L I C E O D E L C O S S A T E S E E V A L L E S T R O N A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L I C E O D E L C O S S A T E S E E V A L L E S T R O N A"

Transcript

1 L I C E O D E L C O S S A T E S E E V A L L E S T R O N A LA RAGNATELA 17 / 12 / 2014 NUMERO 2 M ercoledì 12 novembre si è tenuto in Aula Magna un incontro, coordinato dai nostri rappresentati di Istituto, riguardante la riforma del Premier Renzi denominata La Buona Scuola. Si sono discussi i dodici punti e si è ragionato sull idea di ciò che per noi deve essere una buona scuola; è stato chiesto ai rappresentanti di classe di confrontarsi su questo fascicolo, evidenziarne i punti di forza e di stilare una graduatoria di quelli secondo loro più importanti. In assemblea si è discusso molto sul terzo punto, concordando sull'idea che assumere docenti di ruolo sia più vantaggioso rispetto ad assumere sempre più supplenti, in quanto si ridurrebbe la spesa e il rendimento degli alunni non ne risentirebbe. Si è discusso parecchio anche sul quarto punto (premiare il merito dei docenti), poichè alcuni si chiedevano, vista la precaria situazione economica, dove e come si sarebbero trovati i 60 euro o gli incentivi da attribuire alla busta paga dei docenti più meritevoli. Ma cos è questa riforma, quali sono i 12 punti, cosa ne pensano gli esperti. Abbiamo provato ad approfondire l argomento. Segue a pg.2 Brano interno 2 Brano interno 3 Brano interno 4 ciao 5 Brano interno 6 P oco lavoro e poche opportunità di immettersi nel mondo professionale. Cosa possono fare i giovani di oggi a parte rimanere a casa sul divano ad aspettare che qualcosa si sblocchi? Alcuni ragazzi intraprendenti hanno deciso di "inventarsi il mestiere"e mettersi in gioco sfruttando le nuove tecnologie (ma non solo), che sempre più fanno parte della nostra vita quotidiana, ma soprattutto la loro abilità e creatività. Si dice avviare una "startup", ovvero intraprendere un'attività, validare la propria idea e tentare di trasformarla in un business. Non è così impossibile: è necessario entusiasmo e voglia di far vedere di cosa si è capaci. Abbiamo messo il naso in questo settore di lavoro creativo. Brano interno 7 REDAZIONE RIVOLGERSI A Prof. FERRARO TITIN MARCO Prof. PETTINAROLI CATIA Oppure agli studenti della redazione. Oppure scrivi a

2 Problemi di matematica. Se A taglia un tronco in due ore, e B in un'ora, e C in mezz'ora, perché non far fare tutto il lavoro a C? P er il Premier Renzi- come da lui delineato in una video conferenza- questa non è l'ennesima riforma, bensì è un patto educativo; Si tratta di credere in noi stessi, cioè di credere nell'italia e quindi nella scuola è così che ha invitato tutti gli studenti a discutere di ciò che si vuole per il futuro della scuola. In questi tre mesi (dal 15 Settembre al 15 Novembre) avremmo potuto inviare le nostre idee alla casella postale creata appositamente per ascoltare le voci degli studenti. Molti l hanno fatto, ma sarà davvero così? Le nostre voci verranno davvero ascoltate? E i nostri consigli aiuteranno il paese nella sua ripresa? Molte sono state le critiche a questo innovativo patto educativo e molte altre sono state le domande: Riusciremo ad avere un professore di ruolo che ci porterà alla temuta Maturità? Da dove arrivano questi 60 euro?, i dubbi arrivano anche dagli insegnanti che, per quelli che sono sempre stati assunti con contratti annuali: un piccolo arretramento nelle graduatorie può equivalere ad un anno di disoccupazione. Questa svolta che, secondo il Premier, permetterà al 2015 di essere l'anno dei cambiamenti, mettendo la scuola al centro dello sviluppo dell'italia, è illustrata in un fascicolo di 136 pagine che stila i 12 punti per rinnovare le scuole italiane. Saranno 136 pagine a stimolare il tanto atteso miglioramento delle scuole? Il governo si prende 12 mesi per rivoluzionare la scuola italiana e per darle importanza - I politici quando parlano di scuola la mettono in fondo al sacco, la mettono come una delle ultime ruote del carro, ma è la scuola il cuore di tutto. Se nei prossimi 12 mesi saremo in grado di ripensare a come l'italia investe nella scuola, allora costruiremo la crescita dei prossimi 20 anni e così costruiremo la bellezza educativa per i nostri figli. Mettiamo più soldi nella scuola, non è un costo ma un investimento per il futuro dell'italia mesi che secondo il Premier Renzi saranno i mesi del cambiamento dell'italia che verrà. Saranno davvero 12 mesi a rendere l'italia un paese giusto? 1. Mai più i precari: Piano che prevede di assumere 150 mila docenti nel settembre 2015 e chiudere le Graduatorie ad Esaurimento. 2. Dal 2016 si entra solo per concorso: D ora in avanti si diventerà docenti di ruolo solo per concorso. 3. Basta supplenze: Garantire alle scuole un team stabile di docenti per coprire cattedre a tempo pieno, dando agli studenti la continuità didattica a cui hanno diritto. 4. La scuola fa carriera: qualità, merito e diritto: Ogni 3 anni 2 prof. su 3 avranno in busta paga 60 euro netti al mese in più grazie ad una carriera che premierà la qualità del lavoro in classe, la formazione e il contributo al miglioramento della scuola. 5. La scuola si aggiorna: formazione e innovazione: innovazione attraverso lo scambio fra pari. 6. Scuola di vetro: dati e profitti online: Dal 2015 tutti i dati di ogni scuola (budget, valutazione, progetti finanziati) saranno online. 7. Sblocca scuola: Coinvolgimento di presidi, docenti, amministrativi e studenti per individuare le 100 procedure burocratiche più gravose per la scuola. Per abolirle tutte. 8. La scuola digitale: Piani di co-investimento per portare a tutte le scuole la banda larga veloce e il wifi. 9. Cultura in corpore sano: Portare Musica e Sport nella scuola primaria e più Storia dell Arte nelle secondarie, per scommettere sui punti di forza dell Italia. 10. Le nuove alfabetizzazioni: Rafforzamento del piano formativo per le lingue straniere, a partire dai 6 anni. Diffusione dello studio dei principi dell Economia in tutte le secondarie. 11. Italia Repubblica fondata sul lavoro: Alternanza Scuola- Lavoro obbligatoria negli ultimi 3 anni degli istituti tecnici e professionali per almeno 200 ore l anno. 12. La scuola per tutti, tutti per la scuola: Stabilizzare il Fondo per il Miglioramento dell Offerta Formativa, renderne trasparente l utilizzo e legarlo agli obiettivi di miglioramento delle scuole. Sara e Gregorio

3 "VOLEVAMO STUPIRLA E STU PIRLA E` ARRIVATO!" Il salone dell Orientamento Versus è sempre un occasione per incontrare i Presidi e porre loro qualche domanda. Quest anno il tema era quasi obbligato e riguardava la Buona scuola. Preside Spagnolo IIS Q.Sella Abbiamo chiesto a tutti la stessa cosa: Quale crede sia il punto più interessante? Preside Molinari Vaglio Rubens ed Alberghiero Il più interessante è di certo quello sull alternanza scuola-lavoro. Per i ragazzi è importante che le prospettive vengano definite bene in corso d opera in tutti i percorsi. Questo vale, naturalmente, per gli istituti professionali, tecnici, ma anche nei licei il terzo e quarto anno dovrebbero prevedere l integrazione di attività lavorative, simulazioni di colloqui pre assuntivi e la stesura dei curriculum vitae. In questo modo si andrebbe a ridurre l impatto che c è tra il termine degli studi e l ingresso nel mondo lavorativo. Per quanto riguarda, invece, l organizzazione generale l aspetto più eclatante è quello delle assunzioni e la stabilizzazione di tutti i precari (150 mila). Bisogna vedere come verrà realizzato, ma le scuole potrebbero arrivare ad avere un numero di insegnanti superiore a quelli strettamente necessari in modo da poter svolgere un buon numero di attività e di progetti aggiuntivi. Non so come o in che misura verrà realizzato ma sono dell idea che sia un primo passo degno di fiducia, per quanto, forse, utopico. Preside Tamburelli Liceo del Cossatese e Valle Strona Sicuramente penso sia quello relativo ai crediti professionali per gli insegnanti. Con essi la formazione sarebbe strettamente collegata all avanzamento di carriera e, quindi, alla retribuzione. Ad oggi, facendo poca formazione, si rischia di avere docenti poco aggiornati, mentre questo mi sembra un buon passo verso una futura meritocrazia. Chi si dà da fare, chi si impegna e chi si aggiorna merita che ciò venga riconosciuto anche dal punto di vista retributivo e non si limiti il tutto ad una pacca sulla spalla, come avviene oggi. A mio parere è il discorso legato all organico funzionale, ossia l assunzione di 150 mila docenti, che potrebbero diventare 250 mila con il ricorso alla Corte europea. Ciò significherebbe stabilità per gli insegnanti dal punto di vista economico, con un eventuale rilancio (ad esempio la possibilità di accensione di mutui, concessi solo a chi ha un contratto a tempo indeterminato). Per le scuole, invece, vorrebbe dire poter organizzare meglio l offerta formativa con insegnanti che seguano i progetti in maniera continuativa. Attualmente, infatti, se ne occupano solo docenti volontari, visto che il fondo di Istituto non è mai intervenuto. Al tempo stesso con le assunzioni si garantirebbero migliori supplenze in caso di assenza e non i soliti tappa buchi a cui siamo abituati. Direttore Cnos Fap Vigliano - Felice Dondana Ciò che trovo più interessante è il fatto che, finalmente, il decreto provi a tener conto anche del parere di coloro che la scuola la fanno e la vivono. Per la prima volta si ritiene necessario chiedere, attraverso i questionari, anche la nostra idea in merito, coinvolgendo la base su cui la scuola stessa si fonda. Non sono i Ministri il vero corpo di tutto questo, ma gli insegnanti, i presidi, gli studenti, i tecnici di laboratorio, i bidelli, chi ci vive tutti i giorni. Per quanto riguarda la mia scuola, un centro di formazione professionale, devo dire che purtroppo non è stato preso particolarmente in considerazione il discorso del mondo lavorativo. È di certo quello che considero il grosso limite di questa Buona Scuola. Alice

4 Meglio soli che buchi neri. S ul territorio biellese, è presente "Fablab", che aiuta, con strumenti d'avanguardia, ad avvicinarsi ulteriormente all'informatica e all'imprenditoria. Per sapere di cosa si occupano e per scoprire più da vicino cos'è il Fablab abbiamo intervistato Emanuele e Diego, i due ragazzi responsabili del progetto. 1) Come è nata l idea del fablab e di cosa si occupa? L'idea nasce da me e Diego che abbiamo avuto la grande fortuna di incontrarci nel momento giusto, quando volevamo mettere in atto lo stesso progetto. Non ci conoscevamo e quindi all inizio si erano formati due progetti diversi molto vicini tra loro; io ero venuto qua, nella zona dei vecchi lanifici Sella, mentre lui era dalla parte opposta del Cervo, abbiamo cercato fino all'ultimo di far coesistere le due "sedi", però a causa dell'assenza di un ponte che collegasse le due sponde, era difficile mantenere i rapporti. Fare due FabLab separati era fare le cose "da biellesi", andava a finire che ci pestavamo i piedi a vicenda. Abbiamo quindi deciso di farne uno solo. Dal momento in cui abbiamo deciso di collaborare abbiamo fatto molte riunioni coi grandi capi e abbiamo avuto la fortuna di poter dialogare direttamente con Pietro Sella & Co. perché tra le sue idee c'era proprio il progetto di fare un opera di rivalutazione del sito. Il Fablab (fabbrication laboratory) è letteralmente un laboratorio di fabbricazione dove le persone possono presentare la loro idea (anche già elaborata al computer) e poi, grazie anche alle competenze che abbiamo io e Diego, ma soprattutto utilizzando i macchinari, possono uscirne con la loro creazione fatta e completa. Un idea che magari sarà un prototipo non definitivo; successivamente la creazione magari dovrà seguire le catene di produzione più classiche, quando l'inventore prevede una larga distribuzione dell'oggetto che ha pensato; invece quello realizzato qui può essere già l'oggetto finale se si tratta di un oggetto personale. 2) Che cos' è il Sella Lab? Sella Lab è un "incubatore", o "acceleratore di idee", vale a dire: se tu vieni qui con un'idea imprenditoriale vincente, loro vedono di darti supporto per tutto quello che seguirà, perché uno può avere un idea, ma se gli manca la parte più imprenditoriale e i classici ganci è molto difficile che l'attività decolli. 3) Quali strumenti tecnologici utilizzate e offrite e cos'è Arduino? Utilizziamo strumenti come la stampate 3D, la macchina al taglio laser (laser cutter), il plotter da taglio e lo scanner 3D. Arduino è una scheda elettronica programmabile. Pensate ad un telecomando, se voi aprite la scocca, potrete trovare una di quelle schede verdi o marroni che consentono ad esso di svolgere le sue funzioni; l'unica differenza con Arduino è che, mentre il telecomando nasce telecomando e muore telecomando, Arduino si può programmare, cioè grazie al computer è possibile fargli fare quel che voglio, io scrivendo delle linee di codice. Per esempio posso farlo diventare un dispositivo che mi permette di accendere una lampada soffiandoci sopra, o battendo le mani, posso mettere un sensore sulla porta e fargli contare quante persone entrano ed escono. Arduino, quindi, ha veramente molte potenzialità, ce ne sono di molti tipi, con forme e capacità diverse: quello base con cui si incomincia è l Arduino uno. 4) Quali attività proponete a coloro che non sono esperti di tecnologia ma che vorrebbero imparare? Proponiamo Corsi di alfabetizzazione con lo scopo di far conoscere alle persone le nuove tecnologie, che sono nuove e innovative ora, ma sicuramente saranno il futuro di domani, in modo tale che prima ne capiscano la potenzialità e poi abbiano la vo-

5 Il pollo è un secondo, sessanta polli sono un minuto, un minuto sono 120 ali. Ecco perché si dice che il tempo vola (Continua da pagina 4) glia di mettersi in gioco e costruire la loro idea. I corsi sono disparati, si passa da quelli su Arduino a corsi che non prevedono cose tecniche come software. Per esempio alla cifra di 60 euro abbiamo fatto un corso sul programma Rinoceront, per il disegno 3d, soprattutto di gioielli. Si partiva totalmente ignoranti sull argomento, per poi in poco tempo imparare con una docente (che disegna gioielli per grandi case). 5) I corsi hanno avuto successo? Oggetti realizzati con la stampate 3D Sì, abbiamo aperto il primo ottobre e da quella data ne abbiamo fatti circa una ventina: sono tanti anche perché realizzarli non è così semplice. Un po' li teniamo noi, ma appena possiamo troviamo persone competenti che possano erogare un corso ben fatto e magari rilasciare al termine un pezzo di carta spendibile. I corsi quindi hanno avuto molto successo e c'è da dire che ne abbiamo fatti su ambiti vari, siamo passati da quelli su Arduino, che richiamano un certo tipo di persone, a corsi che non richiedono necessariamente (come lo chiamo io) il due punto zero di mezzo cioè l'utilizzo del software o qualcosa di molto tecnico: ad esempio quello sul telaio, che con la macchina al taglio laser, abbiamo fatto noi. 6) Quali sono i metodi consigliati per trovare un finanziatore? Crowd Founding è un modo? Sì, Crowd Founding è un sistema per trovare fondi, qualcuno poi lo sottovaluta, ma ha anche un altro valore fondamentale, che è quello di farsi conoscere al mondo di Internet, anche se poi il fine ultimo per cui lo si fa è quello di tirare su soldi. 7) Pensi di continuare a svolgere questa attività? Sì, me lo auguro, poi è chiaro che chi fa start up dà inizio ad un attività imprenditoriale con tutti i rischi che comporta. Lorenzo P er conoscere più nel concreto il mondo delle startup e soprattutto quello di coloro che ne hanno intrapresa una, abbiamo intervistato Daniele Scivoli, fondatore dell'associazione I Food Share. Questa associazione è una piattaforma on line che permette la condivisione di cibo in eccedenza con lo scopo, così, di ridurre lo spreco alimentare. Chiunque voglia donare cibo, dai cittadini, ai piccoli esercenti e alle aziende agricole, deve semplicemente registrarsi e offrire liberamente i prodotti agroalimentari. I risultati ottenuti dalla fondazione della piattaforma, sono più che soddisfacenti: circa 2200 visite al sito web ogni mese, 500 kg di ceste donate e 2250 kg di CO2 evitate. 1. Come e quando è nata l'idea di creare il sito "I Food Share"? Tutto è nato per caso, leggendo un micro articolo sulla condivisione del cibo e spreco alimentare della piattaforma tedesca, mi sono subito documentato e motivato dalla voglia di aiutare il prossimo ho fatto realizzare la piattaforma web adattandola alla nostra nazione, ho scelto il nome pensando ovviamente alla condivisione, difatti il nome Ifoodshare significa Io condivido cibo. 2. Qual'è la finalità del progetto e quindi l'obiettivo principale per il suo raggiungimento? Non esiste una formula magica per il successo, con certezza ho provato sulla mia pelle per moltitudini di iniziative imprenditoriali che ho lanciato che la tenacia e la voglia di raggiungere l obbiettivo prefissato ti ricaricano al punto da farti arrivare in cima, ovviamente il componente fortuna anche se in piccola percentuale gioca sempre un ruolo importante. 3. Come funzionano le donazioni di alimenti attraverso il sito? (Continua a pagina 7)

6 I miei compagni di classe sono così duri che sono gli insegnanti a marinare la scuola. P ochi giorni a Natale, chi non fa il conto alla rovescia per aspettare le attese vacanze natalizie? Dopo stress scolastico con verifiche e impegni vari, ci vuole il meritato riposo e perché non approfittare per preparare un dolce natalizio tipico? Abbiamo domandato alle insegnanti madrelingua della nostra scuola di procurarci la ricetta di un dolce tipico del loro paese per potere avere così qualche idea su cosa preparare Torta: 100 g di zucchero 100 g di farina 5 uova 1 bustina di vanillina Crema: 100 g di cubetti di zucchero 1\2 tazzina d acqua 3 tuorli d'uovo 250g di burro dolce 100 g di cioccolato fondente 2 ml di estratto di caffè TROCHETTO DI NATALE Tronchetto Lavorare insieme 4 tuorli d'uovo con lo zucchero e la vanillina. Quando il composto è cremoso, aggiungere un uovo intero e lavorare qualche minuto con una spatola. Aggiungere gradualmente la farina mescolando, poi gli albumi montati a neve non troppo ferma. Applicare una carta da forno, leggermente imburrata, in una teglia rettangolare e stendere l impasto in modo uniforme. Mettere il dolce in forno caldo a 200 C, per 10 minuti. Sfornare la torta, girarla su una superficie fredda senza togliere la carta e coprirla con un panno (ammorbidita dal vapore, sarà più facile da arrotolare). Crema al burro Sciogliere lo zucchero in acqua a fuoco basso per ottenere uno sciroppo denso. Versare lentamente lo sciroppo caldo sopra i tuorli d'uovo, mescolando continuamente con una frusta fino a completo raffreddamento. Aggiungere il burro ammorbidito e mescolare per ottenere una crema morbida. Dividere il preparato in due. Profumarne una parte con il caffè, l'altra con cioccolato fuso in un po d acqua. Per terminare Rimuovere la carta forno dalla torta. Ricoprire con la crema di caffè e arrotolare nel senso della lunghezza. Tagliare le due estremità in modo uguale, che saranno utilizzate per ricreare i "nodi" del tronco. Ricoprire con la crema di cioccolato, posizionare sul dolce i "nodi" e imitare la corteccia del tronchetto con l aiuto di una forchetta, praticando delicatamente delle righe sulla crema da un estremità all altra. Decorare a piacere e mettere in frigo. Christelle Ricetta Torta Sacher - Rezept Sachertorte Ingredienti per 6 persone: 250 g di cioccolato amaro (die Schokolade); 200 g di burro (die Butter); 200 g di zucchero fine (die Zucker); 8 uova (die Eier); 240 g di farina (die Mehl); burro per lo stampo; 1/2 vasetto di marmellata di albicocche (die Aprikosenmarmelade); 200 g di cioccolato per la copertura Quando la torta si sarà raffreddata tagliatela orizzontalmente a met à, far- Fate sciogliere molto bene il cioccolato a bagnomaria e poi lasciatelo raffreddare di nuovo. Mescolate insieme il burro e lo zucchero fino a renderli schiumosi e aggiungetevi via via il cioccolato e i tuorli d'uovo. Sempre mescolando unitevi, alternando, la farina e gli albumi montati a neve. Mettete l'impasto morbido in uno stampo rotondo imburrato, infornate a 160'C e fate cuocere a fuoco medio per minuti.

7 Nelle scuole, in caso di incendio gli studenti si devono allineare in una fila unica, dal più basso al più alto. Qual è la logica? Quelli alti bruciano più lentamente? (Continued from page 6) citela con la marmellata (che avete setacciato), poi spennellate con questa anche l'esterno. Fate sciogliere il cioccolato per la copertura e versatelo sulla torta. Tagliatela solo il giorno dopo. "La torta Sacher, famosissima in tutto il mondo, fu preparata per la prima volta più di 100 anni fa per il principe Metternich, e la ricetta originale viene custodita gelosamente a Vienna." Bonamore Ingredients Crust Ingredients for a flakey pie crust * 2 1/2 cups (285 g) all-purpose flour, plus extra for rolling * 10-ounces (1 1/4 cups, 285 g) unsalted butter, cut into 1/2 inch cubes * 1 teaspoon salt * 2 teaspoons sugar * 1/2 cup (115 ml) sour cream (use full-fat sour cream for best results) Filling Ingredients * 3 pounds of good cooking apples such as Fuji, Golden Delicious, Granny Smith, Gravenstein, or Pippin (about 6 to 8 apples, depending on the size of your apples and the size of your pie dish) * 1 Tbsp of lemon juice or apple cider vinegar (to toss with the sliced apples so they don't brown as you slice them) * 1/2 cup to 2/3 cup sugar, depending on how sweet you like your pie * 3 tablespoons all-purpose flour for thickening * 1/4 teaspoon ground allspice * 1/4 teaspoon ground nutmeg * 1/2 teaspoon ground cinnamon * 1 teaspoon vanilla extract Knead crust ingredients into two balls and make two pie crusts. Draw the lower pie crust onto special pie dish, add apple filling, cover with top layer of crust. Paint top layer with egg yolk and milk so that crust will brown. Put into oven at 200 and bake for 45 minutes. Cool before serving. Marylin Professore: Per esempio Laura è una femmina e Luca è un maschio. Carolina: Vedere! Secco, a un alunna girata: Se vuoi ti disegno una freccia sul banco, così sai da che parte devi stare girata. Secco: Nicolini stai creando problemi di termodinamica in classe. Nicolini: Perché? Secco: Perché hai sempre la bocca aperta e crei correnti d aria. Secco: Altra alunna girata. Sei sempre girata e con la bocca aperta. Per la bocca aperta provvederò a trovare un tappo da damigiana. Per il fatto che sei sempre girata compra degli specchietti retrovisori. Secco: se mettete le cose che dico sul giornalino vi affetto. (Continua da pagina 5) C'è una scarsa propensione al riutilizzo degli avanzi, cambiare le abitudini in generale è davvero complicato soprattutto quando si usano mezzi tecnologici per questo tipo di donazioni, gli utenti sono molto diffidenti, nonostante ciò siamo riusciti ad avere risultati al di sopra delle aspettative. 4.Questa è un'associazione senza scopo di lucro, perciò come vi finanziate? Abbiamo due sfide importantissime, aumentare gli aiuti alla fascia medio/bassa e diminuire drasticamente lo spreco alimentare che sta distruggendo il nostro pianeta. 5. Siete soddisfatti del rendimento e del lavoro di "I Food Share"? Pianificare il progetto nei minimi dettagli e ingrediente fondamentale non scoraggiarsi percorrendo il tragitto prestabilito trasformando le difficoltà in elemento di forza e di energia che dovranno servire a completare i vostri obbiettivi. Francesca

8 Mio figlio è stato a casa da scuola tre giorni, la settimana scorsa. Il suo insegnante mi ha mandato una nota di ringraziamento. A nche quest anno è stato sottoposto ad alcuni studenti del nostro liceo il sondaggio che riguarda i 20 eventi che hanno caratterizzato l anno Abbiamo distinto fra fatti importanti, riferiti a cronaca e politica e leggeri inerenti invece a sport, spettacolo e cinema. Il primo posto della top ten dei fatti di cronaca è occupato dalla crescente paura per il virus Ebola, malattia di cui si è poco informati ma che provoca non poca preoccupazione a causa delle innumerevoli vittime. Le decapitazioni e le terrificanti vicende riguardanti l ISIS colpiscono particolarmente gli studenti, infatti si aggiudicano la medaglia d argento, seguiti dalle numerose alluvioni che hanno colpito il Biellese e l intero nord Italia in questo ultimo mese. Nei primi posti si trova anche la validità dei matrimoni omosessuali, questione a lungo discussa che ha portato a numerose manifestazioni e flash mob. A metà classifica lo spostamento della nave da crociera Concordia che dall isola del Giglio è stata finalmente condotta al porto di Genova per essere smantellata. Gli eventi politici non interessano particolarmente gli alunni, tanto che la presidenza del Consiglio di Renzi e le Elezioni europee di maggio si trovano nella parte finale della classifica. La politica rimane un argomento poco significativo che incide minimamente sugli studenti. A pari merito i fatti riguardanti il rapimento delle ragazze nigeriane e l abbattimento dell aereo in Ucraina che hanno suscitato pochi ricordi. Oltre agli avvenimenti di cronaca abbiamo quelli riferiti al mondo dello sport, spettacolo, cinema. Il primo posto è occupato dalla morte di Robin Williams, l inaspettata scomparsa del famoso attore americano ha sconvolto tutti i fan e non solo. Secondo posto della top ten è occupato dall estate più piovosa del secolo. Maltempo, pioggia e poco caldo di quest estate sono stati un bel problema per gli studenti che non hanno potuto godere a pieno i tre mesi di vacanza. Medaglia di bronzo è stata guadagnata dall Ice bucket challenge, moda estiva scatenata sui social network per raccogliere fondi per la SLA. Al quarto posto il cinema, con il grande successo del film Colpa delle stelle, tratto dall omonimo libro di John Green. A metà classifica si trova il calcio, con i Mondiali, poco entusiasmanti per l Italia, eliminata dopo il girone di qualificazione. Scendendo troviamo l incidente sciistico del pilota di automobili Schumacher, avvenuto a inizio Il moderno e ultimo modello Iphone 6 si trova in settima posizione, seguito a pari merito dalle nozze di George Clooney a Venezia e dall Oscar al film di Paolo Sorrentino La Grande Bellezza. Infine l ultima posizione è occupata dalle dimissioni di Luca Montezemolo che dopo molti anni ha lasciato la Ferrari. Infine, nonostante sia un fatto significativo, l assegnazione del Premio Nobel alla giovane Malala si trova in nona posizione, probabilmente a molti è sconosciuto il nome della ragazza. Cresce la paura per l Ebola 56 L ISIS e le decapitazioni 40 Le alluvioni 26 Validità matrimoni gay 17 Lo spostamento della Concordia 10 Renzi al governo 5 Il rapimento delle ragazze nigeriane 3 L aereo abbattuto in Ucraina 3 Il Premio Nobel per la pace a Malala 2 Le elezioni europee 1 Francesca Morte di Robin Williams 46 L estate più piovosa del secolo 40 Ice bucket challenge 18 Il successo di Colpa delle stelle 17 Mondiali di calcio 12 Incidente a Schumacher 10 L Iphone 6 7 Clooney sposo a Venezia 4 L oscar La grande bellezza 4 Montezemolo via dalla Ferrari 2

9 Insegnante: "Johnny, quanti anni ha una persona nata nel 1902?". Studente: "Uomo o donna?". 18 ottobre 2014, il sindaco di Roma Marino trascrive giuridicamente presso i registri Statali sedici matrimoni omosessuali celebrati all estero. È l ennesima scappatoia all italiana di una legge che, di fatto, non impedisce esplicitamente di registrare tali unioni. L Italia, ad oggi, è l unico Paese del blocco europeo occidentale a non essersi ancora aperto alla questione. Potrei citare asetticamente Paesi Bassi o Norvegia, per cui ogni innovazione sembra essere scontata. Invece oggi faccio leva sull orgoglio e parlo dell esempio per me più rilevante, quello dei nostri compagni di merende della Penisola Iberica. La Spagna, pioniera della bandiera arcobaleno, a tutto questo è approdata nel In Spagna fino al 1975 governava un dittatore di stampo filonazista. In Spagna esistono tutt ora movimenti indipendentisti molto rigidi che minano l unità territoriale. In Spagna c è un tasso di disoccupazione che gravita pericolosamente intorno al 24%. In Spagna si fa la siesta e si cena alle 10 di sera. In Spagna, in una ancora cattolicissima Spagna, ci sono arrivati da un pezzo. Perché, rispetto a coloro che abbiamo sempre ritenuto dei cugini, siamo così indietro? Il fatto è che l Italiano è bravo a fare rumore solo quando si tratta di distruggere. Un diritto, per farsi accettare, deve arrancare in un percorso insidioso, lento, perché prima dei piani alti bisogna convincere la massa. Un giovane omosessuale lotta un intera vita per farsi accettare dai genitori, poi dai compagni di scuola, dagli amici. Deve trovare l anima gemella in mezzo a un mondo etero, subire discriminazioni in ambito lavorativo, talvolta scolastico, non può essere spontaneo quanto vorrebbe, deve imparare ad essere trasformista nel senso più svilente del termine. Spetta proprio a lui andare ancora a sfondare cancelli, urlare nelle orecchie della gente per farsi sentire? Il problema dell Italiano è che la sua sordità deriva dall individualismo. Quale uomo si sarebbe messo a inizio 900 in prima fila a dimostrare insieme alla moglie suffragetta? Il nobile caso di Blackwell è una tantum ammirevole e significativa. In Italia, invece, abbiamo capito che sarebbe stato stupido non far votare una donna soltanto mezzo secolo dopo. Nuova costituzione, equiparazione della legge, tutto naturale. La questione di fondo è proprio questa. Naturale. Nel vero senso della parola: se accade in natura non vedo perché la specie umana debba dimostrarsi divergente. Mi viene spontaneo chiedere, a questo punto, perché sia diventato naturale far votare una donna al punto che, se non potessi farlo, sarebbe discriminazione. Non capisco quale sia il filo sottile che sbilancia l opinione pubblica in un senso o in un altro. Per me l omosessualità è una parentesi di eterogeneità preziosa ed irrinunciabile. Mentre negli Stati Uniti le scuole promuovono i progetti pedagogici arcobaleno non imponendo modelli ai bambini lasciando che le femmine comprino finalmente lo zaino di Spiderman, si apre una questione di bioetica da non sottovalutare. Se un domani scoprissimo che esiste un gene dell omosessualità per me la questione sarebbe risolta: non potendo sceglierlo, è inevitabile accettarlo. D altro canto mi rendo conto che una soluzione simile alimenterebbe idee élitarie per cui la si andrebbe a considerare una malattia. Così le mamme, scoprendo di essere incinte di un bimbo gay direbbero Ma no, scherziamo? Non lo voglio. Duecento anni fa lo avrebbero detto anche di un figlio con i capelli rossi, per inciso. Un diritto respira solo dopo essere stato affogato per centinaia di anni, ma in Italia ci sono ancora troppi bulli che amano affondare sott acqua i compagni gracilini per un tempo che sta diventando mortale. E mi prende lo sconforto. Poi penso alla signora Banks, con la sua vaporosa gonna e le guance viola d emozione, che esce di casa e lascia i bambini a Mary Poppins per andare con le amiche ad organizzare il prossimo blitz femminista. Allora voglio credere che, se la moglie di un banchiere inglese animata dal semplice gusto della novità ha lottato, un giorno lo faranno anche i figli di questa generazione ancora così coriacea. Alice

10 A me piace molto il sushi, purche' sia ben cotto. G ià ai tempi di Dante esistevano molti problemi nella società, causati da persone che lo stesso Dante condanna collocando in un universo parallelo, immaginario, creato da lui: l Inferno. Io, di certo non sono nessuno per potermi permettere di giudicare la società in cui vivo, ma se dovessi immaginarmi un Inferno contemporaneo lo vedrei come una sorta di grande moneta divisa a raggiera in sei settori (chiamati evil o più semplicemente zone) da muri ricoperti di sangue. La scelta della struttura a moneta è dovuta al fatto che la società è sempre più corrotta dalla brama di denaro, cosa non nuova, ma che si poteva già notare ai tempi dello stesso Dante. Al centro della moneta troviamo una zona, ma non una zona qualunque, bensì la più peccaminosa, nominata bloody zone o anche zona sanguinosa. La prima sezione è detta laguna ed è quella che si trova rivolta verso il nord, a cui si susseguono tutte le altre, seguendo il senso orario. Non bisogna pensare che il primo evil ospiti peccatori peggiori rispetto al secondo o al terzo e così via; l unica differenza di grado di peccato sta nella parte centrale. Ma siamo davvero sicuri che l Inferno sia solo qualcosa di ipotetico? Probabilmente non esiste un luogo studiato apposta con caratteristiche simili a quelle precedentemente elencate per punire tutte le persone che hanno peccato, ma spesso l Inferno ci sembra di affrontarlo nella vita di tutti i giorni, magari non sempre, ma quanto meno nelle giornate più negative. I Nella laguna possiamo trovare i cosiddetti nerd, termine attribuito alle persone che stanno costantemente chiuse in casa per navigare in Internet, usare social network e risolvere livelli di videogiochi. Non è ammissibile sprecare la vita standosene rinchiusi nelle proprie abitazioni per usare ininterrottamente le nuove tecnologie, senza più dedicarsi alla vita sociale e reale. Me li immagino nella laguna che continuano a saltare da una piattaforma di terra all altra, cercando di non annegare nel fango, proprio come se dovessero superare il livello di un videogioco. V La quinta zona è collegata alla precedente: infatti è dedicata a tutti gli alcolizzati e drogati che, dopo aver fatto uso di sostanze, hanno causato incidenti al volante di un automobile, uccidendo dei poveri innocenti. Subiscono la stessa punizione degli assassini e inoltre vengono continuamente tentati da bottiglie di alcolici e droghe posizionate in luoghi inarrivabili, benché visibili. II Il secondo evil contiene una categoria che non deve essere subito fraintesa, ovvero i professori. Non vi sono tutte le persone che svolgono il mestiere di insegnante, ma solo quelle che lo esercitano nel modo sbagliato. Per sbagliato non si intende di certo un professore tosto e severo, bensì uno incapace, che non riesce a spiegare la sua materia e che pensa esista solo quella disciplina. Così facendo gli studenti non apprendono niente e passano le vacanze e i fine settimana a doversi dedicare al massimo a una determinata materia, al posto di farne altre e a rilassarsi e svagarsi un po. La punizione è molto semplice: i dannati devono trascorrere le loro giornate a studiare e ripetere continuamente sei materie scelte a caso. IV Nella quarta zona troviamo i violenti contro se stessi (suicida) o altri. Non penso ci sia nemmeno da spiegare perché queste persone debbano essere punite all Inferno. Dato che in vita hanno voluto così tanto uccidere, adesso li immagino che si pugnalano tra loro, rigenerandosi ogni volta per morire subito dopo. III Il terzo evil accoglie una categoria già trattata da Dante: i politici corrotti. La politica invece di aiutare lo stato, sembra solo peggiorarlo, causando problemi e perdite di soldi e di fiducia. Oltretutto molti politici non lavorano nemmeno, o lavorano pochi giorni l anno, eppure percepiscono un buono stipendio. La pena a cui vanno incontro è il continuo lavoro manuale e pesante, che, forse, nella vita non hanno mai provato ad affrontare.

11 Come si chiamano tecnicamente quelli che lavorano alle Poste? Eccezioni! VI Il sesto evil presenta la categoria dei critici, affiancati dai falsi moralisti. Sono persone che hanno passato la loro vita a giudicare gli altri, pensando di essere molto meglio, quando spesso erano peggiori. Visto che non hanno saputo a tenere la lingua a freno, quando fanno il loro ingresso nell Inferno vengono subito portati da un gruppo di persone che si occupa di tagliare loro la lingua e di affidare loro un lavoro manuale. E adesso si arriva al centro della moneta: qui si trovano tutte le persone false e incoerenti che nella vita hanno solo tradito gente che, il più delle volte, si fidava di loro. Si viene costantemente pugnalati a sangue e illusi con parole di falsa speranza, proprio come in vita si sono ferite le persone attraverso menzogne. IL CENTRO E voi chi mettereste all inferno? E voi quali gironi creereste per questo XXI secolo. Chi ci mettereste dentro e che punizioni proporreste. Fateci avere le vostre idee. Le pubblicheremo sul prossimo numero. S alve a tutti ragazzi, sono il vostro Umberto, e oggi vi parlerò della leggenda della sede di Vallemosso. Normalmente coloro che affermano l esistenza di Vallemosso e coloro che arrivano ad insinuare di abitarci o di studiare nella misteriosa sede distaccata, sono considerati dei gran cialtroni o addirittura folli. Ebbene, non c è niente di più falso (a parte lo sbarco sulla Luna e la morte di John Fitzgerald Kennedy): Vallemosso e la sua sede esistono eccome, ma sono sempre state ignorate e tenute al margine della quotidiana vita della sede di Cossato: da chi e come mai? Inoltre, dopo aver osservato alcune rare foto da satellite, prontamente oscurate appena si è tentato di diffonderle, è stata confermata la diceria che la sede di Scienze Applicate avesse la stessa forma del Colosseo, anfiteatro nel quale gli schiavi si affrontavano in terribili e sanguinosi combattimenti per la propria libertà e per il semplice divertimento degli spettatori. Inoltre, Vallemosso è composta da 2 parole da 5 lettere ciascuna, e 2 e 5 sono numeri strettamente collegati alle forze del male e ad alcune tra le più grandi catastrofi che ha vissuto l umanità, come per esempio la strage dell 11 settembre: 2 erano le torri, 5 i lati del pentagono, anch esso vittima di un attentato lo stesso giorno, l 11. e guarda caso 1+1=2. Coincidenze? Io non credo. Inoltre, sono i numeri guida dei nostri acerrimi nemici, gli Illuminati. Ma non divaghiamo troppo, rendiamoci piuttosto conto che a questo punto la faccenda diventa molto chiara: gli Illuminati vogliono isolare questa sede ed istruirla all odio verso quella centrale, così da avere un esercito pronto a generare una guerra civile che si concluderà con la chiusura di entrambi gli stabili. E dobbiamo fare in fretta, amici, perché gli Illuminati si stanno già muovendo: durante il giorno 12 novembre, a Biella si stava decidendo se chiudere o meno le scuole a causa dell improvviso, casuale e terribile maltempo, ma la sede distaccata, guarda caso, aveva già stabilito che sarebbe rimasta chiusa. Questo non può che essere interpretato come un chiaro segnale di un imminente e disastrosa guerra tra le due sedi, che tramite una reazione a catena si amplierà fino a porre fine a qualsiasi tipo di istruzione, permettendo così l instaurazione di un governo scolastico a capo del quale ci sarà, ovviamente, la terribile setta. Dobbiamo agire. Come? Socializzando con Vallemosso ed impedendo che loro ci odino. Un abbraccio Umberto Kadmon

12 Quando studiavo al Liceo i miei compagni decisero di fare una gara a chi era il più piccolo. Per fortuna c'era uno più basso di me, così arrivai secondo. Da allora mi chiamano 'nanosecondo'. La Cagliano spiega Giovanni: Scusi prof, può ripetere? La Cagliano ripete, poi riprende a spiegare Giovanni: Scusi prof, può ripetere? La Cagliano: Ma lì non c'è campo? Cagliano: Repetita iuvant, ma dopo un po' stufant! Secco alla 3E: Sembrate una sessione staccata del Belletti Bona visto che dovete urlare nel padiglione auricolare per farvi sentire! Vallera: Nella Divina Commedia troveremo di tutto... Non so chi fosse il pusher di Dante! Secco: Raphael, hai una nuca stupenda, ma preferirei vedere il tuo volto. Quando ti giri a volte non ti riconosco. Secco: Possibile che vi veda felici solamente quando vi dico che non facciamo una parte del programma? Federici: Quali sono le caratteristiche dei Lipidi Daniele: BOH! Andrea: Cioè idrossido di Boro

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin

Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin Al nostro Paese serve una BUONA SCUOLA Perché è l unica risposta alla nuova

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso?

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? Livello A2 Unità 10 La costituzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? - Ciao Carlo, in questi giorni l Italia festeggia i 150 anni di unità e naturalmente

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Guida didattica all unità 2 In libreria

Guida didattica all unità 2 In libreria Destinazione Italiano Livello 3 Guida didattica all unità 2 In libreria 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che può

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI

FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI L asilo nido IL GIARDINO SEGRETO si presenta L asilo nido aziendale

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Facciamo rete 15 gennaio 2014

Facciamo rete 15 gennaio 2014 Facciamo rete 15 gennaio 2014 8 marzo 1990 marzo 1991 (Iperbole 9 gennaio 1995) Tutti i plessi hanno una connessione a Internet Tutte le classi di scuola primaria e secondaria hanno almeno un PC in classe

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Intervista iniziale Raccolta delle storie di vita Nome dell'apprendente Pablo sesso: m Data di nascita Paese di provenienza Brasile Nome dell'interprete

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI...

ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI... ECONOMIA E QUALITA DELLA VITA a misura di bambino RICORDANDO DANIELA FURLAN IL PROF. BARATELLA E TANTI ALTRI... 1 2 DENARO EURO ALTRE VALUTE CAMBIO CALCOLI BANCONOTE MONETE STORIA del denaro CONIO ALTRI

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Percorso educativo per favorire relazioni positive nel gruppo

Percorso educativo per favorire relazioni positive nel gruppo S.p.E.S. Servizi per l educazione e la scuola - Onlus Sede legale: Corso Fanti, 89-41012 CARPI (Mo) Recapito postale: Corso Fanti, 44-41012 Carpi (Mo) Codice Fiscale: 90020120367 Tel/Fax 059.686889 Percorso

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato.

Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato. Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato. ........ In ogni situazione occorre prestare molta attenzione. Se tanti pericoli

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 Ho seguito, insieme ai miei alunni, due percorsi differenti che poi si

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica.

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica. PREMESSA I libri e i corsi di 123imparoastudiare nascono da un esperienza e un idea. L esperienza è quella di decenni di insegnamento, al liceo e all università, miei e dei miei collaboratori. Esperienza

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Leggendo le aree d intervento di questo convegno, mi viene da pensare al legame che esiste tra loro:

Leggendo le aree d intervento di questo convegno, mi viene da pensare al legame che esiste tra loro: MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'EMILIA ROMAGNA ISTITUTO PROFESSIONALE DÌ STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO ARISTOTELE FIORAVANTI BOLOGNA

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Indice. Pasta per due... pag. 5. Scheda culturale - Le carte... pag. 42. Esercizi... pag. 45. Soluzioni degli esercizi... pag. 63

Indice. Pasta per due... pag. 5. Scheda culturale - Le carte... pag. 42. Esercizi... pag. 45. Soluzioni degli esercizi... pag. 63 Indice Pasta per due... pag. 5 Scheda culturale - Le carte... pag. 42 Esercizi... pag. 45 Soluzioni degli esercizi... pag. 63 Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma.

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

- 1 reference coded [2,49% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [2,49% Coverage] - 1 reference coded [2,49% Coverage] Reference 1-2,49% Coverage sicuramente è cambiato il mondo. Perché è una cosa che si vede anche nei grandi fabbricati dove vivono

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

Certificazione CILS - CILS UNO - Livello B1 - Parte 1 - Ascolto

Certificazione CILS - CILS UNO - Livello B1 - Parte 1 - Ascolto Certificazioni Dettato, Vero / Falso, Scelta Multipla Livello B1 Certificazione CILS - CILS UNO - Livello B1 - Parte 1 - Ascolto Prova n. 1 (Traccia 4_certificazioni_B1_CILS_Ascolto_15-01-2012-1.mp3) Dettato

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo Eccoci pronti a partire per Aprica, dove ci aspetta un tranquillo weekend in montagna. Ci andiamo spesso e conosciamo perfettamente tutto il tragitto. Appena ci spostiamo in direzione nord le case iniziano

Dettagli

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita INTRODUZIONE Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita Quando hai 27 anni un bimbo di 8 mesi, un buon lavoro, una casa un buon marito, cosa ti manca?

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli