Netsuke. Arte Orientale n Dicembre La Galliavola Arte Orientale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Netsuke. Arte Orientale n. 25 - Dicembre 2012. La Galliavola Arte Orientale"

Transcript

1 Arte Orientale n Dicembre 2012 Netsuke La Galliavola Arte Orientale Via Borgogna, Milano tel fax

2 Cari Amici, questo numero natalizio del Bollettino è l occasione per entrare nelle vostre case durante queste festività e portarvi gli auguri da parte di tutti noi. La terza edizione del Milano Netsuke Meeting, che si è tenuta nel mese di ottobre, ha riscontrato, come di consueto, un buon interesse e una vasta partecipazione di pubblico confermandoci la validità di questa iniziativa. Il nostro Bollettino inizia dunque con il reportage della manifestazione a cura di Fabrizia Buzio Negri, critica d arte moderna e raffinata giornalista. Grazie al suo accattivante modo di descrivere anche i particolari più semplici, il nostro piccolo evento sembra aver assunto uno spessore di livello più elevato. Un sentito ringraziamento va dunque alla cara amica Fabrizia. Il Meeting può essere considerato un successo anche grazie all interessante argomentazione della dott.sa Rossella Marangoni, che ha coinvolto a tal punto noi e il pubblico da richiederle di voler mettere per iscritto anche quello che, per motivi di tempo, non è riuscita a presentare. Siamo quindi molto onorati che abbia accettato il nostro invito e siamo lieti di poter pubblicare, a partire da questo numero, una serie di articoli che svilupperanno il tema Di uomini e di dei: storie, personaggi e miti nel mondo in miniatura dei netsuke. A seguire, potete trovare le nostre considerazioni sulle ultime due aste della Bonhams, commentate con l ausilio dell autorevole giudizio dell amico e collezionista Luigi Olliaro, proprietario della famosa The Lub Collection e a cui vanno i nostri più cari ringraziamenti per lo scambio di opinioni e per il continuo sostegno. Sempre riguardo all argomento delle aste, inserite nel calendario dell Asian Art Week di Londra, Rosemary Bandini ci ha voluto regalare un breve ma accattivante spaccato su alcuni netsuke presentati in asta da Bonhams, facendoci così respirare un po dell atmosfera presente nella sala. Rosemary è sicuramente un amica del Bollettino e nostra e di questo le siamo infinitamente grati. Nell atmosfera natalizia, estendiamo a voi e alle vostre famiglie i più affettuosi auguri per un Sereno Natale e per un Felice Anno Nuovo! Roberto Gaggianesi Hanno collaborato a questo numero: ROSEMARY BANDINI - FABRIZIA BUZIO NEGRI - CARLA GAGGIANESI - ROBERTO GAGGIANESI - ILARIA LOMBARDI - ROSSELLA MARANGONI - ANNA ROSSI GUZZETTI Fotolito e stampa: Grafiche San Patrignano - Ospedaletto di Coriano - Rimini In copertina e ultima di copertina: Netsuke in corno, Futen che scarica i venti giù dalla montagna. Altezza mm 140, 1850 circa. Collezione privata

3 Galleria La Galliavola: 20 ottobre Milano Netsuke Meeting In verità, tutte le cose piccole sono graziose, (da Note del guanciale di Dama Sei Shonagon) Con la celebre frase della scrittrice giapponese (dama alla corte dell imperatrice Teishi a Kyoto verso l anno 1000) si apre il 3 Milano Netsuke Meeting Ma non si era letto in altro contesto che Piccolo è bello dal best seller degli Anni Settanta scritto dall economista Schumaker sul mito delle economie di scala? Il cerchio sembra chiudersi a distanza di secoli. E il 20 ottobre, una giornata d autunno splendida nei colori della natura e nel tepore inusuale. Traversiamo il giardino di via Borgogna 9 per salire a La Galliavola; nella penombra delle sale espositive, file di sedie attendono i partecipanti che numerosi sempre affollano gli eventi organizzati da Roberto e Carla Gaggianesi. E arrivano non 3

4 solo da ogni parte d Italia, ma anche dall estero: da Londra è presente un calibro da novanta come Rosemary Bandini, autrice di importanti pubblicazioni sui netsuke, nonché gallerista di prestigio. La mia presenza (assidua negli anni) ha motivazioni differenti: in primis l amicizia con Roberto e l indimenticata Patrizia che, con le loro raffinate conoscenze dell Oriente, hanno contribuito alla divulgazione di oggettistica rara e di grande qualità in mostre e fiere di alto livello. Parallelamente, la passione del collezionismo di famiglia è da tempo mirata al fascino indiscusso dei netsuke. Così la sottoscritta, critico d arte moderna, ha da anni metabolizzato una terminologia difficile, soprattutto da scrivere. I sagemono, contenitori da appendere all obi, la fascia del kimono, venivano trattenuti sopra tale cintura dal netsuke, per mezzo del cordoncino di sospensione passante per i suoi due fori, gli himotoshi. Questo è solo l assaggio iniziale di ogni conoscitore di netsuke E da oggetto funzionale, caratterizzato nei secoli antichi da semplici forme, il netsuke diviene pezzo da collezione con lavorazioni sapienti e scelte di materiali pregiati. Tremila firme diverse per i carvers, ma molti scultori a volte non siglavano le loro creazioni. Un mondo misterioso, ricco di tantissime sfaccettature, un caleidoscopio di soggetti, un teatro di personaggi, un libro infinito di pagine di storie e leggende tutte da scoprire. Ed è con tale animo che 4

5 il folto pubblico accoglie la dott.ssa Rossella Marangoni. La cordiale relatrice è una presenza di rilievo nel panorama culturale nipponico in Italia: laurea in lingua e letteratura giapponese, appassionata ricercatrice dell ISIAO (Istituto Italiano per l Africa e l Oriente), Rossella fa parte dell Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi e dell Associazione Culturale Giappone in Italia. Questo mio scritto sul 3 Netsuke Meeting intende essere un report di tipo giornalistico, con emozioni e scoperte personali, che mi auguro siano condivise con gli espertissimi lettori della pubblicazione preziosa, iniziata e continuata con successo da La Galliavola. Di uomini e di dei: storie, personaggi e miti nel mondo in miniatura dei netsuke Il periodo Edo, che prende il nome dalla omonima città, l odierna Tokyo ( ) è la focalizzazione primaria dell incontro, presentato con la consueta vivace loquacità dal padrone di casa Roberto Gaggianesi. Sono quei duecento e rotti anni durante i quali nella storia nipponica si registrano pace e stabilità politica, accanto a una forte diffusione della cultura popolare. Preceduto da aspri combattimenti, il potere militare instaurato dallo shogunato Tokugawa dei cosiddetti Signori della guerra, ottiene l unità nazionale, plasmando la nazione su modelli confuciani, chiudendo le porte ai contatti con gli stranieri. Durante la lunga dominazione dei Tokugawa, il Paese assume le caratteristiche tipiche di una società feudale; mettendo le basi per la struttura sociale orientale moderna, nella quale ogni persona con un preciso ruolo adempie alla sua missione attraverso il lavoro. A quel tempo, i mercanti e la classe benestante, di fronte a tale rigore, escogitano nuove forme di lusso, lasciando intravvedere le loro ricchezze con capolavori portati sul proprio kimono; sono i netsuke, sempre più raffinati e sofisticati, realizzati da 5

6 carvers sempre più abili, a diventare status symbol. Questo, l ideale scenario di fondo che Rossella Marangoni ha evocato facendo scorrere sullo schermo una sequenza preziosissima di netsuke, a cominciare dal tema dell immortalità impersonata dai Sennin, gli immortali del Taoismo e continuando poi con i Rakan, i 16 discepoli di Buddha di cui vestono la tunica, per finire con altri anacoreti e figurazioni varie. L universo dell immaginario catturato dalla cultura cinese ha animato struggenti racconti: sono proprio i Sennin a occupare primarie interpretazioni nei netsuke. Abbandonate le lusinghe del mondo, essi si ritiravano in preghiera, dediti alla meditazione del Tao e alle pratiche di magia. L iconografia li presenta in genere emaciati, ascetici, con lunghe barbe, ma esistono esemplari anche con ventri prominenti (simbolo di prosperità) e accompagnati dal rospo, animale indicativo di capacità terapeutiche, con cui condividevano il romitaggio. Affascinante la presenza del dragone, spesso posizionato sulle spalle, creatura fantastica dai significati magici, portatrice di pioggia, di quell acqua benefica per spegnere i temutissimi incendi. Tutti i presenti vengono catturati dalla appassionata e approfondita narrazione di Rossella, riguardante una quantità di esseri divini dai tratti talora folkloristici, che segnalano il sincretismo di differenti religioni. I sette dei della felicità li ha inventati un furbo oracolista al racconto degli incubi notturni dello Shogun: nascono così straordinarie divinità, prima tra tutte quel simpatico personaggio burlesco chiamato Hotei, di matrice taoista-buddista, dal volto ilare e dalla enorme bisaccia da cui estrae i doni per i più piccini. O come Fukurokujio, dio che porta fortuna e lunga prospera vita. Riconoscibile, perché caricaturato da un altissima inverosimile fronte. Il Daikoku, di origine indo-buddista, è il grande dio nero dell abbondanza, spesso a cavalcioni di balle di riso: mette in fuga i demoni con il suo fidato topone. C è ancora il dio Jurojin, reincarnazione di Lao Tse, intento alla lettura di un manoscritto o ieraticamente con una pergamena sulla spalla. C è Ebisu, dio della pesca, dalla caratteristica berretta. La carrellata continua. Raccontata con dovizia da Rossella, prendo nota della bella leggenda di Tekkai, personaggio che aveva il potere di scindere il proprio spirito dal 6

7 corpo. Richiamato nella dimensione ultraterrena, Tekkai lascia a un suo pupillo l incarico della sepoltura della sostanza corporea, qualora non fosse ritornato il settimo giorno successivo. Preso da impegni familiari, l allievo compie l inumazione delle spoglie terrene del maestro il sesto giorno: quando lo spirito del Sennin torna sulla terra, non trovando più il suo corpo, entra in quello di un povero mendicante morto da poco. In tal sembiante Tekkai viene sempre rappresentato. Ancora, i Kami protettori della natura: il dio del vento Futen, il dio del tuono Raiden. E per finire, una nota particolare va al folgorante Daruma, uno dei discepoli del Sakya Muni. Arrivato in Giappone dalla terra indiana, per ben nove anni egli medita fermo a ridosso di un muro, perdendo l uso delle gambe, tra il dileggio generale. Ha gli occhi sbarrati per via del taglio delle sopracciglia che immesse nel terreno danno origine alle pianticelle di tè, di cui si ciba. Si configura in tale personaggio il vero Bodi Dharma, fondatore dello Zen; dice la leggenda che egli riattraversa in seguito il mare su una zattera di frasche verso l amata India. Il saluto finale della dott.ssa Rossella Marangoni alla platea, estasiata dal suo raccontare preciso e, al tempo stesso, intrigante, condensa i valori artistici e taumaturgici del netsuke, nella sua piccola dimensione sigillo di tradizioni che rendono il Giappone ancora oggi paese dal fascino antico sempre vivo. Di netsuke in netsuke, il girare e l attardarsi attento e competente del pubblico tra le vetrine di esposizione di tante piccole meraviglie scultoree in avorio e in altri materiali è stato sicuramente facilitato dalle tematiche del Meeting. Il collezionista ha guardato, assaporato, a volte accarezzato tra le dita i pezzi esposti, convenendo sull ottima qualità e sul gusto delle scelte di Roberto e Carla. Sicuramente qualcuno di questi magnifici esemplari antichi ha cambiato casa, aggiungendosi ad altri pezzi preziosi. Fabrizia Buzio Negri 7

8 Di uomini e di dei: storie, personaggi e miti nel mondo in miniatura dei netsuke Parte prima di Rossella Marangoni Un opera d arte, per quanto piccola, deliziosa, intrigante, come il netsuke, resta sempre un prodotto culturale. Vale a dire il prodotto di una determinata cultura in un dato periodo storico. Per affrontare in maniera corretta il tema dell iconografia di ispirazione religiosa nei netsuke reputo sia imprescindibile partire dal Giappone del periodo Edo ( ), quell era cruciale nella storia del paese utile per capire la scelta di forme e 8

9 soggetti per l arte del netsuke e che di quest arte costituisce il periodo di sfolgorante fioritura. Si tratta di un epoca in cui si è andata sviluppando, in Giappone, una cultura urbana autoctona, in un periodo di chiusura del paese a qualsiasi influenza straniera. L epoca in cui un famiglia di guerrieri, i Tokugawa, avendo sconfitto gli altri clan militari che ambivano a governare l impero, reggeva le sorti del Giappone attraverso un controllo pervasivo e onnipresente, mantenuto per mezzo delle armi e di una censura che colpiva ogni settore della società, istituendo un dominio autoritario che deve al Confucianesimo la sua ideologia di potere. Il Confucianesimo si impose, dunque, con la sua concezione del potere che indicava la lealtà come virtù somma e che prevedeva una divisione della società in 4 classi (mibun) nettamente separate, in cui i mercanti, che manipolano il denaro, costituivano la classe più disprezzata e posta quindi al fondo della scala sociale anche se, di fatto, deteneva il potere economico. Il Confucianesimo, con la sua riscoperta e il suo interesse per la cultura cinese classica, da un parte, e lo sviluppo di una cultura urbana e popolare (fatta di edonismo e di coltivazione dei piaceri) dall altra, hanno dato vita, nel Giappone di periodo Edo, a un insieme unico che ha prodotto letteratura e poesia, manufatti, opere d arte e di artigianato unici, e una cultura visiva autoctona del tutto peculiare. Siamo dunque alle origini della cultura nipponica moderna. Alcune considerazioni possono aiutarci a comprendere meglio il senso dello sviluppo delle forme dei netsuke, sempre più complesse col passare del tempo. Buddha Amida nell'iconografia classica della postura della meditazione. Bronzo. Giappone, periodo Edo, altezza cm 38. Collezione La Galliavola 9

10 Alla forma più funzionale all uso per cui questo accessorio è stato concepito, quella a manjū (dal nome di dolci di riso ripieni di pasta di fagioli azuki che hanno una caratteristica forma schiacciata), vengono ad aggiungersi elaborazioni sempre più ricche causate da una pluralità di fattori e in primis dal fatto che le leggi suntuarie - che via via nel corso dei 250 anni circa della dominazione dei Tokugawa colpiscono la classe mercantile - impedirono di fatto l ostentazione della ricchezza sia nella casa, sia sulla persona, sanzionando l uso di kimono pregiati e costosi, proibendo l utilizzo di stoffe preziose di importazione e di colori sgargianti. La modestia e il rigore imposti all esterno dal governo dei guerrieri non impediscono però l adozione di piccoli accessori poco visibili ma capaci si trasformarsi ugualmente, nell intendimento di chi li commissionava agli artisti e poi se ne adornava, in veri e propri status symbol. Manju: un samurai che affila la lama della katana, avorio, XIX secolo. Collezione La Galliavola Quella giapponese dell epoca è una cultura del tutto estranea all amore per i gioielli, forse considerati superflui, dato lo sviluppo straordinario della decorazione dei kimono, degli obi e degli altri capi di abbigliamento. Pertanto nei netsuke e negli altri accessori che accompagnano l abbigliamento maschile di periodo Edo i chōnin (i mercanti cittadini di Edo) profondono il proprio gusto per il lusso, frustrato dalle leggi restrittive ma vivacizzato dallo spirito irriverente di individui capaci di spendere il guadagno di un anno in una giornata di bagordi nei quartieri del piacere, nella prediletta attività di asobi, il gioco galante con le cortigiane, a volte trascurando gli affari, spesso dilapidando patrimoni. Un vivido ritratto di un damerino dell epoca è tracciato con mano sapiente dal celebre scrittore Ihara Saikaku (1682) 1 : Il tipico uomo ricco e famoso, assecondando il gusto per lo sfarzo che caratterizza quest epoca, 10

11 indossa una sottoveste di seta scarlatta con stemmi nascosti, una veste di seta crespata color uovo con gli stemmi delle persone amate, un obi di tessuto imitato color topo, un haori nero di stoffa gorofukuren con fodera di velluto rigato, una grande spada adatta a un cittadino con lo stesso motivo inciso sulle sette parti e un rivestimento di pelle di squalo color indaco, tenuto un po scostato, un antica e piccola elsa di ferro, una lunga impugnatura con quattro borchie d oro, un cordone color glicine di Nezumiya, una piatta scatola per sigillo e una scarsella di pelle tinta trattenute alla cintola da due palline di agata, un netsuke intagliato in legno cinese, un ventaglio con dodici stecche dipinto da Yzen in stile ukiyo-e, fazzoletti di carta piccolo crisantemo, calzini a sacco in tessuto Unsai, sandali svuotati. È seguito da portatori di sandali che gli tengono anche il copricapo e il bastone e è accompagnato da famosi animatori di banchetti. Analizzando la forme di pensiero privilegiate dai Tokugawa, possiamo individuare nella riproposizione dell esempio confuciano e nella riscoperta dei classici cinesi una delle più importanti fonti di ispirazione per gli artisti di periodo Edo, e soprattutto per i carvers dei netsuke. La predilezione per questo tipo di soggetti prevale nel primo periodo Edo, il XVII secolo, per poi venire via via sostituita o affiancata da soggetti autoctoni ricavati da nuove fonti di ispirazione, a mano a mano che l aumento esponenziale delle richieste da parte di una sempre più numerosa ed esigente committenza sfida l estro degli artisti intagliatori. Ma questo gusto per i soggetti cinesi di ispirazione taoista e confuciana si accompagna alla scelta di temi che la devozione popolare trae dal buddhismo e dalle antiche credenze autoctone della via dei kami, lo shint. Si ripropone così, nel mondo della committenza dei netsuke, quella persistente e armoniosa convivenza di antiche credenze autoctone e culti di diversa origine La preparazione del mochi, avorio, XIX secolo. Collezione privata Venditore di dolciumi, avorio, XIX secolo. Collezione privata che rendono il panorama religioso dell arcipelago complesso e affascinante ancor oggi. 11

12 Samurai con servitore, legno e lacca, XIX secolo. Collezione La Galliavola Per ciò che attiene alla sfera dei soggetti che fanno riferimento direttamente o indirettamente all ambito del sacro, i maestri intagliatori di periodo Edo potevano attingere infatti al patrimonio consistente di credenze composite, originate nel seno di un antica civiltà agraria e più precisamente risicola, che si era andato arricchendo dell apporto di sistemi di pensiero e di pratiche rituali provenienti dall esterno: il buddhismo in primis, il taoismo e il confucianesimo poi. In questo patrimonio di credenze, miti, storie e leggende trovavano posto convinzioni legate all idea dell esistenza di fantasmi, di spiriti inquieti, di creature soprannaturali mostruose, di tabù direzionali e temporali, e legate alla nozione di efficacia di talismani, di previsioni della fortuna o di riti apotropaici, che sono osservabili tutt oggi, persino in una società altamente sviluppata e tecnologizzata come quella giapponese contemporanea e che nel Giappone di periodo Edo permeavano tutta la società. La predominanza, nei soggetti che fanno riferimento al mondo del sacro, di personaggi collegati a credenze popolari o trasformati dalla devozione popolare in numi tutelari, o in veri e propri portafortuna dal carattere apotropaico e benaugurate da portare sempre con sé, è da ascrivere a mio avviso soprattutto alla nuova classe emergente, quella mercantile urbana che va arricchendosi a spese dell élite guerriera, che va imponendo il proprio gusto e i propri ideali di vita, non scevri da uno sguardo disincantato e ironico, su questo nostro mondo fluttuante (ukiyo). E questa classe si riconosce nella celeberrima definizione di Asai Ryōi: Vivere momento per momento, volgersi interamente alla luna, alla neve, ai fiori di ciliegio e alle foglie rosse degli aceri, 12

13 cantare canzoni, bere sake, consolarsi dimenticando la realtà, non preoccuparsi della miseria che ci sta di fronte, non farsi scoraggiare, essere come una zucca vuota che galleggia sulla corrente dell acqua: questo io chiamo ukiyo. (Ukiyo monogatari, 1661) 2 NOTE 1 IHARA SAIKAKU, Vita di un libertino (Kōshoku ichidai otoko), trad. di Lydia Origlia, Parma, Guanda, 1988, pp. 193, ASAI RYŌI, citato in UEDA AKINARI, Racconti di pioggia e di luna (a cura di M. T.Orsi), Venezia, Marsilio, 1988, p. 10. Tartaro con scudo, avorio, XVIII secolo. Collezione La Galliavola pone moderno, Bologna, Il Mulino, DUNN, Michael, Forma e materia. Le arti tradizionali del Giappone, Milano, 5 Continents, GATTI, Franco, Istituzioni e società del periodo Tokugawa, in ENRICA COLLOTTI PISCHEL, SIMONA PIGRUCCI (a cura di), L ascesa del Giappone, Milano, Franco Angeli, 1994, pp GUTH, Christine, Le Japon de la période Edo, Paris, Flammarion, IHARA Saikaku, Storie di mercanti (Nippon eitaigura, Seken munesan y ), trad.italiana di Michele Marra, Torino,Utet, MARANGONI, Rossella, Specchio di Edo. Il Kanadehon Chūshingura tra ideologia di potere e cultura popolare, in corso di stampa. - NISHIYAMA Matsunosuke, Edo Culture (Daily Life and Diversions in Urban Japan, ), Honolulu, University of Hawai i Press, RAMSEYER, J. Mark, Thrift and Diligence: House Codes of Tokugawa Merchant Families, Monumenta Nipponica XXXIV, 2, 1979, pp BIBLIOGRAFIA - AA.VV., Arte giapponese. Motivi decorativi nel periodo Edo, catalogo della mostra di Venezia, Palazzo Ducale, 16 marzo-5 maggio 1991, Arezzo, Centro Affari e Promozioni di Arezzo, BELLAH, Robert, Tokugawa Religion: the Values of Preindustrial Japan, London, Prentice Hall, 1985 (1a ed. The Free Press Glencoe, 1957). - BEONIO BROCCHIERI, Paolo, Religiosità e ideologia alle origini del Giap- Arciere, okimono, avorio, XIX secolo. Collezione La Galliavola 13

14 New York: 12 Settembre 2012 Bonhams contro tutti La Bonhams di Londra si conferma essere, in questi ultimi tempi, la casa d aste più attenta al settore dei netsuke e dell arte giapponese in genere. Purtroppo, non tutte le ciambelle riescono con il buco è il caso del catalogo Fine Japanese Works of Art dello scorso settembre a New York, dove, insieme a stampe, lacche, porcellane e bronzi giapponesi, venivano proposti 104 netsuke provenienti da diverse collezioni. Per circostanze imperscrutabili, la vendita dei netsuke è risultata essere un flop per i venditori, con ben il 50% di invenduto, e dall altro lato un regalo per i compratori che si sono visti aggiudicare i pezzi quasi sempre al di sotto della stima proposta. Commentiamo di seguito alcuni netsuke, venduti o meno, a testimonianza di quanto detto sopra. Lotto Netsuke in avorio che ripercorre i canoni della Scuola di Kyoto, un uomo di città, alto 6 cm, firmato Masanao, periodo Edo (tardo XVIII secolo), stimato dollari, rimane invenduto, forse vittima della firma e della benevola attribuzione d epoca. La figura, che tiene nella mano sinistra una zucca con il sake, è intagliata con un espressione del volto beata, chiaramente indotta dall alcol. L uomo è abbigliato con una veste decorata con gioielli (nyoi-hoju) e nuvole. Nella descrizione viene esaltata la particolarità che la firma è apposta sotto il piede destro, in una perfetta riserva ovale. Non vediamo, per nostra esperienza, Lotto 3110 quale sia l eccezionalità del caso, in quanto moltissime firme sono apposte sulla pianta dei piedi delle sculture: proprio come nel caso del personaggio al lotto 114 dell asta commentata di seguito. Lotto Netsuke in avorio, un servo del tempio (Eji), alto 7,7 cm, periodo Edo (tardo XVIII secolo), non firmato, parte con una stima di dollari, per rimanere infine invenduto. La figura dell uomo è rappresentata in vesti fluttuanti e con un piccolo cappello di corte, abbracciato ad un grande ombrello. L avorio è giustamente consunto ma evidentemente, anche in questo caso, l attribuzione ci è sembrata eccessivamente benevola. Lotto

15 Lotto Netsuke in avorio, Fukurokuju, alto cm 5,7, firmato in riserva ovale Masakazu, periodo Edo (XIX secolo), apre con una valutazione di dollari e viene aggiudicato per Il netsuke umoristico rappresenta Fukurokuju appoggiato al suo bastone mentre un bambino cinese, riconoscibile dall acconciatura, si arrampica sulle sue spalle per raderne la testa, comicamente enorme. Gli intarsi sono in corno nero. In questo caso, il periodo attribuito è genericamente XIX secolo, anche se limitato al periodo Edo, che termina nel 1868, con molta magnanimità! Lotto Netsuke in legno con inserti in avorio, Daruma, largo cm 4, attribuito a Suzuki Tokoku ( ), periodo Meiji Lotto 3121 (tardo XIX secolo), messo in vendita a dollari, viene conquistato per 4.375, compresi i diritti, quindi pagato al di sotto della riserva. Èun Daruma, nella più classica posa, mentre sbadiglia dopo il risveglio dalla lunga meditazione, la bocca spalancata lascia intravedere i denti in avorio, mentre nelle mani ha il rosario e la frusta, laccati e con inserti in avorio. Il netsuke è firmato Tokoku e presenta il sigillo Lotto 3125 Koko in lacca rossa. Un netsuke apprezzabile per i diversi materiali che lo compongono ma, onestamente, di qualità mediocre Lotto Netsuke in avorio, Scuola di Kyoto, una scimmia con il suo cucciolo, alto cm 3,5, firmato Mitsuhide in riserva ovale, periodo Edo (XVIII secolo, fine - XIX, inizi), valutato , venduto a dollari, compresi i diritti, quindi anche questo ben al di sotto della riserva. Gli occhi sono intarsiati in corno nero, unica nota raffinata in un netsuke caratterizzato dai tratti piuttosto duri, causati dall eccessivo uso dell inchiostro, e da una firma troppo spesso abusata. Lotto

16 Lotto Netsuke in avorio, scuola di Kyoto, due topi, largo cm 4,2, firmato Okatori, periodo Edo (tardo XVIII secolo), stimato dollari, rimane invenduto. Due giovani topi che giocano l uno con la coda dell altro, occhi intarsiati in corno nero e dettagli rimarcati con inchiostro scuro. L eccessiva disinvoltura nell attribuzione di un periodo tra la fine del 1700 e l inizio del 1800 nonché la conseguente supervalutazione di questi due topolini, probabilmente databili verso la fine del 1800, ne ha decretato, secondo noi, il fallimento. Lotto Netsuke in avorio, un bue, lungo cm 6, firmato Tomotada in riserva rettangolare, periodo Edo (tardo XVIII secolo), valutato dollari, non convince nessun compratore. Il bovino è sdraiato a riposo, la testa rivolta leggermente a destra, con una corda che parte dal muso e ne percorre tutto il corpo. Il netsuke, così come viene presentato, lascia spazio ad una possibile attribuzione al famoso Tomotada: da qui la conseguente valutazione adeguata. Lotto 3152 Lotto 3130 Lotto 3131 Purtroppo è uno di quei casi in cui un bel netsuke, probabilmente di epoca giusta, viene penalizzato dalla firma. Lotto Netsuke in avorio, un cane, lungo cm 4,9, non firmato, periodo Edo (XIX secolo), con una stima di dollari, rimane comunque invenduto. Rappresentato mentre fa la guardia ad una grande palla, custodita tra le sue zampe anteriori, il muso rivolto indietro, sopra il corpo emaciato. Gli occhi sono in corno nero. Soggetto che vuole scimmiottare i famosi cani con palla attribuiti a Tomotada, ma che evidentemente non ne ha la qualità e la forza. 16

17 Lotto Netsuke in avorio, un gruppo di zucche, largo cm 5,7, firmato Ohara Mitsuhiro ( ), rimane anch esso invenduto, partendo da una stima di dollari. Il netsuke, un ammirabile opera di Mitsuhiro, artista che prediligeva i vegetali, proveniva dalla Robert Green Collection, dispersa da Eskenazi Londra nel lontano 1973 al lotto 18. Se la certificazione dell autenticità del pezzo grazie alla provenienza non è bastata a convincere gli acquirenti a raggiungere almeno i dollari (circa euro), significa che in sala non erano presenti collezionisti degni di questo nome. Lotto Netsuke in legno, Kiyohime sulla campana di Dojoji, alto cm 3,4, firmato Minko, periodo Edo (XIX secolo), supera la stima iniziale di dollari, aggiudicandosene Il netsuke rappresenta Kyoshime dopo la sua trasformazione in demone, mentre trattiene tra le sue spire la campana del tempio, dal cui lato spunta, attraverso un buco, la faccia del prete Anchin, imprigionato dentro di essa. L espressione del volto cambia grazie a un elemento mobile; le corna del demone sono in ebano, gli occhi in metallo dorato e la lingua è tinta in rosso. La leggenda è molto curiosa e vale la pena di essere brevemente citata I due si erano conosciuti quando Kiyohime era solo una bambina: Anchin era un amico del padre di Kiyohime, che amava scherzare spesso sulla possibilità che in futuro i due avrebbero potuto sposarsi. Diventata adulta, Kiyohime prese sul serio l ipotesi, noncurante della promessa di celibato di Anchin il quale, per sfuggire a quella situazione, si rifugiò presso il tempio Dojoji. Delusa e umiliata, Kiyohime si mise sulle tracce del monaco finché non lo trovò, nascosto all interno di una campana. Il suo astio crebbe quindi in maniera tale da farla trasformare in un enorme demone-serpente: avvolgendo tra le sue spire l intera calotta della campana, Lotto 3199 Lotto 3155 cominciò a generare un fortissimo calore che finì per fondere il metallo, provocando la morte di entrambi. 17

18 Londra, 6 Novembre 2012 Mentre veniva distribuito il catalogo di Bonhams Londra del Novembre scorso, Fine Japanese Art, eravamo in contatto con l amico Luigi Olliaro, proprietario della prestigiosa The Lub Collection. Inevitabilmente è iniziato uno scambio di opinioni sui netsuke presentati in asta, che abbiamo voluto trasformare in commenti veri e propri. La vendita ha avuto un esito positivo, trainata in primo luogo dalla grande qualità dei pezzi e in secondo luogo dall inserimento della vendita nei programmi della manifestazione internazionale Asian Art London, che notoriamente attrae l interesse di un vasto pubblico internazionale di collezionisti. Lotto Netsuke in legno, una tigre, alto 4,5 cm, firmato in riserva rettangolare Naito Toyomasa ( ), Tanba, inizi del XIX secolo, apre con una stima di sterline e se ne aggiudica ben , rappresentando così il top-lot dell asta. Lotto 104 La tigre è seduta, la testa abbassata a sinistra come se guardasse indietro con espressione feroce. La sua coda spunta davanti passando attraverso le zampe posteriori e risale sul lato a formare l himotoshi. Il legno è di bella tonalità, leggermente consunto, e gli occhi sono intarsiati in corno chiaro. Sebbene costituisca un soggetto comune, intagliato anche da altri carvers, questo netsuke si distingue per la splendida interpretazione di Toyomasa, che, come ci suggerisce l amico Luigi, entra a far parte del nirvana dei netsuke e che è già un privilegio poter ammirare. 18

19 Lotto Netsuke in legno, un kirin accovacciato, lungo cm 5,1, non firmato, XVIII secolo, parte da una stima di pound e se ne aggiudica Accovacciato, con la testa rivolta in basso, l animale ha le zampe ritratte sotto il corpo, rappresentando un soggetto del tutto inconsueto e confermando che l apposizione di una firma non determina necessariamente il valore dell oggetto. Luigi commenta, coerentemente al suo pensiero, che nella valutazione di un netsuke la firma dovrebbe essere posta in secondo piano, mentre dovrebbe prevalere ciò che vediamo e sentiamo. Lotto 108 Lotto Netsuke in avorio, Daikoku, alto 5,4 cm, firmato in riserva ovale Masanao, Kyoto, tardo XVIII secolo, viene aggiudicato per sterline, superando la stima iniziale di Il dio è seduto sul suo largo sacco, sorridente, mentre suona lo tsuzumi (tamburo giapponese a clessidra). L avorio è leggermente consunto e di bella patina. Sebbene ne siano comunque registrati alcuni, i netsuke rappresentanti personaggi sono relativamente rari in Masanao: ne abbiamo appena visto uno, commentato nell asta precedente, lotto 3110, rifiutato dai compratori, pur avendo la stessa enfatizzata caratteristica della firma inserita perfettamente alla base del piede. Lotto

20 Lotto Netsuke in legno, un topo, alto 4,2 cm, firmato in riserva ovale Masanao, Kyoto, tardo XVIII secolo, conferma la valutazione iniziale di , venendo aggiudicato per sterline. L animaletto, i cui occhi sono intarsiati in corno nero, è seduto, il corpo girato a destra, mentre si gratta l orecchio con una zampa e con le altre trattiene la coda davanti alla bocca. Il topo è evidentemente uno dei soggetti preferiti da Masanao, di cui se ne conoscono molti esemplari, rappresentati in diverse posizioni e movimenti. Sono solo tre quelli rappresentati nell atto di grattarsi l orecchio, ma tutti sono in avorio. Un soggetto comune che nelle mani del maestro di Kyoto riesce a diventare unico commenta Luigi. Lotto 115 Lotto Netsuke in legno di bosso, un gruppo di funghi, largo 5,4 cm, firmato in tavoletta d ebano Jikan Ganbun, XIX secolo, stimato sterline, rimane invenduto. Tre funghi di differenti dimensioni, il gambo di uno dei quali forma l himotoshi. Il netsuke è impreziosito, nello stile di Ganbun, da tre formiche e una chiocciola realizzati in materiali differenti (rame, ottone e shakudo, peltro e corno). Luigi, in questo caso, si meraviglia per l insuccesso di un pezzo che doveva essere annoverato tra i capolavori di questo grande artista, che di rado appare nelle aste Lotto 117 internazionali. 20

21 Dalla collezione Harriet Szecheny Seguono, non tutti da noi commentati, ben 16 netsuke provenienti dalla collezione di Mrs. Harriet Szecheny (vedi Bollettino n. 22, Marzo 2012): si tratta degli invenduti dell asta precedente. Con un abile mossa commerciale, abbassando notevolmente la stima (per esempio da a ), si è raggiunto lo scopo della dispersione dei pezzi, a volte superando addirittura la stima precedente (vedi lotto 146). Lotto Netsuke in legno, uno shishi, alto cm 4,2, stile di Naito Toyomasa, Tanba, XIX secolo, aggiudicato per sterline, partendo da una valutazione iniziale di Lo shishi è seduto, le zampe anteriori appoggiate su di un grande uovo, da cui spunta la coda del cucciolo. Il netsuke, impreziosito dall intarsio degli occhi in corno biondo, è uno dei soggetti più amati dai collezionisti. Le due provenienze attribuite, Sotheby s, Londra 1986 e Rosemary Bandini, hanno fornito un valore aggiunto al netsuke, che è stato ampiamente premiato e trainato sicuramente dal lotto 104. Lotto 144 Lotto Netsuke in legno, un cinghiale accovacciato, lungo 6 cm, firmato Komei, inizi XIX secolo, rimane nella stima proposte di sterline, aggiudicandosene Pubblicato sull MCI e proveniente dalla Behrens Collection, le due provenienze prestigiose e la compattezza che il carver è riuscito a infondere al netsuke non sono state sufficientemente premiate. Faremo un paragone con lo stesso soggetto, al lotto 147. Lotto

22 Lotto Netsuke in legno, un bue accovacciato, lungo 4,5 cm, firmato Toyoyo ( ), Tanba, XIX secolo, raddoppia la valutazione di sterline, conquistandone La stima precedente era stata e il pezzo era rimasto invenduto. Luigi commenta questo pezzo definendolo squisito e sereno ed affidando l eventuale sorpresa sul prezzo raggiunto alla firma Toyoyo, carver poco conosciuto. Personalmente, troviamo il netsuke privo di patina e con le venature del legno troppo in evidenza, quasi fosse un pezzo moderno Lotto 146 Lotto Netsuke in legno, un cinghiale, lungo cm 4,3, firmato Kokei, circa 1820, parte da una stima di sterline, per essere ceduto a L animale è accovacciato con la testa sollevata, nella medesima posizione del precedente (lotto 145): invero, l atteggiamento è molto simile ma l incisione del pelo e l espressione degli occhi e del muso sono di ben altra qualità. Non si comprende il basso prezzo pagato e la Lotto 147 cm 4,8, firmato in riserva ovale Shoto, tardo XIX secolo, rimane invenduto, nonostante la stima prudenziale di sterline. Una rana mentre si riposa su di una foglia di loto. Il soggetto è molto piacevole e generalmente molto amato dai collezionisti, di cui Luigi è un esempio, tanto da definirlo un gioiello nascosto tra i grandi nomi, non solo non sfigura ma è degno di entrare in scelta nel preferire l altro esemplare. De gustibus Lotto 150. Netsuke in legno di bosso, una rana, largo Lotto

23 qualsiasi grande collezione. Il pubblico presente non ha evidentemente condiviso questa opinione Lotto Netsuke in corno di cervo, una chiocciola, lungo cm 4,5, firmato in riserva quadrata Koku, dopo Ozaki Kokusai, Shiba, Tokyo, XIX secolo, rimane invenduto partendo da una stima di sterline. Lotto 156 La chiocciola cerca di risalire un fungo dal lungo gambo, tentando di scivolare fino al cappello del vegetale. Il gambo forma l himotoshi e il materiale è leggermente consunto e di bella tonalità. Anche in questo caso, le attese dell amico Luigi sono state confutate. È comunque strano il rifiuto di questo netsuke, che ritroviamo pubblicato e avvalorato da Rosemary Bandini, una delle maggiori esperte di Kokusai. Lotto Netsuke in legno, un paesaggio rurale, largo cm 4,5, firmato in riserva ovale Horaku, XIX secolo, parte da una stima di pound per aggiudicarsene Il paesaggio mostra un certo numero di persone che camminano o sono sedute in stanze dell edificio circondato parzialmente da colonne e da alberi. Altro gioiello di micro scultura, che diventa quasi un miracolo di esecuzione così commenta Luigi, Lotto 159 ammirando questo pezzo, anch esso pubblicato dalla Bandini e giustamente premiato. Varie proprietà Lotto Netsuke in saishiki (legno dipinto), Ryujin, alto cm 10,2, attribuito a Yoshimura Shuzan, XVIII secolo, parte da una stima di sterline, che conferma a Il re dragone, convenzionalmente mostrato con espressione fiera, mentre indossa il suo classico vestito. Il pallido legno hinoki riporta tracce di pigmenti rossi e gesso. Il netsuke è realizzato su modello di uno dei tre illustrati nel Soken Kisho, testo storico edito nel Il commento di Luigi è che le scarse conoscenze che abbiamo di Y. Shuzan ci impongono solo l attribuzione e mai la certezza che si tratti proprio del carver e non di uno dei suoi tanti seguaci. Il risultato non esaltante comprova che in molti non hanno creduto alla dichiarazione della casa d aste. Lotto

24 Lotto Netsuke in legno di bosso, due cavalli, lunghezza cm 4,8, firmato Awataguchi, Edo, XVIII secolo, conferma la stima iniziale di sterline, guadagnandone I due cavalli lottano per gioco, uno con la pancia all aria, su cui si poggia l altro. Elaborata composizione dalla forma compatta. Luigi commenta: i cavalli sono assolutamente in una posizione inconsueta, ma non attirano passione né fanno nascere adrenalina. È sicuramente bello, ma non credo giustifichi lontanamente la sua stima. Giudizio che condividiamo pienamente. Lotto 172 Lotto Netsuke in legno, shishi, alto cm 5,1, Kyoto, tardo XVIII secolo, da una valutazione di pound, ne ottiene Seduto con la testa rivolta in basso, mentre sta mordendo il gambo di una grande peonia, che trattiene con la zampa anteriore. La coda riccioluta è eretta, mentre le zampe sono piegate, per dare compattezza al soggetto. Le pupille sono intarsiate in corno nero. Anche qui concordiamo con Luigi sulla predilezione dei collezionisti verso questi soggetti, generalmente ben pagati: Lotto 184 questo netsuke ne è la riprova. 24

25 Lotto Netsuke in avorio, un cane selvatico (yama-inu), alto cm 4,5, firmato in riserva rettangolare Tomotada, Kyoto, tardo XVIII-inizi XIX secolo, viene aggiudicato per sterline, partendo da Seduto, mentre guarda davanti a sé proteggendo la zampa di un cervo. Himotoshi naturale e pupille intarsiate in corno nero. Il netsuke, pensiamo, indipendentemente dalla firma, viene giustamente premiato per la bella qualità. Aggiungiamo, a titolo di curiosità, che soggetti simili vengono definiti anche come lupi: pur riconoscendo che in Giappone non erano presenti lupi, il soggetto potrebbe derivare dalla conoscenza di rappresentazioni cinesi. Lotto 210 Lotto Netsuke in avorio, un ceppo d albero, largo 3,9 cm, firmato Ohara Mitsuhiro ( ), Osaka, datato 1839, parte da una stima di sterline, per aggiudicarsene I lati sono punteggiati per dare effetto di realismo, un ramo di foglie d acero sul top mentre un altra foglia è intagliata in rilievo su di un lato. Firmato e datato con kao. In questo caso non desta la nostra curiosità l indubbia qualità del pezzo: quello che si vuol confrontare è la seguente coincidenza. Il lotto 228 dell asta della Collezione Wrangham dell 8 novembre 2011 (si veda Bollettino n. 22, Marzo 2012) è, come potete vedere dalla foto, lo stesso soggetto, venduto però a sterline. Quando scriviamo lo Lotto 227 stesso soggetto intendiamo che i due netsuke hanno le stesse dimensioni, ovviamente la stessa firma, ma sono anche eseguiti nello stesso anno e nello stesso mese! Varia solo la colorazione e la patina: secondo voi è sufficiente per un gap così notevole tra le due aggiudicazioni? Lotto 228 asta coll.wrangham 25

26 Rosemary Bandini ha accolto, con la consueta cortesia e amicizia, la richiesta di fornirci una sua autorevole opinione sull asta di Bonhams appena commentata. Il suo reportage diventa particolarmente interessante perché, da diretta spettatrice, riesce a cogliere i momenti salienti e le notizie più curiose della vendita. Notizie da Londra A quanto pare la London s 2012 Asian Art Week è sopravvissuta alla recessione economica mondiale, infatti è riuscita a far registrare quasi due delle settimane più impegnative e affollate che abbiamo potuto vivere negli ultimi tempi. Nell ambito di questo evento, Bonhams ha organizzato un asta di tutto rispetto, presentando un gruppetto di netsuke molto interessanti che hanno convogliato a Bond Street collezionisti da tutto il mondo. Nella sala, c era posto solo in piedi e, vuoi per i quasi 600 lotti all asta, vuoi per il peso del catalogo, 1,6 kg, che metteva a dura prova le mie braccia, sono stata più volte tentata di abbandonare la vendita prima del termine. Il primo netsuke presentato, il lotto 104, faceva parte di un gruppo di netsuke e inro provenienti da una collezione privata europea e senza dubbio un masterpiece di Naito Toyomasa. Sebbene fosse alto solo 4,5 cm, l elegante sinuosità e la maestria dell intaglio hanno saputo renderlo del tutto eccezionale e addirittura maestoso. Il prezzo battuto è stato scioccante, quasi da far venire le lacrime agli occhi, ben sterline, ma sono assolutamente certa che l acquirente ne sarà pienamente soddisfatto (ndr i prezzi indicati sono quelli di battuta, escluse le commissioni). Il netsuke che personalmente preferivo, il lotto 108, un bel kirin a due corna intagliato minuziosamente, dalla lucente patina e con un eccezionalmente largo himotoshi, ha ottenuto ben sterline. Il lotto 115 era un affascinante topo in legno di Masanao, forse un po privo di forza espressiva e abbastanza piccolo, rispetto ai lavori del carver: è stato esitato a sterline. Il lotto 184, uno shishi con peonia, già venduto precedentemente dalla Sotheby s nel novembre del 1989 e che ritengo proveniente dalla collezione di Marc Severin: un pezzo grande e dinamico che qualcuno, cogliendo l occasione, si è potuto aggiudicare a soli pound, lo stesso prezzo realizzato nel Il lotto 204, un affascinante modello di scarpa cinese da cui spunta un dragone, costituisce un immediato riferimento alla leggenda di Choryo, uno dei Tre Eroi Cinesi. Sebbene non fosse firmato, è da attribuire, con buona attendibilità, a Kokusai, poiché il British Museum ne possiede la stessa versione in corno di Lotto

27 cervo, firmata, proveniente dalla Hull Grundy Collection. È stato venduto per sterline. Un netsuke invenduto, il lotto 205, un topo in avorio firmato Masanao, correttamente catalogato dalla Bonhams, è un pezzo visto più volte in asta. Venduto per la prima volta da Tajan nel 2010 per euro senza alcuna firma, riapparve un anno dopo in un altra sala parigina, Lombrail, con una bella e nuova firma Masanao. Quando la sala fu avvisata del problema, il Lotto 205 lotto venne ritirato, solo per ricomparire un anno più tardi a Londra alla Bonhams. Essendo venuta a conoscenza della storia del pezzo, la casa d aste ha quindi deciso di ritirarlo dalla vendita. Tra gli altri pezzi offerti in asta, era presente un gruppo di netsuke invenduti dall asta della collezione Szechenyi, la maggior parte dei quali è riuscita a trovare un acquirente. Tirando le somme dell asta, si può quindi dire che i risultati sono stati sicuramente importanti e i compratori solerti ed entusiasti nell accaparrarsi gli oggetti desiderati, dimostrando quanto il mercato dei netsuke sia vivo e robusto. Rosemary Bandini Notizie da Washington Appena prima di andare in stampa, ci è giunta notizia di una vendita che la Quinn s Auction Galleries, una piccola e sconosciuta casa d aste a conduzione familiare dei sobborghi di Washington, ha allestito per il prossimo 7 dicembre. L evento è stato molto pubblicizzato a livello mondiale, attraverso il web e con l invio gratuito del catalogo a tutti i soci dell International Netsuke Society. Viene dispersa la collezione di Helen e Jack Mang, composta da circa 800 netsuke, nella stragrande maggioranza di bella o bellissima qualità e provenienti da collezioni rinomate o da grandi mercanti internazionali. Abbiamo avuto già sentore di prenotazioni in sala e telefoniche di grandi collezionisti e dealers preoccupati in primo luogo per la scarsa organizzazione di questa piccola Galleria, assolutamente non attrezzata per un evento di questa portata, e in secondo luogo per il regime fiscale statunitense che, molto probabilmente, complicherà i pagamenti. Nel prossimo numero del Bollettino non mancheremo di relazionarvi sugli esiti di questo evento, sperando che le aspettative non vengano deluse.

28 La Galliavola Arte Orientale Via Borgogna, Milano tel fax

Shunga. Arte ed Eros nel Giappone del periodo Edo. Highlights della mostra. NIPPON-multimedia. www.nipponlugano.ch

Shunga. Arte ed Eros nel Giappone del periodo Edo. Highlights della mostra. NIPPON-multimedia. www.nipponlugano.ch Highlights della mostra Libretto in bianco e nero Le illustrazioni di questo libretto riflettono lo stile cosiddetto primitivo dei primi shunga. Piccoli libretti come questo erano tenuti dal samurai come

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

QUALE FUTUTO PER LA NOSTRA CASA? 10 Maggio 2016. AFLIN Fior di Loto India Onlus

QUALE FUTUTO PER LA NOSTRA CASA? 10 Maggio 2016. AFLIN Fior di Loto India Onlus QUALE FUTUTO PER LA NOSTRA CASA? 10 Maggio 2016 AFLIN Fior di Loto India Onlus Da sempre fin dalle antiche civiltà sono esistite associazioni tra mondo metafisico ed Alberi e Boschi, con sacralizzazione

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA?

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? Nell antica Roma tutti si mettevano un vestito lungo. Questo vestito si chiama tunica. Uomini e donne legavano la tunica con una cintura. Sopra la tunica le donne ricche

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

www.metodobillings.it

www.metodobillings.it Si riporta nel seguito l intervista alla Dott.ssa Piera di Maria, riportata alla pag. 11 del Bollettino. La versione integrale del bollettino e scaricabile dal sito del C.L.O.M.B. Centro Lombardo Metodo

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

IN MONTAGNA ECLETTICI GIRAMONDO TESTO DI MARGHERITA DALLAI / FOTO DI ADRIANO BRUSAFERRI

IN MONTAGNA ECLETTICI GIRAMONDO TESTO DI MARGHERITA DALLAI / FOTO DI ADRIANO BRUSAFERRI ECLETTICI GIRAMONDO TESTO DI MARGHERITA DALLAI / FOTO DI ADRIANO BRUSAFERRI A CELERINA, A POCHI PASSI DALLE PISTE DA SCI, L ABITAZIONE DI UNA COPPIA DI GRANDI VIAGGIATORI, CON TESTIMONIANZE DI CULTURE

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA

UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA Giovedì 5 marzo noi alunni di I B siamo andati, insieme alla classe 1E, in visita al Museo Africano di Verona. Siamo partiti con l autobus di linea e siamo arrivati nel cortile

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

I sogni dipinti del duca

I sogni dipinti del duca I sogni dipinti del duca sii depinta tutta a zigli nel campo celestro, mettendo de le stelle tra l uno ziglio e l altro Lo stesso Duca Galeazzo Maria indicava i motivi delle decorazioni delle sale della

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

U A SCIMMIA PER BOTTO E.

U A SCIMMIA PER BOTTO E. U A SCIMMIA PER BOTTO E. Alla scoperta del mondo sconosciuto dell arte primitiva cinese. Chui-tzu. Scimmia seduta con le mani portate al mento. Osso o avorio. H. cm. 4,3. Appartenenti ad una tradizione

Dettagli

Catturo immagini del paesaggio che scorre veramente veloce dal finestrino.

Catturo immagini del paesaggio che scorre veramente veloce dal finestrino. 10 luglio La stazione di Shinagawa è una delle principali stazioni ferroviarie di Tokyo ed è anche una delle più antiche (1872). Nonostante il nome, non si trova nel quartiere di Shinagawa, bensì in Minato,

Dettagli

Zucca zuccone tutta arancione

Zucca zuccone tutta arancione Zucca zuccone tutta arancione La festa di Halloween, tradizione dei paesi anglosassoni, è oramai entrata nella nostra società; i bambini sono molto attratti dalle icone paurose di questo festeggiamento:

Dettagli

Le vetrine di Natale. ispira la tua attività

Le vetrine di Natale. ispira la tua attività Le vetrine di Natale Come ogni anno presi dall euforia di allestire le proprie vetrine per il Natale, si rischia di farsi prendere dal panico o dal timore di spendere troppo e non riuscire a fare nulla

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Settimana del SAPERE

Settimana del SAPERE Settimana del SAPERE Fascicolo 1 Il sapere e la storia di due giovani uomini All interno: l originale in Inglese e la traduzione in Italiano di una delle più famose lettere di vendita di tutti i tempi

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare?

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Intervista all educatore cinofilo E. Buoncristiani 1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Gli aspetti positivi di questa

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

I cinesi, i cinesi, i cinesi

I cinesi, i cinesi, i cinesi I cinesi, i cinesi, i cinesi Si fa un gran parlare dei cinesi. Stanno invadendo tutto, dicono. Naturalmente da un punto di vista economico. Si sono adeguati al mercato globale, hanno accettato le regole

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI In un mondo che ha perso quasi ogni contatto con la natura, di essa è rimasta solo la magia. Abituati come siamo alla vita di città, ormai veder spuntare un germoglio

Dettagli

collezione 2013 la guida al tuo stile STILI

collezione 2013 la guida al tuo stile STILI collezione 2013 la guida al tuo stile STILI gli stili di gran classe Gli album di matrimonio Celebra trasformano i giorni più importanti della vita in un oggetto prezioso, da conservare per sempre. Il

Dettagli

La locandiera. PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda

La locandiera. PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda La locandiera PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda 5 10 Atto I La scena si rappresenta a Firenze, nella

Dettagli

La strada che non andava in nessun posto

La strada che non andava in nessun posto La strada che non andava in nessun posto All uscita del paese si dividevano tre strade: una andava verso il mare, la seconda verso la città e la terza non andava in nessun posto. Martino lo sapeva perché

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

GLI ALUNNI DELLA I A

GLI ALUNNI DELLA I A GLI ALUNNI DELLA I A Descrivi la festa di Halloween soffermandoti sui preparativi, che l hanno preceduta, sul suo svolgimento e parla delle tue impressioni al riguardo. Con la scuola elementare di Puccianiello

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Dal manifesto delle esigenze abitative dei bambini emergevano 10 indicazioni per la realizzazione delle abitazioni. La casa deve essere:

Dal manifesto delle esigenze abitative dei bambini emergevano 10 indicazioni per la realizzazione delle abitazioni. La casa deve essere: L intervento è stato realizzato a Correggio piccola città di circa 23.000 abitanti che eccelle per la molteplicità di politiche sviluppate nei confronti dei bambini. La ricerca ha indagato con molta cura

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE

CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE Livorno, 3 dicembre 2011 Signor Ministro della Difesa, Ammiraglio Giampaolo

Dettagli

LAVORO DELL ANNO PRECEDENTE. Successione cardinale Tanti/pochi LAVORO DI QUEST ANNO

LAVORO DELL ANNO PRECEDENTE. Successione cardinale Tanti/pochi LAVORO DI QUEST ANNO BAMBINI DI 4 ANNI LAVORO DELL ANNO PRECEDENTE Confronto tra quantità Successione cardinale Tanti/pochi LAVORO DI QUEST ANNO Le varie funzioni del numero : per quantificare per misurare per.. Dall indagine

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

I Giochi Tradizionali all Aria Aperta

I Giochi Tradizionali all Aria Aperta I Giochi Tradizionali all Aria Aperta Salta cavallo a lungo a lungo Lo scaricabarile Giocatori maschi almeno 6 Si formavano due quadre con un uguale numero di concorrenti. I componenti di una delle due

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

L alimentazione: Alla scoperta del gusto

L alimentazione: Alla scoperta del gusto L alimentazione: Alla scoperta del gusto Breve storia del cibo Anche se preferiamo un bel piatto di pasta siamo tutti accomunati dal bisogno di cibo.oggi non è fame ma è questione di gusto. L uomo primitivo

Dettagli

Leggere, ascoltare, navigare

Leggere, ascoltare, navigare Leggere, ascoltare, navigare L AMORE CONTA di Maurizio Ermisino Fausto Podavini ha seguito per due anni una coppia: un marito malato di Alzheimer, una moglie che l ha seguito con devozione. È nato così

Dettagli

Natale nei cieli di Mirò

Natale nei cieli di Mirò Natale nei cieli di Mirò Al corso #miramirò a seguito visita mostra di #miromantova abbiamo proposto un grande cielo natalizio con i segni e i simboli letti nelle Costellazioni di Miró. Le Costellazioni

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

Una macchina ingenua per le divisioni. Strumenti di calcolo aritmetico ingenui ma ingegnosi,

Una macchina ingenua per le divisioni. Strumenti di calcolo aritmetico ingenui ma ingegnosi, Una macchina ingenua per le divisioni Estratto da: Strumenti di calcolo aritmetico ingenui ma ingegnosi, Bruno Jannamorelli, Ed. Qualevita È l ultimo giorno di scuola. I miei alunni liceali sono già in

Dettagli

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa.

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa. 1 22 febbraio 2013 Sesto incontro Introduzione Nella Teologia Spirituale troviamo tre tappe per la crescita dello spirito. Nella Religione Cattolica le tre dimensioni sono: la purificazione, l illuminazione,

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA 1 INTRODUZIONE Carissimo, la Festa Diocesana degli Incontri, prevista per il 17 maggio 2015 presso il Palazzetto dello Sport Palachicoli di Terlizzi, costituisce per i piccoli di Ac un occasione per sperimentare

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

A MILANO: E un fisico di professione.

A MILANO: E un fisico di professione. ACHILLE TURATI (1843-1917) A MILANO: E un fisico di professione. IL GIRO DEL MONDO: Seguendo la moda europea del giro del mondo Turati intraprende numerosi viaggi in località esotiche: Cina, Giappone,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. LA CIVILTÀ CINESE Dove La civiltà cinese è nata lungo il iume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. Perché si chiama iume Giallo? Giallastro: un colore giallo sporco, non brillante. Perché in

Dettagli

Frasi di matrimonio con felicitazioni

Frasi di matrimonio con felicitazioni Frasi di matrimonio con felicitazioni Questo giorno di grande felicità sia l inizio di una serie di splendidi momenti Vi auguro tanta felicità e serenità per la vostra nuova vita insieme Vi auguro di conservare

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

L'ABILITA' DI IMPARARE

L'ABILITA' DI IMPARARE 18 marzo 2012 L'ABILITA' DI IMPARARE Un percorso di applicazione della ricerca "L'arte di educare" Programma COSA SIGNIFICA IMPARARE? Storie, canti e filastrocche sul ciclo di apprendimento Laboratorio:

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Palazzo Stanga Trecco

Palazzo Stanga Trecco Palazzo Stanga Trecco Venerdì 21 novembre 2014, in occasione della Festa del Torrone, il piano nobile di palazzo Stanga, in via Palestro, è stato eccezionalmente aperto al pubblico. Le nostre classi, la

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli