CORSO DI CHITARRA moderna Marco Felix

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI CHITARRA moderna Marco Felix"

Transcript

1 CORSO DI CHITARRA moderna Marco Felix 1 Sito internet : tel

2 2

3 Tipologie di chitarre e nomi delle parti che le compongono Distinguiamo le chitarre in tre tipologie. 1-Chitarra classica - Corde di nylon - Suono delicato e caldo, ideale per arpeggi e musica classica usata molto nella musica spagnola. - E la chitarra con cui si comincia a suonare abitualmente per la facilità nell approccio e per il prezzo contenuto. 2-Chitarra Folk o Acustica - Corde di metallo - Suono frizzante, molto versatile, usata per arpeggi e accompagnamenti con accordi, molto usata nella musica moderna e tradizionale. Adatta anche per assoli moderni - Può essere amplificata come la chitarra elettrica 3

4 3-Chitarra Elettrica o solid body - Corde di metallo, corpo solido. - Suono molto versatile (se non attaccata all amplificatore suona molto piano) - Adatta per arpeggi, accompagnamenti e assoli. - Esistono varie tipologie di elettrica a seconda del genere suonato (Pop, Rock, Blues, Jazz, ecc) Per cominciare a suonare la chitarra si può partire con qualunque tipo di chitarra, in base anche al gusto personale. Si possono trovare chitarre elettriche, classiche, acustiche con una modica spesa e con un buon rapporto qualità-prezzo. Si consiglia di chiedere al proprio insegnante per avere un idea più precisa sull acquisto della prima chitarra. 4

5 GIRI ARMONICI PRINCIPALI GIRO DI DO Il giro armonico di DO è formato da quattro accordi DO, LA minore, RE minore, SOL7 sono in genere i primi gli accordi usati per cominciare a familiarizzare con la chitarra. GIRO DI SOL Il giro armonico di SOL è formato da quattro accordi SOL, MI minore, LA minore, RE7 ESERCIZI: -suonare alternativamente ogni accordo con quattro pennate in giù, tenendo un tempo regolare, prima molto lentamente, poi man mano sempre più velocemente.(con l aiuto di un metronomo) -suonare 4 volte il DO e 4 volte il La minore, alternando i due accordi tra di loro -fare la stessa cosa in sequenza con Lamin-Remin, Remin-SOL7, SOL7- DO -ripetere la stessa cosa con il giro di SOL N.B. Cercate solo di mettere le dita al posto giusto senza porre troppa attenzione al fatto che alcune note non suonano!!! Suoneranno col tempo 5

6 6

7 7

8 8

9 ACCORDARE LA CHITARRA E una pratica fondamentale per riuscire a suonare lo strumento e occuperà gran parte del vostro tempo anche durante le prime fasi di studio. Per accordare ci sono diversi strumenti, accordatori di vario tipo, utilissimi ma mai sostituibili con il vostro orecchio! Accordare con l accordatore: 1 2 Nella figura 1 ecco un esempio di accordatore elettronico, per accordare bisogna inserire il jack della chitarra nell input o semplicemente suonare le corde in una situazione di silenzio; tramite un piccolo microfono, l accordatore riceverà la frequenza della nota suonata. La lancetta che vedete in mezzo indicherà se la nota è da alzare o da abbassare, cosa che si farà tramite le chiavi della chitarra. Ecco i nomi delle corde a partire dalla più sottile, in notazione italiana e anglosassone(tutti gli accordatore hanno la notazione anglosassone) 1-Ec Mi cantino 2-B Si 3-G Sol 4-D Re 5-A La 6-E Mi Accordare ad orecchio: Occorre sempre un riferimento della nota giusta sulla quinta corda (5-A ; La) da prendere tramite l accordatore elettronico o con il diapason (Fig. 2). Dopo aver accordato correttamente il LA ecco il procedimento da seguire: 1 premete il tasto 5 della corda di LA 5 2 confrontate con il suono della corda di RE - 4 (subito sotto) e alzate o abbassate di conseguenza 3 premete il tasto 5 della corda di RE confrontate con il suono della corda di SOL 3 (subito sotto) e alzate o abbassate di conseguenza 5 premete il tasto 4 della corda di SOL confrontate con il suono della corda di SI 2 (subito sotto) e alzate o abbassate di conseguenza 7 premete il tasto 5 della corda di SI confrontate con il suono della corda di MI CANTINO 2 (subito sotto) e alzate o abbassate di conseguenza 9 premete il tasto 5 della corda di MI 6 10 confrontate con il suono della corda di LA 5 (subito sotto) e alzate o abbassate di conseguenza la corda di MI - 6 Dopo aver fatto tutto il procedimento, ripetete per conferma. In caso di dubbi sull altezza delle note che andate a fare, sempre meglio abbassare la tensione della corda e poi rialzare lentamente 9

10 La scala maggiore La scala maggiore è la prima che prenderemo in considerazione dal punto di vista teorico. Essa contiene 7 note principali e 5 note nascoste che determineranno differenti intervalli tra le note principali Gli intervalli ottenuti in questa scala sono TONO-TONO-Semitono-TONO-TONO-TONO-Semitono DO DO# RE RE# MI FA FA# SOL SOL# LA LA# SI DO La scala maggiore può partire da qualunque nota purchè vengano rispettati gli intervalli tra le note principali e i gradi delle note (1-2 -3à ecc..).se siamo in Do# per esempio, il 2 grado sarà il RE# mentre in Dob diventerebbe il REb RE RE# MI FA FA# SOL SOL# LA LA# SI DO DO# RE Nel caso della scala di Re si nota che le note principali possono assumere anche una posizione secondaria all interno della scala non alcuna importanza il nome (con o senza diesis) FA# SOL SOL# LA LA# SI DO DO# RE RE# MI Mi# FA# La scala maggiore può cominciare anche da una nota secondaria. ESERCIZI -Scrivi le scale nelle seguenti tonalità rispettando lo schema -Esercitati mentalmente nel ricordare gli intervalli della scala maggiore MI FA SOL LA# SI 10

11 La scala minore La scala minore è la più usata nella musica contemporanea, insieme alla maggiore. Le due scale hanno diversi punti in comune e si differiscono sempre di un tono e mezzo. Se la scala maggiore principale è quella di Do senza alterazioni, quella minore principale è la scala di LA senza alterazioni. Tra LA e DO c è appunto un tono e mezzo, possiamo quindi suonare in modo maggiore di DO o allo stesso tempo in modo minore di LA. Questo rapporto si dice relativa minore TONO Semitono TONO TONO Semitono TONO TONO LA LA# SI DO DO# RE RE# MI FA FA# SOL SOL# LA ESERCIZI -Scrivi le scale nelle seguenti tonalità rispettando lo schema -Esercitati mentalmente nel ricordare gli intervalli della scala minore DO RE MI FA SOL SI -Trova la relativa minore delle seguenti note: DO LA MI FA SOL RE SIb SOL SI LAb SOLb LA -Trova la relativa maggiore delle seguenti note: DO LA MI FA SOL RE RE SI DO# LA# RE# DO 11

12 Il valore delle note Le note hanno valore diverso in base all utilizzo nel contesto, alla simbologia Ecco una tabella che spiega il valore delle note in base al simbolo e il nome che esse assumono SIMBOLO NOTA NOME DURATA PAUSA Semibreve 4/4 Minima 2/4 Semiminima 1/4 Croma 1/8 Semicroma 1/16 Biscroma 1/32 Semibiscroma 1/64 12

13 Albero delle durate musicali: 13

14 Tenere il tempo Ritmiche in quarti e in ottavi (su un tempo in 4/4) Nella musica la cosa più importante è tenere il tempo. Si può fare anche solo con un battito di mani e consiste nel creare un impulso continuo e lineare. Nella musica occidentale moderna il tempo viene diviso in battute da quattro quarti (4/4), cioè in periodi in cui si conta 1,2,3,4, - 1,2,3,4 ecc Schema di una battuta in 4/4 Ottengo così quattro note chiamate semiminime (q) dal valore di ¼ l una. Se voglio suonare solo tre battiti dovrò comunque eseguire il movimento della mano per il quarto che non suono (la mano fa finta di suonare..)..oppure.. Posso poi raddoppiare i movimenti suonando ogni volta che la mano torna in alto Ottenendo otto note che chiamerò crome (e) e che varranno 1/8 Da qui ottengo le due ritmiche principali della musica pop-rock-moderna Ritmica 1 Ritmica 2 14

15 Ritmiche in quarti e in ottavi su tempo in 3/4 La tecnica è analoga a quella usata per il tempo in 4/4, con la differenza che adesso le battute contengono un totale di ¾. Tale ritmo è usato per la musica popolare, Valzer o per il Blues. Può essere indicata anche come 6/8 o 12/8. Dal punto di vista dell esecuzione sono tutte simili perché basate su un movimento di tre battiti anziché di quattro. Schema di una battuta in 3/4 Ottengo così tre semiminime (q) dal valore di ¼ l una. Posso poi raddoppiare i movimenti suonando ogni volta che la mano torna in alto Ritmica 1 Ottenendo sei note che chiamerò crome (e) e che varranno 1/8 Ritmica 2 Ritmica 3 Esercizi: -suonare i cambi di accordi con le ritmiche 1,2,3, in tre quarti-suonare i cambi di accordi alternando le ritmiche 1,2,3, in tre quarti 15

16 16

17 BARRE Il Barrè è una posizione fondamentale per suonare la chitarra e si ottiene coprendo con un solo dito (l indice) tutte le corde della chitarra in corrispondenza di un capotasto. Questo permette di ottenere molteplici accordi. Come si vede dalle figure, il barrè può essere usato anche parzialmente per coprire solo due, tre o quattro corde a seconda dell utilità. Ci sono vari tipi di accordi che possono essere sfruttati per crearne altri semplicemente grazie all uso del barrè. Dal Mi minore si può ottenere sul primo capotasto un Fa minore e via via un Fa#minore proseguendo sulla tastiera.partendo dalla posizione di Mi maggiore si può ottenere l accordo di Fa Maggiore, poi Fa # e così via. Dal La minore si può ottenere sul primo capotasto un Sib minore e via via un Si minore proseguendo sulla tastiera. Partendo dalla posizione di La maggiore si può ottenere l accordo di Si b, poi Si e così via. Esercizi: -Alternare l accordo di Fa minore con Fa maggiore e ripetere l operazione nei capotasti successivi, suonare sempre 4 plettrate in giù per ogni accordo o una ritmica semplice. - Alternare l accordo di Sib minore con Sib maggiore e ripetere l operazione nei capotasti successivi, suonare sempre 4 plettrate in giù per ogni accordo o una ritmica semplice. 17

18 GIRO DI RE Il giro armonico di RE è formato da quattro accordi RE, SI minore, MI minore, LA7 GIRO DI MI Il giro armonico di MI è formato da quattro accordi MI, DO# minore, FA# minore, SI7 ESERCIZI: -suonare alternativamente ogni accordo con quattro pennate in giù, tenendo un tempo regolare, prima molto lentamente, poi man mano sempre più velocemente. 18

19 GIRO DI FA Il giro armonico di FA è formato da quattro accordi FA, RE minore, SOL minore, DO7 FA SOL LA LA# DO RE DO# RE Sono gli accordi costruiti rispettivamente sul FA 1^grado RE min 6^grado SOL min 2^grado DO 7 5^grado Della scala maggiore di Fa. Tale giro armonico si può ottenere anche sulle altre tonalità, basta rispettare gli intervalli tra gli accordi ESERCIZI: -suonare alternativamente ogni accordo con quattro pennate in giù, tenendo un tempo regolare, prima molto lentamente, poi man mano sempre più velocemente. 19

20 20

21 21

22 22

23 Triadi L idea nasce dalla creazione di un armonia su una nota. Posta una nota qualunque, possiamo creare una sensazione armonica (creare quindi un armonia) affidando ad essa un altra nota che differisca di un intervallo di terza minore o maggiore. Questa pratica viene applicata anche nei comuni cori usati nella musica pop e rock, moderna in genere. L armonia nasce dagli intervalli di terza l accordo nasce dall armonizzazione di tre o più note. Armonizzazione di una nota : 1 3 maggiore oppure 1 3 minore Creazione di un accordo : 1 3 magg 5 oppure 1 3 min 5 Questa prima associazione di tre note verrà nominata TRIADE Le Triadi sono di quattro tipi : 1 terza minore 3b Terza Maggiore-5 Triade minore 1 TerzaMaggiore 3 terza minore 5 Triade maggiore 1 terza minore 3b terza minore 5b Triade diminuita 1 TerzaMaggiore 3 TerzaMaggiore 5# Triade aumentata Ognuna delle tre note della triade ha un suo compito. La prima nota (tonica) dà il tono la terza (mediante) indica se la triade è maggiore o minore la quinta (dominante) da stabilità all accordo. In un accordo comune di chitarra troveremo spesso delle ripetizioni di una o più note rispetto alle altre, a seconda di quale nota si ripete maggiormente, l accordo potrà avere un sonorità diversa, pur essendo lo stesso. Se prendiamo ad esempio un accordo di Do maggiore in prima posizione vedremo la dimostrazione di questa teoria. Nell accordo non ci potranno essere note al di fuori di DO MI e SOL Qualunque variazione determinerà il cambiamento del nome dell accordo e sarà contrassegnata con un numero che seguirà il nome dell accordo ESERCIZI: -Prova a guardare di che note sono composti gli accordi che conosci ti darà maggiore sicurezza e consapevolezza di ciò che stai facendo. -Scrivi la triade Maggiore,Minore, Aumentata e Diminuita di varie scale Esempio: RE RE# MI FA FA# SOL SOL# LA LA# SI DO DO# RE RE M RE-FA#-LA m RE-FA-LA dim RE-FA-Lab augre-fa#-la# MI M M dim aug DO M M dim aug LA M M dim aug SI M M dim aug FA# M M dim aug SOL M M dim aug FA M M dim aug RE# M M dim Aug 23

24 GIRI ARMONICI Il giro armonico è la successione di quattro accordi che si riferiscono ad una determinata tonalità e questa successione si basa su determinate regole. Esistono 12 giri armonici, uno per ogni nota. DO, LA minore, RE minore, SOL7 Sono gli accordi costruiti rispettivamente sulla prima (DO-MI-SOL) sesta (LA- DO-MI), seconda (RE-FA-LA), quinta (SOL-SI-RE), nota della scala DO #-b RE #-b MI FA #-b SOL #-b LA #-b SI DO Partendo da un altra scala maggiore possiamo ottenere un altro giro armonico che rispetti gli stessi equilibri costruendo gli accordi rispettivamente su grado della scala che scegliamo ESERCIZI: Trovare gli accordi degli altri giri armonici partendo dalla tonalità 1 (maggiore) 6 (minore) 2 (minore) 5 (settima) Giro di DO Do La minore Re minore Sol 7 Giro di DO# Giro di RE Giro di RE# Giro di MI Giro di FA Giro di FA# Giro di SOL Giro di Sol# Giro di LA Giro di LA# Giro di SI Suonarne poi gli accordi ottenuti 24

25 Tabella degli intervalli La scala comprende in tutto dodici note con un intervallo di un semitono trta una nota e l altra. Tale scala viene denominata cromatica. Tono(C) C C#-Db Nome intervallo dal Do(C) Responso sonoro Unisono Consonanza perfetta Seconda Dissonanza min perfetta D Seconda Magg Dissonanza imperfetta D#-Eb Terza min Consonanza Imperfetta E F F#-Gb G G#-Ab A A#-Bb B Terza Magg Consonanza Imperfetta Quarta Giusta Quarta eccedente- Quinta diminuita Quinta Giusta Quinta aumentata- Sesta min Sesta Magg- Settima diminuita Settima Minore Settima Maggiore Consonanza o Dissonanza Neutrale o instabile Consonanza Perfetta Consonanza Imperfetta Consonanza Imperfetta Dissonanza Imperfetta Dissonanza Perfetta C Ottava Consonanza Perfetta Intervallo numerico 1^ 2^b Grado Tonica Sopratonica 2^ - 3^bb Sopratonica 3^b 3^ 4^ - 5^bb Mediante o caratteristica Mediante o caratteristica Sottodominante 4^# - 5^b Tritono 5^ Dominante 5^# - 6^b Sopradominante 6^ - 7^bb Sopradominante 7^b 7^ 8^ Sottotonica Sensibile Tonica 25

26 26

27 27

28 28

29 29

30 30

31 Accordi di 4^ sospesa L accordo di Quarta Sospesa è una delle variazioni più usate nella musica moderna. Consiste nel sostituire la quarta nota della scala al posto della terza. La sensazione di sospensione fa si che ci si aspetti di tornare alla normale triade,molto spesso nei brani si possono improvvisare variazioni di quarta liberamente. La terza nota della scala è quella che dà la tonalità alla triade, sostituendo la quarta nota con la terza si toglie quindi all accordo la caratteristica di maggiore o minore, in pratica l accordo di DO4sus e di DOmin4sus sono la stessa cosa. La variazione di quarta può essere aggiunta ad altre variazioni (settima, nona, undicesima ecc..) DO RE MI FA SOL LA SI DO Posta la triade Maggiore DO MI SOL Basta sostituire il FA al MI per ottenere la sospensione di quarta Esempi: Oppure: I seguenti accordi sono trasportabili tramite barrè per tutta la tastiera : Esercizi: -Suonare i giri armonici aggiungendo e togliendo la quarta DO-DO4sus-DO LAmin-LA4sus-LAmin REmin-RE4sus-REmin SOL7-SOL7/4sus-SOL7 31

32 Accordi di 2^ sospesa e 9^ aggiunta L accordo di nona aggiunta si ha quando alla triade viene aggiunta la 9^ (la 2^ dell ottava successiva) DO RE MI FA SOL LA SI DO DO 9 agg Triade maggiore DO MI SOL + (nona) RE DO min 9 agg Triade minore DO Mib SOL + RE Esempi: L accordo di seconda sospesa si ha quando la seconda nota (o la nona) sostituita alla terza, nella triade. In questo caso l accordo perde la connotazione di maggiore o minore data dalla terza. I due tipi di accordi hanno una sonorità molto simile e vengono spesso confusi tra di loro. oppure Esercizi: -Suonare i giri armonici aggiungendo la variazione di 2^ sus(o di 9^add) -Suonare i giri armonici alternando variazioni di 4^ sus e di 2^ sus(o 9^add) Esempio: DO-DO4sus-Do9agg_LAmin-LA4sus-LA2sus_REmin-RE4sus-RE2sus_SOL7- SOL7/4-SOL9agg 32

33 33

34 34

35 35

36 36

37 37

38 38

39 39

40 40

41 MARCO FELIX - CORSO DI CHITARRA MODERNA PARTE 1 INDICE: 2 TIPOLOGIE DI 20 TRIADI CHITARRE E NOMI DELLE PARTI 4 GIRO DI DO 21 GIRI ARMONICI 5 CORDE A VUOTO 22 TABELLA DEGLI INTERVALLI 6 ESERCIZI DI SCIOGLIMENTO 23 ESERCIZI SOLFEGGIO RITMICO BASE 7 ARPEGGI BASE 24 RITMICHE SU BICORDI 8 LA SCALA MAGGIORE 25 RITMICHE SU ARPEGGI 9 LA SCALA MINORE 26 RIFF DI CHITARRA 10 IL VALORE DELLE 27 CANZONI FACILI NOTE 12 RITMICHE IN 28 ACCORDI DI 4 SUS OTTAVI 13 RITMICHE ¾ 29 ACCORDI DI 9 SUS 14 SCALA PENTATONICA 30 IS THERE ANYBODY OUT THERE MINORE 15 BARRE 32 BABE I M GONNA LEAVE YOU 16 GIRO DI RE 34 ESERCIZI SUL LEGATO 17 GIRO DI FA 35 ES PENNATA PENTATONICA 18 GIRO DI BLUES 36 ES BENDING SU 19 GIRO DI BLUES CON INSERTI PENTATONICA 37 SCALA PENTATONICA ESTESA 41

La scala musicale e le alterazioni

La scala musicale e le alterazioni La scala musicale e le alterazioni Unità didattica di Educazione Musicale classe seconda Obiettivi del nostro lavoro Acquisire il concetto di scala musicale e di intervallo. Conoscere la struttura della

Dettagli

Introduzione al sistema modale

Introduzione al sistema modale Introduzione al sistema modale a cura di Massimo Mantovani, Roberto Poltronieri, Lorenzo Pieragnoli La scala maggiore di Do, composta dalle note Do Re Mi Fa Sol La Si Do, è basata sulla struttura Tono

Dettagli

Sintesi delle regole per l'armonizzazione del basso

Sintesi delle regole per l'armonizzazione del basso Sintesi delle regole per l'armonizzazione del basso Il punto di riferimento della musica tonale è la scala, in quanto essa è la sintesi di tutte le note che appartengono ad una data tonalità. Inoltre,

Dettagli

CORSO DI CHITARRA moderna Marco Felix

CORSO DI CHITARRA moderna Marco Felix 1 CORSO DI CHITARRA moderna Marco Felix 1 Sito internet : www.marcofelix.com email: info@marcofelix.com tel. 3470548692 2 3 Tipologie di chitarre e nomi delle parti che le compongono Distinguiamo le chitarre

Dettagli

MODI, TONALITA E SCALE

MODI, TONALITA E SCALE Teoria musicale - 2 MODI, TONALITA E SCALE MODO MAGGIORE E MODO MINORE Parafrasando il titolo di un celebre libro di Thomas Merton, No man is an island - Nessun uomo è un isola, mi piace affermare subito

Dettagli

MANUALE OPERATIVO IMPARA LA CHITARRA

MANUALE OPERATIVO IMPARA LA CHITARRA MANUALE OPERATIVO IMPARA LA CHITARRA Metodo pratico per imparare a suonare la chitarra By Manuel Alberti www.impararelachitarra.com 2 www.impararelachitarra.com Corsi e lezioni di chitarra online TERMINI

Dettagli

CAP X GLI INTERVALLI. Teoria musicale - 13

CAP X GLI INTERVALLI. Teoria musicale - 13 Teoria musicale - 13 CAP X GLI INTERVALLI Quando si parla di intervalli nella teoria musicale, si intende la valutazione tonale della distanza tra due note. Non si tratta quindi l argomento dal punto di

Dettagli

Le Scale e gli Accordi Fondamenti di Armonia Diteggiature per Chitarra

Le Scale e gli Accordi Fondamenti di Armonia Diteggiature per Chitarra Le Scale e gli Accordi Fondamenti di Armonia Diteggiature per Chitarra di Paolo Guiducci Copyright 2006 Paolo Guiducci Tutti i diritti riservati 1 1 Indice 1 INDICE 2 2 PREFAZIONE 5 3 PARTE PRIMA - TEORIA

Dettagli

SOMMARIO. 1 Il sistema temperato... Pag 1 1.1 Semitono cromatico e semitono diatonico 1.2 il tono

SOMMARIO. 1 Il sistema temperato... Pag 1 1.1 Semitono cromatico e semitono diatonico 1.2 il tono SOMMARIO 1 Il sistema temperato... Pag 1 1.1 Semitono cromatico e semitono diatonico 1.2 il tono 2 Scala maggiore e scala minore... Pag 2 2.1 Definizione di scala 2.2 Scala di C maggiore 2.3 La scala di

Dettagli

La scala maggiore. In questa fase è come se sapessimo il modo giusto di aprire la bocca per parlare ma non avessimo idea delle parole da dire

La scala maggiore. In questa fase è come se sapessimo il modo giusto di aprire la bocca per parlare ma non avessimo idea delle parole da dire La scala maggiore Ora che abbiamo dato un pò di cenni teorici e impostato sia la mano destra che la sinistra è venuto il momento di capire cosa suonare con il basso ( impresa ardua direi ), cioè quando

Dettagli

Prontuario accordi per Chitarra. e Pianoforte -Tastiera

Prontuario accordi per Chitarra. e Pianoforte -Tastiera Prontuario accordi per Chitarra e Pianoforte -Tastiera Accordi Maggiori DO Do# / RE b RE RE # / MI b MI FA FA # / SOL b SOL SOL # / LAb LA LA # / SI b SI Sol Do# - Reb Accordi Minori DO min DO#min Rebmin

Dettagli

Tutti possono suonare la chitarra

Tutti possono suonare la chitarra Corso di chitarra base Tutti possono suonare la chitarra Lezioni di Chitarra a cura di Alfredo Serafini Questo ebook è un corso di chitarra per principianti distribuito da www.lezionidichitarrarock.com

Dettagli

Provenienza(sconosciuta) Lezione di Armonia #1: Nozioni Teoriche di base ================================

Provenienza(sconosciuta) Lezione di Armonia #1: Nozioni Teoriche di base ================================ Provenienza(sconosciuta) Lezione di Armonia #1: Nozioni Teoriche di base ================================ Attenzione: Questa prima lezione è indirizzata solo a coloro che non hanno nessuna conoscenza della

Dettagli

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava Scale Chi ha stabilito i rapporti d altezza fra le note musicali? Chi ha stabilito che le note sono sette e i semitoni dodici? Se il è uguale al Re perché hanno lo stesso nome? Se sono diversi qual è più

Dettagli

I modi della scala maggiore - prima parte

I modi della scala maggiore - prima parte I modi della scala maggiore - prima parte Perché imparare i modi? La risposta è molto semplice, direi quasi banale. E per inciso è applicabile per tutti i musicisti indipendentemente dallo strumento suonato,

Dettagli

Metodo per chi suona la chitarra ad orecchio. Indice. PARTE I - La teoria delle scale ad accordi

Metodo per chi suona la chitarra ad orecchio. Indice. PARTE I - La teoria delle scale ad accordi Roberto Villari Metodo per chi suona la chitarra ad orecchio Indice Introduzione al manuale PARTE I - La teoria delle scale ad accordi 1. Note ed intervalli Il materiale di questa lezione introduttiva

Dettagli

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1 LA SCALA PITAGORICA (e altre scale) 1 IL MONOCORDO I Greci, già circa 500 anni prima dell inizio dell era cristiana, utilizzavano un semplice strumento: il monocordo. Nel monocordo, un ponticello mobile

Dettagli

Cosa dobbiamo sapere prima di iniziare il corso di musica

Cosa dobbiamo sapere prima di iniziare il corso di musica Cosa dobbiamo sapere prima di iniziare il corso di musica Le cose fondamentali che dobbiamo conoscere per poter accedere al corso specifico di tastiere elettroniche e di pianoforte li vado ad elencare

Dettagli

Arrangiamento 05/11/2013

Arrangiamento 05/11/2013 Arrangiamento Tratteremo ora alcune tecniche per modificare il tessuto armonico di una composizione secondo i propri gusti. Le variazioni armoniche che si possono apportare in un brano riguardano fondamentalmente

Dettagli

IMPARIAMO IL SOLFEGGIO GIOCANDO

IMPARIAMO IL SOLFEGGIO GIOCANDO GIAMPIERO BARILE IMPARIAMO IL SOLFEGGIO GIOCANDO Corso di solfeggio per bambini Esercizi ritmici di preparazione Illustrazioni: Giorgia Serafini Sigh!! Non Ä giusto voglio imparare anche io la musica ma

Dettagli

Quante cose si possono fare con una scala pentatonica?

Quante cose si possono fare con una scala pentatonica? Quante cose si possono fare con una scala pentatonica? Bene, iniziamo! In questo incontro vorrei analizzare la scala pentatonica, come è generata e come poterla utilizzare in modo creativo. Per inciso,

Dettagli

Impariamo a calcolare gli intervalli

Impariamo a calcolare gli intervalli Impariamo a calcolare gli intervalli A cosa servono gli intervalli? 1. Costruire le scale 2. Costruire gli accordi e i loro arpeggi 3. Capire da quale scala proviene una frase 4. Capire quale accordo puoi

Dettagli

L Autore...4 Filadelfo Castro...4. Lezione 1 II-V-I maggiore...6. Lezione 2 II-V-I minore... 20. Lezione 3 Dominanti secondarie e turnaround...

L Autore...4 Filadelfo Castro...4. Lezione 1 II-V-I maggiore...6. Lezione 2 II-V-I minore... 20. Lezione 3 Dominanti secondarie e turnaround... Indice Dedica...2 Credits...2 Indice...3 L Autore...4 Filadelfo Castro...4 Ciao e benvenuto in Jazz Guitar Improvvisation!...5 Che cos è?...5 Obiettivi...5 È divertente!...5 Com è strutturato?...5 CD...5

Dettagli

Lettura musicale e sviluppo della musicalità

Lettura musicale e sviluppo della musicalità Lettura musicale e sviluppo della musicalità Corso di alfabetizzazione musicale SECONDO LIVELLO Lettura musicale e sviluppo della musicalità Corso di alfabetizzazione musicale SECONDO LIVELLO Copyright

Dettagli

PROGRAMMAZIONE PIANOFORTE anno scolastico 2010/2011

PROGRAMMAZIONE PIANOFORTE anno scolastico 2010/2011 Istituto Comprensivo SOLARI Albino (BG) Scuola Secondario di I grado Materia: Pianoforte Docente: Maestro Paolo Rinaldi PROGRAMMAZIONE PIANOFORTE anno scolastico 2010/2011 OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

PARTE PRIMA: APPROCCIO AI FONDAMENTI BASILARI DELLA MUSICA ED ALLO STRUMENTO

PARTE PRIMA: APPROCCIO AI FONDAMENTI BASILARI DELLA MUSICA ED ALLO STRUMENTO PROGRAMMA DI BASSO PARTE PRIMA: APPROCCIO AI FONDAMENTI BASILARI DELLA MUSICA ED ALLO STRUMENTO Concetti basilari di teoria musicale Note naturali ed alterazioni, conoscenza della scala naturale di do.

Dettagli

PROF. CARLO SPARANO MATERIA: MUSICA CLASSE 2 E AD INDIRIZZO MUSICALE DATA DI PRESENTAZIONE: 30-11-2013

PROF. CARLO SPARANO MATERIA: MUSICA CLASSE 2 E AD INDIRIZZO MUSICALE DATA DI PRESENTAZIONE: 30-11-2013 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. CARLO SPARANO MATERIA: MUSICA CLASSE 2 E AD INDIRIZZO MUSICALE DATA DI PRESENTAZIONE: 30-11-2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA

Dettagli

INDICE. Il Tempo Composto... Cellule ritmiche... Solfeggio ritmico... Solfeggiamo... Solfeggiamo cantando...

INDICE. Il Tempo Composto... Cellule ritmiche... Solfeggio ritmico... Solfeggiamo... Solfeggiamo cantando... INDICE...ancora sulla scrittura musicale - Segni di Espressione La legatura di portamento... La legatura di frase... Lo staccato... Il portato o appoggiato... Lo sforzato o accentato... Facciamo Pratica...

Dettagli

Musica Coerente con Intonazione a 432 Hz

Musica Coerente con Intonazione a 432 Hz Musica Coerente con Intonazione a 432 Hz Cos'è la musica a 432 Hertz di Marco Amadeux Stefanelli, Ph.D. Da un po' di tempo a questa parte, fortunatamente, si parla molto di musica a 432 Hz (Hertz). Spesso

Dettagli

Laboratorio di onde II anno CdL in Fisica

Laboratorio di onde II anno CdL in Fisica Laboratorio di onde II anno CdL in Fisica Introduzione Le onde stazionarie presenti su una corda vibrante, quando la stessa è messa in moto da una forza impulsiva, dopo un iniziale transiente, possono

Dettagli

Basi di Teoria + Suonare la tastiera + Suonare la chitarra

Basi di Teoria + Suonare la tastiera + Suonare la chitarra 1 PREFAZIONE Questo lavoro non vuole essere esaustivo, viste la materie estremamente estese che tratta. Sia la Teoria Musicale che le nozioni di tastiera elettronica e di chitarra sono tuttavia esaminate

Dettagli

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Alta Formazione Artistica e Musicale CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI CORSO PREACCADEMICO PROGRAMMA

Dettagli

CAPITOLO 1: "A CHE COSA SERVONO I TASTI NERI?"

CAPITOLO 1: A CHE COSA SERVONO I TASTI NERI? CAPITOLO 1: "A CHE COSA SERVONO I TASTI NERI?" La nostra sala prove era nientemeno che lo scantinato del Liceo Scientifico Galilei, opportunamente equipaggiato grazie al fondo studenti. Avrò avuto sì e

Dettagli

A=La ; B=Si ; C=Do ; D=Re ; E=Mi ; F=Fa ; G=Sol ;

A=La ; B=Si ; C=Do ; D=Re ; E=Mi ; F=Fa ; G=Sol ; Solitamente le tablature riportano i nomi delle note in inglese; la traduzione in italiano è questa : A=La ; B=Si ; C=Do ; D=Re ; E=Mi ; F=Fa ; G=Sol ; Quindi se da qualche parte leggerete per es. C# sappiate

Dettagli

CURRICOLO DI COMPETENZE DI MUSICA

CURRICOLO DI COMPETENZE DI MUSICA CURRICOLO DI COMPETENZE DI MUSICA 1 Competenze in uscita per la classe prima 2 NU CLE I FON DA NTI O.S.A. -Individuare i ritmi interni del corpo aventi andamento costante (cardiaco, respiratorio) -Riconoscere

Dettagli

Calendario temporale degli adempimenti. 14 gennaio 2011 : incontro di orientamento

Calendario temporale degli adempimenti. 14 gennaio 2011 : incontro di orientamento LICEO MUSICALE C. MONTANARI CONSERVATORIO DI MUSICA E.F. DALL ABACO SIMULAZIONE DELLA PROVA DI AMMISSIONE AL LICEO MUSICALE PER L ANNO SCOLASTICO 2011-12 Calendario temporale degli adempimenti 14 gennaio

Dettagli

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Alta Formazione Artistica e Musicale CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI CORSO PREACCADEMICO PROGRAMMA

Dettagli

Contenuti del programma di musica. classe I sez. A-C-D. a.s 2014-15

Contenuti del programma di musica. classe I sez. A-C-D. a.s 2014-15 Contenuti del programma di musica classe I sez. A-C-D a.s 2014-15 Il pentagramma La chiave di violino Le note sulle righe e le note negli spazi Figure, tempi e valori di note e pausee: semibreve, minima,

Dettagli

I.I.S. C. MARCHESI. Piano Annuale di Lavoro

I.I.S. C. MARCHESI. Piano Annuale di Lavoro Pag. 1 di ANNO SCOLASTICO 201/201 PIANO ANNUALE DI LAVORO INSEGNANTE Marco Pavin CL. 3 SEZ. BM MATERIA Chitarra 1 strumento 1) PROFILO INIZIALE DELLA CLASSE a) comportamento partecipazione Il gruppo che

Dettagli

CORSO DI MUSICA PER TUTTI di Cristiano Rotatori

CORSO DI MUSICA PER TUTTI di Cristiano Rotatori Corso di orientamento musicale diviso in lezioni semplici ed essenziali. L obiettivo è di assolvere alla funzione didattica utilizzando i parametri teorico-musicali essenziali in modo propedeutico ma anche

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO DETTAGLIATO DI PAOLO PATRIGNANI

PROGRAMMA DI STUDIO DETTAGLIATO DI PAOLO PATRIGNANI PROGRAMMA DI STUDIO DETTAGLIATO DI PAOLO PATRIGNANI Introduzione Premessa sulla metodologia di studio adottata Si impara ad improvvisare e a fraseggiare perché educhiamo il nostro orecchio a percepire

Dettagli

Scale Musicali Perchè si studiano, e come studiarle. Pianosolo.it. Scale Musicali. Perchè si studiano, E Come Studiarle. a cura di Christian Salerno

Scale Musicali Perchè si studiano, e come studiarle. Pianosolo.it. Scale Musicali. Perchè si studiano, E Come Studiarle. a cura di Christian Salerno Scale Musicali Perchè si studiano, E Come Studiarle a cura di Christian Salerno 1 Chi sono Credo che una presentazione, per chi non mi conosce, sia d'obbligo. Mi chiamo Christian Salerno, sono un ragazzo

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª)

SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª) SCUOLA PRIMARIA - MUSICA (Classe 1ª) Ascoltare in modo consapevole eventi sonori e brani musicali. Produrre e rappresentare eventi sonori con la voce, il corpo, strumenti musicali e tecnologici. Individuare

Dettagli

Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione

Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione 1 INFANZIA 3-4 anni INFANZIA 5 anni Discriminare la

Dettagli

MUSICA prima elementare CANTO CORALE

MUSICA prima elementare CANTO CORALE MUSICA prima elementare Particolarmente in Tastiera elettronica, piccoli strumenti didattici a percussione, cd, cdrom. AVVIAMENTO ALL USO DEGLI STRUMENTI MUSICALI attività: realizzazione di semplici arrangiamenti

Dettagli

PROGRAMMA DI CANTO PRIMO ANNO

PROGRAMMA DI CANTO PRIMO ANNO PROGRAMMA DI CANTO PRIMO ANNO La prima fase del programma prevede un periodo di tempo, soggettivo per ciascun alunno, in cui il lavoro sarà impostato volgendo una particolare attenzione a studi mirati

Dettagli

MANUALE DI ARMONIA PRATICA

MANUALE DI ARMONIA PRATICA RUGGERI MANUALE DI ARMONIA PRATICA per lo studio del basso continuo, dell accompagnamento e della composizione secondo il metodo della Scuola Napoletana settecentesca RICORDI E.R. 986 ai miei allievi del

Dettagli

Teodori. Fondamenti di composizione, appunti rapidi. ad uso degli studenti dei Conservatori di Musica

Teodori. Fondamenti di composizione, appunti rapidi. ad uso degli studenti dei Conservatori di Musica Teodori Fondamenti di composizione, appunti rapidi ad uso degli studenti dei Conservatori di Musica Roma, ottobre 2014 1 Indice Prima parte, Teoria 6 Scale 6 Intervalli 7 Accordi, definizioni, costruzione

Dettagli

Principi per la memorizzazione digitale della musica

Principi per la memorizzazione digitale della musica Principi per la memorizzazione digitale della musica Agostino Dovier Univ. di Udine, DIMI 1 Preliminari Ogni suono/rumore udibile è generato da una vibrazione. Il corpo vibrante, per essere udito deve

Dettagli

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici.

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici. Teoria musicale - 8 ALTRI MODI E SCALE Nell iniziare questo capitolo bisogna subito premettere che questi argomenti vengono trattati con specifiche limitazioni in quanto il discorso è estremamente vasto,

Dettagli

PROGRAMMA D AMMISSIONE ESAME

PROGRAMMA D AMMISSIONE ESAME PROGRAMMA D AMMISSIONE ESAME Programma di Giorgio Terenziani Supervisionato da Alex Stornello e Giorgio Terenziani Gli argomenti indicati in corsivo sono da considerarsi facoltativi. Le cover hanno finalità

Dettagli

Programmazione annuale Violoncello

Programmazione annuale Violoncello I.C. Boville Ernica Corso ad indirizzo musicale a.s. 2015/2016 Programmazione annuale Violoncello Docente: Gabriele Bassi CLASSE: II A CLASSE: II B CLASSE: II C 1. Analisi della situazione di partenza

Dettagli

Corso di Musica per tutti... quelli che la amano!

Corso di Musica per tutti... quelli che la amano! Corso di Musica per tutti... quelli che la amano! Questo piccolo corso, scritto con umiltà da un umile musicista, ha l' intento di fornire un trampolino di lancio nella teoria e nella pratica del musicista,

Dettagli

TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA Curricolo verticale di MUSICA Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA L alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in

Dettagli

Progetto MUSICA 2020. I.C. Mazzini Castelfidardo

Progetto MUSICA 2020. I.C. Mazzini Castelfidardo Progetto MUSICA 2020 I.C. Castelfidardo Nel Comune di Castelfidardo è radicata la motivazione all educazione musicale, visto che la produzione degli strumenti musicali, costituisce una colonna portante

Dettagli

Corso di chitarra per principianti

Corso di chitarra per principianti Corso di chitarra per principianti Home > Corso di chitarra per principianti Aliek in collaborazione con Angelino Lucifera e Vegramusic offre gratuitamente un corso di chitarra per principianti A cura

Dettagli

METODO DI MANDOLINO AUTODIDATTA. Roberto Bettelli

METODO DI MANDOLINO AUTODIDATTA. Roberto Bettelli METODO DI MANDOLINO AUTODIDATTA Roberto Bettelli 2012 Volontè & Co. s.r.l. - Milano Tutti i diritti sono riservati A mio figlio Giordano Introduzione Il mandolino è lo strumento italiano per eccellenza.

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Musica: Scuola Primaria

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Musica: Scuola Primaria Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015 Curricolo di Musica: Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA : L alunno esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI STRUMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI STRUMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI STRUMENTO ASPETTI FORMATIVI L'insegnamento strumentale costituisce integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell'insegnamento obbligatorio dell'educazione

Dettagli

CLASSE I -II. Conoscenza delle posizioni/diteggiature e sviluppo di una funzionale tecnica digitale. Saper eseguire esercizi tecnici (colpi

CLASSE I -II. Conoscenza delle posizioni/diteggiature e sviluppo di una funzionale tecnica digitale. Saper eseguire esercizi tecnici (colpi Tecnica -Il braccio e la mano destra -La produzione del suono -I colpi d arco chiave -La mano sinistra ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI ALESSANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DEL CORSO DI VIOLINO (I II III

Dettagli

Alessandra Fralleone e Roberta Del Ferraro

Alessandra Fralleone e Roberta Del Ferraro Alessandra Fralleone e Roberta Del Ferraro Metodo per lo studio del pianoforte nella Scuola Media ad Indirizzo Strumentale Vol.1 Edizioni z Eufonia Edizioni - Via Trento, 5 25055 Pisogne (BS) Tel. 0364

Dettagli

MUSICA prima elementare CANTO CORALE

MUSICA prima elementare CANTO CORALE MUSICA prima elementare CANTO CORALE Particolarmente in preparazione di un concerto di Natale Canto corale, ascolto di canzoni e brani di musica per bambini, classica e non, giochi di ascolto, canto con

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA PER LA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA PER LA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA PER LA SCUOLA PRIMARIA elaborazione del gruppo di lavoro coordinato dall'insegnante GIULIA LORENZI ABATI CRISTINA BOLIS LAURA BRUGALI

Dettagli

DAL SUONO AL SEGNO GRAFICO

DAL SUONO AL SEGNO GRAFICO Teoria musicale - 2 DAL SUONO AL SEGNO GRAFICO IL FENOMENO FISICO DEL SUONO Il suono è un fenomeno fisico generato dalla vibrazione di un corpo e percepito dal nostro sistema uditivo. La vibrazione viene

Dettagli

CURRICOLO DI MUSICA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE I TRAGUARDI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI

CURRICOLO DI MUSICA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE I TRAGUARDI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI CURRICOLO DI MUSICA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE I L alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori, dal punto di vista qualitativo spaziale e in riferimento alla loro fonte. L alunno esplora diverse

Dettagli

CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: STRUMENTO CLASSI 1^-2^-3^

CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: STRUMENTO CLASSI 1^-2^-3^ CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: STRUMENTO CLASSI 1^-2^-3^ Nucleo fondante: COMPRENSIONE DEL LINGUAGGIO MUSICALE E PRATICA STRUMENTALE Conoscenze L insegnamento strumentale

Dettagli

INDICE. Il Suono, il Rumore e le loro caratteristiche... Scriviamo i suoni... Facciamo Pratica...

INDICE. Il Suono, il Rumore e le loro caratteristiche... Scriviamo i suoni... Facciamo Pratica... INDICE Il Suono, il Rumore e le loro caratteristiche... Scriviamo i suoni... pag. 2 pag. 4 pag. 4 Le Note Musicali ovvero il nome dei suoni... pag. 6 pag. 6 Come indicare l Altezza Il pentagramma o rigo

Dettagli

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: Corso giocoso di teoria della musica. Lezione : le NOTE MUSICALI. Prima di apprendere nuovi contenuti musicali mettiti alla prova. } Come si chiama questa FIGURA DI VALORE? SEMIMINIMA } Quanto vale? CROMA

Dettagli

Curricolo verticale di Musica scuola primaria

Curricolo verticale di Musica scuola primaria Curricolo verticale di Musica scuola primaria Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria (1) L alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo,

Dettagli

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S. 2014-2015 Curricolo Verticale di Musica. MUSICA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S. 2014-2015 Curricolo Verticale di Musica. MUSICA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Istituto Comprensivo di Montesarchio A.S. 0-05 Curricolo Verticale di Musica Competenze ed usare le MUSICA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Ascoltare e analizzare fenomeni sonori di ambienti e di oggetti.

Dettagli

Presentazione dello strumento, sue funzionalità Sistemi di amplificazione * a transistor * a valvole * ibrida * combo * stack * rack * effettistica

Presentazione dello strumento, sue funzionalità Sistemi di amplificazione * a transistor * a valvole * ibrida * combo * stack * rack * effettistica 1 livello Presentazione dello strumento, sue funzionalità Sistemi di amplificazione * a transistor * a valvole * ibrida * combo * stack * rack * effettistica Notazioni in uso: sigle anglosassoni, glossario

Dettagli

II LIVELLO. . Le lezioni individuali, del II Livello, si terranno ad orario e giorno stabilito, in base alla. III e IV LIVELLO

II LIVELLO. . Le lezioni individuali, del II Livello, si terranno ad orario e giorno stabilito, in base alla. III e IV LIVELLO Associazione Culturale Istituzione di alta cultura Programma Didattico Formativo Chitarra I LIVELLO Obiettivi formativi: Conoscenza basilare dello strumento nelle sue principali componenti. Impostazione

Dettagli

La candela. E. Fabri: La candela 80-ma puntata settembre 2013

La candela. E. Fabri: La candela 80-ma puntata settembre 2013 E. Fabri: La candela 80-ma puntata settembre 2013 La candela La riga di musica che vedete qui sopra indica il tema di questa puntata: mi sono reso conto che in oltre vent anni non ho mai parlato di musica

Dettagli

Introduzione V. 261 M.

Introduzione V. 261 M. Introduzione L ampia aneddotica della vita di Wolfgang Amadeus Mozart, ma potremmo dire dell intera storia della musica, ci ricorda come il giovane musicista salisburghese aveva appena quattordici anni

Dettagli

pag. 1 Corsi pre-accademici

pag. 1 Corsi pre-accademici pag. 1 Prova attitudinale di ammissione ai corsi pre-accademici Prova attitudinale collettiva di ascolto basata essenzialmente sul riconoscimento di differenze tra brevi frasi musicali. Prova individuale

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI MUSICA

CURRICOLO DISCIPLINARE DI MUSICA A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 PROFILO DELLO STUDENTE RELATIVO ALL AREA ESPRESSIVO-MUSICALE Lo studente al termine del PRIMO

Dettagli

BASS SCHOOL DIPARTIMENTO DI BASSO

BASS SCHOOL DIPARTIMENTO DI BASSO 2010 2011 BASS SCHOOL CORSO PROFESSIONALE Anno Accademico 2010/2011 1 CORSO BASE 1 anno Pratica dello strumento: Teoria e solfeggio: Settimanale 1 ora (2 allievi) o individuale 40 minuti Quindicinale

Dettagli

DISCIPLINA: MUSICA SCUOLA PRIMARIA: CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITA VERIFICA E VALUTAZIONE

DISCIPLINA: MUSICA SCUOLA PRIMARIA: CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITA VERIFICA E VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA: CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 1. Padroneggia le potenzialità musicali del proprio corpo. 2. Discrimina l alternanza suono silenzio per imitazione. 3. Esegue semplici

Dettagli

scuola di V I O L A corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI COMPLEMENTARI TEORIA SOLFEGGIO E DETTATO MUSICALE

scuola di V I O L A corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI COMPLEMENTARI TEORIA SOLFEGGIO E DETTATO MUSICALE Pagina 1 di 5 scuola di V I O L A corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI COMPLEMENTARI TEORIA SOLFEGGIO E DETTATO MUSICALE Lettura di un solfeggio parlato, a prima vista, nelle

Dettagli

Carmine Emanuele Cella APPUNTI PER LO STUDIO DELL ARMONIA

Carmine Emanuele Cella APPUNTI PER LO STUDIO DELL ARMONIA Carmine Emanuele Cella APPUNTI PER LO STUDIO DELL ARMONIA c Marzo 2011 0.1 Premessa Queste note sullo studio dell armonia nascono come strumento di supporto per i corsi di armonia (principale o complementare)

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE DISCIPLINARI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE DISCIPLINARI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE DISCIPLINARI Scuola Primaria - Musica - Classe Prima COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Profilo dello studente al termine del Primo ciclo

Dettagli

PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI AMMISSIONE ALLE CLASSI PRIME

PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI AMMISSIONE ALLE CLASSI PRIME ISTITUTO MAGISTRALE STATALE REGINA MARGHERITA P. TTA SS. SALVATORE, 1 90134 - PALERMO LICEO MUSICALE E COREUTICO - SEZIONE MUSICALE PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI ALLE CLASSI PRIME PER L ANNO SCOLASTICO 2016/2017

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri; fa uso di forme di notazione analogiche

Dettagli

CORSO PROPEDEUTICO-STRUMENTALE PER LE CLASSI QUINTE DELLA SCUOLA PRIMARIA

CORSO PROPEDEUTICO-STRUMENTALE PER LE CLASSI QUINTE DELLA SCUOLA PRIMARIA CORSO PROPEDEUTICO-STRUMENTALE PER LE CLASSI QUINTE DELLA SCUOLA PRIMARIA La scelta dello studio triennale di uno strumento comporta, da parte dell alunno e dei genitori, un ulteriore carico di lavoro

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA Conoscere, percepire e riconoscere i suoni dell ambiente. Discriminare e interpretare gli eventi sonori. Acquisire una corretta postura. Cantare in coro.

Dettagli

TEST D'INGRESSO PER LA VERIFICA DI DEBITI FORMATIVI - sessione autunnale 2014 -

TEST D'INGRESSO PER LA VERIFICA DI DEBITI FORMATIVI - sessione autunnale 2014 - MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ E RICERCA CONSERVATORIO DI MUSICA LUCIO CAMPIANI ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Via della Conciliazione 33 46100 Mantova Italia tel. +39 0376 324636 fax +39

Dettagli

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento Curricolo di MUSICA La musica in un quadro didattico occupa una posizione centrale perché è una componente fondamentale dell esperienza umana. Essa ha un ruolo di primo piano nello sviluppo della personalità

Dettagli

L E Z I O N. Video. Penetrare il minimo possibile tra le corde. Si guadagna in scioltezza

L E Z I O N. Video. Penetrare il minimo possibile tra le corde. Si guadagna in scioltezza L E Z E1 I 1 O N Benvenuto nella prima parte del libro denominata Fundamentals. Questa sezione contiene studi mirati a sviluppare i movimenti e le combinazioni principali che un chitarrista si trova ad

Dettagli

CHITARRA ACUSTICA Fase Iniziale

CHITARRA ACUSTICA Fase Iniziale CHITARRA ACUSTICA Fase Iniziale 1 INDICE Conoscenza della tastiera p. 2 Accordi p. 2 Scale p. 3 Sezione Performance p. 3 Ritmica p. 3 Melodie p. 4 CONOSCENZA DELLA TASTIERA L esaminatore sceglierà una

Dettagli

Verifica di teoria musicale

Verifica di teoria musicale Verifica di teoria musicale Nome Cognome Classe 1AM Liceo Musicale Cairoli 1. Spiega la differenza tra musica antica e musica moderna 2. Indica i principali stili musicali della musica colta moderna 3.

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - PIANOFORTE

LICEO STATALE TERESA CICERI DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - PIANOFORTE LICEO MUSICALE DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - PIANOFORTE COMPETENZE E CONOSCENZE DISCIPLINARI I BIENNIO Competenze Utilizza il lessico specifico relativo allo strumento. Produce eventi musicali

Dettagli

Teoria e nuovi approcci. Scritto da Alessandro De Sanctis

Teoria e nuovi approcci. Scritto da Alessandro De Sanctis Le Pentatoniche Teoria e nuovi approcci Scritto da Alessandro De Sanctis Introduzione Le pentatoniche - Teoria e nuovi approcci 2/2 Introduzione Introduzione Pensando ad un percorso didattico sull improvvisazione

Dettagli

PINK FLOYD. One of these days. Analisi del repertorio contemporaneo II Tesi di Gabriele Crisafulli. Classe del M. Sergio Pallante

PINK FLOYD. One of these days. Analisi del repertorio contemporaneo II Tesi di Gabriele Crisafulli. Classe del M. Sergio Pallante PINK FLOYD One of these days Analisi del repertorio contemporaneo II Tesi di Gabriele Crisafulli Classe del M. Sergio Pallante Conservatorio di Musica A. Corelli-Messina a. a. 2007/08 Siamo di fronte ad

Dettagli

inmusica Associazione no-profit PER I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME, PRIMO BIENNIO E SECONDO BIENNIO

inmusica Associazione no-profit PER I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME, PRIMO BIENNIO E SECONDO BIENNIO PER I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME, PRIMO BIENNIO E SECONDO BIENNIO E fondamentale educare all ascolto e familiarizzare con il pianeta dei suoni fin dalla più tenera età. E ampiamente dimostrato quanto una

Dettagli

CENNI DI TEORIA MUSICALE

CENNI DI TEORIA MUSICALE Prof. Alessandro Stranieri CENNI DI TEORIA MUSICALE La notazione LA NOTAZIONE Le note musicali Nella scrittura musicale i suoni vengono rappresentati attraverso dei segni chiamati note musicali Ad ogni

Dettagli

IL VIOLINO. Presentazione del corso di violino dell indirizzo musicale della Scuola Media P. Egidi di Viterbo

IL VIOLINO. Presentazione del corso di violino dell indirizzo musicale della Scuola Media P. Egidi di Viterbo IL VIOLINO Presentazione del corso di violino dell indirizzo musicale della Scuola Media P. Egidi di Viterbo Lo strumento Il violino appartiene alla famiglia degli strumenti ad arco insieme alla viola,

Dettagli

FLAUTO DOLCE I I biennio

FLAUTO DOLCE I I biennio FLAUTO DOLCE I I biennio OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO ABILITÀ CONOSCENZE (REPERTORIO DI RIFERIMENTO) 1. Acquisire una postura eretta e rilassata ma A. Acquisire una adeguata consapevolezza corporea

Dettagli

Paolo Teodori. Fondamenti di composizione. Testo sintetico con approfondimenti

Paolo Teodori. Fondamenti di composizione. Testo sintetico con approfondimenti Paolo Teodori Fondamenti di composizione Testo sintetico con approfondimenti Roma, novembre 2015 Indice Introduzione 7 Testo breve, PRIMA PARTE 12 Capitolo I: Scale e Modi 13 - Semitono/tono 13 - I modi

Dettagli