DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI A.S. 2013/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI A.S. 2013/2014"

Transcript

1 DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI A.S. 2013/

2 CONSIGLIO FEDERALE... 6 SETTORI COMMISSIONI - UFFICI FEDERALI... 7 COMITATI REGIONALI... 9 LEGHE NAZIONALI CAPITOLO I PARTE A NUOVA AFFILIAZIONE RIAFFILIAZIONE ABBINAMENTI CAMBIO DENOMINAZIONE SOCIALE E DI ASSETTO GIURIDICO TRASFERIMENTO DI SEDE SOCIETA SATELLITE FUSIONI PARTE B ISCRIZIONI CAMPIONATI NAZIONALI - REGIONALI UNDER 21 GIOVANILI REQUISITI - PARAMETRI OBBLIGHI DISPOSIZIONI CAMPIONATI MASCHILI NAZIONALI REGIONALI - UNDER 21 GIOVANILI DISPOSIZIONI CAMPIONATI FEMMINILI NAZIONALI - REGIONALI - GIOVANILI ISCRIZIONE A REFERTO OBBLIGHI GIOVANILI SANZIONE PER MANCATO RISPETTO DEGLI OBBLIGHI UNDER SANZIONE PER MANCATO RISPETTO LIMITE OVER ORGANIZZAZIONE CAMPIONATI GIOVANILI NORMATIVA SOCIETA SATELLITE CAPITOLO II CAPITOLO III GIRONI GIORNI E ORARIO DI GARA SPOSTAMENTO GARE RECUPERI GARA CAUSA DI FORZA MAGGIORE CAPITOLO IV DIMENSIONI VERIFICA DI IDONEITA ALLO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA AGONISTICA AREA DEI 3 E FONDO DEL CAMPO CAMPI SCOPERTI PRIORITA UTILIZZO NORME TECNICHE NORME DI SICUREZZA

3 SPOGLIATOI SQUALIFICA DEL CAMPO DI GIOCO CAPITOLO V DISPOSIZIONI SANITARIE (art. 34 [1], b) ATTREZZATURA INDISPENSABILE PER TUTTI I CAMPIONATI ATTREZZATURA OBBLIGATORIA PER I SEGUENTI CAMPIONATI NAZIONALE ATTREZZATURA OBBLIGATORIA PER I CAMPIONATI REGIONALI-UNDER 21-GIOVANILI ATTREZZATURA DI RISERVA OBBLIGATORIA PER I CAMPIONATI PALLONI PRE-GARA GARE IN CAMPO NEUTRO GARE A PORTE CHIUSE RIMBORSI PER GARE NON DISPUTATE PARTECIPAZIONE TESSERATI A GARE - ISCRIZIONE A REFERTO E RICONOSCIMENTO UFFICIALI DI CAMPO-DIRIGENTI-TESSERATI E SPEAKER RILEVATORI STATISTICHE ASSENZA UFFICIALI DI CAMPO COLORE MAGLIE E NUMERAZIONE COMMUTAZIONE SQUALIFICA TESSERATI (art.49 e 50 R.G.) SCRITTE E SLOGAN SU ABBIGLIAMENTO GARA MINUTO DI RACCOGLIMENTO IN OCCASIONE DI GARE UFFICIALI CAPITOLO VI DATE SVOLGIMENTO CAMPIONATI NAZIONALI MASCHILI LEGADUE DIVISIONE NAZIONALE B DIVISIONE NAZIONALE C FORMULE DI SVOLGIMENTO CAMPIONATI NAZIONALI MASCHILI LEGADUE DIVISIONE NAZIONALE B DIVISIONE NAZIONALE C CAPITOLO VII DATE SVOLGIMENTO CAMPIONATI NAZIONALI FEMMINILI CAMPIONATO NAZIONALE A1 FEMMINILE CAMPIONATO NAZIONALE A1 FEMMINILE CAMPIONATO NAZIONALE A2 FEMMINILE CAMPIONATO NAZIONALE A3 FEMMINILE CAPITOLO VIII ) REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA )NORME PROCEDURALI PER LA PRESENTAZIONE DEI RICORSI ) MODALITÀ AMMINISTRATIVE PROCEDURA OMOLOGAZIONE GARE COPPA ITALIA MASCHILE E FEMMINILE (CONCENTRAMENTI) E FINALI SCUDETTO DI A1 FEMMINILE CAPITOLO IX LIMITE ISCRIZIONE A REFERTO

4 CAMPIONATI MASCHILI CAMPIONATO C REGIONALE CAMPIONATO D REGIONALE CAMPIONATO PROMOZIONE MASCHILE CAMPIONATO 1ª DIVISIONE MASCHILE CAMPIONATO 2ª DIVISIONE MASCHILE CAMPIONATI REGIONALI A LIBERA PARTECIPAZIONE CAMPIONATI FEMMINILI CAMPIONATO B FEMMINILE REGIONALE CAMPIONATO REGIONALE C FEMMINILE CAMPIONATO PROMOZIONE FEMMINILE CAMPIONATI REGIONALI A LIBERA PARTECIPAZIONE CAPITOLO X CAPITOLO XI MASCHILI CAMPIONATO UNDER CAPITOLO XII DIVISIONE NAZIONALE GIOVANILE MASCHILI CAMPIONATO DNG UNDER 19 MASCHILE Trofeo Giancarlo Primo CAPITOLO XIII CAMPIONATO UNDER 17 ECCELLENZA Trofeo Claudio MONTI CAMPIONATO UNDER 15 ECCELLENZA Trofeo Claudio PAPINI CAMPIONATO UNDER 19 ELITE TROFEO MARIO DELLE CAVE CAMPIONATO UNDER 19 REGIONALE CAMPIONATO UNDER 17 ELITE CAMPIONATO UNDER 17 REGIONALE CAMPIONATO UNDER 15 ELITE CAMPIONATO UNDER 15 REGIONALE CAMPIONATO UNDER 14 ELITE* CAMPIONATO UNDER 14 REGIONALE* CAMPIONATO UNDER 13 ELITE* CAMPIONATO UNDER 13 REGIONALE* NORME PER I CAMPIONATI UNDER 14 E UNDER 13 MASCHILE CAPITOLO XIV FEMMINILI CAMPIONATO UNDER Trofeo Vittorio TRACUZZI CAMPIONATO UNDER Trofeo Roberta SERRADIMIGNI

5 CAMPIONATO UNDER CAMPIONATO UNDER 13* CAMPIONATO UNDER 14* NORME PER I CAMPIONATI UNDER 14 E UNDER 13 FEMMINILE CAPITOLO XV TORNEO NAZIONALE 3 vs TROFEO ESORDIENTI

6 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Sede: Via Vitorchiano, ROMA CONSIGLIO FEDERALE Presidente Giovanni Petrucci Vicepresidente Vicario Gaetano Laguardia Vicepresidente Anna Cremascoli Consiglieri Federali Angela Albini Eugenio Crotti Giovanni Del Franco Mario Di Marco Cristiano Zanus Fortes Giancarlo Galimberti Sandra Palombarini Stefano Persichelli Marco Petrini Giannetto Zappi Rappresentante Consulta Nazionale Enrico Alberto Ragnolini Commissario CIA Gaetano Laguardia Presidente CNA Giovanni Piccin COLLEGIO REVISORI DEI CONTI Presidente Claudio Bruni Componenti Tommaso Coppola (Coni) Sergio Breglia (Coni) SEGRETARIO GENERALE Maurizio Bertea VICE SEGRETARIO GENERALE Claudio Silvestri Daniela Casolino 6 6

7 SETTORI COMMISSIONI - UFFICI FEDERALI UFFICI - COMITATI SETTORI SEGRETERIA PRESIDENTE SEGRETERIA GENERALE S.A. SETTORE AGONISTICO GRUPPO COMMISSARI FAXMAIL 06/ / / GRUPPO VERIFICATORI S.O.T. SETTORE ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE UFFICIO ORGANIZZAZIONE E CONTROLLO 06/ / SETTORE GIOVANILE 06/ SETTORE SCOLASTICO 06/ MINI BASKET 06/ S.S.N. SETTORE SQUADRE NAZIONALI 06/ / / AREE FUNZIONALI AMATORIALE- GRANDI EVENTI 06/ MARKETING UFFICIO TESSERAMENTO ATLETI 06/ UFFICIO 06/ AFFILIAZIONI C.O.S. 06/ COMMISSIONE SANITARIA COMMISSIONE FEDERALE ANTIDOPING 06/ UFFICIO SISTEMI INFORMATIVI C.N.A. COMITATO NAZIONALE ALLENATORI 06/ / C.I.A. COMITATO ITALIANO ARBITRI 06/ DESIGNAZIONI ARBITRI 06/ CAR.FE. COMMISSIONE CARTE FEDERALI 06/

8 ORGANI GIUSTIZIA: GIUDICE SPORTIVO NAZIONALE COMMISSIONE GIUDICANTE NAZIONALE CORTE FEDERALE 06/ COMMISSIONE TESSERAMENTO COMMISSIONE VERTENZE ARBITRALI COMMISSIONE PROCURATORI COM.TE.C. COMMISSIONE TECNICA DI CONTROLLO 06/ / / UFFICIO LEGALE 06/ PROCURA 06/ C.A.T. CONTABILITA AFFILIATE E TESSERATI 06/ AMMINISTRAZIONE 06/ RAPPORTI INTERNAZIONALI E COPPE EUROPEE UFFICIO STAMPA 06/ / UFFICIO PERSONALE 06/ UFFICIO CONTRATTI E FORNITURE 06/ COMMISSIONE IMPIANTI SPORTIVI 06/

9 COMITATI REGIONALI Regione Presidente Indirizzo Città Telefono Fax ABRUZZO Francesco Di Girolamo Via Botticelli, Pescara abruzzo.fip.it BASILICATA Giovanni Lamorte Via Roma c/o Com.Sportivo Potenza basilicata.fip.it BOLZANO Andrea Casolari Piazza Verdi, Bolzano trento.fip.it CALABRIA Alessandro La Bozzetta Via Frangipane, Reggio C calabria.fip.it CAMPANIA Manfredo Fucile P.le G. D Annunzio Napoli campania.fip.it EMILIA Stefano Viale A. De Gasperi ROMAGNA Tedeschi 24/26 Bologna FRIULI Giovanni Via VENEZIA Adami Dei Macelli,5 Trieste venezia- giulia.fip.it GIULIA LAZIO Francesco Lungotevere LIGURIA LOMBARDIA MARCHE MOLISE PIEMONTE PUGLIA SARDEGNA SICILIA TRENTO TOSCANA UMBRIA VALLE D AOSTA VENETO Martini Alberto Bennati Enrico Ragnolini Davide Paolini Marco Lombardi Giorgio Mapelli Margherita Gonnella Bruno Perra Antonio Rescifina Giuseppe De Angelis Simone Cardullo Mario Capociuchi Mario Vietti Bruno Polon Flaminio,80 V.Le Padre Santo 1 c/o Casa delle Federazioni Via Piranesi,46 Via Cameranense C/o Stadio del Conero Roma Genova Milano Ancona Via Nobile, Campo basso Via Giordano Bruno, 191 C.so A. De Gasperi 320 c/o Istituto Di Cagno Abbrescia Torino Bari Via Rockfeller, Cagliari Via della Libertà, Palermo Piazza Fiera, C/O CONI Trento Viale Malta C/O Palasport Firenze Via Martiri Dei Lager,65 Perugia Corso Lancieri 41/a c/o CONI Aosta Via Del Gazzato, Mestre/ VE lazio.fip.it liguria.fip.it lombardia.fip.it marche.fip.it molise.fip.it piemonte.fip.it puglia.fip.it sardegna.fip.it sicilia.fip.it trento.fip.it toscana.fip.it umbria.fip.it Valle-daosta.fip.it veneto.fip.it 9 9

10 LEGHE NAZIONALI Lega di Serie A Presidente Recapiti Viale A.Moro, Bologna Valentino Renzi sito web: Tel. 051/ / Fax 051/ / LEGA NAZIONALE PALLACANESTRO Presidente Recapiti LEGA BASKET FEMMINILE Viale Trastevere, Roma Presidente Paolo De Angelis Recapiti sito web: Tel. 06/ Fax 06/

11 CAPITOLO I NUOVE AFFILIAZIONI RIAFFILIAZIONI NUOVO ABBINAMENTO O RINNOVO CAMBIO DENOMINAZIONE O SEDE SOCIETÀ PARTECIPANTI CAMPIONATI NAZIONALI E REGIONALI 11 1

12 LE ISTRUZIONI PER LE NUOVE PROCEDURE INFORMATICHE SARANNO OGGETTO DI SUCCESSIVE COMUNICAZIONI TUTTE LE COMUNICAZIONI FEDERALI AVVERRANNO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE LA CASELLA SPES PARTE A TUTTE LE PROCEDURE DEVONO ESSERE OBBLIGATORIAMENTE ATTIVATE ATTRAVERSO LA FUNZIONE GESTORE PRATICHE PRESENTE SU FIPonline AL FINE DI OTTIMIZZARE L ARCHIVIAZIONE DIGITALE, TUTTA LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL COMPLETAMENTO DEGLI ISTITUTI DI CUI SOTTO DEVE PERVENIRE IN FORMATO ELETTRONICO O VIA FAX IN RIFERIMENTO ALLE SCADENZE SOTTORIPORTATE SI PRECISA CHE SARA GARANTITA ASSISTENZA SINO ALLE ORE DELLA DATA DI RIFERIMENTO NUOVA AFFILIAZIONE (art115 R.O.) (termini di scadenza: dal 1/07/2013 al 28/02/2014) RIAFFILIAZIONE (termini di scadenza: dal 1/07/2013 al 28/02/2014) ABBINAMENTI (artt. 137, 138 R.O.) (termini di scadenza: deve pervenire 48 ore prima della gara in cui si intende utilizzare il marchio di abbinamento) NUOVO ABBINAMENTO RINNOVO ABBINAMENTO ABBINAMENTO TEMPORANEO MODIFICA DI CONSIGLIO DIRETTIVO (nessuna scadenza) CAMBIO DENOMINAZIONE SOCIALE E DI ASSETTO GIURIDICO (art. 141 comma I e II R.O.) (nessuna scadenza) TRASFERIMENTO DI SEDE (art. 136 lettera a R.O.) (termini di scadenza Campionati nazionali: entro il 9 luglio 2013) 12 1

13 (termini di scadenza Campionati regionali: entro il termine di scadenza iscrizione al Campionato) Il trasferimento di sede viene disciplinato liberamente in tutto il territorio nazionale nei campionati dilettanti di Legadue, DNB e serie A1 e A2 Femminile. Nei campionati di DNC e A3 restano in vigore le macroaree attualmente previste con l estensione alle province confinanti pur non appartenenti alle macroaree. SOCIETA SATELLITE (art. 114 bis R.O.) (termini di scadenza: entro la data di scadenza iscrizione al Campionato della Società satellite) FUSIONI (art.135 R.O.) (termini di scadenza: entro il 9 luglio 2013) Non saranno prese in considerazione istanze di fusioni in cui siano coinvolte Società partecipanti ai Campionati Nazionali non professionisti maschili e femminili. SCISSIONI L ISTITUTO DELLE SCISSIONI NON E CONFERMATO PER L ANNO SPORTIVO 2013/

14 PARTE B ISCRIZIONI CAMPIONATI NAZIONALI - REGIONALI UNDER 21 GIOVANILI REQUISITI - PARAMETRI OBBLIGHI SARA OGGETTO DI SUCCESSIVO COMUNICATO 14 1

15 DISPOSIZIONI CAMPIONATI MASCHILI NAZIONALI REGIONALI - UNDER 21 GIOVANILI CAMP. Iscr. Periodo di Svolgimento Legadue 9/07 Dal 30/9/ Al 11/6/2014 DNB 9/ Dal 30/9/2013 Al 15/6/2014 Obbligo Camp. Giovanili 4 under di diversa categoria di cui 2 d eccellenza (4) 3 under di cui 2 di diversa categoria Iscrizione a referto Obbligo Limite Limite Under Over Prestiti 3 nati 92 e seg. Non previsto Non previsto Vedi circolare (7) Max 5 doppi utilizzi 3 nati 93 e seg. Vedi circolare (7) Non previsto Non previsto Max 5 doppi utilizzi DNC 9/ Dal 6/10/2013 Al 1/6/ under di cui 2 di diversa categoria 3 nati 93 e seg. vedi nota (6) Non previsto Non previsto Max 5 doppi utilizzi C Reg. 15/07 Termine entro il 2 under di diversa 2 nati 93 e A cura C.R. A cura C.R /06/14 categoria seguenti (1) D 22/07 A cura C.R. (2) 1 under 2 nati 93 e A cura C.R. A cura C.R seguenti (1) Prom. 16/09 A cura C.R. (2) A cura C.R. A cura C.R. A cura C.R. A cura C.R ªDiv. A cura A cura C.R. A cura C.R. A cura C.R. A cura C.R. A cura C.R. C.R. 2ªDiv. A cura A cura C.R. A cura C.R. A cura C.R. A cura C.R. A cura C.R. C.R. Under 21 9/09 A cura C.R. * Non previsto 2013 DNG U19 15/07 (5) A cura Non previsto 2013 S. Giovanile Under 19 15/07 Inizio entro il Non previsto Reg. Elite /10/2013 Under 19 9/09 Inizio entro il Non previsto Reg /10/2013 Under 17 Ecc. 15/ A cura S. Giovanile Under 17 Reg. Elite 9/ Inizio entro il 30/11/2013 Under 17 Reg. 9/ Inizio entro il 30/11/2013 Under 15 Ecc. 15/ A cura S. Giovanile Under 15 Reg. Elite 9/ Inizio entro il 30/11/2013 Under 15 Reg. 9/ Inizio entro il 30/11/2013 Under 14 Reg. Élite 9/ (3) Inizio entro il 30/11/2013 Under 14 Reg. 9/ (3) Inizio entro il 30/11/

16 CAMP. Iscr. Periodo di Svolgimento Under 13 Reg. Elite 9/ (3) Inizio entro il 30/11/2013 Under 13 Reg. 9/ (3) Inizio entro il 30/11/2013 3vs3 31/ A cura S. Giovanile NOTE (1) Nelle regioni in cui è prevista l iscrizione a referto di 12 atleti, l obbligo passa da due a quattro. (2) Da concordare il periodo di svolgimento tra le Regioni abbinate per la promozione in C Regionale e tra le Regioni abbinate per la promozione in D Regionale. (3) E facoltà dei Comitati Regionali anticipare o posticipare tale data, dandone comunicazione al Settore Giovanile. (4) Le Società di Legadue sono obbligate ad iscriversi con 4 squadre ai Campionati giovanili di cui 2 di eccellenza. Tuttavia, nel caso in cui in una regione non venga organizzata l attività di eccellenza o per motivi tecnici (mancata qualificazione nella fase precampionato) una Società non maturi la partecipazione all attività di eccellenza, i Comitati Regionali, previa comunicazione al Settore Giovanile, la faranno partecipare a quella regionale (possibilmente elite nelle regioni dove viene organizzata). (5) Le Società interessate devono inviare il modulo di preiscrizione (scaricabile sul sito al Settore Giovanile e al Comitato Regionale competente entro il 30 giugno 2013, fermo restando la formalizzazione dell iscrizione entro il 15 luglio 2013 su Fiponline. (6) sostituire l obbligo di iscrizione a referto degli Under con l obbligo di partecipazione al Campionato Under 21 o Under 19 oltre ad altri 2 Campionati giovanili di diversa categoria. (7) INCENTIVAZIONE PER UTILIZZO ATLETI UNDER CAMPIONATO LEGADUE A.S. 2013/2014 Saranno premiate massimo 10 Società, 5 per girone, Importo totale da assegnare per i premi ,00. Suddivisione importi: 1ª classificata: ª classificata: ª classificata: ª classificata: ª classificata: Premesso che è obbligatorio l iscrizione a referto di 10 atleti, ed ogni società ha a disposizione due visti, il Roster potrà essere composto: - Da minimo 8 atleti di formazione italiana di cui almeno 3 under 22 (opzionale). Tra gli 8 atleti di formazione italiana massimo 1 atleta non formato e già di cittadinanza italiana e tesserato in Italia per un Campionato professionistico entro la data della approvazione della delibera n.451/2012 (14 aprile 2012) oppure già tesserato per i Campionati Nazionali Dilettanti al 30/6/

17 Le società possono scegliere di non schierare gli atleti under di formazione italiana, come previsto, ed in questo caso pagheranno un contributo di 5.000,00 euro per il primo atleta under non inserito in lista N e sostituito da un atleta di età maggiore a quella prevista ed un contributo di ,00 euro per ogni successivo atleta under non inserito in lista N e sostituito da un atleta di età maggiore a quella prevista. Il controllo dell iscrizione degli under in lista N verrà effettuato dalla lega competente, la quale segnalerà al Settore Agonistico le modifiche apportate. La somma verrà addebitata la prima volta che la società non schiererà gli atleti under previsti. A titolo esplicativo, se la Società presenterà una lista con soli due atleti under le verrà addebitato un contributo di 5,000,00 euro e da quella partita potrà giocare con soli due atleti under, se successivamente presenterà una lista con un solo atleta under le verrà addebitato un ulteriore contributo di 10,000,00 euro e via di seguito. Per poter concorrere al premio è necessario che gli under iscritti in lista elettronica siano eleggibili per la Nazionale e che siano stati impiegati per 30 minuti di media complessiva nell 80% delle prime partite della fase di qualificazione (partendo dalla prima gara di campionato). (es: fase di qualificazione che si sviluppa attraverso 30 giornate, si terrà conto dell utilizzo degli atleti under 22 nelle prime 24 giornate di gara). Le formazioni retrocesse di girone e/o di campionato non potranno partecipare alla suddivisione del premio di incentivazione anche in caso di ripescaggio. La Lega di competenza fornirà settimanalmente alla FIP i dati statistici delle giornate della stagione regolare riferite al periodo temporale preso in esame e le relative classifiche di merito riferite all utilizzo di atleti under 22. Le società che avranno diritto al premio di incentivazione riceveranno l accredito dell importo previsto sulla scheda contabile al termine della stagione sportiva. In presenza di lodi l accredito sarà sospeso in attesa della risoluzione degli stessi. In presenza di debiti nei confronti della FIP, l importo verrà utilizzato a compensazione sino a decorrenza del debito. In caso di mancata erogazione, per assenza dei requisiti, di una parte dell importo dei premi di incentivazione previsti, la parte residua verrà suddivisa tra le aventi diritto, dello stesso girone, assegnando il 40% alla prima, il 30% alla seconda, il 20% alla terza ed il 10% alla quarta se le Società da premiare sono quattro oppure il 50% alla prima, il 30% alla seconda ed il 20% alla terza se le Società da premiare sono tre. Nel caso di due sole Società da premiare, alla prima sarà assegnata la somma di ,00 euro ed alla seconda la somma di ,00 euro. Nel caso di una sola Società da premiare alla stessa sarà assegnata la somma di ,00 euro. L importo residuo sarà utilizzato per clinic per i Responsabili dei settori giovanili ed per eventuali raduni di perfezionamento riservato agli atleti under 22 tesserati nei campionati Legadue e DNB. INCENTIVAZIONE PER UTILIZZO ATLETI UNDER CAMPIONATO DNB A.S. 2013/2014 Saranno premiate massimo 8 Società, 2 per girone, con l importo di ,00 ciascuno, che avranno utilizzato nella fase di qualificazione under 21 (obbligatoria l iscrizione nella lista N di almeno 3 under 21). 17 1

18 Per poter concorrere al premio è necessario che gli under 21 siano eleggibili per la Nazionale e che siano stati impiegati per 25 minuti di media complessiva nell 80% delle prime partite della fase di qualificazione (partendo dalla prima giornata). (es: fase di qualificazione che si sviluppa attraverso 30 giornate, si terrà conto dell utilizzo degli atleti under 21 nelle prime 24 giornate di gara). Le formazioni retrocesse di campionato, senza disputare la fase dei playout, non potranno partecipare alla suddivisione del premio di incentivazione anche in caso di ripescaggio. La Lega di competenza fornirà settimanalmente alla FIP i dati statistici delle giornate della stagione regolare e le relative classifiche di merito riferite all utilizzo di atleti under 21. Le società che avranno diritto al premio di incentivazione riceveranno l accredito dell importo previsto sulla scheda contabile al termine della stagione sportiva. In presenza di lodi l accredito sarà sospeso in attesa della risoluzione degli stessi. In presenza di debiti nei confronti della FIP, l importo verrà utilizzato a compensazione sino a decorrenza del debito. In caso di mancata erogazione, per assenza dei requisiti, di una parte dell importo dei premi di incentivazione previsti, tutto il premio verrà assegnato all unica Società avente diritto dello stesso girone. Nel caso di mancata assegnazione, in uno o più gironi, verrà distribuito in parti eguali alle restanti 6 società. 18 1

19 DISPOSIZIONI CAMPIONATI FEMMINILI NAZIONALI - REGIONALI - GIOVANILI CAMP. Iscrizione Periodo di Svolgimento Obbligo Partecipazione camp. Giovanili o Trofeo Esordienti Serie A1 9/07/2013 Da definire 4 di cui 2 di ctg. diversa. Obbligatorio 1 under 13 o 14 o 15 o Trofeo Esordienti femminile con centro MB collegato Serie A2 9/07/2013 Dal 29/09/2013 Al 18/05/2014 Serie A3 9/07/2013 Dal 13/10/2013 Al 4/05/ di cui 2 di ctg. diversa. Obbligatorio 1 under 13 o 14 o 15 o Trofeo Esordienti femminile con centro MB collegato 3 di ctg. diversa. (1 sostituibile con trofeo Esordienti Femminile) Iscrizione a referto Obbligo Under Nessun Obbligo (4) Nessun Obbligo Nessun Obbligo Serie B 15/07/2013 A cura dei C.R. 1 Campionato Giovanile a scelta della Società Nessun Obbligo Serie C 9/9/2013 A cura dei A cura dei C.R. A cura dei C.R. (2) C.R. Prom. A cura dei A cura dei C.R. A cura dei C.R. A cura dei C.R. C.R. Under 19 9/09/2013 Inizio entro il 31/10/2013 Under 17 9/09/2013 Inizio entro il 30/11/2013 Under 15 9/09/2013 (1) Inizio entro il 30/11/2013 Under 14/13 9/09/2013 (1) Inizio entro il 31/1/2014 3vs3 31/01/2014 A cura S. Giovanile Limite Over Nessun Obbligo Nessun Obbligo Nessun Obbligo Nessun Obbligo A cura dei C.R. A cura dei C.R. Max prestiti Nessun Obbligo A cura dei C.R. A cura dei C.R. NOTE (1) E' facoltà dei Comitati Regionali anticipare o posticipare tale data, dandone comunicazione al Settore Giovanile. (2) Da concordare il periodo di svolgimento tra le Regioni abbinate per la promozione in B Regionale. (3) Nel Campionato di B Regionale è possibile l iscrizione in lista R di 12 atlete, purché l 11ª e la 12ª atleta iscritta a referto siano nate nel 95 e seguenti. (4) Nel Campionato di A1 Femminile è possibile l iscrizione in lista N di 12 atlete, purché l 11ª e la 12ª atleta iscritta a referto siano nate nel 95 e seguenti. 19 1

20 ISCRIZIONE A REFERTO ISCRIZIONE IN LISTA N LEGADUE minimo 8 atleti di formazione italiana di cui almeno 3 under 22 (opzionale). E possibile iscrivere in lista N in quota formati non under massimo 1 atleta non formato e che abbia acquisito la cittadinanza italiana e abbia sottoscritto un contratto professionistico in Italia entro la data dell'approvazione della delibera n.451/2012 (14 aprile 2012) oppure già tesserato per i Campionati Nazionali Dilettanti al 30/6/2011. ISCRIZIONE IN LISTA N A1 FEMMINILE Obbligo di 7 atlete di formazione italiana e massimo 2 atlete extra FIBA Europe*. A2 FEMMINILE ISCRIZIONE IN LISTA N Le squadre avranno la possibilità di iscrivere in lista N un atleta di cittadinanza di un paese appartenente alla Unione Europea o di cittadinanza italiana tesserata in deroga all articolo 19 del Regolamento Esecutivo tess. * Per atlete extra FIBA EUROPE si intendono le atlete che abbiano la nazionalità di un paese non previsto nell elenco di cui all annex 1 della FIBA Europe Bye-Laws. Nella individuazione delle atlete extra FIBA EUROPE le Società partecipanti alle competizioni europee dovranno tenere conto anche di quanto previsto dall'art. 32 delle Regulations For European Club Competitions. ALTRI OBBLIGHI Per le Società Femminili di A1 e A2 e per le Società di Legadue vi è l obbligo dell iscrizione in lista N di un minimo di 10 atleti/e. Le Società in difetto saranno sanzionate da un ammenda di 500,00 per ogni atleta mancante a referto. OBBLIGHI GIOVANILI Fermo restando quanto disposto dalla normativa che segue, la FIP effettuerà una verifica delle iscrizioni ai Campionati Giovanili obbligatori previsti dalle Disposizioni Organizzative Annuali prima dell inizio delle seconde fasi dei Campionati, al fine di adottare provvedimenti per le Società inadempienti escludendole da eventuali partecipazioni ai play off o play out. Le Società che non hanno preso parte ai Campionati giovanili o che hanno disputato meno di otto gare per ogni singolo Campionato, potranno iscriversi, nella stagione sportiva successiva, ai soli Campionati a libera partecipazione; le Società che non porteranno a termine i Campionati giovanili, ma che avranno disputato almeno otto gare, per ogni singolo Campionato giovanile, verranno penalizzate, in relazione alla classifica acquisita, come di seguito riportato: a) se promosse rimarranno nel Campionato appena concluso; b) se retrocesse verranno retrocesse al Campionato ancora inferiore; c) in tutti gli altri casi retrocederanno al Campionato inferiore. L obbligo dei Campionati Giovanili va rispettato partecipando ai Campionati di riferimento del rispettivo settore maschile o femminile. 20 2

21 Entro il 31 maggio 2014 i Comitati Regionali dovranno inviare apposita dichiarazione al Settore Agonistico circa l adempimento o meno degli obblighi di partecipazione all attività giovanile da parte delle Società Nazionali della loro Regione. Il Campionato Under 21 assolve l obbligo di partecipazione ad un Campionato giovanile. La Società principale è esentata dall obbligo di svolgere attività giovanile purché la stessa sia svolta da Società Satellite (art. 114 bis R.O.). Si precisa che il numero dei Campionati giovanili da svolgere deve essere la somma degli obblighi della Società madre più quelli della Società satellite, comunque ripartiti. Tale norma non si applica per i Campionati Professionistici. Sono esentati dall attività giovanile e dal limite di utilizzo di atleti in prestito, fatta eccezione per il Campionato di Legadue: le Società appartenenti alle Università FF.AA - Guardia Finanza Polizia - Corpo Forestale e altri Corpi militarizzati riconosciuti dallo Stato. SANZIONE PER MANCATO RISPETTO DEGLI OBBLIGHI UNDER Il mancato rispetto della normativa riguardante l iscrizione a referto degli atleti Under comporterà, per la Società inadempiente, una sanzione economica pari al massimale della multa prevista per il Campionato di appartenenza, per ciascun atleta Under non presente. Nel Campionato di Legadue il mancato schieramento degli atleti under prevedrà l addebito di un contributo economico per ogni atleta under non schierato. E fatto divieto di sostituirlo/la con altro/a di maggiore età, ad eccezione del Campionato di Legadue. Qualora ciò dovesse accadere, alla Società in difetto, oltre alla specifica sanzione economica, verrà assegnata la partita persa per 0 a 20. SANZIONE PER MANCATO RISPETTO LIMITE OVER Qualora previsto, il mancato rispetto della normativa riguardante l iscrizione a referto di atleti over comporterà la perdita della gara 0 20, come previsto all art. 16 del R.G. ORGANIZZAZIONE CAMPIONATI GIOVANILI - POSSIBILITA DI VARIAZIONE DEGLI OBBLIGHI UNDER ED OVER DA PARTE DEI COMITATI REGIONALI I Comitati Regionali hanno la possibilità di organizzare, secondo proprie valutazioni, Campionati Elite nelle rispettive categorie giovanili di competenza, fermo restando il rispetto degli adempimenti illustrati nelle DOA regionali. Potranno, inoltre, organizzare Campionati Elite per categorie differenti da quelle indicate, subordinate ad un progetto da inviare al Settore Giovanile che la commissione tecnica delibererà inappellabilmente. I Comitati Regionali hanno facoltà, per i Campionati di loro competenza, previa comunicazione al Settore Agonistico, di adottare con propria delibera, le seguenti variazioni alle presenti DOA: Serie C regionale maschile: sostituire l obbligo di iscrizione a referto degli Under con l obbligo di partecipazione al Campionato Under 21 o Under 19 oltre ai 2 Campionati giovanili previsti, a scelta della Società; Serie D: sostituire l obbligo di iscrizione a referto degli Under con l obbligatorietà di partecipazione al Campionato Under 21 o Under 19 oltre al Campionato giovanile previsto, a scelta della Società; 21 2

22 Under 21: i Comitati Regionali potranno organizzare il Campionato Under 21 qualora siano iscritte almeno 6 squadre, facendo disputare almeno 14 incontri per ciascuna squadra. Nel caso in cui non si raggiunga il numero minimo di squadre, il Campionato non potrà essere organizzato. In questo caso il Comitato potrà iscrivere la squadra composta esclusivamente da atleti nati negli anni 1993, 94, 95, 96, 97 e 98 al Campionato senior a libera partecipazione della Provincia, applicando le regole della partecipazione con seconda squadra, facendo disputare almeno 14 gare. In questo modo verrà assolto l'obbligo di partecipazione ad un Campionato giovanile. Under 19 Femminile: i Comitati Regionali potranno organizzare il Campionato Under 19 femminile qualora siano iscritte almeno 6 squadre, facendo disputare almeno 14 incontri per ciascuna squadra. Qualora un Comitato non raggiungesse le 6 iscrizioni potrà, previo accordo con una regione limitrofe, organizzare un girone interregionale. Il Comitato, in alternativa, potrà iscrivere la squadra composta esclusivamente da atlete nate negli anni 1995, 96, 97, 98 e 99 al campionato senior a libera partecipazione della Regione, applicando le regole della partecipazione con seconda squadra e con l obbligo di disputare almeno 14 gare. In questo modo verrà assolto l'obbligo di partecipazione ad un campionato giovanile. La modifica in diminuzione degli obblighi degli under iscritti a referto e del numero dei Campionati giovanili ed ogni altro tipo di variazione alle presenti DOA deve avere la preventiva autorizzazione del Settore Agonistico. In mancanza, la norma modificata o aggiunta, non sarà ritenuta valida. 22 2

23 NORMATIVA SOCIETA SATELLITE (art.114bis R.O.) In osservanza a quanto disposto dall articolo 114bis del Regolamento Organico, in merito alla disciplina delle Società satelliti, per la stagione sportiva 2013/2014, si dispone quanto segue: Atleti: i nati nel 1993, 94, 95, 96, 97 e 98 della Società principale possono essere tesserati in Doppio Utilizzo, a norma degli artt. 5 e 6 del R.E. Tesseramento, per giocare nel Campionato senior della Società satellite ed essere iscritti a referto senza limiti di numero. I nati nel 1993, 94, 95, 96, 97 e 98 della Società satellite possono essere tesserati in Doppio Utilizzo, a norma degli artt. 5 e 6 del R.E. Tesseramento, per giocare nel Campionato senior della Società principale ed essere iscritti a referto senza limiti di numero. E possibile sottoscrivere un Doppio Utilizzo anche nei Campionati al di sotto della serie D. IL TESSERAMENTO IN DOPPIO UTILIZZO NON COSTITUISCE CESSIONE PERTANTO NON RIENTRA NEI LIMITI DI OPERAZIONI DI TESSERAMENTO IN USCITA PREVISTE DALL.ART.6 R.E. Allenatori: tutti gli allenatori tesserati, anche in esclusiva, per la Società principale e la Società satellite possono essere iscritti a referto per i Campionati dell una e dell altra Società, previo tesseramento gare per entrambe le Società, in qualità di capo allenatore, 1 o 2 assistente, nel rispetto della qualifica richiesta dalla categoria. Dirigenti: i dirigenti della Società principale e della Società satellite, ad esclusione del Presidente e del Dirigente Responsabile, possono tesserarsi ed essere iscritti a referto per le squadre di entrambe le Società. Per quanto non espressamente previsto, vigono le norme federali. 23 2

24 CAPITOLO II COMPETENZA ORGANIZZATIVA E DISCIPLINARE CAMPIONATI NAZIONALI REGIONALI UNDER 21 GIOVANILI 24 2

25 COMPETENZA ORGANIZZATIVA CAMPIONATI NAZIONALI Legadue, DNB, A1/F, A2/F, A3, Coppa Italia Maschile e Femminile Settore Agonistico in collaborazione con le Leghe non Professionistiche riconosciute a norma dello Statuto Federale. DNC fase di qualificazione e quarti di play off ed eventuali play out DNC play off semifinali e finali Ufficio gare Regionale Settore Agonistico COMPETENZA DISCIPLINARE Legadue, DNB Giudice Sportivo Nazionale A1/F, A2/F, A3 Coppa Italia Maschile e Femminile. Giudice Sportivo Nazionale o Commissario DNC fase di qualificazione e quarti di play off Giudice Sportivo della Regione che amministra il ed eventuali play out Campionato* DNC play off semifinali e finali Giudice Sportivo Nazionale *Il secondo grado sarà gestito dalla Commissione Giudicante Regionale del Comitato che amministra il girone. DESIGNAZIONI ARBITRI E UFFICIALI DI CAMPO La designazione degli ARBITRI per i vari Campionati viene effettuata dalle Commissioni indicate: Legadue, DNB A1/F, A2/F, A3 Coppa Italia Maschile e Femminile. DNC fase di qualificazione e quarti di play off ed eventuali play out DNC play off semifinali e finali Commissione Designazioni Nazionale Ufficio Designazioni arbitri Regionale Coordinatore Organo Tecnico Per le designazioni degli UFFICIALI DI CAMPO (cronometrista, segnapunti e addetto ai 24") sono competenti: Legadue, DNB, A1/F, A2/F Coppa Italia Maschile e Femminile A3 DNC Comitati Regionali in accordo con il CIA Nazionale A cura dei Comitati regionali in accordo con l Ufficio Gare di competenza Rimborso al 50% tra le due Società nelle gare in campo neutro e nei concentramenti. 25 2

26 COMPETENZA ORGANIZZATIVA CAMPIONATI REGIONALI C/M, D/M, B/F e C/F Promozione m. e f., 1ª Divisione m. 2ª Divisione m. COMPETENZA DISCIPLINARE C/M, D/M, B/F e C/F Ufficio gare regionale Ufficio giustizia regionale* Promozione m. e f., Ufficio giustizia regionale o provinciale 1ª Divisione m. 2ª Divisione m. *Il secondo grado sarà gestito dalla Commissione Giudicante Regionale del Comitato che amministra il girone DESIGNAZIONI ARBITRI C/M, D/M e B/F C/F, Promozione m. e f., 1ª Divisione m. 2ª Divisione m. Ufficio designazioni arbitri regionale Ufficio designazioni arbitri territoriale DESIGNAZIONE UFFICIALI DI CAMPO Rimborso a carico della Società ospitante. al 50% tra le due Società nelle gare in campo neutro e nei concentramenti. C/M, D/M e B/F C/F, Promozione M/F 1ª e 2ª Divisione maschile A cura dei Comitati regionali in accordo con l Ufficio Gare di competenza che provvede alla designazione del segnapunti e addetto ai 24.Rimborso a carico della Società ospitante Se richiesto dalle Società con rimborso a loro carico, a cura dei Comitati regionali in accordo con l Ufficio Gare di competenza 26 2

27 CAMPIONATI GIOVANILI-UNDER21-TROFEO ESORDIENTI COMPETENZA ORGANIZZATIVA Fase provinciale Fase regionale Fasi successive Ufficio gare regionale Ufficio gare regionale Settore Attività Giovanile (Roma) COMPETENZA DISCIPLINARE Fase provinciale Fase regionale Fasi successive Ufficio giustizia regionale o provinciale Ufficio giustizia regionale o Commissario di gara Commissario di gara o Commissione Esecutiva o G.S.N. DESIGNAZIONE ARBITRI E UFFICIALI DI CAMPO La designazione degli arbitri per i vari Campionati Under 21, Giovanili e Trofeo Esordienti viene effettuata dalle Commissioni come di seguito indicato: Fase provinciale Fase regionale Fase interregionale Fase nazionale Ufficio designazioni regionale(arbitri) Comitati regionali in accordo con l Ufficio Gare di competenza Ufficio designazioni regionale (arbitri) Comitati regionali in accordo con l Ufficio Gare di competenza Commissione regionale Cia (arbitri) di competenza territoriale Comitati regionali in accordo con l Ufficio Gare di competenza Comitato Italiano Arbitri (Roma) Comitati regionali in accordo con l Ufficio Gare di competenza Per i Campionati d Eccellenza gli organi tecnici designeranno 2 arbitri e 2 UDC (addetto 24 e segnapunti) e nella fase interregionale 2 arbitri e 3 UDC. In caso di presenza di un solo UDC, questo svolgerà il compito di addetto ai 24. In tutte le fasi interregionali gli organi tecnici designeranno 3 UDC. N.B. Per la DNG e gli altri Campionati maschili d eccellenza si applica la normativa prevista per i Campionati Nazionali con l applicazione della normativa FIBA dei 24 con reset a

28 CAPITOLO III GIRONI ORARI CALENDARI SPOSTAMENTI E RECUPERI CAUSA FORZA MAGGIORE GIORNI GARE GIOVANILI 28 2

29 GIRONI I gironi dei Campionati Nazionali verranno formati con un criterio di vicinanza geografica o di opportunità logistica per le Società partecipanti, compatibilmente con le esigenze di completamento dei vari gironi dei singoli Campionati. I gironi dei Campionati senior regionali verranno formati secondo i criteri stabiliti dai Comitati Regionali competenti. Per i Campionati Giovanili i criteri saranno adottati dai singoli Comitati Regionali che terranno conto anche dell aspetto tecnico per le fasi di loro competenza, mentre, per le fasi interregionali e nazionali di detti Campionati, i gironi saranno composti dal Settore Giovanile con proprie valutazioni. Campionati Nazionali Maschili e Femminili GIORNI E ORARIO DI GARA Giorni *Legadue DNB DNC *A1/F A2/F A3 Sabato e Feriali Dalle 18,00 alle 21,15 Dalle 18,00 alle 21,15 Dalle 18,00 alle 21,15 feriali Dalle 18,00 alle Dalle 17,00 alle Domenica e Festivi 18,00 18,00 18,00 18,00 18,00 Dalle 17,00 alle *Salvo esigenze diverse per dirette televisive e per impegni nelle Coppe Europee. Nel campionato di serie A1 Femminile, solo ed esclusivamente in caso di accordo tra le Società coinvolte, l orario di inizio della gara della domenica potrà essere anticipato o posticipato al massimo di due ore o al Sabato alle ore 20,30. L ultima gara della fase di qualificazione dovrà essere disputata, per tutti i Campionati, in contemporanea e nel caso di indisponibilità del proprio campo, la Società dovrà reperire un altro impianto idoneo alla stessa data ed ora stabilita dal calendario. In caso di concomitanza, per i Campionati Nazionali prevale, in ogni caso, la priorità della squadra che, ove previsto, deve disputare l ultima gara della prima fase in contemporanea. La penultima gara della fase di qualificazione, non può essere disputata oltre la data di riferimento riportata sull ordinamento del Campionato. Coppa Italia Maschile e Femminile Giorni e orari concordati con le Leghe riconosciute competenti Campionati Regionali Maschili e Femminili senior Giorni e orari stabiliti dagli Uffici Gara competenti 29 2

30 CAMPIONATO GIORNO ORARIO UNDER 21 MERCOLEDI o GIOVEDI Dalle 18,00 alle 21,00 DNG UNDER 19 LUNEDI o MARTEDI (SABATO, previo accordo tra le Società) UNDER 17 Ecc. maschile MERCOLEDI o GIOVEDI SABATO DOMENICA Dalle 18,00 alle 20,00 (salvo diverso accordo tra le società) Dalle 18,00 alle 21,00 Dalle 16,00 alle 21,00 Dalle 10,00 alle 18,00 UNDER 15 Ecc. maschile SABATO DOMENICA Dalle 16,00 alle 21,00 Dalle 10,00 alle 18,00 CAMPIONATI ELITE E REGIONALI Stabiliti dal Consiglio Direttivo Regionale Stabiliti dal Consiglio Direttivo Regionale UNDER 19, 17, 15, 14 e 13 maschile UNDER 19 femminile LUNEDI o MARTEDI Stabiliti dal Consiglio Direttivo Regionale UNDER 17, 15, 14 e 13 femminile Stabiliti dal Consiglio Direttivo Regionale Stabiliti dal Consiglio Direttivo Regionale e senza coincidenza con Azzurrina ATTENZIONE: PER I CAMPIONATI REGIONALI GIOVANILI CON ORARI NON DISCIPLINATI GLI STESSI SONO A CURA DEI COMITATI REGIONALI Campionati Under 21 e Giovanili Maschili e Femminili Eventuali giornate di gara differenti da quelle sopra stabilite non danno diritto a spostamenti in caso di convocazione di atleti o tecnici (primi allenatori) da parte del Settore Squadre Nazionali. SPOSTAMENTO GARE Eventuali indisponibilità di campo dovranno essere comunicate all atto dell iscrizione. Il Settore Agonistico prenderà in considerazione le alternanze solo ed esclusivamente se legate all utilizzo del medesimo impianto. Il Settore Agonistico autorizzerà gli spostamenti gara dei Campionati Nazionali maschili e femminili, senza alcun versamento di contributo, purché perfezionati entro l 11 settembre 2013 e rientranti nelle fasce orarie stabilite. Resta inteso che alle ulteriori richieste di spostamento su una gara già variata verrà applicato il contributo previsto. Nel caso venga richiesto uno spostamento in una data o fascia oraria diversa, occorrerà l assenso della squadra avversaria. La richiesta di spostamento gare dopo la data di cui sopra può essere accettata solo se corredata da idonea documentazione (art. 32 R.E. gare). NON E CONSENTITA IN ALCUN CASO L INVERSIONE DEL CAMPO DI GIOCO. RECUPERI GARA I recuperi o le ripetizioni di gare annullate o non disputate dovranno aver luogo, salvo casi di forza maggiore, entro 15 (quindici) giorni dalla richiesta o dal Comunicato Ufficiale del provvedimento di omologazione. Tale disposizione si applica a tutte le gare dei Campionati Nazionali e delle Coppe 30 3

31 Nazionali, Regionali e Giovanili sia maschili che femminili. I recuperi dovuti a spostamenti a seguito della convocazione di atleti/e e tecnici (con tessera di capo allenatore) dai Settori Squadre Nazionali devono effettuarsi nei 7 giorni precedenti o successivi alla data della manifestazione. Nella richiesta di spostamento va indicata la data, l orario ed il campo di gioco concordato con l altra Società. In caso di mancato accordo il recupero delle gare verrà stabilito dall Organo Federale competente (Settore Agonistico Ufficio Gare Regionale). CAUSA DI FORZA MAGGIORE La Società che utilizza mezzi privati per una o più trasferte di Campionato, Coppa, ecc. dovrà darne comunicazione preventiva per iscritto all Organo competente (Settore Agonistico Ufficio Gare Regionale o Provinciale) al fine di invocare la causa di forza maggiore, in caso di mancata o ritardata presentazione in campo della propria squadra. Tale comunicazione deve pervenire al Settore Agonistico o all Ufficio Gare Regionale o Provinciale prima della gara di riferimento. La causa di forza maggiore non potrà comunque essere riconosciuta qualora la squadra si sia servita dell ultimo mezzo utile di linea a disposizione, salvo che si tratti di squadre che: partono da o arrivano in aeroporti della Sardegna, della Sicilia, di Reggio Calabria e Lamezia Terme. Per quanto non previsto si rimanda al R.E. Gare. 31 3

32 CAPITOLO IV CAMPI DI GIOCO DIMENSIONI OMOLOGAZIONI AREA 3 FONDO CAMPO CAMPI COPERTI PRIORITA UTILIZZO NORME TECNICHE NORME DI SICUREZZA SPOGLIATOI SQUALIFICA CAMPO 32 3

33 DIMENSIONI La misura dei campi di gioco utilizzati per tutti i Campionati Nazionali, M/F e Under 19 DNG dovrà essere di m 28 x 15. Per tutti gli altri campionati Regionali Maschili e Femminili, per l Under 21 ed i Campionati Giovanili, è consentito l utilizzo di campi di m 26 x 14. VERIFICA DI IDONEITA ALLO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA AGONISTICA I campi sono soggetti alla verifica di idoneità allo svolgimento della pratica agonistica, a richiesta delle Società o d ufficio dal Settore Agonistico che designa un Rilevatore Ufficiale. I Comitati Regionali provvedono direttamente al rilascio dell idoneità di un campo di gioco per l attività regionale, designando un Rilevatore Ufficiale. L idoneità di un campo ed il relativo contributo, sul quale giocano squadre di diversa categoria, è a carico della Società che partecipa al massimo Campionato Regionale o Nazionale. L idoneità di un campo effettuata per una Società partecipante ad un Campionato superiore è valida anche per il Campionato inferiore. Al fine del rilascio dell idoneità di un campo di gioco il Settore Agonistico o il Comitato Territoriale competente deve essere in possesso dei seguenti documenti: a-disegno in pianta dello spazio di attività sportiva: deve recare il timbro della Società e l indirizzo del campo di gioco. Deve evidenziare le misure dello stesso, le distanze tra le linee perimetrali ed il primo ostacolo fisso (muro, pilastri, transenne), l ubicazione delle tribune, delle panchine e del tavolo degli Ufficiali di campo, i percorsi che gli arbitri, gli UdC e gli atleti debbono seguire per accedere agli spogliatoi. b-verbale di agibilità in corso di validità: rilasciato dalle autorità competenti, deve riportare indicata la capienza (posti a sedere). Nel caso in cui, in corso di Campionato, l impianto sia dichiarato inagibile per il pubblico dall autorità competente, viene contestualmente sospesa l idoneità, fino alla revoca del provvedimento di inagibilità. La Società deve comunicare entro il termine tassativo di 15 giorni dal momento dell indisponibilità, il nuovo impianto nel quale intende continuare l attività. In mancanza di tale adempimento la Società sarà esclusa dal Campionato. c-fotografie: foto recenti della struttura, con gli interni ed esterni dell impianto che evidenzino le misure di sicurezza, servizi di supporto e l ubicazione delle tribune. Nel caso in cui un campo non dovesse risultare idoneo per il Campionato a cui partecipa la Società, la stessa è tenuta, entro il termine fissato dal Settore Agonistico o il Comitato Territoriale competente, a dare la disponibilità, documentata, di un altro impianto idoneo. Alla scadenza del termine fissato, qualora la Società non avesse ottemperato a quanto previsto, verrà esclusa dal Campionato a cui ha diritto. Sono consentite sul rettangolo di gioco le linee che costituiscono la tracciatura di campi di gioco di altri sport, purché di colore diverso. L idoneità si intende rinnovata per un periodo di tempo massimo pari a 4 anni. A norma del D.P.R. n. 311 del 28 maggio del 2001 art. 4, per impianti con capienze pari od inferiori a 200 persone, il documento di agibilità potrà essere sostituito da una relazione tecnica di un professionista iscritto nell albo degli ingegneri, nell albo degli architetti o nell albo dei geometri. 33 3

34 AREA DEI 3 E FONDO DEL CAMPO L area dei tre secondi non deve presentare il semicerchio tratteggiato. Per i Campionati di Legadue DNB - A1/F e A2/F è obbligatorio che il fondo del campo di gioco sia in parquet. Nei Campionati inferiori è consentito l utilizzo di una pavimentazione resiliente. Il campo di gioco, comprensivo delle fasce di rispetto, sia nel caso di pavimentazioni del tipo ligneo o in quello del tipo resiliente, può essere realizzato del colore naturale nel caso del legno o di una tinta unica solida escluso il bianco nel caso delle pavimentazioni sintetiche. Qualora si vogliano realizzare delle variazioni cromatiche, le stesse dovranno seguire le seguenti disposizioni: La fascia di rispetto perimetrale, se colorata, deve presentare un unico colore. Il cerchio di metà campo, se colorato, deve presentare un unico colore uguale alla fascia di rispetto (se colorata). L area dei tre secondi se colorata deve avere un unico colore per ambo le metà campo, uguale alla fascia di rispetto (se colorata) e uguale al cerchio centrocampo (se colorato). Qualora siano colorati solo il cerchio di metà campo e le aree dei tre secondi, dovranno essere di colore uguale. Le aree all esterno ed all interno dell arco dei tre punti non possono essere dipinte con colore solido (con esclusione delle aree dei tre secondi e del cerchio di centrocampo). E consentito, nel caso di pavimentazioni lignee, il trattamento della superficie con prodotti impregnanti che lascino chiaramente visibili le venature del legno, così da ottenere una differente resa cromatica tra le due aree (contrasto chiaro scuro/ scuro chiaro sempre color legno). E consentito, nel caso di pavimentazioni resilienti, l intarsio tra le due aree, del medesimo materiale, utilizzando due diverse tonalità dello stesso colore, ma senza effettuare alcuna verniciatura. CAMPI SCOPERTI Sono ammessi campi scoperti solo per i Campionati di 1ª e 2ª Divisione maschile, salvo diverse disposizioni del Comitato Territoriale competente e solo in presenza di spogliatoi al coperto nelle immediate vicinanze. Per le Fasi Provinciali dei Campionati Giovanili valgono le disposizioni dei Comitati Territoriali competenti. PRIORITA UTILIZZO Per i Campionati Nazionali prevale, in ogni caso, la priorità della squadra che, ove previsto, deve disputare l ultima gara della prima fase in contemporanea. E fissata la seguente priorità nell utilizzo dei campi di gioco relativamente a gare ufficiali, fatto salvi i diritti derivanti dalle Società proprietarie degli impianti: Serie A, poi l A1 femminile e Legadue. Dovranno concordare l uso dell impianto, in mancanza di tale accordo sarà privilegiata la Società che nell anno sportivo 2012/2013 ha avuto un documentato maggiore afflusso di pubblico. Seguono nell ordine i Campionati DNB, A2 femminile e A3. Campionati regionali e giovanili: DNC, C maschile, B/F, Under 19 DNG, D maschile, Under 17 d Eccellenza, Under 15 d Eccellenza, Under 19 femminile, Under 19 elite maschile, Under 17 elite maschile, Under 15 elite maschile, C femminile, Promozione maschile, Promozione Femminile, Under 21, Under 19 maschile, Under 17 femminile, Under 17 maschile, Under 15 femminile, Under 15 maschile, Under 14 elite maschile, 34 3

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna

Dettagli

Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Regionale Sardegna. Anno Sportivo 2015-2016

Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Regionale Sardegna. Anno Sportivo 2015-2016 Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Regionale Sardegna Anno Sportivo 2015-2016 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE SARDEGNA Sede: Via Rockefeller 24 09126 Cagliari CONSIGLIO

Dettagli

Campionato Serie C Regionale

Campionato Serie C Regionale Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.fip.it/calabria COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

Disposizioni Organizzative Annuali Anno Sportivo 2015-2016

Disposizioni Organizzative Annuali Anno Sportivo 2015-2016 Disposizioni Organizzative Annuali Anno Sportivo 2015-2016 Approvate nella riunione del Consiglio federale del 8 maggio 2015 A T T I V I T A G I O V A N I L E FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Sede: Via

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO Regolamento Campionato serie C regionale A.S. 2013/2014 Formula di svolgimento: fase di qualificazione, fase ad orologio più Play-off e eventuali

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO Regolamento Campionato serie C regionale A.S. 2014/2015 Formula di svolgimento: Fase di qualificazione. Fase ad orologio. Play-off. Fase di

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI P a g i n a 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI Stagione Sportiva 2013-2014 Delibera n. 44 - Consiglio Regionale n. 6 del 18/06/2013

Dettagli

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F UNDER nei campionati seniores regionali maschili Anno Sportivo 2010/2011 Serie C Regionale Serie D Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI Pagina 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI stagione sportiva 2007 2008 Delibera n. 37 Consiglio Regionale n. 22 del 29/05/2007 PER

Dettagli

DOAR 2014-2015 SERIE C REG. -D REG.- B/F. Anno Sportivo 2014/2015. Serie C Regionale

DOAR 2014-2015 SERIE C REG. -D REG.- B/F. Anno Sportivo 2014/2015. Serie C Regionale DOAR 2014-2015 SERIE C REG. -D REG.- B/F Under e Over nei Campionati Seniores Regionali Maschili Minimo 3 Under Massimo 3 Over Attenzione!! Serie C Regionale Anno Sportivo 2014/2015 Serie D 2 nati 1994

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Basilicata

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Basilicata COMUNICATO UFFICIALE N. 5 DEL 19/11/2010 UFFICIO GARE N.5 CAMPIONATO DI SERIE D ANNO SPORTIVO 2010-2011 1. SQUADRE PARTECIPANTI 1) Cod. 013182 ASD CIUMNERA BASKET POTENZA (**) 2) Cod. 015493 POL.AICS P.VARLOTTA

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI REGIONALI 13-14 COMITATO REGIONALE TOSCANA Aggiornate al Consiglio Regionale del 3 luglio 2013

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI REGIONALI 13-14 COMITATO REGIONALE TOSCANA Aggiornate al Consiglio Regionale del 3 luglio 2013 DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI REGIONALI 13-14 COMITATO REGIONALE TOSCANA Aggiornate al Consiglio Regionale del 3 luglio 2013 1) Notizie Utili Riaffiliazione Comunicazioni Posta Elettronica Abbinamenti

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI REGIONALI 14-15 COMITATO REGIONALE TOSCANA Aggiornamento al 25 agosto 2014

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI REGIONALI 14-15 COMITATO REGIONALE TOSCANA Aggiornamento al 25 agosto 2014 1) Notizie Utili Riaffiliazione Comunicazioni Posta Elettronica Abbinamenti e Slogan Pubblicitari Tesseramento Allenatori Parità in Classifica Palloni Omologati Spostamento e Recupero Gare Tracciatura

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2015/2016. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 7 del 8 maggio 2015

STAGIONE SPORTIVA 2015/2016. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 7 del 8 maggio 2015 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 7 del 8 maggio 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 1110 del 8 maggio 2015 Comunicato

Dettagli

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016 Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Il Comitato Regionale Sardo F.I.Te.T. indice ed organizza per la stagione agonistica 2015-2016 i seguenti campionati

Dettagli

NORME DI ATTUAZIONE CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO A 5 STAGIONE 2016

NORME DI ATTUAZIONE CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO A 5 STAGIONE 2016 NORME DI ATTUAZIONE CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO A STAGIONE 2016 Art. 1 (indizione) E indetto per la stagione 2016 il VIII^ Campionato Italiano di calcio per le seguenti divisioni: Agonistica Promozionale

Dettagli

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all'art. 49, punto 1, lett. c),

Dettagli

CAPITOLO IV - Gare. Disposizioni Campionati Nazionali Iscrizione a Referto

CAPITOLO IV - Gare. Disposizioni Campionati Nazionali Iscrizione a Referto Disposizioni Campionati Nazionali Iscrizione a Referto CAMPIONATO Obbligo Under Limite Over Limite Prestiti Serie A2 Gold e Silver 3 nati 93e seg. vedi circolare(2) Non previsto Non previsto Serie B 3

Dettagli

Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA

Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA Ufficio Gare Regionale 1 Fase - Qualificazione COMUNICATI N. 63 DEL 20/10/2015 UFFICIO GARE N. 57 Allegato al Campionato Serie D Regionale Formula di svolgimento Le 20 squadre iscritte sono state suddivise

Dettagli

Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Regionale Marche

Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Regionale Marche Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Regionale Marche Anno Sportivo 2016-2017 (Approvate dal Consiglio regionale Marche in data 06 giugno 2016) 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE

Dettagli

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2015-2016

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2015-2016 T E Disposizioni Organizzative Annuali Anno Sportivo 2015-2016 S S E approvate dal Consiglio Federale nella riunione del 28 marzo 2015 delibera n.373 R A M E N T O Sommario Titolo I Regole Generali...

Dettagli

Comitato Provinciale di Treviso

Comitato Provinciale di Treviso Comitato Provinciale di Treviso Tel. +39 0422 210088 0422 230426 Fax +39 0422 292220 E-mail: ufficiogare.tv@veneto.fip.it Internet: www.tv.veneto.fip.it Treviso, 16.07.2008 A tutte le Società affiliate

Dettagli

Inizio 21 ottobre 2012 termine 19 maggio 2013

Inizio 21 ottobre 2012 termine 19 maggio 2013 CAMPIONATO UNDER 14 FEMMINILE ANNO SPORTIVO 2012/2013 Competenza Ufficio Gare Regionale - Firenze FORMULA Su esplicita richiesta del Responsabile Tecnico Territoriale della categoria, in occasione della

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ PROFESSIONISTICHE. Consiglio federale n. 7 del 8 maggio 2015

STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ PROFESSIONISTICHE. Consiglio federale n. 7 del 8 maggio 2015 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ PROFESSIONISTICHE Consiglio federale n. 7 del 8 maggio 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 1111 del 8 maggio 2015 Indice 1 Sistema di rateazione Informazioni

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2013/2014 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 8 del 5 giugno 2013

STAGIONE SPORTIVA 2013/2014 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 8 del 5 giugno 2013 STAGIONE SPORTIVA 2013/2014 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 8 del 5 giugno 2013 COMUNICATO UFFICIALE N. 1539 del 5 giugno 2013 Indice 1

Dettagli

Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Regionale Liguria. Anno Sportivo 2015-2016

Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Regionale Liguria. Anno Sportivo 2015-2016 Disposizioni Organizzative Annuali Comitato Liguria Anno Sportivo 2015-2016 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE LIGURIA Sede: Viale Padre Santo 1 16122 Genova CONSIGLIO DIRETTIVO Presidente

Dettagli

Oggetto: Norme amministrative e organizzative stagione agonistica 2005/2006.

Oggetto: Norme amministrative e organizzative stagione agonistica 2005/2006. Roma, 22 giugno 2005 A Tutte le società dei Campionati Nazionali Ai Comitati Regionali FIPAV Ai Comitati Provinciali FIPAV Alle Leghe Nazionali Pallavolo TRASMISSIONE VIA FAX ed E-MAIL Oggetto: Norme amministrative

Dettagli

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale Lombardo. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale Lombardo. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale Lombardo Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2013-2014 Sommario Consiglio Regionale Pag. 3 Comunicazioni con la FIP Pag. 3 Comitati

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO PRIMO CAMPIONATO DILETTANTI 2011-2012 O CAMPIONATO DI SVILUPPO STRALCIO DEL COMUNICATO UFFICIALE n.498 del 24 gennaio 2011 Consiglio Federale n.4 - Roma, 21 e 22 gennaio

Dettagli

La lista elettronica 1.0

La lista elettronica 1.0 La lista elettronica 1.0 L articolo La Lista Elettronica N-R-G, ex articolo 48 R.E. Gare, contiene i dati anagrafici e federali degli atleti, degli allenatori e dei dirigenti, nonché l indicazione della

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 E-mail: liguria@federvolley.it http://www.volleyliguria.net CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 1. INDIZIONE Il C. R. Liguria indice e la COGR organizza la Fase Regionale del Campionato

Dettagli

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441-346 0825520-346 4133777 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.calabria.fip.it

Dettagli

CAMPIONATO SERIE D REGIONALE 2011/2012

CAMPIONATO SERIE D REGIONALE 2011/2012 Comitato Regionale CALABRIA Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Tel. +39 0965 598440/598441 Fax +39 0965 598440 E-mail: info@calabria.fip.it Internet: www.calabria.fip.it COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 001

Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 3.1.1 SITO INTERNET Si segnala che

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2015/2016. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N. 001 COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l indirizzo

Dettagli

Federazione Scacchistica Italiana 44 Campionato Italiano a Squadre

Federazione Scacchistica Italiana 44 Campionato Italiano a Squadre Regolamento di attuazione 0. Ammissioni e iscrizioni Federazione Scacchistica Italiana Campionato Italiano a Squadre. Iscrizione delle squadre La domanda di iscrizione delle squadre deve essere presentata

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ PROFESSIONISTICHE. Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ PROFESSIONISTICHE. Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ PROFESSIONISTICHE Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1096 del 10 maggio 2014 Indice 1 Sistema di rateazione

Dettagli

Ufficio Gare Firenze

Ufficio Gare Firenze CAMPIONATO SERIE C FEMMINILE ANNO SPORTIVO 2010/2011 Competenza Ufficio Gare Regionale - Firenze FORMULA PRIMA FASE Due gironi di 7/8 squadre con formula del girone all italiana con gare di andata e ritorno

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016

CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 9 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Provinciale di Roma organizza il Campionato

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2014-2015 I) ATTIVITA UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all art. 49, punto 1,

Dettagli

Serie C Rispetto adempimenti Campi di gioco Rilevazioni statistiche

Serie C Rispetto adempimenti Campi di gioco Rilevazioni statistiche Quota funzionamento struttura... 1.100 Progetto Video:... 1.800 inserimento video on line attivazione e gestione web tv Utilizzo software per rilevazione statistiche... 1.300 Messa on line statistiche

Dettagli

Tornei Promozionali di Categoria Coppa Milano Femminile Maschile Femminile Maschile Under 16

Tornei Promozionali di Categoria Coppa Milano Femminile Maschile Femminile Maschile Under 16 Milano, 1 luglio 2015 Prot. 2 / COGP Oggetto: Campionati Provinciali e Tornei Promozionali 2015/2016 A tutte le Società della Provincia di Milano e p.c. C.R. Lombardo FIPAV Roma Il Comitato Provinciale

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001

Stagione Sportiva 2012/2013. Comunicato Ufficiale N. 001 Stagione Sportiva 2012/2013 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che l

Dettagli

Disposizioni Organizzative Annuali Regionali

Disposizioni Organizzative Annuali Regionali .,- Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale Lombardo Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno sportivo 2014-2015 Sommario pagina Consiglio Regionale 3 Comunicazioni con il Comitato

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2015/2016 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

COPPA ITALIA A SQUADRE REGOLAMENTO

COPPA ITALIA A SQUADRE REGOLAMENTO FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO SQUASH COPPA ITALIA A SQUADRE A TUTELA DELL INTEGRITÀ FISICA PERSONALE SI CONSIGLIA, A TUTTI GLI AGONISTI, L USO, DURANTE IL GIOCO, DEGLI OCCHIALI O DELLA MASCHERA DI PROTEZIONE

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 15 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Provinciale di Roma

Dettagli

LEGA CALCIO UISP SIENA NORME DI PARTECIPAZIONE Stagione Sportiva 2012-2013

LEGA CALCIO UISP SIENA NORME DI PARTECIPAZIONE Stagione Sportiva 2012-2013 LEGA CALCIO UISP SIENA ZONA VALDICHIANA Comunicato 01 PROMOZIONE Gir. B Si comunica a tutte le società partecipanti al campionato di Promozione il programma della prima giornata: 1ª Giornata Girone B A.S.D.

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda presentata

Dettagli

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2014-2015

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2014-2015 T E Disposizioni Organizzative Annuali Anno Sportivo 2014-2015 S S E approvate dal Consiglio Federale nella riunione del 10 maggio 2014 delibera n. 439 R A M E N T O Sommario Titolo I Regole Generali...

Dettagli

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12 A tutte le Società di MonzaBrianza Loro sedi Agrate B.za 14-07-2011 Prot. 2/CPG e p.c. C.R. Lombardo FIPAV ROMA CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12 1. MODALITA DI SVOLGIMENTO

Dettagli

DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013.

DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013. DISCIPLINA GARE DI PLAY OFF E DI PLAY OUT- STAGIONE 2012/2013. Qui di seguito si riporta la normativa definitiva che disciplina l organizzazione della gare di Play-Off e di Play-Out Il Consiglio Direttivo

Dettagli

CORSO ABILITANTE PER DOCENTI FEDERALI

CORSO ABILITANTE PER DOCENTI FEDERALI CORSO ABILITANTE PER DOCENTI FEDERALI Indizione, Programma ed Info utili 1. DESTINATARI Il Settore Tecnico FIPAV indice e organizza il Corso Nazionale di Abilitazione per Docenti Federali, rivolto ai docenti

Dettagli

Comunicato Ufficiale n.2 del 14 Ottobre 2010

Comunicato Ufficiale n.2 del 14 Ottobre 2010 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE AVELLINO Via Carlo Del Balzo, 81 83100 Avellino Stagione Sportiva 20010/2011 Tel. (0825) 31087 Fax (0825) 780011 Sito

Dettagli

Comitato Regionale Toscana Ufficio Gare di Firenze Ufficio Gare di Livorno

Comitato Regionale Toscana Ufficio Gare di Firenze Ufficio Gare di Livorno Ufficio Gare di Firenze Ufficio Gare di Livorno Disposizioni Generali per l Anno Sportivo 2013/2014 NUMERI UTILI Ufficio Gare Firenze telefono 055 660346 fax 055 660728 usare solo per emergenze normalmente

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA AGONISTICHE 2015

CALENDARIO ATTIVITA AGONISTICHE 2015 Settore Tecnico Nazionale Dilettanti Prot. n. 141 Trasmesso a mezzo Fax ed E-mail Ai Sigg.ri Presidenti e Delegati degli Organi Territoriali F.P.I. e p.c Ai Sigg.ri Consiglieri Federali Al Collegio dei

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2014/2015 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out Comitato di Como Regolamento CALCIO D. Time-Out Verrà applicato in tutte le categorie, anche in quelle che non rientrano nei Campionati Nazionali. Ogni squadra potrà richiedere una sospensione di 2 per

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI A.S. 2011/2012

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI A.S. 2011/2012 DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI A.S. 2011/2012 CONSIGLIO FEDERALE... 0 SETTORI COMMISSIONI - UFFICI FEDERALI... 1 COMITATI REGIONALI... 3 LEGHE NAZIONALI... 4 CAPITOLO I... 5 PARTE A... 6 NUOVA AFFILIAZIONE...

Dettagli

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2013-2014

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2013-2014 T E Disposizioni Organizzative Annuali Anno Sportivo 2013-2014 S S E approvate dal Consiglio Federale nella riunione del 20 aprile 2013 delibera n. 489 R A M E N T O Sommario Titolo I Regole Generali...

Dettagli

Norme partecipazione Campionato Friuli Collinare calcio a 5. Norme partecipazione Campionato Geretti Over 40 calcio a 11

Norme partecipazione Campionato Friuli Collinare calcio a 5. Norme partecipazione Campionato Geretti Over 40 calcio a 11 Lega Calcio Friuli Collinare COMUNICATO UFFICIALE 3 del 24 settembre 2015 STAGIONE 2015/2016 La Normativa 2015/6 costituisce allegato del presente comunicato Modifiche della Normativa Benefici economici

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 27/A Il Consiglio Federale - Viste le modifiche all art. 31 del Regolamento della Lega

Dettagli

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13 CU 4 del 10/10/2013 CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13 Si trasmettono in allegato i calendari definitivi

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2015/2016 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 Iscrizione Tassa Gara Sono ammesse al Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile

Dettagli

Comitato Regionale Toscana Ufficio Gare di Firenze Ufficio Gare di Livorno

Comitato Regionale Toscana Ufficio Gare di Firenze Ufficio Gare di Livorno Disposizioni Generali per l Anno Sportivo 2013/2014 NUMERI UTILI Ufficio Gare Firenze telefono 055 660346 fax 055 660728 usare solo per emergenze normalmente usare e-mail ufficiogare@toscana.fip.it cellulare

Dettagli

E S E C U T I V O T E S S E R A M E N T O

E S E C U T I V O T E S S E R A M E N T O E S E C U T I V O T E S S E R A M E N T O 1 REGOLAMENTO ESECUTIVO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO APPROVATO DAL CONSIGLIO FEDERALE DEL 16-17 APRILE 2010 Aggiornato al Consiglio federale del 26

Dettagli

GUIDA PRATICA STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 LE PRINCIPALI NORME

GUIDA PRATICA STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 LE PRINCIPALI NORME GUIDA PRATICA STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 LE PRINCIPALI NORME In giallo sono evidenziate le principali novità della stagione 2010/2011. Per quanto non contemplato relativamente ai Campionati di Serie A1

Dettagli

CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B-

CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B- 1 CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B- Per diminuire e contenere le spese di trasferta di ogni squadra il territorio italiano viene diviso in 4 zone: A) Valle d Aosta Piemonte Lombardia Trentino AA Veneto Friuli

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 001

Comunicato Ufficiale N. 001 1 Stagione Sportiva 2010/2011 Comunicato Ufficiale N. 001 1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C. 2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D. 3. COMUNICAZIONI DELLA DIVISIONE CALCIO A CINQUE 1.1 SITO INTERNET Si segnala che

Dettagli

CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B-

CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B- 50 CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B- 1) Il territorio Nazionale viene suddiviso in due zone per contenere i costi delle trasferte delle Squadre e consentire l iscrizione al numero più alto possibile di formazioni:

Dettagli

Comunicato Ufficiale n. 2 del 21 LUGLIO 2011

Comunicato Ufficiale n. 2 del 21 LUGLIO 2011 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE SALERNO via San Leonardo 120 Loc. Migliaro 84131Salerno Segreteria 089-338657 L.N.D Tel. (089) 332951 - Fax (089) 331556

Dettagli

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2014-2015

T E S S E R A M E N T O. Disposizioni Organizzative Annuali. Anno Sportivo 2014-2015 T E Disposizioni Organizzative Annuali Anno Sportivo 2014-2015 S S E approvate dal Consiglio Federale nella riunione del 10 maggio 2014 delibera n. 439 R A M E N T O Sommario Titolo I Regole Generali...

Dettagli

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14 CU 5 del 2/10/2014 CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14 Si trasmettono in allegato i calendari definitivi

Dettagli

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015

Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 Allegato n. 2 Tabella Tasse Federali Stagione Agonistica 2014/2015 A ) TASSA DI AFFILIAZIONE, ASSOCIAZIONE E VARIAZIONE DI ELEMENTI DELLA PERSONALITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE 1) Affiliazione a) Domanda

Dettagli

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 Specialità Petanque. Regolamento Campionati di Società 1 CAMPIONATO di SOCIETA SERIE A MASCHILE Vi partecipano di diritto le prime sei Società classificate nell anno agonistico

Dettagli

E IMPOSSIBILE GIOCARE IL VENERDI

E IMPOSSIBILE GIOCARE IL VENERDI INDIZIONE CAMPIONATO di SECONDA DIVISIONE FEMMINILE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare di Torino organizza il campionato di Prima Divisione Femminile.

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 005 /bis del 07/08/2010

Comunicato Ufficiale N 005 /bis del 07/08/2010 - cu 005 / 132 - Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA Delegazione Regionale Calcio a Cinque STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611

Dettagli

Selezioni Provinciali individuali e a squadre. Selezioni Regionali individuali e a squadre

Selezioni Provinciali individuali e a squadre. Selezioni Regionali individuali e a squadre Aggiornamento al 20 gennaio 2014 ARTICOLO 1 Selezioni Provinciali individuali e a squadre a. In ciascuna provincia, entro la data definita all inizio dell anno dal Delegato Regionale, il delegato Provinciale

Dettagli

CAMPIONATO DI SOCIETA 2007 SERIE A-B-C. Bando e Regolamento di gara

CAMPIONATO DI SOCIETA 2007 SERIE A-B-C. Bando e Regolamento di gara CAMPIONATO DI SOCIETA 2007 SERIE A-B-C La partecipazione alla gara è riservata alle Associazioni Sportive Dilettantistiche ASD della FIGB che siano in regola con l affiliazione 2007 e che abbiano acquisito

Dettagli

Comitato Regionale Toscana Ufficio Gare di Firenze Ufficio Gare di Livorno

Comitato Regionale Toscana Ufficio Gare di Firenze Ufficio Gare di Livorno Disposizioni Generali per l Anno Sportivo 2013/2014 NUMERI UTILI Ufficio Gare Firenze telefono 055 660346 fax 055 660728 usare solo per emergenze normalmente usare e-mail ufficiogare@toscana.fip.it cellulare

Dettagli

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo.

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo. 2) ATTIVITÀ GIOVANILE AGONISTICA L attività giovanile è ad indirizzo competitivo e si configura principalmente attraverso i risultati delle gare ed il comportamento disciplinare in campo e fuori di Atleti,

Dettagli

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale Lombardo

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale Lombardo Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale Lombardo Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2012-2013 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale Lombardo Via Piranesi

Dettagli

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica

Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica Regolamenti 2010/2011 dell Attività a Squadre e dei relativi Campionati Parte Specifica CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2 maschile... 4 Articolo

Dettagli

US ACLI MILANO Settore Calcio

US ACLI MILANO Settore Calcio US ACLI MILANO Settore Calcio Sede legale: Via della Signora 3, 20122 Milano Sede operativa: Via San Giovanni in Conca, 20122 Milano Tel. 0276017521 Fax 0232066678 Sito internet: www.usaclimi.it e-mail:

Dettagli

Ufficio Gare di Firenze

Ufficio Gare di Firenze Ufficio Gare di Firenze Tel. +39 (0)55 66 03 46 ufficiogare@toscana.fip.it Fax +39 (0)55 66 07 28 E-mail: CAMPIONATO PROMOZIONE MASCHILE ANNO SPORTIVO 2012/2013 Competenza Ufficio Gare Livorno - Ufficio

Dettagli

CAMPIONATO DI SOCIETA 2006 SERIE A-B-C. Bando e Regolamento di gara

CAMPIONATO DI SOCIETA 2006 SERIE A-B-C. Bando e Regolamento di gara CAMPIONATO DI SOCIETA 2006 SERIE A-B-C La partecipazione alla gara è riservata alle Associazioni Sportive Dilettantistiche ASD della FIGB che siano in regola con l affiliazione 2006 e che abbiano acquisito

Dettagli

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo

FIPAV Federazione Italiana Pallavolo FIPAV Federazione Italiana Pallavolo STAGIONE SPORTIVA 2009-2010 NORME DI RIFERIMENTO PER L ATTIVITA DEI CAMPIONATI DI CATEGORIA Il presente documento costituisce una guida per campionati di categoria

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 5 C5 del 02/08/2012

Comunicato Ufficiale N 5 C5 del 02/08/2012 - CRL 5 C5/1 - Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE LAZIO Via Tiburtina, 1072-00156 ROMA Tel.: 06 416031 (centralino) - Fax 06 41217815 Indirizzo Internet: www.lnd.it

Dettagli

Salsomaggiore Terme 12-15 ottobre 2015 La Cittadella del Rugby Parma

Salsomaggiore Terme 12-15 ottobre 2015 La Cittadella del Rugby Parma MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER LO STUDENTE, L INTEGRAZIONE E LA PARTECIPAZIONE! Manifestazione Finale Nazionale di RUGBY Istituzioni scolastiche del I

Dettagli

Oggetto: Calendario delle manifestazioni di concorso completo di equitazione. Anno 2015 1 periodo (fino al 26/07).

Oggetto: Calendario delle manifestazioni di concorso completo di equitazione. Anno 2015 1 periodo (fino al 26/07). Ai Comitati Organizzatori Comitati Regionali Segreterie di CCE All ANCCE Via email Roma, 17/12/2014 ADS/Prot.n. 09167 Dipartimento Concorso Completo Oggetto: Calendario delle manifestazioni di concorso

Dettagli

REGOLAMENTO ESECUTIVO SETTORE PROFESSIONISTICO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO

REGOLAMENTO ESECUTIVO SETTORE PROFESSIONISTICO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO REGOLAMENTO ESECUTIVO SETTORE PROFESSIONISTICO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO APPROVATO DAL CONSIGLIO FEDERALE DEL 29 E 30 MAGGIO 1998 Aggiornato al Consiglio Federale del 14 luglio 2012 TITOLO

Dettagli

Provincia di Varese Circoscrizione 2

Provincia di Varese Circoscrizione 2 C.O.N.I. FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO Regione Lombardia CONI Comitato di Varese Provincia di Varese Circoscrizione 2 Comune di Varese Camera di Commercio Varese 1) INVITO La Federazione Italiana Canottaggio

Dettagli

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15 A tutte le Società di Monza Brianza Loro sedi Agrate Brianza, 22-12-2014 Prot. 211/CPG e p.c. C.R. Lombardia FIPAV ROMA CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15 2 MODALITA DI SVOLGIMENTO

Dettagli

Endas Sezione Sport Giochi di Socialità. 2 Campionato Italiano di Burraco

Endas Sezione Sport Giochi di Socialità. 2 Campionato Italiano di Burraco Endas Sezione Sport Giochi di Socialità 2 Campionato Italiano di Burraco Campionato Italiano ENDAS Burraco: 1 aprile 2015 / 31 ottobre 2015 A completamento del campionato verrà organizzato un appuntamento

Dettagli

Regolamento Esecutivo - Settore Professionistico SETTORE PROFESSIONISTICO

Regolamento Esecutivo - Settore Professionistico SETTORE PROFESSIONISTICO SETTORE PROFESSIONISTICO Approvato dal Consiglio Federale del 29-30 Maggio 1998 - Aggiornato al Consiglio Federale del 17 e 18 luglio 2009 TITOLO I NORME GENERALI Regolamento Esecutivo - Settore Professionistico

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI

REGOLAMENTO DEI GIOCATORI REGOLAMENTO DEI GIOCATORI Approvato dal Consiglio Federale il 3 luglio 2010 L attività dei giocatori è disciplinata dal Regolamento dei Giocatori, dal Regolamento delle Competizioni e da altre specifiche

Dettagli