recensioni teatrali Ronconi/ Una casa di bambola Il crepuscolo della regia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "recensioni teatrali Ronconi/ Una casa di bambola Il crepuscolo della regia"

Transcript

1 recensioni teatrali Ronconi/ Una casa di bambola Il crepuscolo della regia Il Teatro Stabile di Genova ha prodotto un adattamento di Una casa di bambola di Ibsen, con la regia di un maestro della regia, Luca Ronconi, attrice protagonista Mariangela Melato. Il titolo vero dello spettacolo è Nora alla prova, immaginando una sorta di prova teatrale: fondale nero di una scena vuota, sedie pieghevoli da teatro e poco più. Va bene lo stesso. Non sono così angustamente tradizionalista da pretendere sempre il testo tutt intero. Anzi, apprezzo l idea di lavorare sul testo. Con gli attori che recitano le didascalie (così capitali in Ibsen, sicché il fatto di sentirle dire dagli interpreti giova agli spettatori che non leggono Ibsen, li reintegra di una ricchezza testuale considerevole). Ma soprattutto con l intervento molto ronconiano ma sempre illuminante dei pochi effetti scenografici: case in miniatura che calano dall alto (appunto, casine di bambola), regali natalizi o manichini dei tre bambini che entrano in scena su dei carrelli radiocomandati (bella la slitta che entra con i tre bambinibambolotti, in finale dell atto primo), ecc. Non si può negare che ci sia gusto, finezza, intelligenza. A rileggere Una casa di bambola, oggi, non possono non colpire 1

2 spiacevolmente alcuni elementi che fanno della pièce un testo un po datato: per esempio il dispotismo maritale grazie al quale Nora non può intercettare la lettera indirizzata a Torvald, carica di disgrazie per lei. La povera signora borghese del tempo non aveva diritto ad avere copia della chiave della cassetta delle lettere. Cosa fa Ronconi? Per un paio di volte fa entrare in scena la cassetta di un verde splendente in cima a un asta: la prima volta entra da destra (qui e sempre, destra e sinistra rispetto allo spettatore), la seconda da sinistra, con effetto spiazzante (e antinaturalistico) per lo spettatore. La cassetta (e la lettera minacciosa nella cassetta) si svelano per quello che sono, banali artifici di una drammaturgia ottocentesca, molto commerciale, da cui Ibsen parte per costruire quella che resta, comunque, una splendida pièce bien faite. Anche i tre bambini sono una bella scocciatura, e Ronconi si diverte a presentarceli sotto forma di bambolotti, anziché sopprimerli, come fanno solitamente le compagnie teatrali che devono fare i conti con i costi di produzione. Più in generale come si sarà capito è chiaro che Ronconi punta per questa via a svuotare il testo della sua buccia naturalistica, che è indubbiamente un altro elemento che rende l opera leggermente datata. Deliziosi alcuni passaggi che riguardano la povera domestica fattorina, incaricata dapprima di recapitare a Krogstad la lettera di licenziamento, e poi nel cuore della notte di andare a ricevere alla porta la lettera di pentimento dello stesso Krogstad. Siccome davanti a noi è una semplice prova di Una Casa di bambola, è ovvio che gli attori che non recitano stiano ai bordi del palcoscenico. Ed ecco la prima trouvaille: la cameriera, in proscenio, a estrema destra, riceve dalle mani di Torvald la lettera di licenziamento ( Ecco, prenda 2

3 questa lettera e la porti giù subito, dice Torvald), e subito la vediamo con la lettera tesa comicamente in avanti fare pochi passi, attraversare orizzontalmente il palcoscenico, per metterla nelle mani dell attore che interpreta Krogstad, seduto ai margini, a estrema sinistra del proscenio. Ancora più divertente l altra immagine, quando la domestica entra, sbadigliando vistosamente, su una sedia a rotelle radioguidata, che taglia egualmente la scena da sinistra a destra, consegna la lettera a metà strada, e prosegue la corsa, uscendo a estrema destra, per tornare a dormire beatamente. Egualmente carino (sebbene incongruo, rispetto alla matrice ibseniana) il Rank cadaverico che si muove velocemente per lo spazio scenico sulla sua carrozzella con motorino incorporato, da invalido di lungo corso. Scelta curiosa e graziosa ma, appunto, completamente scentrata rispetto al cuore del testo. Il dottor Rank è condannato a morte ma, per il momento, ha ancora tutti i suoi sensi e i suoi desideri ben caldi: Nora opera con lui (per lui, su di lui) la bellissima scena di seduzione delle calze di seta color carne, ma proprio perché sa benissimo che è ancora reattivo. Anche il suo irrompere nel cuore del terzo atto,a disturbare la notte d amore (presunta) di Torvald rivela il gusto 3

4 segreto della vendetta dell innamorato deluso. Ronconi, invece, lo trasforma in un handicappato e dunque lo mette fuori gioco: cancellata la scena di seduzione delle calze, cancellata la provocazione del suo indiscreto battere alla porta dell amico dopo il ballo. Cancellato tutto. Pazienza. E pazienza anche per Mariangela Melato, che fa due parti in commedia, Nora e l amica di Nora, Kristine. Quando si dice fare due parti in commedia si vuol indicare una cosa che non si può fare, che non è né bene né opportuno fare. Nemmeno il Grande Attore ottocentesco si è mai avventurato su questo terreno di impossibilia. Ma lui, normalmente, era impacciato dai cascami naturalistici, come si dice. Ronconi opta per la forma laboratorio: siamo alle prove, in scena ci sono due giovani attrici, Barbara Moselli (Nora) e Orietta Notari (Kristine), tutt e due in abiti ottocenteschi, con tanto di goffo paniere sulle natiche. Recitano in modo scolastico, dice Masolino D Amico, e dunque è ragionevole che Mariangela Melato in pantaloni e maglione nero, scarpe basse, cioè moderna, non in costume intervenga a sovrapporsi alle due colleghe più giovani e più inesperte. Ciò che non immaginava di poter fare il Grande Attore ottocentesco, lo fa il Grande Attore novecentesco, con il rinforzo del Grande Regista novecentesco. E tanto peggio per i critici sempre osannanti il Maestro (ma lettori distratti di Ibsen) che annuiscono compiaciuti, discettando sulla genialità della trovata, come se Nora e Kristine fossero due facce di una stessa figura femminile. 4

5 S intende che, per arrivare a questa reductio ad unum, Ronconi è costretto a sopprimere una battuta capitale di Kristine ( Ascoltami, Nora; in molte cose tu sei ancora una bimba ), a eliminare il décalage che distingue la donna infantile (Nora) dalla donna matura (Kristine). E tuttavia, a essere onesti, ci potrebbe anche essere, in questa forzatura ronconiana, un barlume di verità, ma solo un barlume. Kristine, nel passato, si è venduta, ha sposato un uomo che non amava, rinunciando all uomo che amava (Krogstad) perché doveva mantenere la madre e i fratelli minori; Nora, non troppo dissimilmente, nel passato, è stata venduta: dal padre che era contabilmente un po mariuolo, salvato dallo scandalo grazie all ispettore ministeriale Torvald, che ha chiuso un occhio, anzi due, per amor della bella Noretta. Ibsen adopera il bisturi in modo delicato ma va a fondo: questo sottotesto ce lo spiattella con dovizia. Come ci mostra il gioco delle due coppie posizionate in modo simmetrico ma opposto: Kristine e Krogstad vengono da un passato di infelicità ma costruiscono nel presente la loro felicità perché hanno il coraggio di dirsi la verità; Nora e Torvald vengono da un passato di felicità ma costruiscono nel presente la loro infelicità perché non sono mai stati capaci di dirsi la verità, la quale appena salta fuori spacca la coppia, almeno sul breve periodo (direbbe Groddeck, ma lascio perdere, per non complicarci la vita). Il fatto, però, è che Ronconi non evidenzia questo snodo, non dà rilievo al gioco delle coppie uguali ed opposte. Carica semplicemente il duetto delle due donne, come se davvero fossero due facce della stessa medaglia. Al termine 5

6 del dialogo con Krogstad, a inizio di terzo atto, Kristine dice: Aver qualcuno per cui lavorare per cui vivere; una casa in cui portare la felicità (cito dalla traduzione di Anita Rho, Einaudi, usata da Ronconi). Melato Nora, in finale di dramma, sul punto di andarsene di casa, ripete la battuta di Kristine. Come dire che davvero Kristine è dentro la pelle di Nora. Non basta. Ronconi rispolvera dall armadio dei cultori ibseniani un particolare del tutto secondario (una attrice tedesca si rifiutò di recitare una Nora che abbandonava i figli; Ibsen, drammaturgo cinico e baro, per non perdere i diritti d autore, approntò una variante in cui Nora, alla vista dei figli, non scappa più di casa, con una battuta splendida: Commetto peccato contro di me, ma non posso abbandonarli [i figli] ). Non si sentiva per nulla bisogno di questo particolare dotto, che ha finito per mettere in imbarazzo qualche cronista teatrale non troppo ferrata di cose ibseniane 1, ma tant è. Ronconi inizia il suo laboratorio con la Nora di Barbara Moselli che prova prima l uno e poi l altro scioglimento. Al termine del laboratorio la Nora di Mariangela Melato ripete mentalmente tutt e due le soluzioni, poi ripete la battuta di Kristine di cui si è detto e chiude rompendo la maquette della casina di bambola scesa dall alto, dando un calcio alla piattaforma su cui sono i manichini dei suoi tre bambini (così rispediti nella loro stanzina), e se ne va da casa Helmer, come da copione. È chiaro che Ronconi punta a quello che è sempre stato almeno tradizionalmente lo zoccolo duro di Una casa di bambola. Ha un bel dire Mariangela Melato che questo non è uno spettacolo femminista ; se non è zuppa, è pan bagnato. Il richiamo all epilogo happy end, e il raddoppio di Kristine, nonché la costruzione dell allestimento che comincia 6

7 dalla fine, con la decisione, per quanto sofferta, di Nora di abbandonare il marito, duplicato poi in finale di spettacolo mostrano ad abundantiam che il nodo dell allestimento è qui, e solo qui. Diciamolo in un altro modo. È come se ci fossero tre possibilità: la donna subalterna che non lascia la casa, prigioniera del ricatto dei figli, i quali non possono essere abbandonati; la proto femminista che sbatte la porta e parte; la donna che accetta la terza via, attenta a comprendere che c è del giusto nella battuta Aver qualcun per cui lavorare per cui vivere; una casa in cui portare la felicità. Peccato che la traduzione scelta da Ronconi sia imprecisa e finisca per pasticciare e confondere: il testo non dice lykke (felicità) bensì hygge (conforto). Kristine e Krogstad si sono amati, ma quando erano giovani; adesso, il loro, è un matrimonio d interesse, una sistemazione: due naufraghi attaccati insieme a una zattera in comune è meglio che ogni naufrago per conto suo, attaccato a una distinta zattera. Lo dice Kristine, papale papale, con disincantata lucidità, e possiamo crederle. S intende che Mariangela Melato viene da gravi problemi di salute, e la solidarietà nei suoi confronti è doverosa, e, dunque, se fare due parti in commedia è una potente iniezione di vita, perché no? Ma senza esagerare la portata dell operazione. E avendo ben chiari tutti i limiti della lettura ronconiana, che sono poi quelli di sempre (cioè di tutti i suoi spettacoli ibseniani), e che dunque non 7

8 c entrano con Mariangela Melato. A Ronconi interessa qualcosa che in Ibsen non c è, e non gli interessa assolutamente quello che in Ibsen c è. È doloroso dirlo, ma alla fine arriva il tempo in cui non c è più tempo, in cui dunque bisogna dirsi tutto. Va bene purificare il testo da alcuni legami artificiosi che dice Ronconi in un intervista costituiscono la parte più caduca della drammaturgia ibseniana, ma non è possibile buttare via il bambino con l acqua sporca. In Ibsen ci sono porte socchiuse dietro cui origliano i ragazzacci (per esempio Osvald in Spettri, che non per nulla Ronconi realizzava a Spoleto nel 1982 senza porte, con uno spazio continuo tra sala da pranzo e salotto), e soprattutto c è moltissimo eros che preme e che spesso fuoriesce con effetti devastanti. Ronconi cancella la scena di seduzione delle calze di seta di Rank, e pazienza; cancella la prova della tarantella in finale di secondo atto, anch essa traboccante di esibizionismo e di sguardi desideranti, e ancora pazienza; ma cancella anche il semplice ricordo delle tarantella eseguita al ballo mascherato nel terzo atto. Ibsen ci mostra Torvald che ritorna dal ballo mezzo ubriaco di champagne e tutto sessualmente infoiato. Le avances alla povera Nora sono di una brutalità macho terrificante, peggio delle fantasie di Arcore (dopo otto anni di matrimonio è ancora lì che fantastica nell assaporare il gusto sadico della deflorazione nuziale!). La critica (un po troppo) servile finge di non accorgersene, salvo Masolino D Amico che annota: Si ascolta una versione con drastici tagli (niente tarantella!). Ma il peggio non è l omissione della tarantella. Il peggio non è la figura di Nora che perde di fascino seduttivo. Il peggio sono i deliri erotici di Torvald che ci vengono risparmiati, come se 8

9 fossimo in una realizzazione offerta a suorine di clausura. Cosa dice Ronconi nell intervista? Al centro del teatro di Ibsen non sta il realismo sociale, ma la rappresentazione simbolica della verità. Come in L anitra selvatica, Ibsen muove anche qui da posizioni che rinviano a Rousseau: l uomo nasce naturale ed è la società che lo rovina. Per questo, apro lo spettacolo con lo strepito degli uccelli. Nora e Torvald sono rappresentati all inizio come due persone allegre e gioiose, piene di vita. È solo nel procedere dell azione che l allegria di Nora si scopre essere imposta dall esterno; mentre Torvald, all inizio così seducente e sensuale, si trasforma in modo del tutto innaturale in corrispondenza con la sua scalata sociale. Spiace dirlo, ma è difficile essere d accordo con il Maestro. Se è vero che Ibsen è il fratello gemello di Freud, diventa improbabile il riferimento a Rousseau. La drammaturgia di Ibsen svela continuamente pulsioni profonde immonde. Non c è che l imbarazzo della scelta. Dall elogio involontario della pedofilia accertabile ne Il costruttore Solness a Il piccolo Eyolf, dove una donna sposata è pervasa da un tale desiderio erotico nei confronti del marito (alquanto frigido) da considerare il figlioletto handicappato una sorta di barriera fra lei e il consorte, e fino al punto di desiderare la morte del figlio, che poi puntualmente si toglie di torno morendo annegato. Ancora più discutibile l idea ronconiana di una perdita di sensualità da parte di Torvald, collegata per qualche verso alla sua scalata sociale. È vero esattamente il contrario. Basta sentirlo parlare, Torvald, proprio nel cuore del terzo atto diventato ormai direttore di banca, quando resta solo con Nora: Uhm però è magnifico essere in casa propria esser solo con te mia deliziosa affascinante 9

10 donnina! [ ] Perché non dovrei guardare il mio tesoro? Non contemplare lo splendore che mi appartiene, a me, a me solo, unicamente ed esclusivamente? (cito sempre da Anita Rho). La cupidigia erotica di Torvald che qui propriamente inizia, e che crescerà sino a vette da autentico predatore sessuale si radica nella esaltazione borghese della proprietà privata, del possesso. Nora è il suo ejendom, che vale appunto proprietà (piuttosto che tesoro, come traduce la Rho). Ronconi ci presenta nel finale un Torvald iroso, violento, di un maschilismo egoistico caricaturale, con risate di gioia da scimmione e piccoli orgasmi di compiacimento quando legge e poi strappa i documenti che gli invia Krogstad, liberandolo felicemente da ogni ricatto. Il guaio è che Torvald non è questo che ci offre Ronconi. È peggio di così, molto peggio, ma non così. Il buonismo ronconiano (il suo bislacco mito di un Ibsen Rousseau) gli impedisce di evidenziare la brutalità sessuale, al limite del sadismo, che Ibsen ha disegnato nel personaggio. Due parole sulla traduzione scelta da Ronconi. Da almeno vent anni gli studiosi di teatro hanno chiarito la totale inaffidabilità delle traduzioni della Rho. Il vidunderlig così genialmente utilizzato da Groddeck nella sua lettura eversiva di Una casa di bambola è reso a volte con prodigio (o prodigioso), altre volte con meraviglioso, anche all interno di una stessa pagina. Ma i registi hanno il diritto di usare le traduzioni che vogliono, e capisco che Ronconi ce le ha nell orecchio le traduzioni ibseniane della Rho, perché è in quelle versioni che l artista ha letto Ibsen la prima volta, trenta/quaranta anni fa. La stessa cosa capita a Massimo Castri, anche lui fedele alla poco fededegna Anita Rho. Però l uno e l altro Luca Ronconi e 10

11 Massimo Castri dovrebbero almeno operare qualche minimo ritocco, pur nella piena libertà di far recitare Ibsen con le cadenze melodiose, piacevolmente arcaiche, della Rho. Cioè nel caso in questione almanco uniformare le concordanze di vidunderlig, nonché restituire il prezioso chiasmo con cui Ibsen sigilla il finale crudele, quando Nora ridà al marito il proprio anello nuziale e chiede la restituzione del suo. Non già (come traduce la Rho, e come traducono quasi tutti i traduttori, francesi, inglesi, ecc.): TORVALD Anche questo? NORA Anche questo. bensì: TORVALD Anche questo? NORA Questo anche. Non insisto sul fatto che Ibsen è questo, che la sua lingua è questa martellante ossessiva contorta, una lingua non naturalistica. (r.a.) 1. Lei, la moglie Nora, un po ci fa, ma, come sono le donne, non la racconta tutta e ha i suoi segreti. Nel suo lato oscuro c è un prestito di soldi chiesto (peraltro per far felice il suo uomo) scostumatamente a un mezzo delinquente, Krogstad, che ora la ricatta per avere un posto in banca dal marito (Anna Bandettini, La Melato conquista il mondo delle donne, in La Repubblica, 2 aprile 2011). Un po eccessivo definire un mezzo delinquente Krogstad, il quale, comunque, non 11

12 ricatta per avere un posto in banca dal marito, ma, semplicemente, per conservare il posto in banca che già ha. Del tutto fantasioso, comunque, il lato oscuro di Nora, che ha chiesto soldi in prestito per la salvare la vita del marito, e non già per far felice il suo uomo. Si direbbe che Anna Bandettini non abbia letto Una casa di bambola. Parla dunque del finale alternativo, predisposto per la scena tedesca, come se fosse una cosa seria, in qualche modo legittimata da Ibsen: Ragione per cui Nora/Kristine, ferita, impaziente, se la dà a gambe con la benedizione di Ronconi, nonostante il secondo finale di Ibsen, prudentemente, la trattenga a casa. Sul rifiuto da parte di Ibsen di questo secondo finale cfr. Franco Perrelli, Prefazione a Henrik Ibsen, Una casa di bambola, BUR/Rizzoli, Milano, 2007, p

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi IL DIO ADE Il dio Ade è fratello del dio Zeus. Ade è il re dei morti. Per gli antichi greci, dopo la morte, gli uomini vanno negli Inferi. Gli Inferi sono un luogo buio e triste che si trova sotto terra.

Dettagli

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso Anna Contardi e Monica Berarducci Aipd Associazione italiana persone down AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso imparare A conoscere se stessi, Gli AlTri, le proprie emozioni collana Laboratori per

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

TUTTI GLI INNAMORATI SI PREPARANO A FESTEGGIARE

TUTTI GLI INNAMORATI SI PREPARANO A FESTEGGIARE IL CAST i PROTAGONISTI di questa puntata BARBIE Ken è il fidanzato migliore del mondo! KEN Conosco Barbie... meglio di lei! Barbie è un icona fashion con una casa favolosa, le migliori amiche possibili

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini)

Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini) Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini) Come scoprire i significati della comunicazione non verbale per sedurre gli uomini. IlTuoCorso - Ermes srl Via E.De Amicis

Dettagli

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA Mar iap ia Veladiano parole di scuola indice Albus Silente 9 Ogni parola 13 Da dove cominciare. Integrazione 19 Da dove cominciare. Armonia 21 Tante paure 27 Paura (ancora) 33 Dell identità 35 Nomi di

Dettagli

Un uomo mandato da Dio

Un uomo mandato da Dio Bibbia per bambini presenta Un uomo mandato da Dio Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: E. Frischbutter; Sarah S. Tradotta da: Eliseo Guadagno Prodotta da: Bible for

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Luca Mori Questo articolo presenta i passaggi salienti di una conversazione tra bambini di quinta elementare sulla percezione dell opera d arte 1,

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Essere "con" - Essere "per" Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008

Essere con - Essere per Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008 Essere "con" - Essere "per" Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008 Bellissima la coincidenza odierna, qui al Suffragio, che celebra insieme la festa

Dettagli

domani 1 cortometraggio Petali

domani 1 cortometraggio Petali domani 1 cortometraggio Petali regia: Giacomo Livotto soggetto: Luca Da Re sceneggiatura: Giacomo Livotto montaggio: Franco Brandi fotografia: Michele Carraro interpreti: Erika Cadorin, Fabio Degano, Giacomo

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

All. 1 UDL Il viaggio - Elaborati alunnni Francesca Pulvirenti 1

All. 1 UDL Il viaggio - Elaborati alunnni Francesca Pulvirenti 1 All. 1 1 All. 2 2 All. 3 Visione I sequenza: La partenza I. Chi sono queste persone? Che cosa fanno? Come sono? E. sono i parenti e gli amici. X. Sono contenti perché sperano che trovano lavoro. E. stanno

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari NUMERO 04 MARZO 2010 il punto G del gioco ZERO ASSOLUTO CASINÒ DI SANREMO SPECIALE ENADA SPECIALE ENADA Il gioco ritorna in fiera POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari numero 04 marzo 2010 PAMELA

Dettagli

Leggere, ascoltare, navigare

Leggere, ascoltare, navigare Leggere, ascoltare, navigare L AMORE CONTA di Maurizio Ermisino Fausto Podavini ha seguito per due anni una coppia: un marito malato di Alzheimer, una moglie che l ha seguito con devozione. È nato così

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite secondo il ritmo e la logica di un altra lingua, quella

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE. La trama

SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE. La trama SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE La trama C è una regista teatrale che vuole mettere in scena la storia di una principessa che viveva tanto tempo fa in un regno bianco, grigio e nero. Ma in scena,

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Sessualità coniugale e metodi naturali

Sessualità coniugale e metodi naturali INER-Italia Istituto per l Educazione alla Sessualità e alla Fertilità Sessualità coniugale e metodi naturali Corso di preparazione per animatori di fidanzati e giovani coppie di sposi INER BS www.fecunditas.it

Dettagli

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir DA DUE A TRE dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ Voglio poterti amare senza aggrapparmi, apprezzarti senza giudicarti, raggiungerti senza invaderti, invitarti senza insistere, lasciarti senza

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

OSSERVA LA LOCANDINA, RIESCI A INTUIRE DI CHE COSA TRATTA IL FILM?

OSSERVA LA LOCANDINA, RIESCI A INTUIRE DI CHE COSA TRATTA IL FILM? OSSERVA LA LOCANDINA, RIESCI A INTUIRE DI CHE COSA TRATTA IL FILM? Attività 1 1) Leggi la breve trama del film e vedi se le tue ipotesi sono confermate Cosa vuol dire avere una mamma bellissima, vitale,

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

12. Un cane troppo fedele

12. Un cane troppo fedele 42 La commissaria 12. Un cane troppo fedele Personaggi Sara Corelli & Pippo Caraffa Anita Ruffini - una signora Tino Saffi - un amico di Anita Ruffini Carmine Rossi - un amico di Anita Ruffini Fido - il

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Il potere del Rinforzo. Lucia D Amato

Il potere del Rinforzo. Lucia D Amato Il potere del Rinforzo Lucia D Amato Definizione di Rinforzo Il Rinforzo è qualsiasi EVENTO che avviene subito dopo il comportamento e che produce un aumento (nella frequenza, nell intensità, nella quantità)

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

La locandiera. PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda

La locandiera. PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda La locandiera PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda 5 10 Atto I La scena si rappresenta a Firenze, nella

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo...

17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo... INDICE PARTE PRIMA 9 1, I1 compleanno di un pater familias soddisfatto Pastifcio e famiglia, le sue passioni! 17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo... 22 3. Torrenuova

Dettagli

Due tipi di narrazione

Due tipi di narrazione ESERCITAZIONE Due tipi di narrazione (ovvero come stimolare una narrazione più elaborata e pertinente) Gianni è un bambino che vive in una situazione di emarginazione sociale e culturale. In classe l insegnante

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

CANZONI: NIVEL INTERMEDIO: LAURA PAUSINI: NON C È

CANZONI: NIVEL INTERMEDIO: LAURA PAUSINI: NON C È ESCUELA OFICIAL DE IDIOMAS OVIEDO CENTRO DE AUTOAPRENDIZAJE IDIOMA: ITALIANO PRÁCTICA: COMPRENSIÓN ORAL NIVEL: NIVEL INTERMEDIO MATERIAL: CINTA / CUESTIONARIO / SOLUCIONES TEMA: PREPOSIZIONI/ LESSICO Grande

Dettagli

Trascrizione completa della lezione Lezione 002

Trascrizione completa della lezione Lezione 002 Trascrizione completa della lezione Lezione 002 Adam: Salve, il mio nome e Adam Kirin: E io sono Kirin. Adam: e noi siano contenti che vi siete sintonizzati su ChineseLearnOnline.com dove noi speriamo

Dettagli

LA NATURA E LA SCIENZA

LA NATURA E LA SCIENZA LA NATURA E LA SCIENZA La NATURA è tutto quello che sta intorno a noi: le persone, gli animali, le piante, le montagne, il cielo, le stelle. e tante altre cose non costruite dall uomo. Lo studio di tutte

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

C è chi la usa soprattutto come una rivista:

C è chi la usa soprattutto come una rivista: 1 C è chi la usa soprattutto come una rivista: uno sfoglio veloce al ricevimento alla ricerca delle novità le anteprime dei film e delle serie, soprattutto; per qualcuno (chi non segue lo sport in modo

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città Siamo Solo Noi Siamo solo noi che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa che non abbiamo vita regolare che non ci sappiamo limitare che non abbiamo più rispetto per niente

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI?

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? Lui. Tempo fa ho scritto un libro tutto parole niente immagini. Lei. Bravo. Ma non mi sembra una grande impresa. Lui. Adesso vedrai: ho appena finito un libro tutto immagini

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

CAPPUCCETTO ROSSO CLASSE 5^B 2012/2013. a fumetti. SCUOLA PRIMARIA MAESTRE PIE Bologna ALESSANDRA BONACINI E CHIARA CATALANO INSEGNANTI:

CAPPUCCETTO ROSSO CLASSE 5^B 2012/2013. a fumetti. SCUOLA PRIMARIA MAESTRE PIE Bologna ALESSANDRA BONACINI E CHIARA CATALANO INSEGNANTI: CAPPUCCETTO ROSSO CLASSE 5^B 2012/2013 a fumetti SCUOLA PRIMARIA MAESTRE PIE Bologna INSEGNANTI: ALESSANDRA BONACINI E CHIARA CATALANO CREAZIONE DI UN FUMETTO A PARTIRE DA UN BREVE TESTO Motivo della proposta:

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli