BLEEDING ROME. una campagna in Vampire: the Masquerade. Ideato, narrato e scritto da maulkavian. Giocato da Luke, Scar e Bebbe.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BLEEDING ROME. una campagna in Vampire: the Masquerade. Ideato, narrato e scritto da maulkavian. Giocato da Luke, Scar e Bebbe."

Transcript

1 BLEEDING ROME una campagna in Vampire: the Masquerade. Ideato, narrato e scritto da maulkavian. Giocato da Luke, Scar e Bebbe. 1

2 BLEEDING ROME una storia in Vampire: the Masquerade Ideata, narrata e trascritta da: maulkavian. Giocatori: Scar, Luke e Bebbe. 2 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 3

3 Scena 0 Background Questa storia guarda a una minuscola particella dell immenso mondo vampirico, in una piccola Italia, con un piccolo popolo, in una relativamente piccola città, e una gigantesca cultura dello scambio di favori. Questa cultura è invisibile agli effimeri occhi mortali, che la sentono solo come un brutta abitudine difficile da levarsi, ma una coscienza immortale sa guardare astraendosi dal tempo, e tutti i Fratelli della setta Camarilla riconoscono in quel piccolo Paese una sorta di elìte vampirica. La città più caratteristica, tra le due uniche degne di nota, è Roma: terra madre di Cainiti astuti, evolutisi in una dialettica politica sotterranea d una raffinatezza degna delle civiltà più antiche, dove il potere non si misura in Discipline, ma in nepotizzazione: una singola rotella della macchina con un personale ecosistema di potenze. I dati sono noti al Mondo di Tenebra, 1 vampiro ogni mortali, queste sono le regole approvate da tutti gli abitanti della notte per far si che ci sia sempre cibo per tutti. Ciò porterebbe nella città di Roma e province un totale di un centinaio di Cainiti, ma se la città seguisse il trend mondiale si troverebbe in sovrappopolazione, arrivando contenere fino a creature notturne. Nonostante le premesse, Roma, nella sua totalità provinciale, ospita al momento circa 75 Cainiti. Questo vantaggio lo si deve alle immense capacità degli antichi Fratelli che torchiano e distruggono le ultime generazioni. Questi Anziani, come si addice a una classe politica morente, temono la gioventù sempre più incomprensibile, armata, tecnologica. Esseri che un tempo, da Roma, distrussero l antica civiltà di Cartagine, ora vedono vampiri Neonati dal sangue Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 5

4 annacquato in grado di sgretolare interi imperi virtuali. Non è tanto il potenziale aggressivo a spaventare questi Anziani, ma il problema di non comprendere un impero che esiste in potenza ma non si è ancora realizzato (dal dizionario Garzanti ndm). Quindi a governare la città e a farne le leggi è questa casta di esseri plurisecolari, esperti nella propria sopravvivenza tanto da offrire ai cittadini romani più cibo che in altre zone del mondo, sovrappopolate come sono di sanguisughe nottambule alte un metro e settanta. Il controllo degli Anziani è tale da negare l accesso alla capitale a qualsiasi vampiro che non vi sia stato introdotto da un anfitrione, nonostante la quinta Tradizione. Roma, vista dai vampiri di fuori, è diventata una piccola zona esclusiva, dov è permesso vivere solo ai potenti e alle loro progenie. Vista da dentro la storia è diversa. Potrebbe sembrare un vantaggio questa forte egemonia, se non si considerasse il fatto che la vita, o meglio la non-vita, di un Anziano medio tenda all infinito. Questi esseri sono fondamentalmente statici, addirittura la loro Jyhad è lenta e mai squilibrata, tendono quindi a mantenere uno status quo in una società che, di riflesso al mondo mortale, cresce a velocità vertiginose. I giovani succhiasangue invece non si sentono parte dell invidiata elìte, non vedono le leve del potere, non si sentono liberi, e passano le loro notti nella paura di dar noia a un potente. L ultima generazione romana è la dodicesima da Caino, il primo leggendario vampiro, nel resto del mondo si accetta anche la tredicesima, ma a Roma no, si rimane fedeli ai dettami medioevali. Oltre a questo blocco generazionale di difficile comprensione per i Neonati, sembra esserci pure una selezione naturale che lo stesso Darwin definirebbe coercitiva. La mortalità tra Infanti è alta, tra Neonati ancor di più. Questo forse perché gli Infanti, essendo ancora sotto la responsabilità del proprio Sire tendono a rigare dritto o a essere comunque più seguiti, quando invece i Neonati, avendo da poco reciso il cordone ombelicale, non godono più di protezioni speciali. Questa è una prima panoramica delle notti dell antica città, dal passato così brillante che ha vissuto del proprio riflesso fino a dimenticarne l origine. La storia, che si sviluppa in questa antica città, inizia una notte estiva di fine agosto. Mese brutto per i Cainiti che vedono la loro giornata decurtata addirittura di 7 ore. L agosto Cainita equivale a un inverno mortale. Roy Batty, inglese di nascita trapiantato a Roma nei primi anni della sua vita, ha incontrato la morte 45 anni fa, all età di 23, quando si trovava ad affrontare ancora gli esami del primo anno di medicina. I Tremere pianificano bene i loro Abbracci, e nessuno all interno del Clan si spiega come sia stato possibile un simile errore di calcolo. In tutta la città non esiste un Tremere più svogliato di Roy quando si parla di riunioni di Clan, rifiuta i progetti di gruppo e lavora esclusivamente per se stesso. Probabilmente è stato preso nella famiglia per la sua indole adatta allo sperimentare soluzioni, al ricercare, ma sicuramente in pochi hanno notato questa sua qualità, che si impegna a tenere molto ben nascosta. Per via della sua condotta è stato spostato nella Cappella secondaria di Roma, nelle Terme di Domitilla, assieme al suo Sire nominato Reggente della Cappella stessa e al suo fratello di Clan. Non gode quindi di grande rispetto nemmeno da Tiberio - il Sire - costantemente in tensione per i problemi causati dal suo Infante. 6 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 7

5 Ma in quella particolare notte l Anziano vampiro entra nel laboratorio di Roy senza la solita aria severa, bensì riluttante allo scontro, ordinando a Roy di prepararsi per andare in centro, all Elysium. L Infante che conosce il vocabolario del suo Sire intuisce un primo segno di sventura: di norma le frasi di Tiberio iniziavano con un No e terminavano con un devi da qualche parte. Questo invito, seppur brusco, prende di sorpresa il nostro Tremere che segue quindi il proprio Reggente senza proferir parola. Ben più lontano dal centro, il secondo e ultimo personaggio si sveglia nel suo appartamento alla Borghesiana. Mario: Gangrel dal lignaggio contestato, gli piacciono poco le creature senzienti e il sentimento è spesso ricambiato. Cainita da 30 anni, è stato Abbracciato quando ne aveva 28 ed era ancora l aiutante del meccanico di Lunghezza, in un altra periferia romana. Il suo Sire non lo conosce, è stato Abbracciato a Roma e abbandonato, è cresciuto sotto la protezione di Benito, il Vice Sceriffo della città, che però si è sbrigato a concedergli l indipendenza che si deve a un Neonato dopo soli 15 anni. La sua situazione non è invidiabile a Roma, un vampiro mal visto dal suo stesso Clan per oscuri motivi, che si ritrova nel giro di poco privo di copertura politica deve saper fare le scelte giuste, e la sua prima è stata quella di cercarsi rifugio in un sobborgo dimenticato da Dio, e dal resto dei vampiri. La stessa notte in cui Roy riceve la sorpresa dal suo Sire, Mario riceve una visita in casa, un altro Gangrel incaricato da Benito di portarlo all Elysium per fare un favore al suo mentore. Le discussioni tra Gangrel sono tipiche, sono di quel tipo che non finiscono poiché manca spesso un inizio. Mario prova a capire qualcosa di questa chiamata senza preavviso, ma alle prime domande evase capisce che sarà l attesa a dargli le adeguate risposte, si mette quindi comodo come può nel pandino dipinto in mimetica del Fratello Gangrel e si lascia condurre fino all Elysium di Roma: il Colosseo. Scena 1 L Elysium L Elysium, come tutti i Cainiti sanno, è la zona franca per il Mondo di Tenebra in ogni grande città, il luogo dove non è ammessa violenza, armi e uso di Discipline. È il luogo dove i potenti parassiti amano tessere i loro intrighi e ogni città cura il proprio Elysium come la bacheca della propria collezione. Roma, per rispettare la sua esclusività, ha il suo Elysium nel Colosseo che, chiuso al pubblico per tutta la notte, è considerato tra i più maestosi ritrovi vampirici al mondo. Il suo Custode è Barabba dei Ravnos, l Anziano che garantisce la propria fedeltà alla Camarilla in cambio della protezione per i suoi quattro Fratelli romani. Ha fatto in modo di riportare il Colosseo al suo antico splendore, ricostruendo il pavimento, quindi i cunicoli sotterranei dove solo con il permesso è possibile accedere, e l arena superiore con gli spalti dove avvengono le riunioni cittadine. Pur essendo il pavimento dell arena calpestabile, nessuno è ancora riuscito a spiegarsi come mai di giorno il Colosseo torni a essere lo stesso scheletro che tutti i libri di storia conoscono. Roy e Mario si incontrano all ingresso, il Tremere accompagnato dal Sire e l altro da solo come gli piace essere, si conoscono solo di vista, non si piacciono ma si rispettano per il solo fatto che nessuno dei due ha mai fatto del male all altro. Roy, nonostante i suoi 68 anni d esperienza vissuta, appare come un maturo ragazzo di 23, in t-shirt e pataloni corti color kaki muniti di tasche 8 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 9

6 laterali, volto emaciato e palpebra perennemente socchiusa. Mario è vestito con la sua mimetica da officina, anfibi, pantaloni lunghi, grigi, pieni di tasche e canotta in tinta, il tutto maculato da svariate chiazze d olio e grasso di motore. Occhi spalancati sempre vigili, capelli rasati e ossatura fine. Due soggetti estremamente diversi per carattere, ma con un comune nemico chiamato società. Tiberio, il Reggente Tremere, parla al centurione romano, il ghoul di guardia all ingresso del Colosseo, garantendo l ingresso ai due giovani vampiri per i piani bassi. Ad attenderli, dice, ci sarà Gastone lo Sceriffo; dopodiché augura l in bocca al lupo a Roy e se ne va per un altra strada. Questi entrano svogliati, Mario prova subito a chiamare il Vice Sceriffo suo mentore per chiedere spiegazioni della sua assenza, lo trova al cellulare ma risponde trafelato, gli garantisce la regolarità della situazione, gli augura buona fortuna anche lui e chiude la conversazione frettolosamente. Senza parlarsi entrano nei corridoi del potere trovando subito Gastone in fondo alla via, impegnato in un animata discussione con altri tre giovani Cainiti. Questi si lamentano con toni adirati contro l imponente figura dello Sceriffo, 120 kg di saggezza romana, distribuiti su un corpo cinquantenne senza un filo di grasso. La stazza e la carica di Gastone gli permettono di rado di parlare con dei Neonati arrabbiati, ma questi sembrano contestare un compito affidatogli così difficile da essere al limite del suicida, tanto da aver perso un Fratello della Coterie e mancato il bersaglio. L imponente vampiro chiude bruscamente la conversazione intimando al branco di tenersi reperibile entro la notte successiva, dopo di che con uno sguardo invita Roy e Mario nella stanza in cui sparisce. Questi vanno incontro al proprio destino, incrociando per il corridoio la Coterie di Brujah che li ignora per la rabbia. All interno della stanza si trovano catapultati in un altro mondo: dai corridoi dell anno 0 passano a una stanza d ufficio scarna, con una scrivania sgombra dietro la quale Gastone staziona sulla poltrona, e una sola sedia dall altra parte che Mario occupa subito essendo il primo a entrare. Buona sera ragazzi inizia lo Sceriffo il Principe ha bisogno di un piccolo favore da parte vostra Il Principe pensa Roy solita scusa per avere un favore senza darci il diritto di richiederlo Io dovevo vedermi con Benito, dov è ora? lamenta Mario. Il Vice Sceriffo è impegnato in altri compiti adesso, spero vi fidiate di me abbastanza da ascoltarmi... La speranza del potente Cainita romano suonava più come una minaccia. Ottenuto nuovamente il silenzio ritorna a parlare:.. un amico di Giancarlo, il Primogenito Ventrue nonché prediletto di Imperium il Principe, dev essere scortato per stanotte fino a che non se ne andrà dalla città. Bisogna quindi portarlo a spasso, assecondarlo, farlo divertire e assicurarlo sul suo treno, vi sembra un favore impossibile da fare al Principe? No... no di certo rispondono in coro Se non volete posso sempre dirgli che avevate di meglio da fare... No no continuano vogliamo farlo. Gastone decreta Bene, allora incontrerete il vostro soggetto a Trastevere nel nostro locale dei rum, si chiama André e non conosco altro di lui, lo riconoscerete per via della classica rosa nel taschino, avete domande? Mentre Mario sta per aprir bocca, lo Sceriffo lo zittisce alzandosi di scatto dalla sedia, si aggiusta il colletto della camicia bianca perfetta sotto il suo gilet e saluta i giovani vampiri rimasti a bocca asciutta di informazioni. Sparisce dietro la porta lasciandoli soli per pochi secondi, poi ritorna facendo capolino per aggiungere: 10 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 11

7 Ah, dimenticavo, potrebbe esserci qualche altra guida a doverlo portare a spasso, cose che capitano con un organizzazione troppo lottizzata, se la incontrate non è da temere, buona notte! e scompare nuovamente. Mario rimane qualche secondo fermo a cercare di capire dove si trovi la truffa, Roy invece, ben più preparato al mondo occulto, avverte qualcosa che non va, come se avesse per un attimo avvertito l uso della Disciplina di Oscurazione, il potere vampirico che permette di svanire dall occhio della mente. Si guardano a vicenda, non dicono nulla ed escono dall Elysium pensosi. Mario rompe il silenzio chiedendo dove Roy abbia parcheggiato e subito il Tremere propone di andare con i mezzi. Il suo rustico amico non condivide la scelta: perché andare fino a Trastevere per un compito affidatogli dallo Sceriffo con un mezzo talmente limitato se si ha una macchina a disposizione? No, sai... le ztl, il traffico, il parcheggio, sai com è Roma, è sempre un problema da girare in auto... tenta di scusarsi Roy che riceve la pronta risposta: Si, e l amichetto del Principe lo mandiamo in giro sui potenti mezzi estivi dell Atac! Va bene, va bene... seguimi Arrivano alla Fiat Bravo color blu notte di Roy, entrano e Mario nota subito il Telepass, il pass per le Ztl, un taccuino dei vigili urbani ben esposto sul cruscotto e tutta una serie di dettagli che dimostrano un esperienza di guida ben preparata in città. Stregone spilorcio, è il pensiero di Mario mentre Roy, senza nemmeno disturbarsi a coprire il suo arsenale da guidatore, mette in moto l auto e parte verso la meta a loro assegnata. Scena 2 Roma by night Roy arriva velocemente in Piazza Trilussa, lì il traffico è sempre presente a mezzanotte, ma non è nel periodo peggiore dell anno. Parcheggia sotto al semaforo sulle strisce pedonali, appena prima del ponte sul Tevere. Dall altra parte della strada la piazzetta ospita, oltre al solito gregge di passanti, due volanti della polizia intente a mantenere l ordine pubblico del ricco quartiere romano. I due scendono dall auto, l aria è calda e pesante, un poliziotto li aspetta tenendoli d occhio, pronto a far uso dei poteri conferitigli dalla legge. Roy stasera è ancora di buon umore tutto sommato, quindi raggiunge il mortale tutore della legge e aspetta la sentenza. L uomo contesta il parcheggio di Roy e, a suon di minacce, prova a convincerlo a spostare la sua auto sperando ardentemente di non dover aprire una nuova pratica per quello stupido parcheggio. Il vampiro gli leva ogni problema fissandolo dritto negli occhi ed emettendo il semplice ordine: vattene e, con fare da automa, il poliziotto alza i tacchi e si dirige altrove. Nel frattempo Mario ha raggiunto il locale, un ristopub su due piani, con una scelta di rum molto interessante; luci basse e un sottofondo sonoro di Miles Davis accompagnano il vociare costante della clientela. André, l obiettivo, è seduto al tavolo, occhi sbarrati a fissare il vuoto, guance scavate, occhi infossati, occhiaie profonde danno l impressione di un pallido volto trentenne in perenne crisi d astinenza. Questa testa esce da un completo scuro preso da Mas e la rosa è nel taschino della giacca, morta. Mario lo nota da lontano e aggrotta subito la fronte, Ecco, lo sapevo, un cazzo di svitato è il suo primo pensiero, gli arriva vicino e lo saluta imbarazzato. Salve a lei! risponde André con voce squillante sei tu che mi 12 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 13

8 dovrai accompagnare? Si, siamo noi... risponde Roy appena arrivato. Dobbiamo portarla al suo treno, dove lo deve prendere? André risponde sorridendo: A Termini, ma il mio treno per Milano parte alle 5 del mattino, quindi avremo un po di tempo a quanto pare - i conti non tornano ai personaggi: se il loro ospite prende il treno delle 5 per Milano arriverà sicuramente sotto la luce del mattino... Nel frattempo lo svitato continua: Che si fa? Dove mi portate? Come ci divertiamo? Se proprio dobbiamo divertirci portatemi a un parco divertimenti! Ehm... si, certo, ma... non si può... è tutto rotto... poi, è estate... bofonchiano entrambi i Cainiti, capiscono al volo che il soggetto potrebbe essere vagamente problematico e subito si mettono a pensare alla soluzione meno rischiosa. Ma non c è il Luneur? - No, è stato chiuso Allora so che ne hanno aperto uno... il Rainbow! - Nono, è ancora in costruzione... non c è ancora nulla lì Lo Zoo Marine? - lo Zoo marine, pensa Roy, sicuramente è chiuso la notte e potrebbero essere fortunati: ce lo possono portare, lui può vedere che è chiuso e tornare indietro, così una prima ora potrebbe passare senza pericoli da affrontare. Si, lo Zoo Marine è perfetto! decreta Roy. Mario intuisce il piano e asseconda la scelta. Dai allora, andiamo! annuncia André alzandosi dal tavolo. Roy fa cenno a Mario e precede i due vampiri per raggiungere la macchina, nel frattempo André devia subito la strada per andare a infilarsi in un tabaccaio. Mario, tenendosi a distanza, lo osserva comprarsi un mucchietto di accendini e qualche pacchetto di cartine Rizla king size. Mah, è svitato, che ci vuoi fare... recita il pensiero del Gangrel. Mario e André raggiungono Piazza Trilussa, dove Roy aveva lasciato la sua auto, lo trovano infatti a discutere con un poliziotto a fianco della propria vettura. Subito André lo fa notare alla sua scorta: Guarda Mario, i poliziotti stanno dando fastidio a Roy! - Non ti preoccupare non c è nulla da... Mario non fa in tempo a finire la frase che André è gia dietro una volante della polizia, infila tutti i pacchetti di cartine nelle borchie della ruota e successivamente li incendia: è subito il caos. André si allontana a quattro zampe dal fuoco, la folla indica l accaduto, i poliziotti si avvicinano all auto, Mario indietreggia mantenendo la calma mentre Roy si distrae dalla conversazione con il tutore dell ordine e si fissa sul fuoco iniziamdo a tremare. Mario intuisce subito per lui il rischio di RÖtschreck, la paura folle di ogni vampiro alla vista di sole e fuoco; la serata rischia di concludersi prematuramente. Il giovane vampiro raccoglie tutto il coraggio di cui dispone e si lancia verso l amico correndo attraverso la strada, sopravvive miracolosamente alle auto in corsa, poggia un piede sulla Bravo di Roy e salta verso il compagno nel tentativo di spingerlo giu nel fiume. Dal punto di vista del suddetto Tremere la storia assume un tono diverso: tornato alla macchina decide di aspettare i compagni impegnandosi nella discussione con lo stesso poliziotto di prima, quest ultimo ancora non si spiegava come mai non fosse riuscito a far spostare l auto al trasgressore, quindi lo raggiunge alla sua vettura per far di nuovo valere la legge. Iniziata la discussione, Roy nota i compagni che lo stanno per raggiungere, dà poca importanza al poliziotto che tanto a fine discussione Dominerà con i suoi poteri. Mentre continua la farsa vede l accendersi di 14 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 15

9 uno pneumatico della volante parcheggiata, immediatamente tutto il resto diviene sfocato, la Bestia al suo interno si agita, vuol fuggire seduta stante. Roy vede il suo amico che ormai è diventato una macchia scura avvicinarglisi velocemente, salta sul cofano e sparisce dalla sua vista passandogli di fianco. Mario compie il suo primo epic fail della serata mancando drasticamente il bersaglio, vola oltre il muretto, oltre le scalette e si abbatte contro il duro pavimento in pietra della passeggiata sul Tevere. Si rialza sconvolto, non ha tempo di chiedersi dov è finito l amico che subito gli piomba vicino urlante, in evidente stato di RÖtschreck. Mario lo coglie al volo e con lo sforzo pari a quello impiegato a svitar barattoli chiusi da mesi nel frigo, lo getta di peso nel fiume, facendolo passare per i tavolini frequentati del pub sulla riva. Aspetta la sua riemersione e recita: E che ti serva di lezione! Roy, appena tornato in sé, coglie il là: Ok ok, non la tocco più tua sorella recita d accordo mentre si fa aiutare a risalire in mezzo al pubblico esterrefatto. Ora, a mente fredda, ritornano ai loro problemi: André. Salgono di corsa gli scalini arrivando nella piazza, Mario tenta l approccio italiano andando a parlare ai poliziotti che stanno arrestando André, ma il fatto della millantata parentela non li fa desistere dal loro dovere e mettono il folle personaggio, ammanettato, nella volante rimasta. Roy preferisce agire alla foce del problema, va dal poliziotto al posto di guida dell auto, lo Domina, lancia le chiavi della propria auto a Mario e parte facendo sgommare le ruote della volante con André sui sedili posteriori. La piazza torna immediatamente nel caos, i turisti fotografano, i ragazzi intonano cori anti poliziotto, i curiosi si accalcano e i quattro sfortunati tutori dell ordine rimasti appiedati sulla piazza sbraitano a vicenda ordini incomprensibili. Roy guida a Sirene spiegate per aumentare il caos nel quartiere, decide di lasciare le manette su André per la propria sicurezza, e fa il giro dell isolato. Arrivato all altezza del ponte precedente Piazza Trilussa parcheggia di traverso l auto in mezzo alla carreggiata e scende portando con sé le chiavi dell auto, una pistola trovata nel cruscotto, un paio di manette e il suo problematico ospite. Imbocca velocemente gli scalini per la passeggiata sul Tevere e passando di sotto raggiunge nuovamente la scalinata che porta alla piazza del caos. Risale fino alla sua macchina e studia la situazione: Mario si trova in stato di fermo privo di manette, con un piantone a fianco, in probabile attesa per nuove auto che sicuramente tarderanno ad arrivare. Roy viene distratto da André che sorprende con una bottiglia di vodka in mano e un accendino nell altra, ancora ammanettate. Dove cazzo hai preso quella bottiglia!? sibila furente il Cainita ormai allo stremo della pazienza Dammi quegli accendini e la bottiglia Dopo una mini colluttazione riesce a portagli via i piccoli portatori di fiamma, ma la bottiglia rimane nelle mani del piromane. Roy torna a studiare la situazione, pensa al da farsi e la soluzione arriva prima del suo pensiero. I poliziotti erano riusciti a calmare la folla, avevano ottenuto anche un misero rinforzo seppur privo di automezzi. L unico indagato del misfatto era in calma attesa d esser portato via e, a parte il traffico inesistente davanti la piazza la situazione si stava normalizzando. Nel momento in cui i poliziotti si stavano mobilitando per risolvere il problema dell auto sulla strada, si sente un urlo furente: Stronzi! seguito da una bottiglia di vodka vagante per l aere in direzione del piantone di Mario. La bottiglia coglie in pieno il volto del malcapitato poliziotto, 16 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 17

10 Mario scappa senza pensarci due volte, raggiunge gli amici, li fa sedere dietro e si mette alla guida dell auto. La conoscenza della città dei due Cainiti, unito all escamotage del blocco del traffico sul Lungotevere, gli permette di evitare un fastidioso inseguimento in auto, che sicuramente non avrebbe giovato ai nervi dei già esausti vampiri. Ancora intenzionati a raggiungere lo Zoo Marine a Torvajanica pur di levarsi dai guai, si immettono sulla Colombo quando il cellulare di Roy squilla. Scena 3 La città di sotto - 24/08/2011 Tiberio, il Sire di Roy, è un comune Tremere della Camarilla. Un freddo calcolatore privo di passioni, chiuso nel suo Clan e ben attento a non dare fastidio alle personalità più potenti. Roy, per lui, non è mai stato una soddisfazione, anzi, gli ha sempre creato problemi: assentandosi spesso dalle riunioni, uscendo dalla cappella senza offrire giustificazioni, eseguendo sempre tutto un pacchetto di operazioni che mandano in bestia gli Anziani del Clan. Adesso hanno scelto proprio quel piccolo Tremere arrogante per le consuete missioni di sfoltimento Neonati. Levarselo di torno non sarebbe stato un dramma poi così grande, ma si trattava pur sempre della sua progenie, e, nel caso fosse sopravvissuto, avrebbe acquistato un minimo di prestigio anche lui. Roy risponde al telefono, al suo fianco André gli da le spalle. Pronto? - Sei ancora vivo? la voce del Sire. Si si, ma temo abbiamo sottovalutato il compito che si è rivelato più difficile del previsto Certo, tu continua a fare tutto ciò che ti pare e piace e poi vedi come vai in simpatia agli Anziani. Senti, dato che ancora non hai raggiunto la Morte Ultima è meglio che ti dia qualcosa per proteggerti - No no, non preoccuparti, ora sto andando di corsa fuori Roma risponde Roy con le sinapsi che galoppano sull adrenalina Guarda che potresti trovarlo utile per proteggere un qualsiasi rifugio... continua Tiberio facendo annusare a Roy profumo di Rituale. I Rituali Taumaturgici dei Tremere sono un segreto ben custodito dal Clan, una risorsa aggiuntiva di poteri vampirici cui solo loro dispongono, e a Roy non ne avevano insegnato nemmeno uno per via della sua condotta superficiale. Aspetta aspetta aspetta, dove ti trovi? cambia subito idea il giovane vampiro. Mi trovo a Garbatella, nel locale che conosci - Cinque minuti e sono lì. Mario, che fino a quel momento ascoltava interessato la chiamata, viene ora distratto da un odore acre, cattivo nel profondo, gia sentito in quella stessa sera. Si gira di scatto e urla: Cazzo Roy, guarda che sta combinando André! Lo trovano intento a dar fuoco ai rivestimenti dei sedili, Roy stavolta non ci sta, preferisce la Frenesia al RÖtschreck, e con rabbia gli strappa via l accendino dalle mani, lo perquisisce al volo e ne ricava altri 6 piccoli sputafiamme, tra cui uno zippo, al quale spacca il coperchio per puro sadismo e getta tutto dal finestrino. Ma nooo, i miei piccoli amici... Lo zippo era importante per me lamenta piagnucolante il piromane. Vabé, almeno ho fatto in tempo a lasciare la molotov nel locale del rum... Roy, con occhi sbarrati, si chiede ora se sia un vampiro l essere che ha dinanzi, a guardarlo bene ne ha tutte le caratteristiche e per ora deve credere alle apparenze. Arrivano finalmente a destinazione, parcheggiano davanti l Irish pub dalla facciata in legno e decidono il da farsi. Aspettami qua con questo demente, non vorrei creasse altri danni mentre sono dal mio Sire sentenzia Roy con la testa troppo piena di problemi 18 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 19

11 per aggiungerne altri. Mario comprende e chiede in cambio celerità. Appena il Tremere scende dall auto André tenta di migliorare il suo soggiorno romano: Hey Mario, che ne dici di levarmi le manette? - Cheeee? André: Su! Faccio il bravo, ho imparato la lezione, e Roy ha lasciato qui le manette che ha rubato, sicuramente avranno anche la chiave Mario: No, vedi, le chiavi delle manette non sono mica tutte uguali, è impossibile farlo Dai, lo sai che si può fare, prova Mario, non proprio a suo agio nel cercare soluzioni sociali, infila la chiave nelle manette ancora ai polsi di Andrè, e fa finta di forzare la serratura. Visto? Non funziona! Seeee, ormai vi conosco a voi due quindi si sdraia sui sedili posteriori, accucciandosi con la schiena al guidatore in segno di offesa. Il silenzio dell attesa snerva il vampiro al posto di guida che si gira e vede armeggiare il piromane oltre la sua visuale. Prova a farsi dire cosa accade e non ne ottiene risposta, quindi scende dalla tre porte e va a vedere dal finestrino laterale. Orrore e un pizzico di rispetto gli riempono le vene: quel folle aveva ancora un mucchietto di accendini, abbastanza da legarne assieme sei o sette e costruirsi una miccia con le pietrine: aveva messo in piedi una piccola bomba secondo la scuola McGyver. Roy è entrato nel pub, guarda la lunga sfilza di tavolini in legno massiccio e il suo Sire lo riconosce prima di lui, lo invita a sedersi. È al tavolo con un altro ipotetico Cainita a Roy sconosciuto, che però non si intromette nella discussione non essendo stato nemmeno presentato. Tiberio si mostra subito molto interessato alla serata della progenie, fa molte domande, insiste per conoscere il compito di Roy. Il sapere è sempre un ottima moneta di scambio ed anche se questi compiti sono spesso insulsi, fanno sempre parte di un disegno più grande: nulla è affidato al caso nel Mondo di Tenebra. Roy dà poche risposte, si mostra frettoloso e accenna solamente agli incendi più grandi della serata, dopodiché passa al suo interesse: Quindi, non avevi qualcosa per me? Sempre i soliti modi, prendi questo manuale dice Tibero mentre gli consegna uno schedario anonimo di carta marroncina dentro ci sono le spiegazioni per il Rituale Difesa del rifugio consacrato, fanne buon uso, può salvarti la vita in queste notti, ma dimmi... Grazie infinitamente Tiberio, ti faccio sapere qualcosa appena finirà quest incubo taglia corto Roy ed evita il resto delle domande accomiatandosi senza salutare. Esce dal locale e vede subito Mario, fuori dall auto, che fa in tempo a dirgli Girati! che una piccola luce esplode nell auto, inondando di fiamme una prima parte dei suoi sedili posteriori, Roy non proferisce parola, si gira di scatto e torna all interno del pub con passo marziale e un espressione in volto da intimidire il Sire stesso; aggira il bancone e stacca l estintore dal muro a fianco del barista. Torna indietro e nel frattempo la scena è degenerata. André dimostra finalmente di essere un vampiro cadendo in preda al RÖtschreck, urla da far ghiacciare il sangue, graffia vanamente i finestrini, Mario rimane un attimo fermo a controllare la propria Bestia che preme per seguire l istinto primordiale, quando finalmente il piromane trova nel finestrino anteriore una via di fuga che adopera per uscire in fiamme e precipitarsi sul primo tombino che gli capita a tiro. Con la forza che un vampiro impazzito può dimostrare sradica il coperchio rettangolare e si getta di capo nell oscurità. Noccazzo! l unica parola di Mario. 20 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 21

12 Quest epiteto riassume brevemente tutto il suo disappunto per la scelta dei tombini poiché questi, a Roma, sono sotto il monopolio impenetrabile del Clan Nosferatu. Questa simpatica linea di sangue è nata con il difetto tipico della mostruosità vampirica. Non sono semplicemente brutti, bensì ripugnanti, deformi e putrescenti come un lago di vomito su un prato inglese. Sembra che Lilith si sia impegnata a mortificare cio che madre natura ha creato. Così ridotto, il Clan ha deciso di vivere nell ombra prendendo casa dove nessuno li vorrà mai disturbare, le fogne di tutto il mondo sono così diventate il regno Nosferatu. A Roma, ovviamente, il loro ingresso è vietato a priori, a chiunque non sia un Nosferatu. Solo il Primogenito del Clan ha diritto di Dominio quindi di invito nel sistema fognario, dove nemmeno il Principe osa avventurarsi. Un altro brillante esempio di mini-ecosistema: una città sotto la città. Non appena è finita l imprecazione, la caduta di André termina con un cacofonico sblorch! Mario corre ad affacciarsi ben attento a non infilare nemmeno il naso oltre la soglia della superficie, e chiede sotto se è ancora vivo. Aaaaaaaah! Non sono stato io! la risposta viene data con voce isterica, ed è subito susseguita dal suono bagnato dei passi di André che si allontana dalla sua entrata. Mario sbuffa, vede Roy intento a combattere l incendio in auto, quindi prende le scale per scendere nella cloaca e quando affonda gli anfibi nella melma si trova solo nel buio. Accende gli Occhi della bestia, le sue iridi si infiammano di un rosso luminoso che gli permettono adesso di vedere anche nella più totale oscurità. Guarda André a sei metri da lui, spaventatissimo con le spalle al muro e lo sguardo nel vuoto. Ripete ora sotto voce Nonsonostatoio incessantemente, a ripetizione, e Mario lo incita verbalmente: Dai, non fa er regazzino... da decenni voleva dirlo, ma era sempre stato lui il pargolo..adesso calmati e vieni qua, che usciamo subito subito così come siamo entrati. Perché ne sei così sicuro? gracchia una voce alle sue spalle, gli Occhi della bestia non bastano a individuare un nemico così padrone nell uso di Oscurazione. Mario è stato addestrato alla sopravvivenza praticandola sul campo e sa che la sua situazione ora merita tutta la calma e l attenzione di cui ancora dispone. Sa di avere di fronte, da qualche parte, il padrone di casa e opta saggiamente per la via diplomatica: Salve, non ti preoccupare, sono sceso solo un attimo a riprendere questo demente qua, adesso levo subito il disturbo, scusami Levo il disturbo scusami? scimmiotta la voce catramosa Ti rendi conto dove ti trovi? Io non so nemmeno chi sei! Sono Mario, del Clan dei Gangrel, e quello lì è André, presumo dei Malkavian E tu credi che un Cainita inutile e un altro di cui non si conosce nemmeno il Clan siano tollerabili da noi? In quel momento la voce cacofonica acquista un origine, dato il Nosferatu si palesa dalle spalle in su, assieme ad altri due suoi Fratelli. Quegli odiosi vampiri orripilanti erano dannatamente ostinati a fargli lo scalpo, e Mario, che di fegato abbonda, risponde: E va bene ragazzi, io ci ho provato con le buone estraendo dalle punte delle dita artigli lunghi sette centimetri. Il tombino di sopra si chiude e compaiono altri quattro Nosferatu alle spalle dei primi tre, Che culo, ho beccato un tombino con un intera Coterie Nosferatu pensa ora il Gangrel che cambia repentinamente i suoi piani battaglieri, preferendo ora una corsa perdifiato nella direzione opposta all orrendo nemico. 22 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 23

13 Nel frattempo, in superficie, Roy aveva spento l incendio, si precipita quindi verso l accesso alle fogne e si ferma ad ascoltare la conversazione sottostante, appena coglie l aggressività del padrone di casa passa al tombino più vicino a trenta metri di distanza, lo riesce ad alzare e si riaffaccia. Vede però il primo tombino richiudersi da solo, Roy pensa a come sia possibile, quando la soluzione del dilemma lo spinge dentro alla sua bocchetta stradale, facendolo cadere nella melma e tappando successivamente anche quel chiusino. Si trova ora anche Roy nel buio, da qualche parte ci dovrebbe essere Mario, quando sente dei passi a ritmo di corsa disperata nel buio. Si volta nella direzione del rumore osservando un intensità di nero inquitetante, quando spuntano dal buio due occhi rossi luminosi, intuisce l uso del potere di Proteiforme di Mario e aspetta l amico tendendo un braccio nell oscurità per aiutarlo nel trasporto di André. Mario non continua la corsa con Roy ma prende d istinto le scalette dalle quali sarebbe dovuto scendere l amico, le sale di corsa, e con i suoi Artigli della bestia dà un rapido colpo al tombino, che taglia come fosse burro. La risposta dalla superficie è un cazzotto in pieno volto di Mario, che ricade nelle acque scure, rinuncia a quella via di fuga e assieme a Roy corrono via inseguiti dalla farcita cominitiva di Nosferatu. Dopo pochi bivi scelti senza cognizione di causa gli Occhi della bestia individuano un passaggio nascosto in un muro, sufficiente a far passare le spalle di una persona. Ci fa entrare Roy e André, dopo di che è il suo turno. Il viaggio continua su uno scivolo verso il basso, che catapulta i tre sventurati personaggi l uno sull altro in un ennesimo mare di merda. Ora l ambiente è molto più grande, una sala in pietra totalmente buia. Un fetore mai avvertito dalle loro narici immortali entra nel cervello e lo sciacqua come una giostra. Se la morte avesse una fragranza vorrebbe dire che li sta aspettando in quella stanza, improfumandosi per l occasione. Gli occhi di Mario godono di uno spettacolo devastante: l intera sala circolare di circa 100m 2 è gremita da esseri deformi accalcati l uno all altro, la maggior parte dei quali ciechi, intenti a scavalcarsi lentamente a vicenda verso il centro dell immenso ambiente, intenti a cogliere l unica regolare goccia di sangue che cade dal soffitto. Avverte brevemente i compagni, gli intima il silenzio e la calma, cerca una via di fuga e la vede dall altra parte della sala, non sarebbe riuscito a coglierla con lo sguardo se non vi fosse stato un braccio teso a segnalare la propria presenza. Qualcuno, con comuni fattezze umane, li stava invitando. In assenza di altre scelte percorrono la sala camminando sul perimetro, stando ben attenti a non attirare l attenzione delle larve Nosferatu, che sembrano però totalmente catturate dai loro lamenti e la goccia di sangue che viene regalata dal soffitto ogni cinque minuti. Raggiunta l altra estremità dello spazio si affacciano al buco sul muro, anche questo piccolo come l ingresso, vi trovano una faccia da sbarbatello mai vista prima che li invita a uscire da lì, e, sempre costretti dalla mancanza di alternative, lo seguono. Fuoriescono in un tunnel più comune e superficiale, sempre nelle acque scure, sempre al buio, versi che non permettono di immaginare quale creatura li stia emettendo si odono a cadenza quasi regolare di riverbero per tutto il tunnel. E tu adesso chi saresti? chiede Mario rivolto al salvatore, Mmmm, consideratemi una guida risponde lo sconosciuto volto da ragazzino..avevate bisogno di una mano e mi trovavo per caso da queste parti, ma ora credo sia meglio sbrigarsi a uscire Il 24 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 25

14 consiglio viene seguito con piacere, dato che in questo momento si sentono in avvicinamento delle voci Nosferatu che parlano distrattamente tra loro. Vicino al gruppetto di esploratori dell ignoto c è una scala per risalire in superficie: Vai prima tu ordina Mario avvicinandoci André. Il folle Cainita esegue senza fiatare, dopo di lui Mario e Roy prendono a salire. I Nosferatu si accorgono ora della nutrita comitiva di Cainiti nella loro casa, si sente un urlo di guerra e caricano un attacco, André tenta di aprire il tombino ma non ha la forza necessaria, Mario quindi tenta di scavalcarlo per raggiungere e fare a fette il chiusino di metallo. Intanto il misterioso amico indietreggia lentamente nella melma, un Nosferatu dalla pacatezza di un cane idrofobo salta e si attacca alla scala nel tentativo di afferrare Roy, il quale aveva già estratto la pistola e tira un colpo secco al volto del mostro. Lo sparo, i timpani che ronzano, il Nosferatu che ricade nella melma, il boato del colpo che corre lungo i tunnel. Mario è arrivato sopra André, e sempre con i suoi Artigli taglia il tombino con l angoscia con cui si scrivono le risposte a un test fuori tempo massimo. I Nosferatu attaccano l amico sconosciuto e le gambe di Roy, quando per la seconda volta il misterioso personaggio li cava d impaccio Andate avanti e tappatevi le orecchie! urla alla comitiva. Mario è uscito, André pure, Roy sta salendo e con le mani occupate non può evitare di ascoltare l urlo dalle frequenze altissime che esce da sotto il manto stradale. Un suono capace di segare il cuore, agita la Bestia di Roy che cade immediatamente in Frenesia e azzanna l anfibio di Mario in cerca di sangue per calmare la propria follia, senza però riuscire a trovare una vena. Il Gangrel tira fuori l amico ancora attaccato al suo polpaccio, come un pescatore con le sue prede, lo scaraventa lontano sul pavimento e richiude il tombino. La caduta di Roy è dolorosa, e ciò basta al suo self control a farlo tornare in sé. Ritornati finalmente in superficie raggiungono velocemente l automobile, si fermano e ci rimangono dentro per dieci minuti, senza parlarsi. Scena 4 La fine prematura - 29/08/2011 O k... rompe il silenzio Mario...ora che si fa? Era passato poco tempo da quando i due giovani Cainiti avevano preso in custodia il vampiro piromane, erano le due del mattino e ci sarebbero volute ancora tre ore fino al treno di André: un eternità agli occhi dei due vampiri. Roma non mi piace più... Voglio tornare a casa. Una luce negli occhi dei due Cainiti si accende, ardente di vederlo ancora parlare. Roy: Beh, potremmo portarlo a Termini e fargli prendere il primo treno che troviamo, a te va bene André? Attimi di silenzio. Si, voglio andare a casa Una festa sfrenata con soli due partecipanti si scatena nelle teste dei due compagni di sventura: obiettivo conluso, non-vita salva e tre ore di terrore in meno. Senza attendere oltre, Roy accende il motore, ingrana la prima e va dritto sul Grande Raccordo Anulare. Il viaggio procede con tutte le cautele: una guida sicura rispettosa dei segnali stradali, Mario sui sedili posteriori a controllare gli impulsi piromani di André e quest ultimo ormai troppo spaventato anche solo per parlare. Il gruppo arriva a Termini e ferma in Piazza dei Cinquecento Mario, vai a vedere il biglietto - Perché io? risponde stizzito, Perché l ultima volta mi stava per esplodere l automobile. La risposta chiude il discorso, il Gangrel scende dall auto ed entra 26 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 27

15 in una stazione Termini deserta. Solo i militari fuori all ingresso sono in piedi, altre persone sparse per la stazione dormono sulle panchine o per terra, aspettando la propria corsa notturna. Mario riesce a trovare per 150 euro un biglietto su un interregionale con partenza entro mezz ora, alché torna alla macchina: Eeeee... mi servono 150 euro - Quindi? la risposta del vampiro stregone, Quindi me li dovresti dare, non ne ho. Roy era sempre seccato di doverci rimettere di tasca propria, ma Mario non era il tipo da usare i soldi e il prezzo era equo per il tempo guadagnato. Una volta comprato il biglietto tutti e tre si dirigono ai treni. Il vampiro piromane osserva i militari all ingresso della stazione: Che ne dite di levarmi le manette ora? I due giovani vampiri non fanno caso al pericolo imminente, ma ormai si sentono al sicuro e assecondano la sua richiesta. Alle tre del mattino il treno è in partenza, ci caricano sopra il loro folle ospite e scattano la foto dell evento, più per ricordo che come prova. Il treno si allontana, dopo un centinaio di metri ai due vampiri sembra di vedere l accendersi di un forte bagliore in un finestrino, si voltano di scatto, tornano velocemente alla macchina e si allontanano dalla stazione il più possibile: Dio per tutti e ognun per sé pensano assieme. Roy chiama il Sire al telefono per avvertirlo, risponde, e una volta appresa la notizia consiglia i personaggi di andare subito a riferire il loro successo allo Sceriffo, non si sa mai cosa può succedere durante la notte. Quindi passano a un autolavaggio per rendersi, se non presentabili, almeno inoffensivi all olfatto. Alle quattro del mattino sono pronti davanti l Elysium fieri delle proprie gesta, al centurione romano di guardia dicono di essere attesi dallo Sceriffo e vanno dritti verso i bassi piani del potere. Vagano per i corridoi romani, illuminati da torce dalla fiamma bianca, in cerca dello Sceriffo. Le torce come arredamento, se pur illusorio, nell Elysium non sono state prese di buon occhio dai Cainiti della città, in principio. L idea successiva di rendere le fiamme innaturalmente bianche come lampadine è stato un intelligente escamotage per mantenere a pieno il sapore antico romano senza rinunciare a un illuminazione d effetto. Un Nosferatu li nota e raggiunge: Buona notte signori, oggi profumate di casa li provoca il deforme vampiro, Roy non perde l occasione per fare lo sbruffone: Dev essere bello vivere in una grande famiglia, eh? Si riferisce all immensa coltivazione di vampiri scoperta nelle fogne. L orripilante vampiro li osserva indispettito, aggrotta un espressione ancor più inquietante del volto stesso, volta le spalle e se ne va. Gastone, lo Sceriffo, compare alla stessa porta dove li aveva accolti all inizio della notte Avete fatto presto, bravi! dice sparendo dietro lo stesso ingresso. I due piccoli vampiri entrano nell ufficio, Roy con uno scatto riesce a sedersi sull unica sedia davanti la scrivania, Mario lo guarda, sorride e pensa Che regazzino... Ditemi, è andato tutto ok? chiede Gastone con un sorriso di chi la sa lunga. Si! dice Mario mostrando la foto della partenza di André sul proprio cellulare. Non ci hai avvertito del vizio del piromane lamenta invece Roy, Io ho detto solo ciò che sapevo, non potevo inventarmi i dettagli. Ditemi, c è qualcosa che devo sapere? Come violazioni della Masquerade...? La Masquerade è la prima delle sei Tradizioni vampiriche, dettate da Caino in persona. Ogni città dà peso diferso alle differenti Tradizioni a seconda delle proprie necessità, ma la prima di queste è seguita alla lettera da tutti. La Masquerade è il dovere di mantenere nascosta l esistenza dei vampiri agli occhi umani, 28 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 29

16 una vera e propria maschera dev esser posta sull intera società notturna. Questo per proteggerla da un eventuale seconda caccia da parte della popolosa umanità mortale, che nel medioevo portò i Cainiti prossimi all estinzione. Infrangere la Masquerade è punibile con la distruzione del vampiro. In verità abbiamo visto delle cose molto interessanti. risponde Roy Un battaglione di larve Nosferatu nei piani più bassi delle fogne Gastone guarda i due giovani vampiri come se fossero scesi da marte: State dicendo che i Nosferatu stanno creando Infanti senza il permesso del Principe? Un intero allevamento! sbotta Mario. Gastone: Ok, andiamoci piano: mi state dicendo che stanotte siete entrati nelle fogne, vi siete fatti un bel giretto, avete visto un intero allevamento di Infanti e poi ne siete usciti puliti? Dubito che chiunque scenda lì sotto a curiosare possa poi raccontarlo. Roy: Ci ha aiutato l altra guida a uscire, senza di lui probabilmente saremmo ancora lì Gastone: Un altra guida? Non era prevista, qui c è qualcosa che non quadra. Quel che dite è molto grave, non è provabile, non lo trovo verosimile ed è pure pericoloso. Evitate d andare in giro fare accuse così ridicole, non è saggio Un altra guida non prevista? Lo Sceriffo aveva detto differentemente durante il briefing. Anzi no, aveva parlato di un altra guida quando era tornato facendo capolino dalla porta, quando Roy aveva avvertito l uso di Oscurazione. L unica spiegazione logica sarebbe un vampiro che ha utilizzato Maschera dei mille volti all interno dell Elysium, ma chi è così pazzo da usare Discipline in quel luogo, per di più per simulare lo Sceriffo? Hey ragazzi! Mi ascoltate?! Gastone li richiama dalle loro elucubrazioni Riepilogo, evitate di dire certe sciocchezze in giro e rimanete nei paraggi, vi consiglio vivamente di ascoltare la conferenza degli Anziani stasera, nell arena dell Elysium, e ora sparite da davanti l occhi mia* I due vampiri si affrettano ad alzarsi imbarazzati e levano il disturbo, ci sono troppi conti che non tornano quindi tutti e due cercano i propri tutori per avere un minimo di chiarezza d idee. Roy va in cerca del suo Sire, che trova alle gradinate più vicine all arena nel piano di sopra, in probabile attesa dell inizio della riunione. Ciao Tib, ti devo parlare attacca bottone il giovane Tremere. Tiberio: Quante volte ti devo dire che queste confidenze non sono apprezzate tra Tremere?! Il mio nome è Tiberio, e ognuno ha il suo, non dimenticarlo se non vuoi rimetterti nei guai. Dimmi tutto adesso. Roy, con aria fiera: Sono stato nelle fogne, e ho visto qualcosa di molto interessante. Tib: Si? Continua... Finalmente la progenie si rendeva utile. Roy: Ho visto un battaglione di larve Nosferatu nei piani bassi del loro territorio. Ma tanti, saranno stati un centinaio! Tib: Se la cosa fosse vera sarebbe gravissima, punibile con l esilio o la distruzione dell intero Clan, ma è impossibile da verificare. L avete gia detto a qualcuno? Roy: A Gastone e probabilmente a Benito, il mentore di Mario Tiberio: Aspettatevi problemi dai Nosferatu allora, perché li avete appena messi nei guai spargendo questa voce. Infatti il primo pensiero di Mario appena uscito dal colloquio con Gastone è stato proprio chiamare al telefono il suo beneamato Vice Sceriffo, Benito. Questo è spesso fuori dall Elysium, in giro per la città secondo gli ordini dello Sceriffo, che grazie alla propria carica * l occhi mia - trad. i miei occhi, dal dialetto romano. 30 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 31

17 si permette la frequentazione dei luoghi più tranquilli. Benito risponde ancora frettolosamente a Mario, gli argomenti discussi ricalcano la conversazione tra Roy e il suo Sire, non è saggio per un vampiro dire a più di un Cainita il segreto di un altro Clan, ora già tre Anziani diversi ne erano stati informati. Alla conversazione Benito aggiunge: In ogni caso complimenti, siete stati messi alla prova e non avete fallito, al posto vostro cadranno sicuramente altre teste - Che teste? chiede Mario inquieto - Ti saluto, ho da fare chiude la conversazione il Vice Sceriffo. Mario va nei piani alti all esterno in cerca di Roy, che trova nel momento in cui si sta accomiatando dal Sire. Nello stesso istante entrano i sei Primogeniti della città al centro dell arena, per la piccola riunione prevista con la popolazione notturna. Queste riunioni a Roma vengono chiamate Conclavi, anche se in realtà il suddetto nome è proprio delle riunioni di rilevanza mondiale, dove a partecipare sono i Conciliatori, nonché i rappresentanti ufficiali dei Clan Camarilla su tutto il globo. Roma, si sa, gode del proprio ecosistema. I due personaggi vanno a prendere posto sui gradoni più alti, si vede poco e si sente male, ma in questo modo son sicuri di non prendere il posto di qualche vampiro più antico di loro, di guai ne hanno avuti abbastanza quella notte. I Primogeniti sono i rappresentanti di ogni Clan in città, a Roma differiscono di poco dal resto del mondo, essi sono: Giancarlo il Ventrue, pupazzo del Principe; il rappresentante Brujah, Alvaro, sempre assoggettato dall Anziano di turno che lo ricatta; Ariele la Toreador, Primogenito di estrema bellezza e amante dalla psiche umana; Agonìa, il Nosferatu che ha reso inacessibili le fogne anche al Principe; Marcantonio, il Tremere opportunista; infine Adolfo dei Gangrel, che ha mantenuto il proprio titolo di Primogenito nonostante il suo Clan sia ufficialmente uscito dalla Camarilla due lustri or sono. Il Primogenito Malkavian, il Clan dei folli, non è presente poiché ha rinunciato al proprio titolo cinque anni fa, senza fornire spiegazioni e senza uscire dalla Setta. Giancarlo, in qualità di Siniscalco, apre la riunione ed elenca l ordine della notte: giudizio dei Neonati, avvistamenti in città e un altra serie di inezie, tutte punte d iceberg delle manovre politiche in città. Il primo argomento serve a tenere alti l attenzione e lo stato di terrore. I tre membri della Coterie arrabbiata con lo Sceriffo all inizio della notte, vengono fatti entrare nell arena. Lì vicino i Primogeniti enunciano le violazioni commesse dalla Coteire quali l effrazione delle Tradizioni di Caino: la prima, la terza e la sesta. La prima Tradizione è quella della Masquerade, l effrazione della terza Tradizione è l invasione del dominio Nosferatu senza presentazione. La sesta Tradizione è quella della distruzione, che hanno violato uccidendo deliberatamente il proprio compagno. Roy e Mario ricordano ancora quando si lamentavano con Gastone per il compito avuto troppo difficile, e ricordano anche quanto detto sul proprio defunto compagno, il processo era una farsa con un abuso della presunzione di colpevolezza. In assenza del Principe sono i Primogeniti a decidere. Questi votano per la distruzione dei tre Cainiti, due Brujah e un Gangrel privi di un difensore e del diritto di parola durante il processo. Tutti gli Anziani sono favorevoli alla Morte Ultima dei tre, compresi i rappresentanti dei Clan d appartenza delle future vittime. Queste vengono portate via con la forza poiché poco disponibili alla sentenza, i due amici sui gradini più alti rabbrividiscono al pensiero che ci sarebbero potuti esser loro 32 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 33

18 laggiù a farsi condannare. Iniziano ad ascoltare il secondo argomento: l avvistamento di un Cainita in città che non si è presentato agli Anziani, si ipotizza un antico Malkavian dai capelli rossi e un nome breve, se incontrato è d obbligo per tutti i vampiri romani informare il proprio Primogenito e bla bla bla, le parole iniziano a rimbalzare alle orecchie dei giovani vampiri. Questi si accorgono ora di avere alle spalle Chichi, un Toreador socialmente pericoloso, vampiro dalla discreta influenza all interno del proprio acquario: l intero Elisyum. Questo particolare Cainita si presenta come un esemplare maschio sulla trentina dallo spiccato gusto estetico, vestito d abiti firmati sul genere dark-goth dalla testa ai piedi. Gay dichiarato, dalla lingua tagliente e sempre impegnato in qualche traffico; sembra essere l orecchio e il braccio destro del Primogenito Toreador. Interessante vero? Esordisce l effeminato vampiro, con una squillante voce da checca. Sisi, d impatto... risponde Roy senza capire il senso della propria risposta. Chichi continua: Mi riferisco alla distruzione di quei tre Neonati, non lo trovate un atto terrificante? Roy e Mario pensano in coro: Cosa diavolo vuole questa da noi? Non gli abbiamo mai dato fastidio, perché metterci alla prova? Chichi nota l imbarazzo dei due vampiri quindi arriva al sodo del discorso: Non vi preoccupate, vengo in pace, mi chiedevo solo se anche voi non foste stufi di vivere questa situazione così opprimente... Roy risponde sempre in difesa, non capendo quanto possa scoprirsi: Beh, è una vita difficile, ma non ci lamentiamo. Chichi: Uau, siete veramente dei maci! Nel caso non vi sentiate così al sicuro come dite in questa città, potremmo sempre parlarne fuori di qui. Domani vi aspetterò alla prima ora della sera al Blackout, spero di trovarvici. Detto questo si allontana senza nemmeno salutare i due disorientati vampiri. Questi si guardano e decidono è giunto il tempo di levarsi dalla mischia per quella notte, escono dall Elysium. Mario chiede: Me lo dai un passaggio? Roy: Fino alla Borghesiana?! Mario usa il sarcasmo: Se mi vuoi presentare il tuo Reggente vengo in cappella con te, io ho il motorino a casa mia. Ok, ma non ti ci abituare. Risponde Roy, evidentemente seccato. Mario pensa: Il solito rabbino. In macchina fanno in tempo a confrontarsi riguardo l ultimo incontro, Roy chiede: Tu ci andrai? Secondo me è poco saggio. Mario: Non lo so, io domani devo comunque andare al Rack a mangiare, quindi lo troverò lì. Sentirò cos ha da dire. Riescono entrambi ad arrivare ai propri rifugi e a passarvi un giornata intera di sonno. Una volta svegli si dirigono entrambi al Blackout nonché il Rack: luogo dove la maggior parte dei Cainiti va a placare la propria sete. Bevono un poco quando vedono Chichi, seduto ad un tavolo, che li saluta e invita a prender posto assieme a lui. Scena 5 Bombers primi passi - 05/09/2011 C azzo... è il primo pensiero di Roy...ora dovrò partecipare anch io alla discussione. Sul serio, non voleva entrare a far parte di quella strana storia, non gli piaceva l idea di lavorare contro gli Anziani, non gli piaceva il posto in cui si trovava e soprattutto non gli piaceva 34 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 35

19 Chichi. Quell apparentemente sciocco Toreador dalla gestualità effemminata è in realtà un genio delle arti sociali, parlargli significa solo mettere a rischio la propria posizione nel Mondo di Tenebra e in queste notti Roy avverte una puzza di bruciato troppo vicina al proprio posteriore. Mario si avvicina al tavolo senza timore, Roy, per illogica paura d esser tagliato fuori dagli affari, lo segue subito dopo. Alla fine siete venuti tesori! esordisce Chichi, con voce da coniglietta, appena i due personaggi prendono posto al piccolo tavolino circolare. Temevo non avessi fatto colpo su due maschioni come voi... Non siamo qui per flirtare interrompe bruscamente Mario ci hai detto qualcosa all Elysium, cos altro puoi aggiungere? Chichi: Che modi... Prende qualche secondo, schiarisce la gola e torna a parlare con un tono molto più basso: Qualcuno è stufo dell egemonia di questi Anziani, si sta muovendo qualcosa in città gia da qualche tempo... Che vuol dire? Chi è stufo? chiede ingenuamente Mario.. Non posso dirvi molto ragazzi, capitemi: sto rischiando tantissimo confessandovi questi dettagli, se decidete di salire a bordo vi dirò di più, ma ora posso solo assicurarvi che si combatterà per finire quest era di terrore anziano, con buone possibilità di successo. E chi dice invece che non siamo noi a essere in pericolo parlando con te? suggerisce Roy. Chichi sorride Vi basterà riferire questa breve discussione ai vostri mentori per far del mio un posto al sole. Ovvio che sarebbe la mia parola contro la vostra, e io vi porterei giù con me. Mario si scalda, vuole muoversi: Allora dacci qualcosa in più, non posso fare la rivoluzione senza sapere nulla. - Pensate al sapore del sangue sotto la luna piena, in un quartiere alto, un territorio che potreste declamare vostro, senza tema di pestare i piedi all Anziano sbagliato. Provate a immaginare il sapore della libertà in una città dagli Anziani in fuga e tornate domani qui, alla stessa ora, per dirmi se questo sogno lo volete fare anche di notte. Solo una notte di tempo? è la reazione dei due. Anche meno... risponde Chichi...nel caso quel tizio liggiù, che sembra essere una spia, avesse sentito tutto... Roy e Mario si girano seguendo la direzione dello sguardo di Chichi. Notano un uomo in giacca e cravatta, decisamente fuori luogo nel locale dark, che appena si sente osservato prende la via dell uscita. Non c è più tempo per le domande: i due vampiri si alzano e corrono all inseguimento dello sconosciuto. Escono dal Blackout, l inseguimento arriva al parcheggio ma ormai il losco personaggio ha raggiunto la sua auto che mette in moto. Mario prova a raggiungerlo quando fa manovra, Roy entra invece nella sua automobile e l accende, il Gangrel prova ad attaccarsi alla nuova Panda Fiat della spia ma manca il bersaglio. Inizio a stancarmi dei salti a vuoto è il pensiero di Mario mentre entra al volo nella Bravo di Roy. L inseguimento procede sulle strade romane fino a Villa Pamphili, dove i personaggi vedono l auto della spia fermarsi, questa scendere e scavalcare il cancello d ingresso al parco. Roy parcheggia dietro la Panda, Mario prende subito d ingresso del parco per continuare a piedi la caccia alla spia, Roy preferisce prima perquisire l auto dello sconosciuto. Nella quiete del parco chiuso alle visite si sente solo l affanno dell inseguito e i passi attutiti dall erba, la corsa disperata per la sopravvivenza si svolge in un paesaggio muto. La spia e Mario corrono a perdifiato giu per una discesa, in fondo a questa una casina in legno sembra essere la meta della staffetta. Mario mette 36 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 37

20 le ali ai piedi, la posta in gioco è la sua non-vita: se quella spia riferisse a un qualunque Cainita i discorsi fatti poco prima con Chichi, la Morte Ultima sarebbe la conseguenza meno terrificante. Arriva vicino al proprio obiettivo in fondo alla discesa e, sfruttando l ultimo tratto di pendenza, compie un ennesimo balzo per raggiungerlo. Intanto Roy, nella macchina dell inseguito, fruga ovunque nel cruscotto trovando dei documenti personali, 150 e un numero di telefono: mette tutto in tasca ed entra anche lui nel parco per aiutare il compagno. Si trova a metà discesa quando vede Mario in fondo fare un salto e placcare finalmente la spia, iniziano quindi una colluttazione vicino la casina di legno. Il Tremere nota, dal filo di luce che incornicia le finestre tappate, presenze attive nella casa; accosta l orecchio alle pareti esterne, aplifica i sensi con Auspex e lascia Mario alla sua scazzottata. Questa continua colpo su colpo, il Gangrel sa di avere un mortale, al massimo un ghoul, come avversario. Quest ultimo ormai non riesce più a tenere il ritmo del vampiro prendendo più colpi di quanti riesca a darne. In difficoltà e impossibilitato a scappare lancia un grido d aiuto a squarciagola, troncato violentemente da un artigliata di Mario, che lo trapassa da parte a parte all altezza del fegato. Roy ascolta dall interno della casa la reazione al grido: Che sta succedendo là fuori?! la voce del Primogenito Ventrue, Corri a controllare ordina la voce di Adolfo dei Gangrel. Roy si affaccia sull altro lato della casa per assicurare la sopravvivenza al compagno, che vede allontanarsi dal corpo per andare a nascondersi dietro l albero più vicino. Si sente il suono della porta che si apre, questa non è visibile da nessuno dei lati della casa presidiati dai due compagni, sul versante di Mario arriva un uomo, nota il corpo e gli si avvicina. Controlla la pulsazioni, si guarda attorno circospetto ma rinuncia subito a trovare dei bersagli, infine trascina il corpo dentro la casetta. Roy si mette di nuovo ad ascoltare le conversazioni all interno: Dannazione Adolfo, questa è opera d un Fratello del tuo Clan! sente chiaramente la voce di Alvaro, Primogenito Brujah. Non siamo qui per fare accuse taglia corto Adolfo finitelo, premieremo la sua determinazione Abbracciandolo, se Giancarlo è d accordo. Il silenzio che segue la sentenza lascia intendere una risposta affermativa. Adolfo riprende: Ora dedichiamoci al nostro accordo, come voteremo al Conclave sul progetto Livello 11? Alvaro e Giancarlo si dicono favorevoli; entra nel discorso una nuova voce, il timbro caratteristico dello scarico intasato fa presumere Agonìa, il Nosferatu: Certo... un genocidio generazionale è una cosa forte, sarà difficile liberarsi di tutte le dodicesime generazioni in una sola notte... e sicuramente i Conciliatori chiederanno spiegazioni: corriamo dei rischi. Al diavolo i Conciliatori! sbotta Adolfo Loro non sono di Roma, a casa nostra comandiamo noi. Imperium ha amministrato questa città per secoli in modo esemplare, sempre grazie a noi, rimarremo compatti e non potranno farci nulla com è sempre successo. In più quella dannata bambina sta crescendo sempre più in fretta, sebbene manteniamo le generazioni al di sotto di uno scalino rispetto al resto del mondo Adolfo fa una piccola pausa, poi ritorna: Dimmi Agonìa, stai facendo problemi per ottenere ancora più vantaggi? - Vantaggi? No la risposta del lavandino rotto Cerco solo garanzie... Garanzie che chiunque verrà qui a Roma, e qualcuno verrà, non potrà mettere piede nel mio territorio, tutto qui. - Giancarlo è con noi, quindi anche il Principe, non avrai nulla da temere. Sarò il primo a oppormi all ingresso in casa tua, anche se dubito che qualcuno vorrà 38 Bleeding Rome, una campagna in Vampire: the Masquerade. By maulkavian. 39

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Tensioni Max Pedretti NEL NOME DEL MALE copyright 2010, caosfera www.caosfera.it soluzioni grafiche e realizzazione Max Pedretti NEL NOME DEL MALE PROLOGO

Dettagli

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT Aldo, Giovanni e Giacomo Sketch del controllore (da 'Tel chi el telun) Aldo: Non c è bisogno che tira perché non è che scappo. Giovanni: Intanto ha allungato il passo. Aldo: Ho allungato il passo perché

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Promo - I ragazzi geisha

Promo - I ragazzi geisha 1 Promo - I ragazzi geisha Valerio la Martire Davide Sono a Testaccio, questo è certo. Devo prendere un mezzo per rientrare e non ho tempo. Dietro gli occhiali che si appannano vedo facce sfocate e indistinte.

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo Eccoci pronti a partire per Aprica, dove ci aspetta un tranquillo weekend in montagna. Ci andiamo spesso e conosciamo perfettamente tutto il tragitto. Appena ci spostiamo in direzione nord le case iniziano

Dettagli

L OCCHIO RIVELATORE. Scritto e diretto da MARCO CASSINI. Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO

L OCCHIO RIVELATORE. Scritto e diretto da MARCO CASSINI. Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO L OCCHIO RIVELATORE Scritto e diretto da MARCO CASSINI Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO Assistente alla regia MATTIA BELLA Cast SPAZIO TRE TEATRO Hanno

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta

Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta Scena 1 Titolo del film. Animazione di Tino, il gatto protagonista. Scena 2 [Esterno giorno Gabbione] Primo Piano di un gatto che si riposa e

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Nella mente di un militante dell A.L.F.

Nella mente di un militante dell A.L.F. Nella mente di un militante dell A.L.F. Questo non è un racconto Questa non è una favola Questo non è una supposizione Questo... è un A.L.F. Che ora è?... le 5.. wow ho dormito 2 ore appena. ma come posso

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2008-2009 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια : 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi Breve corso di educazione stradale per i ragazzi L importanza delle regole Perché esistono le regole? Perché se non esistessero regnerebbe il caos totale. Le regole sono necessarie perché senza esse nulla

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO UNITA DI APPRENDIMENTO Io racconto, tu mi ascolti. Noi ci conosciamo Istituto comprensivo n.8 ( Fe ) SCUOLA PRIMARIA DI BAURA Classe seconda Ins: Anna Maria Faggioli, Marcello Gumina, Stefania Guiducci.

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Tipologie di consumo Informazioni per il PD

Tipologie di consumo Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/5 Compito Gli alunni fanno un esperimento volto a illustrare le differenze tra un «consumo occasionale» e un «consumo problematico». Gli alunni riassumono le caratteristiche che

Dettagli

Copyright 2010 Tiziana Cazziero

Copyright 2010 Tiziana Cazziero Voltare Pagina Copyright 2010 Tiziana Cazziero Tiziana Cazziero VOLTARE PAGINA Romanzo Al mio compagno, la persona che mi sopporta nei miei momenti bui. PRIMA PARTE Buongiorno mamma. Buongiorno a te

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

ESERCITAZIONE SUL LAVORO DI GRUPPO BLOCCATI NELLA NEVE

ESERCITAZIONE SUL LAVORO DI GRUPPO BLOCCATI NELLA NEVE In questo esercizio esplorerete il concetto di sinergia di team. Lavorando dapprima individualmente e successivamente in team, sarete in grado di valutare la forza del gruppo nel modificare o rinforzare

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI

LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A.Completa le frasi coniugando i verbi tra parentesi al passato (imperfetto, passato prossimo trapassato prossimo) 1. Quando SIAMO ARRIVATI/E al cinema il film

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE...

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Questo e' il primo reporter che rivelo per un perido di tempo limitato: ''Gratuitamente'' a seguire nelle pagine del sito troverai gli altri 6. @ Se tu

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

L educazione del cucciolo

L educazione del cucciolo L educazione del cucciolo Quando portiamo a casa un cucciolo (l età ideale è 2 mesi) dobbiamo, ), ovviamente, occuparci della sua educazione. Ciò non significa solamente insegnargli a non sporcare in casa

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Umberto Fiori Nove poesie

Umberto Fiori Nove poesie Umberto Fiori Nove poesie APPARIZIONE Alte sopra la tangenziale, chiare, due case con in mezzo un capannone. E questa l apparizione, ma non c è niente da annunciare. Eppure solo a vederli là fermi, diritti

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Eccoci... La partenza...

Eccoci... La partenza... Eccoci... Noi siamo due ragazzi che vogliono esplorare tutti i tipi di natura... dopo lunghi anni di ricerca siamo riusciti ad esplorarla tutta quanta e vi abbiamo portato un riassunto del nostro viaggio...

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

TOUR ALLA SCOPERTA DELLO ZAINO SCOLASTICO

TOUR ALLA SCOPERTA DELLO ZAINO SCOLASTICO LEZIONE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Insegnante: Londei Fabiola anno scolastico 2012-2013 Ciao cari ragazzi e ragazze di quarta B e C, sono un vostro quotidiano osservatore, vi guardo tutte le mattine arrivare

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA Molto spesso arrivo a scuola in ritardo per colpa di un semaforo che diventa verde dopo molto tempo o di persone in auto che non mi vogliono far passare sulle

Dettagli

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve.

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve. Il contrario della solitudine «Vivrò per l amore, il resto dovrà cavarsela da solo» furono le parole di Marina il giorno della sua laurea, l ultima volta in cui la vedemmo. Il contrario della solitudine

Dettagli

Attività del primi giorni: CLASSE QUARTA

Attività del primi giorni: CLASSE QUARTA Attività del primi giorni: CLASSE QUARTA Attenzione all ascolto: comprensione generale Comprensione della lettura eseguita: rilevare le sequenze principali. Comprensione della lettura eseguita: cogliere

Dettagli

VOGLIO ADOTTARE UN CANE

VOGLIO ADOTTARE UN CANE VOGLIO ADOTTARE UN CANE ISTRUZIONI PER UNA MIGLIORE CONVIVENZA CON IL NUOVO AMICO A QUATTROZAMPE Direzione Ambiente Parco degli Animali Canile Rifugio INTRODUZIONE I cani che sono stati abbandonati e vivono

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali Questionario sulle abilità comunicativo relazionali a cura di Fabio Navanteri per il tutor: da leggere ai corsisti Il questionario che vi proponiamo vi permetterà di individuare alcuni tratti del vostro

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

INDICE GEOLOGIA PIANO ANTISISMICO EDIFICI LESIONATI VOLONTARIATO AQUILA OGGI PROTEZIONE CIVILE CONFERENZA

INDICE GEOLOGIA PIANO ANTISISMICO EDIFICI LESIONATI VOLONTARIATO AQUILA OGGI PROTEZIONE CIVILE CONFERENZA LA 2Cs PRESENTA.... INDICE GEOLOGIA PIANO ANTISISMICO EDIFICI LESIONATI MONUMENTI VOLONTARIATO AQUILA OGGI PROTEZIONE CIVILE CONFERENZA 14 NOVEMBRE 2009 ITIS G.MARCONI-VERONA Incontro con Chiara Nardi,

Dettagli

Hai mai guidato una macchina?

Hai mai guidato una macchina? INDICE CAPITOLO UNO Al posto di guida 7 CAPITOLO DUE Un segreto sulla rabbia 13 CAPITOLO TRE Arrabbiarti ti aiuta a farti degli amici? 23 CAPITOLO QUATTRO Al fuoco, al fuoco! 27 CAPITOLO CINQUE Metodo

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche CMC CENTRO CULTURALE DI MILANO Inaugurazione mostra Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche Intervengono: Giovanni Chiaramonte fotografo Joel Meyerowitz fotografo Milano 10/11/1999 CMC CENTRO CULTURALE

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny لش حن لطح ح ل ة ر كام ل ك يالني IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny traduzione italiana riga per riga, parola per parola curata da Pier Luigi Farri plfarri@vbscuola.it 1 Due buoni fratelli. Sciantah

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

2. Orsoroberto I bambini ricevono la scheda numero 1, colorano l Orsoroberto e rispondono alla domanda: Come ti chiami? scrivendo il loro nome.

2. Orsoroberto I bambini ricevono la scheda numero 1, colorano l Orsoroberto e rispondono alla domanda: Come ti chiami? scrivendo il loro nome. Unità I L identità personale Contenuti - Salutarsi - Presentarsi - Parlare di sé - Famiglia - Numeri Attività Un pupazzo di nome Roberto aiuterà i bambini ad imparare l italiano, e diventerà presto la

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli