Buonasera a tutti Vorrei iniziare questo incontro ringraziando tutti voi per essere qui stasera,

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Buonasera a tutti Vorrei iniziare questo incontro ringraziando tutti voi per essere qui stasera,"

Transcript

1 Buonasera a tutti Vorrei iniziare questo incontro ringraziando tutti voi per essere qui stasera, non è scontato né casuale che voi siate qui, rinunciando al meritato riposo dopo una giornata di lavoro e a una serata passata in famiglia o con gli amici. Tutti noi siamo qui per un motivo ben preciso, vogliamo insieme contribuire a disegnare la Monteveglio del futuro, con il tratto realista di una matita, che l'attuale difficile situazione economica e sociale ci impone e con le nostre idee che vogliono guardare oltre i confini del presente per costruire la società in cui vorremmo vivere.. Questa sera, oltre a presentarmi, vorrei spiegarvi in che modo vorrei costruire questo percorso insieme a voi. Ma prima di tutto lasciatemi spiegare brevemente come un tecnico informatico di 34 anni, con una grande passione sin dall'infanzia per tutte le nuove tecnologie sia finito su di un palco, davanti a tante persone nella veste di candidato sindaco della piccola comunità in cui è cresciuto. Sono nato a bologna nel luglio del 1974 e ho vissuto i primi anni della mia vita a Zola Predosa, ed in particolare i primi mesi con i miei nel piccolo appartamento di mia nonna originaria di Pianoro emigrata dopo la devastazione della Seconda guerra mondiale, fatemi dire su questo quanto i racconti di chi ha vissuto quel periodo siano preziosi per tenere ancora vivi in tutti noi il ricordo di quei terribili momenti commemorati pochi giorni fa anche dalla Giornata della Memoria. Dopo le scuola elementare mi sono trasferito a Monteveglio dove è cominciata la mia nuova vita che ha trovato da subito nel centro sportivo, ricco di proposte e di attività, un microcosmo dove crescere insieme ad altri giovani di Monteveglio. Ho partecipato al consiglio del gruppo tennis, proprio nei momenti della realizzazione della 1

2 innovativa copertura dell'impianto di gioco in terra rossa finanziata anche da iniziative come un particolare torneo al quale partecipavano rappresentanze di tutta la vallata, in cui si praticava il gioco del tennis con una padella al posto della racchetta e che forse alcuni di voi ricorderanno. La passione per lo sport e per il mondo dell'associazionismo mi vedono successivamente impegnato nella società giovanile di calcio, l'a.c.vallesamoggia, prima forma di iniziativa sportiva di vallata, che grazie alla lungimiranza dei dirigenti e amministratori locali diventa l'attuale e consolidata realtà, il Val.Sa, alla quale ho dato il mio piccolo contributo sia in veste sia di allenatore sia di membro del consiglio. Il servizio civile svolto presso il Comune mi ha portato poi in contatto con la principale associazione del paese, la Proloco, di cui sono stato presidente per 4 anni in cui, grazie al duro lavoro di tutti i volontari, siamo riusciti a costruire diverse iniziative - anche insieme alle altre associazioni del paese - e ottenere tra le altre cose un importante riconoscimento per la nostra festa medievale. Quegli anni mi hanno permesso di conoscere la storia di Monteveglio e dei suoi abitanti direttamente dalle parole di alcuni suoi protagonisti, da chi ha vissuto il passaggio dalla Monteveglio che ammiriamo nelle cartoline storiche a quella che conosciamo ora. Le ore passate ad ascoltare i racconti e gli aneddoti, le passeggiate nei boschi del nostro Parco e nei locali della nostra millenaria abbazia sono parte di me, indelebili nella mia mente. In seguito la mia professione mi ha portato a lavorare nello staff del progetto di sviluppo informatico dei comuni della Valle Samoggia. Abbiamo costruito la rete di comunicazione telematica delle nostre pubbliche amministrazioni realizzando il centro servizi dell'unione dei Comuni, precorrendo i tempi dei virtuosismi delle gestioni associate e generando notevoli risparmi immediatamente investiti per lo sviluppo anche dei territori più svantaggiati. Questo mi ha spinto a confrontarmi con le realtà di tutta la vallata e a conoscere 2

3 ulteriormente il funzionamento della macchina amministrativa degli enti locali che già avevo potuto osservare durante il periodo del mio servizio civile. Il contatto con il mondo del volontariato mi ha poi avvicinato al Parco Berlinguer e alla sua storia, fatta di ideali e sacrifici, lavoro e coesione, fino a decidere, pochi anni fa, di contribuire direttamente all'attività politica locale. Ho seguito il difficile e storico passaggio verso la nascita del Partito Democratico e a gennaio dello scorso anno sono stato eletto segretario del circolo locale, direttamente dall'assemblea di tutti i cittadini fondatori. In questo anno da segretario ho cercato di lavorare allo sviluppo e al radicamento del nuovo partito che in vista delle elezioni amministrative ha infine intrapreso il percorso descritto poco fa dal nostro coordinatore che si è concluso con la raccolta delle firme per la mia candidatura e la ratifica ufficiale a metà dicembre. A questo punto quindi posso tornare alla domanda iniziale e tentare di spiegarvi come sono finito su questo palco ovvero quali sono le motivazioni che mi hanno portato a dare la disponibilità a candidarmi a Sindaco per il nostro comune. Confesso che me lo sono chiesto spesso e ho concluso che la ragione più importante è proprio il percorso che vi ho appena descritto, che mi ha portato a respirare per così tanto tempo l'atmosfera della vita sociale del nostro paese da convincermi che oltre ai risultati finali raggiunti insegnando il calcio ai bambini, organizzando Sagre di Paese o servendo cene al Parco Berlinguer, ad essere importante è l'impegno in sé. Intendo ciò che si riceve in cambio quando si esce dal chiuso dei nostri percorsi di vita individuali e ci si mette in contatto con altre persone, si condividono esperienze ed opinioni e si ricostruiscono quei legami sociali senza i quali ogni comunità è destinata a sfaldarsi e la vita di tutti noi a peggiorare. 3

4 Questa visione delle cose - insieme all'opportunità di aver visto da vicino come funziona la macchina amministrativa e di aver compreso così quanto essa può incidere sulla vita concreta di tutti i giorni, di tutti i cittadini, in tutti gli ambiti - è ciò che mi porta qui stasera. E allora vorrei provare a realizzare, con l'aiuto fondamentale di chi vorrà impegnarsi nell'amministrazione, gli obiettivi che sceglieremo insieme per il futuro di Monteveglio considerando che il Sindaco da solo non può ottenere molto perchè è come il capitano di una squadra composta dagli altri amministratori ma anche da ogni cittadino di Monteveglio. Ed è per questo che dopo avervi esposto le mie motivazioni vi invito a riscoprire le vostre. Per il futuro della nostra comunità è necessario che ogni cittadino dia il suo contributo di idee, di proposte, di critiche, di esperienze di vita vissuta a Monteveglio perché i veri esperti di un territorio sono coloro che lo abitano. C'è bisogno del vostro apporto fin da subito ed infatti siamo qui stasera per iniziare il percorso di costruzione del programma di mandato - quel testo che deve dare le indicazioni alla futura amministrazione rispetto alle azioni da intraprendere sul nostro territorio - spiegandovi in che modo vogliamo coinvolgere il maggior numero di persone possibile. Inizieremo già dalla prossime settimane con una prima serie di incontri tematici a cui ne seguiranno altri su ulteriori argomenti. Partiremo dal tavolo che affronterà le politiche ambientali e agricole, proseguiremo poi col mondo dello sport e della cultura, i servizi socio assistenziali e scolastici ed i temi dell'innovazione della pubblica amministrazione. Gli incontri saranno ospitati presso la sala riunioni del nostro centro sportivo, le date sono disponibili sin da ora sul nostro sito internet e nei volantini che trovate in sala. Non ci sfugge il fatto che questi sono tempi difficili per tante ragioni, in particolare la pesante crisi economica in corso influisce in modo determinante nella vita di tutti i giorni. Questo può spingere a chiedersi se dovendo affrontare questi grandi problemi valga la pena impegnarsi a livello locale. 4

5 Ma se è vero che per risolvere tali problemi da Monteveglio potremo fare poco, rientra invece pienamente nelle nostre possibilità provare ad attutirne gli effetti. Penso ad esempio ad un programma che sappia dare risposta nell'immediato a chi maggiormente soffrirà gli effetti delle scelte irresponsabili che hanno portato al crollo del sistema economico, inserendo specifiche azioni per il supporto alle famiglie ed ai cittadini che vedranno ridotto il loro reddito a causa della perdita del lavoro o della cassa integrazione ed in generale ad interventi per tutte le fasce deboli della popolazione come i pensionati ed i non autosufficienti, agevolando l'accesso ai servizi socio-assistenziali e scolastici. Sono azioni nuove per un territorio che storicamente ha vissuto in regime di pressoché piena occupazione ma ritengo assolutamente fondamentale in questa fase creare le condizioni per una solidarietà che eviti quella disgregazione della società che molti invece utilizzano come strumento di lotta politica, recuperando invece quei valori di coesione propri della civiltà dei nostri territori. Ma non dovremo solo difendere i servizi attuali, dovremo aprirci a ciò che è la richiesta del mondo odierno per esempio a proposito della rete di protezione degli anziani: si potrebbe discutere, in aggiunta ai ben collaudati servizi sociali esistenti, la creazione di strumenti nuovi come ad esempio un albo delle collaboratrici personali, le badanti per consentire alle famiglie che ne hanno necessità di scegliere tra persone qualificate ed allo stesso tempo valorizzare il lavoro delle operatrici. Un nuovo modo di costruire il programma significa però a mio parere anche un nuovo modo di concepirne i contenuti tali da essere non semplici frasi da campagna elettorale ma obiettivi realistici da ottenere in tempi certi. Per questo azioni come quelle appena descritte dovranno essere - e saranno - inserite negli indirizzi programmatici non prima di una attenta e puntuale verifica di sostenibilità economica: siamo stanchi di vedere nei telegiornali economisti creativi ed irresponsabili, dobbiamo proseguire nella buona prassi della programmazione degli interventi che ha sempre generato nei nostri territori ottimi risultati e ci ha portato ad essere nell'ultimo decennio tra i primi comuni italiani come qualità della vita, considerando l'alto livello dei servizi scolastici, sociali e sportivi, l'attenzione per l'ambiente e il contributo alla 5

6 crescita e diffusione dei valori di solidarietà e di attenzione alle regole. Sul tema delle risorse economiche a disposizione dei comuni non c'è bisogno che vi dica che questi saranno anni difficili, dobbiamo tutti esserne consapevoli, questo però non deve essere un alibi per i futuri amministratori i quali anzi avranno il compito di studiare nuove strategie per superare le difficoltà del presente pianificando un futuro che sfugga certe logiche della società odierna, in molti aspetti incompatibili con la prosecuzione del progresso della qualità della vita. Le ristrettezze economiche non ci dovranno impedire per esempio di proseguire celermente il potenziamento delle nostre strutture scolastiche e sportive per soddisfare le crescenti richieste di servizi rivolti al mondo dell'infanzia e dei giovani. Dovremo proseguire il lavoro avviato in questa legislatura proprio su questi temi ed il nostro impegno in questa fase dovrà essere massimo per raccogliere e sintetizzare le indicazioni che ci perverranno. Queste sono opere fondamentali e bisognerà lavorare per dare tempi certi e tipologie di servizi capaci di accogliere le esigenze delle nuove famiglie coinvolgendo e valorizzando anche le attività di volontariato e di associazionismo locale che in questi ed in molti altri ambiti sono particolarmente attive e svolgono un ruolo di fondamentale importanza per il supporto dell'azione amministrativa. Ma sul concetto di tempo, grandezza fisica spesso sottovalutata, vorrei spendere qualche parola. Ho imparato, avendo a che fare con progettazioni telematiche la cui obsolescenza è rapidissima, che il tempo è una delle variabili più importanti per la riuscita di un qualsiasi progetto, spesso più della quota di risorse a disposizione o dell'innovazione tecnica proposta. Una grande idea realizzata nel doppio del tempo previsto potrebbe non essere più tale e anzi potrebbe rivelarsi un vero disastro. Per questo penso sia necessario introdurre in tutte le azioni previste dal programma una indicazione di massima relativa all'anno della conclusione ipotizzata di ogni progetto, programmando incontri pubblici per illustrare lo stato di avanzamento in modo da valutare l'efficacia delle azioni previste, nell'ambito di un chiaro e preciso richiamo alla trasparenza dell'azione amministrativa. Questo aiuterà l'amministrazione a capire come eventualmente modificare il progetto in 6

7 funzione dell'obiettivo e consentirà a qualunque cittadino, in qualsiasi momento, di rendersi conto se le azioni previste stanno producendo i risultati sperati. Sono convinto che la futura classe dirigente dovrà in ogni momento sentirsi responsabilizzata anche degli obiettivi non raggiunti perché ogni singolo giorno di ritardo di un progetto è un giorno che viene meno alla sua utilità nella vita dei cittadini. In questo senso si potrebbe pensare anche all'introduzione di strumenti come la trasmissione in diretta dei consigli comunali via internet e di altri metodi per agevolare la reperibilità degli atti pubblici. Ritengo infatti che nell'azione amministrativa la comunicazione sia fondamentale e debba essere supportata da un moderno ed efficiente sistema capace di coniugare i tradizionali luoghi di incontro pubblico con gli innovativi strumenti messi a disposizione dalle nuove tecnologie. Penso ad un sistema in continuo aggiornamento in modo da consentire al più alto numero di cittadini di partecipare al dibattito democratico. Ci confronteremo poi sui modi per superare la percezione di quel muro di burocrazia che separa cittadini e le amministrazioni, quasi non fossero parte della stessa comunità, introducendo una vera innovazione e riforma della pubblica amministrazione. E allora sarà fondamentale in questo senso proseguire sulla strada dell'unione dei comuni e della gestione associata dei servizi estendendole in modo da ottimizzarne costi ed incrementarne il livello qualitativo considerando progetti anche più innovativi e coraggiosi. Questi temi istituzionali spesso sembrano poco interessanti ai cittadini ma in sintesi l'obiettivo è riformare la macchina dell'amministrazione mantenendo inalterata la qualità dei servizi per le persone e risparmiando risorse anche nell'ottica di ridurre il peso tributario a carico della popolazione. Durante il nostro percorso discuteremo poi di politiche culturali: la conoscenza è uno dei beni più preziosi che possiamo coltivare, sia nei modi tradizionali - valorizzando ciò che già esiste e funziona come ad esempio la nostra biblioteca ma anche andando incontro 7

8 ad esigenze più nuove come quella dell'accesso universale alle nuove tecnologie della comunicazione. Proprio per evitare l'accentuarsi del divario tra chi ha e chi non ha le possibilità economiche di usufruire della conoscenza e delle prospettive aperte dall'universo di internet si potrebbe pensare quindi alla progettazione di una rete civica telematica a libero accesso. In un mondo ormai globalizzato e fortemente interconnesso in cui qualsiasi evento, locale o meno, si riflette direttamente sulla nostra vita e su quella degli altri è di fondamentale importanza avere gli strumenti culturali per affrontare e comprendere questi cambiamenti, reagendo con forza agli attacchi populisti e discriminatori di chi della strategia della disinformazione e della paura ne fa strumento di propaganda politica. Sarà necessario per esempio tenere molto alto il livello di guardia contro i tentativi di delegittimare il nostro ordinamento democratico e costituzionale tentando di operare scandalose revisioni della storia d'italia che ha visto il sacrificio di tanti nostri concittadini in nome della libertà e della resistenza alla schiavitù totalitaria. Non slegato da questo aspetto vediamo anche con molta preoccupazione la volontà di questo governo di mettere mano alla Carta Costituzionale. Noi a Monteveglio siamo sempre stati in prima linea per la difesa del patto fondativo della nostra repubblica sapendo bene tuttavia che questo non vuol dire essere chiusi verso ogni proposta di modifiche funzionali che non ne stravolgano i principi fondamentali, come ci ha insegnato il nostro illustre concittadino Don Dossetti. Dovremo lavorare per costruire quel livello di integrazione necessario in una società forte e coesa ove l'imprescindibile diritto alla sicurezza che deve essere garantito a tutti e in ogni momento - non venga scambiato per il ritorno al Far West e alla giustizia fai da te o al riemergere di fenomeni di razzismo di cui già si colgono i primi segni. E ancora, nell'affrontare le politiche giovanili e dello sport ed in generale parlando di 8

9 volontariato, dovremo discutere iniziative da mettere in campo per mantenere vitale il nostro paese con le sue occasioni di ritrovo, di festa e di socializzazione, valorizzare quelle esistenti e incentivare tutte le nuove idee come ad esempio l'iniziativa degli artisti di strada dello scorso anno. Vogliamo poi che il filo conduttore dell'azione locale siano i nuovi concetti di sostenibilità ambientale, proseguendo quindi le importanti iniziative già intraprese a Monteveglio come la raccolta differenziata dei rifiuti. Un'attenta pianificazione urbanistica dovrà mantenere poi la vocazione del territorio ad essere un polmone verde con oltre il 90% di superficie non urbanizzata: questo grazie alle sagge scelte delle nostre amministrazioni che hanno evitato i consumi indiscriminati di territorio visti altrove e anche grazie alla presenza del Parco Regionale che è una risorsa preziosa da valorizzare. La diffusione dei concetti di risparmi energetico ed ecosostenibilità sia nel tessuto urbano esistente che nelle realizzazioni future dovrà poi essere al centro della nostra azione amministrativa, intervenendo sui regolamenti urbanistici, prevedendo incentivi per le realizzazioni virtuose. Fondamentale in questo senso sarà poi la costruzione di una rete di infrastrutture per una mobilità realmente alternativa a quella attuale. Dovranno ad esempio proseguire le azioni rivolte al potenziamento dei servizi dei mezzi pubblici, da sempre carenti nel nostro territorio, ed incentivare esperienze come il car sharing, oltre alla creazione di nuove piste ciclopedonali per lo spostamento nell'ambito urbano. L'impegno poi per la manutenzione dei nostri spazi pubblici e del nostro territorio in generale dovrà essere prioritario visto che essi sono la casa comune di tutti noi cittadini utilizzando anche forme virtuose come ad esempio l'utilizzo di materiali di risulta dalla pulizia dei nostre aree boschive e verdi come fonti di energia. Queste mie proposte sono solo alcuni degli esempi possibili e devono essere intese come un contributo all'inizio della discussione sul programma che avverrà negli incontri già citati. Tali incontri costituiranno un primo giro di ascolto, che non vuole essere esaustivo ma che 9

10 consentirà di conoscerci e confrontare idee che possano guidarci attraverso la costruzione del progetto per Monteveglio. Saranno occasioni importanti in cui tutti cittadini, associazioni, forze politiche - potranno esporre il proprio punto di vista con l'obiettivo finale di sintetizzare le idee in proposte concrete di azione amministrativa da inserire nel programma di una lista civica ove possano trovare spazio, oltre alle tradizionali forze politiche, anche espressioni della società civile e del mondo dell'associazionismo locale. Auspico infatti che attorno ad un progetto concreto innovativo e democratico come questo vi sia una forte unità di tutte le forze politiche che abbiano espressione locale, realizzando una coalizione sulla base di chiare condivisioni programmatiche, evitando di scivolare sul terreno della mera spartizione di cariche e potere. Per consentire a tutti di partecipare inoltre stiamo lavorando in modo particolarmente intenso per migliorare l'interazione con tutti voi: per questo vi invito a visitare il nostro sito per ricevere aggiornamenti in tempo reale e partecipare alle discussioni. Troverete anche i riferimenti per mettervi in contatto direttamente con me, farmi domande e proporre iniziative sia via mail o sul sito, sia semplicemente telefonandomi per richiedere un incontro di persona. Penso infatti che il dialogo ed il contatto diretto con le persone siano un preciso dovere di chi si candida a ricoprire il ruolo di primo cittadino, come strumento di crescita e di arricchimento dei ragionamenti. Se avrò il vostro sostegno non potrò fare altro che ripartire dai successi conseguiti dalle scorse amministrazioni ovviamente facendomi carico di affrontare discutere e risolvere le criticità ed i problemi, agendo nel solco di una continuità con le azioni del presente ma con l'obiettivo di rielaborarle ove necessario per proiettarle nel futuro. Solo con il contributo di tutti riusciremo a costruire un progetto tanto ambizioso quanto pragmatico, che con coraggio e coesione possiamo davvero realizzare insieme, per creare un'idea condivisa di comunità che possa accompagnarci negli anni a venire. 10 Daniele Ruscigno

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem Relazione del Presidente Dino Piacentini Assemblea Generale Aniem 26 giugno 2015 Cari amici e colleghi, anzitutto grazie. Per aver condiviso un percorso in un periodo non certo facile per le nostre imprese,

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

Da dove nasce l idea dei video

Da dove nasce l idea dei video Da dove nasce l idea dei video Per anni abbiamo incontrato i potenziali clienti presso le loro sedi, come la tradizione commerciale vuole. L incontro nasce con una telefonata che il consulente fa a chi

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

MA TU QUANTO SEI FAI?

MA TU QUANTO SEI FAI? MA TU QUANTO SEI FAI? 1. VALORIZZARE IL PASSATO PER UN FUTURO MIGLIORE a. Quante volte al mese vai a cercare notizie sulla storia del tuo paese/città nella biblioteca comunale? o 3 volte o 1 volta b. Ti

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005 CONVEGNO NAZIONALE SCUOLA E VOLONTARIATO Palermo, 16-18 gennaio 2005 "Non so quale sarà il vostro destino, ma una cosa la so: gli unici tra voi che saranno felici davvero saranno coloro che avranno cercato

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Federazione Friuli V.G LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Venerdì 6 marzo 2009 Sede Regione FVG Via Sabbadini, 31 - UDINE ABSTRACT CONTRIBUTO

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

Testimoni della gioia CONFRONTO ITALIANO MGS Un percorso di scambio e crescita tra giovani

Testimoni della gioia CONFRONTO ITALIANO MGS Un percorso di scambio e crescita tra giovani Testimonidellagioia CONFRONTOITALIANOMGS Unpercorsodiscambioecrescitatragiovani Promossoda MovimentoGiovanileSalesiano Italia INDICE Testimonidellagioia ConfrontoItalianoMGS Unpercorsodiscambioecrescitatragiovani

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*)

La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) La nuova organizzazione del Ministero dell Interno a livello centrale e sul territorio (*) Claudio SCAJOLA È la prima volta che ho l occasione di incontrare tutti i Prefetti della Repubblica e ritengo

Dettagli

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene Cooperativa Sociale Mission. Promuovere e perseguire lo sviluppo d autonomie di persone con svantaggi psicofisici, favorendo l integrazione e la cultura dell accoglienza nella comunità locale, attraverso

Dettagli

Civiche per il Trentino Principi e linee programmatiche. diegomosna.it

Civiche per il Trentino Principi e linee programmatiche. diegomosna.it Civiche per il Trentino Principi e linee programmatiche diegomosna.it Civiche per il Trentino Principi e linee programmatiche segreteria@diegomosna.it facebook.com/diegomosna.it @diegomosna 3 La coalizione

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014.

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Foto: https://plus.google.com/photos/105970845897404373370/albums/6 056614842153513505?authkey=COqw_8yx9tCgDA Cordiale

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI Milano Expo Padiglione Italia Giovedì 2 luglio 2015 La città di Roma, con la votazione favorevole dell Assemblea Capitolina il 25 giugno scorso, ha detto sì alla candidatura

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Chi siamo. L organizzazione

Chi siamo. L organizzazione Chi siamo Il Forum Giovani di Marigliano nasce con lo scopo di raccogliere idee, sogni e domande dei giovani cittadini. È uno strumento di partecipazione attiva per incidere sul territorio, fornendo occasioni

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Assemblea coordinamento donne Cesena

Assemblea coordinamento donne Cesena Cesena 11-12-2014 Assemblea coordinamento donne Cesena Il motivo per cui oggi ci troviamo qui è legato al fatto che le donne pensionate della CGIL stanno preparando l assemblea Regionale, poi nel 2015

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

Gestione del conflitto o della negoziazione

Gestione del conflitto o della negoziazione 1. Gestione del conflitto o della negoziazione Per ognuna delle 30 coppie di alternative scegli quella che è più vera per te. A volte lascio che siano gli altri a prendersi la responsabilità di risolvere

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi

Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi Soggetti Coinvolti Alunni Scuola Primaria delle classi 4^ 5^ dei plessi di San Vito, Ligugnana e Prodolone per un totale di 12 classi e

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

La campagna di tesseramento

La campagna di tesseramento 2015 La campagna di tesseramento 2 Senza immaginazione non c è salvezza. Giulio Carlo Argan 1. La storia della campagna 2. La tessera 3. Tono & linguaggio 4. Strumenti di campagna 2015 La storia della

Dettagli

Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro. Milano, 15 gennaio 2013

Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro. Milano, 15 gennaio 2013 Seminario "La qualità della scuola: che cosa fa il mondo, che cosa può fare l'italia" Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro Milano,

Dettagli

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1 GRUPPO SCOUT MELNANO 1 PROGETTO EDUCATIVO 2011 2014 Cos è il Progetto Educativo Il progetto educativo è uno strumento per la comunità capi utile a produrre dei cambiamenti nel gruppo scout. E stato pensato

Dettagli

CARTA DEI VALORI DI AREA

CARTA DEI VALORI DI AREA approvata dall Assemblea di Roma l 8 giugno 2013 1. Identità e scopo 1. Siamo magistrati italiani ed europei, orgogliosi di far parte di una magistratura indipendente e autonoma, che, proprio perché tale,

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

Il Partito Democratico del Trentino.

Il Partito Democratico del Trentino. Il Partito Democratico del Trentino. Le idee del candidato alla segreteria Roberto Pinter Più che da dove vieni conta chi sei e dove vai. La nascita del PD è anche questo, è un progetto che guarda avanti,

Dettagli

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl Grazie a tutti Voi per essere qui dalle fabbriche del Legno, del Cemento, dei materiali

Dettagli

Alternative: creazione associazione che operi come ha sempre operato isf e creazione una cooperativa nella quale ci siano persone retribuite.

Alternative: creazione associazione che operi come ha sempre operato isf e creazione una cooperativa nella quale ci siano persone retribuite. Odg 1. isf italia Guido: piccola storia isf italia Quest anno week-end nazionale ad Ancona ma sovrapposto con altri eventi qui a TN (festa di mesiano). Cmq c è stato movimento e dopo percorso fatto dalle

Dettagli

GLI SCACCHI IN GIOCO I CORSI DI PATRIZIA APETINO. Gli scacchi un occasione per crescere insieme!

GLI SCACCHI IN GIOCO I CORSI DI PATRIZIA APETINO. Gli scacchi un occasione per crescere insieme! GLI SCACCHI IN GIOCO I CORSI DI PATRIZIA APETINO Gli scacchi un occasione per crescere insieme! Ancora una volta devo ringraziare Facebook che mi ha dato l opportunità di conoscere e fare amicizia con

Dettagli

Scuola dell'infanzia A.Cocchetti Brescia a.s. 2011/2012

Scuola dell'infanzia A.Cocchetti Brescia a.s. 2011/2012 Scuola dell'infanzia A.Cocchetti Brescia a.s. 2011/2012 Il progetto Circe Time Il progetto Circe-Time è quello che letteralmente riguarda il momento del cerchio. Il cerchio è uno dei rituali più importanti

Dettagli

progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4

progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4 progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4 Triennio 2009/2012 IL GRUPPO Trento 4 Il gruppo Tn4, nato nel 1947 nella parrocchia di Santa Maria, e lì cresciuto fino a che sono iniziati i lavori

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

law firm of the year Chambers Europe Awards

law firm of the year Chambers Europe Awards Oltre 360 avvocati 4 volte Law Firm of the Year agli IFLR Awards nell ultimo decennio (2011, 2010, 2006, 2004) 9 sedi, 5 in Italia e 4 all estero law firm of the year Chambers Europe Awards for excellence

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto

Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto LAVORO SOCIALE IN TASCA COLLANA DIRETTA DA M.L. RAINERI Valentina Calcaterra Attivare e facilitare i gruppi di auto/mutuo aiuto Indice Introduzione 9 1. Cos è un gruppo di auto/mutuo aiuto 11 I fondamenti

Dettagli

Sono felice di essere qui oggi a dare il mio sostegno al progetto Ladder. per la promozione dell'educazione allo sviluppo a livello locale.

Sono felice di essere qui oggi a dare il mio sostegno al progetto Ladder. per la promozione dell'educazione allo sviluppo a livello locale. ALDA - progetto LADDER Sono felice di essere qui oggi a dare il mio sostegno al progetto Ladder per la promozione dell'educazione allo sviluppo a livello locale. Sono stato per tanti anni sindaco di Padova

Dettagli

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO 1 PERCHÉ CONOSCERE L ITALIANO È UN PLUSVALORE? 2 Italiano lingua del cuore Feten Fradi - esperta comunicazione audiovisiva Copeam La mia esperienza personale

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

SEMPLICE MENTE ENERGIA

SEMPLICE MENTE ENERGIA SEMPLICE MENTE ENERGIA NOI SIAMO ENERGIA L affermazione siamo fatti di energia è ormai diventata assunto scientifico. Ed al di là di quanto affermato da scienziati e filosofi, conosciamo molto bene, per

Dettagli

IL DIARIO DI LABORATORIO DELLA MIA CLASSE

IL DIARIO DI LABORATORIO DELLA MIA CLASSE DIRE FARE E PENSARE IL DIARIO DI LABORATORIO DELLA MIA CLASSE SCUOLA dell Infanzia SEZIONE A. FUSARI Altavilla Vic.na BAMBINI GRANDI LABORATORIO/PROGETTO REALIZZAZIONE MURALES Anno Scolastico 2014-2015

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. Questionario. rivolto ai cavouresi dai 15 ai 20 anni

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. Questionario. rivolto ai cavouresi dai 15 ai 20 anni I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai ragazzi dai 15 ai 20 anni rivolto ai cavouresi dai 15 ai 20 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations Economic and Social Council ECOSOC United Nations 2010 Coordination segment New York, 6 July Address by Antonio MARZANO, President of AICESIS International Association of Economic and Social Councils and

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

A.S. 2015/2016. RAPPRESENTANZA, RESPONSABILITA, PARTECIPAZIONE (punti di forza e

A.S. 2015/2016. RAPPRESENTANZA, RESPONSABILITA, PARTECIPAZIONE (punti di forza e SEMINARIO RESIDENZIALE Percorso di formazione per i rappresentanti in Consulta Provinciale degli Studenti Centro Don Chiavacci Crespano del Grappa 3-4 novembre 2015 A.S. 2015/2016 Premessa A conclusione

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016

BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI B A R I BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE ESERCIZIO 2016 RELAZIONE DEL PRESIDENTE Assemblea degli Iscritti Bari, 27 novembre 2015 Gentili colleghe

Dettagli

Comune di Lugo REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE, DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

Comune di Lugo REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE, DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Comune di Lugo REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE, DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Anno 2004-2005 REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE, DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

Dettagli

Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda

Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda LE TEMATICHE Il contesto competitivo Le competenze delle nuove imprese Gli obiettivi di sopravvivenza e di successo Come scegliere il personale Requisiti

Dettagli

1 Descrizione sintetica delle finalita' e dell'ambito di intervento del corso.. 3 1.1 Finalità... 3 1.2 Ambito di intervento...

1 Descrizione sintetica delle finalita' e dell'ambito di intervento del corso.. 3 1.1 Finalità... 3 1.2 Ambito di intervento... LO SPORT E PER TUTTI CORSO DI AGGIORNAMENTO: L OPERATORE SPORTIVO TRA DIVERSITA E DISAGIO (EDUCARE ALLO SPORT PERSONE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA ) 2^ PARTE 1 INDICE 1 Descrizione sintetica delle finalita'

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

Istituto San Tomaso d Aquino

Istituto San Tomaso d Aquino Istituto San Tomaso d Aquino alba pratalia aràba Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella didattica a.s. 2013 2014 a.s. 2014 2015 0 Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella

Dettagli

VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE

VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE Progetto di mediazione linguistica e culturale per l integrazione di richiedenti asilo, rifugiati e beneficiari di protezione internazionale in Italia attraverso il volontariato

Dettagli

Progetto: Educare bene...educare...tutti!

Progetto: Educare bene...educare...tutti! Progetto: Educare bene...educare...tutti! Educazione civica Territoriale (applicata)... per il recupero di una Società del...noi!! (cultura del dono, della gratuità e della responsabilità ) Proposta di

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi alla Conferenza Internazionale Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Padova, 15 giugno 2007 1 Il servizio civile come celebrazione del 50 dei trattati

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

PROGETTO LA VIA DELLA CARTA MOTIVAZIONI OBIETTIVI

PROGETTO LA VIA DELLA CARTA MOTIVAZIONI OBIETTIVI PROGETTO LA VIA DELLA CARTA MOTIVAZIONI La motivazione che mi ha fatto optare per la stesura di questo progetto è l'interesse mostrato dai bambini per le scienze ed in particolare per il tema del riciclo.

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018

Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018 Tavoli TemaTiCi 2015 Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018 Comunità solidale, welfare di tutti: costruiamo insieme il piano dei servizi alla persona

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Attività a Tema in Branca L/C

Attività a Tema in Branca L/C in Branca L/C Queste note fanno seguito al laboratorio sulle del 13 marzo 2013 a Roma e riprendono il sussidio, ormai introvabile, concepito nel 1973 e rivisto nel 1982. Le nascono nella Branca Lupetti

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

REGOLAMENTO del Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR)

REGOLAMENTO del Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) REGOLAMENTO del Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) Premessa I Consigli Comunali dei ragazzi (CCR) sono una realtà in diversi Paesi Europei. Queste forme di rappresentanza dei giovani si stanno diffondendo

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli