CATALOGO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI"

Transcript

1 Bologna,Gennaio 2012 INGECO Srl Srl Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001: :2000 CATALOGO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI INGECO Srl Via Goito, Bologna (BO) P. IVA / C.F Tel: (+39) 051/ Fax (+39) 051/

2 Indice LEAN SOCIAL HEALTHCARE / REENGINEERING DEI PROCESSI SOCIO-SANITARI... pag. 03 MODELLO DI OTTIMIZZAZIONE DEI COSTI pag. 06 ASSISTENZA ALL ACCREDITAMENTO DGR 514/09... pag. 08 CERTIFICAZIONE ISO pag. 12 CONFORMITA ALLA NORMA UNI pag. 14 BENESSERE ORGANIZZATIVO... pag. 16 MODELLO pag. 18 CONTROLLO DI GESTIONE..... pag. 20 PORTFOLIO CLIENTI pag. 22 2

3 PROGETTO 1 LEAN SOCIAL HEALTHCARE / REENGINEERING DEI PROCESSI SANITARI 3

4 REENGINEERING DEI PROCESSI SOCIO-SANITARI Si tratta di un intervento volto ad analizzare le attività di erogazione dei servizi socio-sanitari (Progettazione PAI, Assistenziale, infermieristico, sanitario, fisioterapico e di animazione) per individuare sprechi ed inefficienze allo scopo di ridisegnare un processo più snello, più efficiente e quindi a costi inferiori, pur mantenendo un elevato standard di qualità. La massima efficienza e la riduzione dei costi sono obiettivi, oggi irrinunciabili. 4

5 REENGINEERING DEI PROCESSI SOCIO-SANITARI FASE 1 Mappatura dei Processi attuali La fase prevede la individuazione e la rilevazione del flusso delle attività per l erogazione dei diversi servizi sanitari allo stato attuale. Obiettivo: dare una corretta e puntuale rappresentazione del flusso attuale delle attività che costituiscono un processo/servizio FASE 2 Valutazione critica del Processo/Servizio (Value Stream Analysis) Analysis-analisi critica delle attività individuano sprechi, inefficienze,azioni inutili, attività a non valore aggiunto Obiettivo: Il processo viene analizzato classificando le attività che lo compongono in funzione delle creazione di valore aggiunto e di analisi degli sprechi. FASE 3 Il Reengineering Ridisegno dei processi Ridisegno del processo con eliminazione degli sprechi, snellimento ed introduzione di eventuali nuove tecnologie. Obiettivo: L obiettivo è quello di ridisegnare il processo snellito, più funzionale ed a costi ridotti FASE 4 Validazione Obiettivo:L obiettivo è quello di applicare il nuovo processo ridisegnato e validarlo 5

6 PROGETTO 2 MODELLO DI OTTIMIZZAZIONE DEI COSTI 6

7 MODELLO DI OTTIMIZZAZIONE DEI COSTI Questo intervento ha lo scopo di svolgere un analisi critica sul piano organizzativo ed economico attraverso un benchmarking con le migliori strutture (comparazione organizzativa e di conti economici) per proporre un modello ottimale di organizzazione e di ripartizione di costi. Vengono proposte simulazioni di sviluppo secondo diverse opzioni. Le Fasi 1. Analisi organizzativa As is 2. Benchmark con altre strutture:best practices 3. Benchmark economico: comparazione bilanci 4. Proposta modello organizzativo 5. Modello ottimizzato costi 6. Business Plan 7

8 PROGETTO 3 ASSISTENZA ALL ACCREDITAMENTO SOCIO SANITARIO 8

9 ASSISTENZA ALL ACCREDITAMENTO DGR 514/09 Sulla base di un'ampia esperienza di consulenza del settore e di accreditamento di strutture sanitarie (2008) viene fornita l'assistenza per l'accreditamento definitivo sviluppando il modello organizzativo e documentale rispondente ai Requisiti generali e specifici previsti dalla DGR 514/09. Questa attività può essere svolta affiancando i responsabili delle strutture indirizzando e verificando che il percorso verso l accreditamento vada nella giusta direzione a raggiunga il successo. Si fa presente che Ingeco può vantare un ampia esperienza acquisita con l accreditamento sanitario 9

10 ASSISTENZA ALL ACCREDITAMENTO DGR 514/09 1. AUDIT ORGANIZZATIVO E STRUTTURALE Obiettivo: Questa fase ha lo scopo di verificare nelle strutture socio-sanitarie: il grado di sviluppo organizzativo rispetto a quanto previsto dalla DGR 514/09, relativamente ai Requisiti Generali ed ai Requisiti specifici il grado di sviluppo di singole attività e processi e loro sistema di controllo. la corrispondenza fra le attività svolte concretamente e relativa documentazione (procedure, standard, specifiche, protocolli, istruzioni relative ai diversi servizi). Corrispondenza ai requisiti strutturali previsti Valutazione degli investimenti per adeguamento Output di Fase: La fase termina con un Rapporto di Audit che individua il gap da colmare per corrispondere ai requisiti organizzativi e strutturali previsto dalle normative regionali, la individuazione delle opere strutturali da eseguire per l adeguamento ai requisiti e la valutazione di massima degli investimenti necessari. 10

11 ASSISTENZA ALL ACCREDITAMENTO DGR 514/09 2. ASSISTENZA ALL ACCREDITAMENTO DEFINITIVO 2.1 (. etc Assistenza alla elaborazione della documentazione (Procedure, Manuale di Acc., PAI, 2.2. Implementazione del sistema organizzativo secondo i requisiti generali e specifici: Politica e pianificazione strategica Pianificazione operativa del servizio (Pianificazione strategica e delle attività, catalogo servizi, standard di servizio,progettazione PAI, pianificazione e controllo dell erogazione dei servizi assistenziale, ( animazione infermieristico sanitario, fisioterapico e di Comunicazione, trasparenza, partecipazione (Carta dei servizi, modalità di comunicazione interna/esterna) ( tecnologiche Struttura (ambiente di lavoro e risorse ( controllo Attrezzature (modalità di approvvigionamento, selezione fornitori,manutenzione e Formazione e sviluppo Risorse Umane (Programmazione formativa, inserimento, qualificazione e ( personale valutazione del ( socio-sanitaria Sistema Informativo (gestione dei dati e della documentazione gestione cartella clinica e ( requisiti Processi e procedure generali (sistema di procedure, protocolli ed istruzioni previsti dai Verifica dei risultati (modalità di valutazione dei risultati. Pianificazione delle valutazioni, Riesame ( Direzione ( miglioramento Miglioramento (Azioni correttive, preventive e Progetti di 2.3 Assistenza all informatizzazione 2.4 Assistenza durante la visita di Accreditamento definitivo 3. SUPPORTO ALLA COSTITUZIONE DEL SOGGETTO GESTORE UNICO 11

12 PROGETTO 4 CERTIFICAZIONE DI QUALITA 12

13 CERTIFICAZIONE DI QUALITA Gli obiettivi posti alla base degli interventi realizzati da INGECO nei progetti di certificazione ISO 9001, applicati a strutture sanitarie e socio sanitarie, sono: Sistematica ed attenta individuazione delle esigenze dei soggetti interessati ai servizi erogati assistenziali Definizione dei servizi offerti in termini di caratteristiche, modalità di attuazione, requisiti di qualità, standard promessi. (Carta dei Servizi) Sviluppo delle capacità di progettazione dei servizi sanitari ed assistenziali di struttura ed individuali (Progettazione Linee Guida, Progetti di servizio sanitario o assistenziale, Progetto clinico -Psichiatrico) Utilizzo di metodologie di programmazione e controllo delle attività di realizzazione dei servizi Sviluppo delle capacità di lavoro in equipes Valorizzazione delle risorse umane Introduzione di sistemi di rilevazione, misura e valutazione delle performances Sistema di indicatori di efficienza e di efficacia PAI, Progetto Educativo, Costante attenzione alla soddisfazione del cliente (paziente, ospite, familiari, istituzioni, strutture sanitarie pubbliche) e ai processi di miglioramento Rafforzamento dei processi direzionali di gestione e controllo 13

14 PROGETTO 5 CONFORMITA ALLA NORMA UNI

15 CONFORMITA ALLA NORMA UNI E una normativa che permette la certificazione del servizio. E più snella della ISO 9001, specifica per il settore, utile per quelle strutture che vogliano attestare la qualità delle prestazioni professionali, ma anche programmazione, affidabilità, informazione, sicurezza, efficacia ed efficienza La Norma UNI rappresenta un modello di cura per le realtà che erogano servizi socio assistenziali in regime residenziale, basato sulla centralità dell Utente e con un approccio per processi secondo una prospettiva di valutazione multidimensionale e di direzione per obiettivi,quindi secondo una logica di lavoro non più per compiti, ma per progetti e per obiettivi orientati ai risultati. Tale certificazione non rappresenta di per sé un fine - che è invece costituito dal conseguimento dell effettiva capacità di soddisfazione di bisogni (qualità) - ma un mezzo per confermare tale capacità al mercato, in modo imparziale ed oggettivo, favorendo la creazione della fiducia ed offrendo agli utenti possibilità di scelta consapevole. 15

16 PROGETTO 6 BENESSERE ORGANIZZATIVO 16

17 BENESSERE ORGANIZZATIVO Le quattro maggiori organizzazioni europee di lavoratori ed imprenditori considerano lo stress sul lavoro un tema prioritario del dialogo sociale essendo esso al secondo posto, dopo i disturbi muscolo scheletrici, per quanto riguarda i problemi di salute connessi al lavoro.l idea che sta alla base del percorso è la consapevolezza dell importanza di una attenzione costante agli indicatori di qualità dell organizzazione, alla promozione delle potenzialità e delle competenze delle persone. Il tema è di grande attualità e può divenire una importante occasione di cambiamento e di ridefinizione delle modalità organizzative e del clima relazionale. Struttura e articolazione del percorso L intervento che si prevede di realizzare presuppone, in primo luogo, la definizione di un campione di indagine, rappresentativo dell organizzazione, al quale rivolgere le diverse attività previste da progetto, sia quelle di ricerca che quelle formative. Operativamente, il percorso proposto si articola in cinque fasi: 1 Fase Attività di formazione per definire il benessere organizzativo 2 Fase Ricerca quantitativa 3 Fase Definizione delle misure per il miglioramento 4 Fase Eventuali interventi successivi propedeutici alla realizzazione delle azioni di miglioramento stabilite 5 Fase Verifica successiva dell efficacia delle azioni di miglioramento 17

18 PROGETTO 7 MODELLO 231 RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA 18

19 MODELLO RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA L'obiettivo che ci si pone con la realizzazione del presente Progetto è quello di assistere la struttura nella realizzazione di un modello organizzativo volto a: Ridurre i rischi di commissione dei reati Contenere il rischio-reato nell ambito della soglia del RISCHIO ACCETTABILE Prevedere misure idonee a garantire lo svolgimento dell attività d impresa nel rispetto della legge La realizzazione di un sistema di controllo interno ex D.Lgs. 231/01 consta di sei fasi operative: 1. Individuazione delle aree di rischio 2. Realizzazione dei protocolli organizzativi 3. Istituzione Organismo di Vigilanza 4. Predisposizione di un codice etico 5. Previsione di un sistema disciplinare 6. Diffusione del modello organizzativo 19

20 PROGETTO 8 CONTROLLO DI GESTIONE 20

21 CONTROLLO DI GESTIONE Obiettivi: Obiettivo del modulo è di affiancare il Responsabile del Controllo di Gestione nel suo lavoro di elaborazione dei dati aziendali per ottenere insieme sinergie nella produzione dei prospetti fondamentali al management per assumere decisioni consapevoli in tempi rapidi. Obiettivo è migliorare le sensibilità nel passare dal frazionamento dei dati, dalla visione analitica, ad una visione generale, globale dell Azienda. Obiettivo è la determinazione di un ruolo pro-attivo del responsabile all interno dell azienda, un ruolo propositivo prezioso che possa aiutare gli organi decisionali a correggere, a mantenere, a investire, a sviluppare. Obiettivo è l integrazione tra sistema economico finanziario e sistema di gestione delle strutture. Tematiche: 1. Budget Patrimoniale 10. Activity based costing 2. Budget Economico 11. Report periodici 3. Budget Finanziario 12. Analisi degli scostamenti 4. Contabilità analitica 13. Correttivi e implementazioni di gestione 5. Approfondimento del sistema adottato di centri di costo e di profitto 14. Ottimizzazione dei costi, incomprimibilità dei costi, decisioni strategiche 6. Ripartizione dei valori con valenza pluriperiodica 15. Rapporto tra qualità e profittabilità 7. Costi diretti ed indiretti 16. Obiettivo profitto di gestione e creazione di risorse 8. Costi fissi e variabili finanziarie 9. Drivers di costo 17. Strumenti di supporto alle decisioni imprenditoriali. 18. Rapporti con la direzione e gli organi decisionali 21

22 PORTFOLIO CLIENTI 22

23 PORTFOLIO CLIENTI: SETTORE SOCIO SANITARIO CLIENTE SEDE ASP POVERI VERGOGNOSI (RSA Cardinale G. Lercaro e RSA Madre Teresa di ( Calcutta Bologna VILLA MARIA VITTORIA ( BO ) Monte San Pietro VILLA LINDA Bologna CASA PROTETTA IL PELLICANO ( BO ) Bazzano VILLA LA FAVORITA ( RN ) Misano Adriatico OASI SERENA (Casa di Riposo) Viserbella (RN) Coop. AMBRA S.c.r.l. (Servizi di assistenza agli anziani, Comunità psichiatriche, ( asili Reggio Emilia ( Protetta PICCOLE SUORE DELLA SACRA FAMIGLIA (Casa ( BO ) Pianoro RESIDENZA AL PARCO (Casa Protetta) - RSA ( FC ) Forlì RESIDENZA CASTELLO (Casa Protetta) - RSA ( FC ) Longiano RSA SOLE ( (RN Misano RSA Villa SALUS ( RN Viserbella ( ( Protetta VILLA GIULIA (Casa ( BO ) Pianoro ( Protetta CASA DI RIPOSO G.B. PLATTIS (Casa ( FE ) Cento RESIDENCE SERVICE (Casa Protetta) - RSA Ferrara SIRTE QUISISANA DUE (Casa Protetta) - RSA Ferrara RESIDENZA PARADISO (Casa Protetta) - RSA Ferrara ( Protetta CASA DI RIPOSO CASA MIA (Casa Forlì ( RSA ) ICOS SAN GIUSEPPE Piacenza RESIDENZA CATERINA (Casa Protetta) - RSA Ferrara ( Protetta IL BOSCO DEI GRILLI (Casa ( BO ) San Benedetto Val di Sambro 23

24 PORTFOLIO CLIENTI: SETTORE SANITARIO CLIENTE UNITA' OSPEDALIERA BUDRIO AZIENDA USL BOLOGNA NORD OSPEDALE BELLARIA - DIPARTIMENTO NEUROLOGIA CASA DI CURA PIACENZA CASA DI CURA SANT ANTONINO CASA DI CURA Prof. E. MONTANARI CASA DI CURA QUISISANA CASA DI CURA SALUS CASA DI CURA SAN GIACOMO CASA DI CURA AI COLLI CASA DI CURA VILLA SALUS CASA DI CURA SAN FRANCESCO RTI SOLE RTP LUNA NUOVA RTP VILLA VITTORIA R.T.P. CASA MARIA DOMENICA MANTOVANI ( Mantenimento IL GRILLO PARLANTE (Comunità Psichiatrica di CENTRO DI RIABILITAZIONE HANDICAPPATI ( Riproduzione S.I.S.ME.R. (Società Italiana Studi di Medicina della NUOVO LABORATORIO S. GIORGIO CENTRO MEDICO S. MICHELE CENTRO OLYMPUS POLIAMBULATORIO SEDE ( BO ) Budrio ( BO ) San Giorgio di Piano Bologna Piacenza Piacenza ( RN ) Morciano di Romagna Ferrara Ferrara ( Piacenza ) Ponte dell Olio Bologna ( RN ) Viserbella Ravenna ( RN ) Misano Adriatico ( BO ) San Marino di Bentivoglio Reggio Emilia Bologna ( BO ) Vedrana di Budrio Bologna Bologna Ferrara Bologna Ravenna 24

Accreditamento Socio Sanitario

Accreditamento Socio Sanitario Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2000 9001:2008 Accreditamento Socio Sanitario Servizi di: - Accompagnamento - Consulenza 1 INGECO Srl Via Goito, 3 40126 Bologna (BO) P. IVA 03785130372 / C.F.

Dettagli

CATALOGO SERVIZI SANITARI

CATALOGO SERVIZI SANITARI Bologna, marzo 2011 INGECO Srl Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2000 9001:2008 CATALOGO 2011 SERVIZI SANITARI INGECO Srl Via Goito, 3 40126 Bologna (BO) P. IVA 03785130372 / C.F. 00541260386

Dettagli

LABORATORIO DI MANAGEMENT SANITARIO

LABORATORIO DI MANAGEMENT SANITARIO Lean Production Lean Thinking Volume sul Sistema Toyota Caccia e lotta agli sprechi KAIZEN LAB Accreditamento Fondi Interprofessionali Provider ECM Intesa Listino Corsi accreditati ECM FORMAZIONE ECM Corsi

Dettagli

All. 03 alla Sez. 02 Rev. 01. Pag. 1 di7. Direzione

All. 03 alla Sez. 02 Rev. 01. Pag. 1 di7. Direzione Pag. 1 di7 Direzione La DIR è l Amministratore Unico. Nell'applicazione delle politiche aziendali il DIR agisce con criteri imprenditoriali e manageriali, partecipando attivamente alle decisioni del vertice,

Dettagli

Catalogo Welfare. Attività formative e servizi

Catalogo Welfare. Attività formative e servizi Catalogo Welfare Attività formative e servizi Irecoop Emilia Romagna, in qualità di ente di formazione di emanazione di Confcooperative Emilia Romagna, dal 1979 sviluppa progetti di formazione a servizio

Dettagli

Allineamento nuovi requisiti. Il Villino Via Davalli 5 Salsomaggiore Terme PR

Allineamento nuovi requisiti. Il Villino Via Davalli 5 Salsomaggiore Terme PR Programmazione del percorso di allineamento delle Residenze sanitarie psichiatriche già accreditate, gestite da enti non profit, ai nuovi requisiti e tariffe (DGR n. 1830/2013 e DGR n. 1831/2013) e domande

Dettagli

La Certificazione di qualità in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2000

La Certificazione di qualità in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2000 La Certificazione di qualità in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2000 Giorgio Capoccia (Direttore e Responsabile Gruppo di Audit Agiqualitas) Corso USMI 07 Marzo 2006 Roma Gli argomenti dell intervento

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: ENTE CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

POLITICA DELLA QUALITA DELL AMBIENTE E DELLA SICUREZZA ALIMENTARE

POLITICA DELLA QUALITA DELL AMBIENTE E DELLA SICUREZZA ALIMENTARE POLITICA DELLA QUALITA DELL AMBIENTE E DELLA SICUREZZA ALIMENTARE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Questo documento descrive le responsabilità della Direzione. Responsabilità che si esplicano nel comunicare

Dettagli

Independent Market Energy Saving Consulting

Independent Market Energy Saving Consulting Independent Market ALENS è ESCo certificata UNI CEI 11352 da TÜV SUD Una nuova realtà nel settore della consulenza in campo energetico, nata dall esperienza pluriennale dei soci. Independent Market Chi

Dettagli

Consulenza e assistenza per l accreditamento di strutture sanitarie nel Lazio *

Consulenza e assistenza per l accreditamento di strutture sanitarie nel Lazio * Consulenza e assistenza per l accreditamento di strutture sanitarie nel Lazio * 2014 (* ai sensi della Legge Regionale del 03 Marzo 2003, n. 4 in materia di autorizzazione alla realizzazione di strutture

Dettagli

SERVIZI ALLA PERSONA THIENE ROMA PARMA CUNEO BARI TRENTO SASSARI UK POLAND CROATIA TURKEY

SERVIZI ALLA PERSONA THIENE ROMA PARMA CUNEO BARI TRENTO SASSARI UK POLAND CROATIA TURKEY SERVIZI ALLA PERSONA THIENE ROMA PARMA CUNEO BARI TRENTO SASSARI UK POLAND CROATIA TURKEY PRESENTAZIONE SERVIZI ALLA PERSONA Il nostro servizio è nell'impostare le attività dei nostri clienti in modo tale

Dettagli

UNI EN ISO 14001:2004 Sistemi di Gestione Ambientale: requisiti e guida per l uso

UNI EN ISO 14001:2004 Sistemi di Gestione Ambientale: requisiti e guida per l uso SORVEGLIANZA E CERTIFICAZIONI UNI EN ISO 14001:2004 Sistemi di Gestione Ambientale: requisiti e guida per l uso Pagina 1 di 11 INTRODUZIONE La Norma UNI EN ISO 14001:2004 fa parte delle norme Internazionali

Dettagli

Management e Certificazione della Qualità

Management e Certificazione della Qualità Management e Certificazione della Qualità Prof. Alessandro Ruggieri A.A. 2012-2013 Oggetto della lezione Certificazione: normazione e accreditamento terminologia e concetti ISO 9001:2008 Introduzione e

Dettagli

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE Titolo 3 - PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELLA RETE PEDIATRICA REGIONALE Art. 20 - Art. 21 - Art. 22 - Art. 23 - Art. 24 - Art. 25 - Verso

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L INSERIMENTO DEI PAZIENTI PSICHIATRICI NELLE RSA e NEI CDI

PROTOCOLLO D INTESA PER L INSERIMENTO DEI PAZIENTI PSICHIATRICI NELLE RSA e NEI CDI PROTOCOLLO D INTESA PER L INSERIMENTO DEI PAZIENTI PSICHIATRICI NELLE RSA e NEI CDI Indice : 1. Scopo del protocollo 2. Invio 3. Verifiche 2.1 tipologia dell utenza 2.2 procedura segnalazione 2.3 procedura

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 Azienda Sanitaria Locale della provincia di Como Direzione Sanitaria, Dipartimento Attività Socio Sanitarie Integrate (A.S.S.I.) Dipartimento Servizi Sanitari di Base, Staff Educazione

Dettagli

Verso una qualità energetica certificata degli edifici: l esperienza di SACERT

Verso una qualità energetica certificata degli edifici: l esperienza di SACERT 2 Giornata Sull uso razionale dell Energia Negli edifici civili e del terziario Associazione Italiana Economisti dell Energia Verso una qualità energetica certificata degli edifici: l esperienza di SACERT

Dettagli

ARPAT. Politica per la Qualità

ARPAT. Politica per la Qualità ARPAT Politica per la Qualità POLITICA PER LA QUALITÀ La missione di ARPAT L Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana (ARPAT) concorre alla promozione dello sviluppo sostenibile e contribuisce

Dettagli

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) Revisione Approvazione n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa PROGETTO TECNICO SISTEMA QUALITA Il nostro progetto

Dettagli

16/02/1992 a tutt ora Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana via Roma,67 56100 PISA

16/02/1992 a tutt ora Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana via Roma,67 56100 PISA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARCHETTI FEDERICA Indirizzo PIAZZA DELLE VETTOVAGLIE, 35 56126 PISA Telefono cell. 347/3658099 ufficio 050/995751

Dettagli

Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese

Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese Tutto quello che c è da sapere per non sbagliare. Guida Pratica per Imprenditori e Manager che devono affrontare il processo di certificazione

Dettagli

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less

Company profile. Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole. Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Environment, Safety & Enterprise Risk Management more or less Company profile Nihil difficile volenti Nulla è arduo per colui che vuole Business Consultant S.r.l. Via La Cittadella, 102/G 93100 Caltanissetta

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso

UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso SORVEGLIANZA E CERTIFICAZIONI UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso Pagina 1 di 10 INTRODUZIONE La Norma UNI EN ISO 9001:2008 fa parte delle norme Internazionali

Dettagli

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Le caratteristiche del mercato finanziario e le dinamiche competitive emerse sin dall emergere della crisi hanno imposto

Dettagli

Servizi socio-sanitari alla persona. PRESENTAZIONE pag 2. I LA NOSTRA MISSION pag 2. II ASSETTO ISTITUZIONALE pag 3. III I SERVIZI pag 5

Servizi socio-sanitari alla persona. PRESENTAZIONE pag 2. I LA NOSTRA MISSION pag 2. II ASSETTO ISTITUZIONALE pag 3. III I SERVIZI pag 5 FREE NURSING soc.coop.soc. ONLUS Servizi socio-sanitari alla persona CARTA DEI SERVIZI PRESENTAZIONE pag 2 I LA NOSTRA MISSION pag 2 II ASSETTO ISTITUZIONALE pag 3 III I SERVIZI pag 5 IV I SERVIZI ATTIVI

Dettagli

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Il rischio clinico rappresenta l eventualità di subire

Dettagli

Come a Casa. Residenzialità leggera: esperienze, progetti e sperimentazioni. Dott.ssa Maria Assunta Pintus

Come a Casa. Residenzialità leggera: esperienze, progetti e sperimentazioni. Dott.ssa Maria Assunta Pintus Come a Casa Residenzialità leggera: esperienze, progetti e sperimentazioni Dott.ssa Maria Assunta Pintus Bologna 14 novembre 2012 La Regione Autonoma della Sardegna 377 Comuni 8 Province 8 ASL 1 Azienda

Dettagli

-CERTIFICAZIONE DI SISTEMA UNI EN ISO 9001- STRUMENTO DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE NEGLI APPALTI PUBBLICI

-CERTIFICAZIONE DI SISTEMA UNI EN ISO 9001- STRUMENTO DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE NEGLI APPALTI PUBBLICI -CERTIFICAZIONE DI SISTEMA UNI EN ISO 9001- STRUMENTO DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE NEGLI APPALTI PUBBLICI Norma ISO 9001 e sue applicazioni Iter di certificazione e sistema di accreditamento Sistemi

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

Allegato C. Catalogo dell Offerta Formativa

Allegato C. Catalogo dell Offerta Formativa Allegato C Catalogo dell Offerta Formativa Corso per "ADDETTO AL CONTROLLO QUALITA " (Quality Controller) DESCRIZIONE DEL CORSO E FINALITÀ Il corso ha la finalità di formare una figura junior che non abbia

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Allegato 4 ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Il presente Allegato tecnico, rivolto a tutti gli Enti di formazione già certificati secondo la norma internazionale

Dettagli

Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI

Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 93 del 22/12/2014 INDICE 1. I servizi domiciliari nel Sistema integrato sociale, socio-sanitario

Dettagli

Il Sistema Qualità nei servizi di salute mentale. Il caso P.A.M.A.P.I.

Il Sistema Qualità nei servizi di salute mentale. Il caso P.A.M.A.P.I. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELLE PROFESSIONI SANITARIE Il Sistema Qualità nei servizi di salute mentale.

Dettagli

1. Premessa... 1. 2. Politica per la Qualità... 1. 3. Politica per la Responsabilità Sociale... 2

1. Premessa... 1. 2. Politica per la Qualità... 1. 3. Politica per la Responsabilità Sociale... 2 POLITICA PER LA QUALITÀ E LA RESPONSABILITÀ SOCIALE REV. 4 Indice 1. Premessa... 1 2. Politica per la Qualità... 1 3. Politica per la Responsabilità Sociale... 2 1. Premessa Il presente documento esplicita

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015 PROPOSTE FORMATIVE Aprile 2015 AREE TEMATICHE GESTIONE D IMPRESA COMPLIANCE E-LEARNING ANALISI ORGANIZZATIVA FINALITA : Intraprendere un progetto di cambiamento organizzativo prevede la capacità di individuare

Dettagli

Finanziamenti per la Promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale nelle Piccole e Medie Imprese.

Finanziamenti per la Promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale nelle Piccole e Medie Imprese. LABORATORIO ACCREDITATO ACCREDIA N 0181 CERTIFICATO DA DNV UNI EN ISO 9001 UNI EN ISO 14001 ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI LABORATORI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA AL N LABORATORIO ALTAMENTE QUALIFICATO PER

Dettagli

Il Percorso continua e si sviluppa. Il POA definisce nuove competenze Applicazione POA. Necessità di risorse Coinvolgimento singoli

Il Percorso continua e si sviluppa. Il POA definisce nuove competenze Applicazione POA. Necessità di risorse Coinvolgimento singoli POLITICA AZIENDALE SCELTE E PROSPETTIVE Il Percorso continua e si sviluppa Il POA definisce nuove competenze Applicazione POA Necessità di risorse Coinvolgimento singoli 2.2 Il controllo della Qualità

Dettagli

ACCREDITAMENTO e QUALITA ACCREDITAMENTO

ACCREDITAMENTO e QUALITA ACCREDITAMENTO ACCREDITAMENTO e QUALITA ACCREDITAMENTO possedere i requisiti generali e specifici concernenti la struttura, le tecnologie e l organizzazione dell Azienda e dei servizi regolare i processi e documentare

Dettagli

IL PROGETTO DI EFFICIENTAMENTO NELLE STRUTTURE SANITARIE: AUMENTARE IL TEMPO UTILE E RIDURRE I COSTI

IL PROGETTO DI EFFICIENTAMENTO NELLE STRUTTURE SANITARIE: AUMENTARE IL TEMPO UTILE E RIDURRE I COSTI IL PROGETTO DI EFFICIENTAMENTO NELLE STRUTTURE SANITARIE: AUMENTARE IL TEMPO UTILE E RIDURRE I COSTI 1 CHI SIAMO Fondata nel 1991, BUSINESS VALUE è una società di consulenza direzionale specializzata in:

Dettagli

Il Sistema di Gestione per la Qualità nelle RSA. Principi metodologici della consulenza

Il Sistema di Gestione per la Qualità nelle RSA. Principi metodologici della consulenza Via M.G. Terruzzi n. 44 20050 Sovico (MI) tel. 0392010901 cell. 3938805260 fax 02700430740 E-mail micronbeta@lombardiacom.it Il Sistema di Gestione per la Qualità nelle RSA Implementazione del Sistema

Dettagli

Residenza per anziani "Le Querce"

Residenza per anziani Le Querce Residenza per anziani "Le Querce" La residenza Nata da una sinergia tra il Comune di Cavenago Brianza e la C.R.M Cooperativa Sociale a r.l., la Residenza «Le querce» è pensata per l assistenza agli anziani

Dettagli

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Logo azienda/università I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE

SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE Q.TEAM SRL Società di Gruppo Medilabor HSE Via Curioni, 14 21013 Gallarate (VA) Telefono 0331.781670 Fax 0331.708614 www.gruppomedilabor.com Azienda con Sistema Qualità,

Dettagli

ORGANIGRAMMA DELL ASP AZALEA

ORGANIGRAMMA DELL ASP AZALEA Allegato alla deliberazione del Consiglio di amministrazione n 29 del 20/11/2012 ORGANIGRAMMA DELL ASP AZALEA PREMESSA Nell organigramma sotto riportato, si è inteso rappresentare l unicum di governo dell

Dettagli

Strategie e Controllo

Strategie e Controllo Strategie e Controllo Consulenza di Direzione e Organizzazione Aziendale La nostra specializzazione: Un esperienza che risale al 1985 Un metodo perfezionato sulle caratteristiche delle piccole e medie

Dettagli

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DEI PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO PER LA CRESCITA DELLE COMPETENZE - PAAC

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DEI PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO PER LA CRESCITA DELLE COMPETENZE - PAAC GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DEI PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO PER LA CRESCITA DELLE COMPETENZE - PAAC 1. PREMESSA Spinner 2013 è il programma per la qualificazione delle risorse umane nel settore

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR INTERNI DI S.G.Q.

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR INTERNI DI S.G.Q. Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH09 Pag. 1 di 4 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

BANDO AIUTI ALLE MPMI PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI

BANDO AIUTI ALLE MPMI PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI BANDO AIUTI ALLE MPMI PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI Misura POR CREO FESR 2007-2013 LINEA 1.3B POR CREO FESR 2014-2020 ASSE 1 PRSE 2012-2015 LINEA 1.1B Azioni Finanziabili La Regione Toscana

Dettagli

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Comitato SGQ Comitato Ambiente Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Mercoledì, 23 febbraio 2005 - Palazzo FAST (Aula Morandi) Piazzale Morandi, 2 - Milano E' una

Dettagli

Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Sicurezza, Informazioni

Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Sicurezza, Informazioni Bologna - Febbraio 2007 Il Master Gli Obiettivi I Destinatari Obiettivi: Scopo del Master è fornire ai partecipanti tutti gli elementi conoscitivi ed operativi necessari allo sviluppo di un Sistema di

Dettagli

Sistema di valutazione permanente del personale

Sistema di valutazione permanente del personale Premessa Il sistema di valutazione permanente, previsto dall art. 6 del CCNL 1/4/1999, intende promuovere, da un lato, il miglioramento della qualità delle prestazioni dei servizi resi e, dall altro, la

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA IL BISOGNO CHE VOGLIAMO SODDISFARE Accompagnare amministratori e manager delle

Dettagli

IL FINE VITA APPARTIENE ALLA VITA: I PROGETTI E LE ESPERIENZE DELLE CURE PALLIATIVE

IL FINE VITA APPARTIENE ALLA VITA: I PROGETTI E LE ESPERIENZE DELLE CURE PALLIATIVE IL FINE VITA APPARTIENE ALLA VITA: I PROGETTI E LE ESPERIENZE DELLE CURE PALLIATIVE Verso l accreditamento delle cure palliative in Emilia-Romagna Antonio Brambilla Servizio assistenza territoriale Direzione

Dettagli

IL GOVERNO DELLE ESTERNALIZZAZIONI: IL RUOLO DEL SISTEMA INFORMATIVO

IL GOVERNO DELLE ESTERNALIZZAZIONI: IL RUOLO DEL SISTEMA INFORMATIVO Sistemi direzionali per la P.A. Via Watt, 27 20143 Milano Tel 02.818092809 fax 02-818092816 www.oslo.it info@oslo.it IL GOVERNO DELLE ESTERNALIZZAZIONI: IL RUOLO DEL SISTEMA INFORMATIVO 17 NOVEMBRE ORE

Dettagli

Accreditamento e Sistemi di Qualità nella Formazione Professionale

Accreditamento e Sistemi di Qualità nella Formazione Professionale Accreditamento e Sistemi di Qualità nella Formazione Professionale Letizia De Dominicis Direttrice Focus srl Linda Zampacorta, Responsabile Sistemi Qualità Focus srl Pescara, 27 novembre 2013 Chi è Focus

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta, la soluzione informatica per la costruzione di un Sistema Qualità, Ambiente e Sicurezza fortemente integrato è in grado di garantire l efficacia

Dettagli

Il Partner di riferimento per i progetti informatici

Il Partner di riferimento per i progetti informatici Il Partner di riferimento per i progetti informatici ISAB INFORMATICA nasce nel 1995 formata da un gruppo di persone di comprovata esperienza ognuna nel proprio settore; la storia di ISAB INFORMATICA è

Dettagli

Il Partner di riferimento per i progetti informatici

Il Partner di riferimento per i progetti informatici Il Partner di riferimento per i progetti informatici ISAB INFORMATICA nasce nel 1995 formata da un gruppo di persone di comprovata esperienza ognuna nel proprio settore; la storia di ISAB INFORMATICA è

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Partecipi e solidali voce 4 SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5 OBIETTIVI DEL PROGETTO voce7 Obiettivi

Dettagli

Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE

Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE Gruppo Professionale QUALITÀ SICUREZZA AMBIENTE Chi siamo. Cosa facciamo. Gruppo Professionale nasce con l obiettivo di diventare partner delle aziende, garantendo l erogazione di servizi semplici ed innovativi

Dettagli

INGECO Srl Consulenze Industriali. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001

INGECO Srl Consulenze Industriali. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 INGECO Srl Consulenze Industriali Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 : :. S O M M A R I O. : : - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

RIESAME DEL SISTEMA QUALITA / RESP. SOCIALE

RIESAME DEL SISTEMA QUALITA / RESP. SOCIALE Competenza: RAQ 1 a Parte: DATI SULL APPLICAZIONE DEL SISTEMA PERIODO DI RIFERIMENTO : 01 Gennaio 2009 31 Dicembre 2009 VERIFICA POLITICA DELLA QUALITA / : Sono stati elaborati i seguenti modelli M01/P/Q/03

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI ANALISI DEI RISCHI

DOCUMENTO DI SINTESI ANALISI DEI RISCHI SOLCO MANTOVA CONSORZIO DI COOPERATIVE SOCIALI - SOCIETA' COOP A.R.L. DOCUMENTO DI SINTESI ANALISI DEI RISCHI RELATIVO AL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.LGS 231/01 Documento

Dettagli

Proposta di implementaziome del sistema qualità in cardiologia. Dott. A. Gandolfo

Proposta di implementaziome del sistema qualità in cardiologia. Dott. A. Gandolfo Proposta di implementaziome del sistema qualità in cardiologia Dott. A. Gandolfo Sistema Qualità Il Sistema Qualità è un sistema di gestione che ha lo scopo di tenere sotto controllo i processi di una

Dettagli

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37).

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37). Carta di qualità dell offerta formativa La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che SINTESI SpA assume nei suoi confronti a garanzia

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH84 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

Governare il processo della sicurezza

Governare il processo della sicurezza Governare il processo della sicurezza Michele Marchini PIACENZA 20 febbraio 2014 SOMMARIO Argomenti trattati Governo del processo gestione della sicurezza I processi aziendali Il processo della sicurezza

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE Relatore: LIFE 04 ENV/IT/494 AGEMAS Obiettivi del sistema di gestione ambientale Prevenzione, riduzione dell inquinamento Eco-efficienza nella gestione delle

Dettagli

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi più industrializzati. Il Comitato non legifera, formula

Dettagli

Profilo della società

Profilo della società Profilo della società Anno 2012 PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA Denominazione: PARTNER S.r.l. via E. Berlinguer, 26 63036 Spinetoli (AP) - Tel. 0736/892375 Fax 0736/892476 info@partnerconsul.com www.partnerconsul.com

Dettagli

ADVANCE SAN MARINO. Ovvero FARE SQUADRA PER MIGLIORARE

ADVANCE SAN MARINO. Ovvero FARE SQUADRA PER MIGLIORARE ADVANCE SAN MARINO Ovvero FARE SQUADRA PER MIGLIORARE Progetto interdipartimentale della Segreteria di Stato per l Industria, Segreteria di Stato per il Turismo, Segreteria di Stato per il Territorio In

Dettagli

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale Introduzione Reggio Emilia, 19 e 26 maggio 2010 Riferimenti normativi Accordo Collettivo Nazionale

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE

IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE IL CONTRIBUTO DEGLI INFERMIERI ALLA IDEAZIONE DEL PSS REGIONALE Il presente documento, presentato in V commissione in occasione dell audizione del 23 settembre, si compone di due parti: Introduzione e

Dettagli

Valentina Croff * La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova. Premessa. Contenuti e modalità di attuazione

Valentina Croff * La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova. Premessa. Contenuti e modalità di attuazione 33 Valentina Croff * Premessa Contenuti e modalità di attuazione La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova Lo scorso mese di aprile il Consorzio Venezia Nuova

Dettagli

concretizza le potenzialità dei tuoi progetti

concretizza le potenzialità dei tuoi progetti concretizza le potenzialità dei tuoi progetti BusinessPlanCenter è un centro di servizi specializzato, che assiste e supporta professionalmente manager, imprenditori e aspiranti imprenditori nella pianificazione/valutazione

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO NONA LEGISLATURA PROGETTO DI LEGGE N. PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa dei Consiglieri Possamai ISTITUZIONE DELLE UNITA OPERATIVE COMPLESSE DI PSICOLOGIA Presentato alla Presidenza

Dettagli

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione)

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) OBIETTIVI E COMPETENZE La finanza aziendale sta diventando sempre di più uno strumento fondamentale per la crescita delle imprese,

Dettagli

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1 Modulo 1 Parte 1 Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1 1.1.1.1 pag. 21 Quale, tra le affermazioni che seguono relative al concetto di qualità, è la più corretta? A. Il termine qualità

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE Allegato alla determinazione direttoriale n. 681/000/DIG/14/0024 del 06.06.2014 ART. 1 PRINCIPI GENERALI Il servizio Educativa Territoriale si inserisce come

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA RSA

CARTA DEI SERVIZI DELLA RSA CARTA DEI SERVIZI DELLA RSA NOTA DI ACCOGLIENZA Gentile Signora, Gentile Signore, con la presente Le vogliamo fornire una Guida che Le sia di aiuto per orientarsi e conoscere la Struttura Sanitaria alla

Dettagli

DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI

DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI Azienda Pubblica Servizi alla Persona Città di Siena DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 25 agosto 2010 Pag. 1 di 5 1. Denominazione, sede e

Dettagli

- 1 - Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia INDICE. Capo I Finalità e disposizioni generali

- 1 - Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia INDICE. Capo I Finalità e disposizioni generali - 1 - Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia INDICE Capo I Finalità e disposizioni generali Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 (Finalità) (Definizioni) (Pianificazione regionale) (Campagne di informazione)

Dettagli

Claudia Gistri Giancarlo Caputo CERTIQUALITY

Claudia Gistri Giancarlo Caputo CERTIQUALITY I requisiti per la certificazione del sistema di gestione sicurezza Claudia Gistri Giancarlo Caputo CERTIQUALITY Seminario La gestione ed il controllo del Rischio Industriale Bergamo, 20 dicembre 2005

Dettagli

Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) IL MANUALE

Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) IL MANUALE Fondazione OTAF Via Collina d Oro 3 6924 Sorengo Tel. 091 985 33 33 Fax 091 985 33 66 info@otaf.ch Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) IL MANUALE Introduzione al manuale della qualità Il nostro Sistema

Dettagli

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011 Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Seminario di introduzione alla norma ISO 50001 ed ai Sistemi di Gestione per l Energia Integrazione con la legislazione Roma, 16/03/2016 Introduzione alla

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Stefano Mantovani

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Stefano Mantovani RUOLO E RESPONSABILITA DEGLI INFERMIERI NELL INSERIMENTO DEGLI OPERATORI DI SUPPORTO NELLE EQUIPE ASSISTENZIALI BRESCIA 7 E 8 OTTOBRE 2013 ESPERIENZA ASCSP MAGENTA SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Codice Etico. Gennaio 2010

Codice Etico. Gennaio 2010 Codice Etico Gennaio 2010 ( SOMMARIO ) CAPO I IL VALORE DEL CODICE ETICO Pag. 2 CAPO II DESTINATARI E AMBITO DI APPLICAZIONE Pag. 2 CAPO III MISSIONE Pag. 3 CAPO IV STRUMENTI DI ATTUAZIONE DELLA MISSIONE

Dettagli

IPAB DEPUBLICIZZATE: UN DIVERSO MODELLO DI GESTIONE PATRIMONIALE

IPAB DEPUBLICIZZATE: UN DIVERSO MODELLO DI GESTIONE PATRIMONIALE IPAB DEPUBLICIZZATE: UN DIVERSO MODELLO DI GESTIONE PATRIMONIALE Case History: Fondazione Ferrario Vanzago(MI) Castellanza, 10 maggio 2012 A cura di Giuliano Argia L ESPERIENZA DELLA FONDAZIONE FERRARIO

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

Bilancio di Competenze per i Dirigenti

Bilancio di Competenze per i Dirigenti Bilancio di Competenze per i Dirigenti Ambire: Head Hunting e Servizi di Carriera Ambire è una Società di Consulenza Direzionale innovativa specializzata nell area delle Risorse Umane, concepita con l

Dettagli

ISO/IEC 2700:2013. Principali modifiche e piano di transizione alla nuova edizione. DNV Business Assurance. All rights reserved.

ISO/IEC 2700:2013. Principali modifiche e piano di transizione alla nuova edizione. DNV Business Assurance. All rights reserved. ISO/IEC 2700:2013 Principali modifiche e piano di transizione alla nuova edizione ISO/IEC 27001 La norma ISO/IEC 27001, Information technology - Security techniques - Information security management systems

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

Prospettive per l EGE: legge 4/2013. Michele Santovito. 9 maggio 2014

Prospettive per l EGE: legge 4/2013. Michele Santovito. 9 maggio 2014 Prospettive per l EGE: legge 4/2013 Michele Santovito 9 maggio 2014 Esempio di EGE Esempio di percorso fatto per arrivare ad avere il titolo di EGE: - Laurea in chimica - 10 anni di esperienza in un azienda

Dettagli