7. Medicina antroposofica di Mauro Alivia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "7. Medicina antroposofica di Mauro Alivia"

Transcript

1 Alivia M. Medicina Antroposofica in La Formazione nelle Medicine Tradizionali e Non Convenzionali in Italia - Attualità, esigenze, criticità e prospettive A cura di G. F. Gensini, P. Roberti di Sarsina, M. Tognetti Bordogna P Franco Angeli Milano Medicina antroposofica di Mauro Alivia 1. Il concetto di medicina antroposofica La medicina antroposofica e un ampliamento dell approccio medico convenzionale con la percezione dell essere umano che e propria dell antroposofia. «L antroposofia si fonda sul presupposto che il mondo e l uomo siano anche una realta spirituale, indagabile con adeguati metodi di ricerca. A questi metodi risulta che anima e spirito non sono esclusivi del fenomeno umano, ma propri della natura e di ogni essere. Conoscere inoltre non e solo evento della coscienza umana, ma contemporaneamente del mondo, delle relazioni fra le molteplicita di esseri che lo costituiscono. Come lo sono nascere e morire, ammalare e guarire. Dalla consapevolezza di cio, la medicina antroposofica elabora mezzi diagnostici e terapeutici entro il tessuto storico e istituzionale della medicina occidentale. Percio opera in modo da rispettare: la dignita individuale e l unicita del paziente e il suo ruolo attivo nella relazione col medico, gia nella sua scelta; l idea che il senso della malattia interseca piu orizzonti, da quello bio grafico a quello comunitario ed epocale, e non e solo un evento casua le od ostile; l idea che tra esseri della natura ed esseri umani vi e un nesso che non solo spiega l azione dei farmaci sull uomo, in quanto hanno una stessa origine e un evoluzione parallela, ma anche l azione delle forze morali su quelle naturali, forze morali a cui e affidato il futuro» [1]. L approccio scientifico proprio della medicina antroposofica indaga l es sere umano come un unita piu grande della somma delle sue parti. L essere umano viene considerato come un essere spirituale unico, con un suo motivo di esistenza e una sua direzione che si esplica durante il corso della sua biografia. Egli interagisce con il mondo circostante grazie alla sua vita diemozioni, sensazioni e percezioni che gli sono permesse da un corpo fisico, compenetrato di processi vitali. Cio permette un progressivo ampliamento diagnostico che concerne una valutazione riguardo agli squilibri in ambito corporeo, psicologico e spirituale cosi come l interazione di un armonica o disarmonica relazione tra i processi di corpo, vita, anima e spirito in un organo, sistemi di organi o l organismo come un tutto [2]. Questo porta ad un trattamento olistico centrato sulla specificita del singolo paziente, nel rispetto della sua biografia individuale. La percezione dell essere umano su cui si basa la medicina antroposofica e quella sviluppata dalla scienza dello spirito, inaugurata dal dott. Rudolf Steiner ( ), filosofo e scienziato. La collaborazione con un gruppo di medici e in particolare con la dott.ssa Ita Wegman ( ) ha portato allo sviluppo della medicina antroposofica e alla fondazione della prima clinica, avvenuta ad Arlesheim in Svizzera nel 1921 e alla nascita nel a Dornach, in Svizzera, della Sezione di Medicina Antroposofica della Libera Universita di Scienza dello Spirito. La fondazione di cliniche, la creazione di

2 un azienda farmaceutica specifica, la ricerca epistemologica e clinica per una trasmissione del sapere e uno sviluppo autenticamente scientifico, sono elementi centrali delle origini della medicina antroposofica. Pochi pionieri, presenti in alcuni paesi dell Europa occidentale, hanno diffuso l impulso medico antroposofico che attualmente e presente in tutti i cinque continenti. La medicina antroposofica puo essere praticata unicamente da medici regolarmente iscritti agli Albi di appartenenza dei singoli paesi, che si sono formati in specifici corsi di formazione di almeno tre anni. In Europa vi sono medici che hanno completato la formazione in medicina antroposofica, che hanno frequentato corsi di vari livelli di formazione e fino a che saltuariamente prescrivono medicinali antroposofici. L approccio medico antroposofico e applicato nella sua completezza con un lavoro multidisciplinare in cliniche o centri terapeutici svolto da equipe di medici e terapeuti (psicoterapeuti, euritmisti, infermieri, massofisioterapisti, terapeuti artisti) formati in corsi di formazione specifici. In Europa i terapisti sono piu di Ci sono 24 ospedali antroposofici in 5 stati membri dell Unione Europea, 14 dei quali offrono servizio di pronto soccorso e due sono ospedali universitari. Migliaia di medici antroposofi praticano poi la loro attivita in studi privati in tutto il mondo [3,7]. E corretto parlare di sistema terapeutico antroposofico, con una propria, specifica farmacopea e un insieme di altre terapie, che contribuiscono a caratterizzarlo come una delle esperienze terapeutiche centrate sulla persona piu significative per l epoca contemporanea [4]. La medicina antroposofica amplia le conoscenze della medicina convenzionale ponendosi la finalita di curare l uomo malato, prevenire le malattie e promuovere la salute. 2. La percezione antroposofica dell essere umano e della natura 2.1. I quattro arti costitutivi dell essere umano Abbiamo accennato che nella medicina antroposofica la percezione olistica dell essere umano comprende, oltre al piano fisico, un piano di forze vitali, un piano emotivo (o mentale) e uno spirituale. Una conoscenza dell essere umano e un conseguente approccio all uomo sano e malato, non puo prescindere da questi piani, le cui relazioni cambiano in rapporto all eta, allo stato sonno-veglia e alle malattie. Ognuno di questi ha leggi proprie e correlazioni funzionali al proprio interno che ci permettono di chiamarli corpi. Essi sono indagabili se si applica l obbiettivita e il rigore di pensiero delle scienze naturali e lo sviluppo di facolta interiori grazie ad una particolare metodologia. «Il pensiero puo diventare talmente mobile e interiormente vivace da riuscire non solo ad osservare in modo spregiudicato i fenomeni sensibili, ma anche a contemplare i sistemi di forze ad essi sovraordinati e le relative leggi. Da un lato si puo osservare che questi sistemi di forze garantiscono la struttura ordinata e la funzione dei diversi organi, dall altra che essi sono portatori delle funzioni psichiche e intellettive come il pensiero, la capacita di rappresentazione, i processi del sentire e della volonta» [5]. Hanno uno stretto rapporto con il mondo della natura, da cui pero si distinguono. Il regno minerale, quello vegetale e quello animale sono presenti nell essere umano, che pero li domina, separandosi da essi e creando esso stesso delle relazioni al suo interno. «L uomo ricapitola in se la filogenesi in quanto e costituito di un corpo fisico, in cui compare il regno minerale, di un corpo eterico, in cui compare il regno vegetale, di un corpo astrale, in cui compare il livello animale, e di un io, in cui compare il regno umano, del portatore di spirito autocosciente. La memoria dei regni si costituisce in noi come corpi» [6]. Il corpo fisico ha a che fare con l elemento minerale e con le leggi che lo governano. E il corpo studiato dalla medicina attuale e, per quanto riguarda i parametri di misurazione e il suo trattamento, la medicina antroposofica adotta gli stessi metodi della medicina convenzionale. Il corpo fisico e compenetrato da un corpo di forze vitali che lo edifica e gli da vita. Quando il corpo di forze vitali (o corpo

3 eterico) non esercita piu la sua influenza, abbiamo il cadavere che soggiace alle leggi di disgregazione del mondo fisico. Il corpo eterico si manifesta nel flusso ordinato dei liquidi corporei. Quando pensiamo al piano delle forze vitali dobbiamo riferirci al mondo della vita e al mondo vegetale, che ne e la massima espressione. Nel mondo vegetale possiamo osservare l agire di forze antigravitazionali, cosi che la pianta e in grado di portare l acqua fino in cima agli alberi. Nel mondo delle piante ci colpisce il ripetersi annuale della loro formazione, del generare nuova vita, in un continuo processo di metamorfosi partendo da sali, acqua, luce e calore. E possibile studiare lo sviluppo di ogni singola pianta e come la conformazione di ogni specie risenta di particolari forze vitali cosmiche e terrestri. Nell uomo possiamo osservare il manifestarsi degli effetti di quelle forze nel bambino piccolo, sano, che cresce a vista d occhio, raddoppiando il suo peso corporeo nel giro di pochi mesi, cosi come dopo una malattia, quando c e una decisa ripresa. Il riposo, il sonno, il ritmo contribuiscono a rigenerare il corpo eterico. Il trattamento con medicinali antroposofici o con diverse terapie antroposofiche agisce fortemente stimolando questo corpo che ha a che fare con le cosiddette forze di salute, carenti nel cosiddetto esaurimento. Il corpo eterico e a sua volta compenetrato da un sistema di forze che e il portatore delle facolta senzienti, che ha leggi sue proprie, assolutamente differenti rispetto ai due piani precedenti. Viene chiamato corpo astrale o corpo animico. L essere umano ha in comune con l animale l organizzazione senziente. Nel regno animale si ha una circolazione interna dei gas, con un proprio movimento. Questo movimento dei gas si organizza come respirazione autonoma. In realta tutti i movimenti riflessi, fino a movimenti ritmici di alcuni organi, sono di pertinenza del corpo astrale. Infatti il corpo astrale si manifesta nel movimento e il movimento ha la sua origine in esso. Ma il corpo astrale e anche il portatore dell attivita di coscienza. La vita del sentimento, le sensazioni sono di sua pertinenza. Il definirsi di precise e specifiche percezioni sensoriali porta a reazioni e modalita di comportamento differenziate. Ogni eccitazione psichica provoca modificazioni del respiro e, viceversa, il controllo del respiro puo controllare stati d ansia. Il corpo astrale e rivolto anche alle funzioni piu differenziate del corpo come lo sviluppo sessuale e la regolazione di processi endocrinologici, l escrezione di sostanze estranee, lo sviluppo del sistema immunitario. E noto che minime quantita di gas, come l ossido d azoto, regolano il movimento del sangue, processi immunologici e neuroendocrini che sono percio espressioni fisiche dell organizzazione senziente. Studiando questa organizzazione, possiamo cogliere gli effetti delle forze sovrasensibili che agiscono e che hanno un peso estremamente importante nel nostro stato di salute o nel farci ammalare. Per esempio, l ambito che riguarda lo stress si colloca in questo quadro. Cogliamo oggi l effetto dell azione del corpo astrale nelle ben note modificazioni sulla secrezione del cortisolo e la riduzione delle difese immunitarie, che sono acquisizioni consolidate della moderna fisiologia, a tal punto da avere creato un nuovo campo di indagine e applicazione, la psiconeuro-endocrino-immunologia. Il livello funzionale piu alto, quello dell Io, compenetra e coordina tutti gli altri. E portatore dei processi di autocoscienza che comprendono i processi vitali e quelli di coscienza. Solo l essere umano puo dire Io di se stesso, come individuo. E capace di distinguere se stesso dagli altri, ha la parola, ha la capacita e la possibilita di prendere decisioni e assumersi coscientemente delle responsabilita sulla sua vita e su quella di altri. Anche l andatura eretta e specifica dell essere umano. Proprio in virtu di queste possibilita, l essere umano puo disporre della sua vita come meglio crede, interagendo costantemente con la componente emozionale o mentale, con il corpo fisico e il piano delle forze vitali. Rivolta al corpo, l organizzazione dell Io si esprime specialmente nella regolazione del proprio calore. Lo strumento del quale l Io si serve per compenetrare gli altri corpi e proprio il calore.

4 La salute consiste nella corretta cooperazione tra questi quattro arti costitutivi che subisce variazioni nel corso della vita e nel corso della giornata. La malattia puo essere vista come un disturbo che tende a stabilizzarsi nella loro interrelazione dinamica. Il metodo diagnostico antroposofico e un ampliamento di quello universalmente conosciuto nella attuale medicina occidentale. Partendo dall anamnesi e dai segni percepibili secondo una diagnosi medica convenzionale si colgono quelle manifestazioni che sono espressione di come il corpo delle forze vitali, l organizzazione astrale e l organizzazione dell Io entrano in relazione con il corpo fisico. Questa attenta osservazione permette una diagnosi individualizzata e un conseguente trattamento che cerca di rimettere in equilibrio la relazione tra i quattro arti costitutivi. La conoscenza del rapporto tra le quattro organizzazioni e i regni della natura permettera la scelta di quei rimedi necessari per un trattamento individualizzato. Nell essere umano sono presenti delle funzioni dinamiche, riconducibili a tre grandi sistemi, tra loro integrati e presenti in tutto l organismo umano. Questa triplicita di funzioni fisiologiche parte da un dato psicologico, con la distinzione nella vita psichica di pensare, sentire e volere. Queste tre funzioni hanno un correlato organico nel processo nervoso, in quello metabolico e nel ritmo, che origina dall incontro di processi opposti. Definiamo sistema neurosensoriale quel sistema che ha a che fare con le percezioni sensoriali e i processi di rappresentazione e pensiero. Il sistema nervoso e gli organi di senso sono i mediatori di queste percezioni. Com e noto, il tessuto nervoso ha una grande specializzazione e una scarsa capacita rigenerativa. Il sistema del ricambio e delle membra, polare al precedente, comprende tutti i processi che hanno a che fare con il ricambio e il movimento. Qui la rigenerazione cellulare e rapida e tumultuosa, il movimento costante. Questo sistema e continuamente all opera, incessantemente, non c e giorno o notte che tengano. Ha a che fare con il processo digestivo e di trasformazione della sostanza. La sostanza introdotta dall esterno viene demolita e trasferita al sangue. E comodo rappresentarci il sistema neurosensoriale nel capo e il sistema metabolico nell addome; in realta entrambi sono diffusi in tutto l organismo, al pari del sistema ritmico, che ha il suo centro negli organi del torace, ma la cui funzione e in realta presente dappertutto. Fin nella cellula e nei suoi organuli possiamo individuare una funzione neurosensoriale, una funzione metabolica e una funzione ritmica. Queste tre funzioni si compenetrano negli apparati, negli organi, fino alla singola cellula, dove possiamo osservare la prevalenza ora dell una, ora dell altra funzione. Il ritmo emerge dall incontro tra le due polarita, la funzione prevalentemente catabolica, distruttiva del sistema nervoso e quella prevalentemente anabolica, costruttiva dell attivita metabolica. Queste due polarita necessitano di una mediazione, che e operata dal sistema ritmico, che bilancia queste due attivita polari e vede la sua massima espressione a livello del sistema respiratorio e di quello cardiovascolare. La funzione ritmica di questi due sistemi e ben conosciuta, potremmo dire che ne e la caratteristica intrinseca. La medicina antroposofica ne sottolinea gli aspetti con una rigorosa e dettagliata analisi scientifica, mostrando anche il rapporto tra la frequenza respiratoria e la frequenza cardiaca, di come questo rapporto si modifichi durante la veglia e durante il sonno, e di come possa essere un ottimo indicatore dello stato di salute del paziente, anche in senso preventivo. Sono stati ideati e vengono utilizzati degli strumenti misuratori delle funzioni ritmiche dell organismo, messe a confronto, una sorta di holter delle funzioni ritmiche, che danno delle utili indicazioni anche sul risultato delle terapie prescritte. In pratica si assiste ad un miglioramento delle disritmie nel rapporto frequenza cardiaca/frequenza respiratoria con l uso di rimedi o altre terapie. Lo studio del ritmo e della funzione ritmica nell organismo umano riveste una grande importanza dal punto di vista della medicina antroposofica ed e indagata con particolare

5 cura, costituendone uno degli elementi cardine. Le tre sfere dell attivita psichica sono compenetrate e hanno la loro base organica sull intero organismo. Dove c e attivita nervosa, con le percezioni sensoriali, con l attivita rappresentativa, opera il pensiero, nei processi del ricambio, con i processi di trasformazione, distruzione e ricostruzione della sostanza, agisce, incoscientemente, la volonta, nel ritmo, nel suo alternarsi, nelle sue pause, opera il sentimento. I processi legati al pensare costituiscono la base della coscienza di veglia; nella sfera del sentire, ove lo stato di coscienza e decisamente piu attenuato rispetto alla coscienza di veglia, entriamo in uno stato sognante. Nel sistema metabolico, invece, i processi di volonta sono totalmente inconsci: entriamo in uno stato di coscienza che e quello del sonno profondo. Solo quando i processi del ricambio sono alterati, quando c e un processo di malattia, possiamo avere una coscienza di veglia anche nel ricambio. Una patologica prevalenza di uno stato di coscienza, senza un giusto equilibrio tra la vita di veglia e quella di sonno, si puo leggere come una prevalenza di uno dei due sistemi. La terapia verra indirizzata a riportare equilibrio tra le due polarita e spesso rinforzare la sfera ritmica, che ha una funzione intrinsecamente equilibrante e fisiologicamente salutogenetica. I quattro arti costitutivi o corpi, corpo fisico, corpo eterico, corpo astrale e organizzazione dell Io, precedentemente illustrati, agiscono insieme nei tre sistemi funzionali 3. Medicina antroposofica come medicina preventiva Com e stato illustrato, la salute va vista come un elemento dinamico, frutto di un equilibrio tra i processi fisiologici, quelli psichici e l attivita spirituale. L obbiettivo della medicina antroposofica e quello di lavorare ad un processo capace di generare salute, attraverso una sana igiene di vita. Questa richiede una personale responsabilizzazione riguardo ad una sana nutrizione, all astensione dall assunzione di droghe, una regolare attivita fisica, una cura dei ritmi, un attenta e oculata gestione delle malattie acute, con l aiuto del medico quando necessario. Questo programma d igiene di vita e diventato oramai un acquisizione anche della medicina convenzionale: nella medicina antroposofica presenta delle particolarita che contribuiscono a rendere eccellente il risultato finale. Per quanto riguarda la nutrizione, e noto che una dieta basata su frutta, verdura e cereali svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, cronicodegenerative fino al cancro. E peraltro noto che una dieta con queste caratteristiche, ma con alimenti ricchi di pesticidi e diserbanti, puo contribuire a provocare le stesse patologie che dovrebbe prevenire. Per questo motivo gia negli anni 20 del secolo scorso e nata l agricoltura biodinamica, nella quale una particolare cura della terra con prodotti organici opportunamente preparati e diluiti rende sane le piante, produce alimenti di alta qualita e mantiene la terra fertile. Il principio fondamentale della biodinamica e di far si che le sostanze presenti nella terra possano essere assimilate dalle piante nella misura necessaria. D altra parte, la terra e parte dell universo e percio sottoposta a influenze cosmiche. Esperimenti compiuti gia negli anni 50, e successivamente ripresi da altri studiosi, testimoniano che una terra coltivata secondo il metodo biodinamico presenta un alta attivita biologica se la semina viene fatta seguendo i transiti della luna in rapporto allo zodiaco. E noto che l assunzione del tabacco e di altre droghe, oltre a provocare una dipendenza, creano significativi danni a livello immunitario e organico. Pur nel rispetto della libera scelta di ogni individuo, la medicina antroposofica sconsiglia e scoraggia l uso di tali sostanze. In alcuni paesi, appositi centri di medicina antroposofica hanno impostato programmi riabilitativi tendenti alla lotta contro la dipendenza da tabacco e altre droghe.

6 L attivita fisica aerobica viene considerata un fattore preventivo e curativo di patologie cardiovascolari, autoimmuni e cronico-degenerative. Le conoscenze relative all influenza dell attivita fisica aerobica sulla liberazione del NO da parte dell endotelio, con indubbi benefici sulla salute dell albero cardiocircolatorio nonche del sistema immunitario, sono diventate un patrimonio di tutti i medici. Ma la medicina antroposofica va al di la di questa acquisizione pure estremamente importante in chiave salutogenetica. Nell ambito delle attivita legate al movimento cosciente e nata l euritmia, che e una vera e propria arte del movimento, che prevede particolari esercizi e gesti, espressione dei suoni vocali e consonantici. Comprende un ambito definito igienico, cioe degli esercizi, che eseguiti quotidianamente da persone sane, mantengono un sano equilibrio tra le diverse parti dell essere umano e un ambito piu specificamente terapeutico e individualizzato, definito euritmia terapeutica, dove vengono svolti particolari esercizi e gesti strettamente in rapporto alle patologie che si stanno curando, sulla base di una stretta collaborazione tra il medico e l euritmista. La gestione delle malattie acute e di pertinenza medica. Ma l attesa dell arrivo del medico e un periodo di grande importanza, specie nella cura dei bambini. Questo puo essere gestito serenamente secondo accorgimenti pratici che possono spesso portare ad una rapida risoluzione dei sintomi e ad un superamento della malattia. Si tratta di comportamenti che fanno parte del buon senso e che spesso sono oggi dimenticati, come per esempio mettere a letto un bambino febbrile e tenerlo a digiuno o con una dieta leggera, preservandolo da stimoli sensoriali eccessivi (radio, TV, computer). L assunzione automatica di antipiretici e antibiotici non risponde ad una reale necessita, ma e diventato un uso comune e spesso danneggia, anziche aiutare un sano processo di risanamento. Da questo punto di vista l intervento del medico antroposofo non e solo quello di curare, ma anche di educare il paziente o i genitori ad un sano rapporto con le malattie, non sottovalutando mai alcun disturbo, ma affrontando serenamente quello che si presenta seguendo delle indicazioni che via via vengono apprese. Un adeguato abbigliamento e una sana igiene di vita sono spesso la base indispensabile per creare quella base di conoscenza e fiducia verso se stessi che permettono lo sviluppo di un sano sistema immunitario. 4. Medicina antroposofica come medicina salutogenetica. Il concetto di salutogenesi e stato sviluppato da Antonovsky negli anni 70 [8] del secolo scorso. Indaga le origini della salute, cercando le ragioni per cui alcune persone stanno bene malgrado difficili situazioni di vita, mentre altre, di fronte alle stesse difficolta, si ammalano. Eventi avversi e stress possono diventare opportunita nel generare salute nel momento in cui sono presenti alcune condizioni. Queste condizioni sono state individuate nella resilienza e nel Sense of Coherence (SOC) che diventano importanti chiavi interpretative per la comprensione di una prognosi fausta o infausta di una patologia. C e un crescente campo di ricerca che riguarda vari gruppi di eta, di differente livello socioeconomico e culturale, che mostra come un forte SOC e in relazione con una migliore salute, un piu salutare invecchiamento [9]. E un fattore protettivo contro le dipendenze, per esempio quella dall alcool rispetto a indici simili di consumo in adolescenti [10]. Il SOC si sviluppa nei primi 30 anni di vita, ma in particolare nei primissimi anni. Le cure ricevute da piccoli, l amore del quale siamo stati circondati, anche in situazioni biografiche difficili, gli insegnanti che abbiamo avuto, i ritmi che abbiamo appreso hanno contribuito a formare un SOC piu o meno elevato. Ma, in ogni caso, il SOC non e da intendere in senso statico. Puo essere rinforzato attraverso una personale attivita e cura [11, 12], che inserisce un elemento dinamico nel concetto di salute. La salute non e determinata dalla assenza di malattia, ma dalla nostra abilita nell affrontare positivamente gli ostacoli e le malattie attribuendogli significato. Allo stesso modo l ammalarsi, essere affetti da una malattia

7 cronica, non precludono necessariamente uno stato di benessere o di appagamento. La salute e un processo attivo di continuo aggiustamento, un sottile equilibrio tra la nostra integrita fisiologica, psicologica e spirituale e le influenze esterne e interne che possono rafforzarla o indebolirla. Il concetto di salute come uno stato di completo benessere evocato dalla dichiarazione di Alma Ata, diventa salute come abilita di adattarsi e gestirsi di fronte alle sfide fisiche, emozionali o personali [13]. Trasformare la malattia da evento sfavorevole in opportunita di crescita e cambiamento rappresentano il futuro della medicina e la base di un nuovo sistema sanitario, che veda una crescente responsabilizzazione individuale nei riguardi della propria salute [14]. L approccio medico antroposofico, che cerca di leggere in ogni processo morboso l espressione di forze che vanno al di la della manifestazione corporea visibile, porta ad un intervento terapeutico centrato sulla persona che puo permettere al paziente, se lo vuole, uno sviluppo della sua coscienza e autocoscienza. Una valorizzazione del rapporto medico-paziente, che trasformi la visita medica in un incontro reale, dove si eserciti l arte dell ascolto, puo aiutare il paziente nella crescita della sua responsabilizzazione individuale. E necessario, per questo, che il medico parli al paziente in modo comprensibile, con pensieri sensati, colmi di significato e presentati con un linguaggio accessibile [15]. 5. L approccio terapeutico della medicina antroposofica La comparsa di una malattia viene considerata come l esito di un lungo processo [7]. L analisi dello svolgersi di questo processo e della piu grande importanza nella valutazione di ogni singolo paziente con la sua storia individuale, iscritta nella sua biografia, da cui deriva una diagnosi ampliata e un processo terapeutico adeguato. La situazione clinica del paziente viene valutata all interno delle relazioni e dell ambiente sociale nel quale e cresciuto e vive. L approccio terapeutico viene visto come un processo piuttosto che come un salto da una condizione di malattia a una di salute. Il trattamento viene individualizzato, con la prescrizione di una terapia convenzionale e/o antroposofica farmacologica o con altre terapie, come esito della valutazione delle condizioni precedentemente considerate. Tutti i trattamenti hanno l obbiettivo di stimolare il paziente a prendersi carico di se e della propria salute. La sua partecipazione diretta nel processo di cura e guarigione e lo sviluppo di un processo autonomo di pensiero sono obbiettivi essenziali nella medicina antroposofica La farmacopea antroposofica I medicinali antroposofici sono sul mercato europeo dal Vengono per lo piu prodotti in aziende farmaceutiche situate nell Unione Europea secondo le regole delle farmacopee ufficiali e in accordo al GMP (Good Manufacture Practice). Provengono da sostanze del regno minerale, vegetale e animale e la loro produzione e modalita di preparazione sono in rapporto alla percezione antroposofica dell uomo e della natura. La comprensione delle interrelazioni tra l uomo e la natura e la base da cui partire, valutando le forze formative delle sostanze che vengono utilizzate [5]. 6. La formazione in medicina antroposofica in Italia situazione attuale e prospettive In medicina antroposofica la formazione riguarda tutti gli operatori che fanno parte del sistema terapeutico antroposofico cioe sia i medici, gli odontoiatri e i veterinari, sia gli operatori sanitari non medici: farmacisti, psicologi, infermieri, massofisioterapisti, euritmisti terapeutici ed arteterapeuti antroposofi.

8 Nel mondo, la formazione post-laurea del personale medico e regolata secondo la frequenza a corsi triennali con un programma, le cui linee base sono in accordo con quanto stabilito con la Conferenza delle Presidenze delle Associazioni Mediche Antroposofiche istituita presso la Sezione di Medicina Antroposofica della Libera Universita di Scienza dello Spirito di Dornach (Svizzera). Responsabile della formazione in Italia e la Societa Italiana di Medicina Antroposofica (SIMA). Gia dal 2002 il Gruppo Medico Antroposofico Italiano (GMAI), diventato poi SIMA (Societa Italiana di Medicina Antroposofica) si doto di Linee Guida per la Formazione, tuttora in vigore, di cui riporto i passi salienti. «La medicina antroposofica in Italia puo venire esercitata esclusivamente da medici abilitati all esercizio della professione; essa e un ampliamento della medicina convenzionalmente intesa attraverso i metodi scientificospirituali e le conoscenze dell antroposofia. Venne sviluppata a partire dal 1920 dal Dott. Rudolf Steiner, filosofo e fondatore dell antroposofia, in collaborazione con la Dott.ssa Ita Wegman e altri medici. L antroposofia inaugura un metodo conoscitivo, epistemologicamente fondato, delle manifestazioni della vita, dell anima e dello spirito, nell uomo e nella natura. Frutto di tale ricerca e un immagine dell uomo che rende possibile una concezione unitaria e razionale di fisiologia, patologia e terapia. Il medico che orienta la sua professione in senso antroposofico ricerca nel rapporto medico-paziente, reso creativo, il significato della malattia come momento di sviluppo individuale all interno della biografia. Egli si vale di rimedi tratti dai regni della natura, per via interna e per via esterna, di terapie fisiche e artistiche. I rimedi vengono prescritti sulla base della conoscenza delle strette connessioni evolutive tra uomo e natura e dell aspetto individuale dei fenomeni patologici che si esprimono nel quadro clinico. Nell ambito delle terapie non farmacologiche, la medicina antroposofica si avvale, oltre che della pittura, del modellaggio e della musicoterapia, come propria peculiarita, dell euritmia terapeutica e dell arte della parola. Il medico che orienta la sua professione in senso antroposofico si impegna ad un lavoro di formazione permanente, frequentando regolarmente gruppi di studio ed aggiornamento con i colleghi. La formazione post-laurea si acquisisce frequentando seminari e corsi pluriennali, secondo un programma in accordo con la Sezione di Medicina Antroposofica della Libera Universita di Scienza dello Spirito presso il Goetheanum di Dornach (Svizzera). Le conoscenze specifiche della medicina antroposofica sono acquisite nei diversi ambiti specialistici, in cliniche, in studi medici, in corsi e seminari in Italia e all estero. I docenti che si occupano della formazione post-laurea sono medici, membri riconosciuti ed approvati dall Assemblea della Societa Italiana di Medicina Antroposofica (SIMA), in accordo con la Presidenza, per un periodo di tempo determinato. Al collegio docenti si affiancano terapisti nei diversi ambiti, in possesso di regolare diploma. La formazione post-laurea e organizzata secondo tre momenti fondamentali: un programma di studio, regolari esercitazioni artistiche, esperienze di vita culturale e sociale. La durata della formazione e di almeno 600 ore nell arco di tre anni, come concordato nell ambito della Sezione di Medicina Antroposofica fra le Associazioni mediche antroposofiche di tutto il mondo, possibilmente articolate in quattro seminari residenziali annuali, di una settimana ciascuno, a numero chiuso e con frequenza obbligatoria, atti a favorire l esperienza del ritmo naturale delle stagioni, dei regni della natura e l esperienza

9 comunitaria sociale. Il programma di studio e concepito come un Corso pluriennale, a carattere sia teorico, sia pratico. Esso si svolge percorrendo contemporaneamente quattro linee direttive: 1 La conoscenza e il cammino del medico Dalla conoscenza intellettuale (gnoseologia ed epistemologia) alla cono scenza immaginativa, ispirativa, intuitiva. Gli stati di coscienza: veglia, sogno, sonno, incoscienza profonda. Il rapporto medico-paziente e medico-terapeuti. L esperienza della morte. Principi di etica medica. Formazione di una comunita spirituale di medici. 2 Antropologia e fisiopatologia L uomo e il tempo: l evoluzione delle specie. L uomo e lo spazio: l ambiente terrestre e celeste. L uomo e il destino: la reincarnazione. Uomo e malattia; malattie individuali e sociali. Polarita fondamentali entro l uomo: sistema dei nervi e dei sensi, sistema ritmico, sistema del ricambio e delle membra. Flogosi e sclerosi. Isteria e neurastenia. Aspetto corporeo e psichico dei quattro organi fondamentali: polmoni, cuore, fegato, reni. La proteina. L uomo come settemplice metallo. Struttura musicale della fisiologia e anatomia umana. Ritmo dei settenni e biografia umana. La duodecupla organizzazione sensoria dell uomo, il linguaggio e la comprensione della figura umana. 3 Farmacologia Elementi di mineralogia e di paleontologia. Elementi di morfologia vegetale e di botanica farmaceutica. Elementi di zoologia e rimedi tratti dal mondo animale. La preparazione dei farmaci: processi di calore, processi ritmici. I tre principi: sal, mercur, sulfur. Il sistema plastico-dinamico. Rimedi tipici. Il vischio. Osservazione di minerali, piante (radici foglie fiori frutti) e animali.

10 Esercitazioni pratiche e di preparazione di farmaci, nel corso dei tre anni. 4 Clinica medica e terapia L incontro medico-paziente (setting). L anamnesi, l esame obbiettivo, la riflessione semeiotica diagnostica prognostica. Primo, secondo, terzo settennio. Malattie neurologiche e degli organi di senso. Malattie della respirazione, della circolazione e del cuore. Malattie del ricambio. Il tumore. Psichiatria e psicoterapia. Le terapie artistiche. Le terapie per via esterna (massaggio ritmico, bagni in dispersione oleo sa, ecc.). Parte specialistica: ostetricia e ginecologia, pediatria, pedagogia curati va, ortopedia e reumatologia, fisiatria, alimentazione e dietetica. Osservazioni, studio e discussione di casi clinici, nel corso dei tre anni. Le esercitazioni artistiche: Euritmia: spazio e movimento le vocali le consonanti parola e mu sica. Modellaggio: concavo e convesso i corpi platonici mettere e levare la figura. Pittura: luce e tenebra il colore colori immagine e colori splendore. Musica: il laringe melodia, armonia e ritmo la lira e l uomo (stru menti musicali) gli intervalli. Arte della parola: parola poesia teatro. E possibile che alcune di queste esercitazioni siano mantenute nel corso dei tre anni. Esperienze di vita culturale e sociale: Allo scopo di sviluppare capacita collaborative sul piano sociale, il Cor so residenziale consente di partecipare a conferenze di antroposofia generale, concerti, canto corale, esperienze comuni di lettura, di osservazione di opere d arte, di osservazione sul campo della natura, di discussione di questioni economico-sociali, di presentazione e discussione dei lavori degli allievi» [16] Criteri di iscrizione al corso di formazione e valutazione finale I corsi di formazione triennale sono riservati a medici, odontoiatri, veterinari e farmacisti. Al

11 termine del corso ciascun partecipante presenta una tesi, che discute di fronte ad un collegio competente (costituito, oltre che da docenti del corso, da almeno uno o due membri esterni del Consiglio Direttivo della SIMA) per la valutazione finale. La valutazione e completata da un colloquio, che tende ad evidenziare la capacita del partecipante di affrontare alcuni casi clinici, nel senso di un ampliamento della medicina secondo l antroposofia. Sono previsti, inoltre, periodi di tirocinio sia presso la Casa di Salute Raphael, a Roncegno (TN), sia presso studi di medici antroposofi esperti, in varie citta italiane La certificazione in Italia La Societa Italiana di Medicina Antroposofica cura su scala nazionale e in varie citta italiane l organizzazione di incontri, convegni e seminari di aggiornamento teorico e pratico, oltre i corsi di formazione di base e la tutela della qualifica professionale dei propri iscritti. Possono entrare a farne parte come soci ordinari, secondo le attuali norme statutarie, i medici chirurghi, gli odontoiatri e i veterinari che sono in possesso del certificato internazionale di medico antroposofo. La frequenza del corso triennale, il superamento della tesi, preparata con l aiuto di un relatore, medico esperto della SIMA, la discussione di tre casi clinici, direttamente seguiti dal medico discente e il termine del tirocinio pratico permettono l ottenimento del certificato internazionale di medico antroposofo, rilasciato dalla Libera Universita di Scienza dello Spirito con sede a Dornach in Svizzera Considerazioni e prospettive per la formazione in Italia Le Linee Guida rappresentano un punto cardine nella storia di un qualunque organismo, stabilisce un impegno e delle regole, garanzia sia per i membri che di quell organismo fanno parte, sia verso l esterno. Tra i tanti punti presenti, mi piace qui sottolineare la centralita del rapporto medico-paziente, la necessita della formazione permanente, il legame con la Sezione di Medicina Antroposofica della Libera Universita di scienza dello spirito presso il Goetheanum di Dornach (Svizzera). Si pone particolare attenzione alla cura del cosiddetto cammino interiore del medico, un cammino di autoeducazione indispensabile per una crescita qualitativa sia come individuo che come professionista davanti alle sfide quotidiane che l attivita medica pone. La costante attenzione alla crescita qualitativa dei medici antroposofi, al loro aggiornamento, al periodico confronto clinico e uno degli obbiettivi piu importanti che la Societa Italiana di Medicina Antroposofica si pone. La pratica di attivita artistiche da parte del medico antroposofo e la costante presenza di almeno un attivita artistica nel corso dei Convegni annuali rappresentano una necessita dell approccio conoscitivo ampliato proprio della medicina antroposofica. Queste linee guida sono la base a cui si sono ispirati tutti i corsi di medicina antroposofica tenutisi in Italia da allora. Nel piu recente passato e stata posta particolare attenzione e ulteriore cura nel tirocinio presso la Casa di Salute Raphael a Roncegno o presso gli studi di medici esperti. E stato infatti stabilito un numero documentato di 400 ore complessive di pratica clinica per potere considerare concluso l iter formativo. Il significato di un tirocinio pratico cosi intenso e legato all acquisizione di strumenti adeguati per la particolarita della diagnosi secondo l approccio della medicina antroposofica e la conseguente terapia, con la possibilita di un confronto al fianco del medico esperto. L iter formativo comprende dunque 600 ore di lezioni teoriche, attivita artistiche e lavoro di gruppo e 400 ore di esercitazioni pratiche. E necessario che i contenuti della medicina antroposofica facciano parte di un iter

12 universitario dove gli studenti possano conoscere questo approccio, per poterlo approfondire. L inserimento nel piano di studi avrebbe una grande importanza, ponendo delle domande riguardo all uomo sano e a quello malato, al senso della malattia, al suo significato evolutivo, al confronto con differenti paradigmi. 7. Attualita della formazione in Medicina Antroposofica in Europa Cattedre universitarie di medicina antroposofica sono presenti in Germania e nel contesto delle CAM in Svizzera (Berna). La Medicina Antroposofica viene insegnata nelle Facolta di medicina di 7 stati dell Unione Europea e in Svizzera con differenti modalita. E integrata nel curriculum fondamentale in Austria, Germania e Svizzera. Corsi introduttivi alla Medicina Antroposofica vengono offerti come parte facoltativa del curriculum pre-laurea della Facolta di medicina in Austria, Francia, Germania, Spagna, Svizzera e, dall a.a anche in Italia, all Universita Alma Mater di Bologna. Questi corsi solitamente fanno parte di corsi sulle Medicine non Convenzionali in generale. Corsi post-laurea in Medicina Antroposofica per medici vengono tenuti in alcune Universita in Austria, Germania, Ungheria, Lettonia e Svizzera. Corsi post-laurea tenuti ad intervalli regolari per medici al di fuori delle strutture universitarie presso centri privati, sotto la guida delle Societa Mediche Antroposofiche di paese, vengono tenuti, oltre che in Italia, in Austria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Lettonia, Paesi Bassi, Romania, Spagna, Svezia, Regno Unito, Norvegia e Svizzera. Nell ambito della medicina convenzionale, la formazione continua in Medicina e obbligatoria e controllata dal Governo per tutti i medici in Belgio, Francia, Italia, Lettonia, Lituania, Slovacchia. E obbligatoria e controllata dagli Ordini dei Medici in Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Germania, Paesi Bassi, Ungheria, Lituania, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svizzera e Regno Unito. In aggiunta a questo requisito generale, le associazioni nazionali di medicina antroposofica in Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Romania e Ungheria richiedono che i loro soci completino anche un numero di ore di formazione continua in Medicina Antroposofica. I corsi di medicina antroposofica post-laurea vengono accettati come parte della formazione continua in medicina in Austria, Francia, Germania, Paesi Bassi, Ungheria, Lettonia, Romania, Norvegia e Svizzera. Nel 2009, la medicina antroposofica e stata una parte ufficiale del programma di educazione continua per i medici in Germania e Romania [3] Certificazione e diplomi a livello europeo Il diploma di medico antroposofo viene dato una volta che sia completato l iter formativo. In tutti gli stati membri che hanno istituzioni con una percorso di formazione completa, il curriculum viene stabilito sotto gli auspici e la supervisione dell associazione dei medici antroposofi di quello Stato. Questo avviene in Austria, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Svizzera. In quasi tutti gli Stati membri dell Unione Europea, il diploma di medico antroposofo viene rilasciato dall Associazione di Medicina Antroposofica Nazionale. Solo in Austria e in Svizzera il diploma e rilasciato e autorizzato dall Ordine dei Medici nazionale. In Germania, Italia e Svizzera il diploma e riconosciuto dall Ordine dei Medici nazionale, ma rilasciato dall Associazione di Medicina Antroposofica Nazionale. Nei Paesi senza un corso di formazione nazionale, i medici possono richiedere un certificato internazionale, rilasciato dalla Sezione di Medicina della Libera Universita di Scienza dello Spirito del Goetheanum a Dornach in Svizzera. I criteri per questa

13 certificazione internazionale sono stati stabiliti dalla Federazione Internazionale delle Societa Mediche Antroposofiche (IVAA). I medici possono richiedere il certificato internazionale anche in Stati in cui esiste la formazione completa. Questo e permesso pero, solo con l autorizzazione dell Associazione di Medicina Antroposofica Nazionale di quel particolare stato. 8. Il riconoscimento e il regolamento del sistema di cure antroposofico in Italia situazione attuale e prospettive In Italia, l iter formativo e stato riconosciuto come idoneo per permettere l inserimento dei medici che lo hanno terminato nell elenco dei medici esperti presso Registri istituiti nei diversi Ordini dei Medici Provinciali. L Ordine dei Medici di Milano, in particolare, ha richiesto un esame alla fine di ogni anno di formazione, il superamento del quale permette l accesso all anno successivo e alcune ore relative al Codice Deontologico, tenute da un Consigliere dell Ordine. La Commissione Ordinistica apposita, che si occupa di Medicine Non Convenzionali, verifica successivamente che il medico che richiede l inserimento nell elenco dei medici antroposofi abbia i titoli richiesti per farne parte. Questi registri, consultabili da chiunque, permettono di verificare se il medico, che dichiara di avere conseguito questa formazione, l ha realmente conclusa, rappresentando una garanzia per il paziente che decidesse di consultarlo. Il riconoscimento da parte degli Ordini Professionali della figura del medico antroposofo rappresenta sicuramente un passo in avanti. Ma e necessario qualcosa di piu. Da circa 20 anni giacciono in Parlamento dei progetti di legge che danno dignita legale alle varie Medicine Non Convenzionali, tra cui la Medicina Antroposofica. Malgrado circa un quinto della popolazione italiana abbia fatto e faccia ricorso a questi sistemi di cure, tra cui la medicina antroposofica, manca una regolamentazione e un inserimento di queste pratiche all interno del sistema sanitario e un riconoscimento della formazione. Una legge che riconosca la Medicina Antroposofica e il sistema terapeutico antroposofico e necessaria per uno sviluppo non solo di questo approccio medico, ma per un rinnovamento della medicina contemporanea. Intendiamo per sistema terapeutico antroposofico un sistema che comprende, oltre a quella del medico, altre figure professionali che lo affiancano costituendo una vera e propria equipe terapeutica. A questo proposito in Italia, gia da alcuni anni, sono state costituite delle Associazioni per le figure professionali che fanno parte del sistema terapeutico antroposofico: Associazione degli euritmisti, Associazione dei massaggiatori ritmici, Associazione degli arteterapisti, Associazione degli psicoterapeuti antroposofi. Esiste inoltre un gruppo di infermieri che non si sono ancora costituiti in associazione. Queste associazioni si occupano della formazione dei futuri membri e di un aggiornamento, in accordo con la SIMA e con le associazioni internazionali apposite. 9. Il ruolo della medicina antroposofica per lo sviluppo della ricerca Un impostazione che sottolinea lo sviluppo di capacita di pensiero rigorose, mobili e spregiudicate, qual e la medicina antroposofica, puo dare un valido contributo allo sviluppo della ricerca epistemologica e scientifica, fino alla ricerca clinica. Un aspetto, che nasce nell ambito della ricerca medica antroposofica, concerne la Cognition Based Medicine (CBM) [17]. Questo e un metodo della dimostrazione dell efficacia di una terapia in un singolo paziente, ritenuta impossibile dalla metodologia che si basa sull Evidence Based Medicine (EBM). La EBM ha di fatto negato la capacita di giudizio del medico. In pratica la clinica, il patrimonio conoscitivo che il medico ha acquisito in anni di esperienza non viene considerato come elemento fondante nella formazione del singolo medico e nella

14 organizzazione del sistema sanitario. I singoli medici vengono ridotti al ruolo di esecutori di protocolli diagnostici e terapeutici, negando il giudizio clinico, terapie centrate su quella particolare persona, con quella storia clinica, unica e irripetibile. Sempre piu riviste mediche cominciano ad accettare e pubblicare lavori relativi alla descrizione di un singolo caso clinico. La CBM, che e stata sviluppata da ricercatori antroposofi (Kiene e Kienle), ha elaborato i fondamenti metodologici relativi alla valutazione di efficacia nel singolo caso, potendo anche confrontare differenti terapie. Una valutazione di efficacia del singolo caso clinico apre prospettive assolutamente nuove per una medicina centrata sulla persona, con paradigmi differenti rispetto a quelli dominanti, fornendo nuove chiavi interpretative relativamente alla dimostrazione di efficacia delle terapie complementari e non solo. Senza negare l importanza e il ruolo storico svolto dalla EBM, una medicina esclusivamente basata su questo approccio, rischia di eliminare progressivamente un elemento centrale della medicina, il rap porto medico-paziente e l intuizione terapeutica che nasce da quell incontro. La CBM puo aprire insperati sviluppi nella ricerca, fatta non solo dei grandi numeri e dei grandi trials, possibili di fatto solo alle grandi Multinazionali del Farmaco, ma anche di singole storie cliniche, da cui sappiamo come nel passato siano nate straordinarie scoperte per lo sviluppo della medicina. La vita quotidiana del medico e fatta di incontri, di malati e malattie con una loro storia. Senza negare i successi della medicina contemporanea, molto spesso il bagaglio terapeutico e largamente inadeguato alle richieste del paziente. Spesso patologie complesse hanno visto grandi risultati con l utilizzo di medicinali o di terapie antroposofiche. Grazie all approccio della CBM sono stati pubblicati molti lavori, che hanno mostrato importanti successi terapeutici. Importante citare il monumentale Anthroposophic Medicine pubblicato nel 2006 [18]. Questo testo, commissionato dal Governo Svizzero come parte del programma di valutazione delle Medicine Complementari espone il risultato di 893 fra studi controllati e studi su singoli casi. Le prove presentate nel testo hanno consentito di affermare al Governo federale elvetico che la Medicina Antroposofica puo essere all altezza delle esigenze di un paese sviluppato come la Svizzera e di coniugare un elevato standard tecnologico con una qualita di cure e di approccio umano soddisfacente per i pazienti, sia nei suoi centri di tipo ospedaliero, sia nei cosiddetti Centri terapeutici (Therapeuticum) dove somministrano cure medici e terapeuti insieme, considerando l essere umano in una unita di corpo, anima e spirito. Bibliografia 1. Buccheri G., Medicina Antroposofica, in G. Giarelli, P. Roberti di Sarsina, Le Medicine non convenzionali in Italia, Storia, problemi e prospettive di inte grazione, FrancoAngeli, Milano, Steiner R., Wegman I., Elementi fondamentali per un ampliamento dell arte medica, Editrice Antroposofica, Milano, Zimmermann P., Anthroposophic Medicine an Integrative Concept of Person Centred Medicine. Lectio Magistralis for the Charity Association for Person Centred Medicine 3 March 2012, University of Bologna, Italy, Roberti di Sarsina P., Alivia M., Guadagni P., Widening the Paradigm in Medicine and Health: Person Centred Medicine as the Common Ground of Traditional and Non Conventional Medicine, in V. Costigliola, Healthcare Overview: New Perspectives, Springer, Bonn, 2012.

15 5. Simons L., Le basi della terapia antroposofica: sostanze, processi farmaceuti ci, principi d azione, in Aa.Vv., Vademecum dei medicinali antroposofici, Gesellenschaft Antroposophischer Artze in Deutschland e Medizinische Sektion der Freien Hochschule fur Geisteswissenschaft Dornach/Schweiz, Societa Italiana di Medicina Antroposofica, Leonelli G., Lezioni ordinate del corso di formazione dei medici, Aedel Edizioni, Torino, International Federation of Anthroposophical Medical Associations (IVAA), The System of Anthroposophic Medicine, Antonovsky A., Unravelling the Mystery of Health: How People Manage Stress and Stay Well, Jossey-Bass, San Francisco, Diener E., Chan M.Y. (2011), Happy People Live Longer: Subjective WellBeing Contributes to Health and Longevity, Appl psychology: health wellbeing, doi: /j x. 10. Nilsson K.W., Starrin B., Simonsson B., Leppert J., Alcohol-Related Problems Among Adolescents and the Role of a Sense of Coherence, Int J Soc Welfare, 16, pp , Feldt T., Kinnunen U., Mauno S., A Mediational Model of Sense of Coherence in the Work Context: A One-Year Follow-Up Study, J Organiz Behav, 21, 2000, pp Arnhielm S., Restructuring Illness Meaning Through The Clinical Encounter: A Process Of Disruption And Coherence, Culture, Medicine and Psychiatry, 28, 2004, pp Huber M., Knottnerus J.A., Green L., Van der Horst H., Jadad A.R., Kromhout D., Leonard B., Lorig K., Loureiro M.I., van der Meer J.V.M., Schnabel P., Smith R., van Weel C., Smid H. (2011), How Should we Define Health?, BMJ, doi: /bmj.d Alivia M., Guadagni P., Roberti di Sarsina P., Towards Salutogenesis in the Development of Personalised and Preventive Healthcare, EPMA Journal, 2, 2011, pp Alivia M., Salutogenesi, in Le peculiarità sociali delle medicine non convenzionali, FrancoAngeli, Milano, Societa Italiana di Medicina Antroposofica (a cura di), Linee guida per la formazione, Milano, Kiene H., Complementary Methodology in Clinical Research: Cognitionbased Medicine, Springer, Heidelberg, New York, Kienle G.S., Kiene H., Albonico H.U., Anthroposophic Medicine: Effectiveness, Utility, Costs, Safety, Schattauer GmbH, Stuttgart, 2006.

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO Capitolo 3 L ITER FORMATIVO Il programma di formazione degli osteopati ha la responsabilità di creare figure professionali del più alto livello. Il livello di preparazione dell osteopata professionista

Dettagli

Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona

Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona Corso di Formazione per Operatore Socio-Sanitario Complesso Integrato Columbus- Anno 2014 Lezione 1 Identificazione dei bisogni della persona Docenti: Claudia Onofri Ivana Palumbieri Concetto di persona

Dettagli

La comunicazione medico-paziente

La comunicazione medico-paziente La comunicazione medico-paziente Prof.ssa Maria Grazia Strepparava Psicologia della comunicazione in ambito sanitario - aa 2004-2005 Competenze che si richiedono al medico Saper capire e spiegare al paziente

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria RESPONSABILI DEI PROGETTI E DEI CORSI DI FORMAZIONE: dott.ssa Mena Caso (Psicologa, Psicoterapeuta) cell. 32081422223

Dettagli

L UOMO L ORGANIZZAZIONE

L UOMO L ORGANIZZAZIONE UNITÀ DIDATTICA 1 L UOMO E L ORGANIZZAZIONE A.A 2007 / 2008 1 PREMESSA Per poter applicare con profitto le norme ISO 9000 è necessario disporre di un bagaglio di conoscenze legate all organizzazione aziendale

Dettagli

Medicine e pratiche non convenzionali

Medicine e pratiche non convenzionali Osservazioni alla Proposta di Legge A.C. 137 e abbinate Medicine e pratiche non convenzionali nella stesura del Testo Unificato elaborato dal relatore e adottato come nuovo testo base in data 27 gennaio

Dettagli

Fondazione per la Scuola Bruno Marchesin Onlus

Fondazione per la Scuola Bruno Marchesin Onlus Fondazione per la Scuola Bruno Marchesin Onlus Sede: via G. Paisiello n. 33 00198 Roma Ente di ricerca e formazione, costituito nel giugno 2005, per impulso dell Associazione di Lingua Italiana per la

Dettagli

SCIENZE SCUOLA PRIMARIA

SCIENZE SCUOLA PRIMARIA SCIENZE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA 1 I CINQUE SENSI 1. Osservare il funzionamento del proprio corpo per riconoscerlo come organismo complesso 2. Osservare e riconoscere alcune caratteristiche dei corpi

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Istituto Albert di Lanzo

Istituto Albert di Lanzo Istituto Albert di Lanzo Profilo Quadro orario Prospettive di studio e occupazionali www.istituto-albert.it Profilo del Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: aver acquisito le conoscenze

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GRIMOLDI, MERONI, CONSIGLIO, CAVALLOTTO. Riconoscimento dell osteopatia come professione sanitaria primaria

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GRIMOLDI, MERONI, CONSIGLIO, CAVALLOTTO. Riconoscimento dell osteopatia come professione sanitaria primaria Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4952 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GRIMOLDI, MERONI, CONSIGLIO, CAVALLOTTO Riconoscimento dell osteopatia come professione sanitaria

Dettagli

Libera Scuola Waldorf via Filippo Parlatore 20 Palermo 90145 tel. 091 226208 www.scuolawaldorfpalermo.it. ottobre 2010 luglio 2013

Libera Scuola Waldorf via Filippo Parlatore 20 Palermo 90145 tel. 091 226208 www.scuolawaldorfpalermo.it. ottobre 2010 luglio 2013 1 Libera Scuola Waldorf via Filippo Parlatore 20 Palermo 90145 tel. 091 226208 www.scuolawaldorfpalermo.it ottobre 2010 luglio 2013 corso triennale di formazione per insegnanti di scuole Rudolf Steiner-Waldorf

Dettagli

Il nostro Progetto La scelta? Essere indipendente!

Il nostro Progetto La scelta? Essere indipendente! Il nostro Progetto La scelta? Essere indipendente!, in un ottica di prevenzione della salute, si è proposto di offrire ai ragazzi del secondo anno un occasione di discussione e di riflessione all interno

Dettagli

FONDAMENTI E DIDATTICA DELLE SCIENZE NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FONDAMENTI E DIDATTICA DELLE SCIENZE NELLA SCUOLA DELL INFANZIA FONDAMENTI E DIDATTICA DELLE SCIENZE NELLA SCUOLA DELL INFANZIA giuseppina.rinaudo@unito..rinaudo@unito.itit SFP 2006 - "Introduzione al corso" V. Montel, M. Perosino, G. Rinaudo 1 Impostazione del corso

Dettagli

LE PSICOTERAPIE. A cura del Dr. Daniele Araco. (tratte dal trattato italiano di Psichiatria)

LE PSICOTERAPIE. A cura del Dr. Daniele Araco. (tratte dal trattato italiano di Psichiatria) LE PSICOTERAPIE A cura del Dr. Daniele Araco (tratte dal trattato italiano di Psichiatria) IL PROBLEMA DELLA PSICOTERAPIA COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Bologna, 10 novembre 2011 Forum sulla non autosufficienza

Bologna, 10 novembre 2011 Forum sulla non autosufficienza U.N.A.SA.M. www.unasam.it mail: unasam@unasam.it Bologna, 10 novembre 2011 Forum sulla non autosufficienza Il Bilancio di Salute, strumento per la qualità della cura: interventi personalizzati integrazionee

Dettagli

attacchi di panico, agorafobia, fobia sociale, comportamento

attacchi di panico, agorafobia, fobia sociale, comportamento L ansia, è ciò che permette all uomo di sopravvivere: parleremo in questo caso di ansia reale che viene utilizzata per segnalare un pericolo interno (proveniente dal mondo inconscio), o esterno (proveniente

Dettagli

L asse storico sociale Diritto ed Economia politica: che cosa e come insegnare?

L asse storico sociale Diritto ed Economia politica: che cosa e come insegnare? L asse storico sociale Diritto ed Economia politica: che cosa e come insegnare? Rosamaria Maggio Il contesto europeo Da un esame dei documenti dell Unione Europea in materia di istruzione - sia per quanto

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

VALIDITA, IDONEITA E CAPACITA LAVORATIVA DEL MALATO PSICHIATRICO: IL PERCORSO DEL MEDICO DEL LAVORO

VALIDITA, IDONEITA E CAPACITA LAVORATIVA DEL MALATO PSICHIATRICO: IL PERCORSO DEL MEDICO DEL LAVORO VALIDITA, IDONEITA E CAPACITA LAVORATIVA DEL MALATO PSICHIATRICO: IL PERCORSO DEL MEDICO DEL LAVORO Dott. Rino Donghi Medicina Occupazionale H San Raffaele Resnati Dott. Terenzio Cassina Pasol titolo Il

Dettagli

Seminario Dagli hospice al volontariato: esperienze di fine vita

Seminario Dagli hospice al volontariato: esperienze di fine vita Seminario Dagli hospice al volontariato: esperienze di fine vita Sabato 21 febbraio si è svolto a Mestre il Seminario dal titolo Dagli hospice al volontariato: esperienze di fine vita. Si è trattato, come

Dettagli

LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO

LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO BRESCIA 6 OTTOBRE 2006 LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO PROF. FRANCESCO DONATO Sezione di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Brescia

Dettagli

La Polisportiva "INSIEME per SPORT La Società Polisportiva "Insieme per Sport" è nata nel maggio del 1995 all interno del Dipartimento di Salute Mentale dell ASL 3 Genovese, dall iniziativa di un piccolo

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV)

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) 4.3.3.1.5. Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie d arti visive 1 e d arti applicate (SUAAV) rientrano nella

Dettagli

III CONVEGNO NAZIONALE D.M.S.A Profilo professionale del dottore in scienze motorie ILLASI 2 DICEMBRE 2006 Profilo professionale del dottore in scienze motorie LAUREE IN SCIENZE MOTORIE LAUREA TRIENNALE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. G al bando di ammissione pubblicato in data 15/09/2014 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2014/2015, il Universitario di I livello in Terapia manuale e osteopatia,

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE

CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE e 3 CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE La lotta al dolore vede impegnati la persona con i suoi familiari, gli operatori sanitari e l organizzazione

Dettagli

Dispensare o educare? I Bisogni Educativi Speciali a Scuola Di Roberto Franchini Nel passato la disabilità era compresa a partire da modelli

Dispensare o educare? I Bisogni Educativi Speciali a Scuola Di Roberto Franchini Nel passato la disabilità era compresa a partire da modelli Dispensare o educare? I Bisogni Educativi Speciali a Scuola Di Roberto Franchini Nel passato la disabilità era compresa a partire da modelli concettuali di natura medica o di natura sociale, secondo visioni

Dettagli

INTRODUZIONE... 3. Premessa... 3. La missione di Kids Kicking Cancer Italia Onlus... 3 I PRINCIPI GUIDA... 4. l. Centralità del bambino...

INTRODUZIONE... 3. Premessa... 3. La missione di Kids Kicking Cancer Italia Onlus... 3 I PRINCIPI GUIDA... 4. l. Centralità del bambino... Sommario INTRODUZIONE... 3 Premessa... 3 La missione di Kids Kicking Cancer Italia Onlus... 3 I PRINCIPI GUIDA... 4 l. Centralità del bambino... 4 2. Spirito di servizio e collaborazione... 4 3. Rispetto

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in BIOTECNOLOGIE MEDICHE Classe delle lauree magistrali in biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (LM-9)

Corso di Laurea Magistrale in BIOTECNOLOGIE MEDICHE Classe delle lauree magistrali in biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (LM-9) La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 00-0. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Considerare l olocausto dal punto di vista dei diritti umani: il primo studio a livello di Unione europea sull istruzione

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI SCIENZE CLASSE PRIMA. INDICATORI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE 1. Esplorare e descrivere oggetti e materiali

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI SCIENZE CLASSE PRIMA. INDICATORI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE 1. Esplorare e descrivere oggetti e materiali SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI SCIENZE CLASSE PRIMA INDICATORI 1. Esplorare e descrivere oggetti e materiali 2. Osservare e sperimentare sul campo Sviluppa atteggiamenti di curiosità verso il mondo circostante

Dettagli

Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche

Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche (OEAc-LPPsi) Modifica del 22 aprile 2015 Il Dipartimento federale dell interno (DFI) ordina:

Dettagli

Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche

Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche Ordinanza del DFI sull entità e l accreditamento dei cicli di perfezionamento delle professioni psicologiche (OEAc-LPPsi) Modifica del 18 novembre 2015 Il Dipartimento federale dell interno (DFI) ordina:

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Area Servizi Sociali Servizi Educativi

COMUNE DI NOVARA Area Servizi Sociali Servizi Educativi Progetto La ComuneArte Premesse L del Comune di Novara, con il decisivo contributo della Provincia di Novara, attraverso il Progetto La ComuneArte ha intenzione di proporre un percorso di formazione triennale

Dettagli

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione Perché e come scegliere un master in Affari e Finanza, i master universitari

Dettagli

CURRICULUM VERTICALE DI CORPO E MOVIMENTO nella SCUOLA DELL'INFANZIA

CURRICULUM VERTICALE DI CORPO E MOVIMENTO nella SCUOLA DELL'INFANZIA CURRICULUM VERTICALE DI CORPO E MOVIMENTO nella SCUOLA DELL'INFANZIA C. e M. 1 Il bambino raggiunge una buona autonomia personale nell alimentarsi e nel vestirsi, riconosce i segnali del corpo, sa cosa

Dettagli

LA TERAPIA DELLA RICONCILIAZIONE

LA TERAPIA DELLA RICONCILIAZIONE Premise 1 LA TERAPIA DELLA RICONCILIAZIONE Ci sono varie forme di riconciliazione, così come ci sono varie forme di terapia e varie forme di mediazione. Noi qui ci riferiamo alla riconciliazione con una

Dettagli

I NUOVI SCENARI DELLE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Questa Disciplina fonda la sa azione sui saperi motori, i quali rappresentano beni irrinunciabili nel processo formativo dell alunno, in quanto finalizzati

Dettagli

ASSOCIAZIONE VERONESE DI PSICOTERAPIA PSICOANALITICA. Centro per lo studio e la ricerca in psicoanalisi

ASSOCIAZIONE VERONESE DI PSICOTERAPIA PSICOANALITICA. Centro per lo studio e la ricerca in psicoanalisi ASSOCIAZIONE VERONESE DI PSICOTERAPIA PSICOANALITICA Centro per lo studio e la ricerca in psicoanalisi L Associazione Veronese di Psicoterapia Psicoloanalitica è un associazione senza fini di lucro, che

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3212 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI SCILIPOTI, BERRETTA, BUCCHINO, BURTONE, CALEARO CIMAN, CARLUCCI, CIMADORO, DI GIUSEPPE, DRAGO,

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia IX LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI PROPOSTA DI LEGGE N. 11 Presentata dalla Consigliera Guerra

Dettagli

Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO

Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO Anno scolastico 2008/2009 INTRODUZIONE Il piano educativo fa parte del Piano dell offerta formativa dell Istituto ed è stato elaborato seguendo

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso

Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso Maria Angela Becchi Taranto

Dettagli

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 A cura di Associazione A.L.Y. e Associazione Teatro Riflesso Referenti Progetto : Ylenia Mazzoni

Dettagli

Associazione senza scopo di lucro

Associazione senza scopo di lucro Associazione senza scopo di lucro Ogni speranza è un progetto, ogni progetto ha un principio, l alfa, da cui parte ed attraverso il quale cresce e si rafforza. L Alfa del nostro progetto è l Alimentazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Sezione Formativa di Ravenna Forlì Cotignola REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Premessa L'attività formativa

Dettagli

DIFFERENTI SCUOLE OMEOPATICHE

DIFFERENTI SCUOLE OMEOPATICHE DIFFERENTI SCUOLE OMEOPATICHE COMPLESSISMO I rimedi complessi contengono più rimedi omeopatici miscelati fra loro. E un tentativo da parte dei laboratori omeopatici di semplificare le cose, per rendere

Dettagli

Marisa Arpesella. Dipartimento di Sanità pubblica Cattedra di Igiene Università degli Studi di Pavia

Marisa Arpesella. Dipartimento di Sanità pubblica Cattedra di Igiene Università degli Studi di Pavia CORSO di IGIENE Marisa Arpesella Dipartimento di Sanità pubblica Cattedra di Igiene Università degli Studi di Pavia MEDICINA PREVENTIVA Branca della Medicina che, mediante il potenziamento dei fattori

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN: MEDICINA E CHIRURGIA

CORSO DI LAUREA IN: MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN: MEDICINA E CHIRURGIA (Classe delle Lauree Magistrale LM41 Medicina e Chirurgia) art. 4 del decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270 DURATA CREDITI ACCESSO 6 ANNI 360 di cui 283

Dettagli

Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009

Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009 Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009 PRESENTAZIONE OBIETTIVI FINALITA Il corso di educazione al suono, al movimento ed all immagine si rivolge principalmente ai bambini delle scuole elementari.

Dettagli

INDICATORI, ABILITA /CAPACITA, CONOSCENZE

INDICATORI, ABILITA /CAPACITA, CONOSCENZE BIENNIO BIENNIO 5 ANNO Competenza storico-sociale n. Comprendere il cambiamento e la diversita dei tempi storici in una dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche e in una dimensione sincronica

Dettagli

OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2014-2015. Scuola secondaria primo e secondo grado

OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2014-2015. Scuola secondaria primo e secondo grado OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2014-2015 Scuola secondaria primo e secondo grado ORIENTARE è Porre l individuo in grado di prendere coscienza di sé e progredire con i suoi studi e la sua professione,

Dettagli

Asilo nido Centro ricreativo Centro educativo. Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi

Asilo nido Centro ricreativo Centro educativo. Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi Asilo Asilo nido nido Centro Centro ricreativo ricreativo Centro Centro educativo educativo Indroduzione Il desiderio di aprire l Asilo Nido nasce da un istintivo

Dettagli

SICUREZZA E PREVENZIONE

SICUREZZA E PREVENZIONE SICUREZZA E PREVENZIONE 1. AMBIENTE. Adeguatezza di strutture, attrezzature e spazi Rimozione delle cause di possibile incidente/ uso di adeguate misure di sicurezza PROTEZIONE 2. COMPORTAMENTO. Capacità

Dettagli

LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla riforma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 09) l impegno dello studente (frequenza dei corsi

Dettagli

Istituto comprensivo Jacopo della Quercia Siena a.s. 2014/2015 CURRICOLO DI SCIENZE Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto comprensivo Jacopo della Quercia Siena a.s. 2014/2015 CURRICOLO DI SCIENZE Scuola Secondaria di Primo Grado Istituto comprensivo Jacopo della Quercia Siena a.s. 2014/2015 CURRICOLO DI SCIENZE Scuola ria di Primo Grado TRAGUARDI DI COMPETENZA CLASSE TERZA L alunno esplora e sperimenta, in laboratorio e all aperto,

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA COMUNITA ALLOGGIO DEFINIZIONE DEL SERVIZIO La Comunità Alloggio si propone come soluzione strutturale idonea a rispondere nei casi in cui i genitori

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO

Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO 23 Congresso Nazionale Aniarti Jesolo, 03 05 novembre 2004 Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO (La risposta corretta è

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

nuove vie di sviluppo evolutivo persone e organizzazioni

nuove vie di sviluppo evolutivo persone e organizzazioni di Gian Luca Cacciari Via Andrea di Bonaiuto 33-50143 Firenze cell.: 380 7215399 tel. 055 6281301 fax 055 703301 email info@nuovosviluppoumano.it nuove vie di sviluppo evolutivo persone e organizzazioni

Dettagli

Le principali differenze psicologiche, comportamentali e di ruolo tra maschi e femmine.

Le principali differenze psicologiche, comportamentali e di ruolo tra maschi e femmine. Dott.ssa Panaghia Facchinelli, Pedagogista clinica Tel 348-8742827 panaghia@email PERCORSO DI EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITA E ALLA SESSUALITA Questo progetto di educazione all affettività e sessualità è rivolto

Dettagli

Ticino. Legge. Ticino : Legge

Ticino. Legge. Ticino : Legge Ticino : Legge Ticino Legge LS Legge sulla promozione della salute e il coordinamento sanitario, del 18 aprile 1989, Versione in vigore dal 27.01.2009, http://www.lexfind.ch/dta/14333/4/185.htm. Agopunturista

Dettagli

consapevolezza globale salute psicofisica Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali UNESCO equipe

consapevolezza globale salute psicofisica Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali UNESCO equipe Il Progetto Benessere Globale è un programma di educazione alla consapevolezza globale di sé stessi e alla salute psicofisica, orientato a promuovere una migliore integrazione sociale e fornire nuovi strumenti

Dettagli

SALUTE CONDIZIONE DI ARMONICO EQUILIBRIO, FISICO E PSICHICO, DELL INDIVIDUO DINAMICAMENTE INTEGRATO NEL SUO AMBIENTE NATURALE E SOCIALE.

SALUTE CONDIZIONE DI ARMONICO EQUILIBRIO, FISICO E PSICHICO, DELL INDIVIDUO DINAMICAMENTE INTEGRATO NEL SUO AMBIENTE NATURALE E SOCIALE. SALUTE CONDIZIONE DI ARMONICO EQUILIBRIO, FISICO E PSICHICO, DELL INDIVIDUO DINAMICAMENTE INTEGRATO NEL SUO AMBIENTE NATURALE E SOCIALE. MEDICINA PREVENTIVA Branca della Medicina che, mediante il potenziamento

Dettagli

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it INSEGNAMENTO DELLO SCI ALPINO E DISABILI: L ESPERIENZA DELLA SCUOLA DI SCI SAUZE D OULX PROJECT e IL PROGETTO SciiAbiille 1 Premessa Gli effetti dell attività sportiva sul benessere fisico sono noti da

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. GALLETTI e CACCAVARI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. GALLETTI e CACCAVARI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 7180 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GALLETTI e CACCAVARI Disciplina delle professioni sanitarie non convenzionali esercitate

Dettagli

Storia e Filosofia della Medicina Dalla medicina magica alla medicina scientifica Lezione n. 2

Storia e Filosofia della Medicina Dalla medicina magica alla medicina scientifica Lezione n. 2 Storia e Filosofia della Medicina Dalla medicina magica alla medicina scientifica Lezione n. 2 Professione: precondizioni della sua definizione Analisi sociologica individua: L esistenza di un sapere specialistico

Dettagli

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Liceo Artistico Statale Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Via della Rocca,7-10123 Torino - Tel.: 011.8177377 - Fax: 011.8127290 Mail: istpassoni@tin.it - sito web: http://www.lapassoni.it 1 2 Liceo

Dettagli

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus La risoluzione dell enigma endometriosi. Per affrontare con successo l enigma endometriosi, occorre

Dettagli

Associazione non profit La mela e il seme

Associazione non profit La mela e il seme Associazione non profit La mela e il seme per l educazione di bambini e ragazzi al ben-essere e per la prevenzione del disagio giovanile SONO UN GRANDE!!!! Progetto per l accrescimento dell autostima di

Dettagli

L OBESITÀ NELL ADULTO

L OBESITÀ NELL ADULTO Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana Centro Multidisciplinare per la Diagnosi e la Terapia dell Obesità e dei Disturbi del Comportamento Alimentare L OBESITÀ NELL ADULTO 2 SEMINARIO: L OSPEDALE PROMUOVE

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ CLASSE LM 51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale in Psicologia si propone di formare

Dettagli

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 RETE LOMBARDA DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE CORNICE METODOLOGICA (PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 PREMESSA Il presente documento è il frutto di un percorso di elaborazione a cui hanno partecipato

Dettagli

Seriare e classificare oggetti in base alle loro proprietà. Osservare momenti significativi nella vita di piante e animali.

Seriare e classificare oggetti in base alle loro proprietà. Osservare momenti significativi nella vita di piante e animali. CLASSE PRIMA Sviluppa un atteggiamento di curiosità e di ricerca esplorativa. Sa raggruppare classificare e ordinare in base ad una caratteristica. Individuare la struttura di oggetti semplici e descriverli

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

Servizio Sociale e Ricerca 20 e 27 novembre 2009

Servizio Sociale e Ricerca 20 e 27 novembre 2009 Università degli Studi di Firenze Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea Magistrale in Disegno e Gestione degli Interventi i Sociali Corso di Biografia, Cultura e Servizio Sociale Servizio Sociale

Dettagli

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 010-011. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea in OSTETRICIA

Dettagli

FORMAZIONE DELL UOMO E EDUCAZIONE COSMICA (Dalle conferenze tenute da M.M. al congresso di San Remo del 1949 e da alcuni saggi pubblicati dal 1949 al 1951 e riportati nel quaderno del Consiglio Regionale

Dettagli

Franco Vimercati. Presidente FISM

Franco Vimercati. Presidente FISM Franco Vimercati Presidente FISM L approccio scientifico alla corretta alimentazione: Mdi Medico Cittadino - Mdi Medico Paziente La FISM ha, tra i propri associati (180 Società Scientifiche) tutte le Società

Dettagli

massaggio AYURVEDICO Livello Base C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale 3 week end (48 ore totali)

massaggio AYURVEDICO Livello Base C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale 3 week end (48 ore totali) C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale Livello Base 3 week end (48 ore totali) Ente NO-PROFIT di Formazione Professionale Riconosciuto dalla Regione Lombardia 2014/NA37 LIVELLO BASE CORSO BASE

Dettagli

Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore per professioni sanitarie

Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore per professioni sanitarie Testo aggiornato al 13 novembre 2012 Decreto ministeriale 4 aprile 2012 Gazzetta Ufficiale 16 aprile 2012, n. 89 Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore

Dettagli

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE Le Costellazioni Familiari e Sistemiche sono un metodo d'aiuto che permette di portare alla luce quelle dinamiche inconsce, spesso complesse, che stanno alla base dei

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI BIENNIO COMUNE

PROFILI PROFESSIONALI BIENNIO COMUNE PROFILI PROFESSIONALI ITAS Tecnico per le Attività Sociali Durata degli studi: 5 anni. Titolo di studio rilasciato: Diploma di Maturità Tecnica per Attività Sociali Indirizzo: a) Dirigenti di Comunità

Dettagli

Il ruolo dei determinanti di salute nella progettazione in cooperazione internazionale

Il ruolo dei determinanti di salute nella progettazione in cooperazione internazionale Il ruolo dei determinanti di salute nella progettazione in cooperazione internazionale Mariano Giacchi U.O.C. Promozione della salute AOUS CREPS Dip. Fisiopatologia, Medicina Sperimentale e Sanità Pubblica

Dettagli

Lezione del 7 novembre Prof.ssa De Stasio

Lezione del 7 novembre Prof.ssa De Stasio Lezione del 7 novembre Prof.ssa De Stasio Indice della lezione: Traccia per lavoro in classe, intervista sulla relazione con l insegnante... 1 Approccio del sopravvivere e fiorire... 1 Integrazione...

Dettagli

Presidio di riabilitazione funzionale ex art. 26 L. 833/78 Struttura Privata Accreditata e Convenzionata con il S.S.R.

Presidio di riabilitazione funzionale ex art. 26 L. 833/78 Struttura Privata Accreditata e Convenzionata con il S.S.R. Presidio di riabilitazione funzionale ex art. 26 L. 833/78 Struttura Privata Accreditata e Convenzionata con il S.S.R. Regolamento Art. 1 - Finalità del Corso Il Corso di Specializzazione in Psicoterapia

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore FLERES COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MAGGIO 2012 Norme per l istituzione di strutture di riferimento per il

Dettagli

ELABORAZIONE DI UN PROGETTO

ELABORAZIONE DI UN PROGETTO giuseppe dal ferro ELABORAZIONE DI UN PROGETTO Gli anni dal 2002 al 2015 della Federazione tra le Università della terza età (Federuni) hanno elaborato, con il contributo di studio di docenti universitari,

Dettagli

LA LAMPADA DI ALADINO Associazione Onlus per l assistenza globale al malato oncologico

LA LAMPADA DI ALADINO Associazione Onlus per l assistenza globale al malato oncologico Chi siamo Associazione nata a Brugherio nel 2000 da un gruppo di persone che ha vissuto l esperienza del tumore, convinti della necessità di dare risposta alle molteplici e complesse problematiche che

Dettagli

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi*

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il segretariato sociale ha una storia e una tradizione che hanno accompagnato la professione dalla sua nascita, e pertanto

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE. Traguardi per lo sviluppo delle competenze OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCIENZE L insegnamento delle scienze dovrebbe essere caratterizzato dall utilizzo e dall acquisizione delle metodologie euristiche, che alimentano

Dettagli

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL.

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL. SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL. CHE COS È FASE 1 SRL? Fase 1 è una società a responsabilità limitata

Dettagli