A - DATI SULL IMPRESA Progetto Experiment Autori: Barbieri, Drago, Russo, Tricomi I.P.C. Medicina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A - DATI SULL IMPRESA Progetto Experiment 2006-2007. Autori: Barbieri, Drago, Russo, Tricomi I.P.C. Medicina"

Transcript

1 A - DATI SULL IMPRESA Progetto Experiment Autori: Barbieri, Drago, Russo, Tricomi I.P.C. Medicina

2 A1 - Denominazione: O.R.M.E.s.n.c. Natura giuridica: società in nome collettivo A2 - Unità locale interessata dal programma di investimenti: Comune Budrio - Prov. Bologna cap B DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA 1. La mission L impresa O.R.M.E. nata sotto la denominazione giuridica di società di persone, è focalizzata sull attività di recupero, restauro e commercializzazione di materiali edili, in particolare laterizi. L idea imprenditoriale nasce dalla curiosità e dalla passione personale, di Simone e Denny, due componenti del nostro gruppo, per tutto ciò che è materiale antico. La nostra impresa "O.R.M.E." si baserà sullo sviluppo di tre R ovvero: -recupero -restauro -rivendita.

3 O.R.M.E. s.n.c. tratterà prioritariamente prodotti di recupero derivanti da demolizioni di vecchie costruzioni (ruderi) o edifici fatiscenti. La specializzazione della nostra azienda sarà quella di selezionare accuratamente i vari tipi di materiali, per tipologia, dimensione e colore, previa pulizia effettuata con l utilizzo di una particolare attrezzatura; tali materiali saranno successivamente confezionati in pallets e pronti alla vendita. La scelta di orientare l attività dell impresa al recupero del materiale laterizio è dovuta al fatto che il materiale vecchio, se opportunamente selezionato e pulito, ha più valore del materiale nuovo per le seguenti ragioni: - è più resistente, perché è prodotto con materie prime esclusivamente naturali a differenza del nuovo nel quale sono presenti anche sostanze chimiche che ne riducono la resistenza. Quindi tecnicamente i materiali vecchi, hanno una robustezza e resistenza agli agenti atmosferici probabilmente superiore ai materiali utilizzati oggi in imitazione. Questa robustezza è dovuta sicuramente ad una paziente e naturale attesa dei giusti tempi di cottura e asciugatura, che oggi non sarebbe possibile a causa dell esasperazione raggiunta nella produzione per abbassare i costi; - non richiede manutenzioni ordinarie e straordinarie una volta riutilizzato; - è in fase di sviluppo la richiesta di materiale recuperato da parte delle imprese edili trainata da una domanda da parte del cliente finale interessato a strutture anticate. Troviamo particolarmente interessante accludere, a conferma di quanto sopra, l esito di sperimentazioni fatte da esperti nel campo scientifico.

4 Attraverso l esame e l elaborazione dei risultati del lavoro condotto, si sono ricercate le caratteristiche discriminanti che consentono classificazioni storicotipologiche dei mattoni, con l individuazione, dove e se possibile, delle zone di provenienza delle argille, data la conoscenza, parallelamente acquisita da altro gruppo di lavoro, dell ubicazione di molte delle antiche fornaci. Lo spessore è risultato da 5 a 6 cm per i mattoni di epoca più antica e inferiore a 4 cm per quelli più recenti (primi anni del 1600). Sulle superfici esterne delle porzioni di mattone di dimensione sufficiente, erano ben visibili i segni caratteristici della lavorazione. Sulla superficie maggiore inferiore erano ben visibili i bordi e le venature del legno dello stampo; su quella superiore, alcune volte irruvidita con sabbia, le ondulazioni della battitura e rasatura. Dall esame visivo per quanto riguarda gli aspetti della conservazione, si è constatato che nessuno dei campioni esaminati ha mostrato di contenere sali solubili a livelli significativi per prevedere forme di degrado potenziale od in atto; solo in due casi è stata rilevata la presenza di anione solforico, rispettivamente in percentuali di 0,43 e 0,15. Le caratteristiche fisiche basilari, tipiche dei laterizi, hanno mostrato una variabilità del tutto normale, considerando l arco plurisecolare del tempo di fabbricazione, come osservabile. La caratteristica che ha mostrato la maggiore variabilità è risultata la resistenza a compressione.

5 Tutto questo può indicare, seppure in modo sommario ed indicativo (valore medio generale della resistenza a compressione 21,6 MPa) che lo stato do conservazione dei mattoni campionati è da ritenersi soddisfacente.. Una caratteristica della nostra azienda che potrebbe consentirci di recuperare un grosso quantitativo di materiale antico è quella di offrire un servizio di demolizioni gratuito al 50%, con l aggravio di costi che questa attività comporta, poiché riteniamo di poterci rifare sulle vendite nonostante la concorrenza del settore in quanto, da alcune interviste fatte, è emersa la presenza sul mercato di imprese che non lavorano in maniera seria. Ci prefiggiamo quindi di acquisire un vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza puntando principalmente sulla qualità e sul rispetto dell ambiente. 2. Il settore e la concorrenza Il settore dell edilizia è un settore in espansione. Uno degli elementi che possono essere considerati come decisivi per l innovazione nel settore è la domanda di

6 abitazioni e la sua evoluzione nel tempo. A tal proposito, il ciclo edilizio italiano è stato caratterizzato negli ultimi cinquanta anni da tre periodi ben distinti, anche se ben intrecciati e sovrapposti tra loro. La prima di queste ondate corrisponde agli anni della ricostruzione, caratterizzati da una domanda prevalentemente quantitativa, la seconda al periodo che ha avuto il suo apice tra gli anni settanta e gli anni novanta, nel corso del quale ha preso il sopravvento una domanda di tipo qualitativo e la terza, infine, che riguarda gli anni attuali e che è parzialmente sovrapposta a quella precedente, caratterizzata da quella che viene oggi definita come domanda sostenibile. Sul piano della domanda abitativa (e della corrispondente offerta edilizia) la tematica della sostenibilità si traduce in un enfasi nuova per le esigenze di sicurezza e salute, per la limitazione della produzione di rifiuti, per il riciclo e in un maggior interesse per la durata degli oggetti. Ecco che in questo quadro il recupero edilizio e quello urbanistico diventano indicatori di un rinnovato interesse per il riuso del territorio, opposto all espansione selvaggia che aveva caratterizzato la prima ondata e all aumento, proprio della seconda, dei metri quadrati, delle stanze e delle dotazioni individuali. Oggi anche la città trova risorse per ridisegnarsi e i cittadini accettano, quasi pretendono, che queste risorse vengano messe a disposizione. In questo potremmo trovare le connotazioni della domanda sostenibile, che si lega però anche ad altre componenti che sono l'arresto sostanziale della crescita urbana, la crescente domanda di qualità, nel significato che a questo termine si è testé tentato di dare e la crisi dei modelli tradizionali di industrializzazione. Diventa, quindi importante concentrare l attenzione sul mercato della

7 demolizione e del recupero. Secondo le stime del CRESME (Centro Ricerche Economiche e Sociologiche di Mercato) la quantità di detriti prodotti dalla demolizione nel nostro paese si attesta attorno ai 20 milioni di tonnellate; stima che confrontata con quella degli altri Paesi Europei, colloca, in un ipotetica classifica tra chi demolisce di più, l Italia al penultimo posto, davanti solo alla Spagna. TABELLA: Situazione europea del mercato della demolizione Concentrando l attenzione sull Italia il confronto dei dati regionali sulla produzione di detriti provenienti da demolizione per abitante, vede primeggiare il Piemonte e il Nord Est i quali vantano una produzione di detriti edilizi che varia dai 400 ai 500 chili pro-capite, mentre in Sicilia e in Campania scende a 220 chili procapite. La Lombardia con 3,2 milioni di tonnellate di detriti, insieme al Piemonte - Valle d Aosta (2,1) e al Veneto (1,6) all Emilia Romagna (1,6), in termini assoluti sono le regioni maggiori produttrici di detriti edilizi. La classifica si chiude con il

8 Molise e la Basilicata che insieme producono poco più del 1,5% della produzione nazionale. Tabella: Quantità di tonnellate di detriti per abitante prodotti per regione italiana Mettendo in relazione la stima del mercato potenziale dei detriti prodotti attraverso l attività di demolizione stimata dal CRESME, con i dati forniti dalle 268 imprese di gestione delle discariche autorizzate e di impianti di macinazione e selezione, che rispondono alla rilevazione Unioncamere - sui detriti riutilizzati e/o recuperati -, si registra che solo l 8,8% del totale dei detriti prodotti viene riutilizzato o recuperato. Naturalmente il quadro regionale del nostro paese è caratterizzato da profonde differenze: infatti mentre il nord-est e la Sicilia riutilizzano o recuperano

9 valori prossimi al 20% del totale dei detriti prodotti, regioni tradizionalmente avanzate come la Lombardia e il Piemonte si collocano su valori molto inferiori: rispettivamente 3.3% e 2,6%. All ultimo posto stanno Marche, Lazio, Abruzzo, Calabria e Sardegna dove le quantità di materiale riciclato e/o riutilizzato sono inferiori all 1% del totale. Tabella n. 3: L andamento del recupero e del riutilizzo dei detriti in Italia

10 2.1 Il settore delle costruzioni e il recupero di materiali Il mercato delle costruzioni negli ultimi anni è radicalmente cambiato. La crisi dell edilizia residenziale di nuova costruzione (-3,9% nel 1995; -3,3% nel 1996; -4,3 nel 1997), il boom del non residenziale privato, la ripresa degli investimenti in opere del genio civile, la lenta e costante ascesa del mercato del recupero residenziale, promosso dalle famiglie, rappresentano mutamenti profondi e strutturali con i quali ogni operatore deve confrontarsi. Per il comparto dei laterizi, in particolare, il mutamento più profondo si deve alla crisi della nuova costruzione residenziale, dovuta alla riduzione della crescita del numero delle famiglie (170mila nuove famiglie all'anno negli anni '80, meno di 70mila negli anni '90) e alla soddisfazione del fabbisogno abitativo primario (in Italia vi sono oggi 26 milioni di abitazioni, di

11 cui 20 milioni occupate da 20 milioni di famiglie). Se a questi fattori aggiungiamo l'aumento dell'età del patrimonio immobiliare (oggi circa il 40% delle abitazioni ha più di 40 anni d'età, tra quindici anni questa quota salirà al 70%) e la difficoltà all'acquisto del bene "casa", possiamo comprendere che siamo in una fase di passaggio storica: da un mercato dominato dalla nuova costruzione ad un mercato in cui è la ristrutturazione il principale riferimento. Ciò porta ad una forte crescita della domanda di materiale laterizio, probabilmente soprattutto di recupero dal momento che i mattoni e le coperture di recupero hanno fatto rilevare un forte incremento della domanda negli ultimi due anni, e quindi costituire un opportunità per la nostra azienda che commercializza questa tipologia di materiali. 2.2 I nostri concorrenti 2.3 La concorrenza del nuovo I nostri concorrenti sono rappresentati da imprese svolgenti attività similari alla nostra e cioè recupero e successiva commercializzazione di materiale laterizio antico, oltrechè dalle organizzazioni definite in modo più tecnico fornaci, che producono materiale laterizio nuovo. Da ricerche approfondite fatte navigando nel web e grazie alle intervista rivolte ai loro clienti abituali, le imprese edili, abbiamo constatato che le località dove sono concentrate per la maggiore sono: Modena Ravenna Rimini

12 Piacenza Abbiamo preso in considerazione due fornaci, una localizzata a Modena e l altra a Piacenza. La prima è la Fornace SILA, azienda leader nel settore delle coperture la quale produce dal 1959 presso lo stabilimento di Fiorano Modenese, tegole ed elementi per coperture con sofisticate tecnologie ceramiche, nei modelli e colori tradizionali ed avanzati per la categoria. L azienda si basa su quattro punti: RICERCA: grazie all esperienza nel settore si utilizzano impasti ottenuti dalla miscelazione di argille di monte e da grès-ceramico, il quale supera le fasi del comune laterizio, assicurando minor assorbimento e la totale assenza di calcinelli. RESISTENZA: Il grès ceramico ha maggior resistenza alle sollecitazioni meccaniche e termiche. TECNOLOGIA: L attenzione riservata ai sistemi di copertura e lo studio applicato, ha indotto l azienda a creare una serie di materiali di grandi prestazioni, economicamente competitivi e ricchi di soluzioni tecniche. GARANZIA: I prodotti sono sinonimo di durata nel tempo; è infatti assicurata una garanzia per 10 anni. La seconda fornace, situata presso Piacenza è la RDB S.p.a, una piccola-media azienda che ha quale primaria linea guida quella di consolidare la propria presenza

13 storica sul mercato rinnovando la propria immagine. A tal proposito è stato varato un piano di investimenti che prevede l immediato aggiornamento tecnologico. I risultati conseguiti hanno premiato gli sforzi aziendali grazie alla qualità, e alla varietà della tipologia dei servizi. Il prossimo obiettivo sarà quello di migliorare il grado di soddisfazione della clientela, attraverso l attuazione di un costante miglioramento tecnologico, per far conoscere al mercato la qualità dei loro prodotti. Bene, in seguito all analisi della concorrenza potenziale, rappresentata dalle imprese che producono materiale laterizio nuovo, abbiamo notato che TECNOLOGIA e QUALITA, legati al prodotto finale, sono i fattori critici di successo per queste imprese. TECNOLOGIA e quindi utilizzo di macchinari esclusivi e di ultima generazione, per garantire alla clientela una buona QUALITA attraverso l offerta di un prodotto finale già testato e quindi competitivo. Da ciò potremmo desumere che questi due fattori, camminino di pari passo con un conseguente svantaggio per la nostra impresa che offre sul mercato materiali prodotti in un epoca, in cui la tecnologia non era certamente avanzata come oggi. Utilizziamo, però, il condizionale in quanto come si è evidenziato sopra, la resistenza e la qualità dei materiali di recupero, nello specifico, dei mattoni è stata testata da esperti che ne hanno esaminato le caratteristiche tecniche per cui concludiamo col ritenere che i nostri materiali non si rilevano qualitativamente inferiori. 2.4 I concorrenti diretti

14 I nostri concorrenti diretti sono rappresentati dalle imprese che svolgono un attività similare alla nostra, localizzate nel territorio di Bologna e cioè imprese che recuperano e commercializzano vecchio materiale essenzialmente laterizio. Da una serie di ricerche ed interviste, fatte ad imprese operanti nel territorio circostante, è emersa la quasi totale assenza di concorrenti in zona; l unica concorrente può essere rappresentata dalla D.M. di Cavina Fabiano, un azienda che opera ad Imola, poco rispettosa tra l altro dell ambiente come si evince dall intervista sotto, e che rivolge la propria offerta soltanto ad imprese, escludendo quindi i privati, con una particolare attenzione rivolta al segmento del mercato estero più che a quello italiano. Tale situazione potrebbe consentirci di guadagnare una buona fetta di mercato rappresentata soprattutto da privati e perché no anche da imprese, frutto del rafforzamento della nostra immagine sullo stesso. Sono tanti i nostri punti di forza, offriamo prodotti solo dopo un attenta ed accurata selezione garantiti a vita, offriamo un prodotto naturale e soprattutto ciò che ci contraddistinguerà rispetto alla concorrenza e che contribuirà al rafforzamento della nostra immagine sul mercato, sarà sicuramente il principale valore della O.R.M.E. s.n.c. : lavorare per l ambiente e nel suo pieno rispetto. Intervista effettuata a Drago Diego dell : Impresa Edile F.lli Drago Signor Drago qual è l attività svolta dalla vostra impresa e dove siete localizzati? Siamo un impresa edile che opera a Budrio, un paese del Bolognese, a pochi km da Medicina. Quali sono le differenze tra il mattone vecchio e quello nuovo?

15 La prima è una differenza di prezzo, sicuramente il mattone vecchio costa di più. Un altra differenza è che sono diversi esteticamente, infatti il mattone nuovo a differenza di quello vecchio presenta dei fori in superficie ma soprattutto ciò che caratterizza il mattone antico è sicuramente la resistenza; ciò ragazzi è da attribuirsi al diverso tipo di fabbricazione previsto, basato sull uso di prodotti naturali per il vecchio e di prodotti chimici per il nuovo. Può essere interessante il riutilizzo di materiali vecchi recuperati o restaurati? Certo, anche perché c è una forte richiesta da parte dei nostri clienti; il materiale vecchio viene utilizzato anche per fare del rustico. Ci sono delle differenze tra tegole e coppi? Innanzitutto c è una differenza di materiale; le tegole sono fatte in cotto e alcune in cemento, mentre i coppi sono fatti in terracotta. A differenza del coppo,inoltre, la tegola presenta vari modelli: c è la tegola marsigliese e quella portoghese, la differenza tra queste ultime è più una differenza visiva. Come e con quali tecniche di demolizione si recuperano i mattoni senza danneggiarli? Direi che per non danneggiarli, i mattoni si possono recuperare o a mano, o con un martello pneumatico piccolo. In quali tipi di costruzione il materiale recuperato può essere utilizzato e perché? Il materiale può essere utilizzato per la costruzione di muri rustici, per abbellimenti.sono tante le persone che richiedono questa tipologia di servizio. Quali sono le zone in cui si possono recuperare questi materiali? Le zone che hanno più cascine o case abbandonate sono quelle di campagna, quindi direi che le zone di campagna dovrebbero essere l ideale per il recupero di materiale laterizio. Ha mai direttamente utilizzato materiali vecchi? No, in genere utilizzo materiale nuovo in stile antichizzato perché non mi risulta ci siano imprese in zona, che svolgono attività di recupero di vecchio materiale laterizio. A pensarci bene una c è ed opera ad Imola ma vi conviene informarvi meglio.

16 Intervista effettuata a Cavina Fabiano della: D.M. Demolizioni Signor Cavina qual è l attività svolta dalla vostra impresa e dove siete localizzati? Siamo un impresa operante ad Imola che si occupa del recupero e della commercializzazione di materiale soprattutto laterizio, nuovo e vecchio. Quali sono le differenze tra il mattone vecchio e quello nuovo? La prima differenza, e direi la più importante è che il mattone vecchio costa di più; io ad esempio vendo quello nuovo a 0,25 e quello vecchio ad 0,85. Un altra differenza è che il mattone vecchio è prodotto in modo più sano, per la produzione si utilizzano solo materiali naturali; un tempo alcune persone li impastavano nelle proprie case e proprio per questo motivo è più resistente; al contrario invece il mattone nuovo è composto da materiale chimico. Ci sono altri vantaggi per un cliente derivanti dalla scelta di materiale laterizio vecchio? Certo, la cosa che a me personalmente e a molte altre persone piace, ma soprattutto fa comodo, è che una volta costruita una casa non si avrà più bisogno di spendere altri soldi per l intonaco o per altro; facendone invece una oggi, con mattoni assolutamente nuovi, alla fine si spende il doppio se non di più perché, col trascorrere degli anni i ritocchi sono necessari. Spesso quindi consiglio al cliente di spendere un po di più all inizio in quanto poi è tutto guadagnato, sia tempo che soldi. Può quindi essere interessante il riutilizzo di materiali vecchi recuperati o restaurati? Il riutilizzo di materiali è sicuramente interessante, e lo rende tale il fatto che c è una richiesta di questi materiali abbastanza elevata. Nonostante ciò noi abbiamo dovuto fare una scelta aziendale e quindi abbiamo deciso di indirizzarci ad un target formato da imprese edili e non da privati. Abbiamo praticamente fatto una selezione che ci ha portato a fare una scelta di convenienza nel senso che anche se sappiamo di riuscire a coprire i costi delle demolizioni, che sono gratuite, vogliamo lavorare solo con persone che richiedono grandi quantità di materiale così il guadagno sarà superiore. La vostra clientela è solo italiana?

17 No, noi collochiamo i nostri prodotti anche all estero, anzi a dire il vero, vendiamo più all estero che in Italia; noi esportiamo persino in America, Inghilterra, Francia e Giappone. Quale differenze ci sono tra tegole e coppi? - La tegola, che è stata inventata nel 50, è molto fragile; - Il coppo è molto più resistente ed a dire il vero è anche molto richiesto. Come e con quali tecniche di demolizione recuperate i mattoni senza danneggiarli e quanto personale occorre per compiere questa operazione? Per recuperare i mattoni diciamo che non occorre la presenza di molti operai, infatti per l attività di demolizione io e mio figlio siamo sufficienti; comunque il muro di una casa si può anche tirare giù con dei cavi d acciaio che tirati da una parte all altra del muro, fanno cadere i mattoni. Ciò è possibile anche perché demoliamo case che erano state costruite con mattoni vecchi per cui la probabilità che si rompano è bassa; di solito si rompe solo una piccola percentuale di mattoni pari al 5 o il 6%. E questo ragazzi accade proprio perché la resistenza del mattone vecchio è davvero tanta. Cosa ne fate delle restanti macerie (legno, ferro, plastica )? Cosa volete che ne facciamo le portiamo in discarica con l aggravio di costi che questa attività comporta. Quali sono le zone in cui si possono recuperare questi materiali? Soprattutto le zone di campagna anche se io lavoro ovunque, in qualsiasi posto. Qual è la richiesta da parte di privati o imprese del settore di questi materiali? A dire il vero la richiesta sia delle imprese che dei privati è molto alta specialmente per quanto riguarda i mattoni vecchi e i coppi solo che, come ho già detto precedentemente, io lavoro solo con le imprese. Intervista effettuata a Colomba Vincenzo della: Costruzione Edile F.lli Colomba

18 Quali sono le differenze tra il mattone vecchio e quello nuovo? La differenza principale è che il mattone vecchio ha più durata, risulta essere migliore perchè più resistente rispetto al mattone nuovo; un ulteriore diversità tra i due è che il mattone vecchio è più costoso. Può essere interessante il riutilizzo di materiali vecchi recuperati o restaurati? Si. Quale differenze ci sono tra tegole e coppi? La differenza che c è è che la tegola è meno resistente rispetto al coppo, comunque sia quando vedete il tetto di una casa di diversi colori è solo perché sono state utilizzate tegole nuove che, seguono ovviamente il gusto personale delle persone e quindi la differenza di colore non ha un significato di chissà quale genere, è solo una scelta del cliente. Come e con quali tecniche di demolizione si recuperano i mattoni senza danneggiarli? Per recuperare i mattoni senza danneggiarli si può utilizzare un martello pneumatico. Quali sono le zone in cui si possono recuperare questi materiali? Si possono recuperare questi materiali dalla demolizione di vecchie cascine. Quali sono i costi relativi a mattoni vecchi e mattoni nuovi? Il mattone vecchio costa di più rispetto al nuovo, infatti possiamo trovare il mattone nuovo a 0,30 mentre il mattone vecchio si può trovare anche a 1,00. Intervista a Sergio Sazzini della Sazzini s.n.c. Quali sono le differenze tra il mattone vecchio e quello nuovo? Il mattone vecchio è più richiesto per effettuare ristrutturazioni, anche se oggi non si costruisce praticamente più con mattoni vecchi. Esso è più utilizzato per fare abbellimenti e non per costruire totalmente una casa. Un altra differenza è il prezzo. Ad esempio, il prezzo che faccio io per il mattone nuovo è di 0,48, e diciamo che il mattone vecchio costa praticamente il triplo, comunque

19 questi materiali sono venduti al pezzo. Un ultima differenza non da poco è che il mattone nuovo non si può lasciare così, nel senso che dopo aver costruito una casa con mattoni nuovi bisogna dopo qualche anno per forza farci sopra l intonaco altrimenti sarebbe proprio brutta da vedere, al contrario quando si costruisce una casa con i mattoni vecchi poi si può lasciare così ah, dimenticavo la cosa penso più importante è che per le costruzioni nuove si preferisce utilizzare il mattone nuovo in stile vecchio, anche perché una caratteristica a favore del mattone nuovo è che è più sicuro rispetto al vecchio. Dico più sicuro perché il mattone nuovo, è materiale testato; sono state fatte prove in laboratorio e sono quindi collaudati. questo tipo di sicurezza penso non si possa avere con il mattone vecchio. Quale differenze ci sono tra tegole e coppi? - Le tegole sono piane mentre i coppi sono curvi; il coppo è il manto di copertura più antico ed è più resistente della tegola che è più fragile e può essere di vario tipo: marsigliese(dritta) o portoghese(sono praticamente due insieme ed è formato dal manto superiore e da quello inferiore. Quali sono le zone in cui si possono recuperare questi materiali? Si possono trovare questi materiali in luoghi di campagna dove ci sono case antiche disabitate Le principali barriere all ingresso nel settore della demolizione e del recupero di laterizi hanno principalmente natura culturale. In riferimento al settore della demolizione ciò si evince soprattutto da un confronto del mercato italiano con quello degli altri paesi europei dove per trovare una motivazione a tali differenze si fa riferimento a fattori di natura culturale, come quelli relativi alla politica di conservazione e salvaguardia del patrimonio storico edilizio nonché all indice frazionamento della proprietà, enorme per i Paesi dell area del Mediterraneo rispetto agli altri paesi del Nord Europa.

20 Infatti in Italia il 78% delle abitazioni sono possedute dalle famiglie, contro il 40% della Germania e della Svezia e il 53% della Francia e della Danimarca. Quella del recupero, inoltre, è una cultura che progressivamente si sta facendo strada un po a tutti i livelli della società, spesso con fatica. Ciò è inammissibile soprattutto in campo produttivo, visto che produce ricadute quasi immediatamente in termini di gestibilità che, per un azienda, si traduce in economicità. 3 Le aree di attività dell impresa 3.1 Le linee di prodotto e / o di servizio Prodotti Offerti Mattoni antichi di recupero utilizzati per arricchire le strutture di colonne, capitelli, archi, muretti a faccia vista, pavimenti esterni ed interni. Dimensioni: mattoni di misure irregolari inferiori a cm. 12x25x5,5h; Prezzo: 2,50 (cad.) Coppi che con il loro colore rosso antico donano alla costruzione un aspetto unico nel suo genere; Dimensioni: coppi a sezione tronco-conica di cm. 12x43x18; Prezzo: 1.80 (cad.) Tegole per rendere la costruzioni di tetti o abbellimenti di vario genere.

21 Dimensioni: tegole piane di cm. 25x40. Prezzo: 1,00 (cad.) Altro materiale di recupero come porte, comignoli, balconi, piastrelle, altro. Prezzo: in base alle dimensioni e alla categoria. Gran parte dell innovazione della nostra attività sta nello sfruttare, nel riciclare gran parte del materiale di una struttura da demolire minimizzando quello da inviare in discarica. Dall analisi dei concorrenti diretti è, infatti emerso che la totalità delle imprese che offre un duplice servizio di demolizione e commercializzazione di materiale laterizio antico, analogo a quello offerto dalla nostra azienda, dopo aver recuperato materiali antichi, provvede alla messa in discarica dei restanti materiali ritenuti riutilizzabili. Il recupero delle materie prime (nel nostro caso materiale proveniente dal settore edile), secondo i dettami del Decreto Ronchi (Decreto legislativo del 05/02/1997 che ha modificato la disciplina dei rifiuti, e chiarite le finalità di protezione dell ambiente e di responsabilizzazione di tutti i soggetti coinvolti nel ciclo di vita dei prodotti.), costituisce invece un attività d avanguardia ed è destinata ad un sicuro sviluppo che procede di pari passo con l evoluzione della ricerca scientifica e delle tecnologie. Ecco quindi che il rifiuto diventa risorsa ; una risorsa di valore inestimabile se si pensa ai vantaggi che questo tipo di attività può dare sia nel breve che nel medio lungo termine. E non si tratta solo di vantaggi traducibili in denaro, ma in qualche

22 cosa di più importante, del tipo che mondo lasceremo in eredità ai nostri nipoti. Insomma lavorare sul territorio, per l ambiente e nel suo pieno rispetto, per cercare di vivere in un futuro migliore. 3.2 I clienti potenziali La nostra azienda offrirà due tipologie di prodotti: materiale da riciclare e materiale di recupero, essenzialmente laterizio. Primo prodotto offerto: materiale da riciclare: Clienti: Imprese specializzate nel riciclaggio di rifiuti Secondo prodotto: materiale antico di recupero Clienti: imprese, privati e rivendite

23 Il segmento di mercato a cui l impresa intende rivolgersi è quello che predilige un elevato contenuto qualitativo del servizio offerto supportato da un prezzo non elevato, grazie ai contenuti costi di gestione ed alla flessibilità di un organizzazione di medio-piccole dimensioni. La clientela sarà inizialmente residente in zona, o nelle immediate vicinanze, ma la diffusione della nome della società, delle sue caratteristiche e della sua attività, grazie anche al sito web, consentirà l apertura verso nuova clientela proveniente anche da comuni distanti. L azienda si rivolgerà principalmente ad imprese edili, privati e rivendite. Privati: generalmente i ricavi derivanti dalla vendita a privati sono più contenuti rispetto a quelli derivanti dalla vendita ad imprese, questa considerazione, come emerge dall intervista, ha spinto la nostra principale concorrente a trascurare questo segmento di mercato sempre più cospicuo. Alla luce di ciò abbiamo deciso di

24 colmare questo vuoto di offerta nella consapevolezza di raggiungere tutti i privati presenti nel nostro ambito territoriale. Rivenditori: Abbiamo pensato di rivolgere l attenzione anche alle rivendite in quanto l aumento del recupero, la crisi delle opere pubbliche orienta sempre più i produttori ad utilizzare il canale del rivenditore. 3.3 GLI INCROCI TRA LINEE DI PRODOTTO E CLIENTI Prodotti offerti Cliente Imprese specializzate nel riciclaggio Materiale da riciclare Prezzo Vecchio materiale riciclato Imprese edili Qualità Immagine Prezzo Privati qualità Immagine e Prezzo Informazione

25 Rivendite qualità Immagine Prezzo Consulenza 4. Come organizzo l attività imprenditoriale I prodotti da noi offerti saranno principalmente due: i materiali da riciclare e materiale laterizio da noi riciclato (mattoni, tegole, coppi ecc.). Per quanto riguarda i primi, noi pensiamo di contattare le aziende addette al riciclaggio dei materiali prodotti dalla demolizione, situate in Emilia-Romagna, per poi portar loro i rifiuti. La nostra attività principale, riguarderà però il recupero di vecchio materiale essenzialmente laterizio. In particolare tale attività si concretizzerà in tre fasi: Recupero La reperibilità dei materiali sarà a nostro carico, essa avverrà attraverso la raccolta dei materiali presso ruderi, edifici abbandonati o di proprietà su invito di un committente. Due dei soci della nostra azienda, Russo e Barbieri si recheranno direttamente

26 sul posto indicato dal committente essendo la prima fase del processo produttivo, e cioè l attività di recupero, svolta direttamente sul luogo di demolizione. Il recupero verrà effettuato in più fasi: La prima consisterà nello scoperchiare il tetto tramite l aiuto dell octopus, per poi effettuare manualmente il recupero dei coppi. La seconda fase riguarderà il recupero dei mattoni: verranno fatti cadere i muri spingendoli a terra con il BobCat. Dopo questa fase sarà possibile compiere il recupero dei mattoni attraverso la divisione manuale effettuata con martello e scalpello. La percentuale di mattoni che attraverso le fasi di recupero e restauro verranno danneggiati sarà in media del 5%. Nella terza fase verranno recuperate tutte le macerie (Ferro, legne, plastica ecc.) destinate alla vendita ad aziende specializzate nel riciclaggio dei rifiuti. Restauro Il processo di lavorazione per ottenere il prodotto finito pronto per la commercializzazione, partirà dalla pulizia dei materiali con apposite attrezzature; di seguito avverrà la selezione per tipologia, colore, forma e dimensione. Per quanto riguarda il mattone questo verrà accuratamente pulito attraverso l utilizzo di una particolare attrezzatura denominata scalpellina. Per quello che invece riguarda i coppi non c è necessità nè di restauro nè di pulitura perché vengono comunemente venduti nello stesso stato in cui vengono recuperati.

27 Magazzino e Rivendita Il materiale recuperato verrà poi trasportato con un camion di nostra proprietà presso il nostro magazzino dove i vari laterizi suddivisi come descritto sopra vengono confezionati in bancali da 300 pezzi, sigillati con reggetta in polipropilene e depositati nell area espositiva, dove avviene la commercializzazione del prodotto finito. a) Localizzazione dell impresa L attività verrà svolta in un locale, già provvisto di un impianto idrico, igienico ed elettrico, di circa 400 mq di proprietà di uno dei soci, fittato alla società. Per la localizzazione della struttura è stato scelto un locale fronte strada posto nella zona periferica del comune di Budrio, in provincia di Bologna, in quanto detta località sorge a pochi chilometri da Bologna e non lontano dal casello autostradale dell Interporto di Bologna, risultando facilmente raggiungibile da diverse zone limitrofe di alta densità popolare. Le attrezzature coinvolte nella produzione saranno essenzialmente le seguenti: Minipale (Bobcat) Più di sessant anni fa Bobcat ha rivoluzionato il mondo del movimento terra per i lavori eseguiti in spazi ristretti introducendo il concetto della pala compatta e diventando leader mondiale del settore. Le minipale Bobcat sono molto versatili grazie all esclusivo sistema Bob- Tach per l installazione rapida degli attrezzi. Tutta la gamma di pale compatte Bobcat eccelle per affidabilità, facilità di manovra in

28 spazi ridotti, comodità di accesso in cabina, comfort e sicurezza dell operatore. Tali macchine soddisfano le norme SAE relative alla struttura antiribaltamento e alla protezione contro la caduta di oggetti La società possiede un minipale Bobcat del valore di 4.000, conferito dal socio Barbieri, che possiede le seguenti caratteristiche: Peso Operativo: Potenza Motore: Larghezza: Capacità Benna: Altezza al perno: Forza di strappo: kg 33 KW 1,57 metri 0,35 mc 2,85 metri kgf Valore MULETTO: Progettato per consentire la massima manovrabilità, il nuovo CESAB Blitz 3R AC Tecnology a trazione anteriore è disponibile con portata da a Kg e con altezza di sollevamento fino a mm. La tecnologia AC significa prestazioni eccellenti, consumi ridotti e, grazie all assenza delle spazzole al carbonio e dei tradizionali teleruttori, meno interventi di assistenza e manutenzione.

29 I più elevati standard di comfort e di sicurezza caratterizzano il posto guida ergonomico. L altezza della protezione conducente di soli 1950 mm consente al carrello di entrare ed operare all interno dei containers. E possibile selezionare diverse modalità di guida semplicemente premendo i pulsanti sul piantone dello sterzo. L operatore può scegliere tra tre opzioni: L (low), H (High) e P (programmabile tramite consolle). E inoltre disponibile una velocità ridotta regolabile. Il controllo AC può essere utilizzato per programmare, regolare e personalizzare i seguenti parametri: frenatura, velocità di rivolta, brandeggio. Opzioni: Bracciolo ergonomico con Mini-Joystick o Fingertips Braccioli regolabili Inversione al volante Cabina Canvas pannellatura anteriore/superiore/posteriore con tergicristallo Cabina completa Versione conceria Versione antideflagrante (Atex) Protezione conducente Drive-in Circolazione saltuaria su strada La società provvederà al noleggio di un muletto con le seguenti caratteristiche: Prezzo del noleggio: 4500 annui

30 Modello Portata Baricentro Interasse Lunghezza totale Larghezza totale Corridoio stivaggio con pallet Raggio di curvatura CESAB Blitz 3R 1500 Kg 500 mm CAMION: Modello Man Ribaltabili munito di braccio octopus Categoria Usato Immatricolazione 01/01/2000 Prezzo 5500 Potenza CV 460 Assi 8x4 Km Zona geografica Forlì SCALPELLINA: Il mattone vecchio è un articolo sempre più ricercato e apprezzato sul mercato delle ristrutturazioni. L unico handicap è costituito dalla sua pulizia, che comporta tempi molto lunghi e incide notevolmente sul costo finale. Ora grazie alla SCALPELLINA sarà possibile ridurre drasticamente questi tempi.

31 SCALPELLINA è la macchina ideale per chi vuole pulire e recuperare i vecchi mattoni in modo veloce e perfetto. L utilità e l affidabilità della macchina, unitamente alla doppia serie di scalpelli che permette a due persone di lavorare contemporaneamente, fanno sì che si possa raddoppiare o addirittura triplicare la quantità di mattoni puliti rispetto al metodo tradizionale manuale, abbattendone decisamente i costi. La SCALPELLINA pulisce tutti i tipi di mattoni, di qualunque dimensione o spessore; gli scalpelli sono riaffilabili e intercambiabili tra di loro. SCALPELLINA è conforme a tutte le normative europee e alle vigenti leggi in materia di sicurezza sul lavoro. ALTRE CARATTERISTICHE: - piedi regolabili in altezza per una comoda posizione di lavoro e completamente smontabili; - ingombro ridotto, può essere trasportata nel baule di qualsiasi automobile; - motore 220V. - Hp1,5 - Kw.1,1; - peso di kg.65. Questa attrezzatura, inoltre, grazie all impiego di speciali acciai trattati, non richiede particolari manutenzioni se non l aggiunta periodica di olio, e la riaffilatura o la sostituzione degli scalpelli. Avvicinando il mattone agli scalpelli, è possibile regolare l intensità e la forza di battuta semplicemente attraverso la pressione che si esercita su di essi. In questo

32 modo è possibile togliere tutti i tipi di materiali, anche i più duri, oppure perfezionare la pulizia negli angoli o nei punti più delicati, senza rovinare assolutamente il mattone. APPLICAZIONE DEL PIANO DI LAVORO Il piano di lavoro è un accessorio della SCALPELLINA. La sua funzione quella di aiutare ed agevolare l operatore nel lavoro di pulizia del mattone. Serve infatti come appoggio e nello stesso tempo permette di posizionare correttamente il mattone vicino agli scalpelli con la giusta angolazione. La società provvederà all acquisto della scalpellina ad un prezzo di presso Emiliane Macchine Edili di Reggio Emilia. Hardware Acquisto di un Pc cliente con le seguenti caratteristiche presso la MediaWorld: Processore Apple imac 17 MA950 HD 160GB RAM 1024 MB Prezzo La vendita e la distribuzione del prodotto Le iniziative che s intendono attuare al fine di mantenere alto il livello di gradimento del servizio offerto saranno basate principalmente:

33 a) sulla conoscenza del servizio offerto e dei materiali utilizzati nelle varie attività attraverso un continuo monitoraggio del contatto con la clientela, nonché attraverso la partecipazione a fiere e manifestazioni di settore. b) sul costante aggiornamento delle esigenze del consumatore attraverso piani di ricerca per lo sviluppo di idee innovative atte a rispondere anticipatamente e tempestivamente alla continua evoluzione della domanda. c) l ottimizzazione del ciclo produttivo attraverso il ricorso ad un locale adeguato, l ausilio di attrezzature appropriate e la specializzazione del personale. L azienda provvederà alla distribuzione del prodotto (materiale riciclato) a privati e ad imprese, direttamente presso il proprio magazzino. La distribuzione del prodotto a privati porterà delle complicazioni di non poco conto nella definizione del percorso dei prodotti, servizi e soprattutto delle informazioni. Oggi, infatti, nel mercato edilizio si percepisce con sempre più urgenza la necessità di ripensare all organizzazione della distribuzione dei materiali per le costruzioni. Il settore distributivo, oggi, è certamente il settore chiave del mercato delle costruzioni, perché lo spostamento del mercato verso la ristrutturazione sposta l attenzione verso l utente finale. La famiglia ha assunto un maggior peso decisionale soprattutto nell attività di recupero per cui è per noi importante cercare di raggiungerla: con i prodotti, con i servizi, con le azioni di comunicazione, ecc. Ma l utente finale è anche un soggetto attivo che vuole informarsi e quindi non si accontenta più dei canali consueti, ma segue altri percorsi, magari trasversali (il parente, il cognato, amici e conoscenti che hanno fatto esperienza) o più consueti (il rivenditore, il grossista ecc.). Si è cioè passati da un mercato in cui l utente finale era

34 un utente indicato in termini generici ad un mercato in cui l utente finale ha un nome ed un cognome; è cioè un soggetto preciso, con gusti e scelte proprie. Un altro cliente dell azienda è rappresentato dalle rivendite - così sono chiamati i punti vendita che commercializzano i prodotti per l edilizia -. Il principale punto di debolezza del settore distributivo legato all edilizia è rappresentato dalla presenza di un numero elevato di aziende di ridotte dimensioni. In questo settore, la distribuzione è caratterizzata da bassi margini e un elevata frammentazione che non risultano funzionali all esigenza di rispondere alle richieste sempre più evolute e articolate della domanda. Le rivendite si presentano per lo più di dimensioni ridotte rispetto all esigenza di riqualificare l offerta in termini di qualità dei prodotti e, soprattutto, dei servizi che rappresentano il vero valore aggiunto offerto dai distributori. Il processo di acquisto dei materiali edili risulta, infatti, particolarmente complesso a causa dell elevato contenuto tecnico dei prodotti, per la cui commercializzazione occorre sempre più frequentemente dotarsi di una sala attrezzata per l esposizione dei campioni e le prove dei prodotti, il cui allestimento grava pesantemente sulla struttura delle imprese distributive di ridotte dimensioni. Abbiamo pensato di rivolgere l attenzione anche alle rivendite in quanto l aumento del recupero, la crisi delle opere pubbliche orienta sempre più i produttori ad utilizzare il canale del rivenditore. Per promuovere la nostra attività presso la clientela effettueremo immediatamente una grossa campagna pubblicitaria che comprenderà: Inserzioni su riviste specializzate (quali: Il Laterizio, Imprese Edili, Il Nuovo

35 Cantiere, Il Commercio Edile) Un attività di pubblicità diretta alle aziende edili possibili clienti. Creazione di un sito web in cui si pubblicizzare la nostra attività ed evidenziare tutti i punti di forza che la caratterizzano. Particolare cura sarà dedicata alla grafica, al suo layout, alla struttura dei testi e delle immagini, fattori che spesso influenzano il visitatore e che saranno volti a comunicare un immagine positiva dell azienda. Il nostro sito esporrà le caratteristiche tecniche dei nostri prodotti, i relativi prezzi e da esso sarà possibile accedere all area clienti per effettuare acquisti o prenotarsi per una demolizione gratuita al 50%. Partecipazione attiva a fiere specializzate (Es. Il SAIE di Bologna) Il marchio. La fiducia, la fedeltà, l immagine positiva sono aspetti importantissimi per la conquista e il mantenimento delle quota di mercato; la scelta del marchio con il quale fidelizzare la clientela ed aumentare la nostra notorietà diventa fondamentale. Per la nostra azienda abbiamo scelto questo marchio in quanto atto a creare nella mente del nostro cliente un collegamento con l attività che svolgiamo e soprattutto abbiamo voluto sceglierne uno che trasmettesse i nostri inconfondibili valori e competenze.

36 Due dei soci, Tricomi e Drago nello specifico, si occuperanno dello svolgimento di quest0 attività così delicata. 4.3 L Amministrazione e la gestione generale dell impresa La nostra azienda sarà organizzata sotto la forma giuridica di società in nome collettivo. La costituzione di tale società avverrà con la stipulazione dell atto costitutivo, redatto con scrittura privata autenticata. Tale atto sarà trasmesso presso l Ufficio del Registro delle imprese di Bologna entro trenta giorni dalla data di costituzione. Entro lo stesso termine sarà inoltrata telematicamente la denuncia di inizio attività all Agenzia delle Entrate per l attribuzione del numero di partita IVA. O.r.m.e. s.n.c. sarà costituita da quattro soci, tre dei quali provvederanno ad un conferimento in denaro di determinato in funzione del fabbisogno finanziario della costituenda società. Barbieri Simone, uno dei soci, conferirà il Bobcat (precedentemente acquistato per uso personale) necessario per l espletamento dell attività di demolizione. Tutti i soci, inoltre, presteranno la propria opera all interno dell azienda soprattutto al fine di ridurre soprattutto nella fase di inizio dell attività i costi del personale dipendente. Il lavoro svolto dai soci sarà così organizzato: Drago Rosa Linda e Tricomi Alexa si occuperanno della vendita, delle fasi burocratiche, della pubblicità e del lavoro d ufficio (come ad esempio la fase di registrazione delle fatture, rispondere al telefono, etc.)

37 Russo Denny e Barbieri Simone avranno il compito del recupero, del restauro e dell imballaggio. Tutte le fasi del processo produttivo verranno svolte all interno dell azienda ad eccezione della contabilità che verrà affidata ad un professionista. Inoltre un altro aspetto da non trascurare è che la nostra azienda occupandosi dello smaltimento di rifiuti speciali dovrà attenersi al decreto Ronchi del 1997 per cui nessun camionista che trasporta i rifiuti potrà trasportare materiali su strada senza il formulario di identificazione del rifiuto che ne attesti la quantità e la tipologia. Esso sarà compilato per ogni trasporto e firmato dal camionista.. Affinché l impresa possa funzionare bene occorrono le seguenti risorse: Risorse umane specializzate nelle tecniche di demolizione, nella contabilità e dotate di particolare competenze relazionali e di vendita. Risorse finanziarie per l effettuazione degli investimenti necessari allo svolgimento del processo produttivo Marca: La marca è una risorsa chiave dell impresa, capace di alimentare se stessa e altre risorse. Il valore potenziale della stessa deriva delle risorse intangibili ad essa intrinseche: l immagine, la fedeltà della clientela, ecc. Dalle interviste è emerso che la marca risulta essere un fattore di mercato molto importante, per gli operatori il nome vale. La convinzione generalizzata è che l importanza della marca sia quantificabile al 50%, e che il resto si deve alle capacità imprenditoriali e commerciali del rivenditore.

38 Risorse che servono all impresa Risorse umane (specializzazione Risorse già possedute dall impresa Specializzazione nelle tecniche di demolizione nelle tecniche di demolizione e nella contabilità) Risorse finanziarie Risorse di fiducia (marca) Risorse finanziarie Necessità di rafforzare la nostra immagine sul mercato PROSPETTO DEGLI INVESTIMENTI INIZIALI: Il programma d investimento relativo alla O.R.M.E. s.n.c. concerne l acquisto sul mercato dell usato del camion necessario al trasporto dei materiali, l acquisizione di arredi da ufficio, di un computer, la partecipazione a fiere, la registrazione del marchio e sua eventuale pubblicizzazione, l acquisto di attrezzature specifiche concernenti l attività quali la scalpellina, utilizzata per la pulizia dei mattoni, acquistata sul mercato dato il valore contenuto, e il muletto preso, invece, a noleggio.

39 TIPO DI INVESTIMENTO VALORE TOTALE IN Tecnologie informatiche Attrezzature/macchinari (costo scalpellina, noleggio muletto) Arredo Immagine e marchio Automezzi Servizio di demolizione (al 50%) (Previsioni costo demolizione al 50%: per un tot di 20 demolizioni) TOTALE INVESTIMENTI ,00 Il calcolo degli ammortamenti per quanto di nostra proprietà:

40 Tipo di investimento N. Anni vita utile Ammortamento annuale in euro Tecnologie informatiche Attrezzature /macchinari Immagine e marchio Arredo Totale 3350 Fonti di copertura degli investimenti: Abbiamo ipotizzato una disponibilità immediata dell intero capitale apportato dai soci. Parte di questi soldi serviranno a coprire gli investimenti iniziali, mentre la restante parte assicurerà una base economica più stabile alla nostra impresa che si appresta a crescere sul mercato. Tipo di fonte Valore in euro Mezzi propri Totale Preventivo economico I ricavi I ricavi conseguiti dalla nostra azienda sono relativi alla vendita del materiale da riciclare alle imprese specializzate nel riciclaggio dei rifiuti e del materiale da noi riciclato.

41 Ricavi della vendita del materiale da riciclare VOCI VALORE IN Prezzo Vetro /t Quantità vendute 1.3 t Ricavi vetro 364,00 Prezzo legno /t Quantità legno 100 Ricavi legno 3.000,00 Prezzo cemento /t Quantità cemento t Ricavi cemento ,00 Prezzo Plastica 220 /t Quantità vendute 1 t Ricavi plastica 220,00 Prezzo ferro 160 /t Quantità vendute 80 t Ricavi ferro 12800,00 Totale ricavi ,00 Ricavi della vendita del materiale riciclato VOCI Valore in Prezzo Mattone vecchio 2.50 Quantità vendute Ricavi Mattoni Prezzo Tegole 1.00 Quantità coperture Ricavi coperture

42 Prezzo coppi 1.80 Quantità coppi Ricavi coppi Ricavi altro materiale (comignoli, balconi, porte antiche ecc.) TOTALE RICAVI Servizio Prezzo servizio N. opere Ricavi servizio in euro Demolizione 5.000, ,00 Voci Valore in euro l anno Ricavi ,00 Prodotto 1 Ricavi ,00 prodotto 2 Ricavi ,00 servizio Totale Ricavi , Il preventivo economico del primo anno di attività Voci Valore in euro Ricavi Costo demolizione Noleggio muletto Costo per servizi (utenze, commercialista) ,00 Costo del personale (2500 euro lordi al mese per 4 persone per ,00 13 mesi)

43 Spese generali (pubblicità, assicurazioni) ,00 Varie (cancelleria, ecc ) 1.000,00 Ammortamenti 3.350,00 Costo per godimento beni di terzi (affitto capannone mq 400) ,00 Utile Il nostro obiettivo futuro:acquisire un vantaggio competitivo

I dati della ricerca

I dati della ricerca Relazioni con i Media Tel. 02/8515.5288/5224 Comunicati www.mi.camcom.it I dati della ricerca Il mercato fotovoltaico in Europa e nel mondo. È l Europa il mercato di sbocco principale per il fotovoltaico,

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua

PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua CONTENUTO Conosciamo CONOSCIAMO IL VOSTRO SETTORE Conosciamo Nell ultimo decennio il settore dell energia solare ha registrato una crescita senza

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati Contesto europeo Secondo i dati resi disponibili da Eurostat, integrati con i dati ISPRA per quanto riguarda l Italia, nel 2011 i 27 Stati membri dell

Dettagli

CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale)

CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale) CURRICULUM VITAE (Da compilare per ogni componente del gruppo imprenditoriale) Dati personali Nome e cognome: Data e luogo di nascita: Residenza: Stato civile: Telefono casa: Fax: Telefono cellulare: E-mail:

Dettagli

Un Partner qualificato sempre al vostro fianco

Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Uffix Srl è una realtà attiva nella vendita, assistenza e noleggio di sistemi per l ufficio, a cui si aggiungono

Dettagli

Agilità e potenza. I carrelli elevatori elettrici Linde E 20 E 30. Linde Material Handling

Agilità e potenza. I carrelli elevatori elettrici Linde E 20 E 30. Linde Material Handling Agilità e potenza. I carrelli elevatori elettrici Linde E 20 E 30. Linde Material Handling Linde E 20: un carrello agile e compatto con una portata di 2.0 t. Con un altezza del tettuccio di protezione

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 $/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 / DUHDGLSURGX]LRQHELRORJLFD A fianco l uso dell olio di oliva tradizionale, sono cresciute la produzione ed il consumo dell olio biologico, con il conseguente aumento dell

Dettagli

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott.

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott. La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale Relatore: dott.ssa Anna Censi Innanzitutto chi sono.. Mi chiamo Anna Censi ed ho collaborato

Dettagli

Il negozio online per il fiorista, pronto da usare!

Il negozio online per il fiorista, pronto da usare! Il negozio online per il fiorista, pronto da usare! FiorinCittà.it ti offre la possibilità di avere un negozio online personalizzato in base al tuo comune di residenza. Ad esempio, se il tuo negozio si

Dettagli

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA Studio generale 2008 a cura di Federico Della Puppa con la collaborazione di Dem.Co Indice Risultati principali, 3 Presentazione,

Dettagli

,/0(5&$72',&216802,/0(5&$72 '(//(25*$1,==$=,21,,7$/,$12(' (67(52(/(/252&$5$77(5,67,&+(

,/0(5&$72',&216802,/0(5&$72 '(//(25*$1,==$=,21,,7$/,$12(' (67(52(/(/252&$5$77(5,67,&+( ,/0(5&$72',&216802,/0(5&$72 '(//(25*$1,==$=,21,,7$/,$12(' (67(52(/(/252&$5$77(5,67,&+( 6(/(=,21('(,3$(6, Nella precedente ricerca si sono distinti, sulla base di indicatori quali la produzione, il consumo

Dettagli

BUSINESS PLAN BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA

BUSINESS PLAN BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA 1 SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE: Tale sintesi dovrebbe dare al lettore una chiara idea del progetto imprenditoriale e dell opportunità di business che questo

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE YD18U ATTIVITÀ 23.31.00 FABBRICAZIONE DI PIASTRELLE IN CERAMICA PER PAVIMENTI E RIVESTIMENTI ATTIVITÀ 23.32.00 FABBRICAZIONE DI MATTONI, TEGOLE ED ALTRI PRODOTTI PER L EDILIZIA IN TERRACOTTA

Dettagli

Produttività più elevata nella movimentazione dei carichi

Produttività più elevata nella movimentazione dei carichi Gru Scarrabili Muletti retromontati Sponde montacarichi Gru forestali e per il riciclaggio Produttività più elevata nella movimentazione dei carichi www.hiab.com La Hiab conosce a fondo i differenti segmenti

Dettagli

nel diventare un Partner Luminae

nel diventare un Partner Luminae Vantaggi commerciali nel diventare un Partner Luminae Come aumentare il fatturato anche in un periodo di crisi Ottobre 2013 rel.01 Pagina 1 di 5 INDICE PER ARGOMENTI Pag. Premessa 3 Come aumentare le possibilità

Dettagli

Il Controllo di gestione nella piccola impresa

Il Controllo di gestione nella piccola impresa Stampa Il Controllo di gestione nella piccola impresa admin in A cura di http://www.soluzionipercrescere.com La piccola impresa presenta generalmente un organizzazione molto snella dove l imprenditore

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti copyright

cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti copyright 2014 ricerca cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti 1 Cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti, 2014 La pubblicazione riporta i risultati di una ricerca condotta via internet

Dettagli

Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel 2010.

Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel 2010. Note sul Piano di Azione Nazionale per le energie rinnovabili (PAN). Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

PARTNER FOR YOUR BUSINESS SISTEMI E SOLUZIONI PER LA RACCOLTA

PARTNER FOR YOUR BUSINESS SISTEMI E SOLUZIONI PER LA RACCOLTA PARTNER FOR YOUR BUSINESS SISTEMI E SOLUZIONI PER LA RACCOLTA AUTOMATICA DEGLI IMBALLAGGI PER BEVANDE Tecnologia Greeny Eurocompact EC1/EC2/EC3 Postazione automatica compatta per la raccolta degli imballaggi

Dettagli

Espresso 12. La prima macchina da caffè espresso funzionante a 12V

Espresso 12. La prima macchina da caffè espresso funzionante a 12V Espresso 12 La prima macchina da caffè espresso funzionante a 12V Espresso 12 è la nuovissima macchina da caffè espresso alimentabile a 12V. Finalmente è possibile preparare il caffè espresso senza l uso

Dettagli

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature)

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Modello A (traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Ragione sociale dell impresa o Titolo del progetto imprenditoriale BUSINESS PLAN per l accesso

Dettagli

ARREDAMENTI PER FARMACIE E NEGOZI.

ARREDAMENTI PER FARMACIE E NEGOZI. ARREDAMENTI PER FARMACIE E NEGOZI. Farmacia MAZZINI, Jesolo La NOSTRA TRADIZIONE Telaro nasce nel 1953 come azienda artigianale ed è strutturata da sempre a carattere familiare. Si sviluppa nel tempo con

Dettagli

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community.

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUSEK WP N. 2 ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUNICIPALITY OF RAVENNA Maggio 2007 Sommario Il Comune di RAVENNA...Errore. Il segnalibro non è definito. 1 L

Dettagli

Implenia Buildings. L edilizia reinventata. Integrata e personalizzata. Sempre su misura per voi.

Implenia Buildings. L edilizia reinventata. Integrata e personalizzata. Sempre su misura per voi. Implenia Buildings L edilizia reinventata. Integrata e personalizzata. Sempre su misura per voi. Una qualità eccellente è la cosa che più conta per voi, in quanto clienti. Noi, in quanto azienda di servizi,

Dettagli

La nostra missione? Dare la possibilità a tutti di vendere online

La nostra missione? Dare la possibilità a tutti di vendere online La nostra missione? Dare la possibilità a tutti di vendere online Ci occupiamo di realizzare progetti per aziende produttrici grazie ai quali distribuire e vendere prodotti e servizi. Con gli anni abbiamo

Dettagli

IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE. Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali

IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE. Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano Convegno IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali La vendita del Parmigiano-Reggiano

Dettagli

LE CAMERE DI COMMERCIO DEL PIEMONTE A SOSTEGNO DEI PICCOLI EDITORI

LE CAMERE DI COMMERCIO DEL PIEMONTE A SOSTEGNO DEI PICCOLI EDITORI LE CAMERE DI COMMERCIO DEL PIEMONTE A SOSTEGNO DEI PICCOLI EDITORI Stanziati oltre 40mila euro per la partecipazione al prossimo Salone del Libro di Torino Il sistema camerale piemontese, ha deciso di

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO POMPE DI CALORE clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

FIMA SYSTEM FRANCHISING

FIMA SYSTEM FRANCHISING FIMA SYSTEM FRANCHISING Nata dalla ventennale esperienza di tecnici operanti nel settore edile, FIMA SYSTEM e un azienda che commercializza e applica sofisticati prodotti per l impermeabilizzazione, la

Dettagli

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business.

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. La nostra storia. Ciao Pizza nasce nel 1996 dall idea di tre giovani imprenditori di creare un realtà stabile nel settore della piccola ristorazione. Non c

Dettagli

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico Evoluzione Energetica La selezione naturale del risparmio energetico PER VIVERE A UN LIVELLO SUPERIORE ESPERTI DI DENTRO E DI FUORI Dalla E alla A: con Energetica Consulting il passaggio alle classi superiori

Dettagli

ARREDAMENTI PER FARMACIE E NEGOZI.

ARREDAMENTI PER FARMACIE E NEGOZI. ARREDAMENTI PER FARMACIE E NEGOZI. Farmacia MAZZINI, Jesolo LA NOSTRA TRADIZIONE Telaro nasce nel 1953 come azienda artigianale ed è strutturata da sempre a carattere familiare. Si sviluppa nel tempo con

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali 17 luglio 2012 Anno 2011 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2011, l 11,1% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila).

Dettagli

1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia detiene la rappresentanza, a

1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia detiene la rappresentanza, a Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia SOMMARIO 1. Italmopa Associazione Industriali Mugnai d Italia : Chi siamo 2. Evoluzione della struttura dell Industria molitoria italiana 3. L approvvigionamento

Dettagli

Rifiuti: a quando l Authority?

Rifiuti: a quando l Authority? Rifiuti: a quando l Authority? Un settore alla ricerca di una via industriale Milano, Il Laboratorio sui Servizi Pubblici Locali di REF Ricerche avvia un filone di dibattito sull ambiente e sul ciclo dei

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA Scuola, si chiudono con successo le iscrizioni on line: 1,557.601 milioni di domande registrate, il 99,3% Quasi

Dettagli

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE L ECOLOGIA NEL DNA 30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE Imball Nord è capostipite di un gruppo industriale fra i più grandi in Italia per la raccolta e la lavorazione di materiale plastico e

Dettagli

COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO - la competitività della provincia di Bologna Indice 1. Esportazioni e competitività:

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA

LA POVERTÀ IN ITALIA 15 luglio 2011 Anno 2010 LA POVERTÀ IN ITALIA La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l 11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti. La soglia di

Dettagli

Dopo il boom edilizio

Dopo il boom edilizio I Dopo il boom edilizio L aumento di circa 35 mila residenti tra il 2002 e il 2010 ha indotto una forte crescita edilizia e oggi determina l esigenza di nuovi servizi a corredo di un patrimonio immobiliare

Dettagli

vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business

vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business la soluzione PER IL MERCATO CHE CAMBIA Enerpoint, attiva da oltre 12 anni nel settore Fotovoltaico e da sempre in prima linea per promuovere il cambiamento,

Dettagli

La Powersling sviluppa, produce e distribuisce. apparecchi per la medicina e la terapia, in. www.power-sling.com

La Powersling sviluppa, produce e distribuisce. apparecchi per la medicina e la terapia, in. www.power-sling.com La Powersling sviluppa, produce e distribuisce apparecchi per la medicina e la terapia, in La POWERSLING è un azienda dedita alla ricerca e allo sviluppo, che progetta, produce e vende apparecchi riabilitazione,

Dettagli

Come costruire il piano commerciale

Come costruire il piano commerciale Come costruire il piano commerciale Definire un piano commerciale per la propria impresa è importante: quando mancano idee chiare e obiettivi, infatti, spesso l azione di vendita viene sviluppata in modo

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

CLINICHE DENTALI IMPLADENT IMPLADENT IMPLADENT - cliniche dentali IMPLADENT

CLINICHE DENTALI IMPLADENT IMPLADENT IMPLADENT - cliniche dentali IMPLADENT Il franchising Il Franchising odontoiatrico è una forma di collaborazione tra imprenditori per l'erogazione di servizi odontoiatrici, indicata per chi vuole avviare una nuova impresa, ma non vuole partire

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA

Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA Tutto ciò che ti serve e quanto devi investire per cominciare Ricapitoliamo quali sono gli strumenti e le risorse

Dettagli

Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura

Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura Le imprese comunicano e lo fanno utilizzando alcuni strumenti specifici. La comunicazione si distribuisce in maniera diversa tra imprese

Dettagli

Fiducia nel credito Esperienze di microcredito per l impresa ed il sociale. Alessandro Rinaldi Dirigente Area Studi CamCom Universitas Mercatorum

Fiducia nel credito Esperienze di microcredito per l impresa ed il sociale. Alessandro Rinaldi Dirigente Area Studi CamCom Universitas Mercatorum Fiducia nel credito Esperienze di microcredito per l impresa ed il sociale Alessandro Rinaldi Dirigente Area Studi CamCom Universitas Mercatorum IL REDDITO DISPONIBILE DELLE FAMIGLIE: LIVELLI, DIFFERENZIALI

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013 17 luglio 2013 Anno 2012 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2012, il 12,7% delle famiglie è relativamente povero (per un totale di 3 milioni 232 mila) e il 6,8% lo è in termini assoluti (1 milione 725 mila). Le

Dettagli

fotovoltaico SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

fotovoltaico SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO fotovoltaico clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA Factoring tour: Brescia - Il factoring: la gestione professionale dei crediti al servizio dell impresa (10 ottobre 2006 ) Giuseppe Masserdotti - Stefana S.p.A. Il factoring come soluzione ad alcune problematiche

Dettagli

Scegli il meglio per i tuoi bagni. Bagni diversi, esigenze diverse. Una guida per essere più informati. www.sca-tork.com

Scegli il meglio per i tuoi bagni. Bagni diversi, esigenze diverse. Una guida per essere più informati. www.sca-tork.com Tork Il marchio Tork offre prodotti e servizi per la pulizia professionale che spaziano dagli esercizi di ristorazione al settore sanitario, dagli uffici alle scuole e alle industrie. I prodotti includono

Dettagli

Dalla ricerca Onduline una proposta innovativa

Dalla ricerca Onduline una proposta innovativa Dalla ricerca Onduline una proposta innovativa Ricerca ed evoluzione tecnologica sono elementi essenziali per il Gruppo Onduline - leader mondiale nella produzione e commercializzazione di lastre fibrobituminose

Dettagli

EMAS ed Ecolabel Integrazione tra i due schemi dott.ssa Giulia Maggiorelli, ing. Marina Masone

EMAS ed Ecolabel Integrazione tra i due schemi dott.ssa Giulia Maggiorelli, ing. Marina Masone EMAS ed Ecolabel Integrazione tra i due schemi dott.ssa Giulia Maggiorelli, ing. Marina Masone Introduzione La politica integrata dei prodotti (IPP), secondo quanto riportato nel Libro Verde della Commissione

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

Il noleggio operativo

Il noleggio operativo Il noleggio operativo Indice degli argomenti 2 1. Vantaggi per il cliente 2. Vantaggi per il dealer 3. Il prodotto noleggio 4. Le nostre tabelle 5. I beni 6. Le garanzie accessorie 7. Documenti e procedura

Dettagli

settore Food & Beverage Ingrosso e Distribuzione

settore Food & Beverage Ingrosso e Distribuzione settore Food & Beverage Ingrosso e Distribuzione Impianti per Meccanica Impianti per Meccanica L AZIENDA Euroscaffale Srl è un azienda affermata e dinamica nata negli anni 90, operante su tutto il territorio

Dettagli

Carlo Ravazzolo. Coperture edili

Carlo Ravazzolo. Coperture edili Carlo Ravazzolo Coperture edili Concetto di BioEdilizia Negli ultimi anni, nell abitare sono emersi molti degli effetti negativi legati all uso spesso incauto e spropositato dei prodotti dell industria

Dettagli

... dove mettete i piedi!! Siamo attenti a...

... dove mettete i piedi!! Siamo attenti a... ... dove mettete i piedi!! Siamo attenti a... Esprimi un desiderio Cogli l occasione 2 www.tosapavimentazioni.it Indice: Diffusione territoriale pag. 4 L azienda pag. 5 Partner residence e impresa pag.

Dettagli

gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA

gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA SCENARI STRATEGIE POLITICHE PROGETTI PER LA PROVINCIA DI MACERATA Questo studio fa parte di un itinerario di

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo

SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo Genesis s.r.l. - Via Galliera, 26-40121 Bologna - www.genesis.it Copyright Genesis, 2004. - 1 - CHECK LIST 1. Hai messo a fuoco il mercato a cui rivolgerti?

Dettagli

Vodafone Case Study UnoPiù. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore.

Vodafone Case Study UnoPiù. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore. L esperienza di Vodafone ci è utile anche per comprendere meglio quali tra le tante tecnologie

Dettagli

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it La scelta dei canali di entrata Michela Floris micfloris@unica.it Una premessa Individuare il canale che, meglio degli altri può essere efficace per la propria attività nei mercati esteri non è semplice

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI QUELLI REGISTRATI: SEGNALE POSITIVO DAI SERVIZI PER L IMPIEGO

I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI QUELLI REGISTRATI: SEGNALE POSITIVO DAI SERVIZI PER L IMPIEGO Roma, 19 Giugno 2015 I giovani Neet registrati al Programma Garanzia Giovani sono 629.496, quasi 12 mila in più rispetto alla scorsa settimana I GIOVANI PRESI IN CARICO CRESCONO CON LO STESSO RITMO DI

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

Il Marketing Strategico

Il Marketing Strategico Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia Marketing Vitivinicolo A.A. 2014/2015 Il Marketing Strategico Nicola Marinelli nicola.marinelli@unifi.it Cosa vuol dire strategia aziendale? Determinazione dei

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

Guida alla compilazione e all invio della domanda

Guida alla compilazione e all invio della domanda Guida alla compilazione e all invio della domanda AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI Campane Misura Artigianato P.O. FESR Campania

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 Fondata nel 1945, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è associazione costruttori italiani

Dettagli

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune Il Consorzio Ingauno Energia Pulita: scopi e principali attività Perché unirsi Diritti e doveri del Consorzio

Dettagli

Usato Smile e l automobilista ti sorride

Usato Smile e l automobilista ti sorride Usato Smile e l automobilista ti sorride Proponi anche tu Usato Smile e otterrai: Nasce un nuovo servizio che ti offre nuove opportunità L accesso a una flotta potenziale di 2,5 milioni di veicoli questo

Dettagli

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA CRESME IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA Sintesi dello studio generale 2006 a cura di Federico Della Puppa I RISULTATI PRINCIPALI I risultati principali Prosegue

Dettagli

Una forza al servizio dell Uomo e dell ambiente

Una forza al servizio dell Uomo e dell ambiente CRS s.r.l. Via Piave, 21 10040 LEINI (TO) Tel. 011 9910270 - Fax : 011 9910992 P.IVA. - C.F. 07357640015 www.derichebourg.com Documento non vincolante - 10/2008 - www.epicea.com - Photo GettyImages - Corbis

Dettagli

Programma di vendita della tua casa

Programma di vendita della tua casa Valore alle tue scelte La prima vera agenzia immobiliare multi-service e tecnologicamente all avanguardia Valore alle tue scelte Programma di vendita della tua casa Chi siamo, come operiamo LO SPIRITO

Dettagli

BROKER CONSULT MEDIAZIONE CREDITIZIA. Soluzioni finanziarie per grandi imprese Pmi e privati

BROKER CONSULT MEDIAZIONE CREDITIZIA. Soluzioni finanziarie per grandi imprese Pmi e privati BROKER CONSULT MEDIAZIONE CREDITIZIA Soluzioni finanziarie per grandi imprese Pmi e privati perché Perché scegliere noi noi Broker Consult si pone come interlocutore privilegiato nel settore Finanza attraverso

Dettagli

Conto Economico Ricavi

Conto Economico Ricavi Conto Economico Il Conto Economico aiuta a dimostrare la fattibilità economica del progetto, senza la quale l idea non potrebbe apparire sostenibile nel medio/lungo termine. Tuttavia, al fine di redigere

Dettagli

PRIMA DI COSTRUIRE (O ACQUISTARE) LA TUA CASA

PRIMA DI COSTRUIRE (O ACQUISTARE) LA TUA CASA 1LE 8 COSE DA SAPERE PRIMA DI COSTRUIRE (O ACQUISTARE) LA TUA CASA 1Chi è l impresa Prima di affidarsi ad un impresa è fondamentale sapere tutto. È importantissimo che sia certificata, questo ci rassicura

Dettagli

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Autoimpiego: le misure agevolative e i territori

Dettagli

Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria

Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria Il presente piano è una previsione indicativa, effettuata prima del completarsi delle attività di ricerca. L aggiornamento sarà effettuata dopo le analisi

Dettagli

www.ecostampa.it Senaf

www.ecostampa.it Senaf 058904 www.ecostampa.it Senaf 058904 www.ecostampa.it Senaf Versione per la stampa Stampa Il 10 Novembre alla Fiera di Roma Comuni «rinnovabili»: cresce la diffusione per tutte le fonti Si parlerà delle

Dettagli

"Pure Performance" per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune

Pure Performance per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune "Pure Performance" per i Partner Una direzione chiara per una crescita comune 2 "Pure Performance" per i Partner "Pure Performance" per i Partner 3 Alfa Laval + Partner Valore per il Cliente Partner per

Dettagli

Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo

Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo CASE STUDY Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo Emilio Chiodo Il settore vitivinicolo in Abruzzo Il settore vitivinicolo riveste un importanza rilevante nell economia Abruzzese, così

Dettagli

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

SUCCESSO ISOFLOC CON SISTEMA

SUCCESSO ISOFLOC CON SISTEMA SUCCESSO ISOFLOC CON SISTEMA Materiali isolanti e prodotti complementari di prima classe Assistenza globale Macchine potenti CONTATTO IMMEDIATO +41 (0)71 313 91 00 I nostri collaboratori saranno lieti

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Indice 2 Sintesi 3 Cos era avvenuto nel 2009 4 Cosa sta accadendo nel 2010 6 Estratto dall osservatorio Uncsaal sul primo quadrimestre 2010 Sintesi

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG Avete un progetto d installazione, acquisto,

Dettagli