Terminale CPX. Manuale Elettronica. Nodo bus CPX. Tipo CPX FB38. Protocollo di rete EtherCAT. Manuale it 0804NH [ ]

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Terminale CPX. Manuale Elettronica. Nodo bus CPX. Tipo CPX FB38. Protocollo di rete EtherCAT. Manuale 562 528 it 0804NH [733 642]"

Transcript

1 Terminale CPX Manuale Elettronica Nodo bus CPX Tipo CPX FB38 Protocollo di rete EtherCAT Manuale it 0804NH [ ]

2

3 Indice e avvertenze generali di sicurezza Originale de Edizione it 0804NH Denominazione P.BE CPX FB38 IT Codice di ordinazione (Festo AG&Co. KG, D73726 Esslingen, 2008) Internet: E mail: È vietato consegnare a terzi o riprodurre questo documento, utilizzarne il contenuto o renderlo comunque noto a terzi senza esplicita autorizzazione. Ogni infrazione comporta il riscarimento dei danni subiti. Sono riservati tutti i diritti derivanti dalla concessione di brevetti per invenzioni industriali di utilità o di brevetti per modelli ornamentali. I

4 Indice e avvertenze generali di sicurezza EtherCAT SPEEDCON TORX TÜV TwinCAT VDE è un marchio registrato Beckhoff Automation GmbH, Verl, Germany è un marchio registrato PHOENIX Contact GmbH & Co. KG, Blomberg, Germany è un marchio registrato Acument Intellectual Properties, LLC produttore: Acument Global Technologies North America, Sterling Heights, Michigan, USA) è un marchio registrato TÜV Süd AG, München, Germany è un marchio registrato Beckhoff Automation GmbH, Verl, Germany è un marchio registrato Verband der Elektrotechnik Elektronik Informations technik e.v., Frankfurt am Main, Germany II

5 Indice e avvertenze generali di sicurezza Indice Impiego ammesso Destinatari Servizio assistenza Indicazioni per la presente descrizione Indicazioni importanti per l utilizzatore V VI VI VII IX 1. Installazione Indicazioni generali per l installazione Impostazioni degli interruttori DIL sul nodo bus Smontaggio e montaggio della placchetta di copertura di interruttoridil Impostazione degli interruttori DIL Collegamento alla rete Indicazioni generali sulle reti EtherCAT Panoramica Blocco connessioni, connettori di rete e linee Interfaccia di rete Allacciamento alla rete Garanzia del grado di protezione IP65/IP Occupazione dei pin alimentazione elettrica Messa in servizio Istruzioni di carattere generale Occupazione degli indirizzi Indirizzamento Fondamenti di indirizzamento Assegnazione di indirizzi in seguito ad ampliamento o modifica Configurazione Trasferire le caratteristiche dell utenza (file XML") nel programma di configurazione Indirizzamento e accesso ai dati (oggetti di dati) Configurazione del terminale CPX con TwinCAT Beckhoff (configurazione della rete EtherCAT) Collegare progetto di automazione (PLC Project) III

6 Indice e avvertenze generali di sicurezza Rappresentazione della topologia EtherCAT Configurazione nel modo operativo Remote Controller Parametrazione Introduzione nella parametrazione Condizioni generali per la parametrazione Metodi di parametrazione Parametrazione tramite Maintenance Tool Festo (metodo 1) Parametrazione con l handheld (metodo 2) Note sui parametri per le impostazioni del sistema CPX Parametrazione del modo Fail safe Sequenza specifica CPX FB38 della parametrazione iniziale allo start del sistema (System start") Esempio di applicazione per la parametrazione Lista di controllo per la messa in servizio del terminale CPX Sostituzione del nodo bus Diagnosi Panoramica delle possibilità di diagnosi Diagnosi tramite i LED Indicazione dello stato d esercizio EtherCAT (LED Run), errore EtherCAT(LED Error), stato di collegamento (LEDs L/A2, L/A1) Segnalazione degli errori da parte dei LED di diagnosi del sistema (PS, PL, SF, M) Diagnosi tramite bit di stato Diagnosi tramite il modulo d interfacciamento diagnostico I/O Diagnosi tramite EtherCAT Informazioni base Reazione agli errori (impostazioni Fail safe) Tipi di errore A. Appendice tecnica A 1 A.1 Dati tecnici del nodo bus CPX FB A 3 B. Indice analitico B 1 IV

7 Indice e avvertenze generali di sicurezza Impiego ammesso Il nodo bus documentato in questo descrizione CPX FB38 è destinato solo come utenza (I/O Device o Box") in una rete EtherCAT. Utilizzare il terminale CPX solo nel modo seguente: in ambito industriale, nei limiti di impiego previsti nello stato originale senza apportare modifiche arbitrarie; sono permesse solo le trasformazioni o modifiche descritte nella documentazione allegata al prodotto in condizioni tecnicamente perfette. Osservare i valori limite specificati per pressioni, tempera ture, dati elettrici, momenti ecc. Quando si collegano comuni componenti supplementari, quali sensori e attuatori, osservare i valori limite indicati per pressioni, temperature, dati elettrici, momenti ecc. Attenersi alle prescrizioni delle associazioni di categoria nonché alle prescrizioni VDE (Associazione Elettrotecnica Tedesca) o alle norme nazionali equivalenti. Avvertenza Per l alimentazione elettrica utilizzare esclusivamente circuiti PELV a norma IEC/DIN EN (Protective Extra Low Voltage, PELV). Attenersi inoltre ai requisiti generali previsti per i circuiti elettrici PELV a norma IEC/DIN EN Utilizzare esclusivamente sorgenti di energia in grado di garantire un sezionamento elettrico sicuro della tensione d esercizio a norma IEC/DIN EN V

8 Indice e avvertenze generali di sicurezza La protezione contro le scosse elettriche (protezione dal contatto diretto e indiretto) viene ottenuta impiegando circuiti PELV a norma IEC/DIN EN (equipaggiamento elettrico di macchine, requisiti generali). Osservare le istruzioni circa la realizzazione di un circuito di emergenza riportate al punto 2.5.1, 2.8 e 3.1. Destinatari La presente descrizione è rivolta esclusivamente a esperti qualificati nelle tecnologie di controllo e automazione che abbiano esperienza nelle operazioni di installazione, messa in servizio, programmazione e diagnostica di controllori a logica programmabile (PLC) e sistemi fieldbus. Servizio assistenza In caso di problemi tecnici rivolgersi al servizio assistenza locale Festo. VI

9 Indice e avvertenze generali di sicurezza Indicazioni per la presente descrizione La presente descrizione riporta informazioni sul seguente modulo: Nodo bus CPX Denomina zione del tipo Descrizione Blocco connessioni CPX FB38 Nodo bus CPX su base Ethernet per EtherCAT La tecnologia fieldbus EtherCAT utilizza lo standard Ethernet per la comunicazione in tempo reale nell ambiente industriale Connettore 2 x M12, D coded, female a 4 poli, secondo IEC , compatibile SPEEDCON Trasmissione dati: EtherCAT, in appoggio al protocollo Ethernet (IEEE802.3), ottimizzato per dati di processo, capacità Real Time Trasmissione dei dati di processo in frame Ethernet Industrial Ethernet, Switched Fast Ethernet, 100Mbit/s Standard e norme con riferimento a EtherCAT: IEC IEC IEC ISO/IEC Per ulteriori informazioni: Tab.0/1: Panoramica del nodo bus CPX per EtherCAT VII

10 Indice e avvertenze generali di sicurezza La presente descrizione riporta informazioni su installazione e configurazione del nodo bus CPX per EtherCAT nonché infor mazioni specifiche EtherCAT relative a parametrazione, messa in servizio, programmazione e diagnosi di un terminale CPX in una rete EtherCAT. Ulteriori informazioni inerenti EtherCAT sono riportate su Internet: EtherCAT Technology Group: Specifiche EtherCAT (EtherCAT Specification",Profiles"), direttive (Guidelines") e istruzioni (ad es. How to configure an EtherCAT Slave Device"): Informazioni generali e basilari su funzionamento, montaggio, installazione e messa in servizio del terminale CPX sono ripor tate nella descrizione del sistema CPX (P.BE CPX SYS...). Per informazioni su altri moduli CPX vedi relativa descrizione. Una panoramica della struttura del manuale del terminale CPX è riportata nella descrizione del sistema CPX. Informazioni specifiche inerenti il sistema di comando (IPC,PLC o controller I/O) sono riportate nella documentazione del costruttore allegata al prodotto. VIII

11 Indice e avvertenze generali di sicurezza Indicazioni importanti per l utilizzatore Categorie di pericolo Il presente manuale fornisce indicazioni sui pericoli che pos sono insorgere in caso di uso improprio del prodotto. Tali indicazioni sono evidenziate con una parola di segnala zione (avvertenza, attenzione, ecc.), stampate in caratteri ombreggiati e segnalate con un pittogramma. Si distinguono le seguenti indicazioni di pericolo: Avvertenza... in caso di mancata osservanza del suo contenuto è possibile provocare gravi danni a persone e cose. Attenzione... in caso di mancata osservanza del suo contenuto è possibile provocare gravi danni a persone e cose. Nota... in caso di mancata osservanza del suo contenuto è possibile provocare gravi danni a cose. Inoltre, il seguente pittogramma indica le parti di testo che descrivono le attività con componenti sensibili alle cariche elettrostatiche. Componenti danneggiabili a causa di cariche elettrostatiche: Manipolazioni improprie possono danneggiare i componenti. IX

12 Indice e avvertenze generali di sicurezza Segnalazione di informazioni speciali I seguenti pittogrammi indicano le parti di testo contenenti informazioni speciali. Pittogrammi Informazioni: Consigli, suggerimenti e rimandi ad altre fonti di informazioni. Accessori: Indicazioni sugli accessori necessari o idonei al prodotto Festo. Ambiente: Informazioni per l impiego dei prodotti Festo nel rispetto dell ambiente. Indicazioni di testo Il punto contraddistingue attività che possono essere eseguite seguendo qualsiasi ordine. 1. Le cifre contraddistinguono le attività che devono essere eseguite nell ordine indicato. I trattini contraddistinguono elencazioni generiche. X

13 Indice e avvertenze generali di sicurezza Nel presente manuale vengono utilizzati i seguenti termini e abbreviazioni specifici del prodotto: Termine/ Abbreviazione A0 h BI BO CP FEC FMT Handheld (MMI) I I/O Interruttori DIL Moduli CPX Moduli I/O Nodo bus O Ottetto Terminale CPX Significato I numeri esadecimali vengono identificati da una h" in formato pedice Byte d ingresso Byte di uscita Compact Performance Controller front end, ad es. CPX FEC, utilizzabile come: controllo di sistema autarchico (PLC, modo operativo Stand Alone) controllo dell impianto (PLC, modo operativo Remote Controller) fieldbus slave (modo operativo Remote I/O) Festo Maintenance Tool (CPX FMT); software di configurazione e programma zione per moduli CPX, per messa in funzione e scopi di servizio Unità di comando manuale (Handheld, CPX MMI) per moduli CPX, per messa in funzione e scopi di servizio (Man Machine Interface, MMI) Ingresso digitale Ingressi e uscite digitali Interruttori miniaturizzati; in genere gli interruttori Dual In Line sono formati da diversi elementi che permettono di eseguire delle impostazioni Termine generale per definire i moduli che possono essere integrati in un terminale CPX Termine generalmente utilizzato per identificare i moduli CPX che predispongono ingressi e uscite digitali Stabiliscono il collegamento a determinate reti o fieldbus, trasmettono gli impulsi di comando ai moduli collegati e controllano la relativa funzionalità Uscita digitale Numero di parole indirizzi occupate dal terminale CPX Sistema completo formato da moduli CPX con o senza componenti pneumatici Tab.0/2: Termini e abbreviazioni specifici Parte 1 XI

14 Indice e avvertenze generali di sicurezza Termine/ Abbreviazione EtherCAT PLC PLC/IPC Pneumatic Interface STI Significato Sistema fieldbus su base Industrial Ethernet per lo scambio di dati fra controllo di sistema (PLC/IPC), controllo dell impianto (ad es. CPX FEC) e unità di campo (I/O Devices) o attuatori; trasmissione dei dati di processo inoggetti (in appoggio al protocollo fieldbus CANopen); integrazione dei dati di processo in frame Ethernet o datagrammi (viaudp/ip); per ulteriori informazioni: Programmable Logic Controller, equivale a sistema di comando a logica programmabile (PLC) Sistema di comando a logica programmabile / PC per uso industriale Si tratta del modulo di interfacciamento tra le unità periferiche elettriche modulari e l impianto pneumatico Modulo di interfacciamento diagnostico I/O (System Table Interface) Tab.0/3: Termini e abbreviazioni specifici Parte 2 XII

15 Installazione Capitolo 1 1 1

16 1. Installazione Indice 1. Installazione Indicazioni generali per l installazione Impostazioni degli interruttori DIL sul nodo bus Smontaggio e montaggio della placchetta di copertura di interruttoridil Impostazione degli interruttori DIL Collegamento alla rete Indicazioni generali sulle reti EtherCAT Panoramica Blocco connessioni, connettori di rete e linee Interfaccia di rete Allacciamento alla rete Garanzia del grado di protezione IP65/IP Occupazione dei pin alimentazione elettrica

17 1. Installazione 1.1 Indicazioni generali per l installazione Avvertenza Prima di effettuare interventi di installazione e manuten zione, scollegare quanto segue: alimentazione dell aria compressa alimentazione della tensione d esercizio dell elettronica/ sensori alimentazione della tensione di carico di uscite/valvole. In tal modo si evitano: movimenti incontrollati delle tubazioni allentate movimenti indesiderati degli attuatori collegati stati di commutazione non definiti dei componenti elettronici. Attenzione Il nodo bus CPX contiene elementi sensibili alle cariche elettrostatiche. Pertanto non toccare tali componenti. Attenersi alle prescrizioni di impiego dei componenti sensibili alle correnti elettrostatiche. Così si evitano irregolarità di funzionamento e danni ai componenti elettronici. Per informazioni circa il montaggio del terminale CPX si rimanda alla descrizione del sistema CPX (P.BE CPX SYS...). 1 3

18 1. Installazione Elementi elettrici di connessione e segnalazione Il nodo bus CPX per EtherCAT è dotato dei seguenti elementi di connessione e segnalazione: CPX FB38 1 LED stato di rete specifici EtherCAT e LED specifici CPX 2 Allacciamento alla rete 2 (uscita Out2") *) 3 Allacciamento alla rete 1 (ingresso In1") *) 4 Placchetta di copertura per interruttori DIL 5 Interfaccia di servizio per handheld (V.24) 6 Targhetta di identificazione *) Connettore: tipo M12, D coded, female a 4 poli Fig.1/1: Elementi di connessione e segnalazione sul nodo bus CPX 1 4

19 1. Installazione Nota Chiudere le connessioni inutilizzate con tappi di prote zione. In tal modo è garantito il grado di protezione IP65/IP67 (vedi punto 1.4). Smontaggio e montaggio Il nodo bus è montato in un blocco di interconnessione del terminale CPX (vedi Fig.1/2). Smontaggio Per smontare il nodo bus procedere nel modo seguente: 1. Sbloccare le 4 viti del nodo con un cacciavite TORX, misura T Sfilare il nodo facendolo scorrere sulle barre conduttrici del blocco di interconnessione con cautela e senza incli narlo. 1 Nodo bus CPX 2 Blocco di interconnessione 3 Barre conduttrici 4 Viti TORX T Fig.1/2: Smontaggio/Montaggio del nodo bus 1 5

20 1. Installazione Nota Utilizzare sempre viti adatte ai blocchi di interconnessione (metallo o plastica): con blocchi in plastica: viti maschianti a deformazione con blocchi in metallo: viti con filettatura metrica. I due tipi di vite sono in dotazione se il nodo bus viene ordinato come pezzo di acquisto singolo. Montaggio Per il montaggio del nodo bus procedere nel modo seguente: 1. Controllare guarnizione e superfici di tenuta. 2. Inserire il nodo bus nel blocco di interconnessione. Assicurarsi che le scanalature con i morsetti poste sul lato inferiore del nodo bus siano a contatto con le barre conduttrici del blocco. 3. Inserire il nodo bus nel blocco con cautela e senza inclinarlo fino alla battuta. 4. Stringere le viti solo manualmente. Per il serraggio delle viti utilizzare solo il filetto già presente. 5. Per serrare le viti, utilizzare un cacciavite TORX misura T10 e applicare una coppia di 0,9 1,1 Nm. 1 6

21 1. Installazione 1.2 Impostazioni degli interruttori DIL sul nodo bus Prima di procedere all impostazione del nodo bus CPX, rimuovere la placchetta di copertura degli interruttori DIL. Attenzione Il nodo bus CPX contiene elementi sensibili alle cariche elettrostatiche. Pertanto non toccare tali componenti. Attenersi alle prescrizioni di impiego dei componenti sensibili alle correnti elettrostatiche. Così si evitano irregolarità di funzionamento o danni ai com ponenti elettronici Smontaggio e montaggio della placchetta di copertura di interruttoridil È necessario un cacciavite per poter smontare o montare la placchetta di copertura. Nota Per smontare o montare la placchetta di copertura, seguire le indicazioni qui riportate: Disinserire l alimentazione di tensione. Verificare che la guarnizione sia posizionata correttamente. Stringere le due viti di fissaggio prima manualmente e poi con max. 0,4 Nm. 1 7

22 1. Installazione Impostazione degli interruttori DIL Gli interruttori DIL sotto la placchetta di copertura (vedifig.1/3) permettono di impostare i seguenti parametri: modo operativo del nodo bus modo diagnostico. Procedura 1. Scollegare l alimentazione elettrica. 2. Asportare la placchetta di copertura vedi punto Eseguire le impostazioni richieste (vedi Tab.1/1 e Tab.1/2). 4. Rimontare la placchetta di copertura vedi punto Interruttore DIL 1: modo operativo del nodo bus 2 Interruttore DIL 2: con modo operativo Remote I/O: modo diagnostico 1 2 Fig.1/3: Funzione degli interruttori DIL sul nodo bus 1 8

23 1. Installazione Impostazione del modo operativo con l interruttore DIL 1 Impostare il modo operativo del nodo bus intervenendo sull elemento DIL 1.1 dell interruttore DIL 1 (vedi Tab.1/1): Modo operativo Remote I/O Modo operativo Remote Controller Modo operativo Impostazione dell interruttore DIL 1 Modo operativo Remote I/O Tutte le funzioni del terminale CPX vengono gestite direttamente dal controller IO EtherCAT o da un PLC host DIL 1.1: OFF DIL 1.2: OFF (impostazione di fabbrica) Il nodo bus svolge la funzione di collegamento alla rete EtherCAT Modo operativo Remote Controller Condizione: Un CPX FEC è un componente del terminale CPX DIL 1.1: ON DIL 1.2: OFF L FEC incorporato nel terminale controlla tutte le funzioni Il nodo bus svolge la funzione di collegamento alla rete EtherCAT Tab.1/1: Impostazione del modo operativo del nodo bus con l interruttore DIL 1 1 9

24 1. Installazione Remote I/O Spiegazione del modo operativo Tutte le funzioni del terminale CPX vengono gestite diretta mente dal controller I/O EtherCAT o da un PLC host: Sistema di comando dell unità di valvole CPX (chiamato anche comando I/O) Scambio di dati fra sistema di comando e moduli Parametrazione dei moduli Diagnosi Il sistema di comando e l unità di valvole CPX comunicano tramite EtherCAT. Il nodo bus svolge la funzione di collega mento all EtherCAT ed esegue lo scambio di dati: Conversione del protocollo Ritrasmissione di dati in entrata e in uscita Protocollo EtherCAT (in entrambi i modi operativi) Viene utilizzato il protocollo EtherCAT a capacità Real Time. Se nel terminale CPX è installato un FEC, questo funge da modulo passivo, cioè senza alcun sistema di comando. In questo caso l FEC può essere impiegato ad es. per la connes sione di altre reti: l FEC esegue la ritrasmissione di dati in entrata o in uscita e quindi si comporta come un modulo I/O. 1 10

25 1. Installazione Remote Controller Spiegazione del modo operativo Un CPX FEC incorporato nel terminale CPX assume il comando del terminale (chiamato anche comando I/O), ad esempio in funzione di comando locale di un impianto di maggiori dimensioni. Condizioni per questo modo operativo: Un CPX FEC è un componente del terminale CPX. L FEC è nel modo operativo Remote Controller. Assicurarsi che gli interruttori DIL del nodo bus e dell FEC siano impostati secondo il modo operativo. Eventualmente adattare anche le impostazioni sul livello programma, ades. nella configurazione hardware di programma. Anche in questa configurazione il nodo bus svolge la funzione di collegamento all EtherCAT: L FEC può comunicare sul livello fieldbus ad es. con un controller EtherCAT tramite un campo dati di 8 byte I/O. Tramite questa interfaccia un comando host può ad es. richiamare informazioni di stato dell unità di valvole nonché sincronizzare od ottimizzare adeguatamente il comando di altre parti dell impianto. 1 11

26 1. Installazione Nel modo operativo Remote I/O: Impostazione del modo diagnostico con l interruttore DIL 2 La funzione dell interruttore DIL 2 dipende dall imposta zione dell interruttore DIL 1 o dal modo operativo impostato del terminale CPX (vedi Tab.1/1): Il modo diagnostico viene impostato nel modo operativo Remote I/O. Modo diagnostico (modo operativo Remote I/O) L interfaccia diagnostica I/O e i bitdi stato sono disattivati (+ 0 bit I/O) I bit di stato sono attivati (+ 8 (16) bit I) 1) Impostazione Interruttore DIL 2 2.1: OFF 2.2: OFF (impostazione difabbrica) 2.1: OFF 2.2: ON L interfaccia diagnostica I/O è attivata (+ 16 bit I/O) 1) Riservato per espansioni future 2.1: ON 2.2: OFF 2.1: ON 2.2: ON 1) Il modo diagnostico (bit di stato o modulo di interfacciamento diagnostico I/O) occupa un volume indirizzi a 2 byte o 4 byte (16bit I o 16 bit I/O; nel modo bit di stato" restano inutilizzati 8bit I) Tab.1/2: Impostazione del modo diagnostico con interruttore DIL (modo operativo Remote I/O) 1 12

27 1. Installazione Nota (1) Il modo diagnostico riduce lo spazio di indirizzamento disponibile L impiego del modo diagnostico (bit di stato o modulo di interfacciamento diagnostico I/O) occupa 16 bit I o 16bitI/O e quindi riduce il numero di bit I/O che sono disponibili per la comunicazione del modulo. In tal modo viene ridotto eventualmente il numero di moduli indirizzabili in favore delle informazioni di stato o di diagnosi supplementari. Tenere presente questa circostanza al momento di programmare il terminale CPX. (2) L attivazione successiva richiede una nuova configurazione La mappatura I/O interna CPX può spostarsi riattivando a posteriori il modo diagnostico (bit di stato o interfaccia I/O). In questo caso ripetere la configurazione di rete EtherCAT nel software di configurazione e programmazione, ad es. Beckhoff TwinCAT, soprattutto l assegnazione di ingressi e uscite. Nel modo operativo Remote Controller: Funzione dell interruttore DIL 2 La funzione dell interruttore DIL 2 dipende dall imposta zione dell interruttore DIL 1 o dal modo operativo impostato del terminale CPX (vedi Tab.1/1). Nel modo operativo Remote Controller l interruttore DIL 2 è riservato per ampliamenti futuri. 1 13

28 1. Installazione 1.3 Collegamento alla rete Indicazioni generali sulle reti EtherCAT Nota Il moduli con interfacce EtherCAT possono essere azionati solo nellereti in cui tutti i componenti collegati vengono alimentati con alimentazioni PELV o incorporate dotate di protezione equivalente. Indicazioni per l installazione Specifiche, indicazioni per l installazione e istruzioni possono essere acquisite tramite l organizzazione utenti EtherCAT: EtherCAT Technology Group: Specifiche EtherCAT (EtherCAT Specification", Profiles"), direttive (Guidelines") e istruzioni (ad es. How to configure an EtherCAT Slave Device"): Osservare le istruzioni ivi riportate. 1 14

29 1. Installazione Panoramica Blocco connessioni, connettori di rete e linee Nodo bus Blocco connessioni Connettori di rete Specifiche delle linee CPX FB38 Connettore 2 x M12, D coded, female a 4poli, secondo IEC , compatibile SPEEDCON Connettori Festo, tipo NECU M S D12G4 C2 ET, per linee Ethernet con diametro del cavo 68mm Tipo di cavo: linea schermata Industrial Ethernet (categoria minima Cat5) Lunghezza della linea: max. 100m fra utenze di rete (secondo le specifiche per reti Ethernet, ISO/IEC11801 e ANSI/TIA/EIA 568 B) Sezione conduttori per lunghezza max. della linea: 22AWG (per lunghezza di collegamento di 100m, in appoggio a ISO/IEC11801) Tab.1/3: Panoramica Blocco connessioni, connettori di rete e linee di rete Nota Errori di installazione e velocità elevate possono dare luogo a errori di trasmissione dati dovuti a fenomeni di riflessione e attenuazione dei segnali. Gli errori di trasmissione possono essere causati da: errato collegamento dello schermo derivazioni trasmissione su lunghe distanze linee non adatte. Osservare le specifiche dei conduttori! Ulteriori informazioni inerenti il tipo di cavo necessario sono riportate nel manuale del sistema di comando. 1 15

30 1. Installazione Interfaccia di rete Sul nodo buscpx FB38 sono presenti due connettori femmina M12 a 4 poli con codifica D per il collegamento alla rete (per impiego Industrial Ethernet secondo IEC ). I connettori femmina sono compatibili con i connettori SPEEDCON. Connettore femmina Pin Segnale Spiegazione M12, D coded corpo TD+ RD+ TD RD FE Dati di trasmissione (Transmit Data, TD) + Dati di ricezione (Receive Data, RD) + Dati di trasmissione Dati di ricezione Schermo/messa a terra (Shield/Functional Earth, FE) Tab.1/4: Occupazione dei pin dell interfaccia di rete Allacciamento alla rete Collegamento con connettore maschio Festo Collegare il terminale CPX alla rete con i connettori Festo tipo NECU M S D12G4 C2 ET. Il connettore è stato realizzato per linee Ethernet con diametro del cavo di 6 8 mm. Per assicurare il grado di protezione IP65/67: Utilizzare connettori Festo Chiudere le interfacce non utilizzate, vedi punto

31 1. Installazione Convertitore da M12 a RJ45 Per l installazione di EtherCAT eventualmente bisogna passare dal sistema di collegamento RJ45 a M12. Esempio d impiego: collegamenti fra unità nell armadio elettrico con connessione RJ45 e unità IP65/IP67 con connessione M12. Esempi di adattatore: Lumberg: 0981 ENC 100 (adattatore RJ45/M12, giunto incorporato M12, con codifica D, filettatura di montaggio PG9, giunto RJ45, 90gradi) HARTING: econ 6050 BA Specifiche delle linee Utilizzare cavi tondi schermati Industrial Ethernet della categoria Cat5 o superiore. Ulteriori informazioni relative alle specifiche delle linee sono riportate in Tab.1/3. Il nodo bus CPX FB38 supporta il Crossover Detection: Per il collegamento del nodo bus alla rete, al sistema di comando o a un PC si possono utilizzare sia i cavi Patch sia i cavi Crossover (Auto MDI). Nota In caso di installazione del terminale CPX su un elemento mobile di una macchina, è necessario dotare la linea di rete di un dado antistrappo sull estremità collegata al terminale CPX. Osservare anche le relative prescrizioni riportate nella norma EN60204 parte

32 1. Installazione 1.4 Garanzia del grado di protezione IP65/IP67 Per garantire il grado di protezione IP65/IP67, chiudere i connettori femmina con gli appositi connettori maschio e i tappi di protezione. Connessione Connessione IP65/IP67 Copertura IP65/IP67 1) L/A1, L/A2 (M12) Interfaccia di servizio (M12) 1) se connessione inutilizzata 2) in dotazione Connettore Festo, tipo NECU M S D12G4 C2 ET Cavo e connettore dell handheld (CPX MMI) Tappo di protezione Festo, tipo ISK M12 Tappo di protezione Festo, tipo ISK M12 2) Tab.1/5: Connessioni e coperture per grado di protezione IP65/IP

33 1. Installazione 1.5 Occupazione dei pin alimentazione elettrica Avvertenza Per l alimentazione elettrica utilizzare solo circuiti PELV secondo IEC/DIN EN (Protective Extra Low Voltage, PELV). Attenersi inoltre ai requisiti generali previsti per i circuiti elettrici PELV a norma IEC/DIN EN Utilizzare esclusivamente sorgenti di energia in grado di garantire un sezionamento elettrico sicuro della tensione d esercizio a norma IEC/DIN EN La protezione contro le scosse elettriche (protezione dal contatto diretto e indiretto) viene ottenuta impiegando circuiti PELV a norma IEC/DIN EN (equipaggiamento elettrico di macchine, requisiti generali). Il fabbisogno di corrente di un terminale CPX dipende dal numero e dal tipo di moduli e componenti incorporati. Osservare le informazioni inerenti l alimentazione di tensione e le misure di collegamento a massa da adottare riportate nella descrizione del sistema CPX (P.BE CPX SYS...). 1 19

34 1. Installazione Aliment. del sistema, aliment. supplementare e aliment. delle valvole Il terminale CPX viene alimentato con tensione d esercizio e di carico tramite di blocchi di interconnessione dotati di alimentazione del sistema, supplementare e delle valvole. Connettore Occupazione dei pin blocco di interconnessione con alimentazione del sistema tipo CPX GE EV S... tipo CPX M GE EV S... alimentazione supplementare tipo CPX GE EV Z... tipo CPX M GE EV Z... alimentazione delle valvole tipo CPX GE EV V : 0 V VAL / 0 V OUT 2: 0 V EL/SEN 3: connessione messa a terra (in anticipo) 4: 24 V EL/SEN 5: 24 V VAL / 24 V OUT 1: 0 V OUT 2: libero (not connected) 3: connessione messa a terra (in anticipo) 4: libero (not connected) 5: 24 V OUT 7/8" 5 POL 5 C B 7/8" 4 POL 1) 1 4 A 2 D A: 24 V EL/SEN B: 24 V VAL / 24 V OUT C: connessione messa a terra D:0 V EL/SEN / 0 V VAL / 0 V OUT (in anticipo) 1: 24 V EL/SEN 2: 24 V VAL / 24 V OUT 3: 0 V EL/SEN / 0 V VAL / 0 V OUT 4: connessione messa a terra A: libero (not connected) B: 24 V OUT C: connessione messa a terra D:0 V OUT (in anticipo) 1: libero (not connected) 2: 24 V OUT 3: 0 V OUT 4: connessione messa a terra A: libero (not connected) B: 24 V VAL C: connessione messa a terra D:0 V VAL (in anticipo) 1: libero (not connected) 2: 24 V VAL 3: 0 V VAL 4: connessione messa a terra M18 3 1) osservare i dati sul connettore maschio V EL/SEN : tensione d esercizio sistema elettronico/sensori V OUT : tensione di carico uscite V VAL : tensione di carico valvole Tab.1/6: Occupazione dei pin alimentazione del sistema, alimentazione supplementare e alimentazione delle valvole 1 20

35 Messa in servizio Capitolo 2 2 1

36 2. Messa in servizio Indice 2. Messa in servizio Istruzioni di carattere generale Occupazione degli indirizzi Indirizzamento Fondamenti di indirizzamento Assegnazione di indirizzi in seguito ad ampliamento o modifica Configurazione Trasferire le caratteristiche dell utenza (file XML") nel programma di configurazione Indirizzamento e accesso ai dati (oggetti di dati) Configurazione del terminale CPX con TwinCAT Beckhoff (configurazione della rete EtherCAT) Collegare progetto di automazione (PLC Project) Rappresentazione della topologia EtherCAT Configurazione nel modo operativo Remote Controller Parametrazione Introduzione nella parametrazione Condizioni generali per la parametrazione Metodi di parametrazione Parametrazione tramite Maintenance Tool Festo (metodo 1) Parametrazione con l handheld (metodo 2) Note sui parametri per le impostazioni del sistema CPX Parametrazione del modo Fail safe Sequenza specifica CPX FB38 della parametrazione iniziale allo start del sistema (System start") Esempio di applicazione per la parametrazione Lista di controllo per la messa in servizio del terminale CPX Sostituzione del nodo bus

37 2. Messa in servizio 2.1 Istruzioni di carattere generale Inserzione dell alimentazione elettrica Nota Osservare le istruzioni di inserzione riportate nel manuale del sistema di comando (PLC/IPC). Alimentazioneseparata Qualora sia prevista l alimentazione separata del sistema di comando e delle utenze fieldbus, allora osservare la seguente sequenza di inserzione: 1. Alimentazione della tensione d esercizio a tutte le utenze bus (I/O Devices). 2. Alimentazione della tensione d esercizio al sistema di comando. Indirizzamento Configurazione Parametrazione Indirizzamento, configurazione e parametrazione Il volume indirizzi di un terminale CPX nella rete EtherCAT è limitato. Determinare il numero di ingressi e uscite occupati prima di mettere in servizio o configurare il terminale CPX. La configurazione di un terminale CPX e del relativo nodo bus CPX dipende dal sistema di comando utilizzato. La procedura fondamentale e i dati di configurazione richiesti sono rappresentati nelle pagine successive (vedi punto 2.4). Un terminale CPX può essere parametrato sulla rete EtherCAT solo tramite un handheld (CPX MMI) o il Maintenance Tool Festo (CPX FMT) (non è possibile la parametrazione tramite il sistema di comando). 2 3

38 2. Messa in servizio 2.2 Occupazione degli indirizzi Nota Il volume indirizzi di un terminale CPX nella rete EtherCAT è limitato. Il nodo bus CPX per EtherCAT mette a disposizione del terminale CPX un volume indirizzi fino a 64 byte per ingressi (I) e 64 byte per uscite (O). Nell ambito della comunicazione ogni modulo del terminale CPX occupa un determinato numero di bit I/O, byte o parole I/O. Il numero dei byte I/O occupati (del rispettivo modulo) è riportato in Tab.2/1 a Tab.2/6. Anche determinate funzioni, ad es. l interfaccia diagnostica I/O (STI) riducono ilnumero dei byte I/O disponibili (afavore delle funzioni di stato o di diagnosi). Tenere presente questa circostanza al momento di programmare il terminale CPX. Determinare il numero di ingressi e uscite occupati prima di mettere in servizio o configurare il terminale CPX. La Tab.2/7agevola l operazione. Per determinare l occupazione degli indirizzi o la struttura del terminale, utilizzare la documentazione di configurazione, l handheld (CPX MMI) o il Festo Maintenance Tool Festo (CPX FMT). Sul display dell handheld vengono visualizzati i singoli moduli del terminale con la relativa sigla. In base a questa identificazione e alla tabella seguente si possono determinare il tipo di modulo e quindi il numero di ingressi e uscite occupati dal modulo stesso. 2 4

39 2. Messa in servizio Sigla del modulo Ogni modulo, incluso il nodo bus, possiede un identificativo proprio, la cosiddetta sigla, che serve per determinare e localizzare il tipo di modulo, ad es. nell ambito della configu razione. Trasferire lesigle dei moduli in base all ordine fisico da sinistra verso destra come disposto nel terminale CPX nel programma di configurazione (ad es. Beckhoff TwinCAT, vedi punto 2.4). Nei programmi di configurazione orientati alla grafica, le sigle sono riportate in un listato separato di tutti i moduli hardware o unità di campo disponibili, ad es. in un raccoglitore o catalogo. Moduli elettrici La Tab.2/1 e Tab.2/2 mostrano un prospetto degli spazi di indirizzamento occupati di diversi moduli elettrici e del nodo bus nelmodo operativo Remote I/O. La Tab.2/3 mostra il volume indirizzi occupato del nodo bus nel modo operativo Remote Controller. L occupazione degli indirizzi all interno dei moduli I/O CPX è riportata nella descrizione dei moduli I/O (P.BE CPX EA...). I dettagli inerenti l interfaccia CP sono riportati nella relativa descrizione (P.BE CPX CP...). 2 5

40 2. Messa in servizio Moduli elettrici Tipo di modulo Identificativi dei moduli 1) Volume indirizzi occupato Denominazione Ingressi Uscite Nodo bus per EtherCAT nel modo operativo Remote I/O 2) senza accesso diagnostico CPX FB38 FB38 RIO... Nodo bus per EtherCAT nel modo operativo Remote I/O 2) con bit di stato [stato] CPX FB38 FB38 RIO... 2 byte/ 8 (16) I 3) (utilizzati 8 bit) Nodo bus per EtherCAT nel modo operativo Remote I/O 2) con modulo di interfacciamento diagnostico I/O [System Table Interface, STI] CPX FB38 FB38 RIO... 2 byte/16 I 2 byte/ 16 O Modulo digitale a 4 ingressi CPX 4DE 4DI 1 byte/4 (8) I 3) Modulo digitale a 8 ingressi CPX 8DE 8DI 1 byte/8 I Modulo digitale a 8 ingressi con diagnosi del canale Modulo digitale a 8 ingressi, a commutazione n CPX 8DE D 8DI D 1 byte/8 I CPX 8NDE 8NDI 1 byte/8 I Modulo digitale a 16 ingressi CPX 16DE 16DI 2 byte/16 I Modulo digitale a 16 ingressi con diagnosi del canale CPX M 16DE D 16DI D 2 byte/16 I Modulo digitale a 4 uscite CPX 4DA 4DO 1 byte/ 4 (8) O 3) Modulo digitale a 8 uscite CPX 8DA 8DO 1 byte/8 O Modulo digitale a 8 uscite per corrente forte CPX 8DA H 8DO H 1 byte/8 O 1) 3) Per la spiegazione delle note in calce: vedi Tab.2/2 Tab.2/1: Occupazione degli indirizzi dei moduli elettrici CPX (panoramica; nodo bus nel modo operativo Remote I/O) Parte 1 2 6

41 2. Messa in servizio Moduli elettrici Tipo di Identificativi Volume indirizzi occupato Denominazione modulo dei moduli 1) Ingressi Uscite Modulo multi I/O digitale CPX 8DE 8DA 8DI/8DO 1 byte/8 I 1 byte/8 O Modulo analogico a 2 ingressi CPX 2AE U I 2AI 2 parole/32 I Modulo analogico a 4 ingressi CPX 4AE I 4AI I 4 parole/64 I Modulo analogico a 4 ingressi (modulo di temperatura per sensori RTD) CPX 4AE T 4AI T 2 parole o 4parole 32/64I 4) Modulo analogico a 4 ingressi (modulo di temperatura per sensori TC) CPX 4AE TC 4AI TC 4 parole/64 I Modulo analogico a 2 uscite CPX 2AA U I 2AO 2 parole/32 O Interfaccia CP CPX CP 4 FB CPI max. 8parole/ 128 I 5) max.8parole/1 28 O 5) 1) Sigla del modulo sull handheld o nella configurazione hardware del software di programmazione. 2) Numero dei byte I/O occupati nel modo operativo Remote Controller: vedi Tab.2/3 3) Il modo diagnostico bit di stato occupa un volume indirizzi a 8 I o 2 byte (8 I o 8 bit non vengono utilizzati). I moduli quadrupli CPX 4DE e CPX 4DA occupano sempre un volume indirizzi a 8 I o 8 O oppure a 1 byte (il volume a 4 I/O o 8 bit non viene utilizzato). 4) Numero degli ingressi commutabile fra 2 e 4 5) Occupazione del volume indirizzi in funzione della configurazione della linea. Tab.2/2: Occupazione degli indirizzi dei moduli elettrici CPX (panoramica; nodo bus nel modo operativo Remote I/O) Parte 2 2 7

42 2. Messa in servizio Configurazione del nodo bus Nel modo operativo Remote I/O vengono configurati gli identificativi del nodo bus e del modo diagnostico (veditab.2/1). Nel modo operativo Remote Controller viene configurato solo l identificativo del nodo bus (vedi Tab.2/3). Moduli elettrici Tipo di modulo Identificativi dei moduli 1) Volume indirizzi occupato Denominazione Ingressi Uscite Nodo bus per EtherCAT nel modo operativo Remote Controller CPX FB38 FB38 RC 8 byte/64 I 8 byte/64 O 1) Sigla del modulo sull handheld o nella configurazione hardware del software di programmazione Tab.2/3: Occupazione degli indirizzi del nodo bus nel modo operativo Remote Controller Moduli Pneumatic Interface e moduli pneumatici Le Tab.2/5 e Tab.2/6 mostrano un prospetto degli spazi di indirizzamento occupati di diversi moduli Pneumatic Interface e moduli pneumatici. Configurazione dei moduli pneumatici (valvole) Le valvole vengono configurate in modo diverso a seconda del modulo Pneumatic Interface utilizzato: Valvole tipo 03 (Midi/Maxi), tipo 12 (CPA) e tipo44/45 (VTSA/VTSA F o ISO): Per l espansione del lato delle valvole è necessaria solo una configurazione per il modulo Pneumatic Interface. Nel modulo Pneumatic Interface il numero dei solenoidi viene impostato con l ausilio di un interruttore DIL. 2 8

43 2. Messa in servizio Valvole tipo 32 e 33 (moduli pneumatici MPA, MPA F e MPA P oppure VPPM): Dal punto di vista tecnico i singoli moduli pneumatici MPA rappresentano un modulo elettrico per il pilotaggio delle valvole integrate. È necessaria una configurazione per ogni modulo pneumatico tipo MPA: Ogni modulo pneumatico tipo MPA1 occupa un volume indirizzi a 1 byte o 8 uscite a prescindere dal numero di valvole montate sul modulo. Ogni modulo pneumatico tipo MPA2 occupa un volume indirizzi a 1 byte o 8 uscite, però vengono utilizzati solo 4bit. I moduli pneumatici tipo MPA P occupano uno spazio di indirizzamento di 1 byte o 16 ingressi. I moduli pneumatici tipo VPPM occupano uno spazio di indirizzamento di 2 byte o 1 byte I/O oppure 16 ingressi e 16 uscite. I moduli pneumatici tipo MPA P e VPPM fanno parte dei moduli analogici. Osservare la successione dei moduli nell ambito dell indirizzamento o nella mappatura I/O (veditab.2/8). Ulteriori informazioni sulla parte pneumatica sono riportate nelle relative descrizioni (vedi panoramica della documentazione Descrizioni del terminale CPX" nella descrizione del sistema CPX P.BE CPX SYS...). Nelle descrizioni dei componenti pneumatici dell unità di val vole (Midi/Maxi, CPA, MPA e VTSA/VTSA F o ISO) è riportata anche l occupazione degli indirizzi all interno dei moduli. Per ulteriori informazioni relative ai moduli pneumatici MPA e ai moduli Pneumatic Interface: vedi manuale CPX EA (P.BE CPX EA...). 2 9

44 2. Messa in servizio Pneumatic Interface CPX per MPA e relativi moduli Tipo di modulo Sigla del modulo 1) Volume indirizzi occupato Ingressi Uscite Pneumatic Interface per valvole MPA o MPA F (tipo 32/33) VMPA FB EPL... Modulo pneumatico MPA1 (tipo 32/33) senza isolamento galvanico Modulo pneumatico MPA1 (tipo 32/33) con isolamento galvanico Modulo pneumatico MPA2 (tipo 32/33) senza isolamento galvanico Modulo pneumatico MPA2 (tipo 32/33) con isolamento galvanico Modulo pneumatico MPA1 (tipo 32/33) senza isolamento galvanico, con funzione di diagnosi D2 Modulo pneumatico MPA1 (tipo 32/33) con isolamento galvanico, con funzione di diagnosi D2 Modulo pneumatico MPA2 (tipo 32/33) senza isolamento galvanico, con funzione di diagnosi D2 Modulo pneumatico MPA2 (tipo 32/33) con isolamento galvanico, con funzione di diagnosi D2 VMPA1 FB EMS 8 2) (tipo CPX 32/33: 1 8V...) VMPA1 FB EMG 8 2) (tipo CPX 32/33 G: 1 8V...) VMPA2 FB EMS 4 2) (tipo CPX 32/33: 1 4V...) VMPA2 FB EMG 4 2) (tipo CPX 32/33 G: 1 4V...) VMPA1 FB EMS D2 8 2) (tipo CPX 32/33: 1 8V...) VMPA1 FB EMG D2 8 2) (tipo CPX 32/33 G: 1 8V...) VMPA2 FB EMS D2 4 2) (tipo CPX 32/33: 1 4V...) VMPA2 FB EMG D2 4 2) (tipo CPX 32/33 G: 1 4V...) MPA1S 1 byte/8 O MPA1G 1 byte/8 O MPA2S 1 byte/ 4 (8) O 3) MPA2G 1 byte/ 4 (8) O 3) MPA1S D 1 byte/8 O MPA1G D 1 byte/8 O MPA2S D 1 byte/ 4 (8) O 3) MPA2G D 1 byte/ 4 (8) O 3) 1) Sigla del modulo sull handheld o nella configurazione hardware del software di programmazione 2) Tipo di modulo elettronico utilizzato 3) I moduli quadrupli MPA2 occupano sempre un vol. indir. a 8 O (1 byte) (4 O o 8 bit non vengono utiliz.) Tab.2/4: Prospetto dei moduli Pneumatic Interface CPX e dei moduli pneumatici (parte 1) 2 10

45 2. Messa in servizio Pneumatic Interface CPX per MPA e relativi moduli Tipo di modulo Sigla del modulo 1) Volume indirizzi occupato Ingressi Uscite Riduttore di pressione proporzionale VPPM (tipo 32) Modulo per sensore di pressione MPA P VPPM 6TA L 1 F... VPPM 1 parole/ 16 I VMPA FB PS... MPA P 1 parole/ 16 I 1 parole/ 16 O 1) Sigla del modulo sull handheld o nella configurazione hardware del software di programmazione Tab.2/5: Prospetto dei moduli Pneumatic Interface CPX e dei moduli pneumatici (parte 2) Moduli Pneumatic Interface per Midi/Maxi, CPA, VTSA (ISO) Tipo di modulo Sigla del modulo 1) Volume indirizzi occupato Ingressi Uscite Modulo Pneumatic Interface per valvole Midi/Maxi (tipo 03) con impostazione: 2) 1 8 solenoidi 1 16 solenoidi 1 24 solenoidi 1 32 solenoidi (26 utilizzabili) CPX GP (tipo CPX 03: ) TYP3 1 byte/8 O 2 byte/16 O 3 byte/24 O 4 byte/32 O Modulo Pneumatic Interface per valvole CPA (tipo 12) con impostazione: 2) 1 8 solenoidi 1 16 solenoidi 1 24 solenoidi (22 utilizzabili) CPX GP CPA 10 CPX GP CPA 14 (tipo CPX 12: ) CPA10/14 1 byte/8 O 2 byte/16 O 3 byte/24 O Modulo Pneumatic Interface per moduli VTSA o VTSA F (ISO, tipo 44/45) con impostazione: 2) 1 8 solenoidi 1 16 solenoidi 1 24 solenoidi 1 32 solenoidi VABA 10S6 x1 (tipo CPX 44/45: ) ISO PlugIn oppure tipo44 o tipo45 3) 1 byte/8 O 2 byte/16 O 3 byte/24 O 4 byte/32 O 1) Sigla del modulo sull handheld o nella configurazione hardware del software di programmazione 2) Impostazione con interruttore DIL sul modulo Pneumatic Interface 3) Testo di indicazione (sigla del modulo) in funzione della versione dell handheld Tab.2/6: Prospetto dei moduli Pneumatic Interface CPX e dei moduli pneumatici (parte 3) 2 11

46 2. Messa in servizio Calcolo del numero di ingressi/uscite Utilizzare il terminale CPX Tab.2/7 per calcolare il numero di ingressi e uscite dell occupazione di indirizzi. Moduli d ingresso/uscita e diagnosi di sistema Ingressi Uscite 1. Bit di stato con interfaccia diagnostica I/O 1) + I + O 2. Numero di moduli d ingresso CPX 4DE + x 8 I 2) + I 3. N. di moduli d ingresso CPX 8DE, 8DE D, 8NDE + x 8 I + I 4. Numero di moduli d ingresso CPX 16DE, 16DE D + x 16I + I 5. Numero di moduli d uscita CPX 4DA + x 8 O 2) + O 6. Numero di moduli d uscita CPX 8DA, 8DA H + x 8 O + O 7. Numero di moduli multi I/O CPX 8DE 8DA + x 8 I/O + I + O 8. N. di moduli d ingresso analogici CPX 2AE U I + x 32 I + I 9. Numero di moduli d ingresso analogici CPX 4AE I + x 64 I + I 10.N. di moduli d ingresso analogici CPX 4AE T + x 32 I/ x 64 I + I 11.N. di moduli d ingresso analogici CPX 4AE TC + x 64 I + I 12.Numero di moduli d uscita analogici CPX 2AA U I + x 32 O + O 13.Numero. d ingressi e uscite di altri moduli + I/O (ad es. interfaccia CP, moduli pneumatici VPPM/MPA P) 14.Moduli Pneumatic Interface Midi/Maxi, CPA e VTSA/VTSA F: Numero. di solenoidi configurati ( O; nella predisposizione di fabbrica sono configurati 32 O (Midi/Maxi, VTSA/VTSA F) o 24 O (CPA)) + I + O + O 15.Numero. di moduli pneumatici MPA1 o MPA2 + x 8 O 2) + O 16.Totale degli ingressi/uscite da configurare Totale delle voci da 1. a 15. = I = O 1) Numero. di ingressi/uscite occupati: vedi Tab.1/2 2) I moduli quadrupli CPX 4DE e CPX 4DA e i moduli MPA (MPA2 e VPPM) occupano sempre 8 ingressi o uscite (1 byte; il volume indirizzi disponibile resta parzialmente inutilizzato) Tab.2/7: Determinazione del volume indirizzi occupato (totale degli ingressi/uscite) 2 12

47 2. Messa in servizio 2.3 Indirizzamento Fondamenti di indirizzamento Il nodo fieldbus viene considerato un modulo con 0ingressi e 0uscite se i bit di stato e l interfaccia diagnostica I/O sono disattivati. Osservare le indicazioni relative all occupazione degli indirizzi riportate al punto 2.2. L occupazione di indirizzi per gli ingressi è indipendente dall occupazione di indirizzi per le uscite. Conteggio da sinistra a destra, indirizzamento byte per byte: I moduli con meno di 8 bit occupano un volume indirizzi a 8 bit o 1 byte, però non lo utilizzano completamente. Gli ingressi/uscite di diversi tipi di moduli vengono occupati separatamente uno dall altro. Osservare la sequenza di indirizzamento: vedi Tab.2/8. Nota In caso di bisogno si possono attivare bit di stato o un interfaccia diagnostica I/O tramite l interruttore DIL (vedi Tab.1/2): Quando sono attivati, gli 8 bit di stato occupano i primi 16 ingressi nel range di indirizzi (8 utilizzati). Quando è attivata, l interfaccia diagnostica I/O occupa i primi 16 ingressi e uscite del range di indirizzi. 2 13

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH 1 INTRODUZIONE INTRODUZIONE DATI TECNICI GENERALI Connessioni bocche valvole Attacco alimentazione piloti sul terminale tipo 1-11 Numero massimo piloti Numero massimo valvole

Dettagli

Compact Performance CP collegamento fieldbus 6 Programmazione e diagnosi. Protocollo del fieldbus: INTERBUS-S

Compact Performance CP collegamento fieldbus 6 Programmazione e diagnosi. Protocollo del fieldbus: INTERBUS-S Compact Performance CP collegamento fieldbus 6 Programmazione e diagnosi Protocollo del fieldbus: INTERBUS-S Indice e avvertenze generali di sicurezza Autori: Redattori: Layout: Fotocomposizione: H.-J.

Dettagli

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL. Descrizione. Modulo master CTEL. I-Port. 574604 1601b [8059469]

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL. Descrizione. Modulo master CTEL. I-Port. 574604 1601b [8059469] Terminale CPX Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL Descrizione Modulo master CTEL I-Port 574604 1601b [8059469] Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL Traduzione delle istruzioni originali P.BE-CPX-CTEL-IT

Dettagli

Terminale CPX. Nodo bus CPX-(M)-FB33/34/35. Descrizione. Protocollo di rete PROFINET IO. 548763 it 1407c [8032736]

Terminale CPX. Nodo bus CPX-(M)-FB33/34/35. Descrizione. Protocollo di rete PROFINET IO. 548763 it 1407c [8032736] Terminale CPX Nodo bus CPX-(M)-FB33/34/35 Descrizione Protocollo di rete PROFINET IO 548763 it 1407c [8032736] Indice e avvertenze generali di sicurezza Originale... de Edizione... it 1407c Denominazione...

Dettagli

M1600 Ingresso/Uscita parallelo

M1600 Ingresso/Uscita parallelo M1600 Ingresso / uscita parallelo M1600 Ingresso/Uscita parallelo Descrizione tecnica Eiserstraße 5 Telefon 05246/963-0 33415 Verl Telefax 05246/963-149 Data : 12.7.95 Versione : 2.0 Pagina 1 di 14 M1600

Dettagli

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL. Descrizione. Modulo master CTEL. I-Port. 574604 1411a [8041794]

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL. Descrizione. Modulo master CTEL. I-Port. 574604 1411a [8041794] Terminale CPX Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL Descrizione Modulo master CTEL I-Port 574604 1411a [8041794] Connessione elettrica CPX CTEL 4 M12 5POL Traduzione delle istruzioni originali P.BE-CPX-CTEL-IT

Dettagli

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET ValveConnectionSystem Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET P20.IT.R0a IL SISTEMA V.C.S Il VCS è un sistema che assicura

Dettagli

Terminale CPX. Nodo bus CPX-FB37. Descrizione. Protocollo di rete EtherCAT 8029678 1406NH [8029667]

Terminale CPX. Nodo bus CPX-FB37. Descrizione. Protocollo di rete EtherCAT 8029678 1406NH [8029667] Terminale CPX Nodo bus CPX-FB37 Descrizione Protocollo di rete EtherCAT 8029678 1406NH [8029667] CPX-FB37 Traduzione delle istruzioni originali P.BE-CPX-FB37-IT EtherCAT,TwinCAT,CANopen,SPEEDCON,Torx,Windows

Dettagli

Accessori per i controllori programmabili Saia PCD Integrazione dei moduli di I/O nel quadro elettrico omazione Stazioni di aut aggio ollo e

Accessori per i controllori programmabili Saia PCD Integrazione dei moduli di I/O nel quadro elettrico omazione Stazioni di aut aggio ollo e 77 1.7 Accessori per i controllori programmabili Saia PCD 1.7.1 Integrazione dei moduli di I/O nel quadro elettrico I cavi di sistema preconfezionati e i moduli per le morsettiere di conversione rendono

Dettagli

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica Apparecchi per la domotica 179 IL SISTEMA BUS KNX/ E LA SUA ARCHITETTURA I sistemi BUS costituiscono una moderna tecnologia per la realizzazione degli impianti negli edifici residenziali, in quelli dedicati

Dettagli

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18 Sistema di distribuzione di alimentazione SVS8 Descrizione Il sistema di distribuzione di energia elettrica SVS8 consente di ottimizzare l alimentazione DC a 24 V nelle applicazioni di processo automazione,

Dettagli

Interfaccia EIB - centrali antifurto

Interfaccia EIB - centrali antifurto Interfaccia EIB - centrali antifurto GW 20 476 A 1 2 3 1 2 3 4 5 Terminali bus LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione indirizzo fisico Cavo di alimentazione linea seriale Connettore

Dettagli

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX-CTEL-2-M12-5POL-LK. Descrizione della parte elettronica 8034119 1405NH [8034127]

Terminale CPX. Connessione elettrica CPX-CTEL-2-M12-5POL-LK. Descrizione della parte elettronica 8034119 1405NH [8034127] Terminale CPX Connessione elettrica CPX-CTEL-2-M12-5POL-LK Descrizione della parte elettronica 8034119 1405NH [8034127] Connessione elettrica CPX-CTEL-2-M12-5POL-LK Traduzione delle istruzioni originali

Dettagli

Unità di valvole tipo 32 MPA

Unità di valvole tipo 32 MPA Unità di valvole tipo 32 MPA Caratteristiche Tecnologia innovativa Soluzioni flessibili Sicurezza di funzionamento Semplicità di montaggio Valvole piatte ad alte prestazioni in robusto corpo metallico

Dettagli

Moduli di misura per resistenze o termosonde in platino (DIN IEC 751) o nichel (DIN 43 760)

Moduli di misura per resistenze o termosonde in platino (DIN IEC 751) o nichel (DIN 43 760) s Agosto 1996 8 123 UNIGYR Moduli di misura per resistenze o termosonde in platino (DIN IEC 751) o nichel (DIN 43 760) Scala 1 : 2 Moduli di misura per due ingressi indipendenti di: - resistenze variabili

Dettagli

Interfacciamento DCREG via PROFIBUS- DP

Interfacciamento DCREG via PROFIBUS- DP 16B0221A3 Interfacciamento via PROFIBUS- DP Agg. 03/05/04 R.00 Versione D3.09 Italiano Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le avvertenze contenute

Dettagli

PLC Simatic. Serie S7-200

PLC Simatic. Serie S7-200 PLC Simatic I sistemi Simatic prodotti dalla Siemens mettono a disposizione dell utente una vasta gamma di PLC con caratteristiche differenti e adatti per le più svariate applicazioni come quelli appartenenti

Dettagli

Tecnica dei sensori Controllo pneumatico della posizione Serie MS01. Prospetto del catalogo

Tecnica dei sensori Controllo pneumatico della posizione Serie MS01. Prospetto del catalogo Prospetto del catalogo 2 Controllo pneumatico della posizione, modulo di collaudo MS01 Blocco di collaudo MS01-PA, variante I, con valvola 2 x /2 piastra di collegamento in Poliammide, rinforzata in fibra

Dettagli

Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride

Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride un nuovo modo per integrare prestazioni e praticità, risparmiando P. 1 Connessione ibrida Cosa si intende? DISPOSITIVO UNICO DI COLLEGAMENTO SIMULTANEO DI PIÙ

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Descrizione. Caratteristiche tecniche

Descrizione. Caratteristiche tecniche brevettato Descrizione La CMO è un dispositivo atto a garantire la protezione di persone/cose da urti provocati da organi meccanici in movimento quali cancelli o porte a chiusura automatica. L ostacolo

Dettagli

Nodo bus CPX-FB36. Panoramica parte elettronica. Nodo bus. Protocollo di rete EtherNet/IP Modbus TCP. Industrial-Ethernet 2-porte

Nodo bus CPX-FB36. Panoramica parte elettronica. Nodo bus. Protocollo di rete EtherNet/IP Modbus TCP. Industrial-Ethernet 2-porte Terminale CPX Nodo bus CPX-FB36 Panoramica parte elettronica Nodo bus Protocollo di rete EtherNet/IP Modbus TCP Industrial-Ethernet 2-porte 8024078 it 1309NH [8024084] Indice e avvertenze generali di

Dettagli

MANUALE - PROFIBUS DP

MANUALE - PROFIBUS DP MANUALE - PROFIBUS DP Le valvole Heavy Duty Multimach - Profibus DP consentono il collegamento di isole HDM ad una rete Profibus. Conformi alle specifiche Profibus DP DIN E 19245, offrono funzioni di diagnostica

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 per Vitocell 100-W, tipo CVUC-A Avvertenze sulla sicurezza Si prega di

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

onlinecomponents.com

onlinecomponents.com Modulo per INTERBUS Loop 2 con quattro uscite digitali Scheda tecnica 5988A 12/1999 Questa scheda tecnica deve essere utilizzata con riferimento al manuale per l'utente Configurazione ed installazione

Dettagli

Unità valvole tipo 03 Manuale della valvola pneumatica MIDI/MAXI

Unità valvole tipo 03 Manuale della valvola pneumatica MIDI/MAXI Unità valvole tipo 03 Manuale della valvola pneumatica MIDI/MAXI 9904d 165 441 I Autori: U. Will, E. Klotz Redattore: H.-J. Drung Traduzione e composizione: transline Deutschland, Dr.-Ing. Sturz GmbH Layout:

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.2

Manuale Controllo Accesso V 0.2 & Manuale Controllo Accesso V 0.2 Luglio 2012 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2

Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2 & Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2 Aprile 2013 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software V2021. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole deviazioni

Dettagli

NEWS. Elettordistributori ISO15407-2

NEWS. Elettordistributori ISO15407-2 NEWS 67 Componenti per l automazione pneumatica Elettordistributori ISO5407-2 www.pneumaxspa.com Elettrodistributori ISO5407-2 Serie 2700 Generalità Nuova serie di elettrodistributori conformi alla normativa

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.3

Manuale Controllo Accesso V 0.3 & Manuale Controllo Accesso V 0.3 Ottobre 2013 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostato tipo CS 520B1237

Scheda tecnica. Pressostato tipo CS 520B1237 Agosto 2002 DKACT.PD.P10.A2.06 520B1237 Introduzione I pressostati della serie CS fanno parte della gamma dei prodotti Danfoss destinati al controllo della pressione. Tutti i pressostati CS sono dotati

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

Patch Panel SMARTen 24 STP

Patch Panel SMARTen 24 STP Patch Panel SMARTen 24 STP Caratteristiche Alta densità, 24 porte per 1U Alte prestazioni, supporta una larghezza di banda fino a 500MHz secondo lo standard IEEE 802.3an 10Gbps Speciale design del pannello

Dettagli

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida

PumpDrive. Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento. Guida rapida Guida rapida PumpDrive 4070.801/2--40 Convertitore di frequenza indipendente dal motore con autoraffreddamento Varianti di montaggio: Montaggio su motore (MM) Montaggio a parete (WM) Montaggio in quadro

Dettagli

Compact Performance CP collegamento fieldbus 5 Programmazione e diagnosi

Compact Performance CP collegamento fieldbus 5 Programmazione e diagnosi Compact Performance CP collegamento fieldbus 5 Programmazione e diagnosi Protocolli del fieldbus: Festo fieldbus ABB CS 31 Klöckner-Moeller SUCOnet K Indice e avvertenze generali di sicurezza Autore: H.-J.

Dettagli

RISONIC Ultrasonic Transit Time Sigla: RIMOUSTT Articolo N : 0067751.001. 201309 Ges, Hir Con riserva di modifiche Pagina 1/6

RISONIC Ultrasonic Transit Time Sigla: RIMOUSTT Articolo N : 0067751.001. 201309 Ges, Hir Con riserva di modifiche Pagina 1/6 Sigla: Articolo N : 0067751.001 Disegno quotato Proiezione verticale Proiezione laterale Montaggio Dimensioni in mm 201309 Ges, Hir Con riserva di modifiche Pagina 1/6 Applicazione Il modulo Ultrasonic

Dettagli

MVK METALLICO SAFETY. Tecnologia safety attiva. Sicurezza. Robustezza. Ermeticità

MVK METALLICO SAFETY. Tecnologia safety attiva. Sicurezza. Robustezza. Ermeticità MVK METALLICO SAFETY Tecnologia safety attiva Sicurezza Robustezza Ermeticità 02 MVK METALLICO SAFETY Massima protezione per uomo e macchina 03 MASSIMA SICUREZZA IN CONDIZIONI ESTREME Protezione ottimale

Dettagli

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798 Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 0 798 GW 798 GW 4 798 3 8 A 3 4 5 4 0 5 9 6 7 6 Pulsante di test canali EIB 3 4 5 6 LED multifunzione LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione

Dettagli

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_002 rev.01 Pag. 1 PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 MANUALE UTENTE italiano P_002 rev.01 Pag. 2 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 3 2. DESCRIZIONE APPARECCHIO 3 3. DESCRIZIONE FUNZIONAMENTO 3 4.

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma.

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso - fusibile esterno 1,0 A. Assorbimento di corrente : ma 100 + potenza consumata dal sensore. V ma. V ma. 89 550/110 ID EWM-PQ-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE / PORTATA IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO La scheda EWM-PQ-AA è stata

Dettagli

Elettrovalvole ad azionamento diretto 1 0 mm

Elettrovalvole ad azionamento diretto 1 0 mm ELETTROVALVOLE 0 e 5 mm Elettrovalvole ad azionamento diretto 0 mm seriedm DESCRIZIONE Le elettrovalvole serie DM sono prodotte nella funzione pneumatica / N.C. con l'interfaccia a norma ISO 5 8 e nelle

Dettagli

OM3 - EPI 2 Modulo Interfaccia Locale Manuale di istruzione e manutenzione. Importante. Importante. Avvertenza. Avvertenza. Avvertenza.

OM3 - EPI 2 Modulo Interfaccia Locale Manuale di istruzione e manutenzione. Importante. Importante. Avvertenza. Avvertenza. Avvertenza. KEYSTONE Il presente manuale è parte integrante del Manuale di istruzioni e funzionamento dell attuatore EPI 2 base (riferimento documento EBPRM-0091-IT). Indice 1 Modulo Opzionale OM3: Modulo Interfaccia

Dettagli

Descrizione dell Applicazione

Descrizione dell Applicazione IC00B01DMXFI01010004 Descrizione dell Applicazione Gateway KNX / DMX IC00B01DMX 1/12 DESCRIZIONE GENERALE Il Gateway KNX/DMX è un interfaccia tra il bus KNX ed il bus DMX512. Combina elementi building

Dettagli

Industrial Communication. Power Networks

Industrial Communication. Power Networks Ethernet nell Industria Ethernet nelle applicazioni industriali Ethernet nelle applicazioni industriali La connettività IP20 e IP67 Ethernet nelle applicazioni industriali Il cavo industriale L adozione

Dettagli

WiCOS L-6. WiCOS Charger. Istruzioni brevi. Am Labor 1, 30900 Wedemark, Germany Publ. 10/09 www.sennheiser.com 535385/A01

WiCOS L-6. WiCOS Charger. Istruzioni brevi. Am Labor 1, 30900 Wedemark, Germany Publ. 10/09 www.sennheiser.com 535385/A01 Istruzioni brevi WiCOS Charger WiCOS L-6 Le istruzioni per l uso dettagliate del sistema per conferenze WiCOS completo sono disponibili: in Internet all indirizzo www.sennheiser.com oppure sul CD-ROM in

Dettagli

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente

Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC. Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Modulo di acquisizione per termocoppie D1-40TC Manuale Utente Sielco Elettronica S.r.l. via Edison 209 20019 Settimo Milanese (MI ) Italia

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE Lingua del manuale Serie Prodotto Descrizione Contenuti:

MANUALE DI INSTALLAZIONE Lingua del manuale Serie Prodotto Descrizione Contenuti: MANUALE DI INSTALLAZIONE Lingua del manuale Serie Prodotto Descrizione Contenuti: ITALIANO Z-PC Z-PASS1-0 Modbus Ethernet/Serial Gateway and Serial Device Server with VPN 1. AVVERTENZE PRELIMINARI 2. ISTRUZIONI

Dettagli

Regolatore Modulare Bus BMR Quello girevole

Regolatore Modulare Bus BMR Quello girevole Regolatore Modulare Bus BMR Quello girevole Regolatore Modulare Bus BMR utilizzabile universalmente semplice da usare Il Regolatore Modulare Bus BMR è una centralina di automazione di dimensioni compatte

Dettagli

Istruzioni per l'uso Flussostato SI5004 704339 / 02 08 / 2010

Istruzioni per l'uso Flussostato SI5004 704339 / 02 08 / 2010 Istruzioni per l'uso Flussostato SI5004 IT 704339 / 02 08 / 2010 Indice 1 Indicazioni di sicurezza3 2 Uso conforme 4 2.1 Campo d'impiego 4 2.2. Funzionamento 4 3 Montaggio 5 3.1 Luogo di montaggio 5 3.2

Dettagli

Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) SIMATIC. ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Prefazione. Guida alla documentazione dell'et 200SP

Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) SIMATIC. ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Prefazione. Guida alla documentazione dell'et 200SP Prefazione Guida alla documentazione dell'et 200SP 1 SIMATIC ET 200SP Modulo server (6ES7193-6PA00-0AA0) Manuale del prodotto Panoramica del prodotto 2 Parametri/area di indirizzi 3 Dati tecnici 4 Set

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABBRICA MONITORAGGIO E INTERBLOCCO DELLE PORTE CON GLI INTERRUTTORI DI SICUREZZA INTERFACCIA AS

AUTOMAZIONE DI FABBRICA MONITORAGGIO E INTERBLOCCO DELLE PORTE CON GLI INTERRUTTORI DI SICUREZZA INTERFACCIA AS AUTOMAZIONE DI FABBRICA MONITORAGGIO E INTERBLOCCO DELLE PORTE CON GLI INTERRUTTORI DI SICUREZZA INTERFACCIA AS MONITORAGGIO MECCANICO DELLE PORTE BLOCCO La robusta testina in acciaio garantisce una lunga

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio 6304 640 0/005 IT Sieger Heizsysteme GmbH D-5707 Siegen Telefono +49 (0) 7 343-0 email: info@sieger.net Istruzioni di montaggio Quadro di comando HS 500 Pregasi conservare Indice Sicurezza...................

Dettagli

ICARUS CONVERTITORE ELETTRONICO DI VOLUMI TIPO 1

ICARUS CONVERTITORE ELETTRONICO DI VOLUMI TIPO 1 Edizione 03/13 ICARUS CONVERTITORE ELETTRONICO DI VOLUMI TIPO 1 1. PRESENTAZIONE 2. CARATTERISTICHE TECNICHE L ICARUS è un dispositivo elettronico di conversione dei volumi di gas che, associato ad un

Dettagli

Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR

Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR Sistemi informatici per impianti solari 485PB-SMC-NR Istruzioni per installazione 485PB-SMC-NR-IIT082310 98-00010410 Versión 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Informazioni relative a queste

Dettagli

IEM. Istruzioni di installazione. Passione per servizio e comfort. Istruzioni di installazione

IEM. Istruzioni di installazione. Passione per servizio e comfort. Istruzioni di installazione Istruzioni di installazione IEM 6 720 612 399-00.1O Istruzioni di installazione Modelli e brevetti depositati Réf.: 6 720 614 832 IT (2008/03) OSW Passione per servizio e comfort Indice Indice Informazioni

Dettagli

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili Caratteristiche del dispositivo ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Gertemerkmale Uscite

Dettagli

Termometro digitale RTD Involucro in AISI 316 per applicazioni sanitarie, di lavaggio e marine.

Termometro digitale RTD Involucro in AISI 316 per applicazioni sanitarie, di lavaggio e marine. Termometro digitale RTD Involucro in AISI 316 per applicazioni sanitarie, di lavaggio e marine. DTG-RTD100 Series Collegamento di un antenna per l opzione wireless. 2 ANNI DI GARANZIA Opzionale SERVIZI

Dettagli

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO 4377 it - 2010.09 / b Motor supply Mains supply Low/High pressure switches Low/high pressure input Questo manuale deve essere trasmesso all utente finale Water flow P Check valve MOTOR Temperature

Dettagli

ISTRUZIONI USO E MANUTENZIONE. J-Giotto Top I-IST-JGIOT-1113

ISTRUZIONI USO E MANUTENZIONE. J-Giotto Top I-IST-JGIOT-1113 ISTRUZIONI USO E MANUTENZIONE J-Giotto Top I-IST-JGIOT-1113 Indice 1. Simboli Usati...3 2. Istruzioni per la Sicurezza...3 3. Struttura e funzioni della Giotto Top...4 4. Dati Tecnici...5 5. Installazione...7

Dettagli

Interfaccia di controllo QSE-CI-NWK-E

Interfaccia di controllo QSE-CI-NWK-E qse-ci-nwk-e 1 10.4.07 Interfaccia di controllo QSE-CI-NWK-E Descrizione Consente l'integrazione del sistema di controllo dell'illuminazione e della luce naturale GRAFIK Eye QS con touch-screen, PC o altri

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14

Istruzioni per l'uso. Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14 Istruzioni per l'uso Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14 Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 3 Avvertenze per la sicurezza...3 4 Conformità alle norme...3 5 Funzione...4 6 Dati

Dettagli

La tecnica proporzionale

La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Controllo direzione e flusso La tecnica proporzionale

Dettagli

Istruzioni d installazione

Istruzioni d installazione Istruzioni d installazione Modulo funzione xm10 Per i tecnici specializzati Leggere attentamente prima dell installazione. 6 720 642 976 (01/2010) IT/CH Indice Indice 1 Significato dei simboli e avvertenze

Dettagli

ATTUATORI ELETTRICI SERIE MV istruzioni di installazione, uso e manutenzione

ATTUATORI ELETTRICI SERIE MV istruzioni di installazione, uso e manutenzione Prima dell installazione verificare la compatibilità dell attuatore con le caratteristiche ambientali. Leggere attentamente le istruzioni prima di effettuare qualsiasi operazione. L installazione e la

Dettagli

Apparecchio per la protezione di interfaccia per impianti fotovoltaici installati in Italia in conformità alla norma CEI 0-21 SMA GRID GATE

Apparecchio per la protezione di interfaccia per impianti fotovoltaici installati in Italia in conformità alla norma CEI 0-21 SMA GRID GATE Apparecchio per la protezione di interfaccia per impianti fotovoltaici installati in Italia in conformità alla norma CEI 0-21 SMA GRID GATE Istruzioni per l installazione GridGate20-IA-it-12 98-0054512

Dettagli

Vacuostati e Pressostati elettronici Serie SWCN

Vacuostati e Pressostati elettronici Serie SWCN CATALOGO > 01 Vacuostati e Pressostati elettronici Serie SWCN > Vacuostati e Pressostati Serie SWCN Con display digitale Elevata precisione e facilità d uso Piccolo e leggero Indicatore digitale: inserimento

Dettagli

PLC Programmable Logic Controller

PLC Programmable Logic Controller PLC Programmable Logic Controller Sistema elettronico, a funzionamento digitale, destinato all uso in ambito industriale, che utilizza una memoria programmabile per l archiviazione di istruzioni orientate

Dettagli

Interfaccia BL232 con uscite RS232/422/485 MODBUS e 0-10V. Interfaccia BL232

Interfaccia BL232 con uscite RS232/422/485 MODBUS e 0-10V. Interfaccia BL232 BIT LINE STRUMENTAZIONE PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE Interfaccia BL232 con uscite RS232/422/485 MODBUS e 0-10V Facile e rapida installazione Ideale domotica e building automation Alimentazione estesa

Dettagli

WEB CONTROLLI NETOOLS. Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools

WEB CONTROLLI NETOOLS. Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools MANUALE D USO WEB CONTROLLI NETOOLS Descrizione e modalità d uso dei controlli web NeTools Rev.1309 Pag.1 di - 111 - www.carrideo.it INDICE 1. I WEB CONTROLLI NETOOLS... 3 1.1. INTRODUZIONE... 3 1.2. DESCRIZIONE

Dettagli

SolarMax Serie MT. Massima potenza per rendimenti elevati.

SolarMax Serie MT. Massima potenza per rendimenti elevati. SolarMax Serie MT Massima potenza per rendimenti elevati. Tre fasi sono il numero perfetto. Da oltre 20 anni Sputnik Engineering produce inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri hanno

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 Sistemi di installazione intelligente INDICE 1 GENERALE... 4 2 CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 2.1 DATI TECNICI... 5 3 MESSA IN SERVIZIO...

Dettagli

Sensori di temperatura a termocoppia K Guida Utente

Sensori di temperatura a termocoppia K Guida Utente Sensori di temperatura a termocoppia K Guida Utente 1 INDICE: 1 INTRODUZIONE... 2 2 APPLICAZIONI TIPICHE:... 2 3 NORME DI INSTALLAZIONE:... 2 3.1 Connessione elettrica su acquisitori M1 ed MD4:... 2 3.2

Dettagli

AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. GUIDA RAPIDA DI AVVIAMENTO VBP-HH1-V3.0-V1 Dispositivo portatile AS- Interface

AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. GUIDA RAPIDA DI AVVIAMENTO VBP-HH1-V3.0-V1 Dispositivo portatile AS- Interface AUTOMAZIONE INDUSTRIALE GUIDA RAPIDA DI AVVIAMENTO VBP-HH1-V.0-V1 Dispositivo portatile AS- Interface Per ciò che concerne la fornitura di prodotti, si applica la versione corrente del seguente documento:

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E SICUREZZA PER TIGO ENERGY MODULE MAXIMIZER ES, 2ES, J-ES

MANUALE DI INSTALLAZIONE E SICUREZZA PER TIGO ENERGY MODULE MAXIMIZER ES, 2ES, J-ES N/P: 002-00038-00 MANUALE DI INSTALLAZIONE E SICUREZZA PER TIGO ENERGY MODULE MAXIMIZER ES, 2ES, J-ES CONTATTI: 420 Blossom Hill Road Los Gatos, CA 95032, USA +.888.609.TIGO (8446) Tel. assistenza clienti

Dettagli

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet. (Foto) Manuale d installazione e d uso V1.00

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet. (Foto) Manuale d installazione e d uso V1.00 Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet (Foto) Manuale d installazione e d uso V1.00 Le informazioni incluse in questo manuale sono di proprietà APICE s.r.l. e possono essere cambiate senza preavviso.

Dettagli

VC 1 VariControl. La rivoluzione nella tecnica di comando

VC 1 VariControl. La rivoluzione nella tecnica di comando VC 1 VariControl La rivoluzione nella tecnica di comando Con il sistema di comando della macchina e del processo VariControl VC 1 Bihler porta i concetti di comodità d impiego e sicurezza dei processi

Dettagli

Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria

Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria Modello n. AJ- E AJ-PCD10 Collegare l'unità a schede di memoria al personal computer prima di installare il software P2 nel computer dal CD di installazione.

Dettagli

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet APICE S.r.l. Via G.B. Vico, 45/b - 50053 Empoli (FI) Italy www.apice.org support@apice.org BUILDING AUTOMATION CONTROLLO ACCESSI RILEVAZIONE PRESENZE - SISTEMI

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'USO. Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044

ISTRUZIONI PER L'USO. Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044 Componenti di manipolazione SERVOLINE ISTRUZIONI PER L'USO Opzione -AS- Blocco di sicurezza dell'avviamento BA-100044 Edizione 02/06 Apice di modifica Edizioni finora pubblicate: Edizione Osservazioni

Dettagli

Dimensioni. Allacciamento elettrico

Dimensioni. Allacciamento elettrico Dimensioni 55 27 Altezza del campo protettivo Lunghezza alloggiamento 85 28 52 Codifica d'ordine Barriera luminosa di sicurezza con 2 uscite semiconduttore separate e a prova di errore Allacciamento elettrico

Dettagli

calormatic 240 VRT 240 DE; AT; CH; BE; IT; FR

calormatic 240 VRT 240 DE; AT; CH; BE; IT; FR calormatic 240 VRT 240 DE; AT; CH; BE; IT; FR Per l utente e il tecnico abilitato Istruzioni per l uso e l installazione calormatic 240 Centralina di regolazione della temperatura ambiente VRT 240 IT;

Dettagli

BASI PER CONNESSIONE MULTIPLA PLT-10

BASI PER CONNESSIONE MULTIPLA PLT-10 Le elettrovalvole serie PLT-10 possono essere montate su basi complete di connessione elettrica e pneumatica, da 4 fino a 24 posizioni. I contatti elettrici delle singole valvole vengono collegati, mediante

Dettagli

A colpo sicuro! Lo strumento ideale per la semplice selezione di valvole e unità di valvole

A colpo sicuro! Lo strumento ideale per la semplice selezione di valvole e unità di valvole A colpo sicuro! Lo strumento ideale per la semplice selezione di valvole e unità di valvole Panoramica delle diverse serie di valvole Dalla valvola singola... Semplice, conveniente, ampliabile CPV VTUG

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Manuale di prodotto ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Sistemi di installazione intelligente Questo manuale descrive il funzionamento dei terminali di ingresso binari BE/S. Questo manuale

Dettagli

Piattaforme di connettività nelle applicazioni industriali

Piattaforme di connettività nelle applicazioni industriali www.microscan.com Piattaforme di connettività nelle applicazioni industriali Gli ambienti di produzione industriale presentano rischi in termini di pulizia, umidità e picchi di temperatura molto significativi

Dettagli

Istruzioni per l'uso originali Sensore induttivo di sicurezza GF711S 80005280 / 00 05 / 2013

Istruzioni per l'uso originali Sensore induttivo di sicurezza GF711S 80005280 / 00 05 / 2013 Istruzioni per l'uso originali Sensore induttivo di sicurezza GF7S 8528 / 5 / 23 Indice Premessa3. Spiegazione dei simboli 3 2 Indicazioni di sicurezza 4 2. Requisiti tecnici di sicurezza per l'applicazione

Dettagli

Profibus DP Applicazione ai centri di lavoro Mandelli Sistemi SPA

Profibus DP Applicazione ai centri di lavoro Mandelli Sistemi SPA Profibus DP Applicazione ai centri di lavoro Mandelli Sistemi SPA G. Galbiati Aprile 2013 SLIDE 1 Introduzione Questa presentazione mostra l applicazione di Profibus DP su alcuni dei centri di lavoro prodotti

Dettagli

COMBITEC Centro di deformazione

COMBITEC Centro di deformazione Centro di deformazione Più potenza e spazio per una nuova prospettiva produttiva L efficiente centro di deformazione COMBITEC apre nuove prospettive per la produzione. In virtù dell elevatissima potenza

Dettagli

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE A) - Destinazione dell apparecchiatura Quadro elettronico adibito al comando di 1 motore asincrono monofase alimentato a 230 vac destinato all automazione di una tapparella

Dettagli

MICROINVERTER M500-S

MICROINVERTER M500-S MICROINVERTER M500-S Manuale di installazione Novembre 2014 Copyright LEAF SpA INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 Destinatari 1.2 Convenzioni utilizzate nel presente manuale 1.3 Note sulla sicurezza 1.4 Requisiti

Dettagli

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi Disinserzione sicura per MOVIAXIS Condizioni Edizione 08/2006 1152302 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

Manuale di posa e installazione 24807470/12-11-2014

Manuale di posa e installazione 24807470/12-11-2014 24807470/12-11-2014 Manuale di posa e installazione 1. CARATTERISTICHE Ogni singolo fascio è formato da due raggi paralleli distanti 4 cm, questo sistema consente di eliminare tutti i falsi allarmi dovuti

Dettagli

Indicatore di monitoraggio remoto a base Web modello 753R Rosemount

Indicatore di monitoraggio remoto a base Web modello 753R Rosemount Guida di installazione rapida Indicatore 753R Rosemount Indicatore di monitoraggio remoto a base Web modello 753R Rosemount Inizio Introduzione Modello 753R Rosemount con trasmettitore di pressione integrato

Dettagli

2 Controllo e. 1.6 Punti dati decentralizzati. 1.6.1 Saia Smart PCD3.T66x RIO Pagina 70. 1.6.2 Profibus RIO Saia PCD3.

2 Controllo e. 1.6 Punti dati decentralizzati. 1.6.1 Saia Smart PCD3.T66x RIO Pagina 70. 1.6.2 Profibus RIO Saia PCD3. 69.6 Punti dati decentralizzati thernet Profibus RS-485 PCD3.T 665 PCD3.T 76 Regolatori di 2 Controllo e camera dedicati monitoraggio e Rilevamento dei dati di consumo 3 5 Componenti Stazioni di automazione.6.

Dettagli

ABB i-bus KNX Centralina di allarme pericoli KNX GM/A 8.1, 2CDG110150R0011

ABB i-bus KNX Centralina di allarme pericoli KNX GM/A 8.1, 2CDG110150R0011 Dati tecnici 2CDC513071D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto La centralina di allarme pericoli KNX viene utilizzata per gestire fino a 5 aree logiche con un massimo di 344 gruppi di rivelatori,

Dettagli

Moduli per linee seriali e connessioni a linee ETHERNET

Moduli per linee seriali e connessioni a linee ETHERNET Moduli per linee seriali e connessioni a linee ETHERNET Moduli per linee seriali Moduli ETHERNET DESCRIZIONE La serie comprende moduli per linee seriali con sistema "Autopro" e moduli con porta ETHERNET

Dettagli

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2 Manuale d uso Note: Le informazioni contenute in questa documentazione possono essere modificate senza preavviso. Per ulteriori informazioni contattare: DUEMMEGI

Dettagli

Elettrovalvole "OPTYMA32-S" Introduzione. Serie 2200

Elettrovalvole OPTYMA32-S Introduzione. Serie 2200 1 Introduzione Serie 2200 1 Serie 2200 Solenoide - Molla 2241.52.00.39.v v TENSIONE 02 = 24 VDC PNP Peso gr. 67 CODICE BREVE FUNZIONE "A" Caratteristiche di funzionamento Serie Elettrovalvole Solenoide

Dettagli

Potenziometro per montaggio nel quadro di comando

Potenziometro per montaggio nel quadro di comando Potenziometro per montaggio nel 8455 Istruzioni per l uso Additional languages www.stahl-ex.com Dati generali Indice 1 Dati generali...2 1.1 Costruttore...2 1.2 Informazioni relative alle istruzioni per

Dettagli