CONSORZIO DI BONIFICA DEL BASSO SULCIS BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL ENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSORZIO DI BONIFICA DEL BASSO SULCIS BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL ENTE"

Transcript

1 CONSORZIO DI BONIFICA DEL BASSO SULCIS BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL ENTE Il Consorzio di bonifica del Basso Sulcis con sede in Carbonia (CA) in via Catania n 5, rende noto che, in esecuzione della Delibera della Deputazione Amministrativa numero 30 del 22/10/2004, intende procedere per pubblico incanto all affidamento del servizio di pulizia dei locali di questo ente secondo le modalità di seguito specificate. 1) Ente appaltante: Consorzio di bonifica del basso Sulcis, via Catania n 5, CARBONIA (CA); Tel. 0781/ ; Fax 0781/62910; indirizzo internet 2) Procedura di aggiudicazione prescelta e forma del servizio: Pubblico incanto ex art. 9, del D. Lgs. n 157/1995 come di seguito integrato e modificato. Il servizio consiste nell esecuzione delle pulizie dei locali dell ente secondo le modalità di seguito specificate nel Capitolato d oneri allegato al presente bando di gara per farne parte integrante e sostanziale. Il servizio verrà aggiudicato secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa ex art. 23 lett. b) del D.Lgs. n 157/1995 come integrato e modificato. L importo massimo ammissibile per lo svolgimento del servizio è di 900,00 mensili più I.V.A. per un ammontare annuo di ,00 più I.V.A. ed ,00 più I.V.A. nel biennio di durata del contratto. 3) Luogo ed oggetto del servizio: L espletamento del servizio in esame, dovrà avvenire presso i locali dello stesso Consorzio in via Catania n 5 a Carbonia (CA) come indicato nel capitolato speciale d oneri allegato al presente bando. Oggetto del servizio: si veda il precedente punto 2. Per quanto attiene alle specifiche tecniche, si rimanda alle prescrizioni contenute nei moduli allegati al presente bando. Riferimento alla classificazione prodotti associata CPC, allegato del regolamento CEE n 3696/1993: CPC n 874 ( ) 4) Termine per il completamento del servizio: Il servizio verrà svolto su base infrasettimanale alle condizioni previste dal Capitolato Speciale d appalto ed avrà una durata di 24 mesi a partire dal 01/01/2005 e fino al 31/12/2006. E ammessa la proroga del contratto principale, agli stessi patti e condizioni e per un periodo non superiore a 24 mesi. Non si potrà procedere ad una proroga tacita del contratto. La stessa dovrà risultare da apposito atto deliberativo dell amministrazione e dovrà essere successivamente sottoscritta da entrambe le parti contraenti. E altresì ammessa la facoltà delle parti di procedere al rinnovo del contratto nei tre mesi successivi alla sua scadenza, a patti e condizioni diverse da quelle del contratto originario e con le stesse modalità previste per la proroga. Viene inoltra fatta salva la possibilità di applicare il disposto di cui all articolo 7 del Dlgs. n 157/1995 come integrato e modificato, in particolare le lettere e) ed f). 5) Documenti richiesti: Gli interessati dovranno allegare all offerta, pena l esclusione dalla gara, la seguente documentazione: - certificato rilasciato da codesta amministrazione, con il quale si attesta l avvenuta presa visione dei locali nei quali dovrà essere espletato il servizio; - Istanza di partecipazione alla gara, resa con le modalità di cui al D.P.R. n 445/2000, nella quale si dichiari:

2 a) L iscrizione alla CCIA per categorie adeguate all oggetto del servizio da espletare, completa della dicitura antimafia ex D.P.R. n 252/1998; b) L inesistenza delle cause di esclusione di cui all art. 12 del D.lgs. n 157/1995 come integrato e modificato; c) L ottemperanza alle norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili (legge. n 68/1999); d) La regolarità nell assolvimento degli oneri contributivi ed assicurativi, senza pendenza alcuna, accertata alla data di presentazione dell offerta. e) Di avere preso visione e di accettare integralmente senza eccezione alcuna il bando di gara ed i suoi allegati, compreso il disciplinare tecnico-amministrativo e lo schema di contratto; Si procederà comunque alla verifica delle dichiarazioni rese ad opera del soggetto aggiudicatario mediante richiesta della necessaria documentazione se non prodotta in sede di offerta, ferma restando l applicazione delle normative vigenti in caso di dichiarazioni mendaci e la conseguente decadenza dagli eventuali provvedimenti di aggiudicazione. Le dichiarazioni dovranno venire redatte in carta semplice ed essere sottoscritte dal legale/i rappresentante/i dell impresa. Dovrà venire inoltre allegata pena l esclusione dalla gara, copia fotostatica di un valido documento d identità del sottoscrittore. Qualsiasi chiarimento potrà essere richiesto presso l ufficio amministrativo all indirizzo di cui al punto 1. 6) Termine per la ricezione delle offerte: Le offerte, redatte in lingua italiana ed inviate all indirizzo di cui al punto 1, dovranno tassativamente pervenire entro e non oltre le ore del giorno 03/12/2004; 7) Apertura delle offerte: Le operazioni di gara si svolgeranno presso la sede del consorzio in via Catania n 5, Carbonia (CA), il giorno 06/12/2004 alle ore Sono legittimati ad assistervi i legali rappresentanti delle imprese partecipanti oppure i loro sostituti muniti di legittima delega o procura. 8) Garanzie richieste: Non viene richiesto alcun deposito cauzionale. 9) Modalità di pagamento: Il pagamento della fornitura avverrà mediante fondi propri regolarmente iscritti a bilancio su base mensile. Esso sarà eseguito previa presentazione di relativa fattura, secondo le modalità precisate nel capitolato speciale d oneri allegato 2 al presente bando. 10) Raggruppamenti di imprese: Sono ammesse a concorrere imprese singole, raggruppate o che dichiarino di volersi raggruppare ai sensi dell articolo 11 del D. Lgs. n 157/1995 come integrato e modificato; in tal caso la documentazione di cui al punto 5 verrà prodotta da ciascuna delle imprese partecipanti al raggruppamento. 11) Requisiti dei partecipanti: La serietà delle ditte partecipanti risulterà dalla documentazione di cui al precedente punto 5. Si rammenta comunque che la mancanza dei requisiti evidenziati dalla documentazione richiesta, la mancata produzione della documentazione di prova delle dichiarazioni fatte e le mendaci dichiarazioni, comportano l esclusione automatica dalla gara. 12) Vincolatività dell offerta: L aggiudicatario è vincolato alla propria offerta per tutto il periodo di durata del contratto e fino al suo completamento; 13) Aggiudicazione: Ai sensi dell articolo 23 comma 1 lettera b) del D. Lgs. n 157/1995 così come integrato e modificato e dell art. 76 del R.D. n 827/1924; il servizio verrà aggiudicato alla ditta che avrà presentato l offerta economicamente più vantaggiosa alla luce degli elementi e dei punteggi specificati nel Capitolato Speciale d Appalto allegato 2 al presente bando. Ai sensi dell articolo 69 del R.D. n 827/1924 si procederà ad aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che la stessa venga riconosciuta congrua e conveniente. Viene fatta salva la facoltà di applicare l art. 25 del D.Lgs. n 157/1995 come integrato e modificato, in ordine ad eventuali offerte anomale.

3 L aggiudicazione avverrà in via provvisoria e sarà seguita dalla sua approvazione mediante apposita delibera della Deputazione Amministrativa dell Ente. 14) Varianti: Non sono ammesse offerte condizionate o per lo svolgimento di un servizio avente caratteristiche differenti da quelle indicate nel capitolato speciale d appalto. 15) Altre indicazioni: Il mancato rispetto delle disposizioni previste nel bando in esame e nei moduli allegati, comporta l esclusione dalla gara. Le offerte devono essere presentate in conformità a quanto previsto nel modulo Allegato 1. Per tutto ciò che non sia stato disciplinato dal presente bando, si rinvia al Capitolato speciale d oneri allegato 2 - Normativa applicabile: D. Lgs. n 157/1995 come di seguito integrato e modificato; R.D. n 2440 /1923; R.D. n 827/1924; ed ogni altra disposizione di legge con esse compatibile. - Non si procede a subappalto; - Ai sensi della normativa vigente non si procede a revisione dei prezzi. Non si applica l art del codice civile; - Ai sensi dell articolo 4 della Legge n 241/1990 come integrata e modificata ed in esecuzione della Delibera della Deputazione Amministrativa n 30 del 22/10/2004, è nominato quale responsabile del procedimento il Dott. Andrea Colombu, dipendente dell Ente; - I sopralluoghi obbligatori per la partecipazione alla gara d appalto verranno effettuati nella giornata del Mercoledì nel corso del pomeriggio dalle alle previ accordi telefonici con il Dott. Colombu che potrà essere contattato per qualsiasi chiarimento al riguardo. - La commissione di gara sarà presieduta dall ing. Nazareno Vacca direttore generale del Consorzio o da suo sostituto, oltre che da due testimoni scelti tra i dipendenti dell ente; - Nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs.n 196/2003, i dati raccolti e le modalità del loro trattamento si riferiscono esclusivamente alla gara d appalto ed ai conseguenti adempimenti previsti per legge; - Il presente bando viene integralmente pubblicato presso l albo della stessa stazione appaltante e presso l albo pretorio del comune di Carbonia; sui periodici a tiratura regionale Punto appalti e Fabbris oltre che sul sito internet del Consorzio all indirizzo Carbonia, lì,

4 ALLEGATO 1 MODALITA DI PARTECIPAZIONE Le imprese che intendono partecipare alla gara che si terrà il giorno 06/12/2004 alle ore 10.00, dovranno far pervenire a mano direttamente, a mezzo posta o per il tramite del servizio recapito autorizzato dall amministrazione postale, un unico piego raccomandato espresso chiuso e sigillato e controfirmato in tutti i lembi di chiusura a pena di esclusione, indirizzato a : CONSORZIO DI BONIFICA DEL BASSO SULCIS- UFFICIO AMMINISTRATIVO- VIA CATANIA N CARBONIA (CA). Detto plico dovrà recare all esterno la dicitura PUBBLICO INCANTO DEL GIORNO 06/12/2004 PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DEL CONSORZIO, il nome e l esatto indirizzo dell impresa partecipante. Il recapito nei termini è a rischio esclusivo del mittente. Saranno escluse dalla gara le offerte non pervenute nei termini indicati e che non osservino le modalità previste per la presentazione. Tale plico dovrà pervenire entro e non oltre le ore del giorno precedente a quello fissato per la gara e dovrà contenere: A) Una busta, debitamente sigillata con ceralacca e controfirmata su entrambi i lembi di chiusura, con la dicitura DOCUMENTAZIONE. All interno di essa dovrà essere contenuta la documentazione richiesta dall articolo 5 del bando di gara; Nel caso d offerta presentata da Ditte che dichiarino di volersi raggruppare, la denominazione e l indirizzo sul plico esterno e sui plichi interni dovrà essere quella della Ditta designata quale capogruppo. B) All interno del plico sarà inoltre contenuta una busta recante l offerta economica dell impresa concorrente. Tale busta dovrà essere debitamente sigillata con ceralacca e controfirmata su entrambi i lembi di chiusura, a pena di esclusione, e dovrà recare l indicazione OFFERTA. All interno di essa l offerta: - In bollo da Euro 10,33 debitamente timbrata e firmata; - I prezzi indicati si intendono al netto dell IVA; Il prezzo offerto dovrà essere riportato sia in cifre che in lettere e nel caso di discordanza fra le due indicazioni prevarrà quella più favorevole all amministrazione.

5 ALLEGATO 2 DISCIPLINARE TECNICO AMMINISTRATIVO. CAPO I: OGGETTO E DURATA DELL APPALTO;CRITERI DI AGGIUDICAZIONE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO E REQUISITI DI PARTECIPAZIONE L appalto ha per oggetto i servizi di pulizia dei locali dell edificio sito in via Catania, n 5 del C.B.B.S. di mq. complessivi 570. Il prezzo massimo ammissibile e non oltrepassabile è di 900,00 al mese + IVA, per complessivi tre giorni settimanali. Possono partecipare le imprese in possesso, alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione delle offerte, dei seguenti requisiti: - Iscrizione alla CCIA per categorie adeguate ai servizi da svolgere; - Nei confronti delle quali non sussistano le cause di esclusione ex art. 12 del d.lgs. n 157/1995 come integrato e modificato; - In regola con gli obblighi contributivi ed assicurativi ed ottemperanti alle normative vigenti in tema di lavoro, in particolare in tema di lavoro dei disabili; - In regola con le c.d. normative antimafia; ART. 2 DURATA DELL APPALTO L appalto avrà durata di 24 mesi dal 01/12/2005 al 31/12/2006. E facoltà di questa amministrazione procedere alla proroga del vincolo contrattuale alla sua naturale scadenza, oppure al suo rinnovo nei tre mesi successivi, secondo quanto previsto dal punto 4 del bando di gara ed in ottemperanza alle normative nazionali e comunitarie. ART.3 CRITERI E MODALITA DI AGGIUDICAZIONE L appalto verrà aggiudicato con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art. 23 del D.lgs. n 157/1995 come integrato e modificato, sulla base dei punteggi totalizzati nel rispetto dei criteri stabiliti dal successivo articolo 4. Sarà dichiarata vincitrice la ditta che avrà totalizzato il punteggio più alto e, a parità di punteggio, verrà preso in considerazione il prezzo offerto. Nel caso di ulteriore parità, si procederà a sorteggio ai sensi dell articolo 77 del R.D. n 827/1924. Si procederà ad aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, ma viene comunque fatta salva la facoltà dell amministrazione di non procedere all affidamento del servizio nel caso in cui l offerta non venga considerata congrua e conveniente. Rimane altresì salva la possibilità di applicare l articolo 25 del D.lgs. n 157/95 in ordine ad eventuali offerte anomale. L aggiudicazione avverrà in via provvisoria e sarà seguita da approvazione mediante apposita delibera dell Amministrazione consortile. Successivamente sarà stipulato il contratto sulla base dello schema allegato 3 al presente bando. ART.4

6 TABELLA DEI PUNTEGGI ATTRIBUIBILI Concorrono alla determinazione dei punteggi validi per la formazione della graduatoria, i seguenti parametri: a) Fatturato degli ultimi 3 anni: - Verranno attribuiti punti 0, 15 alla ditta che dimostri di avere avuto il miglior fatturato negli ultimi 3 anni; b) Attrezzatura Tecnica: il servizio dovrà essere svolto con l ausilio delle adeguate e necessarie attrezzature che verranno specificamente indicate all atto dell offerta. In particolare, la ditta concorrente dovrà indicare i prodotti gli attrezzi che intende utilizzare nella pulizia degli uffici consortili. L amministrazione potrà, a propria discrezione, attribuire un punteggio variabile tra i 0,10 ed i 0,40 punti in considerazione del tipo di attrezzatura che verrà utilizzata. L attribuzione di tali punteggi dovrà essere adeguatamente motivata dalla stessa commissione di gara; c) Prezzo: - Da 0 a 600,00 punti 0,20; - Da 601,00 a 650,00 punti 0,40 - Da 651,00 a 720,00 punti 0,60 - Da 721,00 a 800,00 punti 0,30 - Da 801,00 a 900,00 punti 0,10 d) Pagamento Fatture: - Entro 30 giorni punti 0,10; - Da 30 a 60 giorni punti 0,40 - Da 60 a 90 giorni punti 0,60 - Oltre 90 giorni punti 0,70 e) Rapporti con altre amministrazioni: si terrà conto anche di eventuali rapporti di collaborazione con altre amministrazioni avute nell ultimo triennio anche se tutt ora in corso. Verranno attribuiti 0,05 punti per ciascuna amministrazione con la quale l impresa dimostri di avere positivamente collaborato negli ultimi 3 anni; CAPO II: MODALITA DI ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO ART. 5 DISCIPLINA DEL SERVIZIO Il servizio dovrà essere svolto dall Impresa con i propri capitali e mezzi tecnici, con proprio personale, attrezzi e macchine, mediante l organizzazione dell appaltatore e a suo rischio. ART.6 MATERIALI E ATTREZZI Sono a carico dell appaltatore tutti i materiali occorrenti per il servizio di pulizia dei locali, quali detergenti, deodoranti, disinfettanti ecc., come pure tutti gli attrezzi, quali scope, stracci, aspirapolvere, scale ecc., che dovranno essere utilizzati successivamente all approvazione dell Amministrazione. In offerta l Impresa dovrà elencare i prodotti che dovrà usare nella pulizia dei locali. Il servizio d appalto comprende: ART. 7 COMPITI DELL APPALTATORE

7 1) la spazzatura giornaliera con sistema riconosciuto idoneo dall Amministrazione, di tutti i locali, ad eccezione dell archivio posto al piano seminterrato che verrà spolverato, spazzato (con relativo svuotamento di cestini e raccolta di ogni immondizia) e lavato con cadenza quindicinale; 2) la raccolta giornaliera di tutte le materie di rifiuto e delle immondizie, lo svuotamento dei cestini; 3) la spolveratura giornaliera dei mobili, degli arredi e degli infissi; 4) il lavaggio giornaliero di tutti i pavimenti; 5) il lavaggio e la disinfestazione giornaliera dei gabinetti; 6) la pulizia settimanale con l aspirapolvere di tutti i pavimenti con moquettes; 7) la spazzatura, spolveratura degli scaffali e riordino del garages con cadenza quindicinale; 8) la sanificazione mensile di tutti gli ambienti; 9) la pulizia mensile dei vetri, delle finestre, delle porte, e la lucidatura delle maniglie; 10) la pulizia semestrale delle pareti, dei soffitti, delle sporgenze e zoccolature, mediante spolveratura. ART.8 GIORNI E ORARI DI SERVIZIO I giorni di pulizia dovranno essere: il Lunedì, Mercoledì, Venerdì. La pulizia dei locali deve essere effettuata in ore da non ostacolare i servizi di istituto o da non arrecare incomodo o molestia al pubblico, al termine dell orario d ufficio degli impiegati e comunque in orari concordati con l Amministrazione. E comunque fatta salva la facoltà dell Amministrazione di modificare, d accordo con l impresa appaltatrice i giorni di espletamento del servizio. ART. 9 ESTENSIONE DEL SERVIZIO L Amministrazione potrà richiedere in qualunque momento l estensione del servizio in argomento anche presso altri locali di nuova acquisizione, o in locali diversi, senza che la ditta possa avanzare diritti a compensi aggiuntivi se non quelli derivanti dall eventuale differente superficie dei locali trattati, e comunque su base concordata con questa amministrazione. Parimenti il Consorzio potrà richiedere servizi integrativi ed aggiuntivi, senza che la ditta possa esimersi dalla prestazione. Tali servizi potranno essere richiesti anche in occasione di lavori murari, di tinteggiatura o qualunque tipo di sporco. Rientra nella facoltà dell Amministrazione sopprimere, per sopravvenute esigenze, servizi non più necessari. Resta comunque salvo il fatto che in qualsiasi occasione si intenda procedere ad un estensione del servizio oppure allo svolgimento di prestazioni straordinarie non espressamente contemplate nel presente disciplinare, prezzi e modalità di esecuzione del servizio debbano essere preventivamente concordati per iscritto dalle parti contraenti. ART. 10 DIVIETO DI SUBAPPALTO Non si procede al subappalto del Servizio. In caso di infrazione delle norme del presente contratto commessa da eventuali subappaltatori occulti, unico responsabile verso il Consorzio e verso i terzi si intenderà l appaltatore. In ogni caso la violazione del divieto comporterà la risoluzione del contratto.

8 CAPO III: GARANZIE E PAGAMENTO DEI CORRISPETTIVI ART. 11 CAUZIONE DEFINITIVA Non viene richiesto alcun deposito cauzionale a garanzia dell adempimento degli obblighi contrattuali. ART. 12 CANONE D APPALTO Il canone d appalto sarà corrisposto in base all offerta della ditta aggiudicataria. Con tale corrispettivo l appaltatore si intende compensato di qualsiasi suo avere o pretendere dal Consorzio per il servizio svolto, senza alcun diritto a nuovi o maggiori compensi, in tutto essendo soddisfatto dall ente con il pagamento del canone. La liquidazione dei corrispettivi avverrà a rate mensili posticipate, a seguito di presentazione di regolare fattura e dietro esecuzione firmata dai Responsabili del Consorzio. E altresì condizione necessaria per il pagamento delle fatture, la presentazione da parte dell impresa appaltatrice della certificazione attestante la regolarità della propria situazione previdenziale ed assicurativa. Qualora l impresa non sia in regola con i suddetti obblighi, l Amministrazione, ad istanza dell impresa stessa, corrisponde le somme dovute direttamente all INPS ed all INAIL. Il pagamento andrà effettuato nei termini e con le modalità concordati con l impresa aggiudicataria. Il ritardo del pagamento che si protragga oltre tre mesi dalla scadenza della fattura, darà diritto all appaltatore di sospendere il servizio e di percepire ugualmente il canone convenuto. Il corrispettivo s intende immodificabile per l intero periodo di validità del presente contratto. Successive variazioni del corrispettivo possono essere consentite in sede di eventuale rinnovo della convenzione con la ditta aggiudicataria CAPO IV:PERSONALE ART. 13 PERSONALE L appaltatore dovrà assicurare il servizio con proprio personale. Prima dell inizio dell espletamento del servizio o comunque entro dieci giorni dalla sottoscrizione del contratto, dovrà essere data comunicazione scritta dei nominativi delle persone impiegate, con le complete generalità, compreso il relativo domicilio. Analoga comunicazione dovrà essere effettuata nel caso di variazioni del personale impiegato, sempre nel termine di dieci giorni da ciascuna variazione. Qualora qualche addetto al servizio dovesse risultare inabile, a giudizio dell autorità sanitaria dovrà essere sospeso o sostituito, a seconda dei casi, salvo il diritto dell interessato o dell appaltatore di ricorrere alla competente commissione medica che deciderà insindacabilmente. L appaltatore s impegna ad osservare ed applicare integralmente tutte le norme contenute nel contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti delle imprese del settore e degli accordi integrativi dello stesso, in vigore per il tempo e nelle località in cui si svolge

9 l appalto, anche dopo la scadenza dei contratti collettivi e degli accordi locali fino alla loro sostituzione, anche se non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse e indipendentemente dalla natura industriale o artigiana, dalla struttura e dimensione dell Impresa stessa, e da ogni sua qualificazione giuridica, economica e sindacale. In caso di inottemperanza accertata dall Autorità Consortile o ad essa segnalata dall Ispettorato del lavoro, il Consorzio potrà provvedere direttamente, ai sensi e con le modalità di cui al precedente articolo.. senza che l appaltatore possa opporre eccezioni né avere titolo a risarcimento di danni. ART.14 OBBLIGHI DEL PERSONALE Il personale in servizio dovrà mantenere un contegno riguardoso e corretto. L Amministrazione può chiedere per iscritto la sostituzione del personale non gradito, che risultasse inidoneo, incapace, o che manifestasse un cattivo contegno. In tal caso l impresa dovrà provvedere nei cinque giorni successivi alla richiesta. Nel caso in cui la stessa non ottemperi ad una prima ed un seconda richiesta scritte, l Amministrazione può dichiarare risolto il contratto ed affidare il servizio in danno all impresa. ART.15 OBBLIGHI ASSICURATIVI Tutti gli obblighi assicurativi antinfortunistici, assistenziali e previdenziali sono a carico dell appaltatore il quale ne è il solo responsabile con esclusione di ogni diritto di rivalsa e di ogni indennizzo nei confronti del Consorzio. L impresa appaltatrice si impegna inoltre ad ottemperare a tutti gli oneri assicurativi per danni, infortuni, etc. arrecati all Amministrazione o a terzi, a causa di manchevolezze o negligenze nell esecuzione degli adempimenti contrattuali. CAPO V: RESPONSABILITA, INADEMPIENZE E CONTROVERSIE ART.16 RESPONSABILITA DELL IMPRESA L impresa risponde del fatto di propri dipendenti, a norma dell articolo 2049 del codice civile. L appaltatore risponderà direttamente dei danni a persone o cose, oltre ad eventuali ammanchi, comunque provocati nell esecuzione del servizio, restando a suo completo ed esclusivo carico qualsiasi risarcimento, senza diritto di rivalsa o di compensi da parte del Consorzio salvi gli interventi in favore dell impresa da parte di società assicuratrici. L appaltatore si obbliga a sostituire immediatamente, a proprie spese, i vetri che venissero infranti dal personale addetto alle pulizie ed a risarcire il Consorzio per qualsiasi ulteriore danneggiamento prodotto dal proprio personale a mobili, infissi ed ogni altro arredo degli uffici e dei locali dell ente. In tal caso l addebito avverrà a prezzi di cessione o, in mancanza, a quelli che verranno fissati dall Amministrazione, senza pregiudizio delle altre sanzioni che possano adottarsi in via giudiziaria. ART.17 VIGILANZA

10 L amministrazione ha la piena facoltà di vigilare sull osservanza delle condizioni previste dal presente contratto e prospettare al titolare dell impresa o ad un suo delegato l eventuale necessità di integrare o variare le modalità di espletamento del servizio. ART.18 FORME DI INADEMPIMENTO L impresa viene considerata formalmente inadempiente quando: - ometta, anche parzialmente, di assicurare il servizio; - non assicuri la prestazione in modo regolare e soddisfacente. Se l inadempienza è dovuta a cause di forza maggiore, del fatto deve essere tempestivamente informata per iscritto l Amministrazione ART.19 PROCEDIMENTO DI CONTESTAZIONE DELLE INADEMPIENZE L omissione di servizio è obbligatoriamente contestata per iscritto all impresa ai fini dell applicazione delle previste sanzioni. L omesso servizio per astensione dal lavoro delle maestranze per cause riguardanti in modo specifico l impresa contraente non è considerata causa di forza maggiore e pertanto l impresa stessa ne risponde a pieno titolo. Il non regolare e soddisfacente espletamento della prestazione è obbligatoriamente contestato per iscritto all impresa, ai fini dell applicazione delle previste sanzioni. ART.20 SANZIONI PER INADEMPIENZE L omissione, anche parziale, del servizio comporta l applicazione di penalità. La rilevazione di almeno tre omissioni nel corso del contratto fa sorgere nell amministrazione il diritto di dichiarare risolto il contratto stesso. L espletamento del servizio secondo modalità non regolari e soddisfacenti comporta parimenti l applicazione delle penalità. La contestazione di irregolarità per almeno tre mesi nello stesso anno solare fa sorgere nell Amministrazione il diritto di dichiarare risolto il contratto. ART. 21 PENALITA Ciascuna contestazione di avvenuta omissione del servizio comporta una penalità di importo compreso tra il 3% ed il 5% del canone mensile complessivo pattuito, al netto di I.V.A. e determinata dall Amministrazione in relazione alla gravità delle conseguenze dell omissione stessa ed alla reiterazione delle mancanze. L eventuale risoluzione del contratto prevista dal precedente articolo 20, comporta l affidamento del servizio in danno dell impresa fino al termine di naturale scadenza dell obbligazione, senza che la stessa abbia diritto al pagamento del compenso pattuito. Qualora l omissione non interessi l intero servizio ma si limiti ad uno o più dei locali e/o superfici oggetto dell appalto, l Amministrazione trattiene una somma di entità corrispondente allo 0,5% dell importo contrattuale stabilito al netto dell I.V.A. per ciascun locale o superficie per i quali sia stata riscontrata la detta omissione. Ciascuna contestazione per irregolarità presunte del servizio, comporta una penalità a carico dell impresa di importo compreso tra il 3% ed il 5% del canone mensile totale

11 pattuito, al netto di I.V.A. e determinata dall Amministrazione in relazione all entità delle conseguenze della mancanza ed alla relativa reiterazione. L eventuale risoluzione del contratto prevista dal precedente articolo 20, comporta l affidamento del servizio in danno dell impresa fino alla scadenza naturale dell obbligazione senza che questa abbia diritto al pagamento del compenso pattuito. Le penalità di cui al presente articolo, si applicano automaticamente sul primo mandato di pagamento successivo alla contestazione che ne ha dato origine, fatti salvi i casi in cui si sia positivamente concluso in tempo utile per l impresa, il procedimento di cui al successivo art. 22. ART.22 RICHIESTA DI DISAPPLICAZIONE DELLE PENALITA Qualora l impresa intenda chiedere la disapplicazione di penalità comminate in dipendenza dell esecuzione del contratto, deve presentare apposita istanza, accompagnata dalla documentazione ritenuta necessaria a comprovare le ragioni giustificative. Tali istanze vengono inoltrate all Amministrazione nei 30 giorni successivi alla notifica della contestazione delle inadempienze. Su tale istanza decide insindacabilmente l Amministrazione dell ente con provvedimento motivato. La restituzione delle penalità disapplicate avviene contestualmente al primo mandato in acconto o a saldo da emettere a favore dell impresa, oppure con titolo separato, nel caso si sia provveduto a tutti i pagamenti dovuti. Non possono comunque essere disapplicate penalità comminate in relazione ad inadempienze dovute a causa di forza maggiore che non siano state tempestivamente notificate all Amministrazione. ART.23 RECESSO DAL CONTRATTO L Amministrazione può recedere dal contratto in qualsiasi momento dell esecuzione, avvalendosi della facoltà consentita dall articolo 1671 del codice civile e per qualsiasi motivo, tenendo indenne l impresa delle spese sostenute, delle prestazioni rese e del mancato guadagno. In tal caso l impresa ha diritto al corrispettivo fino al giorno che precede la comunicazione formale del suddetto recesso, ed ha inoltre diritto alla corresponsione di due mensilità pari all importo dei canoni pattuiti, a titolo di risarcimento. ART. 24 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L amministrazione può dichiarare risolto il contratto nei seguenti casi: - frode, dolo, colpa grave e grave negligenza dell impresa appaltatrice; - nei casi di cui al precedente articolo 20; - nei casi in cui venga intentata azione giudiziaria contro l Amministrazione da parte della stessa impresa appaltatrice; - nei casi di cui ai precedenti articoli 10 e 14; L impresa ha diritto alla risoluzione del contratto nei seguenti casi: - impossibilità di darvi esecuzione per causa non imputabile alla stessa impresa ai sensi del combinato disposto degli articoli 1463 e 1672 del cc.;

12 In questo caso la risoluzione opera automaticamente ex art cc. dal momento in cui la stessa viene notificata con raccomandata a/r alla controparte. Per effetto della risoluzione del contratto, l Amministrazione ha diritto di affidare l appalto a terzi in danno dell impresa senza che ciò esoneri l impresa stessa da eventuali responsabilità civili e penali che possano sorgere a termini di legge per i fatti che hanno determinato la risoluzione del contratto. In tal caso, ai sensi dell articolo 7 lettera d) del D.lgs. n 157/1995 come integrato e modificato, l affidamento a terzi avviene a trattativa privata per il tempo strettamente necessario ad avviare le procedure di gara per un nuovo affidamento dell incarico. Tale affidamento verrà notificato per iscritto all impresa inadempiente e comporterà la comunicazione del danno addebitatogli per i maggiori oneri sostenuti dall Amministrazione rispetto all ammontare del canone dell originario contratto. Nel caso invece, di una spesa minore, nulla compete all impresa. Nel caso in cui sia stata l impresa ad avvalersi della facoltà di risolvere il contratto, spetta alla stessa la liquidazione dei compensi maturati fino al giorno della risoluzione oltre che l importo di due mensilità a titolo di rimborso spese. ART. 25 CONTROVERSIE Qualsiasi questione dovesse insorgere tra Consorzio ed appaltatore in ordine di all esecuzione dei patti stipulati con il presente contratto, verrà deferita al giudizio di tre arbitri, nominati uno dal Consorzio, uno dall appaltatore e uno dal Presidente del Tribunale, i quali decideranno senza formalità di giudizio. La decisione arbitrale sarà inappellabile. Le parti rinunciano al ricorso all autorità giudiziaria ordinaria. ART. 26 SPESE A CARICO DELL APPALTATORE Qualsiasi spesa inerente il presente contratto o consequenziale a questo, nessuna eccettuata o esclusa, sarà a carico dell appaltatore. L appaltatore assume a suo completo ed esclusivo carico tutte le imposte e tasse relative all appalto di che trattasi, con rinuncia al diritto di rivalsa comunque derivanti nei confronti del Consorzio. ART. 27 DOMICILIO DELL APPALTATORE Per tutti gli offerenti del presente contratto l appaltatore elegge domicilio nel comune di in Via Tel.. Le comunicazioni e le notificazioni saranno effettuate a mezzo lettera raccomandata. Carbonia, lì,

13 ALLEGATO 3 SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO SOTTO FORMA DI SCRITTURA PRIVATA PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DEL CONSORZIO DI BONIFICA DEL BASSO SULCIS SITI IN VIA CATANIA N 5 A CARBONIA Il giorno presso la sede del Consorzio di Bonifica del Basso Sulcis in via Catania n 5 a Carbonia (CA), tra i Sig: Lai Sergio, nato a Carbonia (CA) il che interviene in qualità di Presidente e Legale Rappresentante del Consorzio di Bonifica del Basso Sulcis con sede in Carbonia, Via Catania n 5,C.F. e P.I.V.A. n successivamente denominato Amministrazione o Consorzio ; nato a il che interviene in qualità di della ditta con sede in Via Partita I.V.A. n successivamente denominato impresa o ditta ; si conviene e si stipula quanto segue ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO La ditta si impegna ad effettuare la pulizia dei locali dell edificio sito in via Catania, n 5 di proprietà del Consorzio di Bonifica del Basso Sulcis della superficie di complessivi mq.570 alle condizioni qui di seguito stabilite. ART. 2 DURATA DELL APPALTO L appalto avrà durata di 24 mesi dal 01/12/2005 al 31/12/2006. E facoltà dei soggetti contraenti procedere alla proroga del vincolo contrattuale alla sua naturale scadenza, agli stessi patti e condizioni e per un periodo non superiore a 24 mesi. Non si potrà procedere alla proroga tacita del contratto che cessa comunque di produrre effetti nel giorno della sua naturale scadenza. Eventuali proroghe dovranno risultare da apposito atto deliberativo dell amministrazione e dovranno essere successivamente sottoscritte da entrambe le parti contraenti. E altresì ammessala facoltà delle parti di procedere al rinnovo del contratto nei tre mesi successivi alla scadenza, a patti e condizioni diverse da quelle del contratto originario, nel rispetto delle normative vigenti al momento della scadenza del contratto principale. Si procede al rinnovo con le medesime modalità previste per la proroga. ART.3 PREZZO CONVENUTO E MODALITA DI PAGAMENTO Il prezzo pattuito per il corretto espletamento del servizio è di mensili più I.V.A., salvo quanto disposto successivamente. I pagamenti avverranno dietro presentazione di regolare fattura entro i giorni successivi.

14 E altresì condizione necessaria per il pagamento delle fatture, la presentazione da parte dell impresa appaltatrice della certificazione attestante la regolarità della propria situazione previdenziale ed assicurativa. Qualora l impresa non sia in regola con i suddetti obblighi, l Amministrazione, ad istanza dell impresa stessa, corrisponde le somme dovute direttamente all INPS ed all INAIL. Il ritardo del pagamento che si protragga oltre tre mesi dalla scadenza della fattura, darà diritto all appaltatore di sospendere il servizio e di percepire ugualmente il canone convenuto. Il corrispettivo s intende immodificabile per l intero periodo di validità del presente contratto. Non si procede alla revisione dei prezzi ex art del c.c. Successive variazioni del corrispettivo possono essere consentite soltanto in sede di eventuale rinnovo della convenzione con la ditta aggiudicataria ART. 4 DISCIPLINA DEL SERVIZIO Il servizio viene svolto dall impresa con i propri capitali e mezzi tecnici, con proprio personale, attrezzi e macchine ed a proprio rischio. Esso comprende: 11) la spazzatura giornaliera con sistema riconosciuto idoneo dall Amministrazione, di tutti i locali, ad eccezione dell archivio posto al piano seminterrato che verrà spolverato, spazzato (con relativo svuotamento di cestini e raccolta di ogni immondizia) e lavato con cadenza quindicinale; 12) la raccolta giornaliera di tutte le materie di rifiuto e delle immondizie, lo svuotamento dei cestini; 13) la spolveratura giornaliera dei mobili, degli arredi e degli infissi; 14) il lavaggio giornaliero di tutti i pavimenti; 15) il lavaggio e la disinfestazione giornaliera dei gabinetti; 16) la pulizia settimanale con l aspirapolvere di tutti i pavimenti con moquettes; 17) la spazzatura, spolveratura degli scaffali e riordino del garages con cadenza quindicinale; 18) la pulizia mensile dei vetri, delle finestre, delle porte, e la lucidatura delle maniglie; 19) la pulizia semestrale delle pareti, dei soffitti, delle sporgenze e zoccolature, mediante spolveratura. ART.5 MATERIALI E ATTREZZI Sono a carico dell impresa appaltatrice tutti i materiali occorrenti per il corretto espletamento del servizio, quali detergenti, deodoranti, disinfettanti ecc., come pure tutti gli attrezzi, quali scope, stracci, aspirapolvere, scale etc. In particolare, così come dichiarato in sede di offerta e con il consenso di questa Amministrazione, l impresa si impegna ad utilizzare i seguenti prodotti e le seguenti attrezzature: ART.6 GIORNI E ORARI DI SERVIZIO

15 Il servizio verrà svolto nelle giornate di Lunedì, Mercoledì e Venerdì, nel pomeriggio ed in modo da non ostacolare i servizi di istituto o da non arrecare incomodo o molestia al pubblico. E comunque possibile, previo accordo tra i contraenti, modificare i giorni e gli orari previsti per l espletamento del detto servizio. ART. 7 ESTENSIONE DEL SERVIZIO Previo accordo tra i contraenti è in qualunque momento ammissibile l estensione del servizio anche presso altri locali di nuova acquisizione, o in locali diversi, senza che la ditta esecutrice possa avanzare diritti a compensi aggiuntivi se non quelli derivanti dall eventuale differente superficie dei locali trattati, e comunque su base concordata con l amministrazione che potrà parimenti richiedere servizi integrativi ed aggiuntivi, senza che la ditta possa esimersi dalla prestazione. Tali servizi potranno essere richiesti anche in occasione di lavori murari, di tinteggiatura o qualunque tipo di sporco. Rientra nella facoltà dell Amministrazione sopprimere, per sopravvenute esigenze, servizi non più necessari. ART. 8 SUBAPPALTO La ditta aggiudicataria rinuncia espressamente a subappaltare il servizio. Nel caso di violazione delle norme del presente contratto commessa da eventuali subappaltatori occulti, unico responsabile verso il Consorzio e verso i terzi sarà comunque considerata la stessa impresa appaltatrice. La violazione di questa disposizione da luogo alla risoluzione del contratto. ART. 9 DEPOSITO CAUZIONALE Su propria richiesta, la ditta aggiudicataria viene esonerata dall obbligo di prestare cauzione. ART. 10 PERSONALE L impresa esegue il servizio con proprio personale di cui verranno comunicate le generalità complete, compreso il relativo domicilio, entro il termine perentorio del Analoga comunicazione dovrà essere effettuata nel caso di variazioni del personale impiegato, nel termine di dieci giorni da ciascuna variazione. Qualora qualche addetto al servizio dovesse risultare inabile a giudizio dell autorità sanitaria, esso sarà sospeso o sostituito a seconda dei casi, salvo il diritto dell interessato o di questa amministrazione di ricorrere alla competente commissione medica che deciderà insindacabilmente. L impresa s impegna ad osservare ed applicare integralmente tutte le norme contenute nel contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti delle imprese del settore e degli accordi integrativi dello stesso, in vigore per il tempo e nelle località in cui si svolge l appalto, anche dopo la scadenza dei contratti collettivi e degli accordi locali fino alla loro sostituzione, anche se non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse e

16 indipendentemente dalla natura industriale o artigiana, dalla struttura e dimensione dell Impresa stessa, e da ogni sua qualificazione giuridica, economica e sindacale. In caso di inottemperanza accertata da questa Amministrazione o ad essa segnalata dall Ispettorato del lavoro, il Consorzio potrà provvedere direttamente, ai sensi e con le modalità di cui al precedente articolo 3 senza che la ditta possa opporre eccezioni né avere titolo a risarcimento di danni. ART.11 OBBLIGHI DEL PERSONALE Il personale in servizio dovrà mantenere un contegno riguardoso e corretto. L Amministrazione può chiedere per iscritto la sostituzione del personale non gradito, che risultasse inidoneo, incapace, o che manifestasse un cattivo contegno. In tal caso la ditta appaltatrice si impegna a provvedere nei cinque giorni successivi alla richiesta. Nel caso in cui la stessa non ottemperi ad una prima ed un seconda richiesta scritte, l Amministrazione può dichiarare risolto il contratto ed affidare il servizio in danno all impresa. ART.12 OBBLIGHI ASSICURATIVI Tutti gli obblighi assicurativi antinfortunistici, assistenziali e previdenziali sono a carico dell impresa la quale ne è la sola responsabile con esclusione di ogni diritto di rivalsa e di ogni indennizzo nei confronti del Consorzio. L impresa appaltatrice si impegna inoltre ad ottemperare a tutti gli oneri assicurativi per danni, infortuni, etc. arrecati all Amministrazione o a terzi, a causa di manchevolezze o negligenze nell esecuzione degli adempimenti contrattuali. ART.13 RESPONSABILITA DELL IMPRESA L impresa risponde del fatto di propri dipendenti, a norma dell articolo 2049 del codice civile. Essa inoltre, risponde direttamente dei danni a persone o cose, oltre ad eventuali ammanchi, comunque provocati nell esecuzione del servizio, restando a suo completo ed esclusivo carico qualsiasi risarcimento, senza diritto di rivalsa o di compensi da parte del Consorzio, salvi gli interventi in favore dell impresa da parte di società assicuratrici. La ditta si obbliga altresì a sostituire immediatamente, a proprie spese, i vetri che venissero infranti dal personale addetto alle pulizie ed a risarcire il Consorzio per qualsiasi ulteriore danneggiamento prodotto dal proprio personale a mobili, infissi ed ogni altro arredo degli uffici e dei locali dell ente. In tal caso l addebito avverrà a prezzi di cessione o, in mancanza, a quelli che verranno fissati dall Amministrazione, senza pregiudizio delle altre sanzioni che possano adottarsi in via giudiziaria. ART.14 VIGILANZA L amministrazione ha la piena facoltà di vigilare sull osservanza delle condizioni previste dal presente contratto e prospettare al titolare dell impresa o ad un suo delegato l eventuale necessità di integrare o variare le modalità di espletamento del servizio.

17 ART.15 FORME DI INADEMPIMENTO L impresa viene considerata formalmente inadempiente quando: - ometta, anche parzialmente, di assicurare il servizio; - non assicuri la prestazione in modo regolare e soddisfacente. Se l inadempienza è dovuta a cause di forza maggiore, del fatto deve essere tempestivamente informata per iscritto l Amministrazione ART.16 PROCEDIMENTO DI CONTESTAZIONE DELLE INADEMPIENZE L omissione di servizio è obbligatoriamente contestata per iscritto all impresa ai fini dell applicazione delle sanzioni previste dai successivi articoli. L omesso servizio per astensione dal lavoro delle maestranze per cause riguardanti in modo specifico l impresa contraente non è considerata causa di forza maggiore e pertanto l impresa stessa ne risponde a pieno titolo. Il non regolare e soddisfacente espletamento della prestazione è obbligatoriamente contestato per iscritto all impresa, ai fini dell applicazione delle previste sanzioni. ART.17 SANZIONI PER INADEMPIENZE L omissione, anche parziale, del servizio comporta l applicazione di penalità. La rilevazione di almeno tre omissioni nel corso del contratto fa sorgere nell amministrazione il diritto di dichiarare risolto il contratto stesso. L espletamento del servizio secondo modalità non regolari e soddisfacenti comporta parimenti l applicazione delle penalità. La contestazione di irregolarità per almeno tre mesi nello stesso anno solare fa sorgere nell Amministrazione il diritto di dichiarare risolto il contratto. ART. 18 PENALITA Ciascuna contestazione di avvenuta omissione del servizio comporta una penalità di importo compreso tra il 3% ed il 5% del canone mensile complessivo pattuito, al netto di I.V.A. e determinata dall Amministrazione in relazione alla gravità delle conseguenze dell omissione stessa ed alla reiterazione delle mancanze. L eventuale risoluzione del contratto prevista dal precedente articolo 17, comporta l affidamento del servizio in danno dell impresa fino al termine di naturale scadenza dell obbligazione, senza che la stessa abbia diritto al pagamento del compenso pattuito. Qualora l omissione non interessi l intero servizio ma si limiti ad uno o più dei locali e/o superfici oggetto dell appalto, l Amministrazione trattiene una somma di entità corrispondente allo 0,5% dell importo contrattuale stabilito al netto dell I.V.A. per ciascun locale o superficie per i quali sia stata riscontrata la detta omissione. Ciascuna contestazione per irregolarità presunte del servizio, comporta una penalità a carico dell impresa di importo compreso tra il 3% ed il 5% del canone mensile totale pattuito, al netto di I.V.A. e determinata dall Amministrazione in relazione all entità delle conseguenze della mancanza ed alla relativa reiterazione. L eventuale risoluzione del contratto prevista dal precedente articolo 17, comporta l affidamento del servizio in danno

18 dell impresa fino alla scadenza naturale dell obbligazione senza che questa abbia diritto al pagamento del compenso pattuito. Le penalità di cui al presente articolo, si applicano automaticamente sul primo mandato di pagamento successivo alla contestazione che ne ha dato origine, fatti salvi i casi in cui si sia positivamente concluso in tempo utile per l impresa, il procedimento di cui al successivo art. 19. ART.19 RICHIESTA DI DISAPPLICAZIONE DELLE PENALITA Qualora l impresa intenda chiedere la disapplicazione di penalità comminate in dipendenza dell esecuzione del contratto, deve presentare apposita istanza, accompagnata dalla documentazione ritenuta necessaria a comprovare le ragioni giustificative. Tali istanze vengono inoltrate a questa Amministrazione nei 30 giorni successivi alla notifica della contestazione delle inadempienze. Su tale istanza decide insindacabilmente l Amministrazione con provvedimento motivato. La restituzione delle penalità disapplicate avviene contestualmente al primo mandato in acconto o a saldo da emettere a favore dell impresa, oppure con titolo separato, nel caso si sia provveduto a tutti i pagamenti dovuti. Non possono comunque essere disapplicate penalità comminate in relazione ad inadempienze dovute a causa di forza maggiore che non siano state tempestivamente notificate all Amministrazione. ART.20 RECESSO DAL CONTRATTO L Amministrazione può recedere dal contratto in qualsiasi momento dell esecuzione, avvalendosi della facoltà consentita dall articolo 1671 del codice civile e per qualsiasi motivo, tenendo indenne l impresa delle spese sostenute, delle prestazioni rese e del mancato guadagno. In tal caso l impresa ha diritto al corrispettivo fino al giorno che precede la comunicazione formale del suddetto recesso, ed ha inoltre diritto alla corresponsione di due mensilità pari all importo dei canoni pattuiti, a titolo di risarcimento. ART. 21 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L amministrazione può dichiarare risolto il contratto nei seguenti casi: - frode, dolo, colpa grave e grave negligenza dell impresa appaltatrice; - nei casi di cui al precedente articolo 17; - nei casi in cui venga intentata azione giudiziaria contro l Amministrazione da parte della stessa impresa appaltatrice; - nei casi di cui ai precedenti articoli 8 ed 11; L impresa ha diritto alla risoluzione del contratto nei seguenti casi: - impossibilità di darvi esecuzione per causa non imputabile alla stessa impresa ai sensi del combinato disposto degli articoli 1463 e 1672 del cc.; In questo caso la risoluzione opera automaticamente ex art cc. dal momento in cui la stessa viene notificata con raccomandata a/r alla controparte. Per effetto della risoluzione del contratto, l Amministrazione ha diritto di affidare l appalto a terzi in danno dell impresa senza che ciò esoneri l impresa stessa da eventuali

19 responsabilità civili e penali che possano sorgere a termini di legge per i fatti che hanno determinato la risoluzione del contratto. In tal caso, ai sensi dell articolo 7 lettera d) del D.lgs. n 157/1995 come integrato e modificato, l affidamento a terzi avviene a trattativa privata per il tempo strettamente necessario ad avviare le procedure di gara per un nuovo affidamento dell incarico. Tale affidamento verrà notificato per iscritto all impresa inadempiente e comporterà la comunicazione del danno addebitatogli per i maggiori oneri sostenuti dall Amministrazione rispetto all ammontare del canone dell originario contratto. Nel caso invece, di una spesa minore, nulla compete all impresa. Nel caso in cui sia stata l impresa ad avvalersi della facoltà di risolvere il contratto, spetta alla stessa la liquidazione dei compensi maturati fino al giorno della risoluzione oltre che l importo di due mensilità a titolo di rimborso spese. ART. 22 CONTROVERSIE Qualsiasi questione dovesse insorgere tra Consorzio ed impresa in ordine di all esecuzione dei patti stipulati con il presente contratto, verrà deferita al giudizio di tre arbitri, nominati uno dal Consorzio, uno dall impresa e uno dal Presidente del Tribunale, i quali decideranno senza formalità di giudizio. La decisione arbitrale sarà inappellabile. Le parti rinunciano al ricorso all autorità giudiziaria ordinaria. ART. 23 SPESE A CARICO DELL IMPRESA Qualsiasi spesa inerente il presente contratto o consequenziale a questo, nessuna eccettuata o esclusa, sarà a carico dell impresa aggiudicataria. Questa assume a suo completo ed esclusivo carico tutte le imposte e tasse relative all appalto di che trattasi, con rinuncia al diritto di rivalsa comunque derivanti nei confronti del Consorzio. ART. 24 DOMICILIO DELL IMPRESA Per tutti gli offerenti del presente contratto l impresa elegge domicilio nel comune di in Via Tel. Le comunicazioni e le notificazioni saranno effettuate a mezzo lettera raccomandata. ART.26 NORMATIVA APPLICABILE Questo contratto viene redatto in conformità alle prescrizioni ed alle clausole, conformi alla normativa vigente, contenute nel bando di gara e nei suoi moduli allegati che sono state preventivamente accettate dalla ditta aggiudicataria. Si applicano le norme del codice civile ed ogni altra normativa regionale, nazionale o comunitaria vigenti o che dovessero entrare in vigore durante in corso di esecuzione del contratto, fatti salvi i principi di irretroattività della norma ed i tradizionali canoni ermeneutici. Carbonia, lì,

SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI

SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI Allegato alla delibera n 04 del 20.01.2016 SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI Periodo 01 marzo 2016 31 dicembre 2018 Allegato alla

Dettagli

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO Via Cagliari, 18-09020 Las Plassas tel. 070/9364006 fax 070/9364606 Email: utc.lasplassas@gmail.com Prot. 1515 Las Plassas, 16 Maggio

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna AVVISO DI GARA AD ASTA PUBBLICA Questa Amministrazione indice per il giorno 28/11/2005 alle ore 9,30, presso la Sala delle riunioni 1 piano del Municipio,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (FIN) STADIO OLIMPICO CURVA NORD - 00135 ROMA

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (FIN) STADIO OLIMPICO CURVA NORD - 00135 ROMA FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (FIN) STADIO OLIMPICO CURVA NORD - 00135 ROMA BANDO CON PROCEDURA APERTA Ex artt.li 34-37 e 55 del D.Lgs 163/06 per l affidamento ad una Compagnia Assicurativa DELLA POLIZZA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI 1. ENTE APPALTANTE: COMUNE DI CASTEL DI SANGRO (AQ) C.so Vittorio Emanuele, 10 tel.0864/82421

Dettagli

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato GARA DA ESPERIRE MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA (LICITAZIONE PRIVATA) PER L AFFIDAMENTO ANNUALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELL OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA SITA IN MONTE PORZIO CATONE (RM) E

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 67 DEL 19 DICEMBRE 2005

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 67 DEL 19 DICEMBRE 2005 REGIONE CAMPANIA - Settore Provveditorato ed Economato - Via P. Metastasio, 25 80125 Napoli - Bando di gara proceduraper l affidamento per un biennio del servizio di stampa e distribuzione dei cedolini

Dettagli

Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D

Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D Prot.n. Bari, Spett.le RACCOMANDATA A.R. Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D Con determina n.21 del 16.05.2011 l

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO AVVISO PUBBLICO UNIONCAMERE LAZIO: AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA IN ECONOMIA A MEZZO DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO STUDIO, ANALISI, MONITORAGGIO, ASSISTENZA TECNICA, COMUNICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE R.F N. 91 DEL 30.11.2015_ BANDO/DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DALL 01/01/2016

Dettagli

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI BENI MOBILI (ARREDI)

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI BENI MOBILI (ARREDI) GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI BENI MOBILI (ARREDI) Si rende noto che questa Autorità intende procedere alla vendita al miglior offerente di beni mobili (arredi)

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali alberto.vanelli@regione.piemonte.it LETTERA D INVITO: PROCEDURA PER IL SERVIZIO DI FORNITURA E POSA DI NUOVA CALDAIA COMPLETA DI BRUCIATORE,

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

Casa di Riposo " Gottardo Delfinoni "

Casa di Riposo  Gottardo Delfinoni Prot. n. 318 Casorate Primo, 28 Settembre 2015 Spett.le... RACCOMANDATA A. R. ANTICIPATA A MEZZO E-MAIL Oggetto: Invito a partecipare alla procedura per l affidamento della gestione del servizio prestazioni

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

C O M U N E D I S E R R A R I C C O 1 6 0 1 0 P r o v i n c i a d i G e n o v a

C O M U N E D I S E R R A R I C C O 1 6 0 1 0 P r o v i n c i a d i G e n o v a C O M U N E D I S E R R A R I C C O 1 6 0 1 0 P r o v i n c i a d i G e n o v a CODICE FISCALE/PARTITA IVA 00853850105 sito: www.comune.serraricco.ge.it tel.0107267331 fax.010752275 e-mail : personale@comune.serraricco.ge.it

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

ParmaInfanzia S.p.A.

ParmaInfanzia S.p.A. Sede Legale: via Tonale n. 6, 43100 Parma - Tel. 0521/709511; Sede Amministrativa: via Colorno n. 63, 43100 Parma; Tel. 0521/600611, Fax 0521/606260; Bando di gara mediante Pubblico Incanto per la gestione

Dettagli

AVVISO D ASTA PER LA ALIENAZIONE DI N. 300 SEDIE DA CONVEGNO

AVVISO D ASTA PER LA ALIENAZIONE DI N. 300 SEDIE DA CONVEGNO AVVISO D ASTA PER LA ALIENAZIONE DI N. 300 SEDIE DA CONVEGNO Vista la determinazione dirigenziale n. 10 del 16/03/2016 con la quale è stata approvata la presente procedura d asta; SI RENDE NOTO che è indetta

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO TRA

SCHEMA DI CONTRATTO TRA SCHEMA DI CONTRATTO Repertorio n. del REGIONE PUGLIA Contratto relativo ai Servizi di assistenza tecnica e supporto alle attività, connesse all'applicazione dei Regolamenti (CE) 1083/2006 e 1828/06, dell'autorità

Dettagli

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO AFFIDAMENTO Servizio di somministrazione lavoro temporaneo Capitolato prestazionale - Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

Prot. n.5691 /F1.6 Padova, 04/11/2015. Alle Banche invitate

Prot. n.5691 /F1.6 Padova, 04/11/2015. Alle Banche invitate LICEO CLASSICO TITO LIVIO Riviera Tito Livio, 9-35123 Padova Tel. 049/8757324 Fax 049/8752498 C.F. 80013020286 - C.M. PDPC03000X CUU IPA UFBFK7 www.liceotitolivio.it E-mail: info@liceotitolivio.it Pec:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI Provincia di Torino BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO In esecuzione della D.C.C. n. 28 del 30/07/2015 e della determinazione n. 274 del 21/09/2015 si rende noto che il Comune

Dettagli

SCHEMA TIPO DI CONTRATTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELLA PREFETTURA

SCHEMA TIPO DI CONTRATTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELLA PREFETTURA SCHEMA TIPO DI CONTRATTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELLA PREFETTURA MINISTERO DELL INTERNO Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Nr. di rep. (Richiami alle esigenze da soddisfare

Dettagli

MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE INTERVENTI SULLA RETE STRADALE

MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE INTERVENTI SULLA RETE STRADALE MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE INTERVENTI SULLA RETE STRADALE PRINCIPALE. Modello di autocertificazione / dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da compilare e sottoscrivere da parte dell offerente

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092)

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) MORROVALLE SERVIZI S.R.L. APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) Art. 20 Allegato IIB D.lgs. n 163/2006

Dettagli

OSPEDALE DEI COLLI. A.O.R.N. A. O. Ospedale dei Colli OSPEDALE COTUGNO

OSPEDALE DEI COLLI. A.O.R.N. A. O. Ospedale dei Colli OSPEDALE COTUGNO OSPEDALE DEI COLLI BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO A COOPERATIVE SOCIALI DI DISABILI DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE ESTERNE DELL OSPEDALE COTUGNO DA DESTINARE A PARCHEGGIO A PAGAMENTO EX ART.1 COMM213

Dettagli

Comune di Morino. Provincia di L Aquila. Ufficio Finanziario. OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale

Comune di Morino. Provincia di L Aquila. Ufficio Finanziario. OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale Raccom. A.R. Prot. del 04.02.2011 Spett.Le BANCA OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale E indetta da questa Amministrazione Comunale una gara di procedura negoziata

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico BANDO DI GARA SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO (Provincia di Napoli)

COMUNE DI GRAGNANO (Provincia di Napoli) Allegato A BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA IL COMUNE DI GRAGNANO RENDE NOTO che in esecuzione della Deliberazione C.C. n. 85 del 26.10.2015 e della Determinazione Settore Finanziario n del (R.G. n.

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) L anno DUEMILA... il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Premesso che:

Dettagli

COMUNE DI BISACCIA PROVINCIA DI AVELLINO

COMUNE DI BISACCIA PROVINCIA DI AVELLINO COMUNE DI BISACCIA PROVINCIA DI AVELLINO Corso Romuleo n. 86 - C.A.P. 83044 - Cod.Fisc. 82001850641 - tel. 082789202 - fax 082789837 e mail: tecnico1@omune.bisaccia.av.it e mail pec: bisaccia.tecnico1@legalmail.it

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art. 83 del decreto

Dettagli

ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno

ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno Bando di gara per l affidamento del servizio di raccolta differenziata di carta e cartone BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA INDICE 1. STAZIONE APPALTANTE...

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

COMUNE DI MASCALUCIA

COMUNE DI MASCALUCIA CAPITOLATO D ONERI Appalto per l affidamento del servizio di buoni pasto in sostituzione del servizio mensa in favore dei dipendenti comunali. Art.1 - Oggetto dell Appalto. L appalto ha per oggetto il

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Procedura negoziata con aggiudicazione mediante il ricorso al criterio del prezzo più basso per la fornitura di lavoratori in somministrazione 1. Finalità e oggetto. Il presente atto

Dettagli

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE SETTORE SERVIZI SOCIALI via Emilia Romagna tel. 0832/704360 fax 0832/705009 E-mail: servizisociali@comune.guagnano.le.it BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ACQUISTO

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A DISCIPLINARE PROVINCIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA COPERTURA RCT/RCO E RC PATRIMONIALE AMMINISTRATORI DELLA PROVINCIA DELL AQUUILA LOTTO UNICO ART.

Dettagli

COMUNE DI MANOCALZATI Provincia Avellino

COMUNE DI MANOCALZATI Provincia Avellino COMUNE DI MANOCALZATI Provincia Avellino Prot. n. 2275 BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA OGGETTO: procedura aperta con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa per l affidamento del servizio

Dettagli

SERVIZIO INFORMATICO BANDO DI GARA RENDE NOTO

SERVIZIO INFORMATICO BANDO DI GARA RENDE NOTO SERVIZIO INFORMATICO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFORMATICA DEL COMUNE DI ARBUS CIG 49382894FF IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DOTT. LUIGI SADERI RENDE NOTO

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

Comune di Civitavecchia Provincia di Roma Servizi Finanziari Ufficio Provveditorato/Economato

Comune di Civitavecchia Provincia di Roma Servizi Finanziari Ufficio Provveditorato/Economato Comune di Civitavecchia Provincia di Roma Servizi Finanziari Ufficio Provveditorato/Economato Prot. Gen. n. del Spett.le ditta OGGETTO: Invito a partecipare alla procedura negoziata indetta ai sensi dell

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA I N D I C E Art. 1 Premessa Art. 2 Condizioni di ammissione alla

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli Via Costantinopoli, n. 104 80138 - NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli Via Costantinopoli, n. 104 80138 - NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli Via Costantinopoli, n. 104 80138 - NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA 1. ENTE APPALTANTE: - Azienda Ospedaliera Universitaria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CERTOSA DI PAVIA 4 27012 0382 925746 C.F.96039190184

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CERTOSA DI PAVIA 4 27012 0382 925746 C.F.96039190184 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CERTOSA DI PAVIA P.zza Falcone e Borsellino, 4 27012 Certosa di Pavia Telefono 0382 925746 C.F.96039190184 www.scuolecertosa.gov.it dirigente@scuolecertosa.gov.it segreteria@scuolecertosa.gov.it

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA

AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ACQUISTO IN ECONOMIA Indice Il Direttore Sanitario

Dettagli

Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II, n 3 20153 Milano

Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II, n 3 20153 Milano Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II, n 3 20153 Milano Oggetto: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato Art. 1 Procedura semplificata ai

Dettagli

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma DISCIPLINARE DI GARA Procedura semplificata ai sensi degli artt. 20 e 27 del D. Lgs. n 163/2006 per la conclusione di un accordo quadro con unico operatore per l

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

Provincia dell Aquila

Provincia dell Aquila Provincia dell Aquila B A N D O DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RCT RCO L Amministrazione Provinciale dell Aquila Via S. Agostino

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

2. CONTENUTI DEL PROGETTO

2. CONTENUTI DEL PROGETTO Capitolato d'oneri e Disciplinare di Gara relativi all appalto per l assegnazione della progettazione e realizzazione della manifestazione Modena Terra di Motori Art.1. Oggetto La gara ha per oggetto la

Dettagli

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA PER LE SCUOLE PRIMARIE DI PRIMO GRADO SITE NEL COMUNE DI BORZONASCA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2010/2011, 2011/2012 E 2012/2013 Amministrazione

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Piazza Cavalleggeri 1 50122 Firenze Tel.: 055 249191 Fax 055 2342482 Allegato F GARA EUROPER DISCIPLINARE Premessa

Dettagli

4) TERMINE DI RICEZIONE DELLE OFFERTE: Tassativamente entro le ore 12,00 del 28/01/2008;

4) TERMINE DI RICEZIONE DELLE OFFERTE: Tassativamente entro le ore 12,00 del 28/01/2008; Prot. n RACCOMANDATA A.R. Villaputzu, lì SPETT/LE DITTA OGGETTO Procedura negoziata per la fornitura di N. 1 AUTOVETTURA marca FIAT tipo SEDICI 1.6 16 V 4X4 DYNAMIC PER IL CORPO POLIZIA MUNICIPALE E RITIRO

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) Via S. Di Giacomo n. 5 C.A.P. 80017

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) Via S. Di Giacomo n. 5 C.A.P. 80017 COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) Via S. Di Giacomo n. 5 C.A.P. 80017 IV SETTORE - SERVIZIO ATTIVITA NEGOZIALE (tel.081/2386286 fax 081.2386237) sito internet: www.comune.melito.na.it BANDO

Dettagli

Istituto Incremento Ippico della Sardegna

Istituto Incremento Ippico della Sardegna DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI SPECIALI 1) Ente appaltante:, P.zza Duchessa Borgia, n. 4-07014 OZIERI - tel. 079/781600- Fax 787229, e.mail:istituto.incremento.ippico@regione.sardegna.it.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E DI MANUTENZIONE STRAODINARIA DI VIA CICIGNANO ID 45/02.

PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E DI MANUTENZIONE STRAODINARIA DI VIA CICIGNANO ID 45/02. GARE PUBBLICHE DI LAVORI (modello di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà da compilare e sottoscrivere da parte dell offerente ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI A. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Società Ambiente Frosinone S.p.A. S.P. Ortella Km. 3 03030 Colfelice (Frosinone) Tel.

Dettagli

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A Oggetto: Affidamento in LOCAZIONE degli spazi pubblicitari esistenti su pensiline

Dettagli

DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio P.E.G. N. 3

DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio P.E.G. N. 3 DETERMINAZIONE del Responsabile del Servizio ORIGINALE P.E.G. N. 3 SERVIZI SOCIALI Determinazione n 315 In data 21.09.2015 N progressivo generale 1308 OGGETTO: GARA D'APPALTO A PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

SETTORE IMPIANTI E SERVIZI TECNOLOGICI SERVIZIO DI IGIENE URBANA AUTOPARCO ED AUTORIMESSA

SETTORE IMPIANTI E SERVIZI TECNOLOGICI SERVIZIO DI IGIENE URBANA AUTOPARCO ED AUTORIMESSA SETTORE IMPIANTI E SERVIZI TECNOLOGICI SERVIZIO DI IGIENE URBANA AUTOPARCO ED AUTORIMESSA AVVISO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE CARPENTERIE METALLICHE

Dettagli

3. ORGANICO DELL ENTE Attualmente l organico del Comune di Villaricca è dotato di circa 90 unità lavorative.

3. ORGANICO DELL ENTE Attualmente l organico del Comune di Villaricca è dotato di circa 90 unità lavorative. AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE PER LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI LAVORATORI SUL LUOGO DI LAVORO AI SENSI DEL D. LGS. N. 81 DEL 09.04.2008. CIG Z3C1636038.

Dettagli

COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli

COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI CAPITOLATO D ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI ART. 1 MANSIONARIO DELLE PULIZIE E CONTROLLI La

Dettagli

CONTRATTO DI AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E SUPPORTO IN MATERIA FISCALE CONTABILE DELLA DURATA DI UN ANNO

CONTRATTO DI AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E SUPPORTO IN MATERIA FISCALE CONTABILE DELLA DURATA DI UN ANNO CONTRATTO DI AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E SUPPORTO IN MATERIA FISCALE CONTABILE DELLA DURATA DI UN ANNO L'anno 2013, il giorno 20 del mese di dicembre presso a sede legale e amministrativa

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A DISCIPLINARE PROVINCIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RIGUARDANTE GLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RC AUTO, INCENDIO,

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

COMUNE DI MARRUBIU PROV. DI ORISTANO

COMUNE DI MARRUBIU PROV. DI ORISTANO COMUNE DI MARRUBIU PROV. DI ORISTANO (SCHEMA) CONTRATTO D APPALTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO triennio scolastico 2013/2014 2014/2015 2015/2016. CIG: Contraenti: ----------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Bando di gara per l alienazione di automezzi dichiarati fuori uso.

Bando di gara per l alienazione di automezzi dichiarati fuori uso. Direzione generale Oggetto: Bando di gara per l alienazione di automezzi dichiarati fuori uso. La presente richiesta ha per oggetto il ritiro degli automezzi fuori uso depositati presso il Servizio Territoriale

Dettagli

LETTERA D INVITO. Alle Ditte in indirizzo

LETTERA D INVITO. Alle Ditte in indirizzo OSSERVATORIO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI COMO PER LE IMPRESE DI PULIZIA PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. COMO VIA PARINI 16 (organismo previsto dal CCNL del 21.03.1993) LETTERA D INVITO OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza Rep. N. in data Contratto di appalto per lavori relativi ad interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e potenziamento uscite di sicurezza della

Dettagli

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio;

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio; ALLEGATO A SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: Convenzione tra Il Comune di Trieste Servizio Biblioteche Civiche e la cooperativa sociale.... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito

Dettagli

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona Prot. n. 10606 COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona OGGETTO: Invito a gara per l affidamento mediante cottimo fiduciario del servizio di pulizia della Sede municipale e altre sedi comunali per

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Area Gestione Amministrativa

Area Gestione Amministrativa REGIONE MARCHE CONSIGLIO REGIONALE Area Gestione Amministrativa AVVISO DI GARA PUBBLICO INCANTO PER LA FORNITURA DI CARTUCCE PER STAMPANTI LASER E A GETTO D INCHIOSTRO IN DOTAZIONE AGLI UFFICI DEL CONSIGLIO

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI - BANDO DI GARA : PROCEDURA APERTA

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI - BANDO DI GARA : PROCEDURA APERTA COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI - BANDO DI GARA : PROCEDURA APERTA OGGETTO: CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. CIG: 356459 In pubblicazione dal 06/02/2009

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (PERIODO 01.01.2011/31.12.2015) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (PERIODO 01.01.2011/31.12.2015) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO COMUNE DI PEDIVIGLIANO (CS) Piazza F.T. Sarsale, 4 C.A.P. 87050 (Tel. 0984-966105 Fax 0984-986049) Codice Fiscale: 80003330786 Partita Iva: 00405550781 Internet: www.comune.pedivigliano.cs.it/ BANDO DI

Dettagli

2) Categoria di servizio 6 alleg. II A - decreto legislativo 12.4.2006, n. 163; 3) Luogo di esecuzione: Roccaspinalveti

2) Categoria di servizio 6 alleg. II A - decreto legislativo 12.4.2006, n. 163; 3) Luogo di esecuzione: Roccaspinalveti COMUNE DI ROCCASPINALVETI (CHIETI) PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI ROCCASPINALVETI-PERIODO 01/01/2012-31/12/2016 IN ESECUZIONE DELLA DETERMINAZIONE A CONTRATTARE

Dettagli

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO In esecuzione della determinazione n. 243 RG del 08.06.2016

Dettagli

OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05.

OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05. OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05.2017 IMPRESA: (denominazione e codice fiscale) REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Massa 24 giugno 2013 Spett.le: Ditte invitate. Lettera d invito

Massa 24 giugno 2013 Spett.le: Ditte invitate. Lettera d invito 1 Massa 24 giugno 2013 Spett.le: Ditte invitate Lettera d invito Oggetto: gara per la fornitura di servizi di smaltimento rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, con ricorso a procedura di affidamento

Dettagli