governo (Circap 2010). Pur godendo di una dote inziale di popolarità, gli scandali che hanno caratterizzato il IV governo Berlusconi, la crisi economica, i costi del governare e le relative scelte hanno inciso negativamente sul giudizio espresso dagli elettori: tra Giugno 2008 e Novembre 2011 il sostegno al governo subì una netta contrazione attestandosi ben al disotto del livello registrato agli inizi del primo trimestre Ma, quali sono i fattori che, nell ultimo decennio, hanno condizionato l andamento della popolarità del governo? Nelle prossime pagine saranno testate alcune ipotesi, di seguito descritte, e discussi i principali risultati. Fig. 2 Qui Le ipotesi di lavoro Markovits e Silverstein (1988: 9) definiscono uno scandalo politico come un tradimento della fiducia pubblica in termini di responsabilità e di processo dello Stato democratico liberale. Secondo la letteratura corrente sul tema, gli scandali danneggiano la risorsa politica più importante, vale a dire la reputazione politica dei singoli (Thompson, 2000) ed esprimono le dinamiche di responsabilità nelle democrazie (Tumber e Waisboard 2004:1035), rappresentando così un importante dimensione della politica elettorale. Anche se l'impatto degli scandali potrebbe essere mediato da atteggiamenti politici individuali e da un home team effect (Mishler e Rose 2001), le ricadute sulle istituzioni politiche sono evidenti (Della Porta 2000; Rose, Mishler e Haerpfer 1998; Seligson 2002; Anderson e Tverdova 2003). Naturalmente, non tutti gli scandali politici producono gli stessi effetti. Ad esempio, lo scandalo relativo all abuso finanziario registrato negli Stati Uniti nel 1994 ebbe ripercussioni diversificate: sebbene Clinton fosse sospettato di ricevere finanziamenti illeciti per il progetto di sviluppo Whiterwater in Arkansas, rimase al potere e fu successivamente rieletto. Un finale diverso caratterizzò, invece, il caso del Governatore del New Jersey, James E. Mc Greevey, il cui coinvolgimento in un relazione extra-coniugale contribuì alla fine della sua carriera politica. Considerato che gli scandali nel lungo periodo possono intaccare anche il sostegno al governo (Miller 1999) e ai partiti politici (Doherty et al. 2011), una prima ipotesi di lavoro può così esser formulata: H1: in presenza di scandali si attenua la popolarità del governo. Nella definizione della popolarità del governo gli outcome economici (cfr. Bellucci e Lewis-Beck 2011; Lewis-Beck e Stegmaier 2000, 2007; Nannestad e Paldam, 1994) così come le performance istituzionali rappresentano la chiave di volta per stimarne l andamento. Le principali conclusioni cui giungono questi lavori evidenziano che laddove il governo è in grado di creare benessere economico e quindi migliorare le condizioni degli elettori, questi saranno maggiormente disposti a sostenere politicamente tale istituzione. Detto in altri termini, quando la responsiveness è consistente i cittadini non solo tendono a esprimere un giudizio positivo sul governo, ma vi sono elevate possibilità che tendano a votare per i partiti che vi prendono parte. 5

6 Adottando come variabile indipendente l efficacia del governo 5 e l indice di crescita economica è possibile verificare le seguenti ipotesi: H2_a: al crescere dell efficacia del governo aumenta il sostegno al governo da parte dei cittadini H2_b: la crescita economica rafforza la popolarità del governo. La rule of law, uno dei cardini della democrazia (cfr. Morlino 2003), fa riferimento all output decisionale ed alla sua applicazione, al rispetto delle leggi e quindi all ordine civile 6. Dal 2000 al 2011 in Italia la rule of law è declinata significativamente 7 ; un dato questo non certamente nuovo se si considera che in tale lasso temporale le proposte politiche del governo e le relative reazioni della Corte Costituzionale e della Magistratura 8 hanno condizionato significativamente la salute pubblica, che si è aggravata ulteriormente negli anni successivi (Agrast et al. 2011). Considerato che a) il livello di rule of law in Italia non ha mai fatto registrare livelli apprezzabili; b) una rigorosa applicazioni delle leggi potrebbe dar luogo a conseguenze vessatorie per i più deboli (O Donnell 1999, citato in Morlino 2003) generando un senso di sfiducia nel sistema politico in generale; c) quando la rule of law è debole e la corruzione è crescente, quale è il caso italiano (cfr. Transparency International 2011), sia gli attori privati che pubblici potrebbero essere incentivati ad assumere comportamenti che violano la legge se non altro perché la probabilità di essere puniti è bassa, è possibile ipotizzare una relazione inversa tra quest indice e la variabile dipendente: H3: al crescere della rule of law si contrae la popolarità del governo. Dati, misure e analisi Per poter verificare le ipotesi precedentemente descritte e stimare l impatto delle informazioni diacroniche sulla variabile dipendente si è fatto ricorso ad un modello di regressione la cui formalizzazione è la seguente: e dove = è la variabile relativa alla popolarità del governo; 1 =è una variabile dicotomica che indica la presenza (1) o l assenza (0) dei seguenti scandali: Scajola 9, Mills 10, avviso di garanzia a Prodi 11, Cosentino 12, Bertolaso 13, Mele 14, Ruby 15, Noemi 16, Daddario 17, Rubygate 18 ; 5 Quest indice sintetizza la qualità dei servizi pubblici e la loro indipendenza dalle pressioni politiche, così come la qualità della formulazione e dell implementazione delle policy, nonché la credibilità del governo (cfr. Kaufmann et al 2007). 6 Per un approfondimento circa il caso italiano cfr. Della Porta e Morlino (2001). 7 Per ulteriori approfondimenti cfr. 8 Tra i vari eventi che hanno condizionato l andamento della rule of law va sicuramente ricordato il tentativo dei diversi governi Berlusconi che nel 2003 e poi nel 2008 si sono opposti al giudizio della Corte Costituzionale sull immunità le principali cariche dello stato. 9 Il Ministro allo Sviluppo Economico, Claudio Scajola, è accusato di finanziamento illecito ai partiti ed è indagato nell'ambito delle indagini sull'acquisto dell'immobile romano in via del Fagutale, zona Colosseo, pagato secondo gli inquirenti dall'imprenditore Diego Anemone, personaggio chiave dell'inchiesta sugli appalti del G8. 10 Il Presidente del Consiglio Berlusconi tra il 1996 e il 1997 avrebbe ricompensato con dollari l Avv. Mills per non aver rivelato in due processi (All Iberian e quello sulla corruzione nella Guardia di Finanza, con Mills in qualità di testimone), le informazioni su due società off- shore usate da Mediaset, secondo la procura, per creare fondi neri. 11 Il presidente del Consiglio Romano Prodi è indagato per abuso d'ufficio dalla procura di Catanzaro nell'ambito dell'inchiesta sulla cosiddetta "Loggia di San Marino". 6

7 2 = è un indice che esprime l efficienza del governo, ritardato di un trimestre 19 ; 3 = è un indice che sintetizza il livello di rule of law, ritardato di un trimestre 20 ; 4 = è un indice di crescita economica (% sul PIL), ritardato di un trimestre; = errore. La tabella 1 riporta le stime del modello di regressione. Come si evince dal modello 1, quando si è in presenza di scandali in cui risultano coinvolti i membri della classe politica e/o i maggiori esponenti del governo, i cittadini perdono fiducia nel sistema politico in generale ed esprimono un giudizio negativo sul governo (beta=-0,405). Si tratta di una reazione che però non annulla del tutto il legame che connette cittadini e classe politica. Basti pensare ai numerosi casi di corruzione politica che hanno caratterizzato le passate legislature: alcuni membri del parlamento, pur essendo coinvolti in prima persona, sono stati rieletti (cfr. Chang et al. 2010). Quando le performance del governo sono in linea con le aspettative dei cittadini, tale istituzione raccoglie il consenso da parte dell opinione pubblica (beta=0,811), ma quando le regole del sistema socio politico divengono più stringenti il trend s inverte e la popolarità del governo declina (beta=-0,939). In altre parole, un maggior controllo da parte del sistema politico e un maggior rigore appaiono limitare se non intaccare la privacy dei cittadini che, sentendosi controllati o non liberi di agire, puniscono il governo, probabilmente anche quando le performance istituzionali risultano apprezzabili. Diversamente dalle aspettative, la crescita economica non presenta alcun effetto significativo sulla variabile dipendente. Si tratta di un risultato di non poco conto se non altro perché la sterminata letteratura che analizza tale relazione conferma una stringente legame positivo tra i due indicatori. Una spiegazione, non tanto dell assenza di significatività statistica della relazione che potrebbe risentire della variabilità delle informazioni, quanto del segno che connette le due variabili, appare legata alla percezione che i cittadini hanno dell economia. Se è vero che i cittadini definiscono il proprio sostegno politico in virtù della valutazione sociocentrica ed egocentrica dell economica (cfr. Banducci et al. 2003; Hobolt e Leblond 2009) è altresì vero che non necessariamente la situazione economica percepita dai cittadini riflette l attuale livello di economia reale, così come riportata dalle statistiche ufficiali (Banducci et al 12 I magistrati inquirenti inviano alla Camera dei deputati una richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del Sottosegretario di Stato all'economia e alle Finanze, Antonio Cosentino, per l'esecuzione della custodia cautelare per il reato di concorso esterno in associazione camorristica. 13 Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Guido Bertolaso, capo della Protezione Civile, è indagato insieme a diversi imprenditori e altri membri della Protezione Civile, avrebbe fatto parte di uno scenario di corruzione con scambi di favori di svariata natura, nell ambito degli appalti per il G8. 14 Cosimo Mele, eletto nelle liste dell'udc, si dimette dal partito dopo aver ammesso di aver trascorso una notte in una suite dell'hotel Flora in via Veneto a Roma con una, o due signore, poi ricoverata in ospedale per malore, da attribuire, sembra all uso di cocaina e alcol. 15 Il riferimento è alla giovane diciassettenne marocchina chiamata Ruby Rubacuori (Karima El Mahroug). La giovane, in un intervista, sostiene di aver fatto vistita all e Presidente del Consiglio nella sua casa fuori Milano (Arcore). Gl inquirenti milanesi indagano sul caso in quanto la stessa Ruby avrebbe detto inizialmente alla polizia di aver preso parte ad almeno a tre eventi ad Arcore ed almeno una volta uno di questi eventi terminò con un gioco erotico detto Bunga-Bunga. 16 Letizia Noemi, una modella e ballerina, è ritenuta l amante (minorenne) e la causa del divorzio dall e Presidente del Consiglio Berlusconi. 17 Patrizia Daddario è una modella ed escort. Fu pagata dall e Presidente del Consiglio Berlusconi per prender parte ad un party privato. 18 L e Presidente del Consiglio, Berlusconi, è sotto processo per concussione e sfruttamento della prostituzione minorile. 19 L indice è rappresentato a una variabile cardinale che va da -2.5 (minima efficacia del governo) a 2.5 (massima efficacia del governo). La fonte dati è World Bank. 20 L indice è rappresentato a una variabile cardinale che va da -2.5 (minimo livello di rule of law) a 2.5 (massimo livello di rule of law). La fonte dati è World Bank. 7

8 2009) 21. Se si considera che a) i dati in nostro possesso comprendono sia il periodo pre-crisi economica che post, b) al calare della fiducia nel governo, quale è il caso italiano, i cittadini tendono a percepire negativamente l andamento dell economia (Fraile e Di Mauro 2010), c) non sempre i cittadini hanno un accurata conoscenza dell andamento dell economia, allora è possibile avvalorare ulteriormente l idea che il segno che connette i due indicatori, almeno per il periodo considerato sia corretto. Non solo. Anche laddove il trend relativo all andamento del Pil facesse registrare lievi miglioramenti, i cittadini difficilmente muterebbero, nel breve-medio termine, la valutazione circa l economia e il relativo giudizio sul governo. Ne è una conferma l andamento trimestrale destagionalizzato del Pil che pur essendo stato positivo, nel periodo che va dal II trimestre 2009 al IV trimestre 2010 (cfr. Istat 2012), non ha sortito alcun effetto sulla percezione che gli italiani hanno dell economia e sulla conseguente valutazione delle performance istituzionali: i cittadini hanno continuato a punire il governo. Il controllo dei risultati, realizzato attraverso l utilizzo dell orientamento politico del governo e un indicatore che discrimina il periodo considerato in termini di crisi confermano i risultati ottenuti e rivelano che con l inizio della crisi economica (seconda metà del 2008) gli italiani hanno guardato con sempre maggior criticità alle scelte di governo (beta=0,400). Conclusione Con il nuovo millennio i governi che si sono succeduti in Italia, forti delle trasformazioni in atto che coinvolgevano l intera Europa, hanno alimentato tra i cittadini numerose speranze. I cambiamenti economici e sociali a lungo preannunciati, ma solo in minima parte realizzati, non hanno sortito l effetto atteso, alimentando un evidente malcontento nell opinione pubblica e intaccando ulteriormente il rapporto tra elettori ed eletti. In altri termini, spesso i governi sono venuti meno alla parola data e gli effetti sono stati di tutti rilievo. Basti pensare che la fiducia nelle maggiori istituzioni politiche è declinata attestandosi a livelli che vanno ben al di sotto di quelli registrati negli anni 80. Si tratta sicuramente di un effetto di lungo periodo che nell ultimo decennio si è ulteriormente rafforzato allontanando ancor di più i cittadini dall arena politica. Ne è una conferma l andamento dell astensionismo, che è passato dal 18,5% del 2001 al 19,5 del 2008 (Istituto cattaneo 2008). Negli ultimi dieci anni l Italia, nonostante l avvicendarsi di cinque governi, ciascuno portatore di nuove idee di crescita e di sviluppo, è il paese con il più basso Pil reale, collocandosi, nella classifica dell FMI, subito dopo la Slovenia, il Portogallo e la Grecia 22. Le stime per il biennio non sembrano promettenti e l incertezza per il futuro alimenta preoccupazioni nell opinione pubblica. I governi che si sono succeduti, pur facendo fronte alle numerose problematiche nazionali ed internazionali, non sembrano aver soddisfatto i cittadini (e gli investitori) che non hanno mai esitato a punirli riponendo le speranze nell alternanza di governo. Nonostante ciò, il malessere politico persiste e le risultanze empiriche di questo lavoro lo confermano. Cala il sostegno dei cittadini alle istituzioni così come declina il termometro del consenso. Diversamente dalla classe politica, gli italiani appaiono mantenere alto il senso della morale e sembrano più che in passato capaci di indignarsi. Gli scandali che nel lungo periodo hanno intaccato la popolarità del governo, in particolar modo quelli sessuali, rimarranno impressi nella storia politica dello scorso decennio, durante il quale si è assistito a una situazione paradossale: il parlamento ha continuato a reiterare la fiducia in coloro che sono venuti meno alla morale pubblica, mentre i mercati hanno sfiduciato un intero paese, facendo contrarre ulteriormente la già labile credibilità internazionale dell Italia. 21 Lo studio realizzato da Banducci e colleghi è realizzato su informazioni precedenti al 2008, ossia relative al periodo pre-crisi economica. 22 Per ulteriori consultare l FMI (Fondo Monetario Internazionale) al seguente link: 8

9 Anche se le regole di legge possono risultare limitanti, condizionando la percezione che l opinione pubblica ha del sistema istituzionale, i cittadini appaiono capaci di vigilare sulle attività del governo e di indignarsi quando questo viene meno alla morale pubblica. Ne è un esempio il caso dell e Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Inizialmente, sebbene fosse coinvolto in numerosi scandali, non dimise, neanche quando lo sconcerto internazionale era divenuto evidente. Nel tempo, però, quando ormai il consenso degli italiani si era attestato ai minimi termini, il malcontento era generalizzato e i media continuavano a tener sotto controllo le sue scelte politiche, non ebbe alternativa se non quella di dimettersi, dando vita, così, alla Terza Repubblica. In altri termini, quando il governo non raccoglie le domande degli elettori e la morale pubblica della classe politica si contrae, non vi è governo o presidente del Consiglio che regga. 9

10 mar-01 giu-01 set-01 dic-01 mar-02 giu-02 set-02 dic-02 mar-03 giu-03 set-03 dic-03 mar-04 giu-04 set-04 dic-04 mar-05 giu-05 set-05 dic-05 mar-06 giu-06 set-06 dic-06 mar-07 giu-07 set-07 dic-07 mar-08 giu-08 set-08 dic-08 mar-09 giu-09 set-09 dic-09 mar-10 giu-10 set-10 dic-10 mar-11 giu-11 set-11 dic-11 % giudizio positivo livello di fiducia (%) Figura 1 Fiducia nelle istituzioni politiche ( ) governo anno parlamento Fonte: Eurobarometer (54.1, 59.1, 62, 64.2, 68.1, 69.2, 72.1), European World Value Survey ( ), Itanes (2001, 2006), World Values Survey( ); Demos (per il dato relativo al Parlamento per l anno 2010); IPR Marketing (per il dato relativo al Governo per gli anni 2010 e 2011). Figura 2 La popolarità del Governo ( ) IV Gov. Berlusconi II Gov. Berlusconi II Gov. Prodi II Gov. Amato II Gov. Berlusconi y = -2E-06x 2 + 0,1869x ,4 R² = 0, trimestri Nota: Il dato relativo al trimestre Dicembre 2011 fa riferimento al periodo Ottobre Novembre Fonte: Ispo ( ); Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per l Informazione e l Editoria ( ; 2011). 10

11 Tab. 1 La popolarità del governo ( ) Modello 1 Modello 2 Errori Standard Robusti Errori Standard Robusti B B scandali politici -0,405 * 2,758-0,343 * 2,537 efficacia del governo 0,811 * 10,300 0,638 * 8,780 rule of law -0,939 * 14,236-1,030 *** 10,910 crescita economia -0,278 1,400-0,296 1,518 collocazione politica del governo a 2,739 2,765 crisi economica b -0,400 ** 2,369 costante 4,140 4,652 7,940 5,958 R quadrato corretto 0,155 0,171 Anova (sig.) 0,079 0,060 Root MSE 5,285 5,235 Durbin - test di autocorrelazione 0,734 0,325 Portemanteau Test (sig.) 0,377 0,377 Durbin Watson 2,104 2,291 T (trimestri) Nota: a) La variabile assume valore 0 quando il governo è di sinistra-centro/sinistra, mentre 1 quando è di destra/centro destra; b) la variabile presenta valore 0 per il periodo (2 trimestre), e valore 1 per gli altri trimestri, ossia dal 3 trimestre 2008 fino al 16 Novembre

12 Bibliografia Agrast, M., Botero, J., Ponce, A, (2011). WJ Rule of Law Index 2011, Washington, D.C., The World Justice Project. Alford, J., Teeters, H., Ward, D.S., Wilson, R.K. (1994). Overdraft: The Political Cost of Congressional Malfeasance, The Journal of Politics, 56, pp Almond, G.A., Verba, S. (1963). The Civic Culture: Political Attitudes and Democracy in Five Nation. Princeton University Press, Princeton. Anderson, C.J., Guillory, A. (1997). Political Institutions and Satisfaction with Democracy, American Political Science Review, 91, pp Anderson. C.J., Tverdova, Y.V. (2003). Corruption, political allegiances, and attitudes toward government in contemporary democracies, American Journal of Political Science, 47, pp Banducci, S.A., Karp, J.A., Loedel, P.H. (2003). The euro, economic interests and multilevel governance: E amining support for the common currency, European Journal of Political Research, 42: Banducci, S.A (2009). Economic interests and public support for the euro, Journal of European Public Policy, 16: Bardi, L. (1996). Anti-party sentiment and party system change in Italy, European Journal of Political Science, 29, pp Bardi, L., Pasquino, G. (1995). Politicizzati ed alienati, in A. Parisi, H. Schadee (eds), Sulla soglia del cambiamento, Bologna: il Mulino. Bellucci, P., Lewis Beck, M. (2011). A stable popularity function? Cross-national analysis, European Journal of Political Research, 50, 2: Bellucci, P., Memoli, V., Sanders, D. (2012). The determinants of democratic support in Europe, in P.C. Magalhaes, D. Sanders, G. Toka (eds), Citizens and the European Polity: Mass Attitudes Towards the European and National Polities (Citizenship, Identity and European Integration), Oxford: Oxford University Press, Oxford (in stampa). Bowler, S.B., Karp, J.A. (2004). Politicians, Scandals, and Trust in Government, Political Behavior, 26 (3), pp Brewer, G.A., Coleman, S.S. (2000). Why Elephants Gallop: Assessing and Predicting Organizational Performance in Federal Agencies, Journal of Public Administration Research &Theory, 10 (4). Buhlmann, M., Kunz, R. (2011). Confidence in the Judiciary: Comparing the Independence and Legitimacy of Judicial System, West European Politics, 34, 2: Cartocci R. (2000). Chi ha paura dei valori? Capitale sociale e dintorni, Rivista Italiana di Scienza Politica, 3, pp Chang, E.C.C., Golden, M.A., Hill, S.J. (2010). Legislative Malfeasance and Political Accountability, World Politics 62(2): Circap (2003), Rapporto sul Governo, prima ediz. (Giugno), Dipartimento di Scienze storiche, giuridiche, politiche, e sociali, Siena: Università degli Studi di Siena. Circap (2005), Rapporto sul Governo, terza ediz. (Giugno), Dipartimento di Scienze storiche, giuridiche, politiche, e sociali, Siena: Università degli Studi di Siena. Circap (2008), Rapporto sul Governo. Nota del 24 gennaio L esperienza del governo Prodi II. Primi Rilevamenti, Dipartimento di Scienze storiche, giuridiche, politiche, e sociali, Siena: Università degli Studi di Siena. Circap (2009), IV Rapporto sul Governo, Dipartimento di Scienze storiche, giuridiche, politiche, e sociali, Siena: Università degli Studi di Siena. Circap (2010), V Rapporto sul Governo, Dipartimento di Scienze storiche, giuridiche, politiche, e sociali, Siena: Università degli Studi di Siena. 12

13 Citrin, J. (1974). Comment: The Political Relevance of Trust in Government, American Political Science Review, 68, pp Clarke, H. D., Norpoth, H. and Whiteley P. (1998) It s About Time: Modelling Political and Social Dynamics A guide to new approaches, in E. Scarbrough, E. Tannenbaum (eds), Research Strategies in the Social Science, Oxford: Oxford University Press. Cook, K.S, Russell H., Levi, M. (2005). Cooperation Without Trust?, New York: Russell Sage Foundation. Cowley, P. (2002). Revolts & Rebellions Parliamentary Voting Under Blair, London: Politico. Cusack, T.R. (1999). The shaping of popular satisfaction with government and regime performance in Germany, British Journal of Political Science, 29, pp Dalton, R.J. (2004). Democratic Challenges, Democratic Choices: The Erosion of Political Support in Advanced Industrial Democracies, Oxford: Oxford University Press. Damico, A. J., Conway, M.M., Bowman Damico, S. (2000). Patterns of Political Trust and Mistrust: Three Moments in the Lives of Democratic Citizens, Polity, pp Della Porta, D. (2000). Social capital, beliefs in government, and political corruption, in S. J. Pharr, R. Putnam (eds), Disaffected Democracies: What s Troubling the Trilateral Countries, Princeton University Press, Princeton. Della Porta, D., Morlino, L. (2001). Rights and the quality of democracy in Italy: A research report. Stockholm: IDEA. Diamond, L., Morlino L. (eds.) (2005), Assessing the Quality of Democracy, Baltimore: Johns Hopkins University Press. Dimock, M.A., Jacobson, G.C. (1995). Checks and Choices: The House Bank Scandal s Impact on Voters in 1992, The Journal of Politics, 57, pp Doherty, D., Dowling, C.M., Miller, M.G. (2011). Are Financial or Moral Scandals Worse? It Depends, PS: Political Science & Politics, forthcoming. Dunham, R.G., Mauss A. L. (1976). Waves from Watergate: evidence concerning the impact of the Watergate scandal upon political legitimacy and social control, Pacific Sociological Review, 19, pp Easton, D. (1965). A System Analysis of Political Life. New York: Harper. Easton, D. (1975). A Re-Assessment of the Concept of Political Support, British Journal of Political Science, 5, pp Economist. (2010). Silvio Berlusconi s latest scandal. Bungled bungled, disponibile al seguente link: economist.com/blogs/newsbook/2010/11/silvio_ berlusconis_latest_scandal/print. Evans, G., Whitefield, S. (1995). The politics and economics of democratic commitment: Support for democracy in transition societies, British Journal of Political Science, 25 (4), pp Fraile, M., Di Mauro, D. (2010), The Economic Crisis and Public Opinion About Europe, EUDO Spotlight, 2010/01, November, available at PublicOpinion/Documents/11-12-SpotlightEUDO.pdf Genovese, R. (2011). Che cos è il Berlusconismo, Roma: Manifestolibri. Ginsborg, P., Asquer, E. (2011). Che cos è il Berlusconismo, Bari, Laterza. Guarnieri, C., Pederzoli, P. (1997). La democrazia giudiziaria, Bologna: Il Mulino. Hetherington, M.J. (1999). The effect of political trust on the presidential vote, , American Political Science Review, 93, pp Hobolt, S.B. Leblond, P. (2009). Is my crown better than your euro? E change rates and public opinion on the European single currency, European Union Politics, 10: Istat (2012), II trimestre Stima preliminare del Pil, disponibile al seguente link: 13

14 Istituto Cattaneo (2008), Elezioni politiche 2008, Bologna: Fondazione di ricerca Istituto Carlo Cattaneo, disponibile al seguente link: Astensionismo.pdf Kaufmann, D., Kraay, A., Mastruzzi, M., (2007). Governance Matters VI: Governance Indicators for , World Bank Policy Research, Working Paper No Kepplinger, H.M. (2005). Die Mechanismen der Skandalierung. Die Macht der Medien und die Möglichkeiten der Betroffenen, Munchen: Olzog. Kepplinger, H.M., Ehmig, S.C. (2004). Ist die funktionalistische Skandaltheorie haltbar? Ein Beitrag zur Interdependenz von Politik und Medien im Umgang mit Missständen in der Gesellschaft, in K. Imhof, R. Blum. H. Bonfadelli, O. Jarren (eds), Mediengesellschaft: Strukturen, Merkmale, Entwicklungsdynamiken, Wiesbaden:Verlag für Sozialwissenschaften. Klingemann, H.D., Fuchs, D. (1995). Citizen and State. Oxford: Oxford University. Lewis-Beck, M., Nadeau, R. (2002). French electoral institutions and the economic vote, Electoral Studies, 19: Lewis-Beck, M., Stegmaier, M. (2000). Economic Determinants of Electoral Outcomes. Annual Review of Political Science 3: Lewis-Beck, M., Stegmaier, M. (2007). Economic Models of Voting, in R.J. Dalton, H-D. Klingemann (eds.), The Oxford Handbook of Political Behavior, Oxford: Oxford University Press. Levi, M. (2006). Why We Need a New Theory of Government, Perspectives on Politics, 4 (1):5-19. López-Pintor, R., Morlino, L. (2005). Italy and Spain, in L. Diamond, L. Morlino (eds), Assessing the Quality of Democracy. Baltimore: The Johns Hopkins University Press. Maier, J. (2011). The impact of political scandals on the political support: An e perimental test of two theories, International Political Science Review, 32 (4), pp Marangoni, F. (2010), Programma di governo e Law-making: un analisi della produzione legislativa dei governi italiani ( ), Polis, XXIV, 1, Markovits, A, Silverstein M. (1988). The Politics of Scandal. Power and Process in Liberal Democracies, London: Holmes & Meier. Martorano, N., Uilbig S.G. (2008). THE COINGATE EFFECT: The Impact of Scandal on Attitudes Toward State and Federal Political Actors, paper presented at Annual Meeting of the State Politics and Policy Conference, Philadelphia, PA: May Mastropaolo, A. (2000). Antipolitica, Napoli, L Ancora. McAllister I. (2000). Keeping them honest: public and elite perception of ethical conduct among Australian legislators, Political Studies, 48, pp Memoli, V. (2009), Il sostegno democratico in Italia, Rivista Italiana di Scienza Politica, 1. Memoli, V. (2011). Sostenere la Democrazia: Soddisfazione e Disaffezione in Europa, Roma: Aracne Editore; Memoli, V. (2013), La responsiveness in Italia: uno studio longitudinale, in L. Morlino, D. Piana, F. Raniolo (eds), La democrazia in Italia: procedure, contenuti, risultati, Bologna: Il Mulino (in stampa). Miller, A.H. (1999). Se, Politics, and Public Opinion: What Political Scientists Really Learned From the Clinton-Lewinsky Scandal, PS: Political Science and Politics, 32 (4), pp Mishler W., Rose, R. (2001). 'What are the origins of political trust? Testing institutional and cultural theories in post-communist societies, Comparative Political Studies, 34 (1), pp Morlino, L. (2003). Democrazie e Democratizzazione, Bologna: Il Mulino. 14

15 Morlino, L., Palombella, L. (2010). Rule of Law and Democracy, Leiden: Brill Academic Pub. Morris, J., Clawson, R. (2007). The Media and Congressional Approval, paper presented at the Annual Meeting of the American Political Science Association (Chicago). Moury, C. (2011), Italian Coalitions and Electoral Promises: Assessing the Democratic Performance of the Prodi I and Berlusconi II Governments, Modern Italy, 16, 1: Nannestad, P., Paldam, M. (1994). The VP-function: A survey of the literature on vote and popularity functions after 25 years, Public Choice, 79: Newell, J. (2010). Sex, lies and public money: Recent scandals in Britain and Italy, paper presented at 60th Annual Conference of the UK Political Studies Association (Edinburg, 2 March- 1 April). Nord, W.R. (1983). A Political-Economic Perspective on Organizational Effectiveness, in K.S. Cameron, D.A. Whetten (eds), Organizational Effectiveness: A Comparison of Multiple Models, Academic Press: New York. Norris P. (ed) (1999). Critical Citizens: Global Support for Democratic Governance. Oxford University Press, Oxford. Nye, J., Zelikow, P., King, D. (eds) (1997). Why People Don t Trust Government, Cambridge: Harvard University Press. O Donnell, G. (1999). Polyarchies and the (un)rule of law in Latin America, in P. S. Pinheiro, G. O Donnell (eds.), The rule of law and the underprivileged in Latin America, Notre Dame, IL: University of Notre Dame. O Donnell, G. (2005). Why the Rule of Law Matters, in L. Diamond, L. Morlino (eds.), Assessing the Quality of Democracy, Baltimore: Johns Hopkins University Press. Peters, J.G., Welch, S. (1978). Political Corruption in America: A Search for Definitions and a Theory, or if Political Corruption is in the Mainstream of American Politics Why is it not in the Mainstream of American Politics Research?, American Political Science Review, 72, pp Pharr J.S., Putnam R.D. (2000). Disaffected Democracies. Princeton University Press, Princeton. Putnam, R. (1993). Making Democracy Work: Civic Traditions in Modern Italy, Princeton: Princeton University Press. Radin, Beryl A Beyond Machiavelli: Policy Analysis Comes of Age. Washington, DC: Georgetown University Press. Rose, R., Mishler, W.T., Haerpfer, C.W. (1998). Democracy and its Alternatives. Understanding Post-Communist Societies, Baltimore: The Johns Hopkins University Press. Rothstein, B. (2005). Social Traps and the Problem of Trust, New York: Cambridge University Press. Sabato, L.J, Stencel, M., Lichter S.R. (2000). Peep Show: Media and Politics in the Age of Scandal. Lanham: Rowman & Littlefield. Sani, G. (1980). The Political Culture of Italy: Continuity and Change, in G. Almond, S. Verba (eds), The Civic Culture Revisited, New York: Sage Publications. Sani, G. (1989). La cultura politica, in L. Morlino (ed), Scienza Politica, Torino: Fondazione Giovanni Agnelli. Sani, G., Segatti, P. (2001). Antiparty Politics and the Restructuring of the Italian Party System, in P.N. Diamandouros, R. Gunther (eds), Parties, Politics, and Democracy in the New Southern Europe, Baltimore: The Johns Hopkins University Press. Sartori G. (1993), Democrazia: cosa è, Milano: BUR. Selden, S.C., Sowa, J.E. (2004). Testing a Multi-Dimensional Model of Organizational Performance: Prospects and Problems. Journal of Public Administration Research and Theory, 14 (3). Seligson, M.A. (2002). The impact of corruption on regime legitimacy: A comparative study of four Latin American countries, Journal of Politics, 64, pp

16 Sniderman, P.M., Neuman, W.R., Citrin, J., McClosky, H., Shanks, J.M. (1975). Stability of support for the political system: the initial impact of Watergate, American Politics Quarterly, 3, pp Thompson, J.B. (2000). Political Scandal. Power and Visibility in the Media Age, Cambridge: Polity Press. Transparency International (2001), Corruption Perceptions Index 2011, available at Tumber, H., Waisbord, S. (2004). Introduction. Political Scandals and Media Across Democracies. Volume I, American Behavioral Scientist, 47, pp Vannucci, A. (2009). The Controversial Legacy of Mani Pulite : A Critical Analysis of Italian Corruption and Anti-Corruption Policies, Bulletin of Italian Politics, 1, pp Weatherford, M.S. (1992). Measuring Political Legitimacy, American Political Science Review, 54, pp

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Convegno Romeni emergenti o emergenza Romania? Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Prof. Stefano Rolando Segretario generale delle e Direttore scientifico

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est indipendentista ma anche italiano Il Gazzettino, 17.03.2015 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno

Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno Chiara Saraceno Università di Torino Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo 1. Modelli

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Fulco Lanchester Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Lezioni di Diritto costituzionale comparato.-,->'j.*v-;.j.,,* Giuffre Editore INDICE SOMMARIO Premessa Capitolo I LA COMPARAZIONE GIUSPUBBLICISTICA 1. L'ambito

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Filomena Maggino, L analisi dei dati nell indagine statistica. Volume 1: la realizzazione dell indagine e l analisi preliminare dei dati, ISBN:

Filomena Maggino, L analisi dei dati nell indagine statistica. Volume 1: la realizzazione dell indagine e l analisi preliminare dei dati, ISBN: Filomena Maggino, L analisi dei dati nell indagine statistica. Volume 1: la realizzazione dell indagine e l analisi preliminare dei dati, ISBN: 88-8453-208-6 (print) ISBN: 88-8453-207-8 (online), Firenze

Dettagli

Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco

Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco Un economia sana e con buone prospettive di crescita deve saper cogliere i frutti del progresso tecnico, che solo adeguati investimenti in ricerca

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Linee guida per l autor*

Linee guida per l autor* Linee guida per l autor* Margini: superiore 3,5 cm; inferiore 3,5 cm; destro 3 cm; sinistro 3 cm. Carattere: Times New Roman Dimensione del carattere: 12 per il testo, i titoli come nell esempio che segue:

Dettagli

LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE?

LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE? NOTA ISRIL ON LINE N 8-2013 LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE? Presidente prof. Giuseppe Bianchi Via Piemonte, 101 00187 Roma gbianchi.isril@tiscali.it www.isril.it LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE Ing Giuseppe Magro Presidente Nazionale IAIA 1 Italia 2 La Valutazione Ambientale Strategica

Dettagli

Capitolo primo La governance: che cos è?

Capitolo primo La governance: che cos è? Capitolo primo La governance: che cos è? 1. Definire la governance Governance è un termine mutuato dall inglese e se volessimo darne una definizione in italiano facendoci aiutare da un dizionario scopriremmo

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

LUCI ED OMBRE SULL ANNO CHE VERRA. Se il 2014 si è concluso con la presentazione del DDL Orlando sulla riforma della

LUCI ED OMBRE SULL ANNO CHE VERRA. Se il 2014 si è concluso con la presentazione del DDL Orlando sulla riforma della LUCI ED OMBRE SULL ANNO CHE VERRA Se il 2014 si è concluso con la presentazione del DDL Orlando sulla riforma della giustizia, provvedimento in più punti discutibile ma adottato nella forma più opportuna

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI

IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI Testo di riferimento: Analisi finanziaria (a cura di E. Pavarani) McGraw-Hill 2001 cap. 11 (dottor Alberto Lanzavecchia) Indice

Dettagli

40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015. Prof. Alessandro Minichilli. Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi.

40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015. Prof. Alessandro Minichilli. Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi. 40229 Governo dell impresa a.a. 2014/2015 Prof. Alessandro Minichilli Via Röntgen 1, Room 4 B1 10, 02 5836.2543, alessandro.minichilli@unibocconi.it Descrizione del corso. Obiettivi: il corso intende fornire

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello SISMO Storia sismica di sito di ManOppello Rapporto tecnico per conto del: Dr. Luciano D Alfonso, Sindaco Comune di Pescara (PE) Eseguito da: Umberto Fracassi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO )

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA ESTRATTO DA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI RECLUTAMENTO DI RICERCATORI E DOCENTI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) 1 Requisiti

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology QUEST Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology versione 2.0 L. Demers, R. Weiss-Lambrou & B. Ska, 2000 Traduzione italiana a cura di Fucelli P e Andrich R, 2004 Introduzione Il

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E E T S T U D I O R U M

C U R R I C U L U M V I T A E E T S T U D I O R U M C U R R I C U L U M V I T A E E T S T U D I O R U M Personal information Name Address E-mail FRANCESCA BIONDI DAL MONTE VIA E. FERMI N. 2-56021 CASCINA (PISA) f.biondi@sssup.it Place and date of birth

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

General Linear Model. Esercizio

General Linear Model. Esercizio Esercizio General Linear Model Una delle molteplici applicazioni del General Linear Model è la Trend Surface Analysis. Questa tecnica cerca di individuare, in un modello di superficie, quale tendenza segue

Dettagli

Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016

Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016 Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016 Dicembre 2014 Sommario Introduzione...1 Le azioni del Governo italiano...2 Il processo di stesura del secondo Piano d azione OGP...3 Le Azioni...4

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

La tesi secondo cui la democrazia sarebbe il frutto maturo dello sviluppo economico

La tesi secondo cui la democrazia sarebbe il frutto maturo dello sviluppo economico Vien prima la democrazia o lo sviluppo? di Stefano Zamagni La tesi secondo cui la democrazia sarebbe il frutto maturo dello sviluppo economico nota come tesi della modernizzazione è stata rinverdita in

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli