Business Intelligence: uno sguardo al futuro. Executive Summary del Rapporto 2010 Osservatorio Business Intelligence

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Business Intelligence: uno sguardo al futuro. Executive Summary del Rapporto 2010 Osservatorio Business Intelligence"

Transcript

1 Business Intelligence: uno sguardo al futuro Executive Summary del Rapporto 2010 Osservatorio Business Intelligence Novembre 2010

2 Business Intelligence: creare vantaggio Business Intelligence: competitivo con l analisi dei dati uno sguardo al futuro Rapporto 2010 Osservatorio Business Intelligence Partner Sponsor Novembre Novembre 2008

3 Copyright e utilizzo dei contenuti I Report non potranno essere oggetto di diffusione, riproduzione e pubblicazione, anche per via telematica (ad esempio tramite siti web, intranet aziendali, ecc.), e ne viene espressamente riconosciuta la piena proprietà del DIG - Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano. La violazione di tale divieto comporterà il diritto per il DIG di ottenere il risarcimento del danno da illecito utilizzo, ai sensi di legge. Indice pagina Introduzione di Carlotta Orsenigo e Carlo Vercellis 7 Executive Summary di Carlotta Orsenigo e Carlo Vercellis 9 1. Business intelligence: diffusione e tendenze in atto 13 Componenti e funzionalità di un architettura di BI 13 Maturity model 14 Sistemi di BI nei settori analizzati: un confronto 14 Le prospettive di mercato e le tendenze in atto 16 Uno sguardo al futuro: i settori a confronto Banking e Finance 21 Il settore 21 I risultati dell analisi Pharma e Sanità 33 Il settore 33 I risultati dell analisi GDO e Manufacturing 43 Il settore 43 I risultati dell analisi 44 Nota metodologica 57 Il Gruppo di Lavoro 61 La School of Management 63 La School of Management del Politecnico di Milano 63 Gli Osservatori ICT & Management 63 Il MIP 64 I sostenitori della Ricerca 65 1

4 !!!"#$$%&'()#&*")' +$$%&'()#&*,!"#$%$&'(')*+*(, Nella Web Tv degli Osservatori è possibile rivedere le riprese integrali del Convegno Business Intelligence: uno sguardo al futuro. I video sono facilmente consultabili on demand tramite rapide ricerche dei contenuti suddivisi per argomento e indicizzati per parole chiave. Indice Figure pagina Figura 1.1 Maturity model per le aziende dei macrosettori considerati 15 Figura 1.2 Linee di sviluppo per i sistemi di BI: i settori a confronto 20 Figura 2.1 Situazione As-Is e To-Be per le aziende del settore Banking e Finance 23 Figura 2.2 BI per il business performance management 24 Figura 2.3 BI per la gestione del rischio 24 Figura 2.4 BI per il customer relationship management 25 Figura 2.5 Qualità, rilevanza e tempestività dei dati 25 Figura 2.6 Linee di sviluppo per i sistemi di BI 26 Figura 3.1 Situazione As-Is e To-Be per le aziende del settore Pharma e Sanità 34 Figura 3.2 BI per il business performance management 35 Figura 3.3 BI per le operations e la ricerca e sviluppo 36 Figura 3.4 BI per il marketing e le vendite 36 Figura 3.5 Qualità, rilevanza e tempestività dei dati 37 Figura 3.6 Linee di sviluppo per i sistemi di BI 37 Figura 4.1 Situazione As-Is e To-Be per le aziende del settore GDO e 45 Manufacturing Figura 4.2 BI per il business performance management 45 Figura 4.3 BI per la gestione della supply chain 46 Figura 4.4 BI per il marketing e le vendite 46 Figura 4.5 Qualità, rilevanza e tempestività dei dati 47 Figura 4.6 Linee di sviluppo per i sistemi di BI 47 3

5 Indice Box pagina Box 2.1 Banca Carige 26 Box 2.2 Banca Marche 27 Box 2.3 Credito Emiliano 28 Box 2.4 Credit Suisse 29 Box 2.5 Fiditalia 30 Box 2.6 Zurich Italia 31 Box 3.1 MultiMedica 38 Box 3.2 Procos 38 Box 3.3 Roche Diagnostics 39 Box 3.4 Takeda Italia 40 Box 3.5 Teva-ratiopharm 41 Box 3.6 Unico 41 Box 4.1 Colussi Group 48 Box 4.2 Danone Italia 49 Box 4.3 Giochi Preziosi 49 Box 4.4 Gruppo Lavazza 50 Box 4.5 Interpump Group 51 Box 4.6 Kuehne + Nagel 52 Box 4.7 Neopost Italia 52 Box 4.8 Number1 Logistics Group 53 Box 4.9 Parmalat 54 Box 4.10 Ponti 55 Box 4.11 Produttore di accessori per l abbigliamento 55 5

6 Introduzione Il Rapporto di Ricerca 2010 illustra le indagini e i risultati ottenuti nell anno in corso da parte dell Osservatorio Business Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano, giunto alla sua terza edizione. La ricerca svolta nel primo anno di attività ha analizzato il grado di diffusione dei sistemi di business intelligence mediante lo studio di un esteso campione di imprese appartenenti a settori diversificati, e ha permesso di identificare i percorsi di adozione, i vantaggi e le barriere, l impatto organizzativo, i meccanismi di governance dei progetti. Nel corso del secondo e del terzo anno di attività l Osservatorio Business Intelligence ha concentrato le proprie indagini sui principali settori industriali e dei servizi rispettivamente Telco-Utilities, Media, Fashion-Retail, Manufacturing nel corso del 2009 e Banking-Finance, Pharma-Sanità, GDO-Manufacturing nel corso del con l obiettivo di comprendere la diffusione delle applicazioni di business intelligence nei diversi comparti, evidenziando le specificità di ciascun settore e operando confronti incrociati tra i diversi ambiti investigati, e identificare fattori critici per il successo di progetti di business intelligence. Il presente Rapporto si fonda su una solida base empirica costituita da più di 80 casi di studio approfonditi, che hanno permesso di identificare alcune best practice e le principali tendenze evolutive in atto. A dispetto della sfavorevole congiuntura economica, l indagine empirica indica che la propensione a investire in sistemi di business intelligence è tuttora elevata per via della rilevanza strategica che essi rivestono. Carlotta Orsenigo Carlo Vercellis 7

7 Executive Summary Benché il biennio sia stato tra i più difficili per le economie mondiali, gli investimenti in sistemi di business intelligence (BI) nel corso del 2009 e del primo semestre 2010 sono cresciuti in modo rilevante, con un incremento che si colloca oltre il 7%. Si mantengono favorevoli anche le prospettive di sviluppo, con una previsione per il prossimo triennio che lascia sperare in un tasso di incremento medio superiore all 8%. Rimane quindi vero, anche nel corso del biennio , che gli investimenti in BI superano la media degli investimenti in sistemi ICT. Le applicazioni di business intelligence continuano a essere una priorità per i CIO, per la loro capacità di contribuire alla realizzazione di una strategia competitiva, mediante l ottimizzazione delle prestazioni, l incremento dei ricavi e la riduzione dei costi. L Osservatorio Business Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano è stato avviato nel 2008, e le attività del primo anno hanno esaminato il grado di diffusione dei sistemi di BI mediante lo studio di un esteso campione di imprese appartenenti a settori diversificati, cercando di comprendere vantaggi e criticità. Nel corso del 2009 e del 2010 l Osservatorio Business Intelligence ha concentrato le proprie indagini sui principali settori industriali e dei servizi Telco-Utilities, Media, Fashion-Retail, Manufacturing nel corso del 2009 e Banking-Finance, Pharma-Sanità, GDO-Manufacturing nel corso del con l obiettivo di comprendere la diffusione delle applicazioni di business intelligence nei diversi comparti, evidenziando le specificità di ciascun settore e operando confronti incrociati tra i diversi ambiti investigati, e identificare fattori critici per il successo di progetti di business intelligence. La ricerca 2010 si fonda su una solida base empirica costituita da più di 80 casi di studio approfonditi, che hanno permesso di identificare alcune best practice e le principali tendenze evolutive in atto. Attraverso i casi analizzati è stato possibile identificare le principali aree di applicazione dei sistemi di business intelligence nelle aziende dei settori investigati, valutando i benefici, le barriere allo sviluppo e l impatto organizzativo sui processi e sulle risorse umane. Inoltre, è stato possibile confrontare il posizionamento delle imprese appartenenti ai diversi settori rispetto al maturity model elaborato nel corso dell edizione 2008 della ricerca e confermato nel Principali risultati L indagine condotta sul campione di imprese appartenenti ai settori analizzati ha permesso di identificare alcuni fattori critici che contribuiscono al successo dei sistemi di business intelligence. Vision strategica. Occorre sviluppare una vision dei progetti di business intelligence come attività che riguarda l impresa nel suo complesso e non soltanto singole funzioni utilizzatrici o la sola funzione ICT. Comunicazione e collaborazione. È necessario favorire il coinvolgimento dei decision maker e degli utilizzatori già nel corso del processo di sviluppo di un sistema di business intelligence, promuovendo i processi di comunicazione informale. Leadership. È necessario un forte commitment da parte del management, a partire dai C-level, che deve percepire un progetto di business intelligence come una risorsa di valore strategico. 9

8 Executive Summary Flessibilità. Un sistema di business intelligence deve essere flessibile e adattabile per poter agevolmente incorporare le modifiche necessarie per rappresentare mutamenti nell ambiente o nel processo decisionale. Cultura e gestione del cambiamento. La capacità dei knowledge worker di assimilare informazioni e di tradurle in azioni concrete rappresenta uno dei fattori in grado di facilitare l adozione di un sistema di business intelligence. Innovazione. I sistemi di business intelligence, e segnatamente gli advanced analytics, svolgono un ruolo essenziale per valorizzare le informazioni e per estrarre conoscenze dai dati disponibili, trasformandole in decisioni migliori e in vantaggio competitivo. Qualità dei dati. Occorre che la funzione ICT fornisca un costante presidio alla qualità dei dati presenti nel data warehouse, assicurando la loro accuratezza, completezza, consistenza, attualità, non ridondanza, rilevanza, interpretabilità e accessibilità. L indagine ha inoltre posto in luce alcune evidenze empiriche di notevole interesse relative allo stato e all evoluzione futura dei sistemi di business intelligence. Le aziende del settore Banking e Finance si caratterizzano per una marcata propensione agli investimenti in sistemi di business intelligence, utilizzati diffusamente per svolgere diverse attività critiche, tra cui portfolio performance management, valutazione di compliance, customer relationship management, gestione del rischio. Le imprese del comparto farmaceutico si caratterizzano per un impiego relativamente diffuso di sistemi di business intelligence e per una buona propensione ad effettuare ulteriori investimenti. Le tecnologie di business intelligence vengono utilizzate per svolgere diverse attività critiche, tra cui business performance management, analisi di marketing e vendite, supporto a operations e clinical research. Le aziende della filiera GDO-Manufacturing mostrano un notevole interesse per le applicazioni di business intelligence, utilizzate in prevalenza per la valutazione di redditività dei prodotti, la comprensione del mercato e del comportamento d acquisto per svolgere attività di marketing relazionale, la previsione del ROI di campagne promozionali, l ottimizzazione dei processi che compongono la catena logistica. L impiego di advanced analytics, in progressivo aumento, produce risultati significativi soprattutto in relazione a processi aziendali di importanza strategica, permettendo di conseguire benefici in termini di vantaggio competitivo mediante soluzioni innovative sviluppate ad hoc. L importanza crescente del web e dei social networks come canale di comunicazione e promozione dell immagine determina un diffuso interesse per i metodi di web intelligence, per l analisi di informazioni relative alle visite ai siti, forum, blog, messaggi, inviate al contact center. Essi permettono di valutare la web reputation di prodotti e servizi e di svolgere attività di marketing mirate e ottimizzate nei confronti di social communities. In questo contesto assumono un ruolo sempre più rilevante i social analytics per sviluppare opinion mining e sentiment analysis. Si evidenzia un marcato aumento dell integrazione tra sistemi di business intelligence e dati non strutturati, che si presentano in formati eterogenei, in prevalenza di natura testuale, e provengono da fonti disparate: , messaggi su forum, blog, social networks, contratti, fatture, documentazioni e report, reclami, file multimediali. Si valuta che almeno l 85% delle informazioni oggi disponibili rientri nella categoria dei dati non strutturati. Vi sono molteplici ragioni che favoriscono la collocazione di applicazioni di business intelligence in architetture di cloud computing. Tra queste, la riduzione dei costi di investimento e di manutenzione; la difficoltà di realizzare in-house potenti architetture di calcolo necessarie per utilizzare advanced analytics per l elaborazione di grandi moli di dati; la possibilità di condividere dati e informazioni tra diverse organizzazioni. Le applicazioni di business intelligence 10

9 Executive Summary operativa e orientata agli eventi, realtime o near-real-time, stanno incontrando una crescente diffusione, consentendo di agire in modo tempestivo mediante l automazione delle decisioni operative. Le applicazioni di business intelligence utilizzano schemi di interazione orientati agli eventi, mediante tecnologie complex event processing. Maturity model Nel corso dell indagine 2010 è stato possibile verificare e consolidare il maturity model elaborato dall Osservatorio Business Intelligence durante l edizione 2008 della ricerca e confermato nel corso del 2009, che permette di classificare le imprese rispetto al loro effettivo grado di utilizzo degli strumenti di business intelligence. Le imprese del campione della ricerca 2010 sono state collocate nei quattro quadranti del maturity model (BI basilare, BI integrata, BI mirata, BI strategica), al fine di operare un confronto tra i diversi settori analizzati. Si è osservato che solo il 16% delle imprese del campione, appartenenti in prevalenza al settore Banking e Finance, si collocano nel quadrante della BI strategica. Più consistente la presenza di imprese nel quadrante della BI integrata, pari a circa il 26%, in questo caso con una marcata prevalenza di aziende dei settori Pharma-Sanità e GDO- Manufacturing. Il 45% delle imprese si collocano nel quadrante della BI basilare, con appartenenza a tutti i tre settori considerati. Infine, il 13% delle imprese ricade nel quadrante della BI mirata, con una netta prevalenza del settore Banking e Finance. Questo valore, pari alla metà delle imprese caratterizzate da una BI integrata, conferma una tendenza già illustrata nei Rapporti 2008 e 2009: il percorso che conduce dalla BI basilare ad evolvere verso lo stadio della BI strategica procede più spesso attraverso lo stadio di BI integrata che attraverso lo stadio di BI mirata. L analisi di posizionamento è stata poi arricchita mediante un raffronto as is - to be che ha permesso di evidenziare per le imprese del campione, stratificate per ciascuno dei settori analizzati, la posizione attuale nel maturity model e la posizione prevista per i prossimi 24 mesi. Carlotta Orsenigo Carlo Vercellis 11

10 Nota metodologica L edizione 2010 della ricerca dell Osservatorio Business Intelligence si è posta i seguenti obiettivi: studiare la dinamica delle applicazioni di BI nella realtà italiana con particolare riferimento ad alcuni settori, quali Banking e Finance, Pharma e Sanità, GDO e Manufacturing; identificare nei diversi settori i processi decisionali che possono trarre maggiore beneficio dall impiego delle applicazioni di BI; studiare le best practice nell adozione dei sistemi di BI nei settori più maturi e delineare percorsi di sviluppo e di diffusione in altri settori; investigare i principali fattori che favoriscono l attuazione di un approccio strategico alla BI. Per conseguire tali obiettivi sono state condotte attività di ricerca di tipo diverso. Da un lato sono stati organizzati workshop tematici dedicati ai diversi settori che, mediante un analisi approfondita di alcune realtà aziendali, hanno permesso di realizzare 62 case studies. Dall altro sono state condotte delle interviste con l obiettivo di estendere la dimensione del campione di riferimento, e di arricchire e integrare le informazioni raccolte durante i convegni tematici in merito agli obiettivi dell indagine. I dati della ricerca sono stati collezionati nel corso delle interviste e dei workshop settoriali, che hanno visto la partecipazione di CIO, Responsabili dell area Business Intelligence o di altre direzioni coinvolte nell impiego di sistemi di BI, quali la direzione amministrativa, la direzione marketing e commerciale, la direzione logistica e produttiva di imprese operanti nei diversi settori. Nel corso dei workshop tematici e delle interviste si è posta particolare enfasi sui seguenti aspetti: il posizionamento attuale e il posizionamento a tendere dell azienda nel maturity model della business intelligence, al fine di valutare i piani di sviluppo delle applicazioni di BI nei settori considerati; le principali aree di applicazione della BI nelle diverse funzioni aziendali, con l obiettivo di evidenziare eventuali specificità per i diversi settori; la valutazione della qualità, della rilevanza e della tempestività dei dati raccolti a supporto dei processi decisionali; la propensione delle aziende dei settori considerati a realizzare progetti di BI basati su strumenti e metodologie di ultima generazione. Il panel complessivo delle aziende coinvolte nella ricerca comprende oltre 80 imprese operanti nei seguenti settori: Banking e Finance (33%) Pharma e Sanità (20%) GDO e Manufacturing (47%) Il campione delle aziende è costituito per il 91% da grandi aziende e per il 9% da PMI (piccole e medie imprese). 57

11 Nota metodologica Si ringraziano per la loro disponibilità a partecipare all edizione 2010 dell Osservatorio Business Intelligence le seguenti aziende e organizzazioni: Allianz Azienda Trasporti Milanesi Banca Barclays Banca BSI Banca Carige Banca d Italia Banca Marche Banca Monte dei Paschi di Siena Banca Popolare di Milano Bolton Services Bomi Italia Colussi Group Comifar Credit Suisse Credito Emiliano Danone Italia Dispensa Logistics DKV Salute Esselunga Fiditalia GE.SI.ass. Gruppo ITAS Assicurazioni Gruppo Lavazza Gruppo Pam Gruppo Preziosi Gruppo Unicredit Heineken Italia Interpump Group Italfarmaco Kuehne + Nagel Mandelli Sistemi MultiMedica Neopost Italia Number1 Logistics Group Parmalat Ponti Poste Italiane Procos Roche Diagnostics Rottapharm Safilo Sanpellegrino Takeda Italia Tetra Pak Italia Teva-ratiopharm Toschi Unico Zurich Italia In particolare, si ringraziano per il loro contributo alla Ricerca: Giovanni Aprato, Direttore Sistemi Informativi, Colussi Group Roberto Bonfanti, Group Plans Controls & IT Manager, Rottapharm Marco Boni, Direttore Marketing, Zurich Italia Simone Bosetti, Responsabile ICT e Organizzazione, DKV Salute Marco Bulloni, i2s Team - Direzione Generale Aree Tecniche Danni, Allianz Stefano Cabella, Direttore Logistica, Gruppo Lavazza Claudio Caccia, Direttore Sistemi Informativi, MultiMedica Mauro Calzetti, Direttore New Markets Development, Number1 Logistics Group Marco Candiani, Operation Director Retail & Consumer, Kuehne + Nagel Italo Candusso, IT Manager, Bomi Italia Andrea Carbonera, IT Manager Direzione Sistemi Informativi, Esselunga Renzo Coser, C.O.O. - Sistemi Assicurativi - Distribuzione, Gruppo ITAS Assicurazioni Fabrizio De Amicis, Strategic Marketing Support Services, Banca BSI Roberto Debbi, ICT Project Manager, Heineken Italia Mariano Di Traglia, Responsabile Business Ospedaliero, Italfarmaco Alfredo Fabbri, Direttore Sistemi Informativi, Gruppo Preziosi Paolo Fanti, Responsabile Controllo di Gestione e Sistemi Informativi, Toschi Daniele Frigo, C.O.O. Responsabile Intelligence e Controllo, Gruppo ITAS Assicurazioni Andrea Gaggianese, Responsabile Logistica e IT, Ponti Irene Gesmundo, Resp. Unità Operativa Finanza Controllo e Business Intelligence, ATM Aurelio Giacomelli, Responsabile area sviluppo e gestione applicativi, Banca Marche Enzo Greco, Chief Information Officier, Esselunga Marco Grespigna, Head of Business Unit Retail, Teva Italia 58

12 Nota metodologica Sergio Guastella, Supply Chain Director, Tetra Pak Italia Fabrizio Iotti, Responsabile Ufficio Business Intelligence e Reporting, Credito Emiliano Emilio Lalli, Direttore ICT, Comifar Raffaele Liotti, Area Contabilità Direzionale, Banca Carige Giordano Lo Porto, Responsabile Sistemi Informativi, Procos Fabio Maiolo, Responsabile Controllo di Gestione, Procos Gianmarco Mangili, Group Planning Director, Safilo Renato Marchi, Direttore Sistemi Informativi, Gruppo Pam Manuela Montagna, Area CRM & Business Intelligence, Banca Popolare di Milano Maurizio Montanari, Responsabile Sistemi Informativi, Interpump Group Caterina Orlandi, Resp. CRM Market Intelligence, Banca Monte dei Paschi di Siena Alessandro Pagliano, Head of AD MI & Reporting, Banca Barclays Ferdinando Parente, Dirigente Banca d Italia Alberto Picozzi, Head of Commercial Planning and Development, Credit Suisse Antonio Pioli, Responsabile Controllo di Gestione, Sanpellegrino Luca Pipino, Engineering Manager, Kuehne + Nagel Carlo Polese, Chief Information Officer Corporate, Parmalat Marco Ravasi, Direttore Sistemi Informativi, Danone Italia Silvio Rivolta, Responsabile Unità di Global Rules and Policies, Gruppo Unicredit Simone Rizzo, Direttore Marketing, Neopost Italia Patrizia Samoggia, Direttore Pianificazione e Controllo, ATM Alessandro Saralli, Sviluppo Sistemi Informativi, Poste Italiane Mauro Sgrazzutti, Responsabile Gestione Dati e Statistiche, Fiditalia Giuseppe Simonazzi, Direttore Sistemi Informativi, Dispensa Logistics Antonio Strafallaci, Responsabile Produzione e Logistica, Mandelli Sistemi Marco Tordone, Customer Relationship Manager, Takeda Italia Massimo Trenchi, Responsabile Operations Area Sales & BI, Bolton Services Roberto Villa, IT and Logistics Director, Roche Diagnostics Alexander Wiesmueller, Chief Information Officer, Unico Si ringraziano anche le aziende che hanno partecipato alla Ricerca e che hanno preferito mantenere l anonimato. 59

13 Il Gruppo di Lavoro Carlo Vercellis Carlotta Orsenigo Vania Nannola Giuseppina Carlomagno Cristina Lorenzetti Per qualsiasi commento e richiesta di informazioni: Gli autori del presente rapporto sono Carlotta Orsenigo e Carlo Vercellis. Copyright degli autori. 61

14 La School of Management La School of Management del Politecnico di Milano La School of Management del Politecnico di Milano è stata costituita nel Essa accoglie le molteplici attività di ricerca, formazione e alta consulenza, nel campo del management, dell economia e dell industrial engineering, che il Politecnico porta avanti attraverso le sue diverse strutture interne e consortili. Fanno parte della Scuola: il Dipartimento di Ingegneria Gestionale, le Lauree e il PhD Program di Ingegneria Gestionale e il MIP, la business school del Politecnico di Milano, focalizzata in particolare sulla formazione executive e sui programmi Master. Essa si avvale attualmente per le sue molteplici attività di formazione, ricerca e consulenza di oltre 240 docenti (di ruolo o a contratto, italiani o di provenienza estera) e di circa 80 dottorandi e collaboratori alla ricerca. La School of Management ha ricevuto l accreditamento EQUIS, creato nel 1997 come primo standard globale per l auditing e l accreditamento di istituti al di fuori deiconfini nazionali, tenendo conto e valorizzando le differenze culturali e normative dei vari Paesi. Le attività della School of Management legate ad ICT & Strategia si articolano in: Osservatori ICT & Management, che fanno capo per le attività di ricerca al Dipartimento di Ingegneria Gestionale; formazione executive e programmi Master, erogati dal MIP. Gli Osservatori ICT & Management Gli Osservatori ICT & Management della School of Management del Politecnico di Milano (www.osservatori.net), che si avvalgono della collaborazione del ICT Institute del Politecnico di Milano, vogliono offrire una fotografia accurata e continuamente aggiornata sugli impatti che le tecnologie dell informazione e della comunicazione (ICT) hanno in Italia su imprese, pubbliche amministrazioni, filiere, mercati, ecc. Guardare all impatto che le nuove tecnologie hanno sulle imprese sul loro modo di dimensionarsi, organizzarsi, rapportarsi e di converso al ruolo propulsivo che i bisogni originati dalle trasformazioni nelle imprese hanno sullo sviluppo di nuove tecnologie è un qualcosa di connaturato all ingegneria gestionale sin dalla sua nascita. E le ICT rappresentano sicuramente, da questo punto di vista, un terreno estremamente fertile e apparentemente inesauribile di studio. Gli Osservatori affrontano queste tematiche con lo stile tipico della School of Management del Politecnico di Milano: che è quello di coniugare l analisi sperimentale minuta dei singoli casi reali con il tentativo di costruire quadri di sintesi credibili, di guardare a ciò che accade nel nostro Paese avendo come benchmark le esperienze più avanzate su scala mondiale, di razionalizzare la realtà che si osserva per tratteggiare linee guida che possano essere utili alle imprese. 63

15 La School of Management Gli Osservatori sono ormai molteplici e affrontano in particolare tutte le tematiche più innovative nell ambito delle ICT. B2b eprocurement e esupply Chain ICT Accessibile e Disabilità Banche 2.0 ICT in Sanità Business Intelligence ICT nel Real Estate Canale ICT ICT nelle Utility Cloud & ICT as a Service ICT Strategic Sourcing ecommerce B2c Information Security Management egovernment Intelligent Transportation Systems Enterprise 2.0 Mobile & Wireless Business eprocurement nella Pubblica Mobile Content & Internet Amministrazione Mobile Finance Fatturazione Elettronica e Mobile Marketing & Service Dematerializzazione Multicanalità Gestione Strategica dell ICT New Media & Tv Gioco Online NFC & Mobile Payment HR Innovation Practice RFId ICT & Business Innovation Social Network nel Fashion-Retail ICT & PMI Unified Communication & Collaboration Riportiamo di seguito alcuni Osservatori in parte correlati all Osservatorio Business Intelligence: Enterprise 2.0 Gestione Strategica dell ICT ICT & PMI ICT in Sanità Per maggiori informazioni si veda il sito Il MIP Gli Osservatori ICT & Management sono fortemente integrati con le attività formative della Scuola: nel senso che rappresentano una importante sorgente per la produzione di materiale di insegnamento e di discussione per i corsi e traggono anche spesso linfa vitale dalle esperienze di coloro che partecipano ai corsi (in particolare a quelli postuniversitari erogati dal MIP) o vi hanno partecipato nel passato. In sinergia con gli Osservatori, il MIP Politecnico di Milano ha lanciato diverse iniziative nell ambito ICT & Management: EMBA ICT Executive Master of Business Administration ICT Corso Executive in Gestione Strategica dell ICT Corsi Brevi ICT&Management Master Media & Telco Per maggiori informazioni si veda il sito 64

16 I sostenitori della Ricerca Partner Microsoft QlikView SAS Sponsor Altea Ardency Axiante Bicon3 Bisight Crystal System Decisyon Iconsulting Softquattro Sopra Group Targit 65

17 Partner I sostenitori della Ricerca Microsoft Fondata nel 1975, Microsoft è leader mondiale nel software, nei servizi e nelle tecnologie Internet per la gestione delle informazioni di persone ed aziende. Offre una gamma completa di prodotti e servizi per consentire a tutti di migliorare, grazie al software, i risultati delle proprie attività in ogni momento, in ogni luogo e con qualsiasi dispositivo. Microsoft Microsoft è un azienda multi-core perché opera principalmente in 4 mercati: nel settore dei programmi per il Desktop, ovvero il mondo da cui è nata, nel settore Enterprise, in quello dei nuovi dispositivi, dal gaming agli smartphone sempre più avanzati, ed infine nell universo dei Servizi Online, pensato per il mercato consumer. Microsoft ha oltre 90mila dipendenti nel mondo e nell anno fiscale che si è chiuso lo scorso 30 giugno 2008 ha registrato un fatturato pari a oltre 60 miliardi di dollari. Microsoft Italia Microsoft Italia è parte integrante e attiva dell area Western Europe. Fondata nell ottobre del 1985, è presente sul territorio italiano con tre sedi principali, a Milano, Roma e Torino. Conta 860 dipendenti con un età media di circa 38 anni e 25mila aziende partner. E anche grazie a loro che la filiale italiana di Microsoft è diventata uno dei protagonisti dell evoluzione informatica e dello sviluppo del nostro Paese, accompagnando milioni di imprese e individui verso l innovazione tecnologica. Oggi la società è guidata da Pietro Scott Jovane, che ha assunto il ruolo di Amministratore Delegato nel luglio 2008, dopo aver maturato 6 anni di esperienza in Microsoft Italia, e che spiega: In Microsoft abbiamo l ambizione di portare innovazione nei mercati in cui operiamo e per farlo solo lo scorso anno abbiamo investito oltre 8 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo. Crediamo inoltre che la miglior soluzione software sia quella che fornisce la miglior prestazione al giusto posto e nel momento più opportuno: è per questo che offriamo ai nostri clienti la possibilità di scegliere tra servizi che risiedono in Rete e servizi che risiedono localmente, presso i server della propria azienda, che si integrano con il software residente nei PC. 66

18 I sostenitori della Ricerca Partner QlikTech, pioniere sul mercato della Business Intelligence offre con QlikView una suite completa di strumenti per la business analysis che permette alle imprese di qualsiasi dimensione di allargare gli orizzonti del proprio business, verso il successo, trasformando le intuizioni in vere opportunità. Nell era della fluidità delle informazioni dove la quantità di dati da analizzare diventa ogni giorno più rilevante, diventa elemento di grande valore strategico la capacità di saper estrapolare in tempo reale dalle proprie analisi quante più informazioni significative per la conduzione del proprio business. QlikView Grazie a QlikView, gli utenti riescono magicamente ad interagire con i propri dati con risultati senza precedenti. Un unico clic può fornire una visione sorprendente della propria azienda, nuovi momenti di profonda comprensione, che portano verso decisioni migliori, le giuste decisioni. QlikView è innovazione tecnologica: al contrario delle tradizionali soluzioni di BI che limitano l analisi entro schemi predeterminati, derivanti da domande preformulate secondo percorsi di pensiero lineari e schematici, QlikView grazie alla consolidata leadership nelle tecnologie e al suo rivoluzionario approccio associativo in-memory, opera infatti secondo logiche associative esattamente come la mente umana, permettendo quindi di esplorare liberamente le informazioni ed eliminando qualsiasi barriera e complessità per un analisi senza limiti. Ma QlikView è anche e soprattutto una suite fortemente centrata sui bisogni degli utenti: coniugando semplicità, flessibilità e potenza assicura valore immediato, rilevabile e misurabile nell arco di giorni o settimane, non più in mesi o addirittura anni, garantendo a chi lo utilizza il reale raggiungimento dei propri obiettivi. Seeing is believing SIB - è un mantra per QlikView: un prototipo realizzato con reali dati aziendali è lo strumento più efficace per mostrare come QlikView in 2 o 3 giorni sia in grado di fornire una soluzione concreta alle reali necessità del proprio business, con un ¼ del tempo, la ½ del costo e il doppio del valore rispetto a tradizionali strumenti di BI vedere per credere! QlikView Italy, centro di competenza italiano di QlikTech, si basa su un team di professionisti interni e su una rete di partner con peculiari esperienze maturate attraverso la gestione di progetti avanzati presso una clientela tecnologicamente evoluta. Oggi sono quasi gli utenti che, in ogni parte del mondo, utilizzano quotidianamente con successo e soddisfazione le applicazioni QlikView. QlikTech conta oltre clienti in 95 Paesi, e più di 800 partner in tutto il mondo. In Italia, l Azienda è presente dal 2002 e vanta oltre 2500 clienti in svariati settori merceologici e di differenti dimensioni. 67

19 Partner I sostenitori della Ricerca SAS SAS è leader nei software e servizi di Business Analytics ed è la più grande società indipendente nel mercato della Business Intelligence, con oltre dipendenti e un fatturato globale di 2,31 miliardi di dollari. Attraverso soluzioni innovative fornite nell ambito di un framework integrato e con oltre installazioni, SAS aiuta le imprese a migliorare le performance e a veicolare valore aiutando i manager a prendere decisioni migliori in tempi brevi. SAS fornisce dal 1976 alle aziende di tutto il mondo THE POWER TO KNOW. SAS, in particolare, fornisce soluzioni per ogni area aziendale (direzione generale, rischio e controllo di gestione, marketing e vendite, risorse umane, etc.) e settore di mercato (finanziario, industria, commercio e servizi, telecomunicazioni, utilities, sanità, enti pubblici e università), attraverso tecnologie di data integration, advanced analytics, reporting e performance management. Le soluzioni SAS si integrano con tutti i sistemi informativi aziendali per fornire una visione dettagliata, consuntiva e predittiva, dei processi allo scopo di aumentare i ritorni sugli investimenti. La proposta SAS Da oltre trent anni sul mercato statunitense e da oltre venti su quello italiano, SAS permette, anche all utente meno esperto, di accedere facilmente ai dati, creare e produrre report e utilizzare sofisticate funzioni di analisi, garantendo all IT il controllo sulla qualità e la coerenza dei dati. Grazie ai Business Analytics di SAS è possibile stabilire correlazioni tra i dati, analizzare serie storiche, determinare trend e comportamenti stagionali, simulare scenari economici, segmentare e classificare i clienti, calcolare indici, score e rank. Nonché individuare pattern che aiutano a comprendere meglio i fenomeni per offrire servizi migliori ai clienti, ai pazienti, ai cittadini. Alcune di queste funzionalità trovano la loro destinazione in specifici settori di mercato. Basti pensare all analisi del rischio, alla prevenzione delle frodi, alla tariffazione assicurativa, all attività antiriciclaggio inerenti il mondo finanziario; o al monitoraggio dei fenomeni ambientali, alla standardizzazione dei dati, alla definizione di modelli macroeconomici utili soprattutto nel campo della Pubblica Amministrazione e Sanità; o ancora, all analisi dell impatto delle promozioni sulle vendite, al controllo di qualità, alla previsione della domanda, alla gestione delle garanzie e dei ricambi, all analisi dei costi e delle tariffe dei servizi nel comparto industriale e commerciale. SAS, inoltre, propone la soluzione Sustainability Management per supportare le aziende nell individuazione proattiva di strategie innovative per affrontare situazioni complesse dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. La soluzione si avvale della struttura della Global Reporting Initiative (GRI) per la rendicontazione in merito agli indicatori della Triple Bottom Line, quelli relativi alle tre sfere della sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Diminuire l impatto sull ambiente e attenuare il rischio futuro di esaurire le risorse naturali del nostro pianeta sono solo alcune delle priorità di qualsiasi azienda responsabile. SAS consente di ottimizzare le strategie al fine di minimizzare rischi e costi, sviluppare nuove linee di business e migliorare l utilizzo delle risorse, ambientali e umane, senza penalizzare gli obiettivi fissati dagli stakeholder. Il Corporate Social Responsability Report di SAS è conforme alle Sustainability Reporting Guidelines elaborate dalla Global Reporting Initiative. SAS in Italia mette a disposizione una strategia che spazia dalla consulenza all implementazione, dal supporto tecnico alla formazione, offrendo una rete di esperti per ogni specifica tematica e settore di business. 68

20 I sostenitori della Ricerca Sponsor Altea è una realtà italiana di Consulenza Aziendale e System Integration. Grazie ai risultati di oltre 15 anni di attività e alla soddisfazione e riconoscimento espresso dai Clienti, è stabilmente posizionata tra le più significative realtà nelle classifiche delle Società ICT. Altea è Partner di riferimento per rispondere in modo innovativo e concreto alle esigenze provenienti da Aziende e organizzazioni private e pubbliche, grazie a professionalità e abilità certificate. Altea offre molte soluzioni, potendo contare su oltre 200 risorse interne impegnate in progetti ICT e organizzativi in differenziati settori industriali e di servizi. Le nostre competenze: Enterprise Business Applications Enterprise Information Management Enterprise Technologies Management Supply Chain Management Project Management Product Lifecycle Management I servizi proposti da Altea includono: Corporate Organization; Corporate Performance Management; Progetti ERP, Enterprise Resource Planning; Information Technology & Infrastructure; Business Process Review; Quality, Security and Environment. Enterprise Organization Control Unified Communication & Collaboration Adaptive Enterprise Qualità, Sicurezza, Ambiente Finanziamenti e Formazione Altea è Gold Partner SAP. L impegno della Service Line SAP di Altea è rimanere sempre allineata alle nuove Soluzioni del mondo SAP, innovandosi in applicazioni e processi per trasformare le competenze in valore aggiunto per i Clienti. Altea ha esperienza consolidata su tutta l offerta SAP (SAP ECC, BO, BOPC), ma non si occupa solo della piattaforma classica gestionale: la Service Line, con più di 60 Consulenti, opera oggi su NetWeaver 7.1, costruendo le nuove Soluzioni progettuali in ottica ESA. Le Imprese riconoscono così alla Service Line questo valore e le competenze necessarie a comprendere, generare informazioni, elaborarle e rappresentarle con la massima congruenza. Altea La Storia. Il progetto Ardency nasce nel 2001, catalizzando le esperienze dei fondatori nello sviluppo di rilevanti progetti di Information & Communication Technology finalizzati a dare slancio competitivo alle imprese attraverso un utilizzo intelligente del proprio patrimonio informativo. Animata da senso di concretezza, competenza e capacità propositiva, Ardency si propone da subito come System Integrator innovativo e totalmente dedicato all Ingegneria dell Informazione. La Mission. Generare valore per il Cliente, tramite la fornitura di soluzioni e servizi nei quali Ardency affianca il Cliente dal momento della valutazione tecnico-funzionale della soluzione e lo accompagna, attraverso l implementazione, fino alla manutenzione applicativa e al supporto operativo agli utenti finali. Caratteristiche Distintive Una chiara visione di come la Tecnologia supporta la strategia di crescita aziendale. Uno scouting continuo su tecnologie innovative e performanti. Un team di Consulenti altamente specializzati e in continua formazione. Partnership con Tecnologie leader ed innovative (ad esempio Oracle e Microstrategy). Capacità di lavorare per obiettivi, instaurando rapporti di lungo termine con i propri Cilenti. Competence Center BI. Il Competence Center di Business Intelligence focalizza le proprie attività in quattro aree: Monitoraggio KPI e cruscotti aziendali Business Performance Reporting direzionale e Operativo Marketing Operativo e CRM Analitico Planning & Simulation Clienti. Sono diverse decine i Clienti per i quali Ardency ha sviluppato una serie di progetti di successo basati sulla trasformazione di dati, sia strutturati sia destrutturati, in informazioni business critical. Tali clienti appartengono a svariati settori, tra cui: Telecomunicazioni, Banche, Farmaceutico, Grande Distribuzione, Assicurazioni, Industria, Servizi. Ardency 69

Business Intelligence: uno sguardo al futuro. Executive Summary del Rapporto 2010 Osservatorio Business Intelligence

Business Intelligence: uno sguardo al futuro. Executive Summary del Rapporto 2010 Osservatorio Business Intelligence Business Intelligence: uno sguardo al futuro Executive Summary del Rapporto 2010 Osservatorio Business Intelligence Novembre 2010 Business Intelligence: creare vantaggio Business Intelligence: competitivo

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Ottimizzare le performance con i sistemi di Business Intelligence. Rapporto 2009 Osservatorio Business Intelligence

Ottimizzare le performance con i sistemi di Business Intelligence. Rapporto 2009 Osservatorio Business Intelligence Ottimizzare le performance con i sistemi di Business Intelligence Rapporto 2009 Osservatorio Business Intelligence Novembre 2009 Copyright e utilizzo dei contenuti I Report non potranno essere oggetto

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

journal tutto PArte dalla conoscenza del dato N.2 MAGGIO 2011

journal tutto PArte dalla conoscenza del dato N.2 MAGGIO 2011 N.2 MAGGIO 2011 journal Business Intelligence: tutto PArte dalla conoscenza del dato CASO UTENTE In uno scenario in cui la competitività e le istituzioni regolamentari impongono sempre più rigore nel time

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

4 MOTIVI PER CUI NON PUOI PIÙ FARE A MENO DELLA DATA VISUALIZATION

4 MOTIVI PER CUI NON PUOI PIÙ FARE A MENO DELLA DATA VISUALIZATION 4 MOTIVI PER CUI NON PUOI PIÙ FARE A MENO DELLA DATA VISUALIZATION 4 MOTIVI PER CUI NON PUOI PIÙ FARE A MENO DELLA DATA VISUALIZATION INDICE La semplicità nell era dei Big Data 05 01. Data Visualization:

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli