la pelle del cuore-impa :32 Pagina 47 III

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "la pelle del cuore-impa 14-11-2008 9:32 Pagina 47 III"

Transcript

1

2 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 47 III Sono passati parecchi anni dall ultima volta che ho parlato di persona con Omar Castagna. Ciò che diceva Morgana era vero, ripeto spesso che tutto quello che so e sono a livello professionale lo devo a lui. Trent anni fa, quando uscii dalla scuola alberghiera, mi accolse subito nel suo staff e da lì iniziai la carriera che poi avrebbe raggiunto il suo apice con il Marilyn. Data la situazione disagiata in cui versavo all epoca, mi diede un ulteriore mano offrendomi la possibilità di dormire in una stanza vuota sul retro del locale. Ovviamente tutto questo non era gratis. Per pagarmi l affitto di quel buco dovevo aiutarlo in un progetto. Da diversi anni raccoglieva ricette di ogni secolo e di ogni parte del mondo per scrivere quello che sarebbe, secondo lui, divenuto il più grande libro di cucina di tutti i tempi. La mia partecipazione consisteva nell assisterlo, mentre preparava piatti con prodotti di diffi- 47

3 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 48 cile reperibilità, per poi scrivere tutti i passaggi eseguiti in bella grafia su di un diario dalla copertina di pelle marrone. All inizio lo trovavo divertente e interessante; osservavo affascinato il mio maestro con profonda ammirazione, senza fare troppe domande. Ma ben presto persi l entusiasmo. Non riuscivo a trovare stimoli in quel genere di sperimentazione, soprattutto perché non c erano mai assaggiatori, che con i loro complimenti, contribuissero a rafforzare il mio narcisismo o ad aggiungere uno di quei mattoncini con cui era costruito il muro della mia vanità. In poche parole, dopo anni di sacrifici io volevo cominciare a fare un po di soldi e quella si stava rivelando una pericolosa perdita di tempo. Durante quel periodo frequentavo assiduamente la casa di Omar e la mia presenza era diventata per lui e per sua moglie Enrica necessaria ad affrontare una vita senza figli, per parafrasare alla lettera le loro parole. Per un po di tempo rimanemmo in contatto, ma via via le telefonate e i rapporti epistolari divennero sempre più rari, fino al silenzio totale. In seguito conobbi Morgana ed iniziò anche la lotta contro il clan, come ho sempre definito io la sua 48

4 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 49 famiglia. Adesso questo termine fa parte anche del suo vocabolario. Ad essere sincero fino in fondo, non mi stupisce oltremodo la decisione di Omar di lasciarmi il suo ristorante; è un comportamento che da lui ci si poteva aspettare. Uomo dai modi e dall aspetto severi, ma legatissimo alle tradizioni e soprattutto al frutto del suo lavoro. Quando il destino ci portò via Filippo, Omar si era già trasferito da parecchi anni. Mi scrisse una lunga lettera, che ho gettato una notte assieme a tutti gli altri biglietti di condoglianze. Oggi me ne pento. Dopo qualche mese però, presi carta e penna, e trovai il coraggio di spiegare a lui e alla sua dolce moglie tutto quello che era successo. Ero certo che non mi avrebbero mai tradito. Non sopportavo l idea che anche loro fossero vittime delle menzogne appositamente costruite su di un tavolino assai zoppicante. E poi conoscevo fin troppo bene i veri e profondi sentimenti del grande vecchio. Meritava di sapere la verità. Ho sempre immaginato che un trasferimento così radicale fosse qualcosa di estremamente 49

5 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 50 difficile e complicato sia da un punto di vista psicologico, sia da un punto di vista fisico. Nonostante tutto, si sta dimostrando particolarmente facile. Le pratiche di accettazione dal notaio sono state piuttosto snelle, anche grazie al nostro onnipresente Moranti. Morgana ed io siamo stati in grado di completare in pochi minuti la lista di quello che vogliamo portare con noi. Il tutto sta su un foglietto di blocnotes. A parte alcuni effetti personali e gli abiti, ciò che serve è già là. Omar nella sua meticolosità mi ha fatto pervenire una lista di quello che troveremo al nostro arrivo. La cucina del ristorante è perfettamente attrezzata e la casa che abiteremo è interamente arredata. Io ho deciso di portare con me il set di coltelli e un paio di padelle alle quali sono particolarmente affezionato. Morgana sembra rispondere bene alle novità che ci attendono e il medico che la segue si è già messo in contatto con un collega che la prenderà in cura a Piacenza. Anche Cristina mi pare eccitata per il cambiamento. Non sappiamo che ambiente troveremo e che genere di clientela dovremo accontentare, quindi abbiamo preso la decisione di partire 50

6 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 51 gradualmente aprendo il locale con pochi coperti così da poter studiare bene la situazione. Per quanto riguarda il Marilyn ho accontentato il desiderio di mia moglie e l ho messo in standby; tra un po decideremo. Quando abbiamo comunicato agli amici e ai pochi parenti, quelli che ancora ci rivolgono la parola, la nostra decisione, ci siamo divertiti a confrontare le loro differenti reazioni. Tante sono state le pacche sulle spalle e i Cazzo ragazzi, fate davvero bene. Ma non sono mancati ovviamente i: Non vi è bastato tutto quello che già vi è capitato? Tra tutti i pensieri che mi hanno vorticato nella testa in questi ultimi giorni di preparativi ce n è stato uno un po particolare. Una domanda che pur nella sua ovvia inutilità mi preoccupa lasciare in sospeso. Se ci fosse ancora Filippo ci trasferiremmo ugualmente? Ancora non sono riuscito a darmi una risposta. Ho sempre amato le sfide, o meglio, i cambiamenti. In casa e al ristorante ogni sei mesi mi diverto a mutare le disposizione dei mobili amo le novità, il movimento. Da quando ho iniziato a guadagnare non tengo la stessa macchina più di un anno, benché non sia mai stato uno 51

7 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 52 con le mani bucate o smanioso di apparire, dato che si tratta sempre di macchine da poco, pochissimo prezzo. E l idea di dover ogni giorno sedere sullo stesso sedile, stringere lo stesso volante, che mi infastidisce. Se scavo dentro e cerco di analizzare gli effetti che questo trasferimento sta avendo su di me, non mi vergogno ad ammettere che là, in fondo in fondo, posso intravedere una piccola punta di felicità. Ovviamente Roma resterà sempre la mia casa; la casa dove è nato e cresciuto mio figlio e qualunque cosa accada noi torneremo sempre qui e torneremo sempre a visitare il terreno accanto al cimitero, dove abbiamo sparso le ceneri di Filippo, dopo averne cremato il corpo come l avvocato ci ha consigliato per evitare i rischi di una eventuale e pericolosa richiesta di riesumazione da parte delle autorità competenti. 52

8 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 53 IV Abbiamo trascorso la nostra prima notte a Piacenza in hotel. Più che di una partenza da Roma, è stata una vera e propria fuga. Tutti i preparativi, se così si possono definire, sono stati fatti in una decina di giorni. Temevo in un ripensamento che sarebbe potuto arrivare da diverse direzioni. L appuntamento con la persona che ci consegnerà le chiavi è per questa mattina alle dieci, pertanto abbiamo deciso di partire ieri sera per giungere riposati e in orario nella nostra nuova vita. Il viaggio di quasi cinque ore sulla vecchia Volvo di seconda mano, è stato piacevole. E altrettanto piacevole per me è stato vedere il clima di serenità che per il momento resiste tra Cristina e Morgana. Non che le due abbiano mai avuto contrasti o motivi di discussione, ma in tutti questi anni non sono mai riuscito a capire fino in fondo cosa pensino realmente l una dell altra. Chiaramente non si può parlare di amicizia, anche perché i rapporti professionali con le relative posizioni e responsabilità non lo 53

9 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 54 avrebbero mai permesso. Cristina, con i suoi trentacinque anni e una grande maturità intellettuale che dimostra in ogni occasione, è la classica donna per la quale un infelice uomo di mezza età potrebbe facilmente perdere la testa. Mia moglie in un paio di occasioni ha ironizzato sul fatto che probabilmente gli stipendi che si è guadagnata con i precedenti impieghi li abbia messi tutti nelle tette. Io, al contrario, pur non avendo mai constatato la cosa di persona, credo che li abbia accantonati sul conto corrente per realizzare tra qualche anno il desiderio di aprire una qualche sorta di locale tutto suo, motivo per cui credo abbia accettato senza troppi problemi di seguirmi in questa provinciale quanto ignota avventura. Se questo deve essere un nuovo inizio, che lo sia veramente. Ho deciso d impormi un cambiamento radicale facendo di tutto per riacquistare almeno in parte la giovialità e l ironia che hanno sempre fatto parte del mio carattere. Forse far entrare il cammello nella fottuta cruna sarà più semplice, ma non voglio lasciare nulla di intentato. Così, sull onda di questo ulteriore progetto, mi rivolgo a Morgana intenta a pettinarsi allo specchio del piccolo bagno e sparo la 54

10 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 55 prima cartuccia: «Mentre le mie ragazze finiscono di prepararsi, faccio un salto a comprare i giornali.» Un occhiataccia che m incenerisce mi fa capire quanto il mio costume da cabarettista mascherato sia impolverato, così quatto quatto sguscio fuori dalla camera e scendo in strada. L abbraccio novembrino della Val Padana sul mio corpo ha una stretta piuttosto forte e inaspettata. Una fitta coltre di nebbia sembra congelata sulla città e l umidità dell aria per un istante mi stordisce. Seguendo le indicazioni del concierge, in un paio di minuti arrivo in pieno centro storico, e più precisamente in quella che la guida consultata ieri sera, prima di addormentarmi, ha definito il cuore pulsante della città, ovvero Piazza Cavalli. Quello che mi colpisce immediatamente è il già vivace movimento che anima le strade. Anche nella zona più modaiola di Roma, prima di metà mattina, non si vede molta gente in giro. Questo posto mi piace e riesco a percepire immediatamente come con un piccolo sforzo sarà possibile calzare questa città a misura d uomo, senza troppe difficoltà. Alzo il capo e sul grande orologio della piazza 55

11 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 56 vedo che mancano pochi minuti alle otto. Impavido e coraggioso decido di addentrarmi ulteriormente in questo territorio inesplorato; entro in un piccolo bar, il Barino, che si trova in una zona dove la strada prende il nome di Largo Battisti. «Buongiorno dottore» è il saluto del giovane moro, dai movimenti frenetici appositamente mantenuti per non perdere il ritmo e riuscire a servire contemporaneamente i quattro avventori presenti. Il locale è allegro e ben curato. «Un caffè» ordino io, cominciando ad osservare le importanti bottiglie esposte sugli scaffali. «Quello è un gran bel vino» mi dice sempre lui, appena vede che sto osservando con attenzione un Baron de L del Mentre bevo il caffè, gli chiedo il prezzo e decido di comprarla. «Ci sono dei buoni rivenditori di vino in zona?» domando, restando sul vago. «Certo, sono parecchi» risponde con sguardo indagatore e intelligente. Decido che è inutile fingere e allungando la mano mi presento. «Mi chiamo Virginio e presto gestirò un ristorante in zona. Mi piacerebbe conoscere i vini di 56

12 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 57 queste parti. Avrebbe qualche indicazione da darmi?» «Piacere, Cune» ribatte, facendomi così capire che entrambi ci troviamo lontani da casa. Poi fruga tra alcuni biglietti che tiene nel registratore di cassa e me ne porge uno. «Questo è di un rappresentante di diverse marche, lo chiami e vedrà che la saprà aiutare.» Prendo il biglietto, pago caffè e bottiglia e dopo averlo ringraziato cammino a passo spedito verso l hotel, contento di essere giunto in questa città. Quando arriviamo in quella che sarà la nostra nuova casa, la persona che ci deve consegnare le chiavi è già sul posto. Si tratta di un giovane avvocato fasciato in un impeccabile vestito gessato e la classica ventiquattrore di pelle nera in mano. Dice di chiamarsi Conticini e di essere stato un grande amico di Omar. «Venivo a mangiare da lui tutte le settimane» ci racconta, come se questo possa contribuire a farci diventare più intimi. «Se avevo clienti importanti a cui offrire il 57

13 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 58 pranzo ero certo di fare un ottima figura portandoli alla Botte» insiste, controllandosi l abbronzatura artificiale nel vetro di una finestra del piano terra. La sua attenzione poi si sposta sulle mie ragazze e dopo averle spolpate con lo sguardo torna su di me confermando la mia teoria che quando uno ha la faccia da deficiente significa che è un deficiente. «Lei è davvero un uomo fortunato, signor Patà.» «Possiamo entrare, per cortesia?» taglio corto io. «Faccio strada.» La proprietà consiste in una palazzina del Seicento, sapientemente restaurata. Il ristorante si trova a livello della strada, collegato, tramite una scala interna, all appartamento di oltre trecento metri al primo piano. Le foto allegate alla pratica non rendono minimamente giustizia al quadro. Il pavimento della sala in terra cotta rossa è trattato, come da tradizione, con il sangue di maiale perché raggiunga una perfetta colorazione. Le cucine, che corriamo a vedere, sono molto più moderne di quanto mi aspettassi. 58

14 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 59 Omar non ha badato a spese. «Possiamo vedere l appartamento?» sembra reclamare Morgana, con tono tanto distaccato da spegnere il mio crescente entusiasmo. «Potete fare quello che volete, questa è casa vostra, prego.» Mentre Morgana e Cristina salgono al piano superiore io e Conticini ci sediamo a uno dei tavoli della sala per sbrigare le ultime pratiche. Tira fuori una serie infinita di scartoffie, così passo i successivi dieci minuti a firmare tutto quello che mi mette sotto la mano. Quando le operazioni sembrano terminate, mi alzo per andare a vedere la mia nuova cantina. Ovviamente sono troppo ottimista. «Ci sarebbe un altra cosa, signor Patà.» «Di che si tratta?» «Nelle disposizioni finali il signor Castagna ha lasciato al mio studio un altro incarico» detto questo estrae un piccolo pacchetto dalla sua valigetta e me lo porge. «Voleva che lei, dopo aver firmato, prendesse in consegna questo» e mi porge il pacchetto facendo ben attenzione che il polsino della sua camicia si alzi di quel tanto da permettere al suo Rolex di fare una rapida, ma efficace appa- 59

15 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 60 rizione. Lo afferro e poi lo appoggio sul tavolo, quasi scottasse. «Di che cosa si tratta?» «Oh, questo non lo posso sapere. A noi il signor Castagna non ha detto nulla e l involucro ha i sigilli.» La sua bocca produce un suono stridulo e isterico che solo ragionandoci capisco essere una risata. «C è dell altro?» «No, è tutto.» «Bene, allora se non le spiace avrei parecchie cosa da fare.» «Certo, certo. Questo è il mio biglietto, mi chiami per qualsiasi necessità, mi raccomando. Il nostro studio è stato pagato dal defunto signor Castagna per un anno intero, perciò adesso i benefici di queste prestazioni sono passate a lei.» Non capisco bene cosa abbia voluto intendere con quell ultima frase, quindi controvoglia domando delucidazioni. «Sì, il suo amico ci ha pagati affinché lei possa usufruire della nostra assistenza legale per i dodici mesi successivi all accettazione del- 60

16 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 61 l eredità.» «E perché avrebbe fatto una cosa del genere?» «Anche a questa domanda non sono in grado di risponderle, signor Patà. Arrivederci e mi saluti le signore. Ah, dimenticavo, volevo dirle a nome mio e a nome di tutto lo studio che rappresento quanto ci sia dispiaciuto apprendere della perdita di vostro figlio.» Un pugno nei denti sarebbe stato meno doloroso. «Lei sa di mio figlio?» Il suo stupore è sincero. «Tutti a Piacenza sanno di lei e della sua famiglia. Questa è una piccola città signor Patà, e l arrivo di una persona come lei non passa certo inosservato.» Fruga ancora nella sua valigetta e tira fuori un ritaglio di giornale. «Questo è il quotidiano locale di ieri. C è un articolo su Omar Castagna e su chi lo avrebbe sostituito alla guida della Botte. Mi perdoni se le posso sembrare brusco, ma informarla di tutto fa parte del mio dovere.» Prendo il pezzo di carta che mi porge e lo osservo mentre si dilegua, lasciandomi da solo. Un senso di disperazione sta cercando di farsi 61

17 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 62 largo dentro di me, ma impiego ogni arma che ho a disposizione per opporle resistenza. Se la mia speranza era quella di trovare pace e tranquillità scappando dagli sguardi e dalle chiacchiere di Roma, è proprio il caso di dire che ho fatto i conti senza l oste. A questo punto posso solo sperare che Morgana ne venga a conoscenza il più tardi possibile, magari solo quando si sarà ambientata. Prendo il pacco e lo apro subito per cercare un momentaneo diversivo. Quello che mi ritrovo tra le mani è una vecchia chiave lunga e pesante simile a quelle dei secoli scorsi. La guardo più attentamente e vedo che lungo il corpo da un lato c è incisa la scritta L i di GL e dall altro una serie di numeri: Uno dei soliti giochini che usava fare Omar quando ero un giovane garzone alle sue dipendenze. Lui è sempre stato un patito di questi inutili e noiosi passatempi. Enigmi, indovinelli e rebus. Quando alla fine degli anni Ottanta aprì la sua scuola di cucina, uno dei test finali per essere promossi era riuscire a cucinare un piatto la cui ricetta era scritta in codice tra le righe di altri libri che con la culinaria non ave- 62

18 la pelle del cuore-impa :32 Pagina 63 vano nulla a che fare. A differenza di quanto pensano in molti, per uno chef il cervello diceva sempre è più importante della bocca. Faccio scivolare la chiave nella tasca della giacca e appoggio la testa tra le braccia incrociate sul tavolo al quale sono ancora seduto. Sono un povero imbecille se pensavo di poter fuggire dai nostri incubi così facilmente. Siamo appena arrivati e le prime difficoltà già bussano alla nostra nuova porta. Alzo la testa, e leggendo l articolo sul giornale mi rendo conto immediatamente che i veri problemi devono ancora arrivare. 63

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista. Al Comitato organizzatore Robocup Jr 2010 ITIS A.ROSSI VICENZA Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

PARLANDO DI TELEFONIA MOBILE VOGLIONO METTERE UN ANTENNA SUL MIO TETTO!

PARLANDO DI TELEFONIA MOBILE VOGLIONO METTERE UN ANTENNA SUL MIO TETTO! PARLANDO DI TELEFONIA MOBILE VOGLIONO METTERE UN ANTENNA SUL MIO TETTO! Al telefono si sente la voce contrariata di un giovane. Pronto, pronto, buongiorno signorina, parlo con Supertel?. Si, buongiorno,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI?

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? Lui. Tempo fa ho scritto un libro tutto parole niente immagini. Lei. Bravo. Ma non mi sembra una grande impresa. Lui. Adesso vedrai: ho appena finito un libro tutto immagini

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Attraversando il deserto un cammino di speranza

Attraversando il deserto un cammino di speranza Attraversando il deserto un cammino di speranza Kusi Evans e Albert Kwabena mi colpiscono da subito in una burrascosa giornata di febbraio lungo le rive di un canale che stanno disboscando con la loro

Dettagli

LA CASA DIALOGO PRINCIPALE

LA CASA DIALOGO PRINCIPALE LA CASA DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno! B- Buongiorno, signore cosa desidera? A- Cerco un appartamento. B- Da acquistare o in affitto? A- Ah, no, no in affitto. Comprare una casa è troppo impegnativo,

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA Mar iap ia Veladiano parole di scuola indice Albus Silente 9 Ogni parola 13 Da dove cominciare. Integrazione 19 Da dove cominciare. Armonia 21 Tante paure 27 Paura (ancora) 33 Dell identità 35 Nomi di

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

La truffa si sta diffondendo dal Canada con velocità impressionante.

La truffa si sta diffondendo dal Canada con velocità impressionante. Cari colleghi, vi volevo avvisare di questo nuovo metodo che usano i malviventi per cercare di raggirare le persone. Forse è il caso di avvisare pure le chiese di stare attenti e non fidarsi di nessuno

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO L esercizio richiesto consiste nella scelta di un albero e il suo monitoraggio/racconto al fine di sviluppare l osservazione attenta come mezzo per la conoscenza del materiale vegetale. L esercitazione

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Indice. Pasta per due... pag. 5. Scheda culturale - Le carte... pag. 42. Esercizi... pag. 45. Soluzioni degli esercizi... pag. 63

Indice. Pasta per due... pag. 5. Scheda culturale - Le carte... pag. 42. Esercizi... pag. 45. Soluzioni degli esercizi... pag. 63 Indice Pasta per due... pag. 5 Scheda culturale - Le carte... pag. 42 Esercizi... pag. 45 Soluzioni degli esercizi... pag. 63 Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma.

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io

PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io Creatività / ingegno Risolvo i problemi in modo diverso Riesco a pensare a cose nuove facilmente Ho idee visionarie Sviluppo nuove opportunità e le metto in pratica

Dettagli

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite secondo il ritmo e la logica di un altra lingua, quella

Dettagli

Il piccolo pezzo di argilla

Il piccolo pezzo di argilla di iana Engel Su in alto, nella vecchia torre, c era un laboratorio. Era un laboratorio di ceramica, pieno di barili di smalti colorati, col tornio del ceramista, i forni e, naturalmente, l argilla. ccanto

Dettagli

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina IRINA E GIOVANNI La giornata di Irina La mia sveglia suona sempre alle 7.00 del mattino: mi alzo, vado in bagno e mi lavo, mi vesto, faccio colazione e alle 8.00 esco di casa per andare a scuola. Spesso

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa.

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa. Nella quarta parte di questi quattro articoli, andrò a rispondere alla domanda che mi viene posta più frequentemente: Come fanno i Professionisti ad ottenere tutte quelle rivoluzioni? In realtà la vera

Dettagli

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI!

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! sono un ragazzo di sedici anni trasferito da quasi due anni in Germania e ho avuto la strana idea di esporre un libro sulla vita di ognuno di noi.. A me personalmente non

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Pompei, area archeologica.

Pompei, area archeologica. Pompei, area archeologica. Quello che impressione è l atteggiamento di queste persone nell ultimo momento di vita. Cercano di coprirsi da qualcosa. Si intuisce che il motivo principale della causa è il

Dettagli

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto.

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. Attività: ascolto di un racconto. La bambola diversa Lettura dell insegnante

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

LA DISTRUZIONE DEL BALLO

LA DISTRUZIONE DEL BALLO LA DISTRUZIONE DEL BALLO Un bel giorno una ballerina era a casa a guardare la TV quando, all improvviso,suonò il campanello. Andò ad aprire era un uomo che non aveva mai visto il quale disse: Smetti di

Dettagli

Tutto ciò che sappiamo di noi due

Tutto ciò che sappiamo di noi due Colleen Hoover Tutto ciò che sappiamo di noi due Traduzione di Giulia De Biase Proprietà letteraria riservata Copyright 2012 by Colleen Hoover Italian language rights handled by Agenzia Letteraria Italiana,

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Report di viaggio- Anastasia Malavolti. Le mie tre settimane in Belgio

Report di viaggio- Anastasia Malavolti. Le mie tre settimane in Belgio Report di viaggio- Anastasia Malavolti Le mie tre settimane in Belgio L esperienza di scambio culturale che ho provato quest anno è stata una cosa unica, che mai avevo provato fino ad ora e che mi ha lasciata

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

SENZA PAROLE. Illustrazione di Matteo Pericoli 2001

SENZA PAROLE. Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 SENZA PAROLE Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 Agente di viaggio. Vedo che ha deciso per la Transiberiana. Ottima scelta. Un viaggio difficile, ma che le darà enormi soddisfazioni. Cliente. Mi preoccupa

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli