Coding 4 WP7 Mobile. Sfruttare i feed RSS. Come presentare I dati contenuti in un feed RSS in un App per Winddows Phone 7

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Coding 4 WP7 Mobile. Sfruttare i feed RSS. Come presentare I dati contenuti in un feed RSS in un App per Winddows Phone 7"

Transcript

1 Coding 4 WP7 Mobile Sfruttare i feed RSS Come presentare I dati contenuti in un feed RSS in un App per Winddows Phone 7 Andrea Temporiti 1/19/2011

2 Intro Con l uscita del SDK (Software Developmet Kit) per Windows Phone 7 finalmente anche gli sviluppatori.net possono sbizzarrirsi nel creare applicazioni mobile che siano accattivanti, simpatiche e utili. Inizia la battaglia alle App del melafonino. In questo articolo voglio condividere alcune idee, spunti e prove che potrebbero essere utili nel creare la vostra prima App per Windows Phone 7. Gli strumenti del mestiere Come prima cosa, naturalmente è necessario disporre di tutto l occorrente per creare la propria App. Se siete sviluppatori.net avrete sicuramente l ultima verisone di Visual Studio (VS2010) sul vostro PC, Altrimeniti seguite quanto segue: Se siete sviluppatori.net e non avete ancora Visual Studio 2010 (INSTALLATE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) Se siete sviluppatori ma avete sempre pensato che.net non fa per voi: (INSTALLATE Visual Studio 2010!!!) Se siete sviluppate applicazioni per Iphone o Ipad, buttate via X-Code e INSTALLATE VISUAL STUDIO 2010 (Vi serve un PC, non provate ad installare Visual Studio su Snow Leopard perchè anche in emulazione va bene). Se preferite le discipline umanistiche alla teconologia: Chiedetevi perchè avete scaricato questo documento, quindi INSTALLATE Visual Studio 2010, non si sa mai. Come avrete capito, per sviluppare una App per il vostro Windowsfonino dovete avere l ambiente di sviluppo. Naturalmente vi serve anche l SDK, o meglio Windows Phone Developer Toolkit e un altro pò di software a supporto. Per semplificarvi la vita, Microsoft ha creato un pacchettino che installa tutto il necessario, compreso Bland, che serve per dare un bel look and feel alla vostra interfaccia grafica. Per gli amanti del softwrae Free, quì trovate la versione gratuita del pacchetto cumulativo: Andate sulla sezione Download the free tools e premete su Install Now. L idea Se in questo momento state installando I tools avete il tempo per mettere da parte il computer per un attimo e iniziare a pensare alla vostra app. Siccome gli Hello World sono belli ma assolutamente inutili, vediamo di costruire qualcosa di un pò più gratificante. L idea per la nostra app in realtà non è molto originale, creeremo una applicazione in grado di fornirci informazioni e previsioni Meteo.

3 Recuperare i dati da visualizzare Il nostro dispositivo Windows Phone, come altri SmartPhone, dispone di sensori e telecamere, in grado di fornirci molte informazioni utili per creare le nostre applicazioni. Tuttavia non ha al suo interno dispositivi in grado di fornirci informazioni meteo o semplicemente la temperatura ambientale. E necessario quindi trovare un altro modo per recuperare i dati che ci servono. Come prima strada proviamo a collegare il nostro Windows Phone ad una statuetta metereopatica, di quelle che cambiano colore in funzione della pressione ambientale... purtroppo niente porta USB o Bluetooth sulla statuetta. Cerchiamo qualcosa di più tecnologico, radiosveglia con stazione meteo incorporata. Bella, costosa ma difficilmente interfacciabile al nosto Windows Phone. Soprattutto diventa un po complicato portarsela dietro... scartata. Ci serve qualcosa di più pratico...girando su internet vi sarà sicuaremnte capitato di imbattervi nei feed RSS. Per chi non sapesse che cosè un feed RSS: RSS (acronimo di RDF Site Summary ed anche di Really Simple Syndication) è uno dei più popolari formati per la distribuzione di contenuti Web; è basato su XML, da cui ha ereditato la semplicità, l'estensibilità e la flessibilità. L'applicazione principale per cui è noto sono i feed RSS, che permettono di essere aggiornati su nuovi articoli o commenti pubblicati nei siti di interesse senza doverli visitare manualmente uno a uno. RSS definisce una struttura adatta a contenere un insieme di notizie, ciascuna delle quali sarà composta da vari campi (nome autore, titolo, testo, riassunto,...). Quando si pubblicano delle notizie in formato RSS, la struttura viene aggiornata con i nuovi dati; visto che il formato è predefinito, un qualunque lettore RSS potrà presentare in una maniera omogenea notizie provenienti dalle fonti più diverse. Wikipedia: Dobbiamo cercare un feed RSS che faccia al caso nostro, da cui possiamo recuperare i dati meteo della nostra città. Finalmente dopo un po di ricerche trovo quello che cercavamo. Yahoo espone i propri dati metereologici via feed RSS e ci fornisce anche una chiara gudia sui come recuperarli programmaticamente. Dopo una rapida letta alla documentazione capiamo che questo feed fa al caso nostro, per fare una prova mettiamo nel browser l indirizzo di test: e riceviamo in output l XML promesso, che ci descrive la condizione del tempo a Sunnville. Siccome probabilmente non ci interessa sapre che tempo fa a Sunnville ma vorremmo avere le previsioni delle nostre città, dobbiamo trovare il nostro WOEID (Where On Earth ID) Il WOEID è un codice che identifica una città ben precisa e va passato al parametro w nella query string.

4 Come avrete capito Yahoo! ha anche un API che ci permette di interrogare il database geografico per trovare la città in base al nome. Da uno sguardo alla documentazione risulta chiaro che dobbiamo interrogare la tabelal geo.places: select * from geo.places where text = Roma In realtà l operatore = funziona da like. Piccola difficoltà, la query sopra va passata in query string all API query.yahooapis.com/v1/public/ e quindi bisogna prima passare la query inun Encoder HTML: select+*+from+geo.places+where+text%3d%22roma%22 Ora possiamo costrutire la nostra url di richiesta: rmat=xml Come risposa riceviamo un enorme XML che contiene tutte le città conosciute contenenti Roma o similari, fortunatamente il primo nodo place restituito è proprio quello desiderato, come si capisce dai nodi evidenziati. Tra i primi nodi figlio del nodo place troviamo quello che stavamo cercando ovvero il WOEID di Roma (721943). <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <query xmlns:yahoo="http://www.yahooapis.com/v1/base.rng" yahoo:count="10" yahoo:created=" t20:45:05z" yahoo:lang="en-us"> <results> <place xmlns="http://where.yahooapis.com/v1/schema.rng" xml:lang="en-us" yahoo:uri="http://where.yahooapis.com/v1/place/721943"> <woeid>721943</woeid> <placetypename code="7">town</placetypename> <name>rome</name> <country code="it" type="country">italy</country> <admin1 code="" type="region">lazio</admin1> <admin2 code="it-rm" type="province">rome</admin2> <admin3/> <locality1 type="town">rome</locality1> <locality2/> <postal/> <centroid> <latitude> </latitude> <longitude> </longitude> </centroid> <boundingbox> <southwest> <latitude> </latitude> <longitude> </longitude> </southwest> <northeast> <latitude> </latitude> <longitude> </longitude> </northeast> </boundingbox> <arearank>5</arearank> <poprank>13</poprank> </place> <place xmlns="http://where.yahooapis.com/v1/schema.rng" xml:lang="en-us"

5 yahoo:uri="http://where.yahooapis.com/v1/place/ "> <woeid> </woeid> <placetypename code="7">town</placetypename> <name>roma</name> <country code="us" type="country">united States</country> <admin1 code="us-tx" type="state">texas</admin1> <admin2 code="" type="county">starr</admin2> <admin3/> <locality1 type="town">roma</locality1> <locality2/> <postal type="zip Code">78584</postal> <centroid> <latitude> </latitude> <longitude> </longitude> </centroid> <boundingbox> <southwest> <latitude> </latitude> <longitude> </longitude> </southwest> <northeast> <latitude> </latitude> <longitude> </longitude> </northeast> </boundingbox> <arearank>3</arearank> <poprank>1</poprank> </place>... </results> </query> Ora vediamo cosa succede se modifichiamo il parametro passato alla url di Yahoo! Weather: Ecco finalmente comparire le informazioni che ci interessano, ovvero il meteo di Roma: <?xml version="1.0" encoding="utf-8" standalone="yes"?> <rss version="2.0" xmlns:yweather="http://xml.weather.yahoo.com/ns/rss/1.0" xmlns:geo="http://www.w3.org/2003/01/geo/wgs84_pos#"> <channel> <title>yahoo! Weather - Rome, IT</title> <link>http://us.rd.yahoo.com/dailynews/rss/weather/rome IT/*http://weather.yahoo.com/foreca st/itxx0067_f.html</link> <description>yahoo! Weather for Rome, IT</description> <language>en-us</language> <lastbuilddate>wed, 19 Jan :14 pm CET</lastBuildDate> <ttl>60</ttl> <yweather:location city="rome" region="lz" country="italy"/> <yweather:units temperature="f" distance="mi" pressure="in" speed="mph"/> <yweather:wind chill="48" direction="150" speed="3" /> <yweather:atmosphere humidity="87" visibility="3.73" pressure="30.06" rising="0" /> <yweather:astronomy sunrise="7:30 am" sunset="5:06 pm"/> <image> <title>yahoo! Weather</title> <width>142</width> <height>18</height> <link>http://weather.yahoo.com</link> <url>http://l.yimg.com/a/i/brand/purplelogo//uh/us/news-wea.gif</url>

6 </image> <item> <title>conditions for Rome, IT at 9:14 pm CET</title> <geo:lat>41.9</geo:lat> <geo:long>12.5</geo:long> <link>http://us.rd.yahoo.com/dailynews/rss/weather/rome IT/*http://weather.yahoo.com/foreca st/itxx0067_f.html</link> <pubdate>wed, 19 Jan :14 pm CET</pubDate> <yweather:condition text="mostly Cloudy" code="27" temp="48" date="wed, 19 Jan :14 pm CET" /> <description> <![CDATA[ <img src="http://l.yimg.com/a/i/us/we/52/27.gif"/><br /> <b>current Conditions:</b><br /> Mostly Cloudy, 48 F<BR /> <BR /><b>forecast:</b><br /> Wed - Light Rain Late. High: 57 Low: 46<br /> Thu - AM Light Rain. High: 52 Low: 39<br /> <br /> <a href="http://us.rd.yahoo.com/dailynews/rss/weather/rome IT/*http://weather.yahoo.com/foreca st/itxx0067_f.html">full Forecast at Yahoo! Weather</a><BR/><BR/> (provided by <a href="http://www.weather.com" >The Weather Channel</a>)<br/> ]]> </description> <yweather:forecast day="wed" date="19 Jan 2011" low="46" high="57" text="light Rain Late" code="11" /> <yweather:forecast day="thu" date="20 Jan 2011" low="39" high="52" text="am Light Rain" code="11" /> <guid ispermalink="false">itxx0067_2011_01_19_21_14_cet</guid> </item> </channel> </rss> <!-- api4.weather.ch1.yahoo.com compressed/chunked Wed Jan 19 12:44:13 PST > Notare che le unità di misura sono quelle americane. Per trasformare le letture nel sistema MKSC basta passare l ulteriore parametro u (unit) in query string impostandolo al valore c : Prepariamo la soluzione Bene, ora che abbiamo i nostri dati, possiamo iniziare a presentarli. Come prima cosa apriamo Visual Studio 2010 e creiamo un progetto : File->New->Project

7 Scegliamo come template Visual C#->Silverlight For Windows Phone, quindi Selezioniamo Windows Phone Pivot Application. Cambiamo il nome in WP7Meteo e premiamo OK e otteniamo lo scheletro del nostro progetto. Provate a mandare in esecuzione lo scheletro della vostra applicazione, vi si aprirà un emulatore che vi permette di visualizzare due pagine (first e second).

8 Per passare da una pagina all altra posizionate il puntatore del moude al centro della pagina e tenedo simulate un operazione di drag n drop verso sinsitra o destra. (simula lo schermo touch). Tornate in design mode, avrete sicuramente notato che l interfaccia grafica è definita da un fiel XAML (mainpage.xaml) che contiene la definizione della pagina che stiamo visualizzando. <Grid x:name="layoutroot" Background="Transparent"> <!--Pivot Control--> <controls:pivot Title="MY APPLICATION"> <!--Pivot item one--> <controls:pivotitem Header="first"> <!--Double line list with text wrapping--> <ListBox x:name="firstlistbox" Margin="0,0,-12,0" ItemsSource="Binding Items"> <ListBox.ItemTemplate> <DataTemplate> <StackPanel Margin="0,0,0,17" Width="432"> <TextBlock Text="Binding LineOne" TextWrapping="Wrap" Style="StaticResource PhoneTextExtraLargeStyle"/> <TextBlock Text="Binding LineTwo" TextWrapping="Wrap" Margin="12,-6,12,0" Style="StaticResource PhoneTextSubtleStyle"/> </StackPanel> </DataTemplate> </ListBox.ItemTemplate> </ListBox> </controls:pivotitem> <!--Pivot item two--> <controls:pivotitem Header="second"> <!--Triple line list no text wrapping--> <ListBox x:name="secondlistbox" Margin="0,0,-12,0" ItemsSource="Binding Items"> <ListBox.ItemTemplate> <DataTemplate> <StackPanel Margin="0,0,0,17"> <TextBlock Text="Binding LineOne" TextWrapping="NoWrap" Margin="12,0,0,0" Style="StaticResource PhoneTextExtraLargeStyle"/> <TextBlock Text="Binding LineThree" TextWrapping="NoWrap" Margin="12,- 6,0,0" Style="StaticResource PhoneTextSubtleStyle"/> </StackPanel> </DataTemplate> </ListBox.ItemTemplate>

9 </ListBox> </controls:pivotitem> </controls:pivot> </Grid> Apriamo la soluzione con Blend: Sulla spalla sinistra un albero riporta i componenti della nostra interfaccia:

10 Recupero dei dati da codice Ora che abbiamo creato il progetto è necessario scrivere un po di codice per leggere i dati XML dal feed e caricarli all interno di una classe C#. Normalmente C# permette di leggere i feed con un apposito binding WCF chiamato Sindacation. Sfortunatamente il framework.net fornito con WP non dispone di quelle classi, quindi dobbiamo trovare un work around. Come prima cosa dobiamo ricavare uno schema compatibile con l XML ricavato in output dalla chiamata. Per fare questo salviamo come c:\forecastrss.xml l XML ricavato mettendo nel browser la url: Usiamo quindi l utility XSD.exe per generare l XSD relativo. Xsd.exe è un utility da riga di comando disponibile da prompt dei comandi di Visual Studio Start->All Programs->Microsoft visual Studio 2010-> Visual Studio Tools-> Visual Studio Command Prompt (2010) Qundi digitiamo il commando : xsd c:\forecastrss.xml /outputdir:c:\

11 Se controllimao la directory c:\ troviamo in realtà 3 file c:\forecastrss.xsd c:\forecastrss_app1.xsd e c:\forecastrss_app2.xsd. Questo perchè il tool ha generato un file XSD per ogni namespace trovato nel file XML di origne.ora usiamo nuovamente il tool XSD per generare le classi C# Il fatto di avere lo schema diviso in tre classi distinte complica un po il successivo passo. Dobbiamo fornire a XSD tutti e tre gli schema files. (Attenzione nel help del comando XSD questa procedura non è documentata ma funziona, provare per credere). Digitate da riga di comando: xsd c:\forecastrss.xsd c: forecastrss_app1.xsd c:/forecastrss_app2.xsd /classes /l:cs /outputdir:c:\

12 Il file cs con le classi veine generato come forecastrss_app2.cs. Tornate al vostro progetto, create una cartella chiamata YahooModel e importate al suo interno il file CS generato dopo averlo rinominato in forecastrss.cs. Importate anche i file XSD. Apriamo la classe e eliminamo tutti gli attributi decorativi: [System.SerializableAttribute()]

13 e [System.ComponentModel.DesignerCategoryAttribute("code")] Modifichiamo la proprietà forecast dell oggetto channelitem in modo da farla diventare un array: /// <remarks/> [System.Xml.Serialization.XmlElementAttribute(Namespace="http://xml.weather.yahoo.com/ns/rss /1.0")] public forecast[] forecast get return this.forecastfield; set this.forecastfield = value; Fate la stessa coda con la variabile relativa: private forecast[] forecastfield; Ora che abbiamo la classe, dobbiamo scrivere il codice necessario per recuperare i dati da Yahoo tramite una post HTTP. Prima di scrivere il codice diamo un occhiata al pattern previsto dallo scheletro del progetto. Chi ha dimestichezza con WPF e Silverlight avrà già individuato la cartella ViewModel. Anche in questo caso utilizzeremo l ormai noto pattern Model View ViewModel per separare la vista dal modello. Nella cartella ViewModel troviamo già il file MainPageViewModel.cs, apriamolo e svuotiamolo dei contenuti a meno dell implementazione dell interfaccia IPropertyChanged, che risulterà utile: namespace WP7Meteo public class MainViewModel : INotifyPropertyChanged public MainViewModel() public event PropertyChangedEventHandler PropertyChanged; private void NotifyPropertyChanged(String propertyname) PropertyChangedEventHandler handler = PropertyChanged; if (null!= handler) handler(this, new PropertyChangedEventArgs(propertyName));

14 Aggiungiamo ora la reference all assembly Syste.Xml.Serialization, che contiene la classe XmlSerializer. Utilizzeremo la classe per deserializzare l XML ricevuto da Yahoo come risposta alla query. Aggiungiamo nella sezione using il namespace System.Windows.Threading using System.Windows.Threading; using System.Net; using System.Xml.Serialization; Dichiarimao le due variabili di classe e la proprietà: public Dispatcher Dispatcher get; set; private rss forecast; public bool IsDataLoaded set; get; Aggiungiamo la proprietà Forecast di tipo rss: public rss Forecast get return forecast; set if (value!= forecast) forecast = value; Dispatcher.BeginInvoke(delegate() NotifyPropertyChanged("Forecast"); ); Nel costruttore impostiamo IsDataLoaded = false; La classe ViewModel ora risulterà come segue: using System.Diagnostics; using System.Text; using System.Windows; using System.Windows.Controls; using System.Windows.Data; using System.Windows.Documents; using System.Windows.Input; using System.Windows.Media; using System.Windows.Media.Imaging; using System.Windows.Shapes; using System.Collections.ObjectModel; using System.Windows.Threading; using System.Net; using System.Xml.Serialization; namespace WP7Meteo

15 public class MainViewModel : INotifyPropertyChanged public Dispatcher Dispatcher get; set; private rss forecast; public bool IsDataLoaded set; get; public MainViewModel() IsDataLoaded = false; public rss Forecast get return forecast; set if (value!= forecast) forecast = value; Dispatcher.BeginInvoke(delegate() NotifyPropertyChanged("Forecast"); ); public event PropertyChangedEventHandler PropertyChanged; private void NotifyPropertyChanged(String propertyname) PropertyChangedEventHandler handler = PropertyChanged; if (null!= handler) handler(this, new PropertyChangedEventArgs(propertyName)); A questo punto aggiungiamo il metodo loadforecast e il metodo c_operreadcompleted: private void loadforecast() WebClient c = new WebClient(); string uripath c.openreadcompleted += new OpenReadCompletedEventHandler(c_OpenReadCompleted); c.openreadasync(new Uri(uriPath)); void c_openreadcompleted(object sender, OpenReadCompletedEventArgs e)

16 XmlSerializer s = new XmlSerializer(typeof(rss)); rss q = (rss)s.deserialize(e.result); if (e.error == null) Forecast = q; L implementazione del metodo effettua la richiesta web tramite la classe WebClient. E importante non bloccare l interfaccia, per questo motivo la classe WebClient (per mobile) non implementa il metodo sincrono di request. Sull evento di callback deserializziamo quindi la risposta, se positiva, e l assegnamo alla variabile Forecast. Aggiungete infine il emtodo LoadData(): public void LoadData(Dispatcher dispatcher) this.dispatcher = dispatcher; loadforecast(); Aprire la classe App.xaml.cs e rimuovere il codice contenuto nel metodo di attivazione: // Code to execute when the application is activated (brought to foreground) // This code will not execute when the application is first launched private void Application_Activated(object sender, ActivatedEventArgs e) Aprire MainPage.xaml.cs e modificare l implementaione del gestore evento MainPage_OnLoad: // Load data for the ViewModel Items private void MainPage_Loaded(object sender, RoutedEventArgs e) if (!App.ViewModel.IsDataLoaded) App.ViewModel.LoadData(this.Dispatcher); Creazione dell interfaccia Torniamo ora sull interfaccia MainPage.XAML e svuotiamo la parte di XAML contenuta all interno dei due pivot Item. Rinominamoli in Current e Forecast, rinominamo MY APPLICATION in YAHOO! WEATHER FORECAST for WP7

17 All interno del PivotItem Current vogliamo ora creare l interfaccia per la visualizzazione dello stato meteo attuale. Aggiungiamo una griglia inserendo un nodo Grid all interno del primo Pivot Item: <Grid x:name="layoutroot" Background="Transparent"> <!--Pivot Control--> <controls:pivot Title="MY APPLICATION"> <!--Pivot item one--> <controls:pivotitem Header="Current"> <Grid> <Grid.ColumnDefinitions> <ColumnDefinition Width="*" /> </Grid.ColumnDefinitions> <Grid.RowDefinitions> <RowDefinition Height="80" /> <RowDefinition Height="200" /> <RowDefinition Height="80" /> <RowDefinition Height="80" /> <RowDefinition Height="40" /> <RowDefinition Height="40" /> </Grid.RowDefinitions> </Grid> </controls:pivotitem> <controls:pivotitem Header="Forecast"> </controls:pivotitem> </controls:pivot> </Grid> In questo modo abbiamo predisposto una griglia con 6 righe e una colonna. Visual Studio ci mostra la griglia sul designer:

18 Aggiungiamo nello XAML della griglia le seguenti 3 righe: <TextBlock x:name="actualtitle" Text="Situazione meteo Roma" Grid.Row="0" FontSize="32" VerticalAlignment="Center" /> <TextBlock Grid.Row="4" HorizontalAlignment="Center" Text="Updated at" VerticalAlignment="Center" />

19 <TextBlock Grid.Row="5" HorizontalAlignment="Center" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].condition.date, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default" VerticalAlignment="Center" /> Poichè sono stati impostati I parametric Gri.Row di ogni TextBlock, gli elementi grafici verrano visualizzati rispettivamente nella prima, nella quinta e nella sesta riga. Mentre i primi due blcchi testo hanno un contenuto statico, l ultimo TextBlock recupera le informazioni da visualizzare dall oggetto Forecast. (Ricordate la proprietà caricata leggendo i dati dalla risposta delle API Yahoo all interno del viewmodel). Si noti che il binding è definito sulla data di aggiornamento, facilemnte individuabile controllando l XML recueprato inserendo la richiesta nel browser. In evidenza nell riquadro seguente: <?xml version="1.0" encoding="utf-8" standalone="yes"?> <rss version="2.0" xmlns:yweather="http://xml.weather.yahoo.com/ns/rss/1.0" xmlns:geo="http://www.w3.org/2003/01/geo/wgs84_pos#"> <channel> <title>yahoo! Weather - Rome, IT</title> <link>http://us.rd.yahoo.com/dailynews/rss/weather/rome IT/*http://weather.yahoo.com/foreca st/itxx0067_f.html</link> <description>yahoo! Weather for Rome, IT</description> <language>en-us</language> <lastbuilddate>wed, 19 Jan :14 pm CET</lastBuildDate> <ttl>60</ttl> <yweather:location city="rome" region="lz" country="italy"/> <yweather:units temperature="f" distance="mi" pressure="in" speed="mph"/> <yweather:wind chill="48" direction="150" speed="3" /> <yweather:atmosphere humidity="87" visibility="3.73" pressure="30.06" rising="0" /> <yweather:astronomy sunrise="7:30 am" sunset="5:06 pm"/> <image> <title>yahoo! Weather</title> <width>142</width> <height>18</height> <link>http://weather.yahoo.com</link> <url>http://l.yimg.com/a/i/brand/purplelogo//uh/us/news-wea.gif</url> </image> <item> <title>conditions for Rome, IT at 9:14 pm CET</title> <geo:lat>41.9</geo:lat> <geo:long>12.5</geo:long> <link>http://us.rd.yahoo.com/dailynews/rss/weather/rome IT/*http://weather.yahoo.com/foreca st/itxx0067_f.html</link> <pubdate>wed, 19 Jan :14 pm CET</pubDate> <yweather:condition text="mostly Cloudy" code="27" temp="48" date="wed, 19 Jan :14 pm CET" /> <description> <![CDATA[ <img src="http://l.yimg.com/a/i/us/we/52/27.gif"/><br /> <b>current Conditions:</b><br /> Mostly Cloudy, 48 F<BR /> <BR /><b>forecast:</b><br /> Wed - Light Rain Late. High: 57 Low: 46<br /> Thu - AM Light Rain. High: 52 Low: 39<br /> <br /> <a

20 href="http://us.rd.yahoo.com/dailynews/rss/weather/rome IT/*http://weather.yahoo.com/foreca st/itxx0067_f.html">full Forecast at Yahoo! Weather</a><BR/><BR/> (provided by <a href="http://www.weather.com" >The Weather Channel</a>)<br/> ]]> </description> <yweather:forecast day="wed" date="19 Jan 2011" low="46" high="57" text="light Rain Late" code="11" /> <yweather:forecast day="thu" date="20 Jan 2011" low="39" high="52" text="am Light Rain" code="11" /> <guid ispermalink="false">itxx0067_2011_01_19_21_14_cet</guid> </item> </channel> </rss> Proviamo ad avviare l applicazione premendo F5, noteremo che la data comparirà al centro in basso sull interfaccia dell emulatore: Ora vogliamo aggiungere le informazioni sulla temperatura attuale, massima e minima contenute nella classe Forecast.

21 Aggiungiamo quindi i seguenti oggetti all interno della griglia: <TextBlock Grid.Row="2" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].condition.text, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default" FontSize="28" HorizontalAlignment="Center" VerticalAlignment="Center"/> <Grid Grid.Row="3"> <Grid.ColumnDefinitions> <ColumnDefinition Width="50*" /> <ColumnDefinition Width="25*" /> <ColumnDefinition Width="25*" /> </Grid.ColumnDefinitions> <Grid.RowDefinitions> <RowDefinition Height="50*" /> <RowDefinition Height="50*" /> </Grid.RowDefinitions> <TextBlock Grid.Row="0" Grid.RowSpan="2" Grid.Column="0" HorizontalAlignment="Center" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].condition.temp, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default" VerticalAlignment="Center" FontSize="50" /> <TextBlock Grid.Row="1" Grid.Column="1" HorizontalAlignment="Left" Text="High" VerticalAlignment="Center" FontSize="24" Margin="10,0,10,0" /> <TextBlock Grid.Row="1" Grid.Column="2" HorizontalAlignment="Left" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].forecast[0].high, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default" VerticalAlignment="Center" FontSize="24" /> <TextBlock Grid.Row="0" Grid.Column="1" HorizontalAlignment="Left" Text="Low" VerticalAlignment="Center" FontSize="24" Margin="10,0,10,0" /> <TextBlock Grid.Row="0" Grid.Column="2" HorizontalAlignment="Left" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].forecast[0].low, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default" VerticalAlignment="Center" FontSize="24" /> </Grid> Il codice XAML assomiglierà a quanto descritto di seguito:

22 Come possiamo notare, abbiamo aggiunto una ulteriore girglia all interno della griglia principale in modo da poter disporre gli elementi grafici interni (High e Low) a destra del valore attuale. Il funzionamento è simile a quello delle dichiarative tabelle HTML come dimostra l uso degli attributi RowSpan e ColumnSpan sugli elementi contenuti.

23 Utilizzo dei converter Ora che abbiamo gran parte dei dati visualizzati, pensiamo è necessario abbellire l interfaccia: Mettiamo l unità di misura per i gradi Inseriamo un immagine che varia in funzione dello stato meteo (sole, pioggia, nebbia ecc.) Per inserire l unità di misura, basterebbe modificare la classe Forecast. Per scopi didattici, preferiamo creare un oggetto Converter. Ovvero una classe in grado di convertire un dato in ingreso in un nuovo tipo in uscita o semplicemente variarne il formato. I converter sono ampiamenti utilizzati nel pattern Model View-ViewModel perchè permettono di definire come interpretare una proprietà di un oggeto direttamente all interno del file XAML nella sezione Binding. Nel nostro caso utilizzeremo due converter :

24 Il primo converter inserirà semplicemente l unità di misura ai dati di temperatura prima che questi vengano presentati Il secondo converter dovrà individuare l immagine da sivualizzare analizzando il valore dell elemento code (intero tra 0 e 47) del nodo forecst*0+.condition. Creiamo una nuova cartella denominata Converters. Creiamo una nuova classe denominata TemperatureConverter che implementa l interfaccia System.Windows.Data.IValueConverter: using System; using System.Net; using System.Windows; using System.Windows.Controls; using System.Windows.Documents; using System.Windows.Ink; using System.Windows.Input; using System.Windows.Media; using System.Windows.Media.Animation; using System.Windows.Shapes; using System.Windows.Data; namespace WP7Meteo.Converters public class TemperatureConverter : IValueConverter #region IValueConverter Members public object Convert(object value, Type targettype, object parameter, System.Globalization.CultureInfo culture) if (value!= null) return String.Format("0 C", value); else return null; public object ConvertBack(object value, Type targettype, object parameter, System.Globalization.CultureInfo culture) return null; #endregion Creiamo una nuova classe che funga da convertitore di immagini. Per il momento ipotiziamo di avere le immagini pronte in formato.png in una cartella denominata Images all intero del progetto. Più avanti vedremo come prelevare le immagini dal sito di Yahoo!: using System; using System.Net; using System.Windows;

25 using System.Windows.Controls; using System.Windows.Documents; using System.Windows.Ink; using System.Windows.Input; using System.Windows.Media; using System.Windows.Media.Animation; using System.Windows.Shapes; using System.Windows.Media.Imaging; using System.Globalization; using System.Windows.Data; namespace WP7Meteo.Converters public class WeatherCodeToImageConverter:IValueConverter public object Convert(object value, Type targettype, object parameter, CultureInfo culture) string code = value as string; int integercode = int.parse(code); BitmapImage image = new BitmapImage(new integercode), UriKind.Relative)); return image; public object ConvertBack(object value, Type targettype, object parameter, CultureInfo culture) return null; Aggiungiamo i converter nella pagina MainPage.xaml subito sotto al nodo Phone dell applicazione. Stando attenti ad aggiungere anche il namespace clr: <phone:phoneapplicationpage x:class="wp7meteo.mainpage" xmlns="http://schemas.microsoft.com/winfx/2006/xaml/presentation" xmlns:x="http://schemas.microsoft.com/winfx/2006/xaml" xmlns:phone="clr-namespace:microsoft.phone.controls;assembly=microsoft.phone" xmlns:shell="clr-namespace:microsoft.phone.shell;assembly=microsoft.phone" xmlns:controls="clrnamespace:microsoft.phone.controls;assembly=microsoft.phone.controls" xmlns:d="http://schemas.microsoft.com/expression/blend/2008" xmlns:mc="http://schemas.openxmlformats.org/markup-compatibility/2006" mc:ignorable="d" d:designwidth="480" d:designheight="768" d:datacontext="d:designdata SampleData/MainViewModelSampleData.xaml" FontFamily="StaticResource PhoneFontFamilyNormal" FontSize="StaticResource PhoneFontSizeNormal" Foreground="StaticResource PhoneForegroundBrush" SupportedOrientations="Portrait" Orientation="Portrait" shell:systemtray.isvisible="true" xmlns:my="clr-namespace:wp7meteo.converters"> <phone:phoneapplicationpage.resources> <my:weathercodetoimageconverter x:key="weathercodetoimageconverter1" />

26 <my:temperatureconverter x:key="temperatureconverter1" /> </phone:phoneapplicationpage.resources> Ora inseriamo i converter nei binding degli elelemnti della griglia di presentazione dati e aggiungiamo anche l immagine, che per il momento non comparirà per mancanza dei file png. Riporto tutto il PivotItem per completezza: <controls:pivotitem Header="Current"> <Grid> <Grid.ColumnDefinitions> <ColumnDefinition Width="*" /> </Grid.ColumnDefinitions> <Grid.RowDefinitions> <RowDefinition Height="80" /> <RowDefinition Height="200" /> <RowDefinition Height="80" /> <RowDefinition Height="80" /> <RowDefinition Height="40" /> <RowDefinition Height="40" /> </Grid.RowDefinitions> <TextBlock x:name="actualtitle" Text="Situazione meteo Roma" Grid.Row="0" FontSize="32" VerticalAlignment="Center" /> <Image Source="Binding Mode=OneWay, UpdateSourceTrigger=Default, Path=Forecast.channel[0].item[0].condition.code, Converter=StaticResource WeatherCodeToImageConverter1" Grid.Row="1" RenderTransformOrigin="0.5,0.5" HorizontalAlignment="Center" VerticalAlignment="Center" /> <TextBlock Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].condition.text, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default" Grid.Row="2" FontSize="28" HorizontalAlignment="Center" VerticalAlignment="Center"/> <Grid Grid.Row="3"> <Grid.ColumnDefinitions> <ColumnDefinition Width="50*" /> <ColumnDefinition Width="25*" /> <ColumnDefinition Width="25*" /> </Grid.ColumnDefinitions> <Grid.RowDefinitions> <RowDefinition Height="50*" /> <RowDefinition Height="50*" /> </Grid.RowDefinitions> <TextBlock Grid.Row="0" Grid.RowSpan="2" Grid.Column="0" HorizontalAlignment="Center" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].condition.temp, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default, Converter=StaticResource TemperatureConverter1" VerticalAlignment="Center" FontSize="50" /> <TextBlock Grid.Row="1" Grid.Column="1" HorizontalAlignment="Left" Text="High" VerticalAlignment="Center" FontSize="24" Margin="10,0,10,0" /> <TextBlock Grid.Row="1" Grid.Column="2" HorizontalAlignment="Left" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].forecast[0].high, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default, Converter=StaticResource TemperatureConverter1" VerticalAlignment="Center" FontSize="24" /> <TextBlock Grid.Row="0" Grid.Column="1" HorizontalAlignment="Left" Text="Low" VerticalAlignment="Center" FontSize="24" Margin="10,0,10,0" /> <TextBlock Grid.Row="0" Grid.Column="2" HorizontalAlignment="Left" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].forecast[0].low, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default, Converter=StaticResource TemperatureConverter1" VerticalAlignment="Center" FontSize="24" /> </Grid> <TextBlock Grid.Row="4" HorizontalAlignment="Center" Text="Updated at" VerticalAlignment="Center" /> <TextBlock Grid.Row="5" HorizontalAlignment="Center" Text="Binding Forecast.channel[0].item[0].condition.date, Mode=OneWay,UpdateSourceTrigger=Default" VerticalAlignment="Center" /> </Grid> </controls:pivotitem>

27 Ora preleviamo le immagini da yahoo. Andaimo sul portale e vediamo se yahoo ha delle imagini da fornire alla nostra app di prova.

28 La pagina visualizzata riporta l icona Tramite il Tool dev di Internet Explore punto la url dell icona: L icona si trova qui: Dalla documentazione delle API sappiamo che i codici vanno da 0 a 48, quindi presupponiamo che ci siano 49 png da scaricare e includere nella nostra App. Piuttosto che scaricarle manualmente, scriviamo una piccola applicazione console in un progetto console a parte e inserimao il seguente codice nel main. Fate attenzione ad predisporre la cartella di destinazione. static void Main(string[] args) WebClient c = new WebClient(); for (int i = 0; i <= 48; i++)

29 using (System.IO.FileStream fs = using (System.IO.Stream s = c.openread("http://l.yimg.com/a/i/us/nws/weather/gr/" + i.tostring() + "n.png")) s.copyto(fs); fs.flush(); fs.close(); Eseguitelo e troverete tutte e 49 le immagini nella cartella che avete prevetivamente creato. Ora inseritele nel progetto sotto la cartella Images, ricompilate e avviate l applicaizone sull emulatore. Dovreste avere il seguente risultato.

30

Servizio Feed RSS del sito CNIT

Servizio Feed RSS del sito CNIT Servizio Feed RSS del sito CNIT Informiamo tutti gli utenti CNIT che è possibile sincronizzare i propri Reader (RSS) per essere aggiornati in tempo reale sulle nuove pubblicazioni di articoli postati sul

Dettagli

ProgettAzione V anno Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni

ProgettAzione V anno Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni Web service Hello world con Visual Studio 2012 Si tratta di un semplice esempio di web service, infatti come tutti I programmi

Dettagli

Introduzione allo sviluppo per SharePoint

Introduzione allo sviluppo per SharePoint Introduzione allo sviluppo per SharePoint Esercitazione pratica Manuale dell esercitazione SPCHOL306 - Utilizzo di Silverlight con il modello a oggetti client - C# Questo documento viene fornito «così

Dettagli

Visual Studio 2010 RC Ria Services - Business Application and datagrid Part 1

Visual Studio 2010 RC Ria Services - Business Application and datagrid Part 1 Visual Studio 2010 RC Ria Services - Business Application and datagrid Part 1 In questo tutorial vedremo come utilizzare la tecnologia Ria Services per collegare una datagrid ad un database all interno

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Introduzione allo sviluppo per SharePoint

Introduzione allo sviluppo per SharePoint Introduzione allo sviluppo per SharePoint Esercitazione pratica Manuale dell esercitazione SPCHOL303 - Utilizzo di un modello a oggetti client e dei servizi REST da un applicazione.net - C# Questo documento

Dettagli

Corso su LINQ Lezione 16. Introduzione

Corso su LINQ Lezione 16. Introduzione LINQ to SQL Introduzione Con questa lezione introduciamo il flavor LINQ to SQL. Dopo aver visto quindi tutte le funzionalità e gli operatori di LINQ to Object, affronteremo ora la tematica riguardante

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

Configurare TPTP in Eclipse e testare un applicazione

Configurare TPTP in Eclipse e testare un applicazione Configurare TPTP in Eclipse e testare un applicazione Questa guida concentra la sua attenzione sul tool TPTP (Test & Performance Tools Platform) presente nell ambiente di sviluppo Eclipse. Verrà descritta

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE DI MINGW

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE DI MINGW ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE DI MINGW Prima di iniziare la procedura di installazione di MinGW dobbiamo dire che il presente software è un compilatore C che non possiede un ambiente di programmazione.

Dettagli

Office Web Components in programmi C# da http://escher07.altervista.org

Office Web Components in programmi C# da http://escher07.altervista.org Office Web Components in programmi C# da http://escher07.altervista.org Generalità L obiettivo è realizzare un programma C# che utilizzando il componente Web Pivot permetta di ottenere un risultato come

Dettagli

Le command line di Java

Le command line di Java Le command line di Java Esercitazioni di Programmazione 2 Novella Brugnolli brugnoll@science.unitn.it Ambiente di lavoro Per compilare ed eseguire un programma Java abbiamo bisogno di: The JavaTM 2 Platform,

Dettagli

Visual basic base Lezione 01. L'ambiente di sviluppo

Visual basic base Lezione 01. L'ambiente di sviluppo L'ambiente di sviluppo L'ambiente di sviluppo Visual basic è un linguaggio di programmazione Microsoft. In questo corso prenderemo in considerazione, l'ultima versione. net di questo linguaggio. Microsoft

Dettagli

Programmare in Java. Olga Scotti

Programmare in Java. Olga Scotti Programmare in Java Olga Scotti Linguaggi di programmazione linguaggio macchina assembler linguaggi ad alto livello Linguaggi ad alto livello istruzioni comprensibili linguaggio simile a quello naturale

Dettagli

1 di 17 14-01-2009 18:14

1 di 17 14-01-2009 18:14 14 gen 2009 Stampa articolo 48 Commenti [Modifica] Corso interattivo di programmazione per iphone: I Lezione Corso Inglese Online Facile, Rapido e Divertente Corso a distanza. Provalo Gratis! ABAEnglish.com

Dettagli

VR e Kinect. Prof. Raffaella Folgieri

VR e Kinect. Prof. Raffaella Folgieri VR e Kinect Prof. Raffaella Folgieri Dipartimento DEMM Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi, Università Statale di Milano Italy Riferimenti: ufficio: stanza 22, secondo piano DEMM

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d'uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE...3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Installazione e Configurazione della strumentazione necessaria. Antonio Gallo info@laboratoriolibero.com

Installazione e Configurazione della strumentazione necessaria. Antonio Gallo info@laboratoriolibero.com Installazione e Configurazione della strumentazione necessaria Antonio Gallo info@laboratoriolibero.com Installazione e Configurazione della strumentazione necessaria Programmi accessori per poter sviluppare

Dettagli

CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE

CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE Autore: KATIA D ORTA (@katiatrew) in collaborazione con MARISA FAUSONE (@Mfausone) 1 Questa guida è liberamente scaricabile sul sito cowinning.it 2 Questa

Dettagli

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic LIBRERIA WEB 6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic PROGETTO Il centro sportivo Olympic organizza corsi di tipo diverso: nuoto, danza, karate, ecc. Ogni corso ha un unico istruttore prevalente,

Dettagli

I TUTOR. Massimiliano Cattafi e-mail: massimiliano.cattafi@student.unife.it. Ilaria Laurenti e-mail: ilaria.laurenti@student.unife.

I TUTOR. Massimiliano Cattafi e-mail: massimiliano.cattafi@student.unife.it. Ilaria Laurenti e-mail: ilaria.laurenti@student.unife. I TUTOR Massimiliano Cattafi e-mail: massimiliano.cattafi@student.unife.it Ilaria Laurenti e-mail: ilaria.laurenti@student.unife.it IL LABORATORIO Perché il laboratorio? Alcune problematiche si capiscono

Dettagli

Fondamenti di programmazione in Java. Lezione III

Fondamenti di programmazione in Java. Lezione III Fondamenti di programmazione in Java Lezione III Scopo della lezione Descrivere gli strumenti che utilizzeremo nel resto del corso per sviluppare programmi in java UltraEdit Java SDK Imparare a scrivere

Dettagli

Capitolo 2. Ciao iphone

Capitolo 2. Ciao iphone Capitolo 2 Ciao iphone iphone è una piattaforma sorprendente, ricca di tecnologia avanzata che fa venir voglia di creare qualcosa. L App Store è pieno di applicazioni che dovrebbero ispirare e porsi come

Dettagli

COME INSTALLARE LA TUA APP PER I PODCAST ED ISCRIVERTI A LA GRANDE IDEA

COME INSTALLARE LA TUA APP PER I PODCAST ED ISCRIVERTI A LA GRANDE IDEA COME INSTALLARE LA TUA APP PER I PODCAST ED ISCRIVERTI A LA GRANDE IDEA Per scaricare i tuoi podcast preferiti direttamente sul tuo smartphone puoi utilizzare un App gratuita per podcast. Qui trovi le

Dettagli

TESTARE E CREARE APPLICAZIONI TESTUALI JAVA PER ANDROID CON ANDROID

TESTARE E CREARE APPLICAZIONI TESTUALI JAVA PER ANDROID CON ANDROID TESTARE E CREARE APPLICAZIONI TESTUALI JAVA PER ANDROID CON ANDROID Ho deciso di scrivere questa guida per tre motivi principali: 1) Avendo un tablet che ha la possibilità di essere usato per programmare,

Dettagli

Indice generale. Introduzione...xv. Parte I Per iniziare Capitolo 1 Introduzione allo sviluppo ios con tecnologie web...3

Indice generale. Introduzione...xv. Parte I Per iniziare Capitolo 1 Introduzione allo sviluppo ios con tecnologie web...3 Introduzione...xv A chi si rivolge questo libro...xv Gli argomenti trattati...xv Com è organizzato il libro...xvi Cosa occorre per utilizzare il libro...xvii Convenzioni adottate...xvii Il codice sorgente...xviii

Dettagli

Corso Eclipse. Prerequisiti. 1 Introduzione

Corso Eclipse. Prerequisiti. 1 Introduzione Corso Eclipse 1 Introduzione 1 Prerequisiti Uso elementare del pc Esecuzione ricerche su Internet Esecuzione download Conoscenza elementare della programmazione 2 1 Cos è Eclipse Eclipse è un IDE (Integrated

Dettagli

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1 Gli XML Web Service Prof. Mauro Giacomini Medica 2008/2009 1 Definizioni i i i Componente.NET che risponde a richieste HTTP formattate tramite la sintassi SOAP. Gestori HTTP che intercettano richieste

Dettagli

BizTalk server fa parte dell offerta di Microsoft per la grande azienda.

BizTalk server fa parte dell offerta di Microsoft per la grande azienda. Web Service Dopo le applicazioni desktop e quelle per Internet, i servizi Web sono la terza componente essenziale delle applicazioni.net. I Web Service sono una nuova tecnologia che permette la realizzazione

Dettagli

La prima applicazione Java con NetBeans IDE. Dott. Ing. M. Banci, PhD

La prima applicazione Java con NetBeans IDE. Dott. Ing. M. Banci, PhD La prima applicazione Java con NetBeans IDE Dott. Ing. M. Banci, PhD Creare la prima applicazione 1. Creare un progetto: Quando si crea un progetto IDE occorre creare un ambiente nel quale costruire e

Dettagli

Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 6 (31 ottobre 2008)

Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 6 (31 ottobre 2008) Corso di Informatica (Programmazione) Lezione 6 (31 ottobre 2008) Introduzione a Java: primo programma, installazione dell ambiente di sviluppo, compilazione ed esecuzione 1 Introduzione Java è un linguaggio

Dettagli

www.italiancpp.org Conoscete Windows Bridge?

www.italiancpp.org Conoscete Windows Bridge? Conoscete Windows Bridge? Con Windows 8, Microsoft ha introdotto Windows Runtime (WinRT), un'evoluzione dell app model di Windows, che doveva essere un'architettura applicativa comune, ma non lo è stato

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Scrivere un programma in Java

Scrivere un programma in Java Programmare in JAVA Leonardo Rigutini Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Siena Via Roma 56 53100 SIENA uff. 0577 234850 - interno: 7102 Stanza 119 rigutini@dii.unisi.it http://www.dii.unisi.it/~rigutini/

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Stampa unione in Word 2010 Stampe multiple personalizzate

Stampa unione in Word 2010 Stampe multiple personalizzate Stampa unione in Word 2010 Stampe multiple personalizzate Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2010 Quando bisogna inviare documenti personalizzato a molte persone una funzione

Dettagli

tommaso.iacomino@gmail.com INTERNET EXPLORER Guida introduttiva CAPITOLO 1 Fig. 1

tommaso.iacomino@gmail.com INTERNET EXPLORER Guida introduttiva CAPITOLO 1 Fig. 1 INTERNET EXPLORER Guida introduttiva CAPITOLO 1 Fig. 1 IMPORTANTE: forse non visualizzate questa barra, se così fosse usiamo questa procedura: posizioniamo il cursore sulla parte vuota tasto destro del

Dettagli

Guida per COBRA ODE per console PS3 Superslim con OFW 4.55. 1) Creazione della ISO da formato Folder

Guida per COBRA ODE per console PS3 Superslim con OFW 4.55. 1) Creazione della ISO da formato Folder Guida per COBRA ODE per console PS3 Superslim con OFW 4.55 Con l ultimo update 4.55 rilasciato da Sony il funzionamento degli ODE è leggermente cambiato in particolare sulle console PS3 Super Slim In questa

Dettagli

IL LINGUAGGIO C NOSTRO APPROCCIO AL C. Sempre con esempi che illustrano le caratteristiche del linguaggio. SCRIVERE ED ESEGUIRE IL PRIMO PROGRAMMA C

IL LINGUAGGIO C NOSTRO APPROCCIO AL C. Sempre con esempi che illustrano le caratteristiche del linguaggio. SCRIVERE ED ESEGUIRE IL PRIMO PROGRAMMA C IL LINGUAGGIO C Sviluppato agli inizi degli anni '70 nei Bell Laboratories per ricerca, ha caratteristiche che lo rendono ideale per uso scientifico. Si sviluppa e si diffonde parallelamente a Unix. È

Dettagli

2 - Introduzione al linguaggio Java

2 - Introduzione al linguaggio Java 2 - Introduzione al linguaggio Java Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo

Dettagli

Esercitazione 8. Basi di dati e web

Esercitazione 8. Basi di dati e web Esercitazione 8 Basi di dati e web Rev. 1 Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E8-1 Basi di dati e web Una modalità tipica di accesso alle basi di dati è tramite interfacce web Esiste una

Dettagli

ISTRUZIONI XCODE. Autore: Luca Florio (luca.floriopolimi.it)

ISTRUZIONI XCODE. Autore: Luca Florio (luca.florio<at>polimi.it) ISTRUZIONI XCODE Autore: Luca Florio (luca.floriopolimi.it) XCode è l ambiente di sviluppo fornito da Apple che permette la creazione di applicazioni OSX e iphone. In questa guida vedremo come installarlo

Dettagli

Configurazione Stampe

Configurazione Stampe Configurazione Stampe Validità: Febbraio 2013 Questa pubblicazione è puramente informativa. SISECO non offre alcuna garanzia, esplicita od implicita, sul contenuto. I marchi e le denominazioni sono di

Dettagli

Searching and Downloading OpenStreetMap Data

Searching and Downloading OpenStreetMap Data Searching and Downloading OpenStreetMap Data QGIS Tutorials and Tips Author Ujaval Gandhi http://google.com/+ujavalgandhi Translations by Pino Nicolosi a.k.a Rattus This work is licensed under a Creative

Dettagli

Progettare un Database Geografico con UML

Progettare un Database Geografico con UML Progettare un Database Geografico con UML Claudio Rocchini (rockini@tele2.it) Istituto Geografico Militare Introduzione In questa breve nota si vuole introdurre i principi di progettazione tramite il linguaggio

Dettagli

NUOVA PROCEDURA COPIA ED INCOLLA PER L INSERIMENTO DELLE CLASSIFICHE NEL SISTEMA INFORMATICO KSPORT.

NUOVA PROCEDURA COPIA ED INCOLLA PER L INSERIMENTO DELLE CLASSIFICHE NEL SISTEMA INFORMATICO KSPORT. NUOVA PROCEDURA COPIA ED INCOLLA PER L INSERIMENTO DELLE CLASSIFICHE NEL SISTEMA INFORMATICO KSPORT. Con l utilizzo delle procedure di iscrizione on line la società organizzatrice ha a disposizione tutti

Dettagli

V 1.00b. by ReBunk. per suggerimenti e critiche mi trovate nell hub locarno.no-ip.org. Guida di base IDC ++1.072

V 1.00b. by ReBunk. per suggerimenti e critiche mi trovate nell hub locarno.no-ip.org. Guida di base IDC ++1.072 V 1.00b by ReBunk per suggerimenti e critiche mi trovate nell hub locarno.no-ip.org Guida di base IDC ++1.072 Thanks To SicKb0y (autore del idc++) staff (per sopportarmi tutti i giorni) Versione definitiva

Dettagli

Introduzione a Visual Studio 2005

Introduzione a Visual Studio 2005 Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingengeria Elettronica e Telecomunicazioni a.a. 2008/2009 Introduzione a Visual Studio 2005 Outline Solutions e Projects Visual Studio e il linguaggio C Visual

Dettagli

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com 2015 Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO http://www.liveboxcloud.com Iniziamo ad utilizzare LiveBox LiveBox è un software di private cloud che permette di memorizzare, condividere e modificare i documenti

Dettagli

E' sempre valido il comando che si usa anche con Outlook Express e con Windows Mail: shift più control più V.

E' sempre valido il comando che si usa anche con Outlook Express e con Windows Mail: shift più control più V. Microsoft Outlook 2007. Di Nunziante Esposito. `*************` Decima ed ultima parte: Varie. `***********` Dopo aver impostato al meglio le opzioni ed il layout di questo browser, e dopo le indicazioni

Dettagli

Lab 01 Sistemi Operativi

Lab 01 Sistemi Operativi Informatica Grafica Ingegneria Edile-Architettura a.a. 2010/2011 Lab 01 Sistemi Operativi Lab01 1 Obiettivi Durante l'esercitazione vedremo come il sistema operativo si occupa di gestire: 1. i processi

Dettagli

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica.

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. Il lavoro si presenta piuttosto lungo, ma per brevità noi indicheremo come creare la pagina iniziale,

Dettagli

Vademecum Control4 Manuale App Start Here

Vademecum Control4 Manuale App Start Here Introduzione Start Here è un App 4Store e un driver che sviluppa il concetto di pulsanti personalizzati su un sistema Control4 ad un livello completamente nuovo. Start Here vi offre fino a 24 pulsanti

Dettagli

PROGETTO PER LA TRASMISSIONE DOCUMENTI RELATIVI ALL APPROVAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI IN FORMA DIGITALE

PROGETTO PER LA TRASMISSIONE DOCUMENTI RELATIVI ALL APPROVAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI IN FORMA DIGITALE PROGETTO PER LA TRASMISSIONE DOCUMENTI RELATIVI ALL APPROVAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI IN FORMA DIGITALE L approvazione di una manifestazione nazionale od internazionale comporta spesso la trasmissione

Dettagli

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma Dev C++ Note di utilizzo 1 Prerequisiti Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma 2 1 Introduzione Lo scopo di queste note è quello di diffondere la conoscenza

Dettagli

La prima applicazione

La prima applicazione Capitolo 2 La prima applicazione Benvenuti nel mondo della programmazione Mac! Molti libri di programmazione iniziano con lunghe pagine di storia dei linguaggi di programmazione, introducendo molti concetti

Dettagli

Configurare attività e risorse in Moodle Parte I - Versione 1 non definitiva. a cura di Patrizio Porcelli. Pag. 1

Configurare attività e risorse in Moodle Parte I - Versione 1 non definitiva. a cura di Patrizio Porcelli. Pag. 1 a cura di Patrizio Porcelli Pag. 1 Uno sguardo d insieme ad un corso in Moodle Pag. 2 Inserire attività e risorse in Moodle Configurare attività e risorse in Moodle Parte I - Versione 1 non definitiva

Dettagli

www.cineinformatica.com

www.cineinformatica.com www.cineinformatica.com 8Start Launcher, facciamo ordine in Windows 8Start Launcher 1.6 è un software freeware progettato per rendere più usabili i sistemi operativi Windows, inoltre è anche un tool per

Dettagli

Innanzitutto andiamo sul sito http://www.dropbox.com/ ed eseguiamo il download del programma cliccando su Download Dropbox.

Innanzitutto andiamo sul sito http://www.dropbox.com/ ed eseguiamo il download del programma cliccando su Download Dropbox. Oggi parlerò di qualcosa che ha a che fare relativamente con la tecnica fotografica, ma che ci può dare una mano nella gestione dei nostri archivi digitali, soprattutto nel rapporto professionale con altre

Dettagli

Code::Blocks, installazione ed uso

Code::Blocks, installazione ed uso Code::Blocks, installazione ed uso Alessio Mauro Franchi Dipartimento DEIB, Politecnico di Milano, Milano 9 ottobre 04 Indice Introduzione Installare Code::Blocks: Windows 3 3 Installare Code::Blocks:

Dettagli

Introduzione a Microsoft Word 2007

Introduzione a Microsoft Word 2007 Introduzione a Microsoft Word 2007 Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2007 Non ostante che Microsoft Office 2007 sia uscito da un po di tempo, molte persone ancora non sono

Dettagli

Guida al download di video da youtube: siti e software by ascuoladi.tk

Guida al download di video da youtube: siti e software by ascuoladi.tk Scaricare video da YouTube, è diventato semplicissimo. Se ad esempio avete video presenti sui vostri cd, dvd o blu-ray originali, ma non volete mettervi all opera su di essi ma scaricarli semplicemente

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Programmare in Php con NetBeans Php. Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE

Laboratorio di Sistemi Programmare in Php con NetBeans Php. Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE NetBeans è un IDE ben noto ai programmatori Java. Con esso si possono infatti costruire applicazioni desktop professionali dotate di interfaccia grafica, applicazioni

Dettagli

Installazione del Software. per lo Sviluppo di Applicazioni Java

Installazione del Software. per lo Sviluppo di Applicazioni Java Installazione del Software per lo Sviluppo di Applicazioni Java Ing. Luca Ferrari ferrari.luca@unimore.it Tel. 0592056142 Installazione del Software per lo Sviluppo di Applicazioni Java 1 Il Compilatore

Dettagli

Tale attività non è descritta in questa dispensa

Tale attività non è descritta in questa dispensa Fondamenti di informatica Oggetti e Java ottobre 2014 1 Nota preliminare L installazione e l uso di Eclipse richiede di aver preliminarmente installato Java SE SDK Tale attività non è descritta in questa

Dettagli

Apache 2, PHP5, MySQL 5

Apache 2, PHP5, MySQL 5 Installazione di Apache 2, PHP5, MySQL 5 Corso Interazione Uomo Macchina AA 2005/2006 Installazione e Versioni Considerazione le versioni più recenti dei vari software così da poterne sperimentare le caratteristiche

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Guida Pratica Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Integrare FileMaker Pro con Office pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Prima di iniziare... 4 Condivisione di dati tra FileMaker Pro e Microsoft

Dettagli

Il vostro primo programma

Il vostro primo programma Capitolo 2 Il vostro primo programma Ora che conoscete la struttura di questo libro, è tempo di capire come funziona la programmazione per il Mac e i dispositivi ios. A questo scopo: installerete gli strumenti

Dettagli

GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008

GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008 GERARCHIE RICORSIVE - SQL SERVER 2008 DISPENSE http://dbgroup.unimo.it/sia/gerarchiericorsive/ L obiettivo è quello di realizzare la tabella di navigazione tramite una query ricorsiva utilizzando SQL SERVER

Dettagli

Guida per l utente. Marzo 2013. www.iphonesmsexport.info. New Digital Power 113 Via Antonio Silvani 00139 Rome, Italy. info@digitalpower.

Guida per l utente. Marzo 2013. www.iphonesmsexport.info. New Digital Power 113 Via Antonio Silvani 00139 Rome, Italy. info@digitalpower. Guida per l utente Marzo 2013 www.iphonesmsexport.info New Digital Power 113 Via Antonio Silvani 00139 Rome, Italy info@digitalpower.it Introduzione SMS Export è stato concepito per dare la possibilità

Dettagli

Rev.00007 Pubbl.su sito

Rev.00007 Pubbl.su sito ISTRUZIONE OPERATIVA - Documentazione Supporto Pag. 1 di 8 REDAZIONE APPROVAZIONE R-ASSW Roman Del Prete Angela DG Mario Muzzin 03.02.2014 MOTIVO DELLA REVISIONE 00002 30.01.2008 Mod.paragr.4 : specifiche

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

SYDI - Raccogliere Documentazione hardware e software nella nostra rete:

SYDI - Raccogliere Documentazione hardware e software nella nostra rete: SYDI - Raccogliere Documentazione hardware e software nella nostra rete: Author : cufre Cominciamo a scaricare gli script necessari da QUI, in particolare scarichiamo il pacchetto SYDI- Server (attualmente

Dettagli

Capitolo 1 Introduzione a Gambas

Capitolo 1 Introduzione a Gambas Capitolo 1 Introduzione a Gambas Gambas è stato creato inizialmente da Benoit Minisini, un residente della periferia di Parigi. Secondo Benoit, Gambas è un linguaggio Basic con estensioni per la programmazione

Dettagli

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Fondamenti di Informatica 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Sommario Installazione SOFTWARE JDK ECLIPSE 03/03/2011 2 ALGORITMI E PROGRAMMI PROBLEMA ALGORITMO PROGRAMMA metodo risolutivo linguaggio di

Dettagli

Informatica. Prof. A. Longheu. Introduzione ai Linguaggi Object-Oriented

Informatica. Prof. A. Longheu. Introduzione ai Linguaggi Object-Oriented Informatica Prof. A. Longheu Introduzione ai Linguaggi Object-Oriented 1 Generalità programmazione OO La programmazione ad oggetti è un particolare modo di scrivere il programma. Si prevede che: 1) si

Dettagli

Oltre al database dobbiamo provvedere al backup dei file presenti sul server. Per fare questo abbiamo bisogno di un client FTP (ad es. FileZilla).

Oltre al database dobbiamo provvedere al backup dei file presenti sul server. Per fare questo abbiamo bisogno di un client FTP (ad es. FileZilla). WORDPRESS Backup completo Premessa La procedura per eseguire correttamente il backup si divide in due fasi: backup dei file del sito backup del database SQL. Software e plugin necessari WordPress, purtroppo,

Dettagli

Sviluppare applicazioni per Windows Phone

Sviluppare applicazioni per Windows Phone Sviluppare applicazioni per Windows Phone Daniele Bochicchio - Cristian Civera - Marco De Sanctis - Alessio Leoncini - Marco Leoncini ISBN: 9788820347697 http://books.aspitalia.com/windows-phone/ Contenuti

Dettagli

Ultr@ VNC: Guida (parte 1)

Ultr@ VNC: Guida (parte 1) Ultr@ VNC: Guida (parte 1) Vi presento la guida in italiano per l installazione e l utilizzo di Ultra VNC :http://ultravnc.sourceforge.net. Le potenzialità del programma ve le abbiamo già presentate :http://www.femetal.it/9/ultravncrecensione,

Dettagli

Moodle Guida rapida per docenti

Moodle Guida rapida per docenti Moodle Guida rapida per docenti Questa vuole essere una guida rapida per semplificare la realizzazione di corsi on line tramite Moodle. Quindi descriverò solo le principali funzioni del software. Ma chi

Dettagli

ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad

ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad Ordini...pag. 4 Gestione...pag. 11 Impostazioni...pag. 13 Importa...pag. 14 Esporta...pag. 16 Business...pag. 18 www.ordersender.com ordini

Dettagli

Prova d Esame 07.04.2006 Compito B

Prova d Esame 07.04.2006 Compito B DOMANDA 1 (6 punti) Si analizzi il codice seguente e si scriva l output prodotto dai metodi main public class General { public static String s1 = "ciao"; protected int n; public General() { n = 3; public

Dettagli

Cap.1 Framework dotnet e Ambiente di sviluppo

Cap.1 Framework dotnet e Ambiente di sviluppo High thoughts must have a high language. (Aristophanes) Cap.1 Framework dotnet e Ambiente di sviluppo in questo primo capitolo presentiamo l'ambiente di sviluppo che verrà utilizzato in questo corso. Si

Dettagli

- Guida a VMware - Guida a VMware. Questa guida vi aiuterà passo passo nell installazione e la configurazione di VMware.

- Guida a VMware - Guida a VMware. Questa guida vi aiuterà passo passo nell installazione e la configurazione di VMware. 1 di 5 05/12/2008 1.06 Guida a VMware Scritto da Aleshotgun Venerdì 08 Febbraio 2008 17:44 - Guida a VMware - Questa guida vi aiuterà passo passo nell installazione e la configurazione di VMware. Prima

Dettagli

Piattaforma Digital Signage

Piattaforma Digital Signage Piattaforma Digital Signage La piattaforma MSO Gold Il Digital Signage è una nuova forma di comunicazione innovativa e dinamica che prevede la distribuzione di contenuti digitali da remoto o localmente,

Dettagli

Il sistema operativo Windows Gestire files e cartelle. CORSO DI INFORMATICA LIVELLO 1 - Lezione 1

Il sistema operativo Windows Gestire files e cartelle. CORSO DI INFORMATICA LIVELLO 1 - Lezione 1 Il sistema operativo Windows Gestire files e cartelle Come vengono visualizzati i contenuti del computer: files cartelle cestino unità DVD RW browser La barra dell indirizzo evidenzia il percorso da fare

Dettagli

Istruzioni per installare EpiData e i files dati ad uso di NetAudit

Istruzioni per installare EpiData e i files dati ad uso di NetAudit Istruzioni per installare EpiData a cura di Pasquale Falasca e Franco Del Zotti Brevi note sull utilizzo del software EpiData per una raccolta omogenea dei dati. Si tratta di istruzioni passo-passo utili

Dettagli

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com 2014 Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia

Dettagli

Calibre. Principali funzioni per la lettura e la gestione degli ebooks

Calibre. Principali funzioni per la lettura e la gestione degli ebooks Calibre Principali funzioni per la lettura e la gestione degli ebooks Calibre è un software per catalogare, convertire, gestire e collezionare ebook. Si tratta di un software freeware, quindi totalmente

Dettagli

Guida per l utilizzo del Data Base

Guida per l utilizzo del Data Base Guida per l utilizzo del Data Base Specifico per catalogare e gestire la vostra collezione di modelli ferroviari Requisiti di sistema e installazione Collezione Treni 2011 è progettato per funzionare con

Dettagli

Caratteristiche principali. la struttura open source (escluse alcune versioni intermedie) il suo basarsi su kernel Linux.

Caratteristiche principali. la struttura open source (escluse alcune versioni intermedie) il suo basarsi su kernel Linux. Android s.o. Androidè un sistema operativo per dispositivi mobili costituito da uno stack software che include: un sistema operativo di base, i middleware per le comunicazioni le applicazioni di base.

Dettagli

1 CIRCOLO SPINEA (VE) CORSO CONOSCENZA E MANUTENZIONE DEL COMPUTER APRILE 2010 COME RIPULIRE IL PC UTILIZZANDO UN APPOSITO SOFTWARE

1 CIRCOLO SPINEA (VE) CORSO CONOSCENZA E MANUTENZIONE DEL COMPUTER APRILE 2010 COME RIPULIRE IL PC UTILIZZANDO UN APPOSITO SOFTWARE 1 CIRCOLO SPINEA (VE) CORSO CONOSCENZA E MANUTENZIONE DEL COMPUTER APRILE 2010 COME RIPULIRE IL PC UTILIZZANDO UN APPOSITO SOFTWARE In alternativa alle procedure che si seguono utilizzando le specifiche

Dettagli

Installazione del software per la Carta Regionale Servizi

Installazione del software per la Carta Regionale Servizi Installazione del software per la Carta Regionale Servizi 1. 2. 3. 4. Download del software... 2 Installazione del driver... 4 Configurazione di Mozilla Firefox... 10 Disinstallazione CNSManager... 13

Dettagli

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS Qui di seguito le istruzioni per partecipare ai virtual meeting 3rotaie. Il software (ad uso gratuito per scopi non commerciali) scelto è TeamViewer (scaricabile da http://www.teamviewer.com) che la momento

Dettagli

Windows. Cos è I componenti principali Le funzioni essenziali. www.vincenzocalabro.it 1

Windows. Cos è I componenti principali Le funzioni essenziali. www.vincenzocalabro.it 1 Windows Cos è I componenti principali Le funzioni essenziali www.vincenzocalabro.it 1 Cos è Windows è un sistema operativo, ovvero un insieme di software che consente di eseguire le operazioni basilari

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più Le operazioni più comuni Le operazioni più comuni Personalizzare l interfaccia Creare un nuovo file Ieri ci siamo occupati di descrivere l interfaccia del nuovo Office, ma non abbiamo ancora spiegato come

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012. Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010

Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012. Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010 Fondamenti di Informatica T-1 CdS Ingegneria Informatica a.a. 2011/2012 Introduzione a Visual Studio 2005/2008/2010 1 Outline Solution e Project Visual Studio e linguaggio C Visual Studio schermata principale

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli