BOLLETTINO DEI PESCATORI LIGURI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BOLLETTINO DEI PESCATORI LIGURI"

Transcript

1 Giugno - Agosto 2009 Numero 3-4 BOLLETTINO DEI PESCATORI LIGURI Notizie e Speciali: Info Europa - La Francia creerà una Zona Protetta Pesca nel Mediterraneo - Piano di Azione Mediterraneo: Sinergia tra le Organizzazioni Info Italia - Sicurezza del lavoro a bordo dei pescherecci - Varato il calendario per il Fermo Pesca - TAR del Lazio: decisa la sospensione del DM sulle Ferrettare - In arrivo l eticchettatura aggiuntiva per i prodotti ittici Info Liguria - Mare in Italy e Federcoopesca alla 48 edizione del Palio del Golfo a La Spezia - Tonno rosso:ordinanza della CP di Genova - Parco Nazionale delle Cinque Terre: creazione di una barriera sommersa di ripopolamento - Scaduti i termini di presentazione delle domande di L. 23/96 - Cassa Integrazioni Guadagni Straordinaria per il settore della Pesca Iniziatizie per gli associati In Agenda Idee.da mangiare Il mese di agosto non è stato solo un mese caldo per cio che riguarda le temperature, senza dubbio lo è stato anche per i pescatori a strascico della Liguria. Stiamo parlando del Fermo Pesca, il cosidetto Fermo Biologico. Questo provvedimento ha sicuramente surriscaldato le temperature nelle marinerie liguri, lasciando l amaro in bocca ai pescatori della nostra Regione, per tutta una serie di motivi. Primo fra tutti non sono state tenute in considerazione le peculiarita delle marinerie liguri ed alto tirreniche. Questa data infatti, unica da Brindisi a Ventimiglia ( 31 agosto 29 settembre), non è venuta certo incontro alle richieste degli operatori del settore. D altra parte questo fermo non ha previsto alcun tipo di indennizzo alle imprese, ed ancora oggi alcuni meccanismi sulle modalita di rimborso agli equipaggi sono da definirsi ( Cassa Integrazione), tenuto conto inoltre che un Fermo cosi concepito, nei nostri mari, non sortisce effetti clamorosi, dal punto di vista della tutela delle EDITORIALE risorse ittiche. Tutto cio ci porta ad una considerazione di fondo: occorre una maggiore attenzione alla programmazione, specialmente nei tempi e nella forma. Ci auguriamo che, con l arrivo del nuovo Sottosegretario, cio possa trovare luogo quanto prima, a livello centrale. Tenuto conto che questo dovrebbe essere l ultimo anno in cui il Fermo viene impostato secondo questi criteri. E parlando proprio di futuro e di programmazione,sul piano regionale i mesi di luglio e agosto sono stati altrettanto caldi ed intensi. Infatti l Assessorato Agricoltura e Pesca della Regione Liguria, attraverso i suoi uffici ed i propri funzionari, con il diretto coinvolgimento delle Associazioni Regionali della pesca e dell Universita di Genova, ha lavorato sulla definizione dei Piani di Gestione Regionali, in ottemperanza a quanto previsto dai Regolamenti Comunitari in materia di deroghe; sono molti i piani di gestione in corso di redazione a livello regionale che possono essere così sintetizzati: piano di gestione relativo all esercizio della pesca con la cosidetta sciabica da natante, pesca del cicciarello, pesca del rossetto e del bianchetto.si lavora inoltre sul tema dei grandi pelagici (Tonno e Pesce Spada) così come sulle risorse demersali (pesca a strascico Gambero) Mentre sul fronte delle attivita connesse è in forte stato di avanzamento il regolamento di esecuzione in materia di ittiturismo. Cosi come il piano promozionale regionale dedicato al settore ittico: con l occasione ricordiamo a tutti, addetti del settore e non, che a Lerici, nei giorni 11, 12 e 13 settembre, si terra il primo degli appuntamenti di Sapore di Mare Regione Liguria, con l evento Myitiliade. Troverete in allegato il calendario degli eventi che si terranno durante la manifestazione.

2 INFO EUROPA Bollettino dei pescatori liguri Pagina 2 di 10 La Francia creerà una Zona Protetta Pesca nel Mediterraneo Il governo francese ha deciso di decretare presso le Nazioni Unite una zona economica esclusiva (Zee) nel Mediterraneo, per proteggere le risorse della pesca. Lo ha annunciato il ministro francese dell'ecologia, Jean-Louis Borloo. La decisione, ha precisato, e' stata presa ''perche' i prelievi sulle risorse, in particolare quelle ittiche, effettuati da imbarcazioni del mondo intero senza controlli tranne che nelle acque territoriali di 15 miglia, non sono piu' sopportabili''. La Zee si estendera' su un perimetro approssimativo di 70 miglia che corrisponde all'attuale zona esistente di protezione ecologica. La nozione di Zee, regolata dalla Convenzione delle Nazioni unite sul diritto al mare (detta Convenzione di Montego Bay) del 1982, permette agli stati costieri di estendere le loro prerogative al di la' delle 12 miglia delle acque territoriali, fino ad un massimo di 200 miglia. La Francia ha gia' creato nel Mediterraneo una zona di protezione ecologica, che riguarda solo la lotta contro gli inquinamenti marini, mentre la Zee riguarda la pesca e tutte le risorse marine. Decretando una zona esclusiva, la Francia si accorda il diritto di regolare l'attivita' di pesca, ma anche di sfruttare il sottosuolo marino (petrolio, energie marine, minerali, ecc.). ''E' un cambiamento di strategia che mira a proteggere la pesca francese e i pesci ed evitare l'arrivo di flotte potenti nel Mediterraneo'', ha detto il ministro, ''in modo generale auspichiamo che nel quadro dell'unione per il Mediterraneo ci siano sempre piu' Paesi che decretano delle zone esclusive, se tutti lo facessero, tutti i punti del Mediterraneo sarebbero sotto giurisdizione di uno Stato''. ''Se viene creata la Zee, i libici non potranno piu' venire a pescare, in particolare il tonno rosso, nelle acque francesi'', ha precisato Olivier Laroussinie, direttore dell'agenzia delle aree marine protette. Le associazioni dei pescatori francesi si sono rallegrate per questa decisione, secondo loro reclamata dal 2006 " Il governo francese ha deciso di decretare presso le Nazioni Unite una zona economica esclusiva (Zee) nel Mediterraneo, per proteggere le risorse della pesca.

3 Pagina 3 di 10 Bollettino dei pescatori liguri Piano di Azione Mediterraneo: Sinergia tra le Organizzazioni Si è svolto a Roma lo scorso luglio il seminario sul nuovo regolamento europeo sulla pesca nel Mediterraneo al quale hanno partecipato Federcoopesca, Lega pesca e Agci agrital pesca con l obiettivo di sviluppare una sinergia tra gli operatori del settore e le istituzioni italiane al fine di trarre i maggiori vantaggi possibili dal nuovo Piano di azione approvato da Bruxelles. È chiara l intenzione delle marinerie di applicare il regolamento, ma è anche vero che esistono alcune difficoltà di applicazione e i tempi sono stretti, ha dichiarato Francesco Saverio Abate, direttore generale Pesca e acquacoltura del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali (Mipaaf). Non abbiamo però motivo di dubitare che i problemi che nascono dal nuovo regolamento potranno essere affrontati e risolti grazie anche alla collaborazione della Commissione europea. Ottimismo per una situazione che potrebbe volgere a favore dell Italia in un contesto europeo, è stato espresso da Gilberto Ferrari, direttore di Federcoopesca-Confcooperative, che ha spiegato che l applicazione del nuovo regolamento prevede deroghe che facilitano l Italia. Ora bisognerà negoziare con Bruxelles, che vuole accelerare i tempi rivedendo quanto approvato, e trovare un nuovo punto di sintesi tra l Unione europea e gli stati membri. Secondo Ferrari occorre quindi gestire il regolamento per come è stato approvato allo stato attuale e trovare un eventuale adattamento delle norme che sono state impostate a scapito degli altri stati, che non penalizzino troppo il nostro paese. Una volta che siamo in una posizione di forza, godiamocela. Il presidente di Fecercoopesca pensa che a differenza di quello appena passato, questo regolamento si presenta ampio e flessibile vedendo la partecipazione, oltre che degli stati membri dell Unione europea anche delle componenti di categoria al fine di gestire assieme la pesca entro criteri in grado di garantire sostenibilità, tutela delle risorse e l economia del comparto. Il nuovo Piano di azione mediterraneo è tuttavia molto complesso e occorre un costante dialogo tra le organizzazioni ittiche e Bruxelles al fine di comprendere quali siano i reali margini di applicazione. Il nuovo Piano di azione mediterraneo è tuttavia molto complesso e occorre un costante dialogo tra le organizzazioni ittiche e Bruxelles al fine di comprendere quali siano i reali margini di applicazione.

4 INFO ITALIA Bollettino dei pescatori liguri Pagina 4 di 10 Sicurezza del Lavoro a bordo dei pescherecci Nel mese di luglio presso il MIPAAF Direzione Generale Trasporto Marittimo si è tenuta una riunione alla presenza delle Organizzazioni di categoria della pesca professionale allo scopo di coordinare l attuale normativa sulla sicurezza a bordo delle navi da pesca con quanto previsto dall articolo 32 della Legge 27 febbraio 2009 n. 14 vale a dire il c.d decreto Milleproroghe. Nella sostanza si è convenuto di prorogare fino al 15 maggio 2010 il termine entro cui esercitare la delega prevista per adottare una normativa specifica per la sicurezza a bordo delle navi da pesca rivisitando quindi i Decreti Legislativi oggo in vigore vale a dire il 271 e il 298 del Varato il calendario per il Fermo Pesca E stato firmato in data 30 luglio dal Sottosegretario Buonfiglio il Decreto che contiene le modalità di arresto obbligatorio temporaneo dell attività di pesca per i sistemi a strascico e volante, ad esclusione delle unità abilitate alla pesca oceanica che operano oltre gli stretti. Per quest anno le date indicate vanno dal 3 agosto al 1 settembre 2009 per i compartimenti da Trieste a Bari e dal 31 agosto al 29 settembre 2009 per i compartimenti da Brindisi a Imperia. In Abruzzo, a causa degli eventi sismici, il fermo ci sarà dal 15 agosto al 13 settembre. Sicilia e Sardegna fisseranno autonomamente il periodo di inattività. Per quest anno le date indicate vanno dal 3 agosto al 1 settembre 2009 per i compartimenti da Trieste a Bari e dal 31 agosto al 29 settembre 2009 per i compartimenti da Brindisi a Imperia.

5 Pagina 5 di 10 Bollettino dei pescatori liguri INFO ITALIA TAR del Lazio: decisa la sospensione del DM sulle Ferrettare Mare in Italy e Federcoopesca alla 48 edizione del Palio del Golfo a La Spezia. In occasione della 48 edizione del Palio del Golfo, manifestazione fieristica svoltasi nella città di La Spezia dal 24 luglio al 03 agosto Federcoopesca Confcooperative Liguria e l Associazione culturale Mare in Italy hanno partecipato alla manifestazione con un proprio stand enogastonomico. Durante tutte le 10 giornate del Palio infatti presso i nostri stand è stato possibile degustare il pescato locale preparato dal nostro personale e fornito dalla Associazione di pescatori spezzini White Fish aderente a Federcoopesca Confcooperative Liguria. Con l ordinanza n. 3138/2009 il TAR del Lazio ha accolto l istanza di sospensiva avanzata da alcune associazioni ambientaliste nello specifico WWF, Legambiente, greenpeace e la Lega Antivivisezione - avente ad oggetto il Decreto 04 giugno 2009 di autorizzazione all uso delle ferrettare. Di fatto attualmente tale Decreto risulta sospeso, decadono quindi il regime di operatività della ferrettara ivi previsto. Si legge infatti nel testo dell ordinanza Considerato che dal decreto impugnato può derivare un pregiudizio grave ed irreparabile all ambiente ed alla fauna marina quale diretta conseguenza del tipo di pesca autorizzato in assenza di un limite della distanza dalla costa, in quanto la pesca con rete ferrettara comporta la cattura di specie marine diverse da quelle che sono oggetto dellla pesca.. In arrivo l eticchettatura aggiuntiva per i prodotti ittici Con Legge 23 luglio 2009, n. 99 recante "Disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonche' in materia di energia sono state introdotte alcune novità riguardanti l eticchettatura aggiuntiva dei prodotti ittici. Le nuove informazioni riguarderanno esclusivamente le imbarcazioni sopra i 15 metri e per quantitativi di pescato superiori ai 15 Kg. Maggiori dettagli saranno disponibili con il Decreto attuativo che uscirà nei prossimi mesi.

6 INFO ITALIA Bollettino dei pescatori liguri Pagina 6 di 10 Tonno Rosso: Ordinanza della Capitaneria di Porto di Genova In data 29 maggio 2009 è stata emanata un ordinanza della Capitaneria di Porto di Genova savente ad oggetto la pesca del tonno rosso. Sintetizziamo qui di seguito i contenuti principali della stessa: DIVIETI La pesca al tonno rosso non può essere esercitata nel Mediterraneo nei seguenti casi: 1) Dal 01/06/2009 al 31/12/2009 dai pescherecci con lunghezza ft superiore ai m. 24 con palangari pelagici. 2) Dal 15 /06/2009 al 15/04/2010 con reti a circuizione. 3) Dal 15/10/2009 al 15/06/2010 da tonniere con lenze a canna e imbarcazioni con lenze trainate. PORTO DI SBARCO Il porto designato per lo sbarco nell ambito del Compartimento marittimo di Genova, è il porto di Genova. ADEMPIMENTI PER LO SBARCO I Comandanti che intendono effettuare le operazioni di sbarco di tonno rosso nel porto di Genova hanno l obbligo di prenotificare alla Capitaneria il proprio orario di previsto arrivo in porto con almeno 4 ore di anticipo. Con la prenotifica è obbligatorio dichiarare i dati identificativi del M/P, il numero di esemplari di tonno rosso detenuti a bordo e la quantità, nonché la zona di cattura. Lo sbarco del pescato è consentito su nulla osta della Capitaneria. TAGLIA MINIMA La taglia minima per il tonno rosso catturato è di kg. 30 o cm La taglia minima in deroga alla predetta disposizione è di kg. 8 e di cm. 75, nei seguenti casi : - se il tonno è stato catturato nell Atlantico orientale con lenze a canna o trainate - se catturato nel Mar Adriatico ai fini di allevamento - se catturato nel Mediterraneo nell ambito della piccola pesca costiera artigianale da tonniere con lenze a canna, M/P con palangari e lenze a mano. CATTURE ACCIDENTALI Per le catture accidentali di tonno rosso da parte di M/P non autorizzati a tale pesca, si applicano gli adempimenti per lo sbarco sopra descritti. DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE ALL ATTO DELLO SBARCO La seguente documentazione deve essere consegnata all Autorità Marittima in banchina: Copia del giornale di bordo e copia del documento di trasporto relativa alla consegna del prodotto al vettore. I contravventori all ordinanza saranno sanzionati, pertanto vi preghiamo per ulteriori chiarimenti di volerci contattare.

7 Pagina 7 di 10 Bollettino dei pescatori liguri INFO LIGURIA Parco Nazionale delle Cinque Terre: creazione di una barriera sommersa di ripopolamento Il Parco Nazionale delle Cinque Terre ha presentato in sede di Commissione Consultiva Locale un progetto per la creazione di una barriera sommersa davanti alla spiaggia di Corniglia. Nello specifico la barriera prevede la realizzazione di 14 isolotti da posizionare ad una distanza dalla costa di circa 150 metri con una profondità di circa 10 metri per una lunqhezza totale di metri. Scopo di tale opera è quello di favorire l accrescimento della spiaggia sommersa nonché favorire il ripopolamento ittico. Ti sollecitiamo sin da ora a volerci fornire tutta la documentazione necessaria. Scaduti i termini di presentazione delle domande di L. 23/96 Il 30 aprile scorso sono scaduti i termini per la presentazione delle domande di contributo in favore della pesca e dell acquacoltura concessi dalla Regione Liguria ai sensi della Legge Regionale 23/1996. Anche quest anno il nostro ufficio ha contribuito attivamente a favore dei propri associati con il supporto e la presentazione di circa 45 pratiche di contributo. Ricordiamo a quanti hanno presentato la domanda che, affinché il contributo possa essere liquidato, sarà necessario presentare entro sei mesi dall approvazione, apposita domanda di liquidazione corredata dai giustificativi delle spese sostenute. Ti sollecitiamo pertanto sin da ora a volerci fornire tutta la documentazione necessaria allo scopo. Cassa Integrazione Guadagni Straordinari per il settore della pesca Siamo a segnalare di aver inviato alla Direzione Marittima di Genova una lettera di sollecito ai fini dell attivazione della Cassa Integrazioni Guadagni Straordinaria in deroga per il settore della pesca. Molte oramai sono le Regioni italiane che hanno già stipulato un accordo relativo alla concessione della CIGS in deroga per il settore della pesca marittima, riteniamo quest ultimo un passaggio essenziale anche per la nostra Regione tanto più in considerazione del fatto che quest anno le previste compensazioni socio economiche per gli armatori saranno effettuate esclusivamente attraverso l utilizzo della CIGS in deroga.

8 Bollettino dei pescatori liguri Pagina 8 di 10 Prontuario dei pescatori per le vacanze in mare Dentifricio contro le abrasioni da medusa, acciughe per far passare il mal di mare, ma anche oli solari 'amici' dei coralli. Sono questi alcuni consigli per trascorrere una vacanza al mare a prova di fastidiosi imprevisti. Nasce cosi' il prontuario dei pescatori di Federcoopesca-Confcooperative ad uso dei navigo-bagnanti dell'estate 2009, con ricette 'nature' da parte di 'gente navigata', che sul mare vive e ne conosce tutti i segreti. Si comincia dal classico mal di mare; se non si e' 'lupi di mare', prima di salire a bordo e' meglio evitare liquidi, latte compreso e cibi dolci. E se il mare non e' proprio una tavola blu, il 'nostromo' suggerisce di mangiare un'acciuga con qualche cracker che, essendo cibo salato e solido, attenua i sintomi del malessere. Cio' che conta e' comunque non restare passivi di ronte al malore, ma cercare di muoversi a bordo, magari effettuando manovre con le vele o timonando e, se proprio non si riesce, e' bene essere sdraiati sulla coperta o in 'dinette' con una corretta ventilazione, lontano dai fumi di scarico del motore. Ma i consigli non si limitano solo per chi vuole navigare. In spiaggia, secondo il prontuario, per evitare scottature nel rispetto dell'ambiente e' bene preferire creme solari con filtri fisici (zinc oxide, titanium e dioxide); infatti, secondo una ricerca effettuata dal dipartimento delle Scienze del Mare del Politecnico delle Marche, le sostanze usate per i filtri chimici, come i cinnamiti o benzofeni, possono causare la graduale perdita dei colori dei coralli e la loro morte. Anche se non ci si imbatte in una 'caravella portoghese', la medusa piu' pericolosa al mondo vero spauracchio di quest'estate, le punture di questi animali creano fastidi da lenire utilizzando rimedi naturali, come garze imbevute di acqua tiepida e aceto oppure sciacqui frequenti con acqua salata. E se si ha a porta di mano un tubetto di dentifricio, applicarne un po' sulla parte, perche' la pasta ha poteri decongestionanti e rinfrescanti. L'importate e' resistere alla tentazione di grattarsi, evitando anche acqua dolce, ghiaccio e sfregamento con la sabbia. Dopo un incontro ravvicinato invece con tracine, scorfani e razze, la prima cosa da fare e' cercare di far uscire piu' sangue possibile, in modo da eliminare la maggior quantita' di tossina introdotta dal pesce; la parte va quindi immersa in acqua calda, il cui calore rende inattiva la tossina responsabile della sintomatologia dolorosa. L'arto va poi tenuto sollevato in modo da evitare che si gonfi e si verifichi una reazione linfatica locale. E dopo una giornata trascorsa sotto il solleone, il sapore di mare si ritrova anche a tavola. Una delle tendenze 2009, a detta dei pescatori, e' la pizza al pesce non solo nella versione classica con tonno, salmone o gamberetti, ma anche con vongole, polpetti e pesce spada, naturalmente del posto.

9 Pagina 9 di 10 Bollettino dei pescatori liguri Manifestazione mytiliade 2009 a Lerici Mytiliade, giunta quest anno alla sua seconda edizione, è una manifestazione turistico- gastronomica inserita nella programmazione regionale come uno dei quattro eventi più importanti all interno della rassegna Sapore di Mare. Mytiliade 2009 si svolgerà dall 11 al 13 settembre a Lerici e sarà caratterizzata da numerosi eventi. La manifestazione si aprirà ufficialmente con la presentazione da parte di tutti i soggetti coinvolti, in particolare il Comune di Lerici, la Regione Liguria, la Provincia della Spezia, Unioncamere e le organizzazioni della pesca tra cui ovviamente CONFCOOPERATIVE FEDERCOOPESCA. Si farà il punto della situazione attuale delle coltivazioni in mare e sulle prospettive di sviluppo. Verranno assegnati premi dedicati a varie figure professionali che si sono distinte nei mestieri del mare quali un pescatore, un mitilicoltore, un ristoratore e un giornalista. In contemporanea sul lungomare di Lerici saranno aperti tutti gli spazi espositivi, nei quali verranno presentati i prodotti tipici liguri, come l olio, il pesce, i muscoli, il pane, i vini ecc. Nelle tre giornate si potrà assistere a dimostrazioni culinarie di grandi chef, presso lo stand principale allestito in piazza Garibaldi, si potranno assaggiare i vini e tutti i prodotti del territorio della Liguria, in particolare i mitili e il pesce preparati al momento. Ci saranno inoltre laboratori di lavorazione e conservazione del pesce. Sarà possibile effettuare visite guidate agli impianti di mitilicoltura con il battello e poi proseguire per ammirare tutto il Golfo via mare. Ogni giorno, presso il molo e di fronte al mercato del pesce, si terrà l asta del pesce, presieduta dal noto e folcloristico pescatore Brancaleone. I bambini potranno partecipare ad attività didattiche loro dedicate nelle quali verrà loro insegnato a riconoscere i vari tipi di pesce, impareranno a prenderli e a pulirli, proprio come fanno i pescatori. Il giorno 13 settembre sarà caratterizzato da due momenti importanti. In primo luogo si svolgerà la fase finale del concorso I muscoli de cà mea, successivamente si chiuderà Mytiliade con il concerto di Beppe Gambetta in trio con Marco Fadda e Riccardo Barbera. Il concorso, bandito su un giornale locale (La Nazione), permetterà a chiunque sia interessato di inviare la propria ricetta a base di muscoli, sia della tradizione familiare, sia nuove sperimentazioni. Le ricette inviate verranno poi selezionate e durante la serata finale verranno assegnati i premi alle migliori pietanze. Verrà inoltre presentato il libro di ricette finaliste dell edizione 2008, pubblicato per l occasione. Beppe Gambetta, autore genovese di fama internazionale, suonerà e canterà accompagnato da Marco Fadda alle percussioni e Riccardo Barbera al contrabbasso nello spettacolo Rendez-vous che è anche il titolo dell ultimo cd del musicista.

10 Bollettino dei pescatori liguri Pagina 10 di 10 Sede Legale Via XX settembre, 12/ Genova Ufficio Assistenza Tecnica Via Porta D Archi, 10/8 d Genova Recapiti Tel. 010/ Fax 010/ cooperative.it In Agenda settembre E in programma a Lerici Mytiliade - festa dei mitili mediterranei, giunta quest anno alla sua seconda edizione. Si tratta di una manifestazione turistico-gastronomica inserita nella programmazione regionale come uno dei quattro eventi più importanti all interno della rassegna Sapore di Mare. Mytiliade ha come scopo fondamentale quello di valorizzare il muscolo, un prodotto tipico del territorio del comune di Lerici e più estesamente di tutto il golfo della Spezia, nonché altri prodotti tipici liguri. Per ulteriori informazioni visita il sito IDEE..DA MANGIARE Abbiamo anche un sito internet costantemente aggiornato dove potrete trovare tutte le ultime notizie in materia di pesca. Visitatelo! Rana pescatrice in porchetta Preparazione Pulite la coda di rospo e sciaquatela. Tagliatela a filetti e conditela con sale pepe e finocchio selvatico. Prendete i filetti e avvolgeteli con le fette di pancetta. In una padella fate riscaldare l olio di oliva, sistematevi il filetto condito e fate rosolare a fuoco medio, quindi sfumate con il vino bianco. Quando il filetto sarà cotto, toglietolo dalla padella e tagkiatelo a fettine dello spessore di circa 1 cm. Restringete il fondo di cottura fenchè non diventa denso e stendetolo sui piatti come guarnizione quindi adagiate al centri il filetti tagliato a ventaglio e servite caldo, possibilmente con verdure bollite come contorno. Ingrdienti per 4 persone 300/400 gr. di coda di rana pescatrice 10 fette di pancetta 1 rametto di finocchio selvatico 1 bicchiere di vino bianco Olio d oliva extravergine Sale Pepe

Action Plan Italia. Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca

Action Plan Italia. Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca Action Plan Italia Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca Genesi del provvedimento Il 17 dicembre 2012 la Commissione europea richiama l Italia sulle sue

Dettagli

Rilascio/rinnovo della licenza di pesca

Rilascio/rinnovo della licenza di pesca Rilascio/rinnovo della licenza di pesca Per nuove licenze: Ai fini del rilascio della licenza di pesca, l interessato (proprietario o armatore) presenta direttamente ovvero a mezzo raccomandata con avviso

Dettagli

CONFEDERAZIONE COOPERATIVE ITALIANE FEDERCOOPESCA. Via de Gigli d Oro n. 21 00186 ROMA Tel. 066893450

CONFEDERAZIONE COOPERATIVE ITALIANE FEDERCOOPESCA. Via de Gigli d Oro n. 21 00186 ROMA Tel. 066893450 ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE A.G.C.I. PESCA Via A. Bargoni n. 78 00153 ROMA Tel. 0658328.1 CONFEDERAZIONE COOPERATIVE ITALIANE FEDERCOOPESCA Via de Gigli d Oro n. 21 00186 ROMA Tel. 066893450

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.P.R. 2 ottobre 1968, n. 1639, recante il Regolamento per l'esecuzione della legge 14 luglio 1965, n. 963, concernente la disciplina della pesca marittima ; VISTO il Decreto del Ministero delle

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali L approccio sistemico dell Amministrazione per l applicazione degli strumenti innovativi introdotti dal Reg. (CE) 1224/2009 Maria Severina Liberati

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE E D INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERLAE DELLEA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA Roma, 22 novembre 2011 Al

Dettagli

Andar per Mare M a r c h e - C r o a z i a

Andar per Mare M a r c h e - C r o a z i a Andar per Mare M a r c h e - C r o a z i a Premessa Il progetto denominato Andar per Mare vuole essere il momento promozionale dell attività della pesca nella Regione Marche, che è una delle più importanti

Dettagli

QUADRO DELLE INFRAZIONI E RELATIVE SANZIONI (Artt.7-13 Titolo II D.Lgs. 9 gennaio 2012, n. 4)

QUADRO DELLE INFRAZIONI E RELATIVE SANZIONI (Artt.7-13 Titolo II D.Lgs. 9 gennaio 2012, n. 4) CONTRAVVENZIONI PENE PRINCIPALI (A CARICO DELL'ARMATORE) PENE ACCESSORIE PUNTI COMMINATI IN LICENZA PER INFRAZIONI GRAVI* SOTTOTAGLIA* a) detenere, sbarcare e trasbordare esemplari di specie ittiche di

Dettagli

STATUTO. Art. 1 Denominazione e sede E costituita l Associazione Obiettivo Cultura. La sede sociale è sita in Napoli alla Piazza Garibaldi, 26.

STATUTO. Art. 1 Denominazione e sede E costituita l Associazione Obiettivo Cultura. La sede sociale è sita in Napoli alla Piazza Garibaldi, 26. STATUTO Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Denominazione e sede E costituita l Associazione Obiettivo Cultura. La sede sociale è sita in Napoli alla Piazza Garibaldi, 26. Art. 2 Oggetto L Associazione

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTA la legge 24 novembre 1981 n. 689, recante modifiche al sistema penale; VISTO il decreto ministeriale del 26 luglio 1995 recante Disciplina del rilascio delle licenze di pesca ; VISTO il regolamento

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDE TE DELLA REPUBBLICA

DECRETO DEL PRESIDE TE DELLA REPUBBLICA DECRETO DEL PRESIDE TE DELLA REPUBBLICA 27 ottobre 2011, n. 209 Regolamento recante istituzione di Zone di protezione ecologica del Mediterraneo nord-occidentale, del Mar Ligure e del Mar Tirreno. (11G0252)

Dettagli

DISCIPLINARE DI ADESIONE RASSEGNA GASTRONOMICA: Tutti a tavola! Pesce in cassola e frittura

DISCIPLINARE DI ADESIONE RASSEGNA GASTRONOMICA: Tutti a tavola! Pesce in cassola e frittura ATTUAZIONE ASSE 4 FEP 2007-2013 Mis. 4.1 Sviluppo sostenibile delle zone di pesca PSL Pesca e sviluppo sostenibile nel Nord Sardegna GAC Nord Sardegna Az. 244. RASSEGNA GASTRONOMICA: Tutti a tavola! Pesce

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Decreto Legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura, a norma

Dettagli

IL DIRIGENTE GENERALE

IL DIRIGENTE GENERALE D.D.G. n. 857 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato regionale dell agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento regionale per l Agricoltura Ex Dipartimento degli

Dettagli

SEMINARIO DIVULGATIVO

SEMINARIO DIVULGATIVO SEMINARIO DIVULGATIVO SEMINARIO DIVULGATIVO Esigenze formative per il settore della Pesca e dell Acquacoltura alla luce delle nuove normative europee. Il manuale di buona prassi igienica strumento essenziale

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano Regolamento comunale per la disciplina del mercato per la vendita diretta dei prodotti agricoli. Approvato con delibera C.C. n 06 del 28.01.2011 (allegato

Dettagli

Bonifica dei Siti Contaminati - Legislazione di Riferimento - Bonifica dei Siti Contaminati

Bonifica dei Siti Contaminati - Legislazione di Riferimento - Bonifica dei Siti Contaminati Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE Ingegneria Sanitaria - Ambientale Corso di Bonifica dei Siti Contaminati Bonifica dei Siti Contaminati - Legislazione di Riferimento

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 20-07-2001 REGIONE BASILICATA "PROMOZIONE DELL'ACCESSO AL LAVORO DELLE PERSONE DISABILI". Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N. 49 del 24 luglio 2001 IL CONSIGLIO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Comune di Castellanza REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Approvato con Deliberazione di C.C. n. 70 del 27/11/2003 I N D I C E ARTICOLO 1 - COSTITUZIONE OBIETTIVI DELLA COMMISSIONE MENSA ARTICOLO 2 - COMPOSIZIONE

Dettagli

COMI. PG/2013/250690 Venezia, 4 giugno 2013

COMI. PG/2013/250690 Venezia, 4 giugno 2013 COMI Direzione Mobilità e Trasporti Settore Trasporti Gestione Amministrativa Traffico Acqueo trasporti.acquei@comune.venezia.it (PEC) protocollo@pec.comune.venezia.it www.comune.venezia.it/trasportoacqueo

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO IL RUOLO DELLE CAPITANERIE DI PORTO NELLA FILIERA ITTICA Torino, 17 Giugno 2013 C.V. (CP) Enrico MORETTI NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGOLAMENTO (CE) N. 1224/2009 che istituisce un regime di controllo comunitario

Dettagli

Dal FEP al FEAMP: quale transizione

Dal FEP al FEAMP: quale transizione L attuazione della Politica Europea per la Pesca: Dal FEP al FEAMP Bologna, 08 ottobre 2014 Regione Emilia Romagna FEP: Misura 5.1 Assistenza tecnica Dal FEP al FEAMP: quale transizione Giulio Malorgio

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Reg. (UE) n. 1305/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga

Dettagli

L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi

L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi Avv. Enrico Mordiglia Studio Legale Mordiglia Genova - Milano Inquadramento normativo > Codice della nautica da

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Regolamento (CE) n.1799/2006 della Commissione del 6 dicembre 2006, che modifica l allegato I del regolamento (CE) n.26/2004 relativo

Dettagli

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI 5.1.2008 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 3/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 3/2008 DEL CONSIGLIO del 17 dicembre

Dettagli

Regolamento del sistema di garanzia

Regolamento del sistema di garanzia REGOLAMENTO DI GARANZIA DEL MARCHIO DI QUALITÀ DEL PARCO NATURALE DOLOMITI FRIULANE Il presente documento ha lo scopo di individuare gli strumenti necessari per la definizione e l attuazione del Marchio

Dettagli

SEMINARIO Attuazione dei Reg.(CE)1224/2009 E Reg.(UE) 404/2011: questioni aperte e difficoltà applicative. Cagliari, 24 aprile 2012

SEMINARIO Attuazione dei Reg.(CE)1224/2009 E Reg.(UE) 404/2011: questioni aperte e difficoltà applicative. Cagliari, 24 aprile 2012 Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali SEMINARIO Attuazione dei Reg.(CE)1224/2009 E Reg.(UE) 404/2011: questioni aperte e difficoltà applicative. Cagliari, 24 aprile 2012 Maria Severina

Dettagli

100% del totale della spesa ammessa. Max. 150.000,00 per singolo progetto. Il contributo può essere liquidato secondo le seguenti modalità:

100% del totale della spesa ammessa. Max. 150.000,00 per singolo progetto. Il contributo può essere liquidato secondo le seguenti modalità: REGIONE SICILIA ASSESSORATO DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI ****************************************************** Programma operativo FEP 2007/2013 DECRETO 01 del 27 gennaio 2010. Bando relativo ai

Dettagli

Disciplinare per il Marchio di Qualità del Parco delle Prealpi Giulie

Disciplinare per il Marchio di Qualità del Parco delle Prealpi Giulie REGOLAMENTO DI GARANZIA DEL MARCHIO DI QUALITÀ DEL PARCO DELLE PREALPI GIULIE Il presente documento ha lo scopo di individuare gli strumenti necessari per la definizione e l attuazione del Marchio di Qualità

Dettagli

Capo I Disposizioni generali

Capo I Disposizioni generali Legge regionale Sardegna 14 aprile 2006, n. 3 Disposizioni in materia di pesca. Capo I Disposizioni generali Art. 1 Finalità 1.Le presenti norme disciplinano, ad integrazione di quanto disposto dalla legge

Dettagli

Rintracciabilità e tracciabilità strumenti di valorizzazione i del prodotto

Rintracciabilità e tracciabilità strumenti di valorizzazione i del prodotto MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Direzione generale della pesca marittima e dell acquacoltura Aggiornamento in acquacoltura Corso di formazione Firenze 12/04/2013 Rintracciabilità

Dettagli

MODULO DIDATTICO 2 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013

MODULO DIDATTICO 2 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 MODULO DIDATTICO 2 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 Introduzione al D. Lgs. n. 33/2013 1 of 21 MODULO DIDATTICO 2 Trasparenza amministrativa: gli

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ allegato A alla determinazione n. 139/SA del 18 marzo 2013 BANDO PUBBLICO CAMPU MAISTU DIDATTICA IN FATTORIA SULCIS IGLESIENTE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E

Dettagli

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST ALLEGATO N. 1.6 al Capitolato Speciale d oneri Azienda pubblica di Servizi alla Persona Cordenonese Arcobaleno FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST VERIFICA EFFETTUATA IL GIORNO / / DALLE ORE ALLE ORE TUTTI

Dettagli

Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0

Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0 Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0 1 Dove e quando si svolge? In via Alzaia Naviglio Pavese in Milano Domenica 29 Settembre 2013 Dalle ore 08.00 alle ore 19.30 2 Programma Dalle ore 08.00 alle

Dettagli

COMUNE DI UDINE CRITERI PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE DEI PUNTI DI VENDITA NON ESCLUSIVI DI GIORNALI E RIVISTE

COMUNE DI UDINE CRITERI PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE DEI PUNTI DI VENDITA NON ESCLUSIVI DI GIORNALI E RIVISTE COMUNE DI UDINE CRITERI PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE DEI PUNTI DI VENDITA NON ESCLUSIVI DI GIORNALI E RIVISTE INDICE ARTICOLO 1 definizione ARTICOLO 2 - zone ed aree commerciali ARTICOLO 3 distanze

Dettagli

llpunto di vista dei genitori e delle commissioni mensa

llpunto di vista dei genitori e delle commissioni mensa IO MANGIO A SCUOLA: IGIENE E SICUREZZA DEL CIBO 16 Settembre 2014 Via Bologna 148 TORINO llpunto di vista dei genitori e delle commissioni mensa Alessandra Rosso Facciamo le presentazioni... Mamma di 2

Dettagli

Interventi finanziari urgenti per l anno 2009 e disposizioni per l occupazione. Autorizzazione per l esercizio provvisorio per l anno 2010.

Interventi finanziari urgenti per l anno 2009 e disposizioni per l occupazione. Autorizzazione per l esercizio provvisorio per l anno 2010. LEGGE REGIONALE N. 13 DEL 29-12-2009 REGIONE SICILIA Interventi finanziari urgenti per l anno 2009 e disposizioni per l occupazione. Autorizzazione per l esercizio provvisorio per l anno 2010. Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito

Direzione Centrale Entrate Direzione centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 15/06/2009 Circolare n. 80 Allegati n. 1 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

OGGETTO: L Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.

OGGETTO: L Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue. OGGETTO: Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo misura investimenti. Regolamento (CE) n. 1308/2013 articolo 50. Bando annualità 2016. DGR/CR n. 96 del 19/11/2015. NOTA PER LA TRASPARENZA:

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ Via Contea, 1 31055 QUINTO DI TREVISO Cod. Fisc. 94020520261 Iscritta al registro regionale delle Associazioni di Volontariato al n. TV/0130 ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE

Dettagli

Comune di Cortazzone

Comune di Cortazzone Comune di Cortazzone REGOLAMENTO del MERCATO RISERVATO ALL ESERCIZIO DELLA VENDITA DIRETTA DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI Articolo 1 (Finalità ed impegni di carattere generale) 1) Il presente Regolamento

Dettagli

L attuale Quadro Normativo

L attuale Quadro Normativo L attuale Quadro Normativo L educazione alimentare per il biologico Centro Congressi di Eatily Roma, 12 Ottobre 2012 Dott.ssa Teresa De Matthaeis Dirigente Ufficio Agricoltura Biologica - PQA V Ministero

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA SAGRA DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI

REGOLAMENTO PER LA SAGRA DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI Comune di CUSANO MUTRI Provincia di Benevento REGOLAMENTO PER LA SAGRA DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI 1 Art. 1 Il Comune di Cusano Mutri in collaborazione con la Pro Loco Cusanese organizza, annualmente, nel

Dettagli

Aiuto di Stato N 696/2006 Italia (Regione Molise) Arresto definitivo delle attività di pesca e ammodernamento dei pescherecci

Aiuto di Stato N 696/2006 Italia (Regione Molise) Arresto definitivo delle attività di pesca e ammodernamento dei pescherecci COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 24-I-2008 C (2007) 349 Oggetto: Aiuto di Stato N 696/2006 Italia (Regione Molise) Arresto definitivo delle attività di pesca e ammodernamento dei pescherecci Signor Ministro,

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. PREMESSO CHE: - la Regione Calabria ha il più vasto patrimonio di terreni pubblici di tutto il territorio nazionale;

LA GIUNTA REGIONALE. PREMESSO CHE: - la Regione Calabria ha il più vasto patrimonio di terreni pubblici di tutto il territorio nazionale; LA GIUNTA REGIONALE PREMESSO CHE: - la Regione Calabria ha il più vasto patrimonio di terreni pubblici di tutto il territorio nazionale; - con la legge regionale 21 agosto 2007 n.18, la Regione ha inteso

Dettagli

Notizie dall Unione europea

Notizie dall Unione europea Commissione Speciale sui Rapporti con l Unione europea e sulle Attività Internazionali della Regione Notizie dall Unione europea 20 novembre 2006 La Commissione europea propone un divieto totale del commercio

Dettagli

Dal Mare. con Amore. C a t a l o g o P r o d o t t i

Dal Mare. con Amore. C a t a l o g o P r o d o t t i Dal Mare con Amore C a t a l o g o P r o d o t t i 2 0 0 9 L azienda Iasa nasce a Salerno nel 1969 dalla trasformazione in una moderna società di quella che era l attività di famiglia dei soci fondatori,

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento consulta comunale delle associazioni di volontariato di protezione civile

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento consulta comunale delle associazioni di volontariato di protezione civile CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento consulta comunale delle associazioni di volontariato di protezione civile Approvato con D.C.C. n. 32 del 24/04/2008 Modificato con D.C.C. n. 9 del 14/04/2011 Art. 1 - Istituzione

Dettagli

IL MOLISE A ROMA. Eccellenze enogastronomiche d'una regione straordinaria

IL MOLISE A ROMA. Eccellenze enogastronomiche d'una regione straordinaria IL MOLISE A ROMA Eccellenze enogastronomiche d'una regione straordinaria Domenica 28 febbraio 2016 Villa Rinaldo all Acquedotto. Via Appia Nuova, 1267-00178 Roma Dopo le esperienze del Simposio e del Solstizio

Dettagli

Interventi in materia di Comitati nazionali per le celebrazioni, le ricorrenze o le manifestazioni culturali ed edizioni nazionali.

Interventi in materia di Comitati nazionali per le celebrazioni, le ricorrenze o le manifestazioni culturali ed edizioni nazionali. Circolare 10 febbraio 2016 n. 101 Interventi in materia di Comitati nazionali per le celebrazioni, le ricorrenze o le manifestazioni culturali ed edizioni nazionali. (G.U. 18 febbraio 2016, n. 40) Emanata

Dettagli

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business.

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. La nostra storia. Ciao Pizza nasce nel 1996 dall idea di tre giovani imprenditori di creare un realtà stabile nel settore della piccola ristorazione. Non c

Dettagli

PACCHETTO IGIENE. 853, 854 e 882 emanati nell anno 2004.

PACCHETTO IGIENE. 853, 854 e 882 emanati nell anno 2004. PACCHETTO IGIENE L Unione Europea ha da sempre attribuito molta importanza all attività legislativa diretta a regolamentare la sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti, con l obiettivo primario di tutelare

Dettagli

I Fondi pensione negoziali

I Fondi pensione negoziali I Fondi pensione negoziali 45 I Fondi pensione negoziali sono forme pensionistiche complementari la cui origine, come suggerisce il termine negoziali, è di natura contrattuale. Essi sono destinati a specifiche

Dettagli

Il prezzo del gasolio a febbraio 2011 ha raggiunto livelli simili a quelli della primavera 2008, anno in cui il sostenuto aumento del prezzo dei

Il prezzo del gasolio a febbraio 2011 ha raggiunto livelli simili a quelli della primavera 2008, anno in cui il sostenuto aumento del prezzo dei Introduzione Nei primi mesi del 2011, l incremento del costo del gasolio sui livelli del 2008 ha compromesso la profittabilità del settore peschereccio, ponendo gli operatori in una situazione di incertezza

Dettagli

FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA' DI PESCA FONTI COMUNITARIE

FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA' DI PESCA FONTI COMUNITARIE PRINCIPALI STRUMENTI NORMATIVI VIGENTI DI FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA' DI PESCA Ricerca prodotta nell'ambito del progetto Promozione dei prodotti della pesca dell'area della provincia di Palermo e azioni

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Decreto

Giunta Regionale della Campania. Decreto Giunta Regionale della Campania Decreto Dipartimento: Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali N 40 Del Dipart. Direzione G. Unità O.D. 13/02/2015 52 6 11 Oggetto: Campagna vitivinicola 2014/2015

Dettagli

9.3.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10 DELIBERAZIONE 28 febbraio 2011, n. 104

9.3.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10 DELIBERAZIONE 28 febbraio 2011, n. 104 9.3.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10 DELIBERAZIONE 28 febbraio 2011, n. 104 Indirizzi per l attività di gestione degli elenchi regionali degli operatori biologici e dei concessionari

Dettagli

A Lezione di Mare. L Area Marina Protetta Porto Cesareo

A Lezione di Mare. L Area Marina Protetta Porto Cesareo A Lezione di Mare L Area Marina Protetta Porto Cesareo Dott. Sergio Fai Taranto 24 febbraio 2012 Le Leggi che regolamentano le aree marine protette Legge 979/82 Titolo V Riserve Marine Definizione di Aree

Dettagli

ALLEGATO A. Comune di Ginosa. Provincia di Taranto. OGGETTO: Affidamento attività di assistenza alla balneazione e miglioramento

ALLEGATO A. Comune di Ginosa. Provincia di Taranto. OGGETTO: Affidamento attività di assistenza alla balneazione e miglioramento ALLEGATO A Comune di Ginosa Provincia di Taranto Cron. gen.le n. CONVENZIONE IN CASO D USO OGGETTO: Affidamento attività di assistenza alla balneazione e miglioramento segnaletica obbligatoria sulle spiagge

Dettagli

PERIODO DI RIFERIMENTO Saranno ammessi a finanziamento solamente i progetti attuati negli anni scolastici 2011/12-2012/13.

PERIODO DI RIFERIMENTO Saranno ammessi a finanziamento solamente i progetti attuati negli anni scolastici 2011/12-2012/13. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DELLA PROVINCIA DI ANCONA PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ANNI 2011/12-2012/13 (Approvato con Delibera della

Dettagli

Regolamento per il coordinamento delle attivita di vigilanza volontaria venatoria, ittica ed ecologica

Regolamento per il coordinamento delle attivita di vigilanza volontaria venatoria, ittica ed ecologica Regolamento per il coordinamento delle attivita di vigilanza volontaria venatoria, ittica ed ecologica Approvato dal Consiglio Provinciale con delibera n. 88 del 24.10.2005 In vigore dal 22/11/2005 ART.1

Dettagli

Statuto Associazione Culturale MirAttiva

Statuto Associazione Culturale MirAttiva Statuto Associazione Culturale MirAttiva IL DOCUMENTO ORIGINALE È CUSTODITO PRESSO SEGRETERIA 1 di 9 Statuto Associazione Culturale MirAttiva ART. 1 Denominazione e sede L associazione culturale, denominata:

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 1031 del 27/01/2016 Proposta: DPG/2016/1111 del 26/01/2016 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE AL LAGO TRASIMENO

SVILUPPO SOSTENIBILE AL LAGO TRASIMENO L E G A M B I E N T E U M B R I SVILUPPO SOSTENIBILE AL LAGO TRASIMENO Perugia, 3 giugno 2008 A : iniziative e proposte Le proposte elaborate da Legambiente fanno riferimento al Piano di sviluppo sostenibile

Dettagli

0.923.221. Regolamento d applicazione

0.923.221. Regolamento d applicazione Traduzione 1 Regolamento d applicazione dell Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica francese concernente l esercizio della pesca e la protezione dell ambiente acquatico

Dettagli

Il Pacchetto Igiene e la produzione primaria nel settore ittico Valter Dini - Gualtiero Fazio

Il Pacchetto Igiene e la produzione primaria nel settore ittico Valter Dini - Gualtiero Fazio Il Pacchetto Igiene e la produzione primaria nel settore ittico Valter Dini - Gualtiero Fazio Regolamenti Linee guida europee Linee guida nazionali Documenti SANCO Linee guida regionali Vecchia normativa

Dettagli

DPREG 47/2011 Testo coordinato privo di valore legale

DPREG 47/2011 Testo coordinato privo di valore legale Regolamento recante criteri e modalità per la concessione di finanziamenti agevolati tesi a favorire l aggregazione delle imprese agricole di produzione primaria e di quelle di trasformazione di prodotti

Dettagli

POLIZZA NAUTICA. per l assicurazione di unità da diporto

POLIZZA NAUTICA. per l assicurazione di unità da diporto POLIZZA NAUTICA per l assicurazione di unità da diporto Condizioni di Assicurazione Sommario 1 Definizioni 2 Condizioni Generali di Assicurazione valide per tutte le garanzie 3 Garanzie: Responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA. Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA. Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014 REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014 PREMESSA La Commissione Mensa (C.M.) è un organo operativo volontario legittimamente riconosciuto, previsto sia dalle

Dettagli

Art.3 Dalle provvidenze della presente legge sono esclusi gli alberghi e le altre opere che siano classificabili superiori alla seconda categoria.

Art.3 Dalle provvidenze della presente legge sono esclusi gli alberghi e le altre opere che siano classificabili superiori alla seconda categoria. Legge Regionale 18 marzo 1964, n. 8 Provvidenze a favore dell industria alberghiera e turistica. Il Consiglio Regionale ha approvato Il Presidente della Giunta Regionale promulga la seguente legge: Art.1

Dettagli

Decreto interministeriale 6 agosto 1993. Modificazioni alle misure di tutela della riserva marina "Isole Egadi"

Decreto interministeriale 6 agosto 1993. Modificazioni alle misure di tutela della riserva marina Isole Egadi Decreto interministeriale 6 agosto 1993 Modificazioni alle misure di tutela della riserva marina "Isole Egadi" (G.U. della Repubblica Italiana n. 199 del 25 agosto 1993) Il Ministro dell'ambiente di concerto

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER L AMMISSIONE AI CORSI FORMATIVI

AVVISO DI SELEZIONE PER L AMMISSIONE AI CORSI FORMATIVI AVVISO DI SELEZIONE PER L AMMISSIONE AI CORSI FORMATIVI RILANCIO DELL OCCUPAZIONE NEL SETTORE ATTRAVERSO NUOVE PROFESSIONI DELLA PESCA NELL AMBITO DEL PROGETTO NUOVE ATTIVITÀ ECONOMICHE E COMPETENZE PROFESSIONALI

Dettagli

ANZIANO & QUARTIERE ONLUS.

ANZIANO & QUARTIERE ONLUS. STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO ANZIANO & QUARTIERE ONLUS. ART. 1 (Denominazione e sede) 1. L organizzazione di volontariato, denominata: ANZIANO & QUARTIERE - Onlus, assume la forma giuridica

Dettagli

Amici dei Pompieri di Zoldo - STATUTO -

Amici dei Pompieri di Zoldo - STATUTO - Amici dei Pompieri di Zoldo - STATUTO - ART. 1 (Denominazione e sede) 1. E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in materia, l associazione di promozione sociale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

---------------------------- Lo statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

---------------------------- Lo statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; L Assessore DECRETO N. 4 DEL 15 MAGGIO 2007 ---------------------------- Oggetto: Definizione e delimitazione territoriale dei distretti di pesca. VISTO VISTE CONSIDERATO Lo statuto Speciale per la Sardegna

Dettagli

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA 21, 22, 23 Giugno 2013 FIERA DEL LIBRO E DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO L editoria enogastronomica da alcuni anni registra una crescita notevole. I media hanno dato e continuano

Dettagli

rassegnastampa quotidiani 5 settembre 2013 indice

rassegnastampa quotidiani 5 settembre 2013 indice Coldiretti TORINO rassegnastampa quotidiani 5 settembre 2013 indice coldiretti coldiretti news Dl fare 2, Coldiretti, bond taglia-bollette dopo rincari dell 11,2%; Consumi, Coldiretti, torna pesce fresco

Dettagli

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO TUTELA DELLA BIODIVERSITA ED AGRICOLTURA BIOLOGICA Domenica 25 Ottobre 2015 con inizio

Dettagli

PAC 2020: LA "CONTROPROPOSTA" APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI

PAC 2020: LA CONTROPROPOSTA APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI PAC 2020: LA "CONTROPROPOSTA" APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI ARGOMENTO Convergenza esterna Active farmers Flessibilità tra i pilastri NOVITÀ RISPETTO ALLA PROPOSTA UE

Dettagli

COMUNE DI TONADICO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA CAMINI

COMUNE DI TONADICO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA CAMINI COMUNE DI TONADICO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA CAMINI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 38/94 di data 22.09.1994 Istituzione del servizio - Art. 1 - Agli

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Reg. (CE) 1698/2005 del Consiglio del 20 settembre 2005 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR); VISTI gli Orientamenti comunitari

Dettagli

2) Per quanto riguarda la Repubblica federativa del Brasile, alle legislazioni concernenti il regime di previdenza sociale dell I.N.P.S.

2) Per quanto riguarda la Repubblica federativa del Brasile, alle legislazioni concernenti il regime di previdenza sociale dell I.N.P.S. BRASILE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO ALL ACCORDO DI EMIGRAZIONE FRA L ITALIA ED IL BRASILE DEL 9/12/1960 Firma: Brasilia, 30 gennaio 1974 Ratifica: legge 6 aprile 1977, n. 236 G.U. del 1 giugno 1977, n. 147 Entrata

Dettagli

REGOLAMENTO ENOTECA LOCALE DELLA STRADA DEL VINO DELL ETNA

REGOLAMENTO ENOTECA LOCALE DELLA STRADA DEL VINO DELL ETNA REGOLAMENTO ENOTECA LOCALE DELLA STRADA DEL VINO DELL ETNA Comune di Ragalna Approvato con deliberazione consiliare n. 13 del 28.03.2012. Pagina 1 Art. 1 1. È istituita l Enoteca locale della Strada del

Dettagli

Ministero dei Trasporti e della Navigazione

Ministero dei Trasporti e della Navigazione MODULARIO Trasporti - 64 vale 64 D.E.M. Ministero dei Trasporti e della Navigazione DIPARTIMENTO NAVIGAZIONE MARITTIMA E INTERNA UNITA DI GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE PER LA NAVIGAZIONE ED IL DEMANIO

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali D.M. 58/2014 Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE, DELLA QUALITA AGROALIMENTARE, IPPICHE E DELLA PESCA DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA

Dettagli

STATUTO ODV MIGRANTES SIENA

STATUTO ODV MIGRANTES SIENA STATUTO ODV MIGRANTES SIENA 1 ART. 1* (Denominazione e sede) L organizzazione di volontariato, denominata: MIGRANTES SIENA assume la forma giuridica di associazione. E apartitica e aconfessionale. L organizzazione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE ATTIVE I SERVIZI PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE

DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE ATTIVE I SERVIZI PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE D.D. 96\Segr D.G.\2014 DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE ATTIVE I SERVIZI PER IL LAVORO E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il D.D. 27\Segr D.G.\2014 del 12/11/2014, allegato al presente atto,

Dettagli

Delibera n. 08/2013. VISTO il Decreto Legislativo n. 165 del 30.03.2001;

Delibera n. 08/2013. VISTO il Decreto Legislativo n. 165 del 30.03.2001; 1 Delibera n. 08/2013 Il Comitato Centrale per l Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l autotrasporto di cose per conto terzi, riunitosi nella seduta del 31 luglio 2013; VISTA

Dettagli

SIB SISTEMA INTEGRATO DEL BIOLOGICO

SIB SISTEMA INTEGRATO DEL BIOLOGICO SIB SISTEMA INTEGRATO DEL BIOLOGICO MANUALE UTENTE CONSULTAZIONE DEI PROGRAMMI ANNUALI DI PRODUZIONE, PREPARAZIONE E IMPORTAZIONE VERSIONE 1.2 DEL 12/02/2014 Indice 1 Introduzione... 3 1.1 PREMESSA...

Dettagli

Regolamento (CE) 104/2000 Regolamento (CE) 2065/2001 Regolamento (CE) 1224/2009 Regolamento (CE) 404/2011

Regolamento (CE) 104/2000 Regolamento (CE) 2065/2001 Regolamento (CE) 1224/2009 Regolamento (CE) 404/2011 1. L obbligo della rintracciabilità è stato assunto dal Consiglio della Comunità Europea, quale principio attraverso il quale organizzare i mercati in tale settore, tenendo conto dell evoluzione del mercato,

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751/2/3/4 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

COMUNE DI CHIOGGIA LA GESTIONE DELLE RETI ABBANDONATE E DEI RIFIUTI DELLA PESCA A CHIOGGIA

COMUNE DI CHIOGGIA LA GESTIONE DELLE RETI ABBANDONATE E DEI RIFIUTI DELLA PESCA A CHIOGGIA COMUNE DI CHIOGGIA LA GESTIONE DELLE RETI ABBANDONATE E DEI RIFIUTI DELLA PESCA A CHIOGGIA Presentazione a cura Stefania Galera di Veritas S.p.A. 11/12/2015 CHIOGGIA BANCHINA DI PUNTA POLI 02/2014 2 NORMATIVA

Dettagli

8.2.1.2 Descrizione della Misura, inclusa la logica di intervento ed il contributo alle FA ed agli obiettivi trasversali

8.2.1.2 Descrizione della Misura, inclusa la logica di intervento ed il contributo alle FA ed agli obiettivi trasversali 8.2 Descrizione della Misura 8.2.1 Codice e titolo della Misura Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari. Cod. Misura 3. 8.2.1.1 Basi giuridiche Base giuridica della Misura 3 è l Art. 16 del

Dettagli

STATUTO Art.1 Costituzione e sede Art.2 Oggetto e scopo Art.3 Patrimonio ed entrate dell Associazione

STATUTO Art.1 Costituzione e sede Art.2 Oggetto e scopo Art.3 Patrimonio ed entrate dell Associazione STATUTO Art.1 Costituzione e sede E costituita, ai sensi dell art. 10 del D.Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460, su iniziativa della Associazione ARTE E SALUTE O.N.L.U.S. L Associazione ha sede in Bologna c/o

Dettagli

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree.

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. COMUNE DI VERNAZZA Provincia della Spezia PARCO NAZIONALE DELLE CINQUE TERRE Area Marina Protetta Cinque Terre Patrimonio dell'u.n.e.s.c.o. Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. Articolo

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA Legge 1995023 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA Norme per i consorzi fidi di garanzia collettiva tra piccole e medie imprese. Norme interpretative e di modifica delle leggi

Dettagli