ASCOLTA I SINDACATI E NON I POTERI FORTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASCOLTA I SINDACATI E NON I POTERI FORTI"

Transcript

1 CONSORZIO STABILE CONSORZIO STABILE SERVIZI INTEGRATI Anno I n Venerdì - euro 0 NON RICEVE ALCUN FINANZIAMENTO PUBBLICO SERVIZI INTEGRATI QUOTIDIANO ONLINE EDITORE: SOC. COOP. COMUNICA - DIRETTORE RESPONSABILE: CARMINE ALBORETTI GOVERNO SENZA VISIONE, LANDINI (FIOM) ATTACCA RENZI ASCOLTA I SINDACATI E NON I POTERI FORTI a pagina 3 Tutto pronto a Strasburgo per la visita di Papa Francesco in programma il 25 novembre Cresce l attesa dei potenti Ue a pagina 2 Ventotto reduci canadesi tornano in Italia per celebrare il settantesimo anniversario della Campagna di liberazione a pagina 4

2 2 Obiettivo su... mensali. Ma il dato più indicativo è che sia il 72% degli adulti sia il 73% dei ragazzi guarda la TV durante i pasti! Per avere una visione d insieme in merito allo stile alimentare degli italiani, attuale e prossimo commenta il dott. Fatati è fondamentale analizzare anche i dati dei più giovani in modo che sia lo stesso genitore a rendersi conto di quanto il suo esempio possa rispecchiare quello delle nuove generazioni e avviare un circolo virtuoso che non può partire solo dalle istituzioni. E ormai chiaro che la risposta cerebrale agli stimoli alimentari può essere diversa da individuo a individuo, influenzare i comportamenti alimentari e dagli stessi essere influenzata. Tale risposta può risentire anche degli impulsi ambientali e della capacità soggettiva di mediarli. L uso distratto di innumerevoli frammenti di informazioni può farci perdere la capacità di concentrazione e ragionamento anche riguardo ad una funzione fondamentale come l alimentazione. Prima e dopo la maturità tutto cambia Quanto si è seminato fino ai 17 anni sarà il raccolto degli anni a venire, almeno fino a che non si passerà a una fase più adulta di recupero e valorizzazione. Dai 17 anni infatti, secondo i dati dell Osservatorio Nestlé, si inizia a saltare i pasti (almeno due volta alvenerdì La Ue si prepara ad accogliere Papa Francesco In una nota, il Consiglio d Europa fa sapere che la visita del Pontefice al Palais de l Europe avviene in risposta all invito del segretario generale Jagland, da poco ricevuto in udienza privata in Vaticano Il prossimo 25 novembre Papa Francesco effettuerà una breve visita alle istituzioni europee che hanno sede a Strasburgo: l Europarlamento e l Assemblea parlamentare del Consiglio d Europa. In una nota, il Consiglio d Europa spiega che la visita del Pontefice al Palais de l Europe avviene a seguito dell invito del segretario generale Jagland, ricevuto di recente dal Santo Padre in udienza privata in Vaticano. Papa Francesco, si legge nella nota, si rivolgerà all Organizzazione in occasione del suo 65 anniversario, in una sessione solenne in cui saranno riunite tutte le sue istituzioni. Ad accogliere il Pontefice saranno il segretario generale Jagland; il Primo ministro belga Charles Michel (a nome della presidenza belga del Comitato dei ministri); la presidente dell Assemblea parlamentare Anne Brasseur; il presidente del Congresso Jean-Claude Frécon; il presidente della Corte europea dei diritti dell uomo, Dean Spielmann; il commissario per i diritti umani Nils Muižnieks e il presidente della Conferenza delle Oing, Jean-Marie Heydt. Giovanni Paolo II aveva visitato il Consiglio d Europa l 8 ottobre La Santa Sede ha ottenuto lo status di osservatore presso il Consiglio d Europa il 7 marzo 1970, ma la collaborazione con l Organizzazione è iniziata nel In occasione della visita di Papa Francesco, informa ancora la nota del Consiglio d Europa, il Museo storico di Strasburgo ha messo a disposizione il leggio utilizzato da Giovanni Paolo II nel Verrà mostrata al Pontefice la vetrata della Vierge de Strasbourg di Max Ingrand, riproduzione del dono offerto nel 1956 dal Consiglio d Europa a Strasburgo e alla sua cattedrale. Verrà inoltre esposto l arazzo Astronomie (da un cartone di Cornelis Schut proveniente dai Musei vaticani), donato nel 1977 da Papa Paolo VI al Consiglio d Europa. Il 25 novembre il Servizio postale francese emetterà uno speciale francobollo commemorativo. NUTRIZIONE E SALUTE Il pasto italiano è sempre meno momento di condivisione familiare È uno degli aspetti più preoccupanti che emerge dalla VI edizione dell Osservatorio Nestlé sulle abitudini alimentari Sono stati presentati ieri, in occasione del XXI Congresso Nazionale Adi (Associazione di Dietetica e Nutrizione clinica) in corso a Milano, i dati della VI edizione dell Osservatorio Nestlé Fondazione Adi. Lo studio, che rappresenta una delle più complete analisi sulle abitudini alimentari e sullo stato di forma fisica della popolazione italiana, 6 edizioni ha raccolto un totale di 50mila interviste. Quest ultima edizione ha visto una novità importante: è stato allargato il campione di indagine andando a paragonare le abitudini fra le generazioni e all interno del nucleo famigliare. Lo scenario emerso è interessante e utile per orientare istituzioni ed educatori: i figli risultano più bravi dei genitori quanto a numero di pasti giornalieri e regolarità: l 84% dei ragazzi non salta mai pasti, l 89% fino ai 13 anni, e l 85% fino ai 18 anni fa sempre la prima colazione. La convivialità, invece, è ancora una sconosciuta. I ragazzi non vivono lo stare a tavola come un momento di condivisione, anzi, per il 33% stare a tavola è prettamente una necessità fisica. Le difficoltà iniziano quando si tratta di passare dal concetto di pasto come mero nutrimento e appagamento dello stomaco all idea della tavola come momento di condivisione e convivialità, valore condiviso ancora dal 59% del campione commenta il dott. Fatati, coordinatore scientifico dello studio e presidente della Fondazione ADI. Su questo aspetto i telefonini, pc e televisione giocano un ruolo troppo influente per i più giovani durante i pasti: non si tratta solo di buona educazione ma di un abitudine a stare altrove e a non percepire il gusto, il piacere e la varietà del cibo, con le conseguenze correlate che emergono in seguito. Secondo i nuovi dati dell Osservatorio Nestlé Fondazione Adi, infatti, ben 1 ragazzo su 5 utilizza il cellulare a tavola, in particolare le femmine, e solo 2 su 3 parlano con gli altri com- la settimana per il 10%), a perdere l abitudine allo spuntino e si inizia a mangiare fuori casa, 1 o 2 volte alla settimana per il 36% del campione. Questo causa un cambiamento nelle dinamiche della propria dieta spiega il dott. Fatati. Mangiare fuori casa comporta uno sforzo in più per riuscire a trovare tempo e luogo per assumere un pasto equilibrato. Si inizia quindi ad alterare il regime alimentare della giornata senza neppure compensare con una maggiore convivialità. Soprattutto vengono modificati i bioritmi temporali che coinvolgono funzioni essenziali come quella del sonno. Si mangia tardi, si rincasa tardi, si dorme di meno. Spesso al pasto fuori casa corrisponde una riduzione della qualità e della quantità del sonno che è una delle cause eziopatogenetiche del sovrappeso. Dai dati emerge che i genitori riescono al meglio nel loro compito di trasmettere e favorire uno stile di vita attivo: i figli dedicano almeno il doppio di ore allo sport (più di quattro ore alla settimana) rispetto ai genitori. Tuttavia il valore e il significato dello sport si perde progressivamente e ogni due anni la frequenza cala di mezz ora circa. Con l aumentare dell età, infine, il 39% dei ragazzi sceglie di fare palestra.

3 3 Obiettivo su... venerdì Renzi non ha il consenso delle persone oneste Jobs act, il premier: tolto l ostacolo dell articolo 18, ora si può investire in Italia. Durissimo Landini: il presidente del Consiglio non è sostenuto dalla maggioranza dei lavoratori e di chi cerca un impiego Si alza il livello di scontro tra Matteo Renzi e quello che a tutti gli effetti sembra essere il suo antagonista a sinistra (e non solo), Maurizio Landini. Il premier, dalla riunione dei confindustriali europei, torna all attacco sul fronte del lavoro e scalda gli animi: "Tolto l'ostacolo dell'articolo 18, ora si può investire in Italia". "Renzi - è la replica a stretto giro del leader Fiom in corteo a Napoli - da solo non cambia il Paese. Da solo risponde solo ai poteri forti". E ancora: "Riconosca che non ha il consenso delle persone oneste, dei lavoratori e di chi cerca lavoro". Parole sulle quali scoppia una vera bufera anche se Landini, in seguito, corregge il tiro: "Mai pensato come mi viene attribuito da alcuni mezzi di informazione - precisa - che Renzi non abbia il consenso degli onesti, ho detto - e ribadisco - che il premier non ha il consenso della maggioranza delle persone che lavorano o che il lavoro lo cercano e che sono nella parte onesta del Paese che paga le tasse". Landini invita quindi il presidente del Consiglio a riaprire un tavolo di trattativa con i sindacati: "Se lui vuole davvero confrontarsi c'è una richiesta che lavoratori e sindacati gli fanno: riapra un tavolo di trattativa vero, non metta fiducie". Il leader dei metalmeccanici della Cgil spiega quindi che "abbiamo scelto di essere a Napoli per dare voce al Mezzogiorno, che sta pagando un prezzo doppio rispetto al resto del Paese, e per dire che se non c'è una politica di rilancio degli investimenti pubblici e privati in grado di recuperare questa differenza, rischiamo di andare a sbattere". Le politiche del governo, conclude poi, "sono sbagliate perché non affrontano questi nodi e pensano in modo sciocco che il problema per il lavoro sia semplicemente quello di rendere più facili i licenziamenti. E questo è un ragionamento che non sta in piedi". Immediata la difesa d ufficio. Il presidente del Pd Matteo Orfini fa scudo sul presidente del Consiglio: "Così offende milioni di lavoratori". "Io mi ritengo molto onesto", è la replica, invece, del leader di Confindustria Giorgio Squinzi (a proposito di poteri forti). In campo contro Renzi anche il segeretario generale aggiunto della Uil, Carmelo Barbagallo: "Presidente - attacca - ci stupisca: si inventi una scusa per farci evitare lo sciopero". "Si salva il lavoro - è la conto reazione di Renzi - tenendo aperte le fabbriche e non alimentando polemiche, risolvendo le crisi industriali e non giocando a chi urla più forte". Maurizio Landini leader della Fiom Il premier è intervenuto al Business Europe presentando il Jobs act - "l'idea è quella di provocarvi: liberiamo il sistema tradizionale italiano, l'art.18 simbolo di una tradizione italiana ora non è più un ostacolo e possiamo ridurre le imposte". "Ci sarà un decreto attuativo a gennaio - spiega - dopo che l'ultimo voto in Parlamento sarà il 9 dicembre". "Noi - dice ancora - siamo sicuri della necessità di cambiare l'ue ma prima dobbiamo cambiare noi stessi. Dobbiamo dare un messaggio di cambiamento radicale". Renzi parla della legge elettorale. "In Europa se c'è un accordo tra i partiti è tutto è chiaro, in Italia non è così e quindi preferirei evitare le coalizioni". Le riforme in Italia sono come "una password" per sbloccare il sistema e "il cambiamento radicale deve avvenire attraverso sette riforme". Il premier al Business Europe elenca le sette priorità del governo: la riforma della scuola, "per me è la prima", la fiscalità che "va semplificata anche perchè in Italia è impossibile renderla più difficile", la riforma della Pa, della giustizia civile, la riforma del lavoro, quella della legge elettorale e del Senato. ad. sp. MARIO DRAGHI Deflazione, Bce pronta a misure straordinarie La situazione è sempre più difficile. Ripresa più forte improbabile nei prossimi mesi Mario Draghi presidente della Bce La situazione dell inflazione nell Eurozona è diventata sempre più difficile e una ripresa più forte è improbabile nei prossimi mesi. Lo ha detto il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, a un congresso a Francoforte, annunciando che la Bce farà tutto quello che dobbiamo fare per alzare l inflazione e le aspettative d inflazione il più veloce possibile, compreso ampliare ulteriormente i canali attraverso cui interveniamo se l attuale politica monetaria non fosse efficace abbastanza. E non fa mistero il governatore della Banca centrale di guardare agli Stati Uniti e al Giappone. Li cita, nel suo discorso, con riferimento al quantitative easing adottato da Fed e Bank of Japan, che ha portato a una significativa svalutazione dei rispettivi tassi di cambio, anche in una situazione in cui i rispettivi rendimenti di lungo termine erano già molto bassi. Anche la Bce è impegnata a ricalibrare le dimensioni, il ritmo e la composizione degli acquisti di titoli, se necessario, per rispettare il proprio mandato. In ogni caso, Draghi ha ribadito l urgenza di appropriate riforme strutturali per creare un ambiente imprenditoriale dove i nuovi investimenti siano attraenti. La politica di bilancio complessiva dell Eurozona deve andare nella stessa direzione impressa dalla politica monetaria espansiva della Bce in modo da spingere la fiducia, e cioè coerente con le regole di governance fiscale. Po Draghi ha assicurato che l Eurotower userà tutti gli strumenti a sua disposizione per riportare l inflazione verso il target ed è pronta ad ampliare l acquisto di titoli a questo scopo. Se la traiettoria attuale della politica monetaria non dovesse rivelarsi sufficientemente efficace a raggiungere questo obiettivo - ha detto aprendo a Francoforte il Congresso europeo dei banchieri - o se dovessero materializzarsi ulteriori rischi sull'inflazione, aumenteremo la pressione e allargheremo i canali tramite i quali interveniamo alterando ritmo, mole e composizione dei nostri acquisti di titoli. Il governatore centrale infine ha ricordato i progressi fatti dal picco della crisi: i rendimenti dei bond sovrani della periferia sono scesi del 3%, le forti disparità tra Paesi si sono un po' ridotte. Ma il motore della ripresa è ancora al minimo "e anche gli indici Pmi pubblicati ieri suggeriscono che una ripresa forte non ci sarà nei prossimi mesi, con gli ordini al settore manifatturiero che sono calati per la prima volta dal luglio 2013". legge di stabilità Ipotesi canone Rai in bolletta, Lega Nord pronta a ricorsi in Ue Lega Nord pronta a ricorsi in sede Ue se dovesse andare in porto l'ipotesi, alla quale sta lavorando il governo, di trasferire il pagamento del canone Rai in bolletta. "Il canone Rai da pagare con la bolletta della luce - dice a 'La telefonata' il leader della Lega Matteo Salvini - è una vergogna. Costringere gli italiani a pagare anche se non hanno la tv in casa è una vergogna assoluta. Faremo ricorso ovunque, anche in Europa perché non è possibile tartassare gli italiani". L'intervento del governo verrebbe inserito nella legge di Stabilità come confermato ieri dal viceministro dell'economia Enrico Morando che ha spiegato che l'intervento potrebbe arrivare al Senato e si potrebbe legare a quello sulle emittenti locali, per le quali l'intenzione è di risolvere il problema in modo strutturale. L'intenzione sarebbe quella di trasferire in bolletta il pagamento del canone Rai, in chiave anti-evasione. Canone che sarebbe comunque ridotto rispetto all'attuale. Le risorse aggiuntive ricavate servirebbero a finanziare le emittenti locali. "Le tv locali - ha spiegato Morando parlando in commissione Bilancio alla Camera - sono in una situazione tale per cui hanno dovuto mettere in cassa integrazione una parte enorme dei dipendenti, sono in una situazione di disagio drammatico". Il governo "intende affrontare il problema se possibile in termini strutturali".

4 4 Storie venerdì A 70 anni dalla guerra 28 reduci canadesi tornano in Italia Saranno accompagnati dall onorevole Julian Fantino e parteciperanno alle commemorazioni Le iniziative si svolgeranno dal 24 al 28 novembre per ricordare i seimila caduti in venti mesi della campagna di liberazione Ventotto reduci canadesi ultranovantenni ritornano in Italia questo sabato per partecipare alle commemorazioni ufficiali del Governo del Canada in occasione del 70o anniversario della Campagna per liberare l Italia. Accompagnati dall Onorevole Julian Fantino, Ministro per gli Affari dei Veterani, i reduci canadesi, e la delegazione ufficiale al seguito, parteciperanno dal 24 al 28 novembre alle cerimonie commemorative per onorare i quasi caduti nel corso dei 20 mesi di campagna di liberazione, molti dei quali sepolti in Italia. Oggi torniamo in Italia per onorare compagni - amici - che hanno dato la vita per riportare la pace e la libertà in quella nazione e nel mondo 70 anni fa. Molti di questi uomini e donne coraggiosi sono sepolti in quello stesso suolo che hanno difeso. Torniamo per onorare e ricordare ciascuno di essi per il loro sacrificio. Come Canadese di origini italiane, sono grato per la libertà che hanno portato alla mia famiglia, e unisco la mia voce per esprimere la più sincera gratitudine ha dichiarato il Ministro Fantino alla partenza dal Canada. Nel corso della prossima settimana la delegazione dei reduci canadesi si recherà in vari luoghi che li videro protagonisti nel corso della Campagna d'italia dal 1943 al 1945, e visiterà alcuni cimiteri dove file di cippi bianchi fungono da ricordo dell enorme costo di vite umane della guerra. le associazioni e i singoli cittadinipotranno prendere parte ai numerosi eventi commemorativi: cerimonia di commemorazione lunedì 24 novembre 2014 alle presso il Cimitero di guerra di Cassino in Via S. Angelo Cassino (FR); cerimonia di commemorazione/accensione delle candele mercoledì 26 novembre 2014 alle ore presso il cimitero di guerra canadese del Fiume Moro, Contrada San Donato Ortona Porto (CH); cerimonia di commemorazione venerdì 28 novembre 2014 alle ore presso il Cimitero di guerra canadese di Villanova in Via Chiesa Bagnacavallo (RA). Le truppe canadesi hanno avuto un ruolo fondamentale nei 20 mesi della campagna mediterranea che ha portato alla liberazione d'italia durante la Seconda Guerra Mondiale. In questa campagna, che fu combattuta in Sicilia dal 10 luglio al 6 agosto 1943 e in Italia continentale dal 3 settembre 1943 al 25 febbraio 1945, i combattimenti furono particolarmente aspri. La Campagna d Italia costò al Canada più di vittime. Di queste, quasi sono caduti. La maggior parte dei soldati morti in Italia sono seppelliti nei numerosi cimiteri di guerra del Commonwealth presenti nel Paese, o sono commemorati nel monumenti ai caduti di Cassino. Nel cimitero di guerra di Cassino sono sepolti 855 canadesi e ricordati altri 192 Canadesi di cui non si conosce la tomba. Nel cimitero di guerra canadese del fiume Moro, riposano 1375 Canadesi. Nel cimitero di guerra canadese di Villanova sono sepolti 206 Canadesi.

5 5 Società Un premio per la pubblicità socialmente responsabile San Bernardino è il riconoscimento diretto agli alunni degli istituti superiori di Roma e provincia In questa edizione, in linea con Expo 2015, il tema affrontato sarà la sostenibilità alimentare Si può fare pubblicità per bene. Lo dimostra il Premio San Bernardino, che per la sua XII edizione punta tutto sui giovani. Per la prima volta da quando nel 2004 è nato da un idea di monsignor Giovanni Santucci, il Premio coinvolge gli istituti superiori di Roma e provincia dove sono attivi corsi di grafica pubblicitaria: gli studenti dell ultimo anno sono stati invitati dal Banco Alimentare a realizzare un annuncio pubblicitario di carattere etico-sociale, e l elaborato migliore tra i tre progetti creativi finalisti riceverà un premio speciale. Al centro di questa edizione, in linea con l Expo 2015, il tema della sostenibilità alimentare e il ruolo strategico che la comunicazione può rivestire nel diffondere comportamenti e consumi socialmente responsabili. Il 18 dicembre, a partire dalle 9, nell aula magna Santa Caterina da Siena della Libera Università Maria SS.ma Assunta di Roma (Borgo Sant Angelo, 13), docenti universitari, giornalisti ed esperti di comunicazione e relazioni esterne assegneranno il Premio San Bernardino allo spot più efficace nella social responsibility, realizzato e andato in onda su tv e web nel periodo compreso tra novembre 2013 e ottobre Tra le creatività finaliste, sia campagne promosse da aziende commerciali che veicolate da associazioni e istituzioni impegnate nel sociale. Tra le prime, Dove ( Self esteem ), Heineken ( Dance more, drink slow ), Pantene ( Label against Women ), Procter & Gamble ( Grazie cuore di mamma ), Telecom Italia ( Guerrilla gardeners ). venerdì un immagine della precedente edizione dal sito ufficiale Tra le seconde, AMREF ( Walk to drink ), ANT ( Un tumore cambia la vita, non il suo valore ) e Sono bambina, non una sposa di Giorgia Butera, Alessandra Lucca, Federica Simeoli e Silvia Zeynabou Sampugnaro. Alla tavola rotonda sul complesso rapporto tra cibo e sostenibilità, moderata da Gennaro Iasevoli, direttore del Dipartimento di Scienze umane alla Lumsa, interverranno monsignor Melchor Sànchez de Toca, sottosegretario del Pontificio Consiglio per la cultura e Alberto Contri, presidente della Fondazione Pubblicità Progresso. Nel corso della seconda sessione, incentrata sulla comunicazione responsabile, racconteranno il punto di vista delle aziende Alberto Federici, direttore Comunicazioni e relazioni esterne Unipol, Laura Giovannini, head of advertising di Enel e Dina Lietti, amministratrice Finanza Italia. un immagine della precedente edizione dal sito ufficiale

6

7 7 Lettere... venerdì LA STORIA DEL GIORNO di Gino Zaccari Col trattato di Dayton finisce la guerra in Bosnia...e opinioni Migrazioni, scalabriniane: missionarie siano cassa di risonanza di denuncia delle donne migranti M ON D O C AT T O LI C O Il mondo missionario deve essere cassa di risonanza delle grida di denuncia delle donne migranti per la parità di genere e superare le disuguaglianze sociali. E' necessario che si lotti tutti insieme per lottare contro i lavoratori migranti o rifugiati per rispettare i loro diritti e devono incentivare la presenza pubblica e l'associazionismo delle donne migranti. E' quanto ha detto suor Rosita Milesi, che per conto delle suore missionarie scalabriniane ha parlato nel corso della tavola rotonda Donne migranti e rifugiate al servizio dello sviluppo umano degli altri organizzato a Roma nell'ambito del VII Congresso Mondiale della Pastorale dei Migranti. Le migrazioni internazionali sono un fenomeno complesso caratterizzato da una crescente intensità, da un insieme di cause e dalla molteplicità degli attori coinvolti. Tra questi ultimi le donne migranti e rifugiate contribuiscono allo sviluppo umano denunciando con le proprie vite le lacune del progetto neoliberale di sviluppo, resistendo coraggiosamente per garantire degne condizioni di vita per i loro familiari e impegnandosi in associazioni e gruppi organizzati allo scopo di rivendicare i loro diritti ha aggiunto - Occorre però sottolineare che non sempre queste azioni garantiscono la promozione dell autonomia, dei diritti e dell autorealizzazione delle donne. Como abbiamo visto, la denuncia, nella maggior parte dei casi, si effettua 'in croce', e ha una ripercussione pubblica e politica anche se alla presenza solo di piccola 'cassa di risonanza'. La promozione del benessere dei familiari ha luogo, spesso, a costo della rinuncia del proprio benessere. Infine, la presenza protagonistica nello spazio pubblico, benché estremamente preziosa e in aumento, è ancora poco diffusa, in quanto dipende notevolmente dalla solidarietà e dal sostegno di gruppi autoctoni. Ai lavori hanno partecipato per le scalabriniane, le suore Neusa de Fátima Mariano, Etra Modica, Elizabeth V. Pedernal, Albertina Maria Pauletti, Leticia Gutierrez Valderrama, Kadia Adriana Prigol, Zita Morandi, Sandra Maria Pinheiro, Adriana Didoné, Assunta Bridi, Celsa Zucco, Myrna Tordillo, Neide Lamperti, Milva Caro, Rosita Milesi, Teresinha Santin, Valdete Wilemann, Marlene Wildner, Marileda Baggio. Il 21 novembre 1995 si concludono i colloqui che portano alla stipula del trattato di Dayton, un documento ambiguo frutto di troppi interessi e mediazioni rocambolesche, che chiude un conflitto folle in cui hanno perso la vita persone e che ha provocato la totale dissoluzione della Jugoslavia. Quattro anni di guerra fratricida che vedeva coinvolte popolazioni che fino a pochi giorni prima avevano condiviso ogni cosa. Ancora una volta, la tensione prima e lo scontro poi, fu provocato da una grave crisi economica, indebitamento dello Stato, corruzione e inadeguatezza della dirigenza politica ed economica, (fin qui riuscite a fare paralleli con qualche decina di altri casi sparsi nel tempo e nello spazio?), un mix esplosivo che andava ad aggiungersi ad un retroterra molto complesso di equilibri etnici, frutto di dominazioni differenti nelle varie epoche della storia. Insomma, quando lo Stato federale comunista, anche per effetto della dissoluzione dell Urss con perdita della relativa ingerenza, inizia a sbriciolarsi, le province più ricche di Slovenia e Croazia si affrettano a dichiararsi indipendenti, a questo punto, la reazione militare dello Stato centrale fa scoppiare inevitabilmente la guerra. I successivi anni di conflitto sono tutti all insegna dell indipendentismo dei vari Stati che via via si separano dalla Serbia, nazione guida dello Stato slavo. Col trattato di Dayton il processo di disgregazione si completa con la sistemazione del caso più complicato, che è quello della Bosnia-Erzegovina: Stato unitario ma a sua volta costituito da due entità distinte e autonome in diversi ambiti, ossia gli Stati della Repubblica Serba e della Federazione di Bosnia ed Erzegovina. Ora il discorso si complica ancora, perché nella Costituzione inserita nel trattato si fa menzione ad una matrice etnica di fondamento degli Stati, molti affermano però che tale principio è valido solo per la Repubblica serba, poiché nella federazione convivono bosniaci-musulmani e croati, i due popoli non hanno un autonomia singola come indicato nella costituzione. Da qui, negli ultimi anni, nuove e più forti spinte ad un ulteriore divisione che renda giustizia alle altre due etnie. E poi, analizzano i più scrupolosi, la costituzione parla solo di serbi, croati e bosniaci, non facendo menzione delle etnie minori che sarebbero in vario modo discriminate. Insomma, in un Paese che in molti decenni, forse secoli, ha dimostrato una certa capacità di integrazione fra popoli diversi, resta un eredità di odio e diffidenza nelle nuove generazioni che le precedenti neppure immaginavano. Basti pensare che prima delle guerra i matrimoni misti erano eventi naturali e all ordine del giorno, negli anni post-bellici sono diventati rarità assolute, inoltre, le scuole sono divise per etnie e questo la dice lunga sulla possibilità che la segregazione reciproca dei popoli Della Bosnia- Erzegovina possa attenuarsi. Il ruolo e la responsabilità della comunità internazionale furono molto incerti e pieni di errori madornali, ma dovendo sintetizzarne l operato in quei quattro terrificanti anni, potremmo citare Kofi Annan, allora Segretario generale dell Onu, che disse: In Bosnia ed Erzegovina viene condotta una guerra mondiale nascosta, poiché vi sono implicate direttamente o indirettamente tutte le forze mondiali e sulla Bosnia ed Erzegovina si spezzano tutte le essenziali contraddizioni di questo e del terzo millennio.

8

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi alla Conferenza Internazionale Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Padova, 15 giugno 2007 1 Il servizio civile come celebrazione del 50 dei trattati

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

A.S. 2015/2016 Scuola dell Infanzia Fondazione Maria Luisa Gallassi

A.S. 2015/2016 Scuola dell Infanzia Fondazione Maria Luisa Gallassi A.S. 2015/2016 Scuola dell Infanzia Fondazione Maria Luisa Gallassi ATTORNO ALLA TAVOLA IL RACCONTO DELLA VITA Il cibo è conoscenza, incontro e, prima di tutto, condivisione. Dentro il cibo e attorno alla

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

QUALI SONO LE ABITUDINI MATTUTINE RELATIVE ALLA COLAZIONE DEI RAGAZZI DAGLI 11 AI 13 ANNI?

QUALI SONO LE ABITUDINI MATTUTINE RELATIVE ALLA COLAZIONE DEI RAGAZZI DAGLI 11 AI 13 ANNI? QUALI SONO LE ABITUDINI MATTUTINE RELATIVE ALLA COLAZIONE DEI RAGAZZI DAGLI 11 AI 13 ANNI? INDAGINE STATISTICA Classe 2 B Scuola Secondaria di Secondo grado di Cesiomaggiore PRIMO PASSO: CONOSCERE L ARGOMENTO

Dettagli

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29 Testata: LA REPUBBLICA Sassoli de Bianchi (Upa): La pubblicità e i consumi tornano a crescere nel 2015. Google paghi i diritti d autore PAG. 29 Testata: ITALIA OGGI Costa: ora il progetto per l editoria

Dettagli

LA GRANDE GUERRA sui media

LA GRANDE GUERRA sui media LA GRANDE GUERRA sui media 1 IL CENTRO http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2015/11/21/news/marini-la-grande-guerra-e-il-terrorismo- 1.12485624 Il CENTRO 22 novembre 2015 2 Il Messaggero 22 novembre

Dettagli

ELABORAZIONE DI UN PROGETTO

ELABORAZIONE DI UN PROGETTO giuseppe dal ferro ELABORAZIONE DI UN PROGETTO Gli anni dal 2002 al 2015 della Federazione tra le Università della terza età (Federuni) hanno elaborato, con il contributo di studio di docenti universitari,

Dettagli

IMPACT 10X10X10 UNIVERSITIES FRAMEWORK. UN Women Solidarity Movement for Gender Equality

IMPACT 10X10X10 UNIVERSITIES FRAMEWORK. UN Women Solidarity Movement for Gender Equality IMPACT 10X10X10 UNIVERSITIES FRAMEWORK 1.0 2.0 HEFORSHE L agenzia delle Nazioni Unite UN Women, promuove la parità di genere e l empowerment femminile. HeforShe è una campagna mondiale volta a sensibilizzare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

1. Concetti chiave della formazione

1. Concetti chiave della formazione 1. Concetti chiave della formazione Obiettivi di apprendimento I partecipanti acquisiranno una conoscenza di base su: - l ONU e le istituzioni internazionali competenti sulla disabilità ed i diritti -

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro. Milano, 15 gennaio 2013

Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro. Milano, 15 gennaio 2013 Seminario "La qualità della scuola: che cosa fa il mondo, che cosa può fare l'italia" Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro Milano,

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA?

Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA? Progetto educativo per bambini 2014 I NUOVI MEZZI EDUCATIVI I MASS-MEDIA: CONOSCIAMO BENE IL LORO OPERARE NELLA NOSTRA SOCIETA? Sac. Don Magloire Nkounga Dott. D Ambrosio Giuseppina 1 Quando ci possono

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

INTERVENTO ON. BERGAMINI

INTERVENTO ON. BERGAMINI Informativa urgente del Governo sul trattamento riservato ai migranti nel Centro di soccorso e di prima accoglienza di Lampedusa, come emerso in un recente filmato trasmesso dalla RAI 21 dicembre 2013

Dettagli

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem Relazione del Presidente Dino Piacentini Assemblea Generale Aniem 26 giugno 2015 Cari amici e colleghi, anzitutto grazie. Per aver condiviso un percorso in un periodo non certo facile per le nostre imprese,

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI Il Centro Pastorale C. M. Martini nell Università degli Studi di Milano - Bicocca è lieto di invitare alla presentazione del libro La guerra dei nostri nonni di Aldo Cazzullo che si terrà venerdì 14 novembre

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

Il Comune di Ravenna a-

Il Comune di Ravenna a- "Sicurezza dei pedoni": ecco la risposta di Ravenna LA CAMPAGNA REGIONALE II Comune aderisce a "Nati per Camminare" e il sindaco scrive una lettera che verrà distribuita nelle scuole: "L'auto non deve

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE?

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? Ogni genitore desidera essere un buon educatore dei propri figli, realizzare il loro bene, ma non è sempre in armonia con le dinamiche affettive, i bisogni,

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE

IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE Laboratorio in classe: tra forme e numeri GRUPPO FRAZIONI - CLASSI SECONDE DELLA SCUOLA PRIMARIA Docenti: Lidia Abate, Anna Maria Radaelli, Loredana Raffa. IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE 1. UNA FIABA

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE

UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE Attività del gruppo GUE/NGL nella commissione per i diritti delle donne e l uguaglianza di genere del Parlamento europeo Uguaglianza di genere, solidarietà, azione

Dettagli

Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano

Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano Rassegna Stampa 1 Convegno Garanzie e Tutele Sociali Piccole e medie imprese Sviluppo, finanziamento e governance etica di mercato e garanzie sociali 12

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

STUDIO CONOSCITIVO LA CONSAPEVOLEZZA DELLE GIOVANI MILANESI RISPETTO ALLE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

STUDIO CONOSCITIVO LA CONSAPEVOLEZZA DELLE GIOVANI MILANESI RISPETTO ALLE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI STUDIO CONOSCITIVO LA CONSAPEVOLEZZA DELLE GIOVANI MILANESI RISPETTO ALLE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI Sintesi dei risultati di ricerca Preparata per O.N.Da Milano, 20 gennaio 2011 SCENARIO E OBIETTIVI

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

BOZZA DISCORSO PRESIDENTE MARINI PER FORUM COESIONE: GOVERNANCE MULTILIVELLO DEI FONDI DEL QUADRO STRATEGICO COMUNE

BOZZA DISCORSO PRESIDENTE MARINI PER FORUM COESIONE: GOVERNANCE MULTILIVELLO DEI FONDI DEL QUADRO STRATEGICO COMUNE BOZZA DISCORSO PRESIDENTE MARINI PER FORUM COESIONE: GOVERNANCE MULTILIVELLO DEI FONDI DEL QUADRO STRATEGICO COMUNE Molti obbiettivi non possono essere conseguiti con un azione individuale: la loro realizzazione

Dettagli

Avocats sans Frontières Italia

Avocats sans Frontières Italia Avocats sans Frontières Italia BAMBINI SOLDATO IN AFRICA UN DRAMMA NEL DRAMMA Presentazione del Rapporto di Amnesty International 21.000 bambini soldato in Liberia Roma 8 Novembre 2004 Processabilità e

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

Progetto: COMUNICA CoLOMBA

Progetto: COMUNICA CoLOMBA Progetto: COMUNICA CoLOMBA 1. Chi siamo CoLOMBA Cooperazione Lombardia, è l Associazione delle Organizzazioni Non Governative lombarde e raccoglie 105 ONG, dalle più grandi alle più minuscole. Il minimo

Dettagli

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI Milano Expo Padiglione Italia Giovedì 2 luglio 2015 La città di Roma, con la votazione favorevole dell Assemblea Capitolina il 25 giugno scorso, ha detto sì alla candidatura

Dettagli

Figli e denaro: verso il futuro

Figli e denaro: verso il futuro Educare al futuro: il ruolo dell educazione finanziaria Francesco Saita CAREFIN, Università Bocconi Figli e denaro: verso il futuro FAES PattiChiari, Milano, 12 ottobre 2013 1 Introduzione Parlare di educazione

Dettagli

PARTITO DEMOCRATICO ZO%A ADDA - MARTESA%A

PARTITO DEMOCRATICO ZO%A ADDA - MARTESA%A Sono un figlio dell ultimo secolo dello scorso millennio: quel Novecento che ha prodotto gli orrori della bomba atomica e dello sterminio di massa, ma anche le speranze e le lotte di liberazione di milioni

Dettagli

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI

I GIOVANI NON DEMORDONO E CERCANO DI RESISTERE E ADATTARSI Rapporto GIOVANI E LAVORO La crisi economica ha aggravato la condizione dei giovani italiani peggiorando le opportunità di trovare un occupazione, di stabilizzare il percorso lavorativo, di realizzare

Dettagli

Strumento didattico: MODULO FORMATIVO: LE MADRI COSTITUENTI Percorso di ricerca storica

Strumento didattico: MODULO FORMATIVO: LE MADRI COSTITUENTI Percorso di ricerca storica Strumento didattico: MODULO FORMATIVO: LE MADRI COSTITUENTI Percorso di ricerca storica Referendum del 2 Giug 1945 Il voto alle donne Le donne elette all assemblea costituente Il ruolo delle donne nella

Dettagli

RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE

RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA CRISI: ACLI ROMA, "4% ROMANI VIVE SOTTO SOGLIA DI POVERTÀ, IL 7% MANGIA IN MANIERA ADEGUATA OGNI DUE GIORNI" Progetto

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO 1 PERCHÉ CONOSCERE L ITALIANO È UN PLUSVALORE? 2 Italiano lingua del cuore Feten Fradi - esperta comunicazione audiovisiva Copeam La mia esperienza personale

Dettagli

XLV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani LA BUONA SCUOLA

XLV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani LA BUONA SCUOLA XLV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani LA BUONA SCUOLA Rapporto maggio 2015 NOTA INFORMATIVA L Osservatorio sul Capitale Sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione con Coop. Il

Dettagli

Discorso del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan FINANCE FOR FOOD: INVESTING IN AGRICULTURE FOR A SUSTAINABLE FUTURE

Discorso del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan FINANCE FOR FOOD: INVESTING IN AGRICULTURE FOR A SUSTAINABLE FUTURE Discorso del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan FINANCE FOR FOOD: INVESTING IN AGRICULTURE FOR A SUSTAINABLE FUTURE Milano, 16 ottobre 2015 www.mef.gov.it Signor Presidente della

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE

AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE CLASSE 4^ A -Soresina AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE FINALITA' Riflettere sulla propria identità - maschio-femmina- per imparare a valorizzare le differenze come un'opportunità

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

REALIZZA IL TUO FUTURO. Di Annamaria Iaria

REALIZZA IL TUO FUTURO. Di Annamaria Iaria REALIZZA IL TUO FUTURO Di Annamaria Iaria INDICE 1.Presentazione... 2 2.Chi sono... 2 3.Il cuore dell idea... 4 4.Come si svolge... 5 5.Obiettivo... 5 6.Dove si svolge... 6 7. Idee collegate... 6 2013-2014

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI.

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. 2 IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI La lotta ai cambiamenti climatici prevede che tutti i cittadini europei

Dettagli

INTERVENTO DELL ON. CARFAGNA Nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. 26 novembre 2014

INTERVENTO DELL ON. CARFAGNA Nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. 26 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 836 INTERVENTO DELL ON. CARFAGNA Nella Giornata internazionale per l'eliminazione

Dettagli

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi 1 2 3 INDICE 5 - Previsioni BASE 5.1 - Previsioni dell Economia Italiana 2014-2018 dopo Legge di Stabilità e Riforme Strutturali 5.2 - e se il cambio non scendesse e rimanesse all 1,33 del 2014? 6.- Tre

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani 20 maggio 2014 di Anthony Barnes Atkinson (*) La Stampa 19.5.14 Il grande economista inglese Anthony Atkinson rilancia il progetto di un reddito-base

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA FINESTRA INTERCULTURALE

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

(15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti

(15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti (15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti 61 I. L Europa che vogliamo II. III. IV. I valori del Partito popolare europeo L Europa delle libertà L Europa

Dettagli

Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali

Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali Le opinioni degli studenti raccolte tramite i gruppi Facebook Sondaggio promosso dai Rappresentati degli Studenti nel

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Comune di Lugo REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE, DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

Comune di Lugo REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE, DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Comune di Lugo REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE, DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Anno 2004-2005 REGOLAMENTO CONSULTA COMUNALE DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE, DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

Dettagli

tuteliamo la societa femministe movimento gay La Manif Italia genere educ liber identità di genere stereotipo legge-bavaglio azione la famiglia e

tuteliamo la societa femministe movimento gay La Manif Italia genere educ liber identità di genere stereotipo legge-bavaglio azione la famiglia e LA MANIF ITALIA La Manif Italia è un associazione di comuni cittadini senza bandiere di partito, né simboli religiosi che opera per la promozione e la protezione della famiglia. Perché per la famiglia?

Dettagli

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE All attenzione del Dirigente Scolastico del Liceo Classico Adolfo Pansini, prof. Salvatore Pace Oggetto: Progetto Scriviamo... CAMBIAMO Introduzione Il sottoscritto, Salvatore Salzano, Presidente Nazionale

Dettagli

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Quadro statistico: alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali e non statali di Vinicio Ongini

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 14.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 74/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 240/2014 DELLA COMMISSIONE del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta

Dettagli

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172 L ITALIA IN EUROPA L Italia, con altri Stati, fa parte dell Unione Europea (sigla: UE). L Unione Europea è formata da Paesi democratici che hanno deciso di lavorare insieme per la pace e il benessere di

Dettagli