Madrid, 10 giugno 2010 IL RIUSO SOCIALE DEL PATRIMONIO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Madrid, 10 giugno 2010 IL RIUSO SOCIALE DEL PATRIMONIO"

Transcript

1 Madrid, 10 giugno 2010 IL RIUSO SOCIALE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DISM MESSO

2 La sostenibilità «Lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la p ossibilità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni» Conferenza Mondiale sull Ambiente e lo Sviluppo Sociale Vivibile Ambientale Sostenibile Realizzabile Equo Economico 2

3 3

4 un percorso globale Valori condivisi dall organizzazione come valori guida nelle scelte strategiche e gestionali Conformare gli interessi Valorizzazione dei rapporti con la con quelli comunità degli stakeholder nella locali; accordi con Istituzioni e PA definizione delle strategie imprenditoriali Comunicazione esaustiva e trasparente Impresa socialmente responsabile Attenzione a tutti gli impatti economici / sociali ed ambientali che le attività produttive possono generare Sistema di gestione della sostenibilità 4

5 COSTI ESTERNI DELLA MOBILITA 5

6 La riqualificazione sociale del patrimonio immobiliare non utilizzato Sono immobili assegnati solitamentee in comodato d uso gratuito agli enti locali che li ristrutturano e gestisconoo d intesa con l associazionismo, il volontariato e operatori sociali specializzati per servizi al territorio Alcuni ex ferrotel sono diventati centri di accoglienza per l inserimento di persone disagiate o sono centri di aggregazione che allontanano il disagio dalle stazioni i Catalizzano investimenti esterni a FS che valorizzano l immobile e ne fermano il degrado, consentendo di creare servizi per le persone e la collettività 6

7 QUALE PATRIMONIO? SPAZI NELLE STAZIONI STAZIONI IMPRESENZIATE LINEE DISMESSE 7

8 SPAZI NELLE STAZIONI.. Le nostre azioni per alleviare il disagio dei senza fissa dimora, sviluppare la sicurezza e il decoro delle stazio oni, valorizzare l uso di immobili per iniziative di solidarietà e di attenzione all ambiente, sviluppare la rete europea di solidarietà: Progetto FS/ENEL Un cuore in stazione Gli Help Center La Carta Europea della Solidarietà 8

9 IMMOBILI NON UTILIZZATI UN ESEMPIO DI RIQUALIFICAZIONE SOCIALE: L EX FERROTEL DI ROMA SMISTAMENTO RICONVERTITO IN CENTRO PADRE ARRUPE PER I RIFUGIATI POLITICI E RICHIEDENTI ASILO Gestito dal 2001 dal Comune di Roma d intesa con i gesuiti della Fondazione Centro Astalli Ristrutturato con investimenti provenienti da fondi europei Ha finora ospitato 1600 persone, 600 nuclei familiari, 650 bambini Vi si svolgono attività di formazione, istruzione, assistenza medica e legalee 9

10 IL RECUPERO DELLE STAZIONI IMPRESENZIATE ALL INTERNO DI PROGETTI AMBIE ENTALI E TURISTICI 1600 stazioni impresenziate 420 assegnate agli enti locali e alle ambientali associazioni per finalità sociali e Esempi di riuso per finalità ambientali: Le stazioni di Manarola e Vernazza (SP), gestitee dall Ente Parco delle Cinque Terre La stazione di Canneto (MN, Parco dell Oglio) gestita dalla LIPU Le stazioni di Dubino (SO) e Palo Laziale (RM) gestite dal WWF La stazione di Battaglia Terme (PD) gestita dall associazione La Biolca a tutela dell alimentazione biologica 10

11 La stazione di Manarola nel Parco delle Cinque Terre 11

12 Le stazioni di Dubino e Palo Laziale gestite dal WWF 12

13 La stazione di Canneto, la stazione di Cavazzale e la stazione di Poggio Careggine 13

14 La stazione di Battaglia Terme (PD) gestita dall Ass. Culturale La Biolca 14

15 LE GREENWA AYS IN ITALIA DATI, PROGETTI, CRITICITA, OBIETTIVI 15

16 IL RIUSO DI LINEE DISMESSE PER LA CREAZIONE DI UN SISTEMA DI GREENWAYS IN ITALIA KM DI LINEE FERROVIARIE DISMESSE KM DI LINEE FERROVIARIE DISMESSE DI FERROVIE CONCESSE KM DI LINEE FERROVIARIE SCARSAMENTE UTILIZZATE KM DI TALI LINEE CORRONOO IN CENTRI URBANI DENSAMENTE POPOLATI IL 49% DELLE LINEE DISMESSE O SOTTOUTILIZZATE PUÒ ESSERE DEDICATO A PROGETTI DI VALORIZZAZIONE TURISTICA E NATURALISTICA PERCORSI ACCESSIBILI A TUTTI 16

17 17

18 ULTIMI AGGIORNAMENTI Linee non più in esercizio (165) km Trento Linee FS non in esercizio (3.000 km) Aosta Trieste sottoutilizzate (2.500 km) Tratti abbandonati in 900 km seguito a varianti (50) Torino Milano Genova Bologna Firenze Venezia Ancona Linee in concessione non in esercizio (3.400 km) Linee in esercizio Perugia Linee incompiute (16) 500 km L'Aquila Pescara Roma Campobasso Totale (233) km Napoli Potenza Bari Linee a scarso traffico e a spola km Cagliari Palermo Catanzaro Totale km 18

19 STATO DI CONSERVAZIONE Trento Aosta Stato attuale Milano Venezia Trieste Linea armata ed efficiente Torino Linea armata e percorribile ma in carente stato di manutenzione Genova Bologna Linea armata per quasi l'intera estesa ma non più percorribile Linea non più armata ma con la sede Firenze Perugia Ancona ferroviaria sempre evidente o quasi Pescara Linea non più armata con la sede ferroviaria L'Aquila visibile solo a tratti Tracce saltuarie Nessuna traccia visibile Informazione non disponibile Roma Napoli Campobasso Potenza Bari 70% dei tracciati ancora Cagliari Catanzaro esistente 10% scomparso Palermo 19

20 Alcuni esempi QUASI 2000 STAZIONI ABBANDONATE ESCLUSI I CASELLI 20

21 La astua situazione edelle egee greenways in Italia a Trento Aosta Trieste Milano Venezia Torino Progetti di recupero Pista ciclabile o ciclopedonale realizzata (600 km) Progetti di recupero Genova Bologna Firenze Pista ciclabile o ciclopedonale in progetto (550 km Ferrovia turistica (500 km) Ancona Pista ciclabile o ciclopedonale realizzata (600 km) Perugia Pista ciclabile o ciclopedonale in progetto (550 km) Ferrovia turistica (500 km) Roma L'Aquila Pescara Campobasso Bari Napoli Potenza Cagliari Catanzaro Palermo 21

22 Alcune immagini 22

23 L ex ferrovia della Val di Fiemme

24 L ex ferrovia della Val di Fiemme Lunghezza g totale 51km, fino a San Lugano (Prov. di BZ) 26km Pendenza massima 4,6% 7 tornanti di cui 5 senza opere d arte In un percorso di 650 Km di piste ciclabili 24

25 L ex ferrovia della Val di Fiemme La stazione di Ora: Ostello per ciclisti sulla pista ciclabile Bolzano - Salorno 25

26 L ex ferrovia Modena-Vignola Provincia di Modena Modena-Vignola ( ) 22,3 km Concessione del demanio 20 anni annui 26

27 L ex ferrovia Modena-Mirandola-Finale E. Provincia di Modena Modena-Finale E. ( ) 26,7 km Concessione del demanio 20 anni annui 27

28 I percorsi: Modena-Vignola e Modena-Mirandola-Finale E. 28

29 LEGGE FINANZIARIA 2008 (Legge 24 Dicembre 2007, n. 244) Art. 2 [ ] 342. È istituito presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare un fondo di 2 milioni di euro per l'anno 2008, per l'avvio di un programma di valorizzazione e di recupero delle ferrovie d ismesse Per l'attuazione del programma di cui al comma 342, il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro per i beni e le attività culturali e con il Ministro dei trasporti, individua criteri e modalità per la realizzazione di una rete di percorsi ferroviari dismessi da destinare a itinerari ciclo-turistici e avvia progetti di fattibilità per la conversione a uso ciclabile delle tratte ferroviarie dismesse di cui alla tabella 4 annessa alla presente legge. 29

30 SICILIA: UN PROGRAMMA PER LE GREENWAYS Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia n. 20 del 23 aprile 2010 Greenway Pantalica ,00 Palazzolo Acreide (SR) Val d'anapo ,72 Vizzini- Val d'anapo tratto Staz. Chiaram monte Gulfi -bivio Monterosso ,00 Green way Terre Sicane ,64 Green way Dalla campagna al mare ,10 Green way Dalla campagna al mare ,62 62 Parco lineare Caltagirone P.zza Armer rina Dittaino ,37 Ponte Drago Corleone Campofioritoo ,00 Green way Degli Erei ,00 Green way tratta ferroviaria dismessa Ribera Verdura ,86 Caltagirone P.zza Armerina Dittaino ,53 Parco lineare Caltagirone P.zza Armer rina Dittaino ,00 Green way Del Belice ,00 Green way Ferdinandea d , Green way Ferdinandea ,00 30

31 Le linee dismesse in Sicilia Linee FS Linea FS dismessa o di fatto chiusa al traffico Linea FS incompleta Tratto di linea FS dismesso in seguito a variante di tracciato Linee in concessione Linea in concessione dismessa Trapani Palermo Villafranca Tirrena S. Filippo del Mela Novara+Montalbano+Furnari Messina Tratto di linea in concessione dismesso in seguito a variante di tracciato Segesta-Calatafimi Camporeale Randazzo S. Ninfa Salemi Castelvetrano S. Carlo Burgio Ribera Corleone Palazzo Adriano Magazzolo Filaga Lercara Bassa Nicosia Leonforte Regalbuto Dittaino Enna Caltanissetta Rovittello Linguaglossa Catania Carruba Alcantara Motta S. Anastasia Linee non più in esercizio (15) 800 km Porto Empedocle Canicattì Agrigento Naro Riesi Piazza Armerina Tratti abbandonati at in seguito a varianti (5) 85 km Licata Ḷicata! Caltagirone Vizzini Giarratana Targia Ṭargia! Siracusa Linee incompiute (6) ee FS Linea FS dismessa o di fatto chiusa al traffico Linea FS incompleta 170 km Ragusa Noto Totale (26) Tratto di linea FS dismesso in seguito a variante di tracciato ee in concessione Linea in concessione dismessa km Pachino 31

32 Il recupero delle ferroviee dismesse Greenways di Sicilia: 10 percorsi km Costo medio ipotizzato: /Km Costo totale del Piano: 37,8 ML 32

33 Alcune immagini Palermo Burgio Dittaino Caltagironei Clt i Noto Pachino Castelvetrano Porto Empedocle 33

34 Un grande patrimo onio da riutilizzare Leonforte Dittaino Motta S. Anastasia Regalbuto Motta S. Anastasia Regalbuto Leonforte Dittaino 34

35 Un grande patrimonioo a volte riutilizzato Menfi Porto Palo Val d Anapo S. Michele di Ganzaria Salvatorello Targia Siracusa 35

36 IL PROBLEMA DELLA PROPRIETÀ FORMA DI GESTIONE FERROVIE DELLO STATO Società Ferrovie dello Stato S.p.A. FERROVIE IN CONCESSIONE Società private o regionali PROPRIETA PRIMA DELL ATTO DI SOPPRESSIONE Società FS S.p.A. (patrimonio non disponibile) ibil Regioni (demanio ferroviario) PROVVEDIMENTO DI SOPPRESSIONE DEFINITIVA PROPRIETA DOPO L ATTO DI SOPPRESSIONE Società FS S.p.A. (patrimonio disponibile) Regioni (patrimonio disponibile) 36

37 IL PROBLEMA DEL DIRITTO DI USO NON ESISTE UNA MODA ALITA UNICA VENDITA LOCAZIONE CONCESSIONE C O PLURIENNALE COMODATO GRATUITO ENFITEUSI RAILBANKING tre 37

38 Altri modi di valorizzazione delle vecchie linee: Le ferrovie turistiche Ferrovia Palazzolo-Paratico/Sarnico Ferrovia Asciano-Monte Antico Ferrovia Nulvi-Palau Ferrovia Macomer-Bosa Ferrovia Isili-Sorgono Ferrovia Mandas-Arbatax 38

39 39

40 40

41 PER SAPERNE DI PIÙ Siti Internet

42 PER UNA CULTURA DI RECUPERO DEL PATRIMONIO 42

43 In conclusione: i proble emi aperti A breve termine Aggiornamento quantitativo Rifinire le competenze interne Le forme contrattuali Aggiornamento legislativo Potenziare la comunicazione A medio termine Aggiornare la conoscenza di buone pratiche Costruire la rete dei soggetti pubblici, privati, istituzionali e associativi Individuare le fonti possibili di finanziamento (pubbliche e private) Aprire un tavolo di coordinamento e programmazione 43

44 L obiettivo finale A medio/lungo termine ELABORAZIONE DI UN PIANO NAZIONALE DI GREENWAYS PER PASSAR RE DA QUI.A QUI 44

45 FINE DELLA PRESENTAZIONE GRAZIE DE ELL ATTENZIONE Fabrizio Torella Ferrovie dello Stato - DCCEG Politiche Sociali e Rap pporti con le Associazioni ostato.it 45

Bologna, 9 luglio 2012 IL RIUSO SOCIALE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DISMESSO. Fabrizio Torella Ferrovie dello stato Italiane

Bologna, 9 luglio 2012 IL RIUSO SOCIALE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DISMESSO. Fabrizio Torella Ferrovie dello stato Italiane Bologna, 9 luglio 2012 IL RIUSO SOCIALE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DISMESSO Fabrizio Torella Ferrovie dello stato Italiane La riqualificazione sociale del patrimonio immobiliare non utilizzato Sono immobili

Dettagli

Le esperienze delle Greenways

Le esperienze delle Greenways Le esperienze delle Greenways Fabrizio Torella Responsabile Attività sociali d impresa e rapporti con le associazioni della DCCE Ferrovie dello Stato Italiane Spa Impegnarsi per la sostenibilità «Lo sviluppo

Dettagli

Dare concretezza alla responsabilità sociale d impresa

Dare concretezza alla responsabilità sociale d impresa Roma, 4 giugno 2014 SALONE DELLA CSR E DELL INNOVAZIONE SOCIALE Università Luiss Guido Carli Dare concretezza alla responsabilità sociale d impresa Fabrizio TORELLA, Ferrovie dello Stato Italiane, Direzione

Dettagli

Roma, 25 giugno 2008. Le politiche sociali delle Ferrovie dello Stato

Roma, 25 giugno 2008. Le politiche sociali delle Ferrovie dello Stato Roma, 25 giugno 2008 Le politiche sociali delle Ferrovie dello Stato Codice Etico Le Ferrovie dello Stato agiscono sui mercati e nella società Sono in prima linea nello sforzo di modernizzazione del paese,

Dettagli

L INCLUSIONE SOCIALE E LE CHIAVI DELLO SVILUPPO

L INCLUSIONE SOCIALE E LE CHIAVI DELLO SVILUPPO Roma, 20 novembre 2015 L INCLUSIONE SOCIALE E LE CHIAVI DELLO SVILUPPO L impresa collaborativa: le reti di resilienza per l inclusione sociale. Gli esempi degli Help Center nelle stazioni. Fabrizio TORELLA

Dettagli

Nota Stampa GRUPPO FS ITALIANE: L IMPEGNO NEL SOCIALE

Nota Stampa GRUPPO FS ITALIANE: L IMPEGNO NEL SOCIALE Nota Stampa GRUPPO FS ITALIANE: L IMPEGNO NEL SOCIALE Reggio Calabria, 21 marzo 2015 Politiche di sostegno e programmazione per iniziative sociali in aree ferroviarie, con la collaborazione di Associazioni

Dettagli

Lorenzo Bertuccio LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: INDAGINE SULLE PRINCIPALI 50 CITTA. Edizione 2012. Con il patrocinio di. Con il contributo di

Lorenzo Bertuccio LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: INDAGINE SULLE PRINCIPALI 50 CITTA. Edizione 2012. Con il patrocinio di. Con il contributo di LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Marianna Rossetti L indagine

Dettagli

L IMPEGNO NEL SOCIALE DEL GRUPPO FS ITALIANE

L IMPEGNO NEL SOCIALE DEL GRUPPO FS ITALIANE Nota Stampa L IMPEGNO NEL SOCIALE DEL GRUPPO FS ITALIANE Roma, 20 luglio 2015 Politiche di sostegno e programmazione per iniziative sociali in aree ferroviarie, con la collaborazione di Associazioni ed

Dettagli

Conferenza Stampa Lunedì 21 dicembre 2009

Conferenza Stampa Lunedì 21 dicembre 2009 Conferenza Stampa Lunedì 21 dicembre 2009 LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli

Dettagli

Rassegna stampa. Volontariato in stazione

Rassegna stampa. Volontariato in stazione Rassegna stampa Volontariato in stazione 14 marzo 2013 14 marzo 2013 COMUNICATO STAMPA Volontariato in stazione Ferrovie dello Stato Italiane, Rete Ferroviaria Italiana e CSVnet hanno firmato un protocollo

Dettagli

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione La classifica finale classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione 1 Verbania 85,61% 36 Aosta 54,42% 71 Grosseto 45,88% 2 Belluno 74,49% 37 Bergamo 54,07% 72 Prato 45,51% 3 Bolzano 70,65% 38 Modena

Dettagli

Lorenzo Bertuccio. Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Federica Parmagnani

Lorenzo Bertuccio. Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Federica Parmagnani 28 dicembre 2010 LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Federica

Dettagli

Metano e trasporti per il governo della mobilità

Metano e trasporti per il governo della mobilità Parma, 16 marzo 2010 Metano e trasporti per il governo della mobilità Lo stato dell arte delle più recenti azioni di mobilità sostenibile promosse dal Ministero dell ambiente Arch. Giovanna Rossi Ministero

Dettagli

VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa

VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa Indice A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 212 INDICE Nota introduttiva..pag. 3 La spesa delle famiglie per l abitazione: l acquisto...pag.

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Dati statistici relativi all adozione anno 2012 Roma, febbraio 2014 Dipartimento Giustizia Minorile Ufficio I del Capo Dipartimento Via Damiano Chiesa 24-00136 Roma Tel.

Dettagli

Indice. Introduzione. Gli indicatori. Fonti. Policy Estensione. Qualità

Indice. Introduzione. Gli indicatori. Fonti. Policy Estensione. Qualità 7 Indice Introduzione Gli indicatori Policy Estensione Qualità Fonti Policy Spese correnti Quanto viene speso nell area ambiente? Si considerano le spese correnti presenti nel rendiconto 2008 alle voci

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Dati statistici relativi all adozione Anno 2014 A cura del Servizio Statistico Dipartimento Giustizia Minorile Ufficio I del Capo Dipartimento Servizio Statistico Via Damiano

Dettagli

QUALITA DELLA VITA. La predisposizione di percorsi verdi genera occasioni per

QUALITA DELLA VITA. La predisposizione di percorsi verdi genera occasioni per QUALITA DELLA VITA La predisposizione di percorsi verdi genera occasioni per La greenway in ambiente urbano come percorso dedicato alla mobilità lenta per gli spostamenti quotidiani La greenway come elemento

Dettagli

Ufficio Città Totali Distretto

Ufficio Città Totali Distretto Ufficio Città Totali Distretto Procura della Repubblica Termini Imerese 296 Palermo Procura della Repubblica Sciacca 254 Palermo Ufficio di Sorveglianza Trapani 108 Palermo P.G. della Rep. presso Corte

Dettagli

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Complementari 51828 Agrigento/Caltanissetta Totale Alberghiere 286547 Agrigento/Caltanissetta/Enna Totale Complementari 13157 Totale Alberghiere 339585 Alessandria

Dettagli

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013 Numero certificati di malattia per settore - Anni 2012 e 2013 2012 2013 Var. % 2012/2013 Settore privato 11.738.081 11.869.521 +1,1 Settore pubblico 5.476.865 5.983.404 +9,2 Totale 17.214.946 17.807.925

Dettagli

Componenti privati presso gli Uffici Giudiziari per i minorenni

Componenti privati presso gli Uffici Giudiziari per i minorenni DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE UFFICIO I DEL CAPO DIPARTIMENTO Componenti privati presso gli Uffici Giudiziari per i minorenni Situazione al 31 dicembre 2010 A cura del Servizio Componenti privati Via

Dettagli

idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare

idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare Nello scenario peggiore tutti i prodotti immobiliari fruttano il doppio dei Btp a 10 anni (2%) In Italia l investimento in immobili è sempre più

Dettagli

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali LA MAPPA DELLE CITTA DOVE IL 16 OTTOBRE SI PAGHERA L ACCONTO TASI CITTA CITTA CITTA Agrigento Foggia Ragusa Alessandria Gorizia Ravenna Ascoli Piceno Grosseto Reggio Calabria Asti Imperia Rieti Avellino

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici CIRCOLARE TELEGRAFICA URGENTE N.32 - AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA DI : AGRIGENTO, ANCONA, BARI, BOLOGNA, CALTANISSETTA, CATANIA, CATANZARO, COMO,COSENZA, ENNA, FIRENZE, FROSINONE, GENOVA, LIVORNO, LUCCA,

Dettagli

Convegno DISABILITÀ E TRASPORTI

Convegno DISABILITÀ E TRASPORTI Convegno DISABILITÀ E TRASPORTI Regolamento (CE) n. 1371/2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario Servizio di assistenza in stazione ai passeggeri con disabilità

Dettagli

UFFICI DIREZIONE GENERALE

UFFICI DIREZIONE GENERALE OPERAZIONE TRASPARENZA (LEGGE 18 GIUGNO 2009, N. 69) DATI RELATIVI AI TASSI DI ASSENZA E PRESENZA DEL PERSONALE Maggio 2011 Assenze (Ore) 37.475,60 Area Assenze (Ore) ABRUZZO CASA SOGGIORNO PESCARA 252,10

Dettagli

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE Piemonte Parchi in totale 87 Provincia di Torino 30 Provincia di Alessandria 5 Provincia di Asti 6 Provincia di Biella 6 Provincia di Cuneo Provincia di Novara Provincia

Dettagli

Come raggiungere la Sicilia

Come raggiungere la Sicilia Come raggiungere la Sicilia Via aereo, nave, treno o pullman? Raggiungere le favolose mete siciliane non è difficile. La terra del sole, grazie ai numerosi collegamenti, è a portata di mano. Aerei, traghetti,

Dettagli

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA Degli oltre 74.400 immobili di lusso presenti in Italia che garantiscono alle casse dei Comuni poco più di 91 milioni di euro all anno di Imu, Firenze e Genova sono

Dettagli

ASPETTI TECNICI ED AMMINISTRATIVI NELLA REALIZZAZIONE DI. Principali interventi legislativi

ASPETTI TECNICI ED AMMINISTRATIVI NELLA REALIZZAZIONE DI. Principali interventi legislativi ASPETTI TECNICI ED AMMINISTRATIVI NELLA REALIZZAZIONE DI ITINERARI CICLABILI A LIVELLO REGIONALE, PROVINCIALE E COMUNALE Ing. Paolo Simon Principali interventi legislativi Sono trascorsi 15 anni dai primi

Dettagli

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015

I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria. Febbraio 2015 I principali aeroporti nazionali ed il collegamento alla rete ferroviaria Febbraio 2015 Traffico passeggeri dei principali Aeroporti nazionali - 2014 Aeroporto Nazionali Internazionali di cui C. Europea

Dettagli

Indagine sulle principali 50 città

Indagine sulle principali 50 città Indagine sulle principali 50 città Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Marianna Rossetti L indagine prende in considerazione 50 Comuni: - tutti i capoluoghi

Dettagli

UNA GRANDE AZIENDA CON UN GRAN CUORE L IMPEGNO NEL SOCIALE DEL GRUPPO FS ITALIANE

UNA GRANDE AZIENDA CON UN GRAN CUORE L IMPEGNO NEL SOCIALE DEL GRUPPO FS ITALIANE Nota Stampa UNA GRANDE AZIENDA CON UN GRAN CUORE L IMPEGNO NEL SOCIALE DEL GRUPPO FS ITALIANE Roma, 10 dicembre 2015 Politiche di sostegno e programmazione per iniziative sociali in aree ferroviarie, con

Dettagli

Scritto da Administrator Venerdì 11 Luglio 2014 08:45 - Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Luglio 2014 09:06

Scritto da Administrator Venerdì 11 Luglio 2014 08:45 - Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Luglio 2014 09:06 Blocchetti Ricevute Fiscali per Ristoranti, Parrucchieri, Officine, Lavanderie, Lidi ecc. personalizzati di intestazione, logo e descrizioni più utilizzate. Tipografia Gullotta snc - Stampa Online 1 /

Dettagli

Lorenzo Bertuccio. Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Marianna Rossetti

Lorenzo Bertuccio. Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Marianna Rossetti LA MOBILITA SOSTENIBILE IN ITALIA: indagine sulle principali 50 città Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Gruppo di lavoro: Emanuela Cafarelli Aldo Di Berardino Marianna Rossetti L indagine

Dettagli

Demografia d impresa nei centri storici italiani

Demografia d impresa nei centri storici italiani Demografia d impresa nei centri storici italiani MARIANO BELLA DIRETTORE UFFICIO STUDI CONFCOMMERCIO Roma, 14 gennaio 2016 ELABORAZIONI SI.CAMERA-UFFICIO STUDI CONFCOMMERCIO SU DATI INFOCAMERE Campo di

Dettagli

La strada per viaggiare nel mondo della comunicazione

La strada per viaggiare nel mondo della comunicazione La strada per viaggiare nel mondo della comunicazione La missione Diventare il provider italiano di infrastrutture e di servizi di rete per i broadcaster e per gli operatori di telecomunicazioni Lavoriamo

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

Po Città. Fonte: Legambiente, Ecosistema Urbano (Comuni, dati 2013) Elaborazione: Ambiente Italia

Po Città. Fonte: Legambiente, Ecosistema Urbano (Comuni, dati 2013) Elaborazione: Ambiente Italia CLASSIFICA CAPOLUOGHI ECOSISTEMA URBANO XXI edizione Dei 26 parametri Ecosistema da quest anno ne prende in considerazione 18. Il set di indicatori è composto ora da tre indici sulla qualità dell aria

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E 2015)

A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E 2015) A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E ) NEL IL COSTO MEDIO DELLA TARI E DI 296 EURO, CON UN AUMENTO DI 10 EURO

Dettagli

ASILI NIDO E MENSE SCOLASTICHE ANALISI A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL SULLE CITTA CAPOLUOGO DI REGIONE ANNO SCOLASTICO 2015-2016

ASILI NIDO E MENSE SCOLASTICHE ANALISI A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL SULLE CITTA CAPOLUOGO DI REGIONE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ASILI NIDO E SCOLASTICHE ANALISI A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI DELLA UIL SULLE CITTA CAPOLUOGO DI REGIONE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 LE RETTE PER GLI ASILI NIDO E PER LE SCOLASTICHE COSTANO

Dettagli

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013)

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Consolati Regionali Consolati Provinciali Indirizzo Posta

Dettagli

COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002

COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002 COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002 SCHEDA N. 1 - MONOPOLI DI STATO Amministrazione Comune Provincia n. dipendenti al 31.12.2002 n. deleghe al 31.12.2002 schede da compilare

Dettagli

AGRIGENTO Ass. Amministrativo 584 561 23 2 ALESSANDRIA Ass. Amministrativo 332 307 25 2 ANCONA Ass. Amministrativo 451 380 71 5 AREZZO Ass. Amministrativo 337 270 67 5 ASCOLI PICENO Ass. Amministrativo

Dettagli

Lo stato dell arte del Mobility Management in Italia e gli sviluppi della rete europea EPOMM

Lo stato dell arte del Mobility Management in Italia e gli sviluppi della rete europea EPOMM Mobilità Elettrica a Firenze Oggi e Domani Lo stato dell arte del Mobility Management in Italia e gli sviluppi della rete europea EPOMM Lorenzo Bertuccio Direttore Scientifico Euromobility Managing mobility

Dettagli

Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli Effetti del Caldo sulla Salute

Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli Effetti del Caldo sulla Salute Ministero della Salute Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie Dipartimento della Protezione Civile - DPC Centro di Competenza Nazionale di Prevenzione degli Effetti del Caldo

Dettagli

OGGETTO: Domanda di ammissione al piano straordinario di assunzioni a tempo. Il/la sottoscritto/a. nato/a a, Prov, il / /, residente in, C.F.

OGGETTO: Domanda di ammissione al piano straordinario di assunzioni a tempo. Il/la sottoscritto/a. nato/a a, Prov, il / /, residente in, C.F. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA Ufficio Scolastico Regionale di OGGETTO: Domanda

Dettagli

Indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale IMU: IL 17 SETTEMBRE LA 2 RATA DELLA PRIMA CASA

Indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale IMU: IL 17 SETTEMBRE LA 2 RATA DELLA PRIMA CASA Indaginedell Osservatorioperiodicosullafiscalitàlocale dellauilserviziopoliticheterritoriali IMU:IL17SETTEMBRELA2 RATADELLAPRIMACASA STANGATINAAUTUNNALEDA44EUROMEDICONPUNTEDI154EURO ADOGGI34CITTA CAPOLUOGOHANNOAUMENTATOL

Dettagli

ANALISI DELLE SPESE E DEGLI INVESTIMENTI SULLO SPORT DI 21 GRANDI COMUNI ITALIANI BOLOGNA NOVEMBRE 2010

ANALISI DELLE SPESE E DEGLI INVESTIMENTI SULLO SPORT DI 21 GRANDI COMUNI ITALIANI BOLOGNA NOVEMBRE 2010 ANALISI DELLE SPESE E DEGLI INVESTIMENTI SULLO SPORT DI 21 GRANDI COMUNI ITALIANI BOLOGNA NOVEMBRE 2010 Introduzione Lo studio elabora i dati, relativi ai bilanci 2008 della Fondazione Civicum, in relazione

Dettagli

Dalla responsabilità sociale d impresa allo sviluppo di una rete europea di solidarietà

Dalla responsabilità sociale d impresa allo sviluppo di una rete europea di solidarietà Milano, 8 ottobre 2014 SALONE DELLA CSR E DELL INNOVAZIONE SOCIALE Università Bocconi Dalla responsabilità sociale d impresa allo sviluppo di una rete europea di solidarietà Fabrizio TORELLA, Ferrovie

Dettagli

La città e gli studenti

La città e gli studenti La città e gli studenti S E S S I O N E T E M A T I C A 4 CO- C H A I R S P R O F. M I C H E L E B U G L I E S I R E T T O R E U N I V E R S I T À C À F O S C A R I, V E N E Z I A M A R Z I A F O R O N

Dettagli

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 1. CARATTERISTICHE DELLA LINEA Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 2. IL RUOLO DELLE GREENWAYS

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato;

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato; Versamenti volontari del settore agricolo - Anno 2005 (Inps, Circolare 29 luglio 2005 n. 98) Si illustrano di seguito le modalità di calcolo, per l anno in corso, dei contributi volontari relative alle

Dettagli

DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 62/AD del 08 settembre 2011. Direzione Generale

DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 62/AD del 08 settembre 2011. Direzione Generale l Amministratore Delegato DISPOSIZIONE ORGANIZZATIVA n. 62/AD del 08 settembre 2011 Direzione Generale La presente Disposizione Organizzativa istituisce, con decorrenza 01 ottobre p.v., una struttura centrale

Dettagli

8. Mercato immobiliare

8. Mercato immobiliare 8. Mercato immobiliare Indice delle tabelle 8.1 Andamento dei prezzi medi di vendita del mercato residenziale a Roma e Milano. Serie storica dal 1986 al 2002. 8.2 Andamento dei prezzi medi di vendita del

Dettagli

DAL 28 FEBBRAIO E DAL 1 MARZO 2010

DAL 28 FEBBRAIO E DAL 1 MARZO 2010 DAL 28 FEBBRAIO E DAL 1 MARZO 2010 BUS E TRENI REGIONALI SICILIA TRENI DI LUNGA PERCORRENZA: COLLEGAMENTI CON LA SICILIA VARIAZIONI ORARIO Da domenica 28 febbraio e da lunedì 1 marzo 2010 verranno modificati

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli

Possibili scenari per la mobilità in Basilicata. Umberto Petruccelli

Possibili scenari per la mobilità in Basilicata. Umberto Petruccelli Possibili scenari per la mobilità in Basilicata Accessibilità interna ai centri urbani IL CASO «POTENZA» 2% 2% Giudizio sul bus urbano 1) scadente 20% 35% 2) sufficiente OK=63% 3) buono 4) ottimo 22% 6%

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Soggetto che effettua la comunicazione 011 - Consorzi e Gruppi di imprese (art. 31, d.lgs. 276/2003)

Dettagli

TASSE COMUNALI AL TOP A BOLOGNA, ROMA E BARI

TASSE COMUNALI AL TOP A BOLOGNA, ROMA E BARI TASSE COMUNALI AL TOP A BOLOGNA, ROMA E BARI Sindaci costretti ad aumentare il prelievo fiscale: in 5 anni i tagli ai trasferimenti in queste 3 città sono stati del 48 per cento. A Milano del 63 per cento

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

Numero di Banche in Italia

Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE Analisi statistica Anni di riferimento: 2000-2012 Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - Tidonacomunicazione.com

Dettagli

Indicatori di domanda e offerta in materia civile dei Tribunali italiani (per circondario). Anno 2012 Sedi completamente rispondenti.

Indicatori di domanda e offerta in materia civile dei Tribunali italiani (per circondario). Anno 2012 Sedi completamente rispondenti. Ministero della Giustizia Direzione Generale di Statistica Indicatori di domanda e offerta in materia civile dei Tribunali italiani (per circondario). Anno 2012 Sedi completamente rispondenti. Circondario

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati Ufficio Statistiche ESITI

Dettagli

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata,

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata, ALESSANDRIA Competenza territoriale per le province di Alessandria, Asti Via A. Gramsci, 2 15121 Alessandria Tel. 0131/316265 e-mail: alessandria.r.dipartimento@inail.it-posta certificata: alessandriaricerca@postacert.inail.it

Dettagli

A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano. Focus: area ambiente. Luglio 2010

A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano. Focus: area ambiente. Luglio 2010 A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano Focus: area ambiente Luglio 2010 Indice Introduzione pag. 3 Gli indicatori pag. 7 Policy Estensione Qualità Fonti

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA Le Delegazioni dell Amministrazione e delle sottoscritte Organizzazioni Sindacali, riunitesi il giorno 19 settembre 2007

Dettagli

A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano. Focus: area casa. Aprile 2010

A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano. Focus: area casa. Aprile 2010 A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano Focus: area casa Aprile 2010 Indice Introduzione pag. 3 Gli indicatori pag. 7 Policy pag. 7 Offerta pag. 14 Utilizzo

Dettagli

AMBITI del 1 RAGGRUPPAMENTO dell'all. 1 DM 226/2011

AMBITI del 1 RAGGRUPPAMENTO dell'all. 1 DM 226/2011 Tabella riportante per ciascun ambito le date aggiornate per l intervento sostitutivo della Regione di cui all'articolo 3 del, in caso di mancato avvio della gara da parte dei Comuni, in seguito a DL n.69/2013

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

Progetto ACI per il Sociale

Progetto ACI per il Sociale Progetto ACI per il Sociale Iniziative sperimentali realizzate dall Automobile Club d Italia a favore delle fasce deboli della mobilità (Lucia Vecere) Finalità del Progetto Dare attuazione alla missione

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere.

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA OGGETTO: Domanda di ammissione alle Fasi del piano

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 009 Abruzzo Chieti DISTRETTO 010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 011 Abruzzo Chieti DISTRETTO 015 Chieti Conteggio 4 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 001 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 002 Abruzzo

Dettagli

ELENCO SPORTELLI BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO OPERANTI IN SICILIA

ELENCO SPORTELLI BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO OPERANTI IN SICILIA BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO PROVINCIA SPORTELLI TELEFONO BCC Don Rizzo Alcamo (TP) 9 0924 591111 1. Agenzia di Sede (Alcamo) Trapani 2. Agenzia di città (Alcamo) 3. Agenzia di Calatafimi 4. Castellammare

Dettagli

Società LE STAZIONI LUOGO DI COMUNICAZIONE SOCIALE. L IMPEGNO DI CENTOSTAZIONI. Pag. 1. Roma, 27 giugno 2006. Centostazioni

Società LE STAZIONI LUOGO DI COMUNICAZIONE SOCIALE. L IMPEGNO DI CENTOSTAZIONI. Pag. 1. Roma, 27 giugno 2006. Centostazioni LE STAZIONI LUOGO DI COMUNICAZIONE SOCIALE. L IMPEGNO DI CENTOSTAZIONI Roma, 27 giugno 2006 Centostazioni Società Centostazioni S.p.a. è la società costituita da Ferrovie dello Stato e da Archimede 1,

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

La manutenzione delle strade: problemi ed esperienze di soluzioni applicate in Provincia e nel panorama europeo

La manutenzione delle strade: problemi ed esperienze di soluzioni applicate in Provincia e nel panorama europeo Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli Convegno 10.000 ore della nostra vita perse nel traffico : gli Ingegneri avanzano proposte 17 novembre 2008 La manutenzione delle strade: problemi ed esperienze

Dettagli

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00024 AREA: Mercato del lavoro Settore di interesse: Mercato del lavoro Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico

Dettagli

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Cod. ISTAT INT 00066 Settore di interesse: Industria, costruzioni e servizi: statistiche settoriali Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Titolare: Dipartimento

Dettagli

SISTEMA DI REPORTISTICA DEL QSN AVANZAMENTO FINANZIARIO PER ASSE

SISTEMA DI REPORTISTICA DEL QSN AVANZAMENTO FINANZIARIO PER ASSE AVANZAMENTO FINANZIARIO PER ASSE Programma : 2007IT161PO006 - Pon Ricerca e competitivita' - Riprogrammazione - 30 ottobre 2014 Decisione CE : C(2014) 9363 del 03/12/2014 Programmazione Dati Finanziari

Dettagli

Per i residenti di Torino: Potete portare l'oggetto Toshiba da riparare presso il nostro laborat orio, enza l'appuntamento nei orari di apertura.

Per i residenti di Torino: Potete portare l'oggetto Toshiba da riparare presso il nostro laborat orio, enza l'appuntamento nei orari di apertura. Riparazioni in garanzia: Per poter usufruire dell'assistenza tecnica in garanzia, il cliente deve contattare la sede Toshiba Italy Srl tramite il numero a pagamento messo a disposizione. 199... Gestione

Dettagli

Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali

Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali Roma, 28 Giugno2005 Arrivi, partenze, relazioni, Ferrovie e Comuni insieme per la qualità della vita di tutti i cittadini Recupero delle stazioni impresenziate per finalità sociali Arch. Norberta Valentino

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente

Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente Mappa logica dei percorsi formativi professionalizzanti 8 7 Diploma tecnico superiore ITS Diploma di laurea 5 Specializzazione

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

Architettura Urbanistica

Architettura Urbanistica LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI A CICLO UNICO: LM-4 - ARCHITETTURA E INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA Architettura Urbanistica I T A L I A Politecnico di BARI http://www.unipoliba.it

Dettagli

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia Decreto Direttoriale 16 novembre 2000 Approvazione del piano di distribuzione territoriale delle sale destinate al gioco del Bingo. (G.U. 29 novembre 2000, n. 279, S.O.) Art. 1-1. È approvato l'allegato

Dettagli

A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO

A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO Tel. 0392807521 0392807511 Gli under 30 italiani e la qualità della vita per provincia A GENOVA I GIOVANI VIVONO MEGLIO Nel capoluogo ligure gli under 30 hanno più opportunità a livello lavorativo e più

Dettagli

«Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri

«Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri «Tra centro e periferia: il ruolo dell'università per la rinascita delle aree interne e la coesione sociale» Gianmaria Palmieri Aree interne del Paese Assegnazione FFO Università Aree interne Ateneo 2015

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie

Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie Relatore: Ing. Carlo De Vito Responsabile Struttura Terminali Viaggiatori e Merci RFI spa

Dettagli

Roma, 29 ottobre 2008 Più solidarietà nelle stazioni, più sicurezza nelle città

Roma, 29 ottobre 2008 Più solidarietà nelle stazioni, più sicurezza nelle città Roma, 29 ottobre 2008 Più solidarietà nelle stazioni, più sicurezza nelle città Ing. Carlo De Vito Il Mondo delle Stazioni Stazioni Aperte al Pubblico 13 grandi stazioni 103 medie stazioni 2.213 altre

Dettagli