Il termine deriva. verkitschen: termine usato. artistico che presenta una qualsiasi mancanza, o spacciato per un altro di maggior pregio.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il termine deriva. verkitschen: termine usato. artistico che presenta una qualsiasi mancanza, o spacciato per un altro di maggior pregio."

Transcript

1 Dipartimento di Architettura - Università degli Studi Ferrara Corso di Laurea in Design del prodotto industriale A.A. 2012/2013 Laboratorio di Basic Design LBD Design di prodotto Prof. Jaco po Piccione 29/04/2013 Il Kitsch, l arte della felicità

2 IL KITSCH, L ARTE DELLA FELICITÀ Il termine deriva dall yiddish etwas verkitschen: termine usato per descrivere un oggetto artistico che presenta una qualsiasi mancanza, o spacciato per un altro di maggior pregio.

3 IL KITSCH, L ARTE DELLA FELICITÀ Esiste il kitsch di relazione per le caratteristiche dell oggetto; kitsch perché noi abbiamo un atteggiamento kitsch verso gli oggetti (che possono non essere kitsch). Quando questo atteggiamento è deliberato viene definito camp.

4 PRINCIPI DEL KITSCH Quand è che un oggetto si può definire kitsch?

5 PRINCIPI DEL KITSCH Principio di inadeguatezza: ipo/iperdimensionamento degli oggetti kitsch.

6 PRINCIPI DEL KITSCH Principio di sostituzione: morfologia presa in prestito da un materiale diverso.

7 PRINCIPI DEL KITSCH Principio di accumulo: somma di oggetti (anche non kitsch).

8 PRINCIPI DEL KITSCH Principio di sinestesia: far partecipare più sensi.

9 PRINCIPI DEL KITSCH Principio di mediocrità: il kitsch NONvuole essere eccezionale, vuole essere immediatamente comprensibile.

10 PRINCIPI DEL KITSCH Principio di comodità: il kitsch NON deve far durare fatica, non deve aver bisogno di preparazione.

11 APPROCCIO AGLI OGGETTI I rapporti psicologici tra l uomo e le cose.

12 APPROCCIO AGLI OGGETTI Atteggiamento ascetico: (frate, tuareg, introverso) riduzione progressiva dell attività emozionale verso il mondo degli oggetti.

13 APPROCCIO AGLI OGGETTI Atteggiamento edonistico: rapporto sensuale, valore tattile, il piacere di tenere in mano un bell oggetto (opposto dell ascetico).

14 APPROCCIO AGLI OGGETTI Atteggiamento aggressivo: distruggere è seducente come costruire ed è più veloce (Gengis Khan).

15 APPROCCIO AGLI OGGETTI Atteggiamento acquisitivo: accaparramento (anche per non usare l oggetto), nella proprietà l espressione del potere (opposto dell aggressivo).

16 APPROCCIO AGLI OGGETTI Atteggiamento surrealista: d elite elite, far uscire gli oggetti dalla collocazione abituale.

17 APPROCCIO AGLI OGGETTI Atteggiamento funzionalista: oggetto che coincide strettamente con i nostri atti.

18 SPETTRO KITSCH

19 BIBLIOGRAFIA Gillo Dorfles, Il Kitsch. Antologia del cattivo gusto, Mazzotta, Milano, Abraham Moles, Il kitsch: l'arte larte della felicità; saggio introduttivo di Alessandro Mendini, Roma, Officina, 1979.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE Curriculum: Esperto di formazione a distanza DISSERTAZIONE FINALE Raccontami :

Dettagli

Corso di User Experience

Corso di User Experience Corso di User Experience A.A.2010-2011 RELAZIONE FINALE: Studio sull interazione tra bellezza, bontà e usabilità di prodotti interattivi Autori: Battistutta Paola, Franjul Sandi Data: 08/03/2011 INTRODUZIONE

Dettagli

2a descrivere i materiali

2a descrivere i materiali 2a descrivere i materiali 2l descrivere i materiali 2m descrivere i materiali 2n descrivere i materiali 2o descrivere i materiali 2p descrivere i materiali 2q descrivere i materiali 2r descrivere i materiali

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE E ARTI APPLICATE SCUOLA DI PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L

Dettagli

Roberto Farnè Università di Bologna

Roberto Farnè Università di Bologna Roberto Farnè Università di Bologna Ora l apertura della parte scientifica a questi lavori, per capire innanzitutto il senso di questo appuntamento. Non abbiamo bisogno, nessuno di noi credo abbia bisogno

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI CORSO DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN EDUC-ART. PROMUOVERE L'EDUCAZIONE ARTISTICA NELLA SCUOLA DELL'INFANZIA E NELLA SCUOLA PRIMARIA, A.A. 2015/16 CFU 10 ANAGRAFICA DEL CORSO - A

Dettagli

Architetto A L E S S A N D R O M A R A T A - FACOLTA DI ARCHITETTURA DI BOLOGNA M A D E e x p o Fiera di Milano 5 ottobre Presidente DIPARTIMENTO

Architetto A L E S S A N D R O M A R A T A - FACOLTA DI ARCHITETTURA DI BOLOGNA M A D E e x p o Fiera di Milano 5 ottobre Presidente DIPARTIMENTO CONCETTO DI RIFUGIO CONCETTO DI ABITARE CONCETTO DI SOSTENIBILITA Architetto A L E S S A N D R O M A R A T A - FACOLTA DI ARCHITETTURA DI BOLOGNA M A D E e x p o Fiera di Milano 5 ottobre Rifugio coincide

Dettagli

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI ISTITUTO TECNICO E LICEO SCIENTIFICO TECNOLOGICO ANGIOY LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. G. Ciaschetti DATI E INFORMAZIONI Sappiamo che il computer è una macchina stupida, capace di eseguire

Dettagli

La rappresentazione nella pubblicità. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1. Premessa. Le azioni della ricerca.

La rappresentazione nella pubblicità. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1. Premessa. Le azioni della ricerca. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1 La rappresentazione nella pubblicità Premessa La letteratura internazionale ha affrontato negli ultimi anni la pubblicità che utilizza i bambini

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

VERBALE N. 2 VALUTAZIONE DELLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE, DEL CURRICULUM, DELL ATTIVITA DIDATTICA

VERBALE N. 2 VALUTAZIONE DELLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE, DEL CURRICULUM, DELL ATTIVITA DIDATTICA PROCEDURA VALUTATIVA DI CHIAMATA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ASSOCIATO AI SENSI DELL ART. 24, COMMA 6 DELLA LEGGE N.240/2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/B1, SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina

PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina Dalla terra alla tavola Offrire ai bambini la possibilità di creare e curare un piccolo orto

Dettagli

Qualità e usabilità (II) Lezione del corso di Interazione Uomo Macchina I Laurea in Informatica AA 2004-2005

Qualità e usabilità (II) Lezione del corso di Interazione Uomo Macchina I Laurea in Informatica AA 2004-2005 Qualità e usabilità (II) Lezione del corso di Interazione Uomo Macchina I Laurea in Informatica AA 2004-2005 Mele Francesco Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Cibernetica Università di Napoli

Dettagli

Metodi per valutare la User Experience nei servizi web

Metodi per valutare la User Experience nei servizi web Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Metodi per valutare la User Experience nei servizi web Autore: Maurizio Boscarol Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

Cattedra di Diritto Civile

Cattedra di Diritto Civile Cattedra di Diritto Civile Prof. G. B. Ferri A. A. 2009/2010 Lettere A-F Corso di laurea in Giurisprudenza (4 anni senza crediti) 1. Diritto Civile Biennale (Studenti immatricolati fino all A.A. 1995/96)

Dettagli

IL SALONE DELLE OPPORTUNITA I NAPOLI 2015 17 19 NOVEMBRE MOSTRA D OLTREMARE. Martedì 17

IL SALONE DELLE OPPORTUNITA I NAPOLI 2015 17 19 NOVEMBRE MOSTRA D OLTREMARE. Martedì 17 IL SALONE DELLE OPPORTUNITA I NAPOLI 2015 17 19 NOVEMBRE MOSTRA D OLTREMARE Martedì 17 H. 9.00 - SALA ITALIA INAUGURAZIONE DI ORIENTASUD 2015 E SALUTI ISTITUZIONALI Presentazione della XVI edizione di

Dettagli

VALUTAZIONE DI ISTITUTO INDICATORI E DESCRITTORI. Descrittori di valutazione/livelli di comportamento cognitivo

VALUTAZIONE DI ISTITUTO INDICATORI E DESCRITTORI. Descrittori di valutazione/livelli di comportamento cognitivo GEOGRAFIA CLASSI I E II valutazione Orientamento. N 1 Muoversi nello spazio circostante, riconoscendo gli indicatori topologici usati. Sa muoversi nello spazio-aula, secondo le indicazioni dell insegnante,

Dettagli

i programmi di ciascun insegnamento;

i programmi di ciascun insegnamento; ABBREVIAZIONI DI CORSO/PASSAGGI/TRASFERIMENTI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI ARCHITETTURA CLASSE (LM-4) CORSO DI LAUREA TRIENNALE DI DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA CORSO DI LAUREA IN STORIA E TUTELA DEI BENI CULTURALI TESI DI LAUREA Il Museo Remondini di Bassano del Grappa. Storia, musealizzazione delle

Dettagli

RILIEVO E DISEGNO DELL ARCHITETTURA (Gruppi di lavoro coordinati dall Ing. Roberto B. F. Castiglia 1 )

RILIEVO E DISEGNO DELL ARCHITETTURA (Gruppi di lavoro coordinati dall Ing. Roberto B. F. Castiglia 1 ) RILIEVO E DISEGNO DELL ARCHITETTURA (Gruppi di lavoro coordinati dall Ing. Roberto B. F. Castiglia 1 ) Collaboratori: Ing. Marco Giorgio Bevilacqua - Arch. Massimo Bertellotti Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Design del prodotto industriale

Design del prodotto industriale CORSo DI LAUREA Università degli Studi di Ferrara u n i v e r s i t à d e g l i s t u d i d i f e r r a r a DA dipartimento di architettura Design del prodotto industriale Design del prodotto industriale

Dettagli

ESPERIENZE DI ROBOTICA EDUCATIVA NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ESPERIENZE DI ROBOTICA EDUCATIVA NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

ESPERIENZE DI ROBOTICA EDUCATIVA NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ESPERIENZE DI ROBOTICA EDUCATIVA NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ESPERIENZE DI ROBOTICA EDUCATIVA NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ESPERIENZE DI ROBOTICA EDUCATIVA NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Collamati Beatrice Scuola secondaria di I grado di Stresa

Dettagli

CURRICULO DI EDUCAZIONE ARTISTICA ( Infanzia Primaria Secondaria di I grado)

CURRICULO DI EDUCAZIONE ARTISTICA ( Infanzia Primaria Secondaria di I grado) CURRICULO DI EDUCAZIONE ARTISTICA ( Infanzia Primaria Secondaria di I grado) ISTITUTO COMPRENSIVO F. MARRO Villar Perosa A.S. 2001/2002 Sottocommissione Curricula: Educazione Artistica Ogni opera d arte

Dettagli

Misure finanziarie del rendimento: il Van

Misure finanziarie del rendimento: il Van Venezia, 6 novembre 2013 Prof. Antonella Faggiani Arch. Valeria Ruaro, collaboratrice alla didattica estimo.b.acc2013@gmail.com Corso di Estimo Laurea Magistrale Architettura per il Nuovo e l Antico Dipartimento

Dettagli

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 29-Analisi della potenza statistica vers. 1.0 (12 dicembre 2014) Germano Rossi 1 germano.rossi@unimib.it 1 Dipartimento di Psicologia, Università di Milano-Bicocca

Dettagli

INSIEME CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE. Alessandro Norcia

INSIEME CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE. Alessandro Norcia INSIEME CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Umberto Stipa Clarissa Valdez Arianna Pintus Alessandro Norcia Jacopo Cappella Gianmarco Ferrara Eugenio de Battistis Violenza contro le donne Tra gli argomenti di

Dettagli

ALGEBRA DELLE PROPOSIZIONI

ALGEBRA DELLE PROPOSIZIONI Università di Salerno Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Corso B Docente: Ing. Giovanni Secondulfo Anno Accademico 2010-2011 ALGEBRA DELLE PROPOSIZIONI Fondamenti di Informatica Algebra

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007/2008

Università degli Studi di Ferrara Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007/2008 Università degli Studi di Ferrara Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007/2008 Tutorato di Architettura degli Elaboratori e Laboratorio Cambio di base Operazioni binarie Dott.ssa Ambra Giovannini 15 Aprile

Dettagli

Ordine degli Psicologi della Regione Emilia-Romagna

Ordine degli Psicologi della Regione Emilia-Romagna Delibera n. 87/08 Ordine degli Psicologi Estratto dal verbale della seduta del 18/03/2008 Valutazione positiva per la stipula di convenzioni per l attuazione dei progetti di tirocinio professionalizzante

Dettagli

La Comunicazione Formativa a Scuola

La Comunicazione Formativa a Scuola Università degli Studi di Firenze Facoltà di Scienze della Formazione Dipartimento di Scienze dell'educazione e dei Processi Culturali e Formativi La Comunicazione Formativa a Scuola Vanna Boffo Aspetti

Dettagli

RELAZIONE DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO GENERALE ANNO 2014

RELAZIONE DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO GENERALE ANNO 2014 VERBALE N. 4 L anno 205 i giorni 9 e 0 marzo si sono recati presso la sede dell Accademia di Belle Arti di Bologna, via Belle Arti n. 54, i revisori dei conti, dott. Gianfranco Minisola in rappresentanza

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE MACCHINE A STATI

INTRODUZIONE ALLE MACCHINE A STATI Architettura degli Elaboratori I INTRODUZIONE ALLE MACCHINE A STATI Filippo Mantovani Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Ferrara Ferrara, 08 Maggio 2008 Tante parti, un unico scopo...

Dettagli

CHIMICApisce? Una lezione di Chimica con. 7 Gennaio 2016 San Valentino in A.C. Classe IIC

CHIMICApisce? Una lezione di Chimica con. 7 Gennaio 2016 San Valentino in A.C. Classe IIC CHIMICApisce? Una lezione di Chimica con Marco Catalano 7 Gennaio 2016 San Valentino in A.C. Classe IIC CHIMICApisce in una parola Se dovessimo descrivere la lezione di Marco con una sola parola, la più

Dettagli

Studio di fattibilità di una vettura familiare adatta a piccoli volumi di produzione

Studio di fattibilità di una vettura familiare adatta a piccoli volumi di produzione Studio di fattibilità di una vettura familiare adatta a piccoli volumi di produzione Tesi di laurea di: Fabio Bosco Relatore: Prof. Ing.. Luca Piancastelli Correlatori: Prof. Ing.. Gianni Caligiana Prof.

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Virgilio

Istituto Istruzione Superiore Virgilio Istituto Istruzione Superiore Virgilio Indirizzo postale: Via Cavour n. 62 e Via Fucini 33 - Empoli Numero di telefono: 0571/74277 0571/700695 E-mail: fiis01400v@istruzione.it Sito web: www.virgilioempoli.it

Dettagli

FACOLTA' DI MEDICINA e CHIRURGIA

FACOLTA' DI MEDICINA e CHIRURGIA FACOLTA' DI MEDICINA e CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA Valido dal 02-05- 2006.. al 01-06 - 2006.. giorni 01-mag 02-mag 03-mag 04-mag 05-mag 08.10 08-mag 09-mag 10-mag 11-mag 12-mag

Dettagli

Presentazione attività

Presentazione attività Il re dei Confini - a cura di Alessandro Carboni L'arte, il paesaggio e l'architettura per bambini Presentazione attività Il Re dei confini è un progetto che promuove attività per bambini sull arte, l

Dettagli

Capitolo 3. Sé e identità

Capitolo 3. Sé e identità Capitolo 3 Sé e identità Concetto di sé come Soggetto e oggetto di conoscenza Io / me, autoconsapevolezza Processo di conoscenza Struttura cognitiva Insieme di spinte motivazionali: autovalutazione, autoverifica

Dettagli

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro)

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Rispondi alle seguenti domande indicando quale risposta è più vicino

Dettagli

COLLOQUIO EFFICACE URBINO 3-12-2010. Antonella Scalognini A.A.2010/2011. www.mastercounselingurb.it

COLLOQUIO EFFICACE URBINO 3-12-2010. Antonella Scalognini A.A.2010/2011. www.mastercounselingurb.it COLLOQUIO EFFICACE URBINO 3-12-2010 Tipologie di rispecchiamento Il rispecchiamento può avvenire: -a livello non verbale, quando si riproducono la posizione, i gesti, i movimenti, la respirazione, l espressione

Dettagli

Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo Dipartimento di Psicologia & Scuola Universitaria Interfacoltà Scienze Motorie 1

Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo Dipartimento di Psicologia & Scuola Universitaria Interfacoltà Scienze Motorie 1 Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo Dipartimento di Psicologia & Scuola Universitaria Interfacoltà Scienze Motorie Università degli Studi di Torino a.a. 005/006 SILVIA CIAIRANO, EMANUELA RABAGLIETTI

Dettagli

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono 1 Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono presentati sul mercato del lavoro. Tali informazioni provengono

Dettagli

MISSIONE E VISIONE DELL ISTITUTO ORIOLI

MISSIONE E VISIONE DELL ISTITUTO ORIOLI MISSIONE E VISIONE DELL ISTITUTO ORIOLI Volendo parafrasare un famoso discorso di J. F. Kennedy che disse: Concittadini del mondo, non chiedete cosa l America può fare per voi, ma cosa possiamo fare, insieme,

Dettagli

VENERDI' 15 MAGGIO AUTISMO E DISCIPLINE SPORTIVE. ACCEDERE AL SUBLIME Corso di formazione per guide alpine

VENERDI' 15 MAGGIO AUTISMO E DISCIPLINE SPORTIVE. ACCEDERE AL SUBLIME Corso di formazione per guide alpine VENERDI' 15 MAGGIO AUTISMO E DISCIPLINE SPORTIVE ACCEDERE AL SUBLIME Corso di formazione per guide alpine Argomenti del corso 15 maggio 2015 1 parte - Teorica Definizione di autismo Cause Conseguenze 2

Dettagli

Le fasi del Progetto

Le fasi del Progetto PREMESSA Il progetto ha inteso proporre un modello di formazione che andasse oltre la lezione teorica, frontale e monodirezionale degli usuali corsi per i docenti. Il modello ricalcato è quello delle ricerca

Dettagli

Anche la nautica si industrializza utilizzando software d avanguardia

Anche la nautica si industrializza utilizzando software d avanguardia Anche la nautica si industrializza utilizzando software d avanguardia Una esperienza con Catia ed Enovia di Dassault Systèmes dimostra come sia possibile, anzi vincente, costruire imbarcazioni da diporto

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 129094 (1217) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 129094 (1217) Anno 2015 Il Rettore Decreto n. 129094 (1217) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n.162/82 e l articolo 6 della legge n. 341/90; VISTO l articolo 32 del Regolamento Didattico

Dettagli

Dal manifesto delle esigenze abitative dei bambini emergevano 10 indicazioni per la realizzazione delle abitazioni. La casa deve essere:

Dal manifesto delle esigenze abitative dei bambini emergevano 10 indicazioni per la realizzazione delle abitazioni. La casa deve essere: L intervento è stato realizzato a Correggio piccola città di circa 23.000 abitanti che eccelle per la molteplicità di politiche sviluppate nei confronti dei bambini. La ricerca ha indagato con molta cura

Dettagli

#Essere umani. Scuola Statale Primaria di Foglizzo Istituto Comprensivo di Montanaro (To)

#Essere umani. Scuola Statale Primaria di Foglizzo Istituto Comprensivo di Montanaro (To) #Essere umani Progetto realizzato dall insegnante di Religione Cattolica Elsa Feira con la collaborazione delle docenti Donatella Gravante, Dolores Chiantaretto, Daniela Milanaccio, Paola Racca. Scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CARBONERA CURRICOLO DI EDUCAZIONE MOTORIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CARBONERA CURRICOLO DI EDUCAZIONE MOTORIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CARBONERA CURRICOLO DI EDUCAZIONE MOTORIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO TRAGUARDI FORMATIVI SCUOLA DELL INFANZIA Competenza chiave europea CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE

Dettagli

Tutti possono accedere e consultare il materiale all interno della biblioteca.

Tutti possono accedere e consultare il materiale all interno della biblioteca. Comunicare con chiarezza Laboratorio pagine web siti biblioteche Lavoro svolto nell incontro del 20 maggio 2008 / 4 Orari ( ) Accesso e consultazione Tutti possono accedere e consultare il materiale all

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

University Press. Morlacchi Editore

University Press. Morlacchi Editore University Press Morlacchi Editore Ornella Bovi - Enrico Bocciolesi Dall arte al cervello Profili di un percorso interpretativo fra sinestesie ed emozioni Morlacchi Editore Prima edizione: 2010 Ristampe

Dettagli

World Social Work Day 2013. «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto di vista. Laboratorio interuniversitario

World Social Work Day 2013. «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto di vista. Laboratorio interuniversitario Universita LUMSA -Roma Roma- Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale e del No Profit A.A. 2012-2013 2013 World Social Work Day 2013 «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto

Dettagli

TRUCCHI PER GIMP - Elemento a colori in foto bianco e nero

TRUCCHI PER GIMP - Elemento a colori in foto bianco e nero TRUCCHI PER GIMP - Elemento a colori in foto bianco e nero Salve Prof. Cantaro come promesso le mando un altro articolo da poter inserire nelle sue guide. Questa volta però a differenza dell'ultima,ho

Dettagli

COUNSELING PSICOLOGICO UNIVERSITARIO

COUNSELING PSICOLOGICO UNIVERSITARIO COUNSELING PSICOLOGICO UNIVERSITARIO Roma, 19 NOVEMBRE 2010 sede Fondazione CRUI Programma del seminario Il Centro di Counseling nella rete dei servizi: modelli a confronto INTRODUZIONE AL SEMINARIO Il

Dettagli

Wiki di Netapprendere

Wiki di Netapprendere Wiki di Netapprendere Manuale d uso per i tesisti della Comunità di apprendimento Gli incontri del Giovedì prof. Salvatore Colazzo Manuale redatto da Ada Manfreda Collegati a: http://www.salvatorecolazzo.it/wordpress

Dettagli

ROMA TRE MEDIAZIONE CULTURALE E MEDIAZIONE LETTERARIA: GLI SCRITTORI AFRO-ITALIANI

ROMA TRE MEDIAZIONE CULTURALE E MEDIAZIONE LETTERARIA: GLI SCRITTORI AFRO-ITALIANI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE MEDIAZIONE CULTURALE E MEDIAZIONE LETTERARIA: GLI SCRITTORI AFRO-ITALIANI Correlatore Prof.

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale ACCADEMIA DI BELLE ARTI Errata corrige del 04/12/2013 NORME E SCADENZE PER LA REDAZIONE DELLA TESI a.a. 2012/2013 Prot.. n. 15205/BD4 del 04/12/2013 Modulistica e scadenze L esame di diploma prevede due scadenze, la domanda per

Dettagli

Lezione 10 Funzione di produzione ed

Lezione 10 Funzione di produzione ed Corso di Economica Politica prof. S. Papa Lezione 10 Funzione di produzione ed efficienza economica Facoltà di Economia Università di Roma La Sapienza Costi e produzione 102 Da che dipendono i costi? Dipendono

Dettagli

Strumenti di indagine per la valutazione psicologica

Strumenti di indagine per la valutazione psicologica Strumenti di indagine per la valutazione psicologica 3 Disegni sperimentali Davide Massidda davide.massidda@gmail.com Perché misurare 1. Per valutare le caratteristiche di uno specifico individuo (comune

Dettagli

13. Campi vettoriali

13. Campi vettoriali 13. Campi vettoriali 1 Il campo di velocità di un fluido Il concetto di campo in fisica non è limitato ai fenomeni elettrici. In generale il valore di una grandezza fisica assegnato per ogni punto dello

Dettagli

TEMATICA: fotografia

TEMATICA: fotografia TEMATICA: fotografia utilizzare la fotografia e il disegno per permettere ai bambini di reinventare una città a loro misura, esaltando gli aspetti del vivere civile; Obiettivi: - sperimentare il linguaggio

Dettagli

Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia

Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia Società Italiana di Psiconcologia Sezione Toscana Giornata Studio Medicina Narrativa In Oncologia Rappresentazione di sé e evento malattia Dr.ssa Valentina Panella Psicologa - Psicoterapeuta Firenze, 6

Dettagli

SPAZIO PERMANENTE BRUNO MUNARI

SPAZIO PERMANENTE BRUNO MUNARI MUNLAB SPAZIO PERMANENTE BRUNO MUNARI CORSI DI INTRODUZIONE AL METODO ANNO SCOLASTICO 2008 MunLab è il nuovo spazio permanente a Milano per conoscere e sperimentare il Metodo Bruno Munari. Nel nome è racchiusa

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Università della Svizzera italiana

Università della Svizzera italiana Università della Svizzera italiana Il sito dell Università della Svizzera italiana e l accessibilità Vs.1.0 11 / 12 / 2007 TEC-LAB WEB-SERVICE 1. INTRODUZIONE Avere accesso al web, per un utente disabile,

Dettagli

Relazione finale. Vittoria Quarenghi Via Fossato n. 32 - tei. 090 48485 Policlinico Universitario (pad. A - piano terra) tel.

Relazione finale. Vittoria Quarenghi Via Fossato n. 32 - tei. 090 48485 Policlinico Universitario (pad. A - piano terra) tel. Vittoria Quarenghi Via Fossato n. 32 - tei. 090 48485 Policlinico Universitario (pad. A - piano terra) tel.090 2212135 Relazione finale PSICOLOGO: Rosalba RAGUSA PSICOLOGO : Giuseppina CASTRICIANO PEDAGOGISTA:

Dettagli

www.evolutionmegalab.org/it evolutionmegalabitalia@unife.it

www.evolutionmegalab.org/it evolutionmegalabitalia@unife.it Alla cortese attenzione di: Docenti di Scienze Dirigenti Scolastici Responsabili dei Dipartimenti di Scienze Responsabili dei Laboratori Scientifici scolastici Oggetto: Invito a partecipare al progetto

Dettagli

Carmen Rotilio. Personal Coach

Carmen Rotilio. Personal Coach Carmen Rotilio Personal Coach +39 347.73.69.035 carmen.rotilio@pelinvest.it www.iltuopersonalcoach.com Rete S.A.S. Pelo I s.r.l. C.so Massimo D Azeglio, 21 - Torino Carmen Rotilio Personal Coach Nasce

Dettagli

Università degli Studi di Palermo

Università degli Studi di Palermo D.R. n 2881/2014 del 31 luglio 2014 Università degli Studi di Palermo Bando di concorso per l accesso alla graduatoria dei docenti in servizio nella scuola dell infanzia e nella scuola primaria da utilizzare

Dettagli

COS È UN LINGUAGGIO? LINGUAGGI DI ALTO LIVELLO LA NOZIONE DI LINGUAGGIO LINGUAGGIO & PROGRAMMA

COS È UN LINGUAGGIO? LINGUAGGI DI ALTO LIVELLO LA NOZIONE DI LINGUAGGIO LINGUAGGIO & PROGRAMMA LINGUAGGI DI ALTO LIVELLO Si basano su una macchina virtuale le cui mosse non sono quelle della macchina hardware COS È UN LINGUAGGIO? Un linguaggio è un insieme di parole e di metodi di combinazione delle

Dettagli

GUIDA AL PAGAMENTO DI TASSE E CONTRIBUTI PER L ANNO ACCADEMICO 2014/2015

GUIDA AL PAGAMENTO DI TASSE E CONTRIBUTI PER L ANNO ACCADEMICO 2014/2015 GUIDA AL PAGAMENTO DI TASSE E CONTRIBUTI PER L ANNO ACCADEMICO 2014/2015 In applicazione della delibera del Consiglio di Amministrazione del 05 febbraio 2014, gli studenti che si immatricolano o si iscrivono

Dettagli

Wenext, associazione culturale presenta

Wenext, associazione culturale presenta Wenext, associazione culturale presenta un progetto di valorizzazione del manifesto creatività + innovazione = lavoro proposto in due sessioni: 9/12 maggio e 18/21 ottobre 2012 Firenze Firenze 9/12 maggio

Dettagli

Istituto Comprensivo di Castiglione dei Pepoli - Camugnano (BO)

Istituto Comprensivo di Castiglione dei Pepoli - Camugnano (BO) Istituto Comprensivo di Castiglione dei Pepoli - Camugnano (BO) a.s. 2002/2003 PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE DIDATTICA: L INSEGNAMENTO DELL AREA GEO STORICO SOCIALE ATTRAVERSO LA COSTRUZIONE DEI QUADRI DI

Dettagli

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Ringraziando le persone e le istituzioni che, durante tre anni, hanno partecipato alla preparazione della Conferenza

Dettagli

WORKSHOP LA LUCE PER GLI SPAZI ESPOSITIVI

WORKSHOP LA LUCE PER GLI SPAZI ESPOSITIVI In collaborazione con: SOVRAINTENDENZA AI BENI CULTURALI DEL COMUNE DI ROMA SSML SCUOLA SUPERIORE MEDIATORI LINGUISTICI GREGORIO VII Patrocini: MiBAC MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI AIDI ASSOCIAZIONE

Dettagli

L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI

L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI L a Storia perde i pezzi. Non capita sempre, soltanto qualche volta. Alcune cose vengono rimosse, dimenticate e spesso sono gli aspetti più

Dettagli

Telefono: e-mail: Matricola: Anno di corso: Primo Secondo Terzo Fuori Corso Prima modifica Seconda modifica

Telefono: e-mail: Matricola: Anno di corso: Primo Secondo Terzo Fuori Corso Prima modifica Seconda modifica Piano di studi A.A. 200-2006 Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea triennale Scienze della Comunicazione Piano di studio A.A. 200-2006 Nome: Cognome: Luogo e data

Dettagli

IL DESIGN DELLE INTERFACCE. interfaccia [in ter fàc cia] s.f. e m. (pl.f. ce) direttamente manipolabile dall'utente il Sabatini Coletti

IL DESIGN DELLE INTERFACCE. interfaccia [in ter fàc cia] s.f. e m. (pl.f. ce) direttamente manipolabile dall'utente il Sabatini Coletti Dipartimento di Architettura - Università degli Studi Ferrara Corso di Laurea in Design del prodotto industriale A.A. 2012/2013 Laboratorio di Basic Design LBD Design di prodotto Prof. Jaco po Piccione

Dettagli

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD )

DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) Anno Scolastico 2014/15 LICEO ARTISTICO INDIRIZZO: DESIGN ARREDAMENTO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA A: DISCIPLINE PROGETTUALI E LABORATORIO ( MODELLISTICA E CAD ) SECONDO BIENNIO CLASSI : TERZE E QUARTE

Dettagli

Working day 1 PROGRAMMA CONVEGNI/INIZIATIVE. Venerdì 9 marzo 2012. Inaugurazione 29 M.E.C.I. - Ore 9.00

Working day 1 PROGRAMMA CONVEGNI/INIZIATIVE. Venerdì 9 marzo 2012. Inaugurazione 29 M.E.C.I. - Ore 9.00 PROGRAMMA CONVEGNI/INIZIATIVE Venerdì 9 marzo 2012 Inaugurazione 29 M.E.C.I. - Ore 9.00 SALA PORRO - Ore 9.30 LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE: UNA SFIDA AMBIENTALE E TECNOLOGICA

Dettagli

1 Modulo. Presentazione del corso, primi elementi introduttivi. Associazione Italiana Dislessia: la tutela del DSA in Italia

1 Modulo. Presentazione del corso, primi elementi introduttivi. Associazione Italiana Dislessia: la tutela del DSA in Italia DIPARTIMENTO DI MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE - DMCS BANDO PER L AMMISSIONE AL TUTOR NELL AMBITO DEI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO a.a. 2015/2016-2016/2017 L Università degli Studi dell Insubria

Dettagli

TESTO ADATTAMENTO DEL TESTO

TESTO ADATTAMENTO DEL TESTO TESTO ADATTAMENTO DEL TESTO 1.idea principale. 2.concetti-chiave. 3.elementi già esistenti nella mappa concettuale del discente. 4.difficoltà del testo. ANALISI OPERATIVA Evidenziare Schematizzare Facilitare

Dettagli

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio,

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, Uno stile interamente affidato alla totale perfezione delle forme geometriche da cui è composto, la freddezza della pietra costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, fanno del design di questo orologio

Dettagli

Telerilevamento e GIS Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci

Telerilevamento e GIS Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio A.A. 2014-2015 Telerilevamento e GIS Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Strutture di dati: DB e DBMS DATO E INFORMAZIONE Dato: insieme

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI E PAESAGGIO

IMPIANTI FOTOVOLTAICI E PAESAGGIO IMPIANTI FOTOVOLTAICI E PAESAGGIO Il lavoro delle province: metodologia e percorso Daniele Mazzotta, Consulente tecnico UPI Toscana, Responsabile P.O. governo del territorio della Provincia di Prato IN

Dettagli

Asimmetria delle informazioni

Asimmetria delle informazioni Asimmetria delle informazioni Definizione L informazione spesso non è diffusa identicamente tra i due lati del mercato Vantaggio informativo della domanda: mercato assicurativo Vantaggio informativo dell

Dettagli

Università degli studi di Napoli Parthenope

Università degli studi di Napoli Parthenope Università degli studi di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Avviso di selezione per il conferimento di incarichi didattici Si comunica che per l a.a. 2011/2012 - nella Facoltà di Ingegneria - risulta

Dettagli

SALONE DELLO STUDENTE RIMINI Palacongressi 18 19 febbraio 2016 Ultimo aggiornamento 19/01

SALONE DELLO STUDENTE RIMINI Palacongressi 18 19 febbraio 2016 Ultimo aggiornamento 19/01 SALONE DELLO STUDENTE RIMINI Palacongressi 18 19 febbraio 2016 Ultimo aggiornamento 19/01 CHI PARTECIPA ACCADEMIA DI BELLE ARTI SANTA GIULIA ACCADEMIA PRE-AIMS ALPHA TEST CONSULENTI DEL LAVORO FERRARI

Dettagli

Cod.: P16023. Date: 14-16 marzo 2016. Responsabili del corso: Ernesto Aghina e Raffaele Sabato / Francesco Cassano e Guido Melis

Cod.: P16023. Date: 14-16 marzo 2016. Responsabili del corso: Ernesto Aghina e Raffaele Sabato / Francesco Cassano e Guido Melis La psicologia del giudicare Cod.: P16023 Date: 14-16 marzo 2016 Responsabili del corso: Ernesto Aghina e Raffaele Sabato / Francesco Cassano e Guido Melis Esperto formatore: Luigi Lanza Presentazione Si

Dettagli

Raccomandazione del Parlamento europeo 18/12/2006 CLASSE PRIMA COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE. Operare con i numeri

Raccomandazione del Parlamento europeo 18/12/2006 CLASSE PRIMA COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE. Operare con i numeri COMPETENZA CHIAVE MATEMATICA Fonte di legittimazione Raccomandazione del Parlamento europeo 18/12/2006 CLASSE PRIMA COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE L alunno utilizza il calcolo scritto e mentale con i numeri

Dettagli

LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO PER L OSPEDALE SAN CARLO

LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO PER L OSPEDALE SAN CARLO HEALING GARDEN Nell ambito di una ristrutturazione generale dell ospedale, l Azienda Ospedaliera ha pensato di inserire a costo zero all interno del piano di manutenzione del verde la realizzazione di

Dettagli

Psicologia dello sviluppo

Psicologia dello sviluppo 3. Lo sviluppo emotivo 1 Lo sviluppo emotivo Psicologia dello sviluppo Oltre allo sviluppo cognitivo, che viene spesso associato alle capacità intellettive, è importante comprendere il grado di competenza

Dettagli

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA Premessa: Il progetto La Scuola in Piazza, nasce dall esigenza di ricercare forme e momenti di incontro della scuola con il proprio territorio di appartenenza.

Dettagli