Luglio 2012 Febbraio 2013 Esce quando ci riesce

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Luglio 2012 Febbraio 2013 Esce quando ci riesce"

Transcript

1 Luglio 2012 Febbraio 2013 Esce quando ci riesce La comunità nasce dalla comunicazione.

2 Associazione Giovani In Ricominciamo In...sieme Salve a tutti!!! Dopo la breve pausa estiva, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, abbiamo ripreso le attività dell associazione Giovani In non più nella parrocchia San Sergio Papa nella quale insieme a tanti giovani abbiamo operato per tanti anni, bensì nella parrocchia San Giovanni Bosco che ci ha accolti con calore fraterno. Praticamente abbiamo esteso i servizi svolti a favore dei giovani, dei bambini (e non solo loro) del quartiere Sperone anche a quelli di Romangnolo e S. Erasmo. Nulla avviene per caso...dice il Signore: I miei pensieri non sono i vostri pensieri, le vostre vie non sono le mie vie ( Is 55, 8 ). Riprendiamo anche la pubblicazione del nostro giornalino Giovani In...formazione che fra le nostre iniziative ha sempre ricevuto un grande consenso. L idea di fare un giornalino per informare la comunità sulle attività svolte dai giovani è nata nel 2007 durante uno dei soliti incontri di formazione del gruppo giovanile (ci si forma facendo). Ci eravamo resi conto che una delle principali cause dei dissapori tra i giovani e gli anziani della comunità di cui facevamo parte, era dovuta al fatto che i vari gruppi non erano informati o, peggio ancora, in alcuni casi, erano malinformati sulle attività che venivano svolte reciprocamente per il bene di tutti. E quindi abbiamo messo in pratica il motto non può esserci comunità senza comunicazione realizzando il giornale con l obiettivo di mettere in comunicazione i vari gruppi, i singoli...insomma tutti coloro che avessero voluto collaborare. È vero che già dal 2000 la comunità aveva un sito su internet che cercava di ovviare alla disinformazione (la San Sergio è stata una delle prime comunità parrocchiali ad avere un sito web, e lo si evince da un articolo pubblicato sulla rivista diocesana Informacaritas del periodo). Ma ciò non bastava perché allora non erano in molti a navigare sulla rete. Al dire il vero anche oggi la maggior parte dei navigatori non frequenta molto i siti cattolici...si preferisce facebook...ma questa è un altra storia. Dal 2007, invece, il giornalino Giovani In...formazione è diventata una bella realtà che in tutti questi anni ha documentato tutto ciò che è avvenuto intorno a noi, in parrocchia, nel quartiere, nella città e nella Chiesa di Palermo. Per rendersene conto basta andare a visitare il sito della parrocchia San Sergio e sul link Il vissuto della comunità si aprirà un opuscolo che altri non è che il giornalino Giovani In...formazione di Febbraio-Marzo Certo non si capisce perché la testata è stata coperta con una foto e perché siano state eliminate alcune pagine, ma non importa. Quel che conta è che il giornalino ha saputo documentare il vissuto di una comunità per tanti anni, senza pretese e senza scopo di lucro. L associazione Giovani In, infatti, è un associazione di volontariato, O.N.L.U.S., e in quanto tale ha sempre distribuito qualche numero del suo giornalino ad offerta libera per recuperare le spese e qualche cosa in più per il numero successivo. Per noi l obiettivo è sempre stato creare comunità attraverso la comunicazione e con questa convinzione intendiamo ricominciare In...sieme ai giovani che ci hanno sempre seguito e agli altri che a loro si affiancheranno. Rivolgiamo un pensiero a quanti In...sieme a noi sono cresciuti offrendo il loro servizio di volontariato in diverse occasioni e che momentaneamente si sono allontanati. Grazie a tutti per l attenzione. Giovanni Corrao Responsabile: Giovanni Corrao Redazione: Associazione Giovani In. 2

3 CARISSIMI ARRIVA LA QUARESIMA Carissimi arriva la Quaresima, tempo privilegiato per lasciare che Dio recuperi il primo posto nella nostra vita, tempo suggestivo ritmato da preghiera, penitenza e carità fraterna. Quest anno la Quaresima si caratterizza per quanto accaduto lunedì 11 febbraio (due giorni prima quindi del Mercoledì delle Ceneri). Benedetto XVI ha annunciato di rinunciare al governo della Chiesa universale a partire dal prossimo 28 febbraio. Annuncio che ha sconvolto tutto il mondo e molto più noi credenti. Lascia perché non ha più le forze fisiche per sostenere il peso del ministero di Successore di Pietro. Così molto presto forse anche prima di Pasqua e quindi nel pieno del cammino quaresimale avremo il nuovo Papa. E assisteremo al rito antico e sempre suggestivo del Conclave. Mi sono domandato: che cosa può voler dire tutto questo per noi? Come interpretarlo? Sappiamo che Dio guida il corso della storia e orienta il corso degli avvenimenti secondo un disegno di salvezza. D altra parte Benedetto XVI nei suoi ultimi discorsi sta ripetutamente sottolineando che Cristo guida la Chiesa e che occorre anche spogliarsi di ogni pretesa di potere mondano e di gloria terrena, sposando unicamente la logica del vangelo e la scelta della croce, che occorre più unità tra i credenti! Vuole certamente lasciare un testamento alto e prezioso per tutti! E realmente le sue ultime riflessioni sono un grande lascito Come ci muoveremo allora per quello che ci attende nei prossimi giorni? Credo che la coincidenza tra la Quaresima, tempo austero di conversione e penitenza, e le dimissioni del papa siano un segno alla maniera biblica. Dio ci sta dicendo qualcosa di importante attraverso il segno di un papa che se ne va e di uno che arriva. E tempo di svegliarsi dalla stanchezza della fede, di recuperare il vigore dell annuncio, la passione per il vangelo, l anelito alla concordia fra tutti i cattolici, al di là di ogni etichetta di appartenenza specifica. E tempo per tutta la Chiesa di una improrogabile conversione! Ed allora accogliamo questo segno del cielo che ridonda negli avvenimenti della Chiesa. E muoviamoci in triplice direzione: 1. Gratitudine a Benedetto XVI per questi otto anni di pontificato 2. Implorazione a Dio per la conversione di tutta la Chiesa, il cui volto viene, a volte, deturpato. Penso in particolare alle colpe contro l unità della Chiesa, alle divisioni nel corpo ecclesiale. Vivere la Quaresima in una più intensa ed evidente comunione ecclesiale, superando individualismi e rivalità, è un segno umile e prezioso per coloro che sono lontani dalla fede o indifferenti. (dall omelia del Mercoledì delle Ceneri, 13 febbraio 2013). 3. Fiducia in attesa di cantare al nuovo papa: Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Padre Alessandro Minutella 3

4 CAMPO ESTIVO GIOVANI IN...SIEME PER UN MOMDO MIGLIORE 2012 Giovani In...sieme per un momdo migliore, anche quest anno è stato il tema del campo estivo che dal 23 al 28 luglio l associazione di volontariato Giovani In ha svolto a Campofelice di Roccella. Il campo, finanziato dal Cesvop, in continuità con quello dello scorso anno ha permesso ai volontari di potenziare le capacità comunicative, di rafforzare i legami attraverso il lavoro creativo di gruppo, di acquisire tecniche di animazione che permetteranno loro di avvicinare la difficile realtà dei bambini del quartiere creando vari momenti di aggregazione così come già fatto lo scorso anno nel quartiere Sperone. Inoltre quest anno i giovani che aveva già acquisito competenze le hanno rafforzate e trasmesse ai nuovi volontari e ai volontari dell associazione MOV Panormus e dell associazione CADO con i quali si sono confrontati con uno scambio di esperienze e di metodi di animazione. In questo modo essi stessi si sono trasformati da beneficiari dei servizi a volontari. Partenza Arrivo I Giovani In ringraziano il Sig. F. Paolo Sparacello, dell omonima macelleria, per la fornitura delle carni e per aver accettato le condizioni di pagamento del CESVOP 4

5 GIOVANI IN...SIEME PER UN MOMDO MIGLIORE 2012 I circle time sono stati dei momenti che hanno permesso di organizzare le attività, ma anche momenti di confronto e verifica, a volte anche molto animati, che hanno contribuito alla crescita dei ragazzi. I momenti di preghiera mattutini, brevi ma intensi, hanno dato spunti di riflessione e di meditazione per la giornata che ci si prestava ad affrontare. 5

6 CAMPO ESTIVO GIOVANI IN...SIEME PER UN MOMDO MIGLIORE 2012 Il campo, inoltre, è stato svolto in autogestione, per cui i giovani hanno avuto modo di imparare a fare pulizie, cucinare, gestire la giornata. Molti di loro per la prima volta hanno gustato ciò che significa essere autonomi e indipendenti. E dalle foto si evidenzia come questo sia stato molto apprezzato. I giovani delle associazioni Giovani In e Mov Panormus hanno formato dei gruppi misti che a turno provvedevano a tutto il necessario per l organizzazione e lo svolgimento del campo. 6

7 GIOVANI IN...SIEME PER UN MOMDO MIGLIORE 2012 Grazie alla collaborazione degli esperti a- nimatori dell associazione La matassa, che hanno prestato i loro servizi a titolo di volontariato, sono stati organizzati 3 laboratori: Linguaggio del corpo, coreografie e teatrale Non è mancato il tempo libero durante il quale, attraverso i balli di gruppo, le ore al mare e le serate al pub, i ragazzi delle due associazioni hanno potuto socializzare. Alla messa di fine campo, celebrata da Padre Felice Lupo hanno partecipato con fede e devozione, anche molti genitori oltre che ai fedeli che normalmente la domenica partecipano anche in questo luogo di villeggiatura. 7

8 La Notte delle Luci mai fermata e ogni 1 settembre a mezzanotte esatta suonano le campane della Matrice. La grande festa, la "Notte delle luci", curata dalla ProLoco e dall'associazione La Matassa è iniziata alle 21 nella Spiaggia la Praiola con una rievocazione dei fatti di quell'epoca. Una voce narrante ha spiegato cosa è avvenuto trecento anni fa e quali territori sono stati colpiti mentre una coreografia rappresentava le moglie che salutavano i mariti che andavano via con le barche e che pregavano per la loro protezione. Intorno a loro 4 ragazzi raffiguravano i simboli del mare: l ancora, la rete la barca e il pescatore. Riscoprire il territorio e le tradizione attraverso la partecipazione ad una manifestazione che rievoca un evento. Con questo obbiettivo i volontari dell associazione Giovani In hanno collaborato con gli organizzatori della festa La notte delle luci di Terrasini, durante la quale si celebra la ricorrenza del 1 settembre del Quel giorno un terremoto fortissimo sconvolse il paese causando diversi crolli e centinaia di vittime. A causa del mare-moto scatenatosi successivamente i pescatori non riuscivano a ritrovare la rotta per il ritorno in porto. La popolazione, allora, accese centinaia di lumini sulla costa per far luce in modo che la costa fosse ben visibile e i pescatori potessero ritornare alle loro. A Terrasini questa tradizione non si è quasi Subito dopo dal Lungomare Peppino Impastato, un corteo al seguito di una una zattera con sopra uomini (i Giovani In ) alla ricerca della luce della salvezza, si mosso alla volta di piazza Falcone Borsellino e della Chiesa Madre davanti la quale una ballerina sospesa in aria con tessuti, con i suoi movimenti angelici sulle note dell Ave Maria cantata dal vivo, ha rappresentato il miracolo della salvezza dei pescatori venuto dal cielo per mezzo di Maria. A mezzanotte esatta è cominciato il suono delle campane e tutta la gente è entarata in chiesa per la Santa Messa di ringraziamento 8

9 Acchianata a Monte Pellegrino Domenica 9 Settembre, i Giovani In, come ormai tradizione si sono recati in pellegrinaggio al santuario disanta Rosalia facendo la classica acchianata per ricaricarsi spiritualmente e riprendere le attività dopo la breve pausa estiva. Alle falde, il gruppo si è raccolto in cerchio per un momento di preghiera, durante il quale ognuno è stato invitato a riflettere, durante la salita, sul proprio comportamento per confrontarlo con il modello di vita che Gesù ci propone. Tutti hanno scritto su un lato di un biglietto una grazia da chiedere per intercessione di Santa Rosalia; dall altro lato del biglietto è stato scritto il sacrificio, l impegno, da offrire in voto. Magari qualche ora di volontariato. COSA È IL VOLONTARIATO? Il volontariato è un'attività libera e gratuita svolta per ragioni private e personali, che possono essere di solidarietà, di giustizia sociale, di altruismo o di qualsiasi altra natura. Può essere rivolta a persone in difficoltà, alla tutela della natura e degli animali, alla conservazione del patrimonio artistico e culturale. Nasce dalla spontanea volontà dei cittadini di fronte a problemi non risolti, o non affrontati, o mal gestiti dallo Stato e dal mercato. Per questo motivo il volontariato si inserisce nel "terzo settore" insieme ad altre organizzazioni che non rispondono alle logiche del profitto o del diritto pubblico. Il volontariato può essere prestato individualmente in modo più o meno episodico, o all'interno di una organizzazione strutturata che può garantire la formazione dei volontari, il loro coordinamento e la continuità dei servizi. Norme sul volontariato in Italia In Italia la Legge n. 266 del 1991 regola il volontariato organizzato e istituisce delle strutture per lo sviluppo e la crescita del volontariato su base regionale (i Centri di Servizio per il Volontariato) che forniscono gratuitamente alle Organizzazioni di Volontariato, servizi nel campo della promozione, della consulenza, della formazione, della comunicazione e molti altri. 9

10 TRADIZIONI FIERA DELLA MARTORANA Alla riscoperta della festa dei morti E' un antica tradizione palermitana che per la festa dei morti, i genitori regalavano ai bambini dolci e giocattoli, dicendo loro che erano stati portati in dono dalle anime dei parenti defunti. La mattina del 2 novembre, ai bambini veniva fatto trovare, sulla tavola della camera da pranzo "u' cannistru" un paniere colmo di frutti autunnali freschi e secchi e di Frutta di Martorana. Ogni anno i Giovani In intendono rivalutare la Festa dei morti che fa parte del patrimonio della tradizione e della cultura popolare che và scomparendo, organizzando dei laboratori in cui si ritrovano insieme ad altri giovani, ai bambini e ai genitori del quartiere per insegnare loro a preparare i frutti di martorana Quest anno lo hanno fatto nella parrocchia San Giovanni Bosco Con i manufatti, il 29 Otttobre, è stata preparata la Fiera della martorana, nel salone parrocchiale, luogo di incontro e punto di riferimento per le famiglie del quartiere. Per vedere tutte le foto visita il sito 10

11 FIERA DELLA MARTORANA Origini della martorana La pasta di mandorle viene chiamata anche pasta reale e martorana. Si dice che l attributo pasta reale, risalga al fatto che a Ferdinando re delle due sicilie, sarebbero stati offerti i deliziosi dolcetti che il sovrano ha molto apprezzato, da qui l idea di considerare quella pasta adatta ai reali. Ma siccome a Palermo non ci facciamo mancare nulla in fatto di tradizioni, ecco che la pasta di mandorle ha anche un altro appellativo, il più famoso, ovvero Martorana. La Martorana è una chiesa molto importante di Palermo, che si chiamava anche Santa Maria dell Ammiraglio, proprio perchè l aveva fatta costruire l Ammiraglio Giorgio d Antiochia. Una nobildonna Eloisa di Martorana, fece poi costruire un monastero vicino alla chiesa, da allora tutto il complesso fu nominato Martorana ( e l ammiraglio cadde nel dimenticatoio).ora come già detto, le suore in fatto di invenzioni gastronomiche erano proprio delle maestre, la leggenda dice che nel 1308 aspettavano un ospite importante, niente meno che il Papa (allora era Clemente V). Per rendere gradevole il proprio monastero, decisero di sostituire i frutti raccolti dal loro giardino con nuovi frutti fatti di pasta di mandorle, e presentarono al papa un giardino con alberi veri ricolmi di frutta finta che da allora fu chiamata frutta martorana 11

12 Educare insieme... è un atto d amore! La Sicilia riparte dalla sfida educativa e dalla famiglia lanciando una grande offensiva nei confronti della delinquenza minorile ma soprattutto incoraggiando le famiglie e il territorio ad essere presenti per educare. Il motto degli organizzatoti dice che educare da soli è è perdere in partenza. Ecco perchè ottanta associazioni di volontariato e 200 delegati da tutta la sicilia si sono riuniti a Scoglitti (RG) per dare vita alla prima rete regionale per l educazione. Dal 7 al 9 dicembre a Scoglitti (RG) in un grande Meeting Educativo promosso dal MoVI Sicilia e realizzato con il sostegno del CeSVoP e gli esperti formatori di Creativ 200 delegati in rappresentanza di oltre 3000 volontari hanno discusso dell emergenza educativa in Sicilia e di come diventare più competenti per affrontare il disagio giovanile. Carissimi, vogliamo calorosamente abbracciarvi tutti e ringraziarvi per la stupenda esperienza vissuta insieme a Scoglitti!!!. E stata per noi un esperienza molto coinvolgente e stimolante e nella quale abbiamo potuto constatare che ciascuno di voi si è messo con entusiasmo in gioco indipendentemente dall età anagrafica Bravi e brave! Ci avete messo davvero in condizioni ideali per lavorare Vi abbracciamo con tanto affetto insieme a tutti quelli che si sono dati da fare per la buona riuscita dell esperienza! Giulio - Nicola - Carlo - Alberto - Veronica (Educatori Creativ) 12

13 SICILIA EDUCA Sicilia Educa è una realtà. 80 associazioni firmano la carta d intenti Alessio Zarzana, delegato dell associazione Giovani In Ecco le associazioni del 6 MSG SICILIA MoVI Sicilia Libera Sicilia Arciragazzi Sicilia ACE Associazione Celiaci GELA ADE Associazione Diabetici AGESCI GELA 4 Gela AGESCI Gela 5 Gela AIDO Licata Licata AIDO San Cataldo San Cataldo AIPS Trapani AISW SANTA FLA- VIA A lcamo Soccorso Alcamo A mici dell Anffas Favara ANGLAT CL S. Cataldo ANIO-ONLUS Palermo Arciragazzi Trapani A SS. RAD. M EDITERRANEO PALERM O Associazione Il Quart iere Monreale AssociazioneFamiliari A lzheimer Caltanissetta AUSER CALTANISSETTA CA LTANISSETTA Auser Insieme Gela Auser Marsala Marsala Auser Petrosino Petrosino AVIS Campobelllo di Licata Avis Comnnale Godrano (PA) Godrano (PA) Avis Santo Stefano Quisquina Santo Stefano Quisquina AVPC Grifoni FAVARA CAV Gela Centro Accoglianza Servirti Gela Centro di solidarietà Nicola Coppola Castellammare del Golfo Centro Zuppardo Gela FRATRES SAN CATALDO San Cataldo G.V.V. Trapani Gabbiamo Jonathan Gela Gela Famiglia Gela Respiro Giovanart CERDA GIOVANI IN Palermo Giovani Scout Italiani CALTANISSETTA Guardie Ambientali Trinacria Petrosino I Girasoli Alcamo Il Cuore Isolano Trapani Insieme per vivere Onlus Alcamo La casa di tutte le genti Palermo La fen ice del sud Gela La Formica Operosa Gela La Goccia Termin i Imerese Legambiente Gela MISERICOR- DIA NISCEMI MoVI Gela Gela Nuovo sentriero onlus SANTA FLA VIA ONVGI Palazzo Adriano Palazzo Adriano P.A. Procivis Licata Perfetta Letizia Gela POLPEN NISCEMI Prociv Niscemi Progetto H Gela PROCIV ARCI N.P.N. SOMMATINO SANS SOUCI S. CATERINA VILLARMOSA Scout d Europa Gela Simpatiche Canaglie S. Cataldo SOLIDARIETà PRIZZI TAM TAM San Cataldo Una mano per Santo Stefano Quisquina Valle del Salso San Cataldo San Cataldo (CL) W E CARE Campobello di Licata 13

14 FORMAZIONE Giornate di studi "Volontariato giovanile tra fiducia e identità: giovani e adulti a confronto Centro S. Chiara - Piazza S. Chiara,11 (Palermo) 28 e 29 dicembre 2012 Il Prof. Ferdinando Siringo Presidente MOVI Sicilia - Presidente CeSVoP La Dott.ssa Giovanna Mastrogiovanni responsabile della Promozione del volontariato giovanile del Cesvop. Due giornate di formazione per i giovani volontari delle Associazioni: Una mano per - S. Stefano Quisquina; AVIS - S. Stefano Quisquina; We care - Campobello di Licata; A- VIS - Campobello di Licata; Giovanart - Cerda; Cuore che vede Palermo; Giovani In Palermo. Gli incontri organizzati dal Cesvop per approfondire e discutere il ruolo del volontariato giovanile con le istituzioni locali. Tra gli obiettivi : Avviare uno scambio di esperienze tra giovani provenienti da diverse realtà provinciali che a seguito delle esperienze dei campi estivi e dei progetti di promozione del volontariato giovanile hanno maturato la scelta dell impegno nel contesto territoriale in cui vivono. Sviluppare un percorso sugli strumenti educativi utilizzati da giovani e adulti sul tema fiducia e identità. Sostenere la crescita del volontariato giovanile nelle associazioni e nei luoghi di partecipazione. Le associazioni provenienti da fuori Palermo sono stati sistemati dal Cesvop presso la struttura Domus Carmelitana di Ballarò. Il primo giorno il Prof. Ferdinando Siringo Presidente MOVI Sicilia nonché Presidente CeSVoP e la responsabile della Promozione del volontariato giovanile del Cesvop, Dott.ssa Giovanna Mastrogiovanni dopo i saluti introduttivi hanno presentato le realtà giovanili partecipanti, il programma e degli o- biettivi dell incontro. Don Gianni D Andrea Resp.le Naz.le Settore Emarginazione e Disagio giovanile SCS 14

15 FORMAZIONE AL SANTA CHIARA A seguire la discussione introduttiva sul tema Fidarsi è bene? di Don Gianni D Andrea Resp.le Naz.le Settore Emarginazione e Disagio giovanile SCS, che ha poi lasciato spazio alla discussione e alla prima parte del Laboratorio esperienziale Fidarsi è meglio durante il quale sono state formate due sessioni parallele: gruppo giovani volontari (composto da giovani di differente provenienza territoriale) e gruppo adulti educatori. Dopo una breve pausa i lavori sono ripresi con la II parte del laboratorio esperienziale Fidarsi è meglio con gruppi composti da giovani e adulti della stessa realtà territoriale. Alla fine tutti insieme in pizzeria. Il secondo giorno, dopo la discussione introduttiva sul tema Credo in te, dunque sei - invece videomessaggio del Prof. Antonio Bellingreri - Ordinario Pedagogia generale e sociale Univ. Studi di Palermo (causa influenza) è stato proiettato un breve film, Il circo della farfalla che ha suscitato molta commozione fra i partecipanti. Subito dopo, suddivisi in gruppi con lo stesso criterio del giorno prima si è dato corso al laboratorio esperienziale Crediamoci, dunque ci siamo diviso in due parti da una breve pausa. I lavori sono stati sintetizzati da un rappresentante per ogni gruppo, e sono stati accompagnati da proposte operative per potenziale l impegno giovanile nel territorio. Ha concluso le giornate di formazione il Presidente CeSVoP, Prof. Ferdinando Siringo con il tema Volontariato, giovani e sfide e- ducative: l impegno per la nascita di comunità solidali Dopo un pranzo e i saluti il rientro. 15

16 TOMBOLATA DELLA SOLIDARIETÀ Giovedì 03/01/2013 Momento gioioso in occasione delle feste natalizie organizzato dalle associazioni Giovani In e Cuore che vede nella parrocchia San Giovanni Bosco. Famiglie, bambini, giovani e anziani si sono ritrovati insieme, gioiosamente, nel salone parrocchiale per una grande tombolata all'insegna della solidarietà. I premi delle tombolate, infatti, sono stati donati prima del Natale dai bambini del catechismo, da chi ha potuto e dai bambini della scuola elementare "Nazario Sauro". Si è trattato di giocattoli, giochi e oggettini ancora in buono stato ma non più utilizzati dai bambini perché ormai stufi sempre delle stesse cose, e che i giovani hanno confezionato in pacchetti regalo nei giorni che hanno preceduto la tombolata. Un modo per educare i bambini e le famiglie come attraverso un piccolo gesto di solidarietà si possono creare occasioni per stare e crescere insieme con gioia. I Giovani hanno fatto divertire i bambini con balli e hanno regalato a tutti palloncini modellabili di diverse forme. È stato un bel pomeriggio per tutti i partecipanti, frutto della collaborazione tra parrocchia, scuola e realtà associative del quartiere. 16

17 TOMBOLATA DELLA SOLIDARIETÀ Per vedere tutte le foto vai al sito 17

18 PRESEPI IN......FAMIGLIA 1 Classificato Natale è la festa di compleanno di Gesù Bambino. Eppure in piena era del consumismo sempre più persone fanno festa dimenticandosi del festeggiato. Come è noto sempre più famiglie trascurano di preparare in casa il presepe che ricorderebbe l evento della nascita di Gesù ai bambini e a quanti in questo periodo si riuniscono nelle case per giocate a carte e grandi abbuffate. In occasione dell Anno della Fede, i Giovani In hanno pensato di rivalutare e stimolare la ripresa di questo aspetto tradizionale della fede cristiana, attraverso un concorso, al quale hanno invitato a partecipare tutti i bambini del catechismo e tutte le famiglie della parrocchia. Durante il periodo natalizio i giovani sono andati a visitare le famiglie che hanno aderito all iniziativa per fotografare i presepi. Sono stati accolti molto calorosamente e a tutte le famiglie è stato regalato un san tino con su scritto il Padre Nostro che è stato recitato tutti insieme tenuti per mano intorno al presepe. Le foto sono state esaminate dal parroco Padre Alessandro che ha scelto i 3 presepi vincitori. Il 13 gennaio, dopo la messa, nel salone parrocchiale sono stati consegnati i premi ai vincitori. A tutti i partecipanti è stato donato un premio di consolazione. Alla fine è rimasto anche il tempo per consumare insieme un dolce preparato dagli organizzatori. 2 Classificato 3 Classificato 18 18

19 PRESEPI IN......FAMIGLIA Per vedere tutte le foto vai al sito 19

20 Per vedere tutte le foto visitate il sito: MARCIA PER LA VITA «Generare la vita per vincere la crisi». All insegna di questo messaggio si è svolto, sabato 9 febbraio a Palermo, la terza edizione della Marcia per la vita, organizzata dal Forum Vita Famiglia Educazione. La Marcia è partita alle ore 16,30 da Piazza Croci per raggiungere, alle ore 18, il Teatro Massimo di Piazza Verdi. Qui i partecipanti hanno ascoltato i testimoni per la vita che hanno spiegato come la vita sia un valore che ciascuno può difendere nell esperienza quotidiana comune o professionale. «Vogliamo rappresentare argomenti antagonisti rispetto alla diffusa cultura della morte spiega Diego Torre, della Milizia dell Immacolata, delegato del Forum Vita Famiglia Educazione, il gruppo di associazioni che organizzano la Marcia - come facciamo già da otto anni. Per questa edizione abbiamo voluto evidenziare il rapporto fra crisi economica e crisi della natalità. Alla manifestazione hanno aderito 3 vescovi e 14 fra sacerdoti e frati, molti gruppi, ordini e associazioni religiose. Tra gli altri, hanno partecipato il Rinnovamento dello Spirito di Palermo, il Terzo Ordine dei Frati minori francescani e l Ordine Francescano Secolare di Sicilia, la Parrocchia San Giovanni Bosco e le associazioni Giovani In e Cuore che vede. La Marcia per la vita è stata patrocinata dal Comune, dalla Provincia e dall Università degli studi di Palermo. 20

21 Nel ventre di una donna incinta si trovavano due bebè. Uno di loro chiese all'altro: - Tu credi nella vita dopo il parto? - Certo. Qualcosa deve esserci dopo il parto. Forse siamo qu i per prepararci per quello che saremo più tardi. - Sciocchezze! Non c'è una vita dop o il parto. Come sar ebbe quella vita? - Non lo so, ma sicuramente... ci sarà più luce che qua. Magari cammineremo con le nostre gambe e ci ciberemo dalla bocca. -Ma è assurdo! Cammi nar e è i mpossibile. E mangiar e dalla bocca? Ridicolo! Il cordone omb elicale è la via d'ali mentazione Ti dico una cosa: la vita dopo il parto è da escluder e. Il cordone ombelicale è tr oppo corto. - Invece io cre do che debba esserci qualcosa. E forse sarà diverso da quello cui siamo abituati ad avere qui. - Però nessuno è tornato dall'aldilà dopo il parto. Il parto è la fine della vita. E in fin del conti, la vita non è altro che un'angosciante esistenza nel buio che ci porta al nulla. - Beh, io non so esattamente come sarà dopo il parto, ma sicura mente vedremmo la mamma e le i si prenderà cura di noi. - Mamma? Tu cr edi nella mamma? E dove credi che sia lei ora? - Dove? Tutta intorno a noi! E' in lei e grazie a lei che viviamo. Senza di lei tutto quest o mondo non es isterebbe. -Eppure io non ci credo! Non ho mai visto la mamma, per cui, é logico che non esista. - Ok, ma a v olte, q uan do siamo in s i- lenz io, si ries ce a sentirla o percepire come a ccarezza il nostro mondo. Sai?... lo penso che ci s ia una v ita reale che ci aspetta e che or a s oltanto st ia mo preparan doc i per essa... 21

22 22

23 Per vedere tutte le foto Per un giorno tutti eroi dei cartoon e delle favole. Nel salone parrocchiale di San Giovanni Bosco, sabato 9 febbraio i giovani, i ragazzi del catechismo e i loro educatori hanno festeggiato il loro carnevale. E andato in scena un bel momento di festa. I giovani di ogni età si sono ritrovati per la cena, continuando la festa per tutta la serata, animandola con balli e giochi. Travestiti da eroi dei cartoon, da principesse, micette, topolini, personaggi delle favole, i giovani hanno dato vita a un allegra bagarre, all insegna dell amicizia, del divertimento e della sana aggregazione. Alla fine della serata sono state premiate le due maschere più belle. 23

24 Luglio 2012 Febbraio 2013 "Esce quando ci riesce.. E nato il sito dell associazione Giovani In. 24 Come molti sapranno l associazione Giovani In è nata nel 2008 in occasione dello Speronfest, grande festa nel quartiere Sperone che ha visto coinvolte alcune realtà associative cittadine, laiche e religiose, e che aveva l obiettivo di sensibilizzare l opinione pubblica e le istituzione sul degrado del rione. In quell occasione la crescita del gruppo giovanile della parrocchia San Sergio che ha sentito l'esigenza di voler mettere i "talenti" ricevuti in dono dal Signore anche al servizio del quartiere, della città, oltre che della propria comunità, si è concretizzata con la fondazione dell associazione Giovani In, sostenuta dal parroco Padre Carmelo Scellato, che ha permesso ai giovani del gruppo ma anche ai giovani scout e ai giovani del quartiere di rappresentare il musical Notre Dame de Paris, gratuitamente a beneficio dei bambini e dei ragazze di tutte le scuole del quartiere Sperone. In tutti questi anni molte sono state le iniziative promosse e realizzate dall associazione che hanno sempre avuto l obiettivo di promuovere tra i giovani il volontariato di prossimità., cioè un volontariato diffuso che non richiede servizi professionali e organizzazioni complesse ma, semplicemente, che ciascuno possa accorgersi dei vicini e prendersene cura. Così come Gesù insegna. Il volontariato di prossimità è una forma di impegno nella quale non si diventa "specialisti del sociale", non si devono frequentare corsi, non è necessario iscriversi a registri o compilare moduli, non serve chiedere contributi... E' una forma d impegno per la quale l'unica competenza richiesta è quella dell'essere persone capaci di relazione. Di tutte le iniziative è rimasta una testimonianza nel giornalino Giovani In...formazione, redatto dai Giovani In e distribuito sempre gratuitamente chiudendo solo un contributo libero per sostenere le spese della stampa. In piena era informatica ci è sembrato doveroso mettere gli archivi del giornalino e delle foto che ricordano tutti gli eventi, a disposizione di tutti quanti avessero il desiderio di consultarli. Inoltre nel sito potrete consultare le attività recenti, la formazione, le notizie, lo statuto insomma tutto ciò che riguarda i GIOVANI IN. Consultatelo!!! Un avvertenza : quando digitate l indirizzo fate attenzione alla doppia i.

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO GENNAIO FEBBRAIO 2015 Carissimi, qualcuno sta dicendo che conoscendo bene i dieci comandamenti per tutto quest anno siamo a posto! A dire il vero altri

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto

Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto Allegato n.5 RELIGIONE CATTOLICA TANTI DONI, UN SOLO DONATORE La scuola dell'infanzia, attraverso le attività proposte, realizza un contesto educativo nel quale l'apprendimento si accorda all'essere e

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

" UN AMORE Celeste Programmazione di Educazione Religiosa Scuola dell Infanzia Paritaria C. Arienta Prato Sesia a.s. 2015-2016

 UN AMORE Celeste Programmazione di Educazione Religiosa Scuola dell Infanzia Paritaria C. Arienta Prato Sesia a.s. 2015-2016 " UN AMORE Celeste Programmazione di Educazione Religiosa Scuola dell Infanzia Paritaria C. Arienta Prato Sesia a.s. 2015-2016 Alle Scuole Paritarie è assicurata piena libertà per quanto concerne l orientamento

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

quaresima, cammino verso la pasqua.

quaresima, cammino verso la pasqua. quaresima, cammino verso la pasqua. Siamo in cammino verso la Pasqua. Nelle nostre comunità accoglieremo, con la fatica di una umanissima e trepidante attesa, la gioia della resurrezione: Cristo, nostra

Dettagli

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA sez. B FARFALLE Anno scolastico 2012-2013 Insegnante: Bordignon Claudia PERCORSO DIDATTICO (ATTIVITÀ) per bambini di 3,4 e 5 anni PREMESSA La scuola dell infanzia rivolge

Dettagli

Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011

Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011 Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011 DOMENICA 1 MAGGIO II DI PASQUA In Albis depositis Domenica della Divina Misericordia "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi.

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi. Cari amici dei Salesiani, all inizio di questo nuovo anno formativo desideriamo presentarvi un breve riassunto delle nostre attività dalla fine del giugno scorso fino a settembre. 1 giugno - Animazione

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu-

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- Vincent Van Gogh, Il Seminatore al tramonto, 1888 6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- to.

Dettagli

INDICE. Premessa... 7

INDICE. Premessa... 7 INDICE Premessa... 7 GIOVEDÌ SANTO Schema della Celebrazione... 12 I Santi Padri... 13 Agostino: Vi do un comandamento nuovo... 13 Efrem: L agnello figura e l Agnello vero... 16 Cirillona: La gioia di

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI

PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI PROGRAMMA AVVENTO-NATALE 2013 NEL MONDO CI SEI Ci prepariamo al Natale attraverso il cammino di Avvento con le sue quattro domeniche e con le iniziative che abbiamo pensato per vivere bene e con frutto

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Istituto Comprensivo "NOTARESCO"

Istituto Comprensivo NOTARESCO Istituto Comprensivo "NOTARESCO" Anno Scolastico 2015/2016 PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA Insegnante Testa Maria Letizia MAPPA CONCETTUALE DIO HA POSTO IL MONDO NELLE NOSTRE

Dettagli

11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre. Il segno dell Acqua. La comunità cristiana

11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre. Il segno dell Acqua. La comunità cristiana Parrocchia Santi Giacomo - Schema per la catechesi dei Fanciulli: Tappa 11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre 30 novembre I segni di Primo Anno Ci accoglie

Dettagli

Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi

Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi Distretto: torino nord - ciriè Tema di riflessione del gruppo: la catechesi famigliare precede accompagna e arricchisce ogni altra forma di catechesi Animatore/trice: verderone daniela -momenti di aggregazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

MISSIONARIO VINCENZIANO

MISSIONARIO VINCENZIANO GMV: origini, identità, attività... GRUPPO MISSIONARIO VINCENZIANO Origine e storia Bisogna risalire ai primi anni del dopoguerra per trovare la fonte da cui scaturì il MOVIMENTO MISSIONARIO VINCENZIANO.

Dettagli

Persone coinvolte: tutti i bambini e le insegnanti Tempi: febbraio-marzo Spazi: cappella, sezioni e laboratorio

Persone coinvolte: tutti i bambini e le insegnanti Tempi: febbraio-marzo Spazi: cappella, sezioni e laboratorio Motivazioni Dopo aver scoperto come Gesù cresceva, aiutava la sua mamma e Giuseppe imparando il mestiere del falegname, ora vogliamo conoscerlo quando, da grande, lasciò la sua casa per andare tra la gente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio»

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «Mi presento a voi come la Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato, Regina del Cielo, Madre delle famiglie, Portatrice di Pace nei vostri cuori». del 25 agosto

Dettagli

Attività a Tema in Branca L/C

Attività a Tema in Branca L/C in Branca L/C Queste note fanno seguito al laboratorio sulle del 13 marzo 2013 a Roma e riprendono il sussidio, ormai introvabile, concepito nel 1973 e rivisto nel 1982. Le nascono nella Branca Lupetti

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te!

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te! Liturgia per matrimonio Versione abbreviata della liturgia di matrimonio della Chiesa luterana danese, autorizzata con risoluzione regale del 12 giugno 1992 ENTRATA (PRELUDIO) DI ENTRATA SALUTO Pastore:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 INSEGNANTE: Bonaiti Laura (Supplente di Francesca Binetti); SCUOLA DELL INFANZIA DI MACLODIO 1 1 UDL SETTEMBRE:

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO

GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO I.O. A. MUSCO SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 INS. PECI MARIA GIUSEPPA PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

3ª Domenica di Quaresima

3ª Domenica di Quaresima PARROCCHIA DI SANTA MARIA MAGGIORE CODROIPO VIA BALILLA, 21 - TEL. 0432 906008 www.parrocchiacodroipo.it 8-15 MARZO 2015 3ª Domenica di Quaresima Per la Liturgia delle Ore: 3ª settimana del salterio Tempo

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli