Cesano Boscone, CITTÀ APERTA PRIMA DI TUTTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cesano Boscone, CITTÀ APERTA PRIMA DI TUTTO"

Transcript

1 ANNO XVIlI N 7 LUGLIO 2008 PERIODICO A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CESANO BOSCONE PRIMA DI TUTTO E prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare. (B. Brecht) CARTA RICICLATA 100% Cesano Boscone, CITTÀ APERTA

2 2 EDITORIALE Cesano, identità di una città aperta Ancora pochi giorni e Cesano si svuoterà. L'estate, il caldo, la necessità di staccare dalla routine quotidiana porteranno molti di noi ad andare in vacanza, a ritornare nel proprio paese natìo, da parenti e amici d'infanzia. A riscoprire il calore degli affetti che la frenesia del lavoro tenta di raggelare. O a scoprire nuove mete, con amici e familiari. Lasciando, però, ne sono convinto, una parte del proprio cuore proprio a Cesano, nella città dove si è scelto di vivere, di formare una famiglia, di far crescere i propri figli, di invecchiare. Una città su misura, dove tutto è a portata di mano, dove quando hai bisogno di qualcosa sai a chi rivolgerti. Un grande paese, dove gli sforzi di un'amministrazione vicina ai cittadini hanno come obiettivo quello di creare un'identità che affonda le proprie radici in una storia centenaria, ma capace di stare al passo con i tempi, di guardare al futuro. Di ascoltare i bisogni emergenti e trasformarli in azioni, tra mille difficoltà. Nei giorni scorsi ho accolto con grande piacere l'invito del Comitato Tessera di partecipare, insieme ad altri quattro sindaci che mi hanno preceduto, alle celebrazioni per il quarantesimo anniversario del quartiere. Un'occasione per riflettere sulla crescita demografica di un territorio che era prevalentemente agricolo, ma capace di accogliere migliaia di persone provenienti soprattutto dal sud Italia e di trasformarsi. Una città di quattro chilometri quadrati di superficie con un'elevata densità abitativa, ma dove il verde rappresenta ancora una parte consistente del territorio. Un polmone da salvaguardare e da sviluppare, una storia da salvaguardare e da rinvigorire. Il Tessera, nato forse più come quartiere dormitorio, è negli anni diventato un quartiere d'eccellenza. Non è una zona periferica di Cesano, ma è parte del cuore pulsante della nostra città. È qui che la lungimiranza dei miei predecessori ha portato il comando della polizia locale, ha fatto realizzare un centro civico, un teatro, un asilo nido, una materna e un'elementare, ma anche una scuola di formazione professionale. La sede del Centro anziani è al Tessera, dove un grande parco attrezzato è punto di riferimento per centinaia di persone ogni giorno. È qui che è stata realizzata una chiesa considerata una degli otto progetti più importanti a livello europeo ed è sempre qui che intendo portare avanti il piano per la costruzione di alloggi a canone moderato, rivolti in particolare alle giovani coppie che dopo un determinato numero di anni avranno la possibilità di riscattare il proprio appartamento. Allora, perché non considerare il Tessera come una porta, più che un quartiere. Come una delle porte di Cesano: quella del centro, del Giardino e, appunto, del Tessera. Un'idea di città, che condivido in pieno, ispirata soprattutto dal sindaco che mi ha preceduto, Bruna Brembilla e che io ho cercato di portare avanti, con elementi di innovazione. Certo, fare il sindaco non è facile, soprattutto negli ultimi anni, con norme sempre più restrittive, con la diminuzione sensibile dei fondi a disposizione per servizi e opere pubbliche, e attese dei cittadini sempre crescenti. Rimango, e con me migliaia di cesanesi, quindi allibito quando leggo polemiche sulle politiche finanziarie, sulla sicurezza, sulla pubblica istruzione, sull'ambiente messe in atto, negli ultimi tempi, da componenti di centrodestra che non hanno argomenti seri ai quali appigliarsi, non hanno proposte concrete da fare. Il muro contro muro non fa il bene della città. Nei giorni scorsi abbiamo approvato il conto consuntivo del 2007, cioè quel documento finanziario che sintetizza i risultati raggiunti e gli impegni economici presi. Vorrei mettere in evidenza un dato sopra tutti: abbiamo fatto investimenti, quindi interventi concreti sul patrimonio cittadino, per oltre 7 milioni di euro, quindi quasi il 30% del nostro bilancio complessivo. Utilizzando tutte le leve finanziarie consentite dalla legge, che mi hanno permesso di non incidere sulle imposte, rimaste invariate. Il medesimo stupore lo vivo di fronte al tentativo di mettere in cattiva luce soprattutto i cittadini in tema di sicurezza, facendo credere che Cesano sia una città in ostaggio di delinquenti di ogni sorta. Qualche balordo, qualche imbecille che si diverte a distruggere cose che sono patrimonio di tutti c'è sicuramente. Però, le misure di controllo e di monitoraggio messe in atto negli ultimi anni, con l'installazione del sistema di videosorveglianza e un maggior presidio della polizia locale hanno funzionato e stanno dando risultati importanti. Banalizzare l'argomento dando enfasi a un bisticcio tra ragazzi o a un atto vandalico circoscritto è non solo irresponsabile, ma denota un'impreparazione politica e di governo che devono far riflettere. La stessa che rileviamo quando si parla di stranieri, considerati come il diavolo, senza invece riflettere sul grande valore umano e di crescita che sono capaci di trasmettere all'italiano, emigrante o meno. Nei giorni scorsi, uno studio presentato alla Bicocca di Milano in occasione del decimo anniversario della sua fondazione, ha messo in risalto che entro il 2015, anno dell'expo a Milano, la popolazione straniera passerà dal 12,3% di oggi al 21%. A Cesano, negli ultimi dieci anni, si è quasi quadruplicata, con una percentuale sulla popolazione di quasi il 6%, in gran parte provenienti dalla Romania. Di fronte a questo andamento demografico la politica deve riflettere, deve agire, non con proclami di chiusura o con misure nazifasciste. Intervenire con processi di integrazione, non di annessione. Chiedendo il rispetto di doveri, ma garantendo anche diritti, al pari del cittadino italiano. Per questo, da quando sono sindaco, ho deciso che la Festa patronale non fosse dedicata solo a una regione italiana, ma anche a un Paese straniero. L'integrazione è cultura e le grandi democrazie del mondo lo hanno dimostrato già da tempo. Il vostro sindaco Vincenzo D'Avanzo

3 PRIMO PIANO 3 Il momento economico non è dei più favorevoli, anche per le casse degli Enti locali. Grazie alle politiche finanziarie promosse a Cesano, i conti pubblici godono buona salute e si può investire nel futuro Cesano ha la forza per guardare al futuro Quanto è facile per un Comune oggi non aumentare i tributi locali e, nello stesso tempo, progettare e realizzare nuove politiche o opere? Quasi impossibile. Perché il funzionamento di un Ente locale, che deve garantire servizi con una copertura solo parziale dei costi da parte dei cittadini, assicurando un'attenzione alle fasce meno protette, è sempre più complesso. Sia perché crescono le esigenze in modo naturale, anche per effetto di una società in continuo fermento ed evoluzione, sia perché le risorse sono sempre più scarse, i servizi sempre più costosi e le scelte politiche nazionali sempre più contraddittorie. FERMA LA PRESSIONE FISCALE Da sette anni sottolinea il sindaco, Vincenzo D'Avanzo non vengono toccati i tributi locali e non è un buon segno l'abolizione totale dell'ici sulla prima casa, senza un'immediata alternativa credibile che non porti il cittadino a trovarsi di fronte al solito gioco delle tre tavolette (quello che non pago direttamente lo pago indirettamente). Infatti, Cesano riceverà dallo Stato un'entrata straordinaria di euro, per coprire il minor gettito dell'ici. Soldi della fiscalità generale. Si mette così in discussione prosegue il sindaco l'autonomia dei Comuni, invertendo una tendenza. APPROVATO IL CONSUNTIVO Nei giorni scorsi il Consiglio comunale ha dato il via libera al Conto consuntivo 2007, che evidenzia la solidità delle finanze cesanesi e mette in risalto i numerosi progetti promossi in vari ambiti: partecipazione e comunicazione, politiche finanziarie, tutela dell'ambiente, sicurezza, promozione socio-culturale, sviluppo socio-economico, politiche di solidarietà e integrazione sociale. I PRINCIPALI SUCCESSI Intendo ricordare con orgoglio precisa il sindaco il 'Bosco dell'acqua', con la relativa 'Casa' utilizzata da migliaia di persone per recuperare acqua buona, garantendo un risparmio economico per le casse famigliari, ma dando anche un aiuto all'ambiente, con la sensibile diminuzione della quantità di plastica prodotta. Ritengo importante sottolineare la determinata fermezza alla legalità e alla giusta valutazione delle nostre aree. E ancora, il progetto, realizzato con la Regione, per creare un grande polmone verde il Parco della natura. Poi c'è il cimitero, costruito in project financing, quindi senza alcun costo per i cittadini. Una vera e propria opera d'arte, di eccellenza presentata da numerose riviste specializzate. L'attuale Amministrazione vuole guardare avanti, con attenzione alle famiglie, ai singoli, ai lavoratori, alle donne, a tutti coloro che sentono la propria città vicina o che vogliono imparare a conoscerne più a fondo i pregi, contribuendo a risolverne i difetti. A tutto ciò si aggiungono i servizi alla persona, dai più piccoli agli anziani, che l'amministrazione garantisce quotidianamente. UNA PRIMA PARTE Pubblichiamo di seguito la prima parte del Consultivo che sintetizza le politiche attive promosse dall'amministrazione nel corso del Per motivi di spazio, rimandiamo la seconda parte al numero di settembre.

4 4 PRIMO PIANO PACE E INTEGRAZIONE EUROPEA Nel corso del 2007, in risposta alle situazioni di crisi internazionali, si è cercato di diffondere quella educazione alla pace necessaria per la convivenza e la coesistenza delle culture e dei popoli. Sono state promosse iniziative, che si cercherà di consolidare, sul tema dell'europa e altre, come Una pigotta per ogni nuovo nato, per aiutare i bambini del sud del mondo. L Amministrazione comunale, all interno delle proprie politiche di integrazione, si è attivata con le realtà associative e parrocchiali che già da anni operano sul territorio, contribuendo alla realizzazione del corso di italiano per stranieri tenuto presso la parrocchia San Giovanni Battista, con l acquisto di sussidiari e materiale scolastico, oltre che con la pubblicizzazione dell iniziativa. PARTECIPAZIONE E POLITICHE DI GENERE Per favorire la partecipazione della comunità alle scelte di governo del territorio e alla valutazione dei risultati prodotti dall Amministrazione, sono stati sviluppati i percorsi del Bilancio partecipato e del Bilancio sociale, strumenti innovativi per render conto e interagire con i cittadini, partner strategici nel progetto di sviluppo sostenibile della città. È da segnalare inoltre che, nel corso del 2007, sono state realizzate specifiche iniziative di sensibilizzazione in tema di pari opportunità organizzate sia dall Amministrazione sia dalle associazioni del territorio. È stato realizzato un percorso formativo per il Comitato pari opportunità dell Ente, nel corso del quale sono state stilate le proposte di regolamento del Comitato stesso. OPERE INNOVATIVE ED ECO MARKETING I principali interventi sul patrimonio immobiliare del Comune hanno riguardato: nuovo cimitero: dopo l approvazione, ai sensi della normativa regionale, del Piano cimiteriale del Comune di Cesano Boscone (gennaio 2007), nel corso del mese di luglio è stato presentato alla cittadinanza; edificio polifunzionale di via Kennedy: all inizio di settembre 2007, la Giunta ha esaminato il progetto per la realizzazione dell opera che sarà sede delle attività culturali del Comune e sarà realizzata tramite la società patrimoniale. Nei mesi successivi è stato approvato il progetto che ha permesso di demolire il vecchio edificio; sede di via Pogliani: è stata realizzata la segnaletica interna degli uffici; sede di via Vespucci: è stato realizzato un intervento di climatizzazione e si è provveduto all installazione di pellicole solari a protezione dei locali che hanno la caratteristica di mantenere all esterno il 50% del calore. È stato realizzato un significativo intervento di eco marketing nella varie sedi comunali installando erogatori di acqua dell acquedotto naturale e refrigerata. Il rilevante costo delle macchine è stato compensato alla ditta partner dell operazione mediante spazi concessi in manifestazioni promosse dall ente (festa ambiente e festa patronale). Nel corso del 2007 si è consolidata l attività di monitoraggio degli acquisti di beni e servizi dell ente e sono state attivate ulteriori iniziative in materia di acquisti ecologici introducendo ulteriori prodotti in materia di cancelleria (penne, nastri adesivi). Un risultato notevole è stato conseguito nell uso della carta riciclata da parte degli uffici: ad oggi, quasi il 90% è di tipo riciclato. Ottimi risultati anche nella cancelleria dove il 100% dei nastri adesivi è con colla biologica e il 71% delle penne è di tipo parzialmente riciclato. Per quanto riguarda le fotocopiatrici, il ricorso alle due unità a colori ha portato a un rilevante incremento dell attività di riproduzione interna del materiale a colori da fotocopiare, con economie rispetto all'impiego del fornitore esterno. Ottimi anche i risultati nell ambito dei mezzi a doppia alimentazione e nella gestione dei consumi di carburante: ad oggi, il consumo di Gpl è stato del 38%.

5 PRIMO PIANO 5 LO SVILUPPO DELLA CITTÀ Il nuovo regolamento edilizio. Il Conto consuntivo mette in risalto che, circa un anno fa, si è concluso il procedimento di approvazione del Regolamento edilizio le cui novità principali sono l abrogazione della Commissione edilizia, la definizione di procedure finalizzate alla semplificazione dei procedimenti, l applicazione della normativa in materia di contenimento energetico, le modalità operative per la presentazione delle pratiche edilizie (che consentono di richiedere pareri preventivi e interpretazioni normative), l obbligo di presentare le pratiche anche su supporto informatico, al fine di strutturare cartellette elettroniche in rapporto al contesto territoriale: previsto anche l inoltro, da parte degli operatori privati, di documenti (slides, ecc) per la presentazione pubblica dei progetti dei piani attuativi. Il polmone verde. È stata conclusa, nel 2007, la vendita del comparto di proprietà comunale denominato Polmone verde PV1 ; per lo stesso è stato approvato il progetto planivolumetrico, i cui contenuti sono stati oggetto di un percorso condiviso con l operatore aggiudicatario. Sempre per il medesimo comparto, è stato conferito incarico ad Ersaf (Ente regionale per i servizi all agricoltura e alle foreste) per la progettazione e la realizzazione degli interventi di sistemazione del verde che andranno a completare e integrare gli spazi esterni del nuovo cimitero. Tale progetto riguarda un ampia area verde limitrofa al centro abitato. Per l area, è stato ottenuto un finanziamento regionale in quanto inserita nell ambito del Progetto ettari di sistemi verdi che prevede la realizzazione di nuove aree a bosco utilizzabili dai cittadini. Il raddoppio ferroviario. Iniziati nel maggio 2007 a Cesano, proseguono i lavori del progetto di raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara. La realizzazione della nuova fermata ferroviaria consentirà di ottenere un netto miglioramento dei collegamenti tra il nostro territorio, il Comune di Milano (stazione di porta Genova) e i Comuni presenti lungo la linea, in direzione Mortara. Tutela dell'ambiente. Nel 2007 è stata riproposta - attraverso il Progetto scuola - l azione di educazione ambientale agli alunni di Cesano Boscone che, in numerosi, hanno aderito al progetto denominato Acqua buona acqua utile. Nel 2007 sono state sviluppate le azioni individuate per il territorio comunale nel progetto presentato da Legambiente che ha per titolo L origine dell acqua salvaguardia e tutela dei fontanili dell ovest Milano : nello specifico, la gestione e riqualificazione dell area naturalistica denominata Bosco dei nuovi nati. La proposta contiene inoltre iniziative di ripopolamento della fauna autoctona, lo sviluppo di processi di coinvolgimento del territorio e dei cittadini con la finalità di creare una rete partecipata di tutela dei fontanili e dei boschi, passando attraverso la sensibilizzazione degli alunni delle scuole individuati come soggetti attivi nella cura del proprio territorio. Energia. Condividere l obiettivo di utilizzare l energia in modo razionale attraverso forme alternative ha consentito all Amministrazione di aderire alla Società Consortile Rete di sportelli per l energia e l ambiente ; la prima iniziativa è stata la partecipazione al bando Cariplo per l audit energetico degli edifici di proprietà comunale; il prossimo passaggio sarà dedicato all apertura, sul nostro territorio, dello Spazio Infoenergia, che consentirà di fornire a tutti i cittadini e agli operatori notizie utili relative, ad esempio, al controllo e alla manutenzione di impianti di riscaldamento, a opportunità di risparmio energetico, nonché di accedere a finanziamenti pubblici. Si attende solo il via libera della Provincia. Numerose sono le attività programmate dal Comune e sostenute anche da associazioni e cooperative presenti sul territorio, con finalità legate alla salvaguardia dell ambiente quali ad esempio, La giornata del verde pulito, Puliamo il mondo, ecc.; iniziative tese al coinvolgimento dei cittadini per sensibilizzarli alla tutela del patrimonio nel quale viviamo. LE POLITICHE FINANZIARIE Anche nel 2007 si è deciso di mantenere inalterata la quota di contributo fiscale chiesta ai cittadini per il funzionamento dei servizi. Parallelamente, sono stati avviati controlli sull'evasione e sull'elusione, che hanno dato buoni risultati. Nell'ambito delle politiche finanziarie, è stato avviato il progetto di trasformazione del diritto di superficie in proprietà per 445 appartamenti, con un'adesione del 38% e un'entrata nelle casse comunale di oltre 1 milione di euro, quindi il 57% in più rispetto alle previsioni. Venduto anche il terreno Vespucci/D Acquisto per euro, realizzando una maggiore entrata, rispetto al previsto, di oltre 700 mila euro.

6 6 INTEGRAZIONE In una società che si rivela sempre più multietnica, l integrazione tra diverse culture passa soprattutto attraverso la conoscenza e il rispetto reciproci La compresenza di culture diverse entro una stessa società, la così detta multiculturalità, oggi è un dato di fatto. La si avverte nelle piccole cose quotidiane, nei vestiti vivaci delle donne straniere che si incontrano al supermercato, nelle diverse forme degli occhi dei bambini fuori dalle scuole, nei profumi speziati vicino a negozi dai nomi illeggibili. È qualcosa di inarrestabile, che sta modificando pian piano la nostra realtà. Al di là delle opinioni personali, favorevoli o contrarie, valicando le posizioni politiche, che vedono l intercultura come una forma di arricchimento o una minaccia alle proprie radici, il suo flusso è continuo. Un fenomeno sempre esistito Per molte persone che parlano, litigano, discutono della bontà o meno di incontro e integrazione, ce ne sono tante altre che si rimboccano le maniche per fare in modo che la nostra società non resti impreparata di fronte a un fenomeno che non può essere fermato e che è sempre esistito. Perché ognuno di noi è il risultato di continue contaminazioni e la nostra identità è la risposta dei cambiamenti dei nostri paradigmi culturali. Le persone più anziane hanno fresca memoria di quanti italiani lasciarono le loro case, le mogli e i bambini per cercare fortuna in Germania, negli Stati Uniti, in America latina. Dialogo interculturale: una sfida da vincere Accogliere chi lavora, non giustificare chi delinque Oggi a noi italiani è richiesta la stessa capacità di accoglienza. Che non si traduce certo in tolleranza di fronte all illegalità, alla criminalità, alla delinquenza, fenomeni che per nessuna ragione devono essere subiti e che non possono riscuotere comprensione in nome di nessuna ideologia. Ci viene richiesto, invece, di accogliere una delle sfide più intricate del nostro secolo, quella del dialogo interculturale, inteso come incontro in cui la conoscenza dell altro permette di superare i pregiudizi e permette l arricchimento grazie all apporto degli altri individui. Ci viene chiesto di riaffermare la nostra identità anche attraverso il riconoscimento delle diversità. Perché incontro e integrazione possono avvenire solo se si riconosce il valore della propria identità e della propria cultura. I passi compiuti dall Amministrazione comunale A Cesano Boscone nessuno è stato a guardare nella speranza che i problemi trovassero da soli facili soluzioni. Istituzioni, associazioni, scuola, volontariato, infatti, lavorano da anni per promuovere l educazione alla differenza e la capacità d ascolto e di valorizzazione dell altro attraverso iniziative culturali, con l apporto di esperti delle tematiche trattate, la presentazione di libri e la valorizzazione di scrittori stranieri, grazie agli studi e al lavoro di sensibilizzazione fortemente voluto dagli assessorati e dalle associazioni del territorio. Nell ottica di un integrazione possibile, sono stati attivati lo Sportello migranti, gestito dal Piano di zona (progetto Orientamondo), la mediazione linguistica e culturale ai cittadini stranieri di Incontri di culture e i Corsi di italiano per stranieri organizzati dal gruppo Caritas della parrocchia San Giovanni Battista. Si sta sviluppando il progetto di Consulta degli stranieri promosso dagli assessorati alla Cultura e alla Pace e integrazione in collaborazione con l Anpi e la Caritas: attraverso l elezione di rappresentanti, le varie etnie presenti sul territorio potranno partecipare maggiormente alla vita cittadina. Anche le scuole cesanesi sono molto attive, nella consapevolezza del ruolo fondamentale dell educazione dei ragazzi: molte iniziative vengono finanziate dall Amministrazione comunale nell ambito del Progetto scuola. Varie anche le iniziative promosse dall assessorato alla Cultura, dalla sezione multiculturale della biblioteca alle testimonianze femminili sulle tradizioni ebraiche e algerine, dagli incontri sull Islam alla sensibilizzazione interculturale sui paesi dell'est europeo, dai salotti culturali con gli scrittori Mihai Mircea Butcovan e Laura Balbo al concerto gospel dello scorso febbraio (una cerimonia culturale-religiosa in favore della pace e dell integrazione delle religioni cattolica-cristiana, buddista e musulmana), all incontro con la cultura araba nell iniziativa Il thè nel deserto. Un importante contributo al confronto tra culture, inoltre, viene dato dalla festa patronale, ogni anno incentrata sulla scoperta di una regione italiana e di un paese straniero. Protagonisti dell edizione 2008 della kermesse cittadina saranno il Lazio e la Romania.

7 INTEGRAZIONE 7 Abbiamo intervistato due nostri concittadini provenienti dal Pakistan e dal Congo, che da anni vivono e lavorano a Cesano: una piccola testimonianza di integrazione dell immigrazione La grande fortuna del giornalista è poter raccontare. La grande responsabilità del giornalista è raccontare fatti che siano il più possibile aderenti alla realtà. Parlando di integrazione, immigrazione, multiculturalità è facile fare retorica spicciola, in un senso o nell altro. Si tratta di parole spesso buttate al vento, per ottenere facili consensi o un po di pubblicità. Queste parole dovrebbero, invece, essere pronunciate con consapevolezza, visti i drammi che troppo spesso nascondono. Le soluzioni rispetto a una delle tematiche più dibattute dei nostri giorni non sono dietro l angolo e non sono alla portata di tutti. Esistono, però, tante storie dove la parola immigrazione non è sinonimo di clandestinità, lavoro nero, spaccio di droga. Basta raccontarle. Molti dei nostri concittadini, persone perfettamente integrate nella nostra società, sono extracomunitari. Stranieri ma anche cesanesi DAL PAKISTAN Syed Tajammal Meraj Rizui Uno di questi è Syed Tajammal Meraj Rizui. Laureato in Italia in medicina veterinaria, ricercatore in alimentazione animale e sicurezza alimentare, vive nel nostro paese assieme alla sua bellissima moglie e a un figlio piccolo. Ha lasciato il Pakistan a venticinque anni, benché la sua fosse una famiglia benestante. Ci racconti perché Lasciare il proprio paese è sempre difficile. Quando si decide di farlo, affrontando rischi e ostacoli, è perché le condizioni di vita sono molto precarie. Il Pakistan è un paese estremamente arretrato, malgrado le enormi risorse, perché la corruzione a ogni livello non consente la crescita della popolazione. Parliamo di un paese che ha la bomba atomica, ma in cui c è elettricità solo per poche ore al giorno. Lei è un uomo di fede islamica in un paese cattolico. Come vive questa condizione. Nel mio paese i musulmani, la stragrande maggioranza della popolazione, convivono pacificamente con le minoranze cristiane, indù e sik. Gli atti di intolleranza sono casi isolati, opera di qualche scellerato. Chi conosce il Corano sa che la religione musulmana impone il rispetto per tutte le altre fedi. Oggi l Italia è la mia casa, mio figlio è nato qui e la mia famiglia è perfettamente integrata. Inoltre, Cesano Boscone è un paese incredibilmente aperto e capace di accoglienza. Io posso solo ringraziare l Italia, gli italiani e in particolare la famiglia che mi ha accolto e trattato come un figlio nel momento di maggiore difficoltà. Cosa faceva appena arrivato in Italia? Vivevo vendendo cianfrusaglie, come tanti miei connazionali. Una famiglia italiana mi ha guardato negli occhi e ha letto la mia anima. Da quel momento per queste persone sono diventato un altro figlio. Mi hanno ospitato e aiutato in ogni modo. Oggi, per loro, sarei disposto a fare qualunque cosa. Che consiglio si sentirebbe di dare a chi arriva oggi in Italia? Consiglierei di lavorare tanto e onestamente, di non perdere mai la propria dignità. Di non accontentarsi di una casa fatiscente, ma di fare qualche sacrificio in più per avere un abitazione decorosa per la propria famiglia. Consiglierei soprattutto di imparare il più possibile dal paese di accoglienza e di cercare di trasferire gli insegnamenti ai propri connazionali. Ha in mente qualcosa in particolare? Ho tanti progetti per aiutare il mio paese. Sto creando una squadra, composta anche da tanti italiani, che possa operare in Pakistan e portare conoscenza e risorse, un interscambio che porti benefici a entrambi. DAL CONGO Pierre Eugene Moukala Aiuti concreti a un paese in difficoltà proprio da chi quel paese lo conosce veramente. Come sta facendo un altro nostro concittadino, l ing. Pierre Eugene Moukala, presidente dell associazione Sfera Africa di Cesano Boscone. È arrivato in Italia nel 1990 con il doppio incarico di consigliere commerciale dell Ambasciata del Congo a Roma e di rappresentante permanente del Congo, incaricato delle attività commerciali e consolari a Milano. Sei figli, famiglia di grande cultura, di religione cristiana, Pierre Moukala ha dato vita a un associazione di volontariato di essenza euro-panafricana, di strategia operativa e di scopi originali, di natura apolitica, apartitica, senza finalità di lucro, aperta a tutte le persone di qualsiasi origine, razza, sesso, religione, cittadinanza. Nel 2006 dopo la chiusura definitiva della Rappresentanza permanente del Congo a Milano spiega Pierre Moukala ho deciso di rendermi più utile al paese che da anni mi ospitava in modo culturalmente fruttuoso e con il quale si era creato un grande rap-

8 8 INTEGRAZIONE I CITTADINI STRANIERI DI CESANO BOSCONE A Cesano Boscone attualmente vivono stranieri, 692 maschi e 748 femmine. I maggiori gruppi etnici presenti sono: Romania 246 Ecuador 218 Perù 131 Egitto 95 Albania 93 Filippine 64 Bulgaria 59 Marocco 55 Ucraina 46 Sri Lanka 38 Brasile 38 Pakistan 27 Moldavia 24 Tunisia 21 Cina 19 Colombia 17 Polonia 16 Germania 15 Cuba 15 Spagna 14 El Salvador 14 QUANTO È CRESCIUTA LA POPOLAZIO- NE STRANIERA 360 al 31 dicembre al 31 dicembre al 31 dicembre al 31 dicembre al 31 dicembre al 31 dicembre al 31 dicembre al 31 dicembre al 31 dicembre al 31 dicembre 2007 porto affettivo. Avendo una notevole conoscenza dell Italia, dell Africa e dei loro valori fondamentali, ho deciso di concretizzare questa sinergia per privilegiare l incontro, piuttosto che lo scontro, delle civiltà e favorire un dialogo, mirato a realizzare dei progetti utili in Africa e a garantire la pace e il progresso sociale. Sfera Africa è uno spazio originale di aggregazione, un melting pot altamente strategico per concentrare l azione delle singole associazioni africane presenti sul territorio italiano, con molti obiettivi tra i quali l accoglienza e la promozione sociale degli immigrati dell Africa subsahariana in Italia, la tutela dei diritti civili, la beneficenza, l assistenza tecnica nello studio e l avviamento di progetti, la raccolta di medicinali, alimenti, vestiti, materiale tecnico-scientifico a favore delle comunità disagiate. In diciotto anni di permanenza in Italia, la famiglia non ha incontrato particolari problemi di inserimento, anche grazie al suo status iniziale privilegiato. L ing. Moukala non perde occasione per ringraziare i responsabili comunali, le associazioni e la cittadinanza cesanese per la disponibilità, l attenzione, la sollecitudine e la lucidità nei confronti della comunità straniera Secondo Moukala: L'integrazione, in una società, è l'accettazione dei valori e delle norme della società d'accoglienza senza cancellare le culture specifiche degli individui d'origine straniera, che partecipano, gradualmente, all'arricchimento culturale di questa società. Le discriminazioni, qualunque siano, costituiscono l'elemento fondamentale del fallimento dell'integrazione. LA FAMIGLIA RUMENA ADOTTATA DA CESANO Due ragazzi davanti a una chiesa. La foto di un bambino tra le mani. Qualche passante che si ferma per lasciare una monetina. Immagini che siamo abituati a vedere. C è una vicenda, però che, sebbene iniziata come tante altre, ha qualcosa di peculiare, grazie alla parrocchia San Giovanni Battista, alle istituzioni, alle associazioni del territorio, ai commercianti, alla gente comune. È quella di una giovane famiglia rumena che, forse per una serie fortuita di eventi, o più probabilmente perché l unione delle forze a volte produce risultati, può essere presa ad esempio. SOSTEGNO DA TUTTA LA COMUNITÀ Quando abbiamo visto quei ragazzi rumeni chiedere l elemosina davanti alla chiesa ci racconta don Franco Agnesi, il parroco della chiesa di S. Giovanni Battista è stato spontaneo cercare di aiutarli con ogni mezzo possibile. Anche questa è la nostra missione. Fortunatamente, la generosità della nostra comunità è veramente grande e il sostegno è arrivato un po da tutti. Volevamo regalare una vita dignitosa a questa famiglia e nello stesso tempo toglierla dalla tentazione di cercare facili guadagni: ci siamo riusciti. Il primo passo concreto, dopo l aiuto spontaneo alla sopravvivenza, è stato quello di cercare una casa vera per i ragazzi. Un appartamento di proprietà dell Istituto Sacra Famiglia, vuoto, un po fatiscente, che nessuno voleva abitare, si è trasformato in un palazzo reale. Il sogno di avere un tetto sopra la testa, l abilità di alcuni volontari, la generosità di chi ha recuperato mobili qua e là hanno consentito alla famiglia di lasciare la casa abusiva, in procinto di essere abbattuta, nella quale aveva trovato riparo. PRIMA UN LAVORO REGOLARE E POI UNA CASA VERA Da questo momento in poi la strada è stata in discesa. Il lavoro regolare ha consentito alla coppia di contribuire in misura sempre maggiore al pagamento delle proprie spese, rendendosi sempre più responsabile e tagliando il cordone ombelicale che inizialmente la legava ai suoi benefattori, fino ad arrivare a pagare l affitto di una casa vera. Al di la della gioia per questi ragazzi che si sono fidati di noi, lasciandosi aiutare continua don Franco e che si sono integrati nella nostra società, questa esperienza ci ha portato a fare diverse riflessioni. La spontanea generosità delle persone, che ogni volta ci commuove ed emoziona, non può essere sufficiente per eliminare il rischio dell insicurezza; si può infatti parlare di lieto fine solo quando i progetti concreti, lo sguardo alla persona, la grande consapevolezza umana arriva anche dalle istituzioni, come è accaduto in questo caso. Il risultato di questa collaborazione non va solo nella direzione della famiglia rumena, ma è d aiuto a tutta la comunità: consente di avere meno paura e genera sicurezza. I due ragazzi che un tempo chiedevano l elemosina davanti alla chiesa conclude il parroco oggi sono salutati come nostri concittadini.

9 PROGETTI 9 Una migliore qualità della vita in relazione ai tempi della città: è l obiettivo del progetto comunale che ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lombardia Diamo spazio al tempo! Il vivere in città, che da molti anni è stato pensato soprattutto in relazione allo spazio, oggi necessita di una revisione del punto di vista, anche rispetto alle trasformazioni sociali in corso. Accanto agli strumenti consueti di programmazione urbana si sta affermando l idea che anche la dimensione del tempo debba essere considerata dall ente pubblico nell ambito della pianificazione. PEC: A CESANO LA VIRTUOSITÀ È VERDE Il Piano energetico comunale (PEC) è uno strumento pianificatorio che comporta la misura dei consumi di energia della città, suddivisi per settori, l analisi di questi dati, l individuazione degli interventi di risparmio di combustibili tradizionali (petrolio, benzine, carbone, metano) e la promozione dell utilizzo delle fonti rinnovabili. Come stabilito dalla legge 10 del 1991, il PEC non è obbligatorio per i Comuni, come Cesano Boscone, al di sotto dei abitanti. Tuttavia, la Giunta guidata dal sindaco Vincenzo D Avanzo ha ritenuto la questione ambientale prioritaria. Un Comune realmente virtuoso deve affrontare con un adeguata pianificazione la doppia sfida della sostenibilità economica e ambientale. Le linee guida Ecco i punti fondamentali che indirizzeranno gli interventi tecnici all interno dei confini comunali: governare il processo di liberalizzazione del mercato dell energia favorendo comportamenti innovativi a livello locale promuovere la realizzazione di sistemi tecnologici innovativi nel territorio e in particolare utilizzare fonti rinnovabili promuovere la realizzazione di iniziative finalizzate alla riduzione dei consumi energetici degli immobili facilitare la realizzazione di sistemi innovativi di distribuzione dell energia termica anche attraverso reti di teleriscaldamento sviluppare sistemi di microcogenerazione promuovere il risparmio energetico e la riduzione della spesa pubblica negli edifici pubblici e nelle strutture collegate. Gli interventi sul territorio Accanto alle linee guida, il Piano prevede obiettivi concreti in risparmio di combustibile fossile e quindi una riduzione nelle emissioni di anidride carbonica e di composti azotati gassosi. Per quanto riguarda le energie rinnovabili, il PEC si prefigge lo scopo di arrivare a metri quadri di superficie coperta con pannelli fotovoltaici, di cui su strutture pubbliche: impianti fotovoltaici di questa dimensione consentirebbero al territorio comunale di emettere kg di anidride carbonica in meno all anno. Al fotovoltaico si affianca il teleriscaldamento che, attraverso gli impianti di cogenerazione con distribuzione a rete dell energia termica, consentirebbe di arrivare su base annua a un risparmio di metano di oltre metri cubi, oltre a eliminare i costi relativi alla manutenzione delle attuali caldaie. Il minor consumo di gas metano sarebbe, inoltre, implementato dall installazione di Kw/h (produzione annua) su strutture pubbliche e di Kw/h su strutture private di impianti di solare termico (che a differenza del fotovoltaico è una tecnologia che non produce energia elettrica, ma direttamente acqua calda). Gli enti locali stanno sempre più cercando di affermare una nuova relazione tra tempo e spazio, orari e organizzazione della vita, luoghi e aree metropolitane. Anche il Comune di Cesano Boscone ha raccolto questa sfida e, con il supporto di un finanziamento regionale, ha deciso di intraprendere un percorso innovativo che condurrà, entro gennaio 2009, all'adozione del Piano comunale dei tempi e degli orari. Il progetto, denominato Diamo spazio al tempo, si compone di tre fasi: una prima di studio e ascolto della cittadinanza, attraverso interviste e questionari telefonici; una seconda di confronto e concertazione con i portatori di interesse e, infine, la realizzazione di alcune azioni pilota. A partire dal prossimo mese di luglio sarà avviata la fase di indagine e di ascolto della cittadinanza, che si svolgerà coinvolgendo un campione di circa 600 cesanesi e che riguarderà principalmente le persone che hanno più difficoltà a conciliare i tempi della vita e del lavoro o una maggiore necessità di utilizzare i servizi comunali. Le donne, in particolare, saranno le protagoniste di gran parte dell indagine, dal momento che sono più spesso chiamate a destreggiarsi tra i vari orari e le scadenze della famiglia. L indagine sarà finalizzata a rilevare l utilizzo del tempo e dello spazio urbano, a individuare i bisogni della popolazione, a verificare l accessibilità e la fruibilità dei servizi di interesse pubblico e le loro prospettive di miglioramento. Alla fase di indagine, che comprenderà anche l elaborazione dei dati, seguirà il vero e proprio percorso di confronto e concertazione con i cittadini interessati, i quali indicheranno all Amministrazione comunale le criticità relative alla vivibilità cesanese e proporranno le proprie ipotesi di soluzione. Sono due le azioni pilota su cui l Amministrazione sta intanto lavorando, finalizzate anch esse a migliorare l accessibilità dei servizi: il potenziamento dei servizi on line e l apertura di uno sportello comunale decentrato in un luogo di grande afflusso di pubblico.

10 10 SCUOLA Il sindaco ha chiesto all'ufficio scolastico provinciale di intervenire, perché il dirigente del secondo circolo didattico ha chiuso, in seguito all'avvistamento di una biscia innocua, porte e finestre e non fa uscire i bambini di una materna in giardino, nonostante le rassicurazioni degli esperti Ottanta bambini ostaggi di una fobia ingiustificata Ritengo sia assurdo tenere ottanta bambini in ostaggio, con porte e finestre chiuse, senza consentire loro di divertirsi nel giardino della scuola, diffondendo tra i genitori una fobia ingiustificata. Intervengano l'ufficio scolastico provinciale e quello regionale : il sindaco di Cesano Boscone, Vincenzo D'Avanzo ritiene inaccettabile che l'avvistamento, oltre un mese fa, di un biacco, serpente innocuo e protetto dalla normativa vigente, possa trasformarsi in una isteria collettiva per colpa di qualcuno che ritiene di avere addirittura più conoscenze degli esperti in materia. Appena ricevuta la segnalazione precisa il sindaco abbiamo mobilitato professionisti del WWF, dell'enpa e del museo di scienze naturali di Milano. Un erpetologo ha accolto il nostro invito di spiegare ai genitori di cosa si stesse parlando, cioè di una biscia innocua che si spaventa al minimo rumore. Ci siamo confrontati con l'asl e abbiamo pianificato una serie di interventi, quasi tutti completati. Adesso credo si stia superando ogni limite, perché si spaventano ingiustamente i genitori, diffondendo proprie fobie senza alcun motivo. Comprendo le preoccupazioni delle mamme e dei papà prosegue D'Avanzo i quali, davanti alle continue paure diffuse da una parte del personale statale che lavora nella materna, sono disorientati. Però mi chiedo: se il dirigente era realmente sicuro di un effettivo pericolo perché, come gli ho chiesto alcune settimane fa, non si è preso la responsabilità di chiudere la scuola? Perché, evidentemente, non sussistono le condizioni per assumere un provvedimento così radicale. Credo continua D'Avanzo che sulla questione l'amministrazione abbia fatto tutto quanto era possibile. Infatti, è stata eseguita una pulizia straordinaria dell'area verde retrostante, con un taglio supplementare dell'erba, così come all'interno del giardino della scuola. Sono state, inoltre, coperte tutte le buche presenti, scavate probabilmente anche da talpe o ricci. Si è provveduto a realizzare un area filtro lungo il confine tra la recinzione e la zona boscosa adiacente. È già in fase avanzata la progettazione per una nuova recinzione, con un muretto e una rete a maglie molto fitte. I lavori per la realizzazione della struttura di cinta del confine dovrebbero iniziare appena concluse le procedure per l'affidamento dell'incarico. Tra l'altro gli esperti suggeriscono di utilizzare il giardino il più possibile, perché se i biacchi - che sono, lo ricordiamo, una specie protetta - vengono lasciati indisturbati tendono ad appropriarsi maggiormente degli spazi lasciati liberi. Con il sole e il caldo di questi giorni conclude il sindaco ritengo irresponsabile tenere i bambini nelle proprie classi, addirittura con le finestre chiuse per paura che i biacchi entrino. L'ipotesi del dirigente scolastico è che solo l'installazione di zanzariere lo potrebbe convincere ad autorizzare l'apertura delle finestre. Però, sostengono gli esperti, le zanzariere, come dice la parola, servono a tenere fuori dalla finestra le zanzare, non i biacchi, che certo non si arrampicano sui muri. Comunque le zanzariere sono già state messe, così come programmato da tempo, soprattutto perché si è registrato un aumento della presenza della zanzare tigre, tanto che è stato avviato un monitoraggio specifico al fine di individuare misure di contrasto allo specifico tipo di insetto. IL BIACCO, UN RETTILE INNOCUO E PROTETTO DA ACCORDI INTERNAZIONALI Hierophis viridiflavus. Questo il nome scientifico della specie cui appartiene l esemplare di rettile rinvenuto lo scorso maggio nel giardino della scuola Don Sturzo. L animale, comunemente noto come biacco, frequenta i più svariati tipi di ambienti, sia aperti sia boscati, compresa la periferia dell'ambiente urbano e parchi, orti e giardini all'interno di questo. È una specie a costumi unicamente diurni e si nutre soprattutto di lucertole, piccoli uccelli e insetti. Dato che frequenta spesso anche le aree urbanizzate, il biacco è vittima di animali domestici (in particolare gatti e pollame) e dell'uomo. Il morso di questa specie, che provoca solo graffi simile a quelli dei rovi, è del tutto innocuo.

11 CITTÀ 11 Grande l entusiasmo con cui la scuola materna Walt Disney di Cesano Boscone ha partecipato, lo scorso 7 maggio, alla manifestazione Scienza in piazza a Corsico PIPPO, IL NOSTRO GRANDE UOMO Un grande uomo : questa la frase ricorrente tra i viali dell Istituto Sacra Famiglia (e non solo) al ricordo del nostro Pippo Lorenzonetto, deceduto l 11 giugno assistito dai suoi operatori che, a turno, gli hanno fatto compagnia durante il breve ricovero ospedaliero. Pippo era in Istituto dall ottobre del Ne ricordiamo la dolcezza, l umanità e la socialità. Perfetto cronista sportivo e accanito tifoso della Fiorentina, condivideva con chi incontrava le sue passioni ed era allo stesso modo pronto ad ascoltare. Un amore particolare lo legava ai bambini, per i quali aveva grande rispetto e attenzione. La sua assenza lascia attoniti e con un profondo senso di vuoto: mancheranno le sue visite quotidiane e i suoi gesti affettuosi con i quali riusciva a farsi perdonare le piccole libertà che caratterizzavano il suo agire. Rispettando lo stile di Pippo, un semplice grazie accomuna il saluto di tutti a un compagno di viaggio che ci ha insegnato l umiltà e tanta, tanta umanità. Giovani scienziati crescono in piazza! Avvicinare il passante, anche solo per qualche minuto, alla conoscenza scientifica e offrire alle nuove generazioni un primo approccio sereno, divertente e costruttivo alla scienza. Questo il duplice scopo dell iniziativa organizzata dall AIF (associazione per l insegnamento della fisica) Scienza in piazza che già da qualche anno anima i centri storici di diversi Comuni. Quest anno protagonista di Scienza in piazza anche la scuola materna Walt Disney di Cesano Boscone, che è riuscita a coinvolgere anche i più piccoli grazie all impegno dell insegnante Daniela Massazza, la quale nei mesi precedenti ha preparato i bambini. Sono stati, infatti, oltre cinquanta i partecipanti dai 3 ai 5 anni che hanno attirato l attenzione dei più grandi cimentandosi sulle tante curiosità che la scienza propone. Durante la giornata, un plastico di Cesano Boscone in legno con tanto di automobiline, realizzato dagli stessi bambini, è stato esposto all attenzione dei passanti. Scienza in piazza è stata occasione di interazione e gioco tra grandi e piccini. Tra le tante iniziative, i bambini hanno proposto agli adulti bendati frutti e altri oggetti da riconoscere con l aiuto del tatto, del gusto, dell olfatto e dell udito. Grande entusiasmo da parte dei genitori che, dopo aver supportato i loro bambini in queste attività, attraverso Claudia Steimle, si sono dichiarati molto contenti a tal punto da ripromettersi di partecipare all iniziativa anche in futuro. Un indubbio successo quello dell ultima edizione di Scienza in piazza, che propone più di un messaggio positivo: l interesse per le discipline scientifiche, la comunicazione tra diverse generazioni e la possibilità di vivere in un modo diverso le nostre città e la piazza in particolare. L appuntamento è per la prossima edizione! L EMOZIONE DI ESSERCI Il seminario del 31 maggio Autostima e assertività organizzato dal Circolo donne Sibilla Aleramo è stato una grande opportunità cui hanno aderito molte donne, più di 70, principalmente da Cesano Boscone e da Corsico, ma c erano anche persone provenienti sia dal Piemonte che dalla Lombardia. Roberto Sassone ha entusiasmato tutta la platea mettendo in campo tutte le sue conoscenze come psicoterapeuta a formazione reichiana, integrate da un cammino professionale fatto di anni di studio e di sperimentazione di tecniche orientali. Dopo un introduzione atta a definire cosa fosse l autostima ossia la percezione di sé - ha iniziato a condurci, prima verbalmente e poi attraverso momenti di esperienza respiratoria, verso la consapevolezza del nostro corpo e la percezione delle emozioni che man mano affioravano. Tutte siamo state coinvolte e partecipi. Alla fine ci è stato fatto un grande dono: una tecnica semplice da inserire nel nostro quotidiano per continuare il processo di cammino verso la percezione di noi stesse. Grazie al dottor Sassone è stata una grande esperienza ed emozione, che ha portato tutte le partecipanti ad augurarsi di poter ripetere l incontro. Jose Maffina Circolo donne Sibilla Aleramo

12 12 AMBIENTE Da maggio, è possibile osservare di notte i piccoli coleotteri la cui presenza segnala un ambiente in buona salute "Nei primi anni Sessanta, a causa dell'inquinamento dell'aria, e, soprattutto, in campagna, a causa dell'inquinamento dell'acqua, sono cominciate a scomparire le lucciole. Il fenomeno è stato fulmineo e folgorante. Dopo pochi anni le lucciole non c'erano più. Sono ora un ricordo, abbastanza straziante, del passato: e un uomo anziano che abbia un tale ricordo non può riconoscere nei nuovi giovani se stesso giovane, e dunque non può più avere i bei rimpianti di una volta". Così scriveva nel 1975 Pier Paolo Pasolini sulle colonne del Corriere Tornate le lucciole all Oasi dei nuovi nati della Sera in un articolo in cui lanciava i suoi strali contro il modello di sviluppo degli anni Sessanta, rimpiangendo con nostalgia la scomparsa delle lucciole. A maggio, però, all Oasi dei nuovi nati le lucciole sono tornate! È stata una piacevole sorpresa quando, al termine di una riunione serale, uscendo dalla casetta, sede del circolo Abete rosso, siamo stati attorniati da centinaia di lucciole; erano anni che non ne vedevo una a Cesano e mai mi sarei aspettato di poterne osservare tante tutte insieme. La presenza delle lucciole in aree verdi appare per certi versi "miracolosa", una buona notizia per il sistema ambientale cesanese, dal momento che esse sono ritenute dei buoni indicatori della salute degli habitat da loro frequentati. Le larve delle lucciole sono carnivore e abili predatrici, si nutrono soprattutto di lumache e chiocciole. Una volta era molto comune trovarle nei campi coltivati a grano, mentre oggi è diventato molto più raro: può capitare in luoghi incolti o dove l'agricoltura è rimasta naturale. Si tratta, infatti, di una specie che risente dell'effetto dei trattamenti chimici in agricoltura, i quali con l'uso intenso di lumachicidi distruggono il loro principale nutrimento. Dunque, dopo aver accolto all oasi rane e rospi, farfalle e falene, coccinelle, mantidi religiose, cavallette e grilli, ora diamo il nostro benvenuto e bentornato a questo simpatico coleottero. Speriamo che questi piccoli animali illuminino e guidino l uomo al rispetto per la natura. Carlo Sacchini Circolo Abete rosso Legambiente ZANZARA TIGRE: OSSERVATA SPECIALE Da quest anno, per rendere più efficaci gli interventi di disinfestazione il servizio Ecologia e ambiente del Comune effettua il monitoraggio della zanzara tigre (aedes albopictus) attraverso l uso di apposite ovitrappole. Queste sono recipienti neri (a forma di bicchiere), con i quali si raccolgono informazioni sulla presenza di zanzara tigre, con il conteggio delle uova deposte dalla zanzara su una listella di legno (masonite) posizionata all interno del recipiente. Con il supporto di uno stereomicroscopio, vengono analizzate le listelle raccolte per identificare e contare il numero di uova di aedes albopictus. Il conteggio, infatti, fornisce utili informazioni sulla dinamica della popolazione di zanzare adulte e consente l individuazione dei siti di nidificazione. Per la collocazione delle trappole si è cercato di privilegiare le aree abitative con villette, giardini, orti privati e di comunità, parchi, vivai, ecc. GLI INTERVENTI Proseguono intanto gli interventi antilarvali (9 in tutto l anno): dopo quelli di aprile, maggio e giugno, si effettueranno 2 interventi a luglio, 2 ad agosto e 1 a settembre. Gli interventi notturni, invece, iniziati la sera del 23 giugno, proseguiranno il 7 e il 21 luglio e l 11 e il 27 agosto. Inoltre, verranno recuperati due interventi rinviati a causa della pioggia.

13 AMBIENTE 13 COMBATTIAMO L AMBROSIA! Germina all inizio di maggio, fiorisce tra gli ultimi giorni di agosto e i primi di settembre, e fa starnutire, respirare molto male e bruciare gli occhi ai soggetti allergici: è l Ambrosia artemisiifolia, una pianta erbacea annuale infestante con notevole quantità di polline, la cui dispersione nell aria provoca una grave patologia allergizzante i cui sintomi si manifestano solo nel periodo di fioritura (gli stessi sintomi in altri periodi hanno molto probabilmente una causa diversa). L ambrosia si insinua un po dappertutto: cantieri, bordi stradali, terreni incolti, fossi e campi coltivati caratterizzati da semine rade. Questa pianta presenta uno stelo eretto robusto, rossastro, con fitta pelosità e ramificato nella parte superiore la cui altezza può variare dai cm sino ai 2 m. Le foglie sono frastagliate e vellutate, e i fiori, raggruppati in infiorescenze a forma di spiga allungata, sono di colore giallo-verde. L ambrosia non va confusa con l artemisia, pianta perenne che presenta colorazione argentea nella pagina inferiore della foglia. Per limitarne l invadenza, che provoca così tanti disturbi ai soggetti allergici, l Amministrazione, come indicato dall ordinanza n. 8 del 09/6/06, invita tutti i cittadini di Cesano Boscone a collaborare, relativamente alle aree private, con il taglio dell erba e la pulizia periodica degli spazi aperti (giardini, parcheggi ecc.) e dei terreni destinati alla coltivazione. Gli sfalci vanno eseguiti prima della fioritura dell ambrosia, nella terza decade di giugno e luglio, nella seconda decade di agosto e nella prima di settembre. Si ricorda che, in caso di inadempienza, sono previste sanzioni. LAMPADINE FLUORESCENTI PER RISPARMIARE La lampadina a incandescenza, che usualmente utilizziamo nelle nostre case, sta andando in pensione. La finanziaria 2007 ne ha, infatti, sancito la messa al bando a partire dall 1 gennaio Impressionante il risparmio di energia: sostituendo una lampadina a incandescenza con una lampadina fluorescente da 20 watt, si ottiene un risparmio dell 80%. La lampada fluorescente è un particolare tipo di lampada a scarica in cui l'emissione luminosa visibile è indiretta, ossia non è emessa direttamente dal gas ionizzato, ma da un materiale fluorescente (da cui il nome). Questo tipo di lampade sono erroneamente chiamate lampade al neon o tubi al neon, ma in realtà il funzionamento è dovuto alla presenza di vapori di mercurio e non al neon. Dopo l'uso devono essere smaltite in maniera differenziata tra i materiali RAEE e non con il vetro. Per questo vanno obbligatoriamente consegnate al rivenditore o all'apposito centro di riciclaggio. Non aspettiamo il 2011: cominciamo fin da ora a mettere in pratica questa buona abitudine! ARIA FRESCA NELLA SALA DELLA TRASPARENZA La Sala della trasparenza di via Libertà è stata recentemente dotata di impianto di climatizzazione, un intervento che renderà la struttura maggiormente confortevole per la popolazione anziana che prevalentemente la frequenta. Prosegue così l impegno dell Amministrazione comunale per rendere più usufruibili tutte le strutture comunali: dopo gli uffici di via Vespucci e la Sala della trasparenza, il prossimo intervento riguarderà la biblioteca. Il sistema realizzato consentirà un buon confort sia nel periodo estivo sia nel periodo invernale (durante il quale le ampie superfici vetrate disperdono parte del calore introdotto nella struttura dai pannelli radianti posti al soffitto). L impianto, inoltre, essendo dotato di pompa di calore, potrà integrare il riscaldamento di base dando un complessivo confort e agio alla struttura. Dal punto di vista estetico, il sistema di bocchette d aria non impatta nell ambiente, ma anzi arricchisce la sala. Prossimamente sarà realizzata l installazione di pellicole solari nella parte alta della superficie vetrata, così da ottimizzare la resa complessiva dell impianto. Tali pellicole, infatti, rifletteranno parte dei raggi UV e impediranno ai raggi solari di penetrare con il loro calore all interno della sala. La struttura inoltre è stata dotata di un sistema di navigazione wireless per il collegamento telefonico e per l accesso a Internet. UN ORDINANZA DI BUON SENSO Dopo una primavera piovosa come non se ne vedevano da decenni, è in arrivo la bella stagione estiva. Le precipitazioni degli scorsi mesi, però, non devono far pensare che si possa usare senza buon senso l acqua potabile proveniente dall acquedotto. È sempre necessario, infatti, tutelare le risorse idriche locali sotterranee evitando gli usi impropri dell acqua nelle fasce orarie più a rischio. Come recita l ordinanza emessa dal sindaco Vincenzo D Avanzo, è obbligatorio: evitare sprechi e usi impropri di acqua potabile non utilizzare l'acqua potabile proveniente dall acquedotto comunale dalle ore 7 alle 23 da maggio a settembre per: - l annaffiatura di giardini e orti, anche mediante impianti automatici - il lavaggio di autoveicoli e simili - il lavaggio di piazzali e di superfici scoperte - il riempimento di piscine fisse e mobili anche di piccole dimensioni. Ricordiamo che in caso di mancato rispetto delle prescrizioni dell ordinanza, sono previste sanzioni amministrative da 50 a 150 euro.

14 14 PARTECIPAZIONE Il Consiglio comunale dei bambini e delle bambine ha presentato lo spot realizzato per raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici, che è già stato inserito nell altra novità: il blog Anche il CCBB ha il suo blog! Il tempo pessimo della serata del 12 giugno scorso diluviava e tuonava non ha impedito lo svolgimento della presentazione presso la Sala delle carrozze dei video realizzati nel corso dell anno scolastico dal Consiglio comunale dei bambini e delle bambine. Il primo è lo spot che promuove la raccolta dei RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche): un intervista a un operatore della piattaforma rifiuti di Cesano, il quale ha descritto le varie tipologie di RAEE, dalla batteria del telefonino, al piccolo e medio elettrodomestico, e si è soffermato sulla pericolosità dei medesimi, se non vengono opportunamente conferirti e differenziati. L altro video ha ripreso i momenti di divertimento, ma anche di confronto e di riflessione, dell esperienza di due consiglieri a San Severino Marche al convegno che vedeva la partecipazione di diversi rappresentanti dei Consigli comunali dei ragazzi d Italia. Inoltre, è stato presentato il blog creato dai ragazzi del CCBB sul tema dei RAEE, che è La serata è stata filmata e il video verrà presentato quest autunno alle scuole per dare il giusto risalto al lavoro svolto ragazzi. DAL BLOG: COSA SONO I RAEE? Ciao a tutti! Il Consiglio comunale dei bambini e delle bambine è felice di illustrarvi un idea nuova e utile all ambiente in cui viviamo. Si tratta dei RAEE, ossia rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Essi vanno smaltiti in maniera attenta perché contengono sostanze inquinanti e quindi dannose all ambiente e, soprattutto, a noi. Lo smaltimento corretto si effettua portando questi rifiuti (che possono essere dalle cose più piccole come i cellulari, alle cose più grandi come un frigorifero) alla piattaforma della città dove vengono riciclati in modo corretto, traendone le sostanze ancora utilizza- bili: ad esempio nella batteria dei cellulari vi è una quantità di oro riutilizzabile che in questo modo non va perduta. Quindi il nostro prezioso consiglio è di comportarvi da bravi cittadini amanti dell ambiente e di portare i vostri RAEE alla piattaforma più vicina, ossia proprio nella vostra città, Cesano! FESTA AL PASUBIO Domenica 6 luglio, dalle 11 bancarelle e intrattenimenti lungo le vie del quartiere. Cena con salamelle, ballo e musica dal vivo fino alle 23. NUOVA GRADUATORIA PER IL PERSONALE DEI NIDI Scadrà martedì 8 luglio il bando di concorso pubblicato dall Amministrazione per selezionare educatori/educatrici per gli asili nido comunali, da assumere a tempo determinato. Il bando è disponibile presso l Urp - Ufficio relazioni con il pubblico del Comune, in via Pogliani, 3 o sul sito Internet Per informazioni: tel /553/554/555.

15 ASSOCIAZIONI 15 CICLISTI CESANESI A SEGNO NELLA GRAN FONDO ADORNI MEDAGLIA D ORO PER IL MOTOTURISMO Con la squadra nazionale ha partecipato a 15 edizioni (vincendone 10) del FIM Rallies, il campionato del mondo di mototurismo che si svolge ogni anno in una nazione europea. Per questo, il cesanese Lino Fatti è stato insignito a Roma del Meritum gold dalla Federazione internazionale di motociclismo. Lo scorso 8 giugno a Parma si è svolta la 14ª edizione della Gran fondo Vittorio Adorni, gara classica internazionale. Millecinquecento gli atleti alla partenza sui tre percorsi di 84, 116 e 48 chilometri; subito veloci sul filo dei 50 km orari per i primi 25 chilometri di pianura, con il lavoro di squadra da parte del presidente Massimo Gallotti (opterà per il percorso corto, 20 classificato) per portare il più avanti possibile le due punte, Vanelli e Terzi; poi la salita lunga 10 chilometri, quella che ti accorcia il fiato e senti le gambe farti male, è qui che partono gli scalatori e sfoltiscono il gruppo. Tifo da stadio su ogni tornante per uno sport, il ciclismo, molto sentito e praticato in queste zone che hanno dato e continuano a dare i natali a innumerevoli campioni. Finita la salita della Piantonia, chi optava per il percorso veloce (84 km) si buttava in discesa facendo un largo giro per affrontare a Barbiano lo strappo finale e via verso Parma sotto la pioggia, chi optava per il medio continua a salire sul monte Cassio, chi ha scelto il lungo ha proseguito fino al passo del Silara, per poi ridiscendere a Parma. I due nostri portacolori impostano in salita un andatura di tutto rispetto che consentirà a entrambi di cogliere nel medio, con Luigi Terzi, il terzo posto nella categoria supergentlem. In cima al monte Cassio, oltre alla fatica della salita, acqua e vento hanno ostacolato i corridori, rendendo insidiosa la discesa, ma Terzi ha stretto i denti fino a Parma, mancando il secondo posto al fotofinish nella volata finale. Nel lungo, altra medaglia per i Ciclisti cesanesi da parte del gentleman Mario Vanelli terzo di categoria, risultato rilevante visto che questa era la prima volta che si PERIODICO A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CESANO BOSCONE Reg. Tribunale di Milano n. 96 del 23 febbraio 1990 Domanda iscr. RNS del 22 maggio 2001 Editore: Comune di Cesano B. via Pogliani,3 Direttore responsabile: Vincenzo D Avanzo Direttrice editoriale: Lilia Di Giuseppe Consulente di direzione: Claudio Trementozzi Segreteria di redazione: Claudia Boschini Redazione: Simone Negri, Mario Bellintani Collaboratori: R.Sandi, E.Bolognesi, A.Bucci, A.Rotolo Foto: Mario Manili Stampa: La Tipografia sas via Bramante 5,Buccinasco cimentava sulla distanza marathon. Festa finale all arrivo per i Ciclisti cesanesi : Vittorio Adorni, ex campione del mondo 1968, ha fatto i complimenti alla società cesanese che, pur con un numero d iscritti esiguo, è riuscita a salire per ben due volte sul podio, in una corsa a livello internazionale dove le grandi squadre amatoriali dettano legge. IL 7 LUGLIO LO STAGE DI INGLESE E RUGBY A causa del maltempo, è stata rimandata a lunedì 7 luglio la partenza dello stage linguistico-sportivo dedicato agli studenti dalla quinta elementare alla terza media e ai ragazzi della prima superiore, organizzato dal Cesano Boscone Rugby e dall Amministrazione presso il campo comunale di via Don L. Sturzo, Per ulteriori informazioni: sito Internet tel , ; sabato pomeriggio presso la sede del Club; dal lunedì al venerdì presso lo Studio S.E.P.A.N., via Montecuccoli 15/bis, Milano. PROGRAMMA SPIGHE D ORO LUGLIO il centro anziani rimane chiuso tutte le mattine: apre solo al pomeriggio, dalle ore 15 alle 19 SABATO 5 partenza per vacanza in Croazia AGOSTO fino al 31 agosto apertura solo pomeridiana dalle ore 15 alle 19 eccetto venerdì 15 e sabato 16 quando la chiusura sarà totale DOMENICA 24 partenza per vacanza a Molveno a cura di Romano Sandi

16 16 CONSIGLIO COMUNALE Il Consiglio comunale di giugno SEDUTA DEL 16 GIUGNO DISCUSSIONE DEL BILANCIO CONSUNTIVO 2007 Con 10 voti a favore, 1 astenuto e 6 contrari il Consiglio ha approvato il rendiconto di gestione per il La votazione è avvenuta dopo che il consigliere Vincenzo Bongiorno (gruppo autonomo) ha deciso di non abbandonare l aula, a differenza di quanto hanno fatto, in un primo momento, tutti gli altri consiglieri di opposizione, garantendo così il numero legale. Il comportamento di Bongiorno è stato salutato come atto di responsabilità dal sindaco e dalla maggioranza di centrosinistra. Accuse di essere stampella della maggioranza sono arrivate dai capigruppo di Alleanza Nazionale e Forza Italia. Nel suo intervento sulla relazione del conto consuntivo, Vincenzo Bongiorno ha detto: Nonostante le comprovate competenze economiche del sindaco, gli indici finanziari connotano una progressiva perdita di autonomia finanziaria dell ente comunale. Riccardo Leone (FI) ha puntato l indice sul comportamento di Bongiorno che ha garantito il numero legale: Da oggi la maggioranza ha 14 consiglieri e ancora: dal bilancio è completamente sparita la Fondazione Pontirolo. Sulla questione trasporti è intervenuta Vincenza Nucera (FI), che denuncia: Per i nuovi insediamenti abitativi andrebbero potenziati i mezzi pubblici, il bilancio trascura completamente questa voce!. Voto contrario anche da parte di Massimiliano Dell Acqua (FI) e Santi Raimondo (An), che accusano la maggioranza di aver programmato una discussione così importante proprio in concomitanza della partita Italia-Francia, scoraggiando così la partecipazione dei cittadini. In particolare Raimondo attacca: A Cesano ci sono servizi da terzo mondo e tariffe da paese scandinavo!. Il capogruppo della Lega Nord, Stefano Bellintani si chiede come può un Comune dirsi virtuoso quando, ad esempio in via Monte Bianco, non è capace nemmeno di gestire la manutenzione ordinaria del manto stradale?. Quadrato attorno alla Giunta da parte della maggioranza. Salvatore Ariemma (Nuovo gruppo per l unione): È un buon bilancio, ricordiamoci che non siamo in rosso! ; Francesco Petti (Pd): La minoranza non ha progetti per il paese, in quattro anni non ha formulato proposte valide! ; Paolo Erasmi (Ngu) rivendica i progetti che il bilancio finanzia: Ribadisco la fiducia del mio gruppo al sindaco, la nuova raccolta differenziata al quartiere Giardino, la Casa dell acqua e il sostegno allo sport degli under 17 sono iniziative concrete che abbiamo realizzato. A sostegno della Giunta D Avanzo anche la capogruppo Pd, Giuseppina Peraudo, che afferma: A Cesano negli ultimi anni di cose ne sono state fatte, ricordiamo per esempio il centro storico completamente rinnovato. Il capogruppo dell Italia dei valori Michele Tango ricorda: Attenzione alle lungaggini nella realizzazione delle opere pubbliche. Astensione di Luca Leonardi, capogruppo di Rifondazione Comunista, che afferma: Nonostante alcune iniziative che condividiamo, rimane la nostra contrarietà all uso dei derivati. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco, Vincenzo D Avanzo, che ha fatto notare come il bilancio 2007, attraverso gli interventi di riforestazione e sensibilizzazione ambientale, sia la dimostrazione di una virtuosità ambientale. APPROVAZIONE DEL PIANO ENERGETICO COMUNALE Con 11 voti a favore e 6 astenuti, il Consiglio ha approvato il Piano energetico. Entusiasmo da parte della maggioranza che con il consigliere Erasmi dichiara: Quest Amministrazione ha già fatto risparmiare molti barili di petrolio al giorno grazie alla Casa dell acqua, che evita l acquisto di 1 milione di bottiglie di plastica all anno e con l assessore Filippo Capuano (Pd), che afferma: È stata una scelta non obbligatoria, è una scelta politica che va nella direzione di una maggior consapevolezza dei consumi energetici. Più scettica l opposizione per bocca di Bellintani (Lega nord) e Raimondo (An): Sarebbe importante inserire degli incentivi per le energie rinnovabili anche a livello comunale, e non solo attingere fondi dalle finanziarie, che possono poi non confermarli. Propone Bellintani: perché non pensare a un project financing per tali progetti?. PROROGA SCADENZA ICI Con 12 favorevoli e 5 contrari, il Consiglio ha dato il via libera alla proroga della scadenza Ici fino al 16 luglio.

17 GRUPPI CONSILIARI Gruppi consiliari APPROVAZIONE BILANCIO CONSUNTIVO 2007 L approvazione del bilancio consuntivo è un passaggio importante. Forse più importante del bilancio preventivo, perché quest ultimo rappresenta le buone intenzioni, il consuntivo è invece la realtà. In questi quasi cinque anni sono state portate a termine numerose opere pubbliche e ne sono state avviate altre di fondamentale importanza per lo sviluppo ed il progresso della nostra comunità. E sotto gli occhi di tutti la trasformazione che Cesano sta avendo. Nel 2007 abbiamo: completato con l arredo urbano la riqualificazione del Centro storico; inaugurato il nuovo Cimitero; realizzato la riqualificazione a verde di un ampia area (ex cascina Broggi); demolito la vecchia scuola di via Kennedy iniziando i lavori di un nuovo edificio comunale che ospiterà fra l altro la scuola di musica; avviato la costruzione di un nuovo bosco che garantirà una migliore qualità della vita a Cesano. Un indubbio impegno è stato posto alle politiche di sostegno alla casa sia in proprietà che in affitto a canone moderato, a breve saranno disponibili gli alloggi nell area del 2CB5. Nell ambito del programma delle politiche di solidarietà e integrazione sociale il 2007 ci ha visto impegnati nel proseguimento di numerose attività: il Centro giovani ad esempio è cresciuto nell offerta dei percorsi di formazione rivolto agli adolescenti che hanno risposto spesso con presenze superiori alle aspettative. Questi ed altri elementi fanno parte del bilancio 2007; bilancio che nella sostanza ha perseguito: la razionalizzazione della spesa, il non aumento della pressione fiscale e il mantenimento degli standard di servizio ad un buon livello. L auspicio è che il prossimo programma ci veda ancora protagonisti ed elabori la ricchezza di indicazioni e contributi già emersi nel dibattito cittadino di questi anni per definire al meglio le priorità e attivare le risorse così da raggiungere gli obiettivi condivisi, costruendo un percorso di lungo termine in cui la collettività sappia riconoscersi. Giuseppina Peraudo Capogruppo Partito Democratico RICCARDO LEONE È IL NUOVO CAPOGRUPPO Fondatore della sezione a Cesano Boscone, nel 1994, da alcune settimane sono il nuovo capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale. Sono stato scelto per la mia lunga esperienza politica, avendo ricoperto ruoli di prestigio come quello di vice coordinatore del collegio 13 e di delegato nazionale del partito. Molto attivo sul territorio, attento alle istanze dei cittadini per le quali mi faccio interprete durante il Consiglio comunale, sono promotore di numerose politiche giovanili sul territorio. Ho basato la mia azione sulla creazione e sulla valorizzazione del gruppo, ritenendo che gli sforzi sinergici siano più efficaci dell'impegno singolo. Rifuggendo le luci della ribalta, ho sempre lavorato nell'ombra, sostenendo candidati locali e nazionali. Dopo la prematura scomparsa di Achille Iorio, il partito mi ha proposto come capogruppo e, per non venir meno agli impegni assunti in campagna elettorale e non tradire le aspettative dei cesanesi, ho accolto la proposta proseguendo l'importante lavoro avviato dal mio predecessore. La capacità di ascolto e il senso di responsabilità politica nell'interesse della città mi hanno spinto ad avviare un dialogo costruttivo anche con gli altri gruppi politici, nel tentativo di accelerare progetti e iniziative che i cesanesi attendono da tempo. Perché il vessillo azzurro possa presto sventolare con orgoglio sul palazzo comunale di Cesano Boscone. Riccardo Leone Capogruppo Forza Italia OPPOSIZIONE SENZA PREGIUDIZI Dopo l insediamento delle Camere, che ha visto la vittoria del PdL con la Lega, non si può non ricordare le parole del Berlusca nei confronti di Di Pietro, che è stato definito il peggiore delle specie. Ciò senza considerare che Veltroni ha deciso di allearsi con L Italia dei Valori, e dimenticando quando vinse le elezioni politiche del 1994 offrendogli un ministero che Di Pietro rifiutò; non tutti, per fortuna, sono obbligati a essere nelle sue grazie. In occasione dell insediamento del Governo, e della relativa richiesta di fiducia alla Camera, mi ha fatto piacere sentir dire dal presidente Fini che riconosce il 25 aprile come la festa della Liberazione di tutti gli italiani. Ha fatto bene Di Pietro a ricordargli la storia dei suoi ultimi 15 anni; sappiamo bene che il buonismo che si vorrebbe dalle opposizioni in Parlamento serve a non alimentare veleni nel paese. Vinte le elezioni, ci viene a dire che farà quello che può! Io credo a Di Pietro e all Italia dei Valori che, indipendentemente dall essere opposizione in Parlamento, non farà mancare anche la nostra fiducia su: provvedimenti per il bene degli italiani (sicurezza e rifiuti in Campania), categorie come pensionati, lavoratori dipendenti, ceto medio che sprofonda verso il basso (piccoli artigiani e commercianti), mai cosi demotivati dal fatto che per i piccoli non c è mai stata una giusta attenzione da parte delle istituzioni in generale. Credo che saremo ferrei oppositori su problemi quali la giustizia e il conflitto d interesse, un tema a mio avviso dimenticato quasi da tutti gli italiani. Altra tematica dolente cui daremo il nostro apporto è l informazione libera, democratica e pluralista: purtroppo per mia conoscenza personale non è così Michele Tango Capogruppo Italia dei Valori VIABILITÀ E TRASPORTI Già nel numero di gennaio 2008 di Cesano Notizie, avevamo evidenziato la necessità di affrontare e risolvere in modo improrogabile il problema della viabilità della nostra cittadina, in quanto gli interventi previsti nel Piano regolatore generale si stanno realizzando e in modo particolare nella zona di via Vespucci. Oltre agli insediamenti residenziali già in fase di ultimazione, nella stessa area, è già completamente funzionante il nuovo cimitero ed è di prossimo completamento la nuova piscina e il nuovo parco nella zona cimiteriale. L impegno assunto dall Amministrazione comunale, grazie anche al nostro fattivo contributo e sostegno, prevede il riassetto della via Libertà, nel tratto compreso tra

18 18 GRUPPI CONSILIARI l incrocio di via Monte Grappa e l incrocio con la nuova strada verso il cimitero, oltre a un nuovo tratto che prevede il collegamento dell incrocio di via Monte Grappa verso il quartiere degli Olmi, alle spalle della centrale termica del quartiere stesso. Tutto questo dovrebbe alleggerire sensibilmente il traffico in uscita verso la tangenziale svincolo Cusago e verso la linea della metropolitana. Rimane, invece, gravemente scoperto il problema dei mezzi di trasporto nella zona, che sta già creando notevoli disagi ai cesanesi. Bisognerà quindi lavorare su progetti a breve termine, che diano risultati immediati, e su qualificate risoluzioni. Creando una nuova linea di trasporto che serva appositamente questa zona. Walter Venanzio Capogruppo SDI NASCE IL COMITATO per l unificazione dei due Comuni del sud-ovest milanese. Numerosi cittadini, infatti, alcuni giorni fa, si sono riuniti in assemblea e hanno deliberato di costituire un Comitato che si pone quale scopo principale quello di promuovere, organizzare e gestire iniziative al fine di propagandare e raggiungere l unificazione dei Comuni di Cesano Boscone e Corsico. Al neocostituito Comitato possono aderire tutti i cittadini residenti nei Comuni di Cesano Boscone e Corsico o che vi svolgono la loro attività lavorativa, commerciale, imprenditoriale. Fra non molto sarà operante un sito Internet attraverso cui verranno date tutte le informazioni relative alle iniziative che nel tempo verranno intraprese dal Comitato. Anche se l idea dell unificazione dei due Comuni sta riscuotendo numerosi consensi, tuttavia vi sono alcuni cittadini che si accostano a questa novità con paura e sospetto. È bene chiarirlo subito: vi sarà una riduzione di spesa che non comporterà alcuna riduzione o delocalizzazione dei servizi comunali; essi continueranno a operare nelle loro attuali e rispettive sedi; anzi, utilizzando i risparmi di gestione previsti, utilizzando i contributi regionali e statali che verranno elargiti per un decennio dopo l unificazione, gli attuali servizi potranno soltanto essere potenziati. Viceversa, se si guarda alla situazione economica e finanziaria dei nostri enti comunali, gli attuali servizi rischiano effettivamente di essere ridotti e delocalizzati, tranne che non si voglia aumentare la pressione fiscale (così come ha già fatto Corsico) per garantire i servizi essenziali ai cittadini. La proposta di unire i due Comuni, inoltre, parte da un presupposto: solo se si taglia la spesa possono essere ridotte le tasse. E poiché l unione porterà significativi risparmi nella spesa, sarà possibile diminuire le tasse. Agli Amministratori comunali di Cesano Boscone e Corsico è offerta un irripetibile occasione: non essere più additati come portatori di tasse. Vincenzo Bongiorno Capogruppo Gruppo autonomo PRECARIATO, POVERTÀ E INSICUREZZA Da anni l Italia è in lento declino. Parallelamente al progressivo smantellamento dello stato sociale, le famiglie si impoveriscono e si indebitano. Aumenta la precarietà, mentre i salari, di fatto invariati rispetto alla crescita dell inflazione, perdono potere d acquisto (a fronte dei compensi scandalosi dei top manager: nel 2007 i primi cinque di essi hanno percepito 102 milioni di euro, pari alla retribuzione lorda di operai). Oltre due milioni e mezzo di famiglie (più di sette milioni di persone) sono ufficialmente povere. Cresce la sfiducia nel futuro, soprattutto da parte delle giovani generazioni. Oltre agli stipendi, stanno drammaticamente peggiorando le condizioni di sicurezza sul lavoro, conseguentemente a culture economiche e aziendali volte esclusivamente al profitto: ogni giorno, nel nostro paese, muoiono in media tre o quattro lavoratori. Dal 2003 al 2007 sono morti in Iraq soldati occidentali; nello stesso periodo in Italia i morti sul lavoro sono stati In questo contesto si sono da tempo innescati pericolosi processi involutivi, che stanno lacerando un tessuto sociale in passato fondato su valori universali e solidaristici. È in atto una grave regressione culturale: dilagano paura, insicurezza e xenofobia, alimentate ad arte da veri e propri imprenditori del terrore (dai populisti berlusconiani ai professionisti del razzismo della Lega Nord), che in larga misura danno vita a tali sentimenti e vi lucrano sopra, creando un nemico immediatamente identificabile e ottenendo un facile consenso elettorale. Simmetricamente si moltiplicano i rigurgiti fascisti e neonazisti, le aggressioni e i pestaggi contro immigrati e omosessuali. È necessario resistere al clima di barbarie dilagante, ricostruendo pazientemente idealità e progettualità perdute, restituendo speranze per il futuro. È in questa ottica che va ricostruita una sinistra radicata nella società e in sintonia con essa, al cui interno è indispensabile una forza comunista coesa e coerente, vitale e propositiva. Luca Leonardi Capogruppo PRC LA SITUAZIONE (INDECENTE) DELLE VIE MONTE BIANCO, GIUSTI E VERDI Ormai circa 4 anni or sono, diversi cittadini delle vie Monte Bianco, Giusti e Verdi hanno costituito un comitato per sottoporre alla Giunta diversi problemi riguardanti la viabilità in zona, ossia il pericolo per il continuo passaggio di auto ad alta velocità, lo stato indecoroso delle sedi stradali e dei marciapiedi, nonché la mancanza di parcheggi dovuta essenzialmente alla vicinanza del quartiere Lavagna. Tali problematiche furono inoltrate alla Giunta, mediante una petizione sottoscritta da ben 161 cittadini tutti residenti in zona, che le accolse senza riserve, esprimendo formale parere favorevole alle richieste. Ad oggi, però, nessuno di quei problemi è stato neppure affrontato. Lungo le vie Monte Bianco e Giusti, in particolare, l asfalto versa in condizioni indecenti ormai da diversi anni, accrescendo l insicurezza e il senso di abbandono avvertito dai residenti da parte delle istituzioni. Di recente si è provveduto a rinnovare la segnaletica orizzontale altamente degradata e quindi poco visibile (le strisce); peccato che il continuo sbriciolarsi dell asfalto (nel vero senso della parola) e il perseverare della politica del tappa buchi abbia reso questo lavoro inutile: nel giro di poco, ci si è trovati nella situazione iniziale, con conseguente sperpero di denaro pubblico. La Lega Nord ha sollevato la questione in numerose occasioni, ponendo diverse interrogazioni agli assessori e al sindaco e ottenendo la promessa che si sarebbe intervenuti in tempi rapidi. Purtroppo, però, visti i risultati ci vediamo costretti a informare la cittadinanza di questa grave inadempienza, con la speranza che non si debba attendere il periodo delle ormai prossime elezioni amministrative per la risoluzione del problema. Stefano Bellintani Capogruppo Lega Nord

19 AGOSTO IN TASCA 19 NUMERI UTILI EMERGENZE pronto soccorso: 118 Polizia - pronto intervento: 113 Carabinieri- pronto intervento: 112 Vigili del fuoco: 115 ACI soccorso stradale: 116 servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica): centro antiveleni: servizio di medicina veterinaria: segnalazione abbandono animali: Enel - segnalazione guasti: (numero verde) Gas - Italcogim - segnalazione guasti: (numero verde) acqua potabile - segnalazione guasti: (numero verde) Aler - pronto intervento: servizi mortuari per emergenze che riguardano il territorio e l ambiente per intervento urgente della Polizia Locale gestione cimitero: , (sabato e domenica) SANITÀ ASL, via Marzabotto, Corsico: tel servizio informazioni: tel servizio prenotazioni sanitarie: tel (numero verde) ufficio relazioni con il pubblico: tel LE FARMACIE DI TURNO Camera via Pogliani dal 15/08 al 06/09 Tessera via F.lli Rosselli dal 04/08 al 23/08 Roma via Roma dal 10/08 al 17/08 Pasubio via Pasubio dal 01/08 al 17/08 del Giardino via delle Betulle non effettua chiusura S. Spirito via Repubblica dal 15/08 al 15/08 ICI: PROROGATA AL 16 LUGLIO LA SCADENZA È stata prorogata a mercoledì 16 luglio la scadenza per il pagamento della rata di acconto e dell intera annualità dell ICI LE ALIQUOTE IN VIGORE: a) 5,5 per mille per le abitazioni principali censite al catasto fabbricati nelle categorie A/1, A/8 e A/9 (ossia abitazioni di lusso, ville e castelli) per gli immobili locati a uso abitativo, secondo i regimi previsti dalla legge 431/98 b) 7 per mille per tutti gli immobili che non versino nelle condizioni previste alle lettere a) c) 8 per mille per tutti gli immobili ad uso abitativo non locati al 31 dicembre 2007, per i quali non risultino essere stati registrati contratti di locazione da almeno due anni. DETRAZIONE PER ABITAZIONE PRINCIPALE: 104 euro per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale, censite al catasto fabbricati nelle categorie A/1, A/8 e A/9, rapportate al periodo dell anno di proprietà 155 euro per tutti i proprietari di un solo immobile adibito ad abitazione principale, censite al catasto fabbricati nelle categorie A/1, A/8 e A/9 con un reddito ISEE certificato inferiore a euro. Modalità di versamento presso tutte le banche (tramite modello F24 ICI) presso gli sportelli postali con versamento sul c/c n intestato a Comune di Cesano Boscone - Servizio Tesoreria ICI via bancomat durante le ore d ufficio presso l ufficio Entrate del Comune, in via Vespucci 5. Non vanno versati importi inferiori a 2,58 euro. FARMACI A DOMICILIO Telefonando allo la Polizia Locale garantirà, solo in agosto, il servizio di consegna dei farmaci a domicilio per gli anziani o per coloro che hanno, anche solo temporaneamente, limitate capacità motorie. STOP AI DIVIETI DI SOSTA Per tutto il mese di agosto saranno sospesi i divieti di sosta per la pulizia meccanizzata delle strade e dei parcheggi. Ciò nonostante la pulizia del territorio sarà comunque garantita. UFFICI POSTALI L ufficio centrale di via Garibaldi n. 1 - tel , dal 6 al 31 agosto resterà aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore e il sabato, dalle ore 8.30 alle ore L ufficio decentrato di via F.lli Rosselli n. 7/9, tel , osserverà il consueto orario: aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore e il sabato, dalle ore 8.30 alle ore SERVIZIO DI DIFENSORE CIVICO Il difensore civico sarà assente dal 3 al 31 agosto. Riprenderà il servizio sabaro 6 settembre. SPORTELLO MIGRANTI Lo sportello migranti presso la sede comunale di via Vespucci 5 sarà chiuso solo martedì 12 e sabato 19 agosto. VILLA MARAZZI Nel corso del mese di agosto saranno realizzati lavori di restauro nella biblioteca e negli uffici di Villa Marazzi. I cittadini saranno avvisati delle date di chiusura con appositi cartelli.

20

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO

PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO Progetto di ricerca La sicurezza costruiamola insieme Ricerca sull opinione dei cittadini della Provincia di Padova -Rapporto di ricerca - Gennaio 2012 Indice

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni

L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni AIC Contro le povertà, agire insieme L utilità dell approccio sistemico nelle nostre azioni Ottobre 2008 Quaderno n 12 Sommario Introduzione Utilità del metodo sistemico per risolvere un problema ricorrente

Dettagli

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE COSVILUPPO 1 e QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE LORENZO TODESCHINI IMMIGRATI: PROBLEMA O RISORSA? L immigrazione è spesso percepita come fatto negativo e non è facile cambiare mentalità 2 solo di recente

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

Api che vanno, bombi che vengono

Api che vanno, bombi che vengono Unità didattica 7 Piante e Alimentazione Api che vanno, bombi che vengono Durata 1 ora più osservazioni all aperto Materiali - schede di lavoro F24 (se possibile stampata a colori), F25 e F26 - schede

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA Le nostre scuole dell'infanzia, in continuità con le scelte già espresse nel POF, hanno definito, attraverso una riflessione avvenuta in più incontri tra genitori

Dettagli

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico.

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Nocera Torinese ( Cz ) Intervento di Luigi Sbarra Segretario Generale Cisl Calabria. Quando si osservano i dati statistici riguardanti la

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

La dispersione scolastica in Liguria

La dispersione scolastica in Liguria La dispersione scolastica in Liguria Ricerca quali-quantitativa sulla dimensione del rischio e l esperienza della dispersione Presentazione dei risultati Genova 8 novembre 2012 1 Metodologie dell indagine

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

CURRICOLI DELLE ATTIVITA ALTERNATIVE ALLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA. spiga di Lucia somatico e della

CURRICOLI DELLE ATTIVITA ALTERNATIVE ALLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA. spiga di Lucia somatico e della SAPERI OBIETTIVI CONTENUTI STRUMENTI -La carta d identità. -sussidio didattico conoscenza della propria collana I quaderni identità sotto l aspetto spiga di Lucia somatico e della Russo, Cittadinanza e

Dettagli

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione Fare sport: tra tradizione e innovazione Lo sai papa, che quasi mi mettevo a piangere dalla rabbia, quando ti sei arrampicato alla rete di recinzione, urlando contro l arbitro? Io non ti avevo mai visto

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA

EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA Accompagnare i nostri figli nel cammino dell amore di Rosangela Carù QUALE EDUCAZIONE IN FAMIGLIA? Adolescenti Genitori- Educatori Educazione 1. CHI E L ADOLESCENTE?

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: Storia, Cittadinanza e Costituzione DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte Le competenze

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA 2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15. Marketing Operativo e Comunicazione

Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15. Marketing Operativo e Comunicazione Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15 Marketing Operativo e Comunicazione La Mia Casa sull Albero La mia casa sull albero è un iniziativa di Alleanza rivolta alle scuole primarie, nata in collaborazione

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono:

I riferimenti sono che ci pongono degli obiettivi da raggiungere sono: INTRODUZIONE Questo opuscolo nasce dalla volontà dell Amministrazione Comunale di proseguire nelle azioni propositive per il risparmio energetico, e di rivolgere ai cittadini un riferimento per riflettere

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA COMUNICATO STAMPA L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA Per la prima volta a Milano un bando per assegnare la abitazioni a canone calmierato.

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO

MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO 1 Presentazione dei risultati raggiunti da MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO nell ambito del progetto FACCIAMO ENERGIA Progetto promosso e realizzato insieme a GUARDIACIVICA e ARCOCONSUMATORI Realizzato nell'ambito

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010 Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud Università Ca Foscari Venezia, 10 febbraio 2010 Premesse In riferimento all obiettivo di sensibilizzare ed educare allo sviluppo

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

Il «digiuno digitale» per riscoprire il gusto delle relazioni personali

Il «digiuno digitale» per riscoprire il gusto delle relazioni personali COS È Il tempo per noi nasce da una riflessione attorno alla crescente influenza che i nuovi strumenti di comunicazione hanno nella vita di ciascuno di noi, nel cambiamento di abitudini e comportamenti

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato

Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato BARIOLA: Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato dalla Regione Lombardia in attuazione all art. 6 della l. r. 28/2004 Politiche regionali per il

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

Energie nuove per l Italia

Energie nuove per l Italia con le amministrazioni locali per ridurre sprechi e bollette Fare Verde è impegnata da alcuni anni nella promozione di tecnologie e soluzioni per il contenimento dei consumi energetici e la diffusione

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata Accogliente, aperta: magari un po a volte mi chiudo ma solo se sono stata distratta a cedere alla routine del quotidiano, non pecco di presunzione solo mi piace avere la disponibilità ad aprire la mia

Dettagli

Progetto vita indipendente

Progetto vita indipendente Buon giorno io sono Leda mamma di Giulia, una ragazza disabile che ha usufruito del Progetto vita indipendente fornito dalla Cooperativa Primavera 85. Mia figlia ha 24 anni e da sempre mi sono impegnata

Dettagli

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa Convegno Nazionale La Mediazione familiare, una risorsa per genitori e bambini nella separazione Bologna, 1 e 2 dicembre 2006 LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini

Dettagli

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità I nuovi progetti Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità Idea di fondo «Il tema dello sviluppo coincide con quello dell inclusione relazionale di

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Carta dei diritti e delle responsabilità dei genitori in Europa

Carta dei diritti e delle responsabilità dei genitori in Europa Carta dei diritti e delle responsabilità dei genitori in Europa Preambolo aggiornato al 2008 Crescere figli è un segno di speranza. Ciò dimostra che si ha speranza per il futuro e fede nei valori che si

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21 a cura di Roberto Catania L istituzione di nella Provincia di Lecco ha avuto inizio nel 2003 seguendo un percorso che si potrebbe definire tradizionale. Dall istituzione del Forum generale si è passati

Dettagli

IL DISTRETTO PER IL WELFARE E PER LA SUSSIDIARIETA SOCIALE. Insieme, per andare oltre

IL DISTRETTO PER IL WELFARE E PER LA SUSSIDIARIETA SOCIALE. Insieme, per andare oltre IL DISTRETTO PER IL WELFARE E PER LA SUSSIDIARIETA SOCIALE Insieme, per andare oltre 1 Il distretto per il welfare e la sussidiarietà sociale Pubblica Amministrazione nelle sue varie articolazioni Reti

Dettagli

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità di Rossella Sobrero presidente di Koinètica Come cambia la comunicazione in tempo di crisi Le imprese socialmente responsabili sanno affrontare

Dettagli

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Comunicato Stampa FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Ieri sera l incontro con i cittadini cormanesi per parlare di territorio e residenza Cormano,

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità 2012. Documento di sintesi

Bilancio di Sostenibilità 2012. Documento di sintesi Bilancio di Sostenibilità 2012 Documento di sintesi Gruppo SGR 2 Dal 1956 una presenza amica Abbiamo bussato alle porte dei cittadini cinquant anni fa, con discrezione e rispetto. Avevamo qualcosa di utile

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Flussi di cittadini in Italia

Flussi di cittadini in Italia Flussi di cittadini in Italia Il fenomeno dell immigrazione in Italia secondo gli ultimi dati del Ministero del lavoro riguarda più di 4 milioni di stranieri con un incidenza sulla popolazione

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia Obiettivi della serata Presentazione del contesto in cui si inserisce il percorso «Famiglie

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA PRINCIPALI RISULTATI EMERSI Tra le tematiche sociali maggiormente sentite dagli adolescenti vi è prima di tutto il diritto alla vita (37%), sentito ancor di

Dettagli

AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE

AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE CLASSE 4^ A -Soresina AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE FINALITA' Riflettere sulla propria identità - maschio-femmina- per imparare a valorizzare le differenze come un'opportunità

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Info

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

DIFFUSIONE DELLA CULTURA DI PROTEZIONE CIVILE

DIFFUSIONE DELLA CULTURA DI PROTEZIONE CIVILE DIFFUSIONE DELLA CULTURA DI PROTEZIONE CIVILE Corso Base di formazione per allievi Volontari di Protezione Civile Todi 20 maggio 2014 Tecnici ANCI Umbria Protezione Civile CULTURA Il concetto moderno di

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli