UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO CLASSE LM-35

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO CLASSE LM-35"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO CLASSE LM-35

2 Denominazione del Corso di Studio: Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il territorio Classe: LM-35 Ingegneria per l Ambiente e il territorio Sede: Dipartimento di Ingegneria civile, architettura, territorio e ambiente (DICATAM) - Università degli Studi di Brescia Primo anno accademico di attivazione: A.A. 2010/2011 Gruppo di Riesame: Prof. Maurizio Tira (Presidente del CdS) Responsabile del Riesame e coordinatore della didattica del DICATAM e da un gruppo di lavoro formato da docenti facenti parte del presidio di qualità del DICATAM e da due rappresentanti degli studenti: Prof. Francesco Colleselli, Docente del Cds, ex Presidente CdS Prof. Giorgio Bertanza, Docente del CdS e referente per il corso di laurea Sig. Marco Magri, rappresentante degli studenti in CdS Sig. Francesco Bianchi, rappresentante degli studenti in CdS Il lavoro del gruppo è supportato a livello amministrativo dalla Dr.ssa Lorena Bertoletti (Tecnico Amministrativo dell ufficio didattico di Dipartimento). Sono stati consultati inoltre: Prof. Giovanni Plizzari, Direttore del Dipartimento DICATAM di afferenza del CdS, membro del presidio di qualità della didattica del DICATAM Prof. GianPaolo Treccani, Presidente del CdS di Ingegneria Edile Architettura, membro del presidio di qualità della didattica del DICATAM Il Gruppo di Riesame si è riunito, per la discussione degli argomenti riportati nei quadri delle sezioni di questo Rapporto di Riesame e per l'impostazione del lavoro il: : Si sono consultati i dati ricavati da: relazione della Commissione Paritetica Docenti-Studenti del DICATAM, redatta il 23 ottobre indicatori complessivi sull'andamento delle immatricolazioni e sulle carriere studentesche, come resi disponibili dal presidio di Qualità di Ateneo, mediante accesso all indirizzo https://www.unibs.bi.ugov.it/bi-unibs reportistica relativa ai laureati e ai tassi di occupazione a un anno e a tre anni dalla laurea all indirizzo anche se i dati non sempre accessibili sono riferiti al Si sottolinea in particolare che la Commissione Paritetica osserva nella propria relazione di non aver potuto svolgere compiutamente il proprio lavoro in quanto sono mancati i seguenti dati: le indagini sullo stato occupazionale STELLA-BI per il 2012; i risultati delle interviste ai laureandi 2012 disaggregate per corsi di studio; i dati statistici sugli esiti delle prove d'esame e di laurea relativi all'anno accademico Sintesi dell esito della discussione con il Consiglio del Corso di Studio Nella seduta del 20 dicembre 2013, la discussione sulla bozza di relazione di riesame presentata dal Presidente ha evidenziato la necessità di confrontare i dati emersi con quelli che riguardano altri corsi di studi, di avviare concrete azioni di promozione dei corsi di studio afferenti al CdS e di fare ogni sforzo per

3 migliorare l offerta didattica. E inoltre emersa la perplessità circa l adeguatezza degli attuali strumenti di raccolta dei test compilati dagli studenti e si è preso atto della carenza di dati che ha portato la Commissione paritetica a svolgere solo parzialmente il proprio lavoro. Dal rapporto si legge infatti: I report sono risultati mancanti della valutazione dei seguenti insegnamenti: Pianificazione territoriale, Analisi e controllo dei sistemi urbani, Costruzioni idrauliche, Geotecnica, Gestione e controllo impianti di trattamento acque e rifiuti, Idraulica ambientale, Impianti tecnici dell'edilizia, Progetto di impianti di trattamento acque e rifiuti. Risulta pertanto difficile dare una valutazione complessiva sull'efficacia dell'attività formativa del corso di studio. Inoltre, il numero di risposte (n) ai questionari risulta essere generalmente più basso rispetto all'anno scorso, ma per alcuni insegnamenti il forte decremento inficia l'attendibilità sia della valutazione del singolo insegnamento, sia dei valori delle medie statistiche: Tecnica delle costruzioni (1); Analisi numerica (1); Teoria e progetto delle costruzioni in c.a. e c.a.p. (3); Tecnica ed economia dei trasporti (1); Opere di sostegno e opere in terra (6); Tecniche costruttive delle opere di ingegneria sanitaria-ambientale (4). La causa del ritardo e delle lacune è stata comunicata dall'ufficio Servizio, Reporting dell'ateneo il 3 dicembre 2013: "la rilevazione 2012/13, nel passaggio alla somministrazione online durante la fase di migrazione a ESSE3, non ha potuto essere sistematica, sopratutto per quei CdS che non hanno fatto ricorso alla registrazione online agli appelli d'esame. Inoltre nella migrazione dei dati da Lime Survey (utilizzato nel 1 semestre) a ESSE3 non è stato possibile, nonostante ogni sforzo fatto, recuperare tutti i record". Il Rapporto di riesame definitivo è stato sottoposto all'approvazione del Consiglio di Corso di Studi Aggregato nella seduta del 28 gennario 2014, il quale unanime lo ha approvato.

4 1 - L INGRESSO, IL PERCORSO, L USCITA DAL CDS 1 a AZIONI CORRETTIVE GIÀ INTRAPRESE ED ESITI Nel primo Rapporto di Riesame si erano evidenziati alcuni obiettivi che sono riportati da 1 a 2 con l'esito delle azioni intraprese 1. Il corso si propone di raggiungere un numero più vasto di studenti e di aumentare l internazionalizzazione. Azioni intraprese Le attività di promozione dell'offerta formativa coordinate dal referente di Dipartimento prof Michela Tiboni, sono state particolarmente diffuse, soprattutto negli istituti secondari superiori della Provincia di Brescia. Si ricorda in particolare l'incontro tenuto il 12 dicembre 2013 con le categorie professionali di riferimento (Ordine degli ingegneri, degli architetti e dei geometri) teso a valutare insieme le possibili variazioni ai percorsi di offerta formativa per meglio calibrare i contenuti didattici rispetto alle esigenze del mondo del lavoro. Le proposte di internazionalizzazione e le occasioni di mobilità studentesca sono state curate dai responsabili di CdS. L'esito di tali azioni di promozione potrà essere verificato compiutamente nel medio periodo (tre anni). 2. Il miglioramento dell assistenza alla didattica (esercitatori in aula, laboratori didattici, attrezzature informatiche, ) potrà contribuire al miglior rendimento negli studi degli studenti inscritti. Azioni intraprese Il DICATAM ha investito una parte significativa dei residui del bilancio 2012 per il miglioramento dei laboratori di ricerca, con una evidente ed immediata ripercussione sulla didattica. Si sono acquistate attrezzature informatiche e hardware in particolare per il disegno e la gestione di cartografia e dati territoriali. I risultati potranno essere ulteriormente verificati nel medio periodo (tre anni). 1- b ANALISI DELLA SITUAZIONE, COMMENTO AI DATI Nell A.A non è ancora stabilizzato il dato di immatricolati in quanto non è compiuto il processo di iscrizione di coloro i quali devono risolvere la condizione di iscrizione sotto condizione di laurea nei prossimi appelli di febbraio e marzo Il confronto con gli anni precedenti fa comunque già emergere una crescita significativa delle immatricolazioni: 20 nel , 23 nel , 34 nel Il trend rispecchia gli elevati e crescenti numeri di immatricolati alla LT nel recente passato e l elevato tasso di prosecuzione negli studi. In totale sono iscritti al Corso di Laurea Magistrale 46 studenti nella LM-35 (ex DM270/04), di cui 10 fuori corso, e 8 nell'ordinamento ex DM509/99. Si registra con favore come finalmente si stia esaurendo il residuo di studenti fuori corso dell'ordinamento ex DM509/99. Per quanto riguarda la provenienza geografica, i dati complessivi indicano la provincia di Brescia, il Comune e in ultimo la Regione Lombardia quali aree privilegiate. Si nota un leggero aumento del bacino d utenza rispetto alla LT, forse segno di una lieve maggiore mobilità studentesca nel secondo ciclo di studi. Tuttavia la popolazione studentesca proveniente da fuori provincia è pari al 12-13% del totale degli iscritti. Gli studenti fuori corso sono 10 come l'anno precedente. Si tratta comunque di valori molto inferiori ai fuori corso della LS disattivata. PUNTI DI FORZA Si evidenzia la crescita delle iscrizioni al corso di laurea magistrale ed il buon rapporto tra studenti totali e matricole, segno dello scarso abbandono nella laurea magistrale.

5 La provenienza geografica prevalente dalla Provincia evidenzia l importante servizio al territorio svolto dall Università bresciana e dal corso di laurea in particolare. Il voto medio negli esami sostenuti dagli studenti è buono. Il percorso formativo della LM si inserisce a pieno titolo nel programma tematico di ateneo Health & Wealth, costituendono un pilastro fondamentale per i contenutiche lo caratterizzano. Anche questo è uno dei motivi per la conferma di un corso di Laurea Magistrale della classe LM-35, in presenza di un'altra LM della stessa classe, ma caratterizzata da una precipua finalità legata alla internazionalizzazione dell'ateneo. CRITICITA E CAUSE La quasi esclusiva provenienza regionale e provinciale (anche se un po meno marcata rispetto alle lauree triennali) può essere vista anche come un indicatore di scarsa attrattività rispetto a provincie ove non sono presenti corsi di laurea magistrale in ingegneria civile. Bisogna peraltro sottolineare come la competizione con sedi universitarie vicine (Milano e Trento soprattutto) sia un elemento da tenere sempre in considerazione, soprattutto in un momento storico in cui la crisi economica delle famiglie limita in molti casi la possibilità di iscrizione in sedi che obbligano ad un trasferimento del domicilio. 1- c ANALISI DELLA SITUAZIONE, AREE DA MIGLIORARE Le principali aree da migliorare sono: 1. La promozione del corso di studi e l internazionalizzazione: il numero di strumenti stranieri (soprattutto in Erasmus) è irrilevante e seppur non costituisca un valore in senso assoluto può essere indicatore di una scarsa attrattività della sede bresciana. Nel contempo, l'attivazione della laurea magistrale in Land and Environmental Engineering è elemento di indirizzo importante per gli studenti che vogliano seguire un percorso di studi a Brescia. 2. L assistenza alla didattica (esercitatori) per consentire un più rapido superamento degli esami.il corso si propone di raggiungere un numero più vasto di studenti, anche alla luce delle incoraggianti prospettive di occupazione in questa laurea. È necessario condurre un attività di promozione da parte dell Ateneo (responsabilità del CdS, del delegato all orientamento in ingresso e degli uffici dell Ateneo. Le azioni sono state intraprese ma dovranno continuare e potranno essere verificate nel medio periodo. 3. Il miglioramento dell assistenza alla didattica (esercitatori in aula, laboratori didattici, attrezzature informatiche, ) potrà contribuire al miglior rendimento negli studi degli studenti inscritti. Le azioni sono di responsabilità del CdS e del Dipartimento, con il supporto dell Ateneo (fondi per i laboratori) e potranno essere verificate nel medio periodo (tre anni). 2 L ESPERIENZA DELLO STUDENTE 2-a RISULTATI DELLE AZIONI CORRETTIVE ADOTTATE IN PRECEDENZA Rispetto alle criticità evidenziate nel primo rapporto di riesame si sono implementati: 1. gli investimenti e la manutenzione delle attrezzature didattiche. In particolare il DICATAM ha investito una parte importante del residuo di bilancio 2012 per incrementare le dotazioni dei laboratori. Le azioni sono da verificare nel medio periodo (tre anni). 2. Il soddisfacimento rispetto all offerta formativa va calibrato con le esigenze di un mercato in continua evoluzione, che richiede competenze sempre più interdisciplinari, e quindi una continua ridefinizione degli

6 obiettivi didattici. In particolare è rilevante il ruolo centrale che tale laurea magistrale riveste all'interno degli attuali obiettivi specifici dell'ateneo, circa il focus sulle ricerche nel campo dell'health & wealth. Il coordinamento tra i programmi dei corsi e la loro rimodulazione anche con questa finalità è in atto grazie al contributo di tutti i docenti. 2-b ANALISI DELLA SITUAZIONE, COMMENTO AI DATI E ALLE SEGNALAZIONI Come già evidenziato è emersa la perplessità circa l adeguatezza degli attuali strumenti di raccolta dei test compilati dagli studenti e si è preso atto della carenza di dati che ha portato la Commissione paritetica a svolgere solo parzialmente il proprio lavoro. Dal rapporto si legge infatti: I report sono risultati mancanti della valutazione dei seguenti insegnamenti: Pianificazione territoriale, Analisi e controllo dei sistemi urbani, Costruzioni idrauliche, Geotecnica, Gestione e controllo impianti di trattamento acque e rifiuti, Idraulica ambientale, Impianti tecnici dell'edilizia, Progetto impianti trattamento acque e rifiuti. Risulta pertanto difficile dare una valutazione complessiva sull'efficacia dell'attività formativa del corso di studio. Inoltre, il numero di risposte (n) ai questionari risulta essere generalmente più basso rispetto all'anno scorso, ma per alcuni insegnamenti il forte decremento inficia l'attendibilità sia della valutazione del singolo insegnamento, sia dei valori delle medie statistiche: Tecnica delle costruzioni (1); Analisi numerica (1); Teoria e progetto delle costruzioni in c.a. e c.a.p. (3); Tecnica ed economia dei trasporti (1); Opere di sostegno e opere in terra (6); Tecniche costruttive delle opere di ingegneria sanitaria-ambientale (4). La causa del ritardo e delle lacune è stata comunicata dall'ufficio Servizio, Reporting dell'ateneo il 3 dicembre 2013: "la rilevazione 2012/13, nel passaggio alla somministrazione online durante la fase di migrazione a ESSE3, non ha potuto essere sistematica, sopratutto per quei CdS che non hanno fatto ricorso alla registrazione online agli appelli d'esame. Inoltre nella migrazione dei dati da Lime Survey (utilizzato nel 1 semestre) a ESSE3 non è stato possibile, nonostante ogni sforzo fatto, recuperare tutti i record". 2-c AZIONI CORRETTIVE 1. È necessario mantenere un elevato livello di qualità delle attrezzature per gli studenti (laboratori didattici, aule computer, ecc.) con le relative necessità di investimento e di manutenzione. Le azioni sono da continuare e potranno essere verificate nel medio periodo (tre anni). 2. E' fondamentale rivedere il meccanismo di raccolta dei dati di valutazione degli studenti. Per questo il nuovo sistema messo a punto da gennaio 2014 potrà dare risultati migliori a partire dal II semestre Il soddisfacimento rispetto all offerta formativa può essere migliorato con il coordinamento tra i programmi degli insegnamenti. Le azioni sono da continuare e potranno essere verificate nel medio periodo (tre anni). In particolare si dovrà calibrare l'offerta in funzione dei più recenti orientamenti di ricerca, nel settore della qualità ambientale legata al salute e al benessere delle persone. Sempre più infatti le problematiche ambientali che vengono approfonditamente affrontate nel corso di Laurea Magistrale sono da combinare con le esigenze di mantenere un elevato profilo di salute della popolazione ed in particolare della popolazione anziana, in sempre maggior crescita percentuale.

7 3 L ACCOMPAGNAMENTO AL MONDO DEL LAVORO 3-a - RISULTATI DELLE AZIONI CORRETTIVE ADOTTATE IN PRECEDENZA - Il monitoraggio della prosecuzione degli studi non è ancora pienamente efficace. Solo con dati più tempestivi sarà consentito di adeguare l offerta formativa della laurea magistrale, che già è oggetto di profonda riflessione. Si ricorda in particolare l'incontro tenuto il 12 dicembre 2013 con le categorie professionali di riferimento (Ordine degli ingegneri, degli architetti e dei geometri) teso a valutare insieme le migliori soluzioni per la calibrazione dei contenuti didattici rispetto alle esigenze del mondo del lavoro. Azione da continuare e che potrà essere verificata nel medio periodo (tre anni). È necessario a tal fine aderire alla banca dati Alma Mater. - Il job placement è sostenuto da una migliore organizzazione delle attività di stage (ref Prof. Giulio Maternini), attività ancora non molto diffusa nella formazione dell ingegnere civile. Le azioni sono da continuare e potranno essere verificate nel medio periodo (tre anni) 3-b - ANALISI DELLA SITUAZIONE, COMMENTO AI DATI La percentuale di laureati (dati 2011) in cerca di lavoro a dodici mesi dalla laurea è il 21,2%, dato preoccupante, soprattutto se confrontato con quello del 2007 quando nessuno era in cerca di lavoro a un anno dalla laurea. Di chi lavora, la stragrande maggioranza (il 90%) lavora nel settore privato e tale dato si mantiene costante dal 2007 al Pare che le retribuzioni siano rimaste sostanzialmente costanti (seppur con spostamenti nelle classi di stipendio) dal 2007 al 2010 (dato aggregato per le lauree magistrali). 3-c AZIONI CORRETTIVE PROPOSTE 1. Un problema significativo è la ricerca del lavoro dopo la laurea. Ciò richiederà una costante analisi dal parte del CdS per cogliere eventuali opportunità da accompagnare con corsi specifici, formazione permanente post-lauream e stage. Azione intrapresa e che potrà essere verificata nel medio periodo (tre anni). 2. Il job placement richiederà un maggiore impegno e potrà utilmente essere sostenuto dall organizzazione delle attività di stage, attività ancora non molto diffusa nella formazione dell ingegnere civile. La situazione occupazionale sta infatti diventando preoccupante. Azioni intraprese e che potranno essere verificate nel medio periodo (tre anni)

Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame

Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame Si mette a disposizione degli atenei lo schema del primo Rapporto di Riesame contenente le indicazioni operative e le informazioni che dovrebbero

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Rapporto di Riesame Iniziale relativo all a.a. 2011/12 Denominazione del Corso di Studio: Scienze Forestali e Ambientali Classe: LM73 Sede: Potenza Gruppo di Riesame:

Dettagli

Rapporto di Riesame 2016

Rapporto di Riesame 2016 Rapporto di Riesame 2016 Denominazione del Corso di Studio : Laurea in Ingegneria Civile Classe : L-7 Ingegneria civile ed ambientale Sede: Università degli Studi del Sannio (Benevento) - Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CLASSE LM-23

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CLASSE LM-23 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CLASSE LM-23 Denominazione del Corso di Studio: Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria civile

Dettagli

Rapporto di Riesame Iniziale 2013

Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Classe LM33 Ingegneria Meccanica Università degli Studi di Cagliari Denominazione del Corso di Studio: Ingegneria Meccanica

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Rapporto di Riesame Iniziale relativo all a.a. 2011/12 Denominazione del Corso di Studio: Scienze e Tecnologie Alimentari Classe: LM70 Sede: Potenza Indicare chi

Dettagli

Rapporto di Riesame - novembre 2014

Rapporto di Riesame - novembre 2014 Rapporto di Riesame - novembre 2014 Corso di laurea in FISIOTERAPIA L/SNT2 PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE Università degli Studi di Cagliari 1 Denominazione del Corso di Studio : Fisioterapia

Dettagli

Il Riesame nei Corsi di laurea delle professioni sanitarie

Il Riesame nei Corsi di laurea delle professioni sanitarie Il Riesame nei Corsi di laurea delle professioni sanitarie Bruno Moncharmont Bologna, 12 settembre 2014 Assicurazione della qualità nell istruzione superiore Dichiarazione di Bologna, 19 giugno 1999 Dichiarazione

Dettagli

Presentato, discusso e approvato in Consiglio del Corso di Studio in data: 27 Gennaio 2014 delib. n.6

Presentato, discusso e approvato in Consiglio del Corso di Studio in data: 27 Gennaio 2014 delib. n.6 Rapporto annuale di Riesame a.a. 2013/2014 Denominazione del Corso di Studio: CONSULENZA PROFESSIONALE ALLE AZIENDE Classe: LM-77 Sede: Dipartimento di Economia e Management via Ridolfi,10 Pisa Primo anno

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Relazione Annuale 2015 della Commissione Paritetica Docenti Studenti Dipartimento/Facoltà di : Fisica Dipartimento di afferenza a partire dal 1 novembre 2015 (se modificato): Denominazione del Corso di

Dettagli

Ingegneria Elettronica

Ingegneria Elettronica Informazioni Utili Prof. Paolo Pavan Obiettivi della presentazione 1. Fornire informazioni sull organizzazione del Corso di Studio 2. Indicare la modalità di interazione con i docenti referenti 3. e con

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura, Ambientale

Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura, Ambientale Denominazione del Corso di Studio: Ingegneria Civile e Ambientale Classe: L-7 Ingegneria Civile e Ambientale Sede: Via Campo di Pile, 67100 L AQUILA Sito web: www.univaq.it Consiglio di Area Didattica

Dettagli

Processi di gestione, assicurazione della qualità e responsabilità interne al Corso di Studi

Processi di gestione, assicurazione della qualità e responsabilità interne al Corso di Studi Processi di gestione, assicurazione della qualità e responsabilità interne al Corso di Studi Questo documento è diviso in due parti: nella prima parte si descrivono le linee generali per l Assicurazione

Dettagli

LM73 Scienze Forestali e Ambientali Rapporto di Riesame Anno 2015

LM73 Scienze Forestali e Ambientali Rapporto di Riesame Anno 2015 LM73 Scienze Forestali e Ambientali Rapporto di Riesame Anno 2015 SCUOLA DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI, ALIMENTARI ED AMBIENTALI (SAFE) Denominazione del Corso di Studio: Scienze Forestali e Ambientali

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE CLASSE L-7

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE CLASSE L-7 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA RAPPORTO DI RIESAME 2013 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE CLASSE L-7 Denominazione del Corso di Studio: Corso di Laurea in Ingegneria civile Classe: L-7 Ingegneria

Dettagli

SCIENZE E TECNOLOGIE AGROALIMENTARI (STAgAl)

SCIENZE E TECNOLOGIE AGROALIMENTARI (STAgAl) RIESAME DEL CORSO DI LAUREA SCIENZE E TECNOLOGIE AGROALIMENTARI (STAgAl) Classe L-26 Scienze e tecnologie alimentari Denominazione del Corso di Studio: SCIENZE E TECNOLOGIE AGROALIMENTARI (STAgAl) Classe:

Dettagli

Sintesi dell esito della discussione del Consiglio del Corso di Studio

Sintesi dell esito della discussione del Consiglio del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio : Economia Aziendale Classe : L-18 Sede : Università degli Studi della Basilicata, Dipartimento di Matematica Informatica ed Economia- DiMIE, sede di Potenza Primo anno

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME CdS

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME CdS Pagina 1 di 6 A1 L INGRESSO, IL PERCORSO, L USCITA DAL CDS a AZIONI CORRETTIVE GIÀ INTRAPRESE ED ESITI In questa sezione vanno illustrati i risultati raggiunti a seguito delle azioni correttive proposte

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME

RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME Denominazione del Corso di Studio: Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Classe: LM54 Sede : MODENA Primo anno accademico di attivazione: 2008-2009 Gruppo di Riesame: - Responsabile

Dettagli

Rapporto di Riesame Iniziale 2013

Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Corso di laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive Classe: L-22 Scienze delle attività motorie e sportive Università degli Studi di Cagliari Rapporto di Riesame

Dettagli

Riesami annuali e ciclici dei Corsi di Studio

Riesami annuali e ciclici dei Corsi di Studio Riesami annuali e ciclici dei Corsi di Studio Incontro del 6 ottobre 2015 alle ore 14.30 Sala Rodolfi Rettorato Presidio della Qualità di Ateneo Ramo Didattica in composizione integrata 1 Riesami annuali

Dettagli

Presidio Qualità di Ateneo

Presidio Qualità di Ateneo Premessa Le Commissioni Paritetiche di Scuola (CP) previste dal D.Lgs. 19/2012 e dal DM 47/2013 devono redigere annualmente una Relazione che, attingendo dalle SUA-CdS, dai risultati delle rilevazioni

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica OBIETTIVI FORMATIVI Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra M. Melloni Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Relazione Annuale 2015 della Commissione Paritetica Docenti Studenti

Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Relazione Annuale 2015 della Commissione Paritetica Docenti Studenti Relazione Annuale 2015 della Commissione Paritetica Docenti Studenti Dipartimento di : Ingegneria dell Impresa Mario Lucertini Denominazione del Corso di Studio: Informatica Classe:L-31 Sede: Università

Dettagli

One to one nella didattica: esiti e processi

One to one nella didattica: esiti e processi One to one nella didattica: esiti e processi Ricerca presentata dal Presidente dell Indire Giovanni Biondi in occasione del Primo Forum sulla Scuola del futuro (Firenze, 23 ottobre 2015) In questi anni

Dettagli

11/11/2014: discussione sulla organizzazione del rapporto e sua compilazione

11/11/2014: discussione sulla organizzazione del rapporto e sua compilazione Schede tipo per la Redazione dei Rapporti di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : Storia e Civiltà Europee Classe : LM 84 Sede: Potenza, Dipartimento di Scienze Umane Primo anno accademico

Dettagli

Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica

Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica Prof. Rosa Di Lorenzo Coordinatore del Consiglio Interclasse dei Corsi di Studio in Ingegneria Gestionale 1

Dettagli

Tab. 1 Iscritti al test/iscritti/immatricolati. Tab. 2 Provenienza geografica degli immatricolati al 1 anno [n e %]

Tab. 1 Iscritti al test/iscritti/immatricolati. Tab. 2 Provenienza geografica degli immatricolati al 1 anno [n e %] Corso di Studio: Laurea in Ingegneria Edile-Architettura Classe: LM- Architettura e Ingegneria Edile-Architettura Sede: Pavia RAPPORTO DI RIESAME INIZIALE 21 APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME -21 Tab. 1

Dettagli

Rapporto di Riesame Iniziale 2013. Corso di laurea in Ingegneria Civile Classe L7 Ingegneria Civile e Ambientale Università degli Studi di Cagliari

Rapporto di Riesame Iniziale 2013. Corso di laurea in Ingegneria Civile Classe L7 Ingegneria Civile e Ambientale Università degli Studi di Cagliari Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Corso di laurea in Ingegneria Civile Classe L7 Ingegneria Civile e Ambientale Università degli Studi di Cagliari Denominazione del Corso di Studio: Ingegneria Civile Classe:

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

INTERAZIONE TRA I DOCUMENTI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA

INTERAZIONE TRA I DOCUMENTI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA INTERAZIONE TRA I DOCUMENTI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA Assegna funzioni e responsabilità differenziate Utilizza anche strumenti informatizzati Richiede la redazione di numerosi documenti coinvolge

Dettagli

Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti

Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti L Università Unitelma Sapienza nel corso dell a.a. 2013/2014 ha attivato i 2 questionari previsti dall ANVUR relativi alla valutazione

Dettagli

La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica

La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica Gli esiti della rilevazione 2012-2013 Anna Maria Milito 26 novembre 2013 La rilevazione dell opinione degli studenti sulla didattica Importanza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2001/2002 Corso di laurea in MATEMATICA APPLICATA Classe 32 : Scienze Matematiche NUOVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA Le novità contenute

Dettagli

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Anno 2010 Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Il questionario, anonimo, serve a conoscere in modo sistematico le opinioni

Dettagli

La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web

La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web Lorenzo Bernardi e Gianpiero Dalla Zuanna Dipartimento di Scienze Statistiche Nel 2011, l Ateneo di Padova ha introdottola procedura

Dettagli

Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54 31 28

Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54 31 28 APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME CDLM COMPUTER ENGINEERING -2014 Tab. 1 Iscritti/Immatricolati al 1 anno TIPOLOGIA ISCRIZIONE 2010/11 2011/12 2013/14 Immatricolati 18 60 51 34 Iscritti al 1 anno 18 54

Dettagli

Presentato e discusso in Consiglio di Corso di Studio il: 04 marzo 2013

Presentato e discusso in Consiglio di Corso di Studio il: 04 marzo 2013 Denominazione del Corso di Studio: Economia Aziendale Classe: L 18 Scienze dell economia e della gestione aziendale Sede: Università del Sannio; Facoltà di Scienze economiche ed aziendali, via delle Puglie,

Dettagli

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 CONSIGLIO DI FACOLTÀ 1. Il Consiglio di Facoltà ha il compito di programmare, coordinare e gestire tutte le attività didattiche che fanno capo alla Facoltà.

Dettagli

Denominazione del Corso di Studio: Scienze della Educazione e della Formazione

Denominazione del Corso di Studio: Scienze della Educazione e della Formazione Denominazione del Corso di Studio: Scienze della Educazione e della Formazione Classe:L19 Sede: Bari Codice OFF: 1327504 Indicare chi ha svolto le operazioni di Riesame (gruppo di riesame, componenti e

Dettagli

Rapporto di Riesame annuale Università della Basilicata Anno 2014-15

Rapporto di Riesame annuale Università della Basilicata Anno 2014-15 Rapporto di Riesame annuale Università della Basilicata Anno 2014-15 Denominazione del Corso di Studio: Scienze Chimiche Classe : LM-54 Scienze e Tecnologie Chimiche Dipartimento: Scienze Sede : Potenza

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRO-AMBIENTALI E TERRITORIALI COMMISSIONE PARITETICA RELAZIONE ANNUALE 2015

DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRO-AMBIENTALI E TERRITORIALI COMMISSIONE PARITETICA RELAZIONE ANNUALE 2015 DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRO-AMBIENTALI E TERRITORIALI COMMISSIONE PARITETICA RELAZIONE ANNUALE 2015 relativa ai seguenti corsi di studio n. classe denominazione Struttura didattica di riferimento 1 L-25

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche (studenti immatricolati negli

Dettagli

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-7 Ingegneria civile e ambientale NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Corso di nuova istituzione secondo DM 270 DIPARTIMENTO

Dettagli

Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale

Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale 12 ottobre 2015 1 QUALITA 2 IL PROCESSO AVA DELLA DIDATTICA.. Un circolo virtuoso Programmazione 2 Valutazione Monitoraggio Corso di

Dettagli

L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV

L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV Assicurazione della qualità L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV Presidio della Qualità Venezia, 14 aprile 2015 Il primo anno

Dettagli

Studiare all estero: le esperienze dei laureati italiani indagine web sui laureati 2012

Studiare all estero: le esperienze dei laureati italiani indagine web sui laureati 2012 Studiare all estero: le esperienze dei laureati italiani indagine web sui laureati 2012 Silvia Galeazzi, AlmaLaurea Pollenzo-Bra (CN), 29 Maggio 2014 Laureati 2012 che hanno effettuato un periodo di studio

Dettagli

VALUTAZIONE DEI CORSI DI STUDIO PRESENTATI PER L ISTITUZIONE AI SENSI DEL D.M. 22 OTTOBRE 2004, N. 270

VALUTAZIONE DEI CORSI DI STUDIO PRESENTATI PER L ISTITUZIONE AI SENSI DEL D.M. 22 OTTOBRE 2004, N. 270 Nucleo di Valutazione VALUTAZIONE DEI CORSI DI STUDIO PRESENTATI PER L ISTITUZIONE AI SENSI DEL D.M. 22 OTTOBRE 2004, N. 270 - GENNAIO 2012 - DOC 02/11 PREMESSA Il Nucleo di Valutazione dell Università

Dettagli

Relazione Nucleo 2014

Relazione Nucleo 2014 Relazione Nucleo 2014 Presentazione al Senato Accademico della Relazione Annuale AVA 2012-13 Maurizio Carpita Presidente del Nucleo di Valutazione Università degli Studi di Brescia 27 Agosto 2014 Organizzazione

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: Nucleo di Valutazione Interna (NVA)

La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: Nucleo di Valutazione Interna (NVA) La gestione dell Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi: 1) Plan (progettazione) per la verifica o la valutazione Riesame Parere sul Riesame del Senato Accademico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Rapporto del Riesame iniziale 2013 Corso di Laurea Magistrale in Laurea Magistrale in Chimica Industriale Dipartimento di riferimento: Dipartimento di Chimica Classe: LM-71 Scienze e Tecnologie della Chimica

Dettagli

Modello UniBas per l Assicurazione della Qualità dei Corsi di Studio Area C Risultati della formazione

Modello UniBas per l Assicurazione della Qualità dei Corsi di Studio Area C Risultati della formazione Modello UniBas per l Assicurazione della Qualità dei Corsi di Studio Area C Risultati della formazione Nicola Cavallo (versione 6.5) Sommario Sommario 1 Descrizione 3 Definizione dell Area del Modello

Dettagli

Gruppo di Riesame (per i contenuti tra parentesi si utilizzino i nomi adottati dell Ateneo)

Gruppo di Riesame (per i contenuti tra parentesi si utilizzino i nomi adottati dell Ateneo) Denominazione del Corso di Studio : Ingegneria Informatica e delle Tecnologie dell Informazione Classe : LM-32 Ingegneria Informatica Sede : Scuola di Ingegneria dell Università degli Studi della Basilicata

Dettagli

Articolo 1 Definizioni e finalità

Articolo 1 Definizioni e finalità Università di Cassino Facoltà di Ingegneria Regolamento didattico dei corsi di laurea magistrale in LM-23 - Classe delle Lauree Magistrali in INGEGNERIA CIVILE Ingegneria Civile LM -27 Classe delle Lauree

Dettagli

RAPPORTO DI RIESAME 2015. Anno di attivazione: 2008/2009 (trasformazione del corso di laurea in Lingue e culture moderne)

RAPPORTO DI RIESAME 2015. Anno di attivazione: 2008/2009 (trasformazione del corso di laurea in Lingue e culture moderne) RAPPORTO DI RIESAME 2015 Denominazione del Corso di Laurea: Lingue e culture moderne Classe: L-11 Sede: Università della Calabria Dipartimento di afferenza: Dipartimento di Studi Umanistici Anno di attivazione:

Dettagli

Rapporto Annuale di Riesame 2014 - Scienze Naturali

Rapporto Annuale di Riesame 2014 - Scienze Naturali Rapporto Annuale di Riesame 2014 - Scienze Naturali www.scienzenaturali.unimore.it Denominazione del Corso di Studio: SCIENZE NATURALI Classe : (L-32; D.M.270/04) Sede: Dipartimento di Scienze Chimiche

Dettagli

APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME - 2015

APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME - 2015 Corso di Studio: Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale Classe: L-7 Ingegneria Civile e Ambientale Sede: Pavia RAPPORTO DI RIESAME 2015 APPENDICE AL RAPPORTO DI RIESAME - 2015 Tab. 1 Iscritti/Immatricolati

Dettagli

Rapporto di Riesame Iniziale Anno 2015

Rapporto di Riesame Iniziale Anno 2015 Rapporto di Riesame Iniziale Anno 2015 SCUOLA DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI, ALIMENTARI ED AMBIENTALI (SAFE) Denominazione del Corso di Studio : Scienze e Tecnologie Agrarie Classe : LM69 Sede : Potenza

Dettagli

Assicurazione Qualità della Didattica

Assicurazione Qualità della Didattica Assicurazione Qualità della Didattica Indice 1) Premessa 2) Sistema di Gestione Assicurazione Qualità 3)La struttura organizzativa per l Assicurazione Qualità 4) Sistema di Gestione Assicurazione Qualità

Dettagli

Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia. Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza*

Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia. Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza* Barbara Pes Manager didattico Facoltà di Economia Un analisi dei rendimenti della didattica delle Facoltà: punti di forza e di debolezza* I Manager didattici hanno il principale obiettivo di facilitare

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

Sono stati consultati inoltre: Collegio docenti CdS

Sono stati consultati inoltre: Collegio docenti CdS Denominazione del Corso di Studio: SCIENZE DEL TURISMO E DEI PATRIMONI CULTURALI (STPC) Classe: LM-49 - Progettazione e gestione dei sistemi turistici Sede: MATERA Gruppo di Riesame: Prof. Emmanuele Curti

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati non includono i laureati di

Dettagli

RAPPORTO DI RIESAME 2015

RAPPORTO DI RIESAME 2015 RAPPORTO DI RIESAME 2015 Denominazione del Corso di Laurea Magistrale: Lingue e Letterature Moderne Classe: (LM-37) Lingue e Letterature Moderne Europee e Americane Sede: Università della Calabria Dipartimento

Dettagli

Facoltà di SCIENZE MOTORIE Corso di Laurea Scienze e Tecniche delle Attività Sportive. Rapporto di Riesame Anno 2014

Facoltà di SCIENZE MOTORIE Corso di Laurea Scienze e Tecniche delle Attività Sportive. Rapporto di Riesame Anno 2014 Denominazione del Corso di Studio: Science e Tecniche delle Attività Sportive Classe: LM-68 Sede: Palermo Dipartimento di riferimento: Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Scuola: Scuola delle

Dettagli

Ingegneria Meccanica

Ingegneria Meccanica Ingegneria Meccanica (Classe L-9 Ingegneria Industriale) Presentazione alla matricole Prof. Gian Luca Garagnani Presidente CUCdL Area Industriale Sommario Presentazione piano di studio Come studiare a

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

b) attività divulgativa delle politiche di qualità dell ateneo nei confronti degli studenti;

b) attività divulgativa delle politiche di qualità dell ateneo nei confronti degli studenti; Allegato n. 2 Linee Guida per la redazione della Relazione Annuale della Commissione Paritetica Docenti- Studenti Le Commissioni Didattiche Paritetiche, così come specificato nel Documento di Autovalutazione,

Dettagli

1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi

1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi 1. Un Percorso per l Inserimento Lavorativo per i laureandi Il Programma PIL dell Università di Ferrara è stato attivato inizialmente (a.a. 2001-02): - come un Corso formativo universitario parallelo allo

Dettagli

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Salvo Mura Coordinamento Area Didattica Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Il Coordinamento Area Didattica è stato costituito come unità organizzativa nel 2008 e le

Dettagli

REGOLAMENTO PROVE FINALI E TESI.

REGOLAMENTO PROVE FINALI E TESI. REGOLAMENTO PROVE FINALI E TESI. Art. 1 - Definizioni 1. Per il conseguimento della Laurea (L) lo studente deve sostenere una prova finale consistente in una discussione su un elaborato scritto relativo

Dettagli

1. Interventi per favorire la 2. INTERVENTI FORMATIVI 3. INTERVENTI FORMATIVI. 4. Misure di ACCOMPAGNAMENTO. Programmazione Attività di Orientamento

1. Interventi per favorire la 2. INTERVENTI FORMATIVI 3. INTERVENTI FORMATIVI. 4. Misure di ACCOMPAGNAMENTO. Programmazione Attività di Orientamento Programmazione Attività di Orientamento in ingresso Anno Scolastico e Accademico 2007/2008 1. Interventi per favorire la CONTINUITÀ DIDATTICA 1a. Gruppo misto paritetico università/scuola 1b. Settimana

Dettagli

I servizi di job placement nelle Università italiane

I servizi di job placement nelle Università italiane I servizi di job placement nelle Università italiane Un indagine della Fondazione CRUI Aprile 2010 1 L indagine La partecipazione all indagine La Fondazione CRUI, nel dicembre 2009, ha realizzato un indagine

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009)

CARTA DEI SERVIZI. (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA STRUTTURA PER L INTEGRAZIONE DEGLI STUDENTI DISABILI CARTA DEI SERVIZI (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009) Art.1 - Principi e finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE SEZIONE I - NORME GENERALI E COMUNI CAPO I - DENOMINAZIONE E ORGANI Art. 1 - Denominazione dei corsi di laurea e classi di riferimento Art.

Dettagli

Sono stati consultati inoltre gli studenti Nicola Amoriello e Ida Izzo

Sono stati consultati inoltre gli studenti Nicola Amoriello e Ida Izzo Denominazione del Corso di Studio: Scienze Statistiche e Attuariali Classe: LM83 Sede: Università del Sannio, Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali Gruppo di Riesame: (nominato con decreto del Preside

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

Come cambia il Manifesto del Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale

Come cambia il Manifesto del Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale 1 Come cambia il Manifesto del Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale Le novità del DM270 2 Accento sugli aspetti metodologici piuttosto che su quelli professionalizzanti Separazione netta livelli

Dettagli

Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014

Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014 Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014 Direttore del corso: prof.ssa Laura Badalucco Servizio Quality Assurance e gestione banche dati ministeriali

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA' DI INGEGNERIA

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA' DI INGEGNERIA REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTA' DI INGEGNERIA (Emanato con Decreto Rettorale n. 1414/2000-01 del 18.09.2001, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 35 del 30 novembre 2001, modificato con D.R. n.

Dettagli

Politica per la Qualità della Formazione

Politica per la Qualità della Formazione Politica per la Qualità della Formazione Valutazione e accreditamento lasciano un segno se intercettano la didattica nel suo farsi, se inducono il docente a rendere il suo rapporto con i discenti aperto,

Dettagli

Scuola di Bioscienze e Biotecnologie. corso di laurea (I livello) Biologia della nutrizione

Scuola di Bioscienze e Biotecnologie. corso di laurea (I livello) Biologia della nutrizione Scuola di Bioscienze e Biotecnologie corso di laurea (I livello) Biologia della nutrizione L-13 Scienze Biologiche 3 anni sede: San Benedetto del Tronto crediti complessivi da acquisire: 180 nutrition.unicam.it

Dettagli

Il Sistema di Assicurazione della Qualità. Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica

Il Sistema di Assicurazione della Qualità. Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica Il Sistema di Assicurazione della Qualità del corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica Premessa Il Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica persegue una politica di programmazione e gestione delle

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

CORSO LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA E INFORMATICA RAPPORTO DI RIESAME 2015 APPENDICE

CORSO LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA E INFORMATICA RAPPORTO DI RIESAME 2015 APPENDICE CORSO LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA E INFORMATICA RAPPORTO DI RIESAME 2015 APPENDICE Tab. 1 Iscritti/ al 1 anno TIPOLOGIA ISCRIZIONE generici Iscritti A.A. 2011/12 134 142 147 A.A. 2012/13 107 114 114

Dettagli

L INGRESSO, IL PERCORSO, L USCITA DAL CDS

L INGRESSO, IL PERCORSO, L USCITA DAL CDS Denominazione del Corso di Studio: ECONOMIA AZIENDALE Classe: L 18 Sede: Dipartimento di Economia e management Università di Pisa Primo anno accademico di attivazione: 2009/2010 Gruppo di Riesame Prof.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L IMPEGNO DIDATTICO DEL PERSONALE DOCENTE E RICERCATORE DELLA SCUOLA

REGOLAMENTO PER L IMPEGNO DIDATTICO DEL PERSONALE DOCENTE E RICERCATORE DELLA SCUOLA REGOLAMENTO PER L IMPEGNO DIDATTICO DEL PERSONALE DOCENTE E RICERCATORE DELLA SCUOLA TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Emanato con D.R. n. 337del 18/07/2014. Art. 1 (Finalità) 1. Il presente Regolamento

Dettagli

Standard e linee guida per l assicurazione della qualità nello spazio europeo dell istruzione superiore

Standard e linee guida per l assicurazione della qualità nello spazio europeo dell istruzione superiore Incontro del Presidio della qualità con il Dipartimento Progettazione e Pianificazione in Ambienti Complessi Standard e linee guida per l assicurazione della qualità nello spazio europeo dell istruzione

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM)

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) (Approvata nella seduta del 20 DICEMBRE 2013) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA

Dettagli

L Università di Trento tutti gli studenti che si impegnano. PREMI DI MERITO...quando studiare ti conviene

L Università di Trento tutti gli studenti che si impegnano. PREMI DI MERITO...quando studiare ti conviene L Università di Trento tutti gli studenti che si impegnano PREMI DI MERITO...quando studiare ti conviene PREMI DI MERITO...quando studiare ti conviene Cos è il premio di merito Unitn è il primo ateneo

Dettagli

VALUTAZIONE DEI CORSI DI STUDIO PRESENTATI PER L ISTITUZIONE O LA TRASFORMAZIONE AI SENSI DEL D.M. 22 OTTOBRE 2004, N. 270

VALUTAZIONE DEI CORSI DI STUDIO PRESENTATI PER L ISTITUZIONE O LA TRASFORMAZIONE AI SENSI DEL D.M. 22 OTTOBRE 2004, N. 270 Nucleo di Valutazione VALUTAZIONE DEI CORSI DI STUDIO PRESENTATI PER L ISTITUZIONE O LA TRASFORMAZIONE AI SENSI DEL D.M. 22 OTTOBRE 2004, N. 270 - GENNAIO 2008 - DOC 3/08 INDICE PREMESSA 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE-AUDIT DEI CORSI DI STUDIO SCHEDA DI RILEVAMENTO CORSO DI STUDI:

AUTOVALUTAZIONE-AUDIT DEI CORSI DI STUDIO SCHEDA DI RILEVAMENTO CORSO DI STUDI: AUTOVALUTAZIONE-AUDIT DEI CORSI DI STUDIO SCHEDA DI RILEVAMENTO (versione sintetica, a carattere sperimentale) CORSO DI STUDI: Eseguito nel periodo: Aprile-Maggio 2014 GAV (Gruppo di Autovalutazione) del

Dettagli

Sistema di gestione dell Assicurazione Qualità del Corso di laurea in Scienze della Comunicazione

Sistema di gestione dell Assicurazione Qualità del Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Sistema di gestione dell Assicurazione Qualità del Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Dipartimento di Comunicazione ed Economia Il presente documento descrive il sistema di gestione del Corso

Dettagli

Presentazione+delle+prove+di+verifica+delle+conoscenze++ per+l ingresso+ai+corsi+di+laurea+scientifici+++

Presentazione+delle+prove+di+verifica+delle+conoscenze++ per+l ingresso+ai+corsi+di+laurea+scientifici+++ Conferenza Nazionale dei Presidenti e dei Direttori delle Strutture Universitarie di Scienze e Tecnologie Piano Nazionale Lauree Scientifiche Presentazione+delle+prove+di+verifica+delle+conoscenze++ per+l

Dettagli

Corso di laurea magistrale. Lingue e letterature moderne europee e americane

Corso di laurea magistrale. Lingue e letterature moderne europee e americane Corso di laurea magistrale Lingue e letterature moderne europee e americane (LM-37) SEZIONE INFORMATIVA Denominazione corso Classe Facoltà o struttura didattica proponente Natura della proposta Rinnovo

Dettagli

Rapporto di Riesame Iniziale 2013

Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Denominazione del Corso di Studio: Corso di laurea in Fisioterapia Classe: L/SNT2 Professioni sanitarie della riabilitazione Sede: Cagliari Commissione di Riesame Prof.

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO

PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO Direzione Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento allo Studio www.orientamento.unimore.it PROGETTO ORIENTAMENTO DI ATENEO Il Progetto Orientamento di Ateneo (P.O.A.) dell Università degli studi di Modena

Dettagli