Salute. news. Benessere alimentare: senza carne a tavola. Il cervello impara a tenere il tempo. Dislessia e autismo, scoprirli nel pancione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Salute. news. Benessere alimentare: senza carne a tavola. Il cervello impara a tenere il tempo. Dislessia e autismo, scoprirli nel pancione"

Transcript

1 Lunedì Anno V - N 93 Roma Salute news QUINDICINALE DI INFORMAZIONE Direttore editoriale Tiziano Battisti BAMBINI Come scegliere l attività sportiva più idonea ANALISI Sindrome down, nuovo test ma non in Italia DECRETO BALDUZZI Novità in sanità, medici disponibili tutti i giorni SPESA SANITARIA Troppe risorse concentrate sugli ospedali IL PUNTO Medici di famiglia, quale soluzione a pag. 3 a pag. 5 a pag. 13 a pag. 14 Il giudizio e negativo, bloccati 900 milioni A causa del deficit in sanità la nostra regione è sottoposta ad un Piano di rientro sotto stretto controllo del Governo. C è perciò un Tavolo tecnico in cui vengono esaminati gli atti ed i risultati della nostra regione. E l ultimo verbale firmato alla fine di luglio blocca di fatto circa 900 milioni. Quello che emerge è un giudizio negativo sulla trasparenza di alcuni atti firmati da un sub commissario non competente o addirittura non esaminati dai sub commissari. Nel mirino anche i rapporti con strutture accreditate: le richieste di chiarimento riguardano diversi accordi sottoscritti con i privati. Medicina a pag. 2 Il cervello impara a tenere il tempo Salute Dislessia e autismo, scoprirli nel pancione Alimentazione Benessere alimentare: senza carne a tavola a pag. 6 a pag. 7 a pag. 11 TIZIANO BATTISTI Potete leggere nell articolo di pagina 2 la polemica tra la Presidente Polverini e la Fimmg, che rappresenta i medici di famiglia. In questo articolo vogliamo tornare però sui temi che hanno portato a quello scontro e che interessano i cittadini da vicino. Tutto nasce dalle modifiche chieste dalle regioni al decreto Balduzzi sulla sanità. Variazioni che riguardavano in particolare la cosiddetta medicina di territorio e nello specifico il lavoro, gli orari e i servizi dei medici di famiglia. A seguito delle modifiche chieste dagli assessorati regionali alla sanità i medici hanno minacciato subito proteste e scioperi. Uno dei punti riguarda un tema da noi affrontato varie volte: come permettere ai cittadini di avere un punto e del personale a cui rivolgersi per questioni non gravi evitando di intasare i pronto soccorso. Le regioni si erano spinte, a dir la verità, molto oltre prevedendo anche tetti di spesa per singolo medico o per i medici aggregati. Cosa, secondo noi, di difficile se non impossibile applicazione. Cosa dovrebbe fare il nostro medico una volta finito il budget? Non prescriverci più le medicine? E anche vero che in questi anni il medico di base è stato gravato da una serie di questioni burocratiche che rischiano spesso di farlo diventare un burocrate della medicina. Ma, detto questo, rimane un problema evidenziato dalle pesanti parole della Polverini: e cioè che il nostro medico ha il suo orario di ambulatorio che spesso non arriva alle 15 ore settimanali (orario previsto dal contratto nazionale se non andiamo errati). Poi per noi cittadini, al di là del suo intervento sporadico a domicilio, si apre il deserto: tutto è delegato al 118 o alla Guardia medica o appunto al Pronto soccorso. Cioè si avverte nei cittadini quasi la percezione che il medico di famiglia è lì nel suo ambulatorio per prescriverci medicine, per darci una guardatina su cose poco serie e nel caso mandarci dallo specialista. Cosa forse anche inevitabile: per le cose serie è chiaro che c è e deve esserci l ospedale. Ma rimane il punto: c è bisogno di strutture filtro rispetto al pronto soccorso prima che l inverno riporti sui quotidiani l ennesima ondata di file che si abbattono sui centri di emergenza degli ospedali. C è bisogno allora di un confronto tra ministro, regioni e medici di famiglia per cercare e, possibilmente, condividere una soluzione. Evitando magari battute che riscaldano gli animi ma anche chiusure totali a qualsiasi novità.

2 2 Conti in sanità Il Tavolo tecnico boccia le misure della Regione sul Piano di rientro: nel mirino anche i rapporti con i privati Il Governo blocca novecento milioni Diminuiscono disavanzo e spesa farmaceutica convenzionata ma troppe questioni restano da definire Il verbale chiede una nuova ricognizione sui posti letto Ne abbiamo parlato molte volte anche sul nostro giornale. A causa del deficit in sanità la nostra regione è sottoposta ad un Piano di rientro sotto stretto controllo del Governo. C è perciò un Tavolo tecnico in cui vengono esaminati gli atti ed i risultati della nostra regione. Nei giorni scorsi è scoppiata una nuova polemica tra la presidente Polverini e il Pd proprio sul giudizio di quel Tavolo (e perciò del Governo) sui risultati raggiunti dalla Giunta regionale. Ma, visto che non ci sono stati comunicati stampa ufficiali, quello che è successo alla fine di luglio si è saputo molte settimane dopo, costringendo ad esempio Giulia Rodano, vicepresidente della Commissione Sanità della Regione, ad inoltrare al presidente del Consiglio Regionale Mario Abruzzese una richiesta ufficiale di accesso agli atti del tavolo tecnico visto che la cortina fumogena sui risultati tra Governo e Regione stenta a diradarsi e che per sapere dell andamento del piano di rientro occorre avere buone entrature negli uffici.. Ma perché è importante il giudizio di quel Tavolo per noi cittadini? Perché dipendono da quelle valutazioni una serie di finanziamenti che il Governo decide di volta in volta se bloccare o far arrivare. Vediamo allora cosa dice nel dettaglio l ultimo documento di quel tavolo. Iniziamo dal disavanzo: nel 2011 ammonterebbe a 774 milioni, in diminuzione rispetto agli anni precedenti. In diminuzione anche la spesa farmaceutica. Quello che emerge però è un giudizio negativo anche sulla trasparenza di alcuni atti firmati da un sub commissario non competente o addirittura non esaminati dai sub commissari (nominati dal Governo). Nel mirino anche i rapporti con strutture accreditate: le richieste di chiari- Inaugurazioni Inaugurato a luglio il nuovo Pronto Soccorso dell Ospedale Sant Eugenio. La ristrutturazione e l ampliamento (opere murarie, impianti e acquisto di tutte attrezzature) sono costate complessivamente 3,5 milioni di euro. Il nuovo Pronto soccorso del Sant Eugenio Tutti fondi regionali. I lavori sono stati svolti in soli 7 mesi. Secondo la Polverini "Diventa in termini di modernità quello più all'avanguardia di tutto il Lazio". Il Nuovo Pronto Soccorso del Sant Eugenio è stato mento riguardano gli accordi sottoscritti con l Ospedale Istraelitico, il Campus Biomedico, l Idi. Ma anche l Aurelia e l European Hospital, la Città di Roma e la Città di Aprilia, strutture del gruppo Garofalo. E a queste forse si riferisce il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Montino quando parla di alcune strutture private a cui la Regione ha riconosciuto condizioni di particolare favore, che seppur bocciate dal tavolo già da mesi, sono ancora operative. Poi ci sono i mancati accordi sul budget 2011 con il Policlinico Gemelli e la bocciatura del protocollo d intesa per l Umberto I. Si richiede inoltre maggiore chiarezza e una nuova ricognizione sui posti letto, viste le modifiche effettuate a vari accordi con strutture accreditate. Un documento che per il Pd è inquietante. Disavanzo Nel 2011 ammonterebbe a 774 milioni, in diminuzione rispetto agli anni precedenti concepito per garantire la massima efficacia ed efficienza nella gestione dei pazienti. Al Sant Eugenio si registrano mediamente oltre 60mila accessi all anno e serve un territorio di circa 600mila abitanti. Racconta di una sanità nel caos dove prevalgono scelte approssimative, favoritismi, discrezionalità totale. Certifica un fallimento totale e che il sistema è in tilt. Naturalmente opposta la visione della Giunta regionale: Abbiamo dimezzato il disavanzo ereditato dal precedente governo regionale in due anni (da 1,4 miliardi ereditati ai 774 milioni attuali): se veramente, come scrivono i ministeri vigilanti, non si avesse avuto il controllo dei direttori generali e delle aziende sanitarie come sarebbe stato possibile raggiungere questo risultato? Lo stesso verbale riconosce come, ad esempio, i costi della spesa farmaceutica convenzionata ed ospedaliera siano notevolmente diminuiti, cosa singolare per una regione che avrebbe tutti i processi di governance fuori controllo. Per la prima volta nella storia della Regione Lazio nel 2011 tutti gli erogatori privati e gli ospedali classificati hanno sottoscritto i contratti/accordi di remunerazione. Indubbiamente ci sono problemi rilevanti come il Gemelli, il gruppo San Raffaele, l'idi, il S. Lucia ecc, come il tavolo di verifica evidenzia, ma è doveroso rimarcare come tutte queste strutture abbiano alle spalle mancanze e presunti crediti mai saldati relativi agli anni passati e che solo questa amministrazione sta affrontando in modo strutturale cercando soluzioni, sempre nel rispetto delle norme vigenti, e in alcuni casi è già riuscita a dare risposte importanti''. La cosa sicura è che restano congelati fondi pari a oltre 900 milioni. Tiziano Battisti La polemica Per la Presidente della Regione Lazio sono introvabili, per i medici parole che lasciano allibiti e sconcertati Scontro Polverini Fimmg La questione è questa: il ministro Balduzzi anticipa i contenuti di un decreto su varie questioni che riguardano la sanità. Le Regioni, contrarie a molte questioni contenute al suo interno, propongono delle modifiche specialmente per quanto riguarda il lavoro e l organizzazione dei medici di famiglia. Pronte le reazioni dei sindacati dei medici che minacciano lo sciopero contro le proposte delle regioni. La presidente della regione Lazio Renata Polverini si dice "assolutamente sorpresa dalla reazione dei medici. Inizialmente i medici si erano detti d'accordo poi no". E sullo sciopero lancia una bordata non da poco: "Purtroppo i cittadini pensano che i medici di famiglia siano in sciopero da diversi anni visto che molto spesso non li trovano. E certo non serve a smontare la portata la ovvia precisazione che Ovviamente non dobbiamo generalizzare, alcuni di loro esercitano con professionalità e sono punti di riferimento". La dura risposta arriva dopo poche minuti da Giacomo Milillo, segretario nazionale della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale): "Le dichiarazioni della presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, ci lasciano allibiti e sconcertati. La governatrice del Lazio non conosce evidentemente nemmeno la realtà della medicina generale della sua regione o forse ne conosce solo una piccola parte, quella con cui ha particolare confidenza". A sostegno dei medici Claudio Bucci, consigliere dell'italia dei Valori alla Regione Lazio: ''La sanità va a rotoli e la Presidente si permette battute di cattivo gusto sui medici? Vergognoso. Chi è stata assente davvero è proprio la Presidente, su tutti i problemi è stata assente davvero è proprio la Presidente, su tutti i IDVChi problemi della nostra Regione della nostra Regione: dai Rifiuti, di cui si è lavata le mani, alla sanità, con un piano di rientro fallimentare. Noi lo sentiamo chiaramente il suo assordante silenzio: abbiamo presentato infatti decine di interrogazioni per avere chiarimenti sulla strana gestione della sanità rimaste tutte ancora, dopo mesi, senza risposta. Yari Ricci

3 3 La guida Come scegliere l attività sportiva più idonea assecondando inclinazioni e preferenze senza far pesare le nostre frustrazioni Quale sport per i nostri figli Pensarlo come un evoluzione naturale del gioco con graduale inserimento di regole Finite le vacanze si torna al lavoro e per i nostri figli ricominciano le scuole. Settembre però, per tanti bambini e ragazzi, non segna solo il ritorno sui banchi ma anche la ripresa dell attività sportiva incoraggiata e scelta troppo spesso dai genitori senza indagare le inclinazioni dei figli. Gli psicologi confermano infatti che nel rapporto complesso che intercorre genitori e figli si instaura una specie di transfert, inconsciamente scarichiamo sui figli frustrazioni e insoddisfazioni della nostra esperienza di vita precedente alla loro nascita. Ecco dunque che se non abbiamo conseguito risultati brillanti nella nostra carriera scolastica pretendiamo che nostro figlio ci regali almeno una laurea, se non siamo riusciti a diventare campioni in uno sport, ci fa sognare soltanto il pensiero che il nostro erede brilli in qualche specialità sportiva. Per non cadere in atteggiamenti ossessivi nei confronti dei nostri figli che rischiano di essere malsani sia per noi che per loro, bisognerebbe pensare allo sport come un evoluzione naturale del gioco generata dal graduale inserimento di regole nella fase del divertimento. Responsabilità degli adulti dovrebbe essere dunque quella di guidare in modo consapevole i propri figli tenendo conto delle loro preferenza e delle loro attitudini fisiche e mentali. Allora la domanda è quale sport scegliere? Sicuramente la corsa è la più istintiva e immediata pratica sportiva per il bambino anche se in questa disciplina e nell atletica leggera in generale sono elevati i rischi di Gli adulti La loro responsabilità dovrebbe essere quella di guidare in modo consapevole i propri figli tenendo conto delle loro preferenze e delle loro attitudini fisiche e mentali. La parola all esperto Le Scuole Calcio possono iscrivere bambini dai 6 anni dai 6 anni traumi articolari e muscolari. Se come sport l atletica offre un ampio ventaglio di scelta tra le sue specialità è anche probabile che tenda ad annoiare perché è un attività solitaria. Meglio allora gli sport di squadra, il basket o il calcio che fa sognare soprattutto i papà di avere un figlio campione. Le società sportive, attraverso le loro Scuole Calcio, possono iscrivere bambini dai 6 anni in poi ma il primo campionato può essere disputato nella categoria pulcini a 8 anni compiuti. Il calcio si dimostra particolarmente adatto ad allenare il fisico agli sforzi prolungati oltre ad abituarli a giocare in squadra. Importante è tenere il bambino per quanto possibile lontano dai fenomeni di divismo e di emulazione che circondano negativamente l ambiente calcistico. Mentre per il basket la pratica può essere iniziata anche prima dei 10 anni di età, ma è soltanto a 11 anni che la Federazione permette il tesseramento a una Società Sportiva e la conseguente effettuazione di campionati regolari. Tra gli sport più indicati per i nostri figli c è senz altro il nuoto che contribuisce allo sviluppo armonico e completo del fisico. Tra le controindicazioni i pericoli di un attività agonistica troppo intensa che potrebbe favorire il peggioramento di una situazione scoliotica non individuata in precedenza. Ancora, se l ambiente caldo-umido della piscina è particolarmente indicato per chi soffre d asma, così non si può dire per i soggetti con altre disfunzioni otorinolaringoiatriche, specialmente nei mesi invernali e nel momento dell uscita dall ambiente della piscina. Per i più gran- Nuoto sport perfetto per i bimbi Fin dall'inizio dell'età scolare la cosa fondamentale è fare una qualunque attività fisica". E' quanto afferma Armando Calzolari, presidente della commissione 'Il bambino e lo sport della Società italiana di pediatria (Sip). " Lo sport perfetto 5 anni È l età minima per iniziare alcuni sport come il tennis per i più piccoli è sicuramente il nuoto, uno sport che mette il bimbo a contatto con l'acqua e che coinvolge tutto il corpo. Una disciplina che insegna l'armonia dei movimenti e che non rischia di sovraccaricare tendini e articolazioni dei piccoli". dicelli tra i 9 e i 10 anni ottimo è anche il minivolley e la pallavolo nei primi campionati regolari a 14 anni. Non ci sono scontri diretti e lo sviluppo geometrico e razionale del gioco favorisce l acuirsi del senso della posizione e della responsabilità, caratteristiche molto formative per il bambino. La frequenza dei salti inoltre e le gestualità atletiche di questa disciplina assegnano questo sport alla categoria di quelli di allungamento, ricchi di benefici per la colonna vertebrale. Altro sport armonico per eccellenza la ginnastica artistica che garantisce uno sviluppo perfettamente simmetrico della muscolatura, totalmente messa in funzione durante ogni esercizio: il colpo d occhio e la capacità di reazione; la capacità di coordinarsi nei movimenti; la possibilità di mantenere a lungo la perfetta flessibilità delle articolazioni. Unica seria controindicazione è la presenza di gravi alterazioni, congenite o di origine traumatica, alla colonna vertebrale. Chiudiamo con il tennis che, contrariamente a quanto si pensa, può essere praticato anche in tenerissima età, dai 5 anni, con alcuni accorgimenti. Importante l utilizzo di racchette specifiche per dimensioni e peso su campi di dimensioni ridotte e l integrazione dei movimenti propedeutici alla disciplina con esercizi che interessino altre parti del corpo oltre a quelle specifiche della specialità. Il tennis sport è uno asimmetrico per definizione, è quindi opportuno che il giovanissimo atleta abbia la possibilità di sviluppare armoniosamente, con attività di compensazione, il proprio fisico. Francesca Ugolini I NOSTRI PRODOTTI PER LA TUA PUBBLICITA'

4 4 Strumenti Con le moderne tecniche di brain imaging nuove prospettive terapeutiche Il dolore è nella testa, capire e combatterlo fotografando il cervello Un adulto su cinque convive con dolore cronico o ricorrente Mal di testa, mal di schiena, malattia, problemi di salute cronici. Il dolore può avere molteplici origini e colpisce senza distinzioni centinaia di persone in tutto il mondo, tanto che si stima che un adulto su 5 conviva con un dolore cronico o ricorrente. E proprio di ricerca e di terapia del dolore si è parlato al 14 Congresso Mondiale sul Dolore che ogni due anni riunisce i più importanti esperti sul tema. Quest anno sono intervenuti in oltre 7 mila da 110 paesi di tutto il mondo per confrontarsi sulle nuove soluzioni per contrastare il dolore. Dopo Montreal nel ha esordito la professoressa Eija Kalso, Presidente di IASP, Università di Helsinki - l International Association for the Study of Pain, che ogni due anni organizza il Congresso, ha scelto di tornare dopo 37 anni in Italia, che nel 1975 ha ospitato a Firenze il primo Congresso Mondiale sul Dolore. Si confrontano a Milano i maggiori esperti internazionali di terapia del dolore tra ricercatori di base, medici, dentisti, psicologi, infermieri, fisioterapisti, farmacisti e altri professionisti della salute per aggiornarsi sui nuovi sviluppi nel campo della ricerca e della terapia. Oggi il dolore non può più essere sottovalutato: è molto più complesso di quanto si pensasse in passato. Abbiamo bisogno di un approccio multidisciplinare per capire al meglio i meccanismi legati al dolore e per migliorare l efficacia degli interventi terapeutici. Dopo tanti anni dal primo Congresso, quest anno arriva una notizia importantissima che apre la strada a nuovi scenari terapeutici con l individuazione del dolore proprio nella testa. Gli esperti sottolineano come l analisi del cervello con le moder ne Congresso Mondiale Oltre 7 mila da 110 paesi di tutto il mondo per confrontarsi sulle nuove soluzioni tecniche di brain imaging apra nuove prospettive per la terapia e la gestione dei pazienti. Il brain imaging - ha spiegato Irene Tracey, Presidente del Comitato Scientifico del 14 Congresso Mondiale sul Dolore, Università di Oxford - ci consente di vedere all inter no del sistema nervoso centrale umano (encefalo e midollo spinale) e di misurare il suo funzionamento. Possiamo osservare il cervello mentre elabora i segnali provenienti dalle aree danneggiate dell organismo, generando l esperienza conscia del dolore. Così possiamo identificare le aree più importanti da cui nasce il dolore e studiare come altre aree, una volta divenute attive, lo peggiorino notevolmente, generando ansia, depressione, aspettative negative eccetera. L'ipotesi di alcuni ricercatori americani Secondo alcuni ricercatori americani memoria, insulina, cibi ipercalorici e diabete sarebbero legati a doppio filo. L'Alzheimer potrebbe essere in alcuni casi una versione di diabete che colpisce il cervello, tanto che qualcuno ha ribattezzato questa forma di demenza il 'diabete di tipo 3'. A descrivere l'ipotesi che collega i problemi di memoria all'eccesso di cibi ipercalorici è un articolo su 'New Scientist', che parte dai risultati della ricerca di Suzanne de Alzheimer, diabete del cervello Il brain imaging consente di vedere all interno del sistema nervoso Sono state fatte nuove scoperte e apprese nuove informazioni sul cervello e sulla centralità del suo ruolo: speriamo che da qui possano svilupparsi nuove terapie e nuove strategie per la gestione dei pazienti. E se i cittadini della Norvegia sono i più colpiti dal dolore con un incidenza pari a 1 norvegese su 3 che soffre di dolore cronico (30% della popolazione), l Italia si piazza al Colpiti dal dolore In Italia il 26% della popolazione soffre di dolore cronico la Monte, la neuropatologa della Brown University a Providence che ha suggerito la nuova categoria di diabete. La studiosa, nel suo lavoro, ha interferito con la risposta cerebrale dei ratti all'insulina: l'ormone, famoso per controllare i livelli di zuccheri nel sangue, gioca anche un ruolo chiave nella segnalazione cerebrale. Quando il team di ricercatori ha alterato la strada che porta l'insulina ai neuroni delle cavie, il risultato è stata la demenza. terzo posto tra gli europei con un incidenza del 26%. Il gentil sesso il più colpito, il 56%, con un età media tra i 40 e i 50 anni e con un alto rischio di perdita del lavoro, di restrizione della vita sociale e di cadere in depressione. Il dolore poi aumenta con il diminuire del titolo di studio: Il 30% dei cittadini con un livello di istruzione medio- basso - spiega il professor Paolo Marchettini, Presidente del Comitato Organizzativo Locale del 14 Congresso Mondiale sul Dolore, Responsabile dei Centri di Medicina del Dolore del Centro Diagnostico Italiano di Milano e dell Ospedale San Raffaele - hanno esperienza di dolore severo, mentre l incidenza scende al 17-18% nella popolazione con un titolo di studio elevato. Questo fenomeno si spiega con la presumibile migliore capacità di comunicare con il medico di una persona più istruita. Francesca Ugolini

5 5 Il caso Un vero e proprio boom di mamme italiane che si recano in Svizzera per un esame che in Italia ancora non c è Test per sindrome down, solo a Lugano Un nuovo prodotto diagnostico che consiste in un semplice prelievo di 20 millilitri di sangue materno Una nuova frontiera della diagnostica prenatale? La sindrome di down è la causa cromosomica di ritardo mentale più diffusa. Si calcola che un bambino ogni duecento sia affetto da questa malformazione genetica. La diagnosi prenatale della trisomia21 è ormai una realtà e una possibilità colta da molte mamme italiane e non. La tecnica principalmente utilizzata è, come tutti sappiamo la amniocentesi che, nella sostanza, comporta il prelievo mediante una puntura trans addominale fatta sotto guida ecografica, di una piccola quantità di liquido amniotico. L analisi seppur all ordine del giorno comporta una componente di rischio, in alcuni rari casi può provocare addirittura l aborto ed è per questo che, difficilmente è consigliata dal medico, bensì proposta a casi selezionati. Alternative altrettanto attendibili non ce ne erano, fino ad oggi: il 20 agosto scorso è stato presentato un nuovo prodotto diagnostico che consiste in un semplice prelievo di 20 millilitri di sangue materno contenente una frazione di materiale genetico del feto dovuta al ricambio cellulare della placenta. Il Dna viene sequenziato e amplificato per consentire il calcolo del numero di cromosomi. Come è noto, la sindrome di Down, si caratterizza proprio per un numero diverso di cromosomi e con questo esame sarebbe possibile identificare eventuali anomalie in tempi relativamente ristretti e senza rischi per il feto. Questo esame ha una capacità predittiva attorno al 95% e soprattutto azzera i rischi di Studio americano aborto, ma almeno secondo le indicazioni, non è per tutte. Oltre alla necessità di avere superato l'undicesima settimana di gravidanza, in teoria è indicato se la donna appartiene a un gruppo con un rischio considerato elevato o se, dopo un esame ecografico o un esame del sangue, dovesse insorgere il sospetto di una trisomia 21 nel bambino. Inoltre, occorre tenere presente anche che questo tipo di analisi non può diagnosticare alcune rare forme di trisomia 21 e non è indicata nel caso di gravidanza gemellare. Infine, secondo i produttori si tratta comunque di una procedura "complementare alle tradizionali tecniche diagnostiche", ha ricordato Harry Hixson, presidente e Ceo della Sequenom che distribuisce Giù testosterone se il papà dorme accanto ai figli A rivelarlo è una ricerca dell'university of Notre Dame (Usa) pubblicata sulla rivista 'PlosOne'. Questo ormone, oltre ad avere un ruolo fondamentale nel garantire la produzione di spermatozoi, ha un peso determinante nell'equilibrio comportamentale e nella cura del rapporto con i figli. Più bassi sono infatti i livelli di testosterone più il maschio sarà coinvolto nella paternità, uno stato molto comune negli uomini che affrontano la paternità. Mentre un aumento incide invece Prenatest Ha una capacità predittiva attorno al 95% e azzera i rischi di aborto sull'abbassamento delle attenzioni rivolte, ad esempio, all'educazione dei figli. Gli scienziati hanno scoperto che la vicinanza stretta durante la notte determina una maggiore riduzione nel genitore del livello di testosterone. l'esame negli Stati Uniti. Nel nostro paese il Prenatest, questo il nome della nuova frontiera della diagnostica prenatale, non è ancora arrivato, ma ciò non ha fermato le mamme italiane, molte delle quali sono state pronte ad attraversare il confine e a mettersi in fila presso le cliniche specializzate del Canton Ticino. Giuditta Filippini, direttrice del laboratorio di genetica molecolare del ProCreaLab di Lugano ha dichiarato: In poco più di 7 giorni abbiamo gia' ricevuto una decina di richieste, e 9 su 10 arrivano dall'italia'' Molte mamme vogliono sottoporsi al nuovo esame anche se hanno una probabilità bassissima di mettere al mondo un bimbo affetto da trisomia 21. E' però una cosa che la paziente deve discutere con lo specialista che le segue, ed è per questo che noi - tiene a precisare Filippini - accettiamo di eseguire il test solo se la donna presenta una 'lettera' del ginecologo, dove si attesti per iscritto che la paziente ha superato l'undicesima settimana di gestazione e che l'esame è stato discusso". Il prezzo richiesto è pari a franchi svizzeri (circa euro) per l'esame, più i 7 franchi (5,8 euro) per il prelievo di sangue, richiesta di certo non economica, che però, come dimostrano i numeri è stata considerata necessaria da un numero significativo di donne, disposte a tutto pur di garantire il mino rischio possibile al proprio bambino. Chiara Addei Nuovi strumenti In dotazione al Centro di Ricerca Neuromed di Pozzilli proviene dagli Stati Uniti ed è la seconda in Italia Risonanza magnetica 7 Tesla Proviene dal National Institute of Health (NIH) del Maryland la Risonanza Magnetica 7 Tesla appena consegnata al Centro di Ricerca Neuromed di Pozzilli (IS), seconda in Italia e 18esima in Europa. Lo strumento consentirà nuove ricerche scientifiche avanzate sul cervello umano, permettendo di approfondire problematiche impossibili da studiare con gli strumenti disponibili fino ad oggi. I protocolli di ricerca stipulati dal Centro di Ricerca Neuromed con l Università Sapienza di Roma e i ricercatori statunitensi coinvolgeranno studiosi e ricercatori da tutto il mondo, provenienti da diversi settori scientifici: fisica, chimica, bioingegneria, neuroscienze, imaging. Anche la Regione Molise parteciperà ai progetti di sviluppo delle applicazioni previste tramite l utilizzo del nuovo apparecchio, valorizzando in primis il patrimonio professionale del territorio. Le possibili applicazioni della nuova risonanza magnetica spaziano infatti dallo studio ad altissima risoluzione del cervello all'esplorazione dell'apparato scheletrico. Nel settore delle Neuroscienze l installazione di tale tecnologia rappresenta un incremento delle potenzialità di ricerca per un ampio spettro di patologie neurologiche di interesse nazionale ed internazionale, che permetteranno di offrire cure nuove e più efficaci. Le alte prestazioni della Risonanza Magnetica Nucleare 7 Tesla renderanno possibile una più precisa mappatura delle funzioni e della struttura del cervello permettendo di capire i processi alla base dell attività mentale dell uomo. Le ricerche scientifiche che saranno sviluppate Renderà possibile una più precisa mappatura delle funzioni e della struttura del cervello segneranno una nuova frontiera della medicina a vantaggio dei pazienti, favorendo l apporto di sconfinati contributi alle neuroscienze, alle terapie molecolari e ad una più approfondita comprensione della relazione tra lo sviluppo anatomico e funzionale del cervello e di tutti i distretti corporei. Yari Ricci

6 6 Medicina Sulla ricerca del S. Lucia vedi l intervista su Ricercatori della Fondazione S. Lucia mostrano i cambiamenti funzionali e strutturali Quando impara a tenere il tempo il nostro cervello matura ed evolve I risultati dello studio possono essere trasferiti nel campo complesso della neuroriabilitazione di Simona Barbato Il senso del ritmo nell uomo è un istinto primitivo. La capacità di sincronizzare i movimenti ad un tempo musicale è una novità evolutiva degli esseri umani. Nulla di simile si verifica in altri mammiferi né, probabilmente, in altre parti del regno animale. Nonostante la danza sia una forma di espressione umana fondamentale i neuroscienziati non hanno mai dedicato molta attenzione a questa attività. Di recente un gruppo di ricercatori del laboratorio di neuroimmagini della Fondazione Santa Lucia ha cominciato a svolgere ricerche in questo settore, raggiungendo risultati interessanti. Il team guidato da Domenica Bueti ha individuato dei veri e propri cambiamenti funzionali e strutturali che si verificano nel cervello in seguito all apprendimento degli intervalli temporali. In altre parole tenendo il tempo il cervello si modifica in meglio e in un certo senso matura. Già nel 2007 scienziati della McGill University di Montreal pubblicano risultati sorprendenti di ricerche effettuate su cervelli sottoposti all'ascolto musicale. La tecnica usata dal gruppo guidato dal neuropsicologo cognitivo Daniel Levitin è la risonanza magnetica funzionale o "fmri". I soggetti dell esperimento sono stati esaminati durante l'ascolto di brani musicali mentre erano in posizioni statiche. I ricercatori hanno verificato che, anche in condizioni di immobilità, l'ascolto della musica riesce ad eccitare le zone cerebrali che coordinano le nostre attività motorie, confermando lo stretto legame fra musica e movimento. Un altro dato interessante dello studio canadese è stato il ruolo che gioca il cervelletto, una delle strutture cerebrali più antiche e primordiali nella nostra specie, che gestisce la coordinazione tra il fluire interiore del tempo, gli impulsi e il movimento. L attuale studio italiano, pubblicato sull importante rivista di neuroscienze Neuron, svela dunque che il cervello adulto è capace di cambiare alcune caratteristiche funzionali e di struttura del cervello, e che è possibile vedere questa evoluzione e studiarne i meccanismi. Queste modificazioni osservate e documentate durante gli esercizi e le prove di apprendimento spiegano gli autori dello studio in una nota - possono essere trasferite nel campo complesso della neuroriabilitazione. Un gruppo di volontari sani è stato addestrato per quattro giorni consecutivi ad apprendere il più correttamente possibile la durata di un breve flash luminoso. L addestramento ha portato i soggetti a migliorare non solo la loro capacità di stimare la durata degli stimoli visivi, ma anche di stimoli uditivi della stessa durata. Utilizzando tecniche di risonanza magnetica, sono stati monitorati i cambiamenti dei circuiti cerebrali prima e dopo il periodo di addestramento. I dati - proseguono i ricercatori - hanno evidenziato variazioni delle risposte funzionali in specifiche aree sensoriali e motorie, e cambiamenti morfologici nel cervelletto. I cambiamenti registrati in queste aree erano proporzionali alla capacità di apprendimento nei singoli individui: ovvero erano massimi nei volontari che avevano appreso meglio. Inoltre, in alcune di queste regioni, le variazioni sono state riscontrate sia durante la percezione visiva che durante la percezione uditiva, indicando un possibile meccanismo per collegare l informazione temporale fra questi sistemi sensoriali. I risultati dello studio della fondazione Santa Lucia IRCCS oltre a far luce sui meccanismi cerebrali collegati alla percezione soggettiva del trascorrere del tempo, potrebbero anche aprire la strada a nuove terapie nella riabilitazione dell ictus e delle malattie neurodegenerative. Italiani partecipano a studio mondiale su tecnica d avanguardia per curare ischemia al cuore Coronarie malate, terapia su misura di Simona Barbato Cosa succede nel cervello quando si apprende a tenere il tempo? Da oltre 10 anni il trattamento d elite per la cura delle malattie coronariche consiste nell impianto di uno stent. I pazienti trattati con stenting guidato da riserva frazionale di flusso e terapie mediche convenzionali, presentano risultati migliori rispetto a quelli trattati esclusivamente con i farmaci. Il dato, presentato a Monaco di Baviera al Congresso annuale della Società europea di cardiologia, emerge da uno studio pubblicato online sul New England Journal of Medicine. I nuovi risultati confermano i dati già raccolti durante la prima sperimentazione FAME. Allo studio FAME II hanno partecipato 28 ospedali nel mondo tra cui anche un centro italiano: l'arcispedale Sant'Anna di Ferrara con Marco Valgimigli, direttore del Laboratorio di cateterismo. Lo studio aveva l obiettivo di identificare una tecnica ad hoc per i pazienti colpiti da coronopatia e approfondire la conoscenza della riserva frazionale di flusso (FFR). La misurazione del flusso cardiaco nelle arterie coronarie è stata effettuata tramite la tecnologia 'PressureWire' di St. Jude Medical. La metodica fornisce La scoperta Utilizzando tecniche di risonanza magnetica, sono stati monitorati i cambiamenti dei circuiti cerebrali un'analisi più dettagliata per la determinazione dei vasi che necessitano di uno stent rispetto agli strumenti tradizionali, quali gli esami radiografici dei vasi sanguigni o delle camere cardiache. L'utilizzo aggiuntivo della misurazione della FFR, prima dell'impianto di stent, aiuta i medici a determinare quali lesioni sono responsabili dell'ischemia, ovvero della mancanza di afflusso di sangue al cuore causato dalla restrizione di un'arteria. La misurazione della FFR, inoltre, può essere utilizzata per valutare la composizione e la localizzazione della placca coronarica in modo da determinare con precisione il trattamento a cui sottoporre il paziente. Nello studio FAME II la tecnica PressureWire associata ai farmaci ha determinato una riduzione del ben 86% dei rischi relativi a successivi ricoveri ospedalieri non pianificati per urgenti bisogni di rivascolarizzazione dei pazienti. La ricerca - sottolineano gli esperti dell'arcispedale Sant'Anna - è i m p o r t a n t e soprattutto perché le malattie coronariche sono una condizione costosa e onerosa che colpisce milioni di persone in Italia. Ma i danni ai vasi sanguigni non sono tutti uguali. Mentre le ostru- IN BREVE Staminali: speranze e avversità Sono 3500 le sperimentazioni nel mondo con cellule staminali ma non esiste, ad oggi, una sola terapia che le utilizzi. Le staminali sono cellule non specializzate dotate della capacità di trasformarsi in cellule di uno specifico tessuto e rimpiazzare quelle perse. Tra i fattori che ne ostacolano l'applicazione pratica c è la necessità di laboratori attrezzati, il rischio di rigetto e di proliferazione incontrollata. Iniezione limita danni al midollo Ricercatori australiani hanno identificato un anticorpo che, iniettato nel sangue dopo una lesione al midollo spinale, riduce il danno causato da un trauma. Gli studiosi del Centre for Eye Research di Melbourne sostengono che la scoperta è importante per prevenire la perdita, finora incurabile, delle funzioni motorie. In futuro i paramedici potranno con una iniezione avviare la cicatrizzazione del midollo spianale danneggiato. Tre strategie per battere il Parkinson Corre su più fronti la ricerca per curare il morbo di Parkinson. Si cercano 'spie' che consentano di individuare la malattia in una fase precoce, strategie per sostituire le cellule degenerate, e in questo caso le staminali rappresentano la speranza più concreta. Ma il passo avanti decisivo dichiara Stefano Ruggieri, dell'istituto Neuromed - sarà comunque trovare terapie per 'congelare' la malattia. zioni di piccole dimensioni possono influenzare la funzione del cuore, quelle più grandi possono causare un attacco di cuore. Per questo è fondamentale poter distinguere tipo di alterazioni e rischi associati, in modo da poter meglio mirare il trattamento.

Che cos è la fibrosi cistica

Che cos è la fibrosi cistica La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il portatore sano del gene della malattia. Si è aperto quindi un importante dibattito

Dettagli

PROGETTO Fuori dal Guscio TERAPIA MULTISISTEMICA IN ACQUA

PROGETTO Fuori dal Guscio TERAPIA MULTISISTEMICA IN ACQUA PROGETTO Fuori dal Guscio TERAPIA MULTISISTEMICA IN ACQUA 2012 PREMESSA Il disturbo generalizzato dello sviluppo è una complessa disabilità dello sviluppo che compare tipicamente durante i primi tre anni

Dettagli

Lavoro di gruppo: Aspetti etici fondamentali sull utilizzo di test genetici negli embrioni

Lavoro di gruppo: Aspetti etici fondamentali sull utilizzo di test genetici negli embrioni Lavoro di gruppo: Aspetti etici fondamentali sull utilizzo di test genetici negli embrioni Introduzione Questo esercizio è idoneo al lavoro di gruppo. Ogni gruppo sceglie un testo di lavoro, e presenta

Dettagli

Somministrazione Insulina - Dossier INFAD. Diabete: Conoscerlo per gestirlo!

Somministrazione Insulina - Dossier INFAD. Diabete: Conoscerlo per gestirlo! Somministrazione Insulina - Dossier INFAD Diabete: Conoscerlo per gestirlo! GENERALITA Secondo l ISS il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue

Dettagli

23-NOV-2015 da pag. 16 foglio 1

23-NOV-2015 da pag. 16 foglio 1 Tiratura: n.d. Diffusione 12/2012: 10.694 Lettori Ed. II 2014: 61.000 Quotidiano - Ed. Roma Dir. Resp.: Gian Marco Chiocci da pag. 16 foglio 1 Tiratura 09/2015: 68.268 Diffusione 09/2015: 48.891 Lettori

Dettagli

SCUOLA IN-FORMA GENERAZIONE FUTURA. Progetto Futura 2. Per la prevenzione dei difetti congeniti e delle malattie genetiche

SCUOLA IN-FORMA GENERAZIONE FUTURA. Progetto Futura 2. Per la prevenzione dei difetti congeniti e delle malattie genetiche Provincia Regionale di Caltanissetta Assessorato Solidarietà Sociale Associazione Casa Famiglia Rosetta Centro di Genetica Medica M.Averna Azienda Unità Sanitaria Locale N.2 Unità Operativa per l Educazione

Dettagli

Ragazzi siamo facoltativi!?

Ragazzi siamo facoltativi!? Siena Ragazzi siamo facoltativi!? Corso di sopravvivenza nel mare della procreazione assistita e dintorni A cura di Carlo Bellieni Clicca qui per iniziare!!! Il DNA di una persona esiste prima della sua

Dettagli

RELAZIONE RIASSUNTIVA

RELAZIONE RIASSUNTIVA 40 anni di screening scolastico per la prevenzione della talassemia nel Lazio. Un programma di successo che, con il prezioso contributo del mondo della scuola, ha raggiunto e continua a mantenere da anni

Dettagli

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI.

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI. LEZIONE: LA SINDROME DI DOWN (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 UN PO DI STORIA ----------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 2

Dettagli

Legga le informazioni che seguono e poi risponda alla domanda:

Legga le informazioni che seguono e poi risponda alla domanda: La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il portatore sano del gene della malattia. Si è aperto quindi un importante dibattito

Dettagli

*DISTURBI DELLO SPETTRO DELL AUTISMO

*DISTURBI DELLO SPETTRO DELL AUTISMO *DISTURBI DELLO SPETTRO DELL AUTISMO *DSM: Manuale Diagnostico e Statistico delle malattie mentali APA *DSM IV : DISARMONIE COGNITIVE DELLO SVILUPPO *DSM-5: DISTURBO DEL NEUROSVILUPPO *DISTURBO NEUROBIOLOGICO

Dettagli

Le problematiche della donna nel terzo millennio. La medicina di genere

Le problematiche della donna nel terzo millennio. La medicina di genere Le problematiche della donna nel terzo millennio La medicina di genere Il genere è un determinante della salute perché coinvolge uomo/donna dallo sviluppo infantile alla senescenza La salute della donna

Dettagli

01 Il sistema nervoso centrale 2

01 Il sistema nervoso centrale 2 VI Sommario Parte prima La mente e le sue funzioni nel ciclo di vita Pensare, imparare, conoscere se stessi e gli altri, farsi un idea dell ambiente che ci circonda, reagire agli stimoli che continuamente

Dettagli

Rassegna Stampa. Conferenza stampa. Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata

Rassegna Stampa. Conferenza stampa. Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata Rassegna Stampa Conferenza stampa LA SIMG: SIAMO LE SENTINELLE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE PARTE VÌOLA, IL PROGETTO PER ABBATTERE IL MURO DEL SILENZIO Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata

Dettagli

FECONDAZIONE: CECOS, CON DIAGNOSI PREIMPIANTO NO ABORTI SPONTANEI E TERAPEUTICI

FECONDAZIONE: CECOS, CON DIAGNOSI PREIMPIANTO NO ABORTI SPONTANEI E TERAPEUTICI 27-09-2013 FECONDAZIONE: CECOS, CON DIAGNOSI PREIMPIANTO NO ABORTI SPONTANEI E TERAPEUTICI Roma, 27 set. (Adnkronos Salute) - "La decisione del Tribunale di Roma tutela il diritto alla salute della futura

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Ref. 123 / 2009 Reparto di Medicina della Riproduzione Servicio de Medicina de la Reproducción Gran Vía Carlos III 71-75 08028 Barcelona Tel.

Dettagli

se pensi alla tua salute, pensi a Domus Medica.

se pensi alla tua salute, pensi a Domus Medica. se pensi alla tua salute, pensi a Domus Medica. un approccio umanistico: la persona al centro. DOMUS MEDICA è una Struttura Sanitaria Privata polispecialistica accreditata per la medicina dello sport di

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE

CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE CONSIGLIO REGIONALE DEL MOLISE IX Legislatura Proposta di legge "Interventi regionali in favore di soggetti affetti da malattia di Alzheimer e sindromi dementigene ad essa correlate" Proponente Michelangelo

Dettagli

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL.

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL. SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL. CHE COS È FASE 1 SRL? Fase 1 è una società a responsabilità limitata

Dettagli

La percezione dello stato di salute e la depressione nella ASL di Terni

La percezione dello stato di salute e la depressione nella ASL di Terni La percezione dello stato di salute e la depressione nella ASL di Terni Come si misura la qualità della vita in relazione alla salute La definizione di salute dell Oms indica uno stato ideale, con un concetto

Dettagli

il programma che si prende cura della tua salute

il programma che si prende cura della tua salute il programma che si prende cura della tua salute A proposito di salute Prendersi cura è più che curare Vivere bene e più a lungo possibile è da sempre il primo desiderio di ogni uomo. Un numero sempre

Dettagli

La Polisportiva "INSIEME per SPORT La Società Polisportiva "Insieme per Sport" è nata nel maggio del 1995 all interno del Dipartimento di Salute Mentale dell ASL 3 Genovese, dall iniziativa di un piccolo

Dettagli

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH)

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) 1 ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) Gentile Signora/e, Gioia Jacopini*, Paola Zinzi**, Antonio Frustaci*, Dario Salmaso* *Istituto di

Dettagli

PraenaTest. Esame non invasivo delle trisomie nel feto. Qualità dall Europa ORA NUOVO. Brochure informativa per gestanti

PraenaTest. Esame non invasivo delle trisomie nel feto. Qualità dall Europa ORA NUOVO. Brochure informativa per gestanti ORA NUOVO PraenaTest express Esito in 1 settimana PraenaTest Qualità dall Europa Esame non invasivo delle trisomie nel feto Brochure informativa per gestanti Care gestanti, Tutti i futuri genitori si chiedono

Dettagli

LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC.

LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC. LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC. Per necessità l esposizione è schematica. Si rimanda alla consultazione del genetista il

Dettagli

NUOVE PROSPETTIVE PER IL RIPRISTINO DELLO SVILUPPO CEREBRALE NELLA SINDROME DI DOWN

NUOVE PROSPETTIVE PER IL RIPRISTINO DELLO SVILUPPO CEREBRALE NELLA SINDROME DI DOWN NUOVE PROSPETTIVE PER IL RIPRISTINO DELLO SVILUPPO CEREBRALE NELLA SINDROME DI DOWN GRUPPO DI RICERCA Coordinamento Università Partner Progetto realizzato con il contributo di Assicurazioni Generali ABSTRACT

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE Procreazione medico assistita L assistenza di un medico e di un biologo si dimostrano talvolta indispensabili per riuscire a diventare genitori. Quando una metodica di laboratorio, più o meno complessa,

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

DIFFERENZE DI GENERE E CURA DEL DISAGIO PSICHICO:

DIFFERENZE DI GENERE E CURA DEL DISAGIO PSICHICO: «Salute di genere fra medicina e società» Ferrara 8 marzo 2014 DIFFERENZE DI GENERE E CURA DEL DISAGIO I SERVIZI DI SALUTE MENTALE FRA CRISI E NUOVI BISOGNI Luciana O. Vianello Maria Grazia Palmonari Nel

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI:

DIVENTARE GENITORI OGGI: In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI: ASPETTI MEDICO-SANITARI Sintesi della ricerca Roma, 2 aprile 2015 Che il nostro Paese viva un problema di scarsa natalità è un opinione che la grande parte

Dettagli

Nella ricerca, il benessere per l umanità

Nella ricerca, il benessere per l umanità Nella ricerca, il benessere per l umanità Sei interessato a partecipare a studi clinici finalizzati allo sviluppo di nuovi farmaci in Sardegna? Diventa volontario con Fase 1 srl. Che cos è Fase 1 srl?

Dettagli

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché.

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché. LA RICERCA TI CERCA Come diventare ricercatore. E perché. INDICE CHE COS È LA RICERCA FARMACEUTICA? Una lunga storia, in breve 3 COME SI ENTRA NEL MONDO DELLA RICERCA? Un lavoro che guarda lontano, visto

Dettagli

IL PUNTO DI VISTA DEL MEDICO DI FAMIGLIA NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE

IL PUNTO DI VISTA DEL MEDICO DI FAMIGLIA NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE IL PUNTO DI NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE PISTOIA 6 GIUGNO OSTEOPOROSI: DIFETTO SISTEMICO A CARICO DELLO SCHELETRO CARATTERIZZATO DA UNA

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 725 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori RIPAMONTI, PALERMI, SILVESTRI e TIBALDI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GIUGNO 2006 Modifiche alla legge 19 febbraio

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE DEI DIFETTI CONGENITI

DIAGNOSI PRENATALE DEI DIFETTI CONGENITI DIAGNOSI PRENATALE DEI DIFETTI CONGENITI DIFETTI CONGENITI Le anomalie congenite sono condizioni che si instaurano tra il momento del concepimento e la nascita. LA DIAGNOSI PRENATALE insieme di tecniche

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

LEZIONE 1 1 INTRODUZIONE ALLA NEUROPSICOLOGIA

LEZIONE 1 1 INTRODUZIONE ALLA NEUROPSICOLOGIA INTRODUZIONE ALLA LEZIONE INTRODUZIONE ALLA 2007 Università degli studi e-campus - Via Isimbardi 0-22060 Novedrate (CO) - C.F. 0854905004 Tel: 03/7942500-7942505 Fax: 03/794250 - info@uniecampus.it INTRODUZIONE

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI Ogni individuo possiede un proprio patrimonio genetico che lo rende unico e diverso da tutti gli altri. Il patrimonio genetico è costituito da

Dettagli

Cosa ci dicono i dati

Cosa ci dicono i dati La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il «portatore» del gene della malattia. Si è aperto quindi per la fibrosi cistica

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile Via Montereale 24 - Pordenone NOTA INFORMATIVA PER AMNIOCENTESI

Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile Via Montereale 24 - Pordenone NOTA INFORMATIVA PER AMNIOCENTESI Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale Via della Vecchia Ceramica, 1 33170 Pordenone C.F. e P.I. 01772890933 PEC aas5.protgen@certsanita.fvg.it Presidio Ospedaliero di Pordenone Sacile

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Descrizione dell area di intervento e del contesto territoriale entro il quale si realizza il progetto Nella Regione Abruzzo sono

Dettagli

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus La risoluzione dell enigma endometriosi. Per affrontare con successo l enigma endometriosi, occorre

Dettagli

S T U D I O S P A Z I O

S T U D I O S P A Z I O S P A Z I O I nostri corsi 2014 La Cooperativa Co.Re.s.s. attraverso lo Spazio Arte 21, organizza percorsi dedicati alle persone che vogliono scoprire se stesse e le proprie emozioni attraverso l arte

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Dott.ssa EMANUELA GARRITANI

Dott.ssa EMANUELA GARRITANI Dott.ssa EMANUELA GARRITANI L idea di trattare questo argomento è nata a seguito della prima esperienza di tirocinio, svoltasi presso la Residenza Sanitaria Assistenziale del Presidio Ospedaliero di Monfalcone,

Dettagli

FEDERCONSUMATORI FEDERAZIONE NAZIONALE CONSUMATORI E UTENTI

FEDERCONSUMATORI FEDERAZIONE NAZIONALE CONSUMATORI E UTENTI 17 Novembre 2014 V Rapporto sui costi degli Atenei italiani II parte: lo studente fuori sede Introduzione Gli studenti universitari in Italia sono circa 1.663.800 1. Questo significa che ci sono altrettante

Dettagli

riqualificare risparmiare guadagnare

riqualificare risparmiare guadagnare riqualificare risparmiare guadagnare Il valore da proteggere Spesa annua per il riscaldamento domestico Francia 1150 Spagna 1116 Germania 1104 Ambiente, Energia e Casa. Tre parole unite da un unico comune

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il settore energetico è ormai ampiamente orientato verso l utilizzo delle fonti di energie alternative, in particolare verso l'energia solare. L impiego

Dettagli

IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE PER L'ALLENAMENTO E LA PRESTAZIONE.

IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE PER L'ALLENAMENTO E LA PRESTAZIONE. IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE PER L'ALLENAMENTO E LA PRESTAZIONE. Ippocrate non diceva assolutamente cose sbagliate. Ma dai suoi tempi ai giorni nostri scienza e tecnologia hanno cercato e cercano di

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE

DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE PROF. GIOVANNI NERI Istituto di Genetica Medica, Università Cattolica del S. Cuore, Roma DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE La diagnosi prenatale di malattie genetiche rare è pratica

Dettagli

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi*

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il segretariato sociale ha una storia e una tradizione che hanno accompagnato la professione dalla sua nascita, e pertanto

Dettagli

NOI E L AUTISMO: La diagnosi clinica e funzionale

NOI E L AUTISMO: La diagnosi clinica e funzionale NOI E L AUTISMO: La diagnosi clinica e funzionale L autismo è una sindrome comportamentale, causata da un disordine dello sviluppo neurobiologico che colpisce la comunicazione e l interazione sociale,

Dettagli

Le proponiamo un appuntamento per il giorno alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via , Roma

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma La Regione Lazio e la ASL Roma XY La invitano a partecipare ad un programma di prevenzione del tumore del collo dell utero rivolto alle donne di età compresa fra i 25 e 64 anni. Il programma ha lo scopo

Dettagli

Asilo nido Centro ricreativo Centro educativo. Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi

Asilo nido Centro ricreativo Centro educativo. Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi Asilo Asilo nido nido Centro Centro ricreativo ricreativo Centro Centro educativo educativo Indroduzione Il desiderio di aprire l Asilo Nido nasce da un istintivo

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO

CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO Gentile Utente, o questa guida intende fornirle alcune informazioni e consigli sull AFASIA, un disturbo che limita il linguaggio. Nel nostro Ospedale

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

www.vogliadisalute.it 13/11/2008 Schiena al sicuro sulle piste da sci

www.vogliadisalute.it 13/11/2008 Schiena al sicuro sulle piste da sci www.vogliadisalute.it 13/11/2008 Schiena al sicuro sulle piste da sci I consigli degli esperti per prevenire problemi di lombalgia: dalla scelta degli scarponi agli esercizi fisici preparatori, all attenzione

Dettagli

Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO

Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO 23 Congresso Nazionale Aniarti Jesolo, 03 05 novembre 2004 Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO (La risposta corretta è

Dettagli

Giornata Europea della Logopedia,6 Marzo 2012 Libera le parole I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA.

Giornata Europea della Logopedia,6 Marzo 2012 Libera le parole I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA. I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA CHI E IL LOGOPEDISTA? Il Logopedista è il Professionista Sanitario che, a seguito di un percorso formativo universitario, acquisisce le competenze necessarie

Dettagli

Progetto Memento. Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica

Progetto Memento. Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica Progetto Memento Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica Progetto Memento Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica

Dettagli

N 34 lunedì 2 agosto 2010

N 34 lunedì 2 agosto 2010 settore nazionale UISP sede operativa presso Costruire in Project via Delle Monache, 2 41057 Spilamberto (Modena) t. 059.785422 - www.spazidisport.it info@spazidisport.it Prof. Fabio Casadio Responsabile

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico Evoluzione Energetica La selezione naturale del risparmio energetico PER VIVERE A UN LIVELLO SUPERIORE ESPERTI DI DENTRO E DI FUORI Dalla E alla A: con Energetica Consulting il passaggio alle classi superiori

Dettagli

Psicopatologia dell anziano. Prof.ssa Elvira Schiavina 02 marzo 2016

Psicopatologia dell anziano. Prof.ssa Elvira Schiavina 02 marzo 2016 Psicopatologia dell anziano 02 marzo 2016 Invecchiamento e Psicopatogia Salute mentale dell anziano: nuovo campo della psicopatologia. Affinamento dei criteri di diagnosi, costruzione e validazione di

Dettagli

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV Riunione del 13/06//2013 celivo. - AIDO ass. donatori organi tessuti e cellule; - Ass. Il Cesto;

Dettagli

DIABETE GESTAZIONALE

DIABETE GESTAZIONALE DIABETE GESTAZIONALE SOMMARIO DEFINIZIONE 03 PERCHÈ VIENE IL DIABETE GESTAZIONALE E COME GESTIRLO 04 COME CONTROLLARE IL DIABETE 06 UN CORRETTO STILE DI VITA 08 DALLA NASCITA DEL BAMBINO IN POI 10 DEFINIZIONE

Dettagli

Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia

Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia Contributo non condizionato: Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia Giovedì 5 marzo 2015 presso HOTEL EUROPA Best Western Lungomare Zara, 57, 64021 Giulianova TE L incontro inizierà alle 20.30.

Dettagli

RI EDUCATORE SPORTIVO

RI EDUCATORE SPORTIVO EVENTI Rieducatore Sportivo Note: Costituita nel 2009 come Associazione Culturale, l attuale Rieducatore Sportivo a.s.d. è formata da un team di professionisti che si occupano di Prevenzione attraverso

Dettagli

LAB GENETIC. La nostra passione per l eccellenza GENETICA MEDICA - DIAGNOSI PRENATALE - BIOLOGIA MOLECOLARE - MEDICINA PERSONALIZZATA

LAB GENETIC. La nostra passione per l eccellenza GENETICA MEDICA - DIAGNOSI PRENATALE - BIOLOGIA MOLECOLARE - MEDICINA PERSONALIZZATA CENTRO DIAGNOSTICO E SERVICE DI LABORATORIO SPECIALIZZATO IN GENETIC LAB La nostra passione per l eccellenza GENETICA MEDICA - DIAGNOSI PRENATALE - BIOLOGIA MOLECOLARE - MEDICINA PERSONALIZZATA Geneticlab

Dettagli

CONOSCIAMO GLI ACROMATI

CONOSCIAMO GLI ACROMATI CONOSCIAMO GLI ACROMATI vedono pochissimo non vedono affatto quando c è tanta luce non vedono i colori Associazione Acromati Italiani Onlus Se aiutiamo loro, scopriremo cosa significa vedere, e guarderemo

Dettagli

DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO. 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1

DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO. 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1 DISLESSIA E RETE DI SUPPORTO 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 1 17/09/2015 PH.D Francesca Salis 2 famiglia osservo mio figlio e mi accorgo che.. gli insegnanti mi dicono che 17/09/2015 PH.D Francesca Salis

Dettagli

INCONTRO GENITORI 23 Maggio 2013 Dr.ssa Tiziana Serra. l importanza di una diagnosi precoce

INCONTRO GENITORI 23 Maggio 2013 Dr.ssa Tiziana Serra. l importanza di una diagnosi precoce INCONTRO GENITORI 23 Maggio 2013 Dr.ssa Tiziana Serra l importanza di una diagnosi precoce GLI INSEGNANTI DICONO CHE mio figlio.. è troppo frettoloso o lento; è intelligente ma svogliato, è distratto,

Dettagli

Sede legale: via Umberto I, 9 10088 VOLPIANO Sede operativa: via Pascoli 7/c - 10070 Caselle T.se (TO) tel. 011.99.68.133 cell. 335.711.64.

Sede legale: via Umberto I, 9 10088 VOLPIANO Sede operativa: via Pascoli 7/c - 10070 Caselle T.se (TO) tel. 011.99.68.133 cell. 335.711.64. 1 PROPOSTA PROGETTUALE.. CORSO di RISPARMIO ENERGETICO PREMESSA Il presente progetto rappresenta una proposta formativa il cui obiettivo è sensibilizzare i bambini verso una nuova consapevolezza di rispetto

Dettagli

Educare alla Relazione nella DiversAbilità

Educare alla Relazione nella DiversAbilità Educare alla Relazione nella DiversAbilità 1 Impariamo ad accogliere i BES L aumento impressionante dei disturbi dello sviluppo ha notevolmente innalzato il livello di allarme nei genitori, tanto da portare

Dettagli

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012 Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione Ricerca quantitativa settembre 2012 Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE DA LILT NEL SETTEMBRE 2012 REALIZZATA TRA L'11 E

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto. Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari

Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto. Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari Comunicato stampa Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari grazie ad una convenzione tra Ausl, Fondazione e

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

LE MALATTIE AUTOIMMUNI IN GRAVIDANZA

LE MALATTIE AUTOIMMUNI IN GRAVIDANZA LE MALATTIE AUTOIMMUNI IN GRAVIDANZA Beatrice Berluti, Andrea Luigi Tranquilli Istituto di Scienze Materno-infantili Sezione di Clinica Ostetrica e Ginecologica Parlare di malattie autoimmuni in gravidanza

Dettagli

CICLO DELLE PRENOTAZIONI

CICLO DELLE PRENOTAZIONI CICLO DELLE PRENOTAZIONI UNA SFIDA ANTICA Quando nuove tecnologie raggiungono un alto livello di diffusione, si aprono solitamente nuovi campi di applicazione. La combinazione della diffusione della Telefonia

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica digitale si è rotta: ora dovete comprarne una nuova. Avevate quella vecchia da soli sei mesi e non avevate nemmeno imparato a usarne tutte le

Dettagli

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE:

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: Il Lupus Eritematoso Sistemico: quale conoscenza, consapevolezza ed esperienza? Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer

la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer Gruppo di studio SIGG LA CURA NELLA FASE TERMINALE DELLA VITA la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer evelina bianchi Firenze 53 Congresso nazionale SIGG 2008 Firenze 53 congresso SIGG evelina

Dettagli

Attività a Tema in Branca L/C

Attività a Tema in Branca L/C in Branca L/C Queste note fanno seguito al laboratorio sulle del 13 marzo 2013 a Roma e riprendono il sussidio, ormai introvabile, concepito nel 1973 e rivisto nel 1982. Le nascono nella Branca Lupetti

Dettagli

NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci

NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci progetto di: LEELOO e STUDIOMAKER Ogni anno a Roma nascono circa 70 bambini al giorno. Anche oggi ne stanno nascendo 70. Se analizzassimo questo dato facendo un balzo

Dettagli