Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale"

Transcript

1 Imp. 2019/-/1/ /-/2/ /3/-/ /4/-/538 ATTO PUBBLICATO IN DATA: DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 82 / 2019 Il sottoscritto, Presidente dell, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione in materia portuale" e successive modificazioni e integrazioni; Visto il D.Lgs , n. 169 Riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le Autorità portuali di cui alla legge 28 gennaio 1994, n. 84, in attuazione dell'articolo 8, comma 1, lettera f), della legge 7 agosto 2015, n. 124 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - Serie Generale n.203 del ); Visto il D.Lgs , n. 232 Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 4 agosto 2016, n. 169, concernente le Autorità portuali pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - Serie Generale n.33 del in vigore dal ); Visto il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti prot.n. 416 del , notificato in pari data, con cui il dott. Daniele Rossi è stato nominato Presidente dell Autorità di Sistema Portuale per la durata di un quadriennio; Visto il bilancio di previsione dell Ente per l esercizio finanziario 2019, adottato con Delibera del Comitato di Gestione n. 37 del ed approvato, ai sensi dell'art. 12 della L. 84/94 e smi, previa acquisizione del parere del Ministero dell'economia e delle Finanze, dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con nota prot. M_INF.VPTM_520 del , ns. prot.n. 133 del ; Visto il Regolamento di amministrazione e contabilità dell Autorità Portuale di Ravenna approvato dall'ente con Delibera di Comitato Portuale n. 2 del e dal Ministero dei Trasporti con nota del rif. M_TRA/DINFR/Prot. n (ns. prot. n del ), così come modificato con Delibere di Comitato Portuale n. 18 del e n. 12 del ; Visto l art. 22 del citato D.Lgs , n. 169 recante le disposizioni transitorie ed in particolare il comma 4 relativo all estensione dell efficacia del Regolamento di cui sopra; Visto il "Regolamento di Organizzazione e Funzionamento della Segreteria tecnico-operativa dell' ", approvato con Delibera Presidenziale n. 46 del ; Visto il Piano Operativo Triennale 2017/2019, approvato dal Comitato di Gestione con Deliberazione n. 10 del ; Visto il Programma Triennale LL.PP. 2019/2021 degli interventi pianificati dall Ente per il triennio in questione, nonché il relativo Elenco Annuale dei lavori da avviare nell anno 2019, approvato dal Comitato di Gestione con Delibera n. 38 del , che contempla tra gli interventi previsti per l anno 2019 la Ristrutturazione banchina c.d. Magazzini Generali ; Preso atto che il codice unico di intervento (CUI), con cui l intervento in oggetto è individuato univocamente, ai sensi degli artt. 3, commi 2, 5, e 6 commi 2,4, del DM 14/2018, è il seguente: L ; Visto il Piano Regolatore Portuale 2007 del Porto di Ravenna, adottato con Deliberazione del Comitato Portuale n. 9 del ed approvato con Delibera Giunta Provinciale n. 20/2010, giusta delega della Regione Emilia Romagna ai sensi dell art. 170 della L.R. n. 3 del ; Visto il D.M. n. 6 del con il quale è stata decretata la Valutazione d Impatto Ambientale favorevole del Piano Regolatore Portuale 2007 del Porto di Ravenna attuazione delle opere connesse da parte del Ministro dell Ambiente e di Tutela del Territorio e del Mare, di concerto col Ministro per i Beni e le Attività Culturali, la cui validità è estesa al ;

2 Vista la normativa vigente in materia di appalti pubblici ed in particolare il D.Lgs , n. 50 Codice dei contratti pubblici e s.m.i., in vigore dal 19 aprile 2016, che sostituisce il D.Lgs n. 163 e parte del D.P.R n. 207 Regolamento di esecuzione ed attuazione del D.Lgs n.163 e s.m.i.; Visto in particolare l art. 216 Disposizioni transitorie, di coordinamento e abrogazioni del D.Lgs. n. 50/2016, il quale disciplina il regime transitorio, in attesa dell entrata in vigore degli atti attuativi della nuova normativa; Visto il D.P.R. n.207/2010, di cui sopra, per le parti ancora vigenti ai sensi del sopracitato art. 216 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.; Viste le Linee guida di attuazione del D.Lgs. n. 50/2016, emanate dall ANAC, e gli altri provvedimenti attuativi dello stesso; Tenuto conto che su istanza presentata da questa, il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di concerto col Ministro dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo, con decreto n. 215 del ha prorogato per dieci anni a decorrere dalla data di scadenza, i termini di validità del Decreto di compatibilità ambientale prot. DVA-DEC del 20 gennaio 2012, ovvero sino al 18 maggio 2027; Vista la Determinazione Tecnica n. 69 del con cui, ai sensi di quanto previsto dall art. 91, comma 2 del D.Lgs. 163/2006 allora vigente, previa consultazione di cinque soggetti, l incarico di progettazione definitiva della «Ristrutturazione banchina c.d. Magazzini Generali» per l adeguamento della struttura alla normativa antisismica ed alle previsioni di P.R.P. è stato affidato alla Società Favero e Milan Ingegneria S.p.a. C.F. e P.I. IT , con sede in Via Belvedere, 8/ Mirano, per dar corso poi ad un appalto integrato di progettazione esecutiva ed esecuzione, in quanto previsto dalla normativa in materia di appalti pubblici all epoca vigente; Tenuto conto che il progetto definitivo prodotto dalla Società Favero e Milan Ingegneria S.p.a., sottoposto ad attività di verifica tecnica come da Verbale del nonché ad attività di Validazione giusto Verbale del , è stato favorevolmente esaminato con voto n. 49/BO nella seduta del da parte del Comitato Tecnico Amministrativo del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Emilia-Romagna e Marche, con raccomandazioni e prescrizioni; Considerato che il progetto definitivo di che trattasi è stato approvato in linea tecnica con Deliberazione Presidenziale n. 63 del ; Tenuto conto che l evoluzione normativa in materia di appalti pubblici di lavori, tramite l inserimento dell art. 59 del D.Lgs. 50/2016 applicabile al caso di specie, giusto quanto dispone l art. 216 comma 4-bis del decreto richiamato, ha limitato fortemente il ricorso all appalto integrato oggi previsto nelle sole ipotesi previste dai commi 1 e 1-bis della medesima disposizione; Considerato altresì, la necessità di adeguare la c.d. banchina c.d. Magazzini Generali, per un tratto di circa 202 m di lunghezza, oltre che alle previsioni del P.R.P. vigente (fondale a m s.l.m.m. e sovraccarico distribuito di 40kPa), alle nuove norme tecniche ed alla normativa antisismica, anche alla Classe d uso 3, così come richiesto dal Consiglio Superiore dei LL.PP.; Preso atto di quanto sopra, tenuto conto della necessità di predisporre il progetto esecutivo dell intervento di cui trattasi al fine di poter provvedere all affidamento dei lavori, a seguito dell espletamento di procedura negoziata e della redazione degli atti conseguenti, con Delibera Presidenziale n. 113 del il servizio è stato affidato all operatore economico Stantec S.p.A. di Segrate (MI) C.F. e P.I ; 2

3 Esaminato il progetto esecutivo dell intervento di Ristrutturazione banchina c.d. Magazzini Generali sviluppato da Stantec Spa su incarico di questa, per lavori parte a corpo e parte a misura pari ad ,85, inclusi oneri per l attuazione dei piani per la sicurezza non soggetti a ribasso pari ad ,37, per un importo complessivo di quadro economico pari ad ,00; Vista la Delibera Presidenziale n. 300 del con la quale è stata affidato, ai sensi dell'art. 36, co.2, lett.a) del D.Lgs. n.50/2016 l incarico tecnico per l espletamento dell Attività di verifica preventiva della progettazione esecutiva dell intervento di Ristrutturazione banchina c.d. Magazzini Generali alla Società Sidel Spa; Tenuto conto che il progetto esecutivo in questione è stato sottoposto ad attività di verifica preventiva, ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. n.50/2016, come si evince dal relativo Verbale del e successivamente validato positivamente in data ; Preso atto che questa è iscritta all anagrafe di cui all articolo 33-ter del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179 e, pertanto, fino alla data di entrata in vigore del sistema di qualificazione di cui all articolo 38 del D.Lgs. 50/2016, può procedere direttamente ed autonomamente ad effettuare procedure per l affidamento di lavori di qualsiasi importo, ai sensi di quanto disposto dal co.10 dell art. 216 del D.Lgs. n. 50/2016; Visti l art. 213, comma 2, del D.Lgs. n. 50/2016, il quale dispone che L ANAC, attraverso linee guida, bandi-tipo, capitolati-tipo, contratti-tipo ed altri strumenti di regolazione flessibile, comunque denominati, garantisce la promozione dell'efficienza, della qualità dell'attività delle stazioni appaltanti nonché l art. 71 del D.Lgs. n. 50/2016, il quale dispone che successivamente alla adozione da parte dell ANAC di bandi tipo, i bandi di gara sono redatti in conformità agli stessi ; Considerato che, a tutt oggi, non è stato ancora adottato da ANAC un Bando Tipo recante uno Schema di disciplinare di gara a procedura aperta per l affidamento di contratti pubblici di lavori; Tenuto conto che l art. 32, co.2, del D.Lgs. n. 50/2016, dispone che, prima dell avvio delle procedure di affidamento, le Amministrazioni aggiudicatrici, in conformità ai propri ordinamenti, decretino o determinino di contrarre, individuando gli elementi essenziali del contratto ed i criteri di selezione degli operatori economici e delle offerte; Dato atto che, per la natura dei lavori in oggetto, l intervento si configura come singolo ed unitario, da realizzarsi con tecnologie e modalità realizzative unitarie, con la costituzione di un unico cantiere ed utilizzo dei medesimi mezzi ed attrezzature e che, quindi, esso non è ulteriormente frazionabile senza che si generino inutili inefficienze connesse all aggravio di costi e all allungamento dei tempi di ultimazione dei lavori; Ritenuto, quindi, per tali motivazioni, ai sensi dell art. 51 del D.Lgs. n. 50/2016 e dell art. 13 c. 2 L. 180/2011, che nell appalto in esame non sia tecnicamente ed economicamente conveniente la suddivisione in lotti funzionali o prestazionali; Visti l art. 40, co. 2, del D.Lgs. n. 50/2016, il quale dispone che A decorrere dal 18 ottobre 2018, le comunicazioni e gli scambi di informazioni nell'ambito delle procedure di cui al presente codice svolte dalle stazioni appaltanti sono eseguiti utilizzando mezzi di comunicazione elettronici, nonché l art. 52, co. 5 dello stesso D.Lgs. n. 50/2016, il quale rende necessario l utilizzo di piattaforme elettroniche di negoziazione per lo svolgimento delle procedure di gara, onde assicurare che..l'integrità dei dati e la riservatezza delle offerte e delle domande di partecipazione siano mantenute.. ; Dato atto che questa si è dotata di adeguata Piattaforma telematica, conforme alle regole stabilite dal Decreto legislativo n. 82/2005 e s.m.i. (C.A.D.) e alle pertinenti norme del D.Lgs. 50/2016, come sopra richiamate; Tenuto conto che l importo dei lavori è superiore alla soglia di cui all art. 35 del D.Lgs. 50/2016 e che pertanto, l affidamento di tali lavori deve avvenire mediante ricorso alle procedure ordinarie; 3

4 Considerato che, ai sensi dell art. 95 del D.Lgs. 50/2016, i lavori in oggetto devono essere aggiudicati sulla base del criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa; Ritenuto di provvedere, pertanto, all aggiudicazione mediante procedura aperta, ai sensi dell art. 60 del D.Lgs. n. 50/2016, in modalità telematica, con criterio di selezione della migliore offerta quello dell offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, ai sensi dell art. 95, co. 2, dello stesso D.Lgs. n. 50/2016, sulla base dei requisiti di qualificazione degli operatori economici nonché di valutazione delle offerte, con i relativi pesi, descritti nella tabella allegata; Preso atto che l Autorità Nazionale Anticorruzione, con propria Determinazione n. 4 del , ha stabilito che per quanto riguarda le procedure di scelta del contraente, finalizzate alla realizzazione di lavori ovvero all acquisizione di servizi o forniture, le Stazioni Appaltanti sono tenute all attivazione del Codice Identificazione del procedimento di scelta del contraente (CIG); Preso atto, inoltre, che la legge 13 agosto 2010, n. 136 e s.m.i. in materia di tracciabilità dei flussi finanziari, prevede l obbligo di riportare il codice identificativo di gara (CIG) su ciascuna transazione posta in essere dalle stazioni appaltanti e dagli altri soggetti di cui all art. 3, co.1, della medesima legge; Dato atto che l appalto è stato registrato con CIG C; Considerato che l art.1, co. 67 della Legge , n. 266 prevede che l Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici ora ANAC, ai fini della copertura dei costi relativi al proprio funzionamento, determini annualmente l ammontare delle contribuzioni dovute dai soggetti pubblici e privati, sottoposti alla sua vigilanza, nonché le relative modalità di riscossione; Tenuto conto che con la delibera dell Autorità Nazionale Anticorruzione n del , sono stati individuati gli importi e le modalità di versamento dei contributi sopra citati per l anno 2019, che per appalti di importo uguale o maggiore a ,00 e inferiore a ,00 è pari a 800,00, da effettuarsi a seguito del ricevimento del MAV (Pagamento mediante avviso) emesso dall ANAC a cadenza quadrimestrale, per un importo complessivo pari alla somma delle contribuzioni dovute per tutte le procedure attivate nel periodo; Visti il D.Lgs. 33/2013 e l art. 29 del D.Lgs. 50/2016, in materia di Amministrazione trasparente; Visto inoltre, l art. 52, lettera m, del CCNL dei Lavoratori Portuali del , recepito dal Comitato Portuale dell Ente con Delibera n. 5 del , con riguardo ai dipendenti delle Autorità Portuali relativamente ai criteri per la ripartizione dell incentivo oggetto della presente, nel rispetto della disciplina normativa vigente; Visto l art. 113 del D.Lgs. 50/2016, in merito agli incentivi per le funzioni tecniche svolte dal personale dipendente delle Pubbliche Amministrazioni per l esecuzione degli appalti anche di forniture e servizi, applicabile alle procedure bandite dopo l entrata in vigore del D.Lgs. 50/2016 stesso; Preso atto che in data è stata sottoscritta fra le parti la Contrattazione di II livello dei dipendenti dell del Mare Adriatico centro settentrionale relativa al periodo , che comprende l Accordo per l approvazione dei principi da porre a base del regolamento incentivi per funzioni tecniche previsto dall art. 113 del DLgs 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i. ; Tenuto conto che l adozione del regolamento, ad oggi non ancora avvenuta, è condizione essenziale ai fini del legittimo riparto tra gli aventi diritto delle risorse accantonate sul fondo, perché solo il regolamento, nella sistematica della legge, è destinato ad individuare le modalità ed i criteri della ripartizione, oltre alla percentuale, che comunque non può superare il tetto massimo fissato dalla legge; 4

5 Visto il parere n. 353 del 7 settembre 2016 della sezione regionale di controllo per il Veneto della Corte dei conti con il quale i giudici, nel caso in cui vi sia l assenza di un regolamento che determini la percentuale ed i criteri di riparto, prevedono la possibilità di accantonare prudenzialmente in bilancio la somma del 2% dell importo a base di gara, subordinando comunque la liquidazione dei compensi all approvazione del regolamento, spiegando: in attesa della disciplina regolamentare, ben può essere disposto dall ente, su un capitolo o capitoli sui quali non è possibile assumere impegni ed effettuare pagamenti, purché, ovviamente, entro i limiti percentuali fissati dall art. 113, 2 comma, cit. Ove poi il regolamento successivamente adottato dall ente dovesse individuare una percentuale inferiore a quella già stabilita dall ente, la parte dell accantonamento non utilizzata concorrerà alla determinazione del risultato di amministrazione ; Valutato alla luce del sopra citato parere, che il semplice accantonamento con ripartizione successiva all adozione del regolamento previsto, non contraddice il principio della irretroattività sancito già in precedenza dalla Corte dei Conti; Valutato altresì, che tale accantonamento viene disposto non sulla base del regolamento approvato successivamente ma sulla base di una scelta prudenziale dell ente effettuata, nei limiti di legge, ex ante; Tenuto conto dell esigenza di prevedere espressamente del quadro economico dell intervento di cui trattasi la voce Fondo di cui all art. 113 del D.Lgs. 50/2016 sulla quale accantonare, come da disposizioni normative, la quota dell incentivo nella misura massima del 2% dell importo dei lavori; Ritenuto nelle more dell adozione dell apposito regolamento, di procedere all accantonamento della quota stimata del fondo incentivante di cui all art. 113 D.Lgs 50/2016 e s.m.i., pari al 2% dell importo posto a base di gara con importi comprensivi anche degli oneri previdenziali e assistenziali a carico dell Amministrazione; Preso atto che le modalità di erogazione delle somme da riconoscere ai dipendenti a titolo di incentivo ex art. 113 del D.Lgs. 50/2016, ripartendo l 80% delle risorse finanziarie del fondo per la progettazione e l innovazione per gli interventi/servizi di cui trattasi, tra il Responsabile Unico del Procedimento e i soggetti che svolgono funzioni tecniche e tecnico-amm.ve nonché i loro collaboratori, verranno individuate nel Regolamento sopra citato; Atteso che il restante 20% delle risorse finanziarie del fondo modulato sull importo dei lavori, servizi e forniture posti a base di gara è destinato all acquisto da parte dell ente di beni, strumentazioni e tecnologie funzionali a progetti di innovazione degli uffici dell, ai fini del loro ammodernamento ed accrescimento della loro efficienza nonché per l'attivazione presso le amministrazioni aggiudicatrici di tirocini formativi e di orientamento di cui all'articolo 18 della L , n. 196 o per lo svolgimento di dottorati di ricerca di alta qualificazione nel settore dei contratti pubblici; Dato atto che il contratto verrà stipulato mediante forma pubblica amministrativa con modalità elettronica e che le clausole contrattuali sono quelle precisate nello schema di contratto e nel capitolato speciale d appalto, allegato allo stesso quale parte integrante, di cui agli elaborati progettuali; Visti il D.Lgs. 33/2013 e l art. 29 del D.Lgs. 50/2016, in materia di Amministrazione trasparente; Preso atto, inoltre, dell art. 14 del Decreto Legge e convertito dalla Legge 134/2012, che ha introdotto il fondo di cui all art. 18-bis della Legge 84/1994 destinato al finanziamento degli interventi di adeguamento dei porti ed alimentato su base annua in misura pari all 1 per cento dell imposta sul valore aggiunto dovuta sull importazione delle merci introdotte nel territorio nazionale per il tramite di ciascuno scalo, nel limite di 70 milioni di euro annui, aumentato a 90 milioni di euro annui dall art. 22, co. 3 del D.L , n. 69, con contestuale estensione della finalizzazione delle risorse anche agli investimenti necessari alla messa in sicurezza, alla manutenzione ed alla riqualificazione degli ambiti portuali; 5

6 Visto il D.I , n. 54, registrato alla Corte dei Conti il al Reg. 1 Fog. 1561, con il quale il Ministro delle Infrastrutture, di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze, ha provveduto alla ripartizione del medesimo tra le ex Autorità Portuali; Considerato che, nell ambito della dotazione per l anno 2013, risulta essere stato ammesso al finanziamento l intervento di Ristrutturazione della banchina c.d. Magazzini Generali per un importo complessivo pari ad ,00; Preso atto dell Accordo Procedimentale, stipulato ai sensi dell'articolo 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241, con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione Generale per la Vigilanza sulle Autorità Portuali, le Infrastrutture Portuali e il Trasporto Marittimo e per via d'acqua Interne e sottoscritto digitalmente dalle parti in data , prot. n di pari data; DELIBERA - di dare atto che quanto specificato in premessa è parte integrante del dispositivo del presente atto; - di approvare il progetto esecutivo, composto dagli elaborati di cui all allegato elenco, per l intervento di Ristrutturazione banchina c.d. Magazzini Generali, per lavori parte a corpo parte a misura pari ad ,85, inclusi oneri per l attuazione dei piani per la sicurezza non soggetti a ribasso, con un importo complessivo di quadro economico pari ad ,00; - di approvare le modalità di affidamento dell appalto mediante esperimento di procedura aperta, ai sensi dell art. 60 del D.Lgs. 50/2016, in modalità telematica, ai sensi dell art. 40, co. 2, e dell art. 52, co. 5 dello stesso D.Lgs. n. 50/2016; - di utilizzare quale criterio di aggiudicazione quello dell offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, ai sensi dell art. 95 del D.Lgs. n.50/2016, sulla base dei requisiti di qualificazione degli operatori economici nonché di valutazione delle offerte, con i relativi pesi, descritti nella tabella allegata; - di dare atto che il contratto verrà stipulato in modalità elettronica, in forma pubblica amministrativa a cura dell'ufficiale rogante; - di dare mandato e incaricare il Responsabile Unico del Procedimento, ai sensi dell art. 31 del D.Lgs. n.50/2016, ing. Fabio Maletti, Direttore Tecnico di questa, di redigere, sottoscrivere e pubblicare gli atti di gara, ivi inclusi il bando ed il disciplinare e di espletare le relative procedure, provvedendo altresì ad effettuare eventuali modificazioni degli atti che si rendessero necessarie per l adeguamento a nuove normative o per correzioni di errori formali; - di impegnare, ai fini dell avvio delle procedure di gara, la somma stimata di ,85, relativamente ai lavori, i seguenti importi: ,00 sulla Voce di Piano Finanziario U Infrastrutture portuali e aeroportuali (Cap. 211/10 Acquisto, costruzione, trasformazione di opere portuali ed immobiliari - approfondimento fondali - strutture ed infrastrutture logistiche ) del bilancio di previsione di questa per l esercizio finanziario in corso utilizzando a tal fine le risorse assegnate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con D.I , n. 54 di ripartizione delle risorse recate dall art. 14 del Decreto Legge e convertito dalla Legge 134/2012, che ha introdotto il fondo di cui all art. 18-bis della Legge 84/1994; ,85 sulla Voce di Piano Finanziario U Infrastrutture portuali e aeroportuali (Cap. 211/10 Acquisto, costruzione, trasformazione di opere portuali ed immobiliari - approfondimento fondali - strutture ed infrastrutture logistiche ) del bilancio di previsione di questa per l esercizio finanziario in corso fondi propri dell Ente; - di impegnare la somma di 800,00, quale somma prevista alla voce I.V.A. ed eventuali altre imposte del quadro economico dell intervento in argomento, come sopra approvato, relativamente alla contribuzione dovuta ex L.266/2005 sulla medesima Voce di Piano Finanziario U Infrastrutture portuali e aeroportuali (Cap. 211/10 Acquisto, costruzione, trasformazione di opere 6

7 portuali ed immobiliari - approfondimento fondali - strutture ed infrastrutture logistiche ) del bilancio di previsione di questa per il corrente esercizio finanziario, utilizzando fondi propri dell Ente, provvedendo al relativo versamento a seguito della emissione del MAV al termine del periodo quadrimestrale di riferimento, a favore dell Autorità Nazionale Anticorruzione, via M. Minghetti, Roma; - di prenotare, ai sensi dell art. 21, c. 7, del Regolamento di Amministrazione e Contabilità vigente di questa, e dell art. 178 del D.P.R. n.207/2010, nell ambito dei fondi propri dell Ente, la somma di ,15 ( ,15 complessivamente previsti dedotto l importo di 800,00 di cui all impegno di spesa suddetto) quale importo per Somme a disposizione previste nell ambito del quadro economico dell intervento in argomento, sulla medesima Voce di Piano Finanziario U Infrastrutture portuali e aeroportuali (Cap. 211/10 Acquisto, costruzione, trasformazione di opere portuali ed immobiliari - approfondimento fondali - strutture ed infrastrutture logistiche ) del bilancio di previsione di questa per il corrente esercizio finanziario fondi propri dell Ente; - di procedere, nelle more dell'adozione di apposito Regolamento da parte dell'ente, all accantonamento alla specifica voce Fondo di cui all art. 113 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. nell ambito del quadro economico, della somma di ,50 di cui ,80 (0,80 del 2%) ed ,70 (0,20 del 2%) prevista per il fondo incentivante di cui all art. 113 D.Lgs 50/2016 e s.m.i. a fronte dello svolgimento di funzioni tecnico/amministrative, di cui al comma 3 del citato articolo, svolte dal personale in forza all e per le finalità di cui al comma 4 del medesimo articolo; - di dare atto, ai sensi dell articolo 29 del d.lgs 50/2016, che tutti gli atti relativi alla procedura in oggetto saranno pubblicati e aggiornati sul profilo del committente, nella sezione Amministrazione trasparente, all indirizzo _bandidi-gara-e-contratti.html, con l'applicazione delle disposizioni di cui al D.Lgs. 33/2013. Ravenna, lì Il Presidente Dott. Daniele Rossi La Responsabile della Direzione Amministrazione, Bilancio e Risorse - Claudia Toschi Il Dirigente dell Ufficio Legale e Contenzioso Gabriele Sangiorgi Il Responsabile Unico del Procedimento e Direttore Tecnico - Fabio Maletti Il Segretario Generale Paolo Ferrandino Firme autografe su originale, conservato presso l, e sostituite da indicazione a mezzo stampa, ai sensi dell art. 3 D.Lgs. 39/1993 T\DP_19_00_B Magazzini Generali_Appr PE e gara 7

8 Al Presidente Dott. Daniele Rossi Oggetto: Prog «Ristrutturazione banchina c.d. Magazzini Generali» CUP: C61C CIG: C Delibera a contrarre per l approvazione del progetto esecutivo e delle relative modalità di affidamento, e impegno di spesa per il pagamento del contributo a favore dell ANAC La società Stantec Spa, su incarico di questa, ha predisposto il progetto esecutivo dell intervento di Ristrutturazione banchina c.d. Magazzini Generali per lavori parte a corpo e parte a misura pari ad ,85, inclusi oneri per l attuazione dei piani per la sicurezza non soggetti a ribasso, con un importo complessivo di quadro economico pari ad ,00, già valutato e sottoposto a verifica preventiva ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. n.50/2016. Con il presente atto si propone l approvazione del progetto così elaborato, contestualmente alle modalità d affidamento tramite procedura aperta, ai sensi dell art. 60 del D.Lgs. n.50/2016, in modalità telematica, ai sensi dell art. 40, co. 2, e dell art. 52, co. 5 dello stesso D.Lgs. n. 50/2016, applicando quale criterio di aggiudicazione quello dell offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo ai sensi dell art. 95, co. 2, del D.Lgs. n.50/2016 nonché l assunzione del relativo impegno di spesa. data e firma del Responsabile Unico del Procedimento : Fabio Maletti ALLEGATI: 1. Progetto esecutivo composto dagli elaborati in elenco 2. Tabella Criteri e Sub-criteri di valutazione delle offerte, con i relativi pesi 3. Quadro Economico 4. CIG Il Segretario Generale Paolo Ferrandino Data Firma:..... Conformità amministrativa (se richiesta): Claudia Toschi Data Firma:..... Visto di legittimità (se richiesto): Gabriele Sangiorgi Data Firma:..... Firme autografe su originale, conservato presso l, e sostituite da indicazione a mezzo stampa, ai sensi dell art. 3 D.Lgs. 39/1993 8

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 52 / 2016

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 52 / 2016 Imp.. AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 52 / 2016 Il sottoscritto Commissario Straordinario dell Autorità Portuale di Ravenna, Acc.... Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 78 / 2017 Il sottoscritto, Presidente dell, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione in materia portuale" e successive modificazioni e integrazioni;

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017 / 905 2017 / 906 GURI Acc. 2017 / 907 ATTO PUBBLICATO IN DATA: 26/09/2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 228/2017 Il sottoscritto, Presidente, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della

Dettagli

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 79 / 2016

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 79 / 2016 Imp.. Acc..... AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 79 / 2016 Il sottoscritto Commissario Straordinario dell Autorità Portuale di Ravenna, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino

Dettagli

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Delibera n. 14 del Comitato Portuale dell 8 luglio 2016 Prog. n. 1610 - «Concessione e servizio di pulizia delle aree comuni e manutenzione delle aree verdi nel Pubblico Demanio

Dettagli

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Delibera n. 14 del Comitato Portuale dell 8 luglio 2016 Prog. n. 1610 - «Concessione e servizio di pulizia delle aree comuni e manutenzione delle aree verdi nel Pubblico Demanio

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017/605 ATTO PUBBLICATO IN DATA 14/09/2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 218/2017 Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione in materia portuale" e successive modificazioni

Dettagli

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Direzione Tecnica

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Direzione Tecnica Imp. /.. Acc. /.. AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Direzione Tecnica DETERMINAZIONE Rep. n. 45 / 2013 del 18.03.2013 Oggetto: Progetto n. 11/2002 Rifacimento protezione di sponda dall'attracco del traghetto

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 109 / 2017 Il sottoscritto Presidente dell Autorità Portuale di Ravenna, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione in materia portuale" e successive

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale 1 Imp. 2017/834 Acc... /... ATTO PUBBLICATO IN DATA: 11/09/2017 Autorità di Sistema Portuale DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 215/2017 Il sottoscritto Presidente Autorità di Sistema Portuale, Vista la Legge

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 130 / 2017 Il sottoscritto Presidente dell, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione in materia portuale" e successive modificazioni e integrazioni;

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017/398 Acc. /. Autorità di Sistema Portuale DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 117/2017 Il sottoscritto, Presidente dell Autorità di Sistema Portuale, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017/464 211/10 2017/465 Autorità di Sistema Portuale ATTO PUBBLICATO IN DATA: 12.06.2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 136/2017 Il sottoscritto, Presidente Autorità di Sistema Portuale, Vista la

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp... 2017 / 391.. Acc. /. ATTO PUBBLICATO IN DATA: 19.05.2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 110 / 2017 Il sottoscritto, Presidente dell, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione

Dettagli

AUTORITA PORTUALE DI RAVENNA

AUTORITA PORTUALE DI RAVENNA AUTORITA PORTUALE DI RAVENNA Delibera n. 37 del Comitato Portuale del 22 novembre 2007 Banchina in Largo Trattaroli SX Canale Candiano - Completamento opere di urbanizzazione Annullamento impegno di spesa

Dettagli

C I T T A ' DI P A D U L A Provincia di Salerno

C I T T A ' DI P A D U L A Provincia di Salerno Uff. Segret. N. Lì, D E T E R M I N A Z I O N E N. 109 del 31.08.2016 OGGETTO: Servizio di mensa scolastica anno scolastico 2016/2017 - Indizione procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando

Dettagli

Direzione Gare Contratti e Logistica

Direzione Gare Contratti e Logistica Prot. n. 20666 del 28/03/2018 Direzione Gare Contratti e Logistica GT/PN Il Dirigente della Direzione Edilizia e Telecomunicazione Vista: la legge 9 maggio 1989 n. 168 ed in particolare l art. 6 Autonomia

Dettagli

Comune di Limone Piemonte

Comune di Limone Piemonte Copia Comune di Limone Piemonte PROVINCIA DI CN SERVIZIO FINANZIARIO - UFFICIO RAGIONERIA DETERMINAZIONE N. 15 DEL 08/03/2019 OGGETTO: DETERMINAZIONE A CONTRATTARE PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017 / 902 ATTO PUBBLICATO IN DATA: 22.09.2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 222 / 2017 Il sottoscritto Presidente, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione in materia portuale"

Dettagli

Direzione Gare Contratti e Logistica

Direzione Gare Contratti e Logistica Prot. n. 363000 del 18.07.2017 Direzione Gare Contratti e Logistica pn Il Dirigente della Direzione Edilizia e Telecomunicazione Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168 ed in particolare l art. 6 Autonomia

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017/2/-266.. Acc. /. ATTO PUBBLICATO IN DATA: 30.05.2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 126 / 2017 Il sottoscritto, Presidente dell, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione

Dettagli

Acc... Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale. Porto di Ravenna DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N.

Acc... Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale. Porto di Ravenna DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. Imp. 2017/235.1 Lav.. 2017/235.2 Somme a Disp... Acc.... ATTO PUBBLICATO IN DATA: 10.05.2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 98 / 2017 Il sottoscritto, Presidente, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino

Dettagli

Comune di Limone Piemonte

Comune di Limone Piemonte Copia Comune di Limone Piemonte PROVINCIA DI CN SERVIZIO TECNICO - LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE N. 317 DEL 10/12/2018 OGGETTO: fornitura di n. 15 generatori di neve ad uso innevamento programmato - determinazione

Dettagli

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA. Delibera n. 28 del Comitato Portuale del 27 settembre 2007

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA. Delibera n. 28 del Comitato Portuale del 27 settembre 2007 AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Delibera n. 28 del Comitato Portuale del 27 settembre 2007 Nuovo collegamento tra SS. 67 e SS. 309 (Diramazione) in by-pass sul Canale Candiano nel porto di Ravenna Approvazione

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017/531 ATTO PUBBLICATO IN DATA: Autorità di Sistema Portuale 05/07/2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 162/2017 Il sottoscritto, Presidente dell Autorità di Sistema Portuale, Vista la Legge 28 gennaio

Dettagli

INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE DETERMINAZIONE. Estensore MONACO EUGENIO. Responsabile del procedimento MONACO EUGENIO

INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE DETERMINAZIONE. Estensore MONACO EUGENIO. Responsabile del procedimento MONACO EUGENIO REGIONE LAZIO Direzione Regionale: INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Area: DETERMINAZIONE N. G19187 del 30/12/2014 Proposta n. 22831 del 29/12/2014 Oggetto: Soggetto attuatore per l'espletamento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. n. 168 del 27.03/2019

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. n. 168 del 27.03/2019 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 168 del 27.03/2019 Oggetto: Lavori di manutenzione da realizzare sulla rete sentieristica ricadente all interno del Parco Nazionale delle Cinque Terre avvio procedura negoziata

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA GESTIONE EDILIZIA

IL DIRETTORE DELL AREA GESTIONE EDILIZIA IL DIRETTORE DELL AREA GESTIONE EDILIZIA il D. Lgs. 30/03/2001 n. 165 Norme generali sull ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche e ss.mm.ii. ; il D.Lgs. 9/04/2008, n. 81;

Dettagli

Città di Valenza Provincia di Alessandria

Città di Valenza Provincia di Alessandria Città di Valenza Provincia di Alessandria Settore TECNICO, SERVIZIO LAVORI PUBBLICI, POLIZIA LOCALE, TRAFFICO E POLIZIA AMM.VA Determinazione Dirigenziale n 352 del 29.06.2017 Oggetto: ASSOCIAZIONE CONSORTILE

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017/501.1.. ATTO PUBBLICATO IN DATA: Acc. /. 21.06.2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 148 / 2017 Il sottoscritto, Presidente dell, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp...2017 / 586 ATTO PUBBLICATO IN DATA: Acc. /. 12.07.2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 173 / 2017 Il sottoscritto, Presidente dell, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84 "Riordino della legislazione

Dettagli

DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N.

DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. Imp. 2017/3/-/128 2017/4/-/128 Autorità di Sistema Portuale ATTO PUBBLICATO IN DATA: 09/08/2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 195 / 2017 Il sottoscritto, Presidente Autorità di Sistema Portuale, Vista

Dettagli

C O M U N E DI F A N A N O (Provincia di Modena)

C O M U N E DI F A N A N O (Provincia di Modena) N. 62 Determinazione (N. settoriale 43) del 04.03.2019 C O M U N E DI F A N A N O (Provincia di Modena) AREA TECNICA Oggetto: DETERMINA A CONTRARRE PER LAVORI DI MIGLIORAMENTO SISMICO DEL COMPLESSO SCOLASTICO

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: 2018/DD/08641 Del: 27/11/2018 Esecutivo da: 27/11/2018 Proponente: Direzione Segreteria generale affari istituzionali,posizione Organizzativa (P.O.) Acquisizione di Beni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVANTE.

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVANTE. REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVANTE. PREMESSA Fino alla data del 17/08/2014, i compensi legati all attività di progettazione interna, sono stati erogati ai dipendenti

Dettagli

Comune di Bibbiano Provincia di Reggio Emilia SERVIZIO AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI

Comune di Bibbiano Provincia di Reggio Emilia SERVIZIO AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI SERVIZIO AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI DETERMINAZIONE N 80 DEL 17/05/2016 Oggetto: AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA EX D.LGS.N.81/2008 PER IL PERIODO GIUGNO - DICEMBRE 2016 MEDIANTE

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. n. 157 del

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. n. 157 del DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 157 del 11.04.2018 Oggetto: Lavori di manutenzione da realizzare sulla rete sentieristica ricadente all interno del Parco Nazionale delle Cinque Terre avvio procedura negoziata

Dettagli

COPIA. COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA Provincia di Alessandria

COPIA. COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA Provincia di Alessandria COPIA COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA Provincia di Alessandria DETERMINAZIONE N. 170 DEL 04.10.2018 UFFICIO TECNICO LL.PP. e TERRITORIO OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO, AI SENSI DELL'ART. 157

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017/1/611 2017/2/611 Autorità di Sistema Portuale ATTO PUBBLICATO IN DATA: 21/07/2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 183 / 2017 Il sottoscritto, Presidente dell Autorità di Sistema Portuale, Vista

Dettagli

Città di Valenza Provincia di Alessandria

Città di Valenza Provincia di Alessandria Città di Valenza Provincia di Alessandria Settore TECNICO, SERVIZIO LAVORI PUBBLICI, POLIZIA LOCALE, TRAFFICO E POLIZIA AMM.VA Determinazione Dirigenziale n 519 del 21.09.2017 Oggetto: ASSOCIAZIONE CONSORTILE

Dettagli

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ADDA MARTESANA

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ADDA MARTESANA UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ADDA MARTESANA Città Metropolitana di Milano Via Martiri della Liberazione n. 11 Pozzuolo Martesana Comuni di Bellinzago Lombardo Liscate - Pozzuolo Martesana - Truccazzano SETTORE

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE, PER IL DANNO AMBIENTALE E PER I RAPPORTI CON L UNIONE EUROPEA E GLI ORGANISMI INTERNAZIONALI

Dettagli

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Direzione Tecnica

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Direzione Tecnica Code: 2012-IT-91002-S (25968211) Imp. /.. Acc. /.. AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Direzione Tecnica DETERMINAZIONE Rep. n. 133 / 2013 del 13.08.2013 Oggetto: Ravenna Port Hub: final detailed design and

Dettagli

DIREZIONE AREA DI MEDICINA Il Dirigente. Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168 ed in particolare l art. 6 Autonomia delle università ;

DIREZIONE AREA DI MEDICINA Il Dirigente. Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168 ed in particolare l art. 6 Autonomia delle università ; 1 Prot. n. 19162 del 22/03/2018 Pubblicata sul profilo del committente il 27 marzo 2018 DIREZIONE AREA DI MEDICINA Il Dirigente Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168 ed in particolare l art. 6 Autonomia

Dettagli

SETTORE TECNICO ASSOCIATO LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE. N. 06 Li,

SETTORE TECNICO ASSOCIATO LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE. N. 06 Li, Unione dei Comuni Comunità Collinare Alto Monferrato Acquese Via Municipio 21 15016 Cassine (AL) COD. FISC. e P. IVA 01918360064 Tel. 0144/71342 - Fax 0144/714258 e-mail: ufficio.tecnico@comune.cassine.al.it

Dettagli

OGGETTO: REALIZZAZIONE NUOVA SCUOLA MATERNA DI CASTIGLIONE - ASSUNZIONE IMPEGNO E AVVIO PROCEDURE DI GARA ( ,00)*

OGGETTO: REALIZZAZIONE NUOVA SCUOLA MATERNA DI CASTIGLIONE - ASSUNZIONE IMPEGNO E AVVIO PROCEDURE DI GARA ( ,00)* SETTORE PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO Servizio: PROGETTAZIONE MANUTENZIONE FABBRICATI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE con visto di regolarità contabile N. 1869 del 22/12/2016 Proposta n. 2003 del

Dettagli

CITTA DI VALMONTONE Provincia di Roma

CITTA DI VALMONTONE Provincia di Roma CITTA DI VALMONTONE Provincia di Roma ORIGINALE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE NUMERO 1796 DEL 19/10/2016 SETTORE III OGGETTO : LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ALLA CHIESA DEL CIMITERO DI VALMONTONE

Dettagli

Il Dirigente della Direzione Edilizia e Telecomunicazione. Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168 ed in particolare l art. 6 Autonomia delle università ;

Il Dirigente della Direzione Edilizia e Telecomunicazione. Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168 ed in particolare l art. 6 Autonomia delle università ; Servizio Gare/GT/MS Prot. n. 12751 del 22/02/2018 Il Dirigente della Direzione Edilizia e Telecomunicazione Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168 ed in particolare l art. 6 Autonomia delle università ; Visto

Dettagli

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale Imp. 2017/136 ATTO PUBBLICATO IN DATA: 02/08/2017 DELIBERAZIONE PRESIDENZIALE N. 190/2017 Il sottoscritto Presidente dell del Mare Adriatico Centro Settentrionale, Vista la Legge 28 gennaio 1994 n. 84

Dettagli

DIPARTIMENTO TECNICO AREA PATRIMONIO DETERMINAZIONE

DIPARTIMENTO TECNICO AREA PATRIMONIO DETERMINAZIONE DIPARTIMENTO TECNICO AREA PATRIMONIO N. 690 DETERMINAZIONE del 18 dicembre 2017 OGGETTO: LAVORI DI MANUTENZIONE E RISTRUTTURAZIONE DEI FABBRICATI DI PROPRIETA COMUNALE, REPERIBILITA E PRONTO INTERVENTO

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE, PER IL DANNO AMBIENTALE E PER I RAPPORTI CON L UNIONE EUROPEA E GLI ORGANISMI INTERNAZIONALI

Dettagli

DIPARTIMENTO TECNICO AREA PATRIMONIO DETERMINAZIONE

DIPARTIMENTO TECNICO AREA PATRIMONIO DETERMINAZIONE DIPARTIMENTO TECNICO AREA PATRIMONIO N. 699 DETERMINAZIONE del 19 dicembre 2017 OGGETTO: LAVORI DI ADEGUAMENTO AI FINI DELLA NORMATIVA SULLA PREVENZIONE INCENDI IN ALCUNI FABBRICATI COMUNALI. DETERMINA

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: 2018/DD/08012 Del: 20/11/2018 Esecutivo dal: 20/11/2018 Proponente: Direzione Segreteria generale affari istituzionali,servizio Centrale acquisti OGGETTO: Appalto relativo

Dettagli

Città di Valenza Provincia di Alessandria

Città di Valenza Provincia di Alessandria Città di Valenza Provincia di Alessandria Settore TECNICO, SERVIZIO LAVORI PUBBLICI, POLIZIA LOCALE, TRAFFICO E POLIZIA AMM.VA Determinazione Dirigenziale n 299 del 2.06.207 Oggetto: GESTIONE PATRIMONIO

Dettagli

COMUNE DI SANT'ELPIDIO A MARE

COMUNE DI SANT'ELPIDIO A MARE COMUNE DI SANT'ELPIDIO A MARE Provincia di Fermo AREA SERVIZI SOCIALI, CULTURALI E SERVIZI DEMOGRAFICI COPIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE N. Registro Generale 614 del 05/07/2013 N. Particolare 196 del

Dettagli

C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE

C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE Determinazione Proposta nr. 26 del 05/08/2016 Determinazione nr. 612 del 05/08/2016 Servizio Informatica e Impianti Tecnologici

Dettagli

Ufficio Territoriale Portuale di Salerno determina n. 111

Ufficio Territoriale Portuale di Salerno determina n. 111 Oggetto: Porto commerciale di Salerno. Lavori di dragaggio dei fondali del Porto commerciale di Salerno e del canale d ingresso. CUP: F57D12000000006 Affidamento servizio di verifica finalizzata alla validazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 472 DEL

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 472 DEL DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 472 DEL 08.08.2019 Approvazione atti di gara per l affidamento della redazione dei piani di gestione per i Siti Natura 2000 di competenza del, mediante procedura negoziata,

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E Servizio Gestione E Sviluppo Del Personale E Dell organizzazione D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: GARA D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVI PER LE FUNZIONI TECNICHE (art. 113 del D.Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016)

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVI PER LE FUNZIONI TECNICHE (art. 113 del D.Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016) COMUNE DI CASTELLAZZO BORMIDA PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVI PER LE FUNZIONI TECNICHE (art. 113 del D.Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016)

Dettagli

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Determinazione nr. 713 Data adozione: 13/09/2018 OGGETTO: Affidamento incarico professionale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 267 DEL

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 267 DEL DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 267 DEL 08.05.2019 Procedura ai sensi dell art. 36 comma 2 lett. a del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., mediante Trattativa Diretta sulla piattaforma del Mercato Elettronico

Dettagli

Città di Nichelino Provincia di Torino AREA SERVIZI ALLA PERSONA ED ATT. PRODUTTIVE. Servizio Istruzione. Codice 30

Città di Nichelino Provincia di Torino AREA SERVIZI ALLA PERSONA ED ATT. PRODUTTIVE. Servizio Istruzione. Codice 30 Città di Nichelino Provincia di Torino AREA SERVIZI ALLA PERSONA ED ATT. PRODUTTIVE Servizio Istruzione Codice 30 Determinazione N 409 del 29/07/2016 OGGETTO: DETERMINAZIONE A CONTRATTARE E RELATIVE PROCEDURE

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA 1607000000 - Direzione Economato, Gare e Acquisti SERVIZIO 1607020000 - SERVIZIO APPROVVIGIONAMENTI DI BENI E SERVIZI N DETERMINAZIONE 2713 NUMERO PRATICA OGGETTO: fornitura di presidi

Dettagli

COMUNE DI SALÒ PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI SALÒ PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI SALÒ PROVINCIA DI BRESCIA DETERMINAZIONE N. 825 Data di registrazione 17/11/2017 OGGETTO : LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEL PALAZZO EX TRIBUNALE PER LA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO CENTRO CULTURALE

Dettagli

- di prenotare l'impegno di spesa della somma complessiva di euro /52, con imputazione al cap. SC del bilancio 2016;

- di prenotare l'impegno di spesa della somma complessiva di euro /52, con imputazione al cap. SC del bilancio 2016; VISTO RICHIAMATI la L.R. 15 maggio 1995 n. 14 di indirizzo, controllo, vigilanza e tutela sugli enti, istituti ed aziende regionali e ss.mm.; la L.R. 23 agosto 1995 n. 20 di semplificazione e razionalizzazione

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: 2018/DD/10025 Del: 27/12/2018 Esecutivo da: 27/12/2018 Proponente: Direzione Servizi Tecnici,Servizio Belle arti e Fabbrica di Palazzo Vecchio OGGETTO: NUOVA SCALA DI

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n. 1174 del 19 dicembre 2018 Attuazione dell art. 1, commi 65 e 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, per l anno 2019 IL CONSIGLIO VISTO l art. 19, commi

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA DETERMINAZIONE N. 223 DEL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA DETERMINAZIONE N. 223 DEL Direzione generale Servizio Tecnico DETERMINAZIONE N. 223 DEL 27.11.2013 Oggetto: Determinazione a contrarre per l affidamento, mediante un accordo quadro ex art. 59, comma 4 del D.lgs. 163/2006, del servizio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER

REGOLAMENTO COMUNALE PER REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVI PER LE FUNZIONI TECNICHE (art. 113 del D. Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016) Adottato con deliberazione della Giunta comunale

Dettagli

COMUNE DI CUMIANA CITTA METROPOLITANA DI TORINO

COMUNE DI CUMIANA CITTA METROPOLITANA DI TORINO COMUNE DI CUMIANA CITTA METROPOLITANA DI TORINO DETERMINAZIONE DETERMINA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI N. 246 DEL 29/05/2018 REG.GEN N.33 DEL29/05/2018 OGGETTO: DETERMINA A CONTRARRE AI SENSI DELL'ART.192

Dettagli

Repubblica Italiana CITTÀ DI BOJANO. Provincia di Campobasso. Numero Registro Generale 484

Repubblica Italiana CITTÀ DI BOJANO. Provincia di Campobasso. Numero Registro Generale 484 Repubblica Italiana CITTÀ DI BOJANO Provincia di Campobasso Numero Registro Generale 484 DETERMINAZIONE COPIA SETTORE IV LLPP - UFFICIO TECNICO Numero 109 del 12-11-2013 OGGETTO: LAVORI DI REALIZZAZIONE

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: 2017/DD/06434 Del: 28/09/2017 Esecutivo da: 28/09/2017 Proponente: Direzione Servizi Tecnici,Servizio Belle arti e Fabbrica di Palazzo Vecchio OGGETTO: LAVORI DI RESTAURO

Dettagli

Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane

Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane Determinazione nr. 278 del 19/03/2018 UFFICIO CENTRALE UNICA COMMITTENZA OGGETTO: LAVORI DI MIGLIORAMENTO DELLA VIABILITÀ ATTRAVERSO

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI DETERMINAZIONE n. 26 del 20 febbraio 2018 Struttura proponente: Area Amministrazione e Supporto alla Regolazione Oggetto: Pubblicazione

Dettagli

Città di Valenza Provincia di Alessandria

Città di Valenza Provincia di Alessandria Città di Valenza Provincia di Alessandria Settore TECNICO, SERVIZIO LAVORI PUBBLICI, POLIZIA LOCALE, TRAFFICO E POLIZIA AMM.VA Determinazione Dirigenziale n 297 del 12.06.2017 Oggetto: GESTIONE PATRIMONIO

Dettagli

DIPARTIMENTO TECNICO AREA LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE

DIPARTIMENTO TECNICO AREA LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE DIPARTIMENTO TECNICO AREA LAVORI PUBBLICI N. 698 DETERMINAZIONE del 19 dicembre 2017 OGGETTO: LAVORI DI RIDEFINIZIONE DELLA VIABILITA NELLA ZONA INDUSTRIALE - SECONDO LOTTO. DETERMINAZIONE A CONTRATTARE

Dettagli

Deliberazione n. 47 del 06 febbraio 2014

Deliberazione n. 47 del 06 febbraio 2014 Deliberazione n. 47 del 06 febbraio 2014 OGGETTO: Opere di riqualificazione impiantistica dei locali adibiti a sala operatoria emergenze posti al 2 piano del P.O. Macedonio Melloni Appr ovazione del progetto

Dettagli

SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO

SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO DETERMINAZIONE DELL'AREA: SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO SERVIZIO: SERVIZIO LAVORI PUBBLICI/PATRIMONIO/INFRASTRUTTURE DI RETE/MOBILITA'/MANUT. LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE STRADE COMUNALI E NR.

Dettagli

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ADDA MARTESANA

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ADDA MARTESANA UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ADDA MARTESANA Città Metropolitana di Milano Via Martiri della Liberazione n. 11 Pozzuolo Martesana Comuni di Bellinzago Lombardo Liscate - Pozzuolo Martesana - Truccazzano SETTORE

Dettagli

C O M U N E D I O M E

C O M U N E D I O M E C O M U N E D I O M E Provincia di Brescia AREA SERVIZI TECNICI COPIA N. REGISTRO GENERALE: DETERMINAZIONE N. 122 DEL 30/12/2016 OGGETTO: AFFIDAMENTO DIRETTO ED IMPEGNO DI SPESA ALLA COOPERATIVA FRATERNITA'

Dettagli

Comune di Casatenovo Provincia di Lecco

Comune di Casatenovo Provincia di Lecco Comune di Casatenovo Provincia di Lecco Ufficio Lavori Pubblici SETTORE LAVORI PUBBLICI, AMBIENTE E MANUTENZIONE n. Generale 609 del 11/11/2016 DETERMINA N. 161 DEL 11/11/2016 PRESA D'ATTO GARA DESERTA

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: 2017/DD/05013 Del: 19/07/2017 Esecutivo da: 19/07/2017 Proponente: Direzione Ambiente,Servizio Parchi Giardini ed Aree Verdi OGGETTO: Accordo quadro decreto legislativo

Dettagli

CITTA DI VERCELLI AFFARI ISTITUZIONALI E LEGALI SERVIZIO SUPPORTO INTERNO. DETERMINAZIONE N. 372 del 15/02/2017

CITTA DI VERCELLI AFFARI ISTITUZIONALI E LEGALI SERVIZIO SUPPORTO INTERNO. DETERMINAZIONE N. 372 del 15/02/2017 CITTA DI VERCELLI AFFARI ISTITUZIONALI E LEGALI SERVIZIO SUPPORTO INTERNO Reg. Int. n. DT-413-2017 DETERMINAZIONE N. 372 del 15/02/2017 OGGETTO: COPERTURA DEI RISCHI ASSICURATIVI COMUNALI PER IL PERIODO

Dettagli

SUA L.r. 26/2007 SETTORE 3 - DIR. SEZIONE TECNICA

SUA L.r. 26/2007 SETTORE 3 - DIR. SEZIONE TECNICA REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE SUA L.r. 26/2007 SETTORE 3 - DIR. SEZIONE TECNICA Assunto il 05/11/2018 Numero Registro Dipartimento: 182 DECRETO DIRIGENZIALE Registro dei decreti dei Dirigenti della

Dettagli

Determinazione nr. 486 del 04/06/2019 LAVORI PUBBLICI E TECNICO MANUTENTIVA. Comune di Sacile. Provincia di Pordenone

Determinazione nr. 486 del 04/06/2019 LAVORI PUBBLICI E TECNICO MANUTENTIVA. Comune di Sacile. Provincia di Pordenone Determinazione nr. 486 del 04/06/2019 LAVORI PUBBLICI E TECNICO MANUTENTIVA Comune di Sacile Provincia di Pordenone OGGETTO: GARA EUROPEA MEDIANTE PROCEDURA APERTA AI SENSI DELL ART. 60 DEL D.LGS. 50/2016

Dettagli

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 30 / 2019 del 30/01/2019

DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE. 30 / 2019 del 30/01/2019 DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE 30 / 2019 del 30/01/2019 Oggetto: INDIZIONE DI PROCEDURA NEGOZIATA AI SENSI DELL ART. 36, COMMA 2, LETT. B) DEL D. LGS. N. 50/2016 E S.M.I. MEDIANTE PIATTAFORMA TELEMATICA

Dettagli

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Determinazione nr. 1109 Data adozione: 12/12/2017 OGGETTO: Interventi di Adeguamento dell

Dettagli

Determinazione Senza Impegno

Determinazione Senza Impegno ORIGINALE Determinazione n 238 In data 15/10/2018 Comune di Marano Lagunare Provincia di Udine Determinazione Senza Impegno OGGETTO: Determinazione a contrarre per l'affidamento della sostituzione dei

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DEL MEDIO BRENTA

UNIONE DEI COMUNI DEL MEDIO BRENTA UNIONE DEI COMUNI DEL MEDIO BRENTA Cadoneghe - Curtarolo - Vigodarzere ORIGINALE Reg. Servizi Informatici e alla Persona N. 30 del 28/03/2017 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE Servizi Informatici e alla

Dettagli

Decreto n. 746 del

Decreto n. 746 del Direzione generale Direzione amministrativa Ufficio gare e contratti Decreto n. 746 del 17.07.2017 OGGETTO: Affidamento diretto, ai sensi dell'art. 36, comma 2, lettera a) - D. Lgs. n. 50/2016 s.m.i. per

Dettagli

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP - PROTEZIONE CIVILE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Determinazione nr. 15 Data adozione: 7/1/017 OGGETTO: Passeggiata a mare Grado Pineta, Secondo

Dettagli

COMUNE DI PAVONE CANAVESE Città Metropolitana di Torino

COMUNE DI PAVONE CANAVESE Città Metropolitana di Torino COMUNE DI PAVONE CANAVESE Città Metropolitana di Torino Determinazione del Responsabile Servizio : ECONOMICO E FINANZIARIO N. 31 del 07/02/2019 Responsabile del Servizio : PONTE Marilena OGGETTO : SERVIZI

Dettagli

COPIA DI DETERMINAZIONE

COPIA DI DETERMINAZIONE COPIA DI DETERMINAZIONE Numero 500 del 01-08-17 Oggetto: ACQUISTO MATERIALE ELETTRICO PER LA MANUTENZIONE DEL PATRIMONIO COMUNALE FINO AL 31.12.2017 - DE= TERMINA A CONTRARRE AI SENSI DELL'ART. 192 DEL

Dettagli

Il Responsabile del Settore Lavori Pubblici e Manutenzione

Il Responsabile del Settore Lavori Pubblici e Manutenzione Comune di Pontecagnano Faiano PROVINCIA DI SALERNO DETERMINAZIONE N. 1484 Data di registrazione 06/12/2017 SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONE OGGETTO: AFFIDAMENTO INCARICO DI COLLAUDATORE TECNICO AMMINISTRATIVO

Dettagli

COMUNE DI SANT'AGOSTINO Provincia di Ferrara

COMUNE DI SANT'AGOSTINO Provincia di Ferrara COMUNE DI SANT'AGOSTINO Provincia di Ferrara SETTORE 5^ - LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE n. 400 del 21/09/2016 OGGETTO: LAVORI DI RIPRISTINO CON MIGLIORAMENTO SISMICO DELL'EX SCUOLA ELEMENTARE DI SANT'AGOSTINO

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Numero: 2017/DD/03341 Del: 10/07/2017 Esecutivo da: 11/07/2017 Proponente: Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità,Servizio Viabilità OGGETTO: INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

Determinazione nr del 02/09/2015

Determinazione nr del 02/09/2015 Comune di Cassino Proposta nr. 1585 Del 01/09/2015 - Num.settoriale 523 Determinazione nr. 1512 del 02/09/2015 SETTORE 5 - SVILUPPO E QUALITA' URBANA Servizio lavori pubblici OGGETTO: COMPLETAMENTO INTERVENTI

Dettagli

Servizio Unico Acquisti e Logistica

Servizio Unico Acquisti e Logistica Servizio Unico Acquisti e Logistica OGGETTO: Determinazione a contrarre: approvazione del progetto per la fornitura SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PARAMETRI FISIOLOGICI PER BLOCCO OPERATORIO E TERAPIA

Dettagli

Determinazione del dirigente Numero 807 del 29/07/2015

Determinazione del dirigente Numero 807 del 29/07/2015 Determinazione del dirigente Numero 807 del 29/07/2015 Oggetto : 02 PROCEDURE APERTE PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AUSILIARI E DI PREPARAZIONE PASTI PRESSO GLI ASILI NIDO COMUNALI:DETERMINA A CONTRARRE

Dettagli