UDIENZA CAFFARRA 07/09/2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UDIENZA CAFFARRA 07/09/2006"

Transcript

1 UDIENZA CAFFARRA 07/09/2006 FRANCESCO BERNARDI: Non possiamo dare inizio a questo nostro appuntamento senza una parola di ringraziamento davvero sincera e sentita prima di tutto per il nostro ospite che ha la cortesia e la maturità e la fraternità ogni anno di riceverci nella sua casa e di aiutarci e di incoraggiarci nel lavoro che abbiamo avuto il piacere di presentargli già dall inizio della nostra avventura che è questo progetto Bologna Rifà Scuola. E, oltre al ringraziamento al Cardinale, anche un ringraziamento a tutti Voi perché avete accettato così numerosi questo appuntamento. Dico solo rapidamente cosa intendevamo fare oggi, un po sull onda del lavoro e della modalità di incontro delle 2 volte precedenti, vorremmo prima di tutto fare il punto su questo progetto e sostanzialmente anche chiudere con oggi la prima grande fase che e l occasione che ci ha fatto nascere: il progetto di realizzare una costruzione che abbiamo già inaugurato qualche tempo fa ma di cui parleranno poi in seguito, e presentare anche il lavoro futuro. Quindi, con molta sintesi, pensavamo di fare 2 brevi comunicazioni: una da parte del Dottor Maurizio Carvelli che, molto schematicamente, parlerà del passato e del presente e un altra del Dottor Francesco Cavazza che, invece, parlerà del futuro. Non e molto immaginifica come immagine ma direi che è efficace: il passato, il presente e poi il futuro. Non vorrei rubare altro tempo e prego Maurizio di prendere la parola MAURIZIO CARVELLI: Prima di tutto ringrazio Sua Eminenza e voi intervenuti qui presenti. Io, come ha detto Bernardi, ho lo scopo di illustrarvi sinteticamente cosa finora è accaduto a partire da quella data fatidica del 4 Maggio 2004 quando è stato presentato il progetto di Bologna Rifà Scuola. Come voi sapete il progetto aveva 2 scopi: uno, fondamentale, della sensibilizzazione della città sul problema dell educazione e la raccolta fondi per la realizzazione di una scuola media, della scuola appunto di Via Audinot. Io parlo del secondo scopo perché il primo, sarà poi più definito e descritto e si e concretizzato nel corso di questi anni con i Dialoghi e con il Manifesto. Il secondo scopo è appunto stato quello che abbiamo realizzato a Settembre dell anno scorso quando abbiamo aperto la scuola di via Audinot, una scuola che ha richiesto un anno di costruzione, dal 2004 al 2005, e quest anno ha iniziato l anno scolastico con 205 studenti divisi in tre sezioni. Quindi, lo scopo di aprire una scuola, di riuscire ad averla già in funzione in un anno, è stato raggiunto, soprattutto grazie alla raccolta dei fondi che è stata avviata. L investimento per fare questa opera è stato pari a 2,7 milioni di euro a cui va sommato anche l avviamento che quest anno e mezzo abbiamo giustamente sopportato, per un totale di 2,8 milioni. Come abbiamo coperto questo investimento? Lo abbiamo coperto innanzitutto col contributo più importante e significativo della Fondazione Cassa di Risparmio che ne ha coperto il 40% quindi io ringrazio il Professor Roversi, Presidente della Fondazione, proprio perché senza la Fondazione non avremmo mai potuto iniziare e portare a compimento quest opera. Un altro soggetto attore è stata la Fondazione Falciola che ne ha coperto un 20% e l altro 25% circa l ha coperto appunto l attività di FOUND- RISING, che ha raccolto euro di cui una parte, , sono stati donati da 139 famiglie e un altra parte, , da 54 aziende. Quindi, come vedete, possiamo proprio dire che Bologna in qualche modo ha costruito proprio questa scuola perché dalla pensionata, che magari ha dato 100 euro, si arriva 1

2 alla grande azienda. E stata una cosa che Bologna ha costruito proprio nella sua generalità. Ecco, se qualcuno di voi ha già fatto i conti manca il 20%, circa euro, che sarà la parte che abbiamo chiesto di coprire con un mutuo ventennale. Per colmare questo deficit abbiamo intenzione non più di seguire la strada del FOUND- RISING, ma di creare un punto, un gruppo di imprenditori, un pool di persone che ogni anno decide di trovare i fondi per coprire questa quota di 35/ euro che permetterà, ci si augura, nel tempo di coprire quanto manca. Quindi è una specie di club a cui invito imprenditori e altre persone che vogliono condividere, come me, questa responsabilità. Concludo questa carrellata di dati solamente con un pensiero: io sono rimasto particolarmente colpito da tutte le persone che si sono impegnate generosamente nel dare un contributo. Nella mia esperienza, questo termine, generosità in realtà si chiama gratuità, proprio perché non nasce da ciò che manca ma da una sovrabbondanza, una sovrabbondanza che per me è l esperienza della Chiesa e che, GRAZIE A DIO, non è mai venuta a mancare. Grazie. ELENA UGOLINI: Continuando un po uno stile informale perché ci son delle persone molto importanti sedute in fondo a questa terrazza stupenda, do la parola a Francesco Cavazza Isolani. Francesco Cavazza Isolani ha aiutato fin dall inizio il lavoro di Bologna Rifà Scuola e gli abbiamo chiesto, come diceva prima Bernardi, di raccontare che cosa intendiamo fare, come intendiamo andare avanti con il comitato di Bologna Rifà Scuola perché questo progetto, nell arco di questi 2 anni, è comunque stato condiviso in particolar modo da un gruppo di persone che magari non avevano neanche i figli al Liceo o alle Medie Malpighi ma semplicemente avevano visto nell Emergenza dell Educazione un punto su cui coinvolgersi in modo responsabile. Prima di cedere la parola a Francesco, io vorrei ringraziare il Professor Roversi, Lucrezia Stellacci, Direttore Regionale della Scuola e quindi chi rappresenta per noi il Ministero della Pubblica Istruzione, il nuovo Presidente dell A.P.I., Dottor Baietti, abbiamo anche il Presidente del Banco del Matrimonio, abbiamo l Amministratore Delegato della Promozione Turistica, abbiamo il co-direttore del Resto del Carlino, Pierluigi Visci, che ha seguito e ha dato spazio e voce anche a un pensiero perché comunque si educa anche richiamando alcune questioni di fondo, oltre Stefano Andrini, che dirige Bologna 7 di Avvenire. Poi abbiamo l onorevole Bersani, il professor Poggeschi dell Opera Pia delle Sordomute Povere, che è l altro ente che ha permesso la realizzazione del Polo di Via Audinot in cui, non dimentichiamolo, NON C E SOLO UNA SCUOLA MEDIA ma ci sono anche dei LABORATORI ed un CENTRO SULLE DIFFICOLTA DELL APPRENDIMENTO che, già da quest anno, ha coinvolto centinaia di ragazzi tra gli 11 e i 14 anni. Sicuramente mi dimenticherò di qualcuno però poi rimedierò da qui alla fine della serata. Adesso do la parola a Francesco Cavazza Isolani FRANCESCO CAVAZZA ISOLANI: Grazie. Ripensavo un po in questi giorni, dopo che Elena mi ha dato questo innanzitutto grazie al nostro ospite, a Sua Eminenza, di averci invitato anche quest anno. Dicevo dopo che Elena mi ha dato questo difficile compito e dire: mah parla del futuro, che non è la cosa più facile, mi sono andato a riguardare il Manifesto di 2 anni fa e in effetti credo che se abbiamo esaurito una delle 2 parti, come diceva prima Maurizio Carvelli, cioè la parte di realizzazione della scuola e devo dire con un risultato che per me, che mi sono avvicinato a questo progetto per caso, in quanto ero in quel momento presidente di un associazione alla quale è stato chiesto di aderire con la Firma del Manifesto è stupefacente. Mi sono innamorato di 2

3 questo progetto, mi sono fatto coinvolgere in realtà ringrazio Elena, ma ho fatto molto poco, ho fatto qualche cosa forse per aiutare ma mi son reso conto che veramente muovendosi si possono ottenere dei risultati anche da un punto di vista economico straordinari. Credo che i numeri che ha dato prima Maurizio Carvelli siano indicativi di quanto in effetti la gente, come si usa dire, è disponibile, pronta ad aiutare e a dare quando c è un progetto veramente interessante, bello e che può essere condiviso. Dicevo guardando il Manifesto credo che questi 2 anni che sono passati lo rendono, se possibile, ancora più attuale. Vorrei leggere 2 punti dei 7 che facevano parte del Manifesto. In uno si dice La ricchezza della nostra tradizione culturale è il punto di partenza per cogliere il valore del presente, capire la diversità delle altre culture e dare un proprio originale contributo alla costruzione del bene comune. Credo che in questi 2 anni e mezzo ciò sia diventato ancora più attuale. E un altro: Educare significa introdurre alla realtà, al suo significato, al valore delle cose, è la questione decisiva della vita di ogni persona ad ogni età, è una responsabilità di tutti. Anche qui credo che in 1 mondo in cui sempre di più per i nostri figli e per i ragazzi, rischiamo che gli obiettivi e gli esempi da seguire siano quelli che vengono dati dai serial televisivi o peggio dai pseudo-studenti che passano le notti suonando il bongo e ubriacandosi per le strade del centro di Bologna o cose di questo genere, credo che invece avere il coraggio di proporre quello che noi riteniamo vero sapendo anche, come diceva Don GIUSSANI, che poi ci si può sentir dir di no ma avere per lo meno il coraggio di dire quello che riteniamo giusto sia qualcosa di indispensabile. Credo che sia un progetto bellissimo cercare questo principio, quest idea di farla passare, di farla girare sempre più nella nostra città. Per questo abbiamo ritenuto che questo progetto di Bologna Rifà Scuola, visto che la scuola è stata fatta, quindi Bologna in realtà una scuola l ha fatta, fosse giusto trasformarla in un associazione associazione che virtualmente viene costituita oggi poi è chiaro andremo da un notaio per farla ma insomma c è uno statuto, ci sono dei soci fondatori che sono gli attuali componenti del Comitato di Bologna Rifà Scuola e vorrei leggervi molto brevemente quelli che sono la prima parte degli scopi e finalità dell associazione lascio perdere il primo pezzettino che non è interessante : In riferimento al Manifesto sull Educazione promosso all interno del progetto Bologna Rifà Scuola, avviato il 4 Maggio del 2004 e sottoscritto da importanti personalità della cultura, della società e del mondo imprenditoriale bolognese e ispirato al contenuto de Il RISCHIO EDUCATIVO, importante opera di Monsignor Luigi Giussani, l associazione intende promuovere la sensibilizzazione della società sulla centralità e rilevanza dell educazione della persona per lo sviluppo della convivenza civile e del benessere dell intera Comunità. L associazione si prefigge in particolare di svolgere in forma diretta o indiretta le seguenti attività: promuovere iniziative di sensibilizzazione sui temi dell educazione e della cultura, intese come introduzione alla realtà e al suo significato sostenere anche economicamente progetti e iniziative in campo educativo realizzare incontri periodici, convegni, assemblee, mostre, spettacoli, concerti promuovere centri studi istituire premi e borse di studio utilizzare strumenti di comunicazione e documentazione etc. I soci diciamo fondatori di questa associazione sono, come vi dicevo, gli attuali membri del Comitato che sono vi leggo i nomi Alessia Valbusa, Marina Cavazza, Barbara Borsari, Carlotta Minarelli, Carlo Boschetti, Cristina Segafredo, Elena Ugolini, Enzo Bandini, Francesco Bernardi, il sottoscritto, Gabriella Castelli, Luisa Leoni Bassani, Marco Masi, Maurizio Carvelli, Nicoletta Montanelli, Paola Martini, Paolo Castelli, Alberto Leardini e Silvano Beghi. In fondo troverete copie dello Statuto e di una piccola paginetta di adesione. 3

4 Quindi facciamo questa associazione, andremo avanti a fare sostanzialmente qualcosa di molto simile a quello che abbiamo fatto in questi 2 anni, da un punto di vista culturale e impegno sulla città continueremo con i Dialoghi. Il prossimo Dialogo, che è programmato per Novembre, avrà come protagonisti Paola Mastrocola e il vice-direttore dell Irish Time che si chiama WATERS scusate non so come si chiami di nome, e la cosa interessante è che Paola Mastrocola forse qualcuno di voi ha letto dei suoi libri è una donna di sinistra, ex sessantottina, che però ha cominciato a porsi dei dubbi molto seri sull atteggiamento del post-sessantotto e, in un articolo che leggevo proprio in questi giorni, diceva anche lei Mah è vero che per noi è più comodo quando torniamo a casa stanchi non mettersi a combattere coi figli e in fondo lasciar passare tutto però questo lo facciamo solo perché siamo stanchi o in realtà perché non sappiamo cosa dire? Perché scrive lei per educare occorre sapere almeno in linea di massima che cosa è giusto e cosa è sbagliato. E questo è qualcosa che fa decisamente pensare e quindi credo che questo Dialogo sarà interessante. Il Waters viene da un esperienza diversa ma anche lui è sicuramente molto stimolante. Ovviamente, essendo irlandese, nato da famiglia cattolica e con istruzione cattolica, si è allontanato dalla Fede, è diventato assolutamente ateo per poi, lui dice, ritornarci nel momento in cui avendo dei figli si è posto il problema di dire Ma io a questi figli che cosa gli racconto? E quindi questo è il primo appuntamento a cui spero che tutti potrete partecipare e che sarà in novembre. Un altra cosa che sicuramente faremo a primavera prossima, ormai è diventata una tradizione una Cena per raccolta fondi perché, se è vero che vogliamo fare questa opera diciamo di proselitismo culturale, però è anche vero che poi per fare scuola ci vogliono non solo le scuole ma anche degli strumenti, quindi servono anche ahimé delle cose molto pratiche serve del denaro per mandare avanti i progetti che in parte sono già in itinere come i laboratori che vengono fatti presso la scuola che è stata già realizzata, il nuovo Malpighi in Via Audinot, ma anche idee nuove che sicuramente non mancheranno conoscendo poi Elena Ugolini, che di idee ne ha circa una al giorno, quindi credo che il problema sarà quello di riuscire a limitare le idee da realizzare. Quindi grazie ancora a Sua Eminenza, grazie a voi che siete qui, grazie a quelli che entreranno nell associazione e grazie a quelli che comunque, dall interno o dall esterno, in qualunque modo aiuteranno l associazione che, visto cosa è successo in questi 2 anni, sono convinto saranno molti. Grazie! ELENA UGOLINI: Grazie a Francesco Cavazza Isolani che, a questo punto, nominiamo per acclamazione Presidente dell associazione Bologna Rifà Scuola, e, prima di chiedere a Sua Eminenza che cosa ci dice dopo 2 anni di lavoro e anche dei suggerimenti e delle indicazioni sul futuro, ringrazio per la sua presenza una persona importante che è Don Gabriele Porcarelli che è il nuovo Presidente della Fondazione Ritiro San Pellegrino, che è la Fondazione della Diocesi di Bologna che ha sempre mandato avanti il Liceo Malpighi e che ha fatto nascere la nuova Fondazione Oppizzoni che gestisce, invece, il nuovo Polo Didattico di Via Audinot. Adesso cedo la parola a Sua Eminenza. INTERVENTO DI CAFFARRA: Benvenuti a tutti e a ciascuno prima di tutto in questa casa dell Arcivescovo, questa casa estiva. La mia paura era trovandomi, la settimana scorsa, su questo terrazzo dopo cena insieme ad alcuni amici polacchi miei ospiti ad un certo momento siamo dovuti entrare per il freddo e allora ho pensato non so come faremo giovedì prossimo invece è vero, non so come faremo ma per la ragione 4

5 opposta, per il gran caldo. Si vede che la provvidenza un po ci ha aiutato. Benvenuti, dunque, a questa che penso che sia una piacevole consuetudine ormai comunque per me lo è sicuramente. E saluto quindi il nuovo presidente dell Associazione e gli auguro buon lavoro. Qui resta ancora un antica norma canonica tolta da Giovanni Paolo II, in cui il Papa non lo si può più eleggere per acclamazione. Il Papa lo si deve proprio eleggere con scrutinio segreto. Fino a Giovanni Paolo II c era ancora questa possibilità non so quante volte nella storia è accaduto, vero, che sia stato eletto per acclamazione. Qui, invece, vedo che ancora vale siete ancora legati alla tradizione. E volevo così affidare molto familiarmente, come vedete, alcune riflessioni che mi sono venute anche in mente sentendo i due interventi precedenti. Come loro sanno domani la Chiesa celebra una festa che è molto cara al popolo Cristiano, La Festa della Nascita di Maria, della Madonna, la natività di Maria. Mentre mi introducevo in questa Festa, prima di venire qui, recitando i Vespri sapete che la Chiesa inizia le sue feste dal tramonto del giorno precedente dentro di me risuonava sempre una bellissima affermazione di Sant Agostino. In uno dei suoi tanti commenti che Agostino fa sui primi capitoli della Bibbia, capitoli che narrano la creazione del modo, dice più o meno così purtroppo non ho avuto tempo di andare proprio a copiare esattamente il testo : E per interrompere Dio Creatore, per interrompere il circolo sempre uguale delle stagioni, e perché fosse continuamente assicurato l inizio della novità, ha creato l uomo che cosa profonda che ha detto, quel dottore della Chiesa! Cioè, in sostanza, mentre ogni individuo di una specie vivente sostanzialmente ripete l altro e la specie così si continua, questo non vale, invece, per la persona umana: là dove nasce un bambino o una bambina, lì comincia un inizio assoluto, che non era previsto, che non è il risultato accidentale o incidentale di un impersonale evoluzione della materia. Appunto Dio non ha voluto che la sua creazione fosse qualcosa di monotono, di sempre uguale, vi ha inserito vi ha messo l uomo e ogni uomo è un caso a se, possiamo e dobbiamo dire. Bene, perché mi veniva in mente questa riflessione di Agostino? Oggi mi ritornava continuamente dentro certo perché pensavo a quella bambina la cui nascita domani la Chiesa ricorda. E lì l inizio della novità è stato realizzato in maniera eminente perché da quando appare quella donna quella bambina, si vede la persona umana nella integrità, della sua verità e della sua bellezza originaria, ma soprattutto perché quella bimba era stata pensata fin dal primo istante, termine fisso di Eterno Consiglio; è stata pensata dall Eterno Consiglio come la donna nel cui grembo doveva fiorire la vita eterna, il Verbo fatto uomo. Certamente per questo ma anche pensavo questa frase di Agostino perché questa è, in fondo, la ragione ultima del perché dobbiamo tanto appassionarci all opera educativa, questa è! Perché ogni persona nuova che viene al mondo è una tale novità e costituisce una tale ricchezza che guai a dilapidarla, guai a perderla! Perchè una sola persona, un solo bambino vale più del mondo intero, di tutto questo mondo che vediamo della natura e dell uomo vale più! Ora dico chi prende sul serio l atto educativo cosa fa in fondo? Si appassiona veramente al valore, al bene e alla preziosità dell umanità di ogni persona e si mette accanto al nuovo arrivato perchè in fondo costituisca quella novità che ogni persona umana è chiamata ad essere. Allora, ecco, come ho sentito con molto piacere che proprio nel primo articolo, se intendo bene, dello Statuto si parla di una sensibilizzazione della Società al problema educativo e Dio sa quanto oggi ce ne è bisogno di questa sensibilizzazione ma su questo ritornerò poi più avanti. Allora questa mia prima riflessione in fondo cosa voleva dire? Ecco, nella vigilia della nascita di una bambina assolutamente unica, continuate ad appassionarvi così all educazione della persona! Questo vale, ovviamente, per chi ha direi responsabilità verso delle persone che sono assolutamente uniche cioè i genitori ma vale anche in maniera molto forte per chi nella società civile ha la responsabilità dell istituzione scolastica. Grazie, Dottoressa Stellacci, della sua presenza perché la 5

6 Sovrintendente Regionale, vi assicuro, è una donna che queste cose le sente e le capisce profondamente profondamente, con assoluta correttezza istituzionale, sempre! Anche in questo è esemplare. La seconda riflessione che volevo fare è la seguente: su questa terrazza non raramente alla sera veramente un po più tardi più o meno qui mi ritrovo mi ritrovo con la corona del rosario in mano e dico il rosario girato così, guardando là, cioè guardando la nostra bellissima città perché, voi lo sapete, non proprio tra 10 minuti un quarto d ora è il momento migliore in cui guardare Bologna quindi devo tagliare corto perché davvero è il momento in cui ha il suo colore purtroppo tanto qui non ci son giornalisti, no ecco quindi ecco e purtroppo ci son quei palazzi la alti che insomma io li vedo tutte le sere e mi chiedo Ma perché ci sono? Va bene, insomma è così Comunque questo è per dire ecco, mi trovo qui con la corona del rosario in mano guardando la città e più di una volta mi viene da interrogarmi Questa città che è legata da un cordone ombelicale con un Santuario Mariano, PRESIDIUM E dice il testo antico, presidio e gloria della città la Vergine di San Luca Dico Questa città come davvero può affrontare le grandi sfide che ogni grande città oggi nel nostro occidente deve affrontare e penso alla grande stima che la Sacra Scrittura ha della città, che la tradizione Cristiana ha della città. Pensate a tutto il grande poema che è l Apocalisse di Giovanni fa sulla Città Eterna, la città Allora vi chiedo: come è possibile che la nostra città davvero sia sempre più a misura di uomo? Generando uomini che siano a misura della verità della loro umanità, che non la degradino, che siano cioè educati a vedere la grandezza della loro persona, il senso della loro libertà, il bene dello stare assieme nel modo umano. Ecco io vedo la vostra attività e questo vostro impegno che avete, ora diventato direi istituzionalmente un associazione, lo vedo proprio come uno degli apporti più importanti tanto è vero che le persone che sapientemente sono responsabili del bene di questa città, a livello imprenditoriale, a livello istituzionale e pubblico, a livello di fondazioni proprie della società civile, hanno capito questo e lo stanno comprendendo sempre di più, che questa è la prima emergenza, amo sempre dire, che questa è la prima scelta che si deve fare, cioè la risposta all emergenza educativa, il prendersi cura di quell inizio di novità che è ogni persona umana. Ecco e qui potremmo anche chiederci ma non lo faccio che cosa significhi concretamente questo, se certe scelte esprimano questo prendersi cura o meno oppure invece no non entro in questo aspetto. La terza e ultima riflessione che vorrei fare è questa: non c è dubbio che, e vi assicuro che quasi ogni giorno ricevendo un parroco o l altro della nostra Diocesi, non c è quasi ogni giorno che i miei sacerdoti non me lo dicano non c è dubbio che tanti problemi, oggi, che noi abbiamo nell educazione delle giovani generazioni dipendano dalle condizioni in cui versa la famiglia, non c è dubbio! Io dico sempre che il miglior surrogato è sempre meno buono del peggior cioccolato. Vale a dire: Noi possiamo e dobbiamo in molti casi sostituirci alla famiglia perché la famiglia non c è in molti casi oppure, verrebbe quasi da dire, sarebbe meglio che non ci fosse piuttosto che fosse così! Voi, vero, vivete nel mondo più di me e quindi sapete bene che le cose stanno in questi termini quindi lo si deve fare questo però, anche con le migliori forze ed intenzioni, non sarà mai come se perché la famiglia è una invenzione di Dio, non è un invenzione umana. Certo l uomo dopo ha istituzionalizzato, ha dato forma, ha dato consuetudine eccetera diverse da cultura a cultura, da popolo a popolo però nel suo nucleo essenziale è una realtà che non è a disposizione di nessuno perché l ha inventata il Signore. Ora qui dobbiamo essere molto attenti perché quando si toccano le invenzioni del Signore si comincia a pensare che noi siamo più sapienti di Dio e LI COMINCIANO I GUAI perché 6

7 ci mettiamo su una strada che deturpa l originario progetto del Signore. Ma vorrei ritornare al nostro discorso in maniera più esplicita. Ecco vi chiedo, anche come associazione che nel vostro lavoro e impegno culturale avete accennato ampiamente a questo come fra le attività fondamentali della vostra associazione che teniate presente la necessità di assicurare un vero benessere della famiglia, che la aiutiate quando si trova in un malessere profondo. Mi ha molto colpito questa testimonianza di questa signora che è stata citata dal neo presidente: E perché siamo stanchi dice o perchè non sappiamo più perchè questo è il punto questo è il punto, la nostra incertezza, l incertezza di noi adulti. Ecco il non sapere più cosa rispondere alle grandi domande che inevitabilmente ogni uomo ripropone col suo stesso ingresso nel mondo. Ecco queste erano le tre riflessioni che volevo sottoporre alla vostra riflessione. Auguro davvero un buon lavoro alla nuova Associazione, a tutti coloro che fino ad ora, in un modo o nell altro, hanno sostenuto Bologna Rifà Scuola, continuino a sostenere, l associazione ora Bologna Rifà Scuola perché, credete, questo è uno dei modi fondamentali perché questo spettacolo abbastanza unico che si vede, che è la nostra città, diventi sempre più bella. In essa l uomo davvero ritrovi sempre più quella serenità di cui ha bisogno, specialmente in questi momenti, stia bene cioè nella sua città perché questo è il vero bene comune. Grazie! Adesso finisco perché non voglio che perdiate la visione con questi colori così belli. Grazie! (...Applausi ) ELENA UGOLINI: Prima di chiedere a Sua Eminenza di darci una benedizione, do come al solito gli avvisi perché è il mio mestiere preferito quello di dar gli avvisi (la Preside dà gli avvisi). Innanzitutto ringrazio Sua Eminenza per quello che ci ha detto e sicuramente terremo presente questa indicazione e la espliciteremo nello Statuto dell associazione Bologna Rifà Scuola, rivedendola accuratamente, anche perchè quello che troverete in fondo, ovviamente è uno Statuto che, siccome dovrà andare ancora dal notaio, può essere ancora rivisto e mi sembra che sia assolutamente importante sottolineare questa preoccupazione anche perché Sua Eminenza ci ha richiamato su 1 punto fondamentale della nostra vita: noi possiamo fare tutto però se quello che facciamo non ha un senso e non trasmettiamo un senso, una positività, un bene a quelli che incontriamo, la nostra vita invece di essere una novità diventa qualcosa di dannoso perché non c è mai niente di indifferente. E questo ovviamente per questo chiediamo anche una Benedizione perché occorre poi molto aiuto. Se uno pensa alla responsabilità che ha nei confronti dei figli o dei propri alunni o delle persone che lavorano con se o delle persone che ha al giornale, in ufficio eccetera è chiaro che occorre la forza di qualcuno che è più grande di noi che è il Signore. E questo io lo dico in modo molto laico perché io penso che una persona realista non possa non ammettere che si arriva fino ad un certo punto e poi bisogna chiedere aiuto. E gli avvisi sono semplici: il primo riguarda la festa dei bambini che è nata proprio in onore di Maria bambina e che è portata avanti dall associazione Amici del Pellicano e qui c è Alberto Leardini che è la persona poi che l ha curata insieme a Rosi Tamburini da anni e domani si comincia con la Benedizione alle 16:30 nella Chiesa di Santo Stefano. Sarà una benedizione rivolta ai bambini in cui c è una cosa molto bella, avviene una cosa molto bella perché delle Suore di Maria Bambina di Milano, delle giovani suore, racconteranno perché è viva 7

8 questa presenza e perché è interessante, perché il passato ci interessa se agisce ed opera e ci aiuta a vivere adesso. Il 30 Settembre, invece, la Festa dei Bambini comincerà alla Montagnola insieme adagio con un intervento di Sua Eminenza insieme a delle famiglie, sempre sul tema della famiglia, e poi quest anno la festa durerà fino al 4 Ottobre. L altro progetto che sta per essere avviato con Bologna Rifà Scuola del Dialogo ha già parlato Francesco riguarda la musica. L anno scorso abbiamo fatto una bellissima Prova Aperta e con Bologna Festival, e qui vedo la direttrice Maddalena Da Lisca, abbiamo pensato di poter portare avanti dei momenti di educazione ed introduzione alla musica per le Scuole quindi sarà una cosa che probabilmente partirà tra Novembre e Dicembre però l idea è di introdurre al gusto dell ascolto della musica classica i bambini dalle medie fino alle superiori in un modo interessante. Vanno avanti i laboratori di italiano, di matematica e di arte e il progetto anche con la Ducati e ce ne è bisogno perché più siamo in difficoltà più occorre tirare su delle persone capaci di inventare, di innovare e di intraprendere. All uscita cioè ci sarà alla fine 1 aperitivo e c è tutto il materiale a disposizione che appunto racconta della Festa dei Bambini, dei Laboratori e anche dell Associazione e ricordavo che i soci fondatori sono un inizio però poi l Assemblea è aperta a tutti quelli che vorranno partecipare ed è aperta sia persone fisiche che a persone giuridiche. Vogliamo che diventi un punto di confronto e di lavoro sulla città. All uscita eh domani mi sembra di essere in Chiesa perché dico all uscita C è anche un libro bellissimo La Leggenda di San Giorgio e il Drago che è stato dipinto dai bambini delle medie in collaborazione con questo grande artista (il Maestro Arcadio Lobato) ed è un libro che potete acquistare per i vostri figli o nipoti o conoscenti. Adesso chiedo a Sua Eminenza di darci questa benedizione anche perché è proprio all inizio dell anno scolastico quindi ne abbiamo proprio bisogno. MONSIGNOR CAFFARRA: Il Signore sia con voi, Vi Benedica Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen - E buon intrattenimento ora su questa terrazza. (...Applausi ) 8

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Guida per gli acquirenti

Guida per gli acquirenti Guida per gli acquirenti Abbiamo creato una breve guida per i privati al fine di fornire le informazioni più importanti per l acquisto di un azienda. Desiderate avere una vostra azienda? L acquisto di

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Mons. Claudio Maria CELLI

Mons. Claudio Maria CELLI Mons. Claudio Maria CELLI Nella nostra storia c è quel detto famoso: tu uccidi un uomo morto, credo che dopo queste mattinate e pomeriggi così intensi è mio dovere essere il più breve possibile. Per me

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE Padre Livio: Vediamo ora tre incontri di Ivan con tre gruppi di pellegrini. Sono in gran parte dei giovani. E possiamo ben dire che gli incontri con

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Titolo documento: IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Relatore/Autore: DON. DIEGO SEMENZIN Luogo e data: S. FLORIANO, 22 APR. 2001 Categoria Documento: Classificazione: Sintesi/Trasposizione di

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano. Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano

COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano. Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano COMUNITA MISSIONARIE LAICHE Diocesi di Milano Contributo al Convegno Missionario di Sacrofano La Comunità Missionarie Laiche ( CML), risiede attualmente a Legnano, nella Diocesi di Milano, ed è presente

Dettagli

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI Giammatteo Secchi LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI LAVORO SOCIALE IN TASCA COLLANA DIRETTA DA M.L. RAINERI Gli operatori sociali in tutela minori si confrontano ogni giorno con situazioni

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INSEGNANTE Rofrano Barbara PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA L insegnamento della religione

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

"Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale

Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale "Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale Uno dei catechismi più invidiati nel mondo redatto da una delle

Dettagli

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Compiti delle vacanze estive per chi in agosto sarà al livello 3 Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Questi compiti

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli Liturgia Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli C è un piacere nel credere e del credere insieme La fede non è solo un offerta

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) ore 18.00 7.30-11.30 (prime comunioni) (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) Celebriamo la Messa vigiliare della quarta domenica di Pasqua. È così grande

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è sulla scuola. Gli studenti che quest'anno sono entrati in classe sono 7milioni e 806 mila. La scuola è obbligatoria

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI CAMERA DEI DEPUTATI 1/8 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I. Domenica, 17 dicembre 1989

La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I. Domenica, 17 dicembre 1989 La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I Domenica, 17 dicembre 1989 Alla popolazione del quartiere Una visita ad un quartiere difficile quella che compie

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

La gatta Arcibalda e altre storie

La gatta Arcibalda e altre storie ADRIANA ZARRI La gatta Arcibalda e altre storie Riflessioni sugli animali e sulla natura prefazione di MONS. LUIGI BETTAZZI postilla di NATALE FIORETTO 2011 PREFAZIONE Adriana Zarri era una donna di fede.

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015

Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015 Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015 Mi faccia dire innanzitutto, che è davvero molto bello entrare in questa gigantesca tensostruttura

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

V INCONTRO. L atto di FEDE

V INCONTRO. L atto di FEDE V INCONTRO L atto di FEDE Siamo al quinto incontro. Come per tutte le altre volte vogliamo fare un riassunto delle puntate precedenti. Per questo lavoro chiediamo l aiuto di un personaggio conosciuto a

Dettagli

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG)

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) info.associazione@genitorialbino.it Tel 349/3398333 dal lunedì al venerdì dalle 20 alle

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli