3. LE DIMENSIONI DELL INTEGRAZIONE IN ITALIA 3.3 L ABITAZIONE di Alfredo Agustoni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "3. LE DIMENSIONI DELL INTEGRAZIONE IN ITALIA 3.3 L ABITAZIONE di Alfredo Agustoni"

Transcript

1 3. LE DIMENSIONI DELL INTEGRAZIONE IN ITALIA 3.3 L ABITAZIONE di Alfredo Agustoni Negli ultimi dieci anni, la condizione abitativa della popolazione straniera si caratterizza per alcuni elementi di continuità, che possono essere identificati in una situazione di disagio e precarietà abbastanza generalizzate e nella decisa prevalenza della locazione come titolo di godimento dell alloggio. Tali elementi di continuità, tuttavia, si inseriscono nel quadro di una situazione di complessiva trasformazione, il cui senso è stato progressivamente reso nei Rapporti annuali che si sono succeduti. Un primo banalissimo aspetto è costituito dall aumento della popolazione immigrata in Italia, che, a cavallo tra il Censimento del 21 e quello del 211 triplica, passando da un milione e mezzo a quattro milioni e mezzo di presenze [cf. sezione 1, La presenza degli stranieri in Italia ]. Tale incremento degli stranieri presenti in Italia, naturalmente, non può non fare avvertire il proprio impatto sui territori di accoglienza, dove la presenza immigrata si fa sempre più visibile attraverso caratteristici segnali (vecchi edifici tempestati di antenne paraboliche, esercizi commerciali etnici ). Interessando inizialmente soprattutto settori relativamente degradati dei principali centri urbani, che continuano a esercitare un ruolo di territori di primo approdo, la presenza di immigrati si è nel tempo estesa, in misura crescente, coinvolgendo aree progressivamente abbandonate da settori di popolazione italiana interessate da forme di mobilità sociale ascendente. Spesso si tratta, con specifico riferimento alle aree metropolitane del Nord Ovest, di territori già caratterizzati come ambiti di insediamento di immigrati, in quanto precedentemente coinvolti dalle migrazioni interne. La comparsa di stranieri, in certe situazioni, funge da acceleratore dell esodo dei precedenti abitanti: nel Sedicesimo Rapporto prendevamo in esame, a titolo esemplificativo, il caso del Quartiere Satellite di Pioltello, in provincia di Milano, quello di Zingonia, in provincia di Bergamo, nonché, sul Medio Adriatico, il caso di complessi la cui iniziale destinazione ad attività di tipo turistico non era andata a buon fine e aveva spinto in direzione di un riutilizzo di natura residenziale (potremmo menzionare, tra tutti, il caso dell Hotel House di Porto Recanati, in provincia di Macerata, e di Urbino2, in provincia di Pesaro). Si tratta di territori che, ancora negli anni 9, erano prevalentemente abitati da italiani, salvo essere interessati, a partire dalla fine del decennio, da un rapido processo di sostituzione di popolazione. In linea di massima, l immissione di stranieri in un nuovo territorio segue un criterio di residualità, con riferimento al fatto che gli immigrati tendono a occupare spazi lasciati liberi dagli italiani in quanto scarsamente appetibili (questo spiega, a tratti, fenomeni di concentrazione in caseggiati, strade o quartieri). D altro canto, soprattutto nell Italia centro-settentrionale, la presenza di stranieri in un determinato territorio finisce per incidere sulla sua stessa desiderabilità come ambito di residenza, 77

2 innescando un circolo vizioso come quello che abbiamo visto operare in alcuni dei casi sopra riportati. Indiscutibili segnali di mutamento, nel decennio trascorso, sono stati identificati nella crescente propensione all accesso alla proprietà della casa e alle opportunità offerte dal welfare abitativo. Si tratta di fenomeni legati almeno in parte a stadi relativamente avanzati dei percorsi migratori, caratterizzati da un maggior livello di stabilizzazione, di integrazione lavorativa e spesso dalla formazione di una famiglia o dal ricongiungimento familiare. Questo contribuisce a spiegare il carattere emergente del fenomeno, in un paese dove l immigrazione straniera costituisce una realtà ancora recente, ma dove ormai percorsi migratori caratterizzati da una relativa anzianità costituiscono una realtà consolidata e crescente. Nel caso dell accesso alla proprietà, d altro canto, ci troviamo di fronte a consistenti ambiguità e criticità, che si stanno manifestando in maniera sempre più acuta negli ultimi anni (dopo che, per un certo periodo di tempo, l emergente propensione all acquisto da parte di stranieri era stata univocamente interpretata come un positivo segnale d integrazione e stabilizzazione economica ed esistenziale). Per quanto concerne, invece, il welfare abitativo, la crescente propensione degli stranieri all accesso all edilizia residenziale pubblica, si scontra con le crescenti ristrettezze del settore Gli immigrati e il settore dell affitto La locazione rimane il principale titolo d occupazione dell alloggio da parte di stranieri, come lo era dieci anni fa. Nel complesso, nel comprendere le dinamiche e le trasformazioni che hanno interessato questo decennio, occorre partire dalla completa liberalizzazione degli affitti con la legge 453/1998 (legge Zagatti). Quest ultima produce una serie di effetti, in generale sulla condizione degli inquilini e, più in particolare, sulla condizione degli inquilini stranieri. Tab Titolo d occupazione dell alloggio da parte di stranieri per macroarea Centro-Nord Sud Totale Italia Proprietà 11,8 3,4 1,9 Affitto solo o con 48,8 49,2 48,8 Familiari Affitto con altri 22,3 24,4 22,5 Fonte: Menonna et Al. (26) Presa nel suo complesso, la fine dell equo canone contribuisce alla marginalizzazione del mercato degli affitti. Da un lato, prosegue cioè il trend degli italiani verso l accesso alla proprietà della casa, adeguatamente evidenziato nel grafico sottostante. 78

3 Graf Titolo d occupazione dell alloggio proprietà affitto altro Fonte: Istat, dati censimento (per il 28, dati Nomisma 1 ) Dall altro, assistiamo a un trend parallelo, per cui la permanenza nel mercato degli affitti (quantomeno al 24) riguarda soprattutto i settori economicamente più deprivati, per l esattezza il quintile di reddito più basso. L impressione, in poche parole, è che rimanga in affitto chi non può permettersi di fare altrimenti: tale impressione appare supportata dai dati di una ricerca del 27 2, secondo la quale il 66% degli inquilini che prevedono di rimanere in affitto giustifica la propria scelta sulla base dell impossibilità di accedere alla proprietà (poco più del 25% degli intervistati fa riferimento a una presunta maggior convenienza dell affitto). Graf Percentuale di nuclei in affitto per quintili di reddito quintile 2 quintile 3 quintile 4 quintile 5 quintile Totale Fonte: Censis su dati Banca d Italia, 26 In parte come conseguenza della progressiva fuga delle fasce di reddito più elevate dal mercato degli affitti, ma soprattutto delle incipienti difficoltà economiche che hanno interessato le famiglie negli ultimi anni, è possibile illustrare un altro indicatore di indiscutibile interesse, relativo all impressionante incremento degli sfratti per morosità sul totale degli sfratti: stando a una rilevazione del 21 3, il 25% di chi si rivolge ai sindacati inquilini lamentando uno sfratto per morosità è straniero. 1 Nomisma, La condizione abitativa in Italia. Secondo rapporto Nomisma, Agra, Roma, Censis-Sunia-Cgil, Vivere in affitto. Più case in affitto, più mobilità residenziale e sociale, Rapporto di ricerca, Cgil-Sunia, Gli immigrati e la casa, Rapporto di ricerca,

4 Graf Percentuale sfratti per morosità sul totale degli sfratti Fonte: elaborazione Censis su dati Ministero dell Interno 4 All interno di questa popolazione inquilina socialmente sempre più marginale, gli immigrati hanno assunto, negli anni, un peso crescente: probabilmente la loro presenza sempre più significativa contribuisce al sia pure contenuto incremento nella percentuale dei nuclei residenti in affitto tra il 2 e il 24. In qualche modo, è la crescente presenza di famiglie immigrate a restituire fiato ad un mercato in progressivo declino. In questo mercato, che pure contribuisce a tenere in vita, l immigrato è vittima di una situazione di disagio, che sembra permanere costante lungo l arco di tempo considerato. Vittima della diffidenza di locatori e agenzie immobiliari, oltre che delle difficoltà linguistiche e di un informazione incompleta, l immigrato ricorre sovente, e spesso in maniera non del tutto consapevole, al mercato nero. Stando alla già citata rilevazione del 21, solo il 15% degli inquilini stranieri che si rivolgono agli sportelli del Sunia vive in affitto con un contratto regolarmente registrato, contro un 39% che non ha contratto o che, comunque, non ha un contratto registrato, e un 46% che ha un contratto registrato per una somma inferiore rispetto a quella effettivamente corrisposta 5. Ragionando sulle tendenze future, rimane da capire il possibile impatto delle nuove normative (a partire dal Pacchetto sicurezza, 125/28), che tra le altre cose prevedono la confisca dell alloggio, unitamente a pene detentive, per chi affitta in nero a stranieri, nonché la possibilità per l inquilino di vedersi drasticamente ridotto il canone d affitto laddove denunci una situazione d irregolarità locativa. Anche laddove le carte siano in regola, l immigrato è sovente disposto a occupare un alloggio in condizioni mediocri, in parte come conseguenza di condizioni economiche precarie e in parte come conseguenza dell assenza di alternative. Di conseguenza, il crescente peso degli stranieri sulla popolazione inquilina, ha finito per fornire una sempre più significativa occasione per affittare a buone condizioni e senza accollarsi oneri di ristrutturazione. A buone condizioni nel senso che, a dispetto della sua relativa fatiscenza, l alloggio viene sovente locato a un canone maggiorato. Come conseguenza della già discussa fine dell equo canone, infatti, è prassi 4 Dexia-Censis-Federcasa, Social housing e agenzie pubbliche per la casa, in Note e Commenti Censis, n. 1, Cgil-Sunia, Gli immigrati e la casa, cit.. Naturalmente, i dati citati vanno presi con le dovute cautele, perché gli immigrati che fanno ricorso alle organizzazioni inquiline rappresentano, probabilmente, una punta del disagio e non si prestano a rappresentare la popolazione straniera nel suo complesso. Ciò nondimeno, tali dati rendono un idea dei fenomeni in questione. 8

5 consolidata (costante, se non in crescita nel corso dell ultimo decennio) l applicazione di un canone speciale agli immigrati (quasi a costituire la compensazione del rischio costituito dalla locazione a un inquilino ritenuto inaffidabile). Già nel 2 6, un indagine sui diversi capoluoghi d Italia evidenziava la presenza di canoni mensili a metro quadro, corrisposti da stranieri, ampiamente superiori rispetto a quelli applicati agli italiani (si va dal 15% di Firenze al 26% di Milano). Ancora alla fine del decennio, tra le persone che si rivolgono agli sportelli del Sunia 7, gli stranieri corrispondono un canone superiore dal 3 al 5% rispetto ai cittadini italiani. Il numero di stranieri che transitano per le sedi dei sindacati inquilini è, comunque, in costante crescita: negli ultimi anni, in molte località, gli immigrati hanno finito per costituire la maggioranza dei soggetti che contattano (e talora che si iscrivono) alle organizzazioni dell inquilinato. Il contatto si sviluppa spesso in occasione di una situazione critica che l immigrato sta vivendo, per il tramite di conoscenti, che segnalano la presenza del servizio, oppure delle organizzazioni sindacali che lo straniero già incontra sul luogo di lavoro. Da un lato, questo è conseguenza del crescente peso degli immigrati in un mercato che, per il resto, appare in relativo declino, nonché delle condizioni critiche che gli immigrati si trovano a scontare nel settore. Dall altro, della crescente consapevolezza e propensione a informarsi che accompagna, nel corso del loro sviluppo, le carriere migratorie. Altra significativa tendenza caratteristica dell ultimo decennio è costituita dal consolidarsi degli interventi del privato sociale in materia di accesso alla casa per gli immigrati. Parliamo di consolidamento non solo con riferimento a un aumento delle iniziative, ma anche di una maturazione organizzativa dei soggetti e di una crescente articolazione delle reti di attori, che spesso coinvolgono a un tempo pubblico e privato sociale. Un modello, già sperimentato alla fine degli anni 9 e in seguito affermatosi in numerosi contesti è quello dell Agenzia sociale per la casa, costituita dal concorso di soggetti pubblici e privati con lo scopo di promuovere l affitto calmierato e di agevolare l incontro tra domanda e offerta, individuando gli alloggi sul mercato e proponendosi come garante delle transazioni di fronte ai proprietari. A tale modello sono assimilabili, tra le numerose altre, l esperienza padovana del Nuovo Villaggio, che rapidamente prende piede in altre province, prima del Veneto e poi più in generale dell Italia settentrionale, così come quella torinese dell immobiliare sociale Lo.C.A.Re, nata per iniziativa del Comune di Torino L accesso alla proprietà L accesso alla proprietà della casa, da parte di nuclei stranieri caratterizzati da una certa anzianità migratoria, è un fenomeno progressivamente consolidatosi nel corso degli ultimi anni, soprattutto nelle regioni dell Italia Settentrionale (meno nel Centro e in misura del tutto irrisoria nel Mezzogiorno). Il fenomeno è stato spesso troppo 6 Ares 2, L emergenza abitativa, rapporto di ricerca, in 7 Cgil-Sunia, Gli immigrati e la casa, cit... 81

6 frettolosamente interpretato, a livello di vulgata mediatica, come un indiscutibile segnale d integrazione e di stabilizzazione dei percorsi migratori. Come abbiamo ricordato in alcuni dei Rapporti annuali, oltre che nella pubblicazione relativa al Progetto Radici [cf. Focus ORIM 3.3.1: Progetto Radici], fattori di questo genere contribuiscono solo in parte a spiegare l accresciuta propensione degli stranieri all acquisto della casa. In buona parte, soprattutto attorno alla metà del decennio trascorso, tale fenomeno si è caratterizzato come risultante di una miscela esplosiva legata a fattori di carattere congiunturale. In quello specifico contesto, le difficoltà già evidenziate relativamente al settore degli affitti, si sono coniugate alla relativa accessibilità dei mutui, specie se a tasso variabile: anche a fronte di un finanziamento che spesso copre l intero prezzo dell immobile, le rate del mutuo sembrano comunque più convenienti del canone d affitto. Stando a una già citata inchiesta del 27 8, il 47,5% degli inquilini intenzionati ad acquistare casa, giustifica la propria scelta sulla base del fatto che il mutuo è più conveniente del canone. Graf Andamento delle compravendite, complessive e concluse da immigrati extracomunitari, ,% 45,% 4,% 35,% 3,% 25,% 2,% 16,4% 17,5% 15,1% 15,% 12,8% 8,7% 1,% 5,%,% Totale compravendite Acquirente immigrato Acquirente immigrato (%) Fonte: Scenari Immobiliari 9 su dati Agenzia del Territorio; per il 21 stima Scenari Immobiliari Gli immigrati sembrano reagire più tardi alle conseguenze della crisi: una contrazione nella compravendita di case da parte loro si manifesta tra il 27 e il 28, con un anno di ritardo sul mercato immobiliare. Tuttavia, a partire da quel momento, la loro reazione appare più rapida rispetto a quella dei nostri connazionali: la loro percentuale sul totale dei nuovi acquirenti si contrae drasticamente, fino a dimezzare nell arco di tre anni. Con il mutamento della congiuntura, un numero crescente di nuclei d immigrati si trova di fronte all impossibilità di onorare il mutuo, a causa della perdita o del peggioramento delle condizioni lavorative di uno o più membri del nucleo stesso, e/o di un aumento non sostenibile del canone. Di conseguenza, le stime sulle famiglie immigrate ormai proprietari della casa che abitano (nel 26 si parla del 1,9%, ma ancora negli anni successivi il dato appare in crescita) sono, in realtà, probabilmente destinate a contrarsi, in ragione della presenza di numerosi nuclei apparentemente destinati ad affrontare la perdita dell abitazione, con conseguenze sociali potenzialmente molto pesanti. 8 Censis-Sunia-Cgil, Vivere in affitto. Più case in affitto, più mobilità residenziale e sociale, cit.. 9 Scenari Immobiliari, 6 Osservatorio Nazionale Immigrati e Casa, rapporto di ricerca, 12/29. 82

7 Debolezze del welfare abitativo e pratiche virtuose Un altro fenomeno che ha caratterizzato l ultimo decennio è costituito dal progressivo incremento della presenza straniera nell edilizia residenziale pubblica. Soprattutto in tempi di crisi e di fronte alla profonda crisi del welfare abitativo, la presenza di una crescente quota di assegnatari stranieri, lungi dallo stimolare un significativo quanto imprescindibile rilancio delle politiche abitative, si è facilmente trasformato in occasione di guerra tra poveri. La legge Turco-Napolitano del 1998 stabilisce, per gli stranieri regolarmente residenti in Italia, pari diritto all accesso ai benefici delle politiche abitative. La successiva legge Bossi-Fini del 22 aggiunge il requisito del possesso del permesso di soggiorno biennale. La normativa regionale lombarda del 24 (l.r. 1/24) pone, come ulteriore requisito basilare, un anzianità abitativa in territorio regionale almeno quinquennale (che si applica anche ai cittadini italiani, ma finisce per interessare soprattutto gli stranieri, spesso residenti in Italia da poco e, comunque, molto mobili sul territorio nazionale). La normativa lombarda ispira, in qualche modo, a livello nazionale, il Piano Casa contenuto nella Legge Finanziaria 133/28, secondo il quale, per accedere ai benefici del welfare abitativo, è necessaria un anzianità di residenza di almeno cinque anni sul territorio regionale, ovvero di almeno dieci anni sul territorio nazionale. Una situazione di questo genere va a sommarsi, nel determinare il problematico rapporto degli stranieri con l edilizia residenziale pubblica, al già citato sostanziale smantellamento del welfare abitativo. Secondo uno studio effettuato dal Cresme 1, la crisi del comparto in Italia si spiega a partire dal peso irrisorio, rispetto ad altri paesi europei, delle risorse destinate alle politiche abitative sul complesso delle spese sociali: siamo allo,1% in Italia, contro il 5,6% della Gran Bretagna, il 2,9% della Francia, oltre il 2% della Grecia e della Danimarca, attorno all 1% dell Olanda, della Spagna e della Germania. Il dato tradisce, comunque, una forte riduzione degli stanziamenti che ha interessato il nostro paese a partire dagli anni 8, come evidenziato dal grafico sottostante. Graf Stanziamenti pubblici per la casa in milioni di euro, 1984 e 27* Fonte: Cresme, 28 (i dati relativi 27 includono anche il Fondo per il sostegno all affitto) 1 Cresme, Il mercato delle costruzioni XII Rapporto congiunturale e previsionale, Rapporto di ricerca,

8 All interno di questo processo di progressivo indebolimento dell intervento pubblico, possiamo rilevare come la presenza di famiglie di immigrati, specialmente nelle regioni dell Italia settentrionale, abbia cominciato a rafforzarsi nell ultimo decennio. Il 18,9% a Parma, il 15,5% a Brescia, 15,2% ad Ancona, il 14,2% a Bologna, il 14% a Perugia, il 12,9% a Milano: si tratta, in alcuni casi, di una quota che sopravanza quella della presenza immigrata nella relativa città 11. Tab Titolari di abitazione Erp per macroripartizione geografica (totali e immigrati extracomunitari) Differenza % Italia ,8% Nord % Centro ,7% Sud ,3% Imm. extracom (2,3%)* (4%) + 35,9% Nord (3,9%) (7,2%) + 7,8% Centro (3,6%) (5,7%) + 23,9% Sud 412 (,51%) 145 (,19%) + 241% Fonte: Federcasa, cit. in Ministero degli Interni 12 (* tra parentesi la percentuale di immigrati extracomunitari sul totale) Interessante, seguendo la tabella sopra riportata, l evolversi della situazione nell edilizia residenziale pubblica dal 21 al 24. L incremento, come detto, è significativo nell Italia settentrionale, dove la quota degli immigrati sulla popolazione dell Erp quasi raddoppia, e un po più contenuto nell Italia centrale. Solo apparente è la straordinarietà dell aumento della componente straniera nelle case popolari dell Italia meridionale, dove in realtà la quota degli immigrati extracomunitari rimane irrisoria (pari allo,19% del totale nel 24). I trend relativi alla presenza di immigrati nell edilizia residenziale pubblica, naturalmente, riflettono ampiamente le caratteristiche dell integrazione dei migranti nei differenti contesti locali, dove tra le numerose variabili vanno tenute in considerazione le differenti normative regionali, la maggiore o minore stabilità dei nuovi arrivati sul territorio e la maggiore o minore presenza di differenti nazionalità dove è nota la maggiore propensione di determinati raggruppamenti nazionali, rispetto ad altri, a fruire dei benefici del welfare abitativo, anche in funzione dei rispettivi rapporti con il contesto ospitante. Graf Percentuale di migranti sul totale utenza Erp in alcuni dei principali capoluoghi del Centro-Nord: confronto Dexia-Censis-Federcasa Social housing e agenzie pubbliche per la casa, cit., pag Ministero dell Interno, 1 Rapporto sugli stranieri in Italia, Roma, dicembre

9 Ancona Firenze Bologna Padova Brescia Milano Torino Fonte: elaborazione Censis su indagine Federcasa 13 Fonti: Agustoni, A., Alietti, A. (a cura di), Migrazioni, politiche urbane e abitative. Dalla dimensione europea alla dimensione locale, Fondazione ISMU, Milano, 211. Menonna A. et Al., Le condizioni abitative, in G. Blangiando, C. Farina, a cura di, Il Mezzogiorno dopo la regolarizzazione, FrancoAngeli, Milano, pp , 26. Granata, E., Lanzani, A., Novak, C., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Settimo Rapporto sulle migrazioni 21, FrancoAngeli, Milano, 22, pp Granata, E., Lanzani, A., Novak, C., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Ottavo Rapporto sulle migrazioni 22, FrancoAngeli, Milano, 23, pp Granata, E., Lanzani, A., Novak, C., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Nono Rapporto sulle migrazioni 23, FrancoAngeli, Milano, 24, pp Granata, E., Lanzani, A., Novak, C., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Decimo Rapporto sulle migrazioni 24, FrancoAngeli, Milano, 25, pp Agustoni, A., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Undicesimo Rapporto sulle migrazioni 25 FrancoAngeli, Milano, 26, pp Agustoni, A., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Dodicesimo Rapporto sulle migrazioni 26 FrancoAngeli, Milano, 27, pp Agustoni, A., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Tredicesimo Rapporto sulle migrazioni 27 FrancoAngeli, Milano, 28, pp Agustoni, A., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Quattordicesimo Rapporto sulle migrazioni 28 FrancoAngeli, Milano, 29, pp Agustoni, A., Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Quindicesimo Rapporto sulle migrazioni 29 FrancoAngeli, Milano, 21, pp A. Agustoni, Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Sedicesimo Rapporto sulle migrazioni 21 FrancoAngeli, Milano, 211, pp A. Agustoni, Abitare e Insediarsi, in Fondazione ISMU, Diciassettesimo Rapporto sulle migrazioni 211 FrancoAngeli, Milano, 212, pp Dexia-Censis-Federcasa Social housing e agenzie pubbliche per la casa, cit. 85

Gli immigrati e la casa

Gli immigrati e la casa Gli immigrati e la casa Indagine sul problema abitativo degli immigrati effettuata su un campione di 1.000 famiglie extracomunitarie distribuite su tutto il territorio nazionale che si sono rivolte alle

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa

CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa Osservazioni e Proposte Assemblea 21 luglio 2010 1 21 luglio 2010 Indice Premessa...3 Introduzione...4

Dettagli

Le condizioni abitative dei cittadini stranieri assistiti dal Patronato Ital

Le condizioni abitative dei cittadini stranieri assistiti dal Patronato Ital Le condizioni abitative dei cittadini stranieri assistiti dal Patronato Ital L accesso alla casa rappresenta uno degli aspetti salienti del processo di integrazione sociale degli stranieri nel nostro paese.

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

Focus: il caso dell abitazione

Focus: il caso dell abitazione Focus: il caso dell abitazione I grafici sono stati elaborati nell indagine Le difficoltà d accesso all abitazione da parte degli immigrati curata da Paola Bertolini e Francesco Pagliacci in occasione

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

Le politiche abitative Quali politiche per quali contesti? Giulia Cordella Corso politica sociale 2014-2015 giulia.cordella@gmail.com Cosa sono Interventi che si muovono per assicurare agli individui e

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 PARMA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione è

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

Premesso che Atteso che Considerato quanto sopra espresso Consapevoli inoltre

Premesso che Atteso che Considerato quanto sopra espresso Consapevoli inoltre PROTOCOLLO DI INTESA TRA TRIBUNALE DI RIMINI, PREFETTURA DI RIMINI, PROVINCIA DI RIMINI, COMUNI DELLA PROVINCIA DI RIMINI, ISTITUTI DI CREDITO, SINDACATI CGIL CISL UIL E ASSOCIAZIONI DELLA PROPRIETA RECANTE

Dettagli

3. SOCIALE. 3.3 Politiche abitative

3. SOCIALE. 3.3 Politiche abitative 3. SOCIALE 3.3 Politiche abitative INDICE Inquadramento strategico..................... pag. 65 Risorse impiegate........................ pag. 66-67 I progetti innovativi....................... pag. 68-69

Dettagli

CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI

CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI COMUNICATO STAMPA CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI Vera "emergenza casa" per milioni di lavoratori immigrati

Dettagli

Premessa. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale

Premessa. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale Settembre 2014 Premessa Se prima la difficoltà abitativa era un problema, ora è una vera e propria emergenza. Il perdurare della crisi economica rende le famiglie sempre più povere ed insostenibili i costi

Dettagli

Scheda stampa SOCIAL HOUSING I NUMERI DELL EMERGENZA ABITATIVA

Scheda stampa SOCIAL HOUSING I NUMERI DELL EMERGENZA ABITATIVA Scheda stampa SOCIAL HOUSING I NUMERI DELL EMERGENZA ABITATIVA CASA: EMERGENZA SOCIALE PER LE FASCE PIU DEBOLI La casa, il bene più amato dagli italiani, è stato messo a dura prova in questi anni di crisi:

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 BERGAMO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Il mercato degli immobili in Italia: Focus sull edilizia sociale

Il mercato degli immobili in Italia: Focus sull edilizia sociale Il mercato degli immobili in Italia: Focus sull edilizia sociale Ufficio Ricerca e Studi Asti, 28 novembre 2014 Perché Social housing La questione abitativa in Italia ha acquisito, nel corso degli ultimi

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Continua la rivalutazione del settore immobiliare romano iniziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti, fino ad oggi. Tornando indietro nel tempo, sino

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2014 1. Genova Evoluzione delle compravendite

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2014 1. Genova Evoluzione delle compravendite Numero di compravendite Numero di compravendite Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 1 G E N O V A NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 1 1.. Evoluzione delle compravendite Settore

Dettagli

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi Un 2012 all insegna della timida ripresa per il mercato immobiliare residenziale. I primi due mesi dell anno

Dettagli

Gli immobili in Italia - 2015

Gli immobili in Italia - 2015 LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Gli immobili in Italia - 2015 LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Il primo capitolo è dedicato alla presentazione dei risultati

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

UNO STRUMENTO CHE PER FUNZIONARE HA BISOGNO DI FINANZIAMENTI ADEGUATI E DEL GOVERNO DELLA DINAMICA DEI CANONI.

UNO STRUMENTO CHE PER FUNZIONARE HA BISOGNO DI FINANZIAMENTI ADEGUATI E DEL GOVERNO DELLA DINAMICA DEI CANONI. UNO STRUMENTO CHE PER FUNZIONARE HA BISOGNO DI FINANZIAMENTI ADEGUATI E DEL GOVERNO DELLA DINAMICA DEI CANONI. Il Fondo Sociale è un aiuto economico per pagare l affitto, indirizzato alle famiglie con

Dettagli

A tal fine concordano di sottoscrivere il presente protocollo così articolato: ART. 1 IMPEGNI DELLE PARTI SOTTOSCRITTRICI

A tal fine concordano di sottoscrivere il presente protocollo così articolato: ART. 1 IMPEGNI DELLE PARTI SOTTOSCRITTRICI PROTOCOLLO DI INTESA TRA TRIBUNALE DI RIMINI, PREFETTURA DI RIMINI, PROVINCIA DI RIMINI, COMUNI DELLA PROVINCIA DI RIMINI, ISTITUTI DI CREDITO, SINDACATI CGIL CISL UIL E ASSOCIAZIONI DELLA PROPRIETA RECANTE

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 VERONA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992

Dettagli

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO 4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE Il contesto di riferimento (1999-2004): Nel quinquennio precedente la spesa sociale è stata raddoppiata mettendo in campo risorse per la parte più debole e

Dettagli

INDAGINE SUI FABBISOGNI DI SERVIZI ABITATIVI DEGLI IMMIGRATI

INDAGINE SUI FABBISOGNI DI SERVIZI ABITATIVI DEGLI IMMIGRATI INDAGINE SUI FABBISOGNI DI SERVIZI ABITATIVI DEGLI IMMIGRATI - SINTESI - L obiettivo di questa ricerca è quello di comprendere quali sono i fabbisogni di servizi abitativi della popolazione immigrata presente

Dettagli

LA PROPRIETÀ DELL ABITAZIONE IN EPOCHE DI CRESCITA ECONOMICA, SPAGNA 2004-2007. ANALISI SOCIO-DEMOGRAFICA E TERRITORIALE (abstract)

LA PROPRIETÀ DELL ABITAZIONE IN EPOCHE DI CRESCITA ECONOMICA, SPAGNA 2004-2007. ANALISI SOCIO-DEMOGRAFICA E TERRITORIALE (abstract) LA PROPRIETÀ DELL ABITAZIONE IN EPOCHE DI CRESCITA ECONOMICA, SPAGNA 2004-2007. ANALISI SOCIO-DEMOGRAFICA E TERRITORIALE (abstract) Autori: Dott. Julián López Colás Dott. Juan Antonio Módenes Marcela García

Dettagli

PROPOSTA PER LA COSTITUZIONE DI UN IMMOBILIARE SOCIALE DI AMBITO METROPOLITANO

PROPOSTA PER LA COSTITUZIONE DI UN IMMOBILIARE SOCIALE DI AMBITO METROPOLITANO PROPOSTA PER LA COSTITUZIONE DI UN IMMOBILIARE SOCIALE DI AMBITO METROPOLITANO LE RAGIONI PER LA CREAZIONE DI UN IMMOBILIARE SOCIALE COMUNALE L ampliarsi del fabbisogno abitativo, che investe ormai vasti

Dettagli

1. LA POPOLAZIONE TORINESE

1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1.1. UNA CITTÀ UN PO PIÙ PICCOLA Torino continua a spopolarsi. Non solo nel 1999, ma durante tutta la seconda metà degli anni novanta, la città continua a perdere popolazione.

Dettagli

Presentazione del primo Rapporto sull Abitare Sociale in Italia Napoli, Reale Albergo dei Poveri, 4 novembre 2011

Presentazione del primo Rapporto sull Abitare Sociale in Italia Napoli, Reale Albergo dei Poveri, 4 novembre 2011 Presentazione del primo Rapporto sull Abitare Sociale in Italia Napoli, Reale Albergo dei Poveri, 4 novembre 2011 Il quadro dell Abitare sociale che emerge dall insieme delle informazioni disponibili è

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO UBH MARKET REPORT IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Primo Trimestre 2010 Aprile 2010 Sembra rallentare la tendenza alla discesa dei comuni non capoluogo, si rianima il mercato dei capoluoghi.

Dettagli

MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 8 AGOSTO 2001 N.24 DISCIPLINA GENERALE DELL INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ABITATIVO

MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 8 AGOSTO 2001 N.24 DISCIPLINA GENERALE DELL INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ABITATIVO Progetto di legge MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 8 AGOSTO 2001 N.24 DISCIPLINA GENERALE DELL INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ABITATIVO d iniziativa dei Consiglieri: Luca Bartolini Alberto

Dettagli

ANALISI E PROSPETTIVE DELLA CRISI ABITATIVA A GENOVA

ANALISI E PROSPETTIVE DELLA CRISI ABITATIVA A GENOVA Convegno ANALISI E PROSPETTIVE DELLA CRISI ABITATIVA A GENOVA Genova 5 Marzo 2013 Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi INDICE DEGLI ARGOMENTI Introduzione al problema della casa pagina 3 Dati edilizia

Dettagli

7.2. La costruzione degli indicatori demografici: la struttura dei flussi

7.2. La costruzione degli indicatori demografici: la struttura dei flussi 544 7.2. La costruzione degli indicatori demografici: la struttura dei flussi La seconda sottocomponente analizzata per l analisi demografica concerne le dinamiche dei flussi, considerando come tali i

Dettagli

Una Nuova Politica degli Affitti: Le Proposte dei Comuni. Considerazioni

Una Nuova Politica degli Affitti: Le Proposte dei Comuni. Considerazioni Una Nuova Politica degli Affitti: Le Proposte dei Comuni Considerazioni Il Mercato della Casa in Italia tra proprietari di casa e famiglie in affitto In Italia la percentuale di proprietari di case è molto

Dettagli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli Piano d azione: Favorire l accesso ad abitazioni dignitose (housing sociale) SERVIZI ALLA PERSONA Bando senza scadenza: Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA LEGISLATURA

REGIONE EMILIA ROMAGNA LEGISLATURA REGIONE EMILIA ROMAGNA LEGISLATURA VIII Al presidente dell Assemblea Legislativa Progetto di legge di iniziativa del Consigliere Leonardo Masella avente ad oggetto: "Norme dirette a favorire l inserimento

Dettagli

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 2012 1. GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 1. LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Il primo capitolo è dedicato alla presentazione dei risultati dell operazione di incrocio massivo e completo

Dettagli

1 Alloggio 200. Sono ospitato da familiari/amici, ho degli obblighi? 201. L obbligo riguarda tutti i cittadini/enti?

1 Alloggio 200. Sono ospitato da familiari/amici, ho degli obblighi? 201. L obbligo riguarda tutti i cittadini/enti? 1 Alloggio Lo straniero per soggiornare in Italia necessita della garanzia di un alloggio. L alloggio può essere ottenuto grazie all ospitalità di qualcuno oppure affittando o acquistando una casa. In

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA

Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA SOMMARIO Premesse:... 2 I fattori di contesto... 2 Gli immobili facenti parte del patrimonio

Dettagli

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI 2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI I benefici che seguono sono continuativi. Potrebbero però modificarsi di anno in anno parte dei requisiti di accesso, periodo di raccolta delle domande e

Dettagli

Test di conoscenza della lingua italiana

Test di conoscenza della lingua italiana Prefettura di Torino Ufficio Territoriale di Governo Test di conoscenza della lingua italiana a cura di Donatella Giunti 51 La legge n. 94/2009 ha previsto che, per ottenere il rilascio del permesso di

Dettagli

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica)

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) CAPO III Edilizia residenziale pubblica Art. 48 (Alienazione

Dettagli

Bando provinciale assegnazione alloggi E.R.P. 2000 2003 Domande accolte 1.001 1.063 - di cui stranieri 237 253 Fonte: Comune di Prato - Ufficio Casa

Bando provinciale assegnazione alloggi E.R.P. 2000 2003 Domande accolte 1.001 1.063 - di cui stranieri 237 253 Fonte: Comune di Prato - Ufficio Casa Emergenza casa L emergenza abitativa costituisce uno dei principali indicatori di disagio sociale diffuso sul territorio. Per valutare la portata del fabbisogno abitativo nell area, riportiamo di seguito

Dettagli

3. Un abaco dei mutamenti strutturali: la rilevanza del fenomeno delle coree nello sviluppo urbano di Limbiate

3. Un abaco dei mutamenti strutturali: la rilevanza del fenomeno delle coree nello sviluppo urbano di Limbiate 339 3. Un abaco dei mutamenti strutturali: la rilevanza del fenomeno delle coree nello sviluppo urbano di Limbiate Osservando lo sviluppo strutturale di Limbiate dal punto di vista storico, urbano e sociale

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993

Dettagli

Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015

Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015 Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015 Opportunità socioeconomica per rilanciare il settore edile, il mercato immobiliare e quello degli

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO. Art. 1 Soggetto attuatore

REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO. Art. 1 Soggetto attuatore REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO Art. 1 Soggetto attuatore Soggetto attuatore del progetto, è Casa e Provincia Spa, che metterà a disposizione le proprie competenze acquisite nello svolgimento

Dettagli

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE Introduce brevemente il Sindaco che passa la parla all Assessore di

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI SOTTO LA LENTE DEL GRUPPO TECNOCASA ANALISI DEL MUTUATARIO

IL MERCATO DEI MUTUI SOTTO LA LENTE DEL GRUPPO TECNOCASA ANALISI DEL MUTUATARIO IL MERCATO DEI MUTUI SOTTO LA LENTE DEL GRUPPO TECNOCASA ANALISI DEL MUTUATARIO PREMESSA I segnali di ripartenza sul mercato del credito sono sempre più evidenti. Le prime avvisaglie di miglioramento si

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Venezia VENEZIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Venezia Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

Il problema casa. La situazione a Trieste LA SITUAZIONE ABITATIVA NEL COMUNE DI TRIESTE

Il problema casa. La situazione a Trieste LA SITUAZIONE ABITATIVA NEL COMUNE DI TRIESTE LA SITUAZIONE ABITATIVA NEL COMUNE DI TRIESTE Il problema casa Da parecchi anni in Italia si registra un forte squilibrio tra la crescita dei valori immobiliari e quella dei redditi da lavoro dipendente

Dettagli

Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1

Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1 Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1 Mercato residenziale Mercato della compravendita Nell ultimo periodo il mercato della compravendita di abitazioni nei Capoluoghi Lombardi

Dettagli

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011 Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011 PROTOCOLLO D INTESA PROMOSSO DALLA PREFETTURA DI BOLOGNA TRA TRIBUNALE DI BOLOGNA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA, PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA

Dettagli

Report agosto 2010. Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare. a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI

Report agosto 2010. Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare. a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI Una sintesi mensile dei dati e delle tendenze per una panoramica sul mondo immobiliare a cura di Alice Ciani Responsabile CSEI Indice 1. Le compravendite 2. Le locazioni 3. I mutui 4. Le ristrutturazioni

Dettagli

i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento

i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento roma 23 giugno 2009 i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento Chiara Fornasari riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE Nel primo trimestre del 2015 il mercato della compravendita degli immobili residenziali non dà segni di ripresa.

Dettagli

LA PRESENZA DELLE FAMIGLIE IMMIGRATE NELL ERP A FIRENZE

LA PRESENZA DELLE FAMIGLIE IMMIGRATE NELL ERP A FIRENZE FONDAZIONEGIOVANNIMICHELUCCI LAPRESENZADELLEFAMIGLIEIMMIGRATENELL ERPAFIRENZE Il crescente e pericoloso clima di intolleranza si alimenta non solo dell allarme sulla sicurezza urbana, ma anche del paventato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE - MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa

Dettagli

Nota stampa del 17 luglio 2010. Il mercato immobiliare in Sardegna Evoluzione e prospettive

Nota stampa del 17 luglio 2010. Il mercato immobiliare in Sardegna Evoluzione e prospettive Nota stampa del 17 luglio 2010 Il mercato immobiliare in Sardegna Evoluzione e prospettive Le dinamiche demografiche, secondo gli ultimi dati Istat indicano in Sardegna una popolazione residente di 1.672.404,

Dettagli

PATTO PER LA CASA. Azioni realizzate e prospettive di sviluppo. Giugno 2012

PATTO PER LA CASA. Azioni realizzate e prospettive di sviluppo. Giugno 2012 PATTO PER LA CASA Azioni realizzate e prospettive di sviluppo Giugno 2012 OBIETTIVI Rilanciare l impegno pubblico attraverso una progettualita innovativa qualificata e sostenibile per rispondere concretamente

Dettagli

L INDAGINE TECNOBORSA 2010: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE MUTUI

L INDAGINE TECNOBORSA 2010: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE MUTUI L INDAGINE TECNOBORSA 2010: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE MUTUI a cura di Alice Ciani e Lucilla Scelba Tecnoborsa 1. Introduzione Come ogni anno Tecnoborsa torna a sondare il mercato dei

Dettagli

= ISTITUZIONE VENEZIANA = = Finalità = Art. 1. La tutela della residenzialità a Venezia è una delle politiche prioritarie di

= ISTITUZIONE VENEZIANA = = Finalità = Art. 1. La tutela della residenzialità a Venezia è una delle politiche prioritarie di = ISTITUZIONE VENEZIANA = = Regolamento e misure per il sostegno economico a fini abitativi dei nuclei familiari e per la tutela della residenzialità a Venezia = = Finalità = Art. 1 La tutela della residenzialità

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO: LE POTENZIALITA E LE TENDENZE

IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO: LE POTENZIALITA E LE TENDENZE IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO: LE POTENZIALITA E LE TENDENZE In Italia il comparto residenziale ha sempre rappresentato la parte di gran lunga più consistente del mercato immobiliare. L interesse delle

Dettagli

Ricerca sull accesso all abitazione da parte degli stranieri immigrati a Bologna e provincia.

Ricerca sull accesso all abitazione da parte degli stranieri immigrati a Bologna e provincia. Ricerca sull accesso all abitazione da parte degli immigrati a Bologna e provincia. Questo questionario fa parte della ricerca sull accesso all abitazione da parte dei cittadini immigrati a Bologna e provincia

Dettagli

Credito ai progetti di vita. Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società

Credito ai progetti di vita. Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società Credito ai progetti di vita Lorenzo Mancini Laboratorio banca e società Roma, 24 novembre 2010 Agenda Il Laboratorio Banca e Società Bridge: il primo prestito d onore agli studenti universitari L autocostruzione

Dettagli

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE AGEVOLAZIONI ALLE GIOVANI COPPIE PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA Regione Lombardia e ABI, in collaborazione con Finlombarda S.p.a., supporta le

Dettagli

SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI

SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI L AGENZIA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE La gestione di servizi attinenti al soddisfacimento delle esigenze abitative delle famiglie rappresenta una tra le iniziative più innovative

Dettagli

CASA: TRA DIRITTO E MERCATO Bergamo, 4 febbraio 2013

CASA: TRA DIRITTO E MERCATO Bergamo, 4 febbraio 2013 Bergamo, 4 febbraio 2013 LA DOMANDA ABITATIVA CHE CAMBIA Secondo i dati dell'annuario statistico Regionale di Regione Lombardia nel 2011 nella nostra Provincia risiedevano 1.087.401 persone e 443.915.

Dettagli

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014 Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO MILANO 30 Gennaio 2014 Temi trattati Il mercato della locazione in Italia: trend recenti di contratti, domanda, offerta, quotazioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa Roma 18 giugno

Dettagli

La riforma del welfare Dieci anni dopo la «Commissione Onofri»

La riforma del welfare Dieci anni dopo la «Commissione Onofri» La riforma del welfare Dieci anni dopo la «Commissione Onofri» La politica sociale per la casa: il livello locale di Veronica Nicotra Lo spazio dedicato nell ambito delle politiche di welfare alla problematica

Dettagli

1 Coordinatore del Dipartimento Welfare Acli Nazionali

1 Coordinatore del Dipartimento Welfare Acli Nazionali Indagine Link-Marche : ricerca e azione sociale per favorire l inclusione delle persone in condizioni di marginalità e di disagio a cura di David Recchia 1 Link è un progetto nazionale che le Acli hanno

Dettagli

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DI CANDIDATURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO E CON PATTO DI

Dettagli

PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ

PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ I locatari o assegnatari in godimento a termine e permanente e gli acquirenti e assegnatari in proprietà degli alloggi devono essere

Dettagli

VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa

VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa Indice A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 212 INDICE Nota introduttiva..pag. 3 La spesa delle famiglie per l abitazione: l acquisto...pag.

Dettagli

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop

Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop e il Social Housing Fabio Vittorini, Direttore Politiche Commerciali DEXIA Crediop Dexia Crediop ed il SOCIAL HOUSING Buongiorno a tutti, oggi abbiamo ascoltato molte cose interessanti; abbiamo

Dettagli

Negli ultimi 12 mesi, la sua famiglia ha effettuato interventi di ristrutturazione dell'abitazione principale? 20,7

Negli ultimi 12 mesi, la sua famiglia ha effettuato interventi di ristrutturazione dell'abitazione principale? 20,7 % Dalla riqualificazione (anche energetica) degli edifici nuova linfa al settore immobiliare Nomisma e Saie fotografano il trend e le prospettive della ri-qualificazione energetica e del ri-uso urbano

Dettagli

LA SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELLE FAMIGLIE ITALIANE E L INVESTIMENTO IMMOBILIARE Indagine Nomisma 2011

LA SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELLE FAMIGLIE ITALIANE E L INVESTIMENTO IMMOBILIARE Indagine Nomisma 2011 Comunicato stampa Comunicato stampa LA SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELLE FAMIGLIE ITALIANE E L INVESTIMENTO IMMOBILIARE VERSO UN NUOVO PROFILO FINANZIARIO DELLE FAMIGLIE ITALIANE La condizione finanziaria

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4536 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIANNI Disposizioni per ridurre il disagio abitativo mediante la partecipazione delle regioni

Dettagli

n Indicatore Descrizione UdM Trend # Densità della Numero di abitanti per chilometro quadrato di A1 popolazione sul superficie urbana territorio

n Indicatore Descrizione UdM Trend # Densità della Numero di abitanti per chilometro quadrato di A1 popolazione sul superficie urbana territorio GRUPPO A POPOLAZIONE n Indicatore Descrizione UdM Trend # Densità della Numero di abitanti per chilometro quadrato di A1 popolazione sul superficie urbana territorio A2 A3 A4 A5 A6 Saldo naturale e saldo

Dettagli

Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 16 settembre 2014. Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa

Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 16 settembre 2014. Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 16 settembre 2014 Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa 2 POSITIVI NEGATIVI INVARIATI Aumento costante della domanda di mutui

Dettagli

Intervento Consiglio provinciale Aperto su Casa

Intervento Consiglio provinciale Aperto su Casa Intervento Consiglio provinciale Aperto su Casa "Un lavoro e un tetto per tutti". Con questo antico slogan abbiamo nel recente passato sintetizzato i bisogni primari di tanti lavoratori dipendenti e delle

Dettagli

Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle famiglie straniere in Italia nel 2008. Agosto 2011

Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle famiglie straniere in Italia nel 2008. Agosto 2011 STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Redditi, consumi e risparmi delle a confronto con le Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle in Italia nel 2008 Agosto 2011 1 CONSIDERAZIONI E

Dettagli

COMUNE SAN FIOR Ufficio Politiche Sociali

COMUNE SAN FIOR Ufficio Politiche Sociali COMUNE SAN FIOR Ufficio Politiche Sociali BANDO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI AL SOSTEGNO DELLE SPESE ABITATIVE (AFFITTO/MUTUO) 1. FINALITA DELL INTERVENTO A fronte dell attuale congiuntura

Dettagli

Guida ai servizi per gli immigrati nella regione Marche

Guida ai servizi per gli immigrati nella regione Marche Guida ai servizi per gli immigrati nella regione Marche Autori: Dr.ssa Licia Fiordarancio, dr.ssa Stefania Vichi, dr.ssa Patrizia Carletti Associazione Senza Confini,/ONLUS, Ancona Presentazione La presenza

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA 1 Gruppo di lavoro n.6 Famiglia ed Immigrazione

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA 1 Gruppo di lavoro n.6 Famiglia ed Immigrazione OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA 1 Gruppo di lavoro n.6 Famiglia ed Immigrazione Il gruppo di lavoro assegnatario del tema famiglia ed immigrazione si è riunito per due volte, in data 24 maggio ed

Dettagli