Hi-Play Manuale Utente Dec Sistemi srl. Versione 1.0

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Hi-Play Manuale Utente Dec Sistemi srl. Versione 1.0"

Transcript

1 MIDI File Editor & Utilities Versione 1.0

2 Presentazione Grazie innanzitutto per aver scelto Hi-Play. Questo software è il risultato di un lungo lavoro svolto con pazienza e passione, che contiamo di migliorare e far crescere anche e soprattutto grazie ai consigli ed ai suggerimenti degli utilizzatori. Ci scusiamo soprattutto per il fatto che, pur essendo Hi-Play un prodotto completamente italiano, è stato fatto largo uso di termini e simbologie anglosassoni: a parte la speranza di facilitarne la diffusione oltre frontiera, nella gran parte dei casi si tratta di termini già noti e "digeriti" da chi ha a che fare con il mondo della musica e degli strumenti musicali. Un doveroso ringraziamento a: Piero Dalena per le immagini BMP, le Icone e per il supporto alla programmazione. Enzo Caporale * * * Attenzione: ad installazione effettuata, leggere attentamente il contenuto del file LEGGIMI.TXT cliccando sull'icona Leggimi nella cartella di Hi-Play in quanto contiene importanti informazioni tecniche non presenti in questo manuale. Questo manuale è l'ultimo stampato disponibile; per le funzioni non descritte in questo manuale consultare la guida elettronica fornita assieme al programma. Per gli utenti poco esperti dell ambiente Microsoft Windows o della terminologia musicale-anglosassone è consigliabile la lettura dell appendice prima di passare alla descrizione delle funzioni di Hi-Play Pro.

3 INDICE HI-PLAY TOOLS Presentazione HI-Play Tools (Finestra Principale) Sezione Global Edit Program Tempo Transpose Controller Sezione Testo (Text) Sillabazione Sezione Accordi (Chords) Edita Pagina Accordi Sezione Event List Menu di Hi-Play Tools Menu File Menu Modalità Player Settaggi Registrazione Help Note per l utilizzo in contemporanea con Hi-Play Pro... 20

4 Presentazione Hi-Play Tools è un programma che consente di effettuare diversi tipi di elaborazioni aventi per oggetto standard MIDI files. A differenza dei cosiddetti Sequencer, che consentono di poter generare da zero un MIDI file e di poter fare tutto di tutto, a discapito ovviamente della semplicità d uso, Hi-Play Tools affronta solo poche ma essenziali problematiche, che affliggono la quasi totalità degli utilizzatori di MIDI file, ponendosi come condizione essenziale la semplicità e la praticità d uso. Hi-Play Tools da per scontato che l utilizzatore tipico di MIDI files non ha ne il tempo ne la volontà di crearsi da zero dei MIDI files, quindi ricorre a quelli già presenti sul mercato, che però non soddisfano al 100% le sue esigenze in quanto: - Solitamente non contengono il testo e/o gli accordi, della quale è ormai diventato difficile fare a meno in situazioni live ; - Devono essere riadattati alla tonalità del cantante; - Necessitano comunque di qualche cambiamento/arrangiamento per non suonare nello stesso identico modo del collega della sala accanto ; - Il testo deve essere salvato in un formato compatibile con la propria strumentazione; - Non è maturata ancora l idea di utilizzare direttamente il computer dal vivo, che grazie a software come Hi-Play Pro, gestirebbe ancor meglio le problematiche di cui sopra. Pagina 1

5 1.0 Finestra Principale La finestra principale di Hi-Play Tools, d ora in avanti Hi-Tools, è composta da due insiemi di controlli tipici dell ambiente Microsoft Windows : una barra di controlli ed il relativo menu: Nella barra dei controlli sono presenti i pulsanti che attivano le principali funzioni disponibili: Apre File MIDI/KAR: questo pulsante consente di aprire un MIDI file per consentirne l ascolto o la sua elaborazione/modifica in Hi-Tools. Quando Hi-Play Tools viene lanciato da Hi-Play, viene automaticamente caricato il relativo file corrente, senza quindi il bisogno di interessare questo pulsante. Salva Modifiche: da utilizzare dopo aver elaborato un MIDI file, per salvare su disco le modifiche apportate. Global Edit: questo pulsante attiva l omonima finestra, dedicata alle modifiche globali del MIDI file, tra cui transpose (trasposizione), tempo, volumi, programs (programmi/strumenti), controllers, ecc. Text: tramite questo pulsante si attiva la finestra di gestione testo, nella quale sarà possibile digitare, importare/esportare, sillabare, sincronizzare con la melodia, stampare e naturalmente salvare all interno del MIDI file, il testo di un brano. Chords: questo pulsante attiva invece una finestra dedicata alla ricerca (scansione ed analisi armonica) degli accordi di un brano MIDI. Event List: la finestra attivata da questo pulsante è invece dedicata ad eventuali interventi chirurgici da effettuare su di un MIDi file, in quanto contiene una lista completa e sequenziale di tutti i messaggi MIDI di cui esso è composto. Il gruppo di oggetti che segue sulla sinistra gestisce ovviamente il MIDI-Player e non ha sicuramente bisogno di ulteriori spiegazioni; da ricordare che (solo quando la finestra non è Massimizzata) cliccando sull etichetta Time i display passano a mostrare le informazioni in Battute e viceversa. Seguono l indicatore della posizione del brano (sul quale si può agire per spostarsi nelle varie posizioni del MIDI file) ed il pulsante di uscita dal programma. Pagina 2

6 2.0 Global Edit Questa sezione di Hi-Play Tools consente di variare in maniera semplice e veloce, gruppi di messaggi contenuti all interno del MIDI file: From / To: tramite questi due controlli si può delimitare il raggio di azione delle modifiche ad una sola parte del MIDI file; lasciando i valori preimpostati si agirà invece sull intero file. Mediante i pulsanti Program (strumenti/suoni), Tempo, Transpose (tonalità) e Controller (volumi, riverbero, ecc.) è possibile scegliere il tipo di eventi midi da elaborare. I gruppi di controlli che servono a specificare i valori per ciascun canale variano in funzione della scelta effettuata, per consentire la massima comodità di lavoro. Option: questo combo-box diventa attivo solo in caso di variazione dei controller change e serve a specificare appunto il tipo di controller da variare (Volume, riverbero, ecc.) Elabora: tramite questo pulsante si da inizio all elaborazione vera e propria del MIDI file, con conseguente variazione dei messaggi contenuti all interno del MIDI file. Attenzione: anche se le variazioni si possono effettuare durante il playing del MIDI file, e l effetto di tali variazioni viene immediatamente percepito (volumi, transpose, tempo, ecc.) la variazione dei messaggi MIDI avviene solo dopo l elaborazione. Per ottenere l effettivo riscontro delle variazioni apportate dopo l elaborazione, riavvolgere la song (pulsante << ), e riascoltare: se il risultato è effettivamente quello desiderato, salvare definitivamente le modifiche tramite l apposito pulsante nella barra principale o le opzioni salva del menu file (altrimenti rimodificare o ricaricare il file originario). Exit: questo tasto consente di uscire dalla sezione Global Edit. Pagina 3

7 2.1 Program: in questa sezione troviamo una serie di 16 pulsanti (su due file da 8) che mostrano lo stato corrente (program) di ciascun canale MIDI; per cambiare lo strumento su di un canale è sufficiente cliccare sul pulsante e scegliere il nuovo dalla lista degli strumenti GM proposta. In quest ultima è anche possibile assegnare valori MSB e LSB per l assegnazione di banchi diversi dal GM (Roland GS, Yamaha XG, ecc.). Per l uso di tali valori va consultata la mappa strumenti dei moduli sonori utilizzati. Il gruppo di controlli a piede della finestra può sembrare a questo punto superfluo ma non è così: alcuni MIDI files infatti, in particolare quelli di origine degli styles per arranger, contengono nell ambito dello stesso canale, diversi cambiamenti di program: in questo caso abbiamo la possibilità di scegliere nell apposito combo box quello da variare; il nuovo strumento va invece scelto con un click nel pulsante accanto (Change In). 2.2 Tempo Tramite lo slider, possiamo aumentare/diminuire in percentuale il tempo di una base. Il valore può anche essere digitato direttamente nell apposita casella +/- alla sinistra dello slider. La casella superiore mostra il tempo attuale della song mentre quella inferiore mostra il nuovo valore (in BPM) calcolato in funzione della percentuale di incremento/decremento indicata. Pagina 4

8 2.3 Transpose anche se l esigenza più classica (trasporre tutti i canali tranne il 10 solitamente riservato alla batteria) viene svolta dall azione sul Master slider, Hi-Play Tools da la possibilità di agire singolarmente su ciascun canale con una trasposizione ed un valore diversi. I pulsanti [A] e [I] servono rispettivamente ad attivare tutti i canali e ad invertire lo stato (attivo/disattivo) di ognuno. 2.4 Controller dal punto di vista estetico, questa sezione è praticamente simile alla precedente con la differenza degli slider che mostrano il valore attuale del controller selezionato; si ha la possibilità di scegliere i canali sui quali agire e, canale per canale un valore diverso di incremento / decremento. Pagina 5

9 3.0 Sezione Testo (Karaoke) In questa sezione troveremo tutto l occorrente per la gestione del testo: la digitazione manuale delle frasi, l importazione/esportazione, la sincronizzazione automatica con la melodia ed il suo salvataggio all interno del MIDI files secondo i diversi sistemi in circolazione. Questa sezione è caratterizzata da una grande casella di testo centrale a scorrimento ed alcuni pulsanti funzione: la casella di testo sarà ovviamente vuota se il MIDI file in edit non contiene testo oppure conterrà le righe che lo compongono nel caso contrario; Carica Testo: utile per ricaricare il testo in caso si effettuino diverse modifiche non valide e si vuole ripartire dalla situazione iniziale. Importa Testo: tramite questo pulsante si ha la possibilità di importare il testo da un file ASCII (.txt). Esporta testo: tramite questo pulsante si ha la possibilità di esportare il testo in un file ASCII (.txt) per elaborarlo con altri software (Blocco Notes, Word, ecc.) Trasforma Minuscole in Maiuscole: per trasformare automaticamente tutte le lettere minuscole del testo in lettere maiuscole. Sillabazione: questo pulsante serve ad introdurre il testo nella fase di sillabazione automatica; in questo caso dopo la richiesta della lingua di lavoro (Italiano, Inglese o tedesco), e del canale contenente la melodia (solitamente il 4) la finestra cambia come segue a pagina 8. Uscita: questo pulsante consente di uscire dalla sezione Testo. Pagina 6

10 3.1 Sillabazione Come si potrà immediatamente notare, il testo sarà stato completamente sillabato ed incolonnato in una griglia così composta: TickTime: contiene il tempo esatto (battuta:quarto:tick) della nota collegata alla sillaba corrente. Nota: la nota della melodia collegata alla sillaba corrente Text: la sillaba che è stata collegata in automatico alla precedente nota melodica. A questo punto, salvo rari casi fortunati, sarà necessario apportare dei ritocchi per adattare perfettamente le sillabe alla melodia; per facilitare tale compito è stato previsto un sofisticato e divertente sistema di monitoraggio della melodia collegata allo scorrimento delle sillabe tramite il tasto di freccia giù che consente di effettuare i necessari ritocchi in brevissimo tempo: Assicurarsi che il pulsante sia premuto, per ottenere il monitoraggio delle note di melodia; scorrere le sillabe del testo con il tasto freccia giù e verificare l esatta corrispondenza tra nota della melodia e sillaba; in caso di incongruenza/disallineamento, si potrà agire con le seguenti opzioni: Unisci Sillaba Successiva (Ctrl+Freccia Dx): con questo pulsante si ottiene l accorpamento della sillaba successiva con quella corrente. Pagina 7

11 Unisci Alla Sillaba Precedente (Ctrl+Freccia Sx): con questo pulsante si ottiene l accorpamento della sillaba corrente con quella precedente. Aggiunge Nuova Sillaba (Ctrl+Ins): con questa opzione si inserisce una riga vuota (sillaba nulla) nella riga precedente a quella evidenziata dal cursore. Il valore di Tick Time relativo a tale posizione, viene calcolato come valore intermedio tra il precedente ed il successivo e può naturalmente essere modificato manualmente. Sposta Tutto una Riga In Basso (Ctrl+Freccia Giù): con questa azione si ottiene l inserimento di una sillaba vuota, con relativo spostamento in basso di tutte le sillabe successive. Va utilizzato quando una (o più note) della melodia non trova corrispondenza con alcuna sillaba e non deve quindi essere considerata nella sincronizzazione (note di abbellimento, acciaccature, ecc.). Si consiglia di non annullare tali righe perché in caso di errori diventa difficile ripristinare la situazione precedente. Le sillabe nulle verranno eliminate in automatico in fase di Generazione Eventi MIDI. Dividi Sillaba (Invio): questo pulsante attiva la modifica manuale delle sillabe consentendo di dividere una parola o una sillaba in più parti tramite il carattere - (trattino o segno di negativo). Elimina Riga (Ctrl+D): questo pulsante elimina la riga corrente. Annulla Ultima Operazione (Ctrl+U): questo pulsante consente di annullare l effetto dell ultima operazione eseguita. Anteprima Melodia (Ctrl+A): questo pulsante consente di ascoltare la melodia a tempo a partire dalla nota corrente (quella evidenziata dal cursore della griglia); è utile in quei casi in cui suonare la melodia con il tasto freccia giù non aiuta a sufficienza ed è necessario ascoltare la melodia in maniera chiara e precisa. La casella di testo Karaoke a piede della griglia fornisce la verifica del lavoro svolto o di quello ancora da perfezionare. Genera Eventi MIDI: tramite questo pulsante, il programma genera per ciascuna sillaba sincronizzata, il relativo evento MIDI nella lista degli eventi. Attenzione: per rendere definitive le modifiche nel MIDI file è necessario salvare tramite l apposito pulsante nella barra principale o le opzioni salva del menu file. Uscita: tramite questo pulsante si chiude la finestra di sillabazione. Pagina 8

12 4.0 Sezione Accordi Questa sezione si occupa della gestione degli accordi all interno di un MIDI file. Potremo analizzare armonicamente il contenuto di un MIDI file ed ottenere automaticamente gli accordi che lo compongono, modificare quelli eventualmente già contenuti o digitare manualmente l intera sequenza di accordi (anche con particolari tecniche di semplificazione). Sono anche previste funzioni di importazione/esportazione in formato ASCII. Vogliamo precisare che il metodo utilizzato per l analisi armonica, per quanto sofisticato ed ulteriormente perfezionabile, non può dare garanzie certe e precise sui risultati, che possono essere influenzati negativamente sia da particolari strutturazioni del tessuto armonico, che da variabili troppo ampie ed imprevedibili da dover considerare. Passiamo quindi ad analizzare gli oggetti che abbiamo a disposizione per questo lavoro. Riconoscimento: le opzioni presenti in questo gruppo consentono di specificare la frequenza di scansione: un accordo ogni battuta, ogni mezza, ogni quarto e così via. Si consiglia di non esagerare con la densità di riconoscimento per evitare ridondanze di riconoscimenti effettivamente inutili. Pagina 9

13 Quantizzazione: questo termine, sicuramente già noto a chi utilizza altri software sequencer, indica la possibilità di raggruppare (allineare) ciascuna nota in elaborazione alla misura più vicina riconoscibile (quantificabile). Benché infatti la notazione musicale classica riconosce un massimo di 64 suddivisioni di battuta (in 4/4), in realtà le note di una esecuzione sono sparse in un numero molto più ampio di suddivisioni; nei MIDI files standard con risoluzione di 960 tpqn (ticks per quarto di nota) per esempio, si può suddividere una battuta in 3840 ticks (punti di divisione riconoscibili). Siccome per riconoscere un accordo è necessario avere la contemporaneità di 3 / 4 note per volta, sorge l esigenza di considerare contemporanee, quelle note che si distanziano in termini di tempo, di poche misure riconoscibili (ticks). Per fare un esempio sicuramente comprensibile possiamo far riferimento ad un arpeggio: le note suonate in sequenza esprimono armonicamente un accordo, ma tale accordo potrà essere riconosciuto solamente considerandole come se suonate contemporaneamente, con un valore di quantizzazione (raggruppamento) quindi, molto alto. In questo gruppo di controlli troviamo la serie di check button per l inclusione/esclusione di uno o più canali MIDI dall elaborazione, un edit control per la scelta del canale del basso (solitamente il 2), i contatori di inizio/fine elaborazione ed il pulsante per l uscita. Il canale 4 Melodia ed il 10-Batteria sono automaticamente disattivati in quanto non aiutano la ricerca accordi. Questo doppio frammento di tastiera visualizzerà le note degli accordi man mano che verranno riconosciuti sia durante la ricerca che durante il play della song; quello di destra è dedicato alla linea di basso, che viene tenuto separato per un maggiore dettaglio sulla composizione dell accordo. E possibile disattivare la colorazione dei tasti durante il play della song disattivando la voce Chord Preview del Menu Settings. Carica Accordi: utile per ricaricare gli accordi in caso si effettuino diverse modifiche non valide e si vuole ripartire dalla situazione iniziale. Pagina 10

14 4.1 Edita Pagina accordi: Premendo il tasto la griglia degli accordi scompare lasciando posto ad una pagina per la modifica degli accordi a mano libera che viene gestita secondo le seguenti semplici regole: - Il carattere deve essere digitato all inizio e alla fine di ogni battuta. - Gli accordi all interno di una stessa battuta devono essere separati da uno spazio e possono essere al massimo quattro per ogni quarto di battuta (massimo 16 in una battuta in 4/4). - Ia sequenza - indica una battuta vuota mentre / indica una battuta di prosecuzione invariata rispetto alla precedente. - Per gli accordi con la nota di basso bisogna digitare l accordo seguito da / e dalla nota di basso, per esempio Do/La. - Per indicare al programma che una battuta o una serie di battute deve essere ripetuta un certo numero di volte bisogna digitare alla fine della riga il carattere x seguito dal numero di ripetizioni, per esempio se digitiamo Do Re Mi x3, le tre battute con gli accordi Do Re Mi saranno ripetute per tre volte. - Nel caso di più accordi nella stessa battuta, questi verranno divisi matematicamente nei vari movimenti in maniera automatica: 2 accordi verranno suddivisi nel 1 e 3 movimento, 3 accordi verranno suddivisi nei primi tre movimenti, ecc. Per maggiori informazioni guardare l esempio fornito dal programma importando il file Accordi.txt. I pulsanti disponibili diventano ora: Importa Accordi: tramite questo pulsante si ha la possibilità di importare gli accordi da un file ASCII (.txt). Esporta Accordi: tramite questo pulsante si ha la possibilità di esportare gli accordi in un file ASCII (.txt) per elaborarlo/stamparlo con altri software (Blocco Notes, Word, ecc.). Trasferimento Accordi alla griglia: premendo questo tasto gli accordi digitati vengono trasferiti alla griglia e si esce dalla modalità edit. Exit: questo tasto consente di uscire dalla Pagina per editare gli accordi facendo ricomparire la griglia accordi senza trasferire gli accordi eventalmente digitati nella griglia. Pagina 11

15 Incremento/decremento posizione accordi: Tramite questo controllo è possibile incrementare/decrementare globalmente la posizione degli accordi di n quarti di movimento (1/16 di battuta in 4/4) per volta; generalmente, per ottenere la corretta visualizzazione degli accordi sulle tastiere, è necessario anticipare (decrementare) la posizione degli accordi di almeno 4/16 rispetto alla loro posizione naturale (quella trovata da Hi-Tools). Transpose Accordi: per trasporre automaticamente la tonalità degli accordi; viene richiesto il numero di semitoni (in alto o in basso). Genera Eventi MIDI: tramite questo pulsante, il programma genera per ciascun accordo presente nella griglia, il relativo evento MIDI nella lista degli eventi. Attenzione: per rendere definitive le modifiche nel MIDI file è necessario salvare tramite l apposito pulsante nella barra principale o le opzioni salva del menu file. Quando attivo (giù) l accordo riconosciuto verrà anche brevemente suonato. Questo pulsante consente di sincronizzare il midi player con gli accordi trovati, che verranno così evidenziati con lo scorrere della musica. Exit: questo tasto consente di uscire dalla sezione Chord. Questo gruppo di controlli pilota la scansione degli accordi, consentendo di effettuare rispettivamente la scansione di: primo accordo, accordo successivo, accordi sino a fine battuta, accordi sino a fine song. La griglia è costituita da tante righe quante sono le battute della song, e tante colonne quanti sono i quarti di battuta; Hi-Play Tools può arrivare a riconoscere fino a 4 accordi per ciascun quarto di battuta. La presenza di puntini ( ) nelle celle indica i sedicesimi di battuta vuoti (nessun accordo riconosciuto). Qualora si renda necessario intervenire manualmente per la definizione dell accordo bisogna fare un doppio clic sul quarto desiderato e inserire il nome dell accordo nel movimento desiderato. Pagina 12

16 5.0 Sezione Event List In contrapposizione alle possibilità offerte nelle altre sezioni di Hi-Play Tools, dedicate alla risoluzione di problematiche note e specifiche, la sezione Event List consente invece un campo di applicazione praticamente illimitato. Nell apposita griglia, vengono elencati uno per uno, i migliaia di messaggi MIDI che solitamente popolano un MIDI file di medie dimensioni. L obbiettivo è quello di consentire qualsiasi tipo di modifica al MIDI file, indipendentemente da quello che può essere stato previsto e/o automatizzato nelle altre sezioni. Channel filter: immancabile e sempre utilissimo, il gruppo controlli che consente di filtrare (non visualizzare) uno o più canali specifici. Gli annessi pulsanti All e Invert consentono come al solito di selezionare tutti i canali in un singolo click o di invertire lo stato di ciascun elemento. Si precisa che filtrare non equivale ad eliminare fisicamente i messaggi MIDI dal file, ma semplicemente a nasconderli provvisoriamente per comodità di editing. Message Filter: Questo gruppo di controlli consente invece di filtrare (non visualizzare) gli eventi MIDI per tipo di messaggio; tecnicamente questo filtro agisce esaminando il primo byte del messaggio MIDI, pertanto potrebbe succedere di continuare a vedere Note Off (Note On 0) pur avendo attivato il relativo filtro; in questo caso vuol dire che le note off sono state scritte utilizzando il messaggio MIDI Note On con Data 2 = 0. E anche presente il pulsante di inversione automatica dello stato dei singoli controlli. Pagina 13

17 Track: nel caso di MIDI file di tipo 1, tramite questo controllo è possibile scegliere la traccia di lavoro; da non confondere con il numero di canale, anche se in parecchi MIDI file di tipo 1 il numero di traccia corrisponde al canale MIDI di lavoro. Ricordiamo che su di una traccia di uno standard MIDI file possono essere presenti messaggi relativi a diversi canali. Elimina Traccia: Attivo solo quando il file è di tipo 1, consente di eliminare completamente la traccia attiva. Attenzione: non è possibile annullare questa operazione e quindi viene chiesta conferma prima di effettuare la stessa. Edit: premere questo pulsante per ottenere l abilitazione alla modifica del contenuto della lista eventi. Aggiunge Evento: inserisce (duplica) il messaggio MIDI corrente nella riga immediatamente precedente. Cancella Evento: cancella l evento corrente. Annulla Ultima Operazione: Annulla l effetto dell ultima modifica effettuata. Invia Messaggi: a pulsante premuto, ogni messaggio selezionato dal movimento in giù del cursore verrà inviato al MIDI output, producendo il suono della nota o l effetto relativo. Uscita: tramite questo pulsante si chiude la sezione Event List. Nomenclatura colonne della griglia: Tick Time: il tempo metronomico espresso in Battuta:Quarto:Tick nel quale viene eseguito il messaggio MIDI. Ch (Channel): il canale MIDI che viene interessato dal messaggio; Event: il valore principale (status byte) del messaggio MIDI scorporato dal n.ro di canale; il vero valore (quello che viene inviato al MIDI Output) si ottiene sommando al valore di questa colonna al n.ro di canale 1; Pagina 14

18 Data 1/Data 2: i due valori restanti che compongono il tipico messaggio MIDI corto (short MIDI message) i valori di queste due colonne assumono significati diversi a seconda del valore contenuto nella colonna event; Descr.: Hi-Play Tools utilizza questa colonna per descrivere in maniera accurata la funzione del messaggio quando si tratta di messaggio corto; quando si tratta invece di messaggio lungo (long MIDI Message), quali SYSEX o META events, viene riportata la stringa (sequenza di byte) che compone il messaggio. Ulteriori semplificazioni all interpretazione sono state inserite distinguendo i META dai SYSEX: nel primo caso abbiamo direttamente la stringa ASCII in quanto trattasi solitamente di testo leggibile; nel secondo invece abbiamo la sequenza di byte in notazione esadecimale, in quanto trattasi solitamente di messaggi di sistema non leggibili sotto forma di testo stampabile. Nel caso in cui il messaggio SYSEX inizia con la sequenza (decimale ) si tratta in effetti di una stringa di testo Word Box; per la modifica semplificata di queste si rimanda alla sezione Testo/Karaoke. Attenzione: per ascoltare l effetto delle variazioni è necessario riavvolgere la song (pulsante << ), mentre per rendere definitive le modifiche è necessario salvare tramite l apposito pulsante nella barra principale o le opzioni salva del menu file. Pagina 15

19 6.0 Menu di Hi-Play Tools 6.1 Menu File Apri: questo funzione consente di aprire un MIDI (o Kar) file per consentirne l ascolto o la sua elaborazione/modifica in Hi-Tools. Salva: Questa funzione consente di salvare tutte le modifiche apportate al file. Save con nome..: Questa funzione è da utilizzare quando si vuole creare un duplicato del file corrente, memorizzandolo con un altro nome. Free WX Songs: Attiva una utility che consente di "Liberare" i Song file GEM WX protetti da copyright; una volta "liberati", tali file potranno essere convertiti in.mid tramite le stesse funzioni presenti sulle tastiere, e quindi elaborate da Hi-Tools o da altri software. Esci da Hi-Tools: Per terminare l'esecuzione del programma; equivale al click sul pulsante della barra dei comandi. 6.2 Menu Modalità Le funzioni presenti in questo menu sono tutte rappresentate dai relativi pulsanti nella barra dei controlli. Consentono rispettivamente di attivare le sezioni: Global Edit, Text (Karaoke), Chord e Event List. Pagina 16

20 6.3 Menu Player Play: consente di aggiungere un'altra opportunità per lanciare il playing di una song. Stop: consente di aggiungere un'altra opportunità per arrestare il playing di una song. Riavvolgi (inizio): per riposizionare la song dall'inizio. Avanzamento Veloce: per accellerare la velocità di esecuzione della song. Salta alla battuta: consente di posizionarsi ad una battuta della song. 6.4 Menu Settaggi Tramite questo menu è possibile impostare la memorizzazione di alcuni dati variabili e personalizzabili. Porta MIDI: Consente di scegliere la porta MIDI di Output con la quale deve lavorare Hi-Play Tools. L'elenco delle opzioni possibili contenute nella casella combinata è estremamente variabile in funzione dell'hardware utilizzato. In caso di dubbi, si consiglia di contattare il proprio fornitore della scheda/modulo sonoro. Pagina 17

21 6.41 Registrazione la finestra che viene richiamata ha funzioni importanti relative alla protezione dalle copie pirata di Hi-Play Tools. Il funzionamento completo del programma e condizionato da una Chiave Hardware (Hi-Key) o software (Hi-Play Password) o da una combinazione delle due. Se si collega la Hi-Key alla porta parallela e la User Key risultante è , non è necessaria alcuna password e quindi Hi-Play Tools funzionerà completamente su qualsiasi PC. Se si collega la Hi-Key e solo le prime cifre della User Key risultano zero (000000xxxxx), è necessaria una password, relativa ai dati personali (Nome, Città e le Opzioni di Hi-Play); questa combinazione sarà valida su qualsiasi PC venga installato il programma. Se la user key è una sequenza di numeri a caso è necessaria una password relativa ai dati personali (Nome, Città e le Opzioni di Hi-Play) e questa sarà valida solamente sul PC dove Hi-Play Tools gira. Per ottenere una nuova password bisogna attenersi alle condizioni di vendita di Hi-Play Tools. Bisogna compilare la finestra in tutte le sue parti e spedire la stampa (cliccando sull apposito tasto) alla DEC Sistemi, via fax o . Per evitare problemi dedicare particolare attenzione ai campi Nome e Città (separare i nomi multipli con un solo spazio, p.e. Mario Rossi e non Mario Rossi ). Per verificare la validità della password senza uscire da Hi-Play Tools cliccare la voce About Hi-Play Tools dal menu Help e verificare che il nome dell utente di Hi-Play Tools sia il proprio (non unregistred user)!! Pagina 18

22 Opzioni Hi-Play: queste opzioni sono molto importanti per la validità delle combinazioni Hi-Key + Hi-Play Password: assicurarsi che siano attive solo le opzioni corrispondenti a quello che si ha realmente acquistato. - Hi-Play Base: abilita il programma MIDI Player/Karaoke (installato separatamente); - Hi-Play Arranger: abilita il programma Hi-Play Base (installato separatamente) e la sezione relativa al Realtime Arranger (Hi-Band); - Hi-Play Tools: abilita ad usare questo programma. Attenzione! In caso di acquisto indiretto del programma (tramite rivenditori), deve essere comunicato anche il numero di serie del programma, riportato sul retro del manualetto d'uso. N.B.: La richiesta della password implica l'accettazione incondizionata dei termini e delle condizioni della Licenza d'uso di Hi-Play Tools. Leggerle attentamente prima di effettuare tale richiesta, in quanto dopo il rilascio della password non potranno essere accettati resi di nessun genere. Turbo Start: consente di eliminare eventuali battute vuote in testa ed in coda alle songs. Attenzione: la song verrà suonata a partire dalla prima NOTA ON presente nel MIDI file e terminerà con l'ultima NOTA OFF: se la song non inizia subito (o esita a terminare) bisognerà analizzare il contenuto della song e rimuovere le eventuali anomalie (p.e. NOTE ON a volume troppo basso o NOTE OFF troppo distanti, ecc.) Lingua: Questa opzione consente di scegliere, tramite un'ulteriore sottolivello, se i messaggi e le bandierine di commento devono apparire in Italiano o in Inglese. Notazione Italiana: Quando segnato dall'apposito simbolo, consente di visualizzare nelle varie sezioni, le note e gli accordi in notazione italiana. Anteprima Accordi: Quando segnato dall'apposito simbolo, consente di visualizzare gli accordi durante il playing di una song. Pagina 19

23 6.5 Menu Help.. Hi-Play Tools Help... F1 : Attiva la guida in linea. La stessa funzione è ottenibile premendo il tasto F1. Info Hi-Play Tools... : consente di ottenere informazioni su Hi-Play Tools. Leggimi: visualizza il file LEGGIMI.TXT contenuto nel dischetto di installazione e che contiene le ultimissime informazioni su Hi-Play Tools che non è stato possibile includere in questa guida. Note per l utilizzo di Hi-Tools in contemporanea con Hi-Play Hi-Play Pro ed Hi-Play Tools sono due programmi distinti ed indipendenti, ma possono lavorare contemporaneamente nella memoria del vs. Pc, tenendo presente quanto segue: Il problema principale che si è dovuto superare per la coesistenza dei due programmi è quello della condivisione della stessa uscita MIDI per l ascolto dei MIDI files; i due programmi sono dotati di un meccanismo automatico di scambio della porta MIDI output ma è bene evitare situazioni critiche, che potrebbero bloccare il MIDI Output, adottando la seguente sequenza operativa: - Hi-Play Pro dovrebbe essere sempre utilizzato come programma Master in quanto consente di scegliere un MIDI File tramite il data base, le scalette o il Music Explorer. - Individuato il file da modificare, lanciare Hi-Tools tramite l apposita voce del menu File. Apportare le modifiche al MIDI File utilizzando il MIDI player di Hi-Tools per ascoltare il file quando ciò si renda necessario. - Al termine delle modifiche (dopo il salvataggio del file), uscire da Hi-Tools e ritornare ad usare Hi-Play per verificare le modifiche o per scegliere un nuovo file da modificare. N.B.: qualora si scelga un altro file di lavoro tramite il menu file di Hi-Tools, i due MIDI player dei rispettivi programmi saranno indipendenti e pronti a suonare ciascuno il rispettivo MIDI file. Pagina 20

24 APPENDICE 1.1 Glossario La tastiera PC Muoversi in una finestra Hi-Play... 4

25 1.1 Glossario All Note Off: è un particolare segnale MIDI inviabile al modulo sonoro, che zittisce tutte le note al momento attive sul particolare canale. Arranger: particolare sezione di uno strumento musicale (generalmente tastiere) in grado di effettuare un accompagnamento automatico in base all'accordo suonato sulla tastiera ed allo Stile di riferimento. Beat per Minute: Quarti Per Minuto; Cursore della Griglia: la riga corrente della griglia, individuata da una colorazione particolare. Può essere spostato, oltre che con il mouse con i tasti [Freccia ] e [Pag]. Data Base: Insieme omogeneo di Records. In Hi-Play è costituito dall'insieme di informazioni riguardanti le Songs catalogate nella griglia. Griglia: elemento grafico composto da un'insieme omogeneo di righe e colonne che possono scorrere verticalmente e orizzontalmente. Nella riglia di Hi-Play vengono gestite le songs contenute nel data base. MIDI: acronimo di Musical Instrument Digital Interface, ovvero interfaccia digitale per stumenti musicali; è lo standard di comunicazione tra strumenti musicali e di registrazione su supporto magnetico dei dati relativi sulla quale si basa il funzionamento di Hi-Play. MIDI Files: Insieme di dati memorizzati su supporto magnetico strutturato appunto secondo lo standard M.I.D.I., relativi ad un brano musicale (Song). MIDI Player: viene individuato con tale termine, uno strumento (hardware o software) in grado di leggere ed eseguire i MIDI files. Pattern: segmento di musica (introduzione, motivo base, ritornello, finale, ecc.) completo di parti ritmiche ed armoniche che l'arranger prende come modello per generare l'accompagnamento automatico; l'insieme di patterns opportunamente strutturati costituisce uno Stile. Performance: praticamente la fotografia di una configurazione completa dell'arranger (stile, tempo, volumi, strumenti, ecc), che Hi-Play conserva nel data base, associato al titolo del brano; basta scegliere il brano da eseguire (sezione Hi-Band) e l'arranger verrà reimpostato alla configurazione esistente al momento della fotografia. Pagina 1

26 Record: Insieme di dati riguardanti uno stesso argomento. In Hi-Play è costituito visivamente da ciascuna riga delle griglia. Song / Songs: Brano/Brani musicali. Songs Selection: selezione di canzoni; una particolare funzionalità di Hi-Play, che consente di creare un numero illimitato di scalette, e di richiamarle tramite il nome a loro assegnato. Stile: E' l'oggetto fondamente di un arranger, ovvero un'insieme di Patterns (segmenti di musica che vengono presi come modello) che soddisfano la struttura tipica di un brano di musica leggera o folk (introduzione, base, ritornello, finale, ecc). Il successo di un arranger è anche determinato dalla quantità e dalla qualità degli stili gestibili. Tone: Tonalità; il numero di semitoni (in positivo o in negativo) di alterazione del brano. Pagina 2

27 1.2 LA TASTIERA PC Prima di passare alle fasi operative del programma, è bene imparare a riconoscere alcuni tasti della tastiera, che assumono particolari ed importanti funzioni nell'ambito generale della procedura: Non potendo per ovvi motivi di spazio far riferimento sempre alle immagini grafiche, i riferimenti ai tasti verranno fatti racchiudendo i loro nomi tra le parentesi quadre. Si consiglia di prestare particolare attenzione a quei tasti che sono contraddistinti da un simbolo grafico e che noi individueremo con i seguenti nomi: [Shift] [Backspace ] [ Home ] [ Tab ] Si è preferito utilizzare i loro nomi in inglese a causa della poco pratica traduzione. Per le [Freccette di direzione] potrà essere specificato ciascuno dei quattro tasti : [Su], [Giu], [Sx], [Dx] indicante la relativa direzione. Nei casi in cui si rendesse necessario premere una combinazione di due tasti, verranno indicati i due tasti intercalati dal simbolo "+": p.e. [ Shift ] + [ Tab ] vuol dire tenere premuto il tasto. e premere una volta il tasto Pagina 3

28 1.3 MUOVERSI IN UNA FINESTRA DI HI-PLAY L'interfaccia utente di Hi-Play si basa principalmente sulla gestione di una serie di elementi standardizzati definibili come "oggetti" contenuti in una "finestra": imparare bene i diversi sistemi per muoversi all'interno di una finestra è fondamentale per un ottimale e completo utilizzo delle procedure. Per muoversi all'interno di una finestra, in assenza del mouse, è consigliabile sempre l'utilizzo del tasto [ Tab ] ovvero: per spostarsi sull'oggetto successivo oppure [ Shift ] + [ Tab ] ovvero: + per spostarsi sull'oggetto precedente. / per spostarsi all'interno dell'oggetto. Quando incorrono in un oggetto di tipo "List-Box" o "Pulsanti a Scorrimento" (vedere più avanti), rimangono "intrappolati" nell'oggetto, ovvero gestiscono lo scorrimento in avanti/indietro relativo all'oggetto incontrato; in questo caso è necessario l'intervento del tasto [ Tab ] o [ Shift ] + [ Tab ] per lo spostamento all'oggetto successivo/precedente. Barre di Scorrimento Verticale / Orizzontale Vengono utilizzati solitamente per far scorrere nelle finestre/sottofinestre, il testo o le righe contenuti all'interno delle stesse: Cliccando sulle relative freccette si ottiene lo scorrimento del testo nella direzione corrispondente. E' anche possibile cliccare all'interno della barra racchiusa tra le due freccette per ottenere uno spostamento proporzionale (anche se approssimativo) alla posizione corrispondente del testo. In assenza di mouse bisogna posizionare il cursore all'altezza della barra di scorrimento ed agire sui tasti [ Freccette di direzione ]. Pagina 4

29 Campi di Edit In questo tipo di oggetto è possibile inserire dei dati necessari alla selezione in alcune fasi operative della procedura. Il campo di edit si può trovare da solo o abbinato ad un List-Box (vedi Combo Box). List Box Sono costituiti da piccole finestre a scorrimento contenenti liste di elementi selezionabili. Il List Box mostra solitamente solo una parte degli elementi selezionabili; per scorrere la lista si puo' agire sulla barra di scorrimento verticale con le relative modalità spiegate nel paragrafo precedente. Per selezionare uno degli elementi è sufficiente cliccare l'elemento stesso (che viene evidenziato in negativo) o, in assenza di mouse, posizionare il cursore finestra in corrispondenza dell'angolo superiore sinistro del list box ed agire con i tasti [Su] / [Giu]. Combo-Box E' una particolare combinazione tra un Campo di Edit ed un List-Box che funziona in questo modo: Nel Campo di Edit bisogna digitare una serie di caratteri che devono trovare riscontro in una tabella (archivio) che è costituito da una serie predefinita di elementi (o records) e che possono essere elencati nel list-box annesso. Per vedere il contenuto del List-Box è sufficiente cliccare l'apposito pulsante o premere contemporaneamente i tasti [Alt] + [Freccia Giu]. Una volta diventato visibile il List-Box è possibile utilizzare i tasti [Su] / [Giu], o naturalmente il mouse, per scegliere facilmente l'elemento desiderato. Pagina 5

30 Un'altra caratteristica del Combo-Box è quella che (a lista visibile), mano a mano che si digitano dei caratteri, la lista si aggiorna automaticamente mostrando l'elemento (ed i successivi) che più corrisponde alla sequenza digitata. Caratteri Jolly Nelle caselle di ricerca/ordinamento/selezione è consentito l'utilizzo dei cosiddetti caratteri "Jolly", già noti in ambiente Ms Dos - Riga di Comando. I caratteri "Jolly", ovvero "*" (asterisco) e "?" (Punto interrogativo) si possono inserire in una particolare sequenza di caratteri, per estendere intelligentemente la selezione correlata: Tenendo presente che il carattere "*" sostituisce gruppi di lettere e il "?" sostituisce singoli caratteri, esaminiamo i seguenti esempi: 1) A* selezionerà titoli che iniziano per 'A'. 2) *Love *Kiss selezionerà tutte le songs nel cui titolo compaiono, in qualsiasi posizione le parole "Love" e "Kiss". 3) S?ra selezionerà titoli come Sera d'estate, Sara svegliati è primavera, ecc. N.B.: Tenere presente che il programma aggiunge in automatico l'asterisco in fondo a ciascuna sequenza di caratteri, in modo da estendere automaticamente le selezioni come nell'esempio n.ro 3). Pulsanti Comando Vengono definiti pulsanti di comando in quanto premendo virtualmente su tali oggetti, si provoca l'immediato inizio di un'azione collegata. In presenza del mouse è sufficiente cliccare nell'area interna del pulsante, altrimenti bisogna posizionare il cursore finestra in corrispondenza del pulsante e premere [Invio]. Pagina 6

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP)

MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP) 7.4 POSTA ELETTRONICA MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP) prima parte 7.4.1 Concetti e termini 7.4.1.1 Capire come è strutturato un indirizzo di posta elettronica Tre parti

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Elaborazione testi Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

1. MODALITA' DI LAVORO SUL FOGLIO ELETTRONICO.

1. MODALITA' DI LAVORO SUL FOGLIO ELETTRONICO. 1. MODALITA' DI LAVORO SUL FOGLIO ELETTRONICO. Excel esegue una analisi della riga introdotta o modificata in una cella per stabilire se si tratta di un valore e di che tipo (numero semplice, data, formula,

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

RELEASE NOTE PROSPETTO DI CONCILIAZIONE CONTO ECONOMICO CONTO DEL PATRIMONIO CON EXCEL 2.00.00

RELEASE NOTE PROSPETTO DI CONCILIAZIONE CONTO ECONOMICO CONTO DEL PATRIMONIO CON EXCEL 2.00.00 PROGETTO ASCOT COD. VERS. : 2.00.00 DATA : 15.04.2002 RELEASE NOTE CONTO ECONOMICO CONTO DEL PATRIMONIO CON EXCEL 2.00.00 AGGIORNAMENTI VER. DATA PAG. RIMOSSE PAG. INSERITE PAG. REVISIONATE 1 2 3 4 5 6

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial &RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD Microsoft Word Tutorial Sommario Introduzione Formattazione del documento Formattazione della pagina Layout di pagina particolari Personalizzazione del documento Integrazione

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

Manuale semplificato per l uso delle tastiere Bontempi con il Computer

Manuale semplificato per l uso delle tastiere Bontempi con il Computer Manuale semplificato per l uso delle tastiere Bontempi con il Computer Le tastiere Bontempi dotate di presa Midi o di presa USB-Midi possono essere collegate ad un personal computer. La tastiera invia

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058 by Studio Elfra sas Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione Aggiornato a Aprile 2009 Informatica di base 1 Elaborazione testi I word processor, o programmi per l'elaborazione

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Corsi ECDL 2008 2009 Fabio Naponiello

Corsi ECDL 2008 2009 Fabio Naponiello Chi inizia un'attività di ufficio con l ausilio di strumenti informatici, si imbatte subito nei comuni e ricorrenti lavori di videoscrittura. Redigere lettere, comunicati, piccole relazioni ecc, sono tipiche

Dettagli

Microsoft Word Nozioni di base

Microsoft Word Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Word Nozioni di base Esercitatore: Fabio Palopoli SOMMARIO Esercitazione n. 1 Introduzione L interfaccia di Word Gli strumenti di Microsoft Draw La guida

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti Categoria prodotti 153 Menù magazzino In StudioXp è possibile gestire per ciascuna ditta delle funzionalità minime di magazzino. La gestione integrata con la procedura consente di gestire un archivio di

Dettagli

LEZIONE 20. Sommario LEZIONE 20 CORSO DI COMPUTER PER SOCI CURIOSI

LEZIONE 20. Sommario LEZIONE 20 CORSO DI COMPUTER PER SOCI CURIOSI 1 LEZIONE 20 Sommario VENTESIMA LEZIONE... 2 FILE SYSTEM... 2 Utilizzare file e cartelle... 3 Utilizzare le raccolte per accedere ai file e alle cartelle... 3 Informazioni sugli elementi di una finestra...

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3

Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3 Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3 Lezione 1 di 3 Introduzione a Word 2007 e all elaborazione testi Menù Office Scheda Home Impostazioni di Stampa e stampa Righello Intestazione e piè di pagina

Dettagli

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014 LUdeS Informatica 2 EXCEL Prima parte AA 2013/2014 COS E EXCEL? Microsoft Excel è uno dei fogli elettronici più potenti e completi operanti nell'ambiente Windows. Un foglio elettronico è un programma che

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

IL SISTEMA OPERATIVO

IL SISTEMA OPERATIVO IL SISTEMA OPERATIVO Windows è il programma che coordina l'utilizzo di tutte le componenti hardware che costituiscono il computer (ad esempio la tastiera e il mouse) e che consente di utilizzare applicazioni

Dettagli

zonamatematica etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1

zonamatematica etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1 zonamatematica Il portale De Agostini Scuola dedicato all insegnamento e all apprendimento della matematica nella scuola secondaria etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1 zonamatematica etutor EDITOR

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico)

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) 1 Aprire Access Appare una finestra di dialogo Microsoft Access 2 Aprire un

Dettagli

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE 6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE Le funzionalità di Impress permettono di realizzare presentazioni che possono essere arricchite con effetti speciali animando gli oggetti o l entrata delle diapositive.

Dettagli

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database Microsoft Access Introduzione alle basi di dati Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale limitato Meccanismi di sicurezza, protezione di dati e gestione

Dettagli

Istituto Alberghiero De Filippi Laboratorio di informatica Corso ECDL MODULO 6 ECDL. Strumenti di presentazione Microsoft PowerPoint ECDL

Istituto Alberghiero De Filippi Laboratorio di informatica Corso ECDL MODULO 6 ECDL. Strumenti di presentazione Microsoft PowerPoint ECDL Istituto Alberghiero De Filippi Laboratorio di informatica Corso ECDL MODULO 6 ECDL Strumenti di presentazione Microsoft PowerPoint ECDL Gli strumenti di presentazione servono a creare presentazioni informatiche

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata.

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata. Microsoft Word 2007 Microsoft Office Word è il programma di elaborazione testi di Microsoft all interno del pacchetto Office. Oggi Word ha un enorme diffusione, tanto da diventare l editor di testi più

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

bla bla Documents Manuale utente

bla bla Documents Manuale utente bla bla Documents Manuale utente Documents Documents: Manuale utente Data di pubblicazione lunedì, 14. settembre 2015 Version 7.8.0 Diritto d'autore 2006-2013 OPEN-XCHANGE Inc., Questo documento è proprietà

Dettagli

Laboratorio informatico di base

Laboratorio informatico di base Laboratorio informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche (DISCAG) Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it) Sito Web del corso: www.griadlearn.unical.it/labinf

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Microsoft Excel. Sommario. Cosa è un foglio elettronico. L interfaccia Utente. La cartella di Lavoro. Corso di introduzione all informatica

Microsoft Excel. Sommario. Cosa è un foglio elettronico. L interfaccia Utente. La cartella di Lavoro. Corso di introduzione all informatica Corso di introduzione all informatica Microsoft Excel Gaetano D Aquila Sommario Cosa è un foglio elettronico Caratteristiche di Microsoft Excel Inserimento e manipolazione dei dati Il formato dei dati

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

CREARE PRESENTAZIONI CON POWERPOINT

CREARE PRESENTAZIONI CON POWERPOINT CREARE PRESENTAZIONI CON POWERPOINT Una presentazione è un documento multimediale, cioè in grado di integrare immagini, testi, video e audio, che si sviluppa attraverso una serie di pagine chiamate diapositive,

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 5 Cortina d Ampezzo, 8 gennaio 2009 FOGLIO ELETTRONICO Il foglio elettronico può essere considerato come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Le principali novità di Word XP

Le principali novità di Word XP Le principali novità di Word XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina Il programma può essere aperto in diversi modi, per esempio con l uso dei pulsanti di seguito riportati. In alternativa

Dettagli

Fondamenti di informatica. Word Elaborazione di testi

Fondamenti di informatica. Word Elaborazione di testi Fondamenti di informatica Word Elaborazione di testi INTRODUZIONE Cos è Word? u Word è un word processor WYSIWYG (What You See Is What You Get) u Supporta l utente nelle operazioni di: Disposizione del

Dettagli

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD SCRIVERE TESTO Per scrivere del semplice testo con il computer, si può tranquillamente usare i programmi che vengono installati insieme al sistema operativo. Su Windows troviamo BLOCCO NOTE e WORDPAD.

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

Interfaccia software per pc

Interfaccia software per pc Interfaccia software per pc Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane.

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

NOMENCLATURA INTERFACCIA DI INTERNET EXPLORER PRINCIPALI PULSANTI DELLA BARRA DEGLI STREUMENTI

NOMENCLATURA INTERFACCIA DI INTERNET EXPLORER PRINCIPALI PULSANTI DELLA BARRA DEGLI STREUMENTI NOMENCLATURA INTERFACCIA DI INTERNET EXPLORER Pagina 6 PRINCIPALI PULSANTI DELLA BARRA DEGLI STREUMENTI Richiama la pagina visualizzata in precedenza Richiama la pagina visualizzata dopo quella attualmente

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database

Basi di dati. Microsoft Access. Cosa è. Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Come iniziare. Aprire un database. Creare un database. Creare un database Cosa è Basi di dati Pietro Pala (pala@dsi.unifi.it) Microsoft Access Access è un DBMS relazionale in grado di supportare: Specifica grafica dello schema della base dati Specifica grafica delle interrogazioni

Dettagli

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera WORD per WINDOWS95 1.Introduzione Un word processor e` come una macchina da scrivere ma con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera ed appare sullo schermo. Per scrivere delle maiuscole

Dettagli

bla bla Documenti Manuale utente

bla bla Documenti Manuale utente bla bla Documenti Manuale utente Documenti Documenti: Manuale utente Data di pubblicazione mercoledì, 25. febbraio 2015 Version 7.6.2 Diritto d'autore 2006-2013 OPEN-XCHANGE Inc., Questo documento è proprietà

Dettagli

Word Elaborazione testi

Word Elaborazione testi I seguenti appunti sono tratti da : Consiglio Nazionale delle ricerche ECDL Test Center modulo 3 Syllabus 5.0 Roberto Albiero Dispense di MS Word 2003 a cura di Paolo PAVAN - pavan@netlink.it Word Elaborazione

Dettagli

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen Prerequisiti Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen L opzione Touch è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro; per sfruttarne al meglio

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 INFORMAZIONI SUL DISPOSITIVO READER...2 OPERAZIONI DI BASE...2 APPLICAZIONI E SCHERMATA [HOME]...2 Barra di stato...3 Finestra di notifica...4 OPERAZIONI DEL

Dettagli

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale Siti web e Dreamweaver Dreamweaver è la soluzione ideale per progettare, sviluppare e gestire siti web professionali e applicazioni efficaci e conformi agli standard e offre tutti gli strumenti di progettazione

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Le principali novità di Windows XP

Le principali novità di Windows XP Le principali novità di Windows XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina La nuova versione di Windows XP presenta diverse nuove funzioni, mentre altre costituiscono un evoluzione di quelle

Dettagli

Word per iniziare: aprire il programma

Word per iniziare: aprire il programma Word Lezione 1 Word per iniziare: aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli

3.6 Preparazione stampa

3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina Le impostazioni del documento utili ai

Dettagli

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A 1) Le memorie a semiconduttore: a) Sono usate principalmente per la memoria centrale b) Vengono usate esclusivamente per

Dettagli

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel Il Foglio Elettronico 1 Parte I Concetti generali Celle e fogli di lavoro.xls Inserimento dati e tipi di dati Importazione di dati Modifica e formattazione di fogli di lavoro FOGLIO ELETTRONICO. I fogli

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL I fogli elettronici vengono utilizzati in moltissimi settori, per applicazioni di tipo economico, finanziario, scientifico, ingegneristico e sono chiamati in vari modi : fogli

Dettagli

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/ MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http:///ecdl/powerpoint/ INTERFACCIA UTENTE TIPICA DI UN SOFTWARE DI PRESENTAZIONE APERTURA E SALVATAGGIO DI UNA PRESENTAZIONE

Dettagli

Microsoft WORD: uso della tastiera e del mouse

Microsoft WORD: uso della tastiera e del mouse Microsoft WORD: uso della tastiera e del mouse a cura di: Francesca Chiarelli ultimo aggiornamento: dicembre 2015 http://internet.fchiarelli.it/down.html Premesse TAB BACKSPACE INIZIO freccia SHIFT ALTGR

Dettagli

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi FONDAMENTI DI INFORMATICA 3 Elaborazione testi Microsoft office word Concetti generali Operazioni principali Formattazione Oggetti Stampa unione Preparazione della stampa Schermata iniziale di Word Come

Dettagli

Manuale utente. http://www.lexicool.com/lingo4.asp

Manuale utente. http://www.lexicool.com/lingo4.asp Sistema di gestione della terminologia Per Microsoft Windows 2000, XP, 2003 Server, Vista, 2008 Server, 7 Copyright 1994-2011 lexicool.com Manuale utente Per ulteriori informazioni su Lingo 4.0 visitare

Dettagli

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it)

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Nicola Iarocci 10/05/2010 AMICA IMPORTA Stato del documento: BOZZA Stato del

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Microsoft Access 2000

Microsoft Access 2000 Microsoft Access 2000 Corso introduttivo per l ECDL 2004 Pieralberto Boasso Indice Lezione 1: le basi Lezione 2: le tabelle Lezione 3: creazione di tabelle Lezione 4: le query Lezione 5: le maschere Lezione

Dettagli

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel Esercitazione Exel: il foglio di lavoro B.1 Introduzione Exel è un applicazione che serve per la gestione dei fogli di calcolo. Questo programma fa parte del pacchetto OFFICE. Le applicazioni di Office

Dettagli

Webaccessibile.org La risorsa italiana di IWA dedicata all'accessibilita' del Web http://www.webaccessibile.org

Webaccessibile.org La risorsa italiana di IWA dedicata all'accessibilita' del Web http://www.webaccessibile.org Jaws: come personalizzarlo - Parte 2 Pubblicato da Roberto Castaldo il giorno 20 settembre 2006 Articolo di Nunziante Esposito Il menu successivo a quelli visti la volta scorsa, e quello delle utility.

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

1. I database. La schermata di avvio di Access

1. I database. La schermata di avvio di Access 7 Microsoft Access 1. I database Con il termine database (o base di dati) si intende una raccolta organizzata di dati, strutturati in maniera tale che, effettuandovi operazioni di vario tipo (inserimento

Dettagli

RE Registro Elettronico SISSIWEB

RE Registro Elettronico SISSIWEB RE Registro Elettronico e SISSIWEB Guida Docenti Copyright 2013, Axios Italia 1 Voti finali e Scrutini Premessa La gestione Scrutini è ora completamente integrata dentro RE. Sono previste diverse funzioni

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli