COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE. BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE. BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa)"

Transcript

1 COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa) Il giorno alle ore presso il Settore Gare, Piazza Liber Paradisus n. 10, Torre B, piano quinto, Bologna, questo Comune procederà alla 1 seduta pubbica di una gara d appalto di cui all art 53 co 2 lett c. del D.Lgs 163/06, mediante procedura aperta con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, inerente quanto segue: Appalto integrato complesso, previa acquisizione della progettazione definitiva in sede di gara, per la progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di realizzazione della scuola secondaria di primo grado in Via Lombardia Q.re Savena, dell importo complessivo di Euro ,00 così suddiviso: euro ,00 per realizzazione dei lavori a corpo (soggetti a ribasso) euro ,00 per spese di progettazione (soggette a ribasso) euro ,00 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso. Cod. CIG: Cod. CUP: F37E Cod.Int.: di cui alla determina P.G. n /2014 In tale data, in sala aperta al pubblico, verra accertata la regolarita della documentazione amministrativa presentata a corredo dell offerta e, al termine di detta seduta, si procederà cosi come specificatamente indicato al successivo punto N del presente bando. A - NORMATIVA DI RIFERIMENTO MODALITA DI VERIFICA REQUISITI Normativa: L appalto è interamente disciplinato dal D.Lgs 163/06 e ss.mm.ii. Verifica requisiti: La verifica del possesso dei requisiti di carattere generale, economico-finanziario e/o tecnico-organizzativo avverrà, ai sensi dell articolo 6-bis del D.Lgs. 163/2006 e della delibera attuativa dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture n. 111/2012, attraverso l utilizzo del sistema AVCPass, fatto salvo quanto previsto dal comma 3 del citato art. 6-bis. Si precisa che qualora non risultasse possibile e/o obbligatorio - in base alla normativa vigente al momento delle verifiche - procedere attraverso il citato sistema, alla verifica di tutti i requisiti si procederà ai sensi di quanto previsto dai commi 3 e ss. del citato art. 6bis. B. AGGIUDICAZIONE La gara, con ammissibilita' di offerte solo in ribasso, sara esperita con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art. 83 del D.Lgs 163/0606 e ss.mm.ii., in base ai seguenti elementi e relativi coefficienti ponderali: ELEMENTI DI VALUTAZIONE 1 ELEMENTI DI NATURA QUALITATIVA : Offerta tecnica punteggio tecnico attribuito dalla Commissione Tecnica Giudicatrice come di seguito specificato punteggio complessivo 70 suddiviso come di seguito specificato : A) QUALITA ARCHITETTONICA COMPLESSIVA DELLA SOLUZIONE PROGETTUALE PROPOSTA che verrà valutata con riferimento a tutti i seguenti aspetti che verranno complessivamente valutati e non costituiscono pertanto in alcun modo eventuale indicazione di sottoelementi/sottopunteggi : - miglioramento delle caratteristiche estetiche e distributive rispetto al progetto preliminare posto a base di gara - capacità complessiva del progetto di integrarsi nel contesto ambientale di riferimento - qualità estetica delle finiture e degli elementi di dettaglio - qualità delle scelte tecniche in relazione alla durabilità, manutenibilità e efficienza dell'edificio. B) FUNZIONALITA GLOBALE DEGLI SPAZI : punti complessivi 25 suddivisi nei seguenti 2 Subcriteri/subpunteggi: 20 PUNTI 70 1

2 1) FUNZIONALITA DEGLI SPAZI INTERNI 20 con particolare attenzione al comfort ambientale, agli aspetti acustici, al benessere visivo e alla disposizione degli spazi nel rispetto del progetto 2) FUNZIONALITA DEGLI SPAZI ESTERNI 05 con particolare attenzione al progetto vegetazionale, alla facilita' degli accessi, all utilizzo degli spazi esterni C) IMPIEGO DI SOLUZIONI E TECNOLOGIE COSTRUTTIVE E IMPIANTISTICHE VOLTE AL CONTENIMENTO ENERGETICO ED ALLA RIDUZIONE DEI COSTI DI GESTIONE E DI MANUTENZIONE : punti complessivi 25 suddivisi nei seguenti 3 Subcriteri/subpunteggi: 1) ISOLAMENTO TERMICO 10 soluzioni migliorative riguardanti l involucro esterno in termini di comportamento invernale ed estivo. 2) ILLUMINAZIONE NATURALE E ARTIFICIALE E SISTEMI 05 DI PROTEZIONE DALL IRRAGGIAMENTO SOLARE soluzioni architettoniche e/o funzionali finalizzate a favorire l illuminazione naturale oltre all impiego di sistemi fissi e/o mobili di protezione dall irraggiamento solare e soluzioni tecnologiche volte a fornire idonee condizioni di illuminazione artificiale degli ambienti. 3) MANUTENIBILITA DEGLI IMPIANTI 10 soluzioni adottate per la manutenzione e la gestione degli impianti proposti. 2 ELEMENTI DI NATURA QUANTITATIVA: punteggi attribuiti 30 con le formule di seguito indicate e come sottospecificato: A)OFFERTA ECONOMICA: punteggio complessivo 25 come di seguito specificato: 1) Ribasso percentuale offerto sull'importo di euro ,00 20 (importo posto a base di gara per l esecuzione dei lavori) 2) Ribasso percentuale offerto sull importo di euro ,00 05 (importo posto a base di gara per la progettazione ) B) RIDUZIONE TEMPO ESECUZIONE DEI LAVORI:detta riduzione 05 dovrà essere espressa in giorni e risultare non superiore a gg 30 TOTALE 100 il progetto definitivo da presentare in fase di offerta dovrà essere redatto sulla base delle indicazioni del progetto preliminare posto a base di gara fermo restando quanto indicato all art 168 del DPR 207/2010 L Amministrazione si riserva la facoltà di aggiudicare l appalto anche in presenza di una sola offerta valida purché economicamente vantaggiosa. Fermo restando quanto successivamente indicato relativamente alle modalità di attribuzione del punteggio, i concorrenti saranno ammessi alla fase relativa all apertura delle offerte economiche solo qualora negli elementi/sottoelementi di natura qualitativa indicati al punto 1 della suddetta tabella elementi di valutazione, abbiano raggiunto un punteggio complessivo non inferiore a punti 40 su 70 massimi assegnabili dalla Commissione Tecnica Giudicatrice a tal fine si precisa che: a) in presenza di un unica offerta ammessa alla valutazione della Commissione Tecnica Giudicatrice, il raggiungimento del suddetto punteggio minimo non inferiore a punti 40 (necessario al fine dell ammissione alla fase di apertura dell offerta economica) dovrà essere raggiunto senza alcuna riparametrazione e pertanto già sulla base dei coefficienti provvisori non riparametrati e assegnati con le modalità individuate nel presente bando b) in presenza di 2 o più offerte ammesse alla valutazione della Commissione Tecnica Giudicatrice, il raggiungimento del suddetto punteggio minimo non inferiore a punti 40 (necessario al fine dell ammissione alla fase di apertura dell offerta economica) dovrà essere raggiunto già con il cd punteggio tecnico preliminare (punteggio ottenuto prima dell ultima riparametrazione). L offerta vincola il suo proponente per un termine di 180 giorni a decorrere dalla scadenza del termine di presentazione della stessa, con obbligo di mantenere ferma l offerta stessa, su richiesta dell Amministrazione Concedente, per un ulteriore periodo di 90 giorni 2

3 Risulterà aggiudicatario provvisorio salvo l eventuale verifica di congruità - il Concorrente che, in applicazione del metodo aggregativo compensatore di cui all Allegato G del DPR 207/2010, avrà ottenuto il punteggio complessivamente maggiore secondo la seguente formula: P= Ptd + Ped + Pr Dove P= punteggio complessivo Ptd= punteggio tecnico definitivo (punteggio relativo agli elementi qualitativi) Ped= punteggio economico definitivo Pr = punteggio inerente la riduzione del tempo di esecuzione dei lavori L attribuzione dei punteggi avverrà come segue: a) Punteggio tecnico definitivo (Ptd): Si procederà innanzitutto all attribuzione del punteggio tecnico preliminare applicando la seguente formula: Pt(a) = Σ n [ W i V(a) i ] dove: Pt(a) = Punteggio Tecnico Preliminare; n = Numero totale degli elementi W i = Peso o punteggio attribuito all elemento (i); V(a) i = Coefficiente, variabile tra zero e uno, della prestazione dell offerta (a) rispetto all elemento (i) I coefficienti V(a) i saranno determinati, per quanto riguarda ciascuno degli elementi/sottoelementi di valutazione di natura qualitativa indicati nella suddetta tabella elementi di valutazione ai punti: 1A), 1B)1), 1B)2),1C)1), 1C)2), 1C)3), attraverso il seguente metodo di cui al DPR 207/2010 Allegato G lett. a).1 : media dei coefficienti variabili da 0 a 1, calcolati da ciascun commissario mediante il confronto a coppie seguendo le seguenti linee guida riportate nell allegato G del citato DPR 207/2010: una volta terminati i confronti a coppie, per ogni elemento ciascun commissario somma i valori attribuiti a ciascun concorrente e li trasforma in coefficienti compresi tra 0 ed 1 attribuendo il coefficiente pari ad 1 al concorrente che ha conseguito il valore più elevato e proporzionando ad esso il valore conseguito dagli altri concorrenti; le medie dei coefficienti determinati da ciascun commissario vengono trasformate in coefficienti definitivi, riportando ad uno la media più alta e proporzionando ad essa le altre. Si precisa quanto segue: a) nel caso le offerte da valutare siano inferiori a tre, i coefficienti saranno determinati con il metodo di cui al citato DPR 207/2010 Allegato G lett. a).4 media dei coefficienti variabili tra zero e uno, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari : in tal caso si precisa che, ai sensi di quanto disposto dal DPR 207/2010 Allegato G lett. a) penultimo capoverso, i coefficienti di cui sopra sono da intendersi quali coefficienti provvisori che verranno trasformati per ciascuno dei suddetti elementi -, con una 1 procedura di riparametrazione, in coefficienti definitivi riportando ad 1 (uno) (valore massimo) il coefficiente maggiore e proporzionando a tale valore massimo i coefficienti provvisori attribuiti; pertanto qualora per uno o più dei suddetti elementi - a uno o più concorrenti venga già attribuito dalla Commissione Tecnica Giudicatrice un coefficiente pari ad 1 (uno) (valore massimo), non si procederà alla trasformazione come sopra indicato dei coefficienti provvisori che saranno quindi già da intendersi quali definitivi b) in relazione agli elementi di natura qualitativa di cui al punto 1 della Tabella lementi di valutazione : qualora per uno o più di tali elementi di valutazione qualitativa non venga presentata alcuna proposta ovvero le soluzioni proposte dai concorrenti siano valutate di non interesse e/o peggiorative dalla Commissione Tecnica Giudicatrice e pertanto non accettabili, si procederà ad assegnare, per tali elementi, un coefficiente pari a 0 (zero): in caso di aggiudicazione il concorrente sarà tenuto a quanto disposto dal citato art 168 del DPR 207/2010. Al termine delle operazioni di cui sopra, il punteggio tecnico definitivo verrà attribuito effettuando la seguente procedura di riparametrazione, secondo la formula sottoindicata, dei punteggi tecnici preliminari ottenuti dai concorrenti: 3

4 Ptd= Pt(a) i /Pt(a) max * 70 Dove: Ptd= Punteggio Tecnico Definitivo Pt(a) i = Punteggio Tecnico preliminare ottenuto dal concorrente iesimo Pt(a) max = Punteggio Tecnico preliminare massimo ottenuto dai concorrenti 70 = punteggio massimo assegnabile all offerta tecnica Si precisa quanto segue: - qualora uno o più concorrenti abbiano già raggiunto il punteggio massimo assegnabile all offerta tecnica (70 punti), non si procederà alla suddetta procedura di riparametrazione e pertanto il punteggio tecnico preliminare sarà quindi da intendersi quale punteggio tecnico definitivo. b) Punteggio economico definitivo Si procederà innanzitutto all attribuzione del punteggio economico preliminare applicando la seguente formula: Pe(a) = Σ n [ W i V(a) i ] dove: Pe(a) = Punteggio Economico Preliminare; n = Numero totale degli elementi W i = Peso o punteggio attribuito all elemento (i); V(a) i = Coefficiente, variabile tra zero e uno, della prestazione dell offerta (a) rispetto all elemento (i) I coefficienti V(a) i saranno determinati, per quanto riguarda ciascuno dei 2 elementi/sottoelementi di valutazione di natura quantitativa indicati nella suddetta tabella elementi di valutazione ai punti: 2A)1) e 2A)2) - come segue: V(a) i = Ri/Rmax Dove V(a) i = Coefficiente dell offerta (a) in esame da zero a 1 Pi = Parametro dell offerta in esame Rmax = Massimo ribasso offerto ( ribasso più vantaggioso per l Amministrazione) Al termine delle operazioni di cui sopra, il punteggio economico definitivo verrà attribuito effettuando la procedura di riparametrazione, secondo la formula sottoindicata, dei punteggi economici preliminari ottenuti dai concorrenti: Ped = Pe(a) i /Pe(a) max * 25 Dove: Ped= Punteggio Economico Definitivo Pe(a) i = Punteggio economico preliminare ottenuto dal concorrente iesimo Pe(a) max = Punteggio economico preliminare massimo ottenuto dai concorrenti 25= punteggio massimo assegnabile all offerta economica Si precisa quanto segue: - qualora uno o più concorrenti abbiano già raggiunto il punteggio massimo assegnabile alla componente economica dell offerta (25 punti), non si procederà alla suddetta procedura di riparametrazione e pertanto il punteggio economico preliminare sarà quindi da intendersi quale punteggio economico definitivo. c) Punteggio inerente la riduzione del tempo di esecuzione dei lavori Il punteggio inerente la riduzione del tempo esecuzione lavori verrà attribuito applicando la seguente formula: 4

5 Pr = W i V(a) i dove: Pr = Punteggio inerente la riduzione del tempo di esecuzione lavori W i = Peso o punteggio attribuito all elemento (i): punti 05 V(a) i = Coefficiente, variabile tra zero e uno, della prestazione dell offerta (a) rispetto all elemento (i) Il coefficiente V(a) i sarà determinato come segue: V(a) i = Ri/Rmax Dove V(a) i = Coefficiente dell offerta (a) in esame da zero a 1 Ri = Riduzione del tempo di esecuzione dei lavori dell offerta in esame, nel rispetto dei limiti massimi indicati nel presente bando di gara Rmax = Riduzione del tempo di esecuzione dei lavori massima (riduzione maggiore) nel rispetto dei limiti massimi indicati nel presente bando di gara C. QUALIFICAZIONE C1. QUALIFICAZIONE INERENTE L ESECUZIONE DEI LAVORI : a) CATEGORIE RELATIVE ALLE LAVORAZIONI DEL PRESENTE APPALTO ai sensi art. 108 del D.P.R. 207/2010: Cat. Qualificazione obbligatoria (SI/NO) Descrizione OG1 Prevalente SI Edifici civili industriali ,00 OS28 Scorporabile/subappaltabile SI Impianti termici e di condizionamento ,00 OS30 Scorporabile/subappaltabile SI Impianti elettrici ,00 b) Ai soli fini del subappalto si riportano tutte le categorie e le relative lavorazioni di cui si compone l opera, al netto degli oneri per la sicurezza, così come indicato all art. 10.B del Capitolato posto a base di gara : Cat. Descrizione Euro OG1 Prevalente Edifici civili industriali ,00 OS3 subappaltabile Impianti idrico sanitario cucine ,00 lavanderie OS28 subappaltabile Impianti termici e di ,00 condizionamento OS30 subappaltabile Impianti elettrici ,00 C.2) QUALIFICAZIONE INERENTE LA PROGETTAZIONE Gli importi dei lavori suddivisi in base alle classi/categorie individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle tariffe professionali ( D.M. 143/49 e D.M. 143/2013) oggetto della progettazione definitiva ed esecutiva sono i seguenti: Euro Classe e categoria D.M. 143/13 Corrispondenze D.M. 143/49 Identificazione opere E.08 I/c Sede azienda sanitaria - Distretto sanitario - Ambulatori di base - Asilo nido - Scuola materna - Scuola elementare - Scuole secondarie di primo grado fino a 24 classi Scuole secondarie di secondo grado fino a 25 classi IA.01 III/a Impianti per l approvvigionamento, la preparazione e la distribuzione di acqua nell interno di edifici o per scopi industriali Impianti sanitari Impianti di Importo Lavorazione , ,00 5

6 Classe e categoria D.M. 143/13 Corrispondenze D.M. 143/49 Identificazione opere fognatura domestica od industriale ed opere relative al trattamento delle acque di rifiuto Reti di distribuzione di combustibili liquidi o gassosi Impianti per la distribuzione dell aria compressa del vuoto e di gas medicali Impianti e reti antincendio IA.02 III/b Impianti di riscaldamento Impianto di raffrescamento, climatizzazione, trattamento dell aria Impianti meccanici di distribuzione e fluidi Impianto solare termico IA.03 III/c Impianti elettrici in genere, impianti di illuminazione, telefonici, di sicurezza, di rilevazione incendi, fotovoltaici, a corredo di edifici e costuzioni complesse cablaggi strutturati Impianti in fibra ottica singole apparecchiature per laboratori e impianti pilota di tipo complesso Importo Lavorazione , ,00 D. REQUISITI economici/finanziari e tecnico/organizzativi RICHIESTI: D.1 Operatori economici in possesso di attestazione SOA di progettazione e costruzione ex art 92 co 6 del DPR 207/2010 : per tali operatori è richiesto quanto segue a) ISCRIZIONE S.O.A. e CERTIFICAZIONE DEL SISTEMA DI QUALITA : E richiesta l'iscrizione S.O.A. di progettazione e costruzione nella categoria OG1 classifica 4 (quarta) fermo restando quanto previsto dall art 92 del D.P.R. 207/2010 e ss.mm.ii., e dall art 79 co 16 del D.P.R. 207/2010 e ss mm. ii E richiesto il possesso della Certificazione del sistema di qualità aziendale attestato dalla SOA: detta certificazione dovrà essere posseduta da ogni soggetto che intende assumere lavori, nelle categorie richieste, per importi pari o superiori alla classifica 3 (terza). b) POSSESSO DEI REQUISITI DI CUI ALL ART 263 DEL DPR 207/2010 così come dettagliatamente indicati al successivo punto D.3: tali requisiti devono essere documentati sulla base delle attività di progettazione della propria struttura tecnica/staff di progettazione (art 92 co 6 del DPR 207/2010) OVVERO qualora non siano dimostrati attraverso il proprio staff di progettazione, sulla base di attività di progettazione di soggetti di cui al D.Lgs 163/06 art 90 co. 1 lett d), e), f), fbis), g), h) indicati o associati D.2 Operatori economici in possesso di attestazione SOA di sola costruzione: tali operatori, che dovranno essere in possesso di attestazione SOA come di seguito indicato, dovranno presentare offerta associando o indicando soggetti di cui al D.Lgs 163/06 art 90 co. 1 lett d), e), f), fbis), g), h), in possesso dei requisiti di cui al successivo punto D.3 a) ISCRIZIONE S.O.A. e CERTIFICAZIONE DEL SISTEMA DI QUALITA : E richiesta l'iscrizione S.O.A. nella categoria OG1 classifica 4 (quarta) fermo restando quanto previsto dall art 92 del D.P.R. 207/2010 e ss.mm.ii., e dall art 79 co 16 del D.P.R. 207/2010 e ss mm. ii E richiesto il possesso della Certificazione del sistema di qualità aziendale attestato dalla SOA: detta certificazione dovrà essere posseduta da ogni soggetto che intende assumere lavori, nelle categorie richieste, per importi pari o superiori alla classifica 3 (terza). b) POSSESSO DEI REQUISITI DI CUI ALL ART 263 DEL DPR 207/2010 così come dettagliatamente indicati al successivo punto D.3: tali requisiti devono documentati esclusivamente sulla base di attività di progettazione di progettisti indicati o associati D.3 REQUISITI PER LA PROGETTAZIONE Il gruppo di progettazione sia facente parte dello staff tecnico del concorrente, sia indicato/associato dal concorrente stesso, dovrà essere costituita almeno dai seguenti professionisti, fermo restando che è ammessa la coincidenza nello stesso soggetto (persona fisica) di una o più delle seguenti figure professionali: - Architetto o Ingegnere civile - Tecnico abilitato al coordinamento per la sicurezza e salute nei cantieri ex art 98 DLgs 81/ Soggetto (persona fisica) incaricato dell integrazione tra le varie prestazioni specialistiche, cosi come disposto dall art 90 co 7 del D.Lgs 163/06 Fermo restando, in relazione alla natura dei soggetti individuati/associati per la progettazione, il possesso dei requisiti ex artt. 38 e 90 co 7 del D.Lgs 163/06, nonché ex artt 254,255,256 del DPR 207/2010, come 6

7 successivamente indicato, sono richiesti i seguenti requisiti ai sensi di quanto disposto dall art. 263 del DPR 207/2010: a) in relazione al requisito indicato dal DPR 207/2010 art 263 lett a) fatturato globale si precisa che il medesimo viene omesso in applicazione dei disposti di cui al D.Lgs 163/2006 art 41 co 2 3 periodo. b) svolgimento - nel decennio antecedente la data di pubblicazione del bando di servizi tecnici di cui all art 252 del DPR 207/2010, riguardanti, per ogni classe e categoria, lavori di importo globale pari ad almeno gli importi di cui alla seguente tabella: Classe e Categoria D.M. 143/13 Corrispondenze D.M. 143/49 Identificazione opere E.08 I/c Sede azienda sanitaria Distretto sanitario - Ambulatori di base - Asilo nido - Scuola materna - Scuola elementare - Scuole secondarie di primo grado fino a 24 classi Scuole secondarie di secondo grado fino a 25 classi IA.01 III/a Impianti per l approvvigionamento, la preparazione e la distribuzione di acqua nell interno di edifici o per scopi industriali Impianti sanitari Impianti di fognatura domestica od industriale ed opere relative al trattamento delle acque di rifiuto Reti di distribuzione di combustibili liquidi o gassosi Impianti per la distribuzione dell aria compressa del vuoto e di gas medicali Impianti e reti antincendio IA.02 III/b Impianti di riscaldamento Impianto di raffrescamento, climatizzazione, trattamento dell aria Impianti meccanici di distribuzione e fluidi Impianto solare termico IA.03 III/c Impianti elettrici in genere, impianti di illuminazione, telefonici, di sicurezza, di rilevazione incendi, fotovoltaici, a corredo di edifici e costuzioni complesse cablaggi strutturati Impianti in fibra ottica singole apparecchiature per laboratori e impianti Importo dei lavori , , , ,00 pilota di tipo complesso Al fine della dimostrazione del requisito di cui sopra dovrà essere allegato un elenco dei lavori relativi ai rispettivi servizi tecnici, almeno fino al raggiungimento dei requisiti richiesti, completo, per ciascun lavoro, dei seguenti dati: committente, descrizione sommaria,periodo di esecuzione, individuazione classe/categoria, importo dei lavori, tipo del servizio, soggetto che ha svolto il servizio c) svolgimento - nel decennio antecedente la data di pubblicazione del bando di servizi tecnici di cui al citato art 252, cd servizi di punta, riguardanti lavori, per ogni classe e categoria, di importo complessivo costituito dalla somma degli importi di non più di 2 lavori, pari ad almeno gli importi di cui alla seguente tabella: Classe e Categoria D.M. 143/13 Corrispondenze D.M. 143/49 Identificazione opere E.08 I/c Sede azienda sanitaria - Distretto sanitario - Ambulatori di base - Asilo nido - Scuola materna - Scuola elementare - Scuole secondarie di primo grado fino a 24 classi Scuole secondarie di secondo grado fino a 25 classi IA.01 III/a Impianti per l approvvigionamento, la preparazione e la distribuzione di acqua nell interno di edifici o per scopi industriali Impianti sanitari Impianti di fognatura domestica od industriale ed opere relative al trattamento delle acque di rifiuto Reti di distribuzione di combustibili liquidi o gassosi Impianti per la distribuzione dell aria compressa del vuoto e di gas medicali Impianti e reti antincendio Importo dei lavori , ,00 7

8 IA.02 III/b Impianti di riscaldamento Impianto di ,00 raffrescamento, climatizzazione, trattamento dell aria Impianti meccanici di distribuzione e fluidi Impianto solare termico IA.03 III/c Impianti elettrici in genere, impianti di ,00 illuminazione, telefonici, di sicurezza, di rilevazione incendi, fotovoltaici, a corredo di edifici e costuzioni complesse cablaggi strutturati Impianti in fibra ottica singole apparecchiature per laboratori e impianti pilota di tipo complesso Al fine della dimostrazione del requisito di cui sopra dovrà essere allegato un elenco dei lavori relativi ai rispettivi servizi tecnici, almeno fino al raggiungimento dei requisiti richiesti, completo, per ciascun lavoro, dei seguenti dati: committente, descrizione sommaria,periodo di esecuzione, individuazione classe/categoria, importo dei lavori, tipo del servizio, soggetto che ha svolto il servizio. Tale elenco potrà essere sostituito dalla individuazione del lavoro/coppia di lavori di cui al presente requisito, nell elenco presentato ai fini della suddetta lett. b) d) numero medio annuo del personale tecnico (così come individuato dall art 263 del DPR 207/2010) utilizzato relativo agli ultimi tre anni antecedenti la pubblicazione del bando; detto numero medio dovrà risultare non inferiore a 4 cioè non inferiore a 2 volte il numero necessario per l attività di progettazione in oggetto stimato pari a 2 persone. Ai sensi dell art 253 co 15 bis del D.Lgs 163/06 si precisa che il concorrente potrà fare riferimento ai migliori 3 anni del quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando. In relazione a quanto indicato al suddetto punto D.3) si precisa quanto segue: - Relativamente ai requisiti indicati alle e suddette lettere b) e c): è possibile dimostrare il possesso dei requisiti di cui sopra anche ricorrendo, nell ambito delle stesse classi, a categorie di lavoro superiori a quelle sopraindicate, in quanto di maggiore complessità - In caso di raggruppamento/subraggruppamento temporaneo di progettisti : i requisiti di cui alle suddette lettere b) e d) devono essere posseduti (in conformità a quanto disposto dall art 261 co 7 del DPR 207/2010) dalla capogruppo in misura non superiore al 60% mentre la restante parte deve essere posseduta cumulativamente dai mandanti, fermo restando il raggiungimento del 100% del requisito. La mandataria in ogni caso deve possederre i requisiti in misura percentuale maggiore rispetto a ciascuna mandante; qualora la mandataria sia in possesso di requisiti superiori alla suddetta percentuale, parteciperà alla gara per una percentuale di requisiti pari al limite massimo sopraindicato - In caso di raggruppamento/subraggruppamento temporaneo di progettisti : i requisiti di cui alla suddetta lettera c) non possono essere frazionati ma, per ogni classe e categoria, possono essere stati svolti anche da due diversi progettisti purchè appartenenti allo stesso raggruppamento indicato/associato dal concorrente E. SOGGETTI AMMESSI ALLA PARTECIPAZIONE: Sono ammessi alla presente procedura di gara operatori economici in possesso dei requisiti richiesti nel presente bando. E. FINANZIAMENTO, PAGAMENTO DELLA PRESTAZIONE Finanziamento: mediante mutuo BEI assunto con atto PG /2014 esecutivo ai sensi di legge Pagamenti: relativamente alla progettazione le modalità di pagamento, ai sensi dei disposti di cui all art 168 co 9 del DPR 207/2010 sono indicate all art.16 del Capitolato posto a base di gara relativamente alla esecuzione dei lavori: acconti su S.A.L. con per euro ,00, come indicato all art. 16 del Capitolato prestazionale posto a base di gara E fatto obbligo all aggiudicatario di garantire la tracciabilità dei flussi finanziari a pena di nullità del contratto in base alle disposizioni di cui alla L. 136/2010 e ss.mm.ii. Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia F. - MODALITÀ' DI PARTECIPAZIONE Le Imprese interessate dovranno far pervenire entro e non oltre le ore del giorno, un piego sigillato - con l esatta indicazione del nominativo del mittente,l indirizzo, la partita IVA e il numero di codice attivita, il telefono, il fax, e l /pec utilizzati per le comunicazioni ex. art. 79 D.Lgs 163/2006, - controfirmato sui lembi di chiusura, recante la seguente dicitura: Offerta per la 8

9 gara d appalto relativa a APPALTO INTEGRATO COMPLESSO INERENTE LA PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO IN VIA LOMBARDIA Q.RE SAVENA, indirizzato a: COMUNE DI BOLOGNA - SETTORE GARE - PROTOCOLLO DIPARTIMENTO C.Q.T, Piazza Liber Paradisus 10 Torre B Piano 5 - Ufficio BOLOGNA Qualora il concorrente partecipi in ATI/AVVALIMENTO il piego di cui sopra dovrà riportare l indicazione anche delle mandanti/ausiliari F.1 - MODALITA' DI CONSEGNA DELL'OFFERTA La consegna del piego, per la quale è ammessa sia la consegna a mano che il servizio postale, corriere o servizi equivalenti, dovrà tassativamente avvenire al sopraindicato: PROTOCOLLO DIPARTIMENTO C.Q.T,, PIAZZA LIBER PARADISUS N. 10, TORRE B, PIANO QUINTO BOLOGNA - nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,30. F.2 - SOPRALLUOGO Fermo restando quanto indicato al successivo punto G.1.1.m), si precisa che, in relazione alla natura dei luoghi oggetto dei lavori di cui trattasi (luoghi totalmente aperti al pubblico e liberamente visionabili) per partecipare alla gara di cui trattasi non è richiesta l effettuazione del sopralluogo obbligatorio alla presenza del tecnico dell Amministrazione Comunale e pertanto non è previsto il rilascio della relativa attestazione di avvenuto sopralluogo. G. OFFERTA E DOCUMENTAZIONE Il suddetto piego sigillato dovrà contenere, a pena di esclusione: BUSTA n. 1 - Documentazione amministrativa BUSTA n. 2 sigillata - Offerta Tecnica BUSTA n. 3 sigillata - Offerta Economica G.1. - Documentazione Amministrativa La Busta n. 1 dovrà contenere quanto segue, fermo restando che non dovrà in ogni caso contenere elementi che possano ricondurre a quanto inserito nelle buste n. 2 e n. 3: G.1.1) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA, in bollo, redatta in lingua italiana, sottoscritta (fatto salvo quanto specificatamente previsto per le ATI/Consorzi) da un legale rappresentante dell impresa, corredata dalla copia di un documento di identità del sottoscrittore, e che potrà essere formulata anche utilizzando il Modello n. 1 istanza dipartecipazione e schema di dichiarazione allegato al presente bando, contenente le seguenti dichiarazioni: Requisiti inerenti la partecipazione alla gara/esecuzione dei lavori a) modalità in cui l impresa intende presentare offerta per l esecuazione dei lavori (in forma singola ovvero in forma di ATI) e per la progettazione (a mezzo del proprio staff tecnico ovvero indicando/associando soggetti di cui al D.Lgs 163/06, art 90 co 1 lett. dalla d) alla h); b) i dati identificativi dei soggetti di cui l impresa intende avvalersi per le attività di progettazione, specificando in particolare: 1) progettista/i di cui intendono avvalersi; 2) professionista incaricato dell integrazione delle prestazioni specialistiche; 3) coordinatore della sicurezza in fase di progettazione, firmatario del PSC che dovrà essere in possesso dei requisiti di cui al D.Lgs 81/2008. Per tali soggetti dovrà essere indicato quanto segue: a) se appartenengono al proprio staff tecnico e sono in possesso di tutti i requisiti previsti dal bando; b) se appartenengono al proprio staff tecnico e sono in possesso solo di parte dei requisiti previsti dal bando (e in tal caso dovranno essere associati/indicati i soggetti per le attività di progettazione come indicato al successivo punto; c) se associati o indicati, specificando altresì che i medesimi risultano in possesso di tutti i requisiti previsti dal bando. c) attestazione SOA: dovrà essere fornita: 1)indicazione se trattasi di SOA di sola costruzione ovvero di progettazione e costruzione; identità della SOA che ha rilasciato l attestazione di qualificazione, la data di scadenza validità triennale e/o la data di verifica della validità triennale, la data di scadenza della validità quinquennale, le categorie di qualificazione e le relative classifiche di importo adeguate all oggetto dell appalto, la presenza della certificazione di qualità aziendale e la relativa validità e la non sussistenza di annotazioni o provvedimenti assunti dall Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici/A.N.A.C. che impediscano o limitino l utilizzo della suddetta attestazione; 9

10 d) l insussistenza di tutte le cause di esclusione di cui all'art. 38 co. 1 dalla lett. a) alla lett. m quater) del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii.; N.B.: per la redazione di tale dichiarazione si precisa quanto segue: 1) In caso di Consorzi di cui all'art 34 co 1 lett b) o c) del D.Lgs 163/06 la dichiarazione di cui al citato art 38 co 1 deve essere resa anche dai consorziati "esecutori" per i quali il consorzio concorre; 2) La dichiarazione inerente l insussistenza delle cause di di esclusione di cui alle lettere b), c) mter) del citato art. 38 co.1, deve essere resa (anche utilizzando il fac-simile Modello n. 2 allegato al presente invito ) da tutti i soggetti indicati nel citato art 38 co 1 lettere b) e c), fermo restando che relativamente alla insussistenza delle cause di esclusione di cui all art 38 co 1 lett. c), tale dichiarazione deve essere resa in caso di incorporazione/fusione/cessione d azienda o ramo di azienda anche dagli amministratori e dai direttori tecnici che hanno operato presso la soc. cedente/incorporata o le societa fusesi nell ultimo anno ovvero che sono cessati dalla relativa carica in detto periodo; e) di accettare espressamente il Patto di Integrità in materia di Contratti Pubblici del Comune di Bologna, allegato alla documentazione di gara. N.B.: si precisa che l espressa accettazione dello stesso costituisce CONDIZIONE DI AMMISSIONE alla procedura di gara f) l iscrizione nel registro delle imprese, con indicazione del nominativo di tutti i legali rappresentanti e di tutti i Direttori Tecnici, nonché con l indicazione degli eventuali soggetti cessati dalla carica nell anno antecedente la data di spedizione del presente invito; in caso di fusione/incorporazione/cessione di azienda-ramo di azienda dovranno essere indicati anche i nominativi dei soggetti che ricoprivano le suddete cariche nelle società cedenti/incorporate/fusesi g) per i Consorzi di cui all art. 34 comma 1 lett. b) e c) del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii. : indicazione del nominativo dei consorziati per i quali il consorzio concorre: a questi consorziati è fatto divieto di partecipare in qualsiasi altra forma alla gara (artt. 36 co. 5 e 37 co. 7 del D.Lgs 163/06); qualora i consorziati indicati siano a loro volta un consorzio di cui all art. 34 comma 1 lett. b) e lett. c), dovranno indicare i consorziati per cui concorrono. Qualora i consorzi di cui all art. 34 comma 1 lett. b) e c) intendano eseguire in proprio i lavori di cui trattasi, dovranno dichiarare tale volonta, in luogo del nominativo dei consorziati per il quale il consorzio concorre. In caso di aggiudicazione, l impresa esecutrice non puo essere modificata in corso di esecuzione, salvo nei casi di forza maggiore e comunque previa autorizzazione dell Amministrazione committente h) di non trovarsi in alcuna situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile rispetto ad alcun soggetto, e di aver formulato l'offerta autonomamente, ovvero di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto al concorrente, in una delle situazioni di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile, e di aver formulato l'offerta autonomamente, ovvero di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto al concorrente, in situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile, e di aver formulato l'offerta autonomamente; i) di non avere ai sensi di quanto disposto dall art.37 comma 1 del D.L. 78/2010, così come modificato dalla legge di conversione n. 122/2010, sede, residenza o domicilio in Paesi così detti black list, elencati nel decreto del Ministero delle Finanze del 4 maggio 1999 e nel decreto del Ministero dell economia e delle finanze del 21 novembre 2001 ovvero di avere sede, residenza o domicilio in Paesi così detti black list, ma di essere in possesso di autorizzazione ministeriale ex art. 37 citato. j) l insussistenza della causa di esclusione di cui all art. 53 co. 16ter del D.lgs 165/2001 inerente il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione per i soggetti privati che hanno concluso contratti o conferito incarichi di attività lavorativa o professionale ai soggetti indicati nel citato comma 16 ter nel triennio successivo alla cessazione del rapporto di pubblico impiego. k) l impegno da parte dell impresa di rispettare tassativamente i contratti collettivi nazionali di lavoro di settore, gli accordi sindacali integrativi, le norme sulla sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro e tutti gli adempimenti di legge nei confronti dei lavoratori dipendenti o soci, nonché l avvenuto adempimento, all interno della propria azienda, degli obblighi di sicurezza previsti dalla vigente normativa; l) Subappalto inerente l esecuzione dei lavori : o.1) imprese singole e Raggruppamenti Temporanei di Imprese, in possesso di attestazione SOA per tutte le categorie di cui al suddetto punto C.a) previste a qualificazione obbligatoria, e relative 10

11 classifiche: qualora tali soggetti intendano avvalersi del subappalto, dovrà essere presentata idonea dichiarazione, ai sensi dell'art. 118 del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii., indicante quali lavorazioni, nell ambito delle categorie elencate dal Capitolato posto a base di gara (e riportate nel suddetto punto C.a) l impresa intende subappaltare; la mancata presentazione di tale dichiarazione non costituisce motivo di esclusione, fermo restando che, in caso di aggiudicazione, il subappalto non potrà essere autorizzato o.2) imprese singole e Raggruppamenti Temporanei di Imprese in possesso di attestazione SOA per la sola categoria prevalente e relativa classifica, ovvero per la categoria prevalente (e relativa classifica) e solo per alcune delle altre categorie (e relative classifiche) di cui al suddetto punto C.a) previste a qualificazione obbligatoria : dovrà essere presentato quanto segue: a) dichiarazione attestante che l impresa (o l impresa Capogruppo in caso di RTI) affiderà in subappalto, a impresa qualificata, le lavorazioni relative alle categorie/classifiche non possedute (o possedute solo parzialmente)e che il concorrente, in caso di aggiudicazione, non potrà eseguire direttamente; la mancata presentazione di tale dichiarazione costituisce motivo di esclusione Inoltre qualora l impresa (o l impresa Capogruppo in caso di RTI) intenda affidare in subappalto anche lavorazioni relative alle categorie indicate nel Capitolato posto a base di gara (e riportate al suddetto punto C.a) possedute (per intero) dal concorrente, dovrà essere presentata idonea dichiarazione indicante quali lavorazioni, nell ambito delle suddette categorie, l impresa intende subappaltare: la mancata presentazione di tale dichiarazione non costituisce motivo di esclusione, fermo restando che, in caso di aggiudicazione, il subappalto non potrà essere autorizzatoare. m) di avere direttamente o con delega a personale dipendente esaminato tutti gli elaborati progettuali; di essersi recati sul luogo di esecuzione dei lavori, di avere preso conoscenza delle condizioni locali, della viabilità di accesso, di aver verificato le capacità e le disponibilità compatibili con i tempi di esecuzione previsti delle cave eventualmente necessarie e delle discariche autorizzate nonché di tutte le circostanze generali e particolari suscettibili di influire sulla determinazione dei prezzi, sulle condizioni contrattuali e sull'esecuzione dei lavori e di aver giudicato i lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali adeguati ed i prezzi nel loro complesso remunerativi e tali da consentire il ribasso offerto; di avere effettuato una verifica della disponibilità in loco della mano d opera necessaria per l esecuzione dei lavori nonché della disponibilità di attrezzature adeguate all entità e alla tipologia e categoria dei lavori in appalto; di essere a conoscenza di quanto disposto dall art. 34 co. 35 della L. 221/2012 così come dettagliatamente indicato al punto O del presente bando n) di aver preso conoscenza e di accettare, in caso di aggiudicazione, tutto quanto prescritto all art 3bis clausole sociali del Capitolato posto a base di gara che di seguito si riporta: L appaltatore, qualora abbia l esigenza di disporre di ulteriore manodopera rispetto a quella di cui si avvale per lo svolgimento delle attività rientranti fra quelle oggetto di contratto, deve prioritariamente assumere soggetti svantaggiati (ai sensi della L. n. 381/91, del Regolamento CE n. 800/2008 art 2, del Decreto 20/03/2013 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del DL 34 del 20/03/2014) a condizione che la loro qualifica sia armonizzabile con l'organizzazione aziendale prescelta dall'impresa stessa Entro 90 gg dalla consegna dei lavori e comunque ogni qualvolta intervenga una modifica della situazione inerente eventuali assunzioni, l'appaltatore dovrà presentare al Responsabile del Procedimento apposita dichiarazione inerente quanto sopra indicato in materia di "clausole sociali" In caso di inadempimento delle prescrizioni inerenti le clausole sociali, sarà applicata una penale pari all'1% (unopercento) dell'importo di contratto o) di autorizzare il diritto di accesso alle informazioni fornite nell ambito delle offerte ovvero a giustificazione delle medesime, ovvero di non autorizzare il diritto di accesso alle informazioni fornite nell ambito delle offerte ovvero a giustificazione delle medesime. Si evidenzia che qualora il concorrente intenda negare il diritto di accesso, dovrà produrre una motivata e comprovata dichiarazione circa il fatto che tali informazioni costituiscono segreti tecnici e commerciali; in caso di diniego d accesso dovranno pertanto essere espressamente individuate le eventuali parti dell offerta tecnica e/o degli eventuali giusitificativi economici sottratti all accesso, indicandone per ciascuna l esatta motivazione; in mancanza di tali specificazioni/motivazioni l accesso si intende autorizzato. E comunque consentito l accesso al concorrente che lo chieda in vista della difesa in giudizio dei propri interessi in relazione alla procedura di affidamento del contratto nell ambito del quale viene formulata la richiesta di accesso Art.13, comma 6, D.Lgs.163/2006) La mancata indicazione di quanto indicato nel presente punto equivale ad autorizzazione all esercizio del diritto di accesso 11

12 p) ai fini dell acquisizione del DURC e della certificazione ex L. 68/99: indicazione di: 1) per l INAIL: codice ditta 2) per l INPS: matricola azienda 3) per la CASSA EDILE (CAPE): codice impresa, codice e sede cassa territoriale di competenza 4) contratto collettivo nazionale di lavoro applicato 5) Dimensione aziendale 6) Ufficio provinciale competente al rilascio della certificazione ex L. 68/99 o eventuale non assoggettamento alla normativa citata e relativo motivo di esenzione q) ai fini dell individuazione delle micro/piccole/medie imprese indicazione di : rientrare nella tipologia di micro/piccola/media impresa in quanto il numero di dipendenti è inferiore a 250 e il fatturato annuo/ovvero il totale di bilancio risultano rispettivamente non superiore a euro ,00 (fatturato annuo) ovvero a euro ,00 (totale di bilancio) OVVERO di non rientrare per numero di dipendenti e/o di fatturato/bilancio nella tipologia di micro/piccola/media impresa G.1.2. ) Requisiti inerenti i progettisti Dichiarazione redatta in lingua italiana, resa e sottoscritta dal/dai progettista/i interessato/i (sia appartenente allo staff tecnico di impresa in possesso di attestazione SOA per progettazione e costruzione sia incaricato/i, sia associato/i all impresa concorrenbte) corredata dalla copia di un documento di identità del/i dichiarante/i sottoscrittore/i, e che potrà essere formulata anche utilizzando il Modello 3 schema di dichiarazione per progettista al presente bando, contenente le seguenti dichiarazioni: a) l insussistenza di tutte le cause di esclusione di cui all'art. 38 co. 1 dalla lett. a) alla lett. m quater) del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii.; N.B.: per la redazione di tale dichiarazione si precisa quanto segue: 1) In caso di Consorzi di cui all'art 34 co 1 lett b) o c) del D.Lgs 163/06 la dichiarazione di cui al citato art 38 co 1 deve essere resa anche dai consorziati "esecutori" per i quali il consorzio concorre; 2) La dichiarazione inerente l insussistenza delle cause di di esclusione di cui alle lettere b), c) mter) del citato art. 38 co.1, deve essere resa (anche utilizzando il fac-simile Modello n. 2 allegato al presente invito ) da tutti i soggetti indicati nel citato art 38 co 1 lettere b) e c), fermo restando che relativamente alla insussistenza delle cause di esclusione di cui all art 38 co 1 lett. c), tale dichiarazione deve essere resa in caso di incorporazione/fusione/cessione d azienda o ramo di azienda anche dagli amministratori e dai direttori tecnici che hanno operato presso la soc. cedente/incorporata o le societa fusesi nell ultimo anno ovvero che sono cessati dalla relativa carica in detto periodo b) iscrizione all Albo professionale degli ingegneri, Architetti o di altra figura professionale abitlitata c) per le Società: l iscrizione nel registro delle imprese, con indicazione del nominativo di tutti i legali rappresentanti, nonché con l indicazione degli eventuali soggetti cessati dalla carica nell anno antecedente la data di spedizione del presente invito; in caso di fusione/incorporazione/cessione di azienda-ramo di azienda dovranno essere indicati anche i nominativi dei soggetti che ricoprivano le suddete cariche nelle società cedenti/incorporate/fusesi d) per le società di Ingegneria, di professionisti, consorzi stabili: il possesso dei requisiti di cui rispettivamente agli artt 254,255 e 256 del DPR 207/2010 e) il possesso dei requisiti di cui all art 263 co. 1 lett b), c), d) del DPR 207/2010 così come indicati al precedente punto D.3 f) di non trovarsi in alcuna situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile rispetto ad alcun soggetto, e di aver formulato l'offerta autonomamente, ovvero di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto al concorrente, in una delle situazioni di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile, e di aver formulato l'offerta autonomamente, ovvero di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto al concorrente, in situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile, e di aver formulato l'offerta autonomamente g) l insussistenza delle situazioni di divieto/compartecipazione/partecipazione e cause di esclusione di cui : al comma 6 dell art 10 del DPR 207/2010, ai commi 1 e 2 dell art 253 del DPR 207/2010, del comma 8 dell art 90 del D.Lgs 163/06, dell art. 53 co. 16ter del D.lgs 165/2001, e di qualsiasi altra disposizione legislativa e regolamentare h) Solo in Caso di ATI/Consorzi: dichiarazioni inerenti : l individuazione dei soggetti componenti l ATI/consorzio, l impegno a unuiformarsi alla disciplina di cui all art 37 del D.Lgs 163/06, individuazione delle parti/percentuali di servizio che i componenti intendono assumere nonché delle percentuali di partecipazione al raggruppamento, individuazione in caso diati di un professionista abilitato da 12

13 meno di 5 anni, individuazione in caso di consorzi dei consorziati per cui partecipano, consorziati per cui quali non dovrà sussistere alcuna causa di esclusione ex art 38 del D.Lags 163/06 G CAUZIONE PROVVISORIA, ai sensi art. 75 del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii., di Euro ,00 (corrispondente al 2% dell importo dell appalto di cui trattasi), da prestarsi nei seguenti modi: 1) mediante fidejussione bancaria o assicurativa, o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all art. 106 del D.L.vo 385/93, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati - in conformità ai disposti del DPR 115/ dal Ministero del Tesoro, Bilancio e Programmazione Economica, contenente: a) validita per almeno 180 giorni dalla data di scadenza presentazione offerta; b) impegno del fidejussore a rilasciare, qualora l impresa risultasse aggiudicataria, la cauzione definitiva di cui all'art. 75 comma 8 del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii. c) impegno del fidejussore a rinnovare la garanzia per ulteriori 90 gg ai sensi dell art 75 co 5 del D.Lgs 163/06 d) le seguenti clausole espresse: rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale rinuncia all eccezione di cui all art.1957 comma 2 del codice civile, operativita della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. 2) mediante titoli del debito pubblico o garantiti dallo Stato al corso del giorno del deposito; in tal caso i concorrenti dovranno depositare i titoli presso la Tesoreria Comunale Servizio Tesoreria Bologna - che rilascera un certificato di deposito provvisorio in originale. 3) Ai sensi del D.M. 123/04 i concorrenti possono presentare quale garanzia fideiussoria per la cauzione provvisoria la scheda tecnica di cui al citato decreto Schema tipo 1.1 Scheda tecnica 1.1, opportunamente integrata con le modifiche apportate dal D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii. Inoltre: qualora la cauzione venga prestata in titoli, la stessa dovra essere accompagnata dall impegno di un fidejussore verso il concorrente, a rilasciare garanzia fidejussoria definitiva nel caso di aggiudicazione dell appalto da parte del concorrente; qualora la cauzione venga rilasciata da Istituto di Intermediazione Finanziaria dovrà essere documentato o dichiarato che quest ultimo è iscritto nell elenco speciale di cui all art. 106 del D.L.vo 385/93 e che svolge in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzato - in conformità ai disposti del DPR 115/ dal Ministero del Tesoro, Bilancio e Programmazione Economica. E ammessa la riduzione della cauzione ai sensi dell'art. 75 comma 7 del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii., fermo restando le specifiche disposizioni in materia di Riunioni Temporanee di Imprese. In caso di costituita/costituenda Riunione Temporanea di Imprese, la cauzione dovrà essere presentata dall impresa mandataria in nome e per conto di tutti i concorrenti, secondo quanto disposto dall art. 128 del D.P.R. 207/2010 e ss.mm.ii. Entro 30 gg. dalla aggiudicazione definitiva l Amministrazione, relativamente ai concorrenti risultati non aggiudicatari e per i quali non occorre procedere ai sensi dei disposti di cui all art 38 co 2bis del D.Lgs 163/06, provvederà svincolare la cauzione di cui al suddetti punti 1) 3) Qualora la cauzione sia stata prestata così come indicato al suddetto punto 2) l Amministrazione provvedera a restituire, ai concorrenti non risultati aggiudicatari, e per i quali non occorre procedere ai sensi dei disposti di cui all art 38 co 2bis del D.Lgs 163/06, a mezzo raccomandata o pec, il certificato rilasciato dalla Tesoreria Comunale. G RICEVUTA in originale o in copia corredata da dichiarazione di autenticità - attestante il versamento di euro 140,00 (centoquaranta/00) alla Autorità Per La Vigilanza Sui Contratti Pubblici/A.N.A.C.. Detto versamento dovra essere effettuato, così come previsto Dall autorità Di Vigilanza Sui Contratti Pubblici, con una delle modalita in vigore dal 1 maggio 2010 (online mediante carta di credito ovvero in contanti muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio Riscossione presso i tabaccai lottisti abilitati). Le istruzioni dettagliate sono pubblicate sul sito dell Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici : 13

14 G PASSOE - : PASSOE, debitamente sottoscritto, ottenuto attraverso la registrazione al servizio AVCPASS dell Autorità Vigilanza Contratti Pubblici /A.N.A.C. Ai sensi dell art. 6-bis del D. Lgs. N. 163/2006 la documentazione comprovante i requisiti generali e speciali sarà acquisita tramite la Banca dati nazionale dei contratti pubblici istituita presso l AVCP/ANAC, salvo quanto previsto dal comma 3 dello stesso articolo per quanto riguarda il possesso di requisiti non compresi fra quelli per cui è prevista l inclusione nella Banca dati nazionale, e salvo quanto indicato al precedente punto A) del presente bando Tutti i soggetti interessati a partecipare alla procedura dovranno registrarsi al sistema accedendo all apposito link sul Portale AVCP : (Servizi ad accesso riservato - AVCPASS) secondo le istruzioni ivi contenute. La mancata produzione del PASSOE non costituisce motivo di NON ammissione. G.1. 6 Patto di integrità in materia di Contratti Pubblici del Comune di Bologna, approvato con determinazione PG /2014 del 08/10/2014, debitamente sottoscritto per accettazione dal concorrente G.2. BUSTA N. 2 - OFFERTA TECNICA In tale busta dovrà essere contenuta la seguente documentazione fermo restando che non andranno inseriti, a pena di esclusione, elaborati contenenti indicazioni economiche e/o temporali quali computo metrico estimativo, cronoprogramma, elenchi prezzi: Progetto definitivo comprensivo di: 1)elaborati descrittivi e grafici di cui all art 24 del DPR 207/2010; si precisa che le tavole grafiche dovranno : essere complete di particolari costruttivi esplicative delle proposte che si intendono offrire; essere corredate di schede tecniche e prestazionali dei materiali e dei componenti che si intenderanno utilizzare e che saranno vincolanti in sede di esecuzione; essere complete di certificazione e omologazione, prove e calcoli dimostrativi della prestazione Le schede tecniche e i documenti descrittivi dovranno essere forniti in formato A4/A3 Le tavole grafiche potranno avere altro formato coerente con la scala grafica utilizzata per il disegno 2) computo metrico NON ESTIMATIVO delle diverse lavorazioni previste nel progetto definitivo 3) Relazione: al fine di illustrare al meglio le proposte progettuali e migliorative, il concorrente dovrà presentare una relazione di confronto con il Progetto preliminare posto a base di gara che evidenzi il rispetto delle richieste, le differenze e le integrazioni rispetto al suddetto progetto preliminare. Detta Relazione dovrà essere articolata come segue: a) Qualita architettonica complessiva della soluzione progettuale proposta 1) Relazione tecnica descrittiva (costituita indicativamente da un numero massimo di 10 facciate formato A4/Carattere Arial A11) a supporto delle soluzioni offerte con il confronto qualitativo tra il progetto preliminare e la proposta migliorativa, con particolare riferimento a impiego di materiali naturali, ecologici, facilmente pulibili, presenza di parti apribili e ispezionabili, pendinature di sicurezza, assenza di spigoli, integrazione estetica e funzionale. 2) Tavole grafiche complete di particolari costruttivi esplicative delle proposte che si intendono offrire, corredate di schede tecniche e prestazionali dei materiali e dei componenti che si intenderanno utilizzare e che saranno vincolanti in sede di esecuzione, complete di certificazione e omologazione, prove e calcoli dimostrativi della prestazione. b) Funzionalità globale degli spazi 1) Relazioni tecniche specialistiche (costituite ciascuna indicativamente da un numero massimo di 10 facciate formato A4/Carattere Arial A11) in riferimento alle soluzioni tecnologiche previste per il raggiungimento del comfort ambientale acustico e visivo degli ambienti interni e la funzionalità, vivibilità e gradevolezza degli ambienti esterni. 2) Tavole grafiche complete di particolari costruttivi esplicative delle proposte che si intendono offrire, eventualmente corredate di schede tecniche e prestazionali dei materiali e dei componenti che si intenderanno utilizzare e che saranno vincolanti in sede di esecuzione, complete di certificazione e omologazione, prove e calcoli dimostrativi della prestazione.. c) impiego di soluzioni e tecnologie costruttive e impiantistiche volte al contenimento energetico ed alla riduzione dei costi di gestione e di manutenzione: 1) Relazione tecnica descrittiva (costituita indicativamente da un numero massimo di 10 facciate formato A4/Carattere Arial A11) a supporto delle soluzioni offerte con il confronto qualitativo tra il progetto preliminare e la proposta migliorativa, con riferimento a tipo, caratteristiche, rendimento, e localizzazioni degli impianti. 14

15 2) Relazioni tecniche specialistiche (costituite ciascuna indicativamente da un numero massimo di 10 facciate formato A4/Carattere Arial A11) in riferimento alle soluzioni tecnologiche previste per il contenimento dei consumi energetici, per il miglioramento dell'isolamento termico e per la riduzione dei costi di gestione e manutenzione dell'edificio. 3) Tavole grafiche complete di particolari costruttivi esplicative delle proposte che si intendono offrire, corredate di schede tecniche e prestazionali dei materiali e dei componenti che si intenderanno utilizzare e che saranno vincolanti in sede di esecuzione, complete di certificazione e omologazione,prove e calcoli dimostrativi della prestazione garantita L offerta tecnica dovrà essere fornita, oltre che in formato cartaceo, anche su supporto informatico (CD/DVD) non riscrivibile; sul supporto informatico - contenente identica documentazione a quanto fornito in cartaceo e per la quale valgono le medesime prescrizioni indicate dal presente bando per la documentazione cartacea dovranno essere indicati, con pennarello indelebile, i dati identificativi del concorrente (ragione sociale impresa) e il CIG della gara di cui trattasi. Si precisa che: - in caso di riscontrata differenza tra l offerta tecnica presentata in cartaceo e quella su supporto informatico sarà considerato prevalente quanto contenuto nel formato cartaceo - Il supporto informatico contenente l offerta tecnica viene richiesto al fine del rispetto dei principi di economicità/celerità in tutte le fasi di gara (ivi compreso l eventuale esercizio dell accesso agli atti); - La mancata presentazione del supporto informatico non costituirà motivo di non ammissione Tutta la documentazione relativa all offerta tecnica dovrà essere sottoscritta come indicato al successivo punto H. G.3. BUSTA N. 3 - OFFERTA ECONOMICA e documentazione correlata In tale busta dovrà essere inserito quanto segue: 1) Offerta economica in bollo (che potrà essere formulato anche utilizzando l allegato Modello n. 4 Schema di Offerta ), redatta in lingua italiana, sottoscritta (fatto salvo quanto specificatamente previsto per le ATI/Consorzi) con firma leggibile e per esteso dal titolare o dal legale rappresentante dell'impresariportante l'indicazione dell oggetto della gara, e del codice CIG e contente: a) l indicazione del ribasso percentuale offerto (indicato in cifre e in lettere), da applicare sull importo di euro ,00 posto a base di gara e inerente l esecuzione dei lavori a corpo b) l indicazione del ribasso percentuale offerto (indicato in cifre e in lettere), da applicare sull importo di euro ,00 posto a base di gara e inerente le spese di progettazione c) l indicazione (in cifre e in lettere) della riduzione temporale inerente l esecuzione dei lavori: detta riduzione dovrà essere espressa in giorni e risultare non superiore a gg 30 2) Computo metrico estimativo redatto applicando alle quantità delle diverse lavorazioni previste nel progetto definitivo i prezzi unitari di cui al sottoindicato elenco prezzi 3) Elenco dei prezzi unitari in base ai quali si è redatto il computo metrico estimativo 4) Cronoprogramma dettagliato inerente la realizzazione dei lavori di cui trattasi H). FORME DI PRESENTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA: Le dichiarazioni di cui al suddetto punto G.1.1. possono essere redatte in un unico documento (anche utilizzando il Modello n. 1 schema di dichiarazione allegato al presente bando), che dovrà essere sottoscritto da un legale Rappresentante dell Impresa o dal Legale Rappresentante del Raggruppamento in caso di ATI costituita, o dai Legali Rappresentanti di tutti i soggetti partecipanti al costituendo raggruppamento/consorzio e corredata da una fotocopia non autenticata del documento di riconoscimento del/i sottoscrittore/i Qualora non venga utilizzato il modello allegato (Modello n. 1 schema di dichiarazione) dovrà inoltre essere data indicazione di : 1) l indicazione del domicilio eletto per tutte le comunicazioni di cui al presente procedimento (ai sensi dell art. 79, comma 5 - bis del D.Lgs 163/06 e ss.mm.ii. ) comprensivo dell indicazione del numero di FAX o dell indirizzo di posta elettronica certificata / posta elettronica 2) l autorizzazione all Amministrazione a utilizzare l indirizzo mail e/o il numero di fax indicato nell istanza per l inoltro di tutte le comunicazioni di cui al punto 1. Le dichiarazioni di cui al suddetto punto G.1.1.c) (dichiarazione ex art 38 co. 1 lett. b), c) mter del D.lgs 163/06) dovranno essere rese (anche utilizzando l allegato Modello n. 2 schema di dichiarazione art. 15

16 38 co. 1 lett. b, c, mter del D.Lgs 163/06 ) e sottoscritte da ciascuno dei soggetti per le quali vengono richieste e corredate da una fotocopia non autenticata del/i documento/i di riconoscimento del/dei sottoscrittore/i. Le dichiarazioni di cui al suddetto punto G.1.2 requisiti inerenti la progettazione dovranno essere rese e sottoscritte (anche utilizzando l allegato Modello 3 schema di dichiarazione per progettista ) come indicato nel citato punto G.1.2. Qualora il progettista indicato/associato sia costituito in raggruppamento/subraggruppamento, le dichiarazioni dovranno essere rese conformemente a quanto indicato al successivo punto L. Il Patto si Integrità in materia di Contratti Pubblici del Comune di Bologna di cui al suddetto punto G.1.6) dovrà essere sottoscritto da un legale Rappresentante dell Impresa o dal Legale Rappresentante del Raggruppamento in caso di ATI costituita, o dai Legali Rappresentanti di tutti i soggetti partecipanti al costituendo raggruppamento/consorzio Al fine del rispetto dei principi di economicità/celerità del procedimento in tutte le fasi della gara, si chiede che tutta la documentazione amministrativa di cui al suddetto punto G.1) sia presentata, oltre che in formato cartaceo, anche su supporto informatico (CD/DVD) non riscrivibile; sul supporto informatico - contenente identica documentazione a quanto fornito in cartaceo e per la quale valgono le medesime prescrizioni indicate dal presente bando per la documentazione cartacea dovranno essere indicati, con pennarello indelebile, i dati identificativi del concorrente (ragione sociale impresa) e il CIG della gara di cui trattasi. In relazione all eventuale utilizzo di detto supporto informatico ai fini anche di richiesta di accesso agli atti, si chiede che tutte le copie dei documenti di identità siano contenuti in una separata cartella, e che, tale supporto informatico, contenga anche una dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante dell impresa/mandataria/eligenda mandataria con la quale dichiari che la documentazione presentata informaticamente è identica alla documentazione presentata in formato cartaceo. Si precisa che: - In relazione a quanto sopra indicato, per ciascun dichiarante è sufficiente una sola copia del documento di riconoscimento anche in presenza di più dichiarazioni su più fogli distinti - in caso di riscontrata differenza tra la documentazione amministrativa presentata in cartaceo e quella su supporto informatico sarà considerato prevalente quanto contenuto nel formato cartaceo - Il supporto informatico contenente la documentazione amministrativa viene richiesto al fine del rispetto dei principi di economicità/celerità in tutte le fasi di gara (ivi compreso l eventuale esercizio dell accesso agli atti); La mancata presentazione del supporto informatico contenente tale documentazione e che dovrà essere inserito nella busta 1: documentazione amministrativa non costituirà motivo di esclusione La documentazione relativa all offerta tecnica espressamente indicata al punto G.2) - dovrà essere sottoscritta da un Legale Rappresentante dell Impresa, o dal Legale Rappresentante del Raggruppamento in caso di ATI costituita, o dai Legali Rappresentanti di tutti i soggetti partecipanti al costituendo raggruppamento/consorzio, e dal/dai progettista/i redattore/i del progetto definitivo offerto La documentazione relativa e all offerta economica espressamente indicata al puntog.3) - dovrà essere sottoscritta da un Legale Rappresentante dell Impresa, o dal Legale Rappresentante del Raggruppamento in caso di ATI costituita, o dai Legali Rappresentanti di tutti i soggetti partecipanti al costituendo raggruppamento/consorzio. Ai sensi dell art. 13 del D.Lgs 196/2003, si informa che i dati personali forniti e raccolti in occasione del presente procedimento verranno: utilizzati esclusivamente in funzione e per i fini del presente procedimento; conservati fino alla conclusione del procedimento presso il Settore Gare del Comune di Bologna - Piazza Liber Paradisus 10 Torre B Piano Bologna. Responsabile del trattamento dati è: dott.ssa Alessandra Biondi Direttore del Settore Gare. In relazione ai suddetti dati l interessato può esercitare i diritti sanciti dall art. 7 del sopra citato decreto. I) COMPARTECIPAZIONI: Alla gara di cui trattasi non sarà ammessa la compartecipazione (o singolarmente o in riunione temporanea di imprese) di: 16

17 1) Consorzi - di cui all art. 34 lett. b) e c) del D.Lgs. 163/06 e ss.mm.ii. - ed imprese ad essi aderenti qualora queste ultime siano state indicate quali consorziati per il quale il consorzio concorre ; in presenza di tale compartecipazione si procederà all esclusione dalla gara sia del Consorzio sia dei consorziati per i quali il consorzio concorre. (artt 36 co.5 e 37 co.7) 2) Operatori Economici che si trovino, rispetto ad un altro partecipante alla procedura di cui trattasi, in una situazione di controllo di cui all art del C.C., o in qualsiasi relazione, anche di fatto, se la situazione di controllo o la relazione comporti che le offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale; in presenza di tali situazioni si procederà all esclusione dalla gara di TUTTI i soggetti che si trovano in dette condizioni. 3) Operatori Economici che partecipano alla gara in più di una associazione temporanea o consorzio di cui all art. 34 comma 1 lettere d) - e) del D.Lgs. 163/06 e ss.mm.ii., ovvero che partecipano in forma singola qualora partecipino alla gara anche in associazione o consorzio ovvero (ai sensi di quanto disposto dall art. 37 co. 15 bis del D.Lgs 163/06) in aggregazione tra le imprese aderenti al contratto di rete; in presenza di tale compartecipazione si procederà all esclusione dalla gara di TUTTI i partecipanti che si trovano in dette condizioni; 4) Ausiliati e ausiliari, in caso di ricorso all'avvalimento; in presenza di tale compartecipazione, si procederà all esclusione dalla gara di TUTTI i soggetti che si trovano in dette condizioni (art 49 co.8 del D.Lgs. 163/06 e ss.mm.ii.). 5) Soggetti di cui all art 90 co 1 lett dalla d) alla h) del D.Lgs 163/06 associati/indicati con/da più operatori economici che partecipano alla gara: in presenza di tale compartecipazione, si procederà all esclusione dalla gara di TUTTI i soggetti che si trovano in dette condizioni L. - RIUNIONI TEMPORANEE DI IMPRESE Sono ammesse a presentare offerta imprese temporaneamente riunite ai sensi della vigente normativa, che risultino in possesso dei requisiti e ne assumano l esecuzione ai sensi degli artt 92 e 261 del D.P.R. 207/2010 e ss.mm.ii. La capogruppo dovrà presentare tutta la documentazione di cui ai sopra unitamente all atto notarile di costituzione dell ATI I mandanti dovranno presentare - quando la natura degli operatori economici lo richieda - tutta la documentazione di cui sopra fermo restando che: la documentazione di cui al suddetto punto G.1.3 (cauzione provvisoria) dovrà essere presentata dalla capogruppo in nome e per contro anche dei mandanti così come sopra dettagliatamente indicato; la documentazione di cui al punto G.1.4 (ricevuta pagamento ANAC) dovrà essere presentato dalla capogruppo Dovranno inoltre essere indicate le percentuali di partecipazione dei singoli operatori economici al raggruppamento e le percentuali/parti di lavoro/attività che i singoli operatori economici intendono assumere Sono ammesse a presentare offerta associazioni temporanee di concorrenti anche se non ancora costituiti, ai sensi dell art. 37 comma 8 del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii., che risultino in possesso dei requisiti e ne assumano l esecuzione ai sensi degli artt 92 e 261 del D.P.R. 207/2010 e ss.mm.ii. In tal caso l offerta deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno il raggruppamento e essere conformi a quanto disposto dal citato art. 37 comma 8. L impresa indicata come capogruppo dovrà presentare tutta la documentazione di cui sopra; i mandanti dovranno presentare - quando la natura degli operatori economici lo richieda - tutta la documentazione di cui sopra fermo restando che: la documentazione di cui al suddetto punto G.1.3 (cauzione provvisoria) dovrà essere presentata dalla capogruppo in nome e per contro anche dei mandanti così come sopra dettagliatamente indicato; la documentazione di cui al punto G.1.4 (ricevuta pagamento ANAC) dovrà essere presentato dalla capogruppo Dovranno inoltre essere indicate le percentuali di partecipazione delle singole imprese al raggruppamento e le percentuali/parti di lavoro/attività che i singoli operatori economici intendono no assumere Il possesso della certificazione del sistema di qualità deve essere dimostrato da tutte le imprese per le quali l importo dei lavori che intendono assumere sia pari o superiore all importo della classifica terza. Relativamente al possesso dei requisiti inerenti la progettazione si re-invia a quanto indicato al precedente punto D.3 del presente bando M. - AVVALIMENTO In attuazione dei disposti dell'art. 49 del D.Lgs. n. 163/06 e ss.mm.ii., il concorrente - singolo o consorziato o raggruppato - può dimostrare il possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e organizzativo avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto, ed e' ammesso l avvalimento di più imprese ausiliarie. Ai fini di quanto sopra dovrà essere fornita tutta la documentazione prevista al comma 2 del citato art

18 Il concorrente e l impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione appaltante in relazione alle prestazioni oggetto del contratto. Non è consentito, a pena di esclusione, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente, e che partecipino alla gara sia l impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti. N. PROCEDURA DI GARA - APERTURA DELLE BUSTE ANOMALIA DELLE OFFERTE E VERIFICA DI CONGRUITA - AGGIUDICAZIONE La Commissione Tecnica Giudicatrice verrà nominata (in conformita a quanto stabilito dall art. 84 del D.Lgs 163/06 e ss.mm.ii), successivamente alla scadenza del termine di presentazione delle offerte. In data alle ore, presso il COMUNE DI BOLOGNA Settore Gare, Piazza Liber Paradisus 10 Torre B Piano Bologna - aperti i lavori in seduta pubblica, l Autorità di Gara procederà: - a verificare l integrità e regolarità formale dei plichi regolarmente presentati - all apertura per ciascun concorrente del plico regolarmente presentato al fine di verificare che all interno siano contenute le buste previste al punto G) del presente bando, - all apertura (per ciascun concorrente che abbia presentato un plico conforme e contenente quanto richiesto nel presente bando) della busta n. 1 documentazione amministrativa al fine di accertare l esistenza e la regolarità della documentazione in essa contenuta. Fermo restando quanto di seguito indicato, l Amministrazione si riserva, in tutte le fasi della gara, l esercizio della facoltà di cui all art. 46 del D.Lgs 163/06 in materia di integrazione documentale. Si precisa che in caso di mancanza, incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e/o delle dichiarazioni richiesti dal presente bando, l Amministrazione procederà, ai sensi dell art 38 co 2 bis del D.Lgs 163/06, a richiederne la regolarizzazione nel rispetto dei termini di seguito indicati (3 gg lavorativi); a tal fine la sanzione pecuniaria prevista dal citato art 38 co 2 bis è fissata, ai sensi della vigente normativa, in euro 2.110,00 (corrispondente all uno per mille dell importo del presente appalto) il mancato inesatto o tardivo adempimento alle richieste formulate da parte della Stazione appaltante ai sensi di quanto sopra, costituisce causa di esclusione, Nel rispetto della par condicio fra i concorrenti, in base ai disposti dell art. 46 del D.Lgs.n.163/2006, nei limiti previsti dagli articoli da 38 a 46 del medesimo D.Lgs., l Amministrazione invita, se necessario, i concorrenti a completare o a fornire chiarimenti in ordine al contenuto di certificati, documenti e dichiarazioni presentati. L Amministrazione si riserva la facoltà di assegnare a tal fine il termine massimo perentorio di tre giorni lavorativi entro cui i concorrenti dovranno far pervenire quanto richiesto. Terminate le suddette operazioni, si procederà, come segue: N.1): Qualora risulti necessario, in relazione alla natura delle imprese concorrenti e in applicazione dei disposti della L. 180/2011 in materia di micro/piccole/medie imprese, procedere ai sensi dell art. 48 co. 1 del D.Lgs 163/06 e ss.mm.ii, si procederà, relativamente ad un numero non inferiore al 10% dei concorrenti individuati mediante sorteggio tra le imprese che non rientrano nella categoria di micro/piccola/media impresa alla verifica del possesso dei requisiti inerenti i professionisti dichiarati ai sensi di quanto indicato al punto G.1.2) del presente bando: tale verifica avverrà ai sensi dell art 6bis del D.Lgs 163/06 attraverso l utilizzo del sistema AVCPASS, fatto salvo quanto previsto dai commi 3 e ss. del citato art 6bis ovvero quanto indicato al punto A del presente bando: in tal caso verrà richiesto ai suddetti concorrenti sorteggiati di comprovare, entro il termine di 10 gg dalla data della richiesta che verrà inviata dall Amministrazione tramite pec e/o e/o fax -, il possesso dei citati requisiti. Si precisa che: - Qualora sia possibile verificare la documentazione a riprova dei suddetti requisiti nel corso della suddetta seduta pubblica di gara si procederà come indicato al successivo punto N.2): - Qualora non sia possibile verificare la documentazione a riprova dei suddetti requisiti nella suddetta seduta pubblica, si procederà come segue: In successive sedute pubbliche la cui data e ora verranno preventivamente pubblicate sul sito: si procederà: - a dare atto dell esito della verifica effettuata sul/sui suddetto/i concorrente/i, all ammissione di questo/i ultimo/i o alla sua/loro eventuale esclusione qualora non sia stato dimostrato il possesso dei requisiti minimi prescritti dal presente bando. In tal caso si procederà altresì all applicazione delle relative sanzioni, tra le quali l escussione della cauzione provvisoria. 18

19 - all apertura da parte della Commissione Tecnica Giudicatrice (in applicazione dei disposti dell art. 120 del DPR 207/2010)delle buste n. 2 contenenti le offerte tecniche presentate dai concorrenti ammessi al solo fine di verificarne e verbalizzarne il contenuto. N.2): Qualora invece in relazione alla natura delle imprese concorrenti e in applicazione dei disposti della L. 180/2011 in materia di micro/piccole/medie imprese - NON sia necessario procedere al suddetto sorteggio ovvero sia possibile verificare la documentazione a riprova dei suddetti requisiti, si procederà come segue: - a dare atto che non risulta necessario procedere al sorteggio ovvero a dare atto dell esito della verifica effettuata sul/i concorrente/i sorteggiato/i, all ammissione di questo/i ultimo/i o alla sua/loro eventuale esclusione qualora dalla documentazione presentata non siano risultati in possesso dei requisiti minimi prescritti dal presente bando. In tal caso si procederà altresì all applicazione degli adempimenti previsti dalla vigente normativa. - all apertura da parte della Commissione Tecnica Giudicatrice (in applicazione dei disposti dell art. 120 del DPR 207/2010)delle buste n. 2 contenenti le offerte tecniche presentate dai concorrenti ammessi al solo fine di verificarne e verbalizzarne il contenuto, fermo restando che qualora la Commissione Tecnica Giudicatrice non risultasse già nominata e/o insediata in tale data, all apertura delle offerte tecniche presentate dai concorrenti ammessi si procederà in successiva seduta pubblica la cui data/ora sarà preventivamente pubblicata sul sito : N.3) Successivamente, in sedute riservate, la Commissione Tecnica Giudicatrice procederà alla valutazione delle offerte tecniche presentate e all attribuzione dei relativi punteggi, secondo quanto indicato nel presente bando di gara, e procederà alla formazione di una graduatoria provvisoria. In una successiva seduta pubblica che si svolgerà, presso il suddetto Settore, in data e ora che verranno preventivamente pubblicate sul sito: l Autorità di Gara procederà: a comunicare ai concorrenti i punteggi attribuiti all offerta tecnica dalla Commissione Tecnica Giudicatrice; all ammissione dei concorrenti che abbiano ottenuto dalla Commissione Tecnica Giudicatrice un punteggio non inferiore a punti 40 sui 70 massimi assegnabili ovvero all esclusione dei concorrenti che non abbiano raggiunto detto punteggio minimo; All apertura, per i soli concorrenti ammessi, delle buste contenenti le offerte economiche e all attribuzione dei punteggi secondo le formule previste a dichiarare aggiudicatario provvisorio (salvo eventuale verifica di congruità) il concorrente che avrà ottenuto il punteggio complessivamente maggiore; nel caso di offerte con uguale miglior punteggio, si procederà all individuazione del miglior offerente individuando come tale chi avrà ottenuto il miglior punteggio relativamente agli elementi qualitativi dell offerta (offerta tecnica); solo in caso di offerte con uguale miglior punteggio nell offerta tecnica si procederà all individuazione del miglior offerente mediante immediato sorteggio. Qualora ai sensi dell art. 86 co. 2 del D.Lgs 163/06 sia necessario procedere alla valutazione di congruità delle offerte, ovvero ai sensi del comma 3 del citato art. 86 il RUP ritenga opportuno procedere a tale valutazione, si procederà a chiudere la seduta di gara dandone comunicazione al Responsabile del Procedimento che provvederà alla suddetta verifica di congruità ai sensi degli artt. 87 e ss. del D.Lgs 163/06; risulterà aggiudicatario provvisorio il Concorrente che avrà ottenuto il punteggio complessivamente maggiore e la cui offerta sia risultata congrua. Qualora a seguito di detta verifica una o più offerte risultassero non congrue, in seduta pubblica (la cui data e ora verranno preventivamente pubblicate sul sito: presso il suddetto Settore Gare si procederà, ai sensi di quanto disposto dall art. 121 del DPR 207/2010 a dichiarare l anomalia delle offerte che a seguito del procedimento di verifica siano risultate non congrue e a dichiarare l aggiudicazione provvisoria a favore del concorrente che avrà presentato la miglior offerta risultata congrua Ai sensi dell art. 88 co. 7 del D.lgs 163/06 e ss.mm.ii. l Amministrazione si riserva la facoltà di procedere contemporaneamente alla verifica di congruità delle migliori offerte (dalla 1 alla 5 miglior offerta) fermo restando quanto previsto dai commi 1,2,3,4, e 5 del citato art. 88. In ogni caso i concorrenti non potranno pretendere alcun compenso a nessun titolo, neanche risarcitorio, in ragione della partecipazione alla gara o delle spese sostenute per l effettuazione dell offerta. L Amministrazione si riserva la facolta di avvalersi dei disposti di cui all art. 140 del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii.. Il contratto, ai sensi dell art 168 co 1 del DPR 207/2010 potrà essere stipulato solo subordinatamente all acquisizione degli eventuali pareri necessari e all approvazione da parte della stazione appaltante del progetto definitivo presentato come offerta in sede di gara. 19

20 Qualora entro i termini e le modalità indicate dal citato art 168 l aggiudicatario non adegui il progetto definitivo, non si potrà procedere alla stipula del contratto con tale soggetto e si procederà quindi all annullamento dell aggiudicazione definitiva. In tal caso l Amministrazione procederà ad interpellare progressivamente i soggetti che hanno partecipato alla gara al fine di procedere ad una nuova aggiudicazione: si provvederà all interpello a partire dal soggetto che ha presentato la prima miglior offerta (escluso l aggiudicatario originario) fino al 5 miglior offerente. Fermo restando quanto sopra il contratto potrà inoltre essere stipulato solo subordinatamente alla avvenuta efficacia dell aggiudicazione definitiva: a tal fine si procederà alla verifica dei requisiti generali obbligatori espressamente indicati all art. 38 del D.Lgs 163/06 e ss.mm.ii; in caso di esito negativo si procederà alla revoca dell aggiudicazione ed alle sanzioni accessorie conseguenti. E' espressamente stabilito che l'impegno dell'aggiudicatario é valido dal momento stesso dell'offerta, che sarà vincolata per un periodo di centottanta giorni decorrenti dalla scadenza del termine per la sua presentazione; con obbligo di mantenere ferma l offerta stessa, su richiesta dell Amministrazione Concedente, per un ulteriore periodo di 90 giorni. Il Comune resterà vincolato soltanto ad intervenuta stipulazione del relativo contratto. Al contratto di cui trattasi verranno applicati i disposti di cui all art. 26 ter della legge 98/21013 in materia di anticipazione del prezzo. L'aggiudicatario sarà tenuto a presentarsi all U.I. Contratti e Subappalti del Settore Gare per gli adempimenti necessari alla stipulazione del contratto. Ai sensi dell art. 241 del D.lgs 163/06 e ss.mm.ii., si precisa che il contratto di cui trattasi non conterrà la clausola comprimissoria; le eventuali controversie saranno devolute esclusivamente alla Giurisdizione del Foro di Bologna O. - ULTERIORI ADEMPIMENTI A CARICO DELL AGGIUDICATARIO L aggiudicatario sarà tenuto inoltre: a) a presentare tutta la documentazione che verrà richiesta dal competente ufficio con apposita comunicazione di convocazione alla stipula del contratto, nonché al pagamento delle spese contrattuali come di seguito indicato; b) a costituire una cauzione definitiva ai sensi dell art. 113 del D.Lgs 163/06 e le altre forme di garanzia ai sensi dell art.129 del citato D.Lgs 163/06 e dell art. 15 del Capitolato posto a base di gara; a tal fine si precisa ai sensi dell art. 125 del D.P.R. 207/2010 e ss. mm.ii. che l importo della polizza di cui al citato art. 129 sarà pari all importo contrattuale. c) a presentare la polizza di cui all art 269 del DPR 207/2010 d) a rimborsare alla Stazione appaltante entro 60 giorni dall aggiudicazione definitiva, con le modalità che saranno successivamente comunicate e ai sensi di quanto disposto dall art.34 co. 35 della legge 221/ le spese per la pubblicazione sui quotidiani dell avviso di gara di cui trattasi; tali spese sono indicativamente ammontanti a euro 1500/2000,00 Ai fini dell applicazione dei disposti di cui al D.Lgs 159/2011 codice leggi antimafia l aggiudicatario dovrà trasmettere, entro 5 gg. dalla comunicazione di aggiudicazione, la documentazione necessaria al fine della richiesta, da parte dell Amministrazione, della certificazione antimafia ; detta documentazione è scaricabile dal sito della Prefettura territorialmente competente. Ai sensi di quanto disposto dal art. 91 co. 3 del suddetto D.Lgs 159/2011, la richiesta alla Prefettura competente per ambito territoriale dell informazione antimafia, per i subappalti ad essa soggetti, dovrà essere effettuata dall Amministrazione 30 giorni prima della stipula del relativo subcontratto; pertanto l aggiudicatario dovrà fornire all Amministrazione tutta la documentazione necessaria al fine dell inoltro di tale richiesta nel rispetto dei termini fissati dalla citata normativa. P. - SPESE CONTRATTUALI, I.V.A. Sono a carico dell'appaltatore, senza possibilità di rivalsa nei riguardi del Comune, tutte le spese contrattuali (presuntivamente ammontanti a euro 4.300,00 nonché l'imposta di bollo e di registro ed esclusa soltanto la tassa di occupazione suolo pubblico che é a carico del Comune. Relativamente all' I.V.A., si precisa che la stessa sarà assunta dal Comune a proprio carico ai sensi di legge. Q. - SUBAPPALTO Il subappalto è disciplinato dall'art. 118 del D.LGS. 163/06 e ss.mm.ii, Relativamente al pagamento da effettuare a favore dei soggetti subappaltatori l'amministrazione non intende avvalersi della facoltà - di cui al comma 3 dell'art 118 del D.L.gs 163/06 e ss.mm.ii. - di corrispondere direttamente al subappaltatore o cottimista l'importo dovuto per le prestazioni dagli stessi eseguite. 20

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL PEEP I LOTTO F LOCALITÀ LE GRAZIE (FOGLIO 58 PART. 805) DISCIPLINARE DI GARA Requisiti

Dettagli

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA DISCIPLINARE DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO (NORME INTEGRATIVE AL BANDO) 1. MODALITA DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITA

Dettagli

Comune di Firenze. Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri

Comune di Firenze. Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri 1 Comune di Firenze Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri PROCEDURA APERTA PER: Affidamento della concessione del servizio di gestione e manutenzione impianto di distribuzione energia elettrica

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA Il

Dettagli

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/445189 - FAX 0823/279581 AVVISO DI GARA CIG: LOTTO N. 1 CIG 5758272460 LOTTO N. 2 CIG 57582870C2 Questa ASL di Caserta indice procedura

Dettagli

AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO

AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUE REFLUE DI PONTE SASSO COMUNE DI FANO 1 STRALCIO

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA U.I. GARE BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (CON FACOLTÀ' DI OFFERTE SOLO IN RIBASSO)

COMUNE DI BOLOGNA U.I. GARE BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (CON FACOLTÀ' DI OFFERTE SOLO IN RIBASSO) COMUNE DI BOLOGNA U.I. GARE BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (CON FACOLTÀ' DI OFFERTE SOLO IN RIBASSO) Il giorno 10 novembre 2015 alle ore 09.00, presso il Comune di Bologna U.I. Gare, Piazza Liber Paradisus

Dettagli

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA Oggetto dell appalto: Servizio di Censimento e verifica degli impianti termici sul territorio comunale ai sensi

Dettagli

II.1.1) Denominazione: Appalto integrato per l affidamento della progettazione esecutiva, previa. 1 di 8

II.1.1) Denominazione: Appalto integrato per l affidamento della progettazione esecutiva, previa. 1 di 8 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA APPALTO INTEGRATO Modalità di affidamento: appalto integrato ex art. 53, comma 2, lett. c), D.Lgs.163/2006 Procedura: aperta ex art. 55, comma 5, D.Lgs. 163/2006;

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (CON FACOLTÀ' DI OFFERTE SOLO IN RIBASSO)

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (CON FACOLTÀ' DI OFFERTE SOLO IN RIBASSO) COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (CON FACOLTÀ' DI OFFERTE SOLO IN RIBASSO) Il giorno 14 giugno 2012 alle ore 09.00, presso il Settore Gare, Piazza Liber Paradisus n. 10, Torre

Dettagli

AUTORITA PORTUALE NORD SARDEGNA. Codice Fiscale 91025180901 BANDO DI GARA

AUTORITA PORTUALE NORD SARDEGNA. Codice Fiscale 91025180901 BANDO DI GARA AUTORITA PORTUALE NORD SARDEGNA Codice Fiscale 91025180901 BANDO DI GARA Procedura aperta per l appalto di progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento locali

Dettagli

Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque

Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque 1 Settore Regolazione delle Acque GARA PER LA FORNITURA CONTINUA DI GAS NATURALE (METANO) A SERVIZIO DELL IMPIANTO DI DISSALAZIONE E POTABILIZZAZIONE DELL ACQUA

Dettagli

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc BANDO DI GARA C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc 1) Stazione appaltante: INPS Direzione Regionale UMBRIA UTR Via Mario Angeloni, 90-06124 Perugia Telefono: 075

Dettagli

AL COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE ISTANZA DI PARTECIPAZIONE

AL COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLEGATO 1 - (da compilare e inserire nella busta A del lotto per cui si partecipa) Marca da Bollo. 14,62 per la sola parte dell istanza AL COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE Piazza Liber Paradisus 10 40129

Dettagli

Posta elettronica: serviziotecnico@rm.unicatt.it Fax: 063051343 Indirizzi internet: http://www.unicatt.it

Posta elettronica: serviziotecnico@rm.unicatt.it Fax: 063051343 Indirizzi internet: http://www.unicatt.it Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto Denominazione ufficiale: Università Cattolica del Sacro Cuore Indirizzo postale: c/o Protocollo Generale Largo

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria.

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria. FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE DI PROPRIETA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI AL DI FUORI DEL PERIODO DI GARANZIA INIZIALE ON SITE - CIG: 5654825D33 DISCIPLINARE Il

Dettagli

COMUNE DI PORTO CESAREO

COMUNE DI PORTO CESAREO COMUNE DI PORTO CESAREO PROVINCIA DI LECCE VIA PETRAROLI, 9-73010 porto cesareo (LE) Tel.: 0833,858309 / Fax: 0833,858350 BANDO DI GARA OGGETTO: PROGRAMMA OPERATIVO FESR 2007-2013 - ASSE II LINEA D INTERVENTO

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI VENTOTENE BANDO DI GARA

COMUNE DI VENTOTENE BANDO DI GARA COMUNE DI VENTOTENE BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DI FORNITURA E INSTALLAZIONE DI OPERE ED IMPIANTI A COMPLETAMENTO DELLA SALA POLIVALENTE, NELL AMBITO DEL FINANZIAMENTO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE BANDO FONTI

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA COMUNE DI VILLARICCA (Provincia di Napoli) Corso Vittorio Emanuele, 60 CAP: 80010 Tel. +390818191228/229 Fax: +390818191269 http://www.comune.villaricca.na.it pec: protocollo.villaricca@asmepec.it BANDO

Dettagli

costruzione muro di contenimento e ricostruzione corpo stradale dalla progr. Km. 1+700

costruzione muro di contenimento e ricostruzione corpo stradale dalla progr. Km. 1+700 Spett.le PROVINCIA di TORINO Via Maria Vittoria, 12 10123 TORINO Oggetto dell'appalto: S.P. n. 118 di Sciolze - Diramazione per Vernone. Lavori di costruzione muro di contenimento e ricostruzione corpo

Dettagli

Valle Umbra Servizi S.p.A.

Valle Umbra Servizi S.p.A. Valle Umbra Servizi S.p.A. DISCIPLINARE DI GARA E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PROCEDURA NEGOZIATA INFORMALE PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOCIO- PARTNER INDUSTRIALE PER LA COSTITUZIONE DI UNA ATI AI FINI DELLA

Dettagli

MODELLO 1. Oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d asta: 10.000,00 (euro diecimilavirgolazero)

MODELLO 1. Oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d asta: 10.000,00 (euro diecimilavirgolazero) MODELLO 1 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 46, 47 E 76 DEL DPR 445/2000 E S.M.I. Stazione appaltante: Azienda

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO Appalto per la fornitura di cancelleria, oggettistica per ufficio e carta per fotocopie e buste. DISCIPLINARE DI GARA Il presente disciplinare di gara, che costituisce

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI

COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI 1 COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI DEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P.

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. BANDO DI GARA 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. 20021 2.PROCEDURA DI GARA: procedura aperta ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. CODICE IDENTIFICATIVO

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

Provincia di Barletta Andria Trani Settore 12 - Edilizia e Manutenzione - Impianti termici - Espropriazioni

Provincia di Barletta Andria Trani Settore 12 - Edilizia e Manutenzione - Impianti termici - Espropriazioni Provincia di Barletta Andria Trani Settore 12 - Edilizia e Manutenzione - Impianti termici - Espropriazioni BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55 decreto legislativo

Dettagli

Descrizione: opere di adeguamento della ferrovia a cremagliera Principe - Granarolo

Descrizione: opere di adeguamento della ferrovia a cremagliera Principe - Granarolo AZIENDA MOBILITA E TRASPORTI S.p.A. - GENOVA BANDO DI GARA PER PROCEDURA RISTRETTA SETTORI SPECIALI LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA FERROVIA A CREMAGLIERA PRINCIPE - GRANAROLO Ente Aggiudicatore: Azienda Mobilità

Dettagli

Comune di Passignano sul Trasimeno (Provincia di Perugia)

Comune di Passignano sul Trasimeno (Provincia di Perugia) BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Ai sensi del D. Lgs n. 163 del 12.04.2006 Criterio: prezzo più basso mediante ribasso percentuale sull elenco prezzi ai sensi dell art. 82 comma 2 lett. a del D.

Dettagli

1. STAZIONE APPALTANTE Milanosport S.p.A. viale Tunisia n. 35-20124 Milano - tel. 02-62345110/07 - fax 02/62345191.

1. STAZIONE APPALTANTE Milanosport S.p.A. viale Tunisia n. 35-20124 Milano - tel. 02-62345110/07 - fax 02/62345191. PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT S.p.A. - APPALTO REP. 3/2014 - CIG

Dettagli

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE 1. Modalità di presentazione delle offerte Le offerte dovranno

Dettagli

Città di La Maddalena

Città di La Maddalena Città di La Maddalena Provincia di Olbia Tempio Area Amministrativa Settore Cultura, Pubblica Istruzione e Sport www.comune.lamaddalena.ot.it dirigente.malu@comunelamaddalena.it BANDO DI GARA PER LA GESTIONE

Dettagli

R.A.V. RACCORDO AUTOSTRADALE BANDO DI GARA

R.A.V. RACCORDO AUTOSTRADALE BANDO DI GARA R.A.V. RACCORDO AUTOSTRADALE VALLE D AOSTA S.p.A. BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: RAV RACCORDO AUTOSTRADALE VALLE D AOSTA S.p.A.

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

COMUNE DI CUCCARO VETERE

COMUNE DI CUCCARO VETERE COMUNE DI CUCCARO VETERE Comune del Provincia di Salerno Via Convento n 13 - C.A.P. 84050 - Tel e fax 0974.953050 e-mail comune.cuccarovetere@asmecert.it UFFICIO TECNICO ED URBANISTICA BANDO DI GARA PROCEDURA

Dettagli

- istanza di ammissione all offerta e connessa dichiarazione -

- istanza di ammissione all offerta e connessa dichiarazione - Allegato 5 SCHEMA DI DOMANDA DI AMMISSIONE in bollo Stazione Appaltante: Comune di Ovindoli Via Dante Alighieri 67046 OVINDOLI (AQ) GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO GESTIONE DI BAGNI

Dettagli

ALLEGATO 1 - DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA. nato a... il... residente nel Comune di...(...) Stato... via..

ALLEGATO 1 - DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA. nato a... il... residente nel Comune di...(...) Stato... via.. ALLEGATO 1 - DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA Codice CUP: E29D09000100007 Codice CIG: 0985907C2E (1) Il /la sottoscritto/a...... nato a...... il... residente nel Comune di......(...)

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari Prot. Del Spett.le Ditta OGGETTO: Invito a procedura ristretta per l affidamento in appalto del servizio sostitutivo della mensa per il personale dipendente del Comune di Selargius. Codice CIG: 6428742DB6.

Dettagli

COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA per l'affidamento dell'appalto dei lavori relativi a INTERVENTI DI PREVENZIONE DEL RISCHIO

Dettagli

COMUNE DI BADESI (PROV. OLBIA - TEMPIO) AREA SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI BADESI (PROV. OLBIA - TEMPIO) AREA SERVIZI SOCIALI Prot. 3924 del 22.04.2014 COMUNE DI BADESI (PROV. OLBIA - TEMPIO) AREA SERVIZI SOCIALI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA PISCINA COMUNALE SCOPERTA In esecuzione della determinazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE DELLE RISORSE PATRIMONIALI SERVIZIO ATTIVITA NEGOZIALE, ECONOMALE E PATRIMONIALE SETTORE I BANDO DI GARA DI PUBBLICO INCANTO 1. Ente Appaltante: Università

Dettagli

GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE NEI LOCALI SEDE DEL SETTORE RISORSE AGRICOLE E FORESTALI

Dettagli

REALIZZAZIONE DELL AMPLIAMENTO DELLA SCUOLA MATERNA DI VIA BOCCACCIO IN SOSTITUZIONE DI QUELLA DI VIA DON SAPINO.

REALIZZAZIONE DELL AMPLIAMENTO DELLA SCUOLA MATERNA DI VIA BOCCACCIO IN SOSTITUZIONE DI QUELLA DI VIA DON SAPINO. CITTÀ DI VENARIA REALE Provincia di Torino Piazza Martiri della Libertà n. 1 10078 SETTORE LAVORI PUBBLICI REALIZZAZIONE DELL AMPLIAMENTO DELLA SCUOLA MATERNA DI VIA BOCCACCIO IN SOSTITUZIONE DI QUELLA

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari Prot. Del Spett.le Ditta OGGETTO: Invito a procedura negoziata per l affidamento del servizio di pulizia dei locali comunali. - Codice CIG: 60666749C0. Il Comune di Selargius deve procedere all affidamento

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART. 54 E SEGG. DEL D.LGS N. 163/2006)

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART. 54 E SEGG. DEL D.LGS N. 163/2006) Citta di Lomazzo P.zza IV Novembre, 4 22074 Lomazzo (Como) Tel. 029694121 fax 0296779146 info@comune.lomazzo.co.it www.comune.lomazzo.co.it C.F. e P. Iva 00566590139 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART.

Dettagli

BANDO DI GARA. 4. Criterio di aggiudicazione: Criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83 D.Lgs. 163/2006)

BANDO DI GARA. 4. Criterio di aggiudicazione: Criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83 D.Lgs. 163/2006) BANDO DI GARA 1. Amministrazione appaltante: Comune di Lanciano Avvocatura Comunale Servizio Appalti Forniture e Servizi P.zza Plebiscito, 1 66034 Lanciano telefono 0872/707602-707227 Fax 0872/717573 sito

Dettagli

AUTORITA PORTUALE DI NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA. 80133 NAPOLI tel.+39812283233 fax 081206888 www.porto.napoli.it.

AUTORITA PORTUALE DI NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA. 80133 NAPOLI tel.+39812283233 fax 081206888 www.porto.napoli.it. AUTORITA PORTUALE DI NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA 1. Stazione appaltante: Autorità Portuale di Napoli Piazzale C.Pisacane int.porto 80133 NAPOLI tel.+39812283233 fax 081206888 www.porto.napoli.it.

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

Marca da bollo. in qualità di legale rappresentante della ditta (denominazione dell impresa) con sede

Marca da bollo. in qualità di legale rappresentante della ditta (denominazione dell impresa) con sede Marca da bollo Fac simile- Istanza di ammissione. AFC TORINO S.P.A. C.so Peschiera 193 10141 Torino Il sottoscritto (nome e cognome del dichiarante) nato a (luogo di nascita) (prov. ) il (data di nascita)

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Spett.le Trasporti Pubblici Monzesi S.P.A. Via Borgazzi, 35 20052 MONZA. OGGETTO : Istanza di ammissione

Dettagli

COMUNE DI CALTAGIRONE AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CALTAGIRONE AVVISO PUBBLICO COMUNE DI CALTAGIRONE SERVIZIO POLITICHE ENERGETICHE Via S.M. di Gesù 90 tel. 0933/41410 / fax 0933/41461 *********************** AVVISO PUBBLICO Per la selezione di un soggetto privato per la partecipazione

Dettagli

AVVISO DI RICERCA DI MERCATO

AVVISO DI RICERCA DI MERCATO Stazione Appaltante ex art. 33 del D.lvo 163/2006 c/o Settore Risorse Umane e Finanziarie, Patrimonio e Coordinamento dei Progetti Comunitari Ufficio Gare e Contratti Prot. n 56376 Li 24 aprile 2015 AVVISO

Dettagli

Il sottoscritto nato il a in qualità di dell impresa. con sede in con codice fiscale n. con partita IVA n.

Il sottoscritto nato il a in qualità di dell impresa. con sede in con codice fiscale n. con partita IVA n. SCHEMA DI ISTANZA IN BOLLO DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONI PREVISTE AL NUMERO 16 - PUNTI 1 E 2- DELLA NOTA INTEGRATIVA DEL BANDO DI GARA DA RENDERE DA OGNI SINGOLO CONCORRENTE PARTECIPANTE [denominazione

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17 1. Amministrazione aggiudicatrice: denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB indirizzo VIA SUOR ORSOLA

Dettagli

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A DITTA: 3. CORTESI REQUISITI GIURIDICO-AMMINISTRATIVI - BUSTA A

Dettagli

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A Oggetto: Affidamento in LOCAZIONE degli spazi pubblicitari esistenti su pensiline

Dettagli

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma DISCIPLINARE DI GARA Procedura semplificata ai sensi degli artt. 20 e 27 del D. Lgs. n 163/2006 per la conclusione di un accordo quadro con unico operatore per l

Dettagli

Oggetto: DALL INFORMAZIONE ALLA DOCUMENTAZIONE I LOTTO REALIZZAZIONE NUOVO ARCHIVIO STORICO

Oggetto: DALL INFORMAZIONE ALLA DOCUMENTAZIONE I LOTTO REALIZZAZIONE NUOVO ARCHIVIO STORICO Marca da bollo Euro 14,62 Spett. COMUNE DI RUFINA (Provincia di Firenze) Oggetto: DALL INFORMAZIONE ALLA DOCUMENTAZIONE I LOTTO REALIZZAZIONE NUOVO ARCHIVIO STORICO Il sottoscritto nato a il nella sua

Dettagli

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303 C O M U N E D I B O R B O N A P R O V I N C I A D I R I E T I VIA NICOLA DA BORBONA 02010 BORBONA Tel. 0746/940037 Fax 0746/940285 P.I. C.F. 00113410575 E-Mail: borbona@comune.borbona.rieti.it Indirizzo

Dettagli

COMUNE DI ISCHIA (Provincia di Napoli)

COMUNE DI ISCHIA (Provincia di Napoli) COMUNE DI ISCHIA (Provincia di Napoli) Via Iasolino n. 1 Tel. 0813333111-245 telefax 0813333201 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA procedura: articolo 55 del decreto legislativo n. 163 del 2006

Dettagli

DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI

DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER APPALTO LAVORI 1. STAZIONE APPALTANTE: DIOCESI PATRIARCATO DI VENEZIA San Marco n. 320/A, VENEZIA, - Tel. 0412702490 Fax 0412702420 Sito

Dettagli

ParmaInfanzia S.p.A.

ParmaInfanzia S.p.A. Sede Legale: via Tonale n. 6, 43100 Parma - Tel. 0521/709511; Sede Amministrativa: via Colorno n. 63, 43100 Parma; Tel. 0521/600611, Fax 0521/606260; Bando di gara mediante Pubblico Incanto per la gestione

Dettagli

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA All.C ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA UNICA OGGETTO: SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA anno 2014 Spett.le Comune di Siano (Sa) Piazzale A. De Gasperi 84088 Siano (Sa) Il sottoscritto

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445 Bollo NUMERO PROT: APPALTO 6221/2015 IMPORTO IN. 189.163,00 incluso oneri DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 N. 445 Il sottoscritto Nato a Prov.. il In qualità di (carica sociale

Dettagli

BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE

BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE Procedura aperta ex articoli 220-238 del D. Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii. per l'individuazione dell'operatore economico cui affidare il: Servizio di conduzione e manutenzione

Dettagli

BANDO DI GARA. Affidamento lavori di NUOVA COSTRUZIONE EDIFICIO IN PARMA, VIA

BANDO DI GARA. Affidamento lavori di NUOVA COSTRUZIONE EDIFICIO IN PARMA, VIA BANDO DI GARA Affidamento lavori di NUOVA COSTRUZIONE EDIFICIO IN PARMA, VIA GUASTALLA - Progetto esecutivo - Procedura Aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed 83 del D.Lgs. 163/2006 e s.m. con

Dettagli

PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E DI MANUTENZIONE STRAODINARIA DI VIA CICIGNANO ID 45/02.

PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E DI MANUTENZIONE STRAODINARIA DI VIA CICIGNANO ID 45/02. GARE PUBBLICHE DI LAVORI (modello di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà da compilare e sottoscrivere da parte dell offerente ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

BANDO DI GARA. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. www.cosmocasale.it

BANDO DI GARA. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. www.cosmocasale.it BANDO DI GARA 1) Stazione appaltante:, Sede legale: Via Grandi n. 45-15033 CASALE MONFERRATO (AL) - ITALIA Tel. 0142/451094 - Fax 0142/451149 - e- mail segreteria@cosmocasale.it; sito web www.cosmocasale.it;

Dettagli

COMUNE DI VICENZA Settore Provveditorato Tel.0444/221387 Fax. 0444/221220 e-mail: Provveditorato@comune.vicenza.it

COMUNE DI VICENZA Settore Provveditorato Tel.0444/221387 Fax. 0444/221220 e-mail: Provveditorato@comune.vicenza.it Protocollo : n 93424 data: 10/12/2013 A V V I S O PROCEDURA DI GARA INFORMALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E TRASLOCO DEGLI UFFICI SOPPRESSI DELLA SEZIONE STACCATA DEL TRIBUNALE DI SCHIO

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SEDE MUNICIPALE

BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SEDE MUNICIPALE BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SEDE MUNICIPALE AGGIUDICAZIONE TRAMITE PROCEDURA APERTA E CRITERIO DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA. IPOTESI DI

Dettagli

SCHEMA DI LETTERA DI INVITO

SCHEMA DI LETTERA DI INVITO COMUNE DI PECETTO TORINESE (Provincia di Torino) UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI, MANUTENZIONI E AMBIENTE Via Umberto I, 3 10020 Pecetto Torinese (TO) Tel. 0118609218/9 Fax 0118609073 e-mail: tecnico@comune.pecetto.to.it

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

1. STAZIONE APPALTANTE: Politecnico di Bari, Via Amendola n. 126/B Tel. 080 59625 18, Fax 080 5962520; sito internet: www.poliba.it.

1. STAZIONE APPALTANTE: Politecnico di Bari, Via Amendola n. 126/B Tel. 080 59625 18, Fax 080 5962520; sito internet: www.poliba.it. POLITECNICO BARI Avviso di gara lavori ristrutturazione fabbricati ex Scianatico. 1. STAZIONE APPALTANTE: Politecnico di Bari, Via Amendola n. 126/B Tel. 080 59625 18, Fax 080 5962520; sito internet: www.poliba.it.

Dettagli

I-Roma: Macchine contabanconote 2011/S 152-253197 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture

I-Roma: Macchine contabanconote 2011/S 152-253197 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI. Forniture 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:253197-2011:text:it:html I-Roma: Macchine contabanconote 2011/S 152-253197 BANDO DI GARA SETTORI SPECIALI Forniture SEZIONE I: ENTE

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA

COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E MIGLIORAMENTO DELLA SOSTENIBILITA AMBIENTALE PRESSO LA SCUOLA MEDIA

Dettagli

... - Impresa Mandante... ... categorie di lavoro e percentuale delle medesime che dovrà realizzare... ... - Impresa Mandante...

... - Impresa Mandante... ... categorie di lavoro e percentuale delle medesime che dovrà realizzare... ... - Impresa Mandante... (schema di domanda di partecipazione in lingua italiana) Oggetto: Domanda di partecipazione alla Procedura Aperta indetta per l appalto dei "Lavori di costruzione di n. 1 fabbricato a n. 4 alloggi di E.

Dettagli

1. DESCRIZIONE DELL APPALTO

1. DESCRIZIONE DELL APPALTO R.A.V. RACCORDO AUTOSTRADALE VALLE D AOSTA S.p.A. DISCIPLINARE DI GARA 1. DESCRIZIONE DELL APPALTO Appalto integrato di progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori ai sensi del Decreto Legislativo

Dettagli

QUESITO n. 1 Quesito n. 1 Risposta Dichiarazione esclusione automatica QUESITO n. 2 Quesito n. 2 Risposta

QUESITO n. 1 Quesito n. 1 Risposta Dichiarazione esclusione automatica QUESITO n. 2 Quesito n. 2 Risposta ai quesiti pervenuti, in merito alla richiesta di chiarimento di carattere amministrativo, alla Stazione Appaltante in ordine alla Gara n. 02/2014 Lavori di realizzazione di nuove piazzole di emergenza

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 2 VEICOLI COMMERCIALI PER IL C.O. VALDINIEVOLE. CIG 4171698218.

DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 2 VEICOLI COMMERCIALI PER IL C.O. VALDINIEVOLE. CIG 4171698218. DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 2 VEICOLI COMMERCIALI PER IL C.O. VALDINIEVOLE. CIG 4171698218. Ente appaltante: PROVINCIA DI PISTOIA Piazza San Leone, 1 51100 Pistoia Tel.

Dettagli

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118)

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Società appaltante: TALETE S.p.A. Indirizzo

Dettagli

Provincia dell Aquila

Provincia dell Aquila Provincia dell Aquila Dipartimento IV Ricostruzione Settore 4.1 - Edilizia e Programmazione BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA previa acquisizione del progetto definitivo in sede di offerta, progettazione

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212 71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed

Dettagli

Il sottoscritto nato a il Titolare (o legale rappresentante)

Il sottoscritto nato a il Titolare (o legale rappresentante) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODULO I Procedura ristretta accelerata per l affidamento delle prestazioni relative all allestimento della mostra temporanea dal titolo provvisorio

Dettagli

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA L Ente-Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli intende esperire pubblica gara a norma dell art. 6 lett. a) del d.lgs

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO

BANDO DI GARA D APPALTO Lavori Forniture Servizi ٱ ٱ X UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg Telefax (+352) 29 29 44 619, (+352) 29 29 44

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA MANUTENZIONE ORDINARIA E URGENTE DEGLI IMMOBILI DEL PATRIMONIO GESTITO PER IL BIENNIO 2014 2016 SUDDIVISA

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Ufficio Unico Pit 2 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante ribasso sull

Dettagli

COMUNE DI MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce Via Monticelli 47 C.A.P. 73030- Telefono 0833 763611 / Fax 0833 763602

COMUNE DI MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce Via Monticelli 47 C.A.P. 73030- Telefono 0833 763611 / Fax 0833 763602 COMUNE DI MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce Via Monticelli 47 C.A.P. 73030- Telefono 0833 763611 / Fax 0833 763602 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta art. 3, comma 37 e Art.

Dettagli

AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1

AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1 1 AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.P.A. BANDO DI GARA CODICE CIG:60274297C1 1) Ente appaltante Azienda Metropolitana Trasporti Catania S.p.A. Via S. Euplio n 168, 95125 Catania (CT) Tel. 095/7519111

Dettagli

Stazione Appaltante Procedura di gara: Luogo di esecuzione, descrizione dei lavori e sistema di realizzazione dell opera

Stazione Appaltante Procedura di gara: Luogo di esecuzione, descrizione dei lavori e sistema di realizzazione dell opera INSULA S.p.A. Società per la manutenzione urbana di Venezia indirizzo: Venezia - Dorsoduro 2050 telefono: 041/2724.354 - telefax: 041/2724.244 Internet: http://www.insula.it e-mail: appalti@insula.it BANDO

Dettagli

FAC-SIMILE PER GARE DI LAVORI PUBBLICI

FAC-SIMILE PER GARE DI LAVORI PUBBLICI FAC-SIMILE PER GARE DI LAVORI PUBBLICI Marca da bollo ISTANZA DI AMMISSIONE AL SINDACO DELLA CITTA' DI TORINO Il sottoscritto (nome e cognome del dichiarante) nato a (luogo di nascita) (prov. ) il (data

Dettagli

ISTITUTO DEI CIECHI FRANCESCO CAVAZZA Via Castiglione n. 71 40124 Bologna E-mail: istituto@cavazza.it P.E.C.: istitutocavazza@pec.

ISTITUTO DEI CIECHI FRANCESCO CAVAZZA Via Castiglione n. 71 40124 Bologna E-mail: istituto@cavazza.it P.E.C.: istitutocavazza@pec. ISTITUTO DEI CIECHI FRANCESCO CAVAZZA Via Castiglione n. 71 40124 Bologna E-mail: istituto@cavazza.it P.E.C.: istitutocavazza@pec.it BANDO DI GARA PER APPALTO INTEGRATO PER LA RISTRUTTURAZIONE COMPRENSIVA

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA

COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA COMUNE DI POGGIOMARINO PROVINCIA di NAPOLI SETTORE LL.PP. - ATT. MANUTENTIVE ESPROPRI - ED. SCOLASTICA Tel. 081.8658203 fax 081.8658250 e-mail: llpp@comune.poggiomarino.na.it c.f. 00749590634 p.iva 01248441212

Dettagli

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3)

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3) 89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 DISCIPLINARE DI GARA INFORMALE Procedura per l individuazione di una ditta cui affidare il

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE. BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa)

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE. BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa) COMUNE DI BOLOGNA SETTORE GARE BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa) Il giorno 19 maggio 2011 alle ore 10.00, presso il Settore Gare, Piazza Liber

Dettagli