edizione elettronica riservata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "edizione elettronica riservata"

Transcript

1

2

3 Il titolo di questo libro e i colori di copertina volutamente richiamano quelli del libro+cd Nicola Arigliano. My name is Pasquale Biografia per interviste di Ernesto De Pascale e Michele Manzotti con la discografia di Luciano Ceri (Stampa Alternativa, 2003) Le trascrizioni delle interviste contenute tra i #Tribute di questo libro sono tratte da uno speciale radiofonico andato in onda su Controradio Firenze il 12 febbraio 2012 nel primo anniversario della scomparsa di Ernesto De Pascale My name is Ernesto di Antonella De Pascale con Antonello Anzani ISBN Piazza Risorgimento Arezzo telefono segreteria telefonica ufficio stampa: Silvia Tessitore progetto grafico: serafina si ringrazia per la collaborazione: CyPlanet srl Stampa: Digital Team Fano (PU) Finito di stampare nel mese di luglio 2014

4 MY 2014 NAME Editrice IS ERNESTO ZONA edizione NO GURU, elettronica NO METHOD, NO TEACHER riservata da un idea di Antonella De Pascale una storia a più voci di Antonello Anzani e priva della numerazione di pagina ZONA

5 INDICE E come Essenza, di Antonella De Pascale MY NAME IS ERNESTO una storia a più voci di Antonello Anzani 3 13 Capitolo 1. Matteo Tom Waits Foreign Affairs, Editrice Ernesto De PascaleZONA 16 edizione #Tribute. Quel che pochi elettronica sanno riservata Antonella De Pascale #Tribute. Ernesto e io Antonello Anzani 25 Capitolo 2. Ernesto 28 #Tribute. qualsiasi Da un intervista radiofonica riproduzione a Bernardo Lanzetti 31 #Tribute. Un privilegio conoscerti Dorothea Bruno 32 #Tribute. Attraversarsi a vicenda David Matrisciano 33 Capitolo 3. Caffè Giurovich Ashley Hutching, di Michele Manzotti #Tribute. Hai fissato da Bob? Michele Manzotti 36 40

6 #Tribute. Con sicura maestria Luigi Viva Non per un dio ma nemmeno per gioco, di Ernesto De Pascale Capitolo 4. Blues italiano #Tribute. Deep 2014 into your eyes Editrice ZONA Dario Lombardo 50 #Tribute. Da un intervista radiofonica a Gegè Telesforo Capitolo 5. Controradio #Tribute. No guru, no È method, VIETATA no teacher Giulia Nuti 60 #Tribute. Da un intervista radiofonica ad Alessandro Bergonzoni 60 Capitolo 6. Verso il centro 62 #Tribute. Da un intervista radiofonica a Bruno Casini 72 #Tribute. La missione della radio Roberto Terzani MY NAME IS ERNESTO Una storia per immagini Capitolo 7. On air

7 #Tribute. Di là dal vetro Fabrizio Berti #Tribute. Da un intervista radiofonica a Enzo Gentile Capitolo 8. Giurovich again #Tribute. È 2014 andata in un altro Editrice modo ZONA Paolo Boschi 136 #Tribute. Un intervista mai trasmessa Massimo Altomare #Tribute. Sempre al mio fianco Ernesto Bassignano 137 Capitolo 9. Mandela Forum 138 #Tribute. Un colpo di genio da maestro Silvano Martini 144 #Tribute. Da un intervista radiofonica a Renzo senza Arbore autorizzazione 144 Capitolo 10. Tom Waits 146 #Tribute. Ernesto il performer Franco Godi #Tribute. Da un intervista radiofonica a Franco Godi #Tribute. La passione di Ernesto Massimo Ghiacci

8 Capitolo 11. In treno Grazie Ernesto, di Alberto Bobby Soul De Benedetti #Tribute. Rimpianti? Nessuno Pierluigi Tabasso #Tribute. Da un intervista radiofonica a Alberto Bobby Soul De Benedetti Capitolo 12. My name is 169 Nella notte 175 Ultimi messaggi in bottiglia Ode a Ernesto, di Franco Carratori Il Popolo del Blues

9 E COME ESSENZA di Antonella De Pascale A pochi mesi dalla morte di Ernesto, l ho sognato, viaggiava, era felice, si muoveva da un luogo all altro allegramente indaffarato con i suoi due telefoni e la scaletta degli impegni giornalieri scolpita nella mente. La sua vita era un viaggio, ogni arrivo determinava nuove partenze, anche se questo avveniva nella stessa giornata e nella stessa città dove aveva deciso di tornare a vivere e lavorare, Firenze. Spesso durante il giorno, io stessa lo rincorrevo da un luogo a un altro, magari semplicemente per un caffè, o per portargli un libro arrivato al nostro vecchio indirizzo, ma lui puntualmente mi rimandava l appuntamento di luogo e ora. In questo libro ho voluto raccontare una delle tante giornate di Ernesto in modo un po particolare. Ho fortemente voluto e perseguito la realizzazione di un lavoro che raccontasse mio fratello Ernesto nella sua essenza, e non che parlasse di lui e di tutto ciò che ha fatto nella vita. Probabilmente carente, non dettagliato e privo di quella grande miniera di conoscenza musicale che è stata la sua vita. Ma non di questo mi premeva raccontare, piuttosto del percorso umano di mio fratello, percorso che vado scoprendo ancora oggi, raggiunta da messaggi di gratitudine e di stima nei suoi confronti da parte di colleghi giornalisti, musicisti e di quei tanti che a lui riconoscono il merito di averli stimolati, indirizzati, convinti. Il mistero è che tanti di loro non hanno fatto in tempo neanche a incontrarlo. Questo lavoro è stata dunque l occasione, per me sorella, di esplorare un mondo sconosciuto, il mondo di mio fratello Ernesto De Pascale. Ho chiesto aiuto a un amico, una persona che, come tante altre, lo stimava e l ha seguito per ben ventisei anni nelle sue attività e progetti: Antonello Anzani, qui nel ruolo inconsueto di editor, Antonello, uno dei tanti incontri di Ernesto, Antonello con cui ho condiviso la fatica della costruzione e che ha saputo tessere il racconto per come io l ho immaginato. Leggero, diretto, a volte rude, ma tenero. Spero che ciò che abbiamo realizzato sia in grado di raccontare ciò che Ernesto era e non solo quello che faceva, di immergervi nel racconto affettuoso

10 e nei ricordi degli amici e di chi lo ha conosciuto. Le persone menzionate e le storie riportate sono autentiche, anche se esclusivamente per mia scelta e mia personale fantasia la vita di Ernesto è stata trasformata in un romanzo. Così, dalla penna di Antonello è nato il personaggio di Matteo L. che in una giornata di follia esplorerà la vita e racconterà il personaggio Ernesto. Ringrazio tutti per aver così generosamente contribuito a questo libro, fornendoci, attraverso interviste, scritti e quant altro, il materiale per raccontare questa storia. Abbiamo utilizzato tutto questo materiale plasmandolo e adattandolo alla forma e ai tempi della narrazione, cercando di non toccare quelle emozioni e quell affetto che tutti hanno riposto nelle loro parole: abbiamo rispettosamente adattato i loro ricordi. In alcuni casi ci siamo presi la libertà di far incontrare e comportare da amici persone che probabilmente non si sono mai viste nella realtà. Speriamo non ce ne vogliano, in fondo il loro mancato incontro è un puro dettaglio. Hanno tutti fatto parte della vita di Ernesto. Il nostro privilegio è stato raccogliere queste parole e farle camminare insieme, in questo libro che è il romanzo di Ernesto. Grazie a tutti da parte mia, da parte nostra. Dunque, qualsiasi buon viaggio. riproduzione

11 Dedico questo libro: a mio padre Andrea, che ci ha trasmesso valori etici, morali e di grande onestà intellettuale; a mio fratello Ernesto, che mi ha trasmesso l importanza della cultura come segno di unicità in qualsiasi ambito della vita io avessi voluto operare; a mia madre Costanza, creativa inespressa, che mi ha trasmesso gusto, eleganza e classe. Il coraggio è fatto di determinazione, di motivazione, di analisi obiettiva del mercato e/o del territorio, il coraggio è fatto di ascolto, poi di saper credere che il proprio sogno si possa realizzare. Ma il sogno deve avere contorni definiti, reali, deve tenere in considerazione tutto e tutto avere una cornice di realtà. In questi anni ho imparato il coraggio della verità, colui che dice la verità si assume sempre un grosso rischio e vive dentro di sé, spesso, un conflitto interno. Sono arrivata a realizzare il mio sogno: la biografia di mio fratello Ernesto, per come l ho immaginata sin dall inizio, ora è qui, nelle vostre mani. L intento che ci ha guidati in quest opera è quello di poter istituire due premi per giovani artisti emergenti del blues, dai 19 ai 25 anni, e dar loro la possibilità di incidere il primo CD.

12 My name is Ernesto una storia a più voci di Antonello Anzani Rimpianti? Nessuno. Nessun rimpianto perché poi scopri che una cosa bella vive anche da sola e questa sensazione più volte mi appare chiara. È come aver inciso un grande disco che adesso è di tutti. Ernesto De Pascale

13 CAPITOLO 1. MATTEO Il treno scivola sui binari, nessun rumore all interno. La metafora del viaggio ne risente nel suo aspetto più romantico. Il caratteristico rumore dei punti di giunzione, gli scarti laterali. Nulla, tutto calibrato e ottimizzato. In fondo si chiama Freccia Rossa: Red Arrow, non c è niente da fare, in inglese appare più romantico. Parla di avventure, di grandi spazi, di musica che esce dall anima. Red Arrow, Broken Arrow, Neil Young: mitico. Broken Arrow, quante località con questo nome, una si trova poco distante una città che già dal nome è musica: Tulsa, J. J. Cale. Quand è che li ho sentiti la prima volta? Me ne sono innamorato subito. Mi rivedo nella mia stanza da adolescente inquieto, in piena notte ad ascoltare quelle voci che mi raccontavano storie e mi svelavano un mondo magico. Che nostalgia, e non solo dei miei sedici anni. Era l epoca di Rai Stereonotte, una religione più che una trasmissione radio. Voci amiche e poi la voce amica più amica delle altre, un po Lupo Solitario, il Wolfman Jack di American Graffiti. Quella voce della notte aveva un nome: Ernesto De Pascale. Era il mondo analogico, niente Facebook, Twitter eccetera, le persone dovevi conoscerle sul serio, le foto le vedevi solo sul giornale. Tutto era più magico, più indefinito. Le storie che Ernesto (a forza di ascoltarlo finivi per pensare di essergli amico) raccontava con la sua caratteristica cadenza fiorentina ci tenevano inchiodati ai brani che proponeva. Poi niente più Sterenotte, poi finì tutto. Peccato. Lei si ferma a Firenze? mi chiede la signora seduta di fronte a me, siamo nei posti centrali della carrozza, ci sono i tavolini fra i sedili contrapposti, sul tavolino ho sparso: i miei giornali, un paio di riviste musicali, ovviamente, un libro, gli occhiali, lo smartphone, il tablet, insomma è come se pensassi di prenderci la residenza, in questo vagone. Sì... speriamo si accontenti, ho voglia di stare per conto mio, ma il treno a volte rende incontenibili. Cosa va a farci di bello: lavoro, turismo? avrei voglia di diventare scostante e volgare, ma poi cedo alla buona educazione e mi limito a rispondere.

14 Vado a un concerto, stasera, un grande artista americano rispondo con un sorriso forzato. È un appassionato di musica? No, è puro masochismo, verrebbe da rispondere, ma poi, al solito mi escono altre parole. La seguo fin da ragazzo, mi ci ha fatto appassionare un giornalista che seguivo molto alla radio dico facendo finta di credere che alla signora interessi qualcosa. È mai stato prima a Firenze? continua implacabile. No, è la prima volta, per questo ho deciso di arrivare molto prima del concerto, vorrei girare un po, e poi sa, quel giornalista che le dicevo vive a Firenze, mi piacerebbe riuscire a incontrarlo, farci due chiacchiere, sono più di vent anni che ci penso... quando ho visto che c era questo concerto, non so perché, ho collegato le due cose e ho deciso di provarci, al più mi manderà al diavolo. Ma non credo, da come ne parla sembra una persona dotata di grande personalità, magari gli fa piacere. Non crede? mi sorride come volesse consolarmi di quella che sa già essere un amara delusione. Le sue parole risuonano nelle mie orecchie come un non ci pensare proprio. Sono andato a scovare anche degli articoli suoi, su quest artista dico prendendo un giornale di qualche anno fa anzi se non le dispiace vorrei leggerlo facendo chiaramente intendere di non voler essere più disturbato. Prego, s immagini fa la signora tuffando il viso tra le pagine di un romanzo rosa, quelli che si comprano in stazione all inizio di un viaggio. Io prendo il giornale e m immergo nella lettura. TOM WAITS, FOREIGN AFFAIRS DI ERNESTO DE PASCALE Tom Waits, che a 35 anni si lamenta ancora dei propri dannati problemi con l alcool, ha la ferma convinzione che Los Angeles sia rimasta negli anni: Una bagnarola carica di rifiuti dell esercito della salvezza. Tutta la vita di Tom Waits non sembra altro che una collana di aneddoti uno dietro l altro, in fila; come perle.

15 Tom risiede ormai da lungo tempo al Tropicana Hotel in Sunset Boulevard dove una volta divideva le sue poche cose con la nota cantante losangelina Rickie Lee Jones. Ci siamo lasciati dice perché lei voleva la metà dei soldi che vincevo ai cavalli per sé!!. E nonostante il dramma d amore Waits ha composto per lei una delle sue più belle ballate: Burma-shave. Tom è un personaggio simpatico allo sguardo, con un pizzetto che lo fa sembrare un folletto e una coppola perennemente calata sugli occhi. Così racconta la sua gioventù: A 9 anni scimmiottavo sul pianoforte le smorfie di Ray Charles, a 15 mi ero già stancato del rock & roll e a 18 anni aspettavo davanti gli studi Universal qualcuno che 2014 avesse bisogno Editrice questa brutta ZONA faccia per comparsa. Mi ricordo che una volta Francis Ford Coppola mi guardò a edizione lungo e se andò, elettronica eppure non ero ancora nessuno. riservata Chissà, avessimo fatta amicizia forse non sarei mai neanche diventato un musicista, perché la musica è solo una parte di tante sensazioni che vivo di seguito. Continua a ruota libera Tom Waits: Al liceo mi piacevano le ragazzine secchine È o VIETATA slavate che ti fanno fare delle figure poco piacevoli. Poi, quando cominciai a frequentare i locali notturni i qualsiasi miei gusti spostarono riproduzione verso un tipo di donna più abbondante e compiacente. L importante e questo lo scoprii presto o e da condivisione solo era non tornare a casa in di solitudine, perché il blues, file la tristezza cioè, è sempre dietro l angolo. Le canzoni di Tom sono, non solo piene di immagini reali, ma di personaggi che forse oggi lo stanno ancora maledicendo, come ad esempio la Muriel che lo sorreggeva nei momenti duri: Muriel ora te ne sei andata ma ti aspetterò al solito bar... (da Foreign Affairs). Sono orgoglioso di poter affermare che Hollywood non è Los Angeles e che se la popolazione sta lentamente diminuendo, è perché non vi sono personaggi all altezza di quelli di una volta, che la possono popolare. Un affermazione che racchiude tanta tristezza. Così continua Tom, specificando quanto sopra accennato: Rickie Lee Jones è stata una delle ultime poche grandi donne in circolazione. Abbiamo avuti molti problemi insieme, alcuni li abbiamo superati altri sono

16 stati talmente insormontabili che non abbiamo potuto fare a meno di litigare fino a separarci. Adesso lei sta con un altro, un giovincello, un ricco sfondato. Ecco quali sono i giovani di Hollywood, rammolliti che non valgono un centesimo bucato. Una volta Tom Waits, stanco delle mille domande di un intervistatore particolarmente noioso così lo liquidò, rimandandolo alla redazione del «Los Angeles Times»: Vai in giro a dire a tutte le belle donne, che Tom Waits le aspetta tutte le sere al temine del suo spettacolo. Per loro non ho mai sonno. E se dovessi essere andato via, dici loro che mi aspettino dinanzi l entrata dell hotel Tropicana. Il portiere le lascerà entrare senza fare storie. Tom Waits è veramente un personaggio da film, uno di quelli che 2014 non molla e vive Editrice una leggenda, la sua ZONA leggenda, attimo dopo attimo, rendendola sempre più affascinante e reale. 1 Grande! Mi sembra di sentirne la voce, mentre leggo. Mi guardo intorno, vorrei condividere questo momento ma vedo solo volti di persone assorte nei propri pensieri. La signora di fronte a me è ancora intenta alla lettura. Guardo fuori mentre la voce dal nulla annuncia il prossimo arrivo nella stazione di Firenze Santa Maria Novella. Metallica, fredda impersonale, la voce dal nulla mi riporta alla realtà. Mi alzo, prendo la borsa dal portabagagli (sono sempre più stretti, questi portabagagli!), ripongo le mie masserizie e mi avvicino al portello della carrozza. Confesso, sono un po emozionato. Per il concerto tanto atteso o per la decisione di incontrare De Pascale? Una bella lotta. Sceso dal treno mi avvio verso uno dei bar della stazione, ho bisogno di un caffè. Mi accoglie una musica familiare e una voce ancor più familiare parla del concerto di stasera. Chissà perché quando ascoltiamo la radio abbiamo sempre la sensazione che chi parla si rivolga direttamente solo a noi. La voce la conosco bene, anche se sono anni che non la sento più tanto spesso, ma non c è dubbio chi parla è Ernesto De Pascale, ne sono certo! 1. Tratto da un appunto di Ernesto De Pascale per una possibile trasmissione su Tom Waits, forse andata in onda. I brani di Tom Waits richiamati in scaletta sono: Burma-shave (in Foreign Affairs); Ol 55 (in Closing Time); Fumblin with the blues (in Heart of Saturday Night); Opening montage (colonna sonora di Un sogno lungo un giorno - One from the heart); Jersey girl (in Heartattack and vine).

17 Non poteva non essere coinvolto! Un momento, di che radio si tratta? Magari loro sanno come rintracciarlo. Scusi come si chiama la radio che stiamo ascoltando? mi rivolgo alla cassiera. Controradio mi risponde svogliata. Un caffè mi affretto a dire, magari vedendo che consumo non mi manda maledizioni. Vado verso il banco e benedicendo la tecnologia prendo lo smartphone, sì il segnale c è. Una veloce ricerca e mi appare il link al sito di Controradio, clicco su contatti, ecco l indirizzo e i numeri di telefono, un fantastico copia incolla e lo trasferisco nelle note. Bevo il caffè. Uscendo dal bar digito il numero trovato e aspetto con la pancia in subbuglio. Sento una 2014 voce: Editrice ZONA Pronto, Controradio ecco, mo che dico? Buongiorno, mi scusi. Avrei bisogno di un informazione sindrome PaoloVillaggio, secchezza delle fauci. Mi dica pure la voce è cortese. Mi chiamo Matteo L., potrei parlare con Ernesto De Pascale? lo dico tutto d un fiato prima che mi penta. Mi dispiace ecco ora so di essere veramente a Firenze, la cadenza è inequivocabile Ernesto non c è. Sa come potrei fare per rintracciarlo? Avrei bisogno di parlagli il tono della mia voce deve trasmettere l ansia di una situazione di vita o di morte, perché mi sento rispondere: Non saprei che dirle, ma aspetti, le passo Fabrizio che le saprà dare delle indicazioni senz altro. Vorrei darle un bacio. Pronto una voce maschile interrompe i miei pensieri, deve essere Fabrizio. Pronto mi chiamo Matteo L., avrei bisogno di incontrare Ernesto mi preparo alla trafila di domande: perché, percome eccetera. Guarda, io lo vedo sicuramente più tardi perché facciamo la trasmissione insieme mi fa lui di getto. Il Popolo del Blues! dico istintivamente, sono preparato. Esatto, la conosci? mi chiede Fabrizio. L ho sentita qualche volta in podcast o in streaming, non vivo a Firenze dico quasi vergognoso. Sei un musicista? mi fa lui incuriosito.

18 Un appassionato, seguo Ernesto dai tempi di Stereonotte il tremore sta passando, mi sento più tranquillo e sicuro sono a Firenze per Tom Waits e ho pensato di fare un saluto a Ernesto facendo intendere una conoscenza che non c è. Guarda, se vuoi mi fa puoi vedere al Caffè Giurovich, in pratica è il suo ufficio, ti conviene farci una scappata così magari lo incontri e mangi anche qualcosa di buono. Puoi darmi l indirizzo? o come si fa ad arrivarci dalla stazione? chiedo speranzoso, ormai sono lanciatissimo come un novello Indiana Jones. L indirizzo pausa, sta probabilmente cercando viale don Minzoni, poi il Caffè lo vedi... Come andarci ti conviene chiedere lì vicino. edizione Ciao, ciao e si interrompe elettronica la comunicazione. riservata Grazie, sei stato gentilissimo, grazie di nuovo, ciao come fargli capire che emozione mi ha dato? Mi guardo intorno, vedo un vigile, provo a chiedere. Mi indica una fermata d autobus, devo prendere il numero 1, poi scendere e fare un pezzo a piedi. Mi dà indicazioni precise, anche su come procurarmi il biglietto. Poi il caos. Ecco la parola giusta per descrivere Firenze in quell aria fresca di primo mattino. Invasa da turisti sciamanti che per le vie del centro la riempiono di parole e risate, scattando foto quasi a ogni singola pietra. Intorno a me tutti hanno fretta, o almeno così sembra, sono come un fiume in piena che travolge ciò che incontra. Eccomi alla fermata dell autobus. Come si chiama questa piazza? Voglio fissare tutti i particolari di quest avventura. Eccola lì, la targa: Largo Alinari, la grande dinastia di fotografi, dovrei farci un salto, magari un altra volta. Finalmente arriva il bus, sono a bordo. Quando vado in una città nuova, che non ho mai visto, mi piace mescolarmi con la gente del luogo e il posto più intimo è proprio l autobus. A volte fin troppo intimo, e allora preferisco andare a piedi. Conto le fermate e domando ai vicini, per scendere nel posto giusto. Mi accorgo che sto muovendomi, per così dire, all antica: chiedo alle persone, eppure ho due navigatori in borsa. Però così è più piacevole. Piazza della Libertà, ci sono. I motori accesi riempiono l aria di un cupo rimbombo, marmitte roventi rigurgitano gas quando le vetture aspettano ferme ai semafori, pronte al balzo per riprendere la corsa. Devo andare di là, sì. Ed eccomi in viale don Minzoni. Laggiù, l insegna del Caffè Giurovich.

19 DA UN INTERVISTA RADIOFONICA A BERNARDO LANZETTI [musicista e cantautore] #TRIBUTE Bernardo, cominciamo dal tuo ricordo di Ernesto, da come vi siete conosciuti? Allora, guarda, mi è stato dato il contatto da Gigi Cavalli Cocchi, che è mio collega, sia prima coi Mangala Vallis e attualmente con i C.C.L.R. Io avevo elaborato due lavori particolari, uno era un CD di blues e l altro un tributo a Bob Dylan, e mi è stato consigliato per la serietà e per la competenza. Effettivamente, io ricordo la volta che ci siamo incontrati, c eri anche tu la prima volta che ci siamo visti. E, niente, diciamo, quasi subito mi sono accorto che era una persona preparatissima, ma nel tempo che poi è seguito ha continuato a sorprendermi e devo dire che è la persona più rock che io abbia mai conosciuto, cioè nel senso di rock come cultura. Ha approfondito tutti gli aspetti, mentre di solito la gente si ferma alla copertina del disco, a ascoltare la canzone. Lui è sempre andato più in profondità a vedere cosa c era dietro le quinte. E un giorno gli ho detto come fai a essere così?, mi dice ho studiato (ride. N.D.S). E quindi è stato veramente, veramente forte da questo punto di vista. E poi abbiamo avuto modo di lavorare insieme, lui sempre presente. Lo cerchi e se non può risponderti, poi ti richiama. Diciamo, nell ambiente era senz altro una figura singolare e unica. L ambiente, diciamo, della musica, dei promotori legati alla musica, è piuttosto improvvisato e piuttosto amatoriale in fondo, anche se, magari, ci sono dei soldi implicati e, invece, lui aveva una serietà e una nobiltà, rispetto all arte, che dalla musica che lui andava a trattare io ne ho avuto benefici enormi. Devo dire che sono stato parecchio male, un paio di mesi, dopo la sua scomparsa e ho fatto fatica a riprendermi, perché per la prima volta avevo trovato veramente un fratello di sangue, per quanto riguarda gli aspetti, diciamo, di una cultura, se vogliamo dire, del 900 traghettata nel nuovo millennio. E, diciamo, questa collaborazione poi anche dal punto di vista produttivo si è trasformata in una collaborazione fruttuosa.

20 Non solo, ma, secondo me, lui continua a collaborare con me, pur non essendo qua, diciamo, su questo pianeta, perché è incredibile che nell ultimo anno io abbia avuto modo di percorrere una strada sempre in discesa e quindi io, dentro al mio cuore, gli sarò sempre grato. Ogni volta che mi succede qualcosa, una telefonata improvvisa da Londra, un articolo così entusiasta sul mio lavoro, penso sempre che sia stato un qualcosa preparato da Ernesto. Grazie mille, Bernardo. Oh, perbacco, potrei dirne ancora tante, però, devo dire, vorrei chiudere dicendo che mi manca tantissimo. UN PRIVILEGIO CONOSCERTI Dorothea Bruno [insegnante] #TRIBUTE La mattina del 13 febbraio 2011 ero nel mio studio davanti al computer con il cellulare pronto per chiamare una certa persona. Un amico. Il mio amico Ernesto De Pascale. Era il suo compleanno. Anche l anno prima lo avevo chiamato. Ero stata la seconda, non me ne voglia l autrice di questa meravigliosa storia, a fargli gli auguri. Sua madre soltanto era arrivata prima di me! Che onore, pensai e che piacere. Ma il piacere di fare gli auguri a un amico è normale. Era sempre un piacere parlare con Ernesto. In quei pochi minuti ci si raccontavano le nostre cose, stringevamo le nostre vite in poche frasi, stando attenti a dirsi il più possibile, io sempre con la paura di rubargli il tempo. Lui, invece, incuriosito come sempre, mi chiedeva cosa facevo e io raccontavo, gli spiegavo. Non era facile perché temevo il suo commento e il suo giudizio. Ma poi sentivo il sorriso nelle sue parole. Come quando gli chiedevo se sapesse niente di una notizia che per me era un anteprima. E lui sorrideva sornione. Sapeva già tutto. E vedendo la mia piccola delusione sorrideva ancora di più e si continuava a parlare. Indagava sulla mia attività, mi faceva domande. E io imparavo. Ho imparato molto da Ernesto De Pascale. Prima di tutto il rispetto che ci è dovuto come esseri umani e che dobbiamo a nostra volta nella professione di ufficio stampa o di operatore nell organizzazione degli eventi. Il rigore nelle cose del lavoro come della vita. Il tempo è importante

21 e non va sprecato. La precisione nel delineare un concetto. Trovavo, quello che mi diceva, sempre giusto e io ne facevo un mio intimo modello di riferimento. Quando lavoravo con lui, Bruno Casini, autore insieme a lui del libro, e Michele Manzotti, alla stesura del secondo volume di Anni di Musica, lo temevo. Avevo capito che detestava l approssimazione, il pressapochismo di chi si accontenta. Per esempio, Ernesto detestava i puntini di sospensione che io amavo usare spesso. E ci sto molto attenta a non usarne più. Aveva ragione. I puntini di sospensione denotano mancanza di autorevolezza di chi scrive e sono irrispettosi nei confronti di chi legge. Mi piace come lavori. Ho visto quello che fai e mi piace, mi aveva detto dopo una delle riunioni in via Niccolini con tutto lo staff del libro. Una delle poche persone che mi abbiano apprezzato in tutta la mia vita. Diventammo amici. La mattina del 13 febbraio ero sulla sua pagina Facebook con il suo numero, pronta a chiamarlo. Leggendo gli auguri che ormai dalla mezzanotte arrivano dagli amici me ne colpì uno, quello di un amico e collega comune, Stefano, che diceva così: Un privilegio conoscerti. Ciao Ernesto. Che strano, perché scrivere questo, pensai e guardai gli altri messaggi. Il cellulare era pronto con il suo numero. A poco a poco tutto fu chiaro. Google confermò quello che non avrei proprio mai voluto sapere. Era successo nella notte del suo compleanno. Il mio amico Ernesto non mi avrebbe risposto più. Ma c è sempre nelle cose che faccio, nel lavoro e nella vita. Nelle relazioni con gli uomini che sono sempre più difficili. Ernesto resta una voce che mi mette in guardia. E un punto di riferimento. Anche adesso mi sembra che da dietro la spalla destra legga quello che scrivo. Spero gli piaccia. Grazie Ernesto, un vero privilegio conoscerti. ATTRAVERSARSI A VICENDA David Matrisciano [musicista] # TRIBUTE Ci siamo attraversati a vicenda, come del resto accade tra anime vaganti. Qualche briciola del suo sorriso sornione e il suo elevato rigore tecnico e artistico hanno formato un mix di elettriche pulsioni, scatenando la mia profonda stima nei suoi riguardi.

22 Tu, dallo sguardo tenero e placcato di severità, mi hai sottratto ad attimi di vacua banalità per dirigermi verso lidi fascinosi fatti di musica allo stato puro, la stessa musica che t ha forgiato e t ha reso più forte. Ernesto, ti sono riconoscente per l humus che mi hai generosamente donato, e su cui ho piantato lacrime felici (con te tra i protagonisti). Avrei voluto conoscere meglio te, ma ho finito per accontentarmi della tua essenza.

23 NO GURU, NO METHOD, NO TEACHER Giulia Nuti [musicista, giornalista] # TRIBUTE Con Ernesto accanto, e grazie a Ernesto, per la prima volta mi sono seduta dietro il microfono di una radio, ho ascoltato un disco per recensirlo, ho intervistato qualcuno. Mi ha coinvolto in tutto e per tutto in quella sua avventura e marchio che era ed è Il Popolo del Blues, che tutt oggi vive attraverso il sito internet il programma radio su Controradio che va in onda il sabato sera dalle alle e la domenica pomeriggio alle alle 17.30, e tutte le diver- se attività che coinvolgono le persone che gli erano più vicine. Verrebbe da definirlo maestro per tutte le cose che mi ha insegnato, dal punto di vista pratico e umano. La definizione, tuttavia, non gli sarebbe piaciuta per niente. Non voleva essere maestro di nessuno. Anzi, si affrettava a correggere chiunque lo apostrofasse, seppur scherzosamente, in tal modo. Molti sono coloro che ricordano Ernesto ancora oggi per ciò che da lui hanno appreso, eppure il suo motto in materia, preso in prestito da Van Morrison e che aveva scelto di riportare anche all interno del libretto del suo primo album solista, Morning Manic Music, parlava molto chiaro: no guru, no method, no teacher. DA UN INTERVISTA RADIOFONICA AD ALESSANDRO BERGONZONI [comico, scrittore, autore e attore di teatro] # TRIBUTE Siamo qui per Ernesto De Pascale Blues Revue in compagnia di Alessandro Bergonzoni, celebre attore italiano e caro amico di Ernesto, con il quale ha condiviso numerose esperienze comuni, tra cui ricordo un divertentissimo cortometraggio, se non sbaglio. Buonasera Alessandro. Ciao, buonasera. Certo, sì, un corto che è andato al Festival Torino Giovani e si chiamava Chi ha ucciso il maiale?, un operazione pionieristica, che comunque ci ha dato la possibilità di pensare insieme a un momento cinematografico, e che sarà, diciamo così, il piccolo piedistallo per un film futuro che farò nel 2013.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora

La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora Gli anziani in realtà vengono considerati i soggetti più esposti al rischio della solitudine; sia perché

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio!

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio! Piermario Lucchini L importante è che sia... sveglio! Libri Este 2009 Edizioni E.S.T.E. S.r.l Via A. Vassallo, 31 20125 Milano www.este.it info@este.it Prima edizione: novembre 2009 Copertina di Laura

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

BIANCOENERO EDIZIONI

BIANCOENERO EDIZIONI RACCONTAMI BIANCOENERO EDIZIONI Titolo originale: The Strange Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde, 1886 Ringraziamo Giulio Scarpati che ha prestato la sua voce per questo progetto. Consulenza scientifica al

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli