REGIONANDO 2000 REGIONE EMILIA ROMAGNA AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE REGGIO EMILIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONANDO 2000 REGIONE EMILIA ROMAGNA AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE REGGIO EMILIA"

Transcript

1 REGIONANDO 2000 REGIONE EMILIA ROMAGNA AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE REGGIO EMILIA CURE PRIMARIE E CODICI COLORE: IL SISTEMA CHE GARANTISCE L ACCESSO AI SERVIZI IN RELAZIONE ALLA GRAVITÀ DEI CASI L Azienda USL di Reggio Emilia, su sollecitazione e in stretta collaborazione con la Sezione Provinciale FIMMG e la Cooperativa Medicina Generale di Reggio Emilia, nell ambito della riorganizzazione globale delle Cure Primarie, ha inteso elaborare una campagna informativa rivolta alla popolazione provinciale, sui temi dell accesso ai servizi sanitari erogati da Medici di medicina generale, Pediatri di libera scelta, Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica), Pronto Soccorso, 118. Sulla base dell esperienza consolidata dell accesso ai servizi di emergenza urgenza attraverso l utilizzo di Codici Colore, si è ritenuto utile e coerente ampliare questo criterio metodologico ai servizi sanitari di base per iniziare, insieme ai cittadini, un percorso informativo-educativo che favorisca un approccio più appropriato e consapevole ai servizi e fornisca precise indicazioni circa i diritti-doveri che regolano il rapporto cittadino-servizio sanitario. Si tratta di una campagna informativa abbastanza delicata dal punto di vista comunicativo. Il problema principale è che il cittadino considera l'assistenza medica come diritto fondamentale e, non essendo a conoscenza della complessità organizzativa della struttura assistenziale, tende a mettere in primo piano i propri bisogni senza valutarne la consistenza. Inoltre, la radicata abitudine a delegare al medico anche il più semplice ascolto dei propri piccoli problemi di salute è un comportamento sul quale è molto difficile produrre un cambiamento del "punto di vista". La chiarezza del ruolo dei vari livelli assistenziali e i percorsi per l accesso rappresentano la condizione per il contratto assistenziale tra servizio e cittadino. Ciò è ancora più importante per la popolazione extracomunitaria, particolarmente numerosa sul territorio provinciale: questi, ma anche altri, tendono a semplificare i percorsi individuando come riferimento fondamentale il Pronto Soccorso, con un evidente aumento di accessi impropri. Dato che il successo dell'iniziativa richiede la collaborazione attiva del cittadino, abbiamo sviluppato la strategia della comunicazione su tre livelli motivazionali: Esplicitare con chiarezza i principi fondanti su cui si basa il corretto rapporto cittadino-medico o pediatra di base Chiarire quali sono i requisiti (ed i vantaggi) per un cittadino extracomunitario per la scelta del medico di base rendere visibile l'aspetto negoziale della prima telefonata al medico di famiglia evidenziarne la dimensione vantaggiosa (appuntamenti senza perdite di tempo);

2 sensibilizzare sul tema urgenza, che nel settore assistenziale è una qualità ed una aspettativa da ricercare fortemente e che solo l'aiuto volontario del cittadino può permetterne alti livelli di tempestività. La campagna prevede un timing di diffusione a medio termine (otto-dodici mesi) per permettere l'assimilazione delle nuove informazioni e produrre un cambiamento comportamentale negli assistiti. Inoltre questa campagna deve essere di supporto ad un preciso comportamento dei medici di base, che ovviamente dovranno uniformare le procedure di negoziazione. GLI STRUMENTI E I MEZZI DELLA CAMPAGNA INFORMATIVA: 1. Quattro opuscoli informativi: CODICI COLORE : per ascoltare tutti. Il sistema che garantisce l accesso ai servizi in relazione alla gravità dei casi. Si tratta di un folder che, con una grafica chiara e di facile interpretazione, introduce ai cittadini il concetto di codice colore nell assistenza di base e descrive il significato dei diversi codici. IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE : si tratta di opuscolo di 12 facciate che illustra: i compiti del medico di famiglia, gli orari e le modalità di accesso allo studio, le visite domiciliari, il medico di continuità assistenziale, la prescrizione di farmaci, esami di laboratorio e visite specialistiche e uno spazio per gli orari e i recapiti del medico. Il PEDIATRA DI BASE: si tratta di un opuscolo di 8 facciate che riporta compiti del pediatra, gli orari e le modalità di accesso allo studio, le visite domiciliari, il medico di continuità assistenziale, la prescrizione di farmaci, esami di laboratorio e visite specialistiche, le prestazioni a carico dell assistito e uno spazio per gli orari e i recapiti del medico IL MEDICO DI MEDICO DI MEDICINA GENERALE PER CITTADINI EXTRACOMUNITARI: si tratta di un opuscolo a 24 facciate che riporta in 6 lingue (italiano, inglese, francese, russo, arabo e cinese) i requisiti per scegliere il medico o il pediatra di base. 2. Un espositore che sarà collocato presso i medici, i pediatri, ospedali, CUP,URP, etc. e conterrà i 4 opuscoli sopra descritti. 3. Spot televisivo che presenta una struttura di racconto suddivisa in tre parti: Situazione reale di una prestazione di assistenza (medico che visita un paziente) Informazioni sui Codici Colore (specifica il senso e l'uso dei Codici) Parte pubblicitaria (fornisce le motivazioni dell'intervento sanitario a favore dei Codici Colore) 4. Manifesti per una campagna di affissioni provinciale da suddividere in quattro tempi, ogni due o tre mesi. Un anno di durata della campagna serve a mantene re costante il flusso informativo. 5. Locandine da affiggere nei luoghi di maggiore affluenza di pubblico: accompagnano l'espositore e hanno lo scopo di produrre attenzione al materiale informativo. 6. Annunci televisivi su emittenti locali : da veicolare sulle Tv private presso le quali sono in corso anche programmi di informazione sulla medicina. 7. Campagna informativa sui quotidiani locali. Condotta attraverso articoli, non a pagamento, con interviste a testimonial sia tra gli addetti del settore assistenziale, sia tra gli assistiti.

3 OBIETTIVI Gli obiettivi della campagna sono: 1. Informare il cittadino che una migliore, più oculata e differenziata, richiesta di assistenza può garantire una maggiore organizzazione dei servizi. 2. Sensibilizzare il cittadino al problema "dell'emergenza" del bisogno che le istituzioni ospedaliere intendono privilegiare come criterio d'assistenza: soccorrere meglio ed in tempo utile i cittadini più gravemente colpiti; ridurre disservizi e tempi d'attesa per le richieste di assistenza meno gravi. 3. Rendere noto ed operativo il sistema "Codici Colori" come nuovo strumento comunicativo decisionale volto a migliorare la negoziazione nel primo contatto tra medico e assistito. 4. Rendere consapevole il cittadino che la "prima telefonata" non è solo una generica chiamata di intervento, ma già la prima fase di assistenza. 5. Informare i cittadini extracomunitari in regola con i permessi di soggiorno che hanno diritto ad avere lo stesso trattamento di assistenza sanitaria dei cittadini italiani, limitando al contempo un ricorso improprio al Pronto Soccorso. LO STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGETTO AD OGGI Terminata la fase progettuale e di confronto con i gruppi di lavoro che hanno elaborato i contenuti generali degli opuscoli, siamo ora alla fase di produzione e stampa del materiale. Prevediamo di avere tutto il materiale pronto entro la fine di aprile, di organizzare una giornata di informazione interna all inizio di maggio e di avviare immediatamente dopo la campagna. E prevista una ripresa degli spot e delle affissioni in autunno. LE RISORSE FINANZIARIE E DI PERSONALE CHE SONO STATE ASSEGNATE AL PROGETTO L elaborazione del progetto ha coinvolto, oltre ai professionisti sanitari FIMMG e FIMP, l Ufficio Comunicazione dello Staff alla Direzione Generale e un consulente esterno. L investimento complessivo, completamente sostenuto dall Azienda USL è pari a circa 50 milioni. GLI STRUMENTI PREVISTI PER LA VALUTAZIONE OGGETTIVA DEI RISULTATI DEL PROGETTO Prevediamo di somministrare questionari nei Pronti Soccorso e negli ambulatori dei medici di base per poter periodicamente valutare l impatto della campagna. Indicatori attengono l orientamento della domanda secondo criteri di appropriatezza, oltre al livello di soddisfazione dei cittadini e dei professionisti. E in fase di elaborazione, tra l altro, il risultato di una ricerca qualitativa sui motivi d accesso improprio ai Pronto Soccorso della provincia. Ciò potrà permettere il confronto nel tempo dei mutamenti del comportamento dei cittadini.

4 I SOGGETTI CHE HANNO PARTECIPATO AL PROGETTO La direzione Sanitaria dell AUSL Dr.ssa Mariella Martini tel fax Il segretario provinciale FIMMG e presidente della Cooperativa Medicina Generale Reggio Emilia Dr.Euro Grassi, tel I gruppi di lavoro composti da medici di base e pediatri di libera scelta Il Responsabile dello Staff della Direzione Generale Dr.Franco Prandi, tel fax La Responsabile dell Ufficio Comunicazione dr.ssa Federica Gazzotti tel fax da contattare per qualsiasi informazione Il Consulente esterno Dr.Maurizio Magri tel

5 AZIENDA U N I T À SANITARIA LOCALE REGGIO EMILIA CURE PRIMARIE: MEDICINA GENERALE il Medico di Medicina Generale che Lei ha scelto fa parte del Servizio Sanitario Nazionale ed è convenzionato con l Azienda USL di Reggio Emilia

6 Attraverso la prevenzione e l educazione alla salute, l assistenza domiciliare ambulatoriale con modalità di accesso ben definite (libera, programmata, mista, per patologia e secondo codici-colore), la prescrizione di accertamenti, terapie e riabilitazioni secondo linee guida, profili e prontuari basati su principi scientifici equi, etici e deontologici e, se necessario, consulti con specialisti, il Suo Medico di Medicina Generale opererà per mantenere in buona salute Lei e la Sua famiglia. Questo obiettivo sarà raggiunto tanto più facilmente quanto più si instaurerà un rapporto di conoscenza, fiducia e collaborazione reciproca tra Lei, i Suoi familiari e il Medico di Medicina Generale scelto.

7 Compiti del Medico di Medicina Generale Il Medico di Medicina Generale assicura i seguenti compiti: prevenzione individuale e su gruppi (rischi oncologici, metabolici, cardiovascolari, etc.), educazione sanitaria e di promozione della salute (alcolismo, droghe, attività motoria, pianificazione familiare, rischio alimentare, etc.) per la diagnosi precoce e la identificazione dei comportamenti a rischio, del disagio psicologico e relazionale; visite ambulatoriali e domiciliari a scopo diagnostico-terapeutico-riabilitativo per malattie acute e cronico-degenerative ai Cittadini/utenti di età superiore ai sei anni (0-6 in assenza di Pediatri di Libera Scelta), assistenza ambulatoriale programmata per le patologie a carattere sociale (diabete mellito, asma, ipertensione,...); consulti con gli specialisti ed accesso anche negli ambienti di ricovero; assistenza domiciliare programmata ed integrata agli ammalati cronici, ammalati terminali, non autosufficienti, in modo coordinato, come Responsabile Terapeutico, con l équipes dei Servizi Infermieristico Domiciliare e Sociale; segue...

8 segue dalla 3 a pag. assistenza programmata ed integrata nelle strutture protette; assistenza sanitaria a tossicodipendenti, malati mentali, persone affette da AIDS, in rapporto con i Servizi dell Azienda USL e dell Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova; prescrizione di esami strumentali e di laboratorio secondo profili; prescrizione di visite specialistiche diagnostiche riabilitative e cure termali secondo linee guida; prescrizioni terapeutiche secondo linee guida internazionali e prontuari locali elaborati in base a principi di equità, eticità e deontologia; profilassi individuale e collettiva (es.: vaccinazioni), secondo accordi e programmi concordati; prestazioni aggiuntive gratuite previste dalla normativa contrattuale nazionale e integrativa regionale e aziendale (es.: medicazioni, suture, fleboclisi, ECG...) od a pagamento; certificazioni obbligatorie gratuite per legge e certificazioni non obbligatorie a pagamento; attività di ricerca epidemiologica, di verifica di qualità ed elaborazione di linee guida, profili, prontuari per il miglioramento globale dell assistenza; segue...

9 segue dalla 4 a pag. sperimentazione di iniziative di Telematica, Sanity Card e di associazionismo medico; management delle cure primarie e monitoraggio dei livelli assistenziali distrettuali, di quelli di spesa programmata e della corretta rispondenza quali-quantitativa-temporale delle cure secondarie, rispetto alle reali necessità della popolazione assistita; Il l Medico di Medicina Generale, inoltre, tiene ed aggiorna periodicamente una scheda individuale, cartacea od informatizzata, per ciascuno dei suoi assistiti, a suo esclusivo uso.

10 Lo studio: orari e modalità di accesso Lo studio del Medico di Medicina Generale è una struttura privata convenzionata con l Azienda USL di Reggio Emilia; è aperto 5 giorni la settimana con un giorno feriale di chiusura preferibilmente il sabato, ed è chiuso nei giorni festivi. Nei prefestivi infrasettimanali lo studio rimane aperto solo se l orario fissato abitualmente è previsto prima delle 14. L orario di apertura, autonomamente determinato dal Medico di Medicina Generale ma congruo al numero di assistiti, è esposto nella sala d attesa dello studio. Il Medico di Medicina Generale, al di fuori degli obblighi e dei compiti previsti nella convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale, può svolgere attività di libera professione. Le visite ambulatoriali vengono di norma effettuate preferibilmente secondo codici colore, per appuntamento o con sistema misto, salvo eventuali urgenze. I Medici di Medicina Generale associati in Cooperativa hanno aderito a rendersi disponibili, secondo accordi aziendali, per segue...

11 segue dalla 5 a pag. visite ambulatoriali urgenti di assistiti di altri Medici associati operativamente contigui nel rispettivo Distretto AUSL Reggio Emilia. Il Medico di Medicina generale può essere impegnato in attività che non sono a diretto contatto con il paziente, ma che sono necessarie e importanti per fornire una valida assistenza: studio ed aggiornamento professionale, obbligatorio e facoltativo, consulto di colleghi sui casi clinici, incontri con altre figure che si occupano di infanzia quali insegnanti, psicologi, assistenti sociali, riunioni con altro personale dell Azienda USL ed attività burocratiche. L assistenza sanitaria è garantita durante tutto l anno; in caso di assenza del Suo Medico di Medicina Generale, sarà un Medico sostituto a prendersi cura di Lei e della Sua famiglia.

12 Visite domiciliari Il Suo Medico di Medicina Generale opera dalle ore 8 alle ore 20 di tutti i giorni feriali; il sabato e i giorni prefestivi il Medico di Medicina Generale effettuerà solo le richieste di visite domiciliari recepite entro le ore 10. Le visite domiciliari vengono effettuate solo per pazienti non trasportabili e secondo appositi codici colore: vanno richieste entro le ore 10 del mattino affinchè possano essere svolte in giornata; quelle richieste dopo le ore 10 saranno eseguite entro le ore 12 del giorno feriale successivo. I Medici di Medicina Generale associati in Cooperativa hanno aderito a rendersi disponibili, secondo accordi aziendali, per visite domiciliari urgenti richieste da assistiti di altri MMG associati operativamente contigui nel rispettivo Distretto AUSL Reggio Emilia.

13 Medico di continuità assistenziale (ex Guardia Medica) Il Medico di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) agisce dalle 20 alle 8 di tutte le notti e dalle 14 del sabato o del prefestivo sino alle 8 del giorno feriale successivo, solo e unicamente per le urgenze domiciliari e non può fare ambulatorio e semplici rinnovi di ricette. Effettua prestazioni domiciliari e territoriali urgenti e in questo ambito prescrive i farmaci indispensabili e rilascia certificazioni di inabilità lavorativa sino ad un massimo di 3 giorni. Il Medico di Continuità Assistenziale redige sempre un modulo informativo esauriente per il Medico di Medicina Generale o la struttura sanitaria in caso di ricovero. Nel caso di dimissioni ospedaliere durante il periodo coperto dalla Continuità Assistenziale, la prescrizione terapeutica deve essere effettuata sempre e direttamente dal Medico Ospedaliero del Reparto dimettente.

14 Prescrizioni di farmaci, esami di laboratorio e visite specialistiche Il Medico di Medicina Generale prescriverà, anche sulla base di eque ed etiche linee guida internazionali-locali, profili e prontuari, i farmaci, gli esami di laboratorio, le riabilitazioni, le visite specialistiche ed i ricoveri che, secondo scienza, coscienza e deontologia, riterrà necessari per la tutela della Sua salute: il suo contratto con il Servizio Sanitario Nazionale prevede che sia lui stesso a decidere autonomamente le iniziative diagnostiche e terapeutiche necessarie, nelle varie situazioni che potranno presentarsi. Lo specialista attivato dal Medico di Medicina Generale per un quesito diagnostico, è tenuto a prescrivere direttamente su ricettario SSN e, quindi, senza rinvio del paziente al Medico curante, tutti gli ulteriori accertamenti necessari a risolverlo, dandone comunicazione finale al Medico di Medicina Generale. segue...

15 segue dalla 10 a pag. In fase di dimissione, nei periodi festiviprefestivi (cioé nelle fasce orarie in cui non è possibile per il cittadino rivolgersi al proprio medico di medicina generale), il medico ospedaliero, oltre alla consegna di una adeguata, comprensibile ed esauriente lettera al Medico curante, è tenuto a ricettare direttamente gli eventuali farmaci prescritti ed a prescrivere anche gli eventuali controlli od accertamenti da compiere nell immediato periodo post-dimissione. Ogni Medico si assume personalmente le responsabilità non solo professionali ma anche penali delle sue prescrizioni: pertanto il Suo Medico di Medicina Generale, proprio per la sua particolare conoscenza globale e prolungata dei Suoi problemi sanitari, non è affatto obbligato, nell interesse della Sua salute complessiva, a trascrivele sul ricettario regionale le prescrizioni di altri Medici, anche se specialisti pubblici o privati, da lui non condivise od extra Prontuari, Linee guida, Note CUF.

16 AZIENDA U N I T À SANITARIA LOCALE REGGIO EMILIA CURE PRIMARIE: MEDICINA GENERALE Gli orari di ambulatorio e i recapiti del vostro Medico di Medicina Generale Realizzato con la collaborazione di FIMMG Sezione Provinciale e Cooperativa Medicina Generale - Reggio Emilia

17 AZIENDA U N I T À SANITARIA LOCALE REGGIO EMILIA CURE PRIMARIE: PEDIATRA DI BASE Gentili genitori, il Pediatra che avete scelto per vostro figlio fa parte del Servizio Sanitario Nazionale ed è convenzionato con l Azienda U.S.L. di Reggio Emilia

18 Attraverso visite periodiche di controllo (bilanci di salute), screening, visite mediche, prescrizioni di esami di laboratorio, consulto con altri specialisti il Vostro Pediatra di base opererà per mantenere in buona salute Vostro figlio, fino al compimento dei 14 anni. Questo obiettivo sarà raggiunto tanto più facilmente quanto più si instaurerà un rapporto di conoscenza e fiducia reciproca tra Voi ed il Vostro Pediatra.

19 Compiti del Pediatra di base Il Pediatra di base effettua gratuitamente per i bambini iscritti nell elenco dei suoi assistiti: Prevenzione individuale ed educazione sanitaria attraverso i bilanci di salute a età-filtro. Visite ambulatoriali e domiciliari per patologie acute e croniche. Prescrizione di farmaci, di esami strumentali e di laboratorio. Consulti con gli specialisti e con altri operatori che si occupano di infanzia, adolescenza ed accesso negli ambienti di ricovero. Prescrizione di visite specialistiche e cure termali. Certificati di malattia del bambino (per chiedere l astensione dal lavoro del genitore). Certificati di idoneità all attività sportiva nell ambito scolastico a seguito di richiesta scritta della scuola dell obbligo. Certificati obbligatori per legge, per la riammissione a scuola ed al nido. Sperimentazione di nuove forme di collaborazione professionale per una migliore assistenza: medicina di gruppo, associazionismo. Attività di ricerca epidemiologica. Il Pediatra di base inoltre aggiorna periodicamente una cartella sanitaria, cartacea o informatizzata per ciascuno dei suoi assistiti.

20 Lo studio: orari e modalità di accesso Lo studio del Pediatra di base è una struttura privata convenzionata con l Azienda U.S.L. di Reggio Emilia; è aperto 5 giorni la settimana e rimane chiuso nei giorni festivi. Nei prefestivi infrasettimanali lo studio rimane aperto solo se l orario fissato abitualmente é previsto prima delle 14. L orario di apertura è esposto nella sala d attesa dello studio. Le visite ambulatoriali vengono di norma effettuate per appuntamento o con sistema misto, salvo eventuali urgenze, per le quali è consigliabile in ogni caso contattare il Pediatra prima di portare il bambino in studio. Il Pediatra presta assistenza a centinaia di altri bambini come Vostro figlio; ha perciò la necessità di organizzare il lavoro in modo da poter soddisfare tutte le richieste anche nei momenti critici di epidemia (quando è costretto a rispondere a molte telefonate ed effettuare molte visite). Per questo motivo è importante che i genitori dei suoi piccoli pazienti seguano un comportamento corretto e cerchino di non affollare lo studio senza preavviso. Il Pediatra può inoltre essere impegnato in attività che non sono a diretto contatto con il paziente, ma che sono necessarie e importanti per fornire una valida assistenza: studio ed aggiornamento professionale, consulto di colleghi sui casi clinici, incontri con altre figure che si occupano di infanzia quali insegnanti, psicologi, assistenti sociali, riunioni con altro personale dell Azienda U.S.L. e attività burocratiche. Il Pediatra al di fuori degli obblighi e dei compiti previsti nella convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale può svolgere attività di libera professione. L assistenza sanitaria è garantita durante tutto l anno; in caso di assenza del Vostro Pediatra, sarà un sostituto a prendersi cura di Vostro figlio.

21 Visite domiciliari Il Vostro Pediatra di base effettua, quando lo ritiene necessario per il bambino, anche visite domiciliari, senza spesa aggiuntiva da parte dei genitori. Le visite domiciliari concordate entro le ore 10 del mattino saranno eseguite nella giornata, le altre saranno eseguite entro le ore 12 del giorno successivo. Il sabato ed i giorni prefestivi il Pediatra effettuerà le visite domiciliari concordate entro le ore 10. La chiamata urgente, recepita, sarà soddisfatta nel più breve tempo possibile. La necessità della visita domiciliare sarà valutata caso per caso dal Vostro Pediatra. Un bambino con la febbre, ad esempio, non corre alcun rischio ad essere trasportato e per lui potrebbe essere vantaggiosa una visita accurata nello studio del Pediatra, dove sono disponibili strumenti diagnostici non utilizzabili a domicilio. Medico di continuità assistenziale Durante la notte (dalle ore 20 alle ore 8), dalle ore 14 dei giorni prefestivi e durante i giorni festivi, l assistenza viene garantita dal Medico di continuità assistenziale (ex Guardia Medica).

22 Prescrizioni di farmaci, esami di laboratorio e visite specialistiche Il Pediatra di base è un medico specializzato nella cura dei bambini. Prescriverà a Vostro figlio i farmaci, gli esami di laboratorio e le visite specialistiche che, secondo scienza e coscienza, riterrà necessari per la tutela della sua salute: il suo contratto con il Servizio Sanitario Nazionale prevede che sia lui stesso a decidere autonomamente le iniziative diagnostiche e terapeutiche necessarie, nelle varie situazioni che potranno presentarsi. Ogni medico si assume personalmente le responsabilità delle sue prescrizioni: pertanto il Vostro Pediatra non è obbligato a trascrivere sul ricettario regionale prescrizioni di altri medici da lui non condivise, nell interesse della salute del paziente. Vaccinazioni Nella nostra Provincia il Dipartimento Materno- Infantile provvede alla vaccinazione dei Vostri bambini e ciò viene effettuato in collaborazione con i Pediatri di base, per assicurare le migliori condizioni vaccinali per la salute dei singoli e della collettività.

23 Prestazioni a carico dell assistito Il Pediatra di base può effettuare a pagamento (secondo tariffe previste dall Ordine dei Medici) tutte le prestazioni che non sono previste nel suo contratto con il Servizio Sanitario Nazionale, ed in particolare: Tutte le visite, le prescrizioni, i certificati ai bambini NON iscritti nell elenco dei suoi assistiti. Visite richieste per bambini che occasionalmente si trovino fuori dal Comune di residenza (con tariffe speciali stabilite dalla convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale). Certificati per lo sport. Certificati richiesti dalle assicurazioni. Certificati in genere, che non siano compresi nell elenco riportato nel paragrafo precedente. Vaccinazioni facoltative. Queste norme derivano dalla Convenzione per la Pediatria di base, in vigore attualmente.

24 AZIENDA U N I T À SANITARIA LOCALE REGGIO EMILIA CURE PRIMARIE: PEDIATRA DI BASE Gli orari di ambulatorio e i recapiti del vostro pediatra Realizzato con la collaborazione di FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) Sezione Provinciale di Reggio Emilia

25

26

27

MEDICI DI MEDICINA GENERALE, PEDIATRI DI LIBERA SCELTA, MEDICI DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE

MEDICI DI MEDICINA GENERALE, PEDIATRI DI LIBERA SCELTA, MEDICI DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE MEDICI DI MEDICINA GENERALE, PEDIATRI DI LIBERA SCELTA, MEDICI DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE Area cure primarie 1/8 Premessa I Medici di Medicina Generale e i Pediatri di libera scelta (comunemente definiti

Dettagli

Ruolo del Medico nell Assistenza Sanitaria di base. Prof. A. Mistretta

Ruolo del Medico nell Assistenza Sanitaria di base. Prof. A. Mistretta Ruolo del Medico nell Assistenza Sanitaria di base Prof. A. Mistretta Il medico di medicina generale (MMG) Garantisce l assistenza sanitaria Si assicura di promuovere e salvaguardare la salute in un rapporto

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Dottoressa Paola Maria Pani Vico I S.M.Chiara -Pirri- Cagliari

CARTA DEI SERVIZI. Dottoressa Paola Maria Pani Vico I S.M.Chiara -Pirri- Cagliari CARTA DEI SERVIZI Dottoressa Paola Maria Pani Vico I S.M.Chiara -Pirri- Cagliari Tel.070524014-3285326909 Il pediatra che avete scelto per vostro figlio è un medico specialista in Pediatria convenzionato

Dettagli

CARTA SERVIZI PER LA PEDIATRIA DI FAMIGLIA

CARTA SERVIZI PER LA PEDIATRIA DI FAMIGLIA CARTA SERVIZI PER LA PEDIATRIA DI FAMIGLIA Dott. Claudia Mognaschi Via S. Cristoforo, 44-21047 SARONNO Tel. 3663819473 / 0296702270 - Fax 0287153169 e-mail: cmognaschi@alice.it (Ultimo aggiornamento 18.03.2014,

Dettagli

Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050. Carta dei servizi

Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050. Carta dei servizi Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050 Carta dei servizi INFORMAZIONI GENERALI Scopo di questa Carta dei servizi è quello di offrire le informazioni per

Dettagli

I MEDICI DI MEDICINA GENERALE DI PROVAGLIO D ISEO CARTA DEI SERVIZI

I MEDICI DI MEDICINA GENERALE DI PROVAGLIO D ISEO CARTA DEI SERVIZI I MEDICI DI MEDICINA GENERALE DI PROVAGLIO D ISEO CARTA DEI SERVIZI La Repubblica Italiana tutela la salute, come fondamentale diritto dell individuo ed interesse della collettività. La tutela della salute

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Dott. Sandro Paoletti. Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262

CARTA DEI SERVIZI. Dott. Sandro Paoletti. Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262 CARTA DEI SERVIZI Dott. Sandro Paoletti Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262 Il pediatra che avete scelto per vostro figlio è un medico specialista in Pediatria convenzionato

Dettagli

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale Introduzione Reggio Emilia, 19 e 26 maggio 2010 Riferimenti normativi Accordo Collettivo Nazionale

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA. Il tuo Pediatra

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA. Il tuo Pediatra AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA Il tuo Pediatra Il tuo Pediatra Gentili Genitori, abbiamo realizzato questa guida Il tuo Pediatra per presentare in modo semplice e comprensibile l

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA GENERALE e CONTINUITA ASSISTENZIALE

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA GENERALE e CONTINUITA ASSISTENZIALE Area Cure Primarie e Continuità Assistenziale Direttore Dott.ssa Daniela Sgroi Via Casal Bernocchi, 73 00125 Roma Tel. 0656487-423/405/406 Fax 06 56487424 e-mail: daniela.sgroi@aslromad.it CARTA DEI SERVIZI

Dettagli

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate)

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) 09/2009 CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

Dettagli

Associazione Pediatrica in Rete IL TUO PEDIATRA.NET Carta dei servizi

Associazione Pediatrica in Rete IL TUO PEDIATRA.NET Carta dei servizi Associazione Pediatrica in Rete IL TUO PEDIATRA.NET Carta dei servizi Cari genitori, Secondo quanto previsto dall Accordo Collettivo Nazionale per la Pediatria di Libera Scelta, i pediatri dott.ssa Isetta

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO ------------------------

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO ------------------------ CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO ------------------------ Dott. Benvenuto Maria Nicoletta Specialista in: Anestesia e rianimazione Dott. Borzone Stefano Specialista in:gastroenterologia ed endoscopia

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI BASE

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI BASE CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI BASE IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE Il medico di medicina generale è il tutore della salute dei suoi assistiti. Egli opera all interno del Sistema Sanitario Nazionale

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO. Dr. MARCO MARI Specialista in Medicina Interna. Dr. ENA PORCELLA Specialista in Endocrinologia Dr.

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO. Dr. MARCO MARI Specialista in Medicina Interna. Dr. ENA PORCELLA Specialista in Endocrinologia Dr. CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO Dr. MARCO MARI Specialista in Medicina Interna Dr. ANGELO B. MASSUCCO Specialista in Pneumologia Dr. ENA PORCELLA Specialista in Endocrinologia Dr. FRANCO SIVORI Sede

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE X ------------------------

CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE X ------------------------ CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE X ------------------------ Dr. FATI FRANCO Sede studio: Piazza Caprera 2\3 SML e-mail: fatif@libero.it Telefono fisso: 0185283645

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base

Dettagli

Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI

Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Bruno FRANCHINI Dr.Marina PALEARI Dr.Vincenzo VALESI MEDICINA DI GRUPPO SAN DAMIANO 4 NOVEMBRE 12 - BRUGHERIO IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE ha il

Dettagli

Il miglioramento delle cure urgenti

Il miglioramento delle cure urgenti Ogni anno più di 1 milione e 700 mila cittadini in Emilia-Romagna si rivolgono al pronto soccorso quando hanno un problema sanitario. È un numero che tende a crescere costantemente determinando spesso

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO X MEDICINA IN RETE ------------------------ INFORMAZIONI GENERALI

CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO X MEDICINA IN RETE ------------------------ INFORMAZIONI GENERALI CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO X MEDICINA IN RETE ------------------------ Dr. COGORNO Stefano Dr. DAPELO Federico Dr. LAMBRUSCHINI Mario Dr. ROTTOLA Cristina Dr. SANNAZZARI

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e l Agenas Campagna informativa Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza Contenuti informativi Pagina 1 di 9 L accesso all informazione favorisce

Dettagli

La CARTA dei SERVIZI. del Medico di Medicina Generale

La CARTA dei SERVIZI. del Medico di Medicina Generale La CARTA dei SERVIZI del Medico di Medicina Generale Caro Cittadino, questa breve Carta dei Servizi è stata preparata per fornirti tutte le informazioni utili a garantire, tra te assistito e il tuo medico,

Dettagli

L assistenza garantita dal medico di famiglia: tutte le novità per il prossimo triennio

L assistenza garantita dal medico di famiglia: tutte le novità per il prossimo triennio Conferenza Stampa L assistenza garantita dal medico di famiglia: tutte le novità per il prossimo triennio Presentazione dell Accordo Locale 2012/2014 tra l Azienda USL di Parma e le Organizzazioni Sindacali

Dettagli

ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO. Ministero della Salute

ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO. Ministero della Salute ESSERE AIUTA IL PRONTO SOCCORSO Ministero della Salute Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e l Agenas Campagna informativa Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza ESSERE AIUTA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Forma Associativa di Medicina in Rete RETE MEDICA. Medici Associati. Dott. GIANCARLO GHIDONI (cod. reg. 12095) Tel.

CARTA DEI SERVIZI. Forma Associativa di Medicina in Rete RETE MEDICA. Medici Associati. Dott. GIANCARLO GHIDONI (cod. reg. 12095) Tel. CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete RETE MEDICA Medici Associati Dott. GIANCARLO GHIDONI (cod. reg. 12095) Tel. 0377 87709 Dott. STEFANO MARASCHI (cod. reg. 10449) Tel. 0377 987149

Dettagli

)$6,'(/352*(772. &RVWLWX]LRQHGLXQJUXSSRGLSLORWDJJLR aziendale e nomina in ogni sede di sperimentazione di

)$6,'(/352*(772. &RVWLWX]LRQHGLXQJUXSSRGLSLORWDJJLR aziendale e nomina in ogni sede di sperimentazione di /$1829$25*$1,==$=,21($0%8/$725,$/( 1(// $=,(1'$86/',)(55$5$ L attività specialistica ambulatoriale nell Azienda USL di Ferrara è una delle principali attività d assistenza sanitaria che impegna oltre il

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE x ------------------------

CARTA DEI SERVIZI. STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE x ------------------------ CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE x ------------------------ Dr. LEVAGGI FRANCESCO Specialista in: IGIENE E MED.PREVENTIVA Dr. PRATO RENZO Specialista in:cardiologia

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDISETTE

CARTA DEI SERVIZI MEDISETTE CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete MEDISETTE (accordi regionali 2009) Medici Associati LODI ASL 306 DOTT. ARAGIUSTO GIUSEPPE Specialista in Malattie dell Apparato Respiratorio Medico

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA IN RETE INTRAMED-RAPALLO ------------------------

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA IN RETE INTRAMED-RAPALLO ------------------------ CARTA DEI SERVIZI MEDICINA IN RETE INTRAMED-RAPALLO ------------------------ Dr. Salvatore ROMANO Spec. in Chirurgia Plastica Spec. in Oncologia Sede studio: piazza G. Garibaldi 45 Rapallo Telefono fisso:

Dettagli

atteso che non esiste ad oggi un accordo tra le parti che definisca modalità di intervento e di rapporti;

atteso che non esiste ad oggi un accordo tra le parti che definisca modalità di intervento e di rapporti; PROTOCOLLO D INTESA TRA : LA REGIONE TOSCANA LE AZIENDE SANITARIE E LE OO.SS. DEI MEDICI CONVENZIONATI: MEDICINA GENERALE/ PEDIATRIA DI LIBERA SCELTA / SPECIALISTICA AMBULATORIALE E DEI MEDICI SPECIALISTI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete COMPOSIZIONE DELLA MEDICINA DI RETE La Medicina in Rete è una associazione, libera, volontaria e paritaria che ha lo scopo di esercitare la Medicina

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base l uso

Dettagli

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK a cura di Sara Ferrari volontaria del Servizio Civile Nazionale Garanzia Giovani progetto ed elaborazione grafica

Dettagli

CENTRO DI SALUTE MENTALE DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE

CENTRO DI SALUTE MENTALE DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE CENTRO DI SALUTE MENTALE DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE 1/7 Premessa Il Dipartimento salute mentale e dipendenze patologiche è la struttura aziendale che ha come finalità la promozione

Dettagli

Carta dei Servizi. Diritti dell Assistito. IL MEDICO di MEDICINA GENERALE IL PEDIATRA di LIBERA SCELTA. 1 alle visite nello studio del proprio medico

Carta dei Servizi. Diritti dell Assistito. IL MEDICO di MEDICINA GENERALE IL PEDIATRA di LIBERA SCELTA. 1 alle visite nello studio del proprio medico DIPARTIMENTO di CURE PRIMARIE CARTA dei SERVIZI e ACCESSIBILITA all AMBULATORIO del MEDICO di MEDICINA GENERALE e del PEDIATRA di LIBERA SCELTA Sommario Diritti dell assistito pag. 2 Doveri dell assistito

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in RETE. Medici associati

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in RETE. Medici associati CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in RETE Medici associati Dott. Altrocchi Vittorio cod. reg. 10012/c Medico di Medicina Generale Dott. Gugliandolo Angelo cod.reg. 27711 Medico di Medicina

Dettagli

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE CENTRO DI TERAPIA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE Direttore: dott. Marco Bertolotto LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE Le Cure Palliative forniscono il sollievo dal dolore e da altri gravi

Dettagli

ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE TRA I MEDICI DI MEDICINA GENERALE

ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE TRA I MEDICI DI MEDICINA GENERALE ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE TRA I MEDICI DI MEDICINA GENERALE E LA ASL DELLA PROVINCIA DI MILANO 2 per il miglioramento delle cure primarie ed il governo clinico ANNO 2013 Premessa Il Comitato Aziendale,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete A.Z.A.B.

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete A.Z.A.B. CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete A.Z.A.B. Dr. ALESSI Giuseppe Medici Associati Medico di Medicina Generale (cod.reg.43999) Dr.ssa ZANELLA NUCERA Alessandra Medico di Medicina Generale

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14

REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14 REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14,1752'8=,21( ),1$/,7$ '(/5(*2/$0(172 Il presente regolamento ha la finalità di richiamare le norme generali

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute 118 - SCHEDA N.1 CHE COS È IL NUMERO 1-1-8 1-1-8 è il numero telefonico, unico su tutto il territorio nazionale, di riferimento per tutti i casi di richiesta di soccorso sanitario in una situazione di

Dettagli

INCENTIVARE L USO APPROPRIATO DEL RICETTARIO SSR DA PARTE DEGLI SPECIALISTI OSPEDALIERI

INCENTIVARE L USO APPROPRIATO DEL RICETTARIO SSR DA PARTE DEGLI SPECIALISTI OSPEDALIERI Modalità da seguire da parte dei Medici Specialisti per il corretto uso del ricettario SSR definite fra ASL Città di Milano e le seguenti strutture di ricovero e cura pubbliche e private accreditate: (versione

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

CURE PRIMARIE E CONTINUITA ASSISTENZIALE DISTRETTO 4 AZIENDA USL RM/H Dirigente Responsabile dott. Dino Masella Tel.06/93.27.52.17/18 Fax 06/93275280

CURE PRIMARIE E CONTINUITA ASSISTENZIALE DISTRETTO 4 AZIENDA USL RM/H Dirigente Responsabile dott. Dino Masella Tel.06/93.27.52.17/18 Fax 06/93275280 CURE PRIMARIE E CONTINUITA ASSISTENZIALE DISTRETTO 4 AZIENDA USL RM/H Dirigente Responsabile dott. Dino Masella Tel.06/93.27.52.17/18 Fax 06/93275280 CARTA DEI SERVIZI Nell erogazione dei servizi e prestazioni

Dettagli

Integrazione Ospedale-Territorio:

Integrazione Ospedale-Territorio: Integrazione Ospedale-Territorio: malattie rare ed assistenza integrativa Relatore Dott.ssa Francesca Canepa S.C. Assistenza Farmaceutica Convenzionata LEA I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Dipartimento cure primarie 1/7 Premessa L'Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) è una forma di assistenza rivolta a persone residenti o domiciliate a Bologna e provincia,

Dettagli

Notizie generali sulla Psichiatria

Notizie generali sulla Psichiatria Notizie generali sulla Psichiatria Psichiatria: è la branca della medicina specializzata nello studio, nella diagnosi e nella terapia dei disturbi mentali. Oggi si privilegia considerare la Psichiatria

Dettagli

Il moderno ruolo del medico di assistenza primaria nel sistema delle cure domiciliari distrettuali

Il moderno ruolo del medico di assistenza primaria nel sistema delle cure domiciliari distrettuali Il moderno ruolo del medico di assistenza primaria nel sistema delle cure domiciliari distrettuali Ovidio Brignoli, MMG, Brescia (Vice-Presidente SIMG - Società Italiana di Medicina Generale) Cosa dovrebbe

Dettagli

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il distretto sanitario di Cividale si presenta A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il Distretto è una struttura dell Azienda per i servizi sanitari territoriali

Dettagli

Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi

Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi 3 per Toscana: la Salute Il controllo e la cura del dolore Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi a questo fondamentale principio etico, il Progetto speciale Il controllo e la cura del

Dettagli

Il problema dei farmaci

Il problema dei farmaci Presentazione del Manuale Gestione del Rischio Clinico e Sicurezza delle Cure negli Ambulatori dei MMG e PdF Roma, 16 marzo 2010 Auditorium Lungotevere Ripa, 1 Il problema dei farmaci Susanna Ciampalini

Dettagli

L ASP assicura l erogazione di prestazioni incluse nei seguenti Livelli Essenziali di Assistenza:

L ASP assicura l erogazione di prestazioni incluse nei seguenti Livelli Essenziali di Assistenza: Informazioni sulle strutture e i servizi forniti Questa parte della Carta dei Servizi contiene informazioni sintetiche sulle strutture e i servizi dell Azienda Sanitaria Provinciale. Per le informazioni

Dettagli

Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto. Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari

Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto. Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari Comunicato stampa Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari grazie ad una convenzione tra Ausl, Fondazione e

Dettagli

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative.

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. Il modello di cure domiciliari integrate in sperimentazione all

Dettagli

NORME PER LA PREVENZIONE, LA DIAGNOSI E LA CURA DEL DIABETE MELLITO DELL ETÀ ADULTA E PEDIATRICA

NORME PER LA PREVENZIONE, LA DIAGNOSI E LA CURA DEL DIABETE MELLITO DELL ETÀ ADULTA E PEDIATRICA NORME PER LA PREVENZIONE, LA DIAGNOSI E LA CURA DEL DIABETE MELLITO DELL ETÀ ADULTA E PEDIATRICA Legge regionale 11 novembre 2011, n. 24 (BUR n. 85/2011) [sommario] [RTF] Art. 1 - Finalità. 1. La Regione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI GRUPPO dei Medici di Famiglia Serafino Caverzasio Ferloni Mario Gambato Lodovica Vitaloni

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI GRUPPO dei Medici di Famiglia Serafino Caverzasio Ferloni Mario Gambato Lodovica Vitaloni CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI GRUPPO dei Medici di Famiglia Serafino Caverzasio Ferloni Mario Gambato Lodovica Vitaloni 1. Presentazione 2. Composizione della Medicina di Gruppo 3. Sede 4. Attività

Dettagli

guida ai servizi di psichiatria adulti

guida ai servizi di psichiatria adulti Dipartimento di Salute Mentale guida ai servizi di psichiatria adulti del Dipartimento di Salute Mentale Copia Prodotta Internamente dal Servizio Informazione e Comunicazione Ausl Imola Luglio 2005 Suggerimenti,

Dettagli

Servizio Specialistico Ambulatoriale

Servizio Specialistico Ambulatoriale Servizio Specialistico Ambulatoriale Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure,

Dettagli

Elenco dei trattamenti di competenza della Regione, degli enti e agenzie regionali, degli enti controllati e vigilati dalla Regione

Elenco dei trattamenti di competenza della Regione, degli enti e agenzie regionali, degli enti controllati e vigilati dalla Regione SCHEDE ALLEGATO A Elenco dei trattamenti di competenza della Regione, degli enti e agenzie regionali, degli enti controllati e vigilati dalla Regione Titolo 1 Nomine e designazioni da parte della regione,

Dettagli

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute Maria Grazia Proietti il campo di competenza dell infermiere è rappresentato dal complesso delle attività rivolte

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete M.I.R.SUD

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete M.I.R.SUD CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete M.I.R.SUD Medici Associati: Dott. ALBERTO GANDOLFI ( spec. Chirurgia apparato digerente endoscopia digestiva ) Dott. MARCO PRIORI Dott. FAUSTA RANCATI

Dettagli

FIMEUC Federazione Italiana Medicina di Emergenza Urgenza e Catastrofi SIMEU SIMEUP- SMI CoMES SPES SNAMI-ES

FIMEUC Federazione Italiana Medicina di Emergenza Urgenza e Catastrofi SIMEU SIMEUP- SMI CoMES SPES SNAMI-ES FIMEUC Federazione Italiana Medicina di Emergenza Urgenza e Catastrofi SIMEU SIMEUP- SMI CoMES SPES SNAMI-ES Manifesto FIMEUC per le forze politiche scese in campo per il rinnovo del governo ORGANICI In

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO CURE PALLIATIVE domiciliari ed Hospice ultima revisione agosto 2010

CARTA DEL SERVIZIO CURE PALLIATIVE domiciliari ed Hospice ultima revisione agosto 2010 Azienda provinciale per i Servizi Sanitari Distretto di Trento e Valle dei Laghi Rotaliana e Paganella - Cembra U.O. ASSISTENZA PRIMARIA Centro Servizi Sanitari Viale Verona 38123 Trento - CARTA DEL SERVIZIO

Dettagli

SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE

SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE 1/6 Premessa Il Dipartimento salute mentale e dipendenze patologiche è la struttura aziendale che ha come finalità

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO

SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO Rev. 01 del 21.10.2014 1. Presentazione del libretto informativo Dal 1999 ci occupiamo di assistenza domiciliare ed il nostro intento è stato

Dettagli

Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni anno il bollino di convalida.

Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni anno il bollino di convalida. SERVIZI BASE ( estesi gratuitamente al nucleo famigliare) CONVENZIONI SPECIALISTICHE ED OSPEDALIERE Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni

Dettagli

MIR Medicina in Rete di Varese CARTA DEI SERVIZI. Short-version. Contenuti della carta dei servizi

MIR Medicina in Rete di Varese CARTA DEI SERVIZI. Short-version. Contenuti della carta dei servizi MIR Medicina in Rete di Varese CARTA DEI SERVIZI Short-version Contenuti della carta dei servizi Presentazione Composizione della medicina di Rete Sede Comune (SC) e Sedi Periferiche (SP) Attività ambulatoriale

Dettagli

S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott. EGIDIO BARBI)

S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott. EGIDIO BARBI) Lo staff è composto da dirigenti medici : dott. Egidio Barbi, Direttore Dipartimento di Pediatria Direttore: Prof. Alessandro Ventura S. C. PEDIATRIA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO (Direttore dott.

Dettagli

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI Regione del Veneto Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO DISTRETTO SOCIO SANITARIO OSPEDALE DI COMUNITA VALDAGNO CARTA DEI SERVIZI 1 Presentazione dell Ospedale di Comunità: L Ospedale

Dettagli

IL MEDICO DI BASE: UN PREZIOSO PUNTO DI RIFERIMENTO

IL MEDICO DI BASE: UN PREZIOSO PUNTO DI RIFERIMENTO IL MEDICO DI BASE: UN PREZIOSO PUNTO DI RIFERIMENTO MEDICO DI FAMIGLIA Molte persone si rivolgono al medico di base (o medico di famiglia ) come ad un medico che compila e fornisce ricette per farmaci

Dettagli

UNITA DI DEGENZA TERRITORIALE ( U D T )

UNITA DI DEGENZA TERRITORIALE ( U D T ) UNITA DI DEGENZA TERRITORIALE ( U D T ) 1) Definizione e funzioni L Unità di Degenza Territoriale è una struttura sanitaria extraospedaliera distrettuale destinata alla degenza la cui funzione è quella

Dettagli

Proposte della FIMP Campania per il nuovo ACR

Proposte della FIMP Campania per il nuovo ACR Proposte della FIMP Campania per il nuovo ACR ACCORDI INTEGRATIVI REGIONALI Compito di integrare, disciplinare e negoziare compiti, funzioni e prestazioni dell ACN Per adeguarli alle caratteristiche organizzative

Dettagli

3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO

3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO 3.BENEFICI IN AMBITO SANITARIO c ESENZIONE TICKET. CONDIZIONI GENERALI Soggetti esenti dalla partecipazione alla spesa sanitaria Beneficiari Totalmente esenti CITTADINI DI ETÀ INFERIORE A SEI ANNI e appartenenti

Dettagli

V GIORNATA MONDIALE BPCO

V GIORNATA MONDIALE BPCO V GIORNATA MONDIALE BPCO DR.SSA MARIELLA MARTINI Direttore Generale Azienda Sanitaria Locale Reggio Emilia 1 Provincia di Reggio Emilia 486.961 Abitanti Azienda USL di Reggio Emilia 6 Distretti 3776 Dipendenti

Dettagli

ACCORDO INTEGRATIVO REGIONALE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 5 E 6 DELL ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE PER I MEDICI DI MEDICINA GENERALE 8 LUGLIO 2010

ACCORDO INTEGRATIVO REGIONALE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 5 E 6 DELL ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE PER I MEDICI DI MEDICINA GENERALE 8 LUGLIO 2010 ASSESSORATO POLITICHE PER LA SALUTE ACCORDO INTEGRATIVO REGIONALE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 5 E 6 DELL ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE PER I MEDICI DI MEDICINA GENERALE 8 LUGLIO 2010 Il contesto L integrazione

Dettagli

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 Allegato n 3 PROGRAMMA DI PRESA IN CARICO DELLE DONNE IN GRAVIDANZA E NEONATI A RISCHIO SOCIALE Dipartimento Programma

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE

IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE Il presente documento, presentato in V commissione in occasione dell audizione del 23 settembre, si compone di due parti: Introduzione e

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Numeri utili di Bergamo Sanità Segreteria del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata 3331643940 Reperibilità telefonica 3331643940 Fax 035/5291167

Dettagli

ADI (Assistenza Domiciliare Integrata)

ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) Università degli Studi di Foggia C.di L. nella Professione Sanitaria di INFERMIERE ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) Dott. Cristiano Capurso Definizione L'Assistenza Domiciliare Integrata è una forma

Dettagli

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE Titolo 3 - PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELLA RETE PEDIATRICA REGIONALE Art. 20 - Art. 21 - Art. 22 - Art. 23 - Art. 24 - Art. 25 - Verso

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale.

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. Decreto MIUR su Riassetto delle Scuole di specializzazione di area sanitaria G.U. n. 285 del

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASSOCIAZIONE DI MEDICI IN RETE PENELOPE 3 Dall' 11.01.2014

CARTA DEI SERVIZI ASSOCIAZIONE DI MEDICI IN RETE PENELOPE 3 Dall' 11.01.2014 CARTA DEI SERVIZI ASSOCIAZIONE DI MEDICI IN RETE PENELOPE 3 Dall' 11.01.2014 PARTECIPANTI Dr.ssa Panigada Maria Clara Dr. Rugginenti Giovanni Dr. Soresini Angelo Dr.ssa Brutto Maria CURRICULA FORMATIVI:

Dettagli

S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza

S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza Dipartimento di Emergenza e Accettazione S.C. PRONTO SOCCORSO Medicina d Urgenza e OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA Direttore Dr Roberto Lerza Ospedale San Paolo di Savona Guida ai Servizi Tel. 019 8404963/964

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI A.M.P. PAXME DOMICILIARE Anno 2015

CARTA DEI SERVIZI A.M.P. PAXME DOMICILIARE Anno 2015 Pag. 1 / 11 Carta Serv. CSC 07 REV 0 del 26/11/2015 CARTA DEI SERVIZI A.M.P. PAXME DOMICILIARE Anno 2015 1 Pag. 2 / 11 Carta Serv. CSC 07 REV 0 del 26/11/2015 CHI SIAMO La Cooperativa AMP Paxme Domiciliare

Dettagli

CITTADINI E SALUTE Instaurazione del rapporto convenzionale da parte del Medico di medicina generale.

CITTADINI E SALUTE Instaurazione del rapporto convenzionale da parte del Medico di medicina generale. CITTADINI E SALUTE In Italia attraverso il Servizio Sanitario ad ogni cittadino è garantita la salute secondo i livelli essenziali di assistenza (LEA). Con la legge Costituzionale 18 ottobre 2001 n. 3,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI A.M.P. PAXME DOMICILIARE Anno 2015

CARTA DEI SERVIZI A.M.P. PAXME DOMICILIARE Anno 2015 Pag. 1 / 11 Carta Serv. CSC 05 REV 0 del 26/11/2015 CARTA DEI SERVIZI A.M.P. PAXME DOMICILIARE Anno 2015 Pag. 2 / 11 Carta Serv. CSC 05 REV 0 del 26/11/2015 CHI SIAMO La Cooperativa AMP Paxme Domiciliare

Dettagli

PROPOSTA PER UNA GESTIONE CONDIVISA

PROPOSTA PER UNA GESTIONE CONDIVISA DIABETE MELLITO TRA MEDICO DI MEDICINA GENERALE E DIABETOLOGO. PROPOSTA PER UNA GESTIONE CONDIVISA 5 DICEMBRE 2014 SECONDA edizione sede della Asociazione Artigiani e Piccola impresa Città della riviera

Dettagli

Articoli dell ACN Medicina Generale sulle forme associative e le società di servizio

Articoli dell ACN Medicina Generale sulle forme associative e le società di servizio Articoli dell ACN Medicina Generale sulle forme associative e le società di servizio ART: 26 Bis 1. Con le aggregazioni funzionali territoriali si realizzano alcune fondamentali condizioni per l integrazione

Dettagli

PREMESSA OBIETTIVI GENERALI

PREMESSA OBIETTIVI GENERALI Protocollo d Intesa per la somministrazione dei farmaci salvavita nei Nidi e nelle Scuole dell Infanzia comunali e statali e nelle Scuole Primarie e Scuole secondarie di primo grado del Municipio XI Arvalia

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per i malati terminali N. 2739

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per i malati terminali N. 2739 Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2739 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CARLUCCI Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per i malati terminali Presentata

Dettagli

Il case manager del territorio nel bambino con disabilità complessa. Dr. Giorgio Conforti SAVONA 10 maggio 2008

Il case manager del territorio nel bambino con disabilità complessa. Dr. Giorgio Conforti SAVONA 10 maggio 2008 Il case manager del territorio nel bambino con disabilità complessa Dr. Giorgio Conforti SAVONA 10 maggio 2008 TRE PERPLESSITA 1. LA NORMATIVA 2. LA COMPETENZA 3. LE REALI RISORSE SUL TERRITORIO SCOPRIAMO

Dettagli

PROGETTO DI ASSISTENZA INTEGRATA OSPEDALE-TERRITORIO AI BAMBINI CON MALATTIE RARE AD ALTA COMPLESSITÀ. COMMISSIONE MALATTIE RARE SIP/SIMGePeD

PROGETTO DI ASSISTENZA INTEGRATA OSPEDALE-TERRITORIO AI BAMBINI CON MALATTIE RARE AD ALTA COMPLESSITÀ. COMMISSIONE MALATTIE RARE SIP/SIMGePeD PROGETTO DI ASSISTENZA INTEGRATA OSPEDALE-TERRITORIO AI BAMBINI CON MALATTIE RARE AD ALTA COMPLESSITÀ COMMISSIONE MALATTIE RARE SIP/SIMGePeD Il bambino con malattie rare, croniche e complesse, presenta

Dettagli

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 INDICE 1. Il ticket per assistenza farmaceutica a. ESENZIONI parziali totali 2. Ticket per prestazioni in PRONTO SOCCORSO 3. Ticket per prestazioni

Dettagli

Modello di erogazione diffusa delle Cure Palliative/Fine Vita con supporto di esperti. Parma, 21 ottobre 2011 Dott.ssa Maria Luisa De Luca

Modello di erogazione diffusa delle Cure Palliative/Fine Vita con supporto di esperti. Parma, 21 ottobre 2011 Dott.ssa Maria Luisa De Luca Modello di erogazione diffusa delle Cure Palliative/Fine Vita con supporto di esperti Parma, 21 ottobre 2011 Dott.ssa Maria Luisa De Luca 1 Le Aziende USL di Modena e Reggio Emilia hanno sviluppato una

Dettagli

I LUOGHI DELLA CURA E DELL APPRENDIMENTO DALL ESPERIENZA

I LUOGHI DELLA CURA E DELL APPRENDIMENTO DALL ESPERIENZA I LUOGHI DELLA CURA E DELL APPRENDIMENTO DALL ESPERIENZA Un viaggio tra il sé professionale e il sistema delle cure domiciliari Il ruolo del MMG nel sistema delle cure domiciliari BIELLA - CITTA STUDI

Dettagli

1.La pediatria e le cure primarie in Europa e in Italia

1.La pediatria e le cure primarie in Europa e in Italia 1.La pediatria e le cure primarie in Europa e in Italia Prof.ssa Maria Pia Fantini Dott.ssa Lorenza Luciano Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica Alma Mater Studiorum Università di Bologna Percorso

Dettagli

Dipartimento di Salute Mentale

Dipartimento di Salute Mentale OSPEDALE 88 Dipartimento di Salute Mentale Direttore: Dr. Vincenzo Zindato UO PSICHIATRIA CENTRO PSICO SOCIALE (CPS) E AMBULATORI PERIFERICI Il CPS è il Servizio che si occupa della prevenzione, della

Dettagli