UDIENZA CAFFARRA 07/09/2006

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UDIENZA CAFFARRA 07/09/2006"

Transcript

1 UDIENZA CAFFARRA 07/09/2006 FRANCESCO BERNARDI: Non possiamo dare inizio a questo nostro appuntamento senza una parola di ringraziamento davvero sincera e sentita prima di tutto per il nostro ospite che ha la cortesia e la maturità e la fraternità ogni anno di riceverci nella sua casa e di aiutarci e di incoraggiarci nel lavoro che abbiamo avuto il piacere di presentargli già dall inizio della nostra avventura che è questo progetto Bologna Rifà Scuola. E, oltre al ringraziamento al Cardinale, anche un ringraziamento a tutti Voi perché avete accettato così numerosi questo appuntamento. Dico solo rapidamente cosa intendevamo fare oggi, un po sull onda del lavoro e della modalità di incontro delle 2 volte precedenti, vorremmo prima di tutto fare il punto su questo progetto e sostanzialmente anche chiudere con oggi la prima grande fase che e l occasione che ci ha fatto nascere: il progetto di realizzare una costruzione che abbiamo già inaugurato qualche tempo fa ma di cui parleranno poi in seguito, e presentare anche il lavoro futuro. Quindi, con molta sintesi, pensavamo di fare 2 brevi comunicazioni: una da parte del Dottor Maurizio Carvelli che, molto schematicamente, parlerà del passato e del presente e un altra del Dottor Francesco Cavazza che, invece, parlerà del futuro. Non e molto immaginifica come immagine ma direi che è efficace: il passato, il presente e poi il futuro. Non vorrei rubare altro tempo e prego Maurizio di prendere la parola MAURIZIO CARVELLI: Prima di tutto ringrazio Sua Eminenza e voi intervenuti qui presenti. Io, come ha detto Bernardi, ho lo scopo di illustrarvi sinteticamente cosa finora è accaduto a partire da quella data fatidica del 4 Maggio 2004 quando è stato presentato il progetto di Bologna Rifà Scuola. Come voi sapete il progetto aveva 2 scopi: uno, fondamentale, della sensibilizzazione della città sul problema dell educazione e la raccolta fondi per la realizzazione di una scuola media, della scuola appunto di Via Audinot. Io parlo del secondo scopo perché il primo, sarà poi più definito e descritto e si e concretizzato nel corso di questi anni con i Dialoghi e con il Manifesto. Il secondo scopo è appunto stato quello che abbiamo realizzato a Settembre dell anno scorso quando abbiamo aperto la scuola di via Audinot, una scuola che ha richiesto un anno di costruzione, dal 2004 al 2005, e quest anno ha iniziato l anno scolastico con 205 studenti divisi in tre sezioni. Quindi, lo scopo di aprire una scuola, di riuscire ad averla già in funzione in un anno, è stato raggiunto, soprattutto grazie alla raccolta dei fondi che è stata avviata. L investimento per fare questa opera è stato pari a 2,7 milioni di euro a cui va sommato anche l avviamento che quest anno e mezzo abbiamo giustamente sopportato, per un totale di 2,8 milioni. Come abbiamo coperto questo investimento? Lo abbiamo coperto innanzitutto col contributo più importante e significativo della Fondazione Cassa di Risparmio che ne ha coperto il 40% quindi io ringrazio il Professor Roversi, Presidente della Fondazione, proprio perché senza la Fondazione non avremmo mai potuto iniziare e portare a compimento quest opera. Un altro soggetto attore è stata la Fondazione Falciola che ne ha coperto un 20% e l altro 25% circa l ha coperto appunto l attività di FOUND- RISING, che ha raccolto euro di cui una parte, , sono stati donati da 139 famiglie e un altra parte, , da 54 aziende. Quindi, come vedete, possiamo proprio dire che Bologna in qualche modo ha costruito proprio questa scuola perché dalla pensionata, che magari ha dato 100 euro, si arriva 1

2 alla grande azienda. E stata una cosa che Bologna ha costruito proprio nella sua generalità. Ecco, se qualcuno di voi ha già fatto i conti manca il 20%, circa euro, che sarà la parte che abbiamo chiesto di coprire con un mutuo ventennale. Per colmare questo deficit abbiamo intenzione non più di seguire la strada del FOUND- RISING, ma di creare un punto, un gruppo di imprenditori, un pool di persone che ogni anno decide di trovare i fondi per coprire questa quota di 35/ euro che permetterà, ci si augura, nel tempo di coprire quanto manca. Quindi è una specie di club a cui invito imprenditori e altre persone che vogliono condividere, come me, questa responsabilità. Concludo questa carrellata di dati solamente con un pensiero: io sono rimasto particolarmente colpito da tutte le persone che si sono impegnate generosamente nel dare un contributo. Nella mia esperienza, questo termine, generosità in realtà si chiama gratuità, proprio perché non nasce da ciò che manca ma da una sovrabbondanza, una sovrabbondanza che per me è l esperienza della Chiesa e che, GRAZIE A DIO, non è mai venuta a mancare. Grazie. ELENA UGOLINI: Continuando un po uno stile informale perché ci son delle persone molto importanti sedute in fondo a questa terrazza stupenda, do la parola a Francesco Cavazza Isolani. Francesco Cavazza Isolani ha aiutato fin dall inizio il lavoro di Bologna Rifà Scuola e gli abbiamo chiesto, come diceva prima Bernardi, di raccontare che cosa intendiamo fare, come intendiamo andare avanti con il comitato di Bologna Rifà Scuola perché questo progetto, nell arco di questi 2 anni, è comunque stato condiviso in particolar modo da un gruppo di persone che magari non avevano neanche i figli al Liceo o alle Medie Malpighi ma semplicemente avevano visto nell Emergenza dell Educazione un punto su cui coinvolgersi in modo responsabile. Prima di cedere la parola a Francesco, io vorrei ringraziare il Professor Roversi, Lucrezia Stellacci, Direttore Regionale della Scuola e quindi chi rappresenta per noi il Ministero della Pubblica Istruzione, il nuovo Presidente dell A.P.I., Dottor Baietti, abbiamo anche il Presidente del Banco del Matrimonio, abbiamo l Amministratore Delegato della Promozione Turistica, abbiamo il co-direttore del Resto del Carlino, Pierluigi Visci, che ha seguito e ha dato spazio e voce anche a un pensiero perché comunque si educa anche richiamando alcune questioni di fondo, oltre Stefano Andrini, che dirige Bologna 7 di Avvenire. Poi abbiamo l onorevole Bersani, il professor Poggeschi dell Opera Pia delle Sordomute Povere, che è l altro ente che ha permesso la realizzazione del Polo di Via Audinot in cui, non dimentichiamolo, NON C E SOLO UNA SCUOLA MEDIA ma ci sono anche dei LABORATORI ed un CENTRO SULLE DIFFICOLTA DELL APPRENDIMENTO che, già da quest anno, ha coinvolto centinaia di ragazzi tra gli 11 e i 14 anni. Sicuramente mi dimenticherò di qualcuno però poi rimedierò da qui alla fine della serata. Adesso do la parola a Francesco Cavazza Isolani FRANCESCO CAVAZZA ISOLANI: Grazie. Ripensavo un po in questi giorni, dopo che Elena mi ha dato questo innanzitutto grazie al nostro ospite, a Sua Eminenza, di averci invitato anche quest anno. Dicevo dopo che Elena mi ha dato questo difficile compito e dire: mah parla del futuro, che non è la cosa più facile, mi sono andato a riguardare il Manifesto di 2 anni fa e in effetti credo che se abbiamo esaurito una delle 2 parti, come diceva prima Maurizio Carvelli, cioè la parte di realizzazione della scuola e devo dire con un risultato che per me, che mi sono avvicinato a questo progetto per caso, in quanto ero in quel momento presidente di un associazione alla quale è stato chiesto di aderire con la Firma del Manifesto è stupefacente. Mi sono innamorato di 2

3 questo progetto, mi sono fatto coinvolgere in realtà ringrazio Elena, ma ho fatto molto poco, ho fatto qualche cosa forse per aiutare ma mi son reso conto che veramente muovendosi si possono ottenere dei risultati anche da un punto di vista economico straordinari. Credo che i numeri che ha dato prima Maurizio Carvelli siano indicativi di quanto in effetti la gente, come si usa dire, è disponibile, pronta ad aiutare e a dare quando c è un progetto veramente interessante, bello e che può essere condiviso. Dicevo guardando il Manifesto credo che questi 2 anni che sono passati lo rendono, se possibile, ancora più attuale. Vorrei leggere 2 punti dei 7 che facevano parte del Manifesto. In uno si dice La ricchezza della nostra tradizione culturale è il punto di partenza per cogliere il valore del presente, capire la diversità delle altre culture e dare un proprio originale contributo alla costruzione del bene comune. Credo che in questi 2 anni e mezzo ciò sia diventato ancora più attuale. E un altro: Educare significa introdurre alla realtà, al suo significato, al valore delle cose, è la questione decisiva della vita di ogni persona ad ogni età, è una responsabilità di tutti. Anche qui credo che in 1 mondo in cui sempre di più per i nostri figli e per i ragazzi, rischiamo che gli obiettivi e gli esempi da seguire siano quelli che vengono dati dai serial televisivi o peggio dai pseudo-studenti che passano le notti suonando il bongo e ubriacandosi per le strade del centro di Bologna o cose di questo genere, credo che invece avere il coraggio di proporre quello che noi riteniamo vero sapendo anche, come diceva Don GIUSSANI, che poi ci si può sentir dir di no ma avere per lo meno il coraggio di dire quello che riteniamo giusto sia qualcosa di indispensabile. Credo che sia un progetto bellissimo cercare questo principio, quest idea di farla passare, di farla girare sempre più nella nostra città. Per questo abbiamo ritenuto che questo progetto di Bologna Rifà Scuola, visto che la scuola è stata fatta, quindi Bologna in realtà una scuola l ha fatta, fosse giusto trasformarla in un associazione associazione che virtualmente viene costituita oggi poi è chiaro andremo da un notaio per farla ma insomma c è uno statuto, ci sono dei soci fondatori che sono gli attuali componenti del Comitato di Bologna Rifà Scuola e vorrei leggervi molto brevemente quelli che sono la prima parte degli scopi e finalità dell associazione lascio perdere il primo pezzettino che non è interessante : In riferimento al Manifesto sull Educazione promosso all interno del progetto Bologna Rifà Scuola, avviato il 4 Maggio del 2004 e sottoscritto da importanti personalità della cultura, della società e del mondo imprenditoriale bolognese e ispirato al contenuto de Il RISCHIO EDUCATIVO, importante opera di Monsignor Luigi Giussani, l associazione intende promuovere la sensibilizzazione della società sulla centralità e rilevanza dell educazione della persona per lo sviluppo della convivenza civile e del benessere dell intera Comunità. L associazione si prefigge in particolare di svolgere in forma diretta o indiretta le seguenti attività: promuovere iniziative di sensibilizzazione sui temi dell educazione e della cultura, intese come introduzione alla realtà e al suo significato sostenere anche economicamente progetti e iniziative in campo educativo realizzare incontri periodici, convegni, assemblee, mostre, spettacoli, concerti promuovere centri studi istituire premi e borse di studio utilizzare strumenti di comunicazione e documentazione etc. I soci diciamo fondatori di questa associazione sono, come vi dicevo, gli attuali membri del Comitato che sono vi leggo i nomi Alessia Valbusa, Marina Cavazza, Barbara Borsari, Carlotta Minarelli, Carlo Boschetti, Cristina Segafredo, Elena Ugolini, Enzo Bandini, Francesco Bernardi, il sottoscritto, Gabriella Castelli, Luisa Leoni Bassani, Marco Masi, Maurizio Carvelli, Nicoletta Montanelli, Paola Martini, Paolo Castelli, Alberto Leardini e Silvano Beghi. In fondo troverete copie dello Statuto e di una piccola paginetta di adesione. 3

4 Quindi facciamo questa associazione, andremo avanti a fare sostanzialmente qualcosa di molto simile a quello che abbiamo fatto in questi 2 anni, da un punto di vista culturale e impegno sulla città continueremo con i Dialoghi. Il prossimo Dialogo, che è programmato per Novembre, avrà come protagonisti Paola Mastrocola e il vice-direttore dell Irish Time che si chiama WATERS scusate non so come si chiami di nome, e la cosa interessante è che Paola Mastrocola forse qualcuno di voi ha letto dei suoi libri è una donna di sinistra, ex sessantottina, che però ha cominciato a porsi dei dubbi molto seri sull atteggiamento del post-sessantotto e, in un articolo che leggevo proprio in questi giorni, diceva anche lei Mah è vero che per noi è più comodo quando torniamo a casa stanchi non mettersi a combattere coi figli e in fondo lasciar passare tutto però questo lo facciamo solo perché siamo stanchi o in realtà perché non sappiamo cosa dire? Perché scrive lei per educare occorre sapere almeno in linea di massima che cosa è giusto e cosa è sbagliato. E questo è qualcosa che fa decisamente pensare e quindi credo che questo Dialogo sarà interessante. Il Waters viene da un esperienza diversa ma anche lui è sicuramente molto stimolante. Ovviamente, essendo irlandese, nato da famiglia cattolica e con istruzione cattolica, si è allontanato dalla Fede, è diventato assolutamente ateo per poi, lui dice, ritornarci nel momento in cui avendo dei figli si è posto il problema di dire Ma io a questi figli che cosa gli racconto? E quindi questo è il primo appuntamento a cui spero che tutti potrete partecipare e che sarà in novembre. Un altra cosa che sicuramente faremo a primavera prossima, ormai è diventata una tradizione una Cena per raccolta fondi perché, se è vero che vogliamo fare questa opera diciamo di proselitismo culturale, però è anche vero che poi per fare scuola ci vogliono non solo le scuole ma anche degli strumenti, quindi servono anche ahimé delle cose molto pratiche serve del denaro per mandare avanti i progetti che in parte sono già in itinere come i laboratori che vengono fatti presso la scuola che è stata già realizzata, il nuovo Malpighi in Via Audinot, ma anche idee nuove che sicuramente non mancheranno conoscendo poi Elena Ugolini, che di idee ne ha circa una al giorno, quindi credo che il problema sarà quello di riuscire a limitare le idee da realizzare. Quindi grazie ancora a Sua Eminenza, grazie a voi che siete qui, grazie a quelli che entreranno nell associazione e grazie a quelli che comunque, dall interno o dall esterno, in qualunque modo aiuteranno l associazione che, visto cosa è successo in questi 2 anni, sono convinto saranno molti. Grazie! ELENA UGOLINI: Grazie a Francesco Cavazza Isolani che, a questo punto, nominiamo per acclamazione Presidente dell associazione Bologna Rifà Scuola, e, prima di chiedere a Sua Eminenza che cosa ci dice dopo 2 anni di lavoro e anche dei suggerimenti e delle indicazioni sul futuro, ringrazio per la sua presenza una persona importante che è Don Gabriele Porcarelli che è il nuovo Presidente della Fondazione Ritiro San Pellegrino, che è la Fondazione della Diocesi di Bologna che ha sempre mandato avanti il Liceo Malpighi e che ha fatto nascere la nuova Fondazione Oppizzoni che gestisce, invece, il nuovo Polo Didattico di Via Audinot. Adesso cedo la parola a Sua Eminenza. INTERVENTO DI CAFFARRA: Benvenuti a tutti e a ciascuno prima di tutto in questa casa dell Arcivescovo, questa casa estiva. La mia paura era trovandomi, la settimana scorsa, su questo terrazzo dopo cena insieme ad alcuni amici polacchi miei ospiti ad un certo momento siamo dovuti entrare per il freddo e allora ho pensato non so come faremo giovedì prossimo invece è vero, non so come faremo ma per la ragione 4

5 opposta, per il gran caldo. Si vede che la provvidenza un po ci ha aiutato. Benvenuti, dunque, a questa che penso che sia una piacevole consuetudine ormai comunque per me lo è sicuramente. E saluto quindi il nuovo presidente dell Associazione e gli auguro buon lavoro. Qui resta ancora un antica norma canonica tolta da Giovanni Paolo II, in cui il Papa non lo si può più eleggere per acclamazione. Il Papa lo si deve proprio eleggere con scrutinio segreto. Fino a Giovanni Paolo II c era ancora questa possibilità non so quante volte nella storia è accaduto, vero, che sia stato eletto per acclamazione. Qui, invece, vedo che ancora vale siete ancora legati alla tradizione. E volevo così affidare molto familiarmente, come vedete, alcune riflessioni che mi sono venute anche in mente sentendo i due interventi precedenti. Come loro sanno domani la Chiesa celebra una festa che è molto cara al popolo Cristiano, La Festa della Nascita di Maria, della Madonna, la natività di Maria. Mentre mi introducevo in questa Festa, prima di venire qui, recitando i Vespri sapete che la Chiesa inizia le sue feste dal tramonto del giorno precedente dentro di me risuonava sempre una bellissima affermazione di Sant Agostino. In uno dei suoi tanti commenti che Agostino fa sui primi capitoli della Bibbia, capitoli che narrano la creazione del modo, dice più o meno così purtroppo non ho avuto tempo di andare proprio a copiare esattamente il testo : E per interrompere Dio Creatore, per interrompere il circolo sempre uguale delle stagioni, e perché fosse continuamente assicurato l inizio della novità, ha creato l uomo che cosa profonda che ha detto, quel dottore della Chiesa! Cioè, in sostanza, mentre ogni individuo di una specie vivente sostanzialmente ripete l altro e la specie così si continua, questo non vale, invece, per la persona umana: là dove nasce un bambino o una bambina, lì comincia un inizio assoluto, che non era previsto, che non è il risultato accidentale o incidentale di un impersonale evoluzione della materia. Appunto Dio non ha voluto che la sua creazione fosse qualcosa di monotono, di sempre uguale, vi ha inserito vi ha messo l uomo e ogni uomo è un caso a se, possiamo e dobbiamo dire. Bene, perché mi veniva in mente questa riflessione di Agostino? Oggi mi ritornava continuamente dentro certo perché pensavo a quella bambina la cui nascita domani la Chiesa ricorda. E lì l inizio della novità è stato realizzato in maniera eminente perché da quando appare quella donna quella bambina, si vede la persona umana nella integrità, della sua verità e della sua bellezza originaria, ma soprattutto perché quella bimba era stata pensata fin dal primo istante, termine fisso di Eterno Consiglio; è stata pensata dall Eterno Consiglio come la donna nel cui grembo doveva fiorire la vita eterna, il Verbo fatto uomo. Certamente per questo ma anche pensavo questa frase di Agostino perché questa è, in fondo, la ragione ultima del perché dobbiamo tanto appassionarci all opera educativa, questa è! Perché ogni persona nuova che viene al mondo è una tale novità e costituisce una tale ricchezza che guai a dilapidarla, guai a perderla! Perchè una sola persona, un solo bambino vale più del mondo intero, di tutto questo mondo che vediamo della natura e dell uomo vale più! Ora dico chi prende sul serio l atto educativo cosa fa in fondo? Si appassiona veramente al valore, al bene e alla preziosità dell umanità di ogni persona e si mette accanto al nuovo arrivato perchè in fondo costituisca quella novità che ogni persona umana è chiamata ad essere. Allora, ecco, come ho sentito con molto piacere che proprio nel primo articolo, se intendo bene, dello Statuto si parla di una sensibilizzazione della Società al problema educativo e Dio sa quanto oggi ce ne è bisogno di questa sensibilizzazione ma su questo ritornerò poi più avanti. Allora questa mia prima riflessione in fondo cosa voleva dire? Ecco, nella vigilia della nascita di una bambina assolutamente unica, continuate ad appassionarvi così all educazione della persona! Questo vale, ovviamente, per chi ha direi responsabilità verso delle persone che sono assolutamente uniche cioè i genitori ma vale anche in maniera molto forte per chi nella società civile ha la responsabilità dell istituzione scolastica. Grazie, Dottoressa Stellacci, della sua presenza perché la 5

6 Sovrintendente Regionale, vi assicuro, è una donna che queste cose le sente e le capisce profondamente profondamente, con assoluta correttezza istituzionale, sempre! Anche in questo è esemplare. La seconda riflessione che volevo fare è la seguente: su questa terrazza non raramente alla sera veramente un po più tardi più o meno qui mi ritrovo mi ritrovo con la corona del rosario in mano e dico il rosario girato così, guardando là, cioè guardando la nostra bellissima città perché, voi lo sapete, non proprio tra 10 minuti un quarto d ora è il momento migliore in cui guardare Bologna quindi devo tagliare corto perché davvero è il momento in cui ha il suo colore purtroppo tanto qui non ci son giornalisti, no ecco quindi ecco e purtroppo ci son quei palazzi la alti che insomma io li vedo tutte le sere e mi chiedo Ma perché ci sono? Va bene, insomma è così Comunque questo è per dire ecco, mi trovo qui con la corona del rosario in mano guardando la città e più di una volta mi viene da interrogarmi Questa città che è legata da un cordone ombelicale con un Santuario Mariano, PRESIDIUM E dice il testo antico, presidio e gloria della città la Vergine di San Luca Dico Questa città come davvero può affrontare le grandi sfide che ogni grande città oggi nel nostro occidente deve affrontare e penso alla grande stima che la Sacra Scrittura ha della città, che la tradizione Cristiana ha della città. Pensate a tutto il grande poema che è l Apocalisse di Giovanni fa sulla Città Eterna, la città Allora vi chiedo: come è possibile che la nostra città davvero sia sempre più a misura di uomo? Generando uomini che siano a misura della verità della loro umanità, che non la degradino, che siano cioè educati a vedere la grandezza della loro persona, il senso della loro libertà, il bene dello stare assieme nel modo umano. Ecco io vedo la vostra attività e questo vostro impegno che avete, ora diventato direi istituzionalmente un associazione, lo vedo proprio come uno degli apporti più importanti tanto è vero che le persone che sapientemente sono responsabili del bene di questa città, a livello imprenditoriale, a livello istituzionale e pubblico, a livello di fondazioni proprie della società civile, hanno capito questo e lo stanno comprendendo sempre di più, che questa è la prima emergenza, amo sempre dire, che questa è la prima scelta che si deve fare, cioè la risposta all emergenza educativa, il prendersi cura di quell inizio di novità che è ogni persona umana. Ecco e qui potremmo anche chiederci ma non lo faccio che cosa significhi concretamente questo, se certe scelte esprimano questo prendersi cura o meno oppure invece no non entro in questo aspetto. La terza e ultima riflessione che vorrei fare è questa: non c è dubbio che, e vi assicuro che quasi ogni giorno ricevendo un parroco o l altro della nostra Diocesi, non c è quasi ogni giorno che i miei sacerdoti non me lo dicano non c è dubbio che tanti problemi, oggi, che noi abbiamo nell educazione delle giovani generazioni dipendano dalle condizioni in cui versa la famiglia, non c è dubbio! Io dico sempre che il miglior surrogato è sempre meno buono del peggior cioccolato. Vale a dire: Noi possiamo e dobbiamo in molti casi sostituirci alla famiglia perché la famiglia non c è in molti casi oppure, verrebbe quasi da dire, sarebbe meglio che non ci fosse piuttosto che fosse così! Voi, vero, vivete nel mondo più di me e quindi sapete bene che le cose stanno in questi termini quindi lo si deve fare questo però, anche con le migliori forze ed intenzioni, non sarà mai come se perché la famiglia è una invenzione di Dio, non è un invenzione umana. Certo l uomo dopo ha istituzionalizzato, ha dato forma, ha dato consuetudine eccetera diverse da cultura a cultura, da popolo a popolo però nel suo nucleo essenziale è una realtà che non è a disposizione di nessuno perché l ha inventata il Signore. Ora qui dobbiamo essere molto attenti perché quando si toccano le invenzioni del Signore si comincia a pensare che noi siamo più sapienti di Dio e LI COMINCIANO I GUAI perché 6

7 ci mettiamo su una strada che deturpa l originario progetto del Signore. Ma vorrei ritornare al nostro discorso in maniera più esplicita. Ecco vi chiedo, anche come associazione che nel vostro lavoro e impegno culturale avete accennato ampiamente a questo come fra le attività fondamentali della vostra associazione che teniate presente la necessità di assicurare un vero benessere della famiglia, che la aiutiate quando si trova in un malessere profondo. Mi ha molto colpito questa testimonianza di questa signora che è stata citata dal neo presidente: E perché siamo stanchi dice o perchè non sappiamo più perchè questo è il punto questo è il punto, la nostra incertezza, l incertezza di noi adulti. Ecco il non sapere più cosa rispondere alle grandi domande che inevitabilmente ogni uomo ripropone col suo stesso ingresso nel mondo. Ecco queste erano le tre riflessioni che volevo sottoporre alla vostra riflessione. Auguro davvero un buon lavoro alla nuova Associazione, a tutti coloro che fino ad ora, in un modo o nell altro, hanno sostenuto Bologna Rifà Scuola, continuino a sostenere, l associazione ora Bologna Rifà Scuola perché, credete, questo è uno dei modi fondamentali perché questo spettacolo abbastanza unico che si vede, che è la nostra città, diventi sempre più bella. In essa l uomo davvero ritrovi sempre più quella serenità di cui ha bisogno, specialmente in questi momenti, stia bene cioè nella sua città perché questo è il vero bene comune. Grazie! Adesso finisco perché non voglio che perdiate la visione con questi colori così belli. Grazie! (...Applausi ) ELENA UGOLINI: Prima di chiedere a Sua Eminenza di darci una benedizione, do come al solito gli avvisi perché è il mio mestiere preferito quello di dar gli avvisi (la Preside dà gli avvisi). Innanzitutto ringrazio Sua Eminenza per quello che ci ha detto e sicuramente terremo presente questa indicazione e la espliciteremo nello Statuto dell associazione Bologna Rifà Scuola, rivedendola accuratamente, anche perchè quello che troverete in fondo, ovviamente è uno Statuto che, siccome dovrà andare ancora dal notaio, può essere ancora rivisto e mi sembra che sia assolutamente importante sottolineare questa preoccupazione anche perché Sua Eminenza ci ha richiamato su 1 punto fondamentale della nostra vita: noi possiamo fare tutto però se quello che facciamo non ha un senso e non trasmettiamo un senso, una positività, un bene a quelli che incontriamo, la nostra vita invece di essere una novità diventa qualcosa di dannoso perché non c è mai niente di indifferente. E questo ovviamente per questo chiediamo anche una Benedizione perché occorre poi molto aiuto. Se uno pensa alla responsabilità che ha nei confronti dei figli o dei propri alunni o delle persone che lavorano con se o delle persone che ha al giornale, in ufficio eccetera è chiaro che occorre la forza di qualcuno che è più grande di noi che è il Signore. E questo io lo dico in modo molto laico perché io penso che una persona realista non possa non ammettere che si arriva fino ad un certo punto e poi bisogna chiedere aiuto. E gli avvisi sono semplici: il primo riguarda la festa dei bambini che è nata proprio in onore di Maria bambina e che è portata avanti dall associazione Amici del Pellicano e qui c è Alberto Leardini che è la persona poi che l ha curata insieme a Rosi Tamburini da anni e domani si comincia con la Benedizione alle 16:30 nella Chiesa di Santo Stefano. Sarà una benedizione rivolta ai bambini in cui c è una cosa molto bella, avviene una cosa molto bella perché delle Suore di Maria Bambina di Milano, delle giovani suore, racconteranno perché è viva 7

8 questa presenza e perché è interessante, perché il passato ci interessa se agisce ed opera e ci aiuta a vivere adesso. Il 30 Settembre, invece, la Festa dei Bambini comincerà alla Montagnola insieme adagio con un intervento di Sua Eminenza insieme a delle famiglie, sempre sul tema della famiglia, e poi quest anno la festa durerà fino al 4 Ottobre. L altro progetto che sta per essere avviato con Bologna Rifà Scuola del Dialogo ha già parlato Francesco riguarda la musica. L anno scorso abbiamo fatto una bellissima Prova Aperta e con Bologna Festival, e qui vedo la direttrice Maddalena Da Lisca, abbiamo pensato di poter portare avanti dei momenti di educazione ed introduzione alla musica per le Scuole quindi sarà una cosa che probabilmente partirà tra Novembre e Dicembre però l idea è di introdurre al gusto dell ascolto della musica classica i bambini dalle medie fino alle superiori in un modo interessante. Vanno avanti i laboratori di italiano, di matematica e di arte e il progetto anche con la Ducati e ce ne è bisogno perché più siamo in difficoltà più occorre tirare su delle persone capaci di inventare, di innovare e di intraprendere. All uscita cioè ci sarà alla fine 1 aperitivo e c è tutto il materiale a disposizione che appunto racconta della Festa dei Bambini, dei Laboratori e anche dell Associazione e ricordavo che i soci fondatori sono un inizio però poi l Assemblea è aperta a tutti quelli che vorranno partecipare ed è aperta sia persone fisiche che a persone giuridiche. Vogliamo che diventi un punto di confronto e di lavoro sulla città. All uscita eh domani mi sembra di essere in Chiesa perché dico all uscita C è anche un libro bellissimo La Leggenda di San Giorgio e il Drago che è stato dipinto dai bambini delle medie in collaborazione con questo grande artista (il Maestro Arcadio Lobato) ed è un libro che potete acquistare per i vostri figli o nipoti o conoscenti. Adesso chiedo a Sua Eminenza di darci questa benedizione anche perché è proprio all inizio dell anno scolastico quindi ne abbiamo proprio bisogno. MONSIGNOR CAFFARRA: Il Signore sia con voi, Vi Benedica Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen - E buon intrattenimento ora su questa terrazza. (...Applausi ) 8

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Tante volte mi è stato chiesto come si recita l Ufficio delle Ore (Lodi, Vespri, ecc.). Quindi credo di fare cosa gradita a tutti, nel pubblicare questa spiegazione

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli