COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 25/06/2013. in data

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 25/06/2013. in data"

Transcript

1 COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Scarteddu Ugo DETERMINAZIONE N. in data /06/2013 OGGETTO: Adesione all'accordo di Programma Quadro ANCI-CONAI per il convenzionamento della raccolta e il recupero da rifiuti di imballaggio raccolti in ambito comunale, di cui ai codici CER , , in favore della delegata Società Coop. ECOSANSPERATE P. I.V.A C O P I A

2 IL RESPONSABILE DEL SETTORE Premesso che con Deliberazione di Giunta Comunale n. 165 del , l'amministrazione Comunale ha fornito gli indirizzi per il completamento del processo di accordo privato e autonomo fra Ente e rispettive piattaforme di conferimento dei rifiuti differenziati, per l'avvio a smaltimento e a recupero per tutte le tipologie di rifiuto raccolte nel territorio comunale, ad eccezione della frazione umida e secca; Dato atto che ad oggi, ancora non sono stati definiti diversi accordi diretti tra Ente e rispettive piattaforme autorizzate per l'avvio a recupero delle tipologie di rifiuto come il vetro, l'alluminio e l'acciaio; Dato atto che l'attuale sistema di raccolta di queste tipologie di rifiuto è organizzato prevalentemente con il sistema porta a porta e garantito anche da cassoni situati presso l'ecocentro Comunale appositamente dedicati; Considerato che agevolare il corretto conferimento dei rifiuti da parte dei cittadini, incrementando le frazioni raccolte in modo differenziato da destinare a recupero, migliorano la qualità dei servizi di igiene urbana e la qualità della vita; Considerato che per effetto del CO.NA.I. - Consorzio Nazionale Imballaggi, il Co.Re.Ve. - Consorzio Recupero Vetro, il C.I.AL. Consorzio Imballaggi Alluminio, e il C.N.A. Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio sono i consorzi di filiera che compongono il Sistema CONAI e che operano al suo interno; Considerato che tali Consorzi gestiscono il ritiro dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata comunale e garantiscono l avvio al riciclo di quanto raccolto, alla luce degli Accordi Quadro Anci-Conai, per mezzo di gestori delegati locali, sopratutto per quanto concerne il conferimento del vetro, mediante un ulteriore Accordo di Programma sottoscritto con la R.A.S.; Dato atto che nella Provincia di Cagliari, il gestore di raccolta con la piattaforma di conferimento logisticamente più vicina al territorio comunale sestese, è la Società Coop. ECOSANSPERATE, avente sede legale a San Sperate in via P. La Torre n. 36 e sede operativa a Uta, Z.I. Macchiareddu CASIC 7 strada P. I.V.A ; Preso atto che detta società tratta i seguenti codici CER , , ; Considerato che agevolare il corretto conferimento dei rifiuti da parte dei cittadini, incrementa le frazioni differenziate raccolte da destinare a recupero, migliorando la qualità dei servizi di igiene urbana e il contenimento dei costi; Ritenuto prioritario continuare a perseguire gli obiettivi di raccolta differenziata fissati per legge; Ritenuto dover perseverare sulla riduzione delle quantità di rifiuti da avviare a smaltimento e sul contenimento dei costi; Considerato che dalla trattativa intrapresa dall'assessorato Ambiente con il Settore Ambiente e Servizi Tecnologici, per l'espletamento del servizio non è previsto alcun costo, ma il riconoscimento dei contributi ambientali per le diverse tipologie di rifiuto conferite, per effetto degli Accordi Quadro siglati; Appreso che tale società, adotta soluzioni adeguate alle esigenze dell'amministrazione Comunale e osserva condizioni che soddisfano le indicazioni

3 fornite dall'amministrazione Comunale di cui alla Deliberazione di Giunta Comunale n. 165/2012; Dato atto risulta scaduta la Convenzione per questa tipologie di rifiuto e si ritiene doveroso definire un accordo diretto tra Ente e gestore di raccolta per il loro avvio a recupero; Ritenuto, anche in termini logistici, che si possa accordare l'espletamento del servizio di conferimento per l'avvio a recupero alla summenzionata società di gestione locale delegata; Considerato che, sulla base di quanto disposto con suddetta Deliberazione di Giunta Comunale, necessita dover provvedere a riguardo; Dato atto che il servizio di conferimento per i ritiro dei rifiuti raccolti da avviare a recupero verrà disciplinato mediante apposita Convenzione per mezzo del quale saranno regolate le condizioni tecniche del servizio in oggetto e i rispettivi rapporti economici; Assunti gli indirizzi di quest'amministrazione Comunale; Ritenuto pertanto che si possa considerare favorevolmente la proposta avanzata ritenendola vantaggiosa per l'ente; Dato atto che detto obiettivo risulta tra le priorità del programma di governo dell Amministrazione in carica; Visto lo Schema di Convenzione e lo schema delle deleghe al gestore locale succitato; Richiamata la Deliberazione di Giunta Comunale n. 165 del ; DETERMINA Di affidare, in ossequio alla Deliberazione di Giunta Comunale n. 165/ del 28/08/2012, alla Società Coop. ECOSANSPERATE, avente sede legale a San Sperate in via P. La Torre n. 36 e sede operativa a Uta, Z.I. Macchiareddu CASIC 7 strada P. I.V.A , il conferimento dei rifiuti raccolti di cui ai codici CER CER , , da avviare a recupero presso il proprio impianto autorizzato. Di approvare lo schema di Convenzione, gli schemi delle deleghe e tutti gli allegati. Di dare atto che il rapporto tra l'ente produttore e il gestore locale delegato venga disciplinato mediante apposita Convenzione per mezzo del quale saranno regolate le condizioni tecniche del servizio in oggetto e i rispettivi rapporti economici. IL RESPONSABILE DI SETTORE Ing. Ugo Scarteddu

4 COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari Anno Capitolo Art. N.impegno Sub Descrizione Beneficiario Importo Copia conforme all'originale in carta libera per uso amministrativo. Sestu, L'impiegato incaricato

5 ECOSANSPERATE soc.coop. Albo m.p. P.IVA Tel/Fax Sede Legale San Sperate (CA) - via P.La Torre n. 36 Sede Amm.va Uta (CA) Z.I. Macchiareddu Casic 7 strada CONVENZIONE PER LA MESSA IN RISERVA E RECUPERO DI IMBALLAGGI DI ALLUMINIO L anno duemilaundici il giorno 02 nel mese di gennaio tra le parti: ECOSANSPERATE soc. coop. con sede in San Sperate via Pio La Torre n 36 Partita I.V.A nella persona del Responsabile Amministrativo Sig.Zanda Simona E IL COMUNE DI con sede legale alla via Partita I.V.A. n nella persona dell si conviene e si stipula quanto segue: I. Il conferente, conferirà presso l impianto di cui al successivo punto esclusivamente rifiuti riciclabili, non pericolosi, provenienti dalla raccolta differenziata (alluminio), secondo le classificazioni della normativa vigente o che comunque in futuro regoleranno la materia. II. III. IV. Detti rifiuti verranno conferiti con preavviso di almeno 24 ore, anche a mezzo fax, mediante automezzi di proprietà dei conferenti (o di loro incaricati) regolarmente autorizzati Art. 28 del D.Lgs. 22 del 05/02/97 e successive modificazioni ed integrazioni. I rifiuti in oggetto della presente convenzione saranno accompagnati dal formulario di identificazione del rifiuto in deroga all art. 15 comma 4 del D.L. del 05/02/97 n 22. Il quantitativo dei rifiuti conferito sarà di volta in volta riscontrato mediante pesatura e/o cubatura effettuata dal personale della ECOSANSPERATE soc. coop. in contraddittorio con il personale del conferente stesso o del Gestore R.D. dei rifiuti che conferisce, con successiva annotazione nel formulario di identificazione del rifiuto. Gli automezzi utilizzati per il trasporto degli imballaggi dovranno essere sempre puliti ed efficienti. La ECOSANSPERATE soc.coop. si impegna a ricevere ed eseguire la messa in riserva e il successivo trattamento degli imballaggi nel proprio impianto autorizzato sito nella Zona Industriale Macchiareddu 7 strada Uta. V. La durata della presente convenzione s intende annua e il rinnovo sarà tacito se non subentrerà disdetta a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno da effettuarsi almeno 30 giorni prima della scadenza. VI. Il conferente Comune di è tenuto a comunicare tempestivamente qualsiasi variazione inerente le modalità di raccolta,l attribuzione del servizio a un nuovo gestore,l adesione a consorzi,unioni di comuni,etc che comportino variazioni nell attribuzione della delega. SOTTOSCRITTO LETTO E ACCETTATO ECOSANSPERATE SOC.COOP. IL CONFERENTE IL COMUNE DI

6 ECOSANSPERATE soc.coop. Albo m.p. P.IVA Tel/Fax Sede Legale San Sperate (CA) - via P.La Torre n. 36 Sede Amm.va Uta (CA) Z.I. Macchiareddu Casic 7 strada ALLEGATO 1. IL COMUNE DI conferirà presso l impianto della ECOSANSPERATE soc. coop. gli imballaggi di alluminio provenienti dalla raccolta differenziata, con cessione della relativa delega di cui si allega copia, senza riconoscere alla ECOSANSPERATE soc. coop. alcun compenso in quanto la società ricevente si impegna ad attivare convenzione con il C.I.A.l. 2. Sarà cura della ECOSANSPERATE soc. coop. riconoscere l importo di Kg./ALL non appena il CIAL effettuerà i versamenti, per gli imballaggi di alluminio effettivamente conferito dal IL COMUNE DI 3. Nel caso in cui si verifichino conferimenti contenenti frazioni estranee eccedenti il 3%, le stesse saranno smaltite con oneri a carico del COMUNE DI, previa segnalazione agli Uffici competenti. SOTTOSCRITTO LETTO E ACCETTATO IL CONFERENTE ECOSANSPERATE soc. coop.

7 ECOSANSPERATE soc.coop. Albo m.p. P.IVA Tel/Fax Sede Legale San Sperate (CA) - via P.La Torre n. 36 Sede Amm.va Uta (CA) Z.I. Macchiareddu Casic 7 strada CONVENZIONE PER LA MESSA IN RISERVA E RECUPERO DI IMBALLAGGI DI FERRO DOMESTICO L anno duemiladieci il giorno 02 nel mese di gennaio tra le parti: ECOSANSPERATE soc. coop. con sede in San Sperate via Pio La Torre n 36 Partita I.V.A nella persona del Responsabile Amministrativo Zanda Simona E IL COMUNE DI con sede legale alla Via Partita I.V.A. n nella persona dell Ing. si conviene e si stipula quanto segue: I. Il conferente, conferirà presso l impianto di cui al successivo punto esclusivamente rifiuti riciclabili, non pericolosi, provenienti dalla raccolta differenziata (banda stagnata/imballaggi uso domestico ACC/FE), secondo le classificazioni della normativa vigente o che comunque in futuro regoleranno la materia. II. III. IV. Detti rifiuti verranno conferiti con preavviso di almeno 24 ore, anche a mezzo fax, mediante automezzi di proprietà dei conferenti (o di loro incaricati), regolarmente autorizzati Art. 28 del D.Lgs. 22 del 05/02/97 e successive modificazioni ed integrazioni. I rifiuti in oggetto della presente convenzione saranno accompagnati dal formulario di identificazione del rifiuto in deroga all art. 15 comma 4 del D.L. del 05/02/97 n 22. Il quantitativo dei rifiuti conferito sarà di volta in volta riscontrato mediante pesatura effettuata dal personale della ECOSANSPERATE soc. coop. in contraddittorio con il personale del conferente stesso o del Gestore R.D. dei rifiuti che conferisce, con successiva annotazione nel formulario di identificazione del rifiuto. Gli automezzi utilizzati per il trasporto degli imballaggi dovranno essere sempre puliti ed efficienti. La ECOSANSPERATE soc. coop. si impegna a ricevere ed eseguire la messa in riserva e il successivo trattamento degli imballaggi nel proprio impianto autorizzato sito nel Comune nella Zona Industriale di Macchiareddu 7 strada Uta. V. La durata della presente convenzione s intende annua e il rinnovo sarà tacito se non subentrerà disdetta a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno da effettuarsi almeno 30 giorni prima della scadenza. VI. Il conferente è tenuto a comunicare tempestivamente qualsiasi variazione inerente le modalità di raccolta,il bacino servito,l attribuzione del servizio ad un nuovo gestore,l adesione a consorzi,unioni di comuni etc che comportino variazioni nell attribuzione della delega. IL CONFERENTE IL COMUNE DI SOTTOSCRITTO LETTO E ACCETTATO ECOSANSPERATE soc. coop.

8 ECOSANSPERATE soc.coop. Albo m.p. P.IVA Tel/Fax Sede Legale San Sperate (CA) - via P.La Torre n. 36 Sede Amm.va Uta (CA) Z.I. Macchiareddu Casic 7 strada ALLEGATO 1. IL COMUNE di conferirà presso l impianto della ECOSANSPERATE soc. coop. gli imballaggi di banda stagnata/imballaggi uso domestico, provenienti dalla raccolta differenziata, con cessione della relativa delega di cui si allega copia, senza riconoscere alla ECOSANSPERATE soc. coop. alcun compenso in quanto la società ricevente si impegna ad attivare convenzione con il C.N.A. 2. Sarà cura della ECOSANSPERATE soc. coop. riconoscere l importo di Kg./ACC non appena il CNA effettuerà i versamenti, per gli imballaggi effettivamente conferito dal COMUNE DI. 3. Nel caso in cui si verifichino conferimenti contenenti frazioni estranee eccedenti il 3%, le stesse saranno smaltite con oneri a carico del COMUNE DI previa segnalazione agli Uffici competenti. SOTTOSCRITTO LETTO E ACCETTATO ECOSANSPERATE SOC.COOP IL CONFERENTE

9 DELEGA Spett.le ECOSANSPERATE SOC.COOP.ARL Via Pio La Torre n San Sperate CA p.c., Spett.le CIAL Consorzio Imballaggi Alluminio Via Pompeo Litta n Milano Oggetto: Convenzione per la raccolta differenziata di rifiuti di imballaggi in alluminio. Con la presente Vi autorizziamo a sottoscrivere convenzione con CIAL,la relativa Convenzione in attuazione dell Accordo di Programma Quadro Anci-Conai per la Raccolta ed il Recupero dei Rifiuti di Imballaggio, sottoscritto ai sensi dell art. 224 comma 5 del DLgs 3 aprile 2006, n Vi autorizziamo in particolare a percepire i corrispettivi che Vi verranno erogati dal CIAL a fronte dei relativi servizi ed in particolare a fronte del conferimento allo stesso CIAL dei rifiuti di imballaggio in alluminio raccolti a far data dal 02/01/11, sul territorio dello scrivente Comune. L efficacia della presente delega è subordinata al rispetto da parte Vostra di tutte le condizioni contenute nell Allegato Tecnico, inclusa quella di cui all art.5.6. Pertanto il mancato invio dei dati ivi descritti comporterà di diritto la revoca della presente delega e i corrispettivi saranno riconosciuti direttamente al Comune delegante. Qualora, per qualsivoglia motivo, dovessimo revocare la presente autorizzazione, ci impegniamo a darne tempestiva comunicazione al CIAL che ci legge in copia. Distinti saluti. L'Amministrazione Comunale Timbro e firma

10 DELEGA Spett.le ECOSANSPERATE soc. coop. Via Pio La Torre n San Sperate CNA Consorzio Nazionale Acciaio Via Pirelli n Milano Oggetto: Convenzione per la raccolta differenziata di rifiuti di imballaggi in acciaio Con la presente Vi autorizziamo a sottoscrivere convenzione con il Consorzio nazionale per il riciclo ed il recupero degli imballaggi in acciaio,la relativa Convenzione in attuazione dell Accordo di Programma Quadro Anci-Conai per la Raccolta ed il Recupero dei Rifiuti di Imballaggio, ai sensi dell art.224 comma 5,del D.lgs.152/06. Vi autorizziamo in particolare a percepire i corrispettivi che Vi verranno erogati dal CNA a fronte dei relativi servizi ed in particolare a fronte del conferimento allo stesso CNA dei rifiuti di imballaggio metallici raccolti a far data dal 01/02/11 sul territorio dello scrivente Comune. Qualora, per qualsivoglia motivo, dovessimo revocare la presente autorizzazione, ci impegniamo a darne tempestiva comunicazione al CNA che ci legge in copia. L efficacia della presente delega è subordinata al rispetto da parte del delegato di tutte le condizioni contenute nell Allegato Tecnico,inclusa quella di cui al punto 10. Pertanto il mancato invio dei dati ivi descritti comporterà di diritto la revoca della presente delega e i corrispettivi saranno di conseguenza riconosciuti direttamente al Comune delegante Distinti Saluti L'Amministrazione Comunale Timbro e firma

11 Spett.le ECOSANSPERATE SOC.COOP.ARL Via Pio L a Torre n San Sperate CA Luogo, data E p.c. Spett.le CO.RE.VE. Consorzio Recupero Vetro Via Sardegna, Milano Oggetto: Sottoscrizione Convenzione, Allegato tecnico vetro Accordo Quadro Anci-Conai Con la presente Vi autorizziamo a sottoscrivere con Co.Re.Ve. la relativa Convenzione per l avvio al riciclaggio dei rifiuti di imballaggio in vetro raccolti in modo differenziato nell ambito comunale, in attuazione dell Accordo di Programma Quadro ANCI/CONAI per la Raccolta ed il Recupero dei Rifiuti di Imballaggio. Vi autorizziamo, in particolare, a percepire i corrispettivi che Vi verranno erogati da Co.Re.Ve. a fronte dei relativi servizi e, in particolare, a fronte del conferimento allo stesso Co.Re.Ve. dei rifiuti di imballaggio in vetro raccolti sul territorio dello scrivente Comune a far data dal.. Con la presente Vi autorizziamo, inoltre, a trasferire la presente delega alla società... (indicare la Ragione Sociale) Qualora, per qualsivoglia motivo, dovessimo revocare la presente autorizzazione, ci impegniamo a darne tempestiva comunicazione a Voi e a CO.RE.VE. L efficacia della presente delega è subordinata al rispetto da parte del delegato di tutte le condizioni contenute nell Allegato Tecnico, inclusa quella di cui al punto G della parte seconda. Pertanto il mancato invio dei dati ivi descritti comporterà di diritto la revoca della presente delega e i corrispettivi saranno riconosciuti direttamente al Comune delegante. Distinti saluti. l Amministrazione Comunale timbro e firma

12 ALLEGATO I ELENCO DELLE PIATTAFORME DI CONFERIMENTO INSERITE NEL SISTEMA REGIONALE PER LA PRESA IN CARICO DI RIFIUTI DI IMBALLAGGIO IN VETRO PROVENIENTI DALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA URBANA. Provincia di Cagliari Società Sede legale Indirizzo impianto Soc. Coop. Ecosansperate Via Pio la Torre, 36- S. Sperate Zona industriale Macchiareddu Ditta A.S.A. di Olianas Via San Pietro n 11- Gergei Zona industriale Isili Provincia di Sassari Società Sede legale Indirizzo impianto R.G.M. Recuperi Generali Mediterranei s.r.l. Via Sarra n 28 - Ploaghe Zona Industriale in Comune di Muros GESAM Zona Industriale Truncu Reale Zona Industriale Truncu Reale lotto lotto n 19 in Comune di Sassari n 19 in Comune di Sassari Provincia di Olbia-Tempio Società Sede legale Indirizzo impianto Unione dei Comuni dell Alta Gallura Via G.A. Cannas, 1 Tempio Pausania Zona Industriale Tempio Pausania 1/10

13 ALLEGATO II CONVENZIONE Tra il centro di stoccaggio e messa in riserva di ECOSANSPERATE SOC.COOP.ARL con sede legale in SAN SPERATE VIA PIO LA TORRE N.36, P.I. n di seguito denominato PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO, qui rappresentato da..zanda SIMONA in qualita di legale rappresentante, da una parte, e il COMUNE legale in via, P.I. n, di seguito denominato il CONFERENTE, qui rappresentato dall. in qualità responsabile dell area tecnica, dall altra; PREMESSO che il giorno 15.del mese di Settembre, presso la sede dell Amministrazione Regionale in Cagliari, tra la Regione Autonoma Sardegna e il Consorzio Recupero Vetro CO.RE.VE. è stato sottoscritto un Accordo di Programma ai fini dello sviluppo della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio in vetro e del loro successivo avvio a recupero/riciclaggio, di cui il presente testo costituisce parte integrante, di seguito denominato ACCORDO DI PROGRAMMA; che la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO è compresa nell elenco regionale di cui all ALLEGATO I dell ACCORDO DI PROGRAMMA; che il presente testo, l ALLEGATO I e l ALLEGATO III dell ACCORDO DI PROGRAMMA ne costituiscono parte integrante; che le caratteristiche qualitative che devono essere possedute dai rifiuti di imballaggio in vetro per il ritiro a cura del CO.RE.VE. sono disciplinate dall Allegato Tecnico Imballaggi in Vetro dell Accordo ANCI-CONAI, siglato in data e valido per il periodo , di seguito indicato come ALLEGATO TECNICO; 1/8

14 CONSIDERATO che, nel caso si riscontrino casistiche di superamento della soglia massima di frazioni estranee consentita, è necessario definire nel dettaglio le modalità di applicazione della responsabilità della PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO e del CONFERENTE (Comune o Gestore delegato del Servizio) in merito allo smaltimento e copertura dei costi connessi alla gestione delle frazioni estranee; che si intende procedere, a livello locale, nell ambito di un regime di certezza definito pubblicamente dalla REGIONE AUTONOMA della SARDEGNA; che, preliminarmente alla sottoscrizione della Convenzione per il ritiro dei rifiuti di imballaggio in vetro (di seguito, CONVENZIONE) tra il CO.RE.VE./Aziende consorziate e la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO, dovrà essere indicata la modalità di gestione adottata da ciascun CONFERENTE per ogni Comune, previsto il costo per eventuali operazioni di valorizzazione connesse al conferimento in piattaforma a titolo oneroso, ovvero le modalità di analisi della qualità del materiale in ingresso ed il metodo per la sua determinazione; che dovranno, inoltre, essere specificati gli oneri relativi alle analisi merceologiche da suddividersi tra le parti nonché l impegno della PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO a comunicare al CONFERENTE giorni e orari di conferimento; che il CONFERENTE dovrà adottare adeguati sistemi di raccolta differenziata per mettere a disposizione della PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO dei rifiuti di imballaggio in vetro che soddisfino i requisiti qualitativi definiti nell ALLEGATO TECNICO, fatta salva la facoltà di concordare eventuali operazioni e prestazioni di pre-selezione o altro, previo accordo tra le parti; che, per quanto sopra, il CONFERENTE si impegna ad operare affinché l utenza sia informata in modo esplicito e non equivoco sulle corrette modalità di conferimento (es. sacchi neri) dei materiali inerti diversi dal vetro (piatti, tazzine in ceramica) nonché ad evitare qualsiasi movimentazione del materiale non strettamente necessaria; che, ogni variazione rispetto al sistema di raccolta (esempio: modalità di gestione della raccolta, tipologia dei contenitori e tipologia dei mezzi utilizzati per il loro svuotamento, etc.) descritto nelle premesse e/o nell allegato 3/A dell ALLEGATO TECNICO CONVENZIONE, dovrà essere 2/8

15 preventivamente approvata da CO.RE.VE./aziende consorziate, pena la sospensione della validità della stessa; TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO, SI CONVIENE QUANTO SEGUE: art. 1 (Premessa e definizioni) Il presente Accordo di Programma intende promuovere nel territorio regionale sardo la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio in vetro provenienti da superficie pubblica e facilitarne l avvio al recupero per il successivo riciclo presso le aziende riciclatrici del territorio nazionale. Le premesse, i considerato, i preso atto, costituiscono parte integrante e sostanziale della presente convenzione, di seguito, ADDENDUM. Ai fini del presente ADDENDUM, si intende per : (a) "BACINO DI RACCOLTA": l'area territoriale dell'attività gestionale di cui alla presente convenzione; (b) "CO.RE.VE.": il Consorzio Recupero Vetro CO.RE.VE. istituito ai sensi dell'articolo 40 del Decr. Lgs 5 febbraio 1997, n. 22. con statuto approvato con Decreto 15 luglio 1998 del Ministero dell'ambiente e del Ministero dell Industria ( G.U. del , Serie generale, n. 187); (c) "COMUNI": le pubbliche amministrazioni, ai sensi dell'art. 218, lettera t) del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152; (d) "CONVENZIONATO": soggetto (Comune, Gestore delegato della raccolta, Piattaforma di conferimento) titolare della Convenzione per il ritiro dell imballaggio in vetro disciplinata dall ALLEGATO TECNICO di cui alla successiva lettera g); (e) CONVENZIONE : Convenzione che disciplina modalità di ritiro e corrispettivi per i rifiuti di imballaggio in vetro ai sensi dell ALLEGATO TECNICO di cui alla successiva lettera g); (f) "DECRETO": il Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152, così come successivamente modificato ed integrato; (g) "ALLEGATO TECNICO": l Allegato Tecnico Imballaggi in vetro di cui all Accordo Quadro ANCI CONAI ; 3/8

16 (h) "FRAZIONI ESTRANEE": tutti i rifiuti in materiale diverso dal vetro da imballaggio; (i) (j) "GESTORI": i soggetti delegati dai Comuni che effettuano il servizio di Raccolta differenziata di Rifiuti di imballaggio di vetro; "PARTI": il CONFERENTE e il CONVENZIONATO; (k) "RACCOLTA DIFFERENZIATA MONOMATERIALE : l'operazione di raccolta differenziata di soli imballaggi di vetro; (l) "RECUPERO": le attività previste nell'allegato C) alla Parte IV del DECRETO; (m) "RICICLAGGIO": quanto previsto dall'art. 218, comma 1, lettera l) del DECRETO; (n) "RIFIUTI DI IMBALLAGGIO ": i rifiuti di imballaggio in vetro, ai sensi dell'art. 218, lett. f) del DECRETO; (o) "RIFIUTI URBANI : i rifiuti ai sensi dell'art. 184, comma 2 del DECRETO; (p) "SMALTIMENTO'': le operazioni previste nell allegato B alla Parte IV del DECRETO effettuate sulle frazioni estranee risultanti dalle attività di selezione e riciclaggio; (q) CENTRI DI TRATTAMENTO/VALORIZZAZIONE : gli impianti ove avvengono le operazioni descritte all allegato 1, suballegato 1, punto 2.1.3, lettera b), del D.M e ss.mm.ii.; (r) "PIATTAFORME DI CONFERIMENTO" piattaforme inserite dall'amministrazione Regionale nell'elenco di cui all'allegato I dell'accordo DI PROGRAMMA; (s) CONFERENTE Comuni o loro Gestori del servizio di raccolta differenziata del vetro o soggetto delegato. art. 2 (Obblighi della PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO) La PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO si obbliga a mettere a disposizione del CO.RE.VE., ai sensi della CONVENZIONE, i rifiuti di imballaggio in vetro provenienti dalla raccolta differenziata effettuata dal CONFERENTE. La PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO si obbliga altresì a riconoscere al CONFERENTE i corrispettivi di cui all art. 4. 4/8

17 art. 3 (Obblighi del CONFERENTE) Il CONFERENTE, nel rispetto dei considerato e delle premesse, metterà in atto le forme di controllo e intervento sull'utenza, al fine di garantire elevati standard di qualità del servizio di raccolta e del materiale conferito. In tal senso, il CONFERENTE provvederà alla costante manutenzione delle attrezzature di raccolta, alla loro dislocazione razionalizzata in numero congruo alla densità abitativa nell'ambito comunale, assicurando una frequenza di svuotamento tale da consentire all'utenza il regolare svolgimento del servizio. Ogni variazione rispetto al sistema di raccolta (esempio: modalità di gestione della raccolta, tipologia dei contenitori e tipologia dei mezzi utilizzati per il loro svuotamento, etc.) dovrà essere preventivamente comunicato dal CONFERENTE alla PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO. art. 4 (Corrispettivi) Per quanto previsto dall ACCORDO DI PROGRAMMA, per i rifiuti di imballaggio in vetro consegnati a CO.RE.VE. ai sensi della CONVENZIONE, la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO si obbliga a corrispondere al CONFERENTE gli importi di cui all ALLEGATO TECNICO, detratti eventuali oneri di messa in riserva e preselezione, se necessari. Entro il 30 Aprile di ogni anno la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO farà pervenire alla REGIONE e alla Provincia competente il riepilogo dei flussi di imballaggio in vetro ricevuti dai Comuni e consegnati a CO.RE.VE, riportando le relative fasce qualitative in ingresso e in uscita alla piattaforma. art. 5 (Caratteristiche qualitative) I rifiuti di imballaggio in vetro dalla PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO messi a disposizione delle Aziende riciclatrici/co.re.ve. ai sensi della CONVENZIONE dovranno rispondere alle specifiche tecniche di qualità previste nell ALLEGATO TECNICO. 5/8

18 art. 6 (Contestazione carichi) Qualora nel materiale messo dal CONFERENTE a disposizione della PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO non vengano riscontrate le condizioni previste all art. 5, la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO avrà facoltà di non ritirarlo. In caso di ritiro, la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO potrà provvedere, a propria cura e spese, alla valorizzazione del materiale, allo smaltimento degli scarti da essa derivanti ed alla consegna dei rifiuti di imballaggio in vetro ai sensi della CONVENZIONE; in tal caso: 1. nessun corrispettivo ai sensi dell art.4, verrà riconosciuto al CONFERENTE dalla PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO; 2. la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO comunicherà al CONFERENTE i relativi quantitativi e le caratteristiche qualitative dei rifiuti di imballaggio in vetro consegnati ai sensi della CONVENZIONE. Qualora ricorrano le condizioni di cui sopra, il CONFERENTE potrà richiedere di eseguire, in contraddittorio con la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO, alla eventuale presenza di CO.RE.VE e della Regione Autonoma della Sardegna in qualità di garanti, la verifica qualitativa del materiale con le modalità di cui alla lett. d) parte II dell ALLEGATO TECNICO. art. 7 (Modalità tecniche per l accertamento della percentuale di frazioni estranee) Le analisi campionarie per la quantificazione della percentuale di frazioni estranee, intendendo con ciò tutti i rifiuti in materiale diverso dal vetro da imballaggio, saranno eseguite secondo quanto previsto dall ALLEGATO TECNICO (Allegato 2). art. 8 (Modalità di ritiro del materiale di cui all'art. 3) Il CONFERENTE metterà a disposizione i rifiuti di imballaggio in vetro presso la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO che dovrà avere le caratteristiche prescritte dall ALLEGATO TECNICO (Allegato 1). La PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO e il CONFERENTE concorderanno le modalità ed il programma dei conferimenti attenendosi ai seguenti principi: 6/8

19 1- alla consegna provvederà direttamente il CONFERENTE, salvo diverso accordo tra le Parti; 2- la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO dovrà essere dotata di adeguata pala per la movimentazione del materiale; 3- la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO e il CONFERENTE provvederanno alla compilazione della rispettiva documentazione di accompagnamento del materiale durante il trasporto prevista dalla normativa vigente. art. 9 (Informazione degli utenti) Al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi di raccolta in termini di efficacia, efficienza e qualità, il CO.RE.VE. è disposto a realizzare, in collaborazione con la PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO ed il CONFERENTE, nell ambito del piano di comunicazione del CONAI, attività ed interventi di informazione e sensibilizzazione degli utenti sulla raccolta differenziata degli imballaggi in vetro. art. 10 (Durata) La presente convenzione, o ADDENDUM, vige per lo stesso periodo di validità della CONVENZIONE sottoscritta tra il CONVENZIONATO e il CO.RE.VE. Pertanto, entrerà in vigore il..01/09/ e avrà durata fino al 31/12/2013. art. 11 (Controversie) Ogni controversia derivante dallo svolgimento della presente convenzione detta ADDENDUM sarà sottoposta al giudizio di un collegio arbitrale composto di tre membri, di cui due nominati rispettivamente da ciascuna delle due parti ed il terzo, scelto di comune accordo dai due arbitri, con funzioni di Presidente. In caso di mancato rispetto da parte della PIATTAFORMA DI CONFERIMENTO delle condizioni previste nell ACCORDO DI PROGRAMMA o di quanto previsto dalle norme vigenti, la Regione avrà la facoltà di revocarne il nominativo dall elenco di cui ALLEGATO I dell ACCORDO DI PROGRAMMA. 7/8

20 Il CONFERENTE ECOSANSPERATE SOC.COOP 8/8

21

ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI CELLULOSICI (ACCORDO ANCI - COMIECO)

ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI CELLULOSICI (ACCORDO ANCI - COMIECO) 1. OGGETTO DELL ALLEGATO ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI CELLULOSICI (ACCORDO ANCI - COMIECO) L allegato si riferisce ai rifiuti da imballaggio a base cellulosica primari o comunque conferiti al gestore del

Dettagli

Accordo ANCI-RICREA ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI IN ACCIAIO

Accordo ANCI-RICREA ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI IN ACCIAIO 1. OGGETTO: Accordo ANCI-RICREA ALLEGATO TECNICO IMBALLAGGI IN ACCIAIO Nell ambito dell Accordo Quadro ANCI-CONAI, siglato il 01/04/2014 il presente Allegato Tecnico definisce le modalità di gestione dei

Dettagli

In data.. TRA PREMESSO

In data.. TRA PREMESSO i.e.s. CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO DEI RIFIUTI URBANI, SPECIALI NON PERICOLOSI E PERICOLOSI AI SENSI DEL D.LGS. 03/04/2006 N.152 ARTICOLO 188 COMMA 2 LETTERA C). In data.. TRA AnconAmbiente S.p.A.

Dettagli

- FONDI A DISPOSIZIONE PER L EROGAZIONE DELLE RISORSE.

- FONDI A DISPOSIZIONE PER L EROGAZIONE DELLE RISORSE. Allegato 1 alla Det. Dir. n 387/2015 BANDO Potenziamento della raccolta differenziata e prevenzione e riutilizzo dei rifiuti urbani D.G.R. Lazio 406/2012 risorse anno 2013 e D.G.R. Lazio 547/2014 risorse

Dettagli

SETTORE SERVIZI AL CITTADINO AMBIENTE SVILUPPO ECONOMICO

SETTORE SERVIZI AL CITTADINO AMBIENTE SVILUPPO ECONOMICO Registro Determinazione n. 178 Del 12/12/ /2013 CITTA DI ALCAMO Provincia di Trapani SETTORE SERVIZI AL CITTADINO AMBIENTEE SVILUPPO ECONOMICO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE IMPEGNO DI SPESA N 2298 del 30/12/2013

Dettagli

MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE

MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE ALLEGATO 1.A MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE -------- Dati anagrafici Il sottoscritto. nato a il. residente in via.... n.. cap... del Comune di Prov..... nella qualità di... dell

Dettagli

COMUNE DI USSANA. Area Tecnica

COMUNE DI USSANA. Area Tecnica COMUNE DI USSANA Area Tecnica DETERMINAZIONE N. 269 in data 09/10/2013 OGGETTO: Conferimento frazione umida C.E.R. 200108 all'impianto di compostaggio Villaservice S.p.A. mese SETTEMBRE 2013. Impegno di

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 26/10/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 26/10/2015. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Scarteddu Ugo DETERMINAZIONE N. in data 1600 26/10/2015 OGGETTO: Accertamento per entrate derivanti dalla raccolta dei RAEE. C O P

Dettagli

Verbale di Deliberazione N. 58/2011 della Giunta comunale

Verbale di Deliberazione N. 58/2011 della Giunta comunale COMUNE DI CAMPODENNO PROVINCIA DI TRENTO Verbale di Deliberazione N. 58/2011 della Giunta comunale OGGETTO: Approvazione schema tipo di delega alla Comunità della Val di Non per la sottoscrizione della

Dettagli

Copia di Deliberazione della Giunta Comunale

Copia di Deliberazione della Giunta Comunale CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA Copia di Deliberazione della Giunta Comunale Deliberazione N. 436.. Seduta del 23.09.2014 OGGETTO: DELEGA ALLA DITTA SAP S.R.L. PER LA SOTTOSCRIZIONE DELLE CONVENZIONI

Dettagli

legali rappresentanti degli enti sopra citati, si riuniscono per concordare quanto segue: PREMESSO

legali rappresentanti degli enti sopra citati, si riuniscono per concordare quanto segue: PREMESSO CONVENZIONE tra COMUNE DI OSNAGO, CONSORZIO FARSI PROSSIMO SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. VESTI SOLIDALE COOPERATIVA SOCIALE - O.N.L.U.S. PER IL SERVIZIO SPERIMENTALE DI RECUPERO DEI TELEFONI CELLULARI

Dettagli

CONTRATTO di SERVIZIO tra: COGESA S.p.A. e il Comune di. Trattamento e Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani codice CER 20 03 01 in

CONTRATTO di SERVIZIO tra: COGESA S.p.A. e il Comune di. Trattamento e Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani codice CER 20 03 01 in CONTRATTO di SERVIZIO tra: COGESA S.p.A. e il Comune di OGGETTO: Trattamento e Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani codice CER 20 03 01 in impianto COGESA S.p.A. prodotti nel Comune di. TRA La società COGESA

Dettagli

EUROCORPORATION. All: modulo di contratto + elenco nostre autorizzazioni. Egregi Signori,

EUROCORPORATION. All: modulo di contratto + elenco nostre autorizzazioni. Egregi Signori, Spett. Viale Comune Tel Fax Prot n del 2006 Alla cortese attenzione del Responsabile Oggetto: Presentazione Aziendale per proponimento servizi di smaltimento rifiuti Egregi Signori, con la presente ci

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

CONVENZIONE PER SMALTIMENTO DI BATTERIE AL PIOMBO ESAUSTE

CONVENZIONE PER SMALTIMENTO DI BATTERIE AL PIOMBO ESAUSTE CONVENZIONE PER SMALTIMENTO DI BATTERIE AL PIOMBO ESAUSTE Tra il COMUNE di.. Provincia di.., legalmente rappresentato dal.., in qualità di.. (di seguito denominato COMUNE) ed il Consorzio obbligatorio

Dettagli

RINNOVO PROTOCOLLO D INTESA tra REGIONE PIEMONTE e CONSORZIO NAZIONALE IMBALLAGGI

RINNOVO PROTOCOLLO D INTESA tra REGIONE PIEMONTE e CONSORZIO NAZIONALE IMBALLAGGI RINNOVO PROTOCOLLO D INTESA tra REGIONE PIEMONTE e CONSORZIO NAZIONALE IMBALLAGGI Il CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi, con sede in Roma, Via Tomacelli 132, in persona del Vice Direttore Generale,

Dettagli

CONTRATTO TIPO B ( Contratto )

CONTRATTO TIPO B ( Contratto ) CONTRATTO TIPO B ( Contratto ) TRA - Consorzio Recupero Vetro - CO.RE.VE. (di seguito Co.Re.Ve. ), P.I. n. 05648781002, con sede legale in Roma, Via Barberini 67 e sede operativa in Milano, P.za Giovanni

Dettagli

Rinnovo Accordo Quadro ANCI-CONAI: Allegato Tecnico IMBALLAGGI IN ACCIAIO. Principali Novità

Rinnovo Accordo Quadro ANCI-CONAI: Allegato Tecnico IMBALLAGGI IN ACCIAIO. Principali Novità Rinnovo Accordo Quadro ANCI-CONAI: Allegato Tecnico IMBALLAGGI IN ACCIAIO Principali Novità RICREA: nascita, scopo, obiettivo Il Consorzio Nazionale Acciaio (RICREA) è stato costituito in data 18 novembre

Dettagli

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato SERVIZI COMUNALI S.p.A. CONTRATTO DI SMALTIMENTO Rifiuti solidi urbani e assimilati tra con sede legale in n., codice fiscale e partita I.V.A. n., in persona del Suo Legale Rappresentante sig. (di seguito

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 10/10/2013. in data

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 10/10/2013. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Scarteddu Ugo DETERMINAZIONE N. in data 1986 10/10/2013 OGGETTO: "Servizio di pulizia e spurgo per la manutenzione delle reti fognarie

Dettagli

CONVENZIONE UNICA DI TIROCINIO FORMATIVO TRA

CONVENZIONE UNICA DI TIROCINIO FORMATIVO TRA CONVENZIONE N. CONVENZIONE UNICA DI TIROCINIO FORMATIVO TRA Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12, codice fiscale I.T. 00308780345, d ora in poi denominato soggetto promotore,

Dettagli

Comune di Castenaso Comune di Ozzano nell Emilia Comune di San Lazzaro di Savena

Comune di Castenaso Comune di Ozzano nell Emilia Comune di San Lazzaro di Savena Comune di Castenaso Comune di Ozzano nell Emilia Comune di San Lazzaro di Savena REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI CENTRI DI RACCOLTA E PER L APPLICAZIONE DI AGEVOLAZIONI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 22/10/2013. in data

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 22/10/2013. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Scarteddu Ugo DETERMINAZIONE N. in data 2091 22/10/2013 OGGETTO: Impegno di spesa per inserimento di uno spazio nell'elenco telefonico

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : Settore Tecnico Responsabile: responsabile settore tecnico Tocco Giovanni DETERMINAZIONE N. 331 in data 09/04/2014 OGGETTO: SERVIZIO DI IGIENE URBANA - FRAZIONE UMIDA. RETTIFICA

Dettagli

Il Nuovo Accordo di Programma Quadro ANCI CONAI 2009-2013

Il Nuovo Accordo di Programma Quadro ANCI CONAI 2009-2013 Il Nuovo Accordo di Programma Quadro ANCI CONAI 2009-2013 Luca Piatto Pordenone, 19 novembre 2009 Il nuovo Accordo Quadro ANCI CONAI Gli allegati tecnici: le principali novità Viviamo da un anno nella

Dettagli

Responsabilità estesa dei produttori: il modello nella gestione degli imballaggi. Luca Piatto Responsabile Area Territorio Roma, 15 giugno 2011

Responsabilità estesa dei produttori: il modello nella gestione degli imballaggi. Luca Piatto Responsabile Area Territorio Roma, 15 giugno 2011 Responsabilità estesa dei produttori: il modello nella gestione degli imballaggi Luca Piatto Responsabile Area Territorio Roma, 15 giugno 2011 La gestione degli imballaggi è impostata su due cardini legislativi

Dettagli

Side Agreement Allegato Tecnico Alluminio rev. 0 del 140402 CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER IL RITIRO DI TAPPI IN ALLUMINIO L Associazione Nazionale dei Comuni Italiani di seguito ANCI e il Consorzio

Dettagli

Convenzione per il trattamento e smaltimento dei rifiuti non pericolosi L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di, tra i sottoscritti: -

Convenzione per il trattamento e smaltimento dei rifiuti non pericolosi L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di, tra i sottoscritti: - Convenzione per il trattamento e smaltimento dei rifiuti non pericolosi L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di, tra i sottoscritti: - SICULA TRASPORTI S.R.L., con sede a Catania in Via Antonino

Dettagli

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra COMUNE DI CUNEO SETTORE ELABORAZIONE DATI ED ATTIVITA PRODUTTIVE Via Roma 28, 12100 CUNEO CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra Il Comune di Cuneo,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI COMUNI DI ZOLA PREDOSA E CASALECCHIO DI RENO E PER L ATTRIBUZIONE DI PREMI PER LA RACCOLTA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI COMUNI DI ZOLA PREDOSA E CASALECCHIO DI RENO E PER L ATTRIBUZIONE DI PREMI PER LA RACCOLTA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI COMUNI DI ZOLA PREDOSA E CASALECCHIO DI RENO E PER L ATTRIBUZIONE DI PREMI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI. Approvato

Dettagli

ALLEGATO TECNICO 1B PER IL RECUPERO ENERGETICO DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGIO

ALLEGATO TECNICO 1B PER IL RECUPERO ENERGETICO DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGIO ALLEGATO TECNICO 1B PER IL RECUPERO ENERGETICO DEI RIFIUTI DI IMBALLAGGIO Milano, 23 luglio 2001 1) DETERMINAZIONE QUANTITA' E CORRISPETTIVO. a) Il materiale oggetto del presente allegato viene inteso

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 10/10/2013. in data

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 10/10/2013. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Scarteddu Ugo DETERMINAZIONE N. in data 1985 10/10/2013 OGGETTO: "Servizio di derattizzazione istituti scolastici". Affidamento e

Dettagli

LA DISTRIBUZIONE ENTRA NEL SISTEMA RAEE

LA DISTRIBUZIONE ENTRA NEL SISTEMA RAEE 1 LA DISTRIBUZIONE ENTRA NEL SISTEMA RAEE Protocollo di intesa ANCI CDC RAEE e DISTRIBUZIONE Ing. Fabrizio Longoni Milano, 23 novembre 2010 IL VECCHIO SISTEMA RAEE 2 Cittadini Enti Locali Produttori (attraverso

Dettagli

CAPITOLO 2 - NORMATIVA GENERALE DI RIFERIMENTO

CAPITOLO 2 - NORMATIVA GENERALE DI RIFERIMENTO CAPITOLO 2 - NORMATIVA GENERALE DI RIFERIMENTO La gestione dei rifiuti, dei rifiuti pericolosi, degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggi è disciplinata dal Decreto Legislativo n 22 del 5/02/1997 Attuazione

Dettagli

anche operatori del recupero ed associazioni della filiera cartaria.

anche operatori del recupero ed associazioni della filiera cartaria. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI Carta dei Servizi 3 Premessa Per assicurare il riciclo degli imballaggi, in Italia è operativo un sistema consortile costituito da sei Consorzi di filiera, uno per

Dettagli

COMUNE DI SESTRI LEVANTE Provincia di GENOVA

COMUNE DI SESTRI LEVANTE Provincia di GENOVA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 114 DEL 11 Giugno 2014 L anno duemilaquattordici, addì undici del mese di Giugno, alle ore 15:00 presso la sede municipale di Piazza Matteotti, regolarmente convocata,

Dettagli

C O M U N E D I S A N S I R O Provincia di Como

C O M U N E D I S A N S I R O Provincia di Como C O M U N E D I S A N S I R O Provincia di Como SERVIZIO AMMINISTRATIVO E CONTABILE N. 65 del 27-03-2012 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO PER LA COMPILAZIONE E TRASMISSIONE MODELLO 770 - TRIENNIO FISCALE

Dettagli

Elaborazione dati MUD: l esperienza CiAl

Elaborazione dati MUD: l esperienza CiAl CiAl - Consorzio Imballaggi Alluminio N. Registro I-000492 Elaborazione dati MUD: l esperienza CiAl Gino Schiona, Direttore Generale Milano, 30 gennaio 2008 Network Sviluppo Sostenibile Camera di Commercio

Dettagli

PROPOSTA DI ORDINANZA N. 35 DEL 18/07/2007

PROPOSTA DI ORDINANZA N. 35 DEL 18/07/2007 PROPOSTA DI ORDINANZA N. 35 DEL 18/07/2007 UFFICIO PROPONENTE: U.T.C. SERVIZI AMBIENTALI Servizi Ambientali Oggetto: MODALITA' DI RACCOLTA DEI RIFIUTI INGOMBRANTI E BENI DUREVOLI DI ORIGINE DOMESTICA IL

Dettagli

PROVINCIA DI TERNI SETTORE AMBIENTE E DIFESA DEL SUOLO

PROVINCIA DI TERNI SETTORE AMBIENTE E DIFESA DEL SUOLO PROT. N. 23690 DEL 3 MAGGIO 2012 Oggetto: Art. 208 D.lgs. 152/2006 e s.m.i. GIONTELLA QUINTO EREDI S.A.S DI ANTONIO GIONTELLA & C. Autorizzazione unica per un nuovo impianto di recupero di rifiuti speciali

Dettagli

I vantaggi ambientali, sociali ed economici del recupero degli imballaggi. Presidente CONAI Roberto De Santis Verona, 16 giugno 2015

I vantaggi ambientali, sociali ed economici del recupero degli imballaggi. Presidente CONAI Roberto De Santis Verona, 16 giugno 2015 I vantaggi ambientali, sociali ed economici del recupero degli imballaggi Presidente CONAI Roberto De Santis Verona, 16 giugno 2015 CONAI, il Consorzio Nazionale Imballaggi Riferimenti normativi: D.Lgs

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 31/12/2013. in data

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 31/12/2013. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Scarteddu Ugo DETERMINAZIONE N. in data 2792 31/12/2013 OGGETTO: Proroga dal 01/01/2014 per mesi 3 del servizio di telefonia delle

Dettagli

COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SOCIOASSISTENZIALE, CULTURALE, SCOLASTICO E TRIBUTI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SOCIOASSISTENZIALE, CULTURALE, SCOLASTICO E TRIBUTI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE ORIGINALE COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SOCIOASSISTENZIALE, CULTURALE, SCOLASTICO E TRIBUTI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE REG. N. 53 DEL 30/01/2014 OGGETTO: SERVIZIO DI

Dettagli

DETERMINAZIONE COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI AREA SOCIO-CULTURALE C O P I A

DETERMINAZIONE COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI AREA SOCIO-CULTURALE C O P I A COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI AREA SOCIO-CULTURALE SERVIZIO: DETERMINAZIONE C O P I A N. 647 13 luglio 2015 OGGETTO: PLUS 21 Progetto Home Care Premium 2014. Prestazioni integrative

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 1156 DEL 23/12/2010

DETERMINAZIONE N. 1156 DEL 23/12/2010 COMUNE DI PIOLTELLO Provincia di Milano COPIA DETERMINAZIONE N. 1156 DEL 23/12/2010 SETTORE: SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO: COMUNICAZIONE OGGETTO: MANUTENZIONE E AGGIORNAMENTO PORTALE COMUNALE. IMPEGNO

Dettagli

CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV.

CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV. CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV. 00 FEBBRAIO 2010 Il presente documento è pubblicato sul sito: www.edison.it - Area Fornitori

Dettagli

COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari Via Daga 4, 09040 Selegas (CA) Telefono 070.985828 0707.985343 Fax 070.985785 Sede: Via Daga 4 09040 Selegas tel.: 070.985828 fax: 070.985785 E mail: selegas.ing@tiscali.it

Dettagli

Comune di San Sperate

Comune di San Sperate Comune di San Sperate Provincia di Cagliari web: www.sansperate.net e-mail: protocollo@pec.comune.sansperate.ca.it Proposta N.1042 del 28/10/2015 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SERVIZI MANUTENTIVI

Dettagli

Visto l art. 107 del Testo Unico delle Leggi sull Ordinamento degli Enti Locali,

Visto l art. 107 del Testo Unico delle Leggi sull Ordinamento degli Enti Locali, Controllo Strategico e Direzionale 2015 07136/008 Servizio Controllo Utenze e Contabilità Fornitori CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 689 approvata il 16 dicembre 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Amministrativo SETTORE : Frau Andreina. Responsabile: 266 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 51 NUMERAZIONE GENERALE N.

COMUNE DI SUELLI. Settore Amministrativo SETTORE : Frau Andreina. Responsabile: 266 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 51 NUMERAZIONE GENERALE N. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Amministrativo Frau Andreina NUMERAZIONE GENERALE N. 266 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 51 in data 07/05/2014 OGGETTO: Avvio del procedimento per la formazione

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Politiche Sociali SETTORE : Locci Lucia. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 14/07/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Politiche Sociali SETTORE : Locci Lucia. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 14/07/2015. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Politiche Sociali Locci Lucia DETERMINAZIONE N. in data 1057 14/07/2015 OGGETTO: Azioni di integrazione di determinazione n.777 del dell'entrata derivante dalla

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Spanu Giuseppe. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 31/12/2012. in data

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Spanu Giuseppe. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 31/12/2012. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Spanu Giuseppe DETERMINAZIONE N. in data 2577 31/12/2012 OGGETTO: Servizio per la fornitura di energia per le per per il periodo dal

Dettagli

dichiara di possedere i requisiti di cui all articolo 5 dello Statuto e di appartenere alla seguente categoria e relativa componente:

dichiara di possedere i requisiti di cui all articolo 5 dello Statuto e di appartenere alla seguente categoria e relativa componente: Domanda di adesione Da inviare a: CdA CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.59904315 1 1.1 Ragione Sociale 1.2 Via/Piazza PEC 1.3

Dettagli

OGGETTO: DOMANDA DI PATROCINIO, AGEVOLAZIONE ECONOMICA E/O CONTRIBUTO FINANZIARIO DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O COOPERATIVE SOCIALI SENZA FINE DI LUCRO.

OGGETTO: DOMANDA DI PATROCINIO, AGEVOLAZIONE ECONOMICA E/O CONTRIBUTO FINANZIARIO DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O COOPERATIVE SOCIALI SENZA FINE DI LUCRO. Servizio CULTURA e BIBLIOTECA tel. e fax. 049-706986 e-mail: biblioteca@cadoneghenet.it AL SIGNOR SINDACO ALLA GIUNTA COMUNALE Alla RESPONSABILE 2.a P.O. Fadia Misri COMUNE DI CADONEGHE PIAZZA INSURREZIONE,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA Ottimizzazione della gestione dei rifiuti sanitari

PROTOCOLLO DI INTESA Ottimizzazione della gestione dei rifiuti sanitari ALLEGATO REGIONE ABRUZZO REGIONE ABRUZZO DIREZIONE PARCHI TERRITORIO AMBIENTE ENERGIA SERVIZIO GESTIONE RIFIUTI DIREZIONE SANITA SERVIZIO OSPEDALITA PUBBLICA E PRIVATA LUCRATIVA E NON LUCRATIVA PROTOCOLLO

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI COMPOSTAGGIO DEI RIFIUTI BIODEGRADABILI

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI COMPOSTAGGIO DEI RIFIUTI BIODEGRADABILI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI COMPOSTAGGIO DEI RIFIUTI BIODEGRADABILI Allegato A CRITERI DI ACCETTAZIONE E CONTROLLO DEI RIFIUTI IN INGRESSO pag.1/9 1. Premessa La presente procedura descrive le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA DISCARICA SITA IN LOC. PLANET DI 2a CATEGORIA DI TIPO A PER LO SMALTIMENTO DI RIFIUTI SPECIALI INERTI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA DISCARICA SITA IN LOC. PLANET DI 2a CATEGORIA DI TIPO A PER LO SMALTIMENTO DI RIFIUTI SPECIALI INERTI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA DISCARICA SITA IN LOC. PLANET DI 2a CATEGORIA DI TIPO A PER LO SMALTIMENTO DI RIFIUTI SPECIALI INERTI Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 24 del 14.04.2011

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO PREVISTO DAL PROGRAMMA PER LA FORNITURA DI ATTREZZATURE PER LO SVILUPPO DEI SISTEMI DI RACCOLTA

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO PREVISTO DAL PROGRAMMA PER LA FORNITURA DI ATTREZZATURE PER LO SVILUPPO DEI SISTEMI DI RACCOLTA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO PREVISTO DAL PROGRAMMA PER LA FORNITURA DI ATTREZZATURE PER LO SVILUPPO DEI SISTEMI DI RACCOLTA PREMESSA Il presente regolamento è definito con riferimento all

Dettagli

Servizio di raccolta, trasporto e recupero di indumenti, scarpe ed accessori usati, di provenienza domestica

Servizio di raccolta, trasporto e recupero di indumenti, scarpe ed accessori usati, di provenienza domestica COMUNE DI PUTIFIGARI PROVINCIA DI SASSARI P.zza Boyl n 6/8-07040 PUTIFIGARI (SS) Telefono 079905023 Telefax 079905010 e-mail: utc.putifigari@tiscali.it DISCIPLINARE DI GARA PER Servizio di raccolta, trasporto

Dettagli

Clausole Contrattuali per l Approvvigionamento di Beni e Servizi nell Ambito di Attività Soggette ad Unbundling

Clausole Contrattuali per l Approvvigionamento di Beni e Servizi nell Ambito di Attività Soggette ad Unbundling Pag.: 1 di 7 Clausole Contrattuali per Il presente documento è pubblicato sul sito www.edison.it e www.infrastrutturedg.it REV. DESCRIZIONE DATA 1 Aggiornamento conseguente al cambio denominazione sociale

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA Reg. Gen. n. 351 del 22/07/2015 DETERMINAZIONE N 123 DEL 22.7.2015 CODICE IDENTIFICATIVO GARA (C.I.G.): Z5D1560660 OGGETTO: SERVIZIO DI CONNETTIVITA E SICUREZZA

Dettagli

Spett.le. Via. Egregi Signori, facciamo seguito alle intese intercorse per confermarvi quanto segue. Premesso che:

Spett.le. Via. Egregi Signori, facciamo seguito alle intese intercorse per confermarvi quanto segue. Premesso che: Spett.le. Via Oggetto: Designazione a Responsabile Esterno del trattamento dei Dati Personali ai sensi dell art. 29 D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 (di seguito Codice Privacy ) Egregi Signori, facciamo seguito

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Provincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 130 del 29.06.2012

COMUNE DI SESTU. Provincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 130 del 29.06.2012 COMUNE DI SESTU rovincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 130 del 29.06.2012 COIA Oggetto: Istituzione del servizio sperimentale gratuito di raccolta degli oli commestibili esausti

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI SERVIZIO TECNICO C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 49 del 29/01/2014 del registro generale OGGETTO: DETERMINA A CONTRATTARE PER L'ACQUISIZIONE

Dettagli

Il ruolo del CONAI nella filiera del recupero

Il ruolo del CONAI nella filiera del recupero Il ruolo del CONAI nella filiera del recupero Latina, 28 maggio 2009 Giancarlo Longhi Direttore Generale CONAI Adempimenti nella gestione degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio 1 Prevenire la formazione

Dettagli

DETERMINAZIONE COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI AREA AMMINISTRATIVA C O P I A

DETERMINAZIONE COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI AREA AMMINISTRATIVA C O P I A COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO: DETERMINAZIONE C O P I A N. 556 01 luglio 2014 OGGETTO: Affidamento diretto del servizio di BROKERAGGIO ASSICURATIVO" -

Dettagli

Parere n. 65/2010 Quesiti relativi al servizio di trasporto rifiuti gestito da Consorzio.

Parere n. 65/2010 Quesiti relativi al servizio di trasporto rifiuti gestito da Consorzio. Parere n. 65/2010 Quesiti relativi al servizio di trasporto rifiuti gestito da Consorzio. Vengono posti alcuni quesiti in relazione al servizio di trasporto dei rifiuti. Un Consorzio di Enti Locali, costituito

Dettagli

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO ISOLA ECOLOGICA

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO ISOLA ECOLOGICA REGOLAMENTO ISOLA ECOLOGICA Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n. 144 del 30.05.2002 ad oggetto Approvazione del Regolamento per l utilizzo dell Isola Ecologica, esecutiva ai sensi di legge,

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI - ABRUZZO / NEWSLETTER SITO WEB - SEZIONE GESTIONE RIFIUTI E BONIFICHE

OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI - ABRUZZO / NEWSLETTER SITO WEB - SEZIONE GESTIONE RIFIUTI E BONIFICHE OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI - ABRUZZO / NEWSLETTER SITO WEB - SEZIONE GESTIONE RIFIUTI E BONIFICHE A cura di: ORR - Segreteria tecnico-ammistrativa Informazioni su news, eventi, corsi di formazione,

Dettagli

ALLEGATO 2 PG 05.01 Gestione del servizio pubblico di raccolta

ALLEGATO 2 PG 05.01 Gestione del servizio pubblico di raccolta ALLEGATO 2 PG 05.01 SCOPO La presente procedura ha lo scopo di definire le modalità operative per la gestione dei servizi di raccolta pubblica pianificati da Fiemme Servizi SpA con riferimento alle singole

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : Settore Tecnico Responsabile: responsabile settore tecnico Tocco Giovanni DETERMINAZIONE N. 335 in data 10/04/2014 OGGETTO: AFFIDAMENTO AL CONSORZIO REGIONALE CARTA E CARTONE

Dettagli

COMUNE DI VILLENEUVE

COMUNE DI VILLENEUVE COMUNE DI VILLENEUVE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA DISCARICA SITA IN LOC. CHAMPLONG DESSUS NEL COMUNE DI VILLENEUVE DI 2^ CATEGORIA DI TIPO A PER LO SMALTIMENTO DI RIFIUTI SPECIALI INERTI. Approvato

Dettagli

NUOVE REGOLE IN VIGORE A PARTIRE DAL 1 GIUGNO 2015 PER UTENZE CON PARTITA IVA PRONTUARIO

NUOVE REGOLE IN VIGORE A PARTIRE DAL 1 GIUGNO 2015 PER UTENZE CON PARTITA IVA PRONTUARIO CEM TRASPORTO E CONFERIMENTO DEI RIFIUTI ASSIMILATI AGLI URBANI PRESSO LA PIATTAFORMA ECOLOGICA COMUNALE NUOVE REGOLE IN VIGORE A PARTIRE DAL 1 GIUGNO 2015 PER UTENZE CON PARTITA IVA PRONTUARIO NUMERO

Dettagli

COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo AREA SERVIZI ALLA PERSONA COPIA DETERMINAZIONE N.50/ 15 DEL 31/01/2012 OGGETTO: DETERMINA A CONTRATTARE: GESTIONE DEL SERVIZIO DI BIBLIOTECA COMUNALE E ATTIVITA' CULTURALI

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO E LE IMPRESE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO ETERNIT SUL TERRITORIO COMUNALE

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO E LE IMPRESE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO ETERNIT SUL TERRITORIO COMUNALE CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO E LE IMPRESE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO ETERNIT SUL TERRITORIO COMUNALE Art. 1. Oggetto 1.1 La presente convenzione ha come obiettivo

Dettagli

REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIREZIONE MARITTIMA REGIONALE - PESCARA

REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIREZIONE MARITTIMA REGIONALE - PESCARA ALLEGATO REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE ABRUZZO E MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIREZIONE MARITTIMA REGIONALE - PESCARA COMUNI DI PESCARA - ORTONA - VASTO - GIULIANOVA

Dettagli

C O N V E N Z I O N E

C O N V E N Z I O N E C O N V E N Z I O N E Il Comune di PONTECAGNANO FAIANO (SA), Capofila dell Ambito Territoriale S4, sito in via M.A. Alfani, Legalmente Rappresentato dalla dott.ssa Giovanna Martucciello, nata a Pontecagnano

Dettagli

CIRCOLARE N. 43/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 12 maggio 2008

CIRCOLARE N. 43/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 12 maggio 2008 CIRCOLARE N. 43/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 maggio 2008 OGGETTO: Rifiuti e rottami trattamento fiscale ai fini IVA N. 127-sexiesdecies, della Tabella A Parte III allegata al DPR

Dettagli

STATUTO DI SOCIETA' CONSORTILE PER IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI INDUSTRIALI. Denominazione - Oggetto - Sede - Durata. Art. 1

STATUTO DI SOCIETA' CONSORTILE PER IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI INDUSTRIALI. Denominazione - Oggetto - Sede - Durata. Art. 1 STATUTO DI SOCIETA' CONSORTILE PER IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI INDUSTRIALI Denominazione - Oggetto - Sede - Durata Art. 1 E' costituita una Società a responsabilità limitata denominata:...- s.r.l.. Art.

Dettagli

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa REGOLAMENTO DEI PRESTITI SOCIALI Art. 1 - Definizione dei prestiti sociali 1. I depositi in denaro effettuati da soci esclusivamente per il conseguimento dell oggetto sociale con obbligo di rimborso per

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTIVITA DI VIGILANZA DEGLI ISPETTORI AMBIENTALI DEL CIR33 NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI JESI TRA PREMESSO CHE

CONVENZIONE PER L ATTIVITA DI VIGILANZA DEGLI ISPETTORI AMBIENTALI DEL CIR33 NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI JESI TRA PREMESSO CHE CONVENZIONE PER L ATTIVITA DI VIGILANZA DEGLI ISPETTORI AMBIENTALI DEL CIR33 NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI JESI TRA il CONSORZIO INTERCOMUNALE VALLESINA MISA (di seguito denominato CIR33) con sede a Jesi

Dettagli

L Accordo Quadro Anci-Conai e la valorizzazione dei rifiuti di imballaggio

L Accordo Quadro Anci-Conai e la valorizzazione dei rifiuti di imballaggio Levanto, 9 luglio 2015 L Accordo Quadro Anci-Conai e la valorizzazione dei rifiuti di imballaggio Pierluigi Gorani Area Rapporti con il Territorio Gli imballaggi Una parte del problema 2 La crescita del

Dettagli

OSNAGO. ------------------------------------------------------------------------ Addì. del mese di dell'anno 2010 ( /.../2010)

OSNAGO. ------------------------------------------------------------------------ Addì. del mese di dell'anno 2010 ( /.../2010) CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI AL SERVIZIO DEL COMUNE DI CERNUSCO LOMBARDONE E OSNAGO. ------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007.

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. ALLEGATO 1 Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. L anno il giorno del mese di in Roma, con la presente

Dettagli

MODALITA PER IL RIMBORSO AI GESTORI USCENTI DEGLI IMPORTI EQUIVALENTI AL CORRISPETTIVO UNA TANTUM PER LA COPERTURA DEGLI ONERI DI GARA

MODALITA PER IL RIMBORSO AI GESTORI USCENTI DEGLI IMPORTI EQUIVALENTI AL CORRISPETTIVO UNA TANTUM PER LA COPERTURA DEGLI ONERI DI GARA DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 190/2014/R/GAS MODALITA PER IL RIMBORSO AI GESTORI USCENTI DEGLI IMPORTI EQUIVALENTI AL CORRISPETTIVO UNA TANTUM PER LA COPERTURA DEGLI ONERI DI GARA Documento per la consultazione

Dettagli

COMUNE DI GARLASCO Provincia di Pavia AREA TERRITORIO - UFFICIO ECOLOGIA

COMUNE DI GARLASCO Provincia di Pavia AREA TERRITORIO - UFFICIO ECOLOGIA COMUNE DI GARLASCO Provincia di Pavia AREA TERRITORIO - UFFICIO ECOLOGIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA Approvato con deliberazione di C.C. n. 28 del 22.05.2003 Art. 1 FINALITA

Dettagli

R E G I O N E P U G L I A

R E G I O N E P U G L I A - Visto il decreto legislativo 5 febbraio 1997, n.22 (sostituito dal decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152); - Visto il decreto legislativo 13 gennaio 2003, n.36; - Visto il decreto ministeriale 5 febbraio

Dettagli

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA SETTORE AFFARI GENERALI

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA SETTORE AFFARI GENERALI COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA SETTORE AFFARI GENERALI SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE PROT. 2543 DEL 2/2/2015 l conferimento Il Comune di Bastia Umbra intende procedere per il conferimento degli

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Agenzia delle Entrate DIREZIONE CENTRALE NORMATIVA E CONTENZIOSO Risoluzione del 12/09/2007 n. 248 Oggetto: IVA. - Aliquota applicabile alle prestazioni di raccolta differenziata e conferimento in piattaforma

Dettagli

Gli impianti dedicati alla raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani : modalità realizzative e gestionali.

Gli impianti dedicati alla raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani : modalità realizzative e gestionali. Gli impianti dedicati alla raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani : modalità realizzative e gestionali. Preso atto delle continue modifiche normative del settore e delle richieste di chiarimenti

Dettagli

Il sistema Conai. Raccolta e riciclo. imballaggio nella. Emilia Romagna. Pierluigi Gorani Area Rapporti con il territorio

Il sistema Conai. Raccolta e riciclo. imballaggio nella. Emilia Romagna. Pierluigi Gorani Area Rapporti con il territorio Il sistema Conai. Raccolta e riciclo dei rifiuti di imballaggio nella regione Emilia Romagna Pierluigi Gorani Area Rapporti con il territorio Bologna, 5 febbraio 2010 Il sistema Conai I risultati del quinquennio

Dettagli

AZIENDA Loro Sede SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE RIFIUTI SPECIALI

AZIENDA Loro Sede SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE RIFIUTI SPECIALI Spett.le AZIENDA Loro Sede Trento, 01/02/2016 Oggetto: MUD 2016 - modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2016. Termine per aderire al servizio: 11/03/2016. È stato pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E LA SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE L ARCA AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381 (ESENTE DA BOLLO AI SENSI D.L. 4.12.1997 N. 460

Dettagli

SERVIZIO GESTIONE RIFIUTI - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ATTRAVERSO PROCEDURA COMPETITIVA AD EVIDENZA PUBBLICA. IL CONSIGLIO COMUNALE

SERVIZIO GESTIONE RIFIUTI - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ATTRAVERSO PROCEDURA COMPETITIVA AD EVIDENZA PUBBLICA. IL CONSIGLIO COMUNALE SERVIZIO GESTIONE RIFIUTI - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ATTRAVERSO PROCEDURA COMPETITIVA AD EVIDENZA PUBBLICA. IL CONSIGLIO COMUNALE - - Vista l allegata relazione del Direttore del Settore Qualità Urbana,

Dettagli

COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo AREA AFFARI GENERALI COPIA DETERMINAZIONE N.6/ 2 DEL 09/01/2015 OGGETTO: AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - NR. 5 CASELLE PEC PER

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Spanu Giuseppe. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 31/12/2012. in data

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Spanu Giuseppe. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 31/12/2012. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Spanu Giuseppe DETERMINAZIONE N. in data 2508 31/12/2012 OGGETTO: Impegno di spesa per il noleggio di n. 2 bagni chimici. Affidamento

Dettagli

CONVENZIONE PER L ESPLETAMENTO DEGLI ACCERTAMENTI SANITARI PREVENTIVI E PERIODICI PREVISTI

CONVENZIONE PER L ESPLETAMENTO DEGLI ACCERTAMENTI SANITARI PREVENTIVI E PERIODICI PREVISTI CONVENZIONE PER L ESPLETAMENTO DEGLI ACCERTAMENTI SANITARI PREVENTIVI E PERIODICI PREVISTI DALLA VIGENTE NORMATIVA IN MATERIA DI IGIENE DEL LAVORO (DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81) TRA L AZIENDA

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI PROVENIENTI DA ATTIVITA' AGRICOLE (ai sensi dell art. 206 comma 1 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i.

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI PROVENIENTI DA ATTIVITA' AGRICOLE (ai sensi dell art. 206 comma 1 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i. ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI PROVENIENTI DA ATTIVITA' AGRICOLE (ai sensi dell art. 206 comma 1 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i.) Fra LA PROVINCIA DI VICENZA I SOGGETTI GESTORI DEL CIRCUITO

Dettagli