Python. Valerio Perticone

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Python. Valerio Perticone"

Transcript

1 Python Valerio Perticone

2 Python Python è un linguaggio di programmazione molto semplice e conciso Ha il vantaggio di essere semplice da imparare e di poter essere eseguito su diversi sistemi operativi (portabilità) È utilizzato da grandi aziende (Google, Dropbox, NASA) e presente in numerosi software

3

4 Documentazione python.it - sito ufficiale della comunità italiana contiene tutorial, guide, riferimenti a siti e libri, python.org - in inglese Numerosi libri (online e cartacei): in italiano: in inglese: IntroductoryBooks

5 Playground Oltre alla possibilità di scaricare un interprete Python sulla propria macchina, esistono numerosi siti che danno la possibilità di esercitarsi ed apprendere il linguaggio: python.org (PythonAnywhere) pythontutor.com (Visualize) trinket.io

6 Python Per imparare Python spesso si utilizza una shell interattiva La shell si presenta con alcuni caratteri seguiti da un cursore lampeggiante (prompt): >>> È possibile digitare istruzioni del linguaggio Python e osservare il risultato dopo premuto Invio

7 Esempi >>> >>> * 6 20 >>> (2 + 3) * 6 30 >>> (5-1) * ((7 + 1) / (3-1))?

8 Tipi >>> (5-1) * ((7 + 1) / (3-1)) 16.0 Perché? Python è tipizzato >>> type(16) int >>> type(16.0) float

9 Tipi Tre tipi comuni: int (numeri interi): 42, 0, -2, float (numeri decimali): -1.25, 0.75, 16.0, str (stringhe): 'casa', 'pippo', '16',

10 Assegnamento >>> spam = 42 >>> x = 3 >>> y = >>> z = x + y >>> print(z) 7

11 Assegnamento >>> spam = 'Hello' >>> spam = 'Goodbye' >>> print(spam)

12 Stringhe Sulle stringhe si posso effettuare operazioni analoghe a quelle numeriche: >>> 'Hello' + 'World' HelloWorld >>> 'Hello' * 3 HelloHelloHello È possibile richiedere all utente di inserire una stringa usando la funzione input: >>> testo = input()

13 Attenzione agli errori! >>> 'Hello' + 'Hello' + ^ SyntaxError: invalid syntax Che significa? Abbiamo commesso un errore nel scrivere e il computer non comprende l istruzione!

14 Alcuni errori comuni A questo punto, eseguendo alcune istruzioni sullo stile degli esempi potremmo ottenere i seguenti errori SyntaxError: invalid syntax l istruzione è incompleta (manca un operando o abbiamo dimenticato una parentesi) SyntaxError: EOL while scanning string literal abbiamo dimenticato di chiudere una stringa tra due virgolette

15 Altri errori comuni NameError: name 'Hello' is not defined abbiamo dimenticato entrambe le virgolette attorno alla stringa 'Hello' (e non esiste una variabile con quel nome) TypeError: Can't convert 'int' object to str implicitly abbiamo provato a concatenare una stringa ad un numero intero un errore simile (TypeError) si ottiene se proviamo a moltiplicare stringhe tra loro o usando un float

16 Programmi Sebbene la shell possa essere utile per imparare, i programmi in genere vengono salvati in file di testo Nei file di testo si scrivono più istruzioni una dopo l altra senza prompt. Esempio: print('come ti chiami?') # richiedi il nome Nome = input() print('piacere di conoscerti, ' + Nome) (il # indica la presenza di un commento)

17 Valori booleani Due particolari valori non possono essere utilizzati come nome di variabile: True e False Corrispondono ai valori booleani vero e falso Sono scritti in maiuscolo Vengono restituiti quando si effettuano operazioni logiche (confronto, eguaglianza, connettivi)

18 Operatori == uguaglianza!= non uguaglianza > strettamente maggiore >= maggiore o uguale <= minore o uguale < strettamente minore

19 Alcuni connettivi logici True and True True True and False False True or False True False or False False not True False not False True

20 Controllo del flusso In Python i gruppi di istruzioni sono raggruppati in blocchi, che si distinguono grazie all indentazione L indentazione è composta da un certo numero di spazi (o tabulazioni) In Python l indentazione è obbligatoria poiché permette di comprendere il flusso del programma Eventuali errori di indentazione sono indicati con IndentationError

21 Esempio name = 'Mary' password = 'swordfish' if name == 'Mary': print('hello Mary') if password == 'swordfish': print('access granted.') else: print('wrong password.') In questo codice è possibile notare che, dopo le prime due assegnazioni, verrà eseguito il blocco all interno dell if. Una volta incontrato il secondo if, verrà eseguito solamente il blocco con l istruzione print('access granted'.)

22 Alternativa Nell esempio precedente abbiamo visto l uso dell if La sua struttura è: if (parola chiave) condizione da verificare : (due punti) blocco indentato di istruzioni l eventuale else va indentato nella stessa colonna dell'if

23 Ciclo La sintassi del costrutto iterazione è simile a quella del costrutto alternativa La struttura del ciclo è: while (parola chiave) condizione da verificare : (due punti) blocco indentato di istruzioni Per uscire da un ciclo si utilizza la parola chiave break

24 Esempio password = 'swordfish' while True: print('what is the password?') guess = input() if guess == password: print('access granted.') break else: print('wrong password.')

25 Funzioni Abbiamo già visto le funzioni print e input che gestiscono le stringhe Ma ce ne sono molte altre già incluse in Python Esempi: >>> abs(-12) >>> pow(5, 2) >>> round(16.75)

26 Possibili errori Utilizzando le funzioni è possibile riscontrare alcuni dei seguenti errori TypeError: bad operand type for abs(): 'str' abbiamo utilizzato una stringa come operando della funzione abs TypeError: abs() takes exactly one argument (2 given) abbiamo passato troppi argomenti (due) ad una funzione che ne richiede solamente uno TypeError: pow expected at least 2 arguments, got 1 abbiamo passato un solo argomento ad una funzione che ne richiedeva due

27 Dichiarazione La struttura della dichiarazione di una funzione è: def (parola chiave) nome della funzione parametri d ingresso tra parentesi : (due punti) blocco di codice (corpo della funzione)

28 Esempio def somma3(a, b, c): return a + b + c x = somma3(2, 3, 8) # effettua l'addizione y = somma3(2.5, 3, 1.5) z = somma3('a', 'b', 'c') # effettua la concatenazione Questo comportamento è noto come duck typing «Se sembra un'anatra, nuota come un'anatra e starnazza come un'anatra, allora probabilmente è un anatra.» (ragionamento induttivo) Se è possibile effettuare l istruzione la eseguo, altrimenti restituisco un errore

29 Import Non tutte le funzioni sono immediatamente disponibili, alcune necessitano di essere importate esplicitamente da librerie esterne Ad esempio, se vogliamo generare numeri casuali abbiamo bisogno del modulo random L importazione del modulo si effettua utilizzando la parola chiave import >>> import random

30 Moduli Possiamo utilizzare le funzioni presenti in un modulo utilizzando la notazione punto: modulo.funzione Ad esempio, se vogliamo generare numeri interi casuali nell intervallo [a, b] utilizziamo la funzione randint(a, b) contenuta nel modulo random La sua invocazione è la seguente: import random x = random.randint(1, 10) # genera un numero intero da 1 a 10

31 Errori con i moduli Se dimentichiamo di importare un modulo, otterremo un NameError Se tentiamo di utilizzare una funzione non presente in quel modulo (in questo caso "funzione") l errore sarà simile al seguente: AttributeError: 'module' object has no attribute 'funzione'

32 Math Nel modulo math sono contenute alcune utili funzioni matematiche tra cui exp, log, sqrt Sono presenti anche funzioni trigonometriche: sin, cos, tan Il modulo fornisce inoltre due costanti matematiche: math.pi math.e

33 Liste Le liste sono un esempio di variabile non scalare in Python >>> [1, 2, 3] >>> ['cat', 'bat', 'rat', 'elephant'] Le liste possono contenere elementi appartenenti a tipi diversi: >>> ['hello', , True, 42]

34 Liste Le liste si comportano come i vettori >>> spam = ['cat', 'bat', 'rat', 'elephant'] >>> spam[0] 'cat' >>> spam[2] 'rat'

35 Indici Gli indici delle liste devono essere numeri interi (altrimenti si ottiene un TypeError) Possono essere anche interi negativi: poiché 0 indica primo elemento e tutti gli altri sono a seguire in ordine crescente, un numero negativo corrisponde a scorrere la lista nel senso opposto l ultimo elemento della lista ha quindi indice -1, il penultimo -2 e così via >>> spam[-1] 'elephant' Se eccediamo con l indice la lunghezza della lista otteniamo l errore IndexError: list index out of range

36 Manipolazione Possiamo utilizzare gli indici per estrarre o mutare i valori della lista >>> l = [1, 2, 4] >>> l[0] = 6 >>> l[1] = l[2] >>> l[2] += 1

37 Slices È possibile estrarre slices (letteramente fette ) di una lista usando :. >>> spam[1:3] # restituisce gli elementi di indice compreso tra 1 (incluso) e 3 (escluso) >>> spam[:2] # restituisce gli elementi dall indice 0 (omesso) all indice 2 (escluso) >>> spam[:] # restituisce tutti gli elementi della lista >>> spam[:-1:2] # restituisce gli elementi dal primo al penultimo di posto pari >>> spam[::-1] # restituisce una lista con gli elementi in ordine inverso

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica Introduzione a Python Dottore Paolo Parisen Toldin - parisent@cs.unibo.it Argomenti trattati Che cosa è python Variabili Assegnazione Condizionale Iterazione in una lista di

Dettagli

Fondamenti di Programmazione

Fondamenti di Programmazione Fondamenti di Programmazione Capitolo 2 Variabili, Espressioni e Comandi Prof. Mauro Gaspari: gaspari@cs.unibo.it Valori e Tipi Un valore (= value) è una delle entità fondamentali che i programmi sono

Dettagli

Calcolare il massimo di una lista

Calcolare il massimo di una lista Calcolare il massimo di una lista Ieri abbiamo imparato a calcolare il massimo di una lista predefinita: lista = [4,24,-89,81,3,0,-12,31] max = lista[0] # questo e' un commento: primo elemento di lista

Dettagli

Introduzione al Python

Introduzione al Python Andrea Passerini passerini@disi.unitn.it Informatica Caratteristiche procedurale si specifica la procedura da eseguire sui dati strutturato concetto di visibililtà delle variabili orientato agli oggetti

Dettagli

Nascita di Java. Che cos e Java? Caratteristiche di Java. Java: linguaggio a oggetti

Nascita di Java. Che cos e Java? Caratteristiche di Java. Java: linguaggio a oggetti Nascita di Java L uscita di Java, verso la metà degli anni novanta, fu accolta con molto entusiasmo dalla comunità dei programmatori e dei provider di servizi internet perché permetteva agli utenti del

Dettagli

ISTRUZIONI VELOCI DI PYTHON Versione 1.0 - (manuale realizzato con Google Documenti)

ISTRUZIONI VELOCI DI PYTHON Versione 1.0 - (manuale realizzato con Google Documenti) ISTRUZIONI VELOCI DI PYTHON Versione 1.0 - (manuale realizzato con Google Documenti) Realizzato da NiktorTheNat e diffuso in rete da: 8thPHLOOR Iniziato il giorno 8 febbraio 2010 - terminato il giorno

Dettagli

PYTHON CHEAT SHEET. Rapido documentazione di consultazione per istruzioni, funzioni e tipi in Python. #stampa le variabili x e y

PYTHON CHEAT SHEET. Rapido documentazione di consultazione per istruzioni, funzioni e tipi in Python. #stampa le variabili x e y PYTHON CHEAT SHEET Rapido documentazione di consultazione per istruzioni, funzioni e tipi in Python OUTPUT print Ciao print x,y #stampa una stringa #stampa le variabili x e y print %s... %s %(x,y) #stampa

Dettagli

Richiesta pagina PHP (es: index.php)

Richiesta pagina PHP (es: index.php) PHP PHP = personal home page SERVER Richiesta pagina PHP (es: index.php) Server Web (Apache) in ascolto sulla porta 80, si accorge che la pagina richiesta è una pagina PHP in base all'estensione o con

Dettagli

Introduzione allo Scilab Parte 1: numeri, variabili ed operatori elementari

Introduzione allo Scilab Parte 1: numeri, variabili ed operatori elementari Introduzione allo Scilab Parte 1: numeri, variabili ed operatori elementari Felice Iavernaro Dipartimento di Matematica Università di Bari http://dm.uniba.it/ iavernaro 6 Giugno 2007 Felice Iavernaro (Univ.

Dettagli

L utility Unix awk [Aho-Weinberger-Kernighan]

L utility Unix awk [Aho-Weinberger-Kernighan] L utility Unix awk [Aho-Weinberger-Kernighan] L utility awk serve per processare file di testo secondo un programma specificato dall utente. L utility awk legge riga per riga i file ed esegue una o più

Dettagli

Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione

Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione basata sul campo d utilizzo. I principali package sono:

Dettagli

Algebra Booleana ed Espressioni Booleane

Algebra Booleana ed Espressioni Booleane Algebra Booleana ed Espressioni Booleane Che cosa è un Algebra? Dato un insieme E di elementi (qualsiasi, non necessariamente numerico) ed una o più operazioni definite sugli elementi appartenenti a tale

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1. 6 Introduzione al linguaggio C

Appunti del corso di Informatica 1. 6 Introduzione al linguaggio C Università di Roma Tre Dipartimento di Matematica e Fisica Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Università di Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

Strutture di controllo del flusso di esecuzione

Strutture di controllo del flusso di esecuzione Università degli Studi di Milano Laurea Specialistica in Genomica Funzionale e Bioinformatica Corso di Linguaggi di Programmazione per la Bioinformatica Strutture di controllo del flusso di esecuzione

Dettagli

La selezione binaria

La selezione binaria Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia Laurea in Informatica Corso di Programmazione part-time a.a. 2011/2012 Introduzione L esecuzione di tutte le istruzioni in sequenza può non è sufficiente per

Dettagli

Tipi primitivi. Ad esempio, il codice seguente dichiara una variabile di tipo intero, le assegna il valore 5 e stampa a schermo il suo contenuto:

Tipi primitivi. Ad esempio, il codice seguente dichiara una variabile di tipo intero, le assegna il valore 5 e stampa a schermo il suo contenuto: Tipi primitivi Il linguaggio Java offre alcuni tipi di dato primitivi Una variabile di tipo primitivo può essere utilizzata direttamente. Non è un riferimento e non ha senso tentare di istanziarla mediante

Dettagli

anno 2014-15 Introduzione all'algoritmica per i Licei 3 Controllo del flusso di esecuzione.

anno 2014-15 Introduzione all'algoritmica per i Licei 3 Controllo del flusso di esecuzione. anno 2014-15 Introduzione all'algoritmica per i Licei 3 Controllo del flusso di esecuzione. Elio Giovannetti Dipartimento di Informatica Università di Torino versione 1 marzo 2015 Quest'opera è distribuita

Dettagli

Informa(ca Appun% dal laboratorio 2

Informa(ca Appun% dal laboratorio 2 Informa(ca Appun% dal laboratorio 2 Conce- fondamentali Esistono programmi, come Microso8 Word oppure Acrobat Reader, che vengono usa% dagli uten% per far eseguire al computer determinate operazioni (come

Dettagli

Automatizzare i compiti ripetitivi. I file batch. File batch (1) File batch (2) Visualizzazione (2) Visualizzazione

Automatizzare i compiti ripetitivi. I file batch. File batch (1) File batch (2) Visualizzazione (2) Visualizzazione Automatizzare i compiti ripetitivi I file batch Anno accademico 2000-01 1 Spesso capita di dover eseguire ripetutatmente una data sequenza di comandi Introdurli uno a uno da tastiera è un processo lento

Dettagli

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi:

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi: JAVASCRIPT Introduzione Con l HTML siamo in grado di realizzare pagine web statiche. Con il linguaggio Javascript, invece, possiamo interagire modificando il contenuto della pagina. Il linguaggio javascript

Dettagli

Matlab: Strutture di Controllo. Informatica B

Matlab: Strutture di Controllo. Informatica B Matlab: Strutture di Controllo Informatica B Tipo di dato logico È un tipo di dato che può avere solo due valori true (vero) 1 false (falso) 0 I valori di questo tipo possono essere generati direttamente

Dettagli

If a cascata, switch, boolean

If a cascata, switch, boolean If a cascata, switch, boolean If a cascata Switch Il tipo boolean Operatori logici, valutazione pigra 1 If a cascata Consideriamo una semplice classe che deve descrivere con una stringa gli effetti di

Dettagli

Esercitazione Informatica I AA 2012-2013. Nicola Paoletti

Esercitazione Informatica I AA 2012-2013. Nicola Paoletti Esercitazione Informatica I AA 2012-2013 Nicola Paoletti 4 Gigno 2013 2 Conversioni Effettuare le seguenti conversioni, tenendo conto del numero di bit con cui si rappresenta il numero da convertire/convertito.

Dettagli

MATLAB. Caratteristiche. Dati. Esempio di programma MATLAB. a = [1 2 3; 4 5 6; 7 8 9]; b = [1 2 3] ; c = a*b; c

MATLAB. Caratteristiche. Dati. Esempio di programma MATLAB. a = [1 2 3; 4 5 6; 7 8 9]; b = [1 2 3] ; c = a*b; c Caratteristiche MATLAB Linguaggio di programmazione orientato all elaborazione di matrici (MATLAB=MATrix LABoratory) Le variabili sono matrici (una variabile scalare equivale ad una matrice di dimensione

Dettagli

Programmare script e Add-Ons per Blender 3D 2.5

Programmare script e Add-Ons per Blender 3D 2.5 Programmare script e Add-Ons per Blender 3D 2.5 Volume 1 www.redbaron85.com 1 SOMMARIO Premessa...5 Le basi del linguaggio Python...6 Il linguaggio Python...6 Cosa serve per programmare in Python...7 Il

Dettagli

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment 1.0 Ambiente di sviluppo 1.1 Web server e database MySQL Comprendere la definizione dei processi che si occupano di fornire i servizi web

Dettagli

Connessione ad internet

Connessione ad internet Introduzione al C++ Connessione ad internet Istruzioni per la connessione internet: - una volta connessi, aprire un browser (firefox) - in Modifica/preferenze/avanzate/rete/impostazioni - attivare la modalità

Dettagli

Introduzione al MATLAB c Parte 2

Introduzione al MATLAB c Parte 2 Introduzione al MATLAB c Parte 2 Lucia Gastaldi Dipartimento di Matematica, http://dm.ing.unibs.it/gastaldi/ 18 gennaio 2008 Outline 1 M-file di tipo Script e Function Script Function 2 Costrutti di programmazione

Dettagli

4 3 4 = 4 x 10 2 + 3 x 10 1 + 4 x 10 0 aaa 10 2 10 1 10 0

4 3 4 = 4 x 10 2 + 3 x 10 1 + 4 x 10 0 aaa 10 2 10 1 10 0 Rappresentazione dei numeri I numeri che siamo abituati ad utilizzare sono espressi utilizzando il sistema di numerazione decimale, che si chiama così perché utilizza 0 cifre (0,,2,3,4,5,6,7,8,9). Si dice

Dettagli

Rudimenti di Python. senza rodimenti di Python

Rudimenti di Python. senza rodimenti di Python Rudimenti di Python senza rodimenti di Python Contatti _ Enrico Marino _ Federico Spini _ mail: _ (marino spini)@dia.uniroma3.it! _ sito: _ dia.uniroma3.it/~(marino spini)/python! Eventi _ Possibili date

Dettagli

Mini-HOWTO sull ordinamento dei dati Release 0.01

Mini-HOWTO sull ordinamento dei dati Release 0.01 Mini-HOWTO sull ordinamento dei dati Release 0.01 Andrew Dalke 3 aprile 2004 dalke@bioreason.com Sommario Questo documento è un piccolo resoconto su una mezza dozzina di metodi di organizzare una lista

Dettagli

EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO

EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO BARRE PRINCIPALI GESTIONE FILE BARRA DEI MENU BARRA STANDARD Nuovo: si crea un nuovo foglio Apri: si carica un foglio da

Dettagli

Laboratorio di Informatica Lezione 2

Laboratorio di Informatica Lezione 2 Laboratorio di Informatica Lezione 2 Cristian Consonni 30 settembre 2015 Cristian Consonni Laboratorio di Informatica, Lezione 2 1 / 42 Outline 1 Commenti e Stampa a schermo 2 Strutture di controllo 3

Dettagli

SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO

SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO Il sistema di numerazione decimale (o base dieci) possiede dieci possibili valori (0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 o 9) utili a rappresentare i numeri. Le cifre possiedono

Dettagli

Introduzione alla programmazione in C

Introduzione alla programmazione in C Introduzione alla programmazione in C Testi Consigliati: A. Kelley & I. Pohl C didattica e programmazione B.W. Kernighan & D. M. Ritchie Linguaggio C P. Tosoratti Introduzione all informatica Materiale

Dettagli

Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni

Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni La volta scorsa Abbiamo avuto un primo assaggio! Abbiamo visto come usare l editor per scrivere un programma Java. Abbiamo analizzato riga per

Dettagli

Buona Programmazione in C

Buona Programmazione in C Più lo sviluppo di un prodotto software prosegue e più le modifiche che devono essere apportate divengono complicate e dispendiose; portando, così, ad un aumento difficilmente accettabile dei suoi costi

Dettagli

SOFTWARE. È l insieme delle istruzioni che è necessario fornire alla macchina per il suo funzionamento. Vi sono due categorie di software:

SOFTWARE. È l insieme delle istruzioni che è necessario fornire alla macchina per il suo funzionamento. Vi sono due categorie di software: 1 SOFTWARE È l insieme delle istruzioni che è necessario fornire alla macchina per il suo funzionamento. Vi sono due categorie di software: SOFTWARE DI SISTEMA (o di base), che deve gestire le funzioni

Dettagli

Usare Python in Linux

Usare Python in Linux Università di Bologna 24 febbraio 2012 Outline 1 2 Outline 1 2 Cos è? Un sistema operativo Open Source; uno dei sistemi operativi dominanti in ambito server, ma utilizzabile su desktop, notebook, netbook,...

Dettagli

Corso di Esercitazioni di Programmazione

Corso di Esercitazioni di Programmazione Corso di Esercitazioni di Programmazione Introduzione Dott.ssa Sabina Rossi Informazioni Pagina web del corso: News Orari Mailing list Lezioni Esercitazioni Date esami Risultati esami.. http://www.dsi.unive.it/~prog1

Dettagli

Gian Luca Marcialis studio degli algoritmi programma linguaggi LINGUAGGIO C

Gian Luca Marcialis studio degli algoritmi programma linguaggi LINGUAGGIO C Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea in Ingegneria Biomedica (Industriale), Chimica, Elettrica, e Meccanica FONDAMENTI DI INFORMATICA 1 http://www.diee.unica.it/~marcialis/fi1 A.A. 2010/2011

Dettagli

ALGORITMI 1. GLI ALGORITMI 2. IL LINGUAGGIO DI PROGETTO

ALGORITMI 1. GLI ALGORITMI 2. IL LINGUAGGIO DI PROGETTO ALGORITMI 1. GLI ALGORITMI Un algoritmo è la descrizione del percorso risolutivo di un problema per giungere dai dati iniziali ai risultati finali. Scriviamo l algoritmo pensando di rivolgerci a un esecutore,

Dettagli

Università degli studi di Roma Tor Vergata Ingegneria Medica Informatica I Programma del Corso

Università degli studi di Roma Tor Vergata Ingegneria Medica Informatica I Programma del Corso Obiettivi formativi Introdurre i principi del funzionamento di un elaboratore e della programmazione. Presentare gli approcci elementari alla soluzione di problemi (algoritmi)e al progetto di strutture

Dettagli

Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015

Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015 Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015 Scopo di questo approfondimento Lo scopo di questo approfondimento è rispondere alla domanda: e se nella vita mi troverò a dover utilizzare un linguaggio

Dettagli

NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX

NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX Aggiornato al 11 gennaio 2006 Ermes ZANNONI (ermes@zannoni.to.it) (http://www.zannoni.to.it) Indice : 1. Introduzione 2. La Shell 2.1 Comandida Shell 2.1.1 File e directory

Dettagli

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI ISTITUTO TECNICO E LICEO SCIENTIFICO TECNOLOGICO ANGIOY LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. G. Ciaschetti DATI E INFORMAZIONI Sappiamo che il computer è una macchina stupida, capace di eseguire

Dettagli

Linguaggio Java. Robusto. Orientato agli oggetti. Protegge e gestisce dagli errori. Non permette costrutti pericolosi

Linguaggio Java. Robusto. Orientato agli oggetti. Protegge e gestisce dagli errori. Non permette costrutti pericolosi Linguaggio Java Robusto Non permette costrutti pericolosi Eredità Multipla Gestione della Memoria Orientato agli oggetti Ogni cosa ha un tipo Ogni tipo è un oggetto (quasi) Protegge e gestisce dagli errori

Dettagli

1) Dati in ingresso 2 numeri, l algoritmo calcola e stampa a video la loro somma

1) Dati in ingresso 2 numeri, l algoritmo calcola e stampa a video la loro somma Algoritmo: E un insieme finito di azioni che risolvono un determinato problema, trasformando i dati di input in di dati di output (o risultati) attraverso relazioni o formule che legano i dati in ingresso

Dettagli

Descrizione di un algoritmo

Descrizione di un algoritmo Descrizione di un algoritmo Un algoritmo descrive due tipi fondamentali di oper: calcoli ottenibili tramite le oper primitive su tipi di dato (valutazione di espressioni) che consistono nella modifica

Dettagli

Aritmetica dei Calcolatori 2

Aritmetica dei Calcolatori 2 Laboratorio di Architettura 13 aprile 2012 1 Operazioni bit a bit 2 Rappresentazione binaria con segno 3 Esercitazione Operazioni logiche bit a bit AND OR XOR NOT IN OUT A B A AND B 0 0 0 0 1 0 1 0 0 1

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

Verifica della correttezza formale del numero di partita IVA

Verifica della correttezza formale del numero di partita IVA Verifica della correttezza formale del numero di partita IVA A tutti i soggetti che intraprendono un attività rilevante ai fini Iva (impresa, arte, professione), al momento della presentazione della dichiarazione

Dettagli

Algoritmi, dati e programmi

Algoritmi, dati e programmi 1 Algoritmi, dati e programmi 2 Informatica Informatica: Scienza che studia l informazione e la sua elaborazione. informazione rappresentazione dell informazione (dati) dati elaborazione dei dati tramite

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Dott.ssa Adriana Pietramala. Dott.ssa Maria Vittoria Avolio

Dott.ssa Adriana Pietramala. Dott.ssa Maria Vittoria Avolio Corso di Informatica Laurea Triennale - Comunicazione&Dams Dott.ssa Adriana Pietramala a.pietramala@mat.unical.it Dott.ssa Maria Vittoria Avolio avoliomv@unical.it Funzioni predefinite substr(stringa,

Dettagli

CONTROLLI AUTOMATICI E AZIONAMENTI ELETTRICI Ingegneria Meccatronica

CONTROLLI AUTOMATICI E AZIONAMENTI ELETTRICI Ingegneria Meccatronica CONTROLLI AUTOMATICI E AZIONAMENTI ELETTRICI Ingegneria Meccatronica CONTROLLI AUTOMATICI e AZIONAMENTI ELETTRICI INTRODUZIONE A MATLAB Ing. Alberto Bellini Tel. 0522 522626 e-mail: alberto.bellini@unimore.it

Dettagli

LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R

LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R 1 2 L AMBIENTE DI SVILUPPO DI RStudio 1 3 4 2 1 FINESTRA PER GLI SCRIPT E PER VISUALIZZARE I DATI 2 CONSOLE DEI COMANDI 3 VARIABILI PRESENTI NELLA MEMORIA DEL PROGRAMMA

Dettagli

Alcune regole di base per scrivere un programma in linguaggio C

Alcune regole di base per scrivere un programma in linguaggio C Alcune regole di base per scrivere un programma in linguaggio C Un programma il linguaggio C (listato) viene scritto in formato testo ed archiviato in un file: *.c Per scrivere un listato C si utilizza

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Dispensa E01 Esempi di programmi A. Miola Ottobre 2011 1 Contenuti Vediamo in questa lezione alcuni primi semplici esempi di applicazioni

Dettagli

3. La sintassi di Java

3. La sintassi di Java pag.9 3. La sintassi di Java 3.1 I tipi di dati statici In Java, come in Pascal, esistono tipi di dati statici predefiniti e sono i seguenti: byte 8 bit da -128 a 127 short 16 bit coincide con l integer

Dettagli

Algoritmo. I dati su cui opera un'istruzione sono forniti all'algoritmo dall'esterno oppure sono il risultato di istruzioni eseguite precedentemente.

Algoritmo. I dati su cui opera un'istruzione sono forniti all'algoritmo dall'esterno oppure sono il risultato di istruzioni eseguite precedentemente. Algoritmo Formalmente, per algoritmo si intende una successione finita di passi o istruzioni che definiscono le operazioni da eseguire su dei dati (=istanza del problema): in generale un algoritmo è definito

Dettagli

Esercizi di JavaScript

Esercizi di JavaScript Esercizi di JavaScript JavaScript JavaScript é un linguaggio di programmazione interpretato e leggero, creato dalla Netscape. E' presente a patire da Netscape 2 in tutti i browser ed é dunque il linguaggio

Dettagli

Abstract Data Type (ADT)

Abstract Data Type (ADT) Abstract Data Type Pag. 1/10 Abstract Data Type (ADT) Iniziamo la nostra trattazione presentando una nozione che ci accompagnerà lungo l intero corso di Laboratorio Algoritmi e Strutture Dati: il Tipo

Dettagli

Laboratorio Algoritmi 2014 Secondo Semestre

Laboratorio Algoritmi 2014 Secondo Semestre Laboratorio Algoritmi 2014 Secondo Semestre Lunedì 14:30 17:30 Aula 2. Ricevimento: inviare e-mail a frasca@di.unimi.it. 44 ore (9 CFU) Linguaggio di programmazione: MATLAB Esame : progetto e/o prova scritta

Dettagli

PHP. A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas. Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas

PHP. A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas. Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas PHP A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas Programmazione lato server PHP è un linguaggio che estende le funzionalità

Dettagli

Modelli statistici per l economia e l azienda (Nuovo Ordinamento) Laurea Specialistica Docente: Prof.ssa J. MORTERA Numero di crediti: 9

Modelli statistici per l economia e l azienda (Nuovo Ordinamento) Laurea Specialistica Docente: Prof.ssa J. MORTERA Numero di crediti: 9 Modelli statistici per l economia e l azienda (Nuovo Ordinamento) Laurea Specialistica Docente: Prof.ssa J. MORTERA Numero di crediti: 9 1. Obiettivi Come obbiettivo principale si vuole spiegare come analizzare

Dettagli

Unità B3 Strutture di controllo

Unità B3 Strutture di controllo (A) CONOSCENZA TERMINOLOGICA Dare una breve descrizione dei termini introdotti: I/O su console Package Blocco di controllo Oggetto System.out Oggetto System.in Oggetto Tastiera Metodo readline() Strutture

Dettagli

Struttura di un programma Java

Struttura di un programma Java Struttura di un programma Java Un programma in Java è un insieme di dichiarazioni di classi. Una classe non può contenere direttamente delle istruzioni, ma può contenere la dichiarazione di metodi, che

Dettagli

Il programmatore che c e in noi Lezione 12 Statements

Il programmatore che c e in noi Lezione 12 Statements Il programmatore che c e in noi Lezione 12 Statements Mi sveglio, vado in bagno, doccia, colazione. Per colazione, preparo il caffe, accendo il gas, se e acceso metto la caffettiera sopra il fornello ed

Dettagli

Introduzione a Visual Basic Lezione 1 Concetti base e istruzioni condizionali

Introduzione a Visual Basic Lezione 1 Concetti base e istruzioni condizionali a Visual Basic Lezione 1 Concetti base e istruzioni condizionali Mario Alviano Introduzione all informatica Università della Calabria http://alviano.net/introinfo A.A. 2008/09 Introduzione Un esempio:

Dettagli

13 - Gestione della Memoria nella Programmazione Orientata agli Oggetti

13 - Gestione della Memoria nella Programmazione Orientata agli Oggetti 13 - Gestione della Memoria nella Programmazione Orientata agli Oggetti Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/

Dettagli

Ridirezione su/da file

Ridirezione su/da file Combinare i comandi Ogni processo è associato a tre flussi di I/O standard: lo standard input dal quale riceve gli ingressi (normalmente la tastiera) lo standard output sul quale produce le uscite regolari

Dettagli

INFORMATICA 1 L. Mezzalira

INFORMATICA 1 L. Mezzalira INFORMATICA 1 L. Mezzalira Possibili domande 1 --- Caratteristiche delle macchine tipiche dell informatica Componenti hardware del modello funzionale di sistema informatico Componenti software del modello

Dettagli

FORMULE: Operatori matematici

FORMULE: Operatori matematici Formule e funzioni FORMULE Le formule sono necessarie per eseguire calcoli utilizzando i valori presenti nelle celle di un foglio di lavoro. Una formula inizia col segno uguale (=). La formula deve essere

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

Esercizi Python. Corso di Bioinformatica 2012

Esercizi Python. Corso di Bioinformatica 2012 Esercizi Python Corso di Bioinformatica 2012 Esercizio 1 Tipi contenitore Creare due tuple che rappresentino i due elenchi di nomi e cognomi descritti sotto: nomi: Numa, Tullo, Anco cognomi: Pompilio,

Dettagli

10 - Programmare con gli Array

10 - Programmare con gli Array 10 - Programmare con gli Array Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

Le stringhe. Le stringhe

Le stringhe. Le stringhe Informatica: C++ Gerboni Roberta Stringhe di caratteri (esempi di utilizzo dei vettori) Nel linguaggio C++ una stringa è semplicemente un vettore di caratteri Vettori di caratteri La stringa "hello" è

Dettagli

JavaScript. crash course. by Stefano Burigat

JavaScript. crash course. by Stefano Burigat JavaScript crash course by Stefano Burigat Introduzione ECMAScript (no DOM e BOM, no ) Sintassi simile a Java Variabili definite tramite var, loosely typed, operatore comma (,) per separare definizioni

Dettagli

Per scrivere una procedura che non deve restituire nessun valore e deve solo contenere le informazioni per le modalità delle porte e controlli

Per scrivere una procedura che non deve restituire nessun valore e deve solo contenere le informazioni per le modalità delle porte e controlli CODICE Le fonti in cui si possono trovare tutorial o esempi di progetti utilizzati con Arduino si trovano nel sito ufficiale di Arduino, oppure nei forum di domotica e robotica. Il codice utilizzato per

Dettagli

un programma Java 2.1 Scrittura, compilazione ed esecuzione

un programma Java 2.1 Scrittura, compilazione ed esecuzione 2 Scrivere ed eseguire un programma Java Contenuto 2.1 Scrittura, compilazione ed esecuzione 2.2 La compilazione 2.3 L esecuzione 2.4 I package e la direttiva import 2.5 Cosa può andare male? 2.6 Esercizi

Dettagli

Codifica: dal diagramma a blocchi al linguaggio C++

Codifica: dal diagramma a blocchi al linguaggio C++ Codifica: dal diagramma a blocchi al linguaggio C++ E necessario chiarire inizialmente alcuni concetti. La compilazione Il dispositivo del computer addetto all esecuzione dei programmi è la CPU La CPU

Dettagli

Laboratorio di Programmazione 1. Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014

Laboratorio di Programmazione 1. Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014 Laboratorio di Programmazione 1 1 Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014 Funzioni: Dichiarazione e Definizione La dichiarazione di una funzione serve a comunicare al compilatore quali sono

Dettagli

Corso di INFORMATICA 2 (Matematica e Applicazioni)

Corso di INFORMATICA 2 (Matematica e Applicazioni) Università di Camerino Scuola di Scienze e Tecnologie Sezione di Matematica Corso di INFORMATICA 2 (Matematica e Applicazioni) Anno Accademico 2014/15 3 Anno Primo Semestre Docenti: Paolo Gaspari Roberto

Dettagli

Sviluppata da: Lo Russo - Porcelli Pag. 1 di 6 6FRSR utilizzare il DBMS Postgresql per imparare il linguaggio SQL.

Sviluppata da: Lo Russo - Porcelli Pag. 1 di 6 6FRSR utilizzare il DBMS Postgresql per imparare il linguaggio SQL. Pag. 1 di 6 6FRSR utilizzare il DBMS Postgresql per imparare il linguaggio SQL. 2ELHWWLYL GD UDJJLXQJHUH SHU JOL VWXGHQWL alla fine dell esercitazione gli studenti dovranno essere in grado di: 1. utilizzare

Dettagli

www.wlascuola.4000.it

www.wlascuola.4000.it 1 Cenni di programmazione Risolvere un problema significa trovare un procedimento che consenta di produrre i risultati, a partire dai dati iniziali, attraverso un processo di elaborazione. La metodologia

Dettagli

Introduzione all' OO in Python

Introduzione all' OO in Python Introduzione all' OO in Python Linguaggi di Programmazione: Paradigmi di Programmazione (Sperimentazioni) Matteo Baldoni Dipartimento di Informatica Universita` degli Studi di Torino C.so Svizzera, 85

Dettagli

Le variabili di Visual Basic consentono di memorizzare temporaneamente valori durante

Le variabili di Visual Basic consentono di memorizzare temporaneamente valori durante Tiipii dii Datii iin Viisuall Basiic Le variabili di Visual Basic consentono di memorizzare temporaneamente valori durante l'esecuzione di un'applicazione. Alle variabili è associato un nome, utilizzato

Dettagli

GLI SCRIPT DI SHELL. Lucidi a cura di B.De Carolis. UNIX shell script UdB- Dip Informatica

GLI SCRIPT DI SHELL. Lucidi a cura di B.De Carolis. UNIX shell script UdB- Dip Informatica GLI SCRIPT DI SHELL Lucidi a cura di B.De Carolis Shell Unix - Linux comandi Interfaccia di alto livello tra utente e SO. Il processore interpreta e mette in esecuzione comandi da: 1) standard input o

Dettagli

Vettori ed assegnamenti in R

Vettori ed assegnamenti in R Università degli Studi di Milano Laurea Specialistica in Genomica Funzionale e Bioinformatica Corso di Linguaggi di Programmazione per la Bioinformatica Vettori ed assegnamenti in R Giorgio Valentini e

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche Liceo Classico L.Ariosto, Ferrara Dipartimento di Matematica Università di Ferrara 24 Gennaio 2012

Progetto Lauree Scientifiche Liceo Classico L.Ariosto, Ferrara Dipartimento di Matematica Università di Ferrara 24 Gennaio 2012 Progetto Lauree Scientifiche Liceo Classico L.Ariosto, Ferrara Dipartimento di Matematica Università di Ferrara 24 Gennaio 2012 Concetti importanti da (ri)vedere Programmazione imperativa Strutture di

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

Alfabeto ed elementi lessicali del linguaggio C

Alfabeto ed elementi lessicali del linguaggio C Programmazione M-Z Ingegneria e Scienze Informatiche - Cesena A.A. 2015-2016 Alfabeto ed elementi lessicali del linguaggio C Pietro Di Lena - pietro.dilena@unibo.it s t a t i c s h o r t l e g s ; i n

Dettagli

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it Il linguaggio C 1972-Dennis Ritchie 1978-Definizione 1990-ANSI C 1966 Martin Richars (MIT) Semplificando CPL usato per sviluppare

Dettagli

Elementi di Informatica

Elementi di Informatica Università degli Studi di Udine Facoltà di Ingegneria CORSO DI LAUREA IN SCIENZE dell ARCHITETTURA Elementi di Informatica Algoritmi, e Programmi D. Gubiani 29 marzo 2010 D. Gubiani Algoritmi, e Programmi

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP)

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) 12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica,

Dettagli

le LISTE (list, mutable, iterable) INDICE

le LISTE (list, mutable, iterable) INDICE INDICE le LISTE (list, mutable, iterable) Creare le liste Per creare una lista vuota: la funzione list copia di una stringa con list lista dei caratteri di una stringa con list I range e le liste di interi

Dettagli