PROGRAMMA DI PARAMETRIZZAZIONE E CONFIGURAZIONE DEI RELE DI PROTEZIONE THYTRONIC NV10P PER LA PROTEZIONE DI INTERFACCIA IN APPLICAZIONI CEI-016

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DI PARAMETRIZZAZIONE E CONFIGURAZIONE DEI RELE DI PROTEZIONE THYTRONIC NV10P PER LA PROTEZIONE DI INTERFACCIA IN APPLICAZIONI CEI-016"

Transcript

1 TaraturePI PROGRAMMA DI PARAMETRIZZAZIONE E CONFIGURAZIONE DEI RELE DI PROTEZIONE THYTRONIC NV10P PER LA PROTEZIONE DI INTERFACCIA IN APPLICAZIONI CEI-016 TaraturePI - CEI

2 Tarature a r protezione o e d interfaccia c i a CEI 0-16 Premessa WARNING L applicativo implementa un motore in rado di personalizzare i files XML di confiurazione delle protezioni Pro-N nv10p in base ai dati dell impianto dell Utente ed ai requisiti imposti dall Ente Distributore. L applicativo è stato sviluppato per i relè di protezione NV10P certificati per le applicazioni relative alla connessione di utenti attivi e passivi alla rete di Distribuzione pubblica secondo re reole dettate dalla Norma CEI 0-16 I file XML di partenza, aventi la revisione più recente, viene prelevato direttamente dalla cartella Template presente dopo l installazione del sw Thysetter. [1] I files di taratura e i relativi commenti messi a disposizione, forniti a titolo di supporto, non sono sostitutivi deli obblihi di consultazione del manuale di istruzione del prodotto che viene reso disponibile su sito e non costituiscono aranzia di adeuata taratura della protezione. Sono pertanto a cura dell'utilizzatore li opportuni riesami, modifiche e verifiche dei contenuti dei files al fine di renderli adeuati alle esienze della propria installazione. Thytronic non si assume nessuna responsabilità per danni di qualsiasi natura derivanti dall utilizzo sconsiderato dei files di taratura enerati dal presente applicativo. Precisazioni Le reolazioni riuardano unicamente i parametri indispensabili per ottenere la conformità in base alla Norma CEI 0-16, mentre tutte le rimanenti funzioni disponibili sul relè non sono modificate rispetto alla confiurazione iniziale di fabbrica (default). Le impostazioni riuardano la confiurazione di taratura A. La frequenza nominale è fissata a 50 Hz Non è previsto l impieo della bobina di apertura a lancio di corrente in quanto la norma CEI 0-16 impone l installazione di una bobina a minima tensione. Sono estiti i dispositivi di I/O limitatamente alle funzioni richieste dalla Norma (relè e LED); nulla osta che dette funzioni siano in seuito modificate dall utente utilizzando il sw Thysetter. La funzione di richiusura automatica è applicabile solo nel caso di impianti comprendenti sistemi di sincronizzazione (es: inverter di impianti fotovoltaici) [2] Una volta completata la procedura di inserimento dei dati, il file deve essere inviato al relè di protezione mediante il sw Thysetter con i comandi relativi. [3] La versione più recente di ThySetter può essere prelevata ratuitamente dal sito (sezione Software - area download). Nota 1 E indispensabile avere installato una versione recente di ThySetter sul medesimo Personal Computer Nota2 La funzione di richiusura automatica richiede l implementazione del modulo fw relativo; per la procedura d acquisto occorre rivolersi a Thytronic. Nota 3 E indispensabile consultare il manuale d istruzione ThySetter a cui si rimanda per la descrizione completa dei comandi 22 TaraturePI - CEI

3 INSTALLAZIONE Requisiti minimi - CPU Pentium 450 MHz o superiori. - Memoria RAM > 128 MB. - Disco fisso > 10 GB. - Interfaccia Grafica SVGA con risoluzione minima di 800 x 600, 256 colori. - Porta seriale RS232. [1] - Sistema operativo Microsoft Windows (XP, Vista, Seven). [2] Setup Una volta disponibile la versione che si intende installare, è sufficiente lanciare il file Setup Tarature CEI 0-16.EXE. Nel caso sia ià presente una versione precedentemente installata sarà visualizzato l invito a rimuovere la versione presente prima di poter procedere. Il proramma installa automaticamente tutte le sue componenti ed al termine dell installazione sarà presente la seuente cartella: C: \ Prorammi \ Thytronic \ Tarature CEI 0-16 Impieo All apertura del proramma (doppio click su icona TaraturePI.exe si presenta la finestra sotto riportata (paina di inserimento dati dell impianto utente) Nota 1 Nel caso di indisponibilità di una porta RS232 sul Personal Computer è necessario impieare un convertitore USB-RS232. Nota 2 Non si arantisce il funzionamento con i sistemi operativi Windows 95, Windows 98 Prima edizione o Millennium. L utilizzo del proramma su piattaforme con caratteristiche inferiori a quelle specificate è sconsiliato TaraturePI - CEI

4 DATI IMPIANTO UTENTE Nome di riferimento del relè Nel campo di testo (max 16 caratteri) è possibile inserire il nome del relè (o dell impianto). Tale informazione sarà inserita nel menu Set \ Base e potrà essere modificata mediante ThySetter. Interruttore Circuito di apertura; il tipo di bobina a minima tensione è imposto dalla norma CEI 0-16, pertanto la selezione non è modificabile e viene proposta solo a scopo informativo. Tempo di apertura interruttore; in funzione delle caratteristiche dell interruttore viene richiesto il valore deltempo di apertura in modo che esso vena automaticamente sottratto ai tempi d intervento richiesti dal distributore per le varie funzioni di protezione. Ad esempio, se il tempo d intervento richiesto per la solia della funzione 27 è 0.37 s ed il tempo di apertura dell interruttore è impostato a 0.07 s (dato di default), il tempo d intervento t<def sarà impostato automaticamente a s. Colleamenti inressi di tensione Devono essere misurate almeno due tensioni concatenate per le protezioni di minima e massima tensione (27 e 59) con: almeno due trasformatori di misura voltmetrici (TV) misura diretta se il Dispositivo di Interfaccia (DI) è installato in BT (Diretto) Tensione nominale In funzione del tipo di colleamento selezionato (Diretto o TV) viene proposta la reolazione della tensione nominale del relé ( ) o della reolazione della tensione nominale primaria dei TV ( V). Per quanto riuarda la misura della tensione residua si presuppone l impieo di un trasformatore avente primario a stella e secondario a trianolo aperto con rapporto Unp/ 3 /100/3 dove Unp rappresenta la tensione nominale della rete MT. Generatori in rado di sostenere la rete Nei casi in cui la produzione è realizzata mediante eneratori in rado di sostenere la tensione di rete (eneratori sincroni, asincroni autoeccitati, inverter funzionanti come eneratori di tensione), per potenze superiori a 400 kva viene disabilitata automaticamente la funzione di richiusura automatica. E necessario provvedere la protezione di massima tensione omopolare (59N) [1] e di rincalzo alla mancata apertura del dispositivi di interfaccia (Breaker Failure) [2]. Richiusura automatica A seuito dell apertura del Dispositivo di Interfaccia (DI), comandato dal Sistema di Protezione di Interfaccia (NV10P), è possibile operare la richiusura automatica in condizioni di sicurezza mediante la protezione NV10P dotata di un apposito proramma PLC (controllore prorammabile). [3] Il dispositivo di richiusura è proettato per mantenere le informazioni necessarie anche se si verifica la perdita di alimentazione ausiliaria del relè NV10P. [4] Se la funzione di richiusura automatica é abilitata il sw applicativo provvede a destinare le risorse necessarie alla funzione PLC (relé finali, inressi, Led); viceversa se la funzione di richiusura automatica é disabilitata, tali risorse sono liberamente assenabili dall utente alle funzioni di protezione e controllo presenti nel relé NV10P. In assenza di eneratori in rado di sostenere la tensione di rete viene proposta la abilitazione/disabilitazione della funzione di richiusura automatica sopra descritta. Nota 1 La funzione di massima tensione omopolare (più correttamente denominata di massima tensione residua) può comunque essere abilitata o disabilitata, a prescindere dalla presenza o meno dei suddetti eneratori in rado di sostenere la tensione di rete Nota 2 La funzione di rincalzo è comunque abilitata su tutte le funzioni di protezione attive e comanda il relé K2 Nota 3 La funzione di richiusura automatica richiede l implementazione del modulo fw relativo; per la procedura d acquisto occorre rivolersi a Thytronic. Nota 4 E necessario che sia presente un unità di mantenimento (UPS) in rado di fornire l alimentazione ausiliaria alla protezione per almeno 30 s 44 TaraturePI - CEI

5 DATI COMUNICATI DAL DISTRIBUTORE DIVISIONE INFRASTRUTTURE E RETI MACRO AREA TERRITORIALE SUD ESERCIZIO RETE PUGLIA E BASILICATA Bari, casella Postale 1031 F Tarature del Dispositivo d'interfaccia Tipo Descrizione Solie di Tempo di Esecuzione intervento intervento 59 - Protezione di massima tensione : 1,2 Vn 0,05 s Tripolare 27 - Protezione di minima tensione : 0,7 Vn 0,5 s Tripolare 81.Smax - Protezione di massima frequenza : 50,3 Hz 0,05 s Unipolare 81.Smin - Protezione di minima frequenza : 49,7 Hz 0,05 s Unipolare 59. Vo - Protezione di massima tensione omopolare : 8 V 5 s Unipolare La protezione 59.Vo va inserita in presenza di eneratori sincroni o asincroni in rado di sostenere la rete. A seuito di modifiche delle sudette caratteristiche di alimentazione (compreso il cambio dello stato di esercizio del neutro della rete MT da isolato a compensato), le trasmetteremo i nuovi dati ed i parametri di taratura da impostare sul sistema di protezione enerale. Questo per arantire la "selettività delle protezioni", in modo che eventuali uasti che hanno luoo neli impianti di utenza non provochino interruzioni li altri Clienti allacciati alla stessa linea. Tale comunicazione, sostituirà la presente a Lei inviata. In tal caso, la eventuale "Dichiarazione di Adeuatezza", qualora Lei abbia ià provveduto ad inviarcela, non dovrà essere rinnovata, ma dovrà solo dare conferma scritta. Vi comunichiamo, infine, che le reole di connessione alla rete MT di Enel Distribuzione cui dovete fare Id : FUNZIONI DI PROTEZIONE Protezione di minima tensione (27) Sono reolabili la solia (in valori relativi rispetto alla tensione nominale del relé - default [1] 0.70 Un) ed il tempo di eliminazione del uasto; in base a tale valore, il tempo d intervento (a tempo indipendente con default 0.37 s sarà reolato sottraendo il tempo di apertura dell interruttore (default 0.07 s). Protezione di massima tensione (59) Sono reolabili la solia (in valori relativi rispetto alla tensione nominale del relé - default 1.20 Un) ed il tempo di eliminazione del uasto; in base a tale valore, il tempo d intervento (a tempo indipendente con default 0.17 s sarà reolato sottraendo il tempo di apertura dell interruttore (default 0.07 s). Protezione di minima frequenza (81U) Sono reolabili la solia (in Hz - default 40.7 Hz) ed il tempo di eliminazione del uasto; in base a tale valore, il tempo d intervento (a tempo indipendente con default 0.17 s sarà reolato sottraendo il tempo di apertura dell interruttore (default 0.07 s). Protezione di massima frequenza (81O) Sono reolabili la solia (in Hz - default 50.3 Hz) ed il tempo di eliminazione del uasto; in base a tale valore, il tempo d intervento (a tempo indipendente con default 0.17 s sarà reolato sottraendo il tempo di apertura dell interruttore (default 0.07 s). Protezione di tensione residua 59N La funzione di protezione è richiesta in presenza di eneratori in rado di sostenere la tensione (sincroni, asincroni autoeccitati, inverter come eneratori di tensione) con potenza complessiva 400 kva. Sono reolabili la solia (in valori relativi rispetto alla tensione nominale residua UEn del relé - default 0.15 UEn) ed il tempo di eliminazione del uasto; in base a tale valore, il tempo d intervento (a tempo indipendente con default 25 s sarà reolato sottraendo il tempo di apertura dell interruttore (default 0.07 s). Protezione di mancata apertura interruttore BF La funzione di protezione è richiesta in presenza di eneratori in rado di sostenere la tensione (sincroni, asincroni autoeccitati, inverter come eneratori di tensione) con potenza complessiva 400 kva. [2] Tutte le funzioni di protezione abilitate (27, 59,...) comandano il rincalzo mediante il relé K2. Nota 1 Tutti i valori di default corrispondono a quelli indicati sulla Norma CEI 0-16 Nota 2 La funzione di rincalzo è comunque abilitata su tutte le funzioni di protezione attive TaraturePI - CEI

6 Relè - LED - Inressi loici Le impostazioni modificabili sono determinate in base alla selezione di Abilitazione/Disabilitazione richiusura automatica: Richiusura abilitata Tutti i relé finali, i LED ed i due inressi loici cono assenati e non possono essere modificati. A scopo di semplificazione é stato selezionato il relè K1 per il comando di apertura dell interruttore con loica ECCITATO e funzionamento NON MEMORIZZATO. Il relé K2 è stato prorammato per il rincalzo (funzione Breaker Failure - BF) con loica DISECCITATO e funzionamento NON MEMORIZZATO. A fianco del menù relativo ai relè è presente il menù relativo alla prorammazione dei LED. I LED TRIP e START sono automaticamente prorammati per indicare l intervento e l avviamento, con funzionamento MEMORIZZATO, delle funzioni di protezione pertinenti alla Norma CEI 0-16, mentre i rimanenti LED sono prorammati (e le modifiche sono disattivate)c ome: - L1 intervento prima solia funzione di minima tensione (27) U< e/o di massima tensione (59) U> - L2 intervento prima solia funzione di minima frequenza (81U) f< e/o di massima frequenza (81O) f> - L3 intervento prima solia funzione di massima tensione residua (59N) UE> [1] - L4 intervento funzione di rincalzo alla mancata apertura del dispositivo di interfaccia (BF) - L5 assenato al PLC per la senalazione dello Stato della richiusura automatica Gli inressi loici non sono prorammabili, per cui le modifiche sono disattivate; essi sono assenati come: - IN1 Finecorsa interruttore aperto (52b) - IN2 Comando remoto di blocco richiusura, assenato al PLC. Richiusura disabilitata I relé finali K3, K4 e K5 ed i LED L3 e L5 possono essere assenati liberamente, mentre i i due inressi loici non possono essere modificati. Nota 1 Qualora la funzione 59 non vena attivata il LED L3 può essere prorammato liberamente su una funzione pertinenti alla Norma CEI TaraturePI - CEI

7 A scopo di semplificazione le impostazioni sono basate suli schemi d inserzione proposti a pa. 10 e 11 del presente documento, quindi: il relè K1 é selezionato per il comando di apertura dell interruttore con loica ECCITATO e funzionamento NON MEMORIZZATO il relé K2 è prorammato per il rincalzo (funzione Breaker Failure - BF) con loica DISECCITATO e funzionamento NON MEMORIZZATO. il relé K6 è prorammato per la funzione di autodianostica (Anomalia) con loica ECCITATO e funzionamento NON MEMORIZZATO. I restanti relè finali sono prorammabili dall Utente per intervento delle funzioni pertinenti alla Norma CEI 0-16 direttamente dal presente proramma oppure mediante ThySetter. [1] A fianco del menù relativo ai relè è presente il menù relativo alla prorammazione dei LED: I LED TRIP e START sono automaticamente prorammati per indicare l intervento e l avviamento, con funzionamento MEMORIZZATO, delle funzioni di protezione pertinenti alla Norma CEI 0-16, mentre i rimanenti LED sono prorammati come: L1 intervento prima solia funzione di minima tensione (27) U< e/o di massima tensione (59) U> L2 intervento prima solia funzione di minima frequenza (81U) f< e/o di massima frequenza (81O) f> L3 intervento prima solia funzione di massima tensione residua (59N) UE> [2] L4 intervento funzione di rincalzo alla mancata apertura del dispositivo di interfaccia (BF) L5 non assenato [3] Gli inressi loici non sono prorammabili, per cui le modifiche sono disattivate; essi sono assenati come: - IN1 Finecorsa interruttore aperto (52b). - IN2 Non assenato. Nella parte inferiore della paina viene proposta la scelta del relè da utilizzare NV10P-CA0-d oppure NV10P-CA0-f. con selezione della versione del fw relativo al relè in uso. [4] Riepiloo Le impostazioni sono riassunte nel riepiloo e possono essere archiviate nel file XML di parametrizzazione del relè e nel file in formato pdf. Per entrambi è richiesta la denominazione e la destinazione secondo la usuale procedura per la estione dei files di Windows. Dopo aver completato le modifiche sul file, è necessario, una volta stabilito il colleamento al relè, eseuire il trasferimento al relè tramite il comando Invia tarature presente nel menù Procedure di ThySetter con la procedura descritta nel relativo manuale d istruzione. Nota 1 L utente che intende prorammare funzioni diverse da quelle richieste dalla Norma CEI 0-16 deve utilizzare il sw ThySetter; la limitazione delle scelte all interno del proramma è volutamente intesa alla semplificazione delle operazioni con esclusione di opzioni non indispensabili Nota 2 Qualora la funzione 59 non vena attivata il LED L3 può essere prorammato liberamente su una funzione pertinente alla Norma CEI 0-16 Nota 3 Qualora la funzione di richiusura non vena attivata il LED L5 può essere prorammato liberamente su una funzione pertinente alla Norma CEI 0-16 Nota 4 E indispensabile selezionare la medesima versione del relè montato (es: NV10P-CA0-d). TaraturePI - CEI

8 Relé finali e LEDs Anomalia (Dianostica) FUNZIONI Avviamento prima solia protezione 27 (U< ST-K) Intervento prima solia protezione 27 (U< TR-K) Avviamento seconda solia protezione 27 (U<< ST-K) Intervento seconda solia protezione 27 (U<< TR-K) Avviamento prima solia protezione 59 (U> ST-K) Intervento prima solia protezione 59 (U> TR-K) Avviamento seconda solia protezione 59 (U>> ST-K) Intervento seconda solia protezione 59 (U>>TR-K) Avviamento prima solia protezione 59N (UE> ST-K) Intervento prima solia protezione 59N (UE> TR-K) [1] Avviamento seconda solia protezione 59N (UE>> ST-K) Intervento seconda solia protezione 59N (UE>>TR-K) Avviamento prima solia protezione 81O (f>st-k) Intervento prima solia protezione 81O (f>tr-k) Avviamento seconda solia protezione 81O (f>>st-k) Intervento seconda solia protezione 81O (f>>tr-k) Avviamento prima solia protezione 81U (f<st-k) Intervento prima solia protezione 81U (f<tr-k) Avviamento seconda solia protezione 81U (f<<st-k) Intervento seconda solia protezione 81U (f<<tr-k) Avviamento terza solia protezione 81U (f<<<st-k) Intervento terza solia protezione 81U (f<<<tr-k) Avviamento quarta solia protezione 81U (f<<<<st-k) Intervento quarta solia protezione 81U (f<<<<tr-k) Avviamento protezione mancata apertura (BF-ST-K) Intervento protezione mancata apertura (BF-TR-K) RELE K1 K2 K3 K4 K5 K6 PLC [1] FUNZIONI LED START TRIP Avviamento prima solia protezione 27 (U< ST-K) Intervento prima solia protezione 27 (U< TR-K) Avviamento seconda solia protezione 27 (U<< ST-K) Intervento seconda solia protezione 27 (U<< TR-K) Avviamento prima solia protezione 59 (U> ST-K) Intervento prima solia protezione 59 (U> TR-K) Avviamento seconda solia protezione 59 (U>> ST-K) Intervento seconda solia protezione 59 (U>>TR-K) Avviamento prima solia protezione 59N (UE> ST-K) [2] Intervento prima solia protezione 59N (UE> TR-K) Avviamento seconda solia protezione 59N (UE>> ST-K) Intervento seconda solia protezione 59N (UE>>TR-K) Avviamento prima solia protezione 81O (f>st-k) Intervento prima solia protezione 81O (f>tr-k) Avviamento seconda solia protezione 81O (f>>st-k) Intervento seconda solia protezione 81O (f>>tr-k) Avviamento prima solia protezione 81U (f<st-k) Intervento prima solia protezione 81U (f<tr-k) Avviamento seconda solia protezione 81U (f<<st-k) Intervento seconda solia protezione 81U (f<<tr-k) Avviamento terza solia protezione 81U (f<<<st-k) Intervento terza solia protezione 81U (f<<<tr-k) Avviamento quarta solia protezione 81U (f<<<<st-k) Intervento quarta solia protezione 81U (f<<<<tr-k) Avviamento protezione mancata apertura (BF-ST-K) Intervento protezione mancata apertura (BF-TR-K) Avviamento protezione mancata apertura (BF-ST-K) Intervento protezione mancata apertura (BF-TR-K) Comando apertura interruttore (CBopen-K) Comando chiusura interruttore (CBclose-K) Scatto remoto (RemTrip-K) PLC [1] Nota 1 Prorammazione PLC in caso di abilitazione Richiusura automatica Nota 2 Prorammazione in caso di abilitazione funzione di massima tensione residua (59N) 88 TaraturePI - CEI

9 Impostazione LED U<, U> UE> PLC (con richiusura abilitata) f<, f> BF Start U<, U>, f<, f>, BF, (UE> con 59N abilitata) Trip U<, U>, f<, f>, BF, (UE>con 59N abilitata) Esempio pdf Tarature per relé NV10P Versione XML: NV10P-CA0-f Nome di riferimento del relé: Fotovoltaico Colleamento diretto Tipo di circuito apertura interruttore: a minima tensione Richiusura automatica: disabilitata Tempo di apertura interruttore: 0.07 s Tensione nominale: V Tensione nominale primaria: V Relé per comando interruttore: K1 Funzioni associate al relé K1: 27, 59, 81U, 81O Funzioni associate al relé K2: BF Funzioni associate al led START: 27, 59, 81U, 81O Funzioni associate al led TRIP: 27, 59, 81U, 81O Funzioni associate al led L1: 27, 59 Funzioni associate al led L2: 81U, 81O Funzioni associate al led L4: Taratura della protezione di interfaccia Descrizione protezioni Solie di intervento Tempo di eliminazione del uasto Un 0.37 s Un 0.17 s 81U 49.7 Hz 0.17 s 81O 50.3 Hz 0.17 s TaraturePI - CEI

10 Esempio schema d inserzione NV10P per utenti attivi MT con dispositivo di richiusura automatica per impianti fotovoltaici con Dispositivo di Interfaccia in BT BF (K2) L1 L2 L3 NV10P B7 B8 B1 B2 B3 B4 B5 B6 U E U L1 U L2 U L3 CIRCUITI D ENTRATA VOLTMETRICI RELE FINALI K1 K2 K3 K4 K5 K6 A3 A4 A5 A6 A7 A8 Trip - NV10P BF - Rincalzo alla mancata apertura A9 Comando abilitazione richiusura A10 A11 A12 A13 Comando chiusura Fallita richiusura Trip - NV10P (K1) Comando chiusura A14 SELF (dianostica) DI 52b -U AUX -U AUX Comando abilitazione richiusura RS485 B- A+ F1 F2 F3 F4 F5 Utenze privileiate ~ BF (K2) Finecorsa interruttore aperto (52b) A19 A20 -U AUX Comando remoto blocco della richiusura -U AUX A21 A22 A1 A2 IN1 IN2 U AUX INGRESSI DIGITALI THYBUS ETHERNET RS232 FRONT PANEL D1 E1 NV10P-schCEI016-MT.ai Colleamenti inressi diitali e relè finali per funzione di richiusura automatica (PLC) e misura delle tensioni d entrata fase-fase con colleamento diretto sul lato BT (versioni con U R = 400 V) 10 TaraturePI - CEI

11 Esempio schema d inserzione NV10P per utenti attivi MT conforme a Norma CEI 0-16 con Disspositivo di Interfaccia in MT BF (K2) L1 L2 L3 A N Quando è richiesta la protezione 59N dn NV10P A B B A b a da (*) Raf - eventuale resistenza antiferrorisonanza Raf(*) a b B7 B8 B1 B2 B3 B4 B5 B6 U E U L1 U L2 U L3 VOLTAGE INPUTS OUTPUT RELAYS K1 K2 K3 K4 K5 K6 A3 A4 A5 A6 A7 A8 A9 A10 A11 A12 A13 A14 TRIP - NV10P BF - Rincalzo alla mancata apertura K3, K4 e K5 liberamente prorammabili dall utente SELF (dianostica) Trip NV10P (K1) DI -U AUX (**) RS485 B- A+ F1 F2 F3 F4 F5 Utenze privileiate ETHERNET D1 Mancata apertura interruttore (BF) Comando remoto commutazione solie -U AUX -U AUX A19 A20 A21 A22 IN1 IN2 BINARY INPUTS THYBUS FRONT PANEL E1 BF (K2) A1 A2 U AUX RS232 G ~ NV10P-schCEI016-MT.ai (**) Lo stato dell interruttore può essere acquisito mediante inresso loico colleato al contatto ausiliario 52a (inresso attivo con interruttore chiuso) oppure al contatto ausiliario 52b (inresso attivo con interruttore aperto) Misura delle tensioni d entrata fase-fase mediante due TV colleati a V e misura della tensione residua mediante TV a trianolo aperto TaraturePI - CEI

12 IL SERVIZIO PERSONALIZZATO NELLA PRODUZIONE, LA RAPIDITÀ NELLE CONSEGNE, IL PREZZO INTERESSANTE E L ATTENTA VALUTAZIONE DELLE ESIGENZE DEL CLIENTE HANNO CONTRIBUITO A FARCI DIVENTARE UNO DEI MIGLIORI E PIÙ AFFIDABILI PRODUTTORI DI RELÈ DI PROTEZIONE. L ESPERIENZA QUARANTENNALE DI THYTRONIC HA RESO STANDARD QUESTI VANTAGGI CHE SONO MOLTO APPREZZATI DALLE SOCIETÀ CHE OPERANO SUI MERCATI INTERNAZIONALI. UNO STAFF QUALIFICATO E MOTIVATO CI HA PERMESSO DI IDEARE ED OFFRIRE PRODOTTI E SERVIZI ALL AVANGUARDIA, IN GRADO DI SODDISFARE LE ESIGENZE DI SICUREZZA E CONTINUITÀ RICHIESTE NELLA PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA. LE RISPOSTE CHE IL MERCATO CI HA DATO CONFERMANO LA VALIDITÀ DELLA NOSTRA FILOSOFIA AZIENDALE, SUPPORTANO IL NOSTRO IMPEGNO E STIMOLANO LA NOSTRA CRESCITA. Sede: Milano - Piazza Mistral, 7 - Tel ra - Fax Stabilimento: Padova - Z.I. Sud - Via dell Artiianato, 48 - Tel ra - Fax

NV10P K1 K1 K3 K4 K5 L5 ARF PLC. 59Uavg 59V2

NV10P K1 K1 K3 K4 K5 L5 ARF PLC. 59Uavg 59V2 RICHIUSUR UTOMTIC PER SISTEM DI PROTEZIONE DI INTERFCCI (SPI) PER UTENTI TTIVI CONFORME LL NORM ED.III Trip - U, f, df>, Uavg> Trip IN1-52B: finecorsa interruttore aperto

Dettagli

DIA4N. Dispositivo di interfaccia per autoproduttori a specifica Enel DK5740

DIA4N. Dispositivo di interfaccia per autoproduttori a specifica Enel DK5740 DIVISIONE ELETTRONICA & SISTEMI DIA4N Dispositivo di interfaccia per autoproduttori a specifica Enel DK5740 Il relè di protezione DIA4N appartiene alla linea di protezioni numeriche SIGMA-N e svolge funzioni

Dettagli

DISPOSITIVO DI INTERFACCIA

DISPOSITIVO DI INTERFACCIA PROTEZIONE GENERALE Poiché Enel durante il normale esercizio della propria rete può cambiare, senza preavviso, lo stato del neutro, è necessario che le protezioni per i guasti a terra di cui è dotato l

Dettagli

Novità introdotte dalle nuove Norme CEI 0-16 e CEI 0-21 al sistema di protezione di interfaccia per utenti attivi

Novità introdotte dalle nuove Norme CEI 0-16 e CEI 0-21 al sistema di protezione di interfaccia per utenti attivi Novità introdotte dalle nuove Norme CEI 0-16 e CEI 0-21 al sistema di protezione di interfaccia per utenti attivi ing. Massimo Ambroggi Responsabile Service Tecnico THYTRONIC S.p.A. (MI) http://www.norma016.it/cei/index.asp?page=documentazione&type=2

Dettagli

Funzioni aggiuntive: - Registrazione oscillografica, - Logica programmabile (PLC) - Richiusura automatica per impianti fotovoltaici (opzionale)

Funzioni aggiuntive: - Registrazione oscillografica, - Logica programmabile (PLC) - Richiusura automatica per impianti fotovoltaici (opzionale) SOLUZIONI THYTRONIC PER L ADEGUAMENTO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA AI REQUISITI DELL ALLEGATO TERNA A70 CHE LA DELIBERA 84/2012/R/EEL (08-03-2012) PRESCRIVE PER LA CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI

Dettagli

NORMA CEI 0-210 REQUISITI FUNZIONALI, DI PROVA E CERTIFICAZIONE. ing. Massimo Ambroggi Responsabile Service Tecnico THYTRONIC S.p.A.

NORMA CEI 0-210 REQUISITI FUNZIONALI, DI PROVA E CERTIFICAZIONE. ing. Massimo Ambroggi Responsabile Service Tecnico THYTRONIC S.p.A. NORMA CEI 0-210 CENNI AL SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA PER IMPIANTI DI ENERAZIONE BT : REQUISITI FUNZIONALI, DI PROVA E CERTIFICAZIONE ing. Massimo Ambroggi Responsabile Service Tecnico THYTRONIC

Dettagli

1000 0-16, CEI 0-21, AEEG 84/2012/R/EEL,

1000 0-16, CEI 0-21, AEEG 84/2012/R/EEL, Dispositivo automatico di prova per sistemi protezione interfaccia (SPI) e sistemi protezione generale (SPG), secondo gli standard CEI 0-16, CEI 0-21, AEEG 84/2012/R/EEL, allegato A.70 di TERNA Strumento

Dettagli

ALLEGATO J: ADDENDUM TECNICO AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT

ALLEGATO J: ADDENDUM TECNICO AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT ALLEGATO J: ADDENDUM TECNICO AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT fac-simile da utilizzare per dichiarare la conformità dell impianto alla RTC - regola tecnica di connessione La dichiarazione deve essere compilata

Dettagli

Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora

Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora Deliberazione AEEG 84/2012/R/EEL 8 Marzo 2012: requisiti e modalità di attuazione per inverter Power-One Aurora Principali contenuti della Delibera AEEG 84/2012/R/EEL In data 08 Marzo 2012, l Autorità

Dettagli

Medium Voltage Products. Guida tecnica Utenti attivi secondo la Norma CEI 0-16

Medium Voltage Products. Guida tecnica Utenti attivi secondo la Norma CEI 0-16 Medium Voltage Products Guida tecnica Utenti attivi secondo la Norma CEI 0-16 2 Indice 4 I vantaggi ambientali e socio-economici delle energie rinnovabili 5 1. Utenti attivi secondo la Norma CEI 0-16 8

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600. Relatore GUIZZO P.I. GASTONE. Università di Padova 26 giugno 2004

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600. Relatore GUIZZO P.I. GASTONE. Università di Padova 26 giugno 2004 CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DELLA DISTRIBUZIONE-DK5600 Relatore GUIZZO P.I. GASTONE Università di Padova 26 giugno 2004 L Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG) con delibera

Dettagli

ALLEGATO A INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT. Caratteristiche dell impianto di produzione

ALLEGATO A INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT. Caratteristiche dell impianto di produzione ALLEGATO A INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO MT Quanto segue annulla e sostituisce le parti del Regolamento di Esercizio relative a capability dell impianto di produzione e caratteristiche ed impostazioni

Dettagli

Sepam Serie 40 tipo S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 40 tipo S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40 tipo S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40 tipo S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione

Dettagli

Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16

Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16 LA GESTIONE DELL INTEGRAZIONE DEL FOTOVOLTAICO NELLE RETI Nuovi requisiti e prove in campo per le protezioni di interfaccia, secondo le norme CEI 0-21 e CEI 0-16 Francesco Groppi Responsabile GDL2 del

Dettagli

Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 20 PMVF 50

Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 20 PMVF 50 Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 20 (conformi CEI 0-21 edizione giugno 2012) PMVF 30 (conforme CEI 0-16 edizione dicembre 2012) electric Sistemi di protezione di interfaccia Conformi CEI 0-21

Dettagli

Regolamento di esercizio per la generazione di energia elettrica in parallelo con reti MT di AEMD

Regolamento di esercizio per la generazione di energia elettrica in parallelo con reti MT di AEMD Regolamento di esercizio per la generazione di energia elettrica in parallelo con reti MT di AEMD 1. DATI IDENTIFICATIVI DELL UTENTE PRODUTTORE Dati del titolare dei rapporti con AEMD ed avente la disponibilità

Dettagli

Manuale di configurazione CONNECT GW

Manuale di configurazione CONNECT GW Modulo gateway FA00386-IT B A 2 10 Manuale di configurazione CONNECT GW INFORMAZIONI GENERALI Per connettere una o più automazioni al portale CAME Cloud o ad una rete locale dedicata e rendere possibile

Dettagli

Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40: note per la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40: note per la regolazione secondo norma CEI 0-16 2 Procedura di inserimento delle regolazioni e delle parametrizzazioni

Dettagli

Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria

Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria Norma CEI 11 20 : impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati a reti di I e II categoria 2 Ottobre 2008, Catania, Marco Ravaioli Norma CEI 11-20 La norma CEI ha per oggetto

Dettagli

Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 30

Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 30 Sistemi di protezione di interfaccia PMVF 30 (conforme CEI 0-16 edizione dicembre 2012) PMVF 20 (conformi CEI 0- edizione giugno 2012) Sistemi di protezione di interfaccia Conforme CEI 0-16 edizione dicembre

Dettagli

TARATURA DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE GENERALE E DI INTERFACCIA SECONDO LE

TARATURA DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE GENERALE E DI INTERFACCIA SECONDO LE Massimo Gandini (MASSIMO-G) TARATURA DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE GENERALE E DI INTERFACCIA SECONDO LE 11 October 2011 Premessa Il progettista e l installatore che dovranno mettere in servizio una cabina

Dettagli

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione di interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Il nuovo relè di protezione di interfaccia (SPI), deputato al controllo della

Dettagli

GUIDA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE AEVV

GUIDA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE AEVV Pag. 1 di 41 GUIDA PER LA CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE AEVV Documenti allegati alla Specifica Tecnica Allegato A.1: REGOLAMENTO DI ESERCIZIO IN PARALLELO CON RETI BT AEVV DI IMPIANTI

Dettagli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli CENTRALE PIANETASOLE BEGHELLI Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L USO Indice Cos è la Centrale

Dettagli

Sepam Serie 40 tipo S40 e S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 40 tipo S40 e S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40 tipo S40 e S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio e la regolazione da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 40 tipo S40 e S41 e S42 DATA LOGGER: note per il cablaggio

Dettagli

Integrazione degli impianti fotovoltaici nella rete elettrica

Integrazione degli impianti fotovoltaici nella rete elettrica Integrazione degli impianti fotovoltaici nella rete elettrica G. Simioli Torna al programma Indice degli argomenti Considerazioni introduttive Quadro normativo - Norma CEI 11-20 Isola indesiderata - Prove

Dettagli

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN Procedura di aggiornamento firmware inverter Ingeteam serie Ingecon Sun Lite Tel. + 39 0546 651490 Fax: +39 0546 655391 e-mail: italia.energy@ingeteam.com Pagina

Dettagli

DCRK5 DCRK7 DCRK8 DCRK12 Regolatore automatico del fattore di potenza

DCRK5 DCRK7 DCRK8 DCRK12 Regolatore automatico del fattore di potenza DCRK5 DCRK7 DCRK8 DCRK12 Regolatore automatico del fattore di potenza I 140 I 1203 MANUALE DEL SOFTWARE DI PROGRAMMAZIONE Sommario Introduzione... 2 Risorse minime del PC... 2 Installazione... 2 Collegamento

Dettagli

Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione

Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione MANUALE UTENTE G-MOD Manuale di installazione, uso e manutenzione A Gennaio 2015 Prima Versione S. Zambelloni M. Carbone Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione Rev.A Pag. 1 di 16 Le informazioni

Dettagli

DMC926 RELE DI MASSIMA CORRENTE UNIPOLARE PER IL CONTROLLO DEL NEUTRO MT IN SISTEMI CON BOBINA DI PETERSEN MANUALE ISTRUZIONE

DMC926 RELE DI MASSIMA CORRENTE UNIPOLARE PER IL CONTROLLO DEL NEUTRO MT IN SISTEMI CON BOBINA DI PETERSEN MANUALE ISTRUZIONE DMC926 RELE DI MASSIMA CORRENTE UNIPOLARE PER IL CONTROLLO DEL NEUTRO MT IN SISTEMI CON BOBINA DI PETERSEN MANUALE ISTRUZIONE SOMMARIO M O 1 GENERALITA 3 Premessa...3 2 DESCRIZIONE 3 Caratteristiche costruttive...3

Dettagli

Compilazione Reg. Esercizio CEI0-21_Inv. TRIO-5.8_7.5_8.5_rev.2013-11-14

Compilazione Reg. Esercizio CEI0-21_Inv. TRIO-5.8_7.5_8.5_rev.2013-11-14 INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO DEL DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA, PER LA DISABILITAZIONE DELLA FUNZIONE DI LIMITAZIONE DI POTENZA IN FUNZIONE DELLA FREQUENZA

Dettagli

Guida alla Compilazione del Regolamento di Esercizio BT

Guida alla Compilazione del Regolamento di Esercizio BT Guida alla Compilazione del Regolamento di Esercizio BT 1. Scopo del documento La presente guida ha lo scopo di fornire le informazioni necessarie per la compilazione degli allegati tecnici del Regolamento

Dettagli

NV021 LoM PROTECTION RELAY LA SOLUZIONE COMPLETA PER LA PROTEZIONE D INTERFACCIA BT CONFORME A NORMA CEI 0-21

NV021 LoM PROTECTION RELAY LA SOLUZIONE COMPLETA PER LA PROTEZIONE D INTERFACCIA BT CONFORME A NORMA CEI 0-21 NV021 LoM PROTECTION RELAY LA SOLUZIONE COMPLETA PER LA PROTEZIONE D INTERFACCIA BT CONFORME A NORMA CEI 0-21 CEI 0-21 06-2012 Conforme alla Norma tecnica Thytronic Applicazioni Il relè di protezione NV021

Dettagli

Modulo Rilevazione Assenze

Modulo Rilevazione Assenze Argo Modulo Rilevazione Assenze Manuale Utente Versione 1.0.0 del 06-09-2011 Sommario Premessa... 3 Requisiti minimi per l installazione:... 3 Installazione del software... 3 Uso del programma... 4 Accesso...

Dettagli

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione Versione 3.3.04

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione Versione 3.3.04 Sharpdesk V3.3 Guida all installazione Versione 3.3.04 Copyright 2000-2009 di SHARP CORPORATION. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione, l adattamento o la traduzione senza previa autorizzazione

Dettagli

TELEDIACNS4000 TELEDIAGNOSI: TELEDIAPCS4000

TELEDIACNS4000 TELEDIAGNOSI: TELEDIAPCS4000 TELEDIACNS4000 TELEDIAGNOSI: TELEDIAPCS4000 TELEDIAGNOSI SU CNC S4000 CON COLLEGAMENTO TRAMITE MODEM SU LINEA TELEFONICA Questa opzione ha lo scopo di effettuare l assistenza tecnica a distanza tramite

Dettagli

E-Werk Lüsen Gen.m.b.H. / Azienda Elettrica Luson Soc. Coop.

E-Werk Lüsen Gen.m.b.H. / Azienda Elettrica Luson Soc. Coop. ALLEGATO B - DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ AI SENSI DELL ART. 5 BIS3 DELLA DELIBERA 243/2013/R/EEL CIRCA LE FUNZIONALITÀ E LE REGOLAZIONI DELLE PROTEZIONI (SEZIONE RISERVATA AL TECNICO DEL CLIENTE) La seguente

Dettagli

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI STET S.p.A. CON TENSIONE NOMINALE 1 KV.

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI STET S.p.A. CON TENSIONE NOMINALE 1 KV. Pag. 1 di 32 ITC ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI STET S.p.A. CON TENSIONE NOMINALE 1 KV (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DEL COMUNE DI ISERA CON TENSIONE NOMINALE 1 KV

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DEL COMUNE DI ISERA CON TENSIONE NOMINALE 1 KV ITC ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DEL COMUNE DI ISERA CON TENSIONE NOMINALE 1 KV (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per l Energia

Dettagli

Autoware Ladder Tool (per Arduino ) Basic Tutorial

Autoware Ladder Tool (per Arduino ) Basic Tutorial Per iniziare. Utilizzare il ns. pacchetto Autoware Ladder Tool (in breve Ladder Tool) per Arduino è veramente semplice. Elenchiamo qui di seguito i passi necessari per eseguire la ns. prima esercitazione.

Dettagli

Le Regole Tecniche per. e la nuova edizione della Guida CEI 82-25

Le Regole Tecniche per. e la nuova edizione della Guida CEI 82-25 Le Regole Tecniche per la Connessione alle reti e la nuova edizione della Guida CEI 82-25 Ing. Francesco Iannello Responsabile Tecnico ANIE/Energia Vicenza, 16 Dicembre 2010 Indice Connessione alle reti

Dettagli

EDI. Addendum al Manuale di Utente (per installatori e progettisti) CEI 0-21 Autotest e compilazione regolamento di esercizio per la Gamma Edi

EDI. Addendum al Manuale di Utente (per installatori e progettisti) CEI 0-21 Autotest e compilazione regolamento di esercizio per la Gamma Edi Addendum al Manuale di Utente (per installatori e progettisti) EDI CEI 0-21 Autotest e compilazione regolamento di esercizio per la Gamma Edi ST137ST rev.8 0514 Pagina Bianca Sommario 1 PREMESSE E GENERALITÀ

Dettagli

Delibera 84/2012/R/EEL Requisiti per gli impianti di produzione MT BT ai fini della sicurezza del sistema elettrico nazionale

Delibera 84/2012/R/EEL Requisiti per gli impianti di produzione MT BT ai fini della sicurezza del sistema elettrico nazionale Delibera 84/2012/R/EEL Requisiti per gli impianti di produzione MT BT ai fini della sicurezza del sistema elettrico nazionale Comunicazione di Gelsia Reti ai sensi degli art.5.2 e 6.6. della delibera 84/2012/R/EEL

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C.

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C. IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DI SEA S.C. Agosto 2007 1/14 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI Le presenti prescrizioni hanno lo scopo di definire i criteri e le modalità

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE PER IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE 1kV SECAB Società Cooperativa (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas n. 89/07)

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

Guida all installazione di METODO

Guida all installazione di METODO Guida all installazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario

Dettagli

L i n e a M o d u l e x 3. Linea Modulex3 GRID

L i n e a M o d u l e x 3. Linea Modulex3 GRID Linea Modulex3 GRID 1 Gamma dei prodotti numerici CODICE DESCRIZIONE CODICI NUMERICI MX3AM30A Relè di massima corrente di fase e di terra 51-51 - 50-51N - 51N - 50N MX3AM0A Relè di massima corrente di

Dettagli

Seminario dell'innovazione Ordine Ingegneri Catania 11/12/14

Seminario dell'innovazione Ordine Ingegneri Catania 11/12/14 1 Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi alla rete AT ed MT delle imprese distributrici di energia elettrica. 2 Parte 1 Parte 2 Parte 3 Parte 4 Parte 5 Parte 6 Parte

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO PER GLI UTENTI UTILIZZATORI E AUTOPRODUTTORI ALLA RETE MT

CRITERI DI ALLACCIAMENTO PER GLI UTENTI UTILIZZATORI E AUTOPRODUTTORI ALLA RETE MT 3 CRITERI DI ALLACCIAMENTO PER GLI UTENTI UTILIZZATORI E AUTOPRODUTTORI ALLA RETE MT 3.1 INTRODUZIONE Il collegamento dei clienti utilizzatori e di quelli autoproduttori alla rete di distribuzione necessita

Dettagli

SPECIFICA TECNICA. Cancellare le voci che non interessano Materiale Prestazione Servizio. RTC Clienti produttori BT Prescrizioni tecniche

SPECIFICA TECNICA. Cancellare le voci che non interessano Materiale Prestazione Servizio. RTC Clienti produttori BT Prescrizioni tecniche Settore = elettrico Regole Tecniche per la Connessione di impianti di produzione di energia elettrica alle reti con obbligo di connessione a terzi di LINEA RETI E IMPIANTI a tensione nominale minore o

Dettagli

Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner

Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner 2 ECUmania.it Learn, think and improve Sommario 1 Operazioni Preliminari... 4 1.1 Verifica dei requisiti di sistema... 4 1.2 Rimozione

Dettagli

ITC. ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A.

ITC. ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A. Pag. 1 di 35 ITC ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI SET DISTRIBUZIONE S.p.A. CON TENSIONE (Riferimento: Deliberazione dell Autorità per l

Dettagli

Informazioni ai clienti sull attuazione della Delibera Attuazione Delibera 84/2012/R/EEL

Informazioni ai clienti sull attuazione della Delibera Attuazione Delibera 84/2012/R/EEL Informazioni ai clienti sull attuazione della Delibera Attuazione Delibera 84/2012/R/EEL Document Identification: ING-00001921 Business Unit: Power Controls Product Line: Solar Energy Platform Country:

Dettagli

"FOTOVOLTAICO: QUALI OPPORTUNITÀ OGGI?

FOTOVOLTAICO: QUALI OPPORTUNITÀ OGGI? "FOTOVOLTAICO: QUALI OPPORTUNITÀ OGGI? CONVEGNO DEL 30/05/2012 Novità per dimensionamento impianto Principali novità per dimensionamento: regole tecniche di connessione Passaggio dalle Normative di riferimento

Dettagli

SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE

SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DEGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE ALLA RETE DI BASSA TENSIONE SOCIETA' COOPERATIVA IDROELETTRICA DI FORNI DI SOPRA S.r.l. Via Nazionale, Loc. Santaviela - 33024 FORNI DI SOPRA (UD) Tel +39 0433 88077 - Fax +39 0433 887905 - Email info@sci-forni.it Cod. Fisc. e P.

Dettagli

Compilazione Reg. Esercizio CEI0-21_Inv. Trifase_rev.2013-03-08.docx

Compilazione Reg. Esercizio CEI0-21_Inv. Trifase_rev.2013-03-08.docx INFORMAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI AL REGOLAMENTO DI ESERCIZIO DEL DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA, PER LA DISABILITAZIONE DELLA FUNZIONE DI LIMITAZIONE DI POTENZA IN FUNZIONE DELLA FREQUENZA

Dettagli

PROGETTAZIONE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE L'APPROCCIO THYTRONIC

PROGETTAZIONE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE L'APPROCCIO THYTRONIC PROGETTAZIONE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE L'APPROCCIO THYTRONIC ing. Massimo Ambroggi Responsabile Service Tecnico THYTRONIC S.p.A. (MI) PREMESSA La tecnologia dei relè di protezione per le reti elettriche

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DI DISTRIBUZIONE SECONDO ENEL DK5600 MARZO 2004

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DI DISTRIBUZIONE SECONDO ENEL DK5600 MARZO 2004 1 CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI CLIENTI ALLA RETE MT DI DISTRIBUZIONE SECONDO ENEL DK5600 MARZO 2004 CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE ing. Massimo Ambroggi Service Tecnico THYTRONIC S.p.A. 2 PRINCIPIO

Dettagli

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 Sommario Introduzione... 3 Download dell applicazione Desktop... 4 Scelta della versione da installare... 5 Installazione... 6 Installazione

Dettagli

Il ruolo di GAUDI. Delibera 8 marzo 2012 84/2012/R/eel Delibera 7 agosto 2014 421/2014/R/eel

Il ruolo di GAUDI. Delibera 8 marzo 2012 84/2012/R/eel Delibera 7 agosto 2014 421/2014/R/eel Il ruolo di GAUDI Delibera 8 marzo 2012 84/2012/R/eel Delibera 7 agosto 2014 421/2014/R/eel Allegato A 70 - Quadro normativo di riferimento Delibera 84/2012/R/eel come successivamente integrata e modificata

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L.

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L. REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DI BASSA TENSIONE DELLA GERMANO INDUSTRIE ELETTRICHE S.R.L., DISTRIBUTORE DI ENERGIA ELETTRICA NELLE ISOLE TREMITI

Dettagli

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS

OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS SelCONTROL-2 OPZIONE HARDWARE + SOFTWARE DI TELECOMUNICAZIONE BIDIREZIONALE FRA CNC E TELEFONI GSM BASATA SU MESSAGGI SMS Il SelCONTROL è la risposta a quegli utilizzatori, stampisti in particolare, che

Dettagli

Rev. 03/14 Manuale d installazione Monitor SW7200 Pag. 1 / 10

Rev. 03/14 Manuale d installazione Monitor SW7200 Pag. 1 / 10 04717 Rev. 03/14 Manuale d installazione Monitor SW7200 Pag. 1 / 10 Prefazione MONITOR SW7200 è un programma specifico per realizzare il rilievo delle potenze termiche installate in un condominio, il calcolo

Dettagli

Componenti per quadri di interfaccia ABB Indispensabili per Norma, eccezionali per qualità

Componenti per quadri di interfaccia ABB Indispensabili per Norma, eccezionali per qualità Componenti per quadri di interfaccia ABB Indispensabili per Norma, eccezionali per qualità La protezione semplicemente necessaria Da ABB una soluzione completa per rispondere alla Norma CEI 0-21 Come richiesto

Dettagli

FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO

FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO FUNZIONE DI AUTOTEST INTEGRATA NEGLI INVERTER POWER-ONE: DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO E POSSIBILITA DI UTILIZZO Data 2012/08/06 Prima revisione. 2012/08/15 Seconda revisione: integrazioni. Note INDICE

Dettagli

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI TETTI FOTOVOLTAICI ALLA RETE BT DI DISTRIBUZIONE INDICE 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2

CRITERI DI ALLACCIAMENTO DI TETTI FOTOVOLTAICI ALLA RETE BT DI DISTRIBUZIONE INDICE 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 Ed. 1.1-1/15 INDICE 1. SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3. NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4. DEFINIZIONI 2 5. CRITERI GENERALI 3 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma.

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma. 89 550/110 ID EWM-PQ-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE / PORTATA IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La scheda EWM-PQ-AA è stata

Dettagli

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE BT DELL AZIENDA ELETTRICA COMUNE DI TIRES

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE BT DELL AZIENDA ELETTRICA COMUNE DI TIRES ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE BT DELL AZIENDA ELETTRICA COMUNE DI TIRES (Riferimento. Delibera AEEG ARG/elt n. 99/08) INDICE 1. Scopo 2.

Dettagli

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 2010 List Suite 2.0 Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 List Suite 2.0 List Suite 2.0 è un tool software in grado di archiviare, analizzare e monitorare il traffico telefonico, effettuato e ricevuto

Dettagli

Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT

Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Regola tecnica di connessione BT Norma CEI 0-21:

Dettagli

NORMA CEI 0-160 LA CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE PUBBLICA: CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE

NORMA CEI 0-160 LA CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE PUBBLICA: CARATTERISTICHE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE NORMA CEI 0-160 LA CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE PUBBLICA: ing. Massimo Ambroggi Responsabile Service Tecnico THYTRONIC S.p.A. (MI) 0 Introduzione Scopo di questa presentazione

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

NV10P LoM PROTECTION RELAY LA SOLUZIONE COMPLETA PER LA PROTEZIONE D INTERFACCIA CONFORME A NORMA CEI 0-16 ED. III 12-2012

NV10P LoM PROTECTION RELAY LA SOLUZIONE COMPLETA PER LA PROTEZIONE D INTERFACCIA CONFORME A NORMA CEI 0-16 ED. III 12-2012 LoM PROTECTION RELY L SOLUZIONE COMPLET PER L PROTEZIONE D INTERFCCI CONFORME NORM CEI 0-16 ED. III 12-2012 pplicazioni Il relè di protezione può essere impiegato in T, MT e BT a protezione di reti e macchine

Dettagli

CASSETTA PROVA RELE E MODALITA DI VERIFICA

CASSETTA PROVA RELE E MODALITA DI VERIFICA CASSETTA PROVA RELE E MODALITA DI VERIFICA CAMBIANO LE NORMATIVE PER IL COLLAUDO E VERIFICA DEGLI IMPIANTI DI AUTOPRODUZIONE Deliberazione 84/2012/R/EEL Allegato A.70 CEI 0-21; Variante V1 CEI 0-16; III

Dettagli

ENEL Listing Certificazione Dispositivi di Interfaccia con la rete

ENEL Listing Certificazione Dispositivi di Interfaccia con la rete ENEL Listing Certificazione Dispositivi di Interfaccia con la rete I dispositivi di interfaccia con la rete ENEL di distribuzione in bassa tensione devono essere sottoposti ad una procedura di approvazione.

Dettagli

Manuale per l'utente per DS150E. Dangerfield May. 2009 V3.0 Delphi PSS

Manuale per l'utente per DS150E. Dangerfield May. 2009 V3.0 Delphi PSS Manuale per l'utente per DS150E 1 INDICE Componente principale..3 Istruzioni per l'installazione....5 Configurazione Bluetooth...26 Programma diagnostico...39 Scrittura della ECU (OBD)..86 Scansione...89

Dettagli

Documento guida per l installazione di CAIgest.

Documento guida per l installazione di CAIgest. Documento guida per l installazione di CAIgest. Scaricare dalla pagina web il programma CaigestInstall.exe e salvarlo in una cartella temporanea o sul desktop.quindi cliccando due volte sull icona avviarne

Dettagli

AZIENDA ELETTRICA ITC

AZIENDA ELETTRICA ITC COMUNE DI CAVALESE PROVINCIA DI TRENTO AZIENDA ELETTRICA ITC ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DEL COMUNE DI CAVALESE CON TENSIONE NOMINALE

Dettagli

Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010

Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010 Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010 Sommario Premessa... 3 Installazione... 3 Requisiti minimi per l installazione:... 3 Installazione del software sul Palmare... 4 Uso del programma...

Dettagli

EPR 100 A EPR 100 D MATRIX

EPR 100 A EPR 100 D MATRIX REGOLATORI DI PRESSIONE A CONTROLLO ELETTRONICO EPR 100 A EPR 100 D MATRIX MATRIX Divisione Pneumatica MATRIX 3 4 MATRIX MATRIX 5 6 MATRIX MATRIX 7 8 MATRIX MATRIX 9 MATRIX (disponibile a richiesta)

Dettagli

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione Versione 3.3.07

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione Versione 3.3.07 Sharpdesk V3.3 Guida all installazione Versione 3.3.07 Copyright 2000-2009 di SHARP CORPORATION. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione, l adattamento o la traduzione senza previa autorizzazione

Dettagli

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS Sommario 1. Che cosa è UPS Communicator?... 2 2. Installazione di UPS Communicator... 3 2.1. Server UPS... 4 2.2. RS System : Remote Shell System... 5 3. UPS Diag Monitor... 6 3.1. Connessione e disconnessione

Dettagli

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 ver 2.0 Log Manager Quick Start Guide 1 Connessione dell apparato 2 2 Prima configurazione 2 2.1 Impostazioni di fabbrica 2 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 2.3 Configurazione DNS e Nome Host

Dettagli

PROTEZIONI GENERALE PROTEZIONE DI MASSIMA CORRENTE DI FASE

PROTEZIONI GENERALE PROTEZIONE DI MASSIMA CORRENTE DI FASE PROTEZIONI GENERALE I valori di tempo di estinzione della sovracorrente (estinzione del guasto) indicati in tabella sono da intendersi come somma del tempo di intervento della protezione, del tempo di

Dettagli

Quadri per la misura dell energia elettrica

Quadri per la misura dell energia elettrica Quadri per la misura dell energia elettrica Azur ENERGIA Quadri per la Misura dell Energia Elettrica per Impianti in Bassa, Media e Alta Tensione. I Contatori installati all interno dei quadri sono approvati

Dettagli

PROCEDURE DIGICRE GRUPPO HERA

PROCEDURE DIGICRE GRUPPO HERA E00107 REVISIONE 0 PAG. 1 DI 39 INDICE 1 PREMESSA 2 2 OGGETTO E SCOPO.. 2 3 CAMPO DI APPLICAZIONE. 2 4 DEFINIZIONI... 2 5 NORME DI RIFERIMENTO.. 3 6 CARATTERISTICHE DEL SISTEMA ELETTRICO.. 3 7 CRITERI

Dettagli

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 MONOGRAFIA DESCRITTIVA Edizione Gennaio 2010 MON. 255 REV. 1.0 1 di 27 INDICE Introduzione alle funzionalità di gestione per sistemi di trasmissioni PDH...

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.3

Manuale Controllo Accesso V 0.3 & Manuale Controllo Accesso V 0.3 Ottobre 2013 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved Versione 2014 Installazione GSL Copyright 2014 All Rights Reserved Indice Indice... 2 Installazione del programma... 3 Licenza d'uso del software... 3 Requisiti minimi postazione lavoro... 3 Requisiti

Dettagli

LINETRAXX VMD460-NA. Sistema di protezione d'interfaccia per connessioni di Utenti attivi alle reti di distribuzione BT. Energia in sicurezza

LINETRAXX VMD460-NA. Sistema di protezione d'interfaccia per connessioni di Utenti attivi alle reti di distribuzione BT. Energia in sicurezza LIETRAXX -A Sistema di protezione d'interfaccia per connessioni di Utenti attivi alle reti di distribuzione BT -A_D00001_01_D_XXIT/09.2015 Energia in sicurezza LIETRAXX -A Sistema di protezione d'interfaccia

Dettagli

Manuale semplificato

Manuale semplificato Dispositivo per l aggiornamento dei lettori di banconote FLASHER Manuale semplificato PAYMAN2-0012 REV. 0 08/09/2014 PAYPRINT S.r.l. Via Monti, 115 41123 MODENA Italy Tel.: +39 059 826627 Fax: +39 059

Dettagli

Guida all installazione di Fiery proserver

Guida all installazione di Fiery proserver Guida all installazione di Fiery proserver Il presente documento descrive la procedura di installazione di EFI Fiery proserver ed è rivolto ai clienti che intendono installare Fiery proserver senza l assistenza

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.2

Manuale Controllo Accesso V 0.2 & Manuale Controllo Accesso V 0.2 Luglio 2012 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Revisione 1.4 del 2014/07/24 INDICE PREMESSA... 4 1 - Requisiti di sistema... 5 1.1 Requisiti Hardware... 5 1.2 Requisiti Software... 5 1.3 Connettività...

Dettagli

di Schneider Electric

di Schneider Electric Implicazioni della norma CEI 0-16 su DG e SPG e relative SOLUZIONI: L esperienza di Schneider Electric Implicazioni CEI 0-16 su DG e SPG Per Sistema di Protezione del cliente è da intendersi l insieme

Dettagli

Dipartimento delle Libertà Civili e l Immigrazione

Dipartimento delle Libertà Civili e l Immigrazione Dipartimento delle Libertà Civili e l Immigrazione Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico Manuale di installazione su sistemi operativi di tipo Microsoft Windows Data aggiornamento 15/01/2011

Dettagli