Rassegna stampa di giovedì 1 9 agosto 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna stampa di giovedì 1 9 agosto 2010"

Transcript

1 Rassegna stampa di giovedì 1 9 agosto 2010 ID Data Quotidiani Categorìa Ambito Titolo artìcolo Giornalista 4 19-agc-10 La Nazione Risorse lanche Firenze Vietato sprecare acqua: la multa è di 50 euro ago-1D 19-ago-1D 13-ago-13 La Nazione II Corriere di Siena II Corriere di Maremma Rischio Idraulico Risorse Idnche Ambiente Sesto F. Buonconvenlo Ansedonia Sottopasso non riapre. Ora sì sono rotte le quattro pompe anti-allagamento "Per il sindaco non si può usare I'acqua2 Allarme per l'acqua marrone, ma non è inquinamento ago-1Q 19-ago-1Q La Nazione Corriere della Sera Ambiente Infrastnitture San Casciano Peretoia "II metanodotto minaccia l'ambiente" Rivoluzione aeroporti, Peretoia c'è Ciappi Andrea Boncianì Mauro ago-IO II Tirreno Ambiente Toscana Ambiente e Pd: Rossi-Marson ignorino chi vuole fermarli Meschini Renzo 7 19-ago-IO II Tirreno Istituzioni Firenze Provincia unica, un altro passo avanti agtMO La Nazione Politica Toscana I "finianì" a raccolta. Ecco chi lascia il Pdl Fìchera Paola ag>10 La Nazione Politica Firenze Spini e l'ingresso in maggioranza Fichera Paola ago-10 La Nazione Politica Firenze Festa democratica, in forse la presenza dì malleoli 1 19-ago-tO Internet Dissesto Terremoto: Della Seta e Ranucci (Pd), per isole minori urgente messa in sicurezza ago-lO 19-ago-1Q Corriere della Sera Corriere della Sera Istituzioni Politica L'omaggio dello Stato al suo servitore Cossiga Governo. Il premier ai "finiani moderati": non tradite il mandato elettorale Salvia Lorenzo Buzzi Emanuele ago-10 L'Unità Politica Feltri smentito dai testimoni. Fini lo querela. Bossi: dimettiti Zegarelli Maria Autorità di Bacino Fiume Arno - Pagina 1 19/08/2010

2 LA NAZIONE FIRENZE VIETATO SPRECARE ACQUA: LA MULTA E' Di 50 EURO 15 settembre è in vigore L'ordinanza del sindaco contro lo spreco dell'acqua. E1 infatti vietato utilizzare L'acqua dell'acquedotto per annaffiare orti, giardini, campi oppure Lavare automezzi. La sanzione prevista è di 50 euro. 15 Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riprodlciale.

3 LA NAZIONE FIRENZE 1-16 VIA VERGA [A STRUTTURA AVREBBE DOVUTO RIAPRIRE IERI Sottopasso, salta la riapertura Guaste tutte e auattro le Domo E SLITTATA a data da definirsi la riapertura al traffico del sottopasso di via Verga, al confine fra il comune di Sesto Fiorentino e quello dì Cadenzano. La riapertura, dopo i lavori che si sono resi necessari a seguito di alcuni cedimenti strutturali del manto stradale, era stata programmata per la giornata di ieri, ma i tecnici hanno dovuto arrendersi di fronte all'evidenza e mantenere le transenne agli imbocchi del sottopasso dopo aver verificato che tutte e quattro le pompe idrauliche installate nel sottopasso per pompare fuori l'acqua ed evitare che si allaghi, sono risultate fuori uso. Non funzionanti. Guaste. Tutte e quattro. Troppo alto il rischio, specie in considerazione della meteorologia di un'estate molto piovosa e caratterizzata da violenti acquazzoni, che il sottopasso si allaghi riempiendosi di acqua, con la possibilità che qualche automobilista vi resti bloccato. Meglio allora mantenere il provvedimento di chiusura. Questa la conclusione a cui sono arrivati Ì tecnici comunali che hanno seguito Ì lavori all'importante infrastnittura viaria. Già nei mesi passati le pompe del sottopasso avevano dato problemi e non avevano funzionato, ma in quel caso per problemi all'impianto elettrico che nei mesi scorsi erano stati affrontati e risolti. Il mancato funzionamento at- ViCENDA INCRESCIOSA La strada era stata chiusa il 2 luglio perché aveva ceduto la massicciata sotto l'asfalto tuale delle pompe è invece dovuto ad un problema meccanico, fanno sapere dall'ufficio strade del Comune di Sesto. La chiusura del sottopasso era scattata il 2 di luglio, a seguito della segnalazione di ampie voragini che si erano aperte nell'asfalto, in corrispondenza di alcuni cedimenti strutturali che avevano portato alla luce fenomeni di erosione sotterranea del manto stradale. L'intervento di consolidamento e messa in sicurezza è stato eseguito dal Consorzio Cavet, che ha realizzato l'opera nell'ambito degli accordi per U passaggio dell'alta Velocità ferroviaria. Se Cavet si è assunto l'onere di eseguire i lavori urgenti al manto stradale, non è chiaro adesso chi dovrà occuparsi di pagare e rimettere sul posto le quattro pompe. Ma questo non è l'aspetto che al momento preoccupa di più gli uffici comunali. Poiché il nuovo guaio al sottopasso è stato scoperto nella settimana centrale di agosto, in questi giorni non è possibile per il Comune contattare nessun fornitore per avere nuove pompe in sostituzione di quelle guaste. Se ne riparlerà con ogni probabilità soltanto la prossima settimana. Nessuno a questo punto si sbilancia ad indicare una nuova data di riapertura del sottopasso. Se tutto andrà bene forse ai primi giorni di settembre. Qui ci vuole una bene O9 Guasto elettrico mette ko pompe e il sottopasso si allaga luglio 2OIO Chiuso per cedi- -mento del sottofondo stradale y agosto 20105i scopre che Le 4"pompe anti-allagamento sona tutte rotte ISagostoZOIOIlsottopassodo- ^ veva riaprire ma resta chiuso fino a data da definire M Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

4 CORRIERE ENA IPer il sindaco non si può usare l'acqua 55 Buonconvenfo 10 BUONCONVENTO - "La comunicazione a firma del primo cittadino Marco Mariotti del 13 agosto avente come oggetto " Acquedotto Resta Aitesi - verifica qualità dell'acqua " riporta quanto segue; "Con la presente facendo seguito alla note pervenuta in data 9 agosto dagli utenti dell'acquedotto Resta Aitesi, con la quale viene chiesta una verifica urgente della qualità dell'acqua erogata da detto acquedotto, si invita Gronchi, curatore del Consorzio Resta Altesi.ad effettuare con urgenza le dovute verifiche al fine di accertare un eventuale inquinamento. Inoltre si invitano gli utenti in indirizzo a non usare per scopi alimentari l'acqua proveniente dall'acquedotto sopra cftato,fino a che non saranno effettuate le opportune verifiche e di conseguenza non otterranno comunicazione per poterla usare". Questa è stata la risposta del primo cittadino agli utenti, i quali per la maggiore proprietari di strutture ricettive agrituristiche e di ristorazione, potete immaginare lo sbigottimento degli stessi nel ricevere questa missiva, che a mio parere non e altro che un scarica baiile, invece dì preoccuparsi e attivarsi con il potere a lui concesso con il mandato elettorale dei cittadini e risolvere nell'immediato questa ormai annosa problematica che vede i proprietari in una grossa situazione di disagio non solo per affittare le proprie strutture agrituristiche ( vi immaginate un turista che legge nella propria camera o appartamento Papìni Chiede spiegazioni al sindaco acqua non per uso alimentare] pagandola naturalmente per potabile, ma anche per gestire il controllo, ricordo che per la lettura dei contatori devono noleggiare un escavatore chiudere la strada a proprie spese in quanto i contatori si trovano sottoterra e non avendo ancora ad oggi ricevuto il censimento tanto richiesto dai proprietari degli allacci dei contatori (Consorzio e Consorziati J da parte dell'amministrazione comunale, per un equo conteggio delle quote da pagare. Preoccupato di questa vicenda invito ancora una volta il sindaco Marco Mariotti a indire una riunione pubblica con il sottoscritto e l'intero grappo Pdl che rappresento il Curatore Gronchi tutti i proprietari dell'acquedotto Resta Aitesi, il Fiora, il responsabile deu'ufficio tecnico di Buonconvento Daniele Benocci e tutta la giunta Comunale,per trovare un punto di condivisione e risoluzione a questa grave situazione di disagio, che abbia il coraggio una volta tanto di occuparsi in prima persona di iin problema che ne nella passata legislatura e visto l'andazzo nemmeno in questa sembra in grado di risolvere, come sempre sostenuto abile oratore di parole o dibattiti, ma qui servono i tetti signor sindaco, e il tempo sarà giudice imparziale del suo operato". Fabio Papinì Consigliere comunale Pdl Riiaglio sta-npa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

5 CORRIE%MAREMMA 3 Indagini dell'arma adansedonia In guardia II Noe guidato dal comandante Rosa Allarme per l'acqua marrone Ma non è inquinamento ORBETELLO - Si sospetta che ci siano liquami ad Ansedonia e scatta l'allarme. Durante tutta la giornata di ieri sono stati effettuati numerosi controlli dal Noe, il midco operativo ecologico dei carabinieri guidato dal comandante Florindo Rosa, a causa di alcuni versamenti in mare di liquido marrone. Le prime segnalazioni sono arrivate già dalla mattinata, con la vedetta del nucleo operativo che ha effettuato i necessari prelievi e rilevamenti del caso. E' stato però I rilievi sono stati compiuti dai militari del Noe scongiurato il pericolo che si tratti di una falda di inquinamento. Secondo i rilievi del Noe infatti, andati avanti per tutto il pomeriggio, si è trattato di un versamento di schiuma mista ad alghe Schiuma derivata dal moto ondoso del mare sugli scogli dell'ansedonia, mentre le alghe erano di provenienza della laguna di Qrbetello, arrivate in mare attraverso il vicino canale di sbocco. In pratica un effetto naturale dell'alta marea, che ha portato il liquido marrone al largo, facendo inizialmente pensare proprio all'inquinamento. Nel tardo pomeriggio è stata poi effettuata per sicurezza un'altra verifica, che ha quindi scongiurato definitivamente il pericolo. I militari del Noe rassicurano quindi villeggianti e residenti; nessun problema per la balneazione altansedonia, visto che si tratta semplicemente di un evento naturale derivato dalle condizioni marine presenti nella giornata di ieri sulla costa. a.cap. Affina ima aua demi «ròte Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

6 LA NAZIONE FIRENZE 21 SAN CASCIANO INTERVENTO DEL CAPOGRUPPO DI LABORATORIO-RC «D metanodotto minaccia l'ambiente» diandreaciappi "IL METANODOTTO per Testi ha tutte le autorizzazioni necessarie. Vigileremo affinchè i lavori siano compiuti correttamente, senza danni per il territorio". Occhi dunque puntati - secondo questa risposta del sindaco di San Cascianò, Massimiliano Pescini, alla capogruppo di 'Laboratorio'-Rc, Lucia Carlesi - sulla condotta del metano in fase di costruzione dal colle di Valigondoli al polo industriale di Testi. Carlesi aveva chiesto, in consiglio, si vi erano tutte le autorizzazioni. Ed aveva domandato lumi sull'abbattimento di alberi "visto che le amministrazioni di San Casciano e di Greve si erano opposte al taglio". Carlesi specifica di "aver ricevuto segnalazioni da parte di alcuni cittadini, preoccupati per i danni ambientali provocati dalle opere del cantiere". "Ho chiesto informazioni e approfondimenti al competente ufficio tecnico del Comune di San Casciano - prosegue - il quale., non avendo notizie in merito, ha interessato gli uffici competenti della Provincia di Firenze ricevendo come risposta che non risulta nulla in merito ad eventuali lavori difformi ed, an- IL SINDACO «Abbiamo ottenuto tutte Le autorizzazioni necessarie» zi, non risulta neppure pervenuta alcuna comunicazione di inizio lavori. Abbiamo effettuato un sopralluogo lungo il cantiere in località "II Mandorlo" e lungo la strada che porta a Luciana ed abbiamo constatato che il cantiere è in iàse avanzata di costruzione. Le opere hanno determinato uno sbancamento impressionante del terreno. Sono state abbattuti un numero estremamente rilevante di piante. L'orchidea Ophrys tyrrhena, rara specie endemica della quale esisteva in sito un popolamento testimoniato da foto e ritrovamenti di appassionati, vede completamente eliminato il suo habitat". Il sindaco Pescìnì ha precisato che l'intervento del metanodotto rientra nel procedimento unificato di competenza provinciale, e che ci sono tutte le autorizzazioni. Da parte sua, il Comune ha segnalato alla Provincia "la necessità che fossero integrate le garanzie per assicurare l'effettiva esecuzione delle opere di ripristino". Ritaglia stampa ad uso esclusivo de cestinatane, non riproducibile.

7 CORRIERE FIORENTINO 1-5 Scelte le «porte d'ingresso all'italia», potranno potenziare il traffico e anche avere finanziamenti statali. Ora la daisione passa al ministero Rivoluzione aeroporti, Peretola c'è Consegnato all'enac il piano: Vespucci e Galilei fra i 14 scali strategici Cr V* "S**' i- / k Ritaglio stampa ad uso esclusivo dei destinatario, non riproducibile.

8 CORRIERE FIORENTINO 1-5 Vespucci e Galilei in serie A. Gli altri in C L'Enoc- consegno a! ministero ilpiano aeroporti: strategia Fireme e Pisa. Per Sm, GmA Elba e Iucca «rìschio» feàrdim Torna di attualità ìì futuro degli aeroporti toscani, Firenze in piimi.?. Repubblica, dopo le anticipazione del Sole 24 Ore, ha pubblicato la sintesi del rapporto che Enac (l'ente statale che sovrintende a! settore) ha commissionato a Oneworks, Kpmg e Nomisrna su! futuro della cete aeroportuale e che ha girato al ministero dei Trasporti che dovrà varare il piano nazionale. lina vera rivoluzione con scali dichiarati «strategici», «primarì» e «complementari», e Fireme e Pisa promossi strategici in Toscana e tutti gli altri complementari e quindi da chiudere, o con traffico aereo da trasferire in altri scali e ai quali comunque non arriverà nessun investimento statale. Nella serie A degli aeroporti italiani, secondo lo studio, tra i 14 scali che possono essere basi di voli intercontinentali ci sono Pisa e Firenze: nel 2030 il loro traffico passeggeri potrebbe essere rispettivamente di 6-8 milioni e di 3-4 mìjìoni. Nessun aeroporto toscano figura nella serie E, scali importanti, ma con limiti ambientali e di infrastnittura, che significa poter smaltire solo traffico della propria area. Tutti gli altri sono neirinferno della serie C, scali cioè con limiti insuperabili e che lo Stato vuole cedere agli enti locali che dovranno decìdere la loro sorie. Bocciati, quindi, Ampugnano-Siena, al centro eli polemiche e inchieste, Elba, Grosseto e Lucca-Tasstgnano. Secondo lo studio, in sintesi, metà degli scafi italiani è senza futuro e in Toscana la mannaia ricadrebbe su tutti gli aeroporti, con la sola esclusione del Vespucci e del Galilei, premiati anche dal mercato e al centro di piani di sviluppo ambiziosi Obiettivo dell'analisi dei prossimi venti anni di sviluppo, evitare finanziamenti statali inutili su strutture comunque dalle ridotte possibilità, ma anche risparmiare, delegando a Regioni ed enti locali il compito di sostenere Ì piccoli scali, anche nell'ai - tica de! federalismo. Basta finanziamenti a pioggia, ingomma, e programmazione rigida anche in ottica europea e internazionale. «Lo studio è stato assegnato alle tre società ed è in sitano al ministero dei Trasporti spiegano dah'enac Noi non possiamo fere alcun commento». «B piano è arrivato confermano dal dicastero diretto da Altero Matteoìi ma è appunto un piano. Sarà il ministero a valutare e prendere decisioni Ad oggi non esiste nessuna classificazione in scali strategici e non». Dalla Sat, società che gestisce l'aeroporto Galilei di Pisa, in ferie l'amministratore delegato e direttore generale Gina Giani, nessuno commenta lo studio, «anche perché la società è quotata in Borsa», ma secondo gli esperti consultati da Einac il Galilei potrà arrivare da 6 a S milioni di passeggeri, contro gli attuali 4 milioni e (dati 2009). anche se non gli è stata attribuita la L'ftailascegiielesue quattordici porte d'ingresso: i! destino deile altre aerostazioni de!!a Toscana potrebbe essere deciso dai Comuni e dalia Regione «patente?» di gate intercontinentale data invece a Bologna, Palermo e Bari. Nessun commento anche dal manegement di Adf, spa che gestisce Ìì fiorentino Vespued e che nel 2009 ha visto 1,7 milioni di passeggeri, ma l'attuale piano industriale fissa già a 3,2 milioni di passeggeri nel 2015 il possibile traguardo senza la nuova pista, «3 dati delio studio, le sue considerazioni, sono molto positive spiega Vasco Galganì, presidente della Camera dì Commercio di Fireme, ente azionista dì Adf con una quota de314% È una bella notizia anche se non mancheranno le resistenze di pìccoli scali che non sono promossi, e dovremo valutare U quadro nazionale se Io studio non da a Pisa la qualifica di scalo intercontinentale, assegnata invece a Bologna che oggi non lo è». Galgani noo si sbilancia, ina aggiunge: «Tatto conferma che occorre andare nella direziona che indichiamo da tempo, cioè l'integrazione tra Firenze e Pisa ed anzi dobbiamo accelerare, senza aspettare il verdetto sulla nuova pista del Vespucci. E 4 milioni di passeggeri, senza pista più lunga e orientata diversamente sono impossibili e conle strutture attuali potremo realisticamente arrivare a 2,5 milioni Voli intercontinentali? Non prendiamoci in giro, a Firenze non si faranno; ma si devono fare da Pisa». In attesa del verdetto di Matteoli e mentre il mercato penalizza le azioni Adf (-11% dall'inizio dell'anno e addlrittuta -20% in dodici mesi) e Sat (-10% e - ;%) le cose si muovono. Pisa ha appena annunciato che lo scalo diventerà centro nazionale per le forze armate, sìa per la protezione civile che per le missioni internazionali, con lavori che inizieranno nel 2011 per chiudersi nel 2013 (e non sono mancate ìe polemiche di sinistra e pacifitisét). Lacca, varata la ricapitalizzazione della società Aeroporto Lucca-lassignano spa dopo l'arrivo di due soci stranieri, punta sull'attivazione di voli executive da 8 io posti Tutto da rivedere per Ampugnano, che ha comunque ridimensionato le ambizioni, mentre a Grosseto (che non ha l'olì di linea, ma solo charter) sono in corso interventi di adeguamento e l'elba è alle prese con la sospensione dei voli di Slbafly da Firenze. Mauro Bonciani Ritaglio scampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

9 CORRIEBE FIORENTINO Estratto da Pagina- 1-5 Nella foto grande, una veduta dall'aeroporto Vespucci a Peretola: ia pista oggi perpendicolare al'autostrada Firenze-m are potrebbe diventare parallela. Sopra, l'aerostazione de! Galilei di Pisa. I due scafi hanno una polertziaìità rispettivamente di 3/4 e 6/8 milioni di passeggeri Ritaglio stampa ad uso esclusivo tìe1 destinatario, non riproducibile.

10 CORRIERE FIORENTINO Estratto da ^agina: 1-5 «Soddisfatto, ora serve la nuova pista» «È la conferma di quello che pensiamo da sempre. Adesso non perdiamo tempo», dice Giovani» Gentile, presidente di Confmdusìria Firenze. A PAGiNA 5 COBBIEBE FIBBEaTlaO Ritaglia stampa ad uso esclusivo de' destinatario, non riproducibile.

11 CORRIERE FIORENTINO Soddisfatto Gentile, presidente di Confindustria Firenze 1-5 Per il presidente Giovanni Gentile i dati dello studio sul piane aeroportuale non sono una sorpresa, «Conoscevo alcune anticipazioni». La conferma che ta strategìa per ii nuovo aeroporto è giusta? «A3 di là delle nostre piccole diatribe locali, significa che l'idea che gli aeroporti di Toscana, così si dovrebbero chiamare, sono un asset importante per la Regione». Per Firenze, essere «scalo strategico» significa puntare a 3-4 milioni di passeggeri... «Numeri simili a quelli dello studio che avevamo commissionato all'hpet. Circa io mìiionì di passeggeri tra Pisa e Firenze. È la miglior risposta alle critiche dì chi diceva che quello studio era di parte. Ora anche fenac è di parte?». Ma per arrivare a 4 milioni, a Firenze, non basta l'allargamento dello scalo: è necessaria la pista parallela. «Già ora arrivare a tre milioni non è cosi semplice. Intanto, lo scalo venga messo in sicurezza: con il nuovo progetto dell'aerostazione può salire come numero di utenti, ma non è adeguato, lina pista con orientamento diverso, servirà non saio ad usare nuovi e più sicuri mezzi di volo, ma ridurrà anche l'impatto ambientale». Lo studio Eaac apre Firenze anche a voli intercontinentali... «Per quelli c'è Pisa, mai pensato a voli intercontinentali da Peretola. NeH'analisì delhrpet, si chiariva che una nuova pista consentirebbe di raggiungere da Firenze il nord Europa, la Russia, i paesi del Golfo. È una questione strategica, per lar ripartire l'economia di tutto il territorio», Però intanto Adf perde colpì in Borsa: meno 11 per cento- Cosi come Pisa, meno io... Colpa dei ritardi della politica* Delta governance ancora non completa in Adi? «La governance non è ancora completa. Ma l'ingresso dell'ente Cassa in Adf rimane un segnale positivo di attenzione al territorio. Dobbiamo puntare anche ad una integrazione tra Firenze e Pisa, Passi avanti dal punto di vista politico sono stati fatti, ie prese di posizione chiare del presidente toscano Rossi sono un fatto importante e assolutamente nuovo. Ora dobbiamo passare alla fase concreta. Non vogliamo aspettare ancora» M.F. Ritaglio stampa ad use esclusivo del destinatane, non riproaucib e.

12 IL TIRRENO L'OPINIONE AMBIENTE E PD: ROS9-MARSON IGNORINO Cffl VUOIE FERMARLI II dibattito sui temi ambientali in Toscana è ripreso con rinnovato interesse non solo per l'importanza delle questioni aperte ma anche perché qui si misurano le reali intenzioni del nuovo governo regionale dopo le promesse e gli impegni dì cambiamento assunti rispetto al passato. La giunta Rossi, infatti, era ed è attesa alla prova specialmente su questo fronte. Le prime sortite soprattutto dell'assessore Marson erano state favorevolmente accolte e apprezzate proprio per questo, Ma dopo le sue dichiarazioni sui troppi e troppo invasivi porticcìoli in Toscana è arrivato dal responsabile regionale dell'ambiente del PD Tortolini e dal sindaco di Piombino una risentita e sorprendente replica. Basta dare ordini ai comuni dai giornali, basta con un dirigismo da vecchipaesi dell'est che pretende di decidere anche la lunghezza delle barche da ormeggiare. L'assessore si attenga ai programmi regionali e la smetta di dare ordini da sedi improprie. Si muova nelle sedi preposte dove va ricercata la collaborazione ira i vari soggetti istituzionali. Ma il punto è proprio questo e cioè delle sedi che esistono già e che finora non sono state coinvolte e valorizzate a dovere quando non sono state messe da parte o ignorate. Dove si dovrebbe decidere non solo dei porticcioli ma delle politiche costiere, della gestione delle aree marine e fluviali come dei crinali e del paesaggio? Solo con i piani regolatori? Solo con i piani territoriali di coordinamento o anche con i p iani dei parchi e delle aree protette e dei distretti idrografici dove si deve pianificare l'assetto idrogeologico che va via a fette. E la tanto conclamata green economy per Piombino vuoi dire davvero siderurgia più approdi anche per Briatore e i suoi barconi? È questa la programmazione regionale del PIT che a Boccadarno un punto cruciale e non solo per la nautica riservava questa "cartolina " paesaggistica; bel panorama sulle Apuane? Boccadarno è in un parco e lo è pure Bocca di Magra che ha deciso in questi giorni con il parco regionale, l'autorità di bacino (tosco-ligure) e la regione e gli enti locali interessati un suo progetto sulla nautica che guarda caso tiene conto anche della lunghezza e dimensione delle barche. Siamo all'est? Non scherziamo. Se queste sono le posizioni del PD toscano dopo le promesse e gli impegni elettorali della nuova giunta regionale è bene che Rossi e non solo la Marson si diano una mossa e corrano ai ripari II Tortolini pensiero ed anche il tono ricordano troppo il passato recente che credevamo di essersi lasciati alle spalle. Quello per intenderci che fino all'ultimo ha rivendicato solo per comuni province e regioni il ruolo di pianificazione quando le cose più avanzate e ambientalmente coerenti la Toscana le ha realizzate anche per la nautica dove le decisioni sono state prese con i piani dei parchi e delle autorità di bacino. U tempo delle romanzine è finito ed è bene così. Renzo MoscMni 17 Ritaglio stampa ad LBO esclusivo del destinatario, non riproducibile.

13 EMPOLI. Anche il Comune di Firenze dice sì all'area Metropolitana Firenze-Prato-Pistoia. n progetto della Provincia unica sostenuto con forza dal presidente Andrea Barducci segna così un altro punto molto importante a sup favore. La firma del protocollo di intesa per l'istituzione della Conferenza dell'area metropolitana si aggiunge a quelle già apposte sul documento nel giugno scorso dalla Regione, dalle amministrazioni provinciali di Firenze, Prato e Pistola, dai comuni di Prato e Pistoia e dal Circondario dell'empolese Valdelsa. L'obiettivo prioritario della Conferenza, recita il protocollo, sarà quello di sviluppare a livello politico una collaborazione e cooperazione tra le istituzioni che vi partecipano e che sono soggetti interessati all'area metropolitana. IL TIRRENO EMPOLI Provincia unica, un altro passo avanti Anche il Comune di Firenze firma ilprotocollo per l'area metropolitana Nel dettaglio la conferenza dell'area metropolitana sarà la sede di confronto per i principali atti di programmazione regionale e locale e di definizione delle politiche; sarà l'attore che identificherà gli strumenti amministrativi e negoziali necessari per armonizzare i diversi interessi e realizzare obiettivi comuni. Inoltre, la conferenza si attiverà per sollecitare azioni di coordinamento delle attività degli enti locali, anche promuovendo forme strutturate di esercizio associato di funzioni dei Comuni e delle Province, e per seguire il processo in corso di riforma della legislazione statale in materia di enti locali. Potrà, quindi, contribuire a questo dibatti- Andrea Barducci to e sulle scelte di semplificazione istituzionale che coinvolgono le amministrazioni comunali e quelle provincali. «È un protocollo - ha commentato l'assessore al bilancio della Regione Riccardo Nencini - che non ha l'obiettivo di dare un contenuto di scelta, ma che invece mira ad aggregare tutti i soggetti interessati per farli discutere sulle strategie per il presente e futuro di un'area che oggi ha il cinquanta per cento del prodotto interno lordo di tutta la Toscana, la metà della popolazione residente, ha un ruolo preminente dal punto di vista turistico, insomma è un'area centrale dell'intera nostra regione. I prossimi passi, dopo la firma del protocollo di quest'oggi sono il reperimento delle risorse utili a creare una sinergia concretissima sui temi che riguardano appunto l'area metropolitana fiorentina», Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

14 Libero.it Cronaca 18/08/2010 ore 10.47» Terremoto: Della Seta e Ranucci (Pd), per isole minori urgente messa in sicurezza Roma, 18 ago. -?(Adnkronos) - "Le isole minori sono un grande, inestimabile patrimonio italiano, anche sul piano turistico. Ma il cedimento del costone di roccia dopo la scossa di terremoto a Lipari conferma che questo tesoro ha bisogno di un'opera urgente di messa in sicurezza per proteggerlo dai troppi rischi e da diverse forme di degrado ambientale che lo minacciano". E' quanto dichiarano i senatori del Pd Roberto Della Seta e Raffaele Ranucci, preannunciando sul tema un'interrogazione urgente al ministro dell'ambiente Stefania Prestigiacomo. "Oggi Lipari - affermano i due parlamentari - prima Ischia e Ventotene: casi tra loro diversi ma che hanno in comune grandi problemi di rischio e instabilita' territoriale di molte isole minori. Che i pericoli vengano dal rischio sismico, o dal dissesto idrogeologico, o dall'abusivismo edilizio, c'è* sempre un filo comune fatto di scarsa manutenzione e di abbandono". "Pochi mesi fa - concludono - il Parlamento ha votato una legge che assegna al ministero dell'ambiente fondi, sia pure insufficienti, per combattere il dissesto del territorio: la vicenda, fortunatamente senza gravi conseguenze di Lipari, e1 una ragione di più' per sapere subito quando e come questi soldi verranno spesi, e se una parte verrà1 destinata alle isole minori".

15 LA NAZIONE FIRENZE I «finiaiii» a raccolta Ecco chi lascia il Peli Sarra e altri consiglieri comunali delvhinterland 7 LA VERA RESA dei conti anche per ì fmiani fiorentini è fissata a settembre. Il 4 e il 5 a Mirabelle, vicino Ferrara, si svolgerà il congresso nazionale dei finiani, quelli dei circoli di «Generazione Italia», ma anche dei gruppi di «Futuro e libertà» già formati alla Camera e al Senato. L'attesa è per la decisione di Fini se far nascere o no un nuovo partito. Nel frattempo i fiorentini, ma anche i comuni dell*hinterland si stanno organizzando. Allora, prima di tutto la nuova sede che Ù coordinatore provinciale di «Generazione Italia», Riccardo Sarra, consigliere comunale a Firenze sta già preparando. Uno spazio di circa 140 metri quadrati in una contrada di viale Duse («Ne avremo la disponibilità entro il mese di settembre spiega Sarra ora è sede di uno studio legale e solo per questo preferisco non dare l'indirizzo preciso»). E poi ci sono le new entry degli eletti nei consigli comunali di Campi Bisenzio, Scandicci, Impruneta e quasi certamente anche Bagno a RÌpoli. Oltre a Firenze naturalmente che si è già apertamente schierata da tempo proprio con Sarra. I passaggi sono chiari: non appena sarà formalizzata la nascita del nuovo partito i finiani usciranno dai rispettivi gruppi del Pdl dove sono stati eletti e chiederanno dì formare un gruppo autonomo. A Campi Bisenzio è pronto a sganciarsi dal Popolo della libertà; Giovanni Brandino, all'impruneta il giovane Gabriele Bagnoli, a Scan- L'INCOGNETA Cosa succederà al gruppo di centrodestra in Palazzo Vecchio? dicci l'altrettanto giovane Giacomo Giacintucci destinato, almeno nelle intenzioni del coordinatore provinciale di Generazione Italia, anche ad assumere un incarico di rilievo all'interno del nuovo partito. Certo in molti casi uscire dal Pdl non consentirà, a norma di regolamento dei vari consigli comunali la nascita di un gruppo che porti il nome del nuovo partito. Solo a Firenze la cosa potrebbe andare diversamente: esiste il precedente di Mario Razzanelli che eletto nella lista «Firenze c'è» è poi riuscito a ottenere la nascita del gruppo della Lega Nord alla quale ha nel frattempo aderito. E poi Sarra non si sbottona, ma continua a sperare di non essere il solo finiano pronto a lasciare un Pdl fiorentino che, non è un mistero per nessuno, vive un momento di grande difficoltà. Anche per le note da tempo stridenti fra il capogruppo Giovanni Galli e gli eletti nella sua lista civica e il resto del gruppo. Sarra non si sbilancia: «Sto solo aspettando l'imput da Roma e potrebbe arrivare anche prima del 5 settembre». Ma dai boatos di Palazzo risultano già i suoi colloqui sia con il nuovo coordinatore del Pdl fiorentino, l'onorevole Gabriele Toccafondi, che con il presidente del consiglio Eugenio Giani. Intanto Sarra tiene la contabilità dei nuovi circoli di Generazione Italia che si sono creati in poche settimane. Ormai se ne contano cinque a Firenze, 2 a Montelupo, 1 a Montespertoli, 1 a Empoli eia Campi. In tutto una decina. Non male per una partenza 'in corsa' in una regione da sempre più vicina al ministro Altero Matteoli (uno degli ex 'colonnelli' di Fini) che all'attuale presidente della Camera. Paola Fichera Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

16 la Repubblica FIRENZE IV Cinque pullman amirabello per ilnuovo partito difini IFINIANI toscani si mobilitano per Mirabelle. Il Comune del ferrarese dove ci si attende che, il prossimo 5 settembre, il presidente della Camera Gianfranco Finiannuncì la nascitadel nuovo partrto «Futuro e libertà per l'italia». Cinque pullman, per il momento: «Uno dalla Versilia, uno da Livorno e uno da Pisa, gli altri due da Firenze e dalle altre città», la i conti il responsabile regionale digenerazione Italia Massimilìano Simoni. Per il Ssettembre, che segnerà l'awiouffìciatedel nuovo partito, ifiniani toscani contano dì aver reciso anche l'ultimo cordone ombelicale col Pdl e di averdalovrtaagruppi separati intuitele assemblee elettive. Questione di giorni: «Aspettiamo il segnale da Roma entro II mese», dicono i finiani. Che nel frattem pò hanno già pensato ad una sede reg io naie: sarà a Firenze nella zona di viale Duse e, annuncia il responsabile fiorentino di Generazione Italia Riccardo Sarra, verrà Inaugurata a fine settembre. (m.v.) Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

17 LA NAZIONE FIRENZE 6 Spini e l'ingresso in maggioranza «Ma il gruppo non è in svendita» «Valuteremo la proposta del Pd, ma anche le posizioni di Idv e Sei» di PAOLA RIGHERÀ NESSUN pregiudìzio per entrare in maggioranza. Valdo Spini eletto nella Usta «Spini per Firenze» non fa mistero di aver gradito l'indicazione che Io stesso sindaco Matteo Renzi aveva in qualche modo 'suggerito' alla sua maggioranza. Anche se non si è mai dichiarato disposto a rinunciare per questo a certe sue posizioni. Così, per ora, con il consueto sorriso, ha risposto: «Aspettiamo la proposta che ci verrà fatta, poì ne valuteremo i metodi e Ì contenuti». Insomma se passaggio in maggioranza ci sarà, non sarà gratis. In molti, in realtà, all'interno del gruppo del Pd hanno subito storto la bocca all'idea. Anche perché, l'agguerrito gruppo formato dal navigato Valdo Spini e dal giovanetommaso Grassi in questo anno ha fatto sentire forte e chiara la sua voce di opposizione. E Spini ha da subito messo le mani avanti: «Nessuna intenzione di muovermi da solo, in ogni caso la decisione sarà presa all'interno del gruppo e della coalizione che ci ha eletti». In altre parole: il 'pacchetto* Spini comprende anche Tommaso Grassi. In fondo il gruppo «Spini per Firenze» non ha votato contro il programma del sindaco, ma ha preferito l'astensione e, se provocazioni sono state lanciate, queste non sono mai state spinte fino al punto di mettere in seria difficoltà la maggioranza. E poi Spini allarga lo sguardo: pensa già alle possìbili elezioni che sembrano spuntare all'orizzonte del barcollante Parlamento. E lui dell'unità del centrosinistra ha sem- R1FONDAZIONE «Renzi per ora ci sembra più interessato all'immagine che a Tav e urbanistica» pre fatto una battaglia personale. («Possibile ripete da tempo che il Pd non si renda conto che sta perdendo voti a sinistra?»). Aveva anche proposto un accordo a Renzi in occasione del ballottaggio nel giugno scorso, ma fu rifiutato. D futuro sindaco non aveva intenzione di contrarre 'debiti' per possìbili richieste di assessorati. In efìètti anche in questo momento manca un assessore in giunta e Renzi già formalmente 'invitato1 a sostituire la rappresentante deltidv sta prendendo tempo. A chiarire ancor meglio k posizione è Tommaso Grassi: «Valuteremo la proposta come gruppo consiliare spiega in ogni caso oltre alla richiesta ufficiale del Pd ci aspettiamo anche una presa di posizione delle segreterie dei partiti che sono in maggioranza e cioè Idv e Sei». Insomma se sarà alleanza non sarà un semplice affare di Palazzo, ma un accordo di portata più ampia, sicuramente regionale e, in vista delle possibili prossime elezioni anche nazionale. Infine la precisazione più importante; «Ci rimetteremo alla decisione dì chi ci ha eletto insiste Grassi e cioè Movimento laburista, Verdi, Sinistra per la Costituzione, Pdci e parte del Prc». La conferma arriva immediata con una nota di Andrea Malpezzi, della segreteria provinciale del Prc. «Non siamo pregiudizialmente ostili al confronto, ma questo deve partire dalle diversità politico-programmatiche visto che la coalizione che ha sostenuto Spini si è presentata in alternativa a Renzi. La pura e semplice acccttazione del programma del sindaco, come richiesto dal Pd, non è accettabile per semplici ed evidenti ragioni di rispetto degli elettori». E aggiunge: «In termini politico-programmatici, nonché sulla concreta azione di Renzi e della sua maggioranza al governo del Comune, l'iniziativa del sindaco ci sembra più tesa ad occupare le pagine dei giornali e spazi sulle tv locali e nazionali, che a realizzare una svolta reale rispetto alla precedente gestione (Piano Strutturale e sottoattraversamento Tav in primo luogo)». Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

18 LA NAZIONE Estratto da» l fil 6 IN BREVE Manifesti contro E' comparso ieri nella zona dì Santa Croce, da S-Ambragia a via Verdi un falso volantino del Pd, con una vig netta, tì presidente del quartiere 1 Marmjgi (nella foto] che esce da un barattolo di Nutella 'accusato'di partecipare insieme a Confindustria, Matte!, Renzi* massoneria a un banchetto sulle grandi opere. Singolare la 'firma': Fìp, fotocopiato in proprio Palagio di Parie Guelfa, 1 La sede del Caldo Storico, Polemica trarnvia «Quali sono Le intenzioni del Comune in merito alle eventuali varianti peri tracciati delle linee 2 e 3 in base ai quali sono stati definiti i relativi stanziamenti?»: lo chiede il capogruppo Pdl Giovanni Galli (nella foto). RJtag ia stampa ad uso esdus-vo dei cestinatane, non riproducibile.

19 LA NAZIONE FIRENZE 7 L'INVITO Festa democratica In forse la presenza di Malleoli ALLA FESTA democratica dei Pd potrebbe intervenire anche il ministro alle Infrastrutture Altero Matteoli. La notizia per ora è vaga. A quanto pare il ministro sostiene di non aver ricevuto alcuna richiesta specifica, solo una generica richiesta. Posizione che il segretario metropolitano del Pd, Sìmone Naldoni contesta: «Non è vero. Abbiamo fatto richiesta ufficiale alla sua segreteria a luglio. Ma se di incomprensione si tratta, noi confermiamo l'invito pronti a fissare unanuova data per parlare con il ministro della Tav, dell'aeroporto o delk tramvia». Ritaglio stampa ad uso esc'usivo del destinatario, non riproduciate.

20 CORRIERE DELLA SERA L'omaggio dello Stato al suo «servitore» Cossiga Alla camera ardente le die cariche, più politici che gente comune. La richiesta: al funerale i «miei» Gis e Nocs ROMA Ed ecco che si avvicina alla bara padre James, sudanese che supera il metro e novanta. Prende la stola viola ed il vangelo: «Preghiamo per il nostro presidente. Ripetiamo insieme».». Gli uomini della sicurezza incrociano gli sguardi qui nella camera ardente per Francesco Cossiga: *<E chi è questo?». Sono le tre del pomerìggio, il grosso delle autorità è già andato via, fuori il sole picchia. E adesso nella chiesa madre del Policlinico Gemelli resta solo qualche frammento d'italia in bianco e nero e un po' di varia umanità. Giuseppe Zamberletti prende sottobraccio Vincenzo Scotti méntre entrano tre dottoresse in pausa, un signore con sciarpa di lana e ciabatte di plastica, un ragazzine con la maglietta di Freddy Mercury. Ecco, non si può parlare di grande partecipazione di popolo per l'ultimo saluto a Cossiga, prima dei funerali privati oggi in Sardegna. Sarà che è agosto, sarà che il Gemelli è un po' fuori mano, ma a tratti le autorità sembrano più numerose dei comuni mortali, n primo ad arrivare è il segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone che ricorda come il «Papa e Cossiga discutevano spesso insieme in lunghe serate». Poi Giorgio Napolitano, «ho salutato un grande uomo di Stato e un vecchio amico», con i suoi predecessori Scalfaro e Ciampi. Renato Schifani esce sul sagrato e si avvicina ai giornalisti: «di suo testamento è governare la Repubblica al servizio del popolo, unico sovrano». Gianfranco Fini non sente perché è proprio in Questo momento che sta parlando a quattr'occhi con Gìanni Letta. Non un caso, forse Ad accogliere tutti sono i figli dell'ex presidente, Anna Maria e Giuseppe, sottosegretario alla Difesa. E con loro che parla a lungo Silvio Berlusconi, arrivato dalla Sardegna nel pomeriggio: «Anche io ho perso mio padre e capisco il vostro dolore». Proprio nella lettera rimasta segjreta fino a ieri Cossiga ha scritto di aver «dispensato, salvo loro diversa decisione, i miei familiari dal partecipare aue onoranze e prego lei (...) e qualunque altra Autorità di non voler fare premura alcuna nei loro confronti». Nella stessa lettera l'ex presidente esprime il desiderio che alle «eventuali cerimonie siano invitati il presidente della Sardegna e del consiglio regionale, nonché i sindaci di Sassari, Guaramonti, Bonorva e Sitigo». E che neuajrappresentanza annata siano'presenti «dementi dei Gis e dei Nocs, corpi da me fondati». Nella chiesa del Gemelli c'è anche la Lega, II leader leghista L'avviso di Bossi: «Meglio non indagare sui segreti di Cossiga, ha passato la vita a ficcarsi nelle cose» con Maroni e Calderoli, che arriva in macchina con Tremonti e non fa dichiarazioni. Ma dal Cadore ci pensa Umberto Bossi a uscire dal politicamente corretto: «Meglio non indagare sui segreti di Cossiga, ha passato tutta la vita a ficcarsi nelle cose». Nel Pd, invece, si notano più le assenze che le presenze: d sono Chiti, Marini, Minniti e Parisi Ma dei veri big nemmeno uno. Alle sei di sera si, chiudono le porte, in otto ore saranno passate un migliaio di persone. Compreso quel tipo che ha scritto sul libro delle firme «Caro Francesco, ti onoro come nemico». Lorenzo Salvia 2 R'taglio stampa ad uso esclusivo del destinatane, neri riproducibile.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

toscan i pri m i 'in Europa"

toscan i pri m i 'in Europa GG toscan i pri m i 'in Europa" IL sistema degli aeroporti toscani «è il nostro fiore all'occhiello», dice Martin Eurnekian ieri sulla pista di Peretola insieme al presidente di Corporacion America Italia,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro

Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro Lo sfondo: tra continuità, discontinuità interventi parziali, assenza di un disegno complessivo di

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 1. Il Senato della

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione LEGGE 20 FEBBRAIO 1958, n. 75 (GU n. 055 del 04/03/1958) ABOLIZIONE DELLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE E

Dettagli

Mercoledì 28 settembre 2005 4 Commissione I

Mercoledì 28 settembre 2005 4 Commissione I Mercoledì 28 settembre 2005 4 Commissione I Donato BRUNO, presidente, sostituendo il relatore, fa presente che gli emendamenti contenuti nel fascicolo n. 3 non presentano profili problematici in ordine

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge

In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge Come nasce una legge: Dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2

UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Lezione 14 LE APERTURE A LIVELLO 2 UN NUOVO ASSETTO DELLE APERTURE A LIVELLO 2 Tutto parte da una considerazione statistica: 4 aperture (da a ) per descrivere mani di 21+ Punti rappresenta uno spreco in

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Pagina 1 di 5 Giovedì, 8 Maggio 2008 Notizie Web Politica NOTIZIE Cronaca Economia Esteri Politica Scienze e Tech Spettacoli Sport Top New MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Presentata

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME

II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME DI SILVIO TRAVERSA \ Il potere di messaggio del Presidente della Repubblica è esplicitamente previsto da due disposizioni costituzionali: la prima, che

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli