CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IV COMMISSIONE CONSILIARE ATTIVITA' PRODUTTIVE E OCCUPAZIONE. Seduta del 30 gennaio 2012 Processo verbale n.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IV COMMISSIONE CONSILIARE ATTIVITA' PRODUTTIVE E OCCUPAZIONE. Seduta del 30 gennaio 2012 Processo verbale n."

Transcript

1 CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IX EGISLATURA IV COMMISSIONE CONSILIARE ATTIVITA' PRODUTTIVE E OCCUPAZIONE Seduta del 30 gennaio 2012 Processo verbale n. 6 Il giorno 30 gennaio 2012, alle ore 15.30, è convocata a norma dell art. 31, primo comma del regolamento generale, presso la sede del Consiglio regionale, la seduta della Commissione IV, per la trattazione degli argomenti di cui all ordine del giorno allegato. Presiede la seduta il Presidente Mario SALA. Assistono la dirigente dell Ufficio dott.ssa Francesca SANTAMBROGIO, la responsabile della posizione organizzativa dott.ssa Nella MOSCON, e il funzionario verbalizzante dott. Roberto CHIANINI. Alle ore il Presidente Mario SALA apre la seduta. 1

2 Si riporta per il punto 3 la trascrizione integrale degli interventi. Argomento n. 1 dell o.d.g.: Comunicazioni del Presidente. La nota contenente le comunicazioni pervenute alla IV Commissione è distribuita ai Consiglieri. Argomento n. 2 dell o.d.g.: Approvazione del processo verbale n. 3 del 17 gennaio Ai sensi dell'art. 61, comma 3 del regolamento generale si intende approvato il processo verbale di cui sopra, precedentemente inviato per posta elettronica ai componenti della Commissione. Arg. n. 3 all Ordine del Giorno: ITL n (CON RICHIESTA DI RISPOSTA SCRITTA) A FIRMA DEI CONSIGLIERI BETTONI, QUADRINI, MARCORA CONCERNENTE CONVENZIONE TRA REGIONE LOMBARDIA E TELECOM ITALIA SPA PER I LAVORI DI INFRASTRUTTURAZIONE DELLA BANDA LARGA E POSSIBILI SINERGIE CON LA SOCIETÀ ABM ICT DI BERGAMO Presidente SALA Passiamo al punto numero 3 all ordine del giorno, che riguarda la ITL/5031 a firma dei Consiglieri Bettoni, Quadrini, Marcora concernente la convenzione tra Regione Lombardia e Telecom Italia SpA per i lavori di infrastrutturazione della banda larga e possibili sinergie con la società ABM ICT di Bergamo. A questa ITL risponde, e lo ringraziamo per la sua presenza, l Assessore Raimondi, al quale cedo subito la parola. Poi uno dei proponenti - vedo il Consigliere Bettoni - come tradizione avrà la possibilità di una breve replica dopo le parole dell Assessore. Prego, Assessore Raimondi, e grazie della sua presenza. Assessore RAIMONDI Grazie, Presidente. L interpellanza fa riferimento a una vicenda ben nota a chi ha la ventura e la fortuna di vivere nella Provincia cuore della Regione Lombardia, forse un po meno a chi vive nelle altre Province, che riassumo. La Provincia di Bergamo aveva realizzato, attraverso una sua società, una infrastrutturazione in fibra ottica, e l interpellanza chiede in sostanza per quale ragione la Regione Lombardia ha fatto un bando ulteriore che è andato a infrastrutturare in fibra ottica essa pure in realtà le rimanenti parti del territorio. Ecco la risposta. L iniziativa della Regione Lombardia per abbattere il digital divide in Lombardia è stata caratterizzata da un attenta valutazione delle infrastrutture esistenti, dei servizi offerti ai cittadini e delle potenzialità in termini di crescita e sviluppo derivanti dalla diffusione capillare della banda larga. L operazione, preceduta, come vedremo nella risposta, da una lunga fase di consultazione pubblica e con gli operatori del settore, risponde pienamente alle caratteristiche di economicità a tutela dei consumatori e sussidiarietà richiamate nell interpellanza, essendo mirata a valorizzare le reti esistenti e a coprire il maggior fabbisogno con il minor utilizzo possibile di risorse pubbliche. Il metodo. L elenco dei settecentosette Comuni privi di servizio a banda larga, cioè in digital divide, e in fallimento di mercato è stato stilato seguendo un metodo molto rigoroso che prevedeva due momenti distinti. Il primo è consistito in tavoli di concertazione con i maggiori operatori delle telecomunicazioni sulla base del protocollo d intesa siglato tra Regione Lombardia, FastWeb, Telecom Italia, Colt, Wind e Albacom. Questo protocollo era aperto a qualunque operatore del settore che richiedesse la partecipazione. ABM ICT, cioè la società della Provincia di Bergamo, non ha presentato richiesta di adesione. Inoltre, sono stati fatti altri tavoli di concertazione, aperti con l Unione delle Province, con tutte le Province lombarde, tra cui anche la Provincia di Bergamo, con la presenza del 2

3 management di ABM ICT. Il secondo momento ha visto porre in essere una consultazione pubblica che da febbraio 2009 a metà 2010 ha raccolto dati in merito alla copertura del servizio a banda larga sul territorio regionale. La consultazione, pubblicata sul portale della Regione Lombardia, era rivolta a cittadini, Enti locali e imprese operanti nel settore e finalizzata a ottenere direttamente da utenti ed erogatori i dati relativi alla copertura delle performances dei servizi offerti. ABM ICT non ha risposto alla consultazione. La decisione della Commissione Europea. Con decisione C(2010) 888 del 8 febbraio 2010, la Commissione Europea ha quindi approvato l aiuto di Stato della Regione Lombardia chiamato riduzione del digital divide in Lombardia valutandone la compatibilità con l articolo 107 del Trattato Europeo in termini di aiuti di Stato. Cioè, dice la Commissione l aiuto della Regione Lombardia non è mirato in alcun modo ad alterare la concorrenza tra aziende rivali. Ipotizziamo, dunque, che l interpellanza parli di concorrenza sleale perché non a conoscenza della decisione della Commissione, che invitiamo a consultare. Gli incontri con le Province. I lavori previsti dal bando per l attivazione di settecentosette Comuni in Lombardia in digital divide sono stati formalmente avviati in data 27 giugno 2011 con la sottoscrizione della convenzione tra Regione Lombardia e Telecom Italia. In seguito a ciò, in data 19 luglio 2011, la Regione Lombardia ha convocato un incontro con tutte le Province per illustrare il progetto e richiedere informazioni in merito alla disponibilità di tubazioni libere o parzialmente occupate. Tale richiesta è stata rinnovata ad ogni Comune in occasione dell invio ai relativi Uffici tecnici competenti al rilascio della permessistica in una nota informativa circa il progetto nel bimestre che precede l avvio dei lavori. La complementarietà delle infrastrutture. Poiché tra i princìpi ispiratori del bando pubblico di riduzione del digital divide vi è, oltre alla neutralità tecnologica, anche la complementarietà delle infrastrutture al fine di ottimizzare le risorse pubbliche ed evitare così interventi duplicatori, l aggiudicataria del bando, cioè Telecom Italia, è obbligata a utilizzare risorse infrastrutturali di terzi (cavidotti e fibre ottiche) laddove presenti e disponibili. Questo vuol dire che Telecom non è subentrata con reti alternative a quelle già esistenti di ABM ICT come scritto nell interpellanza, ma semmai è vero il contrario. Negli unici tre Comuni per cui la Telecom non era disponibile, è stata avanzata la richiesta di accedere alle infrastrutture esistenti proprio per non sovrapporsi. Nel caso specifico, Telecom Italia ha avanzato richiesta di accesso alle infrastrutture di ABM ICT per alcune centrali telefoniche interessate dal bando per le quali non risulta disponibile una rete di Telecom Italia. A questo proposito si segnala, per completezza di informazione, che nei Comuni di Cavernago, Spirano e Comun Nuovo ABM ICT non ha ancora ad oggi sottoscritto i contratti con Telecom proposti nel mese di ottobre per l utilizzo dei cavidotti e della fibra ottica della stessa ABM ICT. La trattativa in corso si attesterebbe su prezzi più che doppi rispetto a quelli contrattualizzati con Infratel SpA, società pubblica che in Lombardia cede in affitto a Telecom quasi seicento chilometri di fibra ottica per il medesimo progetto, con evidenti vantaggi complessivi, quindi indirettamente anche per Regione Lombardia. Inoltre, dal confronto con i dati di Telecom Italia nella sua qualità di operatore aggiudicatario del bando regionale risulta che molte tratte di fibra ottica di proprietà di ABM ICT sono state posate, anch esse, con risorse esclusivamente pubbliche ove già da tempo era presente la rete dell operatore dominante. La rete così infrastrutturata da ABM ICT risulta, pertanto, per molte tratte inutilizzabile in quanto Telecom possiede la propria rete e non ha bisogno di utilizzare reti di altra proprietà, se non in minima parte. Inoltre, Telecom Italia, a differenza di qualunque altro operatore, ha l obbligo imposto dall Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCom) della cessione delle proprie infrastrutture a prezzi di mercato, anch essi stabiliti dall Autorità. Tale obbligo, al contrario, non trova applicazione per ABM ICT, che non solo può rifiutare l accesso ad un operatore, ma può stabilire prezzi d ingresso tali da scoraggiare la concorrenza. Il cittadino utente è, dunque, favorito dal bando anche in termini di costo del servizio. Per tutte le ragioni sopraesposte, si ritiene pertanto che non sussistano le condizioni di una concorrenza sleale. Presidente SALA Grazie, Assessore Raimondi. Consigliere Bettoni, per una breve replica, prego. 3

4 Consigliere BETTONI Rapidissima. Mi spiace ci siano voluti quasi quattro mesi per avere una risposta. E devo dire che, se non avessi fatto richiesta al Presidente del Consiglio, starei ancora ad aspettare la risposta. Prima premessa. Credo che questo sia un fatto anche di rispetto nei confronti dei Consiglieri. Seconda cosa. Dal 2008 esistono quattrocentocinquanta chilometri di messe sul territorio fatte da una società interamente pubblica con soldi messi dalla Provincia. A questo punto si domanda se è corretto fare un bando dove si vanno a spendere altrettanti soldi per fare un doppione e dove Telecom è andata a chiedere a questa società pubblica di utilizzare i propri condotti offrendo tre euro al metro quando costa sessanta euro al metro lineare fare questi lavori. Ebbene, la domanda è la seguente: è corretto fare un doppione avendo investito così tanti soldi e investendone altri per farne una concorrente così sleale? Questa è la domanda. Tutto il resto è abbastanza in più. Presidente SALA Va bene. Grazie. Ringrazio l Assessore Raimondi e ringrazio il Consigliere Bettoni per aver portato alla conoscenza della Commissione questa vicenda. La Commissione ha sempre e comunque la trascrizione. Quindi, è possibile accedere, attraverso la trascrizione, alla risposta che ha dato l Assessore, che ringrazio se per le vie brevi ci consegna, prima ancora della trascrizione, la risposta. Grazie. Arg. n. 4 all Ordine del Giorno: PDL n. 85 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ARTIGIANATO E COMMERCIO E ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2006/123/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEL 12 DICEMBRE 2006 RELATIVA AI SERVIZI NEL MERCATO INTERNO Il Presidente SALA fa il punto dello stato istruttorio del provvedimento, specificando che saranno presentati numerosi emendamenti, che oggi il relatore Orsatti illustrerà alla Commissione. Il Consigliere ORSATTI ricorda i mesi di impegno trascorsi per trovare la quadra di questo PDL presentato dalla Lega Nord. Informa che sono stati effettuati vari approfondimenti a livello normativo, per arrivare così a un testo inattaccabile. Manifesta altresì la propria soddisfazione perché le forze di maggioranza del Consiglio Regionale sono riuscite ad addivenire all eliminazione di quelle parti del PDL non suscettive di applicazione pratica, anche grazie all ottimo contributo fornito dall Assessorato competente. Aggiunge che i capisaldi del provvedimento sono mantenuti, ma che sono state attenuate le possibili forme di contrasto. Quanto agli emendamenti, prosegue, essi sono numerosi e occupano molte pagine, così che molti articoli sono stati riscritti. Reputa pure che oggi non si debba certo votare, in quanto va garantito ai Commissari il tempo necessario per studiare bene le modifiche proposte. Il Consigliere CAVICCHIOLI, a sua volta, chiede al relatore delle delucidazioni sui rapporti fra le varie versioni del provvedimento. In particolare, se vi siano ulteriori emendamenti rispetto al passato. Il Consigliere ORSATTI risponde affermativamente. Il Consigliere CAVICCHIOLI chiede allora se si sia in presenza di un altro testo. Il Consigliere TOSI domanda quale sia la posizione del relatore, e se gli emendamenti siano suoi o del suo Gruppo. 4

5 Il Consigliere ORSATTI spiega che il documento odierno comprende sedici emendamenti, a loro volta comprensivi sia di quelli già presentati nel mese di settembre, sia delle nuove modifiche. Il Presidente SALA spiega ai Commissari che quello in loro possesso è il testo iniziale del provvedimento, più ventisei emendamenti. Che il progetto di legge sia nuovo o no, conclude, è una valutazione di natura politica. Il Consigliere ORSATTI si offre di distribuire ai Consiglieri il testo, così come modificato dagli emendamenti, in versione bicolore, verde per gli emendamenti di settembre e blu per quelli attuali. Il Presidente SALA concorda con questa proposta e ringrazia il relatore per l ottimo lavoro svolto. Il Consigliere PENATI osserva tuttavia che si tratta di una toltale riscrittura del provvedimento. Il Presidente SALA dice ai Commissari che, leggendo gli emendamenti in questione, ritroveranno gran parte dei contenuti dell articolato iniziale. Il Consigliere BRAMBILLA vorrebbe comprendere a quale stato del testo si riferisca il parere espresso in agosto dal Servizio Legislativo del Consiglio Regionale. Il Presidente SALA risponde che esso non è relativo al testo così come oggi emendato, ma a un testo precedente. Il Consigliere BRAMBILLA obietta però che sarebbe utile conoscere il giudizio di detto Servizio sul documento aggiornato alla luce degli emendamenti odierni. Il Presidente SALA ricorda tuttavia di non aver mai chiesto nel passato un parere su un provvedimento a detto Servizio, il quale ha sempre proceduto autonomamente nel far pervenire le sue comunicazioni alla Commissione, fossero queste relative a osservazioni di mero drafting o di sostanza. Se esso riterrà, prosegue, di far pervenire una nuova nota, sarà sua cura farla avere subito ai Commissari. Il Consigliere CAVICCHIOLI evidenzia che il PDL n. 85 ha incontrato, nel suo iter istruttorio, ben quattro provvedimenti statuali che hanno toccato la stessa materia; si chiede quindi, e non è una domanda politica, sottolinea, se esso abbia ancora ragione di esistere. Il Presidente SALA reputa di sì, in quanto il suo orientamento è che la Regione debba procedere nella propria azione legislativa a prescindere dall attività del Governo centrale, semmai adeguando in corso d opera i propri provvedimenti ove necessario, alle direttive statuali. La Regione, conclude, deve quindi andare avanti nella propria attività legislativa nelle materie di sua competenza. Dopodichè, aggiorna l istruttoria del PDL n. 85 e chiude i lavori. La riunione termina alle ore Hanno partecipato ai lavori della seduta - i seguenti Consiglieri componenti della Commissione: Presidente Mario SALA Il Popolo della Libertà (8) Massimiliano Gino ORSATTI Lega Lombarda Lega Nord Padania (5) 5

6 Stefano TOSI Partito Democratico della Lombardia (4) Componenti Valerio BETTONI Unione di Centro (3) Dario BIANCHI Lega Lombarda Lega Nord Padania (5) Cesare BOSSETTI Lega Lombarda Lega Nord Padania (5) Enrico BRAMBILLA Partito Democratico della Lombardia (4) Arianna CAVICCHIOLI Partito Democratico della Lombardia (4) Angelo CIOCCA Lega Lombarda Lega Nord Padania (5) Maurizio MARTINA Partito Democratico della Lombardia (5) Filippo PENATI Gruppo Misto (1) Vittorio PESATO Il Popolo della Libertà (7) Fabrizio SANTANTONIO Partito Democratico della Lombardia (4) Sante ZUFFADA Il Popolo della Libertà (7) - i funzionari del Consiglio: Pelucchi (Servizio Legislativo). Risultano assenti alla seduta i Consiglieri componenti della Commissione: Chiara CREMONESI Elisabetta FATUZZO Francesco PATITUCCI Giorgio POZZI Gabriele SOLA Sinistra Ecologica Libertà Partito Pensionati Italia dei Valori Il Popolo della Libertà Italia dei Valori IL PRESIDENTE (Mario SALA) IL CONSIGLIERE SEGRETARIO (Stefano TOSI) LE RESPONSABILI DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA (Nella MOSCON) IL FUNZIONARIO VERBALIZZANTE (Roberto CHIANINI) Allegato: ordine del giorno della seduta. 6

7 IV COMMISSIONE ATTIVITA' PRODUTTIVE E OCCUPAZIONE LUNEDI 30/01/2012 Ore: Ore: 15:30 Seduta delle Commissioni riunite IV e VII Seduta della IV Commissione O.O.D.G. DELLA SEDUTA DELLE COMMISSIONI IV E VII RIUNITE 30/01/2012 TRATTAZIONE RELATORE 1 Approvazione del processo verbale n. 2 del 16 gennaio 2012 e distribuzione del processo verbale n. 4 del 23 gennaio PDA N. 21 APPROVAZIONE DEL PIANO DI AZIONE REGIONALE 2011/2015 PER LA PROGRAMMAZIONE DELLE POLITICHE INTEGRATE DI ISTRUZIONE FORMAZIONE ELAVORO E DEL SISTEMA UNIVERSITARIO LOMBARDO Atto di iniziativa del Presidente della Giunta Assegnazione: CO-REFERENTE ORSATTI O.D.G. DELLA SEDUTA DELLA IV COMMISSIONE 30/01/2012 TRATTAZIONE RELATORE 1 Comunicazioni del Presidente 2 Approvazione del processo verbale n. 3 del 17 gennaio ITL N (CON RICHIESTA DI RISPOSTA SCRITTA) A FIRMA DEI CONSIGLIERI BETTONI, QUADRINI, MARCORA CONCERNENTE CONVENZIONE TRA REGIONE LOMBARDIA E TELECOM ITALIA S.p.A. PER I LAVORI DI INFRASTRUTTURAZIONE DELLA BANDA LARGA E POSSIBILI SINERGIE CON LA SOCIETA ABM ICT DI BERGAMO Assegnazione: PDL N. 85 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ARTIGIANATO E COMMERCIO E ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2006/123/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEL 12 DICEMBRE 2006 RELATIVA AI SERVIZI NEL MERCATO INTERNO Atto di iniziativa Consiliare Assegnazione: RISPOSTA dell Assessore all Ambiente, Energia e Reti RAIMONDI REFERENTE ORSATTI 7

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA I COMMISSIONE CONSILIARE PROGRAMMAZIONE E BILANCIO. Seduta del 20 maggio 2015 Processo verbale n.

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA I COMMISSIONE CONSILIARE PROGRAMMAZIONE E BILANCIO. Seduta del 20 maggio 2015 Processo verbale n. CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA X LEGISLATURA I COMMISSIONE CONSILIARE PROGRAMMAZIONE E BILANCIO Seduta del 20 maggio 2015 Processo verbale n. 15 Il giorno 20 maggio 2015, alle ore 10.00 è convocata

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IX LEGISLATURA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE Seduta del 12 luglio 2012 Processo verbale n. 18 Il giorno

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E ASSISTENZA

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E ASSISTENZA 1 CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VIII LEGISLATURA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E ASSISTENZA Seduta del 17-11-2005 processo verbale n. 7/2005 Il giorno 17-11-2005 alle ore 12.05, è convocata a

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IV COMMISSIONE CONSILIARE ATTIVITA' PRODUTTIVE E OCCUPAZIONE. Seduta del 10 settembre 2012 Processo verbale n.

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IV COMMISSIONE CONSILIARE ATTIVITA' PRODUTTIVE E OCCUPAZIONE. Seduta del 10 settembre 2012 Processo verbale n. CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IX LEGISLATURA IV COMMISSIONE CONSILIARE ATTIVITA' PRODUTTIVE E OCCUPAZIONE Seduta del 10 settembre 2012 Processo verbale n. 29 Il giorno 10 settembre 2012, alle ore

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA COMMISSIONE CONSILIARE SPECIALE 'RAPPORTI TRA LOMBARDIA, CONFEDERAZIONE ELVETICA E PROVINCE AUTONOME

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA COMMISSIONE CONSILIARE SPECIALE 'RAPPORTI TRA LOMBARDIA, CONFEDERAZIONE ELVETICA E PROVINCE AUTONOME CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA X LEGISLATURA COMMISSIONE CONSILIARE SPECIALE 'RAPPORTI TRA LOMBARDIA, CONFEDERAZIONE ELVETICA E PROVINCE AUTONOME Seduta del 20 febbraio 2014 Processo verbale n. 4

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IX LEGISLATURA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE Seduta del 3 febbraio 2011 Processo verbale n. 3 Il giorno

Dettagli

IL CONSIGLIO IX LEGISLATURA ATTI: 004944

IL CONSIGLIO IX LEGISLATURA ATTI: 004944 IL CONSIGLIO IX LEGISLATURA ATTI: 004944 SEDUTA DEL 5 LUGLIO 2011 DELIBERAZIONE N. IX/0215 Presidenza del Vice Presidente PENATI Segretari: consiglieri PONZONI e SPREAFICO Consiglieri in carica: ALBONI

Dettagli

Comune di Barlassina

Comune di Barlassina Comune di Barlassina Provincia di Monza e Brianza VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N 39 del 13/09/2010 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE "IL POPOLO DELLA LIBERTA'

Dettagli

6 L art. 3 della direttiva IPPC fa riferimento agli obblighi fondamentali del gestore.

6 L art. 3 della direttiva IPPC fa riferimento agli obblighi fondamentali del gestore. Pagina 1 di 6 SENTENZA DELLA CORTE (Settima Sezione) 31 marzo 2011 (*) «Inadempimento di uno Stato Ambiente Direttiva 2008/1/CE Prevenzione e riduzione integrate dell inquinamento Condizioni di autorizzazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 904 Seduta del 08/11/2013

DELIBERAZIONE N X / 904 Seduta del 08/11/2013 DELIBERAZIONE N X / 904 Seduta del 08/11/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 29/08/2014 ore 09:00 delibera n. 102 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MANTOVA QUALE PIANO D'AREA DEL PTCP

Dettagli

NELLA riunione del Consiglio del 8 luglio 2010;

NELLA riunione del Consiglio del 8 luglio 2010; DELIBERAZIONE 8 luglio 2010. DeÞ nizione dell Indice di qualità globale (IQG) del servizio universale. (Deliberazione n. 328/10/CONS). L AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI NELLA riunione del

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. 55/15/CIR CONSULTAZIONE PUBBLICA CONCERNENTE L APPROVAZIONE DELLE OFFERTE DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA S.P.A. PER L ANNO 2014 RELATIVE AI SERVIZI BITSTREAM SU RETE IN RAME E AI SERVIZI

Dettagli

VI COMMISSIONE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE. Seduta del 29 febbraio 2012 Processo verbale n. 4/2012

VI COMMISSIONE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE. Seduta del 29 febbraio 2012 Processo verbale n. 4/2012 CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IX LEGISLATURA VI COMMISSIONE AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE Seduta del 29 febbraio 2012 Processo verbale n. 4/2012 Il giorno 29 febbraio 2012, alle ore 10:30, è convocata

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA N. d'ord.11 reg deliberazioni GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 21/01/2014 L'anno duemilaquattordici, questo giorno ventuno del mese di gennaio

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

Deliberazione n. SCCLEG/2/2012/PREV REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Governo. componenti: Roberto TABBITA, Carlo CHIAPPINELLI, Simonetta

Deliberazione n. SCCLEG/2/2012/PREV REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Governo. componenti: Roberto TABBITA, Carlo CHIAPPINELLI, Simonetta Deliberazione n. SCCLEG/2/2012/PREV REPUBBLICA ITALIANA la Corte dei conti Sezione centrale del controllo di legittimità su atti del Governo e delle Amministrazioni dello Stato formata dai Magistrati:

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 OGGETTO: Rinnovo della convenzione con l Università Cattolica del Sacro Cuore, con sede legale in Milano, per lo svolgimento di tirocini di formazione

Dettagli

Lo sviluppo della Banda Larga. Direzione Sistemi Informativi

Lo sviluppo della Banda Larga. Direzione Sistemi Informativi Lo sviluppo della Banda Larga Direzione Sistemi Informativi 1 Il modello di Sviluppo della Banda Larga in Veneto Regione del Veneto - coerentemente al Piano Nazionale per lo Sviluppo della Banda Larga

Dettagli

COMUNICATO STAMPA QUADRO DEGLI INTERVENTI

COMUNICATO STAMPA QUADRO DEGLI INTERVENTI COMUNICATO STAMPA QUADRO DEGLI INTERVENTI L Autorità interviene con due provvedimenti in materia di servizio universale nelle comunicazioni elettroniche Il Consiglio dell Autorità per le garanzie nelle

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO COPIA Deliberazione N. 84 Del 28/04/2015 CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Progetto "Consumare e risparmiare si può" in collaborazione

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 66 24 aprile 2015 Immediatamente Eseguibile

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 66 24 aprile 2015 Immediatamente Eseguibile Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 66 24 aprile 2015 Immediatamente Eseguibile Oggetto : Adesione agli artt.: 3 comma 5, 4 comma 5 e 5 comma 2 dello schema

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA Regione Puglia ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA TRA LA REGIONE PUGLIA E IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 1 Roma, novembre 2014 2 Accordo

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di ANCONA

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di ANCONA Seduta del 07/03/2016 n. 42 OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO AMPLIAMENTO RETE TELEFONICA IN FIBRA OTTICA NELLE VIE CITTADINE E CONVENZIONE PER UTILIZZO DI PORZIONE DELLA INFRASTRUTTURA COMUNALE DI PUBBLICA

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA X LEGISLATURA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E POLITICHE SOCIALI

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA X LEGISLATURA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E POLITICHE SOCIALI CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA X LEGISLATURA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E POLITICHE SOCIALI Seduta del 6 aprile 2016 processo verbale n. 7/2016 Il giorno 6 aprile 2016, alle ore 15,30, è convocata

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 15 del 31.05.2006 OGGETTO: RINEGOZIAZIONE MUTUI CASSA DEPOSITI E PRESTITI PRIMA DEL 1 GENNAIO 1997.- L

Dettagli

A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi

A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi Prot. 222/2011 Cagliari 18 aprile 2011 A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi Come preannunciato nel nostro comunicato dell 8 aprile u.s., il 15 aprile 2011 è

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. LINEE GUIDA PER LE CONDIZIONI DI ACCESSO WHOLESALE ALLE RETI A BANDA ULTRA LARGA DESTINATARIE DI CONTRIBUTI PUBBLICI L AUTORITÀ NELLA riunione di Consiglio del 7 aprile 2016; VISTA la legge

Dettagli

Consorzio di Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Sono presenti ed assenti, ed esprimono il loro voto sulla delibera i seguenti signori:

Consorzio di Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Sono presenti ed assenti, ed esprimono il loro voto sulla delibera i seguenti signori: Pos. CA-CDA-DELC Delibera Consiglio di Amministrazione Consorzio di Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano Delibera n. 049/2011 Data 09/11/2011 Oggetto: Adeguamento linee telefonia mobile del

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 740 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 Legge regionale n. 33/2006 Norme per lo Sviluppo dello Sport per Tutti Articolo 5 - Approvazione Protocollo d intesa e Convenzione tra

Dettagli

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con deliberazione del

Dettagli

ALLEGATO B. Protocollo d intesa

ALLEGATO B. Protocollo d intesa Protocollo d intesa per la determinazione del valore del canone di locazione delle stazioni radio base finalizzate all erogazione del servizio di telefonia mobile ALLEGATO B Protocollo d intesa per la

Dettagli

COMUNE DI NUVOLENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI NUVOLENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI NUVOLENTO ORIGINALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE N. 26 DEL 28.09.2010 GIUGNO 2009, N. 69, RIGUARDANTE L'ALBO PRETORIO INFORMATICO. ESAME ED APPROVAZIONE. L anno DUEMILADIECI

Dettagli

DELIBERA N. 628/07/CONS

DELIBERA N. 628/07/CONS DELIBERA N. MERCATO DELLA TERMINAZIONE DI CHIAMATE VOCALI SU SINGOLE RETI MOBILI (MERCATO N. 16 FRA QUELLI IDENTIFICATI DALLA RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA N. 2003/311/CE): VALUTAZIONE AI SENSI

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 15/32

DELIBERAZIONE N. 15/32 Oggetto: Atto integrativo all Accordo di Programma per lo sviluppo della banda larga sul territorio della Regione Sardegna del 30.12.2009. Avvio del progetto Piano Nazionale Banda Larga Italia per l attuazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE Deliberazione n. Rep. Gen. 43/2014 Atti n. 28221\7.5\2014\2 Oggetto: Autorizzazione all'indizione di una procedura ad evidenza pubblica, per l'acquisizione

Dettagli

Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni

Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni COMUNE DI OLIVETO CITRA Provincia di Salerno Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni Approvato con deliberazione C.C. n. 14 del 26.04.2013 In vigore dal 26.04.2013 1 TITOLO I TITOLO I - ISTITUZIONE

Dettagli

Luca Zanetta Uniontrasporti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria

Luca Zanetta Uniontrasporti. Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Luca Zanetta Uniontrasporti Piani per lo sviluppo delle infrastrutture di rete in Calabria Reti a banda larga e ultralarga Le reti di telecomunicazione ad alta velocità sono un infrastruttura strategica

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622 14236 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 55 del 21 04 2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622 Approvazione Linee guida per lo svolgimento degli esami di Qualifica in esito

Dettagli

Approvazione verbale seduta precedente; Comunicazioni del Presidente; 1. Esame ed approvazione della Proposta

Approvazione verbale seduta precedente; Comunicazioni del Presidente; 1. Esame ed approvazione della Proposta Resoconto Sommario n. 7/XLeg.ra n. 7/2015 ARGOMENTI TRATTATI: 1. 2. 3. Approvazione verbale seduta precedente; Comunicazioni del Presidente; Esame ed approvazione della Proposta di legge Istituzione del

Dettagli

La bonifica delle aree di ridotte dimensioni D.lgs. n. 152/06- Testo Unico Ambientale Federico Vanetti

La bonifica delle aree di ridotte dimensioni D.lgs. n. 152/06- Testo Unico Ambientale Federico Vanetti La bonifica delle aree di ridotte dimensioni D.lgs. n. 152/06- Testo Unico Ambientale Federico Vanetti Tra le innovazioni introdotte dal D.Lgs. n. 152/06, merita di essere approfondita la nuova disciplina

Dettagli

IX LEGISLATURA ATTI 007663 Nr. Progr. 4 ARGOMENTI TRATTATI SEDUTE DI MARTEDI 22 GIUGNO 2010 E DI MERCOLEDI 23 GIUGNO 2010

IX LEGISLATURA ATTI 007663 Nr. Progr. 4 ARGOMENTI TRATTATI SEDUTE DI MARTEDI 22 GIUGNO 2010 E DI MERCOLEDI 23 GIUGNO 2010 ATTI 007663 Nr. Progr. 4 ARGOMENTI TRATTATI SEDUTE DI MARTEDI 22 GIUGNO 2010 E DI MERCOLEDI 23 GIUGNO 2010 SERVIZIO SEGRETERIA DELL'ASSEMBLEA CONSILIARE Seduta di martedì 22 giugno 2010 1.ODG Comunicazioni

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Roberto Tonissi /UltraCALL Inc.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Roberto Tonissi /UltraCALL Inc. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Roberto Tonissi /UltraCALL Inc. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Assenti:

Dettagli

COMUNE DI CURSI COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI CURSI COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI CURSI c.a.p. 73020 PROVINCIA DI LECCE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 37 del Reg. OGGETTO: Progetto di investimento per la realizzazione di infrastrutture per la Banda

Dettagli

COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino

COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA Numero 6 Del 09-02-2015 Oggetto: Consorzio Sociale A4. Proroga Commissario Liquidatore. L'anno duemilaquindici

Dettagli

COMUNE DI SESTRI LEVANTE Provincia di GENOVA

COMUNE DI SESTRI LEVANTE Provincia di GENOVA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 114 DEL 11 Giugno 2014 L anno duemilaquattordici, addì undici del mese di Giugno, alle ore 15:00 presso la sede municipale di Piazza Matteotti, regolarmente convocata,

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO n. 21 del 24/02/2009 OGGETTO: FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE COMMERCIALI, ARTIGIANE, AGRICOLE

Dettagli

I Percorso di formazione e inserimento professionale n. nell ambito del. Corso e avanzato in Applicazioni Web-Mobile ed Internet of

I Percorso di formazione e inserimento professionale n. nell ambito del. Corso e avanzato in Applicazioni Web-Mobile ed Internet of Sardegna Ricerche I Percorso di formazione e inserimento professionale n t nell ambito del Corso e avanzato in Applicazioni Web-Mobile ed Internet of r v PUBBLICO Things Bando Pubblico Bando Pubblico e

Dettagli

1. Iter procedurale per la concessione della CIG in deroga

1. Iter procedurale per la concessione della CIG in deroga ALLEGATO 1 - MODALITÀ APPLICATIVE DELL ACCORDO QUADRO SUGLI AMMORTIZZATORI IN DEROGA IN LOMBARDIA 2011 del 25 FEBBRAIO 2011 (di seguito accordo quadro 2011 ) 1. Iter procedurale per la concessione della

Dettagli

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Cabina di Regia del 26 gennaio 2009 Regolamento per l organizzazione ed il funzionamento della Cabina di Regia Città di Avellino Programma Integrato

Dettagli

OGGETTO: Trasmissione schema regolamento Commissione Provinciale per l artigianato (CPA)

OGGETTO: Trasmissione schema regolamento Commissione Provinciale per l artigianato (CPA) Direzione Attività produttive Promozione, Sviluppo e Disciplina dell Artigianato Commissione Regionale per l artigianato cra@regione.piemonte.it Torino, 20 maggio 2009 Protocollo 6038/16/03 Ai Presidenti

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA COMMISSIONE SPECIALE STATUTO. Seduta del 14 maggio 2007 Processo verbale n. 5

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA COMMISSIONE SPECIALE STATUTO. Seduta del 14 maggio 2007 Processo verbale n. 5 CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VIII LEGISLATURA COMMISSIONE SPECIALE STATUTO Seduta del 14 maggio 2007 Processo verbale n. 5 Il giorno 14 maggio 2007, alle ore 10.30, è convocata presso la sede del

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 253 16 dicembre 2015

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 253 16 dicembre 2015 Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 253 16 dicembre 2015 Oggetto : Approvazione del Valore di Rimborso da riconoscere al gestore uscente del servizio di

Dettagli

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE

COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI 39/2010 AGLI ENTI ASSOCIATI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI INDICE Decreto relativo al contributo erariale spettante alle unioni di

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 3995 Seduta del 04/08/2015

DELIBERAZIONE N X / 3995 Seduta del 04/08/2015 DELIBERAZIONE N X / 3995 Seduta del 04/08/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA

Dettagli

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento consulta comunale delle associazioni di volontariato di protezione civile

CITTÀ DI FOLIGNO. Regolamento consulta comunale delle associazioni di volontariato di protezione civile CITTÀ DI FOLIGNO Regolamento consulta comunale delle associazioni di volontariato di protezione civile Approvato con D.C.C. n. 32 del 24/04/2008 Modificato con D.C.C. n. 9 del 14/04/2011 Art. 1 - Istituzione

Dettagli

Sviluppo della Banda Larga in Liguria

Sviluppo della Banda Larga in Liguria Sviluppo della Banda Larga in Liguria Comitato di Sorveglianza PSR FEASR 2007-2013 Genova - 12 Giugno 2013 1 LEGGE N.42 del 2006 - Istituzione del Sistema Informativo Regionale Integrato per lo sviluppo

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA Servizio Assistenza Territoriale Prevenzione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA Art. 1 - FUNZIONI e ATTIVITA del COMITATO Il Comitato Consultivo Misto (in sigla CCM), dell Azienda

Dettagli

Verbale del Registro delle Deliberazioni della Giunta Comunale

Verbale del Registro delle Deliberazioni della Giunta Comunale Verbale del Registro delle Deliberazioni della Giunta Comunale N. 220 Reg. Data 05/11/2012 OGGETTO: Riorganizzazione aree pubbliche da destinare al commercio di varie tipologie di prodotti - Integrazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA REGOLAMENTO PER L USO DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA SOMMARIO Art.1 Oggetto del regolamento...... Pag. 2 Art.2 Disposizioni e principi generali 2 Art.3 Definizioni 2 Art.4 Posta elettronica certificata..

Dettagli

FONDAZIONE ZANETTI ONLUS

FONDAZIONE ZANETTI ONLUS FONDAZIONE ZANETTI ONLUS LINEE GUIDA PER RICHIEDERCI UN SOSTEGNO PER IL 2016 (Le richieste devono pervenire entro e non oltre il 30 ottobre 2015) FONDAZIONE ZANETTI ONLUS Linee guida per la presentazione,

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 27/11/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 95 - Supplemento n.

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 27/11/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 95 - Supplemento n. Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 18 novembre 2014, n. 794 DGR n. 353/2014 - Approvazione schema dell'aggiornamento dell'"accordo Quadro per la realizzazione del

Dettagli

Confederazione Nazionale delle Misericordie d Italia Servizio Civile REGOLAMENTO NAZIONALE SERVIZIO CIVILE

Confederazione Nazionale delle Misericordie d Italia Servizio Civile REGOLAMENTO NAZIONALE SERVIZIO CIVILE REGOLAMENTO NAZIONALE SERVIZIO CIVILE 1 Regolamento Misericordie Storia Fin dalle loro origini, nel 1244 a Firenze, praticando le Opere di Carità, le Misericordie hanno sempre attivamente operato ed operano

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Giancarlo Cresti /Vodafone Omnitel B.V. (ex TeleTu) /Telecom Italia S.p.A.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Giancarlo Cresti /Vodafone Omnitel B.V. (ex TeleTu) /Telecom Italia S.p.A. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Giancarlo Cresti /Vodafone Omnitel B.V. (ex TeleTu) /Telecom Italia S.p.A. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO

Dettagli

Art. 1 Oggetto del Regolamento

Art. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di L E C C E REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del 04-12-2014 1 PRINCIPI GENERALI Il presente Regolamento

Dettagli

ANTICIPATA VIA FAX. All Avvocatura Regionale SEDE. All Assessore alle Politiche dei Lavori Pubblici e Sport Massimo Giorgetti SEDE

ANTICIPATA VIA FAX. All Avvocatura Regionale SEDE. All Assessore alle Politiche dei Lavori Pubblici e Sport Massimo Giorgetti SEDE Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Circolare 5 agosto 2009 (in G.U. n. 187 del 13 agosto 2009) Nuove norme tecniche per le costruzioni approvate con decreto del Ministro delle infrastrutture

Dettagli

LUCISANO MEDIA GROUP S.P.A.

LUCISANO MEDIA GROUP S.P.A. LUCISANO MEDIA GROUP S.P.A. Assemblea ordinaria dei soci del 30 aprile 2015 Il giorno 30 aprile 2015, alle ore 9:00, si è riunita in Via G. Romagnosi n. 20, in Roma, presso la sede sociale, in unica convocazione,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 100 del 14/04/2015

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 100 del 14/04/2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 100 del 14/04/2015 OGGETTO: INTEGRAZIONE DELIBERAZIONE N. 337 DEL 04.11.2014 CONCESSIONE IN USO DI INFRASTRUTTURE PER LA CABLATURA DELLA CITTA CON RETE IN FIBRA OTTICA

Dettagli

L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie

L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie attività a tutti i soggetti interessati, è un valore per tutte

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 451 del 8-7-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 451 del 8-7-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 451 del 8-7-2015 O G G E T T O Affidamento in concessione della gestione del servizio di asilo nido dell'azienda Ulss

Dettagli

Città di Imola DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 114 DEL 29/07/2014 ATTO DI INDIRIZZO PER ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI PER L`ANNO 2014

Città di Imola DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 114 DEL 29/07/2014 ATTO DI INDIRIZZO PER ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI PER L`ANNO 2014 Città di Imola DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 114 DEL 29/07/2014 OGGETTO : ATTO DI INDIRIZZO PER ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI PER L`ANNO 2014 Il giorno 29/07/2014 alle ore 14:00 nella

Dettagli

Assemblea Ordinaria del 26 27 Aprile 2010. Relazione illustrativa degli Amministratori sul punto 1 dell ordine del giorno:

Assemblea Ordinaria del 26 27 Aprile 2010. Relazione illustrativa degli Amministratori sul punto 1 dell ordine del giorno: PIERREL S.p.A. Sede legale in Milano, Via Giovanni Lanza 3 - Capitale sociale Euro 14.420.000,00 i.v. - Codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n. 04920860964 Relazione

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COPIA VERBALE N. 7 DEL 04.03.2011 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza di prima convocazione - seduta pubblica OGGETTO: CRITERI GENERALI

Dettagli

Chi può richiedere il Voucher Formativo?

Chi può richiedere il Voucher Formativo? COS E IL VOUCHER? Il Voucher è un buono che permette al beneficiario di disporre di un finanziamento pubblico, per accedere a corsi di alta formazione indicati e disciplinati nell apposito catalogo interregionale

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 novembre 2010, n. 2519

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 novembre 2010, n. 2519 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 179 del 01-12-2010 32329 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 novembre 2010, n. 2519 Decreto del Ministro dello Sviluppo economico, di concerto con il

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 53 del 15 dicembre 2014

DELIBERAZIONE n. 53 del 15 dicembre 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXX XXX /Telecom Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Assenti:

Dettagli

Deliberazione 24 novembre 2011 ARG/elt 168/11

Deliberazione 24 novembre 2011 ARG/elt 168/11 Deliberazione 24 novembre 2011 ARG/elt 168/11 Regime di perequazione specifica aziendale per le imprese di distribuzione elettrica con meno di 5.000 punti di prelievo, ai sensi dell articolo 38, comma

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 21 del 5 maggio 2014

DELIBERAZIONE n. 21 del 5 maggio 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: X XXXXXX XXX XX XXXXXXXX XXXXXXXXX / Telecom Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente

Dettagli

Comitato Regionale per le Comunicazioni

Comitato Regionale per le Comunicazioni ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni DELIBERA n. 29/2014 TITOLO 1.10.21/619 1.10.4. LEGISLATURA IX Il giorno 11 luglio 2014 si è riunito nella sede

Dettagli

Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX

Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX Determinazione dirigenziale n. 2 del 18 febbraio 2015 Oggetto: definizione della controversia XXX / ITALIACOM.NET XXX IL DIRIGENTE VISTI i principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e

Dettagli

COMITATO PER LO SPORT UNIVERSITARIO pag. 1

COMITATO PER LO SPORT UNIVERSITARIO pag. 1 COMITATO PER LO SPORT UNIVERSITARIO pag. 1 VERBALE N. 77 DI DATA 27.06.2013 Il giorno di giovedì 27 giugno 2013, alle ore 11.00, presso il Rettorato dell Università degli Studi di Trieste si è riunito,

Dettagli

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015 L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la sede Comunale di Palazzo Butera, si è riunita la III^ Commissione Consiliare:

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ATTUARI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ATTUARI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA AUDIZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ATTUARI PRESSO LA X COMMISSIONE INDUSTRIA DEL SENATO DELLA REPUBBLICA SUL RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2009/138/CE (SOLVENCY

Dettagli

DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE. N. 007 del 27.01.2011

DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE. N. 007 del 27.01.2011 Settore 1 Servizi al Cittadino ed Affari Generali Ufficio Segreteria DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N. 007 del 27.01.2011 Oggetto: Regolamento per l istituzione ed il funzionamento delle consulte dell

Dettagli

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO copia Deliberazione N. 079 C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' DEL COMUNE

Dettagli

Determinazione 23/2015 Definizione della controversia Lotito XXX/ Clouditalia Communications s.p.a. IL DIRIGENTE

Determinazione 23/2015 Definizione della controversia Lotito XXX/ Clouditalia Communications s.p.a. IL DIRIGENTE Determinazione 23/2015 Definizione della controversia Lotito XXX/ Clouditalia Communications s.p.a. IL DIRIGENTE VISTA la L. 14 novembre 1995, n. 481, Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi

Dettagli

REGIONE UMBRIA. Patto per lo sviluppo dell Umbria: seconda fase attuazione dei progetti caratterizzanti. Determinazioni

REGIONE UMBRIA. Patto per lo sviluppo dell Umbria: seconda fase attuazione dei progetti caratterizzanti. Determinazioni Cod. Modulo M/3 REGIONE UMBRIA OGGETTO: Patto per lo sviluppo dell Umbria: seconda fase attuazione dei progetti caratterizzanti. Determinazioni DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16/07/2007 n. 1195.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE NUMERO 5 DEL 27-01-2014

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE NUMERO 5 DEL 27-01-2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A NUMERO 5 DEL 27-01-2014 Oggetto: PIANO TRIENNALE COMUNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE ANNI 2013-2014 - 2015-2016. APPROVAZIONE. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E POLITICHE SOCIALI

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E POLITICHE SOCIALI CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA X LEGISLATURA III COMMISSIONE CONSILIARE SANITA E POLITICHE SOCIALI Seduta del 26 giugno 2013 processo verbale n. 7/2013 Il giorno 26 giugno 2013 alle ore 11,30 è convocata

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI. SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI

COMUNE DI EMPOLI. SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI COMUNE DI EMPOLI SETTORE LLPP e POLITICHE TERRITORIALI VERBALE DELLA CONFERENZA DI SERVIZI Convocazione ai sensi dell art. 22 e succ. della Legge Regionale Toscana 23 luglio 2009 n. 40 e ss.mm.ii. Procedimento

Dettagli

L'UFFICIO DI PRESIDENZA

L'UFFICIO DI PRESIDENZA DELIBERAZIONE DELL UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE N. 71 DELL 8 OTTOBRE 2014 Protocollo d intesa tra Consiglio regionale e Comune di Venezia in materia di servizi informatici e telematici.

Dettagli

ASSEMBLEA STRAORDINARIA ANNUALE COLLEGIO dei MAESTRI DI SCI

ASSEMBLEA STRAORDINARIA ANNUALE COLLEGIO dei MAESTRI DI SCI ASSEMBLEA STRAORDINARIA ANNUALE COLLEGIO dei MAESTRI DI SCI DELLA REGIONE LOMBARDIA Lecco- 27 maggio 2006 Oggi 27 maggio 2006 in Lecco, presso la sala del Palazzo del Commercio che si ringrazia per la

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 2099/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di dicembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Città di Venezia Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 1/9 2/9 SOMMARIO 1. Premessa 4 2. Informazioni generali e

Dettagli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli Visti: l articolo 15 dello Statuto nazionale del Partito Democratico; gli articoli 4, 5, 6, 7 dello Statuto regionale del PD dell Umbria; l articolo 12 del Regolamento per l elezione del Segretario e dell

Dettagli

Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00

Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00 Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00 Si veda foglio firme PRESENTI ORDINE DEL GIORNO 1) Insediamento della Consulta

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con deliberazione del C.C. n. 120 del 28.11.2005 1 INDICE Titolo I - Registro delle associazioni

Dettagli