COMUNE DI RUSSI Domenica, 06 aprile 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI RUSSI Domenica, 06 aprile 2014"

Transcript

1 COMUNE DI RUSSI Domenica, 06 aprile 2014

2 Domenica, 06 aprile 2014 Prime Pagine 06/04/2014 Prima Pagina Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) 1 06/04/2014 Prima Pagina La Voce di Romagna 2 cultura e turismo 06/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 9 UNA DOMENICA ALLA SCOPERTA DELLE PIEVI 3 economia e lavoro 06/04/2014 La Voce di Romagna Pagina 14 Il Centro Paradiso nella villa di proprietà dell' ex numero due di /04/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 13 I produttori del Faentino in vetrina al Vinitaly 5 politica locale 06/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 9 E Fabrizio arruola il partigiano?andrea' 7 06/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 9 «In questi anni siamo cresciuti Eccoci pronti a governare» 8 06/04/2014 La Voce di Romagna Pagina 14 Qui per ridare voce a tutti i cittadini' 10 06/04/2014 La Voce di Romagna Pagina 47 Le categorie veglino 11 pubblica amministrazione 06/04/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 6 «Buona riforma o chiudere il Senato» 13 06/04/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 15 ALESSANDRO GALIMBERTI Evasione, a rischio un contribuente su cinque 15 06/04/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 40 Il filo della nostra storia 17 06/04/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 9 ALESSIA MACCAFERRI Il turismo che crede nell' effetto Big data 19 06/04/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 2 GIORGIO SANTILLI Le vie della ripresa 21 06/04/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 3 ROBERTO TURNO Lorenzin: non toccare la spesa sanitaria Altolà dalle Regioni 23 06/04/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 15 GIANNI BONVICINI Per la Ue un' agenda carica di obiettivi 25 sanità, sociale e servizi per l'infanzia 05/04/2014 Ravenna24Ore.it R3 "#allacciamoli", anche i Godo Knights contro l' omofobia 27 05/04/2014 Ravenna24Ore.it R3 "#allacciamoli", anche il Baseball Godo contro l' omofobia 28 06/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 9 Si parla di cyber bullismo 29 sport 06/04/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 45 Il Godo paga la falsa partenza contro l' Unipol Bologna 30 06/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 7 Il Ravenna a caccia di un miracolo 31 06/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 7 Un testacoda per la Ribelle 32 06/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 8 Lega Pro, al?neri' il piatto forte Santarcangelo, cercasi riscatto a /04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 10 SILVESTRI MARIO Godo subito ko con la Fortitudo 35 06/04/2014 La Voce di Romagna Pagina 23 DILETTANTI 37 06/04/2014 La Voce di Romagna Pagina 29 GARA /04/2014 La Voce di Romagna Pagina 29 Knights senza speranze con Bologna 40 05/04/2014 RavennaNotizie.it Per lo sport le discriminazioni sono "fuorigioco", i Godo Knights... 41

3 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Prima Pagina 1

4 La Voce di Romagna Prima Pagina 2

5 Pagina 9 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) cultura e turismo UNA DOMENICA ALLA SCOPERTA DELLE PIEVI OGGI la Pro Loco di Russi organizza una simpatica iniziativa, portando chi lo desidera alla scoperta di alcuni luoghi caratteristici della zona. Questi gli appuntamenti: alle 15 visita guidata alla Pieve di Godo, alle visita guidata alla Pieve di San Pancrazio. 3

6 Pagina 14 La Voce di Romagna economia e lavoro RUSSI ULTIMI BLITZ DI GIUNTA: IL DOPOSCUOLA IN VIA DI ROMA: SPESA SUPERIORE AI 500MILA EURO. Il Centro Paradiso nella villa di proprietà dell' ex numero due di Mps Dovrebbe funzionare così. Io sono un' azienda dalle spalle larghe, diciamo tipo Enel o il Gruppo Maccaferri (o tutti e due) e diciamo che vengo sul vostro territorio per riconvertire uno zuccherificio in centrale a biomasse. Diciamo che questo impianto sarà piuttosto grandino, tipo da 30 Mw, che sarà alimentato da una caldaia che brucerà pioppi e canne e che quindi avrà un discreto impatto ambientale sul territorio circostante. Io che sono l' azienda, però, sono disposta a trattare e mettere sul tavolo delle compensazioni. Anzi, cara amministrazione, ti dico che quasi quasi può scegliere un po' te quello che vuoi, senza esagerare però. Diciamo che l' amministrazione in questione nel 'menù' delle compensazioni o contropartite ci metta anche la realizzazione di una nuova sede per il frequentatissimo centro didattico/doposcuola. Voi vi aspettereste che tocchi al Comune decidere dove, come e quando realizzare la struttura. Ecco, invece, a Russi non è andata così. Perché la giunta Retini ha affidato all' azienda il compito di cercare un immobile adatto, invitando poi la stessa società a presentarle le proposte di acquisto. Sta di fatto che Enel Powercrop di proposte ne ha fatte quattro. E l' amministrazione ha accettato quella che prevede la trasformazione di una villa dei primi anni '70, situata al civico 13 di via di Roma, nel Centro Paradiso. Spesa per l' acquisto 350mila euro, spesa stimata per l' adeguamento strutturale 160mila euro. Prendere o lasciare. Affare fatto ha detto la giunta. Ah, una nota a margine, tra (gli ormai ex) proprietari della villa c' è anche Gian Luca Baldassari, il lughese l' ex capo area finanza di Montepaschi, in carcere nell' ambito dell' indagine relativa al crac dell' istituto di credito senese. 4

7 Pagina 13 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) economia e lavoro ENOLOGIA. I produttori del Faentino in vetrina al Vinitaly FAENZA. Importante e qualificata è la squadra che rappresenterà la Faenza enologica al Vinitaly di Verona. Da oggi a mercoledì la pattuglia faentina che raggiungerà la terra natale di Giulietta e Romeo sarà composta da dieci produttori faentini, due di Castel Bolognese e uno di Brisighella. Non mancheranno anche rappresentanze ravennati con delegazioni provenienti da Lugo (due aziende), Bagnacavalllo (una), Fusignano (una) e Russi (una). In tutto diciannove eccellenze provinciali che porteranno questa parte del made in Romagna enologico alla ribalta internazionale. Nello specifico, per Faenza le cantine e le aziende presenti saranno Poderi Morini, Ancarani, Ferrucci, Campanacci, Cantine Intesa, Zerbina, Callegati, Cevico, la Berta, la Sabbiona, Spinetta, Tenuta Massellina e Trerè. A queste si aggiungerà anche la delegazione del Consorzio vini di Romagna. Grazie all' ente di tutela con sede a Tebano, la testimonianza vitivinicola della Romagna acquisterà maggiore spessore. Le aziende presentate e ospitate dal Consorzio sono: Bartolini, Braschi/Eroica, Tenuta Casali (Mercato Saraceno), Galassi Maria Daniela (Cesena), Bissoni, Campodelsole, Celli, Fattoria Paradiso, Madonia, Tenuta La Viola, Villa Trentola (Bertinoro) Fattoria Nicolucci (Predappio), Marta Valpiani (Castrocaro), Ancarani, Campanacci, Conti Leo ne, Gallegati, La Sabbiona, Spinetta (Faenza), Tenuta Uccellina ( Russi), Longanesi (Bagnacavallo), Zuffa (Imola), Branchini (Dozza), Palazzona di Maggio (Ozzano). Ricco il programma che si alternerà alla parte espositiva. «Ogni giorno spiega il presidente Giorgio Zinzani il Consorzio vini di Romagna organizza eventi e iniziative. Si parte ovviamente oggi con la degustazione "Albana Docg: perla dei grandi bianchi italiani, rara e preziosa". Proseguiremo domani con la presentazione di un' importante scoperta documentaristica dedicata alle radici del Sangiovese nel '600 romagnolo, con lo storico Giuseppe Sangiorgi». E ancora, prosegue Zinzani: «Martedì proporremo una degustazione dedicata a "Romagna Sangiovese Riserva 2011: l' eccellenza romagnola, ora con menzione geografica". Infine mercoledì avremo la presentazione di "Anteprima del Romagna Sangiovese, Riserva storica e Albana Dei"». Non mancherà durante la quattro giorni veronese anche la proposizione al grande pubblico della convivialità e della qualità gastronomica faentina. «Ogni giornoci tiene a sottolineare il presidente Continua > 5

8 Pagina 13 < Segue Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) economia e lavoro Zinzani dalle 12 alle 13 i visitatori potranno deliziarsi con l' aperitivo romagnolo a base di vini bianchi e rossi romagnoli abbinati a golose specialità mentre alle 17 offriremo l' inimitabile merenda romagnola, con Albana passito e i tradizionali zuccherini». Sulla fiera più importante a livello nazionale. il presidente del Consorzio romagnolo non nasconde come «le attese sono elevate. Il Vinitaly è l' unica manifestazione nazionale di rilievo mondiale e ogni espositore vuole presentarsi al meglio». Per questo «il nostro Consorzio affronta questa edizione con uno sforzo economico importante, deciso a ribadire coi suoi 103 soci di credere nella Romagna del vino e in un percorso di valorizzazione delle nostre Dop in Italia e nel mondo». Riccardo Isola. 6

9 Pagina 9 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) politica locale SINISTRA CON RUSSI IL SÌ DI LINO BONDI. E Fabrizio arruola il partigiano?andrea' COLPACCIO della lista?la sinistra per Russi' che candida al consiglio comunale un personaggio come Lino Bondi. Il comandante partigiano Andrea, 91 anni, da venti lontano dalla politica attiva, ha accettato l' invito del giovane candidato sindaco Nicola Fabrizio, e correrà per la carica di consigliere comunale con la lista de?la sinistra per Russi Bene Comune'. Bondi è stato segretario della Camera del lavoro di Russi, vicesindaco per oltre quindici anni, dirigente di primo piano del PCI dal 1943 nonché fondatore e per venti anni presidente della più grande associazione di volontariato locale il centro sociale Porta Nova. Sempre attivo e vicino ai più giovani è spesso invitato nelle scuole di Russi dove trasmette i valori della Resistenza, giustizia, eguaglianza, libertà e la sua esperienza di lotta antifascista e di difesa della Costituzione. Ha scritto ultimamente un libro?anni indimenticabili' nel quale racconta la storia della sua vita. Il ricavato della vendita lo ha donato all' istituto comprensivo di Russi. «Vedo in questi giovani che hanno dato vita a?la sinistra per Russi Bene comune' e nelle loro idee ha commentato Lino Bondi la continuazione delle battaglie democratiche per i diritti e le libertà che hanno caratterizzato la mia vita fin dalla giovinezza». 7

10 Pagina 9 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) politica locale POLITICA LA PRESENTAZIONE DELLA LISTA?LIBERARUSSI' «In questi anni siamo cresciuti Eccoci pronti a governare» L' obiettivo?«condividere le scelte con i cittadini» «RIDIAMO un' anima a Russi, ridiamo la città ai suoi cittadini, ridiamo un governo alla città». È questo il progetto spiegato ai cittadini da Enrico Conti candidato sindaco della lista civica LiberaRussi e dei suoi alleati Forza Italia, Udc e Ncd. «Vogliamo governare la città facendo scelte politiche condivise coi cittadini. Non rinviando decisioni, e tantomeno delegando ad altri le soluzioni per l' interesse della città». Conti ha tracciato le linee del suo programma, nel corso di un incontro tenutosi venerdì sera nella sala Pier Franco Ravaglia del centro culturale. Una settantina i presenti. A fianco del candidato due fra i fondatori di LiberaRussi Verter Barnabè e Emilio Vita e il segretario comunale di Forza Italia Marco Bertozzi. BARNABÈ ha definito il sindaco Retini «un pericolo per Russi per la sudditanza dimostrata verso Powercrop» ( la società che deve realizzare la centrale a biomasse) e ha sottolineato come il via libera alla centrale non segni la chiusura di un percorso, ma l' apertura di un altro ben più delicato: il capitolo salute, «perché l' incenerimento in aree già critiche è un problema. E a un sindaco che non ha mostrato il minimo coraggio politico non può essere affidata la gestione dell' osservatorio, al momento senza risorse e competenze, che dovrebbe garantire la salute dei cittadini. Per questo e perché vogliamo essere noi assieme ai cittadini a governare la città abbiamo deciso di allargare LiberaRussi, chiedendo ai partiti di opposizione di abbandoare le appartenenze ed unirsi alla nostra lista civica». «Libera Russi è nata più di cinque anni fa ha esordito poi Conti in questi anni è cresciuta e oggi riteniamo di avere le competenze per governare». Ha poi ricordato la «pesante eredità che lascia quest' amministrazione». In primo luogo la centrale a biomasse, di cui neppure «dalla lettura dell' opuscolo patinato arrivato a casa di tutti i cittadini, si desume quanti saranno i posti di lavoro creati dalla centrale«. La Calderana, la problematica discarica dei rifiuti solidi urbani e la discarica d' amianto. «Una questione non affrontata? ha detto su cui ora gravano un' ingiunzione della Provincia e una richiesta danni per 650mila euro». Il leader di LiberaRussi ha ribadito che le soluzioni ai problemi, dal bilancio, alla Calderana al Piano regolatore, vanno prese coinvolgendo i cittadini. Ha parlato di certificazione Emas per Russi e della «valorizzazione dei prodotti tipici, non con le parole, ma partendo dalle coltivazioni. Riappriopriamoci di servizi come la raccolta rifiuti, che possiamo fare meglio, e dei nostri Continua > 8

11 Pagina 9 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) politica locale spazi culturali: dal teatro Comunale, alla biblioteca, privi d' anima perché gestiti da estranei a Russi». 9

12 Pagina 14 La Voce di Romagna politica locale ELEZIONI LiberaRussi ha presentato il programma Le priorità tutela di ambiente e salute ma anche sviluppo sostenibile e partecipazione. Qui per ridare voce a tutti i cittadini' asta con le scelte calate dall' alto, basta con il futuro del nostro territorio svenduto all' industriale di turno, basta con questa amministrazione Retini, pericolosa per Russi e per i suoi cittadini". Si è aperta con un chiaro invito a 'voltare pagina' quello lanciato a tutti i presenti e a tutti i russiani dall' ex Pci Verter Barnabè, medico di base nonché socio fondatore di LiberaRussi la presentazione pubblica delle fondamenta del programma elettorale che la lista civica sta ultimando in vista delle amministrative del 25 maggio. Davanti ad una platea eterogena, molti giovani, pensionati, ma anche commercianti e imprenditori locali, la civica all' interno della quale sono confluite anche alcune forze di centrodestra, Forza Italia, Ncd e Udc ha illustrato le priorità per il territorio. Dopo l' introduzione affidata al medico, l' incontro moderato dal responsabile della Fondazione Ravenna Festival Emilio Vita, già eletto in Consiglio tra le fila di LiberaRussi è proseguito con l' intervento del candidato sindaco Enrico Conti. Il libero professionista 59enne, titolare di uno studio di progettazione, ha esordito toccando ancora una volta il tema della centrale a biomasse Enel Powercrop, "impianto che ci è stato imposto dall' amministrazione uscente serva delle potenze industriali e sorda alla contrarietà espressa dalla maggioranza dei cittadini impianto le cui ricadute locali da punto di vista occupazionale restano incerte, mentre certo è l' impatto ambientale negativo che esso avrà sul nostro territorio, territorio non ci stanchiamo mai di dirlo, ha aggiunto il candidato da sempre vocato all' agricoltura di qualità". Il messaggio lanciato da Conti è chiaro: "Serve responsabilità di governo per gestire la fase che verrà, quella dei controlli ambientali sulla centrale, sarebbe infatti un clamoroso autogol lasciare che i controllati siano anche controllori". Secondo Conti, infatti, "sinora Powercrop ha comandato e l' amministrazione obbedito silente. Ne è prova, ad esempio conclude il candidato sindaco la vicenda della nuova sede del centro Paradiso (ne diamo notizia nell' articolo a fianco ndr.), scelta non dal Comune, bensì da quell' azienda alla quale sino ad oggi, grazie a Retini, nella nostra Russi tutto è stato concesso". Chiusura affidata a Marco Bertozzi, responsabile Forza Italia Russi, il quale si è detto certo che "dal 25 maggio si aprirà una nuova pagina per la città, una pagina che finalmente vedrà i russiani protagonisti delle scelte che li riguardano". 10

13 Pagina 47 La Voce di Romagna politica locale Le categorie veglino Si fa un gran parlare dell oggetto della seguitissima trasmissione "Striscia la notizia " commentata dall' opinione pubblica locale con grande disappunto poiché tratta un argomento assai delicato e di annosa diatriba e cioè del lavoro in nero eseguito da numerosi dipendenti a favore di altrettanti alberghi riminesi. Naturalmente non voglio prendere le parti di coloro che stanno contro la legge ma, essendo anche io albergatrice e, per forza di cose, costantemente a contatto con le problematiche lavorative sia da una parte che dall' altra, mi sento di esternare ai lettori alcuni miei punti di vista. Tengo, in primis, a ricordare che in un albergo come per esempio il mio che offre agli ospiti un servizio di pensione completa (prima colazione del mattino, seconda colazione pranzo del mezzogiorno pranzo seralecena) il lavoro inizia alle 7 e si conclude alle 21. Come è evidente le ore sono 14 ma quelle effettivamente lavorate da ogni addetto non superano le 8 (frammentate poiché sottostanti al consumo dei pasti in hotel e alla pausa postprandiale che di solito si svolge dalle 15 alle 18, inoltre non tutti i dipendenti arrivano e vanno alla stessa ora). Non credo di essermi allontanata di molto da quello che effettivamente è la realtà del servizio negli alberghi di Rimini, anzi, se così fosse, prego coloro che hanno un' idea diversa dalla mia di riferirmela! Ora, il contratto collettivo del lavoro nel settore del turismo, propone un turno per ogni dipendente di 6 ore e 40 minuti: voi capite che se questi orari non vengono portati ad almeno 8 ore al dì, tutti gli albergatori di Rimini e non solo di Rimini ma di tutto il mondo, ben difficilmente riusciranno a non essere definiti "EVASORI" poiché, per amore e per forza, con il servizio di pensione completa (8 ore complessive quotidiane), che si deve ricoprire per erogare tutti i servizi richiesti dal cliente, anche facendo un miracolo, difficilmente si starebbe dentro i tempi esigiti dalla legge. Allora, visto inoltre che quasi nessuno, per non dire NeSSUNO, per dispendio di economie ( la contribuzione mensile dovuta ad ogni dipendente è pari circa alla metà dello stipendio stesso), può permettersi di assumere altri dipendenti per fare un doppio turno, succede che i dipendenti assunti debbano lavorare quelle famose 8 ore (d' altronde cari colleghi quante ore lavoriamo noi? E noi, d' estate, ce l' abbiamo il giorno di riposo?). Se invece si pensasse a detassare per esempio le assunzioni di donne lavoratrici o ragazzi, qualcuno, di certo, comincerebbe ad assumerne, anche se, sinceramente, un lavoro di 8 ore mi sembra più che umano! Questo è a mio modesto parere il nocciolo della questione. Ora, per affrontare l' altro discorso e cioè: dipendenti che lavorano per pochi euro al giorno, vorrei ricordare che, se degli alberghi accettano clienti a prezzi irrisori (si parla di 7 euro a notte per i russi), mi sembra ovvio che o paghino poco i dipendenti, o non li paghino per niente! Quindi anche qui ci sarebbe da focalizzare la questione da stanare e far chiudere, per il bene della Riviera, questo tipo di strutture. Per quanto riguarda la signora albergatrice intervistata dalla Voce nell' articolo del 3 Aprile che dichiara che la sua dipendente prende una paga mensile di euro ed è Continua > 11

14 Pagina 47 < Segue La Voce di Romagna politica locale ospitata direttamente da lei in albergo, penso che costei possa ritenersi fortunata perché una camera in affitto, per chi non lo sapesse, costa da i 250, ai 350 euro al mese altrimenti c' è la macchina dove, se la dipendente non è Patrizia Balducci Albergatrice a Rimini approccio che secondo me è sbagliato. In questa società disordinata dove ci si prende cura con attenzione delle proprie cose ormai solo raramente servirebbe cominciare dalla salute. Per una donna che non desidera figli una contraccezione regolare quotidiana consente di vivere il proprio rapporto di coppia con grande tranquillità invece di avere l' ansia di dover ricorrere alla pillola del giorno dopo. Dott. Alessandro Bovicelli 12

15 Pagina 6 Il Sole 24 Ore pubblica amministrazione L' asse sulle riforme. Forza Italia rilancia premierato forte e presidenzialismo Il nodo dell' agibilità politica del leader: dalla prossima settimana torno in tv. «Buona riforma o chiudere il Senato» Berlusconi: avanti, ma non a tutti i costi Poi precisa: il patto resta, critici sulla composizione LA NOTA SERALE «Fi resta una convinta sostenitrice della necessità di riformare il Senato, a partire da quanto stabilito al Nazareno» LA STRATEGIA DEGLI AZZURRI Gasparri: «Il punto è che dobbiamo uscire dalla sudditanza psicologica, noi siamo più moderni di lui. Stiamo al tavolo, ma in piedi» Emilia Patta ROMA «O facciamo una buona riforma o tanto vale chiudere il Senato del tutto. Così è assolutamente inaccettabile e indigeribile». E ancora: «La prima riforma da fare è l' elezione diretta del presidente della Repubblica, poi occorre dare più poteri al premier». Silvio Berlusconi, reduce dal ricovero per il ginocchio («mi faceva "Giacomo Giacomo" non per paura, ma per il mio passato da centometrista», ha provato a scherzare), sembra intenzionato a tornare in campo con forza nonostante l' avvicinarsi del 10 aprile, quando conoscerà il suo destino di condannato per il caso Mediaset (o arresti domiciliari o affido ai servizi sociali). E in un intervento telefonico durante un' iniziativa di Fi a Milano detta i suoi paletti sul disegno di legge costituzionale messo in campo da Matteo Renzi che abolisce il Senato elettivo, riforma il Titolo V della Costituzione e cancella dalla Costituzionale le Province e il Cnel. Tuttavia l' obiettivo non sembra essere quello di far saltare il patto stipulato con Renzi nell' ormai famoso incontro del Nazareno su Italicum e pacchetto riforme. Lo dice lo stesso Berlusconi scrivendo in serata una nota di suo pugno: «Forza Italia resta una convinta sostenitrice della necessità di riformare il Senato, a partire da quanto stabilito nel cosiddetto patto del Nazareno: ovvero la fine del bicameralismo, la fine degli indennizzi dei componenti di quella Camera in modo da non gravare sulle tasche dei cittadini, la designazione degli stessi in modo equo e rappresentativo delle realtà territoriali. Su queste basi rassicura Forza Italia è pronta a discutere ogni dettaglio per modificare e rendere più efficiente il Parlamento della Repubblica». I toni usati da Berlusconi nella telefonata avevano di certo allarmato e indispettito Palazzo Chigi. E come si vede nella precisazione serale Berlusconi non fa cenno alla non elettività dei senatori, uno dei punti più contestati del Ddl governativo anche tra gli azzurri. Le possibili modifiche a cui si riferisce Berlusconi sono fuori dai quattro paletti irrinunciabili fissati da Renzi, e quindi Continua > 13

16 Pagina 6 < Segue Il Sole 24 Ore pubblica amministrazione accoglibili: i nuovi senatori designati proporzionalmente agli abitanti della Regione, d' altra parte, è una delle richieste dei governatori. Nel mirino di Fi e dei governatori, anche se Berlusconi nella sua nota non ne fa cenno, anche i 21 senatori nominati dal presidente della Repubblica: la loro cancellazione dal Ddl è altra richiesta accoglibile. Il resto anche nella lettura di Palazzo Chigi, che guarda con fiducia al cammino della riforma costituzionale è materia da campagna elettorale, con sondaggi drammatici per Fi (Pd al 33% e Fi e Grillo alla pari attorno al 21%) e il 25 maggio delle europee alle porte, agibilità politica o meno. La parola d' ordine è dunque alzare l' asticella, dettare condizioni, guadagnare visibilità e differenziarsi. Le parole di fuoco di Berlusconi nella telefonata al circolo di Milano sono arrivate non a caso dopo che in mattinata è stato diffuso sulla rete un eloquente fuori onda tra Maria Stella Gelmini e Giovanni Toti (si veda fotonotizia a fianco). Il retroscena che si fa scena. «Non sa cosa fare con Renzi. Ha capito che questo abbraccio mortale ci sta distruggendo ma non sa come sganciarsi», diceva nel fuori onda il consigliere politico di Berlusconi all' ex ministra che gli chiedeva dell' umore del leader. «Siamo preoccupati dall' abbraccio con Renzi conferma poi Toti "in chiaro". Questo non vuole dire far saltare il tavolo perché noi per le riforme ci siamo, ne vogliamo di più e migliori». Ecco il punto: differenziarsi per non scomparire nei sondaggi e nelle urne. Spiega Maurizio Gasparri: «Il punto è che bisogna uscire dalla subalternità psicologica, dobbiamo ribaltare. Noi siamo più nuovi, più riformatori e più moderni di lui...». Il tavolo non salta, non è questo in discussione. «Stiamo al tavolo ma stiamo in piedi dice Gasparri. Io presenterò un emendamento sull' elezione diretta del presidente della Repubblica e vediamo se ce lo bocciano». Una bandiera da portare in campagna elettorale, insomma, un modo per poter dire "noi avremmo voluto fare di meglio". Un assaggio della campagna elettorale lo ha dato ieri lo stesso Berlusconi, che è tornato a parlare dell' euro come di «una moneta estera» e della necessità di «rinegoziare tutti i trattati europei firmati in ginocchio di fronte alla Germania» a cominciare dagli «assurdi vincoli del patto di stabilità». Intanto, in attesa della decisione dei giudici il 10 aprile, Berlusconi si dice sicuro che dalla prossima settimana potrà fare liberamente campagna elettorale: «Dalla prossima settimana anche io starò sempre in tv, come Renzi». E ai suoi ripete: «Voglio proprio vedere se i giudici avranno anche il coraggio di togliermi il diritto di parola». RIPRODUZIONE RISERVATA. 14

17 Pagina 15 Il Sole 24 Ore pubblica amministrazione Lotta al sommerso. L' indagine dell' agenzia delle Entrate fotografa il rapporto fra i cittadini e l' amministrazione finanziaria. Evasione, a rischio un contribuente su cinque La mappa premia il Nord «periferico» Bocciate le metropoli e le aree del Centro Sud LA METODOLOGIA Per studiare i comportamenti più diffusi sono utilizzate banche dati pubbliche integrate dal data base dell' Anagrafe. Alessandro Galimberti MILANO Sono 11 milioni 200 mila poco meno di un quarto del numero complessivo i contribuenti italiani a "rischio totale" di evasione alle tasse. E il pericolo più elevato si annida nel centro sud della penisola e nelle zone interne delle isole, dove il bassissimo tenore di vita si sposa con il basso indice di popolazione e con l' alta pericolosità sociale. La radiografia del tax gap stilata dall' agenzia delle Entrate in realtà uno screening per comprendere i bisogni dei contribuenti e le realtà territoriali da controllare, ha detto il direttore Attilio Befera nell' audizione alla Commissione finanze in Senato di mercoledì scorso disegna un' Italia divisa in otto aree, spesso contigue e sovrapposte, ma con alcuni andamenti e delle direttrici chiare. Il Nord, per esempio, da est a ovest è una sorta di affidabile paradiso per l' agenzia fiscale, ma a condizione di stare lontano dalla metropoli milanese a rischio medio alto di evasione e dalla dorsale dei capoluoghi produttivi, dove la tentazione di "fuga" dall' adempimento è più alta rispetto alle Langhe, all' alto Triveneto o all' area emilano romagnola, solo per fare alcuni esempi. L' indice di rischio sale invece vertiginosamente da Roma che come Milano è in zona quasi rossa in giù, coprendo l' intero mezzogiorno della penisola. Il rischio fiscale totale, elaborando i 36 indici utilizzati dall' agenzia delle Entrate, riguarda in modo simmetrico il basso Tirreno, il basso Adriatico e la zona ionica, con l' entroterra a fare da cuscinetto sotto la categoria di "alta pericolosità fiscale". Sono queste le aree che pesano di più nei 90 miliardi di "tax gap" calcolati dall' Agenzia solo di Iva e di Irap, contribuzioni e tasse locali escluse nello studio consegnato in Parlamento in settimana (si veda Il Sole 24 Ore del 3 aprile) che misura il divario tra quello che il fisco dovrebbe incassare e quello che raccoglie concretamente: colpa, comunque, non solo dell' evasione ma anche di errori e di impossibilità a pagare il dovuto per mancanza di liquidità. Dato per assodato che lo studio non ha per obiettivo di criminalizzare tagli geografici di popolazione Continua > 15

18 Pagina 15 < Segue Il Sole 24 Ore pubblica amministrazione tanto da non aver seguito neppure esattamente i confini amministrativi del Paese è interessante capire i parametri utilizzati. Che sono innanzitutto originati da banche dati pubbliche, diffuse dalle principali istituzioni ed enti di ricerca, integrati con il data base dell' Anagrafe tributaria e infine classificati in sette categorie e 36 variabili. L' indice di densità del bacino di utenti è quindi la somma delle dichiarazioni fiscali (persone fisiche e giuridiche) e di atti successori da qui le due macro aree metropolitane con «forte dinamismo produttivo, alto tenore di vita e medio/alta pericolosità fiscale» mentre la variabile di rischio di evasione è tarata anche sul tasso di fallimenti delle imprese e quello dei protesti. Ancora, la pericolosità sociale viene calcolata su sei parametri, tra cui l' indice dei reati contro la persona e contro il patrimonio, il contrabbando e i reati di stampo mafioso, mentre il tenore di vita di una comunità viene stimato sui depositi bancari, sul patrimonio immobiliare, le immatricolazioni di auto, i consumi elettrici pro capite, i rifiuti prodotti, le pensioni erogate, l' occupazione/disoccupazione e i premi assicurativi del ramo vita. A corollario dell' Italia in controluce (fiscale) le Entrate hanno scelto infine i parametri della maturità della struttura produttiva (Irap, anche della piccola industria e dell' agricoltura, e tasso di lavoro autonomo), oltre al livello della tecnologia dei servizi (in sostanza le transazioni dematerializzate "no cash") e infine la disponibilità di infrastrutture di trasporto. Per scoprire alla fine, ancora una volta, che di Italie ce ne sono tante. Anche per il Fisco. RIPRODUZIONE RISERVATA La situazione nelle province L' anticipazione La mappa regionale del rischio evasione è stata anticipata giovedì 3 aprile dal Sole 24 Ore. Una vera e propria "geografia del sommerso" in Italia (che ammonta a 90 miliardi di imposte evase), con le indicazioni sul "tax gap" Irpef, Ires, Iva e Irap. Cifre dalle quali è emersa, tra l' altro, una classifica che fa registrare i rischi maggiori in Campania, Calabria e Puglia. ALESSANDRO GALIMBERTI 16

19 Pagina 40 Il Sole 24 Ore pubblica amministrazione guido carli ( ) Il filo della nostra storia Piero Craveri Questo volume su La figura e l' opera di Guido Carli è l' ultimo di una serie di altri, dedicati ai suoi scritti e discorsi, e contiene quarantacinque interviste a personaggi eminenti della cultura e del mondo finanziario e politico, realizzate dal nipote, Federico Carli. Raramente raccolte siffatte, al di là di qualche suggestione e precisazione, hanno la sostanza di un meditato contributo su avvenimenti e problemi, in questo caso della nostra storia nazionale. Passaggi decisivi di essa vengono invece illuminati da molte di queste interviste, con notizie inedite e fatti rimasti ignoti. Così è, ad esempio, per il ruolo che Carli, come governatore della Banca d' Italia, ebbe nella prima difficile congiuntura, dopo gli anni del "miracolo economico" del '62 '63 (Emilio Colombo Giovanni Pieraccini); nella crisi della bilancia dei pagamenti del '73 '74 (Antonio Fazio Giorgio La Malfa); nell' impegno risolutivo che profuse, come ministro del Tesoro, in sede europea per superare gli ostacoli dell' ingresso dell' Italia nell' euro (Gianni De Michelis Mario Sarcinelli Mario Draghi). Non mancano critiche all' opera sua complessiva di governatore della Banca d' Italia, di cui la più ragionata è quella di Giuliano Amato (ce ne sono altre dello stesso tenore di La Malfa e Luigi Spaventa), che critica a fondo la politica economica dei governi, a partire dalla seconda metà degli 60, e nota che Carli «aveva una qualità assolutamente superiore alla media e quindi superiore a quella dei politici» e avrebbe potuto «esercitare un potere di bilanciamento più forte di quello che lui riteneva istituzionalmente di poter esercitare», limitando invece «il suo compito alla riduzione del danno». Le qualità di Guido Carli erano, invero, eccezionali: una conoscenza profonda della teoria economica, una capacità di sintesi nell' attuazione concreta della politica economica e monetaria, una determinazione e rapidità a individuare gli strumenti e le soluzioni convenienti e una chiarezza di esposizione in qualsiasi circostanza, per iscritto con una prosa lineare, a voce, non solo in italiano ma allo stesso modo in inglese, francese e tedesco. Commemorandolo, Andreotti ricordava che quando entrava nella sala del consiglio, solo per lui, gli altri ministri si alzavano in piedi. Esercitava una suggestione particolare nei suoi interlocutori, anche nei consessi internazionali, per la fama che si era acquisito di portare ordine e chiarezza nelle più complesse questioni. Di un tale personaggio, nella riflessione postuma, vien naturale chiedersi se poteva fare di più per arrestare quella progressiva rottura, operata dalla classe politica, degli argini entro cui avrebbe potuto consolidarsi lo sviluppo Continua > 17

20 Pagina 40 < Segue Il Sole 24 Ore pubblica amministrazione italiano, dopo la rapida ascesa del primo ventennio postbellico. E ciò considerando che egli, come governatore della Banca centrale, fu uno sperimentato costruttore di dighe e canali che consentirono all' Italia di conquistare e mantenere un posto di primo piano tra i Paesi con cui si confrontava. Ma non poteva correggere il male più interno della democrazia italiana, in cui la sinistra fu a lungo, nella sua maggioranza, anticapitalista, mentre la Democrazia cristiana si assumeva la responsabilità di difendere l' assetto istituzionale proprio di un' economia di mercato, integrata con gli altri Paesi dell' Occidente, gestendola tuttavia principalmente al fine di consolidare il proprio potere politico, senza un' idea chiara di come la struttura economica del Paese andasse consolidata, ai fini della continuità dello sviluppo. Dei tanti momenti di questa storia che, attraverso le interviste, è possibile esplorare, la vicenda della trattativa che condusse al trattato di Maastricht, di cui Guido Carli fu protagonista, produce tuttora i suoi effetti cogenti e conclude anche un processo storico che era iniziato trenta anni prima. Carli in principio era contrario alla moneta unica. Già nel 1970 Monet gli aveva affidato l' incarico di formularne un progetto e aveva declinato l' invito. Nel 1989 fu Andreotti a chiamarlo ad assumere tale compito, come ministro del Tesoro. Accettò un mandato in bianco sul come condurre la trattativa per conto dell' Italia. Non lo ebbe invece sulla politica di bilancio, per contenere il debito, che durante il suo mandato fece l' ultimo balzo in avanti, dal 90 a oltre il 110 per cento. Non gli fu facile sostenere questi esiti dinnanzi agli altri contraenti europei, specie i tedeschi e gli olandesi. Questi ultimi volevano fissare una soglia al 60% per il debito e al 3% per il deficit. Ottenne che invece della soglia fissa si considerasse lo sforzo tendenziale di ciascun Paese a convergere verso questi parametri, ponendo le condizioni perché l' Italia entrasse nell' euro dalla finestra. Nella complessità di quella trattativa il suo prestigio e le sue capacità di negoziatore raggiunsero il risultato. Restava convinto che, entrando, l' Italia doveva fare uno sforzo immane per adeguarsi ma, come scrisse nelle sue memorie, riteneva anche che solo con quei «vincoli esterni» la classe politica avrebbe trovato l' ostacolo necessario alla sua «dissennatezza» nel gestire le politiche del bilancio statale. Carli vedeva inoltre come complemento indispensabile del trattato sulla moneta quello sull' unione politica che, negli stessi anni in cui si formulavano le regole dell' euro, aveva preso ad avviarsi, per poi concludersi nel nulla dei Consigli europei di Nizza e Lisbona. L' Italia entrò nell' euro, non adeguando per intero la sua economia al sistema nuovo di regole che aveva sottoscritto, privandosi nel contempo degli strumenti sovrani che fino ad allora gli avevano concesso di galleggiare. Carli in quella trattativa aveva garantito alcuni proficui margini. La soglia del deficit al 3 per cento, nel trattato di Maastricht, doveva valere al momento dell' ingresso nell' euro, poi assumere il suo carattere tendenziale. A conclusione dell' ultima fase di introduzione della moneta unica fu chiesto all' Italia di firmare anche un patto di stabilità che rendeva permanente la soglia del 3 per cento. Il governo Prodi Ciampi aderì senza un voto del Parlamento. Giuseppe Guarino, che è autore in questa collana dedicata a Carli di un volume complessivo sulla sua opera, ha sollevato obiezione su questo vulnus procedurale, non sanato dall' ulteriore vincolo del fiscal compact, che invece ha avuto l' approvazione parlamentare. E altri vincoli possono ancora arrivare, molto oltre la medicina che Carli aveva ritenuto di dover prescrivere. RIPRODUZIONE RISERVATA La figura e l' opera di Carli. Testimonianze, a cura di Federico Carli, Bollati Boringhieri, Torino, pagg. 758, 60,00. 18

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO 943 REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. R. Brunetta per Il Giornale 5 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Di imbrogli,

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi:

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi: I costi della crisi In Italia, dall inizio della crisi: Licia Mattioli abbiamo perso 9 punti di PIL abbiamo perso il 25% della produzione industriale il reddito disponibile è calato dell 11% in termini

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli