C O M U N E D I V I G O N Z A

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C O M U N E D I V I G O N Z A"

Transcript

1 C O M U N E D I V I G O N Z A PROVINCIA DI PADOVA - Tel. (049) Fax (049) Via Cavour n C.F ^ SETTORE AMMINISTRATIVO UFFICIO: SEGRETERIA Prot. n Reg. Pubbl. n. 37/07 APPALTO DEL SERVIZIO DI SEPPELLIMENTO, MANUTENZIONE E CUSTODIA DEI CIMITERI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art. 1 Oggetto dell appalto. L appalto ha per oggetto la concessione e affidamento da parte del Comune del Servizio di sepoltura, tumulazione, inumazione, esumazione ed estumulazione ordinaria e straordinaria, trasferimento di salme, custodia, manutenzione, pulizia e custodia dei cimiteri comunali di Vigonza (elenco località di ubicazione: Vigonza, Peraga, Pionca-Codiverno, Perarolo, San Vito). Art. 2 Normativa di riferimento L appalto deve essere svolto nel rispetto della normativa vigente ed in particolare modo in osservanza alla seguente legislazione di riferimento: a) Il D.Lgs. 163/2006, codice appalti; b) il D.P.R. 27/04/1955 n. 547 Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e successive integrazioni e modificazioni; c) il D.Lgs. 626/94 Sicurezza negli ambienti di lavoro e successive integrazioni e modificazioni; d) il D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285 Approvazione del Regolamento di Polizia mortuaria ; e) la Circolare del Ministero della Sanità 24 giugno 1993, n. 24; f) il contratto collettivo nazionale e l eventuale contratti integrativo di lavori di categoria. g) Il Regolamento comunale di Polizia Mortuaria; Art. 3 Durata dell appalto e causa di recesso L appalto in oggetto ha la durata di anni 3 (tre) dal al , eventualmente rinnovabile ai sensi di legge. L amministrazione appaltante, comunque, si riserva la facoltà in qualsiasi momento di recedere dall appalto con preavviso di giorni 30 (trenta) a mezzo di lettera raccomandata qualora a suo insindacabile giudizio, l appaltatore risultasse inadempiente agli obblighi contrattuali. La stazione appaltante potrà dare disdetta dopo i primi mesi 06 (sei) mesi con preavviso di almeno 30 (trenta) giorni a mezzo lettera raccomandata R.R. Qualora alla scadenza del contratto, l Amministrazione non abbia provveduto ad un nuovo appalto od al rinvio del medesimo, l Appaltatore è obbligato a continuare il servizio in oggetto fino alla stipulazione del nuovo contratto alle stesse condizioni previste dal contratto originario ma, comunque, per un periodo non superiore a mesi 6 (sei). Il Contratto si intende risolto, inoltre, nell ipotesi che leggi e provvedimenti aventi valore di legge sopravvengano a rendere illegittima l esistenza e la prosecuzione del contratto stesso, senza l obbligo da parte del Comune di Vigonza della corresponsione di indennità o compenso di sorta.

2 2 Articolo 4 Contenuto dell appalto e corrispettivo L appalto è definito dal presente C.S.A. che ne disciplina i contenuti e i termini. In particolare il prezzo a base d asta di cui all art. 5 lettere A) e C) compensa integralmente i servizi di cui al presente C.S.A. (vedasi servizi art. 6 lettera A.1 e B.1), servizi cimiteriali e servizio custodia a canone periodico). I servizi, invece, di cui all art. 5 lettere B) e D) (vedasi art. 6 lettere A.2) e B.2), servizi cimiteriali a misura e di manutenzione vengono compensati a misura secondo percentuale di ribasso offerta sulla base dell elenco prezzi indicati (l importo di cui all art. 5 lett. b) e d), rappresenta il tetto di spesa massimo per il bilancio comunale per detti servizi da compensare a parte. Il valore complessivo per il triennio del presente appalto è pari a , cui andrà aggiunta l iva al 20%. Articolo 5 Prezzi base d appalto e criterio di valutazione dell offerta Il prezzo a base d appalto considerato in termini annui (12 mesi), dei servizi indicati nel presente C.S.A., inclusa IVA, ammonta: a) per i servizi di cui all art. 6 lettera A.1) (Servizi Cimiteriali a canone periodico): alla somma di ; b) Per i servizi, invece, di cui all art. 6, lettera A.2) (Servizi Cimiteriali pagati a parte in base a necessità), per il quale si chiede il ribasso percentuale sull elenco prezzi, la somma di stima presunta annua è di di ; c) per i servizi di cui all art. 6, lettera B.1) (Servizi di Custodia a canone periodico): alla somma di ; d) Per i servizi, invece, di cui all art. 6, lettera B.2) (Servizi di Manutenzione pagati a parte in base a necessità), per il quale si chiede il ribasso percentuale sull elenco prezzi, la somma di stima presunta annua è di di Non è consentita la revisione del prezzo. L offerta può essere solo a ribasso. L appalto verrà aggiudicato con procedura aperta (pubblico incanto) alla ditta che offrirà il prezzo più basso (criterio del prezzo più basso ai sensi dell art. 82 del codice appalti, D.Lgs. 163/2206), espresso in termini di maggior ribasso percentuale calcolato sulle somme o prezzi indicati alle precedenti lettere da a) a d), in combinato disposto con i punti a.1, a.2, b.1,e b.2 del successivo articolo 6. L attribuzione del punteggio per la determinazione dell aggiudicatario avviene sulla base di punti 100 così divisi: - punti massimi 25 per la miglior offerta di cui alla precedente lettera a; - punti massimi 25 per la miglior offerta di cui alla precedente lettera b; - punti massimi 25 per la miglior offerta di cui alla precedente lettera c; - punti massimi 25 per la miglior offerta di cui alla precedente lettera d; La Commissione giudicatrice ai fini del calcolo dei punteggi utilizzerà la seguente formula: X= axc b a= offerta percentuale presa in considerazione c= punteggio massimo prefissato =(25 punti) b= offerta più vantaggiosa (percentuale di maggior ribasso) x= punteggio da assegnare all offerta a)

3 3 Nell ipotesi di offerte con punteggio finale uguale si procederà a gara di miglioria ai sensi dell art. 77 del R.D. 827/24 la cui migliore offerta dovrà pervenire entro 48 ore dalla richiesta. Articolo 6 Servizio Cimiteriale. Sevizio di custodia e manutenzione. L impresa s impegna ad eseguire tutte le prestazioni necessarie all espletamento dell appalto secondo le migliori regole dell arte, in conformità a quanto previsto dal presente C.S.A. alle indicazioni fornite dal personale tecnico preposto all U.T.C. e all Ufficio Gestione Cimiteri secondo quanto prescritto dalla normativa vigente. In particolare, quanto richiesto è volto ad ottenere un servizio cimiteriale efficiente, immediato e puntuale, non derogando da questo principio. I servizi dell appalto prevedono le prestazioni e i lavori come appresso indicato e meglio descritto nella lista delle categorie di servizi per l esecuzione dell appalto che sommariamente si distingue in quattro gruppi: A.1) SERVIZI CIMITERIALI (a canone periodico): Le inumazioni o tumulazioni di salme, resti, ceneri e parti anatomiche in fosse, loculi, ossari, cinerari, tombe di famiglia, cinerario od ossario comune, comprese le operazioni di apertura e chiusura dei loculi, ossari, cinerari e tombe di famiglia, scavo e colmatura delle fosse, nonché i mezzi, i materiali e/o noli di macchine operatrici, ed il personale necessario alle operazioni.; 1) assistenza all Autorità giudiziaria in caso di autopsia e/o altre prestazioni che si rendessero necessarie ai fini di legge; 2) la collaborazione con i competenti uffici dell Amministrazione Comunale e dell U.L.S.S. di zona per le necessità ed esigenze che venissero a verificarsi in corso d appalto; 3) l esecuzione di tutte le prestazioni di polizia cimiteriale indicate nel D.P.R N. 285, che si intende qui integralmente trascritto, nell osservanza di tutte le disposizioni previste dal regolamento comunale di Polizia Mortuaria; 4) la tenuta e l aggiornamento dei registri di legge. A.2) SERVIZI CIMITERIALI (compensati a parte a misura): - Le operazioni di esumazioni ed estumulazioni ordinarie e straordinarie, la conseguente raccolta dei resti mortali o traslazione delle salme, resti o ceneri, nonché la loro collocazione nelle sepolture di destinazione, quando non debbano essere trasferiti ad altro Comune, comprese le operazioni di apertura e chiusura, i materiali, i mezzi, lo scavo, la colmatura ed il personale necessario alle operazioni.; Qualora dette operazioni comportino il trasferimento di salme ad altro cimitero comunale, la Ditta appaltatrice è esonerata dal solo trasporto, ma deve comunque collaborare con la ditta specializzata. Nella produzione dell offerta la Ditta dovrà tenere conto che l intervento di estumulazione o esumazione di gruppi di sepolture superiori a numero di quattro si applicherà una riduzione del prezzo del 20% (secondo il principio di economia di scala ). L offerta dovrà essere espressa in percentuale di ribasso sulla base dell elenco prezzi sotto riprodotto. Elenco prezzi degli interventi, cui dovrà aggiungersi l IVA: Esumazione ordinaria 110,00 Esumazione straordinaria 120,00 Estumulazione ordinaria 100,00 Estumulazione straordinaria 90,00 Estumulazione di resti o ceneri da ossari o cinerari 80,00 La fornitura di lapidi è esclusa dal presente C.S.A.

4 4 Per maggior chiarezza e dettaglio si rinvia all appendice allegata al presente C.S.A. indicante la lista delle prestazioni specifiche. B) I SERVIZI DI CUSTODIA E MANUTENZIONE Il servizio di custodia ed i lavori di manutenzione ordinaria per natura sono diversi, Questo comporta un distinguo sia organizzativo gestionale che economico compensativo. Per la ragione su esposta il presente appalto prevede un compenso forfetario per la pulizia dei locali, viali, potatura, sfalcio, raccolta rifiuti, smaltimento casse, igienizzazione servizi, annaffiamento come a seguito specificati pari a ,00 annui (iva inclusa), mentre per i lavori di manutenzione ordinaria che si rendessero necessari durante l appalto, sono stati previsti dei compensi a misura il cui importo complessivo stimato è di ,00 annui (iva inclusa). B.1 SERVIZIO DI CUSTODIA (a canone periodico) Elenco interventi inclusi nel servizio custodia: a) pulizia dei viali di accesso al Cimitero, partendo dalla pubblica via, dei piazzali di pertinenza anche adibiti a parcheggio, delle aree circostanti le mura di cinta in proprietà comunale, dei piazzali interni, degli ingressi, dei viali, dei portici e dei vialetti dell area interna dei cimiteri comprese le aree di sepoltura private delle quali sia spenta la famiglia o la discendenza diretta, con la sola esclusione delle aree in concessione per tombe di famiglia e cappelle private, compreso il diserbo manuale o con prodotti biologici delle erbe infestanti dei viali interni e delle aree esterne di pertinenza di ciascun cimitero, ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità o su indicazione dell Ufficio Tecnico Comunale, alla ditta verrà fornito il sale antigelivo che la stessa dovrà provvedere alla stesa sui viali pedonali in caso di neve o forti ghiacciate; la ditta dovrà effettuare almeno un controllo settimanale e provvedere all asporto dei rifiuti ed allo smaltimento che sarà in carico alla stessa. Qualora il conferimento di rifiuti fosse anomalo ovvero raggiungesse quantitativi significanti, provvederà alla loro raccolta e smaltimento l Ufficio Ambiente Comunale tramite ditta specializzata previa segnalazione da parte dell appaltatore; b) potatura delle siepi sia interne che esterne al muro di cinta fino ad una distanza di ml, 3 dallo stesso. Devono essere previsti almeno 2 interventi annui, modalità ed indicazioni saranno di volta in volta impartiti dell Uff. Tecncico Comunale; c) sfalcio dei tappeti erbosi, di erbe ed arbusti lungo il perimetro esterno delle mura cimiteriali, compresa la raccolta degli eventuali rifiuti. L erba non dovrà mai superare i 15 cm. d altezza; la frequenza del taglio sarà determinata dalla ditta; d) manutenzione e livellamento dei percorsi in ghiaino, compresa l eventuale fornitura e posa del ghiaino necessario ai fini di un corretto livellamento dei vialetti pedonali e carrai. Almeno una volta al mese, durante il su detto servizio la ditta dovrà prestare attenzione all eventuale occlusione delle caditoie e provvedere di conseguenza alla loro pulizia; e) risagomatura delle fosse a terra con terreno vegetale; per detti lavori si prevede una cadenza mensile salvo nei casi di sfondamento che può risultare pericoloso per l incolumità dei visitatori e per i quali necessita un immediato intervento; f) svuotamento e conferimento alla più vicina benna portarifiuti dei cestoni porta rifiuti vegetali ubicati all interno dell area cimiteriale, che deve essere effettuato due volte alla settimana nei giorni di lunedì e venerdì ed integrato anche giornalmente in alcuni periodi particolari dell anno (es. festività dei morti ecc..) o su indicazione dell Ufficio Tecnico Comunale; g) raccolta, smaltimento presso impianto autorizzato dei resti di casse, abiti ed altri rifiuti, rinvenuti durante le riesumazioni ed estumulazioni; h) lavatura e disinfezione con idonei prodotti igienizzanti degli orinatoi e servizi pubblici all interno del cimitero, pulizia delle fontane e delle pareti e superfici lavabili. Il servizio dovrà essere effettuato due volte la settimana nei giorni di lunedì e venerdì salvo diversa indicazione da parte dell U.T.C. riferita in particolare alle festività;

5 5 i) annaffiamento delle alberature e del tappeto erboso esistente e delle eventuali altre piante messe a dimora dal Comune di Vigonza qualora l andamento stagionale lo richiedesse e comunque il tutto subordinato a specifica richiesta da parte dell Uff. Tecnico Comunale. B.2) SERVIZIO DI MANUTENZIONE (compensati a parte a misura): Lavori di manutenzione ordinaria e relativo elenco prezzi: La manutenzione ordinaria degli immobili e degli impianti cimiteriali comprende a mero titolo esemplificativo e non esaustivo degli adempimenti contrattuali in capo all appaltatore: la tinteggiatura interna delle celle mortuarie, dei locali di servizio, dei servizi igienici, dei porticati e facciate, dei cancelli, rifacimento di parti d intonaco, saldatura di guaina e quant altro attinente l ordinaria manutenzione degli edifici e delle aree cimiteriali assegnate. Tutti i lavori saranno di volta in volta commissionati dall Ufficio Tecnico Comunale tramite fax, la ditta, dovrà provvedere all esecuzione delle opere entro gg. 7 dal ricevimento dell ordine salvo casi urgenti e necessari alfine di eliminare pericoli e tutelare l incolumità dei visitatori. Segue elenco prezzi degli interventi, cui dovrà aggiungersi l IVA: Operaio specializzato costo orario. Operaio qualificato costo orario Operaio comune costo orario Scavo parziale a sezione obbligata, eseguito con escavatore meccanico, fino alla profondità di ml.3 sotto piano campagna, non oltre falda freatica, comprese le rettifiche eseguite a mano, carico su automezzo e trasporto a discarica. Misurazione del volume pari al prodotto della base di fondazione per la profondità. Massicciata di sottofondazione, costituita da misto di cava e stabilizzato della pezzatura di 0/6 compresa stesa e costipamento, innaffiamento per uno spessore finito di cm.30, Formazione di fondazione in calcestruzzo armato con maglia elettrosaldata da mm.8 a maglie 15x15, resistenza caratteristica RcK 25 N/mmq S4. spessore cm.10. Disfacimento di solo intonaco compresa la raschiatura profonda dei giunti. Misurazione al netto dei fori di superficie superiore a mq. 1. carico e trasporto alle pubbliche discariche compreso. Intonaco esterno a civile con grezza in malta di calce idraulica e cemento e stabilitura in malta di calce dolce, su pareti verticali in laterizio, su superfici orizzontali e su opere in calcestruzzo. Escluso ponteggi esterni. Nolo di ponteggio esterno per facciate in tubolare, realizzato a norma di legge, completo in opera altezza max ml. 18, piani di lavoro compresi. Valutazione a mq. di superficie in proiezione verticale. Ogni altro onere compreso. Lievo e reinstallazione copertina di finitura. Preparazione dell esistente manto in corrispondenza dei risvolti e scarichi. Fornitura e posa di manto impermeabile costituito da spalmatura a caldo di bitume ossidato da g/mq 1.500; strato separatore in carton feltro bitumato forato 30,00 ora 28,00 ora 25,00 ora 12,50 al mc. 10,00 al mq. 120,00 al mc 15,00 al mq 20,00 al mq. 14,00 al mq. 21,00 al mq.

6 6 da g/mq 1.200; guaina prefabbricata bitume polimero plastomero armata spessore mm.3, con velo vetro da gr.50; guaina prefabbricata elastomerizzata, spessore mm.4, armata con tessuto in poliestere da g/mq 200 protetta con graniglia minerale ceramizzata. Norma UNI 8818 e resistenza a freddo 10 garanzia postuma decennale. Misurazione effettivo sviluppo, comprendente risvolti e guscie di raccordo. Applicazione su superfici in ferro di due strati di antiruggine sintetica al fosfato di zinco a base di resine alchidiche e pigmenti anticorrosivi. Universale nell applicazione a pennello. Consumo minimo l/mq. 0,13. Misurazione in proiezione verticale per coeficente 1,5 Applicazione a due mani, su fondo già predisposto di smalto anticorrosivo, riempitivo, a base di resine alchidiche resistenti alla luce. Misurazione in proiezione verticale per coeficiente 1,5 Applicazione su superfici murali già predisposte di due strati di idropittura acrilica al quarzo fine a base di copolimeri in dispersione acquosa, quarzi e pigmenti solidi alla luce ed all esterno. Consumo minimo l/mq 0,2 9,00 al mq 10,00 al mq. 5,50 al mq Con riguardo alla responsabilità tecnica dell Amministrazione Comunale, i servizi di cui alla precedente lettera A.1) e A.2) fanno capo al I Settore Amministrativo, mentre p er quelli riferiti alla lettera B.1) e B.2) fanno capo al II Settore Tecnico. Art. 7 Tipologia dei lavori I lavori e le prestazioni che andranno ad eseguirsi sono suddivisi in distante tipologie d intervento: a) lavoro urgente, segnalato tramite comunicazione verbale, telefonica o scritta, da iniziare entro 24 ore dalla data di comunicazione; b) lavoro programmato, individuato secondo le esigenze e le priorità operative stabilite dalla stazione appaltante, da iniziarsi comunque entro e non oltre 7 giorni dalla data di comunicazione sia verbale che telefonica o scritta. Art. 8 Servizio Cimiteriale Servizio di Seppellimento Il movimento (tumulazioni e inumazioni) degli ultimi lustri all interno dei cimiteri comunali è descritto nella tabella seguente: ANNO DI RIFERIMENTO NR. DELLE SEPOLTURE (tumulazioni ed inumazioni) Il servizio di seppellimento comprende:

7 7 1) la tenuta e l aggiornamento di un copia del registro delle inumazioni, tumulazioni di cadaveri, deposito di ceneri e successive variazioni avvenute così come previsto dall art. 52 del D.P.R. 10 settembre 1990 n. 285; 2) L esecuzione di tutte le prestazioni di polizia cimiteriale indicate nel D.P.R. 10 settembre 1990,n. 285, che si intende qui integralmente trascritto e l osservanza di tutte le disposizioni previste dal regolamento di polizia mortuaria comunale; 3) L esecuzione delle inumazioni ordinarie nel campo comune, utilizzando le rotazioni in atto e portandole a compimento con regolarità e precisione, senza interruzione della progressione, rispettando gli spazi, i percorsi e gli allineamenti esistenti e previsti; 4) L esecuzione delle tumulazioni ordinarie in loculi fuori terra o interrati (tombe di famiglia), compresi i materiali per la chiusura dei fori in mattoni pieni; 5) L assistenza all Autorità Giudiziaria in caso di autopsia e/o altre prestazioni che si rendessero necessarie ai fini di legge; 6) Le estumulazioni e le esumazioni autorizzate dalle competenti Autorità comunali, giudiziarie e sanitarie, prestazioni che verranno liquidate in base ai costi unitari indicati nel precedente art. 5; 7) La collaborazione con i competenti Uffici Comunale e dell U.L.S.S. per le necessità e le esigente che si presentassero durante la durata dell appalto. Art. 9 Oneri diversi e precauzioni. Sono a carico della Ditta Appaltatrice e quindi compresi nel prezzo dell appalto, la collaborazione nella custodia e la vigilanza per il rispetto di disposizioni amministrative che prevedono le seguenti attività: 1) La segnalazione al Comune di danni o problemi che riguardano gli immobili dei cimiteri, le mura di cinta, le piante e quanto ad essi attinente; 2) L indicazione al Comune di tutte le riparazioni o lavori di manutenzione alla sepolture, lapidi e monumenti di ragione dei privati; 3) La collaborazione con il personale tecnico preposto dall U.T.C. nel lavoro di sorveglianza e segnalazione di abusi o inosservanza al Regolamento di Polizia Mortuaria vigente da parte degli utenti; 4) Le segnalazioni al personale tecnico preposto dall U.T.C. di tutte quelle necessità di carattere sanitario da comunicarsi al Medico del Distretto. Inoltre, la Ditta Appaltatrice in genere programmerà autonomamente i servizi richiesti nel rispetto del presente C.S.A. garantendo sempre la serietà, la rapidità e l efficienza dei servizi cimiteriali, impiegando il tempo necessario senza dar luogo a rilievi ed inottemperanze di alcun genere. Qualora nel corso dell esecuzione dell appalto si debba constatare che nel C.S.A. e nel contratto non siano stati specificati alcuni particolari operativi o caratteristiche o modalità necessari alla regolare esecuzione degli stessi, la Ditta appaltatrice è tenuta ad eseguirli in conformità alle disposizioni del personale tecnico preposto dall U.T.C. senza che ciò comporti ulteriore compenso. La Ditta Appaltatrice, prima dell esecuzione dei servizi, deve assicurarsi che personale, veicoli ed attrezzature siano in condizioni di decoro e di perfetta efficienza ed ha l obbligo di designare un responsabile dell esecuzione per ogni servizio. I servizi richiesti dovranno essere effettuati usando la massima diligenza ed ordine, con l opportuno decoro e con le cautele necessarie. Qualora fosse richiesta l effettuazione di esequie oltre l orario stabilito di apertura e chiusura dei cimiteri, il servizio di seppellimento della salma dovrà comunque essere assicurato, senza che la Ditta, per tale fatto, possa pretendere diritti ed indennizzi o compensi extra a quanto fissato nell offerta per detto servizio. Inoltre, la Ditta Appaltatrice dovrà, senza eccezione di sorta, assoggettarsi a tutte quelle maggiori prescrizione che la Stazione Appaltante o le autorità competenti nel pubblico interesse, ritenessero di imporre per ragioni di profilassi di malattie infettive. Il servizio aggiuntivo eventualmente disposto dalla Stazione Appaltante, complessivamente eccedente il prezzo offerto, sarà compensato, purché preventivamente autorizzato, in ragione delle ore effettivamente svolte agli ulteriori prezzi d offerta.

8 8 Il servizio custodia e pulizia comprende, inoltre, l eventuale annaffiatura di nuove piante o siepi messe a dimora, l obbligo della segnalazione all Ufficio Tecnico comunale di danni o problemi che riguardino gli immobili, la sicurezza degli utenti ed in generale l economia cimiteriale, nonché la vigilanza sull esecuzione di lavori non autorizzati, o su spostamenti di salme effettuati senza l osservanza di tutte le disposizioni legislative che ne regolano la materia. Qualora l appaltatore ometta la segnalazione diventa unico responsabile nei confronti dell Amministrazione Comunale. Rientra nei compiti dell appaltatore anche l assistenza alle imprese che eseguono i lavori autorizzati per conto di privati affinché queste non abbiano macerie o materiali di risulta, l avviso a coloro che commissionano lavori per la posa di lapidi o altre sovrastrutture sulle tombe del campo comune, della possibilità, trascorso il periodo ordinario di inumazione, di riesumare i resti del defunto con conseguente demolizione dei manufatti senza alcun tipo di risarcimento. Art. 10 Direzione tecnica e collaborazione nella vigilanza per il rispetto delle disposizioni amministrative. La ditta appaltatrice redigerà un programma con l Ufficio Tecnico Comunale per l espletamento dei servizi descritti negli articoli precedenti, garantendo sempre nell esecuzione degli stessi la serietà, la rapidità e l efficienza dei servizi cimiteriali. Indicherà all Amministrazione il proprio direttore tecnico dei lavori che rappresenterà a tutti gli effetti, la ditta stessa. Il Direttore tecnico costituirà l interlocutore privilegiato nei rapporti Comune-Ditta, specialmente nel caso di comunicazioni per seppellimenti od altri interventi di polizia cimiteriale. La Stazione appaltante eseguirà dei controlli sul servizio attraverso il proprio personale tecnico (U.T.C. o Ufficio Gestione Cimiteri). Il Direttore Tecnico avrà inoltre il compito: - di vigilare all interno delle mura di cinta e di segnalare all Ufficio Tecnico di danni o problemi che riguardino gli immobili del Camposanto, le mura di cita, le piante e quanto ad essi attinenti; - di indicare ai tecnici comunali la necessità di tutte le riparazioni o lavori di manutenzione alle sepolture, lapidi e monumenti di competenza dei privati affinché venga data loro comunicazione di intervenire ai ripristini necessari; - di collaborare con l Ufficio Gestione Cimiteri comunale nel lavoro di sorveglianza e segnalazione di abusi o inosservanza al regolamento di Polizia Mortuaria vigente da parte degli utenti. L appaltatore dovrà apporre una targa decorosa presso l accesso di ciascun cimitero indicante il nominativo della ditta ed il recapito telefonico per chiamate da parte dell utenza al personale di servizio. Art. 11 Responsabilità L impresa è responsabile degli eventuali danni arrecati al comune o a terzi, in dipendenza dei servizi appaltanti, sia direttamente che indirettamente dal proprio rappresentante o dal personale dipendente. A tale riguardo è tenuta a stipulare polizza assicurativa RCT con limite non inferiore a In particolare la Ditta è tenuta alla sostituzione delle lapidi a proprie spese che venissero danneggiate nell espletamento del servizio per cause ad essa imputabili (es. negligenza o imperizia). Art. 12 Personale La Ditta impiegherà personale di sicura moralità osservante delle disposizioni che verranno impartire e a conoscenza del Regolamento di Polizia Mortuaria precedentemente citato. La ditta nell accettare il presente C.S.A., si impegna a sostituire, a semplice richiesta dell Amministrazione, le perone ritenute inidonee dall Amministrazione stessa. L impresa dovrà ottemperare a quanto disposto dalle norme in vigore nel periodo d appalto in materia di assunzioni, previdenza e assicurazioni.

9 9 L impresa dovrà assicurare a sua cura e spese, secondo le disposizioni di legge, liberando il comune da ogni qualsiasi responsabilità, tutto il personale da essa dipendente, contro infortuni, malattie professionali e contro la tubercolosi. L assicurazione contro gli infortuni dovrà essere fatta presso l I.N.A.I.L. e le altre presso gli Enti preposti. Nel caso che l appaltante sia una Ditta artigianale, le suddette assicurazioni verranno fatte presso gli Istituti corrispondenti. All atto della stipulazione del contratto l appaltatore dovrà possedere tutti i documenti comprovanti i suddetti obblighi. Resta stabilito che in caso di inadempienza, sempre che sia intervenuta denuncia da parte delle competenti Autorità, l Amministrazione procederà ad una detrazione delle rate di acconto nella misura del 20% che costituirà apposita garanzia per l adempimento di detti obblighi, ferma l osservanza delle norme che regolano lo svincolo della cauzione e delle ritenute regolamentari. Sulle somme detratte non saranno, per qualsiasi titolo, corrisposti interessi. La ditta dovrà comunicare, in fase di presentazione dell offerta, se durante l appalto saranno impiegati giovani a contratto di formazione e/o handicappati o disabili. Inoltre tutto il personale addetto ai servizi, dovrà vestire una divisa uguale che sarà fornita gratuitamente dall impresa; verranno inoltre forniti gratuitamente una mantella impermeabile ed un paio di stivali a mezzagamba. Il personale al servizio dovrà, nell esplicazione del proprio lavoro, vestire sempre l uniforme sopra descritta e mantenere un contegno sempre corretto ed educato nei confronti dei cittadini. Dovunque la pulizia dovrà essere eseguita con cura senza sollevare polvere, ed usando ogni particolare riguardo per i passanti. Art. 13 Mezzi, attrezzature e norme di sicurezza La Ditta è tenuta a disporre dei mezzi e delle attrezzature minimi ed indispensabili per l espletamento dei servizi. L impiego delle attrezzature, specialmente di quelle funzionanti con motore a scoppio, dovrà svolgersi al mattino dal lunedì al venerdì, comunque non durante il normale orario di sonno della cittadinanza e/o non durante lo svolgimento dei funerali. Dette attrezzature devono essere mantenute in perfetto stato di funzionamento, tecnicamente efficienti, dotate di tutti gli accessori ed accorgimenti atti a proteggere e salvaguardare gli operatori e gli utenti e/o cittadini. Tutto il materiale di consumo (sabbia, cemento, mattoni pieni, ecc.) nonché eventuali noli di attrezzature o di macchine operatrici, sono a carico della Ditta appaltatrice, con l esclusione di quello eventualmente individuato in precedenti articoli a carico del Comune. Dovrà inoltre essere redatto e presentato alla firma del contratto il piano di sicurezza fisica dei lavoratori come disposto dal D.Lgs. 626/94 e successive modificazioni ed integrazioni. Art. 14 Deficienze del servizio e sanzioni. Qualunque infrazione in tutto o in parte a una qualsiasi di tutte le norme del presente C.S.A. darà luogo a penalità variabili da un minimo di. 100 ad un massimo di a seconda dei giudizio inappellabile del Responsabile del Servizio competente. In caso di mancata esecuzione, anche parziale, dei servizi indicati in appalto, l Amministrazione Comunale avrà il diritto di incamerare la cauzione e di servirsi per l eliminazione delle carenze rilevate, a suo insindacabile giudizio, di altre ditte operanti nel settore, ponendo a carico della ditta aggiudicataria tutte le spese ed i danni conseguenti. Dopo due richiami scritti, l amministrazione procederà automaticamente alla risoluzione del contratto e la Ditta appaltatrice sarà vincolata, per la durata di due mesi, al pagamento dell eventuale maggiore prezzo o onere gravato o sopportato dall Amministrazione per i sevizi affidati ad altra Ditta. In caso di fallimento della ditta, l appalto si intende automaticamente revocato. Art. 15 Cessazione anticipata

10 10 Alla Ditta Appaltatrice non è attribuita la facoltà di recedere dal contratto. Qualora la ditta Appaltatrice dovesse interrompere l esecuzione del contratto prima della scadenza convenuta, senza giustificato motivo e/o giusta causa, la Stazione Appaltante potrà rivalersi sulla cauzione, addebitando alla inadempiente, a titolo di penale, la maggiore spesa derivantele dall assegnazione provvisoria dei servizi ad altra Ditta, fino alla scadenza naturale dell appalto, oltre alla rifusione degli ulteriori danni in ragione di ciò accusati. Art. 16 Disposizioni particolari. 1) Stipulazione del contratto entro quarantacinque giorni dalla comunicazione dell avvenuta aggiudicazione dell appalto, l appaltatore dovrà presentarsi per la stipulazione del contratto presentando tutti i documenti richiesti (es. certificato C.C.I.A.A.A. comprendente dicitura antimafia, D.U.R.C., eventuale procura speciale, etc.). L atto di aggiudicazione costituisce per l appaltatore già vincolo di obbligo per l adempimento dell appalto con effetto sin dal ) Divieto di cessione: è vietato all impresa cedere a terzi l appalto di cui in oggetto sotto pena di immediata risoluzione del contratto. E invece autorizzabile il subappalto secondo l art. 118 del D.Lgs. 163/ ) Controversie: se uno dei contraenti dovesse convenire l altro in giudizio per una controversia, l appaltatore è tenuto a continuare regolarmente i servizi. Si provvederà al tentativo di compromesso bonario per la loro risoluzione transattiva in via amministrativa; in caso negativo il Giudice Ordinario. 4) Domicilio dell Appaltatore: l Appaltatore ha l obbligo di eleggere il proprio domicilio legale in Vigonza; 5) Foro competente: in caso di controversie il foro competente è quello di Padova; 6) Osservanza delle leggi e dei regolamenti: l Impresa assume l obbligo di osservare le norme vigenti di Polizia Mortuaria e dei regolamenti speciali del Comune, le disposizioni che verranno impartite dall Autorità Sanitaria, dall Ufficio Tecnico o Gestione Cimiteri nonché tutte le altri leggi e regolamenti, in materia vigenti o emanati durante il periodo in cui dura l appello, ed infine delle norme e condizioni previste nel presente C.S.A. e nel contratto definitivo. 7) Giorni di servizio: i servizi si intendono da effettuarsi nei giorni feriali dal lunedì al venerdì e sabato mattina sino alle ore 12.00, salva diversa indicazione dell Ufficio Gestione Cimiteri; per casi particolari possono svolgersi anche in giornata festiva sino ad un massimo di 10 interventi l anno. Art Cauzioni A garanzia dell esatto e fedele adempimento degli obblighi assunti la Ditta aggiudicataria dovrà costituire una cauzione definitiva pari al 10% dell importo complessivo dell appalto, indicato all art. 4, anche con polizza fidejussoria. La suddetta cauzione definitiva verrà restituita alla scadenza del contratto dopo i dovuti accertamenti circa il corretto adempimento dell appalto. Nel caso di inadempienze contrattuali, l Amministrazione Comunale, di propria autorità avrà diritto di valersi della cauzione come sopra prestata e la contraente ditta dovrà reintegrala nel termine che le sarà fissato qualora il comune abbia dovuto, durante il contratto valersi in tutto o in parte di essa. Art. 18 Pagamenti Il pagamento entro 60 giorni data ricevimento fattura, verrà fatto in rate mensili posticipate di eguale importo calcolato sull offerta annua, deducendo eventuali penalità comunicate alla ditta e da questa non contestate entro il termine di giorni sette. Verrà altresì emessa una fattura a conguaglio sia in eccesso che in difetto per il pagamento di quei servizi soggetti a variazione nelle quantità indicate all art. 6 lettera A.1 (esumazioni, estumulazioni), dietro presentazione di analitica distinta.

11 11 Art. 19 Invariabilità del corrispettivo di appalto Il corrispettivo di appalto rimarrà fisso ed invariato per la durata del primo anno di appalto. Successivamente lo stesso potrà subire, su richiesta della Ditta appaltatrice o dell ente Appaltante, un aggiornamento, in aumento o in diminuzione, per il suo adeguamento alle variazioni dell indice ISTAT. La percentuale di variazione si applicherà al corrispettivo del primo anno d appalto inteso in 12 mesi (1/1-31/12). Art. 20 Risoluzione del contratto per inadempimento clausola risolutiva espressa Si conviene l esclusione di ogni formalità legale per la risoluzione del contratto per grave inadempienza, a termini dell art del C.C. anche senza ricorso alla procedura di preventiva diffida, essendo sufficiente il preavviso di un mese notificato a mezzo messo, ovvero mediante lettera raccomandata. Art. 21 Spesa contrattuali e tasse Sono a carico dell Appaltatore tutte le spese, imposte e tasse presenti e future inerenti e conseguenti al presente appalto, senza possibilità alcuna di rivalsa. Art. 22 Oneri a carico dell Amministrazione E a carico dell Amministrazione l I.V.A. sui corrispettivi dell appalto. Art. 23 Validità dei servizi Qualora l Amministrazione intendesse, durante il periodo dell appalto, allargare o restringere il servizio previsto nel presente C.S.A., l Impresa appaltatrice è obbligata ad accertare l aumento o la diminuzione. In questo caso verrà pattuito un nuovo importo del corrispettivo. Art Piano di sicurezza norme di prevenzione infortuni. Alla Ditta aggiudicataria, prima della stipula del contratto, è fatto obbligo di predisporre e trasmettere all U.T.C. il piano delle misure per la sicurezza fisica dei lavoratori relativo ai servizi appaltati che formerà parte integrante e sostanziale del contratto di appalto, sviluppato sulla base del documento di valutazione dei rischi fornito dalla Stazione Appaltante in applicazione dell art. 7 del D. Lgs. 626/94 e s.m. Alla Ditta Appaltatrice corre inoltre l obbligo di operare nel rispetto e nell osservanza delle norme di prevenzione infortuni sul lavoro contenute in: - D.P.R. 547 del 27/04/1955 (norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro); - D.P.R. 164 del 07/01/1956 (norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni); - D.L. 277 del 15/08/1991 in esecuzione della L. 212 art. 7 del ; - L. 292 del 05/03/1963 e successivo Regolamento di esecuzione D.P.R del : - D.L. 626 del (attuazione direttive CEE riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro). In particolare dovrà essere prestata la massima attenzione quando si tratti di operare su feretri e su zone e spazi dove le condizioni igieniche possano essere tali da procurare contagi fortuiti per la presenza di animali, sostanze od oggetti o materiali infettati o in stato di decomposizione. In debita considerazione sono pure da tenere quelle operazioni di normale pratica in cui si viene a contratto con polveri e sostanze chimiche tossiche ( disinfezione attrezzatura lavoro, ecc.).

12 12 Inoltre l appaltatore deve osservare le disposizioni in materia che eventualmente dovessero essere emanate in corso di vigenza contrattuale. Art. 25 Infortuni e danni. La Ditta Appaltatrice risponde direttamente dei danni alle persone e cose comunque provocati nello svolgimento del servizio, restando a suo esclusivo carico qualsiasi risarcimento senza diritto alcuno di rivalsa o di compenso da parte della Stazione Appaltatrice e comunque tenendo sollevato quest ultimo da ogni effetto. È fatto obbligo, pertanto, alla Ditta Appaltatrice di provvedere a proprie cure e spese, presso una Società Assicuratrice, all Assicurazione per la responsabilità civile derivante dai rischi connessi all appalto, sollevando integralmente la Stazione Appaltante da ogni conseguenza relativa di cui il presente C.S.A. per un massimale unico di Copia della polizza assicurativa dovrà essere depositata presso la Stazione Appaltante, all atto della firma del contratto. Art. 26 Osservanza di norme e regolamenti La Ditta è soggetta alla piena osservanza delle seguenti disposizioni alle quali la Stazione Appaltante rinvia: Regio Decreto: 23/05/1924, n. 827; D.Lgs. 163/2006 (codice appalti), D.P.R. 384/2001; Disposizioni vigenti in materia di servizi in quanto applicabili; Disposizioni in materia di imposte, tasse e contributi; Disposizioni in materia di antimafia con particolare riguardo a quanto previsto dalla legge 55/90 e dal D.L. 152/91 convertito in legge 203/91 e succesive modificazioni per i subappalti e i cottimi; Le disposizioni del Codice Civile in quanto compatibili. Dalla Residenza Municipale Vigonza, 22 gennaio 2007 IL DIRIGENTE TECNICO Ing. Marco Pettene IL DIRIGENTE AMMINISTRATIVO Dott. Gianbattista Zanon

13 13

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA -

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA - CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PERIODO 01 GIUGNO 2009 31 MAGGIO 2011. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Formano oggetto del seguente appalto le prestazioni relative a

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari Città di Portogruaro Provincia di Venezia Area Tecnica Settore Manutenzioni Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014 Elenco offerta prezzi unitari Data 3.11.2010 Il Responsabile del Procedimento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI CAPO I NORME GENERALI ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento disciplina il servizio per l illuminazione

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Deliberazione C.C. n. 21 del 9/6/2011 In vigore dal 3 luglio 2011 1 I N D I C E Art. 1 - Oggetto

Dettagli

Comune di Casalnuovo Monterotaro (Provincia di Foggia) 71033 P. zza Municipio - tel. 0881/558183 - fax 0881/558145 - e.mail: decesare@wooow.

Comune di Casalnuovo Monterotaro (Provincia di Foggia) 71033 P. zza Municipio - tel. 0881/558183 - fax 0881/558145 - e.mail: decesare@wooow. Comune di Casalnuovo Monterotaro (Provincia di Foggia) 71033 P. zza Municipio - tel. 0881/558183 - fax 0881/558145 - e.mail: decesare@wooow.it AREA TECNICA - IV Settore Capitolato Speciale di Appalto SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI COMUNE DI VIONE PROVINCIA DI BRESCIA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 41 DEL 26/11/2010 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI SOMMARIO Art. DESCRIZIONE

Dettagli

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI \\cluster\settore4\p_paoli\cimitero38\garaservizicimiteriali\2011 nuova gara\determina approvazione disciplinare\elenco

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Città di Marigliano Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III RESPONSABILE DEL SETTORE III: ing. A. Ciccarelli Registro Generale n. 1689 del 29.12.2014 Registro Settore n. 25

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** SERVIZIO TUMULAZIONI ED ESTUMULAZIONI NEI CIMITERI DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** SERVIZIO TUMULAZIONI ED ESTUMULAZIONI NEI CIMITERI DI GALATINA E FRAZIONI SERVIZIO TUMULAZIONI ED ESTUMULAZIONI NEI CIMITERI DI GALATINA E FRAZIONI IMPORTO PRESUNTIVO ANNUO 25.000,00 C A P I T O L A T O D O N E R I E D E L E N C O P R E Z Z I RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO IL

Dettagli

COMUNE DI SAN PRISCO CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI. L anno duemila il giorno del mese di,

COMUNE DI SAN PRISCO CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI. L anno duemila il giorno del mese di, COMUNE DI SAN PRISCO (PROVINCIA DI CASERTA) Rep. N. CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI CIMITERIALI - PER UN PERIODO DI ANNI DUE. CIG:_54816332A7. L anno duemila il giorno del mese

Dettagli

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona Determinazione del 16.04.2014 N Generale: 81 N Settoriale: 24 AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO OGGETTO: APPALTO LAVORI CIMITERIALI. AFFIDAMENTO DIRETTO

Dettagli

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE COMUNE DI VALFLORIANA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE Approvato con deliberazione consiliare nr. 20 dd. 22.09.2005, integrato con la deliberazione consiliare nr. 3 dd. 08.02.2010 e

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con deliberazione di C.C. n.10 del 29.02.2000 Modificato con deliberazione di C.C. n. 11 del 29.05.2012 Integrato e modificato con deliberazione di C.C. n. 9

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Il Coordinamento delle Confraternite della Diocesi di Cerignola Ascoli Satriano, con sede in Cerignola, Via Addolorata n. 12, Tel. 0885/417501 (Presidente Dr. Vito Colangione

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE

C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE Attesa la necessità di approvare un nuovo testo del Regolamento Comunale di Illuminazione Votiva,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE

Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE Comune di Vetto Prov. di Reggio Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 40 del 30/11/2010 I N D I C

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago e Vigo-Vangadizza) ALLEGATO A) OPERAZIONI CIMITERIALI Cap.

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo LOTTO N. 12 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO ALUNNI PER VISITE FUORI COMUNE. IMPORTO DISPONIBILE 27.272,72 oltre IVA (10%) ART. 1) OGGETTO DEL SERVIZIO, DESCRIZIONE

Dettagli

COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI BOVA MARINA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione C.C. n. del INDICE Art.1 Oggetto del Regolamento Art.2 Forma

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI 1 SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI Codice CIG L anno duemila, il giorno del mese di nella sede della Casa per Anziani Umberto I - Piazza della Motta

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SINOPOLI PROV. DI REGGIO CALABRIA REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE NEL CIMITERO COMUNALE DI SINOPOLI Approvato con deliberazione Consiglio Comunale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI PIANO DI SORRENTO -Prov. di Napoli SCRITTURA PRIVATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ALLESTIMENTO * * * * * * * *

COMUNE DI PIANO DI SORRENTO -Prov. di Napoli SCRITTURA PRIVATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ALLESTIMENTO * * * * * * * * REG. NUM. COMUNE DI PIANO DI SORRENTO -Prov. di Napoli S C H E M A SCRITTURA PRIVATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ALLESTIMENTO STAND FIERA DI SAN MICHELE PERIODO 2015/2019. C.I.G.: 6353738676 * *

Dettagli

Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA. Contratto di appalto. L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento

Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA. Contratto di appalto. L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA Contratto di appalto L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento Regionale della Programmazione della Presidenza della Regione

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago, Vigo-Vangadizza, San Vito e Canove) ALLEGATO A) OPERAZIONI

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

CONTRATTO TRANSITORIO DI LOCAZIONE

CONTRATTO TRANSITORIO DI LOCAZIONE CONTRATTO TRANSITORIO DI LOCAZIONE TRA Il Comune di SALE MARASINO C.F. 80015470174 rappresentato da.., nato a..il. di seguito più brevemente denominata LOCATORE E POSTE ITALIANE S.p.A. con sede legale

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

Repubblica Italiana COMUNE DI ANDORA

Repubblica Italiana COMUNE DI ANDORA CONTRATTO RELATIVO AL SERVIZIO DI RITIRO RIFIUTI INGOMBRANTI RACCOLTI NEL ----------------------- DITTA: Baseco S.r.l. -------------------------------------------------------------------- DURATA: DAL 01.11.2013

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Comune di Calvenzano P.zza Vitt. Emanuele II, 6 Tel. 0363/860711 Fax. 0363/860799 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA

COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA PROVINCIA DI VENEZIA Via Repubblica 34/36 C.A.P. 30010 Tel. 041/5145911 Fax 041/460017 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI COMUNALI Approvato

Dettagli

COMUNE DI PALERMO CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO A CALDO DI PIATTAFORME AEREE. SOMMA DISPONIBILE 20.000,00 ESCLUSA IVA (22%)

COMUNE DI PALERMO CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO A CALDO DI PIATTAFORME AEREE. SOMMA DISPONIBILE 20.000,00 ESCLUSA IVA (22%) COMUNE DI PALERMO A REA AMMIN ISTRATIVA D ELLA RIQUALI FICAZIONE U RBANA E D E LLE IN F RAS T RU TTU RE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo Tel. 091 740. 35.36-.35.14 FAX.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO INFORMAGIOVANI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO INFORMAGIOVANI COMUNE DI SAMUGHEO PROVINCIA DI ORISTANO C.A.P. 09086 Tel. 0783/64023 64256 FAX 0783/64697 E.mail Comsam@Tiscali.it SERVIZIO SOCIO ASSISTENZIALE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO INFORMAGIOVANI

Dettagli

COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo

COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo Regolamento per gli affidamenti in economia. pagina 1 di pagine 10 Articolo 1 Ambito di applicazione, oggetto. Il presente regolamento disciplina l attività dell

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto SCHEMA di Contratto d'appalto tipo CONTRATTO D APPALTO TRA Il sig. nato a il e residente a C.F. in seguito denominato

Dettagli

Impianti per la pubblicità diretta Gestione e manutenzione di transenne parapedonali

Impianti per la pubblicità diretta Gestione e manutenzione di transenne parapedonali CITTA DI SALSOMAGGIORE TERME SETTORE 3 TERRITORIO ED INFRASTRUTTURE Servizio Ambiente Viale Romagnosi, 7 43039 Salsomaggiore Terme (PR) Tel. 0524/580239 Fax 0524/580299 www.comune.salsomaggiore-terme.pr.it

Dettagli

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE COMUNE DI RIGNANO GARGANICO Provincia di Foggia REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di ILLUMINAZIONE LAMPADE VOTIVE nel CIMITERO COMUNALE Approvato con Deliberazione Consiliare n. 45 del 30.11.2013-1

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

REGOLAMENTO ILLUMINAZIONE VOTIVA

REGOLAMENTO ILLUMINAZIONE VOTIVA REGOLAMENTO del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del 1 ART. 1 Oggetto del regolamento Il presente Regolamento disciplina il servizio di illuminazione

Dettagli

C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806

C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806 C O M U N E DI B O V A L I N O 89044 Provincia di Reggio Calabria Codice Fiscale 81000710806 AREA TECNICA E MANUTENTIVA 0964. 672324 0964.672300 e-mail ufficiotecnico@cert.comune.bovalino.rc.it SCHEMA

Dettagli

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia.

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia. Prot. n. 2015/0030845 Borgomanero lì, 20 agosto 2015 Tit. 6 Cl. 4 Fasc. 256 C.so Cavour n. 16 28021 Borgomanero (No) DIVISIONE TECNICA tel. 0322 837731 fax 0322 837712 PEC: protocollo@pec.comune.borgomanero.no.it

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA CITTA DI COLOGNO MONZESE. (Provincia di Milano) contratto d appalto dei lavori di costruzione di ulteriori n.

REPUBBLICA ITALIANA CITTA DI COLOGNO MONZESE. (Provincia di Milano) contratto d appalto dei lavori di costruzione di ulteriori n. REPUBBLICA ITALIANA CITTA DI COLOGNO MONZESE (Provincia di Milano) REP. N. contratto d appalto dei lavori di costruzione di ulteriori n. 12 cappelle gentilizie ed opere strutturali ad esse connesse presso

Dettagli

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO TIPO di AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO D AFFITTO D AZIENDA Tra i signori: A..., di seguito concedente, nato a..., il..., codice fiscale..., partita IVA..., residente in..., via..., nella sua qualità

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza Rep. N. in data Contratto di appalto per lavori relativi ad interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e potenziamento uscite di sicurezza della

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 Novembre 2008 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di fornitura gasolio

Dettagli

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA. Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA. Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE 1. Il Comune di Nicolosi affida in concessione la gestione degli

Dettagli

Art. 1 PREMESSA. Art. 2 OGGETTO DELLA GARA

Art. 1 PREMESSA. Art. 2 OGGETTO DELLA GARA allegato B) CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI SACCHETTI IN MATER-BI PER LE RACCOLTE DIFFERENZIATE C.I.G. 3581325ADF Art. 1 PREMESSA 1. Il presente Capitolato d Oneri ha per oggetto l affidamento della

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

CONDIZIONI SERVIZIO CIMITERIALE, CUSTODIA E MANUTENZIONE DEL CIMITERO COMUNALE

CONDIZIONI SERVIZIO CIMITERIALE, CUSTODIA E MANUTENZIONE DEL CIMITERO COMUNALE Città di Conselve PROVINCIA DI PADOVA Piazza XX Settembre, 32 35026 CONSELVE (PD) tel. 049/959.65.11 ~ fax 049/950.01.29 www.comune.conselve.it PEC: affari.generali@pec.comune.conselve.pd.it Settore Servizi

Dettagli

ASP Lazzarelli San Severino Marche

ASP Lazzarelli San Severino Marche CAPITOLATO SPECIALE APPALTO SERVIZIO TESORERIA ASP LAZZARELLI PERIODO 2015/2019 1. OGGETTO DELLA CONVENZIONE...2 2. ESERCIZIO FINANZIARIO...2 3. GRATUITÀ DEL SERVIZIO...2 4. INDICAZIONE DEI REGISTRI CHE

Dettagli

COMUNE DI BARZIO CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA STRADE, SVUOTAMENTO CESTINI E PULIZA TOMBINI CON MEZZO MECCANICO

COMUNE DI BARZIO CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA STRADE, SVUOTAMENTO CESTINI E PULIZA TOMBINI CON MEZZO MECCANICO COMUNE DI BARZIO amministrativo CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA STRADE, SVUOTAMENTO CESTINI E PULIZA TOMBINI CON MEZZO MECCANICO Il presente Capitolato disciplina i servizi di: Art. 1 OGGETTO

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO E CUSTODIA DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO DEL PARCO DEL MOLENTARGIUS. Art. 1 Oggetto dell appalto Oggetto del presente

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO. Provincia di Reggio Emilia

UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO. Provincia di Reggio Emilia UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO Provincia di Reggio Emilia CONTRATTO PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLO STADIO COMUNALE F.LLI CAMPARI PER LE STAGIONI SPORTIVE 2012/2013 2013/2014 2014/2015 2015/2016

Dettagli

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI SCHEMA CONTRATTO DI CONCESSIONE ALLEGATO - C COMUNE DI LUCOLI (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE DI STRUTTURE MOBILI

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA 1 CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA l Istituto per la Microelettronica e Microsistemi del Consiglio Nazionale delle Ricerche, di seguito indicato per brevità Istituto, con Codice Fiscale nr.80054330586

Dettagli

COMUNE DI BORDIGHERA (IM)

COMUNE DI BORDIGHERA (IM) Allegato n. 5 alla determinazione dirigenziale n. 173 R.G. del 23/03/2015 COMUNE DI BORDIGHERA (IM) APPALTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO E LOCALIZZAZIONE DELL APPALTO L appalto

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A COMUNE DI PIANO DI SORRENTO. (Prov. di Napoli) L'anno duemiladodici il giorno / / - del mese di nell' ufficio

R E P U B B L I C A I T A L I A N A COMUNE DI PIANO DI SORRENTO. (Prov. di Napoli) L'anno duemiladodici il giorno / / - del mese di nell' ufficio R E P. N. R E P U B B L I C A I T A L I A N A COMUNE DI PIANO DI SORRENTO (Prov. di Napoli) CONTRATTO IN FORMA PUBBLICA AMMINISTRATIVA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, ORIGINALE DELLA CASA COMUNALE,

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE Esente dall'imposta di bollo ai sensi dell'art. 27 bis del D.P.R.26.10.1972 n. 642 (Onlus). Rep. n. atti privati CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DERATTIZZAZIONE E DISINFEZIONE DEI LOCALI INTERNI

Dettagli

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 di COMUNE DI TORTORA P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 tel. 0985-7660240-7660216 (ufficio tecnico) fax 0985-7660400

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI.

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. A.S. 2012/2013 L Istituto scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO VIA LUIGI RIZZO, 1 di seguito chiamato scuola,

Dettagli

CONTRATTO PER L APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA COMUNALE PER IL PERIODO 01.01.2013 -

CONTRATTO PER L APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA COMUNALE PER IL PERIODO 01.01.2013 - Rep. n. 442 REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI POVOLETTO Provincia di Udine CONTRATTO PER L APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA COMUNALE PER IL PERIODO 01.01.2013-31.12.2014. L anno

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti ALLEGATO A AL CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI DESCRIZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ A SERVIZIO SEPOLTURE ED ATTIVITA CONNESSE A1 -

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA Servizio di manutenzione di tutti gli estintori installati presso gli Uffici Comunali. Questa Amministrazione

Dettagli

D. 30 163/2006-34, 20, D.L.

D. 30 163/2006-34, 20, D.L. Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012. Premesso

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO Il servizio ha per

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

Comune delle Centovalli. Regolamento dei cimiteri di Bordei Camedo Costa s.borgnone Golino Intragna Lionza Moneto Palagnedra Rasa Verdasio

Comune delle Centovalli. Regolamento dei cimiteri di Bordei Camedo Costa s.borgnone Golino Intragna Lionza Moneto Palagnedra Rasa Verdasio Comune delle Centovalli Regolamento dei cimiteri di Bordei Camedo Costa s.borgnone Golino Intragna Lionza Moneto Palagnedra Rasa Verdasio IL CONSIGLIO COMUNALE DEL COMUNE DELLE CENTOVALLI d e c r e t a:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE.

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. Art. l - PRINCIPI GENERALI Il presente capitolato ha per oggetto la gestione del servizio

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

C O M U N E D I B A N Z I (PROVINCIA DI POTENZA) Area Tecnica / U.T.C. / LL.PP. Piazza Aldo Moro, 1 Tel. 0971/947820 Fax 0971/947825

C O M U N E D I B A N Z I (PROVINCIA DI POTENZA) Area Tecnica / U.T.C. / LL.PP. Piazza Aldo Moro, 1 Tel. 0971/947820 Fax 0971/947825 C O M U N E D I B A N Z I (PROVINCIA DI POTENZA) Area Tecnica / U.T.C. / LL.PP. Piazza Aldo Moro, 1 Tel. 0971/947820 Fax 0971/947825 AVVISO D ASTA PUBBLICA (con solo offerta in aumento) Per il taglio e

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala

PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala Allegato A alla Determinazione Dirigenziale n - del PROVINCIA DI BRINDISI SETTORE PROTEZIONE CIVILE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Fornitura di un software per la gestione della Sala Operativa

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 01/09 CIG. N. 0254762C3D. Servizio Mercati n.48 del 15.07.2008, n. 99 del 24.10.2008, n.

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 01/09 CIG. N. 0254762C3D. Servizio Mercati n.48 del 15.07.2008, n. 99 del 24.10.2008, n. COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 01/09 CIG. N. 0254762C3D 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma 145-09124 Cagliari. Sito internet: www.comune.cagliari.it.

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO PER LA FORNITURA/SERVIZIO DI

SCHEMA CONTRATTO PER LA FORNITURA/SERVIZIO DI CASA DI RIPOSO- RESIDENZA PROTETTA FONDAZIONE "CECI" Via G.P. Marinelli, n. 3, 60021 Camerano (AN) SCHEMA CONTRATTO PER LA FORNITURA/SERVIZIO DI (art. 279, c. 1, lett. f) DPR 5.10.2010, n. 207) Lì.. IL

Dettagli