Quale delle seguenti affermazioni relative ai ceppi di batteri resistenti è corretta?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quale delle seguenti affermazioni relative ai ceppi di batteri resistenti è corretta?"

Transcript

1 omanda 1 Una ragazza è vittima di un incidente in bicicletta durante il quale batte l'addome contro il manubrio. La ragazza lamenta dei dolori al lato sinistro dell'addome e una sensazione di pressione a livello epigastrico. Quando viene trasportata al pronto soccorso dall'ambulanza la circolazione è stabile. Quale organo sarà al centro della diagnosi? Fegato Milza Reni Pancreas omanda 2 Quale delle seguenti affermazioni relative ai ceppi di batteri resistenti è corretta? Solo i batteri possono sviluppare una resistenza. La multiresistenza è più frequente nei pazienti immunodepressi. La multiresistenza è nota solo per gli stafilococchi. I portatori sani di ceppi di batteri resistenti devono essere isolati in ospedale. omanda 3 neg osa non è una micosi? Listeriosi Tinea pedis Pityriasis versicolor spergillosi omanda 4 Nel caso della meningite batterica quale dei seguenti criteri corrisponde a un caso di emergenza assoluta? Temperatura superiore a 38 efalee omparsa di lesioni cutanee purpuriche Fotofobia Pagina 1/27

2 omanda 5 neg Quale delle seguenti malattie non è una malattia di origine batterica? Toxoplasmosi Tubercolosi Salmonellosi Listeriosi omanda 6 neg Quale dei seguenti ormoni non è un ormone della ghiandola pituitaria? Ormone adrenocorticotropo (TH) Ossitocina Tirotropina (TSH) Paratormone omanda 7 L'iponatriemia può essere causata dalla SIH. he cosa si intende con tale acronimo? Un'alimentazione carente di sodio. Una perdita renale dei eletroliti causata da una nefrotossina. Un disturbo della ripartizione intra- e extracellulare del sodio. Un eccesso di secrezione dell'ormone diuretico. omanda 8 Quale tessuto è asportato in caso di adrenalectomia? Tessuto delle ghiandole endocrine. Tessuto linfatico. Tessuto nervoso. Mucosa. Pagina 2/27

3 omanda 9 neg Quale delle seguenti patologie non può essere causata dall'assunzione da tempo di steroidi? Insufficienza surrenalica secondaria Sindrome di ushing esogena iabete mellito Iperaldosteronismo secondario omanda 10 neg Quale dei seguenti sintomi non è caratteristico dell'ipotiroidismo? Tachicardia dinamia Intolleranza al freddo Pelle secca, pallida, inspessita omanda 11 Un uomo di 70 anni che afferma di consumare regolarmente 4 birre/giorno avverte un forte dolore all'alluce destro. La prima articolazione metatarso-falangea dx è arrossata e presenta edema. ll'artrocentesi si osserva la presenza di cristalli. Qual è la diagnosi più probabile? Tendinite Gotta Osteoma osteoide Infezione dei tessuti molli omanda 12 Quale ormone si cerca nel sangue o nelle urine quando si esegue un test di gravidanza? Estradiolo eta-hg Progesterone FSH Pagina 3/27

4 omanda 13 Qual è l'organo che produce l'eritropoietina (EPO)? Il midollo Il rene Il pancreas La milza omanda 14 In occasione di una puntura lombare eseguita a scopo diagnostico in un soggetto adulto... si effettua una puntura a livello del ventricolo del midollo spinale. si raccoglie del liquido dalla cavità subaracnoidea. è possibile diagnosticare un ictus. sussiste un rischio di tetraplegia. omanda 15 neg Quale delle seguenti affermazioni relative al sistema nervoso periferico non è corretta? È costituito da nervi sensoriali e motori. Ne fanno parte anche i nervi cranici. l suo interno si svolgono riflessi elementari. Il diabete mellito può arrecarvi dei danni. Pagina 4/27

5 Quesiti fasia Paralisi del plesso brachiale Tremori Mal di testa ssociate i sintomi da a ai rispettivi quadri clinici: 16. Ictus 17. Meningite 18. Malattia di Parkinson omanda 19 Un paziente ha un trauma cranico con ematoma epidurale. Per aiutarlo è possibile... eseguire una trapanazione. eseguire una craniotomia e un'incisione delle meningi. eseguire un'incisione cerebrale. introdurre uno shunt. omanda 20 neg Quale dei seguenti elementi non è fra le possibili cause di ictus? Rottura di un aneurisma dell'arteria cerebrale. Embolia causata da trombosi venosa profonda della gamba. terosclerosi delle arterie cerebrali e precerebrali. Trombosi di una vena cerebrale. Pagina 5/27

6 omanda 21 Quale nervo appartiene all'arto superiore? Nervo fibulare profondo Nervo mediano Nervo tibiale Nervo trocleare omanda 22 Il delirium tremens è una manifestazione clinica della crisi d'astinenza da... alcol. cannabis. eroina. cocaina. omanda 23 neg Quale delle seguenti affezioni può causare una demenza? Tumore cerebrale maligno. Meningite. Malattia di Parkinson. Ematoma subaracnoideo acuto. omanda 24 neg Quale dei seguenti sintomi non è caratteristico della schizofrenia? Mania lterazioni del pensiero llucinazioni Umore delirante Pagina 6/27

7 omanda 25 Quale delle seguenti malattie psichiatriche fa parte delle psicosi esogene? Psicosi epilettica acuta Psicosi alcolica emenza Schizofrenia Quesiti E isturbi cognitivi, coma, paralisi respiratoria Mal di testa, sudori, tachicardia, tremore patia, allucinazioni, deliri Ipotensione, tachicardia, vertigini Euforia, aggressività, palpitazioni Quali di questi gruppi di sintomi si producono tipicamente in caso di avvelenamento da: 26. ocaina E 27. Ormone tiroideo E 28. arbiturici E 29. Nitroglicerina omanda 30 neg Quale dei seguenti elementi non fa parte della tonaca vascolare dell'occhio? oroide Iride Retina orpo ciliare Pagina 7/27

8 omanda 31 neg Quale delle seguenti affermazioni non è corretta? La miopia può evolvere durante l'adolescenza La miopia deve essere corretta usando una lente divergente Nella miopia, anche senza correzione ottica, l'acuità visiva rimane buona nella visione da vicino Nei soggetti affetti da miopia l'asse anteroposteriore dell'occhio è più piccolo rispetto a quello dei soggetti normali (emmetropi) omanda E Staffa (stapes) Martello (malleus) Tromba di Eustachio (tuba auditiva) Incudine (incus) oclea (cochlea) 32. Si fissa alla membrana del timpano E 33. La sua base trasmette le vibrazioni sonore al liquido dell'orecchio interno E 34. È la parte dell'orecchio interno deputata all'udito E omanda 35 Il calazio è un'infiammazione: del dotto lacrimale della cornea della palpebra della congiuntiva Pagina 8/27

9 omanda 36 Quale delle seguenti affermazioni relative alla respirazione è esatta? L'inspirazione avviene in modo attivo durante l'elevazione del diaframma. L'espirazione avviene in modo passivo mediante il rilascio del diaframma. Il diaframma è controllato dal sistema nervoso autonomo. Lo scambio gassoso avviene all'interno dei bronchioli terminali omanda 37 neg Quale delle seguenti affermazioni relative alla laringe non è esatta? La ghiandola tiroide si trova davanti alla cartilagine tiroidea. urante la deglutizione riflessa l'epiglottide poggia sulla glottide. Il restringimento della laringe è causa di stridore inspiratorio. Le corde vocali si aprono solo durante l'espirazione. omanda 38 Un paziente affetto da PO e enfisema polmonare... ha una maggiore capacità vitale polmonare. ha un aumento del volume polmonare reversibile. può essere trattato per via endoscopica mediante valvole bronchiali. spesso ha precedenti di esposizione all'amianto, (asbesto). omanda 39 neg Quale delle seguenti affermazioni relative a un paziente con adenoidi ipertrofiche e tonsille normali non è corretta? L'adenoidectomia può essere un'opzione di trattamento. Soffre spesso di angina. Ha una respirazione nasale difficile. Soffre spesso di catarro tubarico. Pagina 9/27

10 omanda Laringe ronchi - ronchioli Trachea rterie polmonari E avità pleurica ssociate gli organi ai rispettivi quadri clinici: 40. Pneumotorace E 41. roncopolmonite E 42. Pseudo-croup E omanda 43 neg Quale dei seguenti elementi non è fra le possibili cause di embolia arteriosa? neurisma dell'arteria polmonare. terosclerosi dell'arteria carotide. Fibrillazione atriale. Infarto del miocardio. omanda 44 Lo stridore espiratorio è un tipico sintomo di... pseudo-croup. presenza di corpi estranei nella trachea. bronchite ostruttiva. paralisi delle corde vocali. Pagina 10/27

11 omanda 45 Quale vena conduce nel fegato per drenare il sangue venoso degli organi addominali? La vena cava inferiore La vena epatica La vena porta La vena mesenterica inferiore omanda 46 Qual è la gittata cardiaca media a riposo di un uomo di 40 anni, con peso di 70 kg e in buona salute? 2 litri/minuto 5 litri/minuto 8 litri/minuto 10 litri/minuto omanda 47 In un EG il complesso QRS rappresenta... la contrazione atriale la ripolarizzazione atriale la contrazione ventricolare la ripolarizzazione ventricolare omanda 48 neg urante uno sforzo fisico, quale dei seguenti parametri non aumenta di valore? Resistenza circolatoria periferica totale Pressione arteriosa sistolica Frequenza cardiaca onsumo di ossigeno Pagina 11/27

12 omanda 49 neg Le pareti dell'atrio destro presentano orifizi di abboccamento di tutte le seguenti vene, tranne... il seno venoso coronarico le vene polmonari destre la vena cava superiore la vena cava inferiore omanda 50 neg Quale delle seguenti affermazioni relative alla fessura labiale e alla fessura palatina non è corretta? In caso di fessura labiale, a livello del labbro superiore è presente una fessura che si estende sino alla narice. In caso di fessura palatina la cavità buccale e quella nasale sono collegate tra loro. In caso di fessura della parte anteriore del palato anche il velo palatino è interessato. L'insufficienza velofaringea può ostacolare l'espressione orale e la deglutizione. omanda 51 Qual è la causa all'origine del reflusso gastroesofageo del neonato e del lattante? ssenza di innervazione dello sfintere esofageo inferiore. Sfintere esofageo inferiore troppo corto e con pressione di tenuta troppo debole. ontrazione del diaframma durante la deglutizione. Ipermotilità del terzo inferiore dell'esofago. omanda 52 Qual è il percorso dell'endoscopia capsulare? Piloro uodeno olon sigmoideo ngolo colico sinistro Ileo igiuno - Valvola ileocecale Piloro mpolla di Vater - igiuno - Ileo Valvola ileocecale - ngolo colico sinistro - olon sigmoideo uodeno Piloro ngolo colico sinistro - olon sigmoideo Ileo Valvola ileocecale - igiuno mpolla di Vater Piloro olon sigmoideo ngolo colico sinistro Ileo igiuno - Valvola ileocecale Pagina 12/27

13 omanda 53 Il grande omento è composto da... intestino tenue e intestino crasso. tessuto adiposo e tessuto connettivo. tessuto splenico. tessuto muscolare e tessuto cartilagineo. omanda 54 quale patologia corrispondono i seguenti sintomi: diarrea, dolori nella parte inferiore dx dell'addome (accentuati durante l'assunzione di alimenti e prima della defecazione), aumento del numero di globuli bianchi, anemia, recidivi ricorrenti? Gastrite Epatite iverticolosi Malattia di rohn omanda 55 Un uomo di 60 anni si presenta con dolori epigastrici recidivanti che durano ogni volta svariate ore. Il paziente afferma che talvolta il dolore assume la forma di una cintura arrivando fino alla schiena. Il paziente ha perso molto peso perché ha notato un considerevole aumento del dolore dopo i pasti, cosa che lo ha spinto a mangiare molto meno. Le sue feci sono di color argilla e hanno un odore particolarmente forte. Quale organo è interessato? Pancreas Fegato Reni Stomaco omanda 56 Quale delle seguenti affermazioni relative all'utero è esatta? Si suddivide in corpo, cervice e tube uterine. La sua parete è composta da endometrio e miometrio. Le tube di Falloppio terminano nel collo dell'utero. L'esame endoscopico avviene tramite colposcopia. Pagina 13/27

14 omanda 57 neg In seguito a un'ovariectomia bilaterale la donna non è /non ha amenorrea. carenza di estrogeni. sterile. una diminuzione della pelosità. omanda 58 he cosa accade al glucosio nel rene di una persona in buona salute? Non è filtrato dai glomeruli e non è secreto dai tubuli renali. Non è filtrato dai glomeruli, ma è secreto dai tubuli renali. È filtrato dai glomeruli e secreto dai tubuli renali. È filtrato dai glomeruli e riassorbito dai tubuli renali. omanda 59 Il dotto deferente (uctus deferens)... parte dall'epididimo e termina con la vescicola seminale. parte dal testicolo e termina con l'epididimo. Passa nel canale inguinale. è parallelo all'uretere. omanda 60 neg La litiasi delle vie urinarie non può essere trattata mediante... nefrostomia percutanea. pieloscopia per asportazione. meatotomia uretrale. litotrissia extracorporea ad onde d'urto (ESWL). Pagina 14/27

15 omanda 61 neg Quale dei seguenti agenti patogeni non è responsabile di infezioni della regione urogenitale? Herpes simplex ampylobacter Parvoviridae Treponema pallidum omanda 62 Un'ustione di terzo grado corrisponde a: rossore e rigonfiamento della pelle. comparsa di vesciche dolorose. necrosi dell'epidermide. Necrosi fino all'ipoderma. omanda 63 neg Quale delle seguenti affermazioni relative alla displasia dell'anca non è corretta? La classificazione del grado di severità avviene tramite ecografia secondo Graf. Uno dei possibili segni della displasia dell'anca può essere la differenza di lunghezza tra le due gambe. La displasia dell'anca può condurre alla lussazione dell'articolazione dell'anca. La terapia di scelta è rappresentata dall'osteotomia correttiva. omanda 64 Le ossa lunghe sono composta da: iafisi, metabolita, epifisi Epifisi, metafisi, diafisi Epifisi, metastasi, diaframma Metafisi, sinfisi, diastasi Pagina 15/27

16 omanda 65 Un segmento della colonna vertebrale comprende: due vertebre e un disco intervertebrale. una vertebra e due dischi intervertebrali. una vertebra e un disco intervertebrale. una vertebra. omanda 66 neg Generalmente la sarcoidosi non colpisce... le articolazioni. la pelle. i polmoni. i linfonodi. omanda rtrosi lgoneurodistrofia (Malattia di Sudeck) Poliartrite reumatoide Osteocondrite giovanile dell'anca (Malattia di Perthes) E Reumatismo articolare acuto 67. È una malattia autoimmune E 68. È una malattia degenerativa E 69. È di origine streptococcica E Pagina 16/27

17 omanda 70 Un adolescente di 15 anni, in buono stato di salute generale, da 2 anni a questa parte soffre di dolori dorsali con rigidità della colonna dorsolombare. ll'esame radiologico si nota una deformazione dei corpi vertebrali T7-T8. ll'esame neurologico non si segnala nulla di anomalo. Qual è la diagnosi? Ernia discale Epifisite vertebrale (Malattia di Scheuermann) Poliartrite reumatoide rtrosi vertebrale omanda E ito a scatto Miosite ifosi Malattia di upuytren Osteoporosi 71. È un'affezione dell'aponeurosi palmare E 72. È un'affezione del tessuto sinoviale che avvolge i tendini E 73. È un'anomalia che riguarda la densità e la struttura delle ossa E omanda 74 neg Quale delle seguenti analisi non è pertinente per la diagnosi dell'iperbilirubinemia neonatale? eterminazione del valore di glutammato piruvato transaminasi. Esecuzione del test di oombs. eterminazione del valore di glucosio-6-fosfato-deidrogenasi. eterminazione del valore di bilirubina indiretta. Pagina 17/27

18 omanda 75 Qual è la principale causa di aborto spontaneo durante il primo trimestre di gestazione? nomalia cromosomica dell'uovo Fibroma Malformazione dell'utero insufficenza cervicale (eanza cervico-istmica) omanda 76 plus ove può svilupparsi un carcinoma lobulare o duttale in situ? Nei polmoni. Nel seno. Nel fegato. Nel collo de l'utero (ervix uteri). omanda 77 plus Quale dei seguenti tumori è sempre maligno? Glioblastoma. Neurinoma dell'acustico. Meningioma dell'ala dello sfenoide. Ependimoma. omanda E a sclerosi nodulare diffuso a grandi cellule amelanotico papillare mielodisplastico 78. una variante del linfoma di Hodgkin E 79. un tipo di carcinoma della tiroide E 80. una variante di un linfoma non Hodgkin E Pagina 18/27

19 omanda 81 Quale delle seguenti affermazioni relative al dotto arterioso persistente (P) è corretta? Il P è un collegamento persistente tra l'atrio sinistro e il tronco polmonare. Il P causa una saturazione dell'ossigeno inferiore nell'arteria polmonare rispetto a quella del ventricolo destro. Il P può provocare insufficienza cardiaca/ipertensione arteriosa polmonare mediante creazione di shunt sn-dx. Il P è uno dei sintomi della trasposizione completa delle grandi arterie. Pagina 19/27

20 K 1 K 18 omanda K 1 Le seguenti patologie possono provocare emorragie oagulazione intravascolare disseminata. eficit ereditario del fattore VIII. Emofilia. arenza di vitamina K. omanda K 2 Valutate le seguenti affermazioni relative al diabete mellito. La microangiopatia diabetica svolge un ruolo nella patogenesi del piede diabetico. L'Hb1c è un marker dell'attività degli anticorpi anticellule delle isole pancreatiche nel diabete di tipo 1. Il principio basal-bolus tenta d'imitare il meglio possibile la secrezione d'insulina fisiologica. La nefropatia diabetica è basata su un disturbo glomerulare. omanda K 3 Valutate le seguenti affermazioni relative alla tubercolosi. Per complesso primario della tubercolosi si intende il focolaio primario accompagnato da adenopatia. La diagnosi può essere fatta direttamente attraverso l'osservazione dell'agente patogeno al microscopio ottico o in coltura, oppure indirettamente attraverso esami di biologia molecolare o istologici. Poiché la resistenza dei microbatteri alle penicilline è frequente il trattamento prevede la somministrazione di cefalosporine di nuova generazione. Oltre ai polmoni, tra altro, possono essere attaccati anche i reni, le meningi e le ossa. Pagina 20/27

21 omanda K 4 Quale delle seguenti patologie è di origine micotica? Lichen planus Tinea corporis (Micosi della cute glabra) Pitiriasi rosea di Gibert Pemfigo omanda K 5 Può essere causa di ipoacusia trasmissiva: Otite esterna Meningite batterica Perforazione del timpano Medicinale ototossico omanda K 6 Quale delle definizioni sottoelencate si riferisce all'insufficienza respiratoria? ispnea da sforzo severa e labbra cianotiche Funzione polmonare alterata e ipossiemia Tachipnea e respirazione dolorosa Patologia del paziente per il quale si ricorre all'intubazione omanda K 7 Valutare le seguenti affermazioni relative all'aneurisma. Oggi gli aneurismi aortici possono essere trattati con appositi dispositivi endovascolari. In caso di aneurisma intraddominale il rischio di rottura è elevato. Lo pseudoaneurisma può verificarsi in seguito a cateterismo. Oltre all'aterosclerosi, gli aneurismi sono per lo più causati da alterazioni vascolari degenerative, traumi e fragilità congenita del tessuto connettivo. Pagina 21/27

22 omanda K 8 Può essere uno dei sintomi della trombosi della vena porta: emorroidi ascite adenopatia ilare varici esofagee omanda K 9 l momento della sistole ventricolare... la valvola mitrale è aperta la valvola polmonare è chiusa la valvola aortica è aperta la valvola tricuspide è chiusa omanda K 10 Quale delle seguenti affermazioni relative allo stomaco è corretta? Eliminazione dei batteri alimentari Trasporto uniforme di alimenti Scissione dei glucidi Scissione delle proteine omanda K 11 Vero o falso? Un'insufficienza renale cronica, anche se leggera, può comunque incidere sulla posologia dei farmaci prescritti. L'insufficienza renale cronica severa si manifesta sotto forma di uremia a livello di vari organi. Nel quadro dell'insufficienza renale cronica la carenza di renina porta all'anemia renale. L'insufficienza renale cronica può essere causa di iperpotassiemia e disturbi del ritmo cardiaco. Pagina 22/27

23 omanda K 12 Perché la lussazione della spalla è un evento abbastanza frequente? La spalla è strettamente legata al muscolo. causa dello scarso supporto osseo. causa della capsula articolare relativamente stretta. causa dei legamenti relativamente forti. omanda K 13 Numero di vertebre: olonna cervicale: 9 vertebre Rachide toracico: 12 vertebre olonna lombare: 5 vertebre Sacro: 5 vertebre saldate omanda K 14 La sindrome da distress respiratorio neonatale... corrisponde alla perdita di plasma dai capillari verso gli alveoli con conseguente formazione di membrane ialine. corrisponde a una carenza di surfattante che conduce a un aumento della tensione superficiale negli alveoli. è caratterizzata da una tipica combinazione di ipocapnia e iperossia. si verifica frequentemente nei prematuri, poiché il surfattante polmonare viene prodotto solo a partire dalla 35 a settimana di gestazione omanda K 15 urante una gestazione dall'evoluzione normale, la rottura prematura delle membrane alla 33ª settimana compiuta di amenorrea può essere causa di... parto podalico. parto pretermine. procidenza del cordone ombelicale. placenta previa. Pagina 23/27

24 omanda K 16 In quale/i dei seguenti casi può verificarsi il passaggio di emazie fetali nel sangue materno? urante un'ecografia In caso di interruzione volontaria della gravidanza urante un'amniocentesi In caso di aborto spontaneo precoce omanda K 17 Vero o falso? I linfonodi sentinella sono quelli anatomicamente più vicini al tumore primario. I tumori borderline presentano caratteristiche sia dei tumori benigni che di quelli maligni. La linfangite carcinomatosa è un tipo di linfoma non Hodgkin. Quando la classificazione TNM viene esplicitamente citata come "ptnm", essa fa riferimento a una classificazione in base a risultati postoperatori. omanda K 18 Le valvole congenite dell'uretra... conducono a un'ostruzione prossimale della vescica. possono essere causa di ipertrofia del muscolo detrusore e disfunzione della vescica. tra i loro sintomi può esserci l'incontinenza. possono condurre a megauretere refluente secondario. Pagina 24/27

Quali sono le malattie reumatiche più importanti?

Quali sono le malattie reumatiche più importanti? Quali sono le malattie reumatiche più importanti? L ARTROSI, una patologia legata alla degenerazione delle cartilagini e del tessuto osseo nelle articolazioni, è la malattia reumatica più frequente. Il

Dettagli

Croce Rossa Italiana LE FUNZIONI VITALI XI CORSO BASE PRIMO SOCCORSO ASPIRANTI VOLONTARI

Croce Rossa Italiana LE FUNZIONI VITALI XI CORSO BASE PRIMO SOCCORSO ASPIRANTI VOLONTARI Croce Rossa Italiana FUNZIONI VITALI LE FUNZIONI VITALI XI CORSO BASE PRIMO SOCCORSO ASPIRANTI VOLONTARI Croce Rossa Italiana FUNZIONI VITALI La vita di un organismo è assicurata da TRE funzioni essenziali

Dettagli

1.1 Apparato circolatorio 1.1.1 CUORE

1.1 Apparato circolatorio 1.1.1 CUORE 1.1 Apparato circolatorio L apparato cardiocircolatorio è assimilabile ad un circuito idraulico, in cui la pompa è il cuore, arterie e vene sono le condutture ed il liquido circolante è il sangue. La circolazione

Dettagli

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO TURBE del SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI APP. CARDIOCIRCOLATORIO OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APP. CARDICIRCOLATORIO il

Dettagli

Prefazione Presentazione dell edizione italiana

Prefazione Presentazione dell edizione italiana INDICE V Capitolo 28 Indice Autori Prefazione Presentazione dell edizione italiana XI XIII 1 LA CELLULA 1 La cellula 1 Nucleo 7 Citoplasma 17 Complesso di Golgi 21 Mitocondri 24 Lisosomi 28 Perossisomi

Dettagli

Disturbi ossessivi compulsivi? Sono disturbi invalidanti? Trattamento farmacologico?

Disturbi ossessivi compulsivi? Sono disturbi invalidanti? Trattamento farmacologico? ALCUNE DOMANDE DEL COMPITO SCRITTO DI NEUROLOGIA DEL 31 GENNAIO Mielite trasversa, caratteristiche cliniche. SLA Lobo più colpito nel morbo d Alzheimer Sede più frequente di emorragia intraparenchimale

Dettagli

LA CODIFICA DEI TUMORI

LA CODIFICA DEI TUMORI LA CODIFICA DEI TUMORI San Severino Marche, 22 novembre 2007 Stefano Brocco Obiettivo Evidenziare le peculiarità ed i principi nella codifica dei tumori nella schede di morte con ICD10 - Classificazione

Dettagli

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli.

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. LE FUNZIONI DEL CORPO UMANO Questo nuotatore ha la bocca aperta. Perché? Perché deve coordinare i movimenti del corpo con una

Dettagli

CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI. - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO

CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI. - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO IL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO L'apparato cardiocircolatorio è costituito

Dettagli

Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme

Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme OBIETTIVI: Anatomia del cuore Fisiologia del cuore Patologie dell apparato cardiaco Sangue e vasi sanguigni Come funziona la circolazione del sangue

Dettagli

Comitato Locale Catania Hinterland

Comitato Locale Catania Hinterland Comitato Locale Catania Hinterland LEZIONE N 6 Apparato respiratorio Turbe del respiro Apparato cardiocircolatorio Turbe del sistema cardiocircolatorio LA CELLULA nucleo ribosomi citoplasma mitocondrio

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del

Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del sangue Ciascuna di queste due parti è divisa in senso

Dettagli

Università degli Studi di Sassari Clinica Ortopedica

Università degli Studi di Sassari Clinica Ortopedica Università degli Studi di Sassari Clinica Ortopedica 33-34 vertebre 7 cervicali 12 dorsali 5 lombari 5 sacrali 4/5 coccigee Corpo: di forma cilindrica Archi vertebrali : circoscrivono il foro vertebrale,

Dettagli

Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire.

Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire. Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire. Il cuore : è un muscolo grande all'incirca come il pugno della propria mano. pesa circa 500

Dettagli

La sincope: Modalità di codifica

La sincope: Modalità di codifica GIAC Volume 6 Numero 3 Settembre 2003 NOTE DI ECONOMIA SANITARIA La sincope: Modalità di codifica a cura di AIAC e Medtronic G Ital Aritmol Cardiostim 2003;3:152-157 S econdo il recente accordo Stato-Regioni,

Dettagli

La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo).

La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo). COS'È IL TUMORE ALLA TIROIDE La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo). Ha la forma di una farfalla con le due ali poste ai lati della

Dettagli

L apparato cardiocircolatorio

L apparato cardiocircolatorio L apparato cardiocircolatorio L apparato cardio-circolatorio E costituito da tre strutture diverse: Il cuore I vasi sanguigni Il sangue Il cuore Funziona come una pompa premente (ventricoli) e aspirante

Dettagli

Il primo soccorso è l aiuto dato al soggetto infortunato o malato, da personale non sanitario, in attesa

Il primo soccorso è l aiuto dato al soggetto infortunato o malato, da personale non sanitario, in attesa Il primo soccorso è l aiuto dato al soggetto infortunato o malato, da personale non sanitario, in attesa dell intervento specializzato L organizzazione del primo soccorso Obiettivi: attivazione in modo

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

APPARATO CIRCOLATORIO

APPARATO CIRCOLATORIO APPARATO CIRCOLATORIO 1 FUNZIONI F. respiratoria e nutritiva F. depuratrice F. di difesa (trasporto di O 2, principi alimentari...) (trasporto di CO 2 e altre sostanze di scarto) (nei confronti dei batteri

Dettagli

L apparato circolatorio. Prof.ssa Paola Sirigu

L apparato circolatorio. Prof.ssa Paola Sirigu L apparato circolatorio COME SIAMO FATTI? Il nostro corpo è composto da milioni e milioni di cellule. Le cellule che svolgono funzioni simili sono organizzate in tessuti. Un insieme di diversi tessuti

Dettagli

MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO

MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO Sintomi e segni legati all apparato cardiocircolatorio: - dispnea, tachipnea - dolore precordiale (=in regione del cuore) - dolore toracico, dolore alla spalla

Dettagli

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4 Anemia e nefropatia Stadi 1 4 Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L iniziativa della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) sviluppa linee

Dettagli

dott. Andrea Pelosi Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11

dott. Andrea Pelosi Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11 Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11 Anamnesi Paziente: Legenda No Occasionale Farmaci Mai Più di una volta al mese Più di una volta alla settimana Tutti i

Dettagli

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento Malattia di Behçet Cosa il paziente deve conoscere Sintomi,, Cause e Trattamento Che cosa è la Malattia di Behçet I sintomi di questa malattia sono stati descritti per la prima volta nel 500 prima di Cristo

Dettagli

IL TRAUMA ADDOMINALE-PELVICO

IL TRAUMA ADDOMINALE-PELVICO Corso di Laurea in Infermieristica Didattica 2013/2014 INFERMIERISTICA CLINICA IN AREA CRITICA Medicina Urgenza e Rianimazione IL PAZIENTE CON TRAUMA ADDOMINALE Sommario IL TRAUMA ADDOMINALE-PELVICO...

Dettagli

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CROCE ROSSA ITALIANA GRUPPO DI TRENTO APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO V.d.S. I.P. Franco Onere CORSO PER ASPIRANTI VOLONTARI DEL SOCCORSO Il sistema circolatorio è preposto alla circolazione del sangue ed

Dettagli

Quando i sintomi vengono interpretati

Quando i sintomi vengono interpretati Quando i sintomi vengono interpretati Ricordo quando il mio Professore di Semeiotica Medica parlandoci delle cause che determinano la fibrillazione atriale disse: rammentate che la fibrillazione atriale

Dettagli

Caduta iniziale e poi riattivazione Motricità sospesa. I muscoli non si muovono inizialmente Massimo 3 settimane

Caduta iniziale e poi riattivazione Motricità sospesa. I muscoli non si muovono inizialmente Massimo 3 settimane Tabella dei sintomi e dei segni clinici Per la diagnosi clinica e la determinazione dell'urgenza Tratto da Pasadofuturo.com in base ai corsi di Applicazione Professionale delle 5 Leggi Biologiche - di

Dettagli

PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA

PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA COSA SONO, COME SI RICONOSCONO, COME SI OPERA Patologia Ischemica (Infarto) Cuore (infarto) Cervello (Ictus) Scompenso Cardiaco Difficoltà Respiratorie Shock Che cosa sono,

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S.

PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S. Protocollo Autoptico ALLEGATO 7 PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S. AUTOPSIA n data ora SETTORE DR.... DEL SERVIZIO... ASL ANAGRAFICA PAZIENTE: Cognome... Nome... Età ( in

Dettagli

Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL ORDINAMENTO DEL SSN DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA Ex UFFICIO II

Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL ORDINAMENTO DEL SSN DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA Ex UFFICIO II Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL ORDINAMENTO DEL SSN DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA Ex UFFICIO II Decreto ministeriale del 23.11.2012 (G.U. n 33 del 8

Dettagli

SVT Supporto Vitale al Traumatizzato traumatologia speciale

SVT Supporto Vitale al Traumatizzato traumatologia speciale SVT Supporto Vitale al Traumatizzato traumatologia speciale A cura di Andrea Franci FRATTURE VERTEBRALI Il paziente traumatizzato deve essere sempre considerato come portatore di una lesione vertebrale

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore TerapiE PER L OSTEOPOROSI Reggio Emilia, MARZO 2015 L artrite reumatoide CALCIO E VITAMINA D Nessun dato

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini IN QUESTA GUIDA Indice GUIDA PER I GENITORI 5 Introduzione Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini Fisiopatologia 8 Cos è l occlusione

Dettagli

IL CUORE NORMALE. La sua circolazione e il suo sviluppo

IL CUORE NORMALE. La sua circolazione e il suo sviluppo CAPITOLO THE NORMAL HEART: Its circulation and development 1 IL CUORE NORMALE La sua circolazione e il suo sviluppo Il cuore e i polmoni sono situati nel torace, protetti dallo sterno, dalla gabbia toracica

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA IV ANNO FULL TIME

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA IV ANNO FULL TIME PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA IV ANNO FULL TIME OSTEOPATIA IV Osteopatia strutturale: l arto inferiore Piede: Test di mobilità e tecniche di riduzione di: o Astragalo o Calcagno o Scafoide

Dettagli

I.1 L apparato digerente

I.1 L apparato digerente Capitolo I Introduzione 8 I.1 L apparato digerente L apparato digerente è costituito da un gruppo di organi addetti alla scissione degli alimenti in componenti chimici che l organismo può assorbire ed

Dettagli

PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I

PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I Programma di Fisiologia CDL Medicina e Chirurgia Versione 2011 PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I 1. Fisiologia cellulare 1.1.La cellula ed i compartimenti liquidi dell'organismo 1.1.1. Volume e composizione dei

Dettagli

Scheda Prodotto Airbag Salute FederAgenti. 11/02/2015 Welcome to ACE in EMEA1

Scheda Prodotto Airbag Salute FederAgenti. 11/02/2015 Welcome to ACE in EMEA1 Scheda Prodotto Airbag Salute FederAgenti 11/02/2015 Welcome to ACE in EMEA1 Introduzione - Analisi dati statistici In Italia nel 2012 le cause di morte sono attribuibili soprattutto a malattie ischemiche

Dettagli

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI SVUOTAMENTO LATERO-CERVICALE

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI SVUOTAMENTO LATERO-CERVICALE UNITA OPERATIVA COMPLESSA DI OTORINOLARINGOIATRIA Direttore: Carlo Alicandri Ciufelli NOTA ORL 35 Revisione 1 del 09.09.2010 Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI SVUOTAMENTO

Dettagli

E posta nella parte centrale del collo e rappresenta la prima parte dell'apparato

E posta nella parte centrale del collo e rappresenta la prima parte dell'apparato IL CARCINOMA LARINGEO Dr.ssa Med. Elena Scotti Otorinolaringoiatria Ospedale Civico Lugano Lugano, 9 Giugno 2011 la laringe E posta nella parte centrale del collo e rappresenta la prima parte dell'apparato

Dettagli

Obiettivi. Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche. Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico

Obiettivi. Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche. Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico CAPITOLO 6 Obiettivi Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico Assistere il neonato Assistere la donna con complicanze da parto

Dettagli

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta)

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta) A.T.S. ERFAP LAZIO - ASSOCIAZIONE COLUMBUS (Università Cattolica del Sacro Cuore) Codice Progetto COLUM/1 Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto

Dettagli

Cos è una cellula staminale

Cos è una cellula staminale Cos è una cellula staminale Le cellule staminali sono cellule primitive non specializzate dotate della singolare capacità di trasformarsi in qualunque altro tipo di cellula del corpo. Esistono 4 tipi di

Dettagli

ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5

ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5 PATOLOGIE TRATTABILI IN AMBITO TERMALE E RELATIVO CICLO DI CURA CONSIGLIATO CATEGORIA DIAGNOSTICA EX D.M. 15.12.94 Rinopatia vasomotoria Faringolaringite

Dettagli

ALLEGATO 2C 91.39.4 91.39.A 91.39.B 91.39.C 91.39.D 91.39.E 91.39.F 91.39.G 91.39.H 91.39.J 91.39.K 91.39.L 91.39.M 91.39.N CODICE NOMENCLATORE

ALLEGATO 2C 91.39.4 91.39.A 91.39.B 91.39.C 91.39.D 91.39.E 91.39.F 91.39.G 91.39.H 91.39.J 91.39.K 91.39.L 91.39.M 91.39.N CODICE NOMENCLATORE ALLEGATO 2C CODICE NOMENCLATORE NOMENCLATORE TARIFFARIO REGIONALE DESCRIZIONE VOCI CATALOGO 91.39.4 ES. CITOLOGICO URINE PER RICERCA CELLULE NEOPLASTICHE Citologico brushing vie urinarie Citologico urinario

Dettagli

Difetti genetici(14) Sebbene l agenesia sacrale è sporadica e comunemente correlata al diabete materno, in letteratura, è stata riportata anche una

Difetti genetici(14) Sebbene l agenesia sacrale è sporadica e comunemente correlata al diabete materno, in letteratura, è stata riportata anche una Agenesia del sacro Dr.ssa Roberta Granese Dipartimento di Scienze Ginecologiche,Ostetriche e Medicina della Riproduzione,Policlinico Universitario "G. Martino", Messina, Italia. Introduzione: Nel 1852,

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO I TRAUMI CRANICI E VERTEBRALI

IL SISTEMA NERVOSO I TRAUMI CRANICI E VERTEBRALI CROCE ROSSA ITALIANA GRUPPO DI TRENTO IL SISTEMA NERVOSO I TRAUMI CRANICI E VERTEBRALI CORSO PER ASPIRANTI VOLONTARI DEL SOCCORSO V.d.S. I.P. Franco Onere ANATOMIA E FISIOLOGIA Il sistema nervoso si distingue

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

L apparato circolatorio. l attività sportiva. Scuola Media Piancavallo 1

L apparato circolatorio. l attività sportiva. Scuola Media Piancavallo 1 L apparato circolatorio e l attività sportiva a.s. 2004/2005 1 L apparato cardiocircolatorio Se riempiamo una vetta contenente del sangue e la mettiamo in una centrifuga, possiamo osservare che si separano

Dettagli

Apparato cardio-circolatorio

Apparato cardio-circolatorio Apparato cardio-circolatorio Dott. Alberto Rossi L apparato cardio-circolatorio è costituito dal cuore e dai vasi sanguigni, che insieme sono responsabili del continuo flusso di sangue in tutto il corpo.

Dettagli

SOMMARIO MALATTIE DELL ORECCHIO E DISTURBI DELL UDITO

SOMMARIO MALATTIE DELL ORECCHIO E DISTURBI DELL UDITO SOMMARIO MALATTIE DELL ORECCHIO E DISTURBI DELL UDITO ELEMENTI DI FISICA ACUSTICA ANATOMO-FISIOLOGIA DELL ORECCHIO Anatomia dell orecchio Orecchio esterno Orecchio medio Orecchio interno Nervo acustico

Dettagli

SERVIZIO DI ANGIOLOGIA E CHIRURGIA VASCOLARE

SERVIZIO DI ANGIOLOGIA E CHIRURGIA VASCOLARE SERVIZIO DI ANGIOLOGIA E CHIRURGIA VASCOLARE ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA Il Servizio di Angiologia e Chirurgia vascolare dell AIED si occupa di prevenzione, diagnosi

Dettagli

VALVULOPATIE ANATOMIA VALVOLARE Le valvole cardiache sono le strutture che separano fra di loro le camere cardiache (atri e ventricoli) e queste ultime dai grandi vasi (aorta ed arteria polmonare). Le

Dettagli

CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA CICLO DI CURA DEI POSTUMI DI FLEBOPATIE DI TIPO CRONICO

CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA CICLO DI CURA DEI POSTUMI DI FLEBOPATIE DI TIPO CRONICO CURE TERMALI SEDUTE INALATORIE CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA FANGHI E BAGNI TERAPEUTICI CURE IN GROTTA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA IRRIGAZIONI VAGINALI E BAGNI CICLO DI

Dettagli

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167 Stimola la riparazione dei tessuti Magnetoterapia BF 167 Illustrazioni esplicative per famiglie che intendono utilizzare trattamenti con Magnetoterapia BF 167: Illustrazione Descrizione Diffusori Frequenza

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA UNITA OPERATIVA COMPLESSA DI OTORINOLARINGOIATRIA Direttore: Carlo Alicandri Ciufelli NOTA ORL 02 Revisione 1 del 09.09.2010 Pagina 1 di 4 INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA

Dettagli

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO E ALLE EMERGENZE OSTETRICO-GINECOLOGICHE

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO E ALLE EMERGENZE OSTETRICO-GINECOLOGICHE Croce Bianca Milano sez. di Legnano ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO E ALLE EMERGENZE OSTETRICO-GINECOLOGICHE Davide Dell Acqua dellacquadavide@alice.it Il parto generalmente si verifica dopo 30-40

Dettagli

Prevenzione delle Lesioni al Midollo Spinale. federazione italiana. per il superamento dell'handicap. onlus

Prevenzione delle Lesioni al Midollo Spinale. federazione italiana. per il superamento dell'handicap. onlus Prevenzione delle Lesioni al Midollo Spinale federazione italiana onlus per il superamento dell'handicap PROGETTO SULLA PREVENZIONE DEI TRAUMI AL MIDOLLO SPINALE Su iniziativa dell Associazione Libera

Dettagli

Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica

Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica Domanda #1 (codice domanda: n.541) : Cosa caratterizza il grado T2 del colangiocarcinoma? A: Interessamento del connettivo periduttale B: Coinvolgimento

Dettagli

Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio

Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio Scompenso cardiaco cronico: che cosa e? Il tuo medico ti ha detto che sei ammalato di scompenso cardiaco.... Ma che

Dettagli

Cenni di anatomia e fisiologia

Cenni di anatomia e fisiologia APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO Cenni di anatomia e fisiologia L'apparato cardiocircolatorio è come un sistema idraulico formato dal cuore, che funziona come una pompa, e da un complesso sistema di vasi che

Dettagli

Scaricato da www.sunhope.it 1

Scaricato da www.sunhope.it 1 SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA LESIONI DA ELETTRICITA PROF.SSA A. SCAFURO Le lesioni dovute all elettricità sono eventi relativamente rari, ma le manifestazioni

Dettagli

Traumi pediatrici. Gestione del trauma sul territorio

Traumi pediatrici. Gestione del trauma sul territorio Traumi pediatrici Gestione del trauma sul territorio Traumi pediatrici Incidenti stradali Annegamento Incidenti domestici Caratteristiche dei traumi pediatrici Tipo di trauma Traumi associati Differenze

Dettagli

ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO

ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO APPARATI VARI 3 ASTERIAPLUS gocce Adenopatie e mastiti 7 BORILYR collirio Congiuntivite 1 goccia 3-6 1 CISTUSPLUS gocce Linfatismo 10-15 gtt 2/3 4 EUPHRASIALYR

Dettagli

SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA

SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA CHE COS E LA VALVOLA AORTICA La valvola aortica e' posta tra il ventricolo sinistro e l'arteria aorta. Il ventricolo sinistro e' la parte del cuore che ha il compito di pompare

Dettagli

Corso di formazione per soccorritori VALUTAZIONE PARAMETRI VITALI

Corso di formazione per soccorritori VALUTAZIONE PARAMETRI VITALI Corso di formazione per soccorritori VALUTAZIONE PARAMETRI VITALI Quali sono i Parametri Vitali? ATTIVITA RESPIRATORIA ATTIVITA CIRCOLATORIA - RILEVAZIONE DEL POLSO - RILEVAZIONE DELLA PRESSIONE ARTERIOSA

Dettagli

Malattie ematologiche maligne

Malattie ematologiche maligne Malattie ematologiche maligne Sono tutte condizioni di crescita cellulare incontrollata di cellule emopoietiche. Malattie quindi di notevole gravità. CELLULA MIELOIDE CELLULA LINFOIDE Malattie mieloproliferative

Dettagli

Definizioni. Per trauma si intende una lesione fisica di natura violenta che si manifesta in maniera più o meno improvvisa.

Definizioni. Per trauma si intende una lesione fisica di natura violenta che si manifesta in maniera più o meno improvvisa. Traumatologia Definizioni Per trauma si intende una lesione fisica di natura violenta che si manifesta in maniera più o meno improvvisa. Ossa Fratture Articolazioni Distorsioni, lussazioni Legamenti Infiammazioni

Dettagli

MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11

MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11 MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11 Classe 1 odontotecnico 1 quadrimestre MODULO 1: Concetti base- definizioni 1. Le si per lo studio dell anatomia e della fisiologia 2. Il concetto di salute e malattia. 3.

Dettagli

DEFINIZIONE EPIDEMIOLOGIA

DEFINIZIONE EPIDEMIOLOGIA DEFINIZIONE Il Varicocele è la dilatazione varicosa delle vene nello scroto. I testicoli ricevono il sangue dall'arteria testicolare che è situata all'interno dell'addome; il sangue viene quindi trasportato

Dettagli

Dr. Reckeweg R1 - Gocce

Dr. Reckeweg R1 - Gocce Dr. Reckeweg R1 - Gocce Tonsilliti, infiammazioni acute e croniche, scarlattina, otiti dell orecchio medio, adeniti. Controindicazioni: ipersensibilità al cromo, disfunzioni renali, gravidanza e allattamento.

Dettagli

CLASSIFICAZIONE del DIABETE

CLASSIFICAZIONE del DIABETE Il DIABETE Malattia cronica Elevati livelli di glucosio nel sangue(iperglicemia) Alterata quantità o funzione dell insulina, che si accumula nel circolo sanguigno TASSI di GLICEMIA Fino a 110 mg/dl normalità

Dettagli

Disabilità reumatologiche SCLERODERMIA SCLEROSI SISTEMICA

Disabilità reumatologiche SCLERODERMIA SCLEROSI SISTEMICA SCLERODERMIA SCLEROSI SISTEMICA SCLERODERMIA SCLERODERMIA - Polmoni - Apparato digerente - Cuore - Reni SCLERODERMIA - incidenza SCLERODERMIA - cause AUTOIMMUNITA SCONOSCIUTE MULTIFATTORIALI PREDISPOSIZIONE

Dettagli

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza ITI ENRICO MEDI Programmazione Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza L insegnamento di Igiene, Anatomia, Fisiologia e Patologia, in particolare, vuol far acquisire agli alunni:

Dettagli

INDICE SEVERITA DI MALATTIA (ISM)

INDICE SEVERITA DI MALATTIA (ISM) INDICE SEVERITA DI MALATTIA (ISM) A) Cardiopatia organica: valvulopatie, endo-mio-pericardite, aritmie secondarie a tali patologie NYHA 1: asintomaticità, solo segni strumentali (ECG o ECOcardio) e/o minimi

Dettagli

QUESTIONARIO SANITARIO DI II LIVELLO

QUESTIONARIO SANITARIO DI II LIVELLO QUESTIONARIO SANITARIO DI II LIVELLO Il presente questionario deve essere redatto personalmente dall Assicurato o, se minore, dalla persona esercente la potestà, anche con il supporto del medico curante.

Dettagli

QUESTIONARIO SANITARIO DA COMPILARSI A CURA DELL ASSICURANDO

QUESTIONARIO SANITARIO DA COMPILARSI A CURA DELL ASSICURANDO QUESTIONARIO SANITARIO DA COMPILARSI A CURA DELL ASSICURANDO La compilazione del presente questionario è obbligatorio per ogni Assicurato L assicurando, nel suo interesse, dica la verità sui precedenti

Dettagli

Cosa sono i Macatori Tumorali?

Cosa sono i Macatori Tumorali? Marcatori tumorali Cosa sono i Macatori Tumorali? Sostanze biologiche sintetizzate e rilasciate dalle cellule tumorali o prodotte dall ospite in risposta alla presenza del tumore Assenti o presenti in

Dettagli

SORDITA IMPROVVISE EZIOLOGIA

SORDITA IMPROVVISE EZIOLOGIA SORDITA IMPROVVISE Il termine sordità improvvisa indica una perdita uditiva ad insorgenza rapida e brusca, in un periodo non superiore alle 12 ore, a carico dell orecchio interno, uni- (85%) o bilaterale.

Dettagli

Linee guida per l assegnazione del codice Presente all Accettazione - PAA

Linee guida per l assegnazione del codice Presente all Accettazione - PAA Allegato 3 Linee guida per l assegnazione del codice Presente all Accettazione - PAA Edizione aggiornata Tradotto e adattato da: Centers for Medicare and Medicaid Services (CMS) and National Center for

Dettagli

IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO. S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta

IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO. S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta LA RADIOTERAPIA E un metodo di cura conosciuto da più di 100 anni che prevede l utilizzo di radiazioni

Dettagli

CORSO PER SOCCORRITORI

CORSO PER SOCCORRITORI SERVIZIO OPERATIVO SANITARIO COMMISSIONE FORMAZIONE SONA - VR CORSO PER SOCCORRITORI L APPARATO RESPIRATORIO E LE INSUFFICIENZE RESPIRATORIE ACUTE pag. 1 ATTENZIONE Questo manuale deve essere associato

Dettagli

LESIONI SCHELETRICHE

LESIONI SCHELETRICHE LESIONI SCHELETRICHE LESIONI MUSCOLO - SCHELETRICHE Anatomia dell APPARATO SCHELETRICO Lo scheletro umano è costituito da 208 ossa di diversi tipi: OSSA BREVI (es.vertebre) OSSA PIATTE (es. SCAPOLA, BACINO)

Dettagli

LE VENE SISTEMICHE Modalità di ramificazione molto più variabile rispetto a quella delle arterie!!!

LE VENE SISTEMICHE Modalità di ramificazione molto più variabile rispetto a quella delle arterie!!! LE VENE SISTEMICHE Modalità di ramificazione molto più variabile rispetto a quella delle arterie!!! Tutte le vene sistemiche (ad eccezione delle VENE CARDIACHE che drenano il loro sangue nel SENO CORONARIO)

Dettagli

CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA DELLE CARDIOPATIE CONGENITE DEL CANE

CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA DELLE CARDIOPATIE CONGENITE DEL CANE CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA DELLE CARDIOPATIE CONGENITE DEL CANE www.clinicaveterinariagransasso.it www.veterinaryechocardiography.eu TRATTAMENTO DEL DOTTO ARTERIOSO PERVIO (PDA) Patent Ductus Arteriosus

Dettagli

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta I TRAPIANTI - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta facilmente ad amplificazione e distorsione da parte dei mass-media. - Per trapianto si intende la

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

INSUFFICIENZA RENALE ACUTA

INSUFFICIENZA RENALE ACUTA - alterazione funzione renale con quadro clinico molto vario da muto a gravissimo - patogenesi varia, distinta in tre forme: 1. pre-renale (funzionale) 2. renale (organica) 3. post-renale (ostruttiva)

Dettagli

Tumori del cervello localizzazione dimensioni lobo frontale lobo parietale lobo occipitale lobo temporale

Tumori del cervello localizzazione dimensioni lobo frontale lobo parietale lobo occipitale lobo temporale TUMORI E SINTOMI A cura di Dott.ssa Vita Leonardi dirigente medico presso la U.O. di oncologia medica dell AORNAS Civico di Palermo Direttore: Dott. Biagio Agostara Tumori del cervello Le manifestazioni

Dettagli

ANNO 2004 Totale Provincia 3796

ANNO 2004 Totale Provincia 3796 ANNO 2004 Totale Provincia 3796 Codice Distretto 7 Totale 640 Comuni Distretto Sciacca - Menfi - Caltabellotta - Santa Margherita Belice - Montevago - Sambuca di Sicilia Comune testo Caltabellotta Totale

Dettagli

Questionario anamnestico di approfondimento

Questionario anamnestico di approfondimento Questionario anamnestico di approfondimento Il presente questionario deve essere redatto personalmente dall Assicurato o, se minore, dalla persona esercente la potestà, anche con il supporto del medico

Dettagli

TRAUMA TORACICO TRAUMA ADDOMINALE TRAUMA AL BACINO

TRAUMA TORACICO TRAUMA ADDOMINALE TRAUMA AL BACINO SERVIZIO OPERATIVO SANITARIO COMMISSIONE FORMAZIONE SONA - VR CORSO PER SOCCORRITORI TRAUMA TORACICO TRAUMA ADDOMINALE TRAUMA AL BACINO pag. 1 ATTENZIONE Questo manuale deve essere associato ad uno specifico

Dettagli

Infiltrazioni epidurali

Infiltrazioni epidurali Infiltrazioni epidurali Sono metodiche antalgiche invasive, eseguite nella quasi totalità dei casi dagli anestesisti in sala operatoria. Si eseguono su pazienti portatori di protrusioni erniarie in sede

Dettagli

L apparato cardio-vascolare. Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive

L apparato cardio-vascolare. Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive L apparato cardio-vascolare Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive L apparato cardiovascolare è costituito dal cuore e dai vasi sanguigni, nelle cui cavità il sangue circola in continuazione. Il

Dettagli