Indice delle tabelle INDICE TABELLE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice delle tabelle INDICE TABELLE"

Transcript

1 Indice delle tabelle INDICE TBELLE Scenari socio-economici nazionali e riflessi locali Tab. 1 - Lo scenario internazionale, dal 1999 al 2005 Tab. 2 - Italia: quadro macroeconomico (tassi di variazioni percentuali) Tab. 3 - ndamento dei tassi di interesse bancari Tab. 4 - Il mercato del risparmio gestito Tab. 5 - Unità di lavoro dipendente in Italia Tab. 6 - Indicatori di bilancio pubblico Tab. 7 - I primi 20 Paesi al mondo in termini di riserve p. 27 Tab. 8 - Graduatoria delle principali Oil Companies quotate p. 28 Tab. 9 - Produzione e consumo di petrolio p. 29 Tab Input energetico 1997: totale e scomposizione per fonti p. 30 Tab Maggiori variazioni dei prezzi nominali in periodi selezionati Tab Prezzo del brent Tab Indice dei consumi di petrolio pro-capite (1973=1) Tab Scomposizione dell offerta di energia mondiale per fonti Tab Consumo mondiale di petrolio, (quote di consumo in % del consumo mondiale) Tab Superfici, produzioni medie 1999, 2000 Provincia di Ferrara (solo colture con dati definitivi) p. 35 Tab Produzioni totali e raccolte 1999, 2000 Provincia di Ferrara (solo colture con dati definitivi) p. 35 Tab Riparto delle principali colture 1999 Tab Produzioni medie (rese) 1999 delle principali colture in provincia di Ferrara Tab Principali imprese ferraresi per fatturato p. 52 Tab Movimenti turistici nella provincia di Ferrara, confronto % gennaio-agosto 1999 con gennaio-agosto 2000 p. 58 Tab Valutazioni espresse dai turisti (n. 1312) su alcuni aspetti della vacanza sui sette Lidi di Comacchio p. 61 Tab Movimenti turistici nel Comune di Ferrara, gennaio-agosto 2000 Tab Movimenti turistici sui Lidi Comacchiesi, gennaio-agosto 2000 Tab Elenco mostre Ferrara-rte S.p. 1998/2000, presenze e bilancio economico p. 62 Tab ndamento delle ditte e dei dipendenti nel commercio in provincia di Ferrara, agosto 1999-agosto 2000 p. 72 Tab Rilevamento campionario su pratiche svolte dall Ufficio economico legislativo scom Ferrara relativo ad inizi e cessazioni attività nel comune di Ferrara periodo gennaio-ottobre 1999 e gennaio-ottobre 2000 p. 72 Tab Occupati per settore di Lega e Confcooperative p. 76 Tab Le caratteristiche delle organizzazioni della seconda, terza e quarta ondata p. 78 Tab Depositi nelle province dell Emilia-Romagna nel 1999 e 2000 e var.% p. 81 Tab Depositi per settori e comparti di attività economica della clientela - Provincia di Ferrara p. 81 Tab Impieghi nelle province dell Emilia-Romagna p. 81 Tab Impieghi per settori e comparti di attività economica della clientela - Provincia di Ferrara p. 81 Tab Sportelli bancari - Provincia di Ferrara Tab umenti degli affitti nelle prime 16 province per incremento dal 1999 al 2000 p. 85 Tab ndamento dei canoni medi mensili di locazione rilevati nel secondo semestre 1999 per dimensione dell alloggio - Comuni città capoluogo p. 87 Tab Distribuzione delle abitazioni in affitto per classi di reddito familiare, incidenza del canone sul reddito e condizione di onerosità del canone p

2 Tab Popolazione e utenza E.R.P. >65 anni p. 90 Tab Studenti inseriti ai corsi universitari, individuazione dei fuori sede p. 91 Tab Valutazione dell incidenza degli studenti universitari sulla popolazione cittadina p. 92 Competitività del territorio, delle istituzioni e delle imprese Tab Inquadramento dell area Obiettivo 2 nel contesto della regione p. 94 Tab Elenco comuni Obiettivo 2 sub area orientale p. 94 Tab Sub area orientale. Dati aggregati per zone interprovinciali p. 96 Tab Sub area orientale. Dati demografici per zone interprovinciali p. 96 Tab Sub area orientale. Indice di vecchiaia e indice di ricambio p. 96 Tab Sub area orientale. Popolazione attiva, tasso di attività e disoccupazione per zone Interprovinciali p. 97 Tab Sub area orientale. Imprese e addetti per settore economico e per zone interprovinciali p. 98 Tab Paesi candidati dell Europa orientale (dati 99) p. 112 Tab ndamento dei prezzi in Italia nel 1999 e previsioni (var. % annue) p. 156 Tab Sintesi delle aziende erogatrici dell acqua e del gas nel territorio nazionale p. 159 Tab Tariffe del gas nelle principali aziende dell Emilia-Romagna dal 1998 al 2000 e numero indice p. 160 Tab Stima di un consumo annuo di 2 mila m. cubi in base a diverse tariffe base T2 p. 161 Tab Tariffe dell acqua nelle principali imprese dell Emilia-R. nel 1999 e 2000 Variazione % annua e n. indice. In ordine decrescente per tariffa nel 2000 p. 161 Tab Tassa o tariffa di raccolta dei rifiuti solidi urbani in alcuni Comuni nel 2000 e variazione % Numero indice nel 2000 p. 162 Tab Prezzo del biglietto urbano p. 162 Tab Costo medio al minuto di una chiamata di 3 minuti Tab Costo medio al minuto di una chiamata di 3 minuti. Confronto Tab Costo al minuto iva compresa non comprensivo dello scatto alla risposta Tab Paesi europei in base alla % di abitanti con possesso di telefono mobile e in base alla % di abitanti con accesso ad Internet Tab liquote ICI e detrazioni deliberate dai Comuni per l anno 2000 Tab ndamenti dell indice dei prezzi nel Comune di Ferrara, ottobre 2000 e var.% con ottobre 1999 Trasformazioni del mercato del lavoro negli anni 90 Tab Domanda ed offerta di lavoro p. 165 Tab Unità di lavoro dipendente in Italia p. 165 Tab Occupati nei sistemi territoriali ferraresi negli anni dal 1991 al 1996 p. 168 Tab Occupati per posizione nella professione, settore di attività economica, regione, provincia e sesso - Media 1999 Tab Occupati per posizione nella professione, settore di attività economica, regione, provincia e sesso - Media 1998 Tab Tendenze dell occupazione e del tasso di disoccupazione in Italia, Emilia-Romagna e regioni selezionate dall aprile 1996 all aprile 2000 (valori in migliaia) Tab Tasso di attività nel Comune di Ferrara (Occupati su pop. con 15 anni e oltre) Tab Tasso di occupazione nel Comune di Ferrara (Occupati su pop. con 15 anni e oltre) Tab Tasso di disoccupazione nel Comune di Ferrara (Occupati su pop. con 15 anni e oltre) Tab Occupati nel Comune di Ferrara in migliaia dal gennaio 1995 al luglio 2000 Tab Persone in cerca di occupazione nel Comune di Ferrara Tab Occupati per settore di attività economica; valori % su totale occupati. Tab Occupati per posizione nella professione; valori assoluti in migliaia. Tab Popolazione residente per sesso al netto delle convivenze Tab Iscritti al collocamento al Tab Totale assunzioni effettuate nel 1 semestre Settori extra agricoli Tab ssunzioni nel 1 semestre composizione percentuale per settore - Settori extra agricoli Tab ssunzioni con contratto part-time nel 1 semestre Tab ssunzioni con contratto formazione lavoro e a tempo determinato nel 1 semestre Formazione ed istruzione Tab Finanziamenti per la formazione professionale in provincia di Ferrara dal 2000 al 2002 p. 197 Tab Iscritti al 1 anno delle scuole superiori p. 198 Tab 83 - I principali dati sulla scuola nel comune di ferrara. nno scolastico p. 199 Tab Profilo dei laureati 1999 dell Università di Ferrara e degli altri 17 atenei p. 203 Tab Le tasse universitarie a Ferrara p. 204 Tab Iscritti al primo e quinto anno delle scuole superiori in provincia di Ferrara. nno sc Tab Iscritti al primo anno negli Istituti Professionali e Tecnici delle scuole medie superiori in provincia di Ferrara Tab Università di Ferrara - laureati Condizione occupazionale dei laureati: confronti (valori percentuali) Tab Università di Ferrara - laureati Condizione occupazionale per genere e facoltà, regolarità negli studi, voto di laurea, servizio di leva, classe sociale dei genitori, area di residenza, condizione occupazionale alla laurea Tab Università di Ferrara - laureati 1998, Occupati che hanno iniziato l attuale attività dopo la laurea: modo in cui hanno ottenuto l attuale lavoro Tab Università di Ferrara - laureati 1998, Occupati: contratto di lavoro, per facoltà, genere e prosecuzione del lavoro iniziato prima della laurea Tab Università di Ferrara - laureati 1998, Occupati: ramo di attività economica, per facoltà e per genere Tab Università di Ferrara - laureati 1998, Occupati: dimensione dell azienda per cui lavorano, per facoltà e per genere Tab Università di Ferrara - laureati 1998, Occupati: sede di lavoro, per residenza alla laurea e sede degli studi Tab Università di Ferrara - laureati 1998, Occupati: giudizio espresso nei confronti di vari aspetti relativi alla propria attività lavorativa, per genere Tab Università di Ferrara - laureati 1998, Occupati: efficacia esterna della laurea per genere e gruppo di corsi di laurea, voto di laurea, contratto di lavoro Tab Università di Ferrara - laureati 1998, Età media alla laurea per genere, condizione occupazionale e facoltà Trasformazioni demografiche e reti di aiuto informale Tab Organizzazioni di volontariato in Emilia-Romagna suddivise per settore e per provincia di appartenenza p. 229 Tab Tariffe del servizio di asilo nido per fasce di reddito nel Comune di Ferrara p. 236 Tab Mense di scuola materna comunale. Tariffe del servizio adozione delle fasce di reddito e rette p. 237 Tab Scala di equivalenza ai fini del calcolo della situazione economica del nucleo familiare p. 237 Sanità e spesa sociale Tab Percentuale di anziani (oltre i 65 anni) rispetto alla popolazione lavorativa (fra 15 e 64 anni) p. 241 Tab spettative di vita nei paesi del G7 p. 241 Tab Percentuale di italiani che lamenta malattie croniche p. 242 Tab Spesa per abitante della sanità e % sul Pil nei paesi Ocse p. 243 Tab Distribuzione dei residenti nella provincia di Ferrara per distretti sanitari e per età al 1/1/1999 p. 246 Tab Valori degli indicatori demografici al 1/1/1999 p. 246 Tab Indicatori di natalità, fecondità e mortalità al 1/1/1999 p. 247 Tab Mortalità per tumore nel 1997 p. 247 Tab Tasso di mortalità maschile per tumore alla trachea, bronchi e polmoni nei 5 distretti ferraresi, 1997 p. 248 Tab Ricoveri relativi ai malati di tumore in Provincia di Ferrara 1999 p. 248 Tab Percentuale di pazienti ammalati di tumore dei 5 distretti ferraresi che hanno deciso di curarsi fuori provincia 1999 p. 248 Tab Mortalità per malattie del sistema circolatorio 1997 (per ab.) p. 249 Tab Numero e tipo di visite settimanali dei medici di famiglia p. 254 Tab Indice di attività secondo la residenza dei medici di famiglia p. 254 Tab Tasso di ospedalizzazione presso strutture extraprovinciali, per comune di residenza dei ricoverati (popolazione al 31/12/98) Tab La qualità percepita dei servizi sanitari pubblici. Una sintesi dei punti di forza e di debolezza prioritari

3 Qualità della vita, Istituzioni, Infrastrutture Tab Graduatoria sulla qualità della vita nelle province emiliano-romagnole p. 263 Tab Principali programmi di investimento nella rete ferroviaria nella provincia di Ferrara p. 268 Tab Programmi di investimenti nella rete viaria nella provincia di Ferrara p. 269 Tab Principali programmi di investimenti nel trasporto idroviario e portuale p. 270 Tab Principali reati in provincia di Ferrara dal 1998 al 2000 p. 271 Tab Tassi di criminalità a Ferrara, Italia, Emilia-R. nel 1999 p. 273 Tab Numero di incidenti stradali p. 274 Tab Le cause degli incidenti p. 274 Tab Numero di morti per 1000 incidenti stradali in Regione p. 275 Tab Morti per incidenti stradali in provincia di Ferrara p. 275 Tab Le infrazioni del codice stradale dei ferraresi in cifre p. 276 Tab Infortuni in Emilia-Romagna e nella provincia di Ferrara Valori assoluti Industria, commercio e servizi Tab Infortuni in Emilia-Romagna Indice incidenza per province p. 277 Tab Infortuni in Emilia-Romagna Indice incidenza per grandi gruppi p. 277 Tab Infortuni definiti in Emilia-Romagna nel periodo Incidenza per 100 addetti per province: industria, commercio e servizi Tab Infortuni sul lavoro definiti in Emilia-Romagna nel periodo Incidenza per 100 addetti per grandi gruppi: industria, commercio e servizi Tab Infortuni sul lavoro in provincia di Ferrara nel periodo Incidenza per 100 addetti per grandi gruppi: industria, commercio e servizi Tab Valori d induzione magnetica in ambiente domestico Tab Campi magnetici: linee ad lta Tensione e cabine elettriche (prov. di Ferrara, misure RP) Tab Limiti di esposizione della popolazione (DM 10/09/98) Tab Raccolta differenziata nel territorio comunale di Ferrara p. 286 Tab La composizione dell utenza in carico ai Ser.T. (Servizio Tossicodipendenze) Tab Utenti stratificati per sesso ed età Tab Nuovi utenti stratificati per sesso e titolo di studio Tab Nuovi utenti distinti per condizione lavorativa Tab La mortalità per causa specifica. Valori assoluti Tab Utenti tabagisti distinti in nuovi e in carico da anni precedenti per sesso Tab Utenti tabagisti distinti per titolo di studio Tab Utenti tabagisti distinti per classi di età Tab busi ai minori a Ferrara tra il 1992 e il 1/10/2000 Tab Classi di età dei minori che hanno subito abusi tra il 1992 e il 1/10/2000 Tab Percentuale dei tipi di abuso Tab Percentuale degli abusanti Principali indicatori internazionali e nazionali Principali indicatori internazionali: Tab Tasso di natalità (nati per mille abitanti) Tab spettative di vita attuali Tab Mortalità infantile (per 1000 nati vivi) Tab Crescita della aspettative di vita alla nascita (anni) Tab Mortalità infantile attuale nel mondo (per 1000 nati vivi) Tab Pil procapite, nel mondo (dollari Usa 1990) Tab Export Tab Pil per ogni ora lavorata (dollari 1990) Tab Media ore lavorative annuali per addetto Tab Incidenza della spesa pubblica complessiva (in % sul Pil) Tab Incidenza della spesa sanitaria (in % sul Pil) Tab Durata media dell educazione (in anni) Principali indicatori nazionali : Tab Popolazione (milioni di abitanti) Tab Densità demografica (abitanti per km) Tab Urbanizzazione Tab Matrimoni (per 1000 abitanti) Tab mpiezza dei nuclei Tab Numero anziani ogni 100 giovani Tab Numero figli per donna Tab Mortalità infantile (per 1000 nati vivi) Tab Cause di mortalità in Italia Tab Crescita del Pil media annuale (in %) Tab Export Italia (export di merci, miliardi di dollari 1990) Tab ndamento delle entrate fiscali in % sul Pil Tab Spesa pubblica (% sul pil) Tab Numero pensioni Tab Pensioni, importo medio annuo (lire 1998) Tab Ospedali in Italia Tab Medici in Italia Tab Numero complessivo veterinari Tab Donne medico Tab Reddito pro-capite Tab Reddito per abitante al Sud: in % del reddito per abitante medio (stima) Tab Occupazione (composizione %) Tab Tasso di disoccupazione (in %) Tab Occupazione femminile Tab Donne laureate nell anno Tab Stranieri in Italia con permesso di soggiorno Tab Espatrio degli italiani Tab Livello di istruzione in Italia Tab Studenti iscritti all università Tab Donne iscritte all università Tab Numero Laureati (primo dato 1911) Tab Fuori corso Tab Evoluzione di retribuzioni e prezzi: importi rivalutati in lire 1998 Tab Variazioni annuali dei prezzi al consumo (in %) Tab Prezzi storici e rivalutati di alcuni beni e servizi nel 1990, 1995 e nel 1999 Tab Ripartizione % dei consumi delle famiglie italiane Tab Evoluzione dei consumi alimentari fino al 1945 Tab Evoluzione dei consumi alimentari nella seconda metà del secolo Tab Società quotate alla borsa italiana (azioni ordinarie) Tab ndamento della borsa italiana dal 1900 al 2000 Tab ndamento dell indice Dow Jones Tab Lunghezza della rete ferroviaria Tab Viaggiatori in treno in Italia (in milioni) Tab Tempi di percorrenza in treno Tab Traffico merci su rotaia (milioni di tonnellate) Tab utovetture circolanti in Italia Tab Numero abitanti per ogni auto Tab Traffico passeggeri negli aeroporti italiani Tab Prezzo del biglietto ferroviario Tab Valori in dollari 1990 per trasporti e tlc. Per computer indice 1990=100 Tab La diffusione del telefono in Italia Tab bitazioni (occupate e non) censite in Italia Tab Libri, titoli pubblicati nell anno Tab Cinema, biglietti venduti Tab Spettacoli, spesa pro-capite (lire1995) Tab Radio, abbonamenti (fino all anno record) Tab Televisione, numero abbonamenti Tab Omicidi denunciati su 100 mila abitanti Tab Rilevazioni metereologiche a Milano, Roma e Napoli Tab Quantità annua di precipitazioni (mm)

4 Tab Temperatura massima ( C) Tab Temperatura minima ( C) Tab Temperatura media ( C) Tab Principali Indicatori delle province dell Emilia-Romagna Indicatori presenti: 1. Popolazione in età 0-14 anni per 100 abitanti (1997) 2. Popolazione in età anni per 100 abitanti (1997) 3. Popolazione in età 65 anni e più per 100 abitanti (1997) 4. Tasso di natalità: nati vivi per abitanti (1998) 5. Numero medio di figli per donna in età feconda: sommatoria dei tassi specifici di fecondità per donne in età anni (1995) 6. Tasso generico di mortalità: morti per abitanti (1998) 7. Saldo migratorio provinciale: (Iscritti all anagrafe per trasferimento da altra provincia cancellti dall anagrafe per trasferimento ad altra provincia) per abitanti (1996) 8. Tasso di nuzialità: matrimoni per abitanti (1996) 9. Tasso di separazione: separazioni per abitanti (1997) 10. Tasso di divorzialità: divorzi per abitanti (1997) 11. Stranieri iscritti in anagrafe al per abitanti (1997) 12. Tasso di mortalità infantile: morti in età 0 anni per nati vivi (1995) 13. Tasso di mortalità per tumore: morti per tumore per abitanti (1995) 14. Tasso di mortalità per malattie cardiocircolatorie: morti per malattie cardiocircolatorie per abitanti (1995) 15. Tasso di mortalità per altre malattie: morti per tutte le altre malattie per abitanti (1995) 16. Tasso di IVG delle donne in età feconda: Interruzioni Volontarie di Gravidanza (IVG) per donne in età anni (per provincia di residenza) (1995) 17. Studenti respinti alla scuola superiore per 100 studenti iscritti alla scuola superiore (pubblica e privata) (nno scolastico ) 18. Delitti denunciati di criminalità violenta per abitanti in età 15 anni e più (1996) 19. Delitti denunciati per furti per abitanti in età 15 anni e più (1996) 20. Delitti denunciati per altri delitti per abitanti in età 15 anni e più (1996) 21. Copie di quotidiani diffuse per abitanti (1996) 22. Popolazione in condizioni di sovraffollamento con Indice di ffollamento (I) superiore a 2 componenti per stanza per abitanti (1991) 23. Minorenni denunciati alle procure per 100 minorenni in età anni Stranieri denunciati per 100 denunciati (1996) 25. Suicidi e tentativi di suicidio accertati per abitanti (1998) 26. Tasso di attività: forze di lavoro per 100 abitanti (1998) 27. Tasso di attività delle donne: forze di lavoro donne per 100 donne (1998) 28. Tasso di attività delle uomini: forze di lavoro uomini per 100 uomini (1998) 29. Tasso di occupazione: occupati per 100 abitanti (1998) 30. Tasso di disoccupazione: persone in cerca di occupazione / forze di lavoro * 100 (1998) 31. Tasso di disoccupazione giovanile: persone in cerca di occupazione in età anni / forze di lavoro in età anni * 100 (1998) Scenari socio-economici e riflessi sociali Tab. 1 - Lo scenario internazionale, dal 1999 al PIL (% variaz.) Stati Uniti 4,2 5,2 3,5 3,3 3,7 3,1 2,6 Giappone 0,3 2 2,7 3 3,7 2,8 2,7 Germania 1,4 3,2 2,7 3 2,7 2,8 2,8 Francia 3 3,3 2,9 3,3 2,7 2,8 2,8 Regno Unito 2,1 3,3 3,5 3,5 3,3 3 2,6 Italia 1,4 2,9 2,6 3 2,8 2,5 2,6 Spagna 3,7 4,1 3,5 3,9 3,4 3 2,9 Unione Europea 2,5 3,4 3 3,2 2,9 2,8 2,8 Ocse 3 4 3,3 3,3 3,4 3 2,8 non-ocse 3,3 5,6 4,8 4,6 4,7 4,4 4,4 Paesi del Pacifico 5,6 5,8 5,1 4,8 4,7 4,1 4 Cina e subcont. indiano 6,3 6 6,2 5,9 5,8 5,6 5,8 merica Latina -0,2 3,4 3,5 3,9 2,9 2,7 2,6 frica 3,8 4,4 4,5 4,7 4,9 4,2 4,3 Mondo 3,3 3,9 3,8 3,7 3,7 3,6 3,5 Fonte: Prometeia Tab. 2 - Italia: quadro macroeconomico (tassi di variazioni percentuali) Prodotto interno lordo 1,4 2,9 2,6 3,0 2,8 Importazioni di beni e servizi (FOB) 3,4 7,7 8,0 8,8 7,3 Spesa delle famiglie 1,7 2,2 2,2 2,8 2,6 Spesa delle.p. e ISP 0,8 1,0 0,7 0,9 0,4 Investimenti in macchinari e attrezzature 6,2 7,4 6,2 8,4 6,0 Investimenti in costruzioni 1,8 3,8 2,8 1,4 0,8 Esportazioni di beni e servizi FOB -0,4 9,2 7,7 7,0 7,5 Domanda interna totale 2,5 2,4 2,6 3,5 2,6 Domanda interna al netto variazione scorte 2,0 2,8 2,5 3,1 2,6 Saldo merci (miliardi di lire correnti) Saldo conto corrente e conto capitale Ragione di scambio 0,8-8,4-1,4 3,9 1,3 Indice generale dei prezzi al consumo 1,7 2,5 2,5 1,7 1,6 - al netto IV 1,7 2,5 2,5 1,5 1,6 Retribuzioni pro-capite industria in senso stretto 2,9 3,0 3,3 3,1 2,8 Indice generale prezzi alla produzione -0,3 5,7 1,9-0,5 0,7 Indice prezzi alla prod. (manufatti non alimentari ) -0,1 3,3 2,0-0,3 1,0 Reddito disponibile a prezzi costanti 0,4 1,3 1,7 2,5 2,3 Propensione al consumo (liv. %) 87,4 88,1 88,4 88,6 88,9 Occupazione totale 1,0 1,0 1,0 1,1 0,9 Indice generale della produzione industriale 0,1 3,7 2,8 3,6 3,2 Grado di util. capacità prod. nell industria (liv. %) 93,5 95,1 94,4 94,6 94,8 Indebitamento delle.p. (miliardi di lire correnti) in % del Pil 1,9 1,5 1,2 0,7 0,3 Interessi passivi.p. in % dei Pil 6,8 6,5 6,1 5,8 5,6 Rapporto debito. P. (definizione Ue)/Pil 114,9 111,9 106,5 101,8 97,4 Tasso sui Bot a 3 mesi (1) 2,8 4,2 5,0 4,9 5,0 Tasso medio sugli impieghi bancari (1) 5,6 6,3 7,3 7,2 7,4 Tasso medio sui titoli di Stato a ml (1) 4,7 5,6 5,5 5,4 5,

5 Tab. 3 - ndamento dei tassi di interesse bancari Tab. 6 - Indicatori di bilancio pubblico Tasso medio sugli impieghi bancari 5,6 6,3 7,3 7,2 7,4 Tasso medio sui depositi 1,6 1,9 2,4 2,5 2,8 Tasso sui depositi in conto corrente 1,2 1,6 2,2 2,3 2,6 Tasso medio sui CD a 6 mesi 2,3 2,9 4 4,4 4,6 Differenziale fra tassi bancari Media sugli impieghi e depositi in c/c 4,4 4,6 5,1 4,9 4,7 Tasso sui Bot a 3 mesi 2,8 4,2 5 4,9 5 Tab. 4 - Il mercato del risparmio gestito (migliaia di miliardi) Fondi comuni italiani 368,4 720,8 920,3 982,6 1054,7 1133,1 1216,9 var% 86,5 95,6 27,7 6,8 7,3 7,4 7,4 Totale fondi comuni 392,0 759,0 1040,0 1195,0 1360,0 1528,0 1701,0 var% 86,1 93,3 37,1 14,9 13,8 12,3 11,4 Tab. 5 - Unità di lavoro dipendente in Italia (livelli in migliaia e variazioni assolute) gricoltura 513,0 512,0 507,0 504,0 501,0-23,3-0,5-4,6-3,6-3,0 Industria 5190,0 5168,0 5180,0 5204,0 5213,0-8,7-22,2 12,2 24,5 8,7 Servizi totali 10464, , , , ,0 270,4 248,8 223,8 221,8 178,6 Totale 16167, , , , ,0 238,4 226,0 231,4 242,7 184, Pressione fiscale (1) (% dei Pil) 43,3 43,2 42,8 42,3 41,9 Uscite correnti al netto interessi (% dei Pil) 38,0 38,1 37,8 37,1 36,6 Uscite totali al netto int. (% dei Pil) 42,0 42,0 41,7 40,9 40,3 Interessi passivi (% dei Pil) 6,8 6,5 6,1 5,8 5,6 lndebitamento netto (mld. lire correnti) in % del Pil 1,9 1,5 1,2 0,7 0,3 indeb. al netto interessi (mid. lire correnti) in % dei Pil -4,9-4,9-4,9-5,1-5,3 Debito.P. (definizione Ue) Rapporto debito/pil 114,9 111,9 106,5 101,8 97,4 Costo medio dei debito 6,1 5,9 5,7 5,8 5,8 Costo medio reale dei debito 4,3 3,3 3,3 4,1 4,1 Fabb. sett. stat. netto con. tit. (mid. lire corr.) in % dei Pil 1,5 1,5 1,1 0,9 0,4 Fabb. primario settore statale (mid. lire corr.) in % dei Pil -4,9-4,7-4,6-4,6-4,9 Tab Maggiori variazioni dei prezzi nominali in periodi selezionati Periodo Prezzo Tasso di crescita (%sul mese precedente) , ,95 16, , ,75 38, ,5 11, ,47 40, ,48 17, ,14 13, ,32 59, ,03 28, ,06 12, ,47 22, ,3 22, ,01 20, ,4 10, ,9 18, ,4 17,1 Fonte: Prometeia Tab Prezzo del brent Previsioni di base Shock petrolifero Shock petrolifero con complicazioni finanziarie Prezzo del brent ($/b) 28,7 26,4 25,5 39, ,

6 Tab Indice dei consumi di petrolio pro-capite (1973=1) Usa 0,66 0,95 0,92 0,83 0,86 Giappone 0,15 0,96 0,93 0,91 0,95 Francia 0,25 0,94 0,84 0,64 0,69 Germania 0,2 0,92 0,93 0,79 0,84 Italia 0,23 0,96 0,9 0,87 0,95 Regno Unito 0,43 0,94 0,74 0,73 0,72 Spagna 0,15 1,09 1,18 1,16 1,58 Messico 0,67 1,03 1,56 1,68 1,69 Sud Corea 0,05 1,02 1,72 2,91 5,22 Brasile 0,49 1,08 1,25 1,2 1,5 Cina 0,2 1,04 1,42 1,6 2,61 India 0,44 0,94 1,11 1,65 2,25 Tab Scomposizione dell offerta di energia mondiale per fonti Fonte Quota 1973 Quota 1997 Petrolio 45,0 35,9 Gas 16,3 20,1 Nucleare 0,9 6,6 cqua 1,8 2,3 Carbone 24,9 23,8 ltre fonti 11,2 11,2 Totale 100,0 100,0 Tab Consumo mondiale di petrolio, (quote di consumo in % del consumo mondiale) Francia 2,6 4,1 4,5 3,6 2,8 2,8 Germania 3 6 5,8 4,9 4 4 Italia 2,1 3,7 3,6 3,1 2,8 2,8 Giappone 3,1 8,2 8,6 7,9 7,8 7,5 Regno Unito 4,4 4,5 4,1 2,7 2,7 2,4 Usa 45,9 31,4 30, ,8 25,7 Ocse 73,9 73,7 72,6 65, ,8 Messico 1,4 1,1 1,2 2 2,5 2,6 Corea 0 0,4 0,5 0,9 1,6 2,7 Brasile 1,3 1,1 1,4 1,8 2 2,6 Cina 0,8 1,3 2 2,8 3,5 5,6 Non Ocse 26,1 26,3 27,4 34, ,2 Tab Riparto delle principali colture 1999 (ettari) Colture Superficie media Superficie Superficie Variazione % Variazione % media Grano tenero ,96 Grano duro ,41 Orzo ,13-63 Riso ,38-2,18 Mais ,9 30,63 Sorgo (1 e 2 racc.) ,77 3 Barbabietola ,49-14,66 Soia ,44-0,21 Girasole aliment ,1-43,08 Girasole no food ,76-30,44 Pomodoro ,44-2,64 Pisello proteico ,91-42,86 Pero ,72 10,88 Melo ,08-26,42 Pesco, percoche e nett.ne ,96-27,06 Vite ,39-3,66 lbicocco ,29 68,6 Susino ,74-6,08 ctinidia ,8 28,81 Cocomero ,49-56,95 Fragola p.c ,16-29,69 Pisello fresco ,65-4,62 Cipolla ,54-29,46 sparago ,92 58,19 Melone ,55-8,02 Erba medica ,54-10,43 Erbai monofiti ,71-37,11 ltre foraggere ,9-3,05 Orti familiari ,66-0,65 Barbabietola da seme ,19 Vivai, semenzai, e fiori ,66 354,11 Terreni a rip.(comp.set side) ,43 83,02 ltre ,79 93,73 Totale S..U ,01 1,54 P.S. Le superfici frutticole sono comprensive degli impianti improduttivi Fonte: Servizio gricoltura della Provincia di Ferrara Cons. mond. Mil. b/day 21,3 46,8 57,2 63, ,

7 Tab Produzioni medie (rese) 1999 delle principali colture in provincia di Ferrara Q.li/ha. Q.li/ha. Q.li/ha. Variazione % Variazione % Colture /media Cereali Grano tenero 57,83 69, ,61 7,21 Grano duro 56,76 68, ,86-1,34 Orzo 56,93 50, ,04-12,17 Riso 56,54 60, ,06 7,89 Mais 91,57 92,59 94,94 2,54 3,68 Sorgo 87,67 66, ,17-3,05 - Colture industriali Barbabietola 489,53 484, ,09 14,80 Soia 39,06 34, ,49-15,51 Girasole 29,14 28,91 28,91 0,00-0,79 Pomodoro 532,76 603, ,19-0,52 Pisello proteico 31,60 34, ,01 4,43 - Colture arboree Pero 255, ,50-31,63 Melo 309,20 357, ,82 24,51 Pesco, percoche e nett.ne 199,93 184, ,07 7,04 Vite 145,12 185,40 178,70-3,61 23,14 lbicocco 137, ,01 22,16 Susino 172,49 164,30 173,40 5,54 0,53 ctinidia 154, ,33 61,40 - Orticole Cocomero 452, ,52-3,02 2,92 Fragola p.c. 200,30 213,54 247,60 15,95 23,61 Pisello fresco 67,78 57, ,37 25,41 Cipolla 357, ,12 11,78 sparago 50,74 51,2 55 7,42 8,40 Melone 277,32 306, ,14 11,78 - Foraggere Erba medica 524, ,46-14,12 Erbai monofiti 497,66 556,46 380,70-31,59-23,50 Fonte: Servizio gricoltura della Provincia di Ferrara 534 Tab Movimenti turistici nel Comune di Ferrara, gennaio-agosto 2000 Regioni di residenza lberghi ffittacamere Campeggi ltre strutture Totale rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze 535 Piemonte Valle d'osta Lombardia Bolzano Trento Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio bruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Totale Italia Nazionalità lberghi ffittacamere Campeggi ltre strutture Totale rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze ustria Belgio Francia Germania Paesi Bassi Polonia Regno Unito Spagna Svizzera e Liechtenstein Grecia Stati Uniti d'merica Corea del Sud ltri Paesi Totale stranieri Italia Totale generale Fonte: mministrazione. Provinciale di Ferrara

8 Tab Movimenti turistici sui Lidi comacchiesi, gennaio-agosto 2000 Regioni di residenza lberghi Campeggi ppartamenti Totale rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze Piemonte Valle d'osta Lombardia Bolzano Trento Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio bruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Totale Italia Tab Sportelli bancari - Provincia di Ferrara Data Numero sportelli Fonte: Banca d Italia. Nazionalità lberghi Campeggi ppartamenti Totale rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze rrivi Presenze ustria Belgio Francia Germania Svizzera e Liechtenstein ltri Paesi Totale stranieri Italia Totale generale Fonte:. Provinciale di Ferrara

9 Competitività del territorio, delle istituzioni e delle imprese Tab Costo medio al minuto di una chiamata di 3 minuto (iva e scatto alla risposta inclusi). Tariffe al Codice operatore Tariffe urbane Telecom Infostrada ind Tele2 Tiscali Planetwork Openline Uscita sul mercato Ex monopolista ott-98 mar-99 apr-99 giu-99 ott-99 apr-00 Lunedì-Venerdì 00:00-08: n.d. 49 servizio 08:00-18: non 18:30-24: fornito Sabato 00:00-08: :00-13: :00-24: Domenica 00:00-24: % dopo 15-50% dopo 3 costo min a risp. 120 a risp a risp. 0 Interurbane Telecom Infostrada ind Tele2 Tiscali Planetwork Openline Lunedì-Venerdì 00:00-08: :00-18: :30-24: Sabato 00:00-08: :00-13: :00-24: Tab Costo medio al minuto di una chiamata di 3 minuti. Confronto Telefoni fissi (iva e scatto alla risposta inclusi) Tariffe al 1 settembre 2000 e al 1 luglio 1999 Codice operatore Tariffe Urbane Telecom Var.% Infostrada* Var.% Uscita sul mercato Ex monopolista ott Lunedì-Venerdì 00:00-08: , ,0 08:00-18: , ,0 18:30-24: , ,0 Sabato 00:00-08: , ,0 08:00-13: , ,0 13:00-24: , ,0 Domenica 00:00-24: , ,0-10% dopo 15 a scatti 120 a risp. 152 a risp. 120 a risp. 120 a risp. (*):gli altri gestori non sono ancora operativi per le urbane Fonte: Elaborazioni Isfel su dati dei gestori Domenica 00:00-24: % dopo 3 costo minimo a risp. 150 a risp a risp Cellulari Telecom Infostrada ind Tele2 Tiscali Planetwork Openline Lunedì-Venerdì 00:00-08: :00-18: :30-24: Sabato 00:00-08: :00-13: :00-24: Domenica 00:00-24: piccole var. x gestore sconto 33% verso cell wind costo minimo a risp. 240 a risp a risp peak 09:00-19:00 per tutti i tipi di chiamata Fonte: Nostre elaborazioni su dati dei gestori

10 Tab Costo al minuto iva compresa non comprensivo dello scatto alla risposta (indicativo per i piani a scatti) Piani telefonici. Telefoni mobili Piani a tariffazione unica ind 24h ind 24h Omnitel Dippiù Omnitel Light utoricaricabile Data lug-99 lug-00 set-99 mag-00 Modalità secondi secondi scatti da 200 scatti da 300 lla risposta :00-24:00 sempre Note - -50% dal 4º minuto -33% oltre lit/mese -33% oltre lit/mese Piani ad orari ind Quando ind Quando Omnitel Omnitel Nuovo Personal 195 Personal 195 Sera Data mar-99 apr-00 giu-99 mar-00 Modalità secondi secondi scatti da 200 scatti da 200 lla risposta :00-08: :00-09: :00-16: :00-18: :00-19: :00-24: Sa-Do Piani a destinazione ind Ovunque Omnitel Italy (tutti invariati) Data ago-99 feb-00 Modalità secondi scatti da 200 lla risposta Fissi + cellulari dello stesso gestore ltri cellulari Note - - Piani ad orari Tim Menù Sera Tim Menù Sera Blu Data mar-99 set-00 non presenti Modalità secondi identico al precedente lla risposta :00-08: :00-09: :00-16: :00-18: :00-19: :00-24: Sa-Do 336 Piani a destinazione Tim uto Blu Super (tutti invariati) Ricarica 190 Data mar-00 mag-00 Modalità scatti da 300 secondi lla risposta Fissi + cellulari dello stesso gestore ltri cellulari Note di accredito - ogni 100 ricevuti da tim Sconti verso numero singolo Tim Duetto Blu2 (invariati) Modalita scatti da 300 secondi lla risposta :00-24: Sms normali -50% Copertura rete % Territorio Popolazione Fonte: Nostre elaborazioni sui dati dei gestori Sconti verso numero singolo ind Omnitel You&Me95 (invariati) Modalita non previsto scatti da 200 lla risposta :00-24: Sms normali Copertura rete % Tim 99 Tim 00 Omnitel 99 Omnitel 00 Territorio 83 89,8 96,5 97 Popolazione 98 99,4 99,3 99,4 Piani a tariffazione unicaomnitel Fast Tim Long Tim Long Blu Open Blu Open Express Data set-00 set-99 mag-00 set-00 Modalità scatti da 100 scatti da 300 identico al precedente secondi secondi lla risposta :00-24:00 sempre Note

11 Tab Paesi europei in base alla % di abitanti con possesso di telefono mobile e in base alla % di abitanti con accesso ad Internet (in ordine decrescente per possesso di telefoni mobili) (% abitanti con (% abitanti telefono mobile) Posizione con Internet) Posizione Finlandia Svezia Norvegia Italia ,5 12 ustria Danimarca Portogallo Grecia 38, Belgio Lussumbergo Olanda Irlanda Regno Unito Svizzera Spagna Francia ,5 15 Germania Fonte: Ocse, dati relativi all anno 1999 Tab liquote ICI e detrazioni deliberate dai Comuni per l anno 2000 CP Comune liquota liquota liquota liquota liquota liquota liquota liquota unica 1a casa immobili immobili immobili immobili a C1-C2-C3 D1-D2 locati locati non locati disposizione L. 43/ rgenta - 5,70 5,70 4,00 7,00 7,00 div. div Berra 6, Bondeno 6, Cento 5, Codigoro - 6,10 6,10-7,00 7,00 6,10 6, Comacchio - 5,50 7,00-7,00 7,00 5,80 5, Copparo 5, Ferrara - 5,50 6,80 - div 6,80 6,80 6, Formignana 6, Goro 6, Jolanda di Savoia 5, Lagosanto 7, Masi Torello 5, Massa Fiscaglia 6, Mesola 5, Migliarino 6, Migilaro 7, Ostellato - 6,20 6,20 5,00 7,00 7,00 div div Poggio Renatico - 6,00 6,00 5,50 6,00 6,00 6,00 6, Portomaggiore - 6,80 6,80 4,00 7,00 7,00 6,60 6, Ro Ferrarase - 6,50 6,50-7,00 7,00 6,50 6, Sant gostino - 5,60 5,60-7,00 7,00 5,60 5, Tresigallo 7, Vigarano Mainarda - 5,80 6,30-7,00 7,00 5,90 6, Voghiera - 5,50 5,50-5,50 5,50 5,50 5,50 CP Comune liquota liquota liquota liquota aree liquota abitazione categ. disag. B1-10 terreni terreni co. dir. fabbricabili spec. (Y) Detrazione Valore detr. principale (000) (x) (000) rgenta div 5,70 div 5,70 div Berra Bondeno Cento , Codigoro 6,10 6,10 6,10 6, Comacchio 5,80 6,00 5,80 6, Copparo Ferrara 6,80 6,00 6,00 6,50 div Formignana Goro Jolanda di Savoia Lagosanto Masi Torello Massa Fiscaglia Mesola Migliarino Migilaro Ostellato div 6,20 6,20 div Poggio Renatico 6,00 6,00 6,00 div Portomaggiore 6,80 6,80 6,80 6,80 4, Ro Ferrarase 6,50 6,50 6,50 6, Sant gostino 5,60 5,60 5,60 5,60 4, Tresigallo Vigarano Mainarda 6,30 5,90 5,90 6, Voghiera 5,50 5,50 div 5,50 4, Fonte: Cds su dati dei Comuni

12 Tab ndamenti dell indice dei prezzi nel Comune di Ferrara, ottobre 2000 e var.% con ottobre 1999 Intera collettività Famiglie di operai e impiegati Variaz. % rispetto Variaz. % rispetto Capitoli: al corrispondente al corrispondente mese dell anno mese dell anno precedente precedente Prodotti alimentari, bevande analcoliche +1,9 +2,0 Bevande alcoliche e tabacchi +0,1 +0,1 bbigliamento e calzature +1,5 +1,4 bitazione, acqua, energia e combustibili +6,4 +6,1 Mobili, articoli e servizi per la casa +1,0 +0,8 Servizi sanitari e spese per la salute +4,8 +2,5 Trasporti +2,9 +3,0 Comunicazioni -4,2-4,4 Ricreazione, spettacoli e cultura +0,8 +0,5 Istruzione +4,8 +4,9 lberghi, ristoranti e pubblici esercizi +3,1 +2,8 ltri beni e servizi +1,7 +1,5 Indice generale +2,5 +2,2 Fonte: Servizio Statistica del Comune di Ferrara Trasformazione del mercato del lavoro negli anni 90 Tab Occupati per posizione nella professione, settore di attività economica, regione, provincia e sesso (media 1999) Maschi e Femmine OCCUPTI IN COMPLESSO: INDUSTRI, LTRE TTIVITÀ DI CUI: REGIONI E PROVINCE Totale gricolt. Totale Trasf. Costruz. Totale Di cui: industr. Commercio PIEMONTE LOMBRDI TRENTINO-LTO DIGE VENETO FRIULI-VENEZI GIULI LIGURI EMILI-ROMGN Piacenza Parma Reggio Emilia Modena Bologna Ferrara Ravenna Forlì Rimini TOSCN UMBRI MRCHE LZIO BRUZZO MOLISE CMPNI PUGLI BSILICT CLBRI SICILI SRDEGN ITLI

13 segue Tab. 65 Maschi e Femmine OCCUPTI LLE DIPENDENZE: INDUSTRI LTRE TTIVITÀ DI CUI: REGIONI E PROVINCE Totale gricolt. Totale Trasf. Costruz. Totale Di cui: industr. Commercio PIEMONTE LOMBRDI TRENTINO-LTO DIGE VENETO FRIULI-VENEZI GIULI LIGURI EMILI-ROMGN Piacenza Parma Reggio Emilia Modena Bologna Ferrara Ravenna Forlì Rimini TOSCN UMBRI MRCHE LZIO BRUZZO MOLISE CMPNI PUGLI BSILICT CLBRI SICILI SRDEGN ITLI Fonte: Istat Tab Occupati per posizione nella professione, settore di attività economica, regione, provincia e sesso (media 1998) Maschi e Femmine OCCUPTI IN COMPLESSO: INDUSTRI, LTRE TTIVITÀ DI CUI: REGIONI E PROVINCE Totale gricolt. Totale Trasf. Costruz. Totale Di cui: industr. Commercio PIEMONTE LOMBRDI TRENTINO-LTO DIGE VENETO FRIULI-VENEZI GIULI LIGURI EMILI ROMGN Piacenza Parma Reggio Emilia Modena Bologna Ferrara Ravenna Forlì Rimini TOSCN UMBRI MRCHE LZIO BRUZZO MOLISE CMPNI PUGLI BSILICT CLBRI SICILI SRDEGN ITLI

14 Segue Tab. 66 Maschi e Femmine OCCUPTI LLE DIPENDENZE: INDUSTRI, LTRE TTIVITÀ DI CUI: REGIONI E PROVINCE Totale gricolt. Totale Trasf. Costruz. Totale Di cui: industr. Commercio PIEMONTE LOMBRDI TRENTINO-LTO DIGE VENETO FRIULI-VENEZI GIULI LIGURI EMILI ROMGN Piacenza Parma Reggio Emilia Modena Bologna Ferrara Ravenna Forlì Rimini Tab Tendenze dell occupazione e del tasso di disoccupazione in Italia, Emilia-R. e regioni selezionate dall aprile 1996 all aprile 2000 (valori in migliaia) Occupati e loro variazione dal 1996 al 2000 Italia Emilia-R. Veneto Nord-est Lombardia Piemonte Campania Sicilia Sud prile prile Var. ass Var.% 4,2 3,9 5,8 4,6 4,2 4,6 4,7 6,5 4,5 Tasso di disoccupazione 1996 e 2000 Italia Emilia-R. Veneto Nord-est Lombardia Piemonte Campania Sicilia Sud prile ,9 5,3 5,4 5,2 6,1 7,5 24, ,1 prile ,8 4,6 4,1 4,2 4,4 6,6 23,3 23,9 21 Var. ass. -1,1-0,7-1,3-1 -1,7-0,9-1,3-0,1-0,1 Fonte: Cds su dati Istat TOSCN UMBRI MRCHE LZIO BRUZZO MOLISE CMPNI PUGLI BSILICT CLBRI SICILI SRDEGN ITLI

15 Tab Tasso di attività nel Comune di Ferrara (Occupati su pop. con 15 anni e oltre) Medie mobili delle ultime 4 rilevazioni Maschi Femmine Totale gennaio-95 57,1 41,1 48,6 aprile-95 57,3 40,8 48,5 luglio-95 57,2 40,4 48,2 ottobre-95 56,8 40,4 48,0 gennaio-96 56,4 40,3 47,7 aprile-96 56,6 40,3 47,9 luglio ,4 40,0 47,6 ottobre ,6 39,7 47,1 gennaio-97 55,3 39,3 46,7 aprile-97 54,7 38,9 46,2 luglio-97 54,5 39,1 46,2 ottobre ,2 38,7 45,9 gennaio-98 54,1 39,5 46,3 aprile-98 54,0 40,4 46,7 luglio-98 53,9 40,4 46,7 ottobre-98 55,1 41,1 47,6 gennaio-99 56,1 40,8 47,9 aprile-99 56,5 40,2 47,7 luglio-99 57,0 41,0 48,4 ottobre-99 57,0 41,3 48,6 gennaio-00 56,8 41,7 48,7 aprile-00 57,3 42,1 49,1 luglio-00 57,2 41,9 49,0 Tab Tasso di occupazione nel Comune di Ferrara (Occupati su pop. con 15 anni e oltre) Medie mobili delle ultime 4 rilevazioni Maschi Femmine Totale gennaio-95 52,5 34,3 42,8 aprile-95 52,6 34,1 42,7 luglio-95 52,6 33,3 42,3 ottobre-95 52,1 33,2 42,0 gennaio-96 52,1 33,5 42,1 aprile-96 52,3 33,9 42,4 luglio-96 52,3 34,0 42,5 ottobre ,8 34,0 42,2 gennaio-97 51,7 33,9 42,1 aprile-97 51,6 33,7 42,0 luglio-97 51,4 33,6 41,8 ottobre-97 51,2 33,4 41,6 gennaio-98 51,4 34,0 42,0 aprile-98 50,9 34,4 42,1 luglio-98 51,0 34,7 42,3 ottobre-98 52,2 34,8 42,9 gennaio-99 53,2 34,6 43,2 aprile-99 53,8 34,1 43,2 luglio-99 54,2 34,8 43,8 ottobre-99 54,1 35,8 44,2 gennaio-00 53,9 36,1 44,3 aprile-00 54,4 36,6 44,9 luglio-00 54,3 37,2 45,2 Fonte: Ufficio statistico del Comune di Ferrara

16 Tab Tasso di disoccupazione nel Comune di Ferrara (Occupati su pop. con 15 anni e oltre) Medie mobili delle ultime 4 rilevazioni Maschi Femmine Totale gennaio-95 8,1 16,5 11,9 aprile-95 8,2 16,6 12,0 luglio-95 8,1 17,6 12,3 ottobre-95 8,1 17,7 12,4 gennaio-96 7,6 17,0 11,9 aprile-96 7,5 16,1 11,4 luglio-96 7,4 15,1 10,8 ottobre-96 6,9 14,7 10,3 gennaio-97 6,5 14,0 9,8 aprile-97 5,6 13,5 9,1 luglio-97 5,7 14,2 9,5 ottobre-97 5,5 13,8 9,2 gennaio-98 5,1 14,0 9,1 aprile-98 5,6 14,7 9,9 luglio-98 5,3 14,0 9,4 ottobre-98 5,2 15,1 9,9 gennaio-99 5,2 15,0 9,8 aprile-99 4,8 14,8 9,4 luglio-99 5,0 14,9 9,6 ottobre-99 5,2 13,4 9,0 gennaio-00 5,2 13,3 9,0 aprile-00 5,0 12,8 8,7 luglio-00 5,0 10,9 7,8 Fonte: Ufficio statistico del Comune di Ferrara Tab Occupati nel Comune di Ferrara in migliaia dal gennaio 1995 al luglio Medie mobili delle ultime 4 rilevazioni Maschi Femmine Totale gennaio 95 30,2 22,8 53,0 aprile 95 30,2 22,6 52,7 luglio 95 30,1 22,0 52,1 ottobre 95 29,8 21,9 51,7 gennaio 96 29,7 22,0 51,7 aprile 96 29,8 22,3 52,1 luglio 96 29,7 22,3 52,0 ottobre 96 29,4 22,2 51,6 gennaio 97 29,3 22,1 51,4 aprile 97 29,1 22,0 51,1 luglio 97 28,9 21,9 50,8 ottobre 97 28,8 21,8 50,5 gennaio 98 28,8 22,1 50,9 aprile 98 28,5 22,4 50,8 luglio 98 28,5 22,5 51,0 ottobre 98 29,1 22,5 51,6 gennaio 99 29,6 22,3 51,9 aprile 99 29,8 22,0 51,9 luglio 99 30,0 22,4 52,4 ottobre 99 30,0 23,0 52,9 gennaio 00 29,8 23,2 53,0 aprile 00 30,1 23,5 53,6 luglio 00 30,0 23,9 53,9 Fonte: Ufficio statistico del Comune di Ferrara

17 Tab Persone in cerca di occupazione nel Comune di Ferrara (in migliaia) Medie mobili delle ultime 4 rilevazioni Maschi Femmine Totale gennaio 95 2,64,5 7,1 aprile 95 2,7 4,5 7,1 luglio 95 2,7 4,7 7,3 ottobre 95 2,7 4,7 7,3 gennaio 962,5 4,5 6,9 aprile 962,4 4,2 6,7 luglio 962,4 3,9 6,3 ottobre 962,2 3,8 5,9 gennaio 97 2,0 3,65,6 aprile 97 1,7 3,4 5,1 luglio 97 1,8 3,65,3 ottobre 97 1,7 3,5 5,1 gennaio 98 1,63,65,1 aprile 98 1,7 3,9 5,6 luglio 98 1,63,7 5,3 ottobre 98 1,64,1 5,7 gennaio 99 1,64,0 5,6 aprile 99 1,5 3,9 5,4 luglio 99 1,5 4,0 5,5 ottobre 99 1,63,65,2 gennaio 00 1,63,65,3 aprile 00 1,63,5 5,1 luglio 00 1,63,0 4,6 Fonte: Ufficio statistico del Comune di Ferrara Tab.73 - Occupati per settore di attività economica; valori % su totale occupati. Medie mobili delle ultime 4 rilevazioni gricoltura Industria Terziario Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale gennaio 95 7,5 5,4 6,7 34,5 16,4 26,7 58,1 78,1 66,7 aprile 95 7,6 4,9 6,5 34,6 16,0 26,7 57,7 79,1 66,8 luglio 95 8,0 4,9 6,7 34,9 15,8 26,8 57,1 79,3 66,5 ottobre 95 8,2 4,6 6,7 34,1 14,3 25,8 57,6 81,1 67,5 gennaio 96 8,0 4,3 6,4 34,9 13,5 25,9 57,0 82,2 67,7 aprile 96 7,9 4,7 6,5 36,3 13,3 26,5 55,8 82,0 67,0 luglio 96 7,0 5,2 6,2 37,1 12,2 26,5 55,9 82,6 67,3 ottobre 96 6,2 4,8 5,7 37,0 12,6 26,4 56,8 82,6 67,9 gennaio 97 6,6 4,7 5,8 36,9 13,3 26,7 56,5 81,9 67,5 aprile 97 6,4 4,7 5,7 36,2 13,0 26,2 57,3 82,4 68,1 luglio 97 6,6 4,0 5,6 35,8 14,2 26,4 57,6 81,8 68,0 ottobre 97 6,5 3,8 5,4 36,3 14,5 27,0 57,2 81,7 67,7 gennaio 98 5,7 4,4 5,2 35,2 14,1 26,1 59,0 81,5 68,8 aprile 98 5,7 4,6 5,2 34,8 14,3 25,8 59,5 81,1 68,9 luglio 98 5,5 4,9 5,3 34,9 13,5 25,4 59,6 81,6 69,3 ottobre 98 5,3 4,7 5,0 34,9 13,5 25,5 59,8 81,7 69,3 gennaio 99 4,9 4,5 4,8 35,3 13,8 26,0 59,8 81,6 69,2 aprile 99 4,4 4,9 4,7 35,5 13,7 26,2 60,1 81,3 69,1 luglio 99 4,3 5,0 4,7 34,9 13,5 25,7 60,8 81,4 69,5 ottobre 99 4,6 5,1 4,8 34,3 13,7 25,4 61,0 81,3 69,8 gennaio 00 5,0 4,8 4,8 34,2 14,5 25,6 60,7 80,9 69,5 aprile 00 5,3 4,6 4,9 34,1 14,3 25,4 60,6 81,4 69,6 luglio 00 5,6 4,6 5,1 34,5 14,3 25,5 60,1 81,3 69,5 Fonte: Ufficio statistico del Comune di Ferrara

18 556 Tab Occupati per posizione nella professione; valori assoluti in migliaia. Medie mobili delle ultime 4 rilevazioni gen-98 apr-98 lug-98 ott-98 gen-99 apr-99 lug-99 ott-99 gen-00 apr-00 lug-00 Imprenditore 0,6 0,6 0,5 0,5 0,5 0,5 0,6 0,7 0,8 0,9 0,8 Libero professionista 2,6 2,5 2,4 2,4 2,4 2,6 2,9 2,8 2,7 2,8 2,7 Lavoratore in proprio 9,3 9,1 9,2 9,2 9,4 9,6 9,1 9,2 9,1 9,2 9,6 Coadiuvante 1,7 1,4 1,4 1,4 1,3 1,2 1,2 1,1 1,0 0,9 0,9 Totale lav. in proprio 14,2 13,6 13,5 13,4 13,6 13,9 13,8 13,8 13,6 13,8 14,0 Dirigente 1,3 1,1 1,1 1,0 0,9 0,9 0,9 1,1 1,1 1,0 1,1 Direttivo o impiegato 20,0 20,6 21,2 22,1 22,5 22,3 22,7 22,9 22,9 22,8 22,8 Operaio o assimilato 14,8 14,9 14,7 14,6 14,5 14,3 14,8 14,9 15,0 15,7 15,5 pprendista 0,3 0,3 0,3 0,2 0,3 0,3 0,2 0,2 0,3 0,3 0,4 Lavoratore a domicilio 0,3 0,3 0,2 0,2 0,2 0,2 0,1 0,1 0,1 0,1 0,1 Totale lav. alle dipendenze 36,6 37,2 37,4 38,2 38,4 37,9 38,6 39,1 39,3 39,9 39,9 Totale occupati 50,8 50,8 50,9 51,6 51,9 51,9 52,4 52,9 53,0 53,6 53,9 Fonte: Ufficio statistico del Comune di Ferrara Tab Popolazione residente per sesso al netto delle convivenze Popolazione totale Popolazione in età lavorativa (oltre 14 anni) Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale anno 93 gennaio aprile luglio ottobre anno 94 gennaio aprile luglio ottobre anno 95 gennaio aprile luglio ottobre anno 96 gennaio aprile luglio ottobre anno 97 gennaio aprile luglio ottobre anno 98 gennaio aprile luglio ottobre anno 99 gennaio aprile luglio ottobre anno 2000 gennaio aprile luglio Fonte: Ufficio statistico del Comune di Ferrara 557

19 Tab Iscritti al collocamento al ltre Non classificato Settori Comuni gricoltura Industria ttività in alcun settore extragricoli Totale Ferrara Masi Torello Poggio renatico Vigarano Mainarda Iscritti senza residenza Totale C.I. di Ferrara Copparo Berra Ro Ferrarese Jolanda di Savoia Formignana Tresigallo rgenta Portomaggiore Voghiera Iscritti senza residenza Totale C.I. del Medio Ferrarese Cento Bondeno S. gostino Mirabello Iscritti senza residenza Totale C.I. dell lto Ferrarese Codigoro Mesola Goro Comacchio Massafiscaglia Lagosanto Ostellato Migliaro Migliarino Iscritti senza residenza Totale C.I. del Basso Ferrarese Totale Provinciale di cui: Totale iscritti senza residenza Fonte: Centro per l impiego di Ferrara Tab Totale assunzioni effettuate nel 1 semestre Settori extra agricoli Settore F M Tot. F M Tot. Industria Terziario + P Totale Settore F M Tot. F M Tot. Industria Terziario + P Totale Tab ssunzioni nel 1 semestre composizione percentuale per settore. Settori extra agricoli Settore F M Tot. F M Tot. Industria 24,049 57,330 39,348 22,395 60,426 40,246 Terziario + P.ca.e 75,951 42,670 60,652 77,605 39,574 59,754 Totale Settore F M Tot. F M Tot. Industria 18,177 56,082 34,602 19,041 54,514 35,155 Terziario + P.. 81,823 43,918 65,398 80,959 45,486 64,845 Totale Tab ssunzioni con contratto part time nel 1 semestre Contratti part time stipulati al: var. % Ex novo , Trasformazioni da full time a part time ,4 236 Totale , TOT.VVIM. EXTRGRICOLI % part time stipulati ex novo sul totale assunzioni extragricole 20,3 17,7 19,4 Contratti part time stipulati al: var. % var. % Ex novo 16, ,9 Trasformazioni da full time a part time 126, ,5 Totale 21, ,1 TOT. VVIM. EXTRGRICOLI % part time stipulati ex novo sul totale assunzioni extragricole 18,

20 Tab ssunzioni con contratto formazione lavoro nel 1 semestre Contratti Formazione Lavoro stipulati al: var. % Maschi ,4 433 Femmine ,3 263 Totale ,8 696 TOTLE VVIMENTI EXTRGRICOLI % sul totale assunzioni extragricole 7,9 6,3 4,9 Contratti Formazione Lavoro stipulati al: var. % var. % Maschi -25, ,6 Femmine 2, ,1 Totale -16, ,8 TOTLE VVIMENTI EXTRGRICOLI % sul totale assunzioni extragricole 4,1 ssunzioni con contratto a tempo determinato nel 1 semestre ssunzioni a tempo determinato (settori extragricoli) stipulati al: var. % CFL ND 837 Nd 696 ltri assunti a tempo determinato ND Nd Totale ND Nd TOT. VVIM. SETT. EXTRGRICOLI Nd % sul totale assunzioni extragricole ND 74 72,3 ssunzioni a tempo determinato var. % var. % (settori extragricoli) stipulati al: -16, ,8 CFL 5, ,1 ltri assunti a tempo determinato 3, ,7 Totale TOT. VVIM. SETT. EXTRGRICOLI 66 % sul totale assunzioni extragricole Formazione ed istruzione Tab Iscritti al primo e quinto anno delle scuole superiori in provincia di Ferrara. nno sc anno 5 anno% Iscritti sul totale Licei scientifici Istituto Principale 1 anno 5 anno rgenta Liceo Scientifico D.Minzoni rgenta ,7 2,2 rgenta Liceo Scientifico D.Minzoni rgenta 19 0,7 Ferrara Liceo Scientifico.Roiti Ferrara ,3 10,8 Licei classici Cento Liceo Ginnasio G.Cevolani Cento ,5 1,1 Ferrara Liceo Ginnasio L.riosto Ferrara ,3 11,4 Magistrali Ferrara Ist.Mag.le G.Carducci Ferrara ,8 2,9 Bondeno Ist.Mag.le G.Carducci Ferrara ,62,4 Bondeno Ist.Mag.le G.Carducci Ferrara 11 0,0 0,6 Istituti Tecnici Codigoro I.T.C.G. G.Monaco di Pomposa Codigoro ,63,7 Codigoro I.T.C.G. G.Monaco di Pomposa Codigoro ,7 3,2 Cento I.S.I.T. U.Bassi Cento ,2 2,9 Cento I.S.I.T. U.Bassi Cento ,1 4,7 Ferrara I.T.C. V.Monti Ferrara ,8 6,1 Copparo I.T.C. V.Monti Ferrara 160,0 0,8 Ferrara I.T.C.P..C.L.E. M.Polo Ferrara ,8 5,3 Ferrara I.T.I.S. N.Copernico Ferrara ,0 9,0 Ferrara I.T.G. G.B.leotti Ferrara ,8 4,9 Istituti Professionali Ferrara I.P.S.I.. E.I D Este Ferrara ,1 1,3 Ostellato I.P.S.I.. E.I D Este Ferrara ,0 0,8 Ferrara I.P.S.I.. E.I D Este Ferrara ,7 3,7 Portomaggiore Polo scolastico superiore di Portomaggiore ,7 1,0 Portomaggiore Polo scolastico superiore di Portomaggiore ,2 0,5 Portomaggiore Polo scolastico superiore di Portomaggiore ,1 1,5 Ferrara I.P.S.S.C.T. L.Einaudi Ferrara ,64,5 Ferrara I.P.S.S..R. O.Vergani Ferrara ,4 6,3 Cento I.P.S.I.. F.lli Taddia Cento ,5 4,2 Comacchio I.P.S.I.. Lido degli Estensi ,9 1,6 Comacchio I.P.S.I.. Lido degli Estensi ,8 1,2 Comacchio I.P.S.I.. Lido degli Estensi ,9 1,5 Totale provinciale ,0 100,0 Totale iscritti per tipo di scuola superiore 1 anno 5 anno% Iscritti sul totale 1 anno 5 anno Licei ,6 25,5 Magistrali ,4 5,9 Istituti Tecnici ,0 40,6 Istituti Professionali ,0 28,0 Totale provinciale ,0 100,0 Fonte: Provveditorato agli studi di Ferrara

A.2 Fenomeno migratorio

A.2 Fenomeno migratorio A.2 Fenomeno migratorio Lo studio del fenomeno migratorio sulla base dei dati anagrafici 1 pone in evidenza il costante e sostenuto trend di crescita del fenomeno in oggetto a livello nazionale e locale

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO CODICE TAVOLA SOTTOCAPITOLO

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO CODICE TAVOLA SOTTOCAPITOLO CAPITOLO INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO SOTTOCAPITOLO CODICE TAVOLA DESCRIZIONE TAVOLA delle a livello. Iscrizioni/cancellazioni/stock di registrate/stock di attive

Dettagli

Conferenza programmatica PD Ferrara. Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE

Conferenza programmatica PD Ferrara. Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE Conferenza programmatica PD Ferrara Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE QUADRO SOCIO ECONOMICO DI RIFERIMENTO A cura di Cds Centro ricerche Documentazione e Studi PARTIAMO DALL'OFFERTA DI LAVORO le forze

Dettagli

La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche.

La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche. La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche. L Italia è il primo Paese europeo per presenza di cittadini e negli ultimi anni ha visto un aumento del 62%.

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Comunità di Sant Egidio Anziani nel Mondo, Europa e Italia Le regioni europee in cui si vive più a lungo L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Secondo le Nazioni Unite nel 2010 la popolazione

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005 Luglio 2005 Il territorio, l'ambiente e il clima e : Indice Il territorio L'ambiente e la climatologia Il profilo demografico della popolazione La popolazione residente e le famiglie Il movimento naturale

Dettagli

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI 1. Gap PIL pro-capite Italia vs. altri Paesi europei Valori %, anni 2000-2012

Dettagli

www.idescat.cat Cifre della Catalogna Generalitat de Catalunya Governo della Catalogna

www.idescat.cat Cifre della Catalogna Generalitat de Catalunya Governo della Catalogna www.idescat.cat Cifre della Generalitat de Catalunya Governo della POPOLAZIONE Popolazione (1.000) (1) 7 479 46 704 505 730 uomini 49,3 49,3 48,8 donne 51,0 50,8 51,2 Struttura () 0-14 anni 15,9 15,2 15,6

Dettagli

Costi di produzione e redditività del mais

Costi di produzione e redditività del mais SEMINARIO Bologna il 3 dicembre 2012 Costi di produzione e redditività del mais Quanto costa produrre latte e mais in emilia-romagna? La competitività di queste filiere Renato Canestrale, Valeria Altamura

Dettagli

EUROPA 2020. Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva. Eurosportello-Unioncamere. del Veneto

EUROPA 2020. Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva. Eurosportello-Unioncamere. del Veneto EUROPA 2020 Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva Eurosportello-Unioncamere del Veneto Cos è è? Una comunicazione della Commissione Europea (Com. 2020 del 3 marzo 2010), adottata

Dettagli

Appendice Dati statistici. Segnalazioni bibliografiche

Appendice Dati statistici. Segnalazioni bibliografiche Appendice Dati statistici Segnalazioni bibliografiche I programmi delle sette giornate ATTI DEL CICLO DI INCONTRI DI SENSIBILIZZAZIONE manco Dati statistici Le elaborazioni proposte attingono le informazioni

Dettagli

ELENCO DEI NUOVI INDICATORI

ELENCO DEI NUOVI INDICATORI ELENCO DEI NUOVI INDICATORI Elenco dei dati e degli indicatori nuovi e aggiornati suddivisi per argomento e tema con l indicazione dell ultimo anno disponibile: DATI E INDICATORI NUOVI Ambiente e Territorio

Dettagli

L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI

L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI Con l abolizione della Tasi sulla prima casa, la percentuale di famiglie più interessate dallo sgravio saranno quelle dei

Dettagli

La salute ai tempi della crisi

La salute ai tempi della crisi La salute ai tempi della crisi Giuseppe Costa Università di Torino SCaDU Servizio di epidemiologia di riferimento regionale Risorse Benessere economico Partecipazione/coesione Politica Istituzioni Inclusione

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio

Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio Riflettori sulle difficoltà delle famiglie: tra crisi ed opportunità Stati Generali del Sistema Acli del Lazio Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio 18 aprile 2009 Cristina Morga Prima di iniziare

Dettagli

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 i principali indicatori A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Il contesto internazionale Stime

Dettagli

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi 4. ANALISI DEL CONTESTO 4.1 Analisi del Contesto Esterno In sintesi Macro-ripartizione: Centro Superficie: 9.401,38 Km 2 Comuni: 236 Abitanti: 1.553.138 % di stranieri residenti: 9,0 Indice di vecchiaia

Dettagli

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 I consumi culturali: La spesa delle famiglie italiane per la cultura e lo spettacolo rappresenta il 7% della loro

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO L ASSICURAZIONE ITALIANA Continua a crescere ad un tasso elevato la raccolta premi complessiva, in particolare nelle assicurazioni vita. L esercizio si chiude in utile soprattutto grazie alla gestione

Dettagli

Esercitazioni del corso di Statistica Prof. Mortera a.a. 2008/2009

Esercitazioni del corso di Statistica Prof. Mortera a.a. 2008/2009 Esercitazioni del corso di Statistica Prof. Mortera a.a. 2008/2009 Esercizi di statistica descrittiva 1. Secondo i dati ISTAT 1997 sull occupazione, la Lombardia e il Veneto presentano le seguenti distribuzione

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI

ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI ECONOMIA E GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E SANITARI II PARTE I SERVIZI SANITARI OBIETTIVI 1. DARE STRUMENTI PER COMPRENDERE MEGLIO LA REALTA E LE SPECIFICITA DELLA GESTIONE DELLE AZIENDE SANITARIE 2. APPREZZARE

Dettagli

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA 11 maggio 2011 Anno 2010 LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA Nel 2010 il 46,8% della popolazione di 6 anni e più (26 milioni e 448 mila persone) dichiara di aver letto, per motivi non strettamente scolastici

Dettagli

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato Premessa Corso-concorso ordinario L età dei vincitori La presenza femminile Corso-concorso riservato L età dei vincitori La presenza femminile Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Dicembre 2013 (principali evidenze) PRINCIPALI GRANDEZZE BANCARIE: CONFRONTO 2013 VS 2007 2007 2013 Prestiti all'economia (mld di euro) 1.673 1.851 Raccolta da clientela (mld di euro)

Dettagli

Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index

Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index Strettamente riservato Roma, 10 novembre 2015 Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index Valerio De Molli 2015 The European House - Ambrosetti S.p.A. TUTTI I DIRITT I RISERVAT I. Questo documento

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno La pubblicità in cifre 2006 totale anno PARTE 1 I MACRO INDICATORI ECONOMICI La crescita del prodotto interno lordo Dati a prezzi costanti 1995; variazioni percentuali medie annue. paesi 1994 1995 1996

Dettagli

DELLA RIABILITAZIONE. Indicatori sanitari

DELLA RIABILITAZIONE. Indicatori sanitari Indicatori sanitari 1 Bruno FEDERICO Cattedra di Igiene Anno Accademico 2009/2010 Il concetto di indicatore Misurare la malattia e la salute Definizioni 2 MISURA Corso di Laurea 3 Stevens, 1951 La misura

Dettagli

LE SCUOLE DELL INFANZIA: UNA TRADIZIONE VENETA. Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI 1.655.386 100% Statali regionali (1) 960.

LE SCUOLE DELL INFANZIA: UNA TRADIZIONE VENETA. Paritarie Non paritarie (2) ALUNNI 1.655.386 100% Statali regionali (1) 960. FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Associazione delle Scuole dell Infanzia paritarie e servizi alla Prima Infanzia Via G. Medici 9/d 35138 PADOVA Tel. 049.8711300 Fax 049.8710833 www.fismveneto.it segreteria@fismveneto.it

Dettagli

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico OBIETTIVO CRESCITA Impresa, banca, territorio Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale

Dettagli

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica Il turismo nei primi 10 mesi del 2014 Servizio Turismo Ufficio Statistica Presenze province Emilia-Romanga Serie storica Province 2012 2013 Var. % 2012-13 Piacenza 487.398 451.185-7,4 Parma 1.455.669 1.507.066

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2013 (principali evidenze) 1. A giugno 2013 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.893 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è sempre

Dettagli

Corso di Macroeconomia. La contabilità nazionale

Corso di Macroeconomia. La contabilità nazionale Corso di Macroeconomia La contabilità nazionale 1 La produzione TremetodidicalcolodelPIL 1. Il metodo della spesa 1. Il consumo, la spesa per beni di consumo effettuata dalle famiglie, sia per beni non

Dettagli

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista.

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista. In sensibile crescita la domanda di servizi assistenziali da parte degli anziani: in 8 anni il numero degli anziani ospiti dei presidi assistenziali è cresciuto di quasi il 30%. Gli ospiti anziani cui

Dettagli

Luca Paolazzi - Direttore Centro Studi Confindustria

Luca Paolazzi - Direttore Centro Studi Confindustria Frenata globale e premesse per la ripresa Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria La convergenza delle previsioni 2008 2009 CSC (giugno) 0,1 0,6 Prometeia (settembre) 0,1 0,6 OCSE (settembre)

Dettagli

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Andrea Alivernini L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2005 Venezia 11 aprile 2006 http:// ://www.uic.itit Struttura e tendenze della spesa

Dettagli

ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI

ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI I dati sono aggiornati a settembre 2014. 50 miliardi di euro 130 Le previsioni di spesa sanitaria pubblica 125 120 DEF NA DEF DEF 2012 NA DEF 2012 115 NA DEF 2013 Def 2014

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Marzo 2014 (principali evidenze) 1. A febbraio 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.855 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007

PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007 PRODUTTORI CONTRIBUENTI CONSUMATORI L INCIDENZA FISCALE DEGLI STRANIERI IN EMILIA-ROMAGNA NEL CORSO DEL 2007 a cura dell Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio (ottobre 2009) Premessa L apporto

Dettagli

La congiuntura economica e i mercati finanziari Presentazione del Rapporto annuale L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014

La congiuntura economica e i mercati finanziari Presentazione del Rapporto annuale L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 La congiuntura economica e i mercati finanziari Presentazione del Rapporto annuale L ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 9 luglio 2014 Agenda L economia mondiale

Dettagli

CREDITO ALLE FAMIGLIE E TRASFORMAZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA: VERSO UNO STANDARD EUROPEO?

CREDITO ALLE FAMIGLIE E TRASFORMAZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA: VERSO UNO STANDARD EUROPEO? CREDITO ALLE FAMIGLIE E TRASFORMAZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA: VERSO UNO STANDARD EUROPEO? Fabio Panetta Servizio Studi - Banca d Italia Intervento al convegno: CONSUMER CREDIT 2005 Credito per la Crescita:

Dettagli

Obiettivi dello studio

Obiettivi dello studio La riforma della finanza decentrata in Italia: prospettive attuali e future. L IRAP. Maria Pia Monteduro Se.C.I.T. Obiettivi dello studio Analisi della situazione attuale Osservazioni sul disegno di legge

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE SUI CASI INCIDENTI DI DIABETE MELLITO TIPO I INFANTILE-GIOVANILE

RAPPORTO ANNUALE SUI CASI INCIDENTI DI DIABETE MELLITO TIPO I INFANTILE-GIOVANILE RAPPORTO ANNUALE SUI CASI INCIDENTI DI DIABETE MELLITO TIPO I INFANTILE-GIOVANILE Dati Ridi (0-29 anni) Anno 2013 Servizio Epidemiologia Clinica e Valutativa Trento giugno 2014 A cura di Silvano Piffer

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Gennaio 2015 (principali evidenze con i dati di fine 2014)

RAPPORTO MENSILE ABI Gennaio 2015 (principali evidenze con i dati di fine 2014) RAPPORTO MENSILE ABI Gennaio 2015 (principali evidenze con i dati di fine 2014) 1. A fine 2014 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.820,6 miliardi di euro

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

La Liguria all interno del contesto nazionale

La Liguria all interno del contesto nazionale La Liguria all interno del contesto nazionale François de Brabant Between 24 Novembre 2009 La banda: tra l uovo e la gallina sistema paese infrastrutture servizi mercato 2 Il cruscotto regionale della

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze) 1. A settembre 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Dossier rincari ferroviari

Dossier rincari ferroviari Nel 2007 i pendolari in Italia hanno superato i 13 milioni (pari al 22% della popolazione) con un incremento del 18% rispetto al 2005. La vita quotidiana è quindi sempre più caratterizzata dalla mobilità,

Dettagli

Formazione post laurea. Domenico Montemurro

Formazione post laurea. Domenico Montemurro Formazione post laurea Domenico Montemurro SALUTE: ENPAM, 900MILA ITALIANI SENZA MEDICO FAMIGLIA DA 2016 Roma, 8 giugno 2013 SALUTE: ENPAM, 900MILA ITALIANI SENZA MEDICO FAMIGLIA DA 2016 Roma, 8 giugno

Dettagli

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Sintesi L incidenza e la mortalità per il tumore del polmone stimate in nel periodo 197-215 mostrano andamenti differenti tra uomini e donne:

Dettagli

1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia detiene la rappresentanza, a

1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia detiene la rappresentanza, a Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia SOMMARIO 1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo 2. Evoluzione della struttura dell Industria molitoria italiana 3. L approvvigionamento

Dettagli

Reddito e diseguaglianza in Piemonte Santino Piazza Ires Piemonte 11 aprile 2013 Scaletta Reddito e diseguaglianza: prime, e incerte, verifiche sull impatto della crisi? Diseguaglianza dei redditi nelle

Dettagli

Roma, 22 Ottobre 2015. Presentazione del Rapporto 2015 sull Economia dell Immigrazione. «Stranieri in Italia, attori dello sviluppo»

Roma, 22 Ottobre 2015. Presentazione del Rapporto 2015 sull Economia dell Immigrazione. «Stranieri in Italia, attori dello sviluppo» Roma, 22 Ottobre 2015 Presentazione del Rapporto 2015 sull Economia dell Immigrazione «Stranieri in Italia, attori dello sviluppo» Il contesto internazionale ANNO EUROPEO PER LO SVILUPPO Il 2015 è dedicato

Dettagli

Il Telefono Verde contro il Fumo

Il Telefono Verde contro il Fumo Il Telefono Verde contro il Fumo Dott.ssa Luisa Mastrobattista Osservatorio Fumo Alcol e Droga OSSFAD Istituto Superiore di Sanità XVII Convegno Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale AGGIORNAMENTO DEI

Dettagli

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Le imprese ricettive nel Comune di Livorno Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Origine dei dati di rilevazione Rilevazione censuaria movimentazione clienti strutture

Dettagli

Rapporto Annuale 2007

Rapporto Annuale 2007 Rapporto Annuale 007 del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione sugli interventi nelle aree sottoutilizzate Appendice Tavole statistiche territoriali, cartine e note metodologiche Presentato

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Luglio 2015 (principali evidenze) 1. A giugno 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.833 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

SECONDA RACCOLTA DI DATI SUL RAPPORTO TRA ROMA E LE PROVINCE. Roma continua a migliorare e le province continuano ad arretrare.

SECONDA RACCOLTA DI DATI SUL RAPPORTO TRA ROMA E LE PROVINCE. Roma continua a migliorare e le province continuano ad arretrare. SECONDA RACCOLTA DI DATI SUL RAPPORTO TRA ROMA E LE PROVINCE continua a migliorare e le province continuano ad arretrare. CAMERA DI COMMERCIO DI FROSINONE OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI FROSINONE

Dettagli

I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti

I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti Seminari del QSN 7 luglio 25 Istruzione I sintomi del ritardo italiano: un analisi territoriale di dati e di indagini recenti Marta Foresti - Aline Pennisi Unità di Valutazione degli Investimenti Pubblici

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Dossier Casa. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

Dossier Casa. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier Casa A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Casa 2 La crisi della nuova edilizia e delle infrastrutture e la crescita della riqualificazione delle abitazioni Investimenti in costruzioni*

Dettagli

Le forze lavoro in Lombardia al 2020

Le forze lavoro in Lombardia al 2020 Le forze lavoro in Lombardia al 2020 Presidente REF Ricerche www.refricerche.it Il mercato del lavoro lombardo nel 2011 Il mercato del lavoro in Lombardia. Alcuni indicatori valori % 2007 2011 Tasso di

Dettagli

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE 6 novembre 2015 LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma Responsabile Wine Monitor Outline Evoluzione dei

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Settembre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Settembre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Settembre 2015 (principali evidenze) 1. Ad agosto 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Flussi Turistici di Milano e Provincia 2013 in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità

Dettagli

Settembre 2014. Gennaio. Settembre 2015. di trasporto 179. mezzo di trasporto 51. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI.

Settembre 2014. Gennaio. Settembre 2015. di trasporto 179. mezzo di trasporto 51. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 30/09/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti 4 agosto 2003 Telefono e cellulare: comportamenti emergenti La crescente diffusione del telefono cellulare nella vita quotidiana della popolazione ha determinato cambiamenti profondi sia nel numero sia

Dettagli

Mutui e credito al consumo: l offerta degli intermediari finanziari e la domanda di credito delle famiglie

Mutui e credito al consumo: l offerta degli intermediari finanziari e la domanda di credito delle famiglie Mutui e credito al consumo: l offerta degli intermediari finanziari e la domanda di credito delle famiglie Roma, 29 ottobre 27 Carlo Milani Centro Studi e Ricerche Ordine della presentazione 1. Prime evidenze

Dettagli

La grande distribuzione organizzata in FVG 2005-2015

La grande distribuzione organizzata in FVG 2005-2015 22 dicembre #economia Rassegna stampa TG3 RAI FVG 20dic2015 Messaggero Veneto 20dic2015 Il Piccolo 20dic2015 Gazzettino 20dic2015 La grande distribuzione organizzata in FVG 2005-2015 Nell ultimo decennio

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016)

I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016) I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016) Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati ANIA Agenda Il contesto economico

Dettagli

Rapporto Annuale 2008

Rapporto Annuale 2008 DPS - Rapporto Annuale 2008 - Appendice Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica Rapporto Annuale 2008 del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Il Benessere Equo Sostenibile. nella Provincia di CREMONA. Mara Pesaro. Sala Mercanti, 21 ottobre

Il Benessere Equo Sostenibile. nella Provincia di CREMONA. Mara Pesaro. Sala Mercanti, 21 ottobre Il Benessere Equo Sostenibile nella Provincia di CREMONA Mara Pesaro Sala Mercanti, 21 ottobre Prima realizzazione 88 indicatori per 11 dimensioni per 21 province aderenti, le rispettive regioni e l Italia

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Master and back. La formazione di eccellenza post lauream e la specializzazione professionale

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Master and back. La formazione di eccellenza post lauream e la specializzazione professionale La formazione di eccellenza post lauream e la specializzazione professionale Cagliari, 1 febbraio 2006 Iscritti all università per regione Anno 2004 - tasso di iscritti all università per regione di residenza

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere.

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/10/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA Scuola, si chiudono con successo le iscrizioni on line: 1,557.601 milioni di domande registrate, il 99,3% Quasi

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCIOLI TERRITORIALI Tav 1.1 - Riepilogo delle imprese registrate e attive per divisione di attività economica (ATECO 2007) alla fine dei quattro trimestri 2011. Iscrizioni

Dettagli

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle Trento, 23 gennaio 2012 La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle La popolazione residente in provincia di Trento

Dettagli

Tavola 12.1 Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nazionale (NIC) per capitoli di spesa dal 2001 al 2005 (base 1998 = 100)

Tavola 12.1 Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nazionale (NIC) per capitoli di spesa dal 2001 al 2005 (base 1998 = 100) capitolo 12 prezzi Tavola 12.1 Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nazionale (NIC) per capitoli di spesa dal 2001 al 2005 (base 1998 = 100) Capitoli Numeri indici Varizioni medie annue

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015. Il mercato delle case per vacanza

OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015. Il mercato delle case per vacanza OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015 Il mercato delle case per vacanza Roma, 29 luglio 2015 Previsioni di crescita del PIL (variazioni %) 2013 2014 2015 2016 Mondo 3,3 3,3 3,1 3,8 STATI UNITI

Dettagli

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI COMUNICATO STAMPA BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI Secondo uno studio dell'associazione Bibionese Albergatori, nella stagione 2012 Bibione ha ospitato più di 770.000 turisti. Prenotazioni

Dettagli

Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro

Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro Obiettivo della esposizione Fornire (attingendo alle diverse fonti) le principali informazioni sulle dinamiche occupazionali

Dettagli

NUMERO 97 MAGGIO 2015

NUMERO 97 MAGGIO 2015 NUMERO 97 MAGGIO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Indicatore ciclico

Dettagli

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII Relazione Annuale - Roma, 31 maggio 2007 anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO esercizio CXIII Relazione Annuale - Presentata all Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno 2006 - centotredicesimo esercizio

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2016 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2016 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI 1 Gennaio 2016 (principali evidenze) 1. A fine 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.830,2 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

TABELLA 5.15. LE STRUTTURE SCOLASTICHE IN ITALIA: STOCK, UNITÀ LOCALI, ADDETTI

TABELLA 5.15. LE STRUTTURE SCOLASTICHE IN ITALIA: STOCK, UNITÀ LOCALI, ADDETTI 5.3 Il patrimonio scolastico e ospedaliero nelle aree di rischio Tra gli edifici esposti al rischio naturale rientrano alcune strutture, come le scuole e gli ospedali, che hanno una particolare importanza

Dettagli

Glossario. Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT

Glossario. Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT Glossario Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT Forze di lavoro: comprendono le persone occupate e quelle in cerca di occupazione. Occupati: comprendono le persone

Dettagli

4 I LAUREATI E IL LAVORO

4 I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 30 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli