Gara d appalto mediante procedura di cottimo fiduciario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gara d appalto mediante procedura di cottimo fiduciario"

Transcript

1

2

3 Gara d appalto mediante procedura di cottimo fiduciario Richiesta di offerta per la fornitura a noleggio e posa in opera del materiale illuminotecnico la fornitura a noleggio e posa in opera del materiale illuminotecnico con supporto tecnico presso i luoghi teatrali e non per gli spettacoli del NTFI Ente Aggiudicatore : Fondazione Campania dei Festival Sistema di gara: Acquisizioni in economia - COTTIMO FIDUCIARIO Criterio di aggiudicazione: MASSIMO RIBASSO CODICE CIG: C Determina a contrarre: Prot del 24 /04/2014 1

4 PARTE I BANDO DI GARA Articolo 1 MOTIVAZIONE DEL SERVIZIO La Regione Campania, nel desiderio di promuovere la cultura teatrale a livello locale, nazionale ed internazionale nonché di dare impulso a manifestazioni nel settore dello spettacolo e delle arti visive, ha costituito la Fondazione Campania dei Festival, strumento operativo regionale sottoposto alla dipendenza economica e funzionale della Regione Campania che, nel rispetto dei principi di gestione in house, promuove, programma e realizza, sulla scorta degli indirizzi e del controllo della Regione, progetti per le politiche di sviluppo della cultura teatrale, dello spettacolo e delle arti visive in Campania. La Fondazione, nel quadro degli obiettivi sopraindicati, è soggetto beneficiario di risorse di derivazione nazionale e comunitaria e nello specifico organizza, gestisce e realizza i seguenti progetti: Napoli Teatro Festival Italia 2012/ contratto di servizi sottoscritto con la Regione Campania di cui al CUP: B28F E CIG: D84. PAC III( Piano Azione e Coesione III) Cantieri d arte dalle periferie al mondo - approvato con delibera di Giunta Regionale della Campania n. 225 del 12/07/2013 e convenzione accessiva n. 1/2014. Sviluppo del Napoli Teatro Festival Italia 2014/2015 contratto di servizi sottoscritto con la Regione Campania di cui al CUP: B69B

5 Articolo 2 STAZIONE APPALTANTE I recapiti della FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL di seguito per brevità denominata come committente o Stazione Appaltante sono i seguenti: indirizzo: VIA GAETANO FILANGIERI, 36; telefono fax : Responsabile del Procedimento: Dott. Alessandro Russo Articolo 3 OGGETTO DEL SERVIZIO La FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL intende affidare, mediante procedura di cottimo fiduciario, di cui all art. 125 Dlgs 163/2006, il contratto per la fornitura a noleggio e posa in opera del materiale illuminotecnico con supporto tecnico presso i luoghi teatrali e non per gli spettacoli del NTFI 2014, di cui alla distinta dettagliata nel Disciplinare Tecnico in allegato. Il bando e il disciplinare di gara sono disponibili presso il sito internet Il presente appalto è dato a: corpo. Articolo 4 IMPORTO DELLA FORNITURA 3

6 L'importo complessivo dei lavori ed oneri compresi nella fornitura a noleggio, ammonta a ,36 (centocinquantaduemilacinquecentoquaranta/36 euro) oltre iva. Non sono ammesse offerte in aumento. La gara ammette eventuali integrazioni, preventivamente stimate e comunque in percentuale, direttamente rapportate all importo di aggiudicazione della gara stessa. Articolo5 DURATA DEL SERVIZIO Periodo di appalto dal 14 maggio 2014 al 30 giugno Articolo 6 RIFERIMENTI NORMATIVI E DOCUMENTI A BASE DI GARA Il seguente appalto è regolato dall art. 125 D.lgs 163/2006 e dalle condizioni indicate nel presente capitolato amministrativo, nonché dal disciplinare tecnico. Ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e s.m.i. si informa che i dati forniti dalle Società concorrenti sono trattati dalla FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL per le finalità connesse al seguente appalto e per l eventuale successiva stipula e gestione del contratto. Titolare del trattamento dei dati è la Fondazione Campania dei Festival. Articolo 7 4

7 REQUISITI DI AMMISSIONE Al fine di essere ammessi alla presente procedura, i soggetti partecipanti dovranno comprovare, o con certificazioni o con unica dichiarazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i. sottoscritta dal legale rappresentante ed accompagnata dalla fotocopia di un documento di identità in corso di validità del sottoscrittore, le seguenti condizioni: - requisiti di ordine generale a. dichiarazione di insussistenza delle cause d esclusione previste dall art.38 D.lgs. 163/2006, del rappresentante legale; b. autorizzazione al trattamento dei dati forniti ai sensi del D.lgs n. 196/2003; c. Certificato CCIAA o in copia conforme all originale; autocertificazione, rilasciata ai sensi di legge, relativa alla correttezza contributiva e fiscale dell impresa; d. autocertificazione, rilasciata ai sensi di legge, relativa all adeguamento alla normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro ai sensi del Testo Unico n.81/08; e. possesso di un Sistema di Gestione di Qualità certificato ISO 9001:2000, rilasciato da un ente accreditato al SINCERT; f. dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante i requisiti indicati all art. 28 del DPR 34/2000; g. curriculum aziendale; -requisiti tecnico economici a. referenze bancarie rilasciate da almeno due Istituti di Credito; Ai sensi dell Art.46 del DLgs n 163 del 2006, la Stazione Appaltante si riserva la facoltà di richiedere ai concorrenti integrazioni o chiarimenti in ordine al contenuto dei certificati, documenti e dichiarazioni presentati. QUIETANZA DI VERSAMENTO DELLA TASSA SUGLI APPALTI all Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture, ai sensi della deliberazione vigente, per il seguente importo: 5

8 CIG: C IMPORTO: ESENTE IMPORTO BASE D ASTA, ESCLUSO IVA: ,36 Il pagamento della contribuzione, se dovuta, avviene secondo le seguenti modalità: L utente iscritto per conto dell operatore economico dovrà collegarsi al servizio raggiungibile dalla homepage sul sito web dell Autorità (www.avcp.it) con le credenziali da questo rilasciate e inserire il codice CIG che identifica la procedura alla quale l operatore economico rappresentato intende partecipare. Il sistema consentirà il pagamento diretto mediante carta di credito oppure la produzione di un modello da presentare a uno dei punti vendita Lottomatica Servizi, abilitati a ricevere il pagamento. Pertanto sono consentite le seguenti modalità di pagamento della contribuzione: 1. online mediante carta di credito dei circuiti Visa, MasterCard, Diners, American Express. Per eseguire il pagamento sarà necessario collegarsi al Servizio riscossione e seguire le istruzioni a video oppure l emanando manuale del servizio. A riprova dell'avvenuto pagamento, l utente otterrà la ricevuta di pagamento, da stampare e allegare all offerta, all indirizzo di posta elettronica indicato in sede di iscrizione. La ricevuta potrà inoltre essere stampata in qualunque momento accedendo alla lista dei pagamenti effettuati disponibile on line sul Servizio di Riscossione ; 2. in contanti, muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di riscossione, presso tutti i punti vendita della rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini. All indirizzo è disponibile la funzione Cerca il punto vendita più vicino a te ; a partire dal 1 maggio 2010 è stata attivata la voce contributo AVCP tra le categorie di servizio previste dalla ricerca. Lo scontrino rilasciato dal punto vendita dovrà essere allegato in originale all offerta. Per i soli operatori economici esteri, sarà possibile effettuare il pagamento anche tramite bonifico bancario internazionale, sul conto corrente bancario n , aperto presso il Monte dei Paschi di Siena (IBAN: IT 77 O ), (BIC: PASCITMMROM) intestato all'autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. La causale del versamento deve riportare esclusivamente il codice identificativo ai fini fiscali utilizzato nel Paese di residenza o di sede del partecipante e il codice CIG che identifica la procedura alla quale si intende partecipare. 6

9 Articolo 8 MODALITA E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA L offerta e i documenti richiesti dovranno essere prodotti in lingua italiana e dovranno essere contenuti in due distinte buste denominate Busta lettera A e Busta lettera B perfettamente sigillati ed inserite in un unico plico a pena di esclusione dalla gara. Il plico dovrà essere perfettamente chiuso con striscia di carta incollata o nastro adesivo o ceralacca o con equivalenti strumenti idonei a garantire la sicurezza contro eventuali manomissioni, e controfirmata sui lembi di chiusura da chi ha sottoscritto l offerta. Il PLICO dovrà essere spedito attraverso il servizio di spedizione gestito da Poste Italiane S.p.A., altri mezzi di spedizione autorizzati, o consegnate a mano tutti i giorni, entro le ore 12:00 del 13/05/2013 presso la segreteria della Fondazione Campania Dei Festival, in Via Gaetano Filangieri, Napoli. Sul PLICO dovrà chiaramente essere apposta, a pena di esclusione dalla gara, la seguente dicitura: Offerta per la fornitura a noleggio e posa in opera del materiale illuminotecnico con supporto tecnico presso i luoghi teatrali e non per gli spettacoli del NTFI 2014, CIG C. L errata trascrizione della dicitura comporterà l esclusione della ditta partecipante dalla procedura di gara. In caso di consegna a mano, la data e l ora di ricezione saranno attestate a timbro apposto dalla stazione appaltante. Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio dei mittenti. Non sono prese in considerazione le offerte pervenute dopo il termine di presentazione indicato nel presente articolo, anche se aggiuntive o sostitutive, nonché tardive dichiarazioni di revoca di offerte pervenute tempestivamente. 7

10 All interno del PLICO dovranno essere inserite, a pena di esclusione dalla gara, due diverse buste confezionate sempre a pena di esclusione con le stesse modalità precedentemente indicate (chiusura e sigillatura identificazione mittente firma/sigla) Le due buste contenute nel plico, dovranno riportare le seguenti diciture: Busta lett. A, contenente la Documentazione Amministrativa Requisiti di ammissione ; Busta lett. B, contenente Offerta Economica. La Busta lett. B (Offerta Economica) dovrà essere, a pena di esclusione dalla gara, non trasparente e comunque tale da non permettere di acquisire alcun elemento economico dell offerta se non tramite l apertura della busta stessa. Nella busta B Offerta Economica, a pena di esclusione, dovrà essere contenuta l offerta economica in cui il concorrente dovrà indicare la propria offerta economica. A pena di esclusione dalla gara, tale offerta dovrà obbligatoriamente: a) Contenere i dati relativi all impresa, al Consorzio o al Raggruppamento di imprese; b) Essere firmata o siglata in ogni sua pagina da parte del Legale rappresentante dell impresa (o persona munita da comprovati poteri di firma la cui procura sia stata prodotta nella busta A Documentazione Amministrativa ); c) Riassumere l importo globale e la percentuale di ribasso rispetto alla base d asta di cui all art. 4 del presente capitolato; d) L offerta dovrà riportare in cifre e in lettere l offerta fatta in rapporto alla richiesta; In caso di discordanza tra il valore in cifre e quello in lettere sarà ritenuta valida la quotazione espressa in lettere. Non saranno prese in considerazioni offerte parziali. In particolare si precisa che l'offerta economica dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante e dovrà essere accompagnata da un suo documento di identità in corso di validità. 8

11 L'omessa indicazione del prezzo offerto, nonché la mancata osservanza delle modalità di sottoscrizione delle offerte, comporteranno l'esclusione dell'offerente dalla gara. Non sono ammesse offerte in aumento. Eventuali richieste di sopralluogo e/o chiarimenti potranno essere richiesti alla nostra società tramite fax allo o via fino alle ore 12:00 del giorno 13/05/2014. Articolo 9 CRITERI DI AGGIUDICAZIONE Ai sensi dell'art. 82 del D.Lgs. n. 163/2006, l aggiudicazione avverrà in favore della concorrente che avrà offerto il prezzo con il massimo ribasso, e comunque inferiore a quello posto a base di gara. La Stazione Appaltante si riserva la facoltà di verifica delle eventuali offerte anonime ai sensi degli articoli 86 e 87 del DLgs 163 del Articolo 10 ESPERIMENTO DELLA GARA ED AGGIUDICAZIONE Le proposte saranno valutate dalla Stazione Appaltante sulla base della migliore offerta al massimo ribasso rispetto al budget massimo messo a disposizione per complessivi ,91 (centrotrentanovemiladuecentosettantaottoeuro /91) oltre IVA. La Stazione Appaltante sceglierà un unica ditta vincitrice (anche in presenza di una sola offerta) e si riserva il diritto di non sceglierne in caso di mancata presentazione di offerte giudicate valide. La Stazione Appaltante, il giorno 13/05/2013 alle ore 13:00, in seduta pubblica, procederà come segue: - Accertamento della osservanza delle modalità di presentazione dei plichi pervenuti, secondo quanto prescritto dal presente Capitolato Tecnico -Amministrativo. 9

12 - Apertura dei plichi regolarmente presentati e verifica che al loro interno siano contenute le buste contrassegnate da lett. A Documentazione Amministrativa requisiti di ammissione, da lett. B - Offerta Economica. - Apertura della busta A Documentazione Amministrativa requisiti di ammissione, verifica della sussistenza e della correttezza formale di tutti i documenti e dichiarazioni. I partecipanti alla gara possono essere rappresentati dai rispettivi legali rappresentanti ovvero da soggetti delegati da questi ultimi a mezzo delega resa a norma di legge. Nella stessa seduta pubblica oppure in una successiva la Stazione Appaltante, solo in relazione ai concorrenti non esclusi, procederà all apertura della busta B contenente l offerta economica e provvederà al riscontro del prezzo più basso offerto. Nel caso che due o più concorrenti facciano la stessa offerta ed esse siano accettabili, si procederà alla richiesta di miglioramento estesa ai soli concorrenti che hanno prodotto le offerte più basse di pari valore. L aggiudicazione avverrà a favore della ditta che presenterà il massimo ribasso. A seguito dell esito positivo degli accertamenti di cui al presente articolo, si procederà all aggiudicazione attraverso l approvazione dell organo della Stazione Appaltante a ciò preposto. La Stazione Appaltante si riserva la facoltà di aggiudicare il servizio anche in presenza di una sola offerta valida. Delle suddette operazioni si darà atto con verbale. Articolo 11 ESCLUSIONI Sono motivi di esclusione dalla partecipazione alla gara tutti i casi rappresentati dall art. 38 D.lgs. 163/2006 e quelli di seguito elencati: 10

13 Le offerte pervenute oltre il termine indicato all art. 8; Le offerte inviate con modalità difforme da quella prescritta nel presente capitolato; Le offerte pervenute in buste e/o plichi non perfettamente chiusi, tali da non garantire la segretezza dei dati contenuti; La mancata osservanza di quanto prescritto, con dicitura a pena di esclusione nel presente Capitolato Tecnico-Amministrativo; Le offerte non complete, anche di uno solo, dei documenti espressamente richiesti nel presente capitolato e/o la mancanza dei documenti necessari per legge a dare validità all offerta stessa. Articolo 12 AFFIDAMENTO DELL INCARICO CONTRATTO Le prestazioni di cui al presente appalto saranno quindi affidate all Aggiudicatario (di seguito Fornitore) mediante stipula di apposito contratto, che avverrà con le modalità previste dalla normativa vigente in materia di Regolamenti di Contratti. Il contratto sarà efficace per il Contraente fin dalla data della sua sottoscrizione e dalla medesima data comincerà a produrre i suoi effetti giuridici. Articolo 13 SANZIONI In caso di dichiarazioni false, oppure in caso di mancata produzione della documentazione di verifica del possesso dei requisiti richiesti dal presente capitolato, o ancora in caso in cui l aggiudicatario non provveda alla successiva stipula del contratto, la FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL si libererà da ogni vincolo giuridico, e si riserverà il diritto di richiesta di risarcimento danni. In tal caso, la FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL prenderà in considerazione le altre offerte pervenute in sede di aggiudicazione della gara stessa. 11

14 L aggiudicatario si impegna a fornire il servizio nella qualità indicata e per tutta la durata indicata nel bando; la interruzione del servizio o la mancata effettuazione dello stesso o di parte di esso comporterà automaticamente la rescissione del contratto e l annullamento di ogni obbligo e pagamento da parte dalla Fondazione. Articolo 14 GARANZIE L aggiudicatario dovrà prestare idonea cauzione a garanzia dell esatto adempimento del contratto secondo quanto previsto dall art. 113 del D.Lgs. 163/06. Articolo 15 MODALITA DI PAGAMENTO L importo dell appalto sarà quello risultante dal verbale di aggiudicazione a seguito del ribasso praticato dal concorrente che risulterà aggiudicatario della gara. I pagamenti, verranno effettuati entro 120 giorni dalla presentazione della fattura, con accredito sul c/c bancario intestato alla Aggiudicatario. Si precisa che il rispetto dei tempi previsti per il pagamento è subordinato alla disponibilità di cassa, ovvero agli svincoli monetari erogati dagli Enti Finanziatori. L eventuale penale sarà ritenuta in corrispondenza della liquidazione finale dei lavori. L applicazione della penale non solleva comunque l Appaltatore della esecuzione delle opere come prescritto dal Codice Civile. La Stazione Appaltante si riserva comunque di richiedere, in aggiunta alla penale di cui al punto precedente, il risarcimento di tutti i danni derivanti direttamente o indirettamente o dalla negligenza o dall inadempienza del appaltatore nell esecuzione dei lavori. Nel caso in cui gli organi incaricati rilevino anomalie sulla qualità e 12

15 quantità della fornitura, il Committente, fermo restando la richiesta del risarcimento del danno, può applicare le relative penalità. Qualora la ditta non provveda entro 24 ore dall invio tramite fax delle contestazione a rendere il servizio conforme al Capitolato, l Amministrazione Appaltante ha le facoltà di risoluzione del contratto ai sensi dell art del Codice Civile ed al contestuale risarcimento dei danni. Nella ipotesi di mancato rispetto del presente Capitolato, dei suoi allegati, e delle ulteriori definizioni, esplicitati in sede contrattuale, il Committente dopo aver comunicato formale contestazione all Appaltatore, il quale ha la facoltà di fornire le proprie controdeduzioni entro il termine di 3 giorni dalla ricezione dell atto di contestazione medesima, può comminare specifiche penali. L applicazione delle penali non preclude in ogni caso eventuali azioni giudiziarie da parte del Committente, nonché richieste di risarcimento danni morali e materiali. E fatta salva comunque la facoltà di risolvere il contratto nel caso di gravi violazioni o inadempienze nell espletamento del servizio. Nel caso in cui la Ditta aggiudicataria non provvedesse al pagamento delle penali, l Amministrazione Appaltante potrà rivalersi mediante atto amministrativo sulla cauzione definitiva. Nel caso di grave inadempimento anche di una sola delle obbligazioni assunte dalla Ditta Aggiudicataria e/o derivanti dalle norme in vigore, l Amministrazione Appaltante procederà all incameramento della cauzione definitiva, restando impregiudicata la facoltà di procedere alla risoluzione del contratto e alla eventuale richiesta di risarcimento danni. Le interruzioni del servizio per causa di forza maggiore non danno luogo a responsabilità alcuna per entrambe le parti, né ad indennizzi di sorta, purché tempestivamente notificate. In caso di interruzioni del servizio per cause imputabili all Appaltatore, il Committente si riserva la facoltà di addebitare allo stesso i danni conseguenti. 13

16 Articolo 16 FORO COMPETENTE Per qualsiasi controversi derivante o connessa alla presente procedura concorsuale è competente il Tribunale di Napoli. 14

17 Capitolato Tecnico CAPITOLATO TECNICO FONDAZIONE CAMPANIA DEI FESTIVAL NAPOLI TEATRO FESTIVAL ITALIA 2014 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO... 2 ART. 2 AMMONTARE DELL APPALTO... 3 ART. 3 DESCRIZIONE DELLE FORNITURE... 3 ART. 4 QUANTITA, QUALITA E CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA FORNITURA... 4 ART. 5 VARIAZIONE ALLE OPERE PROGETTATE... 5 ART. 5 MODALITA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA... 6 ART. 6 OSSERVANZA DEL CAPITOLATO E DISPOSIZIONI DI LEGGE... 6 ART. 7 - VERIFICA FINALE... 7 ART. 8 - DOCUMENTI CHE FANNO PARTE DEL CONTRATTO... 7 ART. 9 - RAPPRESENTANTE DELL APPALTATORE E DOMICILIO; DIRETTORE DI CANTIERE... 8 ART CARTELLI ALL' ESTERNO DEL CANTIERE... 9 ART COPERTURE ASSICURATIVE... 9 ART CONSEGNA DEI LAVORI - PROGRAMMA OPERATIVO DEI LAVORI INIZIO E TERMINE PER L'ESECUZIONE - CONSEGNE PARZIALI - SOSPENSIONE ART RISOLUZIONE DEL CONTRATTO PER MANCATO RISPETTO DEI TERMINI ART DANNI PER CAUSA DI FORZA MAGGIORE ART SICUREZZA DEI LAVORI ART ANTICIPAZIONE E PAGAMENTI IN ACCONTO ART RITARDI NEL PAGAMENTO DELLE RATE DI ACCONTO ART CESSIONE DEL CORRISPETTIVO DI APPALTO ART LAVORI IN ECONOMIA ART CONTO FINALE ART COLLAUDO ART ONERI A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA ART OBBLIGHI DELLA DITTA APPALTATRICE VERSO IL PERSONALE DIPENDENTE ART DISPOSIZIONI GENERALI RELATIVE AI PREZZI UNITARI INVARIABILITA' DEI PREZZI - NUOVI PREZZI ART ORDINE DA TENERSI NELL'ANDAMENTO DEI LAVORI ART FALLIMENTO DELL APPALTATORE ART NORME GENERALI ALLEGATI pagina 1 di 28

18 Capitolato Tecnico CAPITOLATO TECNICO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO In generale, le forniture consistono in: fornitura a nolo e posa in opera di materiale video (sottoquadri di distribuzione); fornitura a nolo e posa in opera di cavi di potenza (cavi di prolunga ecc..); fornitura a nolo e posa in opera di distribuzione (sottoquadri, power box, ecc..); fornitura a nolo e posa in opera di sottoquadri(sottoquadri, power box, ecc); fornitura a nolo e posa in opera di dimmer (rack dimmer digitali ecc..); fornitura a nolo e posa in opera di cavi di segnale (cavi Dmx, splitter, ecc.. ); fornitura a nolo e posa in opera di cavi multipli(cavi prolunga, riduzioni, sdoppiatori, ciabatte consolle, ecc. ); fornitura a nolo e posa in opera di cavi di proiettori (proiettori fresnel, stativi, segui persona, ecc..); assistenza a montaggio e smontaggio e di assistenza allo spettacolo di tecnico luci; fornitura a nolo e posa in opera di consolle ( consolle digitale, ecc..); fornitura a nolo e posa in opera di accessori (ciabatte, ecc..); Le lavorazioni saranno meglio dettagliate negli elaborati grafici allegati, fatte salve più precise indicazioni che all'atto esecutivo potranno essere impartite dalla Direzione dei lavori, di seguito elencati: 1. Tav. 01 Planimetria generale rev Tav. 02a Sala Cinema Layout palcoscenico 3. Tav. 02b Sala Cinema Layout Ring 4. Tav. 03 Sala dei 500 Layout e sezioni Palcoscenico e Ring 5. Tav. 04 Camerini Sala 500/Vagoni 6. Tav. 05 Camerini Sala Cinema/Locomotive 7. Tav. 06 Arena Layout e sezioni 8. Tav. 07 Padiglione Locomotive pagina 2 di 28

19 Capitolato Tecnico Gli elaborati grafici formano parte integrante del presente capitolato. ART. 2 AMMONTARE DELL APPALTO L importo a base d appalto è d i Euro ,36 escluso I.V.A. (centocinquantaduemilacinquecentoquaranta/36) Compreso di oneri della sicurezza. Tale importo deve intendersi comprensivo dei costi relativi ai servizi connessi alla fornitura quali, a ti tolo esemplificativo e non esaustivo, il trasporto, lo scarico, il montaggio, l installazione delle apparecchiature ed impianti, la loro taratura e verifica funzionale, prove strumentali, smaltimento degli imballaggi, ritiro degli eventuali resi, eventuali interventi per il ripristino della funzionalità durante il periodo di garanzia, certificazioni dei materiali, richieste di permessi o concessioni, redazione di progetti di verifica delle strutture portanti. ART. 3 DESCRIZIONE DELLE FORNITURE Le opere e le forniture previste nell appalto sono: materiale video (sottoquadri di distribuzione); cavi di potenza (cavi di prolunga ecc..); distribuzione (sottoquadri, power box, ecc..); dimmer (rack dimmer digitali ecc..); cavi di segnale (cavi Dmx, splitter, ecc.. ); cavi multipli(cavi prolunga, riduzioni, sdoppiatori, ciabatte consolle, ecc. ); cavi di proiettori (proiettori fresnel, segui persona, ecc..); assistenza a montaggio e smontaggio e di assistenza allo spettacolo di tecnico luci; consolle ( consolle digitale, ecc..); accessori (ciabatte, ecc..); Gli impianti dovranno essere perfettamente installati e funzionanti, completi di ogni opera ed accessorio (anche non espr essamente menzionati) necessari al loro corretto funzionamento, certificati, testati ed installati a regola d arte. Le strutture dovranno essere stabili, silenziose e tale da non presentare alcuna oscillazione e dovranno essere accompagnate da una relazione tecnica di verifica a firma di un tecnico. pagina 3 di 28

20 Capitolato Tecnico ART. 4 QUANTITA, QUALITA E CARATTERISTICHE TECNICHE DELLA FORNITURA Le quantità e le caratteristic he tecniche degli im pianti e delle forniture devono essere inderogabilmente, pena l esclusione dalla gara, quelle indicate nella lista delle lavorazioni e forniture. offerta. Tutti gli impianti e le attrezzature fornite in acquisto devono essere nuove e costruite con componenti nuovi. In sede di gara, secondo le modalità indicate nel bando, la ditta dovrà presentare le schede tecniche contenenti le specifiche tecniche di ogni prodotto la marca e il modello. Si richiede, altresì, la presentazione di tutti i certificati di conformità dei materiali alle vigenti norme tecniche e di sicurezza nonché le omologazioni dei sistemi, fornendo le necessarie certificazioni ed att estazioni di corretto montaggio. Gli impianti ed i materiali offerti devono rispettare le indicazioni delle normative vigenti per i locali di pubblico spettacolo. L aggiudicatario, prima dell inizio dei lavori, dovrà fornire le campionature di tutti i materiali e certificati che dovranno essere sottoposte e approvate dalla Direzione Lavori. Tutti i materiali utilizzati al chiuso dovranno essere certificati alla classe 1 di reazione al fuoco. La struttura deve essere eseguita nel pieno rispetto del D.Lgs. 81/08 e dotato di impianto di messa a terra riportante la lettura degli Ohm come misurati in sito a fine montaggio e seguito da idonea dichiarazione della L. 37/08. Il materiale offerto è da considerare vincolante per la ditta. Le caratteristiche dei materiali dovranno essere uguali o equivalenti a quanto riportati nel computo metrico e nella lista delle forniture allegate al presente. Per il materiale specificato con marca e modello è necessario attenersi a quanto specificamente indicato nel computo in quanto deriva da richieste delle v arie compagnie. Si precisa, che si intend ono compresi nell offerta, tutti i mezzi necessari al trasbordo ed al sollevamento di tutto il materiale necessario a realizzare l opera, da piano strada, fino a quota cantiere e il trasposto a piè d opera. Tutte le forniture dovranno essere corredate da quadri di alimentazione elettrica, cavi, accessori e quanto altro necessario al loro corretto funzionamento Tutti i proiettori devono essere forniti di lampada cordino di sicurezza, porta gelatina, pagina 4 di 28

21 Capitolato Tecnico gancio di sospensione, paraluce a q uattro alette, il tutto pr eventivamente testato e perfettamente funzionante. Teste mobili rigorosamente revisionate e silenziose. ART. 5 VARIAZIONE ALLE OPERE PROGETTATE 1. L'Amministrazione si riserva la insindacabile facoltà di introdurre nelle opere, all'atto esecutivo, quelle varianti che r iterrà opportune, nell'interesse della buona riuscita e dell'economia dei lavori, senza che l'appaltatore possa trarne motivi per avanzare pretese di compensi ed indennizzi, di qualsiasi natura e specie, non stabiliti nel vigente Capitolato Generale (D.M. 145/ ),come previsto dal d. lgs n 163 del e s.mm.ii., e per le parti non in contrasto con il Codice degli Appalti, dal DPR n 207 del e da tutte le altre Leggi Stata li e R egionali in materia di Opere Pubbliche, e c on quanto previsto nel presente Capitolato Speciale di Appalto. 2. Non sono considerati varianti e modificazioni gli interventi disposti dal direttore dei lavori per risolvere aspetti di dettaglio e che si ano contenuti entro un importo non superiore al 10% per i lavori di recupero, ristrutturazione, manutenzione e restauro e al 5% per tutti gli altri lavori delle categorie dell'appalto, sempreché non comportino un aumento dell'importo del contratto stipulato per la realizzazione dell'opera. 3. Le varianti derivanti da errori od omissioni in sede di progettazione sono quelle di cui all'art. 114 del d.lgs n 163/ e ss.mm.ii.. 4. Sono considerate varianti, e come tali ammesse, quelle in aumento o in diminuzione finalizzate al miglioramento dell'opera od alla funzionalità, che non comportino modifiche sostanziali e siano motivate da obbiettive esigenze derivanti da circostanze sopravvenute ed imprevedibili al momento della stipula del contratto. L'importo di queste varianti non può comunque essere superiore al 5% d ell'importo originario e dev e trovare copertura nella somma stanziata per l'esecuzione dell'opera. 5. Salvo i casi di cui ai commi 2 e 4, è sottoscritto un atto di sottomissione quale appendice contrattuale, che deve indicare le modalità di contrattazione e contabilizzazione delle lavorazioni in variante. 6. Per le opere a rete è in facoltà dell Amministrazione Appaltante invocare l applicazione della L.R. n 1 3 del art. 18 comma 2, e ss.mm.ii.. Inoltre, in nessun caso, eventuali integrazioni e migliorie relative al piano di sicurezza e coordinamento di cui all' art. 93 del d. lgs n 163/ e ss.mm.ii., proposte dall' Impresa ed accettate dal Coordinatore per l'esecuzione, potranno giustificare modifiche od adeguamenti dei prezzi pattuiti. pagina 5 di 28

22 Capitolato Tecnico ART. 5 MODALITA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA I prezzi indicati sono da considerarsi al net to dell I.V.A., ma comprensiv i delle spese di imballaggio, trasporto, consegna e di ogni altro onere accessorio collegato alla presente fornitura. ART. 6 OSSERVANZA DEL CAPITOLATO E DISPOSIZIONI DI LEGGE L appalto è sog getto alla piena osservanza di tutte le co ndizioni stabilite nel pres ente Capitolato ed al rispetto di tutte le norme di legge (anche non espressamente menzionate) riguardanti la realizzazione delle opere e delle forniture in oggetto. In particolare la Ditta aggiudicataria è tenuta al rispetto di tutte le norme relative e conseguenti alla realizzazione delle opere e delle forniture in oggetto, di cui a seg uito viene riportato un elenco esemplificativo: - assicurazioni dei lavoratori; - sicurezza sul lavoro; - prevenzione incendi nei locali di pubblico spettacolo; - classe di reazione al fuoco dei materiali utilizzati; - legge 186/68; - norme CEI UNEL per apparecchiature ed i mpianti elettrici ed el ettronici, con particolare riferimento alla sezione relativa ai luoghi di pubblico spettacolo; - D.M.37/2008 (ex legge 46/90). - NTC La ditta, accettando l appalto, solleva l Amministrazione da og ni responsabilità per il mancato rispetto di tali norme. La ditta è tenuta al rispetto delle disposizioni di legge anche quando non espressamente citate. Il rispetto delle norme è obbligatorio anche in caso queste siano in contrasto con quanto richiesto nel presente Capitolato e nel Computo Metrico e lista delle lavorazioni e forniture, senza che ciò debba far pretendere maggiori oneri economici da parte dell Amministrazione. pagina 6 di 28

23 Capitolato Tecnico ART. 7 - VERIFICA FINALE Le apparecchiature e gli impianti sono sottoposti a verifica finale dall avvenuta consegna, installazione e messa in funzione, al termine della verifica viene redatto apposito verbale di accertamento. Oggetto della verifica finale è il controllo della rispondenza dei materiali e degli impianti, a quanto indicato nel computo metrico e nel presente capitolato, nonché delle perfette condizioni di stato e funzionamento. La verifica viene eseguita nel più breve tempo possibile, in modo continuativo ed i n contraddittorio tra i rappresentanti dell Amministrazione e della Ditta, sulla scorta di prove funzionali e diagnostiche idonee per ogni tipo di apparecchiatura ed impianto. Qualora la verifica finale rilevi guasti, inconvenienti o di fetti, la Ditta si impegna ad eliminarli nel più breve tempo possibile compatibile con l inizio delle attività di spettacolo. Le apparecchiature, gli impianti o parte di essi che non sono risultate idonee e quindi sono state sostituite o sistemate, vengono nuovamente sottoposte a verifica. L Amministrazione ha facoltà di risolvere il contratto per tutta o parte della fornitura; le apparecchiature, gli impianti o parte di essi che s ono state rifiutate sono a disposizione della Ditta che d eve provvedere al loro ritiro a pr opria cura e sp esa entro il più breve tempo possibile, fatto salvo il risarcimento dei danni all Amministrazione. ART. 8 - DOCUMENTI CHE FANNO PARTE DEL CONTRATTO Sono parte integrante del contratto di appalto, anche se non materialmente allegati, ai sensi dell art. 37 del D.P.R. n 207/ , oltre al presente Capitolato Speciale d Appalto e al Capitolato Generale (D.M. n 14 5/2000), tutti gli elaborati tecnico - amministrativi e g rafici allegati al progetto, l elenco dei prezzi unitari, la lista delle lavorazioni e forniture, programma eventi. Sono contrattualmente vincolanti tutte le leggi e le norme vigenti in materia di LL.PP., e in particolare: - la legge 20 marzo 1865, n 2248, allegato F, per quanto applicabile; - D. Lgs n 163/ e ss.mm.ii., e per le parti non in contrasto con il Codice degli Appalti, dalla Legge n 16 6/ e dalla Legge n 6 2/ (Comunitaria 2004); pagina 7 di 28

24 Capitolato Tecnico - il regolamento generale approvato con D.P.R. 05 o ttobre 2010, n 20 7, per quanto applicabile. ART. 9 - RAPPRESENTANTE DELL APPALTATORE E DOMICILIO; DIRETTORE DI CANTIERE 1. L appaltatore deve eleggere domicilio ai sensi e nei modi di cu i all articolo 2 del capitolato generale d appalto; a t ale domicilio si intendono ritualmente effettuate tutte le intimazioni, le assegnazioni di termini e ogni altra notificazione o comunicazione dipendente dal contratto. 2. L appaltatore deve altresì comunicare, ai sensi e nei modi di cui all articolo 3 de l capitolato generale d appalto, le generalità delle persone autorizzate a riscuotere. 3. Qualora l appaltatore non conduca direttamente i lavori, deve depositare presso la stazione appaltante, ai sensi e nei modi di cui all articolo 4 del capitolato generale d appalto, il mandato conferito con atto pubblico a persona idonea, sostituibile su richiesta motivata della stazione appaltante. La direzione del cantiere è assunta dal direttore tecnico dell impresa o da altro tecnico, abilitato secondo le previsioni del capitolato speciale in rapporto alle caratteristiche delle opere da eseguire. L assunzione della direzione di cantiere da parte del direttore tecnico avviene mediante delega conferita da tutte le imprese operanti nel cantiere, con l indicazione specifica delle attribuzioni da esercitare dal delegato anche in rapporto a quelle degli altri soggetti operanti nel cantiere. 4. L appaltatore, tramite il direttore di cantiere assicura l organizzazione, la gestione tecnica e la conduzione del cantiere. Il direttore dei lavori ha il diritto di esigere il cambiamento del direttore di cantiere e del personale dell appaltatore per disciplina, incapacità o grave negligenza. L appaltatore è in tutti i casi responsabile dei danni causati dall imperizia o dalla negligenza di detti soggetti, nonché della malafede o della frode nella somministrazione o nell impiego dei materiali. 5. Ogni variazione del domicilio di cui al comma 1, o delle persona di cui ai commi 2, 3 o 4, deve essere tempestivamente notificata alla Stazione appaltante; ogni variazione della persona di cui al comma 3 deve essere accompagnata dal deposito presso la Stazione appaltante del nuovo atto di mandato. pagina 8 di 28

25 Capitolato Tecnico ART CARTELLI ALL' ESTERNO DEL CANTIERE L'Appaltatore ha l'obbligo di fornire in opera a sua cura e spese e di esporre all'esterno del cantiere, come dispone la Circolare Min. LL.PP. 1 giugno 1990, n 1729/UL, un cartello di dimensioni non inferiori a m. 2,00 (larghezza) per m. 3,00 (altezza) in cui deve essere indicato l'amministrazione, l'oggetto dei lavori, i nominativi dell'impresa, del Progettista, del Direttore dei Lavori, del Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei lavori, la data di consegna / inizio e ultimazione lavori; ed anche, ai sensi dell'art. 118, comma 5 del d.lgs n 163/ e ss.mm.ii., i nominativi di tutte le imprese subappaltatrici e d ei cottimisti nonché i dati di cui al comma 2, punto 4 dello stesso art. 118 del d. lgs n 163/2006 e ss.mm.ii., il tutto secondo uno schema preventivamente approvato dal Direttore dei Lavori. Il cartellone da collocare deve riportare gli estremi dell Ente Finanziatore. ART COPERTURE ASSICURATIVE Ai sensi dell art. 75, del d. lgs n 163/ e ss.mm.ii., e per le parti non in contrasto con il Codice degli Appalti, dalla Legge n 166/ e dalla legge n 62/ (Comunitaria 2004), l Impresa appaltatrice è obbligata a sti pulare una o pi ù polizze assicurative che tengano indenni la Stazione appaltante da tutti i rischi di esecuzione da qualsiasi causa determinati, salvo quelli derivanti da errori di progettazione, insufficiente progettazione, azioni di terzi o ca use di forza maggiore, e ch e prevedano anche una garanzia di responsabilità civile per danni a terzi nell esecuzione dei lavori sino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio. Di conseguenza è onere d ell Impresa appaltatrice, da ritenersi com pensato nel corrispettivo dell appalto, l accensione, presso compagnie di gradimento della Stazione appaltante, di polizze relative: 1. fideiussione - bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui al D.Lgs. n 385/1993, art. 107, che s v olgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero dell Economia e delle Finanze per l esecuzione del contratto, di validità pari alla durata del contratto medesimo e contenente l impegno a prorogarne l efficacia su richiesta dell Ente. La fideiussione : - dovrà essere prestata ai sensi del D. Lgs. n 163/20 06 e ss.mm.ii., art. 113; pagina 9 di 28

26 Capitolato Tecnico - dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui al cod. civ., art /2, nonché l operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante ; - dovrà essere di importo pari a quello che sarà richiesto ; 2. polizza assicurativa. - priva di franchigie, - che tenga indenne questa stazione appaltante da tutti i rischi di esecuzione da qualsiasi causa determinati salvo quelli derivanti da e rrori di progettazione, da insufficiente progettazione, da azioni di terzi o cause di forza maggiore - che preveda anche una garanzia di responsabilità civile per danni a terzi nell esecuzione dei lavori, - avente validità sino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio o del certificato di regolare esecuzione, - per la RCT con massimale per sinistro e per anno non inferiore a , - per la RCO con massimale per sinistro e per anno non inferiore a ,00. Le fideiussioni/polizze di cui ai precedenti commi dovranno essere accese pr ima della consegna dei lavori e devono portare la dichiarazione di vincolo a favore della Stazione appaltante e devono coprire l intero periodo dell appalto fino al completamento della consegna delle opere; devono altresì risultare in regola con i l pagamento del relativo premio per lo stesso periodo indicato e devono essere esibite alla Stazione appaltante prima dell inizio dei lavori e co munque prima della liquidazione del primo stato d avanzamento, alla quale non si darà corso in assenza della documentazione comprovante l intervenuta accensione delle polizze suddette. L impresa appaltatrice è ten uta altresì alle spese d elle polizze richieste da altri Enti (Provincia,ENEL, TELECOM, ecc.), e/o Uffici per i lavori da eseguire su viabilità e/o reti di loro competenza, se non già compresi nelle polizze sopra indicate. ART CONSEGNA DEI LAVORI - PROGRAMMA OPERATIVO DEI LAVORI INIZIO E TERMINE PER L'ESECUZIONE - CONSEGNE PARZIALI - SOSPENSIONE Periodo di appalto dal 14 maggio al 30 Giugno pagina 10 di 28

27 Capitolato Tecnico La consegna dei lavori all Impresa appaltatrice verrà effettuata entro 45 giorni dalla data di registrazione del contratto, in conformità a quanto previsto nel Capitolato Generale d Appalto e secondo le modalità previste dal D.P.R. 207/2010, articolo 153, Regolamento di attuazione in materia di LL.PP. di cui a ll art. 5 e all art. 253 com mi 2 e 3 del d.lg s n 163/ e ss.mm.ii., e per le parti non in contrasto con il Codice degli Appalti, dalla Legge n 166/ e dalla legge n 62/ (Comunitaria 2004). Qualora la consegna, per colpa della Stazione appaltante, non avviene nei termini stabiliti, l Appaltatore ha facoltà di richiedere la rescissione del contratto; Nel giorno e nell ora fissati dalla Stazione appaltante, l Appaltatore dovrà trovarsi sul posto indicato per ricevere la consegna dei lavori, che sarà certificata mediante formale verbale redatto in contraddittorio. All atto della consegna dei lavori, l Appaltatore dovrà esibire le polizze assicurative contro gli infortuni, i cui estremi dovranno essere esplicitamente richiamati nel verbale di consegna. L Appaltatore è tenuto a trasmettere alla Stazione appaltante, prima dell effettivo inizio dei lavori e comu nque entro cinque giorni dalla consegna degli stessi, la documentazione dell avvenuta denunzia agli Enti previdenziali (inclusa la Cassa Edile) assicurativi ed infortunistici comprensiva della valutazione dell Appaltatore circa il n umero giornaliero minimo e massimo di personale che si prevede di impiegare nell appalto. Lo stesso obbligo fa carico all Appaltatore, per quanto concerne la trasmissione della documentazione di cui sopra da par te delle proprie imprese subappaltatrici, cosa c he dovrà avvenire prima dell effettivo inizio dei lavori e comunque non oltre dieci giorni dalla data dell autorizzazione, da parte della Stazione appaltante, del subappalto o cottimo. L'Appaltatore, ai sensi dell art. 131, comma 2c del d.lgs n 163/ e ss.mm.ii., presenterà alla direzione dei lavori per l'approvazione, entro tre giorni dall aggiudicazione e comunque prima dell'inizio lavori, il piano operativo di sicurezza dettagliato delle opere e dei relativi importi a cui si atterrà nell'esecuzione delle opere, in armonia col programma di cui all'art. 128 del d. lgs n 163/ e ss.mm.ii., e per le parti non in contrasto con il Codice degli Appalti, dalla Legge n 166 del e dalla legge n 62/ (comunitaria 2004). Al programma sarà allegato un grafico che metterà in risalto: l inizio, l avanzamento ed il termine di ultimazione delle principali categorie di opere, nonché una relazione nella quale saranno specificati tipo, potenza e numero delle macchine e degli impianti che l Appaltatore si impegna ad utilizzare in rapporto ai singoli avanzamenti. pagina 11 di 28

28 Capitolato Tecnico Entro tre giorni dalla presentazione, la Direzione dei Lavori d intesa con la Stazione appaltante comunicherà all Appaltatore l esito dell esame della proposta di prog ramma; qualora esso non abbia conseguito l approvazione, l Appaltatore entro 2 giorni, predisporrà una nuova proposta oppure adeguerà quella già presentata secondo le direttive che avrà ricevuto dalla Direzione dei Lavori. Decorsi 3 g iorni dalla ricezione della nuova proposta senza che il Responsabile del Procedimento si sia espresso, il programma operativo si darà per approvato. La proposta approvata sarà impegnativa per l'appaltatore, il quale rispetterà i termini di avanzamento ed ogni altra modalità proposta, salvo modifiche al programma operativo in corso di attuazione, per comprovate esigenze non pr evedibili che dov ranno essere approvate od ordinate dalla Direzione dei Lavori. L Appaltatore deve altresì tenere conto, nella redazione del programma: - delle particolari condizioni dell accesso al cantiere; - della riduzione o sospensione delle attività di cantiere per festività o godimento di ferie degli addetti ai lavori; - delle eventuali difficoltà di esecuzione di alcuni lavori in relazione alla specificità dell intervento e al periodo stagionale in cui vanno a ricadere; - dell eventuale obbligo contrattuale di ultimazione anticipata di alcune parti laddove previsto. Nel caso di sospensione dei lavori, parziale o totale, per cause non attribuibili a responsabilità dell appaltatore, il prog ramma dei lavori viene aggiornato in relaz ione all'eventuale incremento della scadenza contrattuale. Eventuali aggiornamenti del programma, legati a motivate esigenze organizzative dell Impresa appaltatrice e che non comportino modifica delle scadenze contrattuali, sono approvate dal Direttore dei Lavori, subordinatamente alla verifica della loro effettiva necessità ed attendibilità per il pieno rispetto delle scadenze contrattuali. L Appaltatore dovrà dare ultimate tutte le opere appaltate entro il termine riportato nei prezzi dei noleggi e forniture. In caso di ritardo sarà applicata una penale giornaliera pari a 0,3 per mille dell importo contrattuale (art. 145 c. 3 DPR N 207/2010). Dalla data del verbale di fine montaggio decorre il periodo di gratuita manutenzione; tale periodo cessa con la fine degli spettacoli. Se il ritardo dovesse pregiudicare lo e gl i spettacoli, la Stazione appaltante potrà procedere alla risoluzione del contratto ed all incameramento della cauzione. pagina 12 di 28

29 Capitolato Tecnico L Appaltatore dovrà comunicare per iscritto a mez zo lettera raccomandata A.R. alla Direzione dei Lavori l ultimazione dei lavori non appena avvenuta. Nel caso in cui i la vori in appalto fossero molto estesi, ovvero mancasse l intera disponibilità dell area sulla quale dovrà svilupparsi il cantiere o com unque per qualsiasi altra causa ed impedimento, la Stazione appaltante potrà disporre la consegna anche in più tempi successivi, con v erbali parziali, senza che per questo l Appaltatore possa sollevare eccezioni o trarre motivi per richiedere maggiori compensi o indennizzi. La data legale della consegna dei lavori, per tutti gli effetti di legge e regolamenti, sarà quella del primo verbale di consegna parziale. Nel caso di consegna parziale, decorsi novanta giorni naturali consecutivi dal termine massimo risultante dal programma di esecuzione dei lavori di cui al comma precedente senza che si sia provveduto, da parte della Stazione appaltante, alla consegna delle zone non disponibili, l Appaltatore potrà chiedere formalmente di recedere dall esecuzione delle sole opere ricadenti nelle aree suddette. Nel caso i n cui l Appaltatore, trascorsi i novanta giorni di cui detto in precedenza, non ritenga di avanzare richiesta di recesso per propria autonoma valutazione di convenienza, non avrà diritto ad alcun maggiore compenso o indennizzo, per il ritardo nella consegna, rispetto a quello negozialmente convenuto. Non appena intervenuta la cons egna dei lavori, è obblig o dell impresa appaltatrice procedere, nel ter mine di 2 g iorni, all impianto del c antiere, tenendo in particol are considerazione la situazione di fatto esi stente sui luoghi interessati dai lavori, nonché i l fatto che nell installazione e nella gestione del cantiere ci si dov rà attenere alle norme di cui ai D. Lgs. n 81/ , nonché alle norme vigenti relative alla omologazione, alla revisione annuale e ai requisiti di sicurezza di tutti i mezzi d opera e delle attrezzature di cantiere. L Impresa appaltatrice è tenuta, quindi, non appena avuti in consegna i lavori, ad iniziarli, proseguendoli poi attenendosi al programma operativo di esecuzione da essa redatto in modo da darli completamente ultimati nella data prevista per l esecuzione indicata nelle voci di computo tale da garantire le manifestazioni teatrali. Le sospensioni parziali o totali delle lavorazioni, già contemplate nel programma operativo dei lavori non rientrano tra quelle regolate dalla vigente normativa e non danno diritto all Appaltatore di richiedere c ompenso o indennizzo di sorta né protrazione di t ermini contrattuali oltre quelli stabiliti. pagina 13 di 28

30 Capitolato Tecnico Nell eventualità che, successivamente alla consegna dei lavori insorgano, per ca use imprevedibili o di forza maggiore, impedimenti che non consentano di procedere, parzialmente o totalmente, al regolare svolgimento delle singole categorie di lavori, l Impresa appaltatrice è tenuta a proseguire i la vori eventualmente eseguibili, mentre si provvede alla sospensione, anche parziale, dei lavori non eseguibili in cons eguenza di detti impedimenti. Con la ripresa dei lavori sospesi parzialmente, il termine contrattuale di esecuzione dei lavori viene incrementato, su ist anza dell Appaltatore, soltanto degli eventuali maggiori tempi tecnici strettamente necessari per dare completamente ultimate tutte le opere, dedotti dal programma operativo dei lavori, indipendentemente dalla durata della sospensione. Ove pertanto, secondo tale programma, la esecuzione dei lavori sospesi possa essere effettuata, una volta intervenuta la ripresa, entro il termine di scadenza contrattuale, la sospensione temporanea non determinerà prolungamento della scadenza contrattuale medesima. Le sospensioni dovranno risultare da regolare verbale, redatto in contraddittorio tra Direzione Lavori ed I mpresa appaltatrice, nel quale dovranno essere specificati i motivi della sospensione e, nel caso di sospensione parziale, le opere sospese. ART RISOLUZIONE DEL CONTRATTO PER MANCATO RISPETTO DEI TERMINI 1. L eventuale ritardo dell appaltatore rispetto ai termini per l ultimazione dei lavori o sulle scadenze esplicitamente fissate allo scopo produce la risoluzione del contratto, a discrezione della Stazione appaltante e sen za obbligo di ulteriore motivazione, ai sensi dell articolo 136 del d.lgs. n 163/ e ss.mm.ii. 2. La r isoluzione del contratto trova applicazione dopo l a formale messa in mora dell appaltatore con assegnazione di un termine per compiere i lavori e in contraddittorio con il medesimo appaltatore. 3. Nel caso di risoluzione del contratto la penale di cui all articolo, è computata sul periodo determinato sommando il ritardo accumulato dall'appaltatore rispetto al programma esecutivo dei lavori e il termine assegnato dal direttore dei lavori per compiere i lavori con la messa in mora di cui allo stesso articolo. pagina 14 di 28

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI

COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI 1 COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI DEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212 71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed

Dettagli

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA = PREZZO PIU BASSO DETERMINATO MEDIANTE MASSIMO RIBASSO SULL IMPORTO DEI LAVORI APPALTO CON CORRISPETTIVO A CORPO = LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17 1. Amministrazione aggiudicatrice: denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB indirizzo VIA SUOR ORSOLA

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA Il

Dettagli

Consorzio Comprensoriale per lo Smaltimento dei Rifiuti Urbani. Area Piomba Fino

Consorzio Comprensoriale per lo Smaltimento dei Rifiuti Urbani. Area Piomba Fino ALLEGATO A LETTERA DI INVITO A FORMULARE OFFERTA/PREVENTIVO E DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DIRETTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMA 11, DEL D.LGS 163/2006 DELLA FORNITURA N. 07 CASETTE DEL RICICLO

Dettagli

Comune di Firenze. Direzione - Corpo di Polizia Municipale

Comune di Firenze. Direzione - Corpo di Polizia Municipale Comune di Firenze Direzione - Corpo di Polizia Municipale PROCEDURA APERTA PER: Appalto del servizio di stampa, notifica internazionale dei verbali di accertamento di violazioni amministrative derivanti

Dettagli

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212 71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed 82 del D.lgs. 12.04.2006

Dettagli

Tariffa Oraria Accordo Quadro x Ore stimate per la realizzazione =

Tariffa Oraria Accordo Quadro x Ore stimate per la realizzazione = Spettabile (Ragione Sociale Impresa) (Indirizzo completo) (cap) (Città) (Sigla Provincia) Richiesta di offerta trasmessa a mezzo (PEC/fax) OGGETTO: APPALTO SPECIFICO NELL AMBITO DELL ACCORDO QUADRO STIPULATO,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. DISCIPLINARE DI GARA (Allegato A - parte integrante e sostanziale del Bando di gara)

Università per Stranieri di Siena. DISCIPLINARE DI GARA (Allegato A - parte integrante e sostanziale del Bando di gara) Università per Stranieri di Siena Appalto per la contrazione di un mutuo ipotecario trentennale a tasso fisso per un importo compreso fra un minimo di Euro 13.635.204,00 ed un massimo di Euro 18.135.204,00

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

7. SOGGETTI AMMESSI ALL APERTURA DELLE OFFERTE: i legali rappresentanti dei concorrenti o delegati muniti di atto formale di delega.

7. SOGGETTI AMMESSI ALL APERTURA DELLE OFFERTE: i legali rappresentanti dei concorrenti o delegati muniti di atto formale di delega. 71037 Monte Sant Angelo Piazza Municipio n. 2 Telefono 0884/561215 Telefax 0884/561016 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed 82 del D.lgs. 12.04.2006

Dettagli

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO SCHEMA DI CONTRATTO N. Rep.... LAVORI PER LA NUOVA PAVIMENTAZIONE IN CALCESTRUZZO STAMPATO COME ESISTENTE NEL CORTILE INTERNO DELLA SEDE DI PIAZZA CARDINAL FERRARI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO

Dettagli

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO Via Cagliari, 18-09020 Las Plassas tel. 070/9364006 fax 070/9364606 Email: utc.lasplassas@gmail.com Prot. 1515 Las Plassas, 16 Maggio

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE Cuggiono (MI) Via Ugo Foscolo e Scuola Media 1 SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE 1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: E.E.S.CO.

Dettagli

Provincia dell Aquila

Provincia dell Aquila Provincia dell Aquila B A N D O DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RCT RCO L Amministrazione Provinciale dell Aquila Via S. Agostino

Dettagli

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R.

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R. Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le Mail Raccomandata A.R. OGGETTO: Invito per l'affidamento dei servizi di noleggio di n. 8 Stampanti Multifunzione SCANNER/COPIA/STAMPA - Procedimento in economia a mezzo

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza Rep. N. in data Contratto di appalto per lavori relativi ad interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e potenziamento uscite di sicurezza della

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI 1. ENTE APPALTANTE: COMUNE DI CASTEL DI SANGRO (AQ) C.so Vittorio Emanuele, 10 tel.0864/82421

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A Oggetto: Affidamento in LOCAZIONE degli spazi pubblicitari esistenti su pensiline

Dettagli

COMUNE DI SAN TEODORO (Prov. Olbia-Tempio) UFFICIO SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI SAN TEODORO (Prov. Olbia-Tempio) UFFICIO SERVIZI SOCIALI BANDO DI GARA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE SOCIO-CULTURALE PER I MINORI CON ATTIVITA LUDICO-MOTORIE E DI SOCIALIZZAZIONE. CIG. 5745685142 IL RESPONSABILE DELL AREA ECONOMICO-FINANZIARIA SETTORE

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali alberto.vanelli@regione.piemonte.it LETTERA D INVITO: PROCEDURA PER IL SERVIZIO DI FORNITURA E POSA DI NUOVA CALDAIA COMPLETA DI BRUCIATORE,

Dettagli

COMUNE DI GEMONIO Provincia di Varese. Procedura aperta per i lavori di RISTRUTTURAZIONE SERBATOI CIVICO ACQUEDOTTO E OPERE PERTINENZIALI

COMUNE DI GEMONIO Provincia di Varese. Procedura aperta per i lavori di RISTRUTTURAZIONE SERBATOI CIVICO ACQUEDOTTO E OPERE PERTINENZIALI COMUNE DI GEMONIO Provincia di Varese Procedura aperta per i lavori di RISTRUTTURAZIONE SERBATOI CIVICO ACQUEDOTTO E OPERE PERTINENZIALI BANDO DI GARA 1) Amministrazione aggiudicatrice: Comune di Gemonio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P.

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. BANDO DI GARA 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. 20021 2.PROCEDURA DI GARA: procedura aperta ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. CODICE IDENTIFICATIVO

Dettagli

Casa di Riposo " Gottardo Delfinoni "

Casa di Riposo  Gottardo Delfinoni Prot. n. 318 Casorate Primo, 28 Settembre 2015 Spett.le... RACCOMANDATA A. R. ANTICIPATA A MEZZO E-MAIL Oggetto: Invito a partecipare alla procedura per l affidamento della gestione del servizio prestazioni

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A DISCIPLINARE PROVINCIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RIGUARDANTE GLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RC AUTO, INCENDIO,

Dettagli

COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza Settore: Affari Generali Prot. nr. 6829 BANDO DI GARA

COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza Settore: Affari Generali Prot. nr. 6829 BANDO DI GARA COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza Settore: Affari Generali Prot. nr. 6829 BANDO DI GARA Per l appalto del Servizio di Vigilanza notturna ai beni di proprietà o in uso all amministrazione

Dettagli

della fornitura di n. 2 carrelli elevatori con pinza caricatrice

della fornitura di n. 2 carrelli elevatori con pinza caricatrice Società per azioni Tel. 0522-657569 Via Levata, 64 Fax. 0522-657729 42017 Novellara (RE) email : info@sabar.it www.sabar.it C.F. e P.IVA: 01589850351 Reg.Impr. di RE n. 01589850351 Cap.Soc. Euro 1.936.100,25

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

PROVINCIA DI FIRENZE

PROVINCIA DI FIRENZE Repertorio n. Fasc. n. /2008 PROVINCIA DI FIRENZE Contratto di appalto per l esecuzione dei lavori di CIG: REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatredici (2013) addí () del mese di, in Firenze, in una sala

Dettagli

DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO S.A.T.A.P. S.p.A. BANDO DI GARA - LAVORI SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: S.A.T.A.P. S.p.A. Indirizzo postale: Via Bonzanigo

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO

C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO Piazza XXII Giugno - C. A. P. 82O30 - Cod. Fisc. 80000630626 - C/C Postale N.11617826- Tel.0824/875281 - FAX 0824/874337 - e-mail: ufficiotecnico@comunediponte.it

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A DISCIPLINARE PROVINCIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA COPERTURA RCT/RCO E RC PATRIMONIALE AMMINISTRATORI DELLA PROVINCIA DELL AQUUILA LOTTO UNICO ART.

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO ALL. B AFFIDAMENTO AI SENSI DEGLI ARTT. 19 E 27 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLE ATTIVITÀ DI CONSULENZA SPECIALISTICA PER L ELABORAZIONE DEL MODELLO DI FLUSSO DEGLI ACQUIFERI E DI DISPERSIONE DEGLI

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AVVISO DI ASTA PUBBLICA Vendita e utilizzazione del materiale legnoso assegnato al taglio nella particella forestale n. 17 del P.A.F. Bosco Comunale Santa Giulia Estensione di circa Ha 31,65.63 IL RESPONSABILE

Dettagli

EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE. COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555

EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE. COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555 EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555 Ufficio Economato e Logistica BANDO DI GARA mediante procedura

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

Città di T rapani P rovincia di T rapani

Città di T rapani P rovincia di T rapani Prot. n. del RACCOMANDATA A.R. Fax Oggetto: Spett. PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE DI UN BANDO DI GARA, AI SENSI DELL'ART. 57, C.2., LETT. A), D.LGS. N. 163/06, PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA 1 CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA l Istituto per la Microelettronica e Microsistemi del Consiglio Nazionale delle Ricerche, di seguito indicato per brevità Istituto, con Codice Fiscale nr.80054330586

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER FORNITURA TRIENNALE DI GAS MEDICINALI

DISCIPLINARE DI GARA PER FORNITURA TRIENNALE DI GAS MEDICINALI DISCIPLINARE DI GARA PER FORNITURA TRIENNALE DI GAS MEDICINALI Articolo 1 - SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE ALLA GARA Sono ammessi a presentare offerta i prestatori di servizi singoli o imprese temporaneamente

Dettagli

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI BENI MOBILI (ARREDI)

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI BENI MOBILI (ARREDI) GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI BENI MOBILI (ARREDI) Si rende noto che questa Autorità intende procedere alla vendita al miglior offerente di beni mobili (arredi)

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA

PROVINCIA DELL AQUILA PROVINCIA DELL AQUILA BANDO PROVINCIA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RIGUARDANTE GLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RC AUTO,

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI FINANZIARI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL FONDO MICROCREDITO FSE SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto Denominazione

Dettagli

SCHEMA LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii.

SCHEMA LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. SCHEMA LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. COMUNE DI MONTECASTRILLI Viale della Resistenza,8 05026 Montecastrilli ( TR ) - Tel. 0744/94791 - Fax.

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

10. TERMINE DI VALIDITA DELL OFFERTA: l offerta dei concorrenti deve avere validità per 180 giorni dalla data dell esperimento di gara.

10. TERMINE DI VALIDITA DELL OFFERTA: l offerta dei concorrenti deve avere validità per 180 giorni dalla data dell esperimento di gara. BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO 1. STAZIONE APPALTANTE: MINISTERO DELLA DIFESA COMMISSARIATO GENERALE PER LE ONORANZE AI CADUTI IN GUERRA Via XX Settembre, 123/A 00187 ROMA Tel. 06 47355165 06 47355119

Dettagli

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI A. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Società Ambiente Frosinone S.p.A. S.P. Ortella Km. 3 03030 Colfelice (Frosinone) Tel.

Dettagli

Oggetto: Indagine di mercato per il noleggio di proiettori teatrali dal 03/01/2016 al 03/08/2016. Importo massimo: Euro 79.000,00.

Oggetto: Indagine di mercato per il noleggio di proiettori teatrali dal 03/01/2016 al 03/08/2016. Importo massimo: Euro 79.000,00. Indagine di mercato ai sensi dell art. 125 D.lgs. 163 del 2006 Agli operatori economici interessati Napoli, 11 novembre 2015 Oggetto: Indagine di mercato per il noleggio di proiettori teatrali dal 03/01/2016

Dettagli

TERMINE DI ESECUZIONE:

TERMINE DI ESECUZIONE: C O M U N E D I M O L A D I B A R I Provincia di Bari Settore VIII Lavori Pubblici e Manutenzioni Profilo Committente: www.comune.moladibari.ba.it BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Mola di

Dettagli

APPALTI. REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza.

APPALTI. REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza. BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 9 DEL 20 FEBBRAIO 2006 APPALTI REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza.

Dettagli

3. ORGANICO DELL ENTE Attualmente l organico del Comune di Villaricca è dotato di circa 90 unità lavorative.

3. ORGANICO DELL ENTE Attualmente l organico del Comune di Villaricca è dotato di circa 90 unità lavorative. AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE PER LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI LAVORATORI SUL LUOGO DI LAVORO AI SENSI DEL D. LGS. N. 81 DEL 09.04.2008. CIG Z3C1636038.

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D Saronno, 07 luglio 2014 Prot. 1666 / 2014 OGGETTO: Invito alla procedura negoziata per la messa in sicurezza definitiva del pozzo dismesso Amendola e trasformazione in piezometro del pozzo ad uso potabile

Dettagli

LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.m.ii. PARROCCHIA DI SAN NICOLA TORREMAGGIORE

LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.m.ii. PARROCCHIA DI SAN NICOLA TORREMAGGIORE LETTERA INVITO PER COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 del D.lgs. 163/2006 e ss.m.ii. PARROCCHIA DI SAN NICOLA TORREMAGGIORE Casa Accoglienza Anziani Donatelli-Santoro Casa Accoglienza Anziani Lipartiti-Ricci

Dettagli

a.m.c. s.p.a. azienda per la mobilità della città di - catanzaro

a.m.c. s.p.a. azienda per la mobilità della città di - catanzaro a.m.c. s.p.a. azienda per la mobilità della città di - catanzaro viale magna grecia - tel. 0961 / 781467-781472 -781475 fax. 0961/781478 Prot. n. 5925 del 12.10.2010 OGGETTO: Gara Con Procedura Aperta

Dettagli

ASSICURAZIONE DELLA. Servizio Sanitario REGIONE SARDEGNA

ASSICURAZIONE DELLA. Servizio Sanitario REGIONE SARDEGNA DISCI PLINARE AMMINISTRATIVO ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILI TÀ CIVI LE VERSO TERZI E VERSO I P RESTATORI DI LAVORO Timbro e Firma: 1 INDICE Art. 1 Oggetto pag. 3 Art. 2 Requisiti di partecipazione pag.

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

CONFRONTO CONCORRENZIALE PER SERVIZIO IMBALLAGGIO, TRASLOCO E TRASPORTO OPERE D ARTE LABORATORIO LAPIDEO

CONFRONTO CONCORRENZIALE PER SERVIZIO IMBALLAGGIO, TRASLOCO E TRASPORTO OPERE D ARTE LABORATORIO LAPIDEO CONFRONTO CONCORRENZIALE PER SERVIZIO IMBALLAGGIO, TRASLOCO E TRASPORTO OPERE D ARTE LABORATORIO LAPIDEO L Accademia di Belle Arti di Verona intende espletare una procedura per l affidamento del servizio

Dettagli

AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1

AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1 1 AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1 1) Ente appaltante Azienda Metropolitana Trasporti Catania S.p.A. Via S. Euplio n 168, 95125 Catania (CT) Tel. 095/7519111

Dettagli

COMUNE DI PACE DEL MELA Provincia di Messina

COMUNE DI PACE DEL MELA Provincia di Messina COMUNE DI PACE DEL MELA Provincia di Messina BANDO DI GARA DI PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO ALUNNI SCUOLE INFANZIA,PRIMARIA,SECONDARIA DI I GRADO. ANNO SCOLASTICO 2015/2016.

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, Decreto Legislativo n. 163 del 2006 e ss.mm.ii. criterio: offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art.

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA DISCIPLINARE DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE DI N. 45 IMMOBILI EXTRARESIDENZIALI E 1 AREA IN ROMA DI PROPRIETA DELL A.T.E.R. DEL

Dettagli

Dott., Ufficiale Rogante. per La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze con sede in Piazza

Dott., Ufficiale Rogante. per La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze con sede in Piazza 1 CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemila il del mese di, in Firenze nella sede della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, dinanzi a me Dott., Ufficiale Rogante delegato alla stipulazione

Dettagli

Il sottoscritto nato a il Titolare (o legale rappresentante)

Il sottoscritto nato a il Titolare (o legale rappresentante) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODULO I Procedura ristretta accelerata per l affidamento delle prestazioni relative all allestimento della mostra temporanea dal titolo provvisorio

Dettagli

Regione Molise DIREZIONE GENERALE I Servizio Beni Demaniali e Patrimoniali

Regione Molise DIREZIONE GENERALE I Servizio Beni Demaniali e Patrimoniali BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 1) Denominazione e indirizzo ufficiale dell amministrazione aggiudicatrice: Regione Molise Direzione Generale I Via Genova, 11

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA. Prot. 10570/14

DISCIPLINARE DI GARA. Prot. 10570/14 DISCIPLINARE DI GARA Prot. 10570/14 LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ED ALLESTIMENTO DI N. 2 TELAI E N. 2 ATTREZZATURE SU MEZZI DELL ANCONAMBIENTE SPA. CIG:ZBE112873F. 1 SISTEMA DELL APPALTO E MODALITA

Dettagli

AVVISO DI ASTA PUBBLICA per la vendita di n. 30.600 azioni della società CO.BE. DIREZIONALE S.P.A.

AVVISO DI ASTA PUBBLICA per la vendita di n. 30.600 azioni della società CO.BE. DIREZIONALE S.P.A. Prot. n. 0093026/02-10 BP/LF.mcp Bergamo, 11 novembre 2014 AVVISO DI ASTA PUBBLICA per la vendita di n. 30.600 azioni della società CO.BE. DIREZIONALE S.P.A. La Provincia di Bergamo, con sede a Bergamo,

Dettagli

FORNITURA MATERIALE DA FERRAMENTA ANNO

FORNITURA MATERIALE DA FERRAMENTA ANNO Tit. 6 Cl. 4 Fasc. 4 C.so Cavour n. 16 28021 Borgomanero (No) DIVISIONE TECNICA Servizio Edilizia Pubblica e Strade tel. 0322 837747 fax 0322 837747 servizio1@comune.borgomanero.no.it MEPA Spett.le DITTA

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di ROMA Via Ostiense, 131/L 00154 ROMA

Sportello Unico per l Immigrazione di ROMA Via Ostiense, 131/L 00154 ROMA Percorsi Formativi Sperimentali di integrazione e valorizzazione delle competenze dei cittadini dei Paesi Terzi DISCIPLINARE DI GARA n gara:542147 CIG:0487107568 CUP:F86F10000110006 Sommario Definizioni

Dettagli

LETTERA D INVITO SPETT.LE ASSICURAZIONE. Prot. n. Data

LETTERA D INVITO SPETT.LE ASSICURAZIONE. Prot. n. Data LETTERA D INVITO SPETT.LE ASSICURAZIONE Prot. n. Data Oggetto: Procedura di cottimo fiduciario per l affidamento in economia di servizi assicurativi : Polizza ALL RISK Polizza RC PATRIMONIALE - Polizza

Dettagli

Roma, 26 marzo 2014. Spett. Momo-Line s.r.l. Via Circumvallazione Esterna n.12 80025 Casandrino (NA) pec: momoline@pec.it

Roma, 26 marzo 2014. Spett. Momo-Line s.r.l. Via Circumvallazione Esterna n.12 80025 Casandrino (NA) pec: momoline@pec.it Roma, 26 marzo 2014 Protocollo: 35609/RU Spett. Rif.: Allegati: 1 Momo-Line s.r.l. Via Circumvallazione Esterna n.12 80025 Casandrino (NA) pec: momoline@pec.it Oggetto: Procedura negoziata mediante cottimo

Dettagli

COMUNE DI CUCCARO VETERE

COMUNE DI CUCCARO VETERE COMUNE DI CUCCARO VETERE Comune del Provincia di Salerno Via Convento n 13 - C.A.P. 84050 - Tel e fax 0974.953050 e-mail comune.cuccarovetere@asmecert.it UFFICIO TECNICO ED URBANISTICA BANDO DI GARA PROCEDURA

Dettagli

Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P. Iva 05969960631 - Cod. Fisc. 95005580634

Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P. Iva 05969960631 - Cod. Fisc. 95005580634 prot 499 del 05/05/2015 Gara fornitura e posa in opera di estintori e manichette antincendio Disciplinare di Gara 1 Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P.

Dettagli

BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE

BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE Procedura aperta ex articoli 220-238 del D. Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii. per l'individuazione dell'operatore economico cui affidare il: Servizio di conduzione e manutenzione

Dettagli

GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE NEI LOCALI SEDE DEL SETTORE RISORSE AGRICOLE E FORESTALI

Dettagli

ANCONAMBIENTE S.p.A. Via del Commercio n. 27-60127 Ancona AN

ANCONAMBIENTE S.p.A. Via del Commercio n. 27-60127 Ancona AN ANCONAMBIENTE S.p.A. Via del Commercio n. 27-60127 Ancona AN DISCIPLINARE DI GARA Servizio di recupero della frazione organica proveniente dalla raccolta differenziata 2014. CIG: 5387177717 CPV: 90513000

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale BANDO DI GARA APERTA PER L AFFIDAMENTO FORNITURA E POSA IN OPERA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE - CIG 39689354C5 - ENTE APPALTANTE Comune di Nettuno, Viale Giacomo Matteotti n 37 00048 Nettuno

Dettagli

Comune di Casalbuttano ed Uniti MIGLIORAMENTO IDRAULICO FOGNATURA DI VIA CAPELLANA ;

Comune di Casalbuttano ed Uniti MIGLIORAMENTO IDRAULICO FOGNATURA DI VIA CAPELLANA ; Comune di Casalbuttano ed Uniti MIGLIORAMENTO IDRAULICO FOGNATURA DI VIA CAPELLANA ; CIG 2670329931 DISCIPLINARE DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (NORME INTEGRATIVE AL BANDO) 1. MODALITA DI PRESENTAZIONE

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA I N D I C E Art. 1 Premessa Art. 2 Condizioni di ammissione alla

Dettagli

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO In esecuzione della determinazione n. 243 RG del 08.06.2016

Dettagli

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato GARA DA ESPERIRE MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA (LICITAZIONE PRIVATA) PER L AFFIDAMENTO ANNUALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELL OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA SITA IN MONTE PORZIO CATONE (RM) E

Dettagli

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL PEEP I LOTTO F LOCALITÀ LE GRAZIE (FOGLIO 58 PART. 805) DISCIPLINARE DI GARA Requisiti

Dettagli

Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche

Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche Direzione dei lavori e collaudo di opere pubbliche Ing. Francesco Pecorella Evoluzione tecnologica e normativa in materia di lavori pubblici dal D.M. 29.05.1895 alla Legge Merloni (11.02.94 n. 109) 05.07.2005

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Piazza Cavalleggeri 1 50122 Firenze Tel.: 055 249191 Fax 055 2342482 Allegato F GARA EUROPER DISCIPLINARE Premessa

Dettagli

C O M U N E D I R I E T I

C O M U N E D I R I E T I AVVISO PUBBLICO Servizio raccolta foglie in alcuni viali e vie della Città di Rieti; determina a contrarre 1271 del 10/10/2014 - indizione gara ufficiosa ai sensi dell art. 125 co. 8: codice CIG Z61112A02F

Dettagli